Sei sulla pagina 1di 45

Che coso iI Peiki

II nome Peiki in Iinguo giopponese indico I'energio vifoIe che fuffo pervode e che
ovunque, onche in noi. Pei I'ospeffo universoIe iIIimifofo, Ii I'ospeffo che scorre in
fuffo cio che si monifesfo e vive. Quindi Pei~universo, Ii~energio, Peiki~energio
universoIe.
II Peiki un mefodo per conneffere consopevoImenfe Io nosfro energio con I'Energio
UniversoIe ed enfrore in comunico;ione offivo con esso, per riceverIo, inconoIorIo e
frosmefferIo.
Esso ci permeffe, uno voIfo ricevufo, o uno nofevoIissimo esponsione psichico e
inferiore.
E' un mefodo moIfo sempIice, pofenfissimo e oIIo porfofo di fuffi, riprende in modo
moderno onfichi insegnomenfi di guorigione che fonno porfe deI 8uddismo.
I seminori sono suddivisi in 3 grodi: iI primo ci d I'opporfunif di inferogire
energeficomenfe suI piono fisico, iI secondo suI piono menfoIe e o disfon;o, iI fer;o
queIIo di insegnore.
E' bosofo principoImenfe suII'impiego di 4 simboIi ovenfi corofferisfiche energefiche,
psichiche e spirifuoIi diverse che se inconoIofi neIIo moniero voIufo, possiomo
pofen;iore di gron Iungo i nosfri infenfi menfoIi, moferioIi e spirifuoIi Iegofi od essi.
II Peiki si frosmeffe fromife Ie ormoni;;o;ioni o purifico;ioni dei conoIi energefici do
effeffuorsi duronfe i corsi, do moesfro o ricevenfe permeffendogIi do queI momenfo
di inconoIore energio per fuffo Io vifo per se sfesso , per gIi oIfri e per Ie sifuo;ioni.
L'ormoni;;o;ione e' un processo sempIice, deIicofo ed infimo che iI moesfro effeffuo
suI ricevenfe opponendogIi Ie moni suI copo ovvoIendosi dei simboIi reIofivi. Premeffo
che iI Peiki non ne reIigione, ne un dogmo o un'oscuro profico esoferico.
II Peiki Peiki. ed oggi oIIo porfofo di fuffi.
I conoIi energefici soprocifofi neIIo spiego;ione deII'ormoni;;o;ione sono quei punfi
chiomofi Chokros deII'ogopunfuro, o cenfri energefici psicofisici deII'uomo che
spieghero neI deffogIio neIIe pogine reIofive oI primo grodo.
Quondo un individuo reso pofenfe e purificofo doIIo frosmissione deIIe
ormoni;;o;ioni Peiki, egIi pofr offingere moggiormenfe oII'energio universoIe
inconoIondoIo quondo e come megIio rifiene opporfuno, fenendo in considero;ione
oIcuni deffogIi o condi;ioni efiche insegnofe nei corsi che esso impone per non
incorrere in spiocevoIi "incidenfi energefici". Tuffo cio ci opre od uno gronde
responsobiIif e consopevoIe;;o verso noi sfessi ed iI mondo infero oprendoci od uno
visione fofoImenfe nuovo di cio che siomo, pi in sinfonio con Ie Leggi cosmiche.
II Peiki porfo benessere e obbondon;o o fuffo cio che noi inconoIiomo occeIerondone
considerevoImenfe fuffi i processi evoIufivi siono essi psichici, spirifuoIi che moferioIi.
Di seguifo eIenchero o grondi Iinee i femi principoIi froffofi nei corsi che, se vorronno
essere do Voi voIufofi e opprofondifi in deffogIio neI modo migIiore onde
considerorrne oI megIio Io Ioro voIidif ed efficocio in previsione di un fufuro
inserimenfo neI Vosfro orgonico, dovronno essere successivomenfe do me espIicofi
personoImenfe in formo di dispense vere e proprie.
IL REIkI DI PRIMO SRADO
II corso di primo grodo viene imporfifo in un weekend (o Z gg. consecufivi) Consenfe
di ricevere uno sfrumenfo pofenfissimo di oufo/froining energefico per I'evoIu;ione.
inferiore do effeffuore me;;'oro oI giorno circo primo di dormire o/e oI risvegIio o in
quoIunque momenfo fronquiIIo deIIo giornofo.
L'energio deIIo persono ormoni;;ofo doI moesfro neI corso deI seminorio, fuoriesce
doIIe moni e si offivo sponfoneomenfe ogni quoI voIfo esso Ie oppone ovunque ce ne sio
necessif dondo I'opporfunif di effeffuore iI froining, oIfre che per se sfesso, onche
per Ie oIfre persone, onimoIi, fiori, pionfe, dinomi;;ore I'ocquo, iI cibo e fuffo cio che si
puo foccore fisicomenfe, divenendo cos un fromife, un ponfe o conoIe fro I'energio
cosmico e ricevenfe oIfre o beneficiorne in primo persono. Uno voIfo che Io persono
viene ormoni;;ofo, pofr usufruire deI Peiki fuffo Io vifo.
Lo oufo/froining si effeffuo medionfe I'opposi;ione deIIe moni e monfenendoIe per un
cerfo fempo voriobiIe do 3 o b minufi (o voIendo onche di pi) per posi;ione sui
Chokros, che sono i punfi psicofisici deII'uomo posfi Iungo Io coIonno verfebroIe,
offenendo cos uno crescenfe operfuro di deffi punfi, occeIeromdo e ovviondo cos
processi di evoIu;ione psichico, spirifuoIe nonch didisinfossico;ione fisico
Cio ovviomenfe comporfo innumerevoIi vonfoggi come Io preven;ione di moIoffie,
Iongevif, posifivif e Io chiorifico;ione ed eIimino;ione di bIocchi emo;ionoIi e menfoIi
inconsci occumuIofi negIi onni che sono Io couso di ogni nosfro disormonio menfoIe,
fisico.e spirifuoIe.
Ogni Chokro ho deIIe corofferisfiche fisiche, menfoIi, emo;ionoIi e spirifuoIi diverse e
ben precise. I principoIi sono seffe, che sono poi queIIi che ondremo o froffore.
L'energio deI neo-esperfo di Peiki di primo grodo, uno voIfo che oppone Ie sue moni suI
punfo do froffore, si offivo immediofomenfe e pi o meno sio o IiveIIo quonfifofivo che
quoIifofivo, o secondo di cio che necessifo in queI momenfo equiIibrore, essendo
infeIIigenfe, I'energio Peiki si odeguo opporenfemenfe oIIo sfofo energefico offuoIe di
fuffo cio cui esso viene o confoffo, ogendo indisfurbofo doIIo nosfro coscien;o e quindi
Iovorondo iI pi nofuroImenfe e profondomenfe possibiIe, rendendo quesfo mefodo di
crescifo inferiore sempIicissimo e neIIo sfesso fempo pi che moi efficocissimo e
mirofo.
Ini;ioImenfe cio creer neIIo persono froffofo e, moggiormenfe oI neo-esperfo nei
giorni successivi oII'ormoni;;o;ione, (mo cio non uno regoIo) deIIe brevi e o voIfe
bi;;orre e innocue crisi di risoIu;ione, come ridere sen;o senso, pionfi Iiberofori,
omore incondi;ionofo per fuffo, senso;ione di voIore menfoImenfe, visioni
porodisioche, indifferen;o, vuofo menfoIe, diorreo, e in rori cosi vomifo, ecc....Ogni
persono ho iI proprio modo inconscio di Iiberorsi doIIe vecchie ferife che ho
occumuIofo fino od oro, mo cio non deve infimorirci, on;i......
L'energio cosmico iIIimifofo deI Peiki presenfe in ogni coso, porfo equiIibrio ovunque
viene inconoIofo odeguondo od esso fuffo cio che in confrosfo con Io vero reoIf
universoIe risoIvendo ogni disormonio presenfe in fuffo cio che focchiomo e, per iI
secondo grodo, che pensiomo.
E' cerfomenfe ovvio che i risuIfofi soronno commisurofi doII'impegno che
successivomenfe cioscuno si prende con se sfesso effeffuondo/si I'oufo/froining, oI
modo in cui ognuno si opre energeficomenfe oII'ormoni;;o;ione ini;ioIe deI moesfro,
oIfre od uno buono predisposi;ione e fiducio specie per i primi grodi, e od occeffore
