Sei sulla pagina 1di 2

Francesco Molino - Wikipedia

http://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_Molino

Controllo di autorit VIAF: 12492202 (http://viaf.org/viaf/12492202) LCCN: n83167333 (http://id.loc.gov/authorities/names/n83167333)

Francesco Molino
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Molino (Ivrea, 4 giugno 1768 Parigi, 1847) stato un chitarrista italiano. Nato in una famiglia di musicisti, cominci molto presto a suonare l'oboe e il violino nel Teatro Regio di Torino. La sua carriera come chitarrista cominci a Parigi nel 1819 come concertista e insegnante didattico. Sono arrivate a noi delle rappresentazioni grache satiriche, di Charles de Marescot, di veri e propri schieramenti di carullisti (sostenitori della scuola di Ferdinando Carulli) e molinisti (sostenitori di Rappresentazione satirica della Molino). L'impostazione strumentale di Molino differiva effettivamente su contraposizione fra "Carulliani" e alcuni punti (ad esempio nel riuto di usare il pollice sinistro nella "Molinisti" (Charles de Marescot) diteggiatura) rispetto a quella che Carulli, giunto a Parigi da pi tempo, aveva diffuso presso gli ambienti della capitale francese; ci tuttavia non gli imped di conquistarsi una sua relativa fama, oltre che come esecutore, anche che come didatta e il suo Metodo riscosse un buon successo. La maggior parte delle sue composizioni chitarristiche, circa sessanta, furono pubblicate a Parigi fra il 1820 e il 1835. Si ricordano, in particolare, i Notturni per chitarra e violino o chitarra e auto (op. 37, 38, 39) e il Concerto per chitarra e orchestra in Mi minore (op. 56).

Composizioni
Tre duetti Op. 3 (chitarra e violino) Tre sonate Op. 6 (chitarra) Tre grandi sonate Op. 7 (chitarra e violino) Dodici valzer Op. 9 (chitarra) Due fantasie Op. 13 (chitarra) Tre sonate Op. 15 (chitarra) Grande ouverture Op. 17 (chitarra) Quattro temi variati Op. 18 (chitarra) Tre trii Op. 19 (auto, viola e chitarra) Tre grandi sonate Op. 22 (chitarra e violino) Metodo Op. 24 (chitarra) Tre rond brillanti Op. 28 (chitarra) Tre sonate Op. 29 (chitarra e violino) Gran trio concertante Op. 30 (auto o violino, viola e chitarra) Variazioni Op. 31 (chitarra) Metodo Op. 33 (chitarra) Grande polacca e due rond Op. 34 (chitarra) Notturno Op. 36 (chitarra e pianoforte) Notturno Op. 37 (auto o violino e chitarra) Notturno Op. 38 (auto o violino e chitarra) Variazioni brillanti Op. 41 (chitarra) Gran trio Op. 45 (auto, viola e chitarra) Grande metodo Op. 46 (chitarra) Concerto Op. 56 (chitarra e orchestra) Aria scozzese variata Op. 58 (chitarra) Canzonetta (chitarra e voce)

Bibliograa
1 di 2 11/02/14 16:55

Francesco Molino - Wikipedia

http://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_Molino

Allorto, Chiesa, Dall'Ara, Gilardino - La chitarra, EDT Mario Dell'Ara - Il "Metodo" di Francesco Molino in il Fronimo n 45, p. 40-50. Portale Biograe Portale Musica classica

Categorie: Chitarristi italiani Nati nel 1768 Morti nel 1847 Nati il 4 giugno Nati a Ivrea Morti a Parigi Chitarristi classici | [altre] Questa pagina stata modicata per l'ultima volta il 10 set 2013 alle 14:39. Il testo disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo; possono applicarsi condizioni ulteriori. Vedi le Condizioni d'uso per i dettagli. Wikipedia un marchio registrato della Wikimedia Foundation, Inc.

2 di 2

11/02/14 16:55