Sei sulla pagina 1di 70

LE ARGONAUTICHE

LIBRO QUARTO Ora tu stessa, Musa divina, figlia di Zeus, d vrai !antare il travagli e i "ensieri della fan!iulla di C l!#ide$ !#% dentr di &e la &ia &ente ndeggia in un sg &ent 'sen(a "ar le, se dev dire !#e fu "er ang s!ia infeli!e d)a& re "er terr re fatale !#e las!i* la terra dei C l!#i+ Eeta nel "ala(( , assie&e ai grandi della sua gente, "er tutta la n tte tra&ava un ingann astut ! ntr gli er i$ e nel su !u re nutriva un)ira terri,ile "er l) di sa "r va, e "ensava !#e tutt s)era ! &"iut n n sen(a l)aiut delle sue figlie+ A lei, Era infuse nel !u re una "aura "en sa. tre&ava ! &e una !er,iatta vel !e, terr ri((ata dall)a,,aiare dei !ani nel f lt di un , s! "r f nd + /)i&"r vvis vide !#iar e !a"0 !#e il su aiut n n gli " teva restare nas! st , e la s!iagura era al ! l& + Te&eva le d nne, !#e sa"evan tutt + I su i !!#i fur n "ieni di fu ! , le re!!#ie r &,avan terri,il&ente+ 1"ess " rt* le &ani alla g la, s"ess , stra""and !i !!#e di !a"elli, "iangeva un dis"erat d l re+ E l2 in 3uel gi rn sare,,e & rta ! ntr il destin , ing iand il velen e rendend vani i "r getti di Era, se nella sua ang s!ia la dea n n l)avesse s"inta a fuggire

insie&e ai figli di 4riss - all ra nel "ett si !al&* il !u re in3uiet $ t rnata in se stessa, vu t* il ! fanett e nas! se i filtri nel sen + Ba!i* il lett , ,a!i* dentr e fu ri i ,attenti, a!!are((* le "areti$ ! n le &ani stra""* un lung ri!!i l e l las!i* nella stan(a "er la &adre, ri! rd della sua vita di vergine, e ge&ette ! n v !e ! nvulsa5Questa lunga !i !!a ti las!i al &i " st , &adre &ia, 'e &e ne vad $ addi e sii feli!e, an!#e se vad tant tant l ntan $ addi , Cal!i "e, addi a tutta la !asa+ O# se il &are ti avesse s,ranat , stranier , "ri&a d)arrivare alla terra 'dei C l!#i65+ C s0 disse, e versava dagli !!#i ! "i se la!ri&e+ C &e, tras!inata "er una !asa ri!!a, una s!#iava di guerra !#e il destin #a a""ena stra""at via dalla "atria e an! ra n n #a avut es"erien(a delle as"re fati!#e, n n #a "r vat &iseria e lav ri servili, si &u ve infeli!e s tt le dure &ani della "adr na, ! s0 la s"lendida d nna ! rse fu ri della sua reggia+ /avanti a lei !edetter da s li i ,attenti s"alan!and si in dentr al ra"id su n degli in!antesi&i+ C rreva a "iedi nudi "er le vie strette$ ! n la sinistra, s llevava il "e"l sugli !!#i, s "ra le ,elle guan!e e la fr nte, e intant la destra reggeva in alt un le&, di tuni!a+

Andava ra"ida nel su terr re "er una strada s!ura ltre le &ura della grande !itt2+ N n la ri! n ,,e nessuna delle sentinelle, n n s)avvider della sua ! rsa+ 7ensava di andare al !a&" - sa"eva ,ene le strade- tante v lte le aveva "er! rse !er!and !adaveri ed er,e &alefi!#e, ! &e usan fare le &ag#e$ &a il !u re ,atteva f rte, di tre& re e terr re+ La vide ! rrere, levand si a""ena dall) ri(( nte, la Luna, la dea titania, e gi 0 ! n &ali(ia, e tra s% e s% disse 3ueste "ar le5N n i s ltant ri!er! l)antr di Lat& , n n i s ltant ,ru!i "er il ,ell)Endi&i ne, i !#e s"ess &i s n & ssa "er i tu i astuti in!antesi&i nel "ensier d)a& re, "er!#% tu !ele,rassi i tu i riti tran3uilla nella n tte s!ura, ! &e a te "ia!e+ Ora an!#e tu #ai "arte di 3uesta stessa sventurail di del d l re ti #a dat Gias ne ! &e tua "ena ed ang s!ia+ 8a) dun3ue, e "re"arati a s "" rtare, "er 3uant sa"iente tu sia, d l ri infiniti5+ C s0 disse, &a l)altra i "iedi la " rtavan ra"ida, in fretta+ Lieta&ente giunse alle rive del fiu&e, e vide sull)altra s" nda ris"lendere i fu !#i !#e, nella gi ia della vitt ria, gli er i avevan a!!es "er tutta 3uanta la n tte+ /i l2 dal fiu&e, nel ,ui , ! n v !e li&"ida e a!uta, !#ia&* il "i9 gi vane tra i 3uattr figli di 4riss , 4r ntis+ Ne ri! n ,,e la v !e, lui e i fratelli,

e il figli di Es ne- i ! &"agni stu"ir n &uti, 3uand !a"ir n !#)era lei, "r "ri lei+ Tre v lte grid*, e tre v lte, "er invit degli altri, 4r ntis ris" se al ri!#ia& , e intant gli er i re&avan in !er!a di lei, fa!end f r(a sui re&i+ N n avevan an! ra gettat le !i&e alla riva di fr nte e dalla t lda su,it Gias ne ,al(* a terra ! n ra"id "iede, e assie&e a lui saltar n Arg e 4r ntis, figli di 4riss + La gi vane d nna a,,ra!!i* i l r gin !!#i, e disse 3ueste "ar le51alvate&i, a&i!i, salvate &e infeli!e e v i stessi da Eeta+ Tutt : gi2 stat s! "ert e n n !): "i9 ri&edi + 7rest , "rest , fuggia& sulla nave "ri&a !#e & nti i vel !i !avalli+ I vi dar* il vell d) r , add r&entand il ser"ente !ust de- &a tu, stranier , davanti ai ! &"agni, "rendi gli dei a testi& ni della "r &essa !#e #ai fatt , e n n las!iare !#e i , andand l ntan , sia, "er l)assen(a dei &iei, dis"re((ata e derisa5+ C s0 disse, afflitta, &a era liet il !u re di Gias ne+ 1u,it e d l!e&ente la rial(* dalle sue gin !!#ia, e le fe!e ! raggi e le "arl* in 3uest & d 5Mia !ara, sia testi& ne Zeus Oli&"i , !ust de dei giura&enti, ed Era, la s" sa di Zeus, la dea delle n ((e, !#e ti " rter* nella &ia !asa ! &e s" sa legitti&a 3uand avre& fatt rit rn alla terra di Gre!ia5+

C s0 disse, e &ise la &an destra nella sua &an + Medea rdin* di ! ndurre "rest la nave al , s! sa!r , "er " ter "rendere il vell durante la n tte, ingannand il v lere di Eeta+ C s0 disse, e ! s0 fe!er , "ieni di slan!i la "reser a , rd e si sta!!ar n su,it dalla riva- era grande il frastu n del ,attit intens dei re&i+ Lei, slan!iand si indietr , tendeva alla terra le &ani, dis"erata- &a Gias ne le fa!eva ! raggi , la s steneva nel su d l re+ Nell) ra in !ui i !a!!iat ri s!a!!ian il s nn dagli !!#i e, fidand nei !ani, n n d r& n l)ulti&a "arte di n tte, "er!#% la lu!e dell)al,a n n !an!elli, ! l"end la terra ! i li&"idi raggi, le tra!!e e l) d re delle fiere selvagge$ in 3uell) ra Medea e il figli di Es ne s,ar!ar n in un lu g er, s !#e !#ia&an il lett del & nt ne- l2 "er la "ri&a v lta "ieg* le gin !!#ia sfinite, 3uand " rtava sul d rs il &ini 4riss , figli del re Ata&ante+ Eran l2 vi!ine le f nda&enta, ! "erte di !eneri, dell)altare !#e 4riss innal(* a Zeus "atr n degli esuli, e gli ! nsa!r* il vell d) r , ,,edend al ! &and di Er&es, !#e gli a""arve ,enev l + Qui "er ! nsigli di Arg li fe!er s!endere+ 7er un sentier giunser al , s! sa!r , !er!and la grande 3uer!ia d v)era il vell ,

si&ile ad una nuv la !#e si fa r ssa s tt i raggi infia&&ati del s le nas!ente+ Ma gi2 ! n gli !!#i ins nni li aveva visti il drag ne al l r arriv , e tendeva vers di l r il ! ll lung#issi& $ s ffiava terri,il&ente, e risu nava la riva del fiu&e e la s! nfinata f resta+ L)udivan i C l!#i, an!#e 3uelli !#e vivevan & lt l ntan dalla terra Titania di Eea, lung il ! rs del Li! , !#e, sta!!and si dal frag r s Arasse, riunis!e le sue sa!re ! rrenti a 3uelle del 4asi, e ! rrend insie&e sf !ian insie&e nel Mare Cau!asi + Le d nne a lett si svegliar n "er l s"avent e "iene d)ang s!ia a,,ra!!iar n i ,i&,i !#e d r&ivan sul l r sen , an!#)essi s! ssi dal si,il + E ! &e, in una f resta !#e ,ru!ia, si v lg n innu&erev li ardenti s"ire di fu& , via via & ntand dal f nd , l)una di seguit all)altra$ ! s0 il & str s!u teva le sue en r&i v lute, ! "erte di aride s3ua&e+ E &entre lui si allungava, e!! !#e Medea fu davanti ai su i !!#i e ! n v !e s ave inv !* il 1 nn in aiut , il di su"re& , !#e affas!inasse la fiera$ e !#ia&* an!#e la regina n tturna, infernale, !#e le f sse ,enev la, e le ! n!edesse l)i&"resa+ La seguiva atterrit il figli di Es ne$ ed il ser"ente stregat dall)in!antesi& s!i glieva la lunga s"ina

dalle s"ire nate dal su l , e allungava i su i infiniti anelli, ! s0 ! &e 3uand sul &are in , na!!ia si r ves!ia un) nda s!ura, &uta, sen(a frastu n $ &a tuttavia teneva al(ata l) rri,ile testa, ,ra& s di avv lgere entra&,i nelle &as!elle & rtali+ Medea intinse un ra& di gine"r , tagliat da " ! , nella &istura, e s"arse il filtr " ssente s "ra i su i !!#i, "r nun!iand le f r&ule- l !ir! nd* l) d re del filtr e l add r&ent*+ La , !!a !adde, " ggiata a terra, e gli anelli innu&erev li si disteser dietr nel f lt della f resta+ O,,edend a Medea, Gias ne sta!!* dalla 3uer!ia il vell d) r $ ed essa intant , i&& ,ile, s"argeva il su filtr s "ra il !a" del & str , fin!#% Gias ne rdin* di t rnare alla nave$ e a 3uel "unt las!iar n il , s! &,r s di Ares+

C &e una fan!iulla ri!eve s "ra la veste la lu!e della luna "iena, !#e s"lende sul tett della sua stan(a, ed il su !u re : liet dell)in!antev le lu&e$ ! s0 g deva il figli di Es ne, al(and il vell nelle sue &ani$ s "ra le ,i nde guan!e e s "ra la fr nte al ,alen del vell venne un r ss re, ! &e di fia&&a+ Grande ! &e la "elle d)una gi ven!a d)un ann 3uell !#e i !a!!iat ri !#ia&an !er,iatt , ! s0 era il vell , tutt d) r e ! "ert di un !erv ,

di ,i !! li, "esante$ e &entre Gias ne avan(ava la terra ai su i "iedi rifletteva "ass su "ass la lu!e+ Andava " rtand l , ra s "ra la s"alla sinistra, las!iand l "endere fin ai "iedi dall)alt del ! ll , ra l ra!! glieva tra le &ani, te&end d)in! ntrare un u & un di !#e gliel ru,asser +

L)aur ra si s"andeva sul & nd , 3uand arrivar n "ress i ! &"agni+ 1tu"ir n i gi vani nel vedere il grande vell s"lendente, si&ile al la&" di Zeus- ed gnun si slan!iava a t !!arl , a "renderl in &an + Ma Gias ne li all ntan* tutti e vi gett* s "ra un &antell nu v + 1 llevand Medea, la fe!e sedere a " ""a, e in &e(( a tutti disse 3ueste "ar le5N n indugiate "i9, a&i!i &iei, a t rnare alla n stra "atria$ l)i&"resa "er !ui sa&& il viaggi ang s!i s s ffrend "ena e fati!a, l)i&"resa : ,ene ! &"iuta gra(ie ai ! nsigli di 3uesta fan!iulla+ l , ! &)essa desidera, la " rter* nella &ia !asa, e sar2 la &ia s" sa legitti&a$ &a v i "r teggetela, lei !#e : venuta in s !! rs v str e di tutta la Gre!ia"ens !#e "rest Eeta verr2 ! n il su eser!it a s,arrar!i il !a&&in !#e " rta dal fiu&e nel &are+ A turn , seduti sui ,an!#i, fate f r(a sui re&i, e l)altra &et2 di v i, "r tendend gli s!udi di !u i a difesa dalle fre!!e ne&i!#e, "r tegga la via del rit rn + In &an n stra

a,,ia& i figli e la !ara "atria, ed i ve!!#i "adri- da n i di"ende la Gre!ia !#e sia u&iliata, !#e ri!eva grandissi& n re5+

/isse, e vest0 le ar&i di guerra- gli altri gettar n un grid i&&ens + Lui sguain* la s"ada e re!ise le !i&e di " ""a$ " i si sedette ar&at , di fian! alla d nna e vi!in ad An!e , il "il ta+ La nave ! rreva, s"inta dai re&iavevan fretta di " rtarla fu ri del fiu&e+ Intant al su"er, Eeta e a tutti i C l!#i era n t l)a& re di Medea, e !i* !#e essa aveva ! &"iut + 1i radunar n ar&ati in asse&,lea ed eran tanti 3uante s n le nde del &are in te&"esta, agitat dal vent , 3uante s n le f glie