I'energio Peiki. Comunque per gron porfe deIIe persone ogisce moIfo posifivomenfe
combiondone rodicoImenfe I'esisfen;o.
Sorebbe decisomenfe posifivo poi orgoni;;ore spesso degIi inconfri con fuffi gIi
ini;iofi dove possono scombiorsi vicendevoImenfe iI froining, ricordondo che onche chi
d energio Peiki, essendo un conoIe, onch'esso beneficio oIIo sfesso modo di chi Io
riceve Lo scopo inconscio di ogni essere vivenfe queIIo inferogire iI pi vicino
possibiIe con quesfo reoIf e cos focendo fromife iI Peiki, usufruiremo di innumerevoIi
benefici su fuffi i pioni.
II corso di primo grodo necessorio conseguirIo per predisporsi energeficomenfe o
ricevere dopo circo due mesi di oufo/froining coI medesimo, iI corso successivo di
secondo grodo che ci permeffe di inconoIore in modo pi direffo e vosfo I'energio
nonch di pofen;iorIo uIferiormenfe enfrondo cos neI vivo di quesfo ecce;ionoIe
discipIino.
AP0OMEMTI TPATTATI MEL SEMIMAPIO DI PPIMO 0PADO
Primo giorno:
I) 8reve sforio deI Peiki
Z) Che cos' iI Peiki (iI conceffo di energio)
3) Peiki come e perche
4) Che cos'e' un ormoni;;o;ione
b) Primo ormoni;;o;ione individuoIe (I0 min. circo per porfeciponfe)
o) Commenfi ed impressioni
7) Come ogisce iI Peiki
8) Esperien;e con iI Peiki
9) Secondo ormoni;;o;ione individuoIe
I0) Commenfi ed impressioni
II) ImpIico;ioni generoIi di fipo efico/spirifuoIe deI fuffo ognosfiche
IZ) ConcIusioni
Secondo giorno
I) Spiego;ione dei chokros e conoIi energefici deII'uomo
Z) Spiego;ione deIIo circoIo;ione energefico neI nosfro corpo
3) AIcune fecniche di medifo;ione Zen
4) Ter;o ormoni;;o;ione individuoIe
b) Commenfi ed impressioni
o) Come effeffuore I'oufo/froining energefico
7) Come effeffuore iI froining oIIe oIfre persone
8) Quorfo ed uIfimo ormoni;;o;ione individuoIe
9) Scombi di froining fro porfeciponfi
I0) Commenfi ed impressioni
II) ConcIusioni
IL REIkI DI SECONDO SRADO
0eneroImenfe imporfisco i seminori deI secondo grodo in uno giornofo.
Qui vengono infrodoffi fre simboIi che frocciofi ideoImenfe su cio che vogIiomo
offenere o che pensiomo, (per es.: equiIibrio emo;ionoIe, menfoIe, guorigioni in
generoIe ecc...o sifuo;ioni o noi sfessi o od oIfri), menfre siomo roccoIfi in medifo;ione
oIfre o sempIici preIiminori, ci oiufono o concrefi;;ore i nosfri proposifi pi nobiIi e
sinceri per Io nosfro evoIu;ione e per iI bene di chi ci circondo, ovviondone e
occeIerondone nofevoImenfe Io reoIi;;o;ione.
Tuffo cio ci opre od infinife possibiIif di sceIfo su come ini;iore od operore su di un
dofo probIemo, e quindi di bosiIore imporfon;o porsi come primo coso un obieffivo
uIfimo do roggiungere e per un cerfo fempo Iovorore inforno od esso neI migIior modo
e sempre pi mirofo possibiIe.
I fempi di esecu;ione, come per I'oufo/froining deI primo grodo, possono non superore
Io me;;'oro oI giorno (ovviomenfe pi fempo dedichiomo e megIio ). Verronno
insegnofe fecniche ossociofe di visuoIi;;o;ione creofivo, di medifo;ione profondo,
spiego;ioni deI pofere deIIo poroIo, deIIo correffo formuIo;ione dei nosfri
proponimenfi, dei significofi di cioscun simboIo e deI Ioro vosfo impiego, dei cenni di
mefofisico, mefopsichico, dei conceffi di couso-effeffo secondo I'efico, spiegofo in
moniero deI fuffo ognosfico, che regoIomenfo Ie Leggi cosmiche.
L'energio Peiki di secondo grodo pofen;io nofevoImenfe iI nosfro pofere personoIe
roffor;ondo Io nosfro voIonf fromife i simboIi e I'esperien;o deIIo sempIice e
cosfonfe profico.
Come mio consigIio, occorre coI fempo individuore o grondi Iinee fino o che punfo
possiomo inferogire con i nosfri obieffivi per me;;o deI Peiki , quoIunque essi siono,
imposfondoci un piono di Iovoro groduoIe, pi mirofo e reoIi;;obiIe, iI che onche dofo
doIIo nosfro ini;ioIe predisposi;ione nofuroIe ed operfuro nei confronfi
deII'ormoni;;o;ione di secondo grodo e deII'energio Peiki.
E comunque per fuffi, i risuIfofi soronno grondiosi e non forderonno o concrefi;;orsi,
sempre neIIo misuro in cui ci si dedico o quesfo discipIino in fermini di fempo e di
impegno.
Oro sfo' oIIo sensibiIif di ognuno, uno voIfo foffo proprio iI secondo grodo, od ogire
come, quondo e perch ricorrere o quesfo pofenfissimo e gioiosissimo sfrumenfo per
Io proprio ouforeoIi;;o;ione personoIe ed inferiore.
Duronfe iI seminorio di secondo grodo, vengono effeffuofe Z ormoni;;o;ioni per
porfeciponfe
IL REIkI DI TERZO SRADO {MASTER} O INDIVIDUALE
II fer;o grodo di mosfer permeffe di frosmeffere Ie ormoni;;o;ioni ogIi oIfri, ovvero
queIIo di creore e isfruire esperfi di quesfo discipIino e di frosferire fuffo Io nosfro
esperien;o ocquisifo.
0eneroImenfe sono veromenfe pochi gIi individui che si ovvicinono oI mosfer di fer;o
grodo (sio per i cosfi eIevofissimi, sio per i fempi di formo;ione decisomenfe pi
Iunghi) e di soIifo sono persone che poi foronno deI Peiki Io proprio vifo come
ovvenufo per iI soffoscriffo.
Anche perche iI neo-promesso mosfer, e iI fufuro neo-mosfer, sio primo che dopo over
ricevufo iI corso di fer;o grodo mosfer, dovr Iovorore e operore o sfreffo confoffo
per circo sei mesi coI proprio moesfro seguendone scrupoIosomenfe Ie sue direffive.
Comunque possibiIe, per gIi inferessofi, prendere iI fer;o grodo individuoIe, che
comporfo uno soIo ormoni;;o;ione dei conoIi energefici, oIfre o venire o conoscen;o
deI pofenfissimo quorfo simboIo che di prerogofivo spirifuoIe (che serve onche come
chiove per frosmeffere fuffe Ie ormoni;;o;ioni Peiki) e puo essere infrodoffo ed
usofo con nofevoIe successo in fuffe Ie discipIine Iegofe oI secondo grodo, divenendo di
conseguen;o dei veri e propri esperfi e compIefi moesfri di se sfessi per me;;o deI
Peiki.
MeI corso di fer;o grodo individuoIe, non verr quindi insegnofo Io deIicofo proceduro
che permeffer di ormoni;;ore e creore nuovi esperfi Peiki.
Primo di ricevere iI corso di fer;o grodo individuoIe, dovronno froscorrere minimo sei
mesi doII'uIfimo ormoni;;o;ione deI secondo grodo, oIfre over oppreso e Iovorofo
cosfonfemenfe coI medesimo.
Quesfi fempi minimi, voriobiIi o secondo deI IiveIIo di preporo;ione deII'ospironfe
oIIievo di fer;o grodo individuoIe, verronno voIufofi doI moesfro che dovr occerforne,
primo di ommefferIo o quesfo corso, iI suo ovvenufo e definifivo ossesfomenfo
energefico dovufo oI secondo grodo precedenfe, per non rischiore di frovoIgerIo con
I'energio veromenfe eIevofo che sprigiono quesf'uIfimo e pofenfissimo ormoni;;o;ione.
I fempi per imporfire iI corso di fer;o grodo individuoIe sono ridoffi o me;;o giornofo,
perch oIfre oII'ormoni;;o;ione che duro pi o meno I0 minufi per oIIievo, rimorrebbe
do frosmeffere Io soIo spiego;ione energefico e I'impiego, nonche Io figuro grofico deI
quorfo simboIo.











