Sei sulla pagina 1di 38

--- Scenari 2015 ---

Uno sguardo al futuro

Scenari per il 2015

Cosa ci aspetta nei prossimi anni?

1
--- Scenari 2015 ---

tratto da:
informazione scorretta

La fonte di questo documento é disponibile su internet:

https://docs.google.com/Doc?
docid=0AfSkSU7QgVrhZGZ2d3R3cmRfNDU4Y2M2d21iNWo&hl=en

2
--- Scenari 2015 ---

Indice
Scenari per il 2015................................................................................................................................1
Cosa ci aspetta nei prossimi anni?........................................................................................................1
Analisi
..............................................................................................................................................................6
Parole più usate................................................................................................................................8
Singoli eventi...................................................................................................................................9
Catastrofi Naturali.......................................................................................................................9
Pandemie...................................................................................................................................10
Guerra........................................................................................................................................10
Carenza di risorse......................................................................................................................11
Collasso economico..................................................................................................................12
Il voto sugli scenari........................................................................................................................13
Gli Scenari 2015 ................................................................................................................................17
Gli scenari che seguono sono pubblicati cosí come sono stati scritti, con un minimo di editing per
facilitarne la lettura.
............................................................................................................................................................17
Anonimo: 2015 versione 1.1 .............................................................................................................17
B: il postino .......................................................................................................................................17
Capretta: ricostruzione .......................................................................................................................17
Claudio: la resistenza .........................................................................................................................18
Corvo: Long crisis .............................................................................................................................20
Donato Cavallo: Deus ex machina ....................................................................................................23
Ercole28: stile Goebbels ....................................................................................................................24
Fantomas: Depressione ......................................................................................................................24
Faurio: depopolazione .......................................................................................................................24
Goodlights: la casa nella Prateria ......................................................................................................25
Kermitilrospo: Sanremo 2015 ...........................................................................................................26
LucaIlPazzo: la rossa Nuvola ............................................................................................................26
Microcosmo: NWO ...........................................................................................................................27
Noel: anticorpi ...................................................................................................................................27
Pluto: I guerriglieri ............................................................................................................................28
Rumenta: comune Vs Totalitarismo ..................................................................................................29
TAP: Esito Omega var B ...................................................................................................................29
Fuori concorso....................................................................................................................................29
TAP: Esito omega var. A ...................................................................................................................30
Fuori concorso....................................................................................................................................30
Uzzo: new feudalism .........................................................................................................................31
Yuma: il Nonno .................................................................................................................................32
Zita: la buriana ...................................................................................................................................33
fiore: l'artista ......................................................................................................................................33
tao: decrescita ....................................................................................................................................33
Appendice 1

risultati non spuriati dei falsi palesi


............................................................................................................................................................35

3
--- Scenari 2015 ---

4
--- Scenari 2015 ---

Prefazione
Da diverso tempo seguivo Informazione Scorretta. L'ottimo blog del fantomatico Felice Capretta
che rumina le notizie che sfuggono ai Mass Media tradizionali.
Inizialmente in silenzio, successivamente, stimolato dalla discussione di ottimo livello nei
commenti mi ero deciso ad uscire dall'anonimato e iniziare a discutere con la comunità.
Il tema portante del Blog é la situazione economica, descritta con grande puntualità e un pizzico di
senso dell'umorismo.

Il brillante Felice però difficilmente si pronuncia sul significato delle notizie spesso inquietanti che
sagacemente scova.
Che significano queste notizie? Cosa ci aspetta nei prossimi anni?

Altri commentatori lo facevano ma mai in maniera estesa.


Di qui il mio invito a scrivere in forma libera degli scenari per il medio termine.

Come sarà il 2015?

L'invito é stato raccolto con entusiasmo e numerosi autori hanno postato la loro versione del futuro.
Vorrei ringraziare tutti loro per il prezioso contributo.
Alcuni sono stati postati troppo tardi per potere essere votati.
Sono tutti raccolti nella seconda parte di questo documento.
Se non li conoscete ancora é consigliabile iniziare a leggere da li.

Numerosi scenari alternativi sono stati proposti durante la successiva votazione solo come nome, fra
i più originali da citare:
“Repubrica Sarda Indipendenti”, “mela e foglia di fico”,” mangiapalline”, “Son <SNIP> per tutti”,
“a giocare col secchiello a Tripoli”
e cosí via.

Tutti i lettori del Blog sono stati invitati a votare per uno o più degli scenari e a stimare l'impatto di
alcuni fattore chiave presenti in diversi scenari.

5
--- Scenari 2015 ---

Analisi

La matrice
Tutti gli scenari pervenuti sono stati organizzati in una matrice a nove settori.
In orizzontale il livello di disgregazione sociale e in verticale quello economico.

6
--- Scenari 2015 ---

I settori rappresentano 9 condizioni o super scenari.

Wall street: In questo scenario dopo una recessione più o meno lunga scenario tutto continua più o
meno come prima.

Syriana: I conflitti legati alla spartizione della ricchezza residua diventano più frequenti e più gravi.
Vengono però combattutti in guerre di Proxy. I ricchi divengono sempre di meno e sempre più
ricchi. I poveri sempre più poveri.

WWIII: Come il precendente ma una qualche scintilla fa esplodere la situazione in un conflitto


generalizzato.

The Mormons:La crisi economica é talmente grave che si é costretti ad andare a un livello di
consumo molto più basso dell'attuale. La società si adatta senza collassare. Una società solidale di
risparmio risulta voncente, i conflitti sono bassi.

Middle: La crisi diventa permanente e non vi é ripresa ,ma nemmeno collasso. Il declino sociale é
costante ma non traumatico. Le guerre sono presenti ma rimangono circostritte.

Distopia: In una situazione di decrescita progressiva economica l'uso della violenza é divenuto la
regola. I più forti impongono le loro ragioni e si prendono tutto, lasciando ai deboli più fortunati (?)
la vita.

New Age: l'attuale sistema economico é completamente collassato ma senza che questo abbia
causato conflitti. Un nuovo mondo si é creato basato su valori spirituali.

Medio Evo: al completo crash economico é subentrata una situazione di diffusa frammentazione
sociale.

Mad Max: è lo scenario più estremo. Una situazione di conflitto perpetuo che é seguito a un crollo
verticale del sistema economico.

Parole più usate


La scelta delle parole usate trasversalmente in tutti i testi può dare indicazioni preziose su cosa ci
aspetta.

Nell'immagine che segue si vedono le parole più frequentemente usate negli scenari. termini più
grandi sono state usati più spesso.

7
--- Scenari 2015 ---

Guerra e Crisi sono in particolare evidenza e indicano i problemi.

Famiglia e Casa sembrano indicare il rifugio.

Interessante é la frequenza di parole che indicano temporalità:


ormai, già, sempre, poi, ora, oggi, fine, quando.

Il voto
Come dicevo prima i lettori del blog hanno votato ciò che ritenevano migliore o più probabile. Sono
arrivati 314 voti, una novantina dei quali sono stati riconosciuti come falsi (87 provenivano dallo
stesso indirizzo).
Chiaramente questo voto non ha un carattere di rappresentatività statistica. D'altro canto i lettori di
un blog come Informazione Scorretta si possono considerare come Subject matter experts ovvero
più interessati e informati della media. Il loro giudizio puó aiutare a formare quello del lettore.

Singoli eventi
Partiamo dai singoli eventi.
Oltre che a votare sugli scenari ai lettori di “informazione scorretta” é stato chiesto di stimare
l'impatto di alcuni indicatori di crisi nel 2015. Ognuno poteva dare più risposte quindi a volte il

8
--- Scenari 2015 ---

risultato é più grande del 100%

Catastrofi Naturali
Catastrofi naturali

15% 18%

21%
22%
1 insignificante
24% 2
3
4
5 rilevante

Il lettori del blog informazione scorretta sono di parere diviso sulla rilevanza di catastrofi
naturali. Il 40% di loro pensa che esse saranno abbastanza o molto rilevanti nel 2015.