!#e !ad n in autunn , e !#i " tre,,e ! ntarle; In f lla i&&ensa !!u"ar n , ! n grandi grida di guerra, le rive del fiu&e+ Eeta, s "ra il su !arr , s"i!!ava fra tutti "er i !avalli, d n del 1 le, e vel !i ! &e un s ffi di vent $ nella &an sinistra teneva l s!ud r t nd , nella &an destra una grande fia!! la$ la sua lung#issi&a lan!ia era l0 a!!ant , distesa in avanti$ ed Assirt reggeva ai !avalli le redini+ Ma gi2 la nave, s"inta da re&at ri r ,usti e dalla ! rrente del grande fiu&e, s l!ava le nde del &are+ Il re, ! l"it dall)as"ra sventura, lev* al !iel le ,ra!!ia,

!#ia&and il 1 le e Zeus a testi& ni del &ale su,it , e riv lse a tutt il " " l gravi &ina!!ese n n avesser tr vat sua figlia, "er terra, sulle strade del &are, e n n gliel)avesser ri" rtata a !asa, "er!#% sa(iasse il su ani& "unend la di tutt 3uest , sa"esser !#e sul l r !a" ri!adre,,e tutta la ! llera e la r vina+ C s0 "arl* Eeta+ I C l!#i in 3uel gi rn stess &iser in &are le navi e le ar&ar n , e 3uel gi rn stess "reser il larg + Avresti dett !#e eran n n una fl tta, &a un " " l en r&e d)u!!elli !#e v lavan a st r& sul &are ! n grande stre"it + Ma gli er i . il vent s ffiava f rtissi& "er v lere di Era, "er!#% al "i9 "rest Medea giungesse alla terra "elasga e " rtasse la r vina alla !asa di 7elia . al ter( gi rn , all)al,a, legar n gli r&eggi di Arg alle rive di 7aflag nia, nei "ressi del fiu&e Hal<sl2 aveva i&" st Medea di s,ar!are ed n rare ! n sa!rifi!i E!ate+ E !i* !#e ella fe!e, a""restand la !eri& nia . &ai nessun l sa""ia, e il &i !u re n n &i s"inga a !antarl . # ritegn a dirl $ &a resta tutt ra il santuari !#e gli er i ! struir n su 3uelle rive alla dea, ffert alla vista delle genera(i ni future+ In 3uel & &ent Gias ne e gli altri ! &"agni si ri! rdar n di 4ine !#e aveva "redett un altr !a&&in

al rit rn da Eea$ &a a tutti l r era ign t + Arg ! s0 "arl* agli er i ansi si- 5N i t rnere& alla !itt2 di Or! &en "er 3uella via !#e vi #a dett il "r feta infalli,ile !#e avete in! ntrat + = ver , !): un altr !a&&in , 3uell !#e rivelar n i sa!erd ti nati in Te,e Trit nia+ N n !)eran tutte le stelle !#e v lg n in !iel il l r ! rs , nessun aveva sentit "arlare del " " l sa!r dei /anai$ !)eran s l gli Ar!adi A"idani, gli Ar!adi !#e si di!e sian an! ra "i9 anti!#i della luna, e &angiavan g#iande sulle & ntagne$ sul "aese "elasg n n regnavan gli illustri figli di /eu!ali ne, &a gi2 si dava il n &e di Eeria, terra ,ru& sa, al fertilissi& Egitt , rigine dei "ri&i u &ini, e di Trit ne al grande fiu&e !#e la ,agna tuttadalle sue a!3ue fi ris!e se&"re il ra!! lt , " i!#% &ai n n l ,agna la "i ggia di Zeus+ /i l2 si ra!! nta !#e un u & "er! rse tutta l)Eur "a e tutta l)Asia, fidand nella " ten(a e nella f r(a e nel ! raggi del "r "ri eser!it $ ed infinite !itt2 f nd* nella &ar!ia, al!une an! ra a,itate, altre n - !#% & ltissi& te&" : tras! rs + Ma Eea resta an! r ggi ,en salda, e restan i figli degli u &ini !#e aveva installat ! l2 "er " " larla, ed essi ! nservan le is!ri(i ni dei l r "adri$ tav lette s "ra le 3uali s n segnate le strade e i ! nfini

di &are e terra, a ,enefi!i di !#i si &ette in !a&&in + C): un fiu&e, l)ulti& ! rn d)O!ean , larg , "r f nd , tant !#e "u* navigarl una nave da !ari! l !#ia&an Istr , e l segnan & lt l ntan "er un tratt attraversa da s l 3uella i&&ensa regi ne, "er!#% le sue s rgenti & r& ran al di l2 del s ffi di B rea, l ntan , sui & nti Rifei$ &a 3uand "er! rre le terre a,itate dai Tra!i e dagli 1!iti, si divide in due ,ra!!i- da un lat si getta nel Mare Orientale, dall)altr attraversa il g lf "r f nd d ve s)insinua il &are Trina!ri , a!!ant al v str "aese, se""ure : ver !#e nel v str "aese sg rga il fiu&e A!#el 5+ C s0 disse, e la dea &and* l r un &essaggi "r "i(i , "er !ui tutti insie&e gridar n di seguire la strada indi!ata- l2 d ve stavan "er andare ! &"arve un s l! di lu!e !eleste+ E lieta&ente, d " avere las!iat in 3uel lu g il figli di Li! , s"iegar n al vent le vele, e ! rser il &are guardand i & nti di 7aflag nia+ Ma n n d ""iar n il Ca" Cara&,i "er!#% n n !essar n i venti, n% l s"lend re del fu ! !eleste, fin!#% n n fur n giunti alle grandi ! rrenti dell)Istr + I C l!#i intant , al!uni, !er!and li invan , las!iar n il 7 nt attravers le ru"i Cianee, altri si diresser al fiu&e- Assirt , !#e li guidava, tagli* di lat il "er! rs "er la 4 !e Bella,

e dun3ue giunser "ri&a ltre il ,ra!!i di terra, entrand nel g lf estre& del &are I ni + C): un)is la infatti, !#iusa dalle a!3ue dell)Istr , triang lare, !#e #a n &e 7eu!e, e nel su lat "i9 larg guarda alla ! sta, l)ang l : vers il fiu&e$ "er!i* le a!3ue si divid n in due- da una "arte il n &e : Nare! $ dall)altra, in ,ass , la 4 !e Bella$ e in 3uesta entrar n Assirt ed i C l!#i, "i9 ra"idi degli er i, !#e "assar n al larg , ltre la "unta dell)is la+ 1ugli u&idi "rati i "ast ri las!iavan le ri!!#e greggi, atterriti, ! &e a vedere dei & stri !#e us!ivan fu ri dal &are &eravigli s + 7ri&a, n n avevan vist &ai altre navi, n n gli 1!iti &isti ai Tra!i, n n i 1iginni, n n i Trau!eni, e ne""ure i 1indi, !#e viv n ra

nella grande e deserta "ianura att rn al Lauri + Quand)e,,er ltre"assat il & nte Angur

e al di l2 dell)Angur la r !!ia del M nte Caulia! , l2 d ve l)Istr divide il su ! rs e da due "arti si getta nel &are, e la "ianura del Lauri , i C l!#i entrar n dentr il &are di Cr n , e ,l !!ar n tutti i var!#i, !#e n n fuggisser + Ed essi, dietr , s!eser il fiu&e, ed arrivar n alle vi!ine is le Brigie, sa!re ad Arte&ide+ In una di esse aveva il su te&"i $ &a "er sfuggire agli u &ini di Assirt , gli er i s,ar!ar n

nell)altra- 3uelle is le fra tutte 3uante le tras!urar n "er ris"ett alla figlia di Zeus, &entre le altre, gre&ite di C l!#i, ,l !!avan le vie del &are+ Ed an!#e nelle ! ste vi!ine alle is le Assirt aveva ra!! lt 'degli u &ini, fin al 1alang ne ed alla terra dei Nesti+ Qui, in una ,attaglia luttu sa, " !#i ! ntr & ltissi&i, gli er i sare,,er stati s! nfitti$ &a strinser un "att "er evitare la guerra- il vell d) r a""arteneva a l r , salda&ente e a ,u n diritt $ l stess Eeta l)aveva "r &ess se avesser su"erat la "r va$ era l r , "res in 3ualsiasi &aniera, ! ntr il v lere del re, ! n l)ingann agli !!#i di tutti$

3uant a Medea, l0 era tutt il ! nflitt sare,,e ri&asta s la, sen(a di l r , "ress la figlia di Let , fin!#% 3ual!un dei re !#e #ann il " tere di fare giusti(ia avesse de!is se d veva t rnare alla !asa del "adre ' alla ri!!a !itt2 del n ,ile Or! &en > seguire gli er i e andare in terra di Gre!ia+ Ma 3uand Medea e,,e "ensat nella sua &ente gni ! sa, a!uti d l ri le s! sser l)ani&a e n n le davan res"ir + 1u,it !#ia&* Gias ne, sen(a ! &"agni, in un lu g segret , e guardand l in vis e sing#i ((and gli disse 3ueste "ar le54igli di Es ne, 3uale "r gett avete tra&at s "ra di &e; La f rtuna ti #a f rse t lt &e& ria

e n n ti !uri "i9 di 3uant di!evi una v lta, nella stretta della ne!essit2; / ve s n finiti i giura&enti in n &e di Zeus "r tett re dei su""li!i, d ve le d l!i "r &esse; 7er 3uelle # las!iat la "atria, ! ntr l)us , sen(a ritegn $ # las!iat la gl ria della &ia !asa e i genit ri, e tutt 3uell !#e &i era "i9 !ar , e s n "artita l ntan , sul &are, ! n i &alin! ni!i al!i ni, a !ausa delle tue i&"rese, "er!#% tu ! &"issi la "r va in! lu&e ! ntr i t ri e gli u &ini nati dal su l + E an!#e il vell #ai "res , 3uand tutt : stat s! "ert , gra(ie alla &ia f llia, e a tutte le d nne # " rtat verg gna+ 7er 3uest di! !#e ti seguir* in terra di Gre!ia, ! &e tua figlia, ! &e tua s" sa e s rella+ E tu dun3ue devi "r tegger&i ! n tutt il !u re, e n n las!iar&i s la, sen(a di te, a !er!are n n s !#e s vran $ difendi&i tu, sen()altr - e restin salvi la giusti(ia e il diritt !#e entra&,i a,,ia& a!!ettat + O""ure taglia&i in &e(( la g la ! n la tua s"ada, &a su,it , !#e "er la &ia "assi ne i a,,ia il ! &"ens d vut + 1!iagurat 6 E se il re al 3uale affidate 3uest "att !rudele &i assegner2 a &i fratell , ! &e " tr* i giungere davanti agli !!#i del "adre; 10, !ert , ! n & lta gl ria6 Quale !astig , 3uale tre&enda sventura d vr* &ai s ffrire "er !i* !#e # fatt , &entre tu avrai il rit rn !#e tant desideri; N , n n l v glia la s" sa di Zeus, la regina del & nd ,

!#e tu vanti a&i!a6 E di &e un gi rn d vrai ri! rdarti, 3uand sarai sfinit dai &ali, e all ra il tu vell s"aris!a si&ile ai s gni nell)Ere, , e dalla tua "atria "rest le &ie Erinni ti s!a!!erann , l stess !#e i # s ffert "er la tua !rudelt2+ E ti di! !#e 3ueste "ar le n n !adrann nel vu t , " i!#% tu s"ietata&ente #ai vi lat una sa!ra "r &essa- ! i v stri "atti n n resterete a lung tran3uilli, a s!#ernir&i5+ C s0 disse, e ri, lliva di as"ra ! llera$ e desiderava ,ru!iare la nave, e distruggere tutt 3uant , e !adere essa stessa nel fu ! + Il figli di Es ne e,,e "aura, e le ris" se ! s0 ! n d l!i "ar le5Mia !ara, !al&ati- nean!#e a &e 3uest "ia!e, &a stia& !er!and di ritardare la guerra, tant : grande la nu,e dei n stri ne&i!i !#e !i !ir! ndan , e v gli n te+ Tutti 3uelli !#e viv n in 3uesta terra s n "r nti ad aiutare Assirt a ri" rtarti a tu "adre, a !asa, ! &e tu f ssi una "reda ra"ita+ 1e ! &,attia& , avre& una fine luttu sa, e sar2 an!#e un d l re "i9 grande, & rend , las!iarti in &an l r + 7er* 3uest "att ! &"ie un ingann ! l 3uale n i l trarre& a r vina+ Le genti vi!ine n n !i sarann "i9 stili "er fare sul tu ! nt ! sa gradita ai C l!#i, 3uand n n !i sar2 "i9 il tu fratell e tut re+ E ne""ure &i s ttrarr* a ! &,attere ! ntr i C l!#i,

fa!!ia a fa!!ia, se n n &i darann li,er "ass 5+ C s0 disse "er add l!irla, e lei ris" se una "ar la tre&enda5Rifletti- : ne!essari , d " le rri,ili ! se ! &"iute, "ensarne un)altra an! ra- gia!!#% s n stata a!!e!ata e "er v lere divin # ! &"iut a(i ni ! l"ev li, tu "ensa a difenderti dalle lan!e dei C l!#i, in ,attaglialui, sar* i a ingannarl "er!#% !ada nelle tue &ani+ Trattal ! &e a&i! , &andagli s"lendidi d ni$ i !er!#er* di "ersuadere i su i &essi, 3uand t rnerann da lui, !#e dev "arlargli da s l a s la+ E se a te ! s0 "ia!e, n n te l i&"edis! , u!!idi, e d " atta!!a ,attaglia ! n le genti di C l!#ide5+ E insie&e, d)a!! rd , rdir n un grande ingann ! ntr Assirt $ gli ffrir n & lti d ni s"itali e tra essi an!#e la tuni!a sa!ra d)Issi"ile, "ur"urea+ La tesser n un te&" le Gra(ie, "er /i nis , all)is la /ia, e /i nis ne fe!e d n "i9 tardi al figli T ante, e T ante la las!i* a Issi"ile, e lei la diede a Gias ne, s"lendid d n s"itale,

insie&e a & lti altri+ Mai n n avresti sa(iat il desideri s ave di vederla e t !!arla ! n &an $ "er!#% restava in essa un "r fu& i&& rtale, da 3uand vi aveva d r&it il sign re di Nisa, ine,riat dal vin e dal nettare, tenend strett il ,el ! r" di Arianna, !#e aveva seguit Tese da Cn ss , e l)er e l)aveva las!iata nell)is la /ia+