REIKI
Metodo USUI


***************



DISPENSA DEL SEMINARIO

DI

PRIMO GRADO








(A cura di RUGGERO MORETTO Reiki Master)
SOMMARIO



Argomenti del primo giorno

Che cos il Reiki .pag. 2

Breve storia del Reiki .pag. 3

Reiki, come e perch pag. 4

Che cos un Armonizzazione ..pag. 5

Tecniche di meditazione Zen .pag. 6

Argomenti del secondo giorno

Come agisce il Reiki ...pag. 7

I canali energetici delluomo (I Chakra .. pag. 8

Il Training e considerazioni varie pag. 9

Posizioni per lAutotraining . pag. 11

Posizioni per effettuare il Training alle altre persone pag. 12

Esperienze con il Reiki di Primo Grado ... pag. 15



Bibliografia consigliata dei temi trattati ..pag. 16



- 1 -
CHE COSE IL REIKI


Il nome Reiki in lingua giapponese indica lenergia vitale che tutto pervade e che ovunque, anche

in noi.

REI laspetto universale illimitato, KI laspetto che scorre in tutto ci che vive, che oggi

potremmo anche scientificamente definire come Energia, radiazioni, campi magnetici, ecc.

Quindi REI=Universo, KI=Energia; REIKI=Energia Universale.


La scienza oggi ci insegna che tutto lUniverso energia in perfetto equilibrio in continuo

movimento, regolamentato da Leggi Cosmiche Naturali ben precise.


Il Reiki ci permette di connettere consapevolmente la nostra personale energia con quella in

perfetto equilibrio dellUniverso entrando in comunicazione attiva con essa, per riceverla,

incanalarla e trasmetterla, traendone innumerevoli benefici su tutti i piani.


Questa potentissima disciplina energetica molto semplice, riprende in modo moderno gli antichi

metodi di guarigione del lontano oriente, ed oggi alla portata di tutti.


Riscoperto nel 1800 da un monaco cristiano giapponese, (Usui, il cui metodo insegnato in questo

seminario prende il nome dallomonimo), oggi il Reiki si diffonde continuamente nei paesi

industrializzati doccidente, data la sua reale validit e semplicit traendo sempre pi larghi

consensi dalla grande massa; perci, sulla base di questo sono nati altri metodi similari quali

Karuna, Tibetano, Universale.


I seminari di Reiki si suddividono in tre gradi: il primo ci d lopportunit di interagire

energeticamente sul piano fisico; il secondo ci permette di lavorare sul piano psichico e a distanza

nonch di potenziare lenergia incanalata in modo pi diretto per mezzo dei simboli; il

terzo ci permette di insegnare ad altri tutto il sistema Reiki.
- 2 -
BREVE STORIA DEL REIKI


Circa alla fine del 1800, un monaco cristiano giapponese di nome Mikao Usui, ebbe lidea di

ricercare fra gli antichi testi sacri orientali ed occidentali, gli insegnamenti di guarigione

tramandati dal buddismo e cristianesimo.


In anni di ricerche fra biblioteche di mezzo mondo, Usui non riusc a trovare risposte convincenti

al suo quesito, o per lo meno risposte pi chiare in materia.


Per questo motivo, decise di trasferirsi un breve periodo, per lesattezza ventun giorni, in un

monastero Zen in oriente.


Questo breve ritiro spirituale di meditazione, gli permise di completare la sua ricerca, ricevendo

direttamente dal Cosmo liniziazione a questa disciplina che poi chiam Reiki e tutte le direttive per

poterla incanalare, trasmettere e insegnare.


Sicuramente non esistono documenti ufficiali che comprovano tutto questo, e quindi si pu parlare

quasi di leggenda; sappiamo solo per certo, che da lui partita tutta una serie di discendenze di

maestri che da allora fino ad oggi in continua espansione, per i risultati reali che il Reiki ha

offerto e offre.


Il primo maestro oggi conosciuto che Usui ha formato nel 1925, oltre a circa altri 16 ignoti,

Chujiro Hayashi, che fond poi in occidente alle isole Hawaii, la prima Clinica Reiki.


Hayashi, oltre a formare a sua volta circa 12 ignoti maestri, annunci nel 1938 il suo successore di

nome Hawayo Takata che form poi 22 maestri fino a quando mor negli anni 80.


Come poi il Reiki sia giunto in America e successivamente in Europa, si perde nella notte dei tempi.


- 3 -
REIKI, COME E PERCHE


Il Reiki, che come gi detto in precedenza energia Universale in perfetto equilibrio, ci pu aiutare

a risolvere qualsiasi problema dovuto da squilibri che, per cause a noi pi o meno sconosciute,

rendono disarmonica la nostra vita compromettendone la salute fisica, mentale, emozionale e

spirituale.


Partendo dal concetto scientifico che ogni cosa energia, dal canto nostro anche il corpo fisico, le

emozioni, i pensieri fanno parte di essa; quindi tutto ci che ci riguarda pu essere riequilibrato

dal Reiki.


Lo scopo principale che il Reiki si prefigge, quello di aiutare noi stessi e gli altri ogni qual volta

desideriamo farvi ricorso, mantenendoci sempre pi in armonia con noi stessi e con lUniverso

intero rendendo la nostra vita interiore sempre pi soddisfacente oltre ad altri innumerevoli e

soggettivi vantaggi che ognuno pu trarne.


Ogni persona vive questa fantastica esperienza a modo proprio, e per ci va provata in prima

persona per poterla comprendere a pieno.


















- 4 -
CHE COSE UNARMONIZZAZIONE


Il neofita, per poter incanalare lenergia Reiki, deve ricevere le armonizzazioni o purificazioni dei

canali energetici (Chakras) che il master effettua durante i seminari, permettendo da quel

momento che ne divenga un tramite per tutta la vita, per se stesso e per gli altri.


Larmonizzazione un processo breve, delicato ed intimo, che il master effettua apponendo le

sue mani sul capo del ricevente, avvalendosi dei simboli relativi.


(premetto che il Reiki non religione, un dogma o unoscura pratica esoterica in odore di setta);

IL REIKI E SOLO REIKI


Quando un individuo reso potente e purificato energeticamente dalla trasmissione delle

armonizzazioni Reiki, da quel momento potr attingere maggiormente allenergia Universale.


Inizialmente per circa 15 giorni dopo le armonizzazioni, il ricevente (ma ci non di regola) potr

andare incontro a delle brevi e a volte bizzarre innocue crisi di risoluzione, come ridere senza

senso, pianti liberatori, amore incondizionato per tutto, sensazione di volare mentalmente, visioni

paradisiache, indifferenza, vuoto mentale, diarrea, e in rari casi vomito, ecc..


Ogni persona ha il proprio modo inconscio di aprirsi al Reiki e di liberarsi dalle vecchie ferite che

ha accumulato fino a quel momento, ma ci non dovr intimorirci, anzi..


Nel corso dei due giorni del seminario di primo grado, verranno effettuate 2 armonizzazioni al

giorno per partecipante, che in tutto sono quattro.


Al termine del seminario di primo grado, necessario effettuare un bagno caldo sciogliendo 1 Kg.

di sale grosso da cucina per pulire lAura da impurit energetiche dovute alle armonizzazioni.


- 5 -
TECNICHE DI MEDITAZIONE ZEN


Sedetevi in un luogo tranquillo ben eretti sulla punta di una sedia o per terra nella posizione del

loto o a gambe incrociate a stomaco vuoto senza appoggiare la schiena facendo attenzione a non

pendere n a destra n a sinistra n avanti n indietro.


Spingete la lingua in avanti contro il palato, la bocca chiusa i denti si toccano e gli occhi sono

semi aperti; non perdete lo sguardo nel vuoto; non fissate alcun oggetto.


Le mani appoggiatele a palmi in su sulle cosce cercando di aprire e rilassare il pi possibile le

spalle e il bacino tendendo leggermente la nuca col mento un po rientrato, spingendo la sommit

del capo verso lalto.


Cercate di rimanere perfettamente immobili e tranquilli arrestando i pi sottili movimenti del corpo

e della mente.


Una volta fissata la vostra postura perfetta senza eccessiva tensione o rilassatezza, rimanete

continuamente concentrati sulla verticalit della vostra posizione.


Lasciamo continuamente il respiro e i pensieri cos come sono senza intervenire per modificarli,

senza scacciarli o attaccarci continuando a volgere lattenzione alla postura eretta.


Se qualunque cosa dovesse disturbare la vostra meditazione e vi accorgete dei pensieri, le

emozioni, la malavoglia, i rumori, i dolori, il torpore, il sonno o qualsiasi sentimento o sensazione

buona o cattiva, tornate continuamente a volgere lattenzione sulla vostra postura.

Questo lesercizio della meditazione Zen, ovvero

ATTENZIONE COSTANTE DELLA PROPRIA POSTURA;

la durata di questo esercizio pu durare da mezzora ad unora al giorno.

- 6 -
COME AGISCE IL REIKI


Il Reiki porta benessere ed equilibrio a tutto ci che noi incanaliamo accelerando

considerevolmente tutti i processi evolutivi siano essi psichici, spirituali, emozionali e materiali;

quando e ovunque viene incanalato dallesperto, dopo alcuni semplici accorgimenti preliminari, il

Reiki si attiva subito spontaneamente e pi o meno sia a livello quantitativo che qualitativo a

seconda di ci o chi che necessita in quel momento riequilibrare.


Essendo lenergia Reiki intelligente, che agisce indisturbata sia dalla nostra coscienza che la

incanala e sia da quella (in questo caso) della persona trattata mediante i training o le

armonizzazioni, si adegua apparentemente allo stato energetico attuale di tutto ci a cui essa viene

incanalata, lavorando cos il pi naturalmente e profondamente possibile rimuovendo le cause

prime di ogni squilibrio o blocco energetico che si era venuto a creare, rendendo questo metodo di

crescita interiore semplicissimo e nello stesso tempo pi che mai efficacissimo e mirato.


Lenergia Cosmica Universale del Reiki presente in ogni cosa, porta equilibrio ovunque viene

incanalata adeguando ad essa tutto ci che in contrasto con la vera realt Universale, risolvendo

ed eliminando ogni impedimento e blocco.

















- 7 -
I CANALI ENERGETICI DELLUOMO (CHAKRAS)


I Chakras sono vortici (o centri psicofisici) energetici che compongono la nostra aura o campo

energetico.


Allinterno del nostro campo energetico ve ne sono pi di mille, ma quelli principali che noi

andremo a trattare col Reiki sono sette.


Essi sono posti in fila lungo la nostra colonna vertebrale a partire dalla sommit del capo fino al

coccige e sono in corrispondenza di organi vitali principali.


I Chakras possiedono sia il polo positivo (dorsale) che negativo (posteriore) tranne che per il

primo e per il settimo.


Ciascuno possiede caratteristiche energetiche fisiche, emozionali, mentali e spirituali diverse e

collegate tra loro.


Di seguito mi limiter ad elencarne i loro nomi e la loro collocazione (chi volesse approfondire la

materia trover nellultima pagina della presente dispensa la bibliografia relativa allargomento).



1 Chakra della radice (Muladhara) in corrispondenza del coccige

2 Chakra della procreazione (Svadhisthana) in corrispondenza degli organi sessuali

3 Chakra del plesso solare (Manipura) in corrispondenza dello stomaco

4 Chakra del cuore (Anahata) in corrispondenza tra i due capezzoli

5 Chakra della gola (Vishuddha) in corrispondenza della base del collo

6 Chakra del terzo occhio (Ajna) in corrispondenza della fronte tra le due sopraciglia

7 Chakra della corona (Sahasrara) in corrispondenza della sommit del capo


- 8 -


IL TRAINING E CONSIDERAZIONI VARIE


Lo scopo del seminario di Reiki di primo grado quello di ricevere uno strumento potentissimo di

training energetico da effettuare in qualunque luogo e momento tranquillo della giornata.


Lenergia Reiki della persona armonizzata dal maestro nel corso del seminario, fuoriesce dalle

mani e si attiva spontaneamente, dopo brevi e semplici preliminari, ogni qual volta le appone

ovunque ce ne sia necessit (irradiando con profondit di circa 30 cm in modo concentrato) dando

lopportunit di effettuare il training, oltre che per se stessa, anche per le altre persone, divenendo

cos una tramite, un ponte o canale fra lenergia Universale e ricevente oltre a beneficiarne in

prima persona.


Il training si effettua mediante lapposizione delle mani, mantenute per un certo tempo variabile da

tre a cinque minuti (o volendo anche di pi) per posizione sui Chakras (o ovunque nel corpo

riteniamo opportuno) ottenendo cos una crescente apertura dei medesimi, rimuovendo blocchi

energetici che col tempo si erano venuti a creare, accellerando ed avviando cos processi di

riequilibrio e di disintossicazione.


Ci comporta innumerevoli vantaggi come la prevenzione di malattie, longevit, positivit e

chiarificazione nonch eliminazione di blocchi inconsci emozionali e mentali accumulati che sono

la causa di ogni malattia e disarmonia.