Ben il 24% sceglie una posizione mediana, rivelando una grande incertezza su questo punto.

Pandemie
Alla fine del 2009 la pandemia é un tema sui giornali di tutto il mondo.
Ma il 57 % dei lettori del Blog ritengono che essa sarà poco rilevante o insignificante nel 2015.
Questo é il punto che ha avuto il più alto punteggio di „insignificante“ con il 19%.

Pandemie

7%
19%
15%

1 insignificante
2
21% 3
38% 4
5 rilevante

9
--- Scenari 2015 ---

Guerra
In tempi di crisi spesso le tensioni sfociano in guerre, interne o esterne. Le posizioni estreme sono
nette: il 18% di coloro che hanno votato pensa che esse saranno estremamente rilevanti contro un
4% che le ritiene insignificanti. Considerando anche le ali si arriva a un quadro più bilanciato con
un 43% di ottimisti contrapposto al 40% dei pessimisti.

Guerra Civile o fra stati

4%
18%

39% 1 insignificante
22% 2
3
4
17% 5 rilevante

Carenza di risorse
Opinione alla pari sulla disponibilità di risorse.
I preoccupati per una carenza di risorse rilevante o grave nel 2015 sono il 48%. mentre il 43% pensa
che il problema sarà poco o per nulla significativo.

10
--- Scenari 2015 ---

Carenza di risorse

3%
27%

40% 1 insignificante
2
3
21% 4
5 rilevante
9%

Collasso economico
Una chiara maggioranza del 53% si pronuncia per un collasso economico estremo (33%) o molto
rilevante (21%). E sull'economia che si ha la maggiore polarizzazione con solo un 4% che sceglie
una posizione mediana.

Collasso economico

1%
33%
40% 1 insignificante
2
3
4
4% 21% 5 rilevante

11
--- Scenari 2015 ---

Il voto sugli scenari


Chi ha vinto alla fine?

12
--- Scenari 2015 ---

Scenari 2015

Other 25

LucaIlPazzo: la rossa Nuvola 3

Anonimo: 2015 versione 1.1 2

Pluto: I guerriglieri 18

Rumenta: comune Vs Totalitarismo 6

tao: decrescita 18

Yuma: il Nonno 5

Ercole28: stile Goebbels 1

Uzzo: new feudalism 18

Noel: anticorpi 2

B: il postino 1

fiore: l'artista 1

Claudio: la resistenza 18

Capretta: ricostruzione 16

Goodlights: la casa nella Prateria 8

Microcosmo: NWO 9

Zita: la buriana 2

Fantomas: Depressione 16

Faurio: depopolazione 8

Sanremo 2015 9

0 5 10 15 20 25 30

Potete vedere sopra i risultati.


Non vi é stato un consenso generalizzato su uno scenario preciso.

13
--- Scenari 2015 ---

4 su 20 scenari hanno ricevuto un identico numero di voti (18:)


• tao: decrescita
• Pluto: I guerriglieri
• Uzzo: new feudalism
• Claudio: la resistenza

quindi questi sono i „vincitori“.

A soli 2 click di distanza, a pari merito con 16 voti, troviamo „Capretta: ricostruzione“ e „Fantomas:
Depressione“ al secondo posto .

3 su 4 scenari con il più alto numero di voti si trovano nei settori in basso a sinistra della Matrice.
Cosa che indica un pessimismo diffuso dei lettori che polarizza sulle situazioni estreme.
Low Disgregazione sociale High
2015 Scenario
una discussione su "inf ormazione scorretta"
e.g. f ew soc. changes Medium e.g. war
e.g. social riots
Diagramma by Corvo

Wa ll stre et S yri an a WWWIII


Low Kermitilrospo:
eg. f ew ec. ref orm Sanremo 2015 / e
Faurio: depopolazione

Fantomas:
Depressione

Zita: la buriana
Microcosmo: NWO Di sto pi a
Disgregazione economica
Medium
Goodlights: la casa Capretta:
suply chain failure nella Prateria ricostruzione Claudio: la
resistenza

fiore: l'artista
B: il postino TAP: Esito Omega
Noel: anticorpi v ar B

Uzzo: new feudalism Ercole28: stile


T h e Mormons Goebbels

Yuma: il Nonno
High Corv o: Long crisis Rumenta: comune Pluto: I guerriglieri
severe shortages Vs Totalitarismo

Tao: decrescita
Anonimo: 2015 LucaIlPazzo: la
v ersione 1.1 rossa Nuv ola

Legend
TAP: Esito omega
In tim ista Var. A
Donato Cav allo:
ge ne ral i sta Deus ex machina NEW AGE M ed i o Evo
Mad Max

http://in form a zi o ne scorretta .b l og sp o t.com /2 00 9/0 9/pre vi si on i-d el -tem p o-d el l a-fed .htm l

14
--- Scenari 2015 ---

Considerando però tutti i voti lo scenario aggregato vincente é quello “Medio”, con il 28% dei voti.
„Mad Max“ il più estremo é al secondo posto con il 18% della „fiducia“.

Settori
Wall Street Mad Max
25 29
WWIII
16% 18%
8
5%
The Mormons Medio Evo
12 18
8% New
11%Age
5
3%
Distopia
middle 18
45 11%
28%

15
--- Scenari 2015 ---

Gli Scenari 2015


Gli scenari che seguono sono pubblicati cosí come sono stati scritti, con un minimo di editing per
facilitarne la lettura.

Anonimo: 2015 versione 1.1

visto che era diventato certo il collasso del dollaro, gli USA studiarono una exit strategy
guerrafondaia nei confronti dell'Iran per creare la fattispecie di un caos controllabile.

Ciò non fù messo in atto in tempo in quanto furono messe in atto serie minaccie nei confronti di
Israele. Le centrali nucleari in fase di costruzione in Iran furono bombardate e scoppiò il caos. Il
petrolio salì nel giro di pochi giorni a $400 al barile, il dollaro crollò a 30 centesimi di euro. Il barile
fu smesso di essere contrattato in dollari e si blocco l'intero apparato di contrattazioni.

Il mondo si fermò e andarono in default tutte le economie su di esso basate. Scoppiarono rivolte
che andarono avanti nelle grandi metropoli per moltissimi mesi. Fu la guerra civile mondiale. Nel
giro di qualche giorno le banche chiuserò, solo alcuni riuscirono a prelevare qualcosa che però non
fecero in tempo a spendere per beni barattabili.

In Italia, intere parti del meridione caddero nel controllo di clan in acerrimo contrasto tra di loro, lo
stato assente. Un flusso costante di persone lasciavano le metropoli per trasferirsi verso le
campagne dove era ritornato in auge il brigantaggio. L'estrema sinistra si era ricompattata su
posizioni maoiste cercando di ripercorrere la storia della II guerra mondiale. Nelle regioni del nord
la guerra civile imperversava tra secessionisti, nazionalisti e comunisti. Lo stato non esisteva più.
Era come vivere in Liguria nell'inverno del '44, solo che non c'era il miraggio delle navi che male
che vada mi porteranno in America, in quanto l'America non c'era più.

B: il postino

allora partendo dall'assunto che già faccio fatica a capire cosa farò la prossima settimana ....

ed immaginando un crack come quello raccontato: ... direi che è una bella opportunità .... potrei
mettermi in via e portar notizie da un amico all'altro viaggiando a dorso di mula ... offro notizie in
cambio di un piatto di minestra ahahah ;-)

Capretta: ricostruzione

Posso però vedere il futuro nella misura in cui le sue condizioni sono già presenti oggi.

Chi ha il potere lotterà con tutte le sue forze per mantenerlo.

Le frizioni aumenteranno. La fase della dissezione geopolitica globale entrerà nel suo vivo.

Nonostante questo, tutto resterà apparentemente com'e' ora fino al punto di rottura.

16
--- Scenari 2015 ---

Al punto di rottura, chi pensa che le uova si trovano solo al supermarket dovrà combattere
duramente per l'ultimo uovo.

Questo varrà per le persone, le organizzazioni e le nazioni. (Scenario Pluto e altri :- )

Chi invece sa che le uova le fanno le galline sarà in campagna a raccogliere le uova. (Scenario
Goodlights e altri)

I due scenari potrebbero anche convivere per un po'.

Alla lunga, uno dei due è destinato a prevalere.

Penso che nel lungo periodo prevarrà lo scenario Goodlights, semplicemente perchè...

ogni azione distruttiva è guidata dalla distruzione è per sua natura destinata ad essere distrutta,
mentre ogni azione costruttiva genera qualcosa che è destinata a generare altro.

Claudio: la resistenza

Settembre 2009

Anche se in TV e sui giornali si scorgono notizie sulla ripresa, sempre piu' persone con il passare
del tempo hanno difficolta' a mantenere il loro posto di lavoro.

Per il momento nessuna fase di disordine sociale e' in vista, le persone hanno ancora di che vivere,
gli ammortizzatori sociali rallentano la disfatta.

Gli eccessi per molti non sono piu' permessi, ma comunque si riesce ancora a sbarcare il lunario.

Sono ormai passati 6 mesi.

Grazie al mio posto statale sicuro abbiamo ancora di che vivere ma intorno a me le cose non sono
rosee.

La moglie non lavora piu', molti amici vedono ridursi all'osso il loro sussidio di disoccupazione,
anche la nostra famiglia ha eliminato il superfluo e quello che si guadagna viene investito in scorte
di cibo.

Si riesce ancora ad aiutare qualche parente non fortunato come noi, ma ormai sia noi che gli altri
non crediamo più alle frasi ottimiste che ci vengono propinate in TV.

Aprile 2010

17
--- Scenari 2015 ---

Dopo mesi di bombardamento mediatico, gli USA dietro la bandiera dell'ONU e con l'approvazione
dello stesso, dichiarano guerra all' Iran.

Basta, la minaccia nucleare è troppo grande, bisogna intervenire.

La guerra ha inizio.

Ottobre 2010

Sono ormai passati 6 mesi dall'inizio della guerra, la benzina ha raggiunto prezzi enormi 2,5 Euro al
litro. L'attenzione e' tutta rivolta alle azioni di guerra e ai bollettini sui morti.

Doveva essere un'altra guerra lampo ma l'Iran e' risultato un nemico piu' ostico del previsto, grazie
anche ai suoi alleati come la Siria, Gaza e Libano.

Sembra che la crisi sia svanita o perlomeno non se ne parla piu'.

Gli amici e parenti disoccupati hanno terminato i loro sussidi.

La situazione e' identica anche per tutte le altre persone colpite un anno prima dalla crisi economica.

I malumori aumentano nelle citta' si osservano i primi disordini.

La TV continua a rassicurare.

Aprile 2011

La disfatta.

Anche l'America latina entra nel conflitto alleandosi con l' Iran.

Probabilmente gli interessi petroliferi sono talmente alti da non poter restare fuori dal conflitto.

La chiamata alle armi diventa obbligatoria.

I disordini in città sono altissimi, chi non ha piu' di che vivere si unisce a chi e' contrario alla guerra,
questi movimenti iniziano in tutto il mondo anche in medio oriente.

C'e' chi parte per la guerra, chi invece diserta ma combatte per le strade contro un sistema che
manda a morire la propria gente solo per i propri interessi economici.

Grazie a Dio chi aderisce alla chiamata alle armi e' in netta minoranza rispetto ai disertori.

Le persone non vogliono morire per un nemico invisibile, ma hanno abbastanza rabbia e coraggio
per combatterne uno reale.

Io sono uno di loro, ovviamente in quanto disertore ho perso il mio posto di lavoro.

18
--- Scenari 2015 ---

La mia famiglia si e' trasferita in aperta campagna dai suoceri in una vecchia corte toscana.

Si aiutano tra di loro, hanno abbastanza terreno da coltivare, con i loro vicini di corte (con i quali
prima non si potevano vedere) adesso si aiutano a vicenda. Meno male, almeno loro sono al sicuro.

Io vivo al minuto insieme alla resistenza, si vive di stenti ma la voglia di cambiamento e' talmente
alta che ci spinge ad andare avanti.

Settembre 2011

Gli eserciti di tutto il mondo sono costretti a rientrare all'interno dei loro confini. Non possono
affrontare l'onere della guerra unito a quello dei disordini sociali.

La resistenza e' sempre più forte, tra i soldati di tutto il mondo incominciano le diserzioni unendosi
di conseguenza alla resistenza stessa.

Gennaio 2012

La resistenza mondiale e' ormai ad un passo dalla vittoria, Italia, Francia, Spagna e tanti altri stati
hanno ormai capitolato e quei pochi che resistono hanno le ore contate.

Un nuovo ordine sta ormai prendendo piede, sta adesso a noi decidere cosa fare e a non ripetere gli
stessi errori.

Stanco e provato ritorno dalla mia famiglia in Toscana.

Gennaio 2015

Sono ormai passati 3 anni e il ricordo della guerra e' ancora forte, la ricostruzione non e' facile ma
procede.

Ormai l'aiutarsi a vicenda fa parte della cultura dei nostri figli.

Il nuovo ordine e' iniziato e i nostri figli ne saranno i portavoce.

Fine.

Corvo: Long crisis

Fuori concorso

Oggi é il 21 dicembre 2015.


Sono passati 3 anni dall'EVENTO e ci stiamo lentamente iniziando a riprendere.
Per quest'inverno che sta per entrare abbiamo abbastanza cibo e legna e non morirà nessuno.
Stiamo qui davanti al camino e vegliamo in questa lunga notte d'inverno, aspettando il ritorno del
Sole.
Scrivo queste note sulle ultime pagine di un vecchio quaderno.

19
--- Scenari 2015 ---

Come si faceva la carta?

Sembrano passati secoli eppure sono solo 5,no 6 anni.


Fu allora che tutto iniziò.

I segni erano già presenti da anni ma tutti li avevano ignorati.


Li volevamo ignorare.
La gente diceva che tutto era sempre andato in quella maniera e che quindi una soluzione si sarebbe
trovata.
Erano pazzi.
No, ERAVAMO tutti folli.

Il crash economico era avvenuto nel 2008 quando il Picco dei Picchi era stato raggiunto.
Le borse erano collassate. Per evitare il peggio i governi avevano pompato somme enormi di denaro
sul mercato.

Fine 2009
Dopo una prima reazione positiva era iniziata la Stagflaction: ovvero una combinazione di
stagnazione economica combinata a inflazione a due cifre.

Alcune monete avevano tenuto meglio di altre ma la capacità del potere di acquisto della cosiddetta
classe media si andò deteriorando velocemente a partire dal 2009.

Giugno 2010
A metà del 2010 il malcontento sociale sboccò in una ritrovata partecipazione politica che portò a
rapidi cambi di governo in molte nazioni europee.
Nuove forze andarono al potere promettendo di risolvere la situazione. Si ebbe l'impressione che
qualcosa sarebbe cambiato.
Una delle prime misure dei nuovi governi Europei fu di interrompere la guerra in Afganistan. Cosa
che causò nel corso del 2010 un pesante raffreddamento dei rapporti all'interno della NATO. Gli
americani, che stavano soffrendo la crisi più di tutti, approfittarono del momento politico per
chiudere diverse costose basi europee come “protesta”. Nuove basi furono create nei paesi dell'Est
Europa. A parte questi passi di politica estera, i governi “progressisti” non portarono quei
cambiamenti radicali che la popolazione si aspettava.
2011
All'inizio del 2011 la situazione sociale si era ulteriormente deteriorata. I PIGS stavano peggio di
tutti di fronte ai lupi della crisi.
I piccoli porcellini di Europa, Portogallo, Italia, Grecia e Spagna sperimentarono diverse rivolte
metà 2011 che furono soffocate nel sangue dalla polizia. Come reazione la “civile” Unione europea
decise di espellerli. Mentre che c'era si liberò anche dell'est per ripicca contro la spaccatura in
politica estera.
Alla fine del 2011 la EU si era spaccata in tre parti: PIGS, EST e centro Europa.

20
--- Scenari 2015 ---

Gli stati ricchi del centro Europa continuavano a definirsi Unione Europea. Con una rete sociale
ancora funzionante Germania, Francia e scandinavia se la cavarono un poco meglio ma solo a
prezzo di continue riduzioni delle libertà civili.
Gli stati dell'est, avevano una tradizione di settanta anni di tempi duri e li le reti sociali erano ancora
forti. Non se la cavarono male inizialmente.
Quelli messi peggio continuavano ad essere i PIGS che soggetti a continui sconvolgimenti
sperimentarono una situazione simile alla Germania di Weimar.
Scioperi e manifestazioni erano all'ordine del giorno e i governi erano paralizzati e non riuscivano a
rispondere.
2012
Come era da prevedere il popolo impaurito invocò l'ordine e l'invocazione funzionò: i militari
organizzarono un colpo di stato. L'esercito si affiancò ovunque alla polizia e le libertà civili furono
sospese “fino alla fine della crisi” .
nel primo trimestre del 2012 i PIGS erano governati da regimi autoritari.
Dappertutto chi poteva abbandonava le città e si trasferiva in campagna. I disperati invece
continuano a cercare opportunità nei grossi centri.

Primavera 2012
All'inizio della primavera dell'anno 2012 l'Europa si trova in una situazione economica peggiore
che durante la grande depressione all'inizio degli anni '30. Un inverno mite ma rovinoso per la era
appena passato.
La disoccupazione é aumentata del 300% rispetto al 2008. Negli Stati Uniti la situazione é ancora
peggiore con circa 50 milioni di disoccupati senza lavoro. Blocchi di stati dichiarano la secessione
dall'unione “comunista”. L'unione richiama tutte le truppe dall'estero e minaccia la guerra ma i
secessionisti si appoggiano a varie potenze (Cina, Europa, etc).

I sacrifici economici che una grossa parte della popolazione aveva fatto, con la speranza di un
futuro migliore nel mondo globalizzato, si erano dimostrati inutili. La fiducia nei politici di
qualunque colore é a un livello bassissimo.
In questa atmosfera infuocata scoppia nel Medio oriente una guerra che rischia di infiammare il
mondo intero. Un movimento popolare per la pace si schiera in Europa e nel mondo e la
diplomazia ha la meglio.

Ma con il 30% di disoccupazione “reale” in Italia la situazione economica é divenuta ormai


insostenibile.
Incurante del divieto di manifestazione e di sciopero gli Italiani scendendo di nuovo nelle strade a
protestare, l'agitazione paralizza il paese. Anche in Francia la situazione si ideologizza spinta da un
nuovo movimento ispirato alla Comune.
In entrambi gli stati le proteste, partite dalle capitali si estendono alla provincia e divengono rivolte.
L'esercito interviene violentemente ma senza riuscire a fermare la protesta.
Nei due paesi esse si estendono e si organizzano e divengono una vera e propria guerra civile.
In Italia le due fazioni si definiscono “destra” (al governo) e “sinistra”. In Francia si parla di
Centralisti (al governo) e Localisti.
Durante la guerra civile italiana la Città del Vaticano é coinvolta negli scontri e il Papa decide di
fuggire in Germania.

21
--- Scenari 2015 ---

Nel resto d'Europa i popoli guardano ai Francesi e agli Italiani e si preparano a insorgere.

La Russia che é in una crisi profonda “per colpa degli americani e degli Europei” decide di
approfittare del caos.

Estate 2012
Usando un vecchio piano sovietico le truppe russe invadono l'Europa divise in tre armate. Una delle
quali entra in Italia passando dai Balcani e dal Nord Ovest.
La sorpresa é totale e la NATO non riesce ad organizzare una difesa. Un contrattacco atomico é
respinto da tutte le parti.
In Italia i Russi arrivano fino a Roma e a Genova. In Germania vengono fermati sulla linea del
Reno con un combattimento furioso.
A quel punto gli Europei effettuano un attacco chimico che parte dal baltico e attraverso Praga
arriva fino al Donau.

L'azione é pensata per impedire ai rifornimenti russi di passare.


I russi privi di rifornimenti si devono ritirare ma non possono andare a Est a causa della striscia
chimica.
Ecco che convergono nel centro della Germania da sud e da nord.
Qui ha luogo la battaglia più grande della Guerra.
I russi vengono sconfitti ma la Guerra é lontana dall'essere conclusa...

Fine 2012
Dove le cose cominciano ad essere molto strane

é in quel momento che accadde l'Evento.


Nessuno lo aspettava veramente, nemmeno quei fanatici che lo avevano profetizzato per anni.
Quando successe non erano preparati nemmeno loro.

La maggior parte delle vittime non fu a causa dei terremoti o del buio.
La maggior parte di loro morí semplicemente di Paura.
Soprattutto i membri delle Elité, che nei loro Bunker profondi 2 Chilometri, nelle loro città
artificiali si erano sentiti al sicuro da tutto.
Ma non erano riusciti a proteggersi da loro stessi.
Non é sopravvissuto nemmeno uno.

Li abbiamo trovati aggrappati alle loro console di Comando e Controllo e non dimenticherò mai le
loro espressioni.

Paura Nera.
La chiamiamo cosí, le rare volte che ne parliamo.

E noi? Perché noi siamo ancora vivi?


A distanza di 3 anni non so se sono ancora pronto a parlarne.
Quello che posso dire é che i migliori sono tutti andati... insieme ai peggiori ma sui loro volti non
c'era paura, anzi.

Perché siamo sopravvissuti?

22
--- Scenari 2015 ---

É un premio o una punizione?

O semplicemente siamo i mediocri rimasti nel purgatorio?

Donato Cavallo: Deus ex machina

Fuori concorso
Nel giro di tre/quattro anni si assiste ad una convergenza sistemica delle crisi economica, sociale,
culturale, nonchè crisi delle identità individuali di fronte allo sgretolamento di tutto ciò in cui
avevano creduto...

Si tratta sostanzialmente del crollo della società occidentale...

Lo scenario è simile quello descritto da Lucailpazzo, con l'aggiunta di manifestazioni di follia


collettiva e rapida decimazione della popolazione.

Ma ciò riguarderà soltanto coloro (la maggior parte della popolazione)che resteranno
disperatamente attaccati agli antichi valori (materialismo, predominio,sopraffazione,
individualismo, egoismo, ecc....). Chi invece avrà aperto il proprio cuore e rinnovato la propria
mente, orientandosi verso i "nuovi" valori (solidarietà, rispetto, riallineamento con la natura,
altruismo, condivisione, amore incondizionato verso il prossimo..., poco prima di essere travolto dal
tracollo generale, riceverà un inatteso e inconcepibile aiuto da "entità soprannaturali" che da sempre
hanno il compito di seguire ed aiutare l'evoluzione della famiglia umana...

Queste persone verranno guidate in una fase di transizione protetta (in comunità appartate) mentre il
mondo si "purifica".

Sarà poi loro compito costruire un mondo nuovo..

Ercole28: stile Goebbels

provo ad andare avanti come ho sempre fatto, e se le cose dovessero virare al peggio (scenario
PLUTO) schiaccio tra i denti la capsula di cianuro, e addioooooooo.

Fantomas: Depressione

2015, quinto anno di lenta ricrescita, saremo probabilmente ancora a - 10% sul 2008.

Disoccupazione ridotta ma salari da fame per effetto della rilocalozzazione delle industrie, sviluppo
importante della domanda interna, probabile calo generalizzato degli immobili, se non crollo,
amnistia finanziaria per tutte le insolvenze immobiliari, spero non a seguito di qualche esecrabile
episodio di giustizia sommaria nei confronti di qualche direttore di filiale di banca.

Entro il 2011 maxi prelievo statale sui depositi bancari, sugli stipendi, riduzione complessiva dei
salari anche soltanto per inflazione.

Scopriremo che il debito pubblico non riguarda soltanto il nostro vicino di casa, ma è anche nostro.

23
--- Scenari 2015 ---

Lentamente dal 2010 si riparte, ma niente sarà più come prima.

Questa è stata l'ultima estate di prosperità.

Forse staremo meglio... forse si riscoprirà il senso della solidarietà tra le persone, forse qulcuno
ricomincierà a dirmi grazie perchè magari gli cedo il passo...

Faurio: depopolazione

l'economia sarà finalmente in lenta fase di ripresa.

I tanti che negli anni scorsi avevano perso il lavoro ora cominciano a ritrovare nuovi posti ma gli
stipendi sono più bassi anche a causa dell'inflazione.

In Italia il problema principale saranno i servizi primari quali scuola, sanità e trasporti che a causa
della crisi arriveranno a livelli mai prima così scadenti.

Il degrado sociale sarà sempre più evidente, e lo stato, con sempre minori mezzi a disposizione, farà
sempre più fatica a mantenere l'ordine per cui fioriranno zone blindate controllate da guardie
private.

La classe media sparirà e solo pochi potranno permettersi servizi decenti.

Potrebbe anche verificarsi la possibilità di una grave epidemia che sfoltisca un poco la popolazione
mondiale, soprattutto in asia ed africa.

I non vaccinati saranno destinati alla morte. Questo bloccherà ulteriormente l'economia
costringendo le nazioni ad un maggiore ricorso alle produzioni interne.

Potrebbe scoppiare anche una guerra, ed in questo caso dovrà essere necessariamente coinvolta la
Cina in contrapposizione al resto del mondo. Le loro ambizioni espansionistiche verranno
ridimensionate in tutto il mondo. Forse la scintilla potrebbe essere l'Iran oppure un conflitto
India/Pakistan che poi infiamma tutta l'area asiatica.

Ovviamente noi europei saremmo coinvolti con gli stati uniti e forse dovremo contrastare anche un
attacco del mondo arabo in cerca di espansione o semplicemente di considerazione.

Molto probabile l'utilizzo di bombe atomiche.

Goodlights: la casa nella Prateria

non ho la più pallida idea di quello che succederà nel resto dell'emisfero, ma ho ben chiaro in testa
dove vorrei essere io:

in uno stupendo casale vista lago situato in un piccolissimo borgo di appena 7 costruzioni;

24
--- Scenari 2015 ---

avrò un bell'orto, un frutteto, qualche animale da cortile, due caprette e un asinello; pannelli solari e
cisterne per il recupero dell'acqua piovana.

baratterò frutta, verdura, uova e latte di capra con i vicini, che so io, in cambio magari di pelli,
formaggio, miele,...

farò il pane in casa, le marmellate e tante belle crostate di frutta modello "casa nella prateria"

:-)

Kermitilrospo: Sanremo 2015

febbraio 2015, forse marzo: io in poltrona mi godo il digitale terrestre. Un uomo anziano, coi capelli
neri (sembrano finti) parla in pubblico da un palco a SanREmo. Dice che anche lui da giovane
cantava, ma adesso ha troppo da lavorare per rilanciare il paese nel posto che si merita nello
scenario internazionale che si è venuto a creare dopo la crisi degli anni precedenti. Poi saluta tutti e
se ne va, col suo sorriso perenne e quella camminata strana, che può avere solo un uomo coi tacchi.
Quindi dissolvenza, sto per cambiare canale ma mi diverte guardare la pubblicità che danno
ultimamente... peccato che sia in cinese e non ci capisco una mazza.

LucaIlPazzo: la rossa Nuvola

Il telegiornale delle sera, all'inizio dell'anno duemilaundicesimo dell' epoca di Nostro Signore Gesù
Cristo (2010) rassicurava gli spettatori che le prostitute pagate dal politico al potere erano state
finanziate con fondi privati e l'opposizione mentiva sul fatto che fossero state aperte le casse dello
Stato per compensare il servizio sociale offerto. Il Governo non sarebbe caduto. La notizia
successiva diceva che le statistiche delle vendite di Natale, appena passato erano leggermente in
calo, ma che grazie ai saldi si erano potuti fare buoni affari e i negozinti comunque temevano una
stagione peggiore.

La juve aveva vinto e il Milan pure, così tutti contenti andavano a dormire per riprendere il lavoro
dopo il fine settimana.

Al risveglio la radiosveglia invitava la popolazione a rimanere in casa fino al pomeriggio. Di non


uscire per andare al lavoro, di non portare i figli a scuola. Ulteriori notizie sarebbero state date in
seguito.

Ormai la famiglia era completamente sveglia e guardava dalle finestre per vedere che succedeva:
passavano le macchine della polizia e invitavano chi era fuori a rientrare. I più agitati venivano
portati via.

La tv era in edizione straordinaria. Spiegava che per motivi straordinari le banche erano state
bloccate insieme ai conti correnti ma che presto sarebbero state riaperte. Altre notizie sarebbero
state comunicate presto.

25
--- Scenari 2015 ---

Il pomeriggio veniva diffusa la notizia che gli Stati Uniti e l'Inghilterra avevano dichiarato il
default. Ma che era tutto sotto controllo. Invece oltreoceano, via satellite la CNN trasmetteva
immagini dell'America in fase di tumulto: nei ghetti degli afroamericani iniziavano casi di
saccheggio.

Arriva la sera anche in Italia: si sentono delle sirene degli allarmi: incoraggiati dallo scuro alcuni
gruppi, prima di sbandati poi di padri di famiglia iniziavano i saccheggi nei supermercati. La polizia
era costretta a sparare per disperdere le folle che si ricomponevano in altri luoghi o più tardi sempre
lì.

Al mattino la devastazione si presentava agli occhi di tutti: strade vuote con qualche cadavere qua e
là. Supermercati razziati, negozi con le saracinesche sventrate.

Chi non era sceso a saccheggiare si chiedeva che avrebbe mangiato e scendendo di soppiatto nel
viicolo comprava con l'anello nuziale un chilo di pane e tre bistecche da un venditore della borsa
nera. Sarebbe stato da quel momento il migliore acquisto che avrebbe più fatto. Tutta la giornata in
casa fino a sera: poi ad uscie per cercare qualcosa rimasto nei negozi. Qualcuno venne ucciso per
l'ultima scatoletta di tonno trovata sotto un bancale.

La polizia ormai sparava a vista.

Il giorno successivo la fame spinse le persone nelle strade incuranti della polizia che ormai
scappava di fronte ai raduni sponanei.

La gente distruggeva ciò che ancora era rimasto: negozi, edifici pubblici.

In alcune case dove si sapeva abitavano anziani, gruppi di sciacalli avevano fatto irruzione per
portare via ciò che trovavano. Nella maggior parte dei casi gli abitanti venivano picchiati a morte. I
cadaveri rimasero per giorni dimenticati dalla pietà comune.

Cani, gatti e animali domestici divennero preziosa merce di scambio pagati con gioielli d'oro. La
sera si vedevano donne offrire il proprio corpo lungo le strade in cambio di conserve.

Poi il cielo si fece rosso. Al terzo giorno senza manutenzione una centrale nucleare era esplosa e
infettava il cielo e la terra. Cadde la pioggia pregna di polveri nere: chi vi si era trovato sotto
casualmente aveva scottature sparse per il corpo. Gli altri si ammalarono nel giro di pochi mesi a
causa delle altre centrali nucleari esplose nel globo.

Se leggerete questo diario, queste sono le ultime parole di Luca il Pazzo.

Microcosmo: NWO

il mondo si prepara a cambiare, ma a spese dei soliti noti. Un' inflazione molto forte servirà a
trasferire il debito dali padroni agli schiavi. Chi sarà abbastanza lucido da capire sceglierà una vita
semplice lontano dal rumore delle città, invece di annullarsi in mezzo al fragore della massa.

26
--- Scenari 2015 ---

I servizi da parte degli stati saranno praticamente annullati, in primis istruzione, mentre le tasse
rimarranno elevate.

Penso anche io che alla fine si approderà ad una sorta di "nuovo ordine mondiale", ma con una netta
frattura tra le città (ipercontrollate) e le zone meno popolate (autarchiche). Forse i prossimi terroristi
saranno quelli che leggeranno i libri di nascosto e svilupperanno le proprie idee nonostante i
bombardamenti delle tv...

comunque quoto il modello di Tao (anche senza negozi) e spero di poterlo raggiungere e superare a
breve.

Noel: anticorpi

Ecco la mia visione.

Com'è logico che sia, un'epoca non finisce mai di botto ma a volte chi vive questo cambiamento
può anche non accorgersi.

Collego a questa discussione il post di oggi del blog Petrolio

http://petrolio.blogosfere.it/2009/09/crolli-mammuth-catastrofisti-e-pronipoti.html

dove in una certa maniera di parla di possibili prvisione catastrofistiche del futuro.

Penso che nel 2015 saremo in piena discesa verso l'abbandono della civiltà industriale e lo scenario
come quello descritto da pluto può essere una possibilità.

Non credo tanto nelle casette felici nelle praterie, magari a qualcuno potrà anche andare bene, ma la
fame porta l'uomo a fare qualsiasi cosa, non ce lo dimentichiamo. E comincerà a diminuire la
popolazione mondiale, che è una delle cause dei mali di un pianeta non infinito.

Comunque sia, la Terra è malata e ha preso un bel virus: l'uomo. Piano piano sta cominciando a
farsi gli anticorpi, vedasi le conseguenze che ci saranno a causa del riscaldamento globale.

Pluto: I guerriglieri

La situazione economica inizia a farsi peggiore un po' alla volta.. in maniera sempre più sensibile
fino a che anche i media sono costretti a rendere pubblici alcuni risvolti. All'inizio pochi.. poi via
via più numerosi fino a che (diciamo tra tre mesi, appena dopo Natale) la situazione esplode e a
Stati, banche, aziende dichiarano la bancarotta ad effetto domino.

Seguono due o tre mesi di confusione, semianarchia, panico, disordini e in uno due mesi bande che
gestiscono il territorio.

Parecchi morti a causa di fame, freddo e violenze. Stato impotente e allo sbando. Polizia decimata
nel numero e scoordinata.

27
--- Scenari 2015 ---

Poi dopo 3-4 mesi dall'inizio intervento degli eserciti: coprifuochi e legge marziale. Processi
sommari ed esecuzione sul posto come procedura generica per qualsiasi reato.

Due anni così. Gente alla fame a fare le file per ricevere una porzione di minestra e del pane, ormai
fornito solamente dall'esercito.

Dopo due anni ecco i primi tentativi di instaurare un nuovo sistema: ormai la popolazione è allo
stremo, senza speranza e richiede essa stessa un governo forte che dica cosa fare.

Arriva la dittatura globale: un governo mondiale che dirige tutto senza dare nessuno spazio alla
libertà decisionale del singolo.

Fino al 2015 quando alcuni gruppi di dissidenti iniziano a combattere con la guerriglia questo
governo.

Rumenta: comune Vs Totalitarismo

chiusura a pioggia di industrie e conseguente crescita della disoccupazione;

scomparsa degli ammortizzatori sociali a causa della diminuzione degli introiti per lo stato,
conseguente probabile prelievo forzoso sui c/c (e rimpiangeremo quello di amato. occhio anche alle
cassette di sicurezza, potrebbero fare come roosevelt durante la (ex) grande depressione);

nelle città forti difficoltà per gli approvvigionamenti di generi di prima necessità (per quelli che
potranno permettersi di comprarli);

infine il caos sociale con scontri di piazza (e la speranza che i nostri "amministratori", tutti senza
esclusione alcuna, facciano la fine del conducator....);

sempre nelle città epidemie dovute al crollo dei servizi igienico/sanitari pressoché ad ogni livello
(ed ecco servita una depopolazione naturale. per quella artificiale rivolgersi a pannella e al club di
roma);

se i governi non dovessero essere spazzati via dalle folle inferocite e riuscissero a garantire una
parvenza di "ordine", (ri)nascita di uno stato totalitario, che cercherebbe di riassorbire con la forza
le isole di Anarchia che dovessero crearsi spontaneamente ad opera gruppi di persone che si auto
organizzano per sopravvivere (in tal caso scordatevi di non pagare le tasse, verranno esatte
comunque, magari tramite la prestazione di lavoro gratuito - non credo che i soldi varranno ancora
qualcosa - o l'imposizione di "decime" sui raccolti... quando non addirittura la confisca);

chi si è organizzato in campagna per la sopravvivenza sua e dei suoi familiari/amici dovrà
difendersi dai razziatori, almeno in un primo momento, e poi dallo stato quando la situazione
dovesse stabilizzarsi, a meno di non estendere il concetto di comune Anarchica a zone sempre più
estese del territorio (funziona. l'ucraina, dopo la rivoluzione russa, fu "governata" con questo
"sistema", e con ottimi risultati, finché i soviet non se la ripresero con la forza).

28
--- Scenari 2015 ---

TAP: Esito Omega var B

Fuori concorso

Andrea abita in una piccola villetta con giardino di appena fuori la città, ha installato i pannelli
solari per l'acqua calda e quelli fotovoltaici per produrre elettricità ed alimentare con i suoi 3 kWh
di picco gli elettrodomestici per la famiglia.

Andrea lavora negli uffici di una media impresa industriale che ovviamente fa muovere i suoi grossi
macchinari con il gas (elettricità) dall'Africa e dall'Ucraina-Russia. Qust'inverno si è verificata una
crisi del gas. I contratti vengono rinegoziati, ora il gas (e l'elettricità) costa molto di più e l'azienda,
messa già a dura prova dalla crisi, non riesce più a coprire i costi e mette Andrea in cassa
integrazione. Andrea è costretto a tagliare i consumi suoi e della famiglia. Il piano di break-even sul
fotovoltaico salta. Il piano di break-even di molte aziende che contavano sui consumi (di
elettrodomestici, videogiochi, viaggi, ristoranti...) di Andrea e dei molti altri che ora si trovano nella
sua condizione saltano. Il governo si accorda con Gheddafi per l'entrata di 10 milioni di africani sul
suolo italiano con la simultanea emanazione di un piano case ultra popolari con terreno annesso, in
cambio della fornitura di petrolio e gas che perlomeno soddisfi i bisogni della classe di imprese e
famiglie ricche, in via di restringimento esponenziale, e per riempire i serbatoi delle volanti. I tributi
sono portati a livelli elevatissimi per mantenere "buono" l'esercito e per mantenere in funzione a
costi sempre crescenti le strutture essenziali. L'entrata in EU sul fronte orientale di popolazioni
slave viene contrattata per i diritti di transito del gas Russo, molti, ormai anch'essi disoccupati ma
riluttanti ad entrare nel settore agricolo, "scelgono" (leggi speciali vengono approvate per
permettere ciò) di arruolarsi e di entrare nelle forze armate divenendone la maggioranza
(continua...)

VARIANTE B) 2015: Scoppia una guerra nucleare con l'unico scopo di sfoltire di qualche miliardo
la popolazione mondiale. Andrea viene disintegrato dal fuoco nucleare mentre si trovava in città a
lavorare. La sua famiglia nella casa di campagna muore di stenti qualche giorno dopo per gli effetti
indiretti del fallout su corpi e ambiente. Le elites economiche e politiche dei vari Stati hanno scelto
l'opzione nucleare per arrestare il deteriorarsi esponenzilae del controllo sulle masse a causa della
devastante crisi energetico-economica. Viene instaurato una nuovo sistema economico di tipo
pianificato per salvaguardare le produzioni strategiche (quindi un sistema non molto dissimile da
quello attuale dove in Usa, per esempio, il sistema delle corporation strategiche e gli apparati
pubblici sono una cosa sola). La macchina economica è dunque riformata per funzionare con un
numero di individui che potrebbe andare da qualche decina di milione al miliardo. Soppravvive una
esigua casta di "ricchi" al comando del meccanismo. L'esito omega appartiene in ogni caso a questo
secolo (fine).

TAP: Esito omega var. A

Fuori concorso

Andrea abita in una piccola villetta con giardino di appena fuori la città, ha installato i pannelli
solari per l'acqua calda e quelli fotovoltaici per produrre elettricità ed alimentare con i suoi 3 kWh
di picco gli elettrodomestici per la famiglia.

29
--- Scenari 2015 ---

Andrea lavora negli uffici di una media impresa industriale che ovviamente fa muovere i suoi grossi
macchinari con il gas (elettricità) dall'Africa e dall'Ucraina-Russia. Qust'inverno si è verificata una
crisi del gas. I contratti vengono rinegoziati, ora il gas (e l'elettricità) costa molto di più e l'azienda,
messa già a dura prova dalla crisi, non riesce più a coprire i costi e mette Andrea in cassa
integrazione. Andrea è costretto a tagliare i consumi suoi e della famiglia. Il piano di break-even sul
fotovoltaico salta. Il piano di break-even di molte aziende che contavano sui consumi (di
elettrodomestici, videogiochi, viaggi, ristoranti...) di Andrea e dei molti altri che ora si trovano nella
sua condizione saltano. Il governo si accorda con Gheddafi per l'entrata di 10 milioni di africani sul
suolo italiano con la simultanea emanazione di un piano case ultra popolari con terreno annesso, in
cambio della fornitura di petrolio e gas che perlomeno soddisfi i bisogni della classe di imprese e
famiglie ricche, in via di restringimento esponenziale, e per riempire i serbatoi delle volanti. I tributi
sono portati a livelli elevatissimi per mantenere "buono" l'esercito e per mantenere in funzione a
costi sempre crescenti le strutture essenziali. L'entrata in EU sul fronte orientale di popolazioni
slave viene contrattata per i diritti di transito del gas Russo, molti, ormai anch'essi disoccupati ma
riluttanti ad entrare nel settore agricolo, "scelgono" (leggi speciali vengono approvate per
permettere ciò) di arruolarsi e di entrare nelle forze armate divenendone la maggioranza

VARIANTE A) La bolletta dell'acqua sale a dismisura, poichè gli impianti centralizzati di


captazione e distribuzione consumano milioni di kWh. Andrea è costretto a centellinare gli usi
dell'acqua. L'impianto solare ha ora bisogno di manutenzione ma Andrea decide di smantellarlo
perchè è più conveniente prelevarla a mano dal pozzo in giardino..che però è inquinato! Infatti, a
seguito della lite con il vicino Giorgio, che urlandoli contro qualcosa riguardo a un certo diritto
universale all'acqua pretendeva di attingere dal suo pozzo, scopre che Giorgio ci ha gettato dentro
un topo morto e che l'acqua ormai è imbevibile per secoli.

Le forze dell'ordine non riescono più a fronteggiare le rivolte cittadine e gli atti di sabotaggio alle
strutture strategiche. La Centrale di distribuzione idrica che ormai serve solo le case dei più ricchi
viene presa d'assalto dai "disoccupati" al grido "Acqua per tutti, il Soylent Green ci fa venire sete!".
Ma nessuno dei rivoltosi, una volta entrati nella sala controllo telematica dell'utility, sa quale
bottone premere per farsi arrivare l'acqua a casa sua, per cui alla fine l'intera struttura viene data alle
fiamme. La fornitura di acqua potabile cessa del tutto. Andrea, non essendosi iscritto ai GAS
dell'acqua (che nel frattempo hanno formato varie comunità che si sono arroccate tramite co-
housing in villaggi-fortezze) perchè fino a qualche mese fa pensava che il supermercato fosse
comunque più comodo (si è dovuto ricredere quando, entrando con il carrello con dentro la
figlioletta, per la prima volta in vita sua ha visto gli scaffali completamente vuoti), è costretto ad
abbandonare casa ed a portare la famiglia in cerca di sorgenti montane, bacche e cinghiali. Verrà
ucciso in una radura di una faggeta da un cacciatore dopo una disputa su di una lepre selvatica
sfuggita ad entrambi. Il cacciatore si è pure innervosito per aver dovuto impiegare una delle sue
cartucce su qualcosa di non commestibile... una certa idea comincia però a farsi strada nella sua
testa, e di questa idea se ne sorprende giusto per 1 secondo.

*Esito omega*: Qualche anno dopo: 2015. Assieme ad Andrea ed alla sua famiglia scompare il
95,7% della popolazione. Si è verificata in pochi anni una potente riduzione a cascata del livello
tecnologico tale da ridurre la popolazione ad uno sparuto numero di individui, fortemente
selezionato in senso darwiniano e che trae sostentamento dalla caccia e dalla raccolta.

30
--- Scenari 2015 ---

Uzzo: new feudalism

Il sentimento di rivalsa e di ricostruzione di un nuovo tessuto sociale e di una nuova comunità non
prevarrà: si dovrà abbandonare questo paradigma economico, ma la costruzione di una coscienza
sociale è oramai impossibile; ci saranno dei luoghi, fisici e/o virtuali, dove l'esercizio della visione
libertaria sarà coltivato nei prossimi anni, ma nonostante una crescita del fenomeno fino al 2012 si
tornerà al governo delle volontà da parte di una elite. Quest'ultima sarà caratterizzata dalla proprietà
reale di terre e infrastrutture, un nuovo feudalesimo dove il diritto di sovranità coincide con la
proprietà fondiaria. La visione non è del tutto negativa, l'uomo riscoprirà lo slancio verso la felicità
del rapporto umano e la realizzazione nell'operare (non nel lavoro se si intende quel che voglio
dire); non giungeremo tuttavia al traguardo sognato dai puristi della libertà e autosufficienza, ma si
(ri)scopriranno sentimenti ed emozioni dimenticate. La coscienza di essere un prodotto plasmato e
costruito dall'elite non ci sarà chiaro fino al 2020, ma mi delizierò delle vostre arti non più
finalizzate al consumo.

Yuma: il Nonno

2015. 54 +6= 60

farò il nonno.

Insegnerò ai miei nipotini a costruire le trappole per i conigli. Anche a tirare con la balestra.

L'uva nella vigna avrà all'incirca un 10% di acini non intaccati dall'oidio e quindi considerato che ne
produco circa 6 qli e mezzo per l'autunno un po' di frutta ce l'avremo.

I kaki li ho già maturi oggi e quelli non hanno bisogno di niente.

La legna per l'inverno l'avrò già raccolta e se non pioverà ne approfitterò per metterla al riparo.

Se non ci sarà l'inverno nucleare l'impianto fotovoltaico continuerà a rendermi all'incirca un


migliaio di euro indicizzati a bimestre.

Se nessuno paga giro la manopola e me la tengo tutta io.

Il solare dovrebbe scaldarmi il boiler, se no accendo la stufa a legna

L'unico melo che per pigrizia non ho mai trattato continuerà a produrre quei cosi tondi,
terribilmente brutti , ma tanto buoni.

Il mio vicino di casa che di mestiere vende insalate, verdure e frutti di bosco all'ingrosso credo che
vorrà fare volentieri un po' di scambi, anche perchè ci aiuteremo a togliere la neve ed a tagliar la
legna. Stessa cosa l'altro vicino che ha stalla e produzione di miele.

Potrebbe essere che non possa più postarvi qualche stupidaggine, ma vi penserò.

31
--- Scenari 2015 ---

Sicuramente andrò a trovare Tao che so dove pescarlo ( eh Fabrizio ?) e faremo un po' di Amarcord.

Sarà si e no un'oretta di bicicletta

Le mazze da golf non c'è crisi che me le tolga e neanche le palline. Va da se che quando le avrò
perse tutte nell'erba alta smetterò di giocare e comincerò a cercarle.

Poi riprenderò la bicicletta e passerò in rassegna tutti i miei negozi e fermandomi a guardarli tirerò
un bel sospiro di sollievo.

Più o meno quello che faccio oggi passando davanti a quelli che ho già chiuso.

Poi passerò davanti all'ufficio delle Entrate e farò il gesto dell'ombrello pensando a tutti gli anni in
cui solo di IVA gli lasciavo una settantina di mila euro.

Infine , ritornerò a casa ed abbraccerò forte forte mia moglie che ha condiviso tutta la mia vita e ci
siederemo nel prato a vedere il tramonto.

Zita: la buriana

Tuttavia, siccome la posta in ballo è alta: il rischio di non avere mezzi per procacciarsi cibo, che
viene prodotto (per chi vive in paesi industriali e città) esclusivamente dalle industrie, quindi
ritrovarsi nella miseria più nera:

1) entro l'anno cerco di vendere casa (non realizzerò tutto, però qualcosa di più di quanto otterrei
attendendo il crollo degli immobili)

2) spengo il mutuo, speriamo mi rimanga una piccola quota di "guadagno" (è fittizia, lo so, ma
facciamo finta che)

3) acquisto a pochi soldi oppure affitto una dimora per la famiglia in una zona depressa (le
montagne media altezza insignificanti per i più ma abitate da gente che conserva ancora la
tradizione dell'orto, del formaggio e della pastorizia..ed è disponibile a passarla) dove costa poco il
tetto e i servizi ci si abitua a ridimensionarli, alias si consuma meno

4) porto con me il libro di seymour e cerco di impostare una vita semplice ed all'osso, dico addio al
superfluo

5) aspetto che passi la buriana in un angolo protetto, insignificante e popolato (sono d'accordo con
chi sostiene che non è proprio il momento migliore per abitare "isolati" o "semisolati")

6) passata la buriana vediamo un pò

fiore: l'artista

Continuerei a far l'artista di strada, chitarra e..cavallo questa volta.

32
--- Scenari 2015 ---

Viaggerei un po' col postino passando a trovare goodlights portandole dei fiori e se ha bisogno,
scambiare lavoro con vitto e alloggio. Con lei cercherei di capire come fare a fidarsi di alcune
persone.

;-)

E incontrerò

tantissime altre persone che come lei saranno buone e luminose.

tao: decrescita

causa il profilarsi degli scenari ipotizzati da Pluto e nel tentativo di evitarli "prevedo " nuova
immissione di imponente mole di liquidità , finanziata attraverso l'aumento incontrollato del debito
pubblico . stavolta non per salvare le banche , ma per evitare rivolte e sommosse popolari.

CI ordinaria , straordinaria , eccezionale , mobilità , indennità di disoccupazione a raffica , come se


piovesse . Il tutto per "anestetizzare" temporaneamente il popolo.

come conseguenza di ciò smisurata inflazione . settore immobiliare in calo , comunque almeno
nominalmente compensato da svalutazione . Alla fine di questo processo moneta varrà quanto la
carta straccia . Acquisot beni di prima necessità soprattutto attraverso il baratto . Intere categorie sul
lastrico . Aumento della legiferazione e sostanziale inapplicazione del legiferato .

Dopo :

1) scenari descritti da Pluto

2) riposizionamento dell'industria e dell'agricoltura in funzione del nuovo mondo che arriverà , con
generale massiccio impoverimento di tutti . Molti lavori oggi prestigiosi scompariranno oppure
verranno grandemente ridimensionati .

33
--- Scenari 2015 ---

Conclusione: ma fate sul serio?


Come bisogna prendere questo testo? Un gioco letterario? Una serie di profezie? Il delirio di un
gruppo di svitati? Pura fantasia?
Ognuno é libero di scegliere cosa pensare.

Vi é una differenza fra fantasia e immaginazione. La seconda ha la stessa radice di immagine e


fornisce quadri dettagliati, senza che essi debbano essere automaticamente veri.
L'immaginazione descrittiva é la base degli scenari che gli analisti usano per descrivere i processi.
Per esempio l'areonautica USA:
http://www.bibliotecapleyades.net/archivos_pdf/2025_monograms_a.pdf

Le immagini sono adesso li e al lettore spetta il giudizio finale.


Se questo lavoro sarà riuscito a farlo riflettere avrà raggiunto il suo scopo.

Corvo

34
--- Scenari 2015 ---

Appendice 1

risultati non spuriati dei falsi palesi

per completezza riporto anche i dati originali nei quali vi sono circa 90 inserzioni provenienti dallo
stesso IP a distanza di pochi secondi.

risultati con ca. 90 voti falsati.

Quale degli scenari ti sembra più probabile

35
--- Scenari 2015 ---

Sanremo 2015 96 35%

Faurio: depopolazione 8 3%

Fantomas: Depressione 16 6%

Zita: la buriana 2 1%

Microcosmo: NWO 9 3%
Goodlights: la casa
8 3%
nella Prateria
Capretta: ricostruzione 16 6%

Claudio: la resistenza 18 7%

fiore: l'artista 1 0%

B: il postino 1 0%

Noel: anticorpi 2 1%

Uzzo: new feudalism 18 7%


Ercole28: stile
1 0%
Goebbels
Yuma: il Nonno 5 2%

tao: decrescita 18 7%
Rumenta: comune Vs
6 2%
Totalitarismo
Pluto: I guerriglieri 18 7%
Anonimo: 2015
2 1%
versione 1.1
LucaIlPazzo: la rossa
3 1%
Nuvola
Other 25 9%

Nota:
People may select more than one
checkbox,
so percentages may add up to
more than 100%.

36
--- Scenari 2015 ---

Indica intensità di Catastrofe naturali


1 - insignificante 119 42%
2 42 15%

3 47 16%

4 43 15%
5 - rilevante 35 12%
People may select more than one checkbox, so
insignificante rilevante percentages may add up to more than 100%.
Indica intensità di Pandemie
1 - insignificante 135 48%
2 47 17%

3 50 18%

4 36 13%
5 - rilevante 16 6%
People may select more than one checkbox, so
insignificante rilevante percentages may add up to more than 100%.
indica intensità di guerre civili e fra stati
1 - insignificante 100 35%
2 23 8%

3 47 17%

4 63 22%
5 - rilevante 51 18%
People may select more than one checkbox, so
insignificante rilevante percentages may add up to more than 100%.
indica intensità di carenza di risorse
1 - insignificante 96 34%
2 12 4%

3 29 10%

4 64 23%
5 - rilevante 82 29%
People may select more than one checkbox, so

37
--- Scenari 2015 ---

insignificante rilevante percentages may add up to more than 100%.


indica intensità di collasso economico
1 - insignificante 91 32%
2 5 2%

3 16 6%

4 66 23%
5 - rilevante 105 37%

insignificante rilevante

38