Quand e,,e fatt il su dis! rs ai &essaggeri, e li e,,e ! nvinti a farl venire, a""ena lei f sse giunta nel te&"i se! nd il "att , e la n tte avesse distes le sue nere tene,re ?avre,,er insie&e "ensat un ingann , ! s0 da "rendere il grande vell d) r , e t rnare alla !asa di Eeta$ a f r(a i figli di 4riss l)avevan ! nsegnata in "reda a 3uegli stranieri@$ d " 3ueste "ar le ingannev li, diffuse i filtri in!antati nell)aria, nel s ffi dei venti, filtri !a"a!i d)attirare una fiera da l ntan , dall)alt dei & nti+ 4unest a& re, grande sventura, a, &ini degli u &inida te nas! n le ! ntese & rtali, i ge&iti ed i travagli, e an! ra si agitan infiniti d l ri+ 1ui figli dei &iei ne&i!i vieni ar&at , sign re, 3uale gettasti nell)ani& di Medea l) di sa r vina+ In !#e & d diede ad Assirt , !#e si re!ava da lei, una & rte atr !e; Quest adess deve narrare il &i !ant + / " !#e se! nd i "atti la las!iar n al te&"i di Arte&ide, si diviser ed a""r dar n , gnun ! n la "r "ria nave- Gias ne si dis" se in agguat , attendend Assirt e " i i su i ! &"agni+ Assirt , ingannat dalle "i9 atr !i "r &esse, s)affrett* ad attraversare il &are "er nave, e nella n tte, nel ,ui , s,ar!* sull)is la sa!ra$ and* s l di fr nte alla s rella, e "rese a saggiarla ! n le "ar le, ! &e fa un d l!e ,a&,in ! n un t rrente

!#e ne""ure gli u &ini f rti si arris!#ian ad attraversare, !#iedend le se aveva "ensat all)ingann "er gli stranieri+ 1i a!! rdar n l)un ! n l)altra su tutti i "unti$ e all)i&"r vvis il figli di Es ne ,al(* dall s!altr agguat , ! n in &an la s"ada nuda+ Medea dist lse su,it gli !!#i, ! "rend si ! n il vel , "er n n vedere il fratell ! l"it ed u!!is + Gias ne, ! &e fa il &a!ellai ! n un t r dalle a&"ie ! rna, ! l"0- l)aveva s"iat nei "ressi del te&"i di Arte&ide, !#e una v lta ! struir n in su n re le genti Brigie,

le 3uali vivevan nella terra di fr nte+ L)er e !adde in gin !!#i nel vesti, l $ e all)ulti& , &entre esalava il res"ir , ra!! lse ! n a&, le &ani il ner sangue della ferita e, &entre lei si s!#er&iva, le arr ss* il ,ian! vel ed il "e"l + Ma ! n !!#i a!ut ed ,li3u , l)Erinni s"ietata, sign ra del & nd , vide l) rrenda a(i ne !#e i due avevan fatt + L)er e figli di Es ne tagli* le estre&it2 del !adavere, le!!* tre v lte il sangue e tre v lte s"ut* la &a!!#ia del sa!rilegi , ! &e vu le il rit !#e gli &i!idi es"iin la & rte data ! n fr de+ 7 i nas! se s tt terra il & rt , tie"id an! ra, l2 d ve an! r ggi gia!!i n f ssa, in &e(( ai " " li Assirti+ Gli altri intant avevan vist la fia&&a del fu ! , !#e Medea aveva levat in alt ! &e segnale "er farli venire, e lan!iar n la l r nave ! ntr 3uella dei C l!#i, e li u!!iser ! &e gli s"arvieri u!!id n gli st r&i delle ! l &,e, ""ure i selvaggi le ni,

"i &,ati dentr le stalle, un gr ss gregge di "e! re+ Nessun di 3uelli sfugg0 alla & rte$ ! &e il fu ! , assalir n l)inter stu l , e l &assa!rar n + Gias ne li raggiunse "i9 tardi desider s di dare il su aiut , &a n n ne avevan al!un ,is gn , e inve!e gi2 ! &in!iavan a "re !!u"arsi "er lui+ 1edetter , e "ensar n a "rendere il &igli r ! nsigli "er il viaggi , e Medea venne a "arte!i"are ai l r dis! rsi+ 7ele , "ri& fra tutti, disse 3ueste "ar le57ens !#e d ,,ia& i&,ar!ar!i su,it , &entre : an! r n tte, e "r !edere a re&i, all) "" st di d ve i ne&i!i s rveglian + All)al,a, 3uand sa"rann n n !red !#e si tr verann ! n! rdi, !#e si "ersuadan ad inseguir!i "i9 ltre$ sen(a "i9 il l r !a" sarann divisi da as"re ! ntese, e se si divid n , all ra sar2 fa!ile "er n i la via, 3uand rit rnere& 5+ C s0 disse, ed i gi vani a""r var n il figli di Ea! + 1alir n su,it in nave, e fe!er f r(a sui re&i, sen(a tregua, fin!#% arrivar n all)is la sa!ra di Elettride, ulti&a fra tutte, a!!ant al ! rs dell)Eridan + Quand i C l!#i s)a!! rser della & rte del l r sign re, si lan!iar n "er tutt 3uant il &are Cr ni , alla ri!er!a di Arg e dei Minii, &a li trattenne Era, s!agliand terri,ili la&"i dal !iel + Alla fine, ri"udiar n le l r !ase in terra Citea, te&end l)ira selvaggia del l r sign re, gni ! sa,

e sta,ilir n la "r "ria di& ra in 3uei lu g#i+ 1,ar!ar n !#i 3ua !#i l2, nelle &edesi&e is le degli er i, e an! ra vi a,itan , e " rtan il n &e di Assirt $ altri sulle rive del ner "r f nd fiu&e d)Illiria, d v): la t &,a di Cad& ed Ar& nia, e vi ! struir n una f rte((a nel "aese degli En!#elei$ altri an! ra viv n sulle & ntagne !#e s n dette Ceraunie, i & nti del ful&ine, dal & &ent in !ui le f lg ri di Zeus, il figli di Cr n , i&"edir n l r di "assare nell)is la !#e sta di fr nte+ Gli er i, 3uand il rit rn "arve sen(a "eri! li, "r !edetter innan(i, e gettar n a terra le g &ene nel "aese degli Illei- s" rgevan fitte le is le, las!iand ai naviganti, in &e(( , un "assaggi ris!#i s + Gli Illei n n eran "i9, ! &e "ri&a, ne&i!i, an(i fa!ilitar n l r la strada, e ne e,,er in ri! &"ensa il grande tri" de di 4e, A" ll + Il di aveva d nat due tri" di a Gias ne, da " rtare l ntan nel viaggi !#e gli veniva i&" st di ! &"iere, 3uand si re!* a 7it sa!ra, "er ! nsultarl sulla naviga(i ne+ Era destin !#e la terra d ve f sser stati fissati n n sare,,e &ai stata distrutta da ar&i ne&i!#e+ E "er 3uest & tiv an! r ggi il tri" de : nas! st , "r f nda&ente fissat nel su l , "ress la ,ella !itt2 degli Illei, invisi,ile agli u &ini+ L2 n n tr var n an! ra in vita il re Ill , !#e la ,ella Melite "art r0 ad Era!le in terra fea!ia+

Era!le giunse infatti alla ! rte di Nausit

e "ress Ma!ride,

la nutri!e di /i nis , "er "urifi!arsi dell)u!!isi ne rrenda dei figli, e s)inna& r* di Melite, figlia del fiu&e Ege , e la " ssedette, ed essa diede alla lu!e il f rtissi& Ill + Quand fu !res!iut , n n v lle "i9 vivere nell)is la, s tt &ess all sguard del re Nausit , e and* nel &are di Cr n , ! n un gru"" di nativi 4ea!i !#e aveva ra!! lt + L stess s vran dis" se il su viaggi + 1i sta,il0 ! l2$ e l u!!iser i Ment ri, &entre !er!ava di difendere le sue &andrie nei !a&"i+ Ma dite&i, Muse, "er!#% al di l2 del &are, att rn 'alla terra Aus nia, alle is le Ligustidi, !ui dann il n &e di 1te!adi, restan in gran nu&er e !#iari i segni di Arg ; Quale ne!essit2, ,is gn , li " rt* tant l ntan ;

Quali venti li ! ndusser vers 3uei lu g#i; U!!is Assirt , un)ira terri,ile "rese Zeus, il re degli dei+ C sa avevan fatt 6 E de!ret* !#e s ltant d " essersi "urifi!ati del sangue &aledett "er &an di Cir!e, ed avere s ffert innu&erev li "ene, s ltant all ra avre,,er avut il rit rn + Ma nessun di l r l se""e$ ! rrevan via dalla terra Illea, e si las!iavan dietr tutte le is le Li,urnie, gi2 !!u"ate dai C l!#i, l)una di seguit all)altraIssa e /is!elad e la ,ella 7itiea+

/ " di esse, arrivar n a C r!ira, d ve il di 7 sid ne ! ll !* la figlia di As " , C r!ira dai ,ei !a"elli, !#e "er a& re aveva ra"it dalla !itt2 di 4liunte, e i &arinai !#e da l ntan , sul &are, la ved n , annerita da tutte le "arti da una ,uia f resta, la !#ia&an C r!ira Nera+ 7 i ! steggiar n Melite, g dend di un vent legger , e l)alta Cer ss , e, "i9 l ntan , Ninfea, l2 d ve viveva la figlia di Atlante, la " tente Cali"s $ e gi2 se&,rava l r di s! rgere dentr la ne,,ia i & nti Cerauni, 3uand Era ! &"rese i disegni di Zeus, e la sua ! llera i&&ensa+ 7re !!u"ata "er il ! &"i&ent del viaggi , sus!it* le te&"este ! ntr di l r , e, in "reda a 3uelle, fur n an! ra " rtati alla r !!i sa is la Elettride+ Qui, all)i&"r vvis , &entre avan(avan , "arl* ! n v !e u&ana un legn 'della ! n!ava nave, !#e 7allade Atena ri!av* da una 3uer!ia a / d na, e l ! ll !* nel &e(( della !arena+ Un terr re ang s!i s li "rese nell)udire la v !e, e la grande ira di Zeus+ La v !e di!eva !#e n n sare,,er &ai sfuggiti alle "ene del &are infinit , n% alle te&"este terri,ili, se Cir!e n n li "urifi!ava dalla fer !e u!!isi ne di Assirt + A Cast re ed a 7 llu!e rdinava di su""li!are gli dei i&& rtali !#e a"risser l r la strada del &are Aus ni , d ve d vevan

tr vare la &aga Cir!e, figlia di 7erse e del 1 le+ C s0 grid* Arg 3uand !alava la sera+ I Tindaridi si al(ar n in "iedi, e stendend le &ani agli dei i&& rtali, "r nun!iar n la "reg#iera "unt "er "unt , &a l)a,,atti&ent "rese gli altri Minii+ La nave era ! rsa l ntan a vela- entrar n "r f nda&ente nel ! rs del fiu&e Eridan , l2 d ve un te&" 4et nte, ! l"it al !u re dal ful&ine ardente, e ,ru!iat a &et2, !adde dal !arr del 1 le nelle a!3ue di 3uesta "r f nda "alude, ed essa an! r ggi esala dalla ferita ,ru!iante un tre&end va" renessun u!!ell "u* s rv lare 3uelle a!3ue s"iegand le ali leggere, &a s"e((a il su v l e "i &,a in &e(( alle fia&&e+ Int rn , le gi vani Eliadi, infeli!i, &utate negli alti "i ""i, eff nd n tristi la&enti, e dai l r !!#i

versan al su l le g !!e d)a&,ra s"lendente+ Le g !!e si as!iugan s "ra la sa,,ia ai raggi del s le, e 3uand le a!3ue della nera "alude tra!i&an a riva, s tt il s ffi s n r del vent , r t lan tutte insie&e vers l)Eridan e i su i flutti agitati+ I Celti #ann inventat una st ria, !#e s n le la!ri&e del di A" ll , il figli di Let , a f r&are i v rti!i, la!ri&e s"arse un te&" , infinite, 3uand giunse al " " l sa!r degli I"er, rei e las!i* il !iel s"lendente "er le &ina!!e del "adre, irat a !ausa del figli !#e gli "art r0 C r nide,

nella s"lendida La!erea, "ress le rive del fiu&e A&ir + Quest : !i* !#e si ra!! nta tra 3uegli u &ini+ Gli er i n n avevan v glia di ,ere n% di &angiare$ la l r &ente n n andava ai "ia!eri+ /urante il gi rn gia!evan affranti, sfiniti dall) d re !attiv !#e &andavan le ! rrenti dell)Eridan dal ! r" riars di 4et nte, int llera,ile$ e " i la n tte sentivan i ge&iti a!uti, il triste la&ent delle Eliadi+ E le la!ri&e delle Eliadi ! rrevan s "ra le a!3ue, ! &e f sser g !!e di li + /i l2 entrar n nel "r f nd ! rs del R dan , !#e si getta nell)Eridan , e nel ! nfluire le a!3ue ri&, &,an e ri, ll n + Quest fiu&e nas!e agli estre&i ! nfini del & nd , d ve s n le " rte e le sedi della N tte, e di l2 si riversa da un lat alle ! ste d)O!ean , da un altr nel &are I ni , da un altr an! ra nel &are sard , nel su g lf i&&ens ! n sette , !!#e+ Us!iti dal fiu&e, avan(ar n nei lag#i te&"est si, !#e si stend n all)infinit "er le terre dei Celti+ Qui avre,,er avut una s rte infeli!e- gia!!#% un dei ,ra!!i " rtava in un g lf d)O!ean e, sen(a sa"erl , stavan "er entrarvi, e n n ne sare,,er us!iti a salva&ent + Ma Era, s!esa dal !iel , grid* dalla ru"e Er!iniatutti fur n s! ssi dal terr re a 3uel grid , il grande etere e,,e un tre&end ri&, &, +

7er rdine della dea t rnar n indietr , e !a"ir n 3uale era la via "er la 3uale si a"riva l r il rit rn + / " un lung !a&&in giunser alle rive del &are, "assand in! lu&i "er v lere di Era in &e(( ai &ille " " li dei Celti e dei Liguri- la dea aveva diffus att rn a l r una grande ne,,ia "er tutti i gi rni del viaggi + 7assar n ! n la nave attravers la , !!a !entrale e s,ar!ar n alle is le 1te!adi, salvi gra(ie all)aiut dei figli di Zeus- "er!i* dedi!ar n ad essi altari e sa!rifi!i, !#e #ann val re "er se&"re$ n% 3uest s l viaggi seguir n ,enev l&ente, &a Zeus affid* l r an!#e le navi dei " steri+ Las!iate " i le 1te!adi, "assar n all)is la Etalia d ve, sfiniti, deterser il ! "i s sud re ! n delle "ietru((e$ & lte si&ili !i s n an! ra su 3uella s"iaggia e ! s0 "ure i dis!#i, e altri resti illustri dei Minii, l2 d ve il " rt #a "res il n &e di Arg + Ra"ida&ente avan(ar n sulle a!3ue del &are Aus ni , e fur n in vista delle ! ste tirreni!#e+ Giunser " i al " rt di Eea, e gettar n a terra le g &ene+ Qui tr var n Cir!e !#e "urifi!ava il !a" ! n l)a!3ua &arina, a tal "unt era stata s! nv lta dai s gni n tturni+ Le era "ars !#e tutti i &uri e le stan(e della sua !asa gr ndasser sangue, e le fia&&e ing#i ttivan i filtri ! i 3uali "ri&a in!antava gni stranier !#e veniva da lei, e lei stessa ! n le &ani attingeva a 3uel sangue

e s"egneva le fia&&e$ ! s0 !ess* il terr re & rtale+ 7er!i* al risvegli , al s rgere dell)aur ra, essa lavava i !a"elli e le vesti nel &are+ E ! n lei & stri, n n si&ili a fiere selvagge, e nean!#e ad u &ini, &isti di &e&,ra diverse, venivan in &assa, ! s0 ! &e un gregge di "e! re, las!ia le stalle, tenend dietr al "ast re+ Gi2 in "assat la terra aveva fatt fi rire dal fang esseri ! &e 3uesti, fatti di &e&,ra ! &&iste, 3uand an! ra n n era ! ndensata dall)aria se!!a e n n le avevan an! ra t lt l)u&id i raggi "r s!iuganti del s le- " i &ise rdine il te&" , distri,uend li in s"e!ie+ Ma all ra avevan f r&a indi!i,ile i & stri !#e la seguivan , e un stu" re grandissi& "rese gli er i+ 1u,it gnun di l r , guardand negli !!#i e nella figura di Cir!e,

!a"0 fa!il&ente !#e era s rella di Eeta+ Quand)e,,e !a!!iati i ti& ri del s gn n tturn , t rn* su,it indietr e rdin* di seguirla, ! n un gest affettu s , &a "ensava all)ingann + L stu l d)er i ri&ase l0 fer& , indifferente, "er rdine di Gias ne, !#e "rese ! n s% la fan!iulla di C l!#ideentra&,i seguir n Cir!e "er la sua strada fin!#% giunser alla !asa+ All ra li fe!e sedere su ri!!#i seggi, e si !#iedeva il "er!#% della l r venuta+ Muti, sen(a "ar le, si slan!iar n sul f ! lare e vi sedetter , ! &e : ! stu&e dei &isera,ili su""li!i-

lei " ggiava la fr nte su a&, le &ani, e Gias ne "iant* "er terra la grande s"ada, !#e aveva u!!is il figli di Eeta- n% l)un n% l)altra sava al(are gli !!#i+ Cir!e ! &"rese la l r s rte di esuli, e l) rrend delitt + 7er!i* ris"ettand la legge di Zeus, "r tett re dei su""li!i, !#e ! l"is!e gli assassini, &a an!#e d2 l r s !! rs , ! &"0 il sa!rifi!i nel 3uale i ! l"ev li su""li!i s n "urifi!ati, 3uand s)a!! stan al f ! lare+ In es"ia(i ne della & rte irre"ara,ile, tenne alt s "ra di l r un " r!ellin ?la &adre aveva an! ra le &a&&elle g nfie dal "art @, e gli tagli* il ! ll , i&&erse le l r &ani nel sangue, e ! n li,agi ni e ! n "reg#iere "la!* Zeus, il di !#e "urifi!a, !#e s !! rre gli &i!idi, !#e ris"etta le su""li!#e+ I rifiuti li " rtar n fu ri di !asa le an!elle Naiadi, !#e la servivan in tutt $ ed essa intant ,ru!iava, a!!ant al f ! lare, f !a!!e e li,agi ni sen(a vin , "regand !#e le terri,ili Erinni s&ettesser la l r ! llera, e Zeus stess " tesse s rridere ed essere ,enign ai due su""li!i, f sser le l r &ani &a!!#iate di sangue stranier , Quand e,,e ! &"iut di "arenti+

gni ! sa, li fe!e al(are

e sedere su seggi ,en levigati, e sedette essa stessa vi!in , in fa!!ia a l r + 1u,it li interr gava,

"unt "er "unt , sui & tivi del l r viaggi $ da d ve e "er!#% venivan alla sua terra e alla sua !asa, e s)a!! stavan al f ! lare+ Il ri! rd del s gn s)insinuava atr !e nel su !u re s! nv lt , e desiderava sentire dalla fan!iulla la v !e del su "aese, da 3uand la vide al(are l sguard da terra+ La stir"e del 1 le si ri! n s!eva ,en !#iara dal la&" degli !!#i, !#e tutti l r &andavan l ntan , e ,rillava ! &e la lu!e dell) r + Alle d &ande, la figlia del terri,ile Eeta ra!! nt* tutt , "arland s ave&ente la lingua dei C l!#i, il viaggi , la strada "er! rsa dagli er i e 3uant s ffrir n nelle as"re "r ve, e ! &e "er le ansie di sua s rella aveva ! &&ess l2 ! l"a, e ! &e, ! i figli di 4riss , fugg0 l ntan dal fer !e terr re del "adre+ Ta!3ue l)u!!isi ne di Assirt , !#e "ure n n rest* nas! sta alla &ente di Cir!e, &a tuttavia e,,e "iet2 del su "iant e le disse51!iagurata, un viaggi funest e verg gn s : 3uell !#e #ai intra"res , e n n !red !#e sfuggirai 'lung te&" all)ira di Eeta- verr2 an!#e in terra di Gre!ia "rest , "er vendi!are la & rte del figli + Hai ! &"iut un)a(i ne rri,ile+ Ma " i!#% vieni da &e, &ia su""li!e e &ia "arente, n n ti far* nessun altr &ale$ &a vattene da 3uesta !asa, insie&e all stranier

!#e #ai s!elt ! ntr la v l nt2 di tu "adre+ E n n a,,ra!!iar&i i gin !!#i a!!ant al f ! lare$ i n n a""r v le tue de!isi ni e la tua dis n rev le fuga5+ C s0 disse- un tre&end d l re "rese Medea- s llev* il "e"l sugli !!#i e "iangeva, fin!#% l)er e la "rese "er &an e la ! ndusse fu ri, s! ssa dall sg &ent in 3uest & d las!iar n la di& ra di Cir!e+ Ma n n sfuggir n alla s" sa di Zeus, gia!!#% Iride gliel disse, 3uand li vide las!iare la sala$ la dea aveva rdinat di s rvegliarli nel rit rn vers la nave, e le diede 3uesti altri ! &andi5Iride !ara, se &ai in "assat #ai eseguit i &iei rdini, rs9, ! rri da Teti ! n le ra"ide ali, dille !#e es!a dal &are e si "resenti da &e# ,is gn di lei+ 7 i re!ati su,it sulle rive d ve i duri &artelli di Efest ,att n sulle in!udini, e digli di add r&entare i s ffi del fu ! , fin a !#e Arg n n a,,ia attraversat 3uel lu g + 7 i va da E l , E l il sign re dei venti, nati dall)etere$ e an!#e a lui di) la &ia v l nt2, !#e s)arrestin tutti i venti nell)aria, e !#e nessuna ,re((a "ertur,i il &are, &a s ffi il s l Zefir , fin!#% sarann giunti all)is la dei 4ea!i, la terra di Al!in 5+

C s0 disse- su,it Iride ,al(ava gi9 dall)Oli&" , e fendeva l)aria stendend le ali leggere+

Entr* nel &are Ege , d ve s n le !ase di Nere , e su,it and* da Teti e le "arl* se! nd il ! &and di Era, e le ingiunse di andare "rest da lei+ 7 i si re!* nell) ffi!ina di Efest , e fe!e ta!ere i &artelli di ferr e fer&are i s ffi ardenti di fu ! + Infine and* da E l , l)illustre figli di I"" ta+ Mentre an!#e a lui riferiva il &essaggi di Era e ri" sava i vel !i gin !!#i, Teti las!iava Nere e le s relle, e us!iva dal &are "er re!arsi da Era in Oli&" + La dea la fe!e sedere a!!ant a s% e le disse 3ueste "ar le5As! lta, divina Teti, 3uell !#e v gli dirti+ 1ai 3uanta sti&a nutre il &i !u re "er il figli di Es ne, e "er gli altri !#e gli s n ! &"agni in 3uest)i&"resaA i li # salvati A nel "assaggi attravers le 7lan!te d ve rugg n rrende te&"este di fu ! ed i &ar si

s!#iu&an sugli as"ri s! gli+ Ma adess li attende una strada tra la grande ru"e di 1!illa e Cariddi, !#e &anda un s"avent s &uggit + Ora, 3uand)eri ,a&,ina i t)# edu!ata e t)# a&ata "i9 di tutte le altre dee !#e viv n in &are, "er!#% n n #ai v lut l)a& re di Zeus !#e ti desiderava . se&"re gli interessan 3ueste ! se, fare l)a& re ! n d nne, n n i&" rta !#e sian dee & rtali+

Ma tu, "er ris"ett vers di &e e "er ti& re, gli sei sfuggita, e lui all ra giur* il giura&ent "i9 grande

!#e n n saresti &ai stata la s" sa di un i&& rtale+ N n s&ise "er* di s"iarti, ! ntr tua v glia, fin a 3uand la venera,ile Te&i n n gli disse gni ! saera destin !#e tu avresti dat alla lu!e un figli "i9 f rte del "adre$ ! s0 rinun!i* alle sue v glie, te&end !#e un altr regnasse al su " st sugli i&& rtali, e lui "er se&"re v leva "r teggere il su " tere+ Ma i ti # dat "er s" s il &igli re degli u &ini "er!#% avessi n ((e gradite, e "art rissi dei figli$ al ,an!#ett # invitat tutti gli dei, e i stessa reggev la fia!! la, in ri! &"ensa dell) n re e dell)affett !#e &i avevi d nat + Ors9, ti v gli dire una "ar la infalli,ile3uand tu figli arriver2 ai !a&"i Elisi, 3uell !#e ra allevan sen(a il tu latte le Ninfe Naiadi "ress il !entaur C#ir ne . il su destin : di s" sare la figlia di Eeta, Medea+ E dun3ue, s !! rri tua nu ra ed an!#e 7ele + 7er!#% tanta ira tena!e; 10, : stat !ie! , &a l)a!!e!a&ent "rende "erfin gli dei+ 1 n !erta !#e "er &i rdine Efest

s&etter2 di ardere il fu ! , e il figli di I"" ta, E l , tratterr2 i ra"idi s ffi dei venti, e!!ett il ! stante Zefir , fin!#% giungerann ai " rti 4ea!i+ Tu "ensa a dare l r un viaggi si!ur il s l "eri! l s n le r !!e, e gli i&&ensi &ar si,

!#e devi evitare, assie&e alle tue s relle+ N n las!iare !#e, sen(a sa"erl , si gettin dentr a Cariddi, !#e li ing#i ttire,,e, li " rtere,,e via tutti 3uanti$ e ne""ure !#e "assin a!!ant all) di s antr di 1!illa, la terri,ile 1!illa aus nia, figlia di 4 r! e della n tturna E!ate, !#e !#ia&an an!#e Crataide,al(ere,,e add ss a l r ! n le tre&ende &as!elle e u!!idere,,e i &igli ri+ Tieni tu dun3ue la nave d ve si tr va, stretta, la via di s!a&" alla & rte5+ C s0 disse, e a lei Teti ris" se ! n 3ueste "ar le51e davver si fer&erann la furia del fu ! v ra!e e le fer !i te&"este, all ra " ss essere !erta di salvare la nave dall)assalt delle nde, "ur!#% Zefir s ffi lieve+ Ma : te&" di &ettersi in strada- una strada lung#issi&a se de,, andare a ritr vare le &ie s relle !#e &i verrann in aiut , e " i d ve Arg : r&eggiata, "er!#% all)al,a ri"rendan il l r viaggi 5+ /isse, e ,al(* gi9 dal !iel , nei v rti!i del &are a((urr + C#ia&* le s relle in aiut le figlie di Nere - udir n la sua v !e e si radunar n + Teti rifer0 gli rdini di Era, e le &and* tutte nel Mare Aus ni + Lei stessa, "i9 ra"ida del ,alen , del raggi di s le 3uand si leva sull) ri(( nte, si slan!i* in &e(( alle a!3ue, fin!#% fu giunta

alla terra Tirrena, alla s"iaggia di Eea+ Li tr v* a!!ant alla nave, !#e si divertivan a lan!iare il dis! , e le fre!!e, e si fe!e l r vi!in sfi rand la &an di 7ele . era "ure il su s" s 6 1en(a !#e nessun altr " tesse vederla, si & str* a lui s l e gli "arl* in 3uest & d 5N n restate "i9 a lung , 3ui, sulle ! ste tirreni!#e$ all)al,a s!i gliete le g &ene della nave vel !e ,,edend a Era, !#e veglia su v i+ 7er su ! &and s n ! rse in f lla le Ninfe Nereidi, e "r teggerann la nave, attravers le ru"i !#e !#ia&an 7lan!te- : 3uell il !a&&in segnat + Ma tu n n indi!are la &ia "ers na a nessun 3uand &i vedrai giungere ! n le s relle- tienil a &ente e n n irritar&i "i9 di 3uant #ai fatt una v lta, sen(a riguard 5+ /isse, e s"ar0 invisi,ile negli a,issi del &are+ Lui, l "rese un tre&end d l re- n n l)aveva "i9 vista da 3uand una v lta las!i* la sua !asa e il su lett , irata "er il gl ri s A!#ille, !#e era an! ra ,a&,in + Essa ,ru!iava alla fia&&a del fu ! le !arni & rtali in "iena n tte- " i, durante il gi rn , ungeva d)a&,r sia il tener ! r" , "er!#% divenisse i&& rtale e gli stesse l ntana l) di sa ve!!#iaia+ Ma 7ele , ,al(at dal lett , vide su figli agitarsi in &e(( alle fia&&e e &and* un grid terri,ile a 3uella vista+ 1!i !! , s!i !! davver -

udit l , Teti gett* di ! l" "er terra il ,a&,in "iangente e, si&ile ad un s ffi ad un s gn ,

las!i* vel !e la !asa e s)i&&erse nel &are adirata$ n% "i9 da all ra t rn* sui su i "assi+ L s! nf rt gli leg* il !u re$ &a n ndi&en disse ai ! &"agni tutti i ! &andi di lei+ All ra su,it gli er i interru""er i l r gi !#i e si "re"arar n il "ast e il lett , d ve d r&ir n d " avere &angiat , ! &)eran usi+ Quand l)aur ra !#e " rtala lu!e t !!* l) ri(( nte+ e su di l r s!endeva lieve il s ffi di Zefir , salir n s "ra i ,an!#i e tirar n le an! re lieta&ente dal f nd del &are, e arr t lar n insie&e gli attre((i se! nd il ,is gn e levar n in alt la vela, e ! n le s! tte la teser all)al,er + Un vent "r "i(i s"ingeva la nave, e ,en "rest fur n in vista di Ante& essa, l)is la ,ella d ve le &el di se 1irene, figlie dell)A!#el , in!antan e u!!id n ! l l r !ant s ave !#iun3ue vi a""r di+ Le "art r0 ad A!#el la ,ella Tersi! re, una Musa$ un te&" servivan la grande figlia di /e , 3uand an! ra era vergine, e !antavan insie&e$ &a ra se&,ravan in "arte u!!elli, in "arte gi vani d nne+ E stand se&"re in agguat al di s "ra del " rt , t lser a & lti, ! nsu&and li nel langu re,

il d l!e rit rn + E an!#e "er l r , sen(a esitare &andavan l)in!antev le v !e, e 3uelli gi2 stavan "er gettare a terra le g &ene, se il figli di Eagr , il tra!i Orfe , n n avesse tes nelle sue &ani la !etra ,ist ni!a, e int nat un !ant viva!e, ! n ra"id rit& , in & d !#e le l r re!!#ie

ri&, &,asser di 3uel ru& re, e la !etra e,,e la &egli sulla v !e delle fan!iulle$ Zefir e l) nda s n ra !#e s"ingeva da " ""a " rtavan avanti la nave, e le 1irene &andavan su ni indistinti+ Ma an!#e ! s0 un di l r , il n ,ile figli di Tele nte, Bute, fu lest a saltare in a!3ua dal ,an! , "res dalla v !e s ave delle 1irene, e nu tava attravers le nde agitate "er giungere a riva, infeli!e6 1u,it le 1irene gli avre,,er t lt il rit rn , &a Afr dite, la dea "r tettri!e di Eri!e, e,,e "iet2gli venne in! ntr ,enigna, l salv* stra""and l ai g rg#i, e gli assegn* il "r & nt ri di Lili,e "er di& ra+ Gli er i si all ntanar n afflitti, &a altre ! se "i9 dure li as"ettavan , altre &ina!!e alla nave sul 3uadrivi del &are+ /a un lat s" rgeva l s! gli lis!i di 1!illa, dall)altr ru& reggiava Cariddi ! n s!r s!i infiniti$ altr ve ruggivan , s tt gli en r&i &ar si, le 7lan!te, e l2 d ve "ri&a era s!aturita la fia&&a dalla !i&a degli s! gli, s "ra la r !!ia infu !ata, l)aria era s!ura dal fu& e n n si vedevan

i raggi del s le+ E an!#e all ra, se,,ene Efest avesse s&ess il lav r , il &are esalava un !ald va" re+ /a tutte le "arti arrivavan le Nereidie la divina Teti, da dietr , "rese il ti& ne "er guidare la nave in &e(( alle 7lan!te+ C &e 3uand nel te&" seren i delfini giran in ,ran! att rn a una nave in !a&&in e si & stran ra davanti, ra di dietr

e di fian! , e allietan i &arinai, ! s0 le Ninfe ! rrend giravan in f lla int rn ad Arg , e Teti dirigeva la r tta+ Quand gi2 stavan "er t !!are le 7lan!te, al(ar n sulle ,ian!#e gin !!#ia le vesti, e, dividend si dall)una "arte e dall)altra, ,al(ar n s "ra le r !!e e sulla !resta dell) nda+ La ! rrente investiva Arg di fian! , e att rn i vi lenti &ar si, levand si in alt , s)infrangevan ! ntr le ru"i, ed esse ra s)innal(avan al !iel ! &e & ntagne, ra stavan gi9, s &&erse dentr il "r f nd , e si stendeva su l r l)en r&e nda selvaggia+ C &e fan!iulle !#e sulla riva del &are, ! n le tuni!#e avv lte sui fian!#i, gi !an a "alla e la ri!ev n l)una dall)altra, e la &andan in alt , sen(a t !!are &ai terra, a 3uest & d ra l)una ra l)altra s"ingevan in ! rsa la nave alta s "ra le nde e se&"re l ntana

dalle terri,ili ru"i$ att rn a l r ri, llivan l) nde &uggend + An!#e il di Efest stava ritt in "iedi+ a guardarle dall)alt della & ntagna s! s!esa, a"" ggiand la s"alla r ,usta sul &ani! del &artell , e dal !iel lu!ente an!#e la s" sa di Zeus, a,,ra!!iata ad Atenatale fu il terr re !#e, a 3uella vista, la ! lse+ /i 3uant te&" s)allunga la gi rnata di "ri&avera, altrettant le Ninfe fati!ar n a far us!ire la nave dalle ru"i$ " i e,,e vent "r "i(i e ! rse in avanti+ 7rest ! steggiar n i "rati della Trina!ria d ve s n allevate le va!!#e del s le+ Le figlie di Nere , ! &"iuti i ! &andi di Era, s)i&&erser nel "r f nd ! &e ga,,ianigiungeva "er aria il ,elat delle "e! re e insie&e ! l"ivan le re!!#ie dei naviganti i &uggiti+ 7 rtava le "e! re al "as! l sui "rati u&idi "er la rugiada 4aetusa, la "i9 gi vane tra le figlie del 1 le, !#e nella &an teneva una verga d)argent $ La&"e(ia s!u teva dietr le &andrie un ,ast ne d) ri!al! s"lendente+ Le vider "as! lare "ress le a!3ue del fiu&e, nei "rati e nella "iana "alud sa+ Nessuna di l r era di "el ner tutte, !andide ! &e il latte, " rtavan ! rna d) r su"er,e+ /urante il gi rn , ! steggiar n l)is la$ " i, durante la n tte,

navigar n al larg lieti, fin a 3uand l)aur ra s rgend al &attin ridiede la lu!e ai naviganti+ C): davanti all strett I ni , in &e(( al &are Cerauni $ un)is la vasta e fe! nda d ve, si di!e, : interrata la fal!e . "erd nate&i, Muse, &alv lentieri ri" rt il ra!! nt degli anti!#i . ! n la 3uale Cr n re!ise i genitali del "adre s"ietata&ente$ inve!e altri di! n !#e ! n 3uella fal!e /e , la dea della terra, &ieteva il ra!! lt /e a,itava in 3uei lu g#i, e, "er a& re di Ma!ride, insegn* ai Titani a ! gliere la ri!!a &esse del fru&ent - "er 3uest & tiv " rta il n &e di /re"ane$ !#e signifi!a 5fal!e5, la sa!ra terra !#e nutre i 4ea!i$ e i 4ea!i stessi s n del sangue d)Uran + 7ress di l r Arg , trattenuta dai & lti disagi, arriv* final&ente, s"inta dai venti sul &are della Trina!ria+ Il re Al!in e il su " " l li a!! lser a&i!#ev l&ente

! n sa!rifi!i, e "er l r la !itt2 tutta si diede alla gi iaavresti dett !#e fa!evan festa "er i l r figli+ Ed an!#e gli er i eran lieti in &e(( alla f lla, ! &e f sser giunti nel !u re della Tessaglia+ E""ure d vetter "re"ararsi a ! &,attere, "er!#% a""arve vi!in un i&&ens eser!it - eran i C l!#i !#e, alla !a!!ia degli er i, avevan attraversat le , !!#e del 7 nt e le ru"i 1i&"legadi e venivan a !#iedere sen(a indugi Medea "er ri" rtarla al "adre, avre,,er dat

,attaglia sanguin sa, i&"la!a,ile, adess e " i an! ra "i9 tardi, all)arriv di Eeta+ Ma "ure ,ra& si di guerra ! &)eran , il re Al!in li trattenne- v leva tra le due "arti

s!i gliere sen(a guerra la dura ! ntesa+ Ma la fan!iulla, in "reda a un dis"erat terr re, s"ess t rnava a "regare i ! &"agni di Gias ne e s"ess a,,ra!!iava i gin !!#i di Arete, la s" sa di Al!in 5Regina, ti su""li! - a,,i "iet2 di &e$ n n &i ! nsegnare ai C l!#i !#e &i ri" rtin da &i "adre, se tu "ure a""artieni alla stir"e degli u &ini, !#e #ann una &ente !#e ! rre vel !e alla r vina "er leggere((a ed err re+ An!#)i "er 3uest s n !aduta, n n "er lussuria+ Mi sia testi& ne la sa!ra lu!e del 1 le ed i &isteri n tturni di E!ate, !#e n n "er &i v lere s n "artita di l2, assie&e a 3uegli stranieriun)atr !e "aura &i #a "ersuasa a 3uesta fuga, 3uand avev s,agliat e n n !)era "i9 altr ri&edi + Ma an! ra resta intatta, invi lata la &ia !intura, ! &)era in !asa del "adre+ A,,i "iet2 di &e, &ia sign ra, e "ersuadi il tu s" s $ " ssan darti gli dei i&& rtali una lunga vita e gi ia e figli e la gl ria di un regn invin!i,ile5+ C s0 su""li!ava la regina Arete "iangend $ e " i, un "er un , ! s0 "regava gli er i57er !ausa v stra, grandissi&i er i, e "er !ausa -

delle v stre i&"rese i s n in "reda all)ang s!ia+ 4u "er "era &ia !#e avete aggi gat i t ri e &ietut la terri,ile &esse degli u &ini nati dal su l , e "er "era &ia t rnerete "rest in Tessaglia ! l vell d) r + Ma i # "erdut i genit ri e la "atria, e la !asa e tutta la gi ia della &ia vita, i !#e a v i # ridat la "atria e la !asa$ v i rivedrete ! n la d l!e((a negli !!#i i genit ri, a &e un destin !rudele #a t lt la gi ia e vad errand diata in ! &"agnia di stranieri+

A,,iate ti& re dei "atti e dei giura&enti e dell)Erinni dei su""li!i e della giusti(ia divina, se !adr* nelle &ani di Eeta, e avr* & rte ltraggi sa e tre&enda+ N n guard a te&"li, a f rte((e !#e &i difendan , a nessun altr !#e a v i+ 1!iagurati, !rudeli, sen(a "iet2- nel v str !u re n n avete verg gna a veder&i tendere dis"erata le &ani alle gin !!#ia d)una regina straniera$ "er* "er "rendere il vell eravate "ure dis" sti a ! &,attere ! ntr i C l!#i, ! ntr l stess " ssente Eeta$ ed ra avete s! rdat il v str ! raggi , ra !#e s n " !#i e is lati5+ C s0 "regava$ e tutti, un "er un , la ! nf rtavan , e !er!avan di !al&are il su d l re$ ,randend le lan!e agu((e e sguainand le s"ade dal f der , "r &iser !#e n n le avre,,er fatt &an!are il l r aiut , se avesse su,it un)ingiusta senten(a+

Mentre lei si struggeva, su di l r dis!ese la N tte "a!ifi!atri!e, ed add r&entava tutta la terra+ Ma lei ne""ure un & &ent la "rese il s nn - s)agitava nel "ett il !u re s! nv lt , ! &e 3uand una " vera d nna fa girare il fus di n tte . le : & rt il &arit e att rn "iang n i figli rfani e le la!ri&e ! lan "er le guan!e, "ensand alla sua s rte infeli!e .! s0 le guan!e di Medea si ,agnavan e il !u re si t r!eva trafitt dalle a!utissi&e "ene+ Intant in !itt2, stand , ! &e se&"re, nella l r !asa, il re Al!in ed Arete, la sua venerata

! ns rte, si ! nsultavan att rn a Medea, a lett , durante la n tte$ e la regina Arete "regava ! s0 il su s" s ! n !alde "ar le510, &i !ar , ti "reg , difendi dai C l!#i la sventurata fan!iulla, fa) ! sa gradita ai Minii+ La !itt2 d)Arg ed i Tessali s n vi!ini alla n stra is la$ &entre Eeta : l ntan - ne""ure l ! n s!ia& , s l ne a,,ia& sentit "arlare+ L)infeli!e Medea &i #a s"e((at il !u re ! n le sue su""li!#e- n n ! nsegnarla, sign re, ai C l!#i !#e la ri" rtin al "adre+ Ha s,agliat 3uand #a dat a Gias ne il filtr "er i t ri$ e, ! &e s"ess fa!!ia& nei n stri s,agli, #a v lut sanare un &ale ! n un altr &ale, ed : fuggita dall)ira "esante del su terri,ile "adre+

Ma a 3uel !#e s , Gias ne : i&"egnat ! i giura&enti "i9 grandi a "renderla nella sua !asa ! &e s" sa legitti&a+ 7er!i*, &i !ar , n n essere tu di tua v l nt2 a fare s"ergiur il figli di Es ne, e n n "er&ettere !#e a,,and nand si all)ira un "adre ! l"is!a rri,il&ente la figlia+ 8ers le figlie i "adri s n tr "" severi, ! &e l fu Nitte ! n la ,ella Anti "e, ! &e /anae !#e "er la fer !ia del "adre s ffr0 tante "ene sul &are$ e " ! fa, n n l ntan , il su"er, E!#et fe!e "iantare ag#i di ,r n( negli !!#i alla figlia e ra la ! nsu&a un triste destin in un !ar!ere s!ur , &a!inand grani di ,r n( 5+ C s0 di!eva e "regava$ il re fu ! && ss dalle sue "ar le, e le diede 3uesta ris" sta5Ben v lentieri, Arete, s!a!!erei ! n le ar&i i C l!#i, fa!end ! sa grata agli er i "er la fan!iulla+ Ma te& di vi lare la retta giusti(ia di Zeus$ e n n : utile tras!urare Eeta, ! &e tu suggeris!i+ Nessun : "i9 regale di Eeta, e se v lesse, "er 3uant l ntan sia, " tre,,e &u vere guerra alla Gre!ia+ H de!is di fare giusti(ia nel & d !#e a""aia il &igli re, e n n te l v gli tenere nas! st + 1e Medea : an! ra vergine, la far* ri" rtare a su "adre, &a se divide il lett di Gias ne, n n la stra""er* al &arit , n n dar* ai su i ne&i!i il ,a&,in !#e !ust dis!e f rse nel gre&, 5+

C s0 disse, e su,it il s nn l "rese+ Ma la regina a!! lse dentr di s% la savia "ar la e s!ese dal lett "er la !asa- a!! rser tutte insie&e le an!elle al servi(i della l r sign ra+ In segret &and* il su arald "er dare a Gias ne il ! nsigli di unirsi ! n la fan!iulla e n n "regare il re Al!in - lui stess sare,,e andat dai C l!#i

a "r nun!iare il giudi(i - se Medea era vergine gliel)avre,,e data da ri" rtare ad Eeta, &a se inve!e gi2 divideva il lett di Gias ne n n avre,,e s"e((at un)uni ne legitti&a+ C s0 disse e l)arald las!i* i&&ediata&ente il "ala(( "er " rtare a Gias ne le fauste "ar le di Arete, la "ia de!isi ne di Al!in +

Li tr v* !#e stavan a!!ant alla nave e vegliavan in ar&i nel " rt di Ill , nei "ressi della !itt2, e rifer0 l)a&,as!iata+ Gli er i fur n lieti- il dis! rs era l r gradit + 1u,it &es! lar n il vin in un !ratere in n re degli dei, e se! nd il rit e "ia&ente " rtar n all)altare le "e! re, e in 3uella n tte &edesi&a "re"arar n "er la fan!iulla il lett nu(iale nell)antr divin d ve viveva un te&" Ma!ride, la figlia del saggi Ariste , !#e s! "erse il lav r delle a"i ed il su!! d) liv + All)ini(i Ma!ride a!! lse in sen , nell)Eu,ea degli A,anti,

/i nis , il figli di Zeus, e gli unse di &iele le aride la,,ra d " !#e Er&es l)aveva stra""at al fu ! , &a Era la vide e la s!a!!i* in! llerita da tutta l)is laand* ad a,itare l ntan , nel sa!r antr fea!i , e diede i&&ensa "r s"erit2 agli a,itanti del lu g + Qui steser il grande lett e s "ra gettar n il vell d) r fulgente, "er!#% le n ((e f sser n rate e !antate+ Nel !andid

sen le Ninfe " rtavan &a((i vari "inti di fi ri+ Le !ir! ndava tutte ! &e una lu!e di fu ! , tale era il la&" !#e si irradiava dai ,i !! li d) r $ un d l!e desideri ,rillava nei l r !!#i

&a la verg gna trattenne tutte, "er 3uant v lesser &ettervi s "ra le &ani+ Al!une eran figlie del fiu&e Ege , altre vivevan s "ra le !i&e del Melite , ed altre nei , s!#i della "ianura+ Era stessa, la s" sa di Zeus, le aveva !#ia&ate in n re di Gias ne+ Ed an! r ggi si d2 il n &e di Medea a 3uella gr tta d ve le Ninfe !ele,rar n la l r uni ne, stendend veli fragranti+ Gli er i nel fratte&" tenend in &an le lan!e . !#e l stu l ne&i! n n "i &,asse su l r all)i&"r vvis , assaltand li . e ! n la testa ! r nata di ra&i fr n(uti, !antavan l)i&ene davanti alla s glia, seguend il d l!e su n della !etra d)Orfe + N n nella terra di Al!in desiderava !ele,rare le n ((e

l)er e figli di Es ne, &a 3uand f sse t rnat a I l! nella !asa del "adre, e ! s0 an!#e Medeail ,is gn li s"inse ad unirsi in 3uel & &ent + Ma n i stir"e infeli!e degli u &ini n n " ssia& entrare nella gi ia ! n "iede si!ur $ se&"re l)a&ar d l re s)insinua in &e(( ai & &enti del n str "ia!ere+ E ! s0 an!#e l r , "ure g dend del d l!issi& a& re, la "aura li " ssedeva, te&end !#e n n si ! &"isse il giudi(i di Al!in +

L)aur ra s rgend s!i glieva ! n la sua lu!e i&& rtale la nera n tte nell)aria- le rive dell)is la ridevan , ed an!#e i rugiad si sentieri, l ntan nella "ianura$ il ru& re rie&"iva le strade$ e gli a,itanti si &u vevan "er la !itt2, i C l!#i in l ntanan(a, all)estre& della "enis la di Ma!ride+ 1u,it Al!in , se! nd i "atti, and* a riferire

la sua de!isi ne !ir!a la s rte della fan!iullateneva in &an l s!ettr d) r di giudi!e, s tt il 3uale il su " " l tteneva rette senten(e$

insie&e a lui &ar!iavan in fila, vestend le ar&i di guerra, i "i9 illustri fra tutti i 4ea!i+ /alle &ura us!ivan in f lla le d nne, "er vedere gli er i, e ! n l r andavan i ! ntadini, !#e sa"evan tutt - Era aveva diffus la n ti(ia veridi!a+ C#i " rtava un agnell s!elt , !#i una gi ven!a an! ra i&&une dalla fati!a,

!#i ! ll !ava l0 a!!ant anf re ! l&e di vin , e l ntan saliva il fu& dei sa!rifi!i+ Le d nne " rtavan , ! &e : l r ! stu&e, vesti ,en lav rate, gi ielli d) r , ed altri rna&enti delle gi vani s" se+ 1tu"ivan a vedere l)as"ett e la ,elle((a dei n ,ili er i, e tra l r il figli di Eagr !#e "er!u teva la terra ! l su ,el sandal , al rit& del !ant e della !etra s n ra+ Le Ninfe tutte insie&e, ad gni a!!enn alle n ((e, int navan il d l!e i&ene e talv lta !antavan s le, f r&and v lute di dan(a, Era, in tu n re,

" i!#% tu avevi &ess nel !u re della regina l)idea di rivelare la saggia "ar la di Al!in +

Il re, ! &)e,,e ,andit i ter&ini della retta senten(a ?e gi2 la n ti(ia del &atri& ni s)era diffusa@, &antenne salda&ente la "r "ria "ar la, e n n l ! lse il terr re dell)ira di Eetaaveva gi2 sta,ilit giura&enti invi la,ili+ E 3uand i C l!#i ! &"reser !#e !#iedevan invan , e il re rdin* l r di ris"ettare la legge, tenere l ntan le navi dai " rti di 3uella terra$ all ra, tre&and "er le &ina!!e del l r s vran , !#ieser d)essere a!! lti in a&i!i(ia+ A,itar n a lung nell)is la assie&e ai 4ea!i, fin a 3uand i Ba!!#iadi, riginari di Efira,

la "reser a l r sede, ed essi all ra "assar n di fr nte all)is la e di l2 avre,,er 3uindi raggiunt i M nti Cerauni d ve s n gli A&anti, la terra dei Nesti ed Ori! + Ma 3uest d veva avvenire nel lung ! rs del te&" + L2 an! r ggi gni ann ri!ev n fferte

gli altari !#e Medea, nel te&"i di A" ll "ast re, dedi!* alle M ire e alle Ninfe+ Alla l r "arten(a Al!in diede l r & ltissi&i d ni s"itali

e & lti Arete, e in ltre d di!i an!elle ! &e seguit "er Medea, dal "ala(( 4ea!i + Il setti& gi rn las!iar n /re"ane+ 1 ffiava un f rte vent dall)al,a nel !iel seren , e s"inti dal s ffi del vent ! rrevan innan(i+ Ma n n era destin !#e gli er i s,ar!asser sulla terra di Gre!ia "ri&a d)avere "enat agli estre&i ! nfini di Li,ia+ Gi2 avevan ltre"assat il g lf di A&,ra!ia,

e a vele s"iegate il "aese dei Cureti e le E!#inadi, e ! n esse una fila di "i!! le is le, e la terra di 7el "e ! &in!iava a""ena a & strarsi+ All ra una tre&enda te&"esta di B rea li ra"0 e li " rt* vers il &are di Li,ia "er n ve gi rni e n ve n tti, fin 3uand arrivar n "r f nda&ente dentr la 1irte, d ve n n !): "i9 rit rn "er le navi f r(ate ad entrare+ /a""ertutt : "antan e un f nd di alg#e su !ui si riversa &uta la s!#iu&a del &are-

fin al !iel si stende la sa,,ia- niente stris!ia si leva in v l + E l0 la &area

. fre3uente&ente l) nda rifluis!e da terra e " i di nu v ri, lle ! n selvaggi fur re ! ntr le ! ste . li s"inse ra"ida dentr la radas l il f nd della !arena ri&ase nell)a!3ua+ 1altar n dalla nave, e il d l re li "rese alla vista del !iel , e dell)i&&ens d rs di terra si&ile al !iel , !#e si stendeva all)infinit + N n !)era un rus!ell , n n un sentier e, guardand l ntan , n n una !a"anna, e una !al&a 3uieta " ssedeva tutte le ! se+ E l)un ! n l)altr , ang s!iati, si d &andavan 5C#e terra : 3uesta; / ve !i #ann gettat le te&"este; O# se avessi& sat , vin!end il &aledett ti& re,

rifare il !a&&in di "ri&a attravers le ru"i6 E an!#e se f ssi& andati ! ntr il disegn di Zeus, &egli sare,,e stat & rire fa!end 3ual! sa di grande+ Ora !#e fare, se sia& ! stretti dai venti a restar 3ui, e f sse an!#e "er " ! ; C &e la s litudine si stende lung 3uesta terra sen(a ! nfini65+ C s0 di!evan - il "il ta An!e , dis"erat , si riv lse in 3uest & d ai ! &"agni, an!#e l r a,,attuti51ia& finiti in "reda al destin "i9 atr !e, e n n !): via di sfuggirgli- !i as"ettan in 3uest desert le s fferen(e "i9 dure, an!#e se il vent d vesse s ffiare da terra+ 7er 3uant guardi

il &are da tutte le "arti, n n ved !#e fang , e l) nda ! rre a r &"ersi sulla !andida sa,,ia+ /a te&" la sa!ra nave sare,,e stata s"e((ata rri,il&ente, l ntan sul f nd , se la &area venuta dal larg n n la s llevava+ Ma adess la &area t rna a rifluire nell)alt &are, e 3ui s! rre s ltant un)a!3ua n n naviga,ile !#e ! "re a""ena la terra+ E i vi di! !#e la s"eran(a di sal"are e di rit rnare : distrutta+ Qual!un altr & stri la sua a,ilit2 e si sieda al ti& ne, se ,ra&a "artire+ Ma Zeus, d " tutte le "ene, n n vu le !#e venga il & &ent del n str rit rn 5+ C s0 disse "iangend , e !#i era es"ert di &are ! nsentiva ! n la sua ang s!ia+ 1i g#ia!!i* il !u re a tutti nel "ett , e sulle l r guan!e si stese il "all re+ C &e s)aggiran gli u &ini "er la !itt2 s &iglianti a &,re "rive di vita, 3uand s)as"etta la guerra la "este, e la ,ufera vi lenta

!#e distrugge a &igliaia le fati!#e dei , vi, ! &e 3uand da s% le statue gr ndan sangue e si !rede d)udire &uggiti nei te&"li, e il s le a &e(( gi rn ri" rta dal !iel la n tte e nell)aria a""ai n gli astri lu!enti, ! s0 gli er i vagavan sulla lung#issi&a riva+ E s "ravvenne ,en "rest la f s!a seras)a,,ra!!iar n "iet sa&ente di!end si

addi in la!ri&e "er andare a & rire !ias!un sulla s"iaggia da s l + C#i 3ua, !#i l2, andar n a s!egliersi un " st e in 3uest & d , ! n il !a" avv lt nel &antell , restar n tutta la n tte e il &attin , sen(a &angiare n% ,ere, as"ettand l) rrida & rte+ In dis"arte, ra!! lte att rn alla figlia di Eeta, le fan!iulle "iangevan + E ! &e, a,,and nati e !aduti dal l r nid s "ra la r !!ia, gridan a!uta&ente gli u!!elli i&"lu&i, ! &e sul !igli del ,el fiu&e 7att l !antan i !igni e tutt att rn risu nan i "rati rugiad si e le ,elle ! rrenti, ! s0 ! n i ,i ndi !a"elli nella " lvere, tutta la n tte esse ge&evan il l r "iet s la&ent + E tutti in 3uel lu g avre,,er "ers la vita i "i9 grandi er i, sen(a gl ria, sen(a &e& ria tra gli u &ini, sen(a avere ! nd tt a ter&ine la l r i&"resa$ &a e,,er "iet2 di l r , !#e si ! nsu&avan nella dis"era(i ne, le er ine di Li,ia, !#e, 3uand Atena ,al(* s"lendente dal !a" del "adre, venner e la ,agnar n nelle a!3ue del lag Trit ne+ Era &e(( gi rn , e i raggi a!uti del s le ,ru!iavan la Li,ia, 3uand esse fur n a!!ant a Gias ne, e d l!e&ente gli t lser il &antell dal !a" + Lui st rn* gli !!#i da un)altra "arte, "er ris"ett alle dee, &a esse si riv lser all)er e ang s!iat ,

visi,ili a lui s ltant , ! n 3ueste d l!i "ar le5Infeli!e, "er!#% farsi "rendere tant dalla dis"era(i ne; 1a""ia& !#e siete andati alla ! n3uista del vell d) r $ sa""ia& tutte le "ene i&&ense !#e avete s ffert , vaga, ndand "er terra e "er &are+ N i sia& le dee s litarie, "arlanti, le er ine, figlie e "r tettri!i della terra di Li,ia+ N n restare "i9 a lung a ge&ere- sveglia i tu i ! &"agni- 3uand Anfitrite avr2 s!i lt il ra"id !arr di 7 sid ne, all ra "agate il v str de,it vers la &adre "er le "ene s fferte " rtand vi tant te&" nel ventre, e in 3uest & d " trete an! ra t rnare alla sa!ra Gre!ia5+ C s0 disser e l2 d v)eran , s! &"arver su,it assie&e alla v !e+ Il figli di Es ne si guard* int rn , si al(* a sedere "er terra e "arl* a 3uest & d 51iate "r "i(ie, gl ri se dee del desert + Ma sul rit rn n n !a"is! la v stra "ar la$ "ure, raduner* i &iei ! &"agni, e gliela riferir*, se &ai tr vassi& un segn !#e !i guidi nel viaggi - : &igli re il "ensier di & lti5+ /isse, e ,al(at in "iedi, !#ia&* a gran v !e i ! &"agni$ ner di " lvere, ! &e il le ne !#e "er la f resta ruggis!e !er!and la sua ! &"agna, ed alla v !e " ssente risu nan in l ntanan(a le valli dei & nti$ ra,,rividis! n "er la "aura i ,u i al lav r nei !a&"i e an!#e i &andriani+ Ma ad essi n n fe!e "aura

la v !e del l r ! &"agn , !#e !er!ava gli a&i!isi radunar n att rn a lui, a testa ,assa+ E lui ! s0 tristi li fe!e sedere, assie&e alle d nne, vi!in all)a""r d di Arg e disse l r 5As! ltate&i, a&i!i- nella &ia ang s!ia &i s n a""arse tre dee, vi!in , sulla &ia testa, ! &e fan!iulle ! "erte da "elli di !a"ra, !#e dall)alt del ! ll s!endevan alla s!#iena e alle an!#e$ ! n &an leggera &i #ann s! stat il &antell e &i #ann rdinat di al(ar&i e di venire a !#ia&arvigni ! sa-

d ,,ia& rendere alla &adre il giust ! &"ens "er le "ene s fferte " rtand !i tant te&" nel ventre, 3uand Anfitrite a,,ia s!i lt il ra"id !arr di 7 sid ne+ l n n ries! a ! &"rendere il vati!ini + /i s% #ann dett di essere le er ine, figlie e "r tettri!i della terra di Li,ia, e 3uant a,,ia& s ffert in "assat "er &are e "er terra di!evan di ! n s!erl "unt "er "unt + 7 i d)i&"r vvis n n le # "i9 viste, in 3uel lu g , una ne,,ia una nu,e deve averle velate5+

C s0 disse, e tutti 3uanti stu"ir n nell)as! ltarl + E 3ui avvenne agli !!#i dei Minii il "r digi "i9 grandedal &are a terra ,al(* un gigantes! !avall , & stru s , e levand in alt il ! ll ! n la !riniera d rata, s! sse dalle sue &e&,ra i riv li d)a!3ua sal&astra e si lan!i* nella ! rsa, si&ile al s ffi del vent +

1u,it 7ele disse, lieta&ente, ai ! &"agni adunati58i di! !#e : 3uest il !arr di 7 sid ne, !#e : stat r&ai s!i lt dalle &ani della sua s" sa$

e "ens !#e n stra &adre altri n n sia !#e la nave$ essa !i #a tenut se&"re dentr il su ventre e dun3ue ge&e "er i d l r si travagli+ 1 llevia& la all ra ! n f r(a tena!e, ! n s"alle instan!a,ili, e tras" rtia& la nella terra sa,,i sa d ve il !avall #a dirett i su i "assi+ N n si i&&erger2 nel desert , e le sue tra!!e !i guiderann nell)entr terra vers un g lf &arin 5+ C s0 disse, e a tutti "ia!3ue il su savi ! nsigli + Quest : il ra!! nt delle Muse, ed i l !ant servend le Muse- # udit una st ria si!ura, !#e v i, n ,ilissi&i figli di re, levaste in alt sulle v stre s"alle ! n vig re e ! raggi la nave e tutt !i* !#e era dentr , e la " rtaste "er d di!i gi rni e "er d di!i n tti attravers le dune deserte di Li,ia+ Ma le "ene e le ang s!e !#e "atir n fin al ! l& , nella l r fati!a, !#i &ai " tr2 ra!! ntarle; 8era&ente eran di sangue i&& rtale, tant grande fu il ! &"it !#e la vi lenta ne!essit2 li ! strinse ad assu&ersi+ L ntan l ntan , se&"re " rtand la nave, entrar n lieta&ente nelle a!3ue del lag Trit nide, e la de" ser dalle s lide s"alle+ 1i lan!iar n ! &e !ani ra,,i si a !er!are una f nte$ "er!#% s)era aggiunta l)arida sete

alla fati!a e al d l re$ &a n n !er!ar n invan + Arrivar n alla sa!ra "ianura d ve, an! ra il gi rn "ri&a, il drag nat dalla terra, Lad ne, vegliava le &ele d) r , nel regn di Atlante, e int rn le Ninfe Es"eridi sv lgevan il l r uffi!i , int nand un a&a,ile !ant + Ma il drag , a""ena ! l"it da Era!le, era distes "ress il tr n! di un &el , e &u veva s ltant la "unta della ! da . dalla testa alla nera s"ina d rsale gia!eva sen(a res"ir , e d ve le fre!!e avevan ! nta&inat il su sangue ! n la ,ile a&ara dell)idra di Lerna, le & s!#e si disse!!avan s "ra le "iag#e "utride+ L2 a!!ant le Es"eridi ge&evan f rte, !eland la testa ,i nda dentr le !andide &ani+ 1)avvi!inar n inas"ettati- al l r arriv i&"etu s , le Ninfe divenner " lvere e terra- Orfe ! &"rese il "r digi divin , e a n &e di tutti le "reg* in 3uest & d 51iate "r "i(ie, sign re, ,elle e ,enev le dee, sia !#e v i siate nel nu&er delle dee !elesti delle dee s tterranee, Ninfe a,itatri!i

delle s litudini+ Ninfe, figlie del sa!r O!ean , & stratevi a n i e indi!ate alla n stra s"eran(a un)a!3ua di r !!ia ""ure una f nte divina !#e sg rg#i da terra e " ssa "la!are la sete terri,ile, ardente+ E se &ai t rnere& navigand in terra di Gre!ia, a v i tra le "ri&e ffrire& innu&erev li d ni, e li,agi ni

e ! nviti in testi& nian(a del n str affett 5+ C s0 disse "regand le ! n v !e !#iara- su,it 3uelle e,,er ! &"assi ne dei l r d l ri+ E "er "ri&a ! sa fe!er !res!ere er,e dal su l e, al dis "ra dell)er,a, fi rir n vers l)alt lung#i virgulti, ed infine al,eri fi riti si levar n ritti s "ra la terra+ Es"era divenne un "i "" , Eriteide un l& , Egle il sa!r tr n! di un sali!e, &a da 3uegli al,eri a""arver nu va&ente ! &)eran "ri&a, i&&ens "r digi , ed Egle ris" se ! n d l!i "ar le agli u &ini ansi si5Un grandissi& aiut nelle v stre "ene vi #a dat 3uel !ane !#e venne ad u!!idere il ser"ente !ust de, e " rt* via le &ele d) r , las!iand !i a!er, d l re+ 1i, : venut da n i un u & d) rrend as"ett e vi len(a$ ,rillavan gli !!#i s tt la fr nte s"ietata, terri,ileera vestit della "elle di un en r&e le ne, selvaggia, ne""ure ! n!iata- " rtava un r ,ust tr n! d)uliv ed un ar! , e ! n le fre!!e u!!ise la ,elva+ An!#e lui, !#e aveva "er! rs la strada a "iedi, era ars dalla sete e ,atteva 3uei lu g#i !er!and l)a!3ua+ Mai l)avre,,e tr vata$ &a !): una r !!ia "ress il lag Trit nide$ "er su "ensier "er ! nsigli divin

! l"0 in ,ass ! l "iede$ l)a!3ua sg rg* in a,, ndan(a+

All ra, " ggiate "er terra a&, le &ani ed il "ett , ,evve sen(a fer&arsi dalla r !!ia s"a!!ata fin 3uand sa(i* il ventre !a"a!e, distes ! &e una va!!a, nel "as! l 5+ C s0 disse$ ! rser su,it lieti l2 d ve Egle aveva indi!at la f nte ag gnata, fin!#% la tr var n + C &e 3uand le "er se f r&i!#e s)aggiran in &assa att rn a un "i!! l ,u! , ! &e 3uand le & s!#e

si "re!i"itan insa(ia,ili, a fr tta, s "ra una g !!ia di &iele, ! s0 tutti insie&e gli er i s)aggiravan att rn alla f nte r !!i sa, e 3ual!un di!eva ! ntent , ! n le la,,ra an! r u&ide5E!! !#e an!#e l ntan Era!le #a salvat i ! &"agni, arsi di sete+ O# se " tessi& andare a !er!arl e ritr varl nel su !a&&in attravers 3uest "aese65+ /isse, e i ! &"agni l as! ltar n , e 3uelli di l r '!#e eran adatti si diviser andand !#i 3ua, !#i l2 alla ri!er!a$ &a il vent n tturn aveva s& ss la sa,,ia e !an!ellat le tra!!e+ 7artir n i figli di B rea fidand nelle ali, ed Eufe& nei ra"idi "iedi, e Lin!e !#e vedeva a!ut e l ntan , e "er 3uint si &ise in &ar!ia ! n l r Cant + Egli era s"int "er 3uesta strada dal destin divin e dal "r "ri ! raggi - v leva sa"ere da Era!le d ve aveva las!iat 7 life& figli di Elat - gli stava a !u re ! n s!ere tutt sulla s rte del su ! &"agn +

Ma 3uell , d " aver f ndat un)illustre !itt2 della Misia, ansi s di ! &"iere il viaggi , and* alla ri!er!a di Arg , lunga&ente, fin!#% arriv* sul &are, al "aese dei Cali,i- e 3ui il destin gli diede & rte e gli innal(ar n un tu&ul , s tt un grande "i "" , " ! l ntan dal &are+ 1 l Lin!e !redette di vedere Era!le in l ntanan(a, nella terra ster&inata, ! &e si s! rge "are, di s! rgere

la luna anne,,iata, nel "ri& gi rn del &ese+ T rn* dai ! &"agni e disse l r !#e &ai "i9 nessun degli u &ini !#e !er!avan Era!le avre,,e " tut raggiungerl + T rnar n an!#e il ra"id Eufe& e i due figli del tra!e B rea, d " le vane fati!#e+ Ma te, Cant , te le terri,ili C#ere si "reser in terra di Li,ia+ In! ntrasti un gregge al "as! l , e dietr al gregge il "ast re- e 3uesti, "er le "e! re !#e tu v levi " rtare ai ! &"agni affa&ati, ti u!!ise ! n un ! l" di "ietra- !#% n n era avversari da " ! Cafaur , ni" te di 4e, Li! re e di A!a!allide, la "udi!a fan!iulla !#e il "adre Min sse esili* nella Li,ia, in!inta del di , e al di essa diede un figli gl ri s , !#ia&at A&fite&ide, Gara&ante$ ed a sua v lta

A&fite&ide si un0 ! n una ninfa Trit nide, !#e gli "art r0 Nasa& ne, e il f rte Cafaur !#e u!!ise Cant "er difendere il gregge+

Ma n n sfugg0 al dur ,ra!!i degli er i, 3uand se""er !i* !#e era a!!adut + 7reser il ! r" !#e stava sfa!end si, l "ianser e se""ellir n , e " rtar n ! n s% le "e! re+ In 3uel gi rn stess il destin s"ietat si "rese an!#e M "s , figli di A&"i! $ &algrad i su i vati!ini n n s!a&"* alla s rte funesta+ N n !): & d di evitare la & rte+ 1ulla sa,,ia gia!eva, sfuggend al !al re del &e(( gi rn , un tre&end ser"ente, &a "igr - n n v leva fare del &ale a !#i n n gliene fa!eva, e ne""ure v leva atta!!are !#i fuggiva da lui$ &a una v lta !#e il su velen t !!asse una !reatura vivente, di 3uelle !#e nutre la terra fe! nda, la strada dell)Ade diveniva "er essa "i9 ,reve di un !u,it , ne""ure se 7e ne . se " ss dirl ! n tutta fran!#e((a . venisse a !urarl , a""ena il ser"ente l)avesse t !!at '! i denti+ Quand 7erse , si&ile a un di , Euri&ed nte

?! s0 l !#ia&ava la &adre@ v l* sulla Li,ia "er " rtare al re il !a" a""ena tagliat della G rg ne, 3uante g !!e del ner sangue raggiunser il su l , tutte dieder vita alla stir"e di 3uesti ser"enti+ M "s , &ettend avanti il "iede sinistr , gli urt* la ! da della s"ina d rsale- 3uell , t r!end si "er il d l re, gli & rse la !arne tra ti,ia e &us! l + Medea tre&* e assie&e a lei le sue an!elle+ Ma lui ! &"resse ardita&ente

il sangue della ferita, !#e n n gli dava un grande d l re+ Infeli!e- gi2 s tt la "elle s)insinuava il letarg & rtale, e fitta !alava s "ra i su i !!#i la ne,,ia+ 1u,it , sen(a s"eran(a, re!lin* al su l le &e&,ra "esanti, e fu fredd + Att rn a lui si adunar n i ! &"agni e il figli di Es ne, stu"iti alla grave sventura+ M rt , ne""ure un & &ent d veva restare a gia!ere nel s le, "er!#% dentr il velen sfa!eva le !arni e i "eli &ar!iti !adevan via dalla "elle+ 1u,it , ! n le vang#e di ,r n( , s!avar n una f ssa "r f nda- si tagliar n , essi e le d nne, i !a"elli, "iangend il triste destin del & rt - e tre v lte girar n in ar&i att rn al !adavere se! nd il rit , e l ! "rir n s tt la terra+ 7 i salir n sulla nave, gia!!#% N t s ffiava sul &are, e !er!avan di tr vare una via "er us!ire dal lag Trit nide, &a n n la tr vavan e "er tutt il gi rn andavan avanti alla !ie!a+ C &e un ser"ente att rt avan(a "er un !a&&in sinu s , 3uand "i9 a!uti ,ru!ian i raggi del s le, e ! n un si,il v lge il !a" di 3ua e di l2 e i su i !!#i la&"eggian furi si ! &e s!intille di fu ! , fin!#% si infila in un ,u! "er la fessura del su l , ! s0 la nave Arg !er!and un vali! vagava "er lung te&" + All ra il figli di Eagr rdin* di " rtar fu ri il grande tri" de di 4e, A" ll ,

e ffrirl in d n agli dei del lu g "er un feli!e rit rn + E ! s0 s!eser a terra e vi ! ll !ar n il d n di A" ll , e venne l r in! ntr , si&ile a un u & nel fi re degli anni, il f rte Trit ne, e "rendend da terra una ( lla la ffr0 agli er i ! &e d n s"itale, e "arl* in 3uest & d -

5A!!ettatela, a&i!i- 3ui n n # d n &igli re da ffrire ai &iei s"iti+ 1e v i !er!ate un "assaggi "er 3uest &are, ! s0 ! &e s"ess gli u &ini !#e navigan in una terra straniera, ve l dir*+ Me ne #a fatt es"ert &i "adre, il di 7 sid ne+ I regn sul lid e f rse avete sentit "arlare, "ur vivend l ntan , di Euri"il , nat in Li,ia, nutri!e di fiere5+ /isse, e "r nta&ente Eufe& stese le &ani alla ( lla e ris" se a sua v lta 3ueste "ar le5Er e, se tu ! n s!i il 7el " nnes ed il &are di Creta, ris" ndi il ver alle n stre d &ande+ N n "er n str v lere sia& venuti 3ui, &a s s"inti ai ! nfini di 3uest "aese dalle te&"este di B rea, a,,ia& " rtat sulle s"alle la nave attravers il ! ntinente fin alle a!3ue del lag $ sia& sfiniti e n n sa""ia& d v): il "assaggi alla terra di 7el "e5+ C s0 disse, e Trit ne stese la &an e indi!* l r in l ntanan(a il &are e la , !!a "r f nda del lag , e si riv lse agli er i in 3uest & d 5Il "assaggi : laggi9, d ve l)a!3ua : nera, "r f nda

'ed i&& ,ile$ da a&, le "arti si levan !andidi ed alti &ar si- in &e(( ad essi : un strett !a&&in !#e " rta di fu ri+ L2, ltre Creta, si stende il &are ne,,i s fin alla terra di 7el "e+ Ma 3uand dal lag sarete us!iti nel &are, dirigetevi a destra, e tenetevi stretti alla terra fin!#% risale, " i 3uand "iega dall)altra "arte, vi si a"re un viaggi si!ur , d " !#e avrete "assat il "r & nt ri + Ma ra andate e siate "ure tran3uilli- n n !): fati!a !#e " ssa fia!!are &e&,ra fl ride di gi vine((a5+ C s0 disse ,enign , e gli er i si i&,ar!ar n su,it , desider si di us!ire, a f r(a di re&i, dal lag + Gi2 si &u vevan ! n gni slan!i , 3uand Trit ne "rese il grande tri" de e "arve i&&ergersi nel lag - "i9 nessun l vide 3uand s! &"arve ra"ida&ente insie&e ! l tri" de+ Il l r !u re fu liet d)avere in! ntrat un di ,enev l $ e invitar n Gias ne a sa!rifi!argli la "i9 ,ella "e! ra, "regand + E su,it Gias ne la s!else, la s llev* stand a " ""a e la sg ((*, e al sa!rifi!i aggiunse 3uesta "reg#iera5/i , !#iun3ue tu sia, !#e !i sei a""ars sulle rive del lag . ti !#ia&in ! l n &e di Trit ne ?"r digi &arin @ di Nere le figlie dell)a!3ua . sii "r "i(i di 4 r!

e da!!i il rit rn !#e il n str !u re desidera5+ /isse, e "regand gett* dalla " ""a la ,estia sg ((ata+ All ra il di us!0 dal "r f nd ! n la sua i&&agine vera+ E ! &e un u & guida un !avall vel !e nel vast stadi , tenend l d !ile "er la f lta !riniera e ! rre, &entre il !avall l segue su"er, , s llevand la testa, e tintinna il ferr lu!ente nella sua , !!a, 3uand l addenta agli estre&i, ! s0 il di "rese al f nd la ! n!ava nave, e la s"inse avanti nel &are+ Il su ! r" , dall)alt del !a" lung il d rs e sui fian!#i, e fin al ventre, era si&ile agli i&& rtali, nell)as"ett &eravigli s , &a al di s tt dei fian!#i si allungava una ! da a due "unte, di & str &arin , e ! l"iva la !i&a dell)a!3ua ! n le s"ine d rsali, !#e in "unta si dividevan in !urvi un!ini, ! &e le ! rna lunari+ 7 rt* la nave, fin a s"ingerla sulla r tta del &are, " i s)ina,iss* nel "r f nd - gli er i gridar n vedend ! &"iersi ! i "r "ri !!#i l stran "r digi + Qui sta il " rt di Arg , e della nave ri&ang n tra!!e$ 3ui s n gli altari di 7 sid ne e Trit ne, " i!#% in 3uel gi rn si fer&ar n l2+ Ma vers l)aur ra ! rser a vele s"iegate al s ffi di Zefir , tenend se&"re sulla l r destra il desert + Il &attin seguente giunser a s! rgere il !a"

e al di l2 del !a" i re!essi del &are+ All)i&"r vvis Zefir !adde e s "ravvenne il s ffi di Argeste- gli er i ne fur n lieti+ Ma al tra& nt del s le, 3uand s"unt* la stella serale !#e " rta il ri" s ai ! ntadini stan!#i, ed il vent !adde nell) s!urit2 della n tte, all ra a&&ainar n le vele e re!linar n l)al,er e si "iegar n ! n gni f r(a sui re&i e re&ar n "er tutta la n tte ed il gi rn , e an! ra la n tte seguente+ L ntan , li a!! lse la r !!i sa Car"at + /i l2 stavan "er traversare a Creta, l)is la !#e "i9 di tutte si tr va al larg nel &are+ Ma Tal s, l)u & di ,r n( , s!agliand "ietre da una s lida r !!ia, i&"ed0 di gettare a terra le g &ene, 3uand fur n giunti al " rt /itte + Era 3uesti il s l ri&ast dei se&idei della ra((a di ,r n( , !#)era nata dai frassini, e Zeus l)aveva dat ad Eur "a ! &e guardian dell)is la, !#e "er! rreva tre v lte ! i "iedi di ,r n( + /i ,r n( infrangi,ile era tutt il su ! r" e le &e&,ra, &a sulla !aviglia, al di s tt del tendine, aveva una vena di sangue, e la ! "riva una s ttile &e&,rana !#e era "er lui vita e & rte+ Ben!#% f sser sfiniti dalla fati!a, gli er i s"aventati all ntanar n a f r(a di re&i la nave dalla s"iaggia dell)is la+ E !ert &isera&ente

sare,,er fuggiti, s ffrend la sete e le "ene, &a, al & &ent della "arten(a, Medea disse l r 5/ate&i as! lt - i !red di " tere da s la u!!idervi 3uell)u & , !#iun3ue sia, an!#e se #a il ! r" di ,r n( , "ur!#% n n a,,ia vita instan!a,ile+ 8 i, fer&ate la nave, 3ui, "ian , in & d !#e resti fu ri dal tir delle sue "ietre, fin!#% &i a,,ia !edut e i l)avr* vint 5+ C s0 disse, e gli er i re&and " rtar n fu ri tir la nave, as"ettand 3uale "ian segret &ettesse in "era+ Ella tir* sulle g te, da a&, le "arti, le&,i del "e"l "ur"ure e sal0 sul " nte- la teneva "er &an , "assand attravers i ,an!#i, il figli di Es ne+ Qui inv !* e si "r "i(i* ! n gli in!antesi&i le C#ere & rtali, le !agne vel !i dell)Ade, !#e s)aggiran "er tutt l)etere, dand la !a!!ia ai viventi+ Tre v lte le su""li!*, tre v lte le ev !* ! n gli in!antesi&i, tre v lte ! n le "reg#iere, e, !reand si un !u re &alvagi , a&&ali* ! n !!#i ne&i!i gli !!#i dell)u & di ,r n( $ e digrignand gli &and* ! ntr ,ile &alefi!a e rri,ili i&&agini, nel su tre&end fur re+ Zeus "adre, un grande stu" re invade il &i ani& , se la & rte n n giunge s ltant ! n le &alattie e le ferite, e 3ual!un an!#e l ntan "u* far!i del &ale, ! s0 ! &e Tal s, "ur essend di ,r n( , !edette al " tere di Medea, sign ra dei filtri+ Mentre al(ava r !!e "esanti

"er ,l !!are l)a""r d , urt* la !aviglia su un s"un( ne di "ietra e ! l* l)i! re si&ile a "i &, fus + N n fu "i9 !a"a!e di reggersi in "iedi sull s! gli s" rgente+ C &e un grandissi& "in in alt sui & nti, !#e i taglialegna #ann las!iat re!is a &et2 dalle s!uri affilate, s!endend dalla f resta, e nella n tte da""ri&a i venti l s!u t n , " i si sta!!a dal !e"" e "re!i"ita, ! s0 "er " ! Tal s rest* ,ar! llante sui "iedi infati!a,ili, " i !r ll* sen(a f r(e ! n un i&&ens frastu n + Quella n tte gli er i d r&ir n a Creta$ &a 3uand s rser le "ri&e lu!i dell)al,a, ! struir n un te&"i in n re di Atena !retese, fe!er "r vvista d)a!3ua e si i&,ar!ar n "er d ""iare al "i9 "rest , a re&i, il !a" 1al& nide+ Mentre ! rrevan il vast &are di Creta, li s"avent* la n tte, !#e il " eta di!e funestala n tte tre&enda !#e n n "enetravan gli astri, n% i raggi di luna, un ner a,iss !adut dal !iel una tene,ra

s rta dai re!essi "r f ndi+ Ne""ure sa"evan se navigavan s "ra le a!3ue nel regn dei & rti,

ed affidavan al &are il l r rit rn , dis"erati, sen(a !a"ire d ve li stava " rtand + Ma Gias ne al(* le &ani e inv !* 4e, a gran v !e, !#iedend gli di salvarli, e "iangeva ang s!iat +

7r &ise !#e avre,,e " rtat innu&erev li d ni ai santuari di 7it , di A&i!le, di Ortigia+ Tu l)as! ltasti, figli di Let , e s!endesti dal !iel agli s! gli Melan(i, !#e s rg n in 3uest &are, e, ,al(at alla !i&a di una delle due ru"i, ! n la destra levasti in alt l)ar! d rat , !#e diffuse d vun3ue un !#iar re fulgente+ A""arve ai l r !!#i una "i!! la is la

delle 1" radi, " ! distante dall)is letta d)I""uridegettar n 3ui le an! re e si fer&ar n + 7rest l)aur ra t rn* a ris"lendere- gli er i ! nsa!rar n un ,el santuari ad A" ll nel , s! 'altare A &,reggiat A dand al di il n &e di Eglete, e !i : lu&in s , in ri! rd della lu!e !#e li aveva guidati$ l)is la i&"ervia la !#ia&ar n Anafe, lu g dell)a""ari(i ne, &,r s e un

"er!#% A" ll l)aveva & strata a l r in &e(( all)ang s!ia+ 4e!er i sa!rifi!i !#e si " ss n fare su una ! sta deserta, &a le an!elle fea!ie della figlia di Eeta, 3uand li vider li,are a!3ua s "ra i ti(( ni ardenti, n n trattenner il ris , l r !#e s"ess avevan vist , nella reggia di Al!in , sa!rifi!are dei , vi+

Gli er i, allegri "er 3uell s!#er( , le ri&,e!!ar n a &ale "ar le- s)a!!ese tra l r un ,land & tteggi , un s!#er( s litigi + In &e& ria del gi ! degli er i, an! r ggi le d nne dell)is la s!#er(an

all stess & d ! n gli u &ini, 3uand si ! &"i n i sa!rifi!i in n re di A" ll Eglete, il "r tett re di Anafe+ Quand s!i lser di l2 le !i&e, ! n un te&" tran3uill , Eufe& si ri! rd* di un s gn avut di n tte, "er ris"ett del figli illustre di Maia+ Gli era se&,rat !#e la ( lla divina, !#e teneva sul sen , si ,agnasse di !andide g !!e di latte, e dalla ( lla, "ur ! s0 "i!! la, e!! nas!eva una d nna, una fan!iulla, ed egli si univa ! n lei, ! l"it da desideri grandissi& , " i si "entiva ! &e d)aver " ssedut sua figlia, nutrita ! n il su latte$ &a essa l ! nf rtava ! n 3ueste d l!i "ar le5Mi !ar , i s n nata da Trit ne e s n nutri!e dei tu i figli, e n n gi2 tua figlia+ I &iei genit ri s n Trit ne e la Li,ia+ Tu las!ia&i ! n le Nereidi a vivere in &are "ress Anafe+ 8err* alla lu!e del s le "i9 tardi, e sar* "r nta ad a!! gliere i tu i dis!endenti5+ Eufe& si ri! rd* di 3uest in !u r su e l disse a Gias ne, e lui ri!#ia&and alla &ente i vati!ini di A" ll , il di sign re dei dardi, ! s0 gli ris" se5Mi !ar , !ert una grande e s"lendida gl ria ti t !!a in s rte+ 1e getti in &are la ( lla, gli dei ne farann un)is la, d ve vivrann i tu i ni" ti "i9 gi vani, gia!!#% Trit ne ti #a dat in d n 3uest "e(( di terra li,i!a$ lui te l)#a data, e nessun altr di , 3uand l)a,,ia& in! ntrat 5+ s"itale

C s0 disse ed Eufe& n n tras!ur* la ris" sta del figli di Es ne, &a liet del vati!ini s!agli* nel "r f nd la ( lla, e s rse da 3uesta l)is la detta Calliste, Bellissi&a, sa!ra nutri!e dei figli di Eufe& +

Essi "ri&a a,itar n Le&n , la terra dei 1inti, " i, 3uand i Tirreni li e,,er es"ulsi da Le&n , giunser su""li!i a 1"arta+ 7i9 tardi las!iar n 1"arta e il n ,ile figli di Autesi ne, Terante, li guid* vers Calliste, e l)is la "rese un nu v n &e da te, Terante+ Ma 3uest avvenne ,en d " i te&"i di Eufe& + 7artiti di l2, attraversar n ! &e v land il &are i&&ens e a""r dar n alla s"iaggia di Egina+ E 3ui nel fare "r vvista d)a!3ua s)i&"egnar n in una gara leale, !#i "ri& l)attingeva e la " rtava alla naveli in!al(avan insie&e il ,is gn ed un vent i&"etu s + L2 an! r ggi, !ari!and si in s"alla le anf re ! l&e, i figli dei Mir&id ni si sfidan gli uni ! n gli altri nelle gare di ! rsa+ 1iate "r "i(i, er i, figli degli i&& rtali, e 3uest &i !ant " ssa di ann in ann essere se&"re "i9 d l!e agli u &ini+ E!! &i giunt al ter&ine illustre delle v stre fati!#e, gia!!#% nessun)altra vi t !!* d " !#e f ste "artiti da Egina$ n n s rse nessuna te&"esta di vent $ tran3uilli e si!uri ! steggiaste la terra Ce!r "ia e 3uella di Aulide di 3ua dell)Eu,ea, e le terre dei L !resi O"un(i,

e lieta&ente s,ar!aste alla riva di 7agase

Potrebbero piacerti anche