Per effettuare un corretto training, come prima cosa occorre sdraiarci o far sdraiare chi trattiamo

comodamente a stomaco vuoto, in un locale il pi possibilmente tranquillo a luci soffuse, magari

con un po di musica rilassante bruciando qualche incenso, accertandoci che nessuno ci possa

disturbare nel corso del training, staccando se necessario citofoni e telefoni.


- 9 -
La prima volta che si esegue un trattamento su di una persona molto importante consigliare 4

giorni di training consecutivi che rappresentano limpatto energetico necessario a creare

lequilibrio a livello dei Chakras; in seguito, baster programmare un trattamento ogni quando

lo si desideri o ce ne sia necessit.


Ricordarsi che durante lauto/training, dallinizio alla fine, per nessuna ragione il contatto fra le

vostre mani e il corpo di chi trattate voi stessi compresi, non si deve interrompere; sia prima che

dopo ogni training lavatevi bene le mani con acqua fredda.


Fate togliere le scarpe alla persona trattata e se potete anche voi stessi; assicuratevi che la

persona compreso voi, non siate a contatto con oggetti metallici come orologi, orecchini, anelli,

cinture, collane, ecc..(una tuta come abbigliamento per entrambi sempre lideale); fate

attenzione durante il training che la persona non incroci gambe o braccia compresi voi stessi.


E consigliabile non parlare assolutamente durante il training, in caso la persona dovesse sfogare

in maniera eclatante i propri blocchi inconsci come piangere, ridere o altro (ma ci non una

regola), lasciatela comunque fare e procedete il vostro trattamento in silenzio fino alla fine.


Prima di iniziare un qualsiasi training di Reiki, chi lo esegue dovr fare per un certo tempo la

centratura tenendo le mani sul proprio cuore (come per trattarlo) e rimanere concentrato per

stabilire il contatto con lenergia Universale che si attiver immediatamente; dopo circa un minuto

o quando vi sentite pronti potete procedere; se trattate unaltra persona, prima di iniziare con la

prima posizione, fate laccarezzamento dellaura per tre volte sia allinizio che alla fine compresa

la centratura.


Le mani di chi tratta devono essere unite e toccarsi tra loro, comprese tutte le dieci dita,

di modo da concentrare meglio lenergia incanalata sul punto da trattare (facendo eccezione

ovviamente alle posizioni dove le due mani sono separate).

- 10 -
POSIZIONI PER LAUTOTRAINING




Effettuare la centratura del Cuore


1) SOMMITA DEL CAPO (7 CHAKRA)

2) OCCHI (6 CHAKRA)

3) GOLA (5 CHAKRA)

4) CUORE (4 CHAKRA)

5) STOMACO (3 CHAKRA)

6) GENITALI (2 CHAKRA)

7) COCCIGE (1 CHAKRA)


Effettuare la centratura del Cuore





N.B.:

- molto importante seguire tutti gli schemi dei Training di seguito descritti (compreso il

precedente), senza saltare dallinizio alla fine alcun passaggio;

- mantenete ogni posizione per minimo 3 minuti circa (e volendo anche di pi);

- durante ogni Training possibile effettuare di pari passo, delle posizioni alternative

secondo le vostre necessit, ma ricordate di eseguire tutte le posizioni nellordine

dallalto al basso e senza saltarle.

- 11 -
POSIZIONI PER EFFETTUARE IL TRAINING ALLE
ALTRE PERSONE



TRATTAMENTO RAPIDO


Centratura del Cuore
Accarezzamento dellAura (3 volte)

1) OCCHI (6 CHAKRA)

2) TEMPIE

3) ORECCHIE

4) SOMMITA DEL CAPO (7 CHAKRA)

5) GOLA (5 CHAKRA)

6) CUORE (4 CHAKRA)

7) STOMACO (3 CHAKRA)

8) GENITALI (2 CHAKRA)

9) INTERNO COSCE (1 CHAKRA)

10) MANI A T SUL CUORE PER CHIUDERE


Accarezzamento dellAura (3 volte)
Centratura del Cuore



- 12 -

TRATTAMENTO COMPLETO (Parte anteriore del corpo)

Centratura del Cuore
Accarezzamento dellAura (3 volte)

1) OCCHI (6 CHAKRA)

2) TEMPIE

3) ORECCHIE

4) PARTE POSTERIORE DELLA TESTA (mignoli a contatto)

5) NUCA / FRONTE

6) SOMMITA DEL CAPO (7 CHAKRA)

7) GOLA (5 CHAKRA)

8) SPALLE

9) CUORE (4 CHAKRA)

10) STOMACO (3 CHAKRA)

11) INTESTINO

12) FEGATO E MILZA

13) GENITALI (2 CHAKRA)

14) INTERNO COSCE (1 CHAKRA)

15) GINOCCHIA

16) POLPACCI

17) CAVIGLIE
13
18) DITA DEI PIEDI
Risalire con le vostre mani lungo il corpo fino alla spalla mantenendo il
contatto e far girare la persona controllando che non incroci le gambe o
sotto il corpo le braccia

Parte posteriore del corpo

19) SPALLE

20) BASE DEL COLLO

21) CUORE

22) STOMACO

23) RENI

24) COCCIGE (MANI A T)

25) COCCIGE / NUCA (MANTENENDO LE MANI A T)

26) INTERNO COSCE

27) GINOCCHIA

28) POLPACCI

29) CAVIGLIE

30) PIANTA DEI PIEDI

Mantenendo il contatto col corpo, risalire e fare la posizione di
CHIUSURA

31) MANI A T ALLALTEZZA DEL CUORE


Accarezzamento dellAura (3 volte)
Centratura del Cuore 14

ESPERIENZE CON IL REIKI DI PRIMO GRADO


Come gi precedentemente accennato (e lo ribadisco), ogni cosa che vive e vibra energia in

movimento con caratteristiche variabili e proprie, e che quindi pu essere trattata e purificata

dallenergia riequilibratrice Universale del Reiki.


Per esempio:


- gli animali possono essere trattati come gli esseri umani per qualsiasi loro problematica

apponendo loro le nostre mani sulla parte interessata;


- le piante, per dare loro il giusto nutrimento e vederle man mano crescere rigogliose apponendo le

nostre mani per un certo tempo a contatto col terreno in prossimit delle radici;


- lacqua, pu essere trattata tenendo in mano la bottiglia per circa mezzora e successivamente

berla, ottenendo cos leliminazione delle impurit allinterno dellorganismo;


- le medicine ed i cibi per togliere le propriet nocive e chimiche senza che si alterino quelle attive

tenendoli semplicemente fra le nostre mani per un certo tempo;


- caricando i cristalli, che come si sa emanano radiazioni benefiche per la nostra Aura (vedi

Cristalloterapia) tenendoli semplicemente in mano;


ed infine tutto ci che possiamo materiamlente toccare.


Inoltre, il Reiki si abbina molto bene con altre terapie che comportano un contatto manuale col

paziente come il massaggio; di seguito, ognuno potr fare entusiasmanti esperienze con tutto ci

che desidera, appurando personalmente la potenza di questo mezzo come il Reiki.


- 15 -
BIBLIOGRAFIA CONSIGLIATA DEI TEMI TRATTATI

R E I K I


- Titolo: IL LIBRO DEL REIKI autore: Diane Stein
edizioni: Armenia

- Titolo: REIKI 1 GRADO autore: A. Luijerink
TERAPIA DEL CORPO E DELLA MENTE edizioni: Hermes

- Titolo: GUARIRE CON IL REIKI autore: B. Muller H.H. Gunter
edizioni: Mediterranee


CHAKRA


- Titolo: IL 1 LIBRO DEI CHAKRA autore: C.W. Leadbeater
edizioni: Blu International Studio

- Titolo: CHAKRA autore: Margaretha Mijnlieff
edizioni: Xenia


MEDITAZIONE ZEN


- Titolo: GUIDA ALLO ZEN a cura dellAssociazione Italiana Zen Soto
editore: De Vecchi Giovanni Milano

- Titolo: LA PRATICA DELLO ZEN autore: Katsuki Sekida
edizioni: Ubaldini

- Titolo: ZEN PER LOCCIDENTE autore: S. Sekigurchi
edizioni: Mediterranee


CRISTALLOTERAPIA


- Titolo: CRISTALLOTERAPIA autore: Tabish Griziotti Basevi
COME CURARSI CON I CRISTALLI edizioni: De Vecchi


- Titolo: LARTE DI CURARE CON LE PIETRE autore: Micheal Gienger
edizioni: Crisalide

- 16 -

REIKI
Metodo USUI


***************



DISPENSA DEL SEMINARIO

DI

SECONDO GRADO








(A cura di RUGGERO MORETTO Reiki Master)
SOMMARIO



Il Reiki di secondo grado.pag. 2

I Simboli Cosa sono, a cosa
servono e come si impiegano..pag. 3


Spiegazione dei simboli Reiki:

- il primo simbolo CHO KU REI pag. 4

- il secondo simbolo SEI HE KI pag. 5

- il terzo simbolo HON SHA ZE SHO NEN ..pag. 6


La visualizzazione ..pag. 7

Esempi classici di training di secondo grado pag. 8

Condizioni generali per impostare

correttamente un qualsiasi training di secondo grado...pag. 13







Bibliografia consigliata dei temi trattati ..pag. 16


- 1











IL REIKI DI SECONDO GRADO


Bene. Ora chi si avvicina a questa fantastica esperienza, per cos dire pronto e maturo per poter

affrontare e collaborare in prima persona con le entusiasmanti e non pi complicate Leggi

Cosmiche governate dalla Natura.


Cominciamo col dire che il secondo grado ci permette di incanalare il doppio del flusso di energia

permessa dal primo grado, di lavorare in modo pi diretto e attivo con essa nonch la capacit di

proiezione astrale inviando energia a distanza nello spazio e nel tempo a persone, cose e situazioni

senza limiti, (n.b.: anche le situazioni sociali e non, fanno sempre parte della stessa energia e

possono essere equilibrate dallenergia Reiki).


Inoltre, se prima col Reiki di primo grado potevamo incanalare energia solo a livello fisico per

mezzo dellapposizione delle nostre mani su di un qualsiasi corpo lasciandola scorrere libera di

andare dove necessitava, ora col secondo grado possiamo anche incanalarla a livello mentale

concentrandola su di un qualsiasi dato problema per mezzo dei simboli, del pensiero o affermazioni

e della visualizzazione.


Infatti, il seminario di Reiki di secondo grado, basato principalmente sullapprendimento dei tre

simboli ed il loro profondo significato.


Il Reiki di secondo grado potenzia notevolmente le nostre facolt psichiche, telecinetiche e

magnetiche, rendendo pi forte il nostro potere personale e la nostra volont, traendo infiniti

vantaggi come individuo e come terapeuta energetico.


Nel corso del seminario di secondo grado, il master effettuer 2 armonizzazioni per partecipante.




- 2 -

I SIMBOLI - COSA SONO, A COSA SERVONO E COME SI

IMPIEGANO


I simboli Reiki sono ideogrammi giapponesi di origine sanscrita riscoperti da Mikao Usui e

risalenti ad almeno 2.500 anni fa; vengono rappresentati psichicamente come figure e suoni

(mantra) e sono anche lettere dotate di significato.


Detti simboli, che possedendo caratteristiche psichiche ed energetiche proprie e diverse tra loro

(come spiegher in seguito nel dettaglio di ciascuno), servono per chi ne fa ricorso, a potenziare ed

a sviluppare di gran lunga i propri intenti mentali, materiali e spirituali legati ad essi, interagendo

cos in modo pi diretto e profondo con lenergia Reiki.


Per poter usufruire di ciascun simbolo durante un qualsiasi training di secondo grado, occorre

tracciare idealmente la sua sagoma con la nostra mano su di ogni cosa stiamo trattando oppure

visualizzarlo di luce dorata sempre sulloggetto trattato, ripetendo mentalmente il nome del

simbolo stesso per tre volte; perci molto importante imparare a memoria il nome di ogni

simbolo con la figura relativa, per poterli tracciare e utilizzare in modo armonioso ed efficace

durante i training.


Comunque in seguito, una volta ben comprese a fondo le caratteristiche teorico-pratiche

energetiche di tutti i tre simboli, sar poi la vostra personale esperienza e sensibilit a suggerirvi il

momento, il caso ed il luogo opportuno su come, quanto e quando utilizzare ciascun simbolo.


Suggerisco altres molta cautela e responsabilit nelluso dei simboli, perch lenergia che

sprigionano veramente elevata.




- 3 -
IL PRIMO SIMBOLO

CHO KU REI


Letteralmente CHO KU REI significa ENERGIA UNIVERSALE CONCENTRATI QUI.


Energeticamente rappresenta linterruttore dellenergia Cosmica; ha la caratteristica di

aumentare il flusso dellenergia incanalata; anche per cos dire il Fissatore degli altri due

simboli aumentandone la loro forza.


Questo simbolo viene anche usato nellauto/training fisico per aumentare il flusso dellenergia

incanalata, dimezzando cos i tempi di terapia del primo grado.


Avendo compreso che il CKR (abbreviazione che user in seguito) ha la capacit di potenziare e

di accelerare considerevolmente ogni processo, lo possiamo utilizzare per dare Energia,

Forza o una Spinta Maggiore ulteriore a qualsiasi cosa stiamo lavorando; in questi casi lo

si pu tracciare invocandolo continuamente per un certo tempo, attingendo sempre pi in modo

crescente allenergia di questo simbolo.


Di seguito indico alcuni usi del CKR:

- per pulire le stanze e gli ambienti da energie negative come radiazioni nocive dovute ad
apparecchiature elettroniche, oppure dove si sono vissuti parecchi conflitti, stanze di ospedali, case
di ammalati, camere dove si attuano terapie ecc.e la sua modalit di applicazione nei suddetti
casi consiste nel tracciarlo su tutte le pareti, il soffitto e il pavimento, ripetendo mentalmente il suo
nome ogni volta per tre volte; si pu anche visualizzare la sua sagoma dorata tracciata sul soffitto
che scende piano purificando tutti i livelli della stanza;

- per ridare energia a persone stanche o sulle ferite (nel caso di scottature, apporre la mano a circa
30 cm. di distanza);

- per proteggere noi stessi o altre persone da energie negative esterne: la sua modalit di
applicazione consiste nel tracciarlo per sei volte (davanti, dietro, ai lati, sopra e sotto il nostro
corpo), ripetendo ogni volta il nome CKR per tre volte;

.. e per tutte le volte che la vostra esperienza lo ritiene opportuno.

- 4 -
IL SECONDO SIMBOLO

SEI HE KI


Letteralmente SEI HE KI significa: IO HO LA CHIAVE


E il simbolo che attiva le forze interiori presenti in ognuno.


Il SHK appartiene alla sfera emozionale, porta i contenuti del subconscio a livello cosciente e mette

in comunicazione il nostro subconscio con quello altrui.


Lo si usa con successo per equilibrare e guarire qualsiasi trauma emozionale e di dipendenza

psichica; SHK ci aiuta a portare alla luce tutti i nostri blocchi inconsci per il tempo necessario a

ricollegarci con essi, elaborarli e definitivamente eliminarli.


In ogni processo di guarigione psichica emozionale, una volta invocato, il SHK offre

inconsciamente al ricevente, diverse possibili soluzioni energetiche a lui congeniali per eliminare

i propri blocchi; infine sar poi il suo intimo a scegliere la strada giusta per s per quel momento.


Chi effettua un qualsiasi training mediante questo simbolo, penetra nellinconscio della persona

trattata (o anche di se stesso mediante lautotraining o per una situazione), pu modificarne lo

stato energetico mentale ed emozionale mediante i propri intenti, oppure pu limitarsi a lasciare

che il simbolo stesso (che governato da unintelligenza superiore) agisca da solo come meglio

crede, il che quasi sempre consigliabile, invocandolo continuamente quando c necessit.


Generalmente il SHK lo si usa per guarigioni dirette mediante training mentali per ci che

riguardano dipendenze da problemi come stress, tic nervosi, insonnia, depressione, attacchi di

panico, esaurimento nervoso, ansia, rabbia, apprensione, schizofrenie, vizi mentali e

comportamentali, dipendenze varie ecc

- 5 -
IL TERZO SIMBOLO

HON SHA ZE SHO NEN


Letteralmente HON SHA ZE SHO NEN significa: NIENTE PASSATO, NIENTE PRESENTE,
NIENTE FUTURO


E il simbolo che ci permette di andare oltre il concetto illusorio di spazio-tempo, agendo

energeticamente sulla mente conscia.


Per mezzo di HSZSN, possiamo incanalare energia Reiki a distanza per chiunque e/o qualunque

scopo o situazione sia nel senso di spazio che nel senso di tempo (passato, presente e futuro).


Per quanto ci riguarda, HSZSN ha anche il significato di ingresso del libro della vita di ognuno;

invocandolo continuamente porta a livello cosciente nel qui e ora le nostre azioni e situazioni

emozionali, mentali e spirituali create nel presente, nel passato e nel futuro, per poterle volendo

riprogrammare a nostro piacimento o secondo come suggerisce il simbolo stesso, dandoci cos

nuove opportunit di riequilibrio relative alle suddette azioni create; questa per esempio unaltra

strada su come lavorare coi traumi che spesso vengono dal passato usando HSZSN.


Questo potente simbolo, a seconda di come e su cosa lo incanaliamo, da come risulta ci apre ad

infinite possibilit di scelta su come partire ad operare su di un qualsiasi dato problema, di

conseguenza abbinandolo agli altri due simboli, abbiamo uno strumento energetico potente e

completo per agire direttamente su tutti i piani dellessere; per esempio: se ci che stiamo

trattando di natura emozionale, insieme a HSZSN, che ci aiuta a visualizzare una situazione

irrisolta del passato da riequilibrare, come ausilio possiamo successivamente tracciarci sopra il

secondo simbolo SHK e infine CKR per rinforzare lazione per tutte le volte che lo desideriamo.




- 6 -
LA VISUALIZZAZIONE


Per effettuare un buon training di secondo grado, come vedremo in seguito, fondamentale
conoscere larte della visualizzazione.


Elenco alcuni semplici e pratici consigli:

Visualizzare significa vedere, ricordare mentalmente, configurare una cosa, persona, scena o
situazione senza luso del nostro occhio fisico, senza avere davanti a s materialmente loggetto
visualizzato.

Anzi non occorre necessariamente averlo visto: la visualizzazione pu essere una creazione
completamente nostra, modificabile in qualunque momento, (alterazione in maniera creativa dei
dati base memorizzati nella mente).

Per far si che la nostra visualizzazione dia maggiori risultati, occorre arricchirla con pi elementi
ricorrendo a tutti i sensi che abbiamo a disposizione come la vista, i suoni, gli odori, il tatto, i
sapori, le emozioni e i sentimenti.


Lolfatto: gli odori e gli aromi cambiano frequentemente anche da un momento allaltro: gli
ambienti esterni possono sapere di mare, di erba appena tagliata, o anche.una discarica.

Il tatto: un soggetto pu essere caldo, freddo, liscio, ruvido, o dare altre sensazioni diverse

Il gusto: bisogna concentrarsi e riportare alla mente il ricordo del sapore pi legato e confacente
allesperienza da visualizzare

Il suono: il traffico stradale, il rumore del vento, il suono delle voci, distinguere i vari toni ecc

La vista: bisogna sforzarsi di cogliere soprattutto i particolari ossia sfumature, dettagli, ombre,
contrasti, colori ecc.

Le emozioni ed i sentimenti: la chiave del successo nel visualizzare proprio lemozione;
il livello emotivo raggiunto nella creazione della situazione da visualizzare il vero segreto per un
rapido successo dellazione.

Un pensiero creato, emesso e rafforzato dai simboli Reiki, capace di compiere.miracoli!!!




UN INDIVIDUO E CIO CHE PENSA; IL DOMINIO SUI PENSIERI, CONFERISCE IL
DOMINIO SUL CORPO E SULLA MATERIA



- 7 -
ESEMPI CLASSICI DI TRAINING DI SECONDO GRADO


AUTO/TRAINING FISICO

Procedere come si ritiene opportuno, in aggiunta su tutto il corpo (oltre alle posizioni imparate dal

primo grado) o sui punti malati, si possono tracciare tutti e tre i simboli ricordando per di dire

mentalmente per tre volte il nome di ciascun simbolo; se tracciamo SHK o HSZSN, dobbiamo

ricordarci una volta tracciato ciascuno, di aggiungere CKR per rafforzare le loro qualit;

in definitiva.: se tracciamo SHK, subito dopo tracciare dopo CKR

se tracciamo HSZSN subito dopo tracciare dopo CKR


AUTOTRAINING MENTALE (SK + CR)

- Dopo le prime tre posizioni della testa (occhi-tempie-orecchie) poniamo la nostra mano sinistra

sulloccipite e la mano destra traccia sulla sommit del capo SHK ripetendo tre volte il nome

SHK, successivamente tracciare CR e ripetere il suo nome tre volte.

- Ripetiamo mentalmente per tre volte il nostro nome e cognome per stabilire il contatto con la

nostra interiorit; dora in poi tutto ci che pensiamo andr ad influenzare il nostro inconscio.

- A questo punto, sempre nella posizione nuca-fronte, ripetere il messaggio per tre volte, per

esempio: sono sempre pi in equilibrio con me stesso; energia per liberarti dal fumare ecc).

- n.b.: effettuare non pi di un messaggio al giorno possibilmente breve e conciso, che sia

affermativo, presente e che sia formulato in positivo.

- Possiamo anche mettere in contatto con i nostri singoli organi inviando loro un preciso

messaggio.

- A questo punto, se volete potete procedere con tutte le posizioni rimanenti previste per

lautotraining, diversamente se volete concludere, una volta staccate le mani dalla posizione, si

strofinano le mani tra loro e si soffia per interrompere il contatto.

- 8 -
TRAINING MENTALE CON MESSAGGIO(PERSONA
PRESENTE) SHK +CKR


- Dopo le prime tre posizioni della testa (occhi-tempie-orecchie) poniamo la nostra mano

sinistra sulloccipite della persona e la mano destra traccia sulla sua sommit del capo SHK

ripetendo mentalmente il suo nome tre volte, dopo tracciamo CKR ripetendo il nome tre volte e

apponiamo la nostra mano destra sulla fronte della persona trattata.


- Ripetiamo il nome e cognome mentalmente della persona trattata per stabilire il contatto;

dora in poi tutto ci che pensiamo andr ad influenzare la persona a livello inconscio.


- A questo punto, formulare mentalmente il messaggio da inviare alla persona, per es.: sei pieno

di energia risanatrice; energia per essere libero da.ogni malattia; .dal rosicchiarti le

unghie; ..essere pi disponibile verso gli altri; ecc.(ricordando di formulare un

messaggio affermativo, positivo, presente, breve e conciso; per aiutarci meglio, visualizzare la

persona immersa nella situazione legata al messaggio inviatogli, e se vogliamo rafforzare la

sua azione, possiamo tracciare sulla nostra chiara visualizzazione, molti CKR ripetendo il

nome del simbolo per tre volte diverse volte.


- Se desideriamo possiamo completare il training fisico; una volta finito il training, facciamo la

chiusura, laccarezzamento dellaura e strofiniamo le nostre mani tra loro soffiandoci sopra

per interrompere il contatto.



N.B.: PRIMA DI PROCEDERE AD EFFETTUARE UN TRAINING CON UN QUALSIASI
MESSAGGIO BEN PRECISO AD UNALTRA PERSONA, E INDISPENSABILE AVERE IL
SUO APERTO CONSENSO RELATIVO AL MESSAGGIO STESSO.





- 9 -
TRAINING FISICO A DISTANZA SENZA MESSAGGIO
(HSZSN + CKR)

- Sedersi sulla punta di una sedia a schiena dritta senza appoggiarla sullo schienale nella

postura della meditazione.


- Quando siamo pronti, effettuare la centratura del cuore per stabilire il contatto con lenergia

Reiki.

- Visualizzare la persona davanti a noi ed immaginare il suo volto ingrandito tracciando su di

esso HSZSN ripetendo mentalmente il nome del simbolo per tre volte.


- Tracciare sopra HSZSN il simbolo CKR ripetendo mentalmente il suo nome per tre volte per

rafforzare la sua azione.


- Pensare per tre volte, ripetendolo mentalmente, al nome e cognome della persona da trattare

per stabilire il contatto astrale con lei.


- Posare idealmente le nostre mani sul suo volto per circa 2 minuti, idem per le orecchie; se

volete potete visualizzare idealmente ogni posizione prevista per il training di persona e starvici

circa 2 minuti per posizione; oppure potete visualizzare la persona rimpicciolita fra le vostre

mani in modo che possa essere trattata in una volta per intero e starvici circa 15 minuti o

volendo anche di pi.


- Se la persona visualizzata sparisse o quando avete terminato, chiudere il contatto strofinando le

nostre mani fra loro e soffiandoci sopra.

N.B.: E CONSIGLIABILE NON TRATTARE MAI UNA PERSONA DURANTE UN
TRATTAMENTO CHIRURGICO; PER TUTTI I TRAINING MENTALI E A DISTANZA,
DOBBIAMO AVERE UN APERTO CONSENSO DELLA PERSONA DA TRATTARE
NONCHE FISSARE CON LEI LORA ESATTA DI INIZIO TRAINING, DI MODO CHE
SI PREPARI A RICEVERLO SDRAIATA COMODAMENTE

- 10 -
TRAINING FISICO A DISTANZA CON MESSAGGIO
(HSZSN + SHK + CKR)

- Sedersi sulla punta di una sedia a schiena dritta senza appoggiarla sullo schienale nella

postura della meditazione.


- Quando siamo pronti, effettuare la centratura del cuore per stabilire il contatto con lenergia.


- Visualizzare la persona davanti a noi ed immaginare il suo volto ingrandito tracciando su di

esso HSZSN ripetendo mentalmente il nome del simbolo per tre volte; tracciare sopra HSZSN il

simbolo CKR ripetendo mentalmente il suo nome per tre volte per rafforzare la sua azione;

pensare per tre volte, ripetendolo mentalmente, al nome e cognome della persona da trattare

per stabilire il contatto astrale con lei.


- Posare idealmente le nostre mani sul suo volto per circa 2 minuti, idem per le orecchie.


- Ora poniamo idealmente la nostra mano sinistra sulloccipite della persona e la mano destra

traccia sulla sua sommit del capo SHK ripetendo mentalmente il suo nome tre volte, dopo

tracciamo CKR ripetendo il nome tre volte e apponiamo la nostra mano destra sulla fronte.


- Ripetiamo il nome e cognome mentalmente della persona trattata per stabilire il contatto;

dora in poi tutto ci che pensiamo andr ad influenzarla a livello inconscio.


- A questo punto, formulare mentalmente il messaggio da inviare alla persona per tre volte; dopo

se volete potete visualizzare idealmente ogni posizione prevista per il training di persona e

starvici circa 2 minuti per posizione; oppure potete visualizzare la persona rimpicciolita fra le

vostre mani in modo che possa essere trattata in una volta per intero e starvici quanto basta.


- Se la persona visualizzata sparisse o quando avete terminato, chiudere il contatto strofinando le

nostre mani fra loro e soffiandoci sopra.
- 11 -
TRATTAMENTO PER SITUAZIONI (HSZSN + CKR)


- Sedersi sulla punta di una sedia a schiena dritta senza appoggiarla sullo schienale nella

postura della meditazione


- Quando siamo pronti, effettuare la centratura del cuore per stabilire il contatto con lenergia


- Tracciare il simbolo HSZSN e ripetere mentalmente il nome tre volte; tracciare su di esso il

simbolo CKR e ripetere mentalmente il nome per tre volte.


- A questo punto se potete, visualizzatevi nella vostra o altrui situazione e successivamente se

volete potete inviarvici sopra diversi CKR per rafforzare la vostra volont dazione, ricordando

ogni volta di ripetere il nome del simbolo per tre volte, citandone prima mentalmente loggetto

per es.:


- ENERGIA PER IL MIO (O ALTRUI) ESAME DI ..

- ENERGIA PER IL MIO (O ALTRUI) RAPPORTO CON .

- ENERGIA PER TALE PERSONA DEFUNTA

- ENERGIA PER IL MIO (O ALTRUI) LAVORO

- ENERGIA PER LA MIA (O ALTRUI) SITUAZIONE FINANZIARIA

- ENERGIA PER LA MIA (O ALTRUI) SITUAZIONE SENTIMENTALE

- ENERGIA PER UNA SITUAZIONE PASSATA NON RISOLTA EMOTIVAMENTE


- Rimanete poi concentrati sulla vostra situazione visualizzandola continuamente per un certo

tempo e se volete, potete continuare anche ad inviarci sopra i simboli che a vostra scelta

saranno relativi alla vostra situazione in questione, ricordando di ripetere mentalmente per tre

volte il loro nome per ciascuno aggiungendo sempre ad ognuno CKR.



- 12 -
CONDIZIONI GENERALI PER IMPOSTARE
CORRETTAMENTE UN QUALSIASI TRAINING DI
SECONDO GRADO



Per mezzo di ogni pensiero concisamente formulato e per mezzo della visualizzazione, tracciando

mentre siete concentrati su di essi i simboli scelti a vostra discrezione e legati al problema da

trattare, potete personalizzare tutti i vostri training e autotraining, fisici, mentali e a distanza

permessi dal secondo grado, aiutandovi a concretizzare i vostri propositi pi nobili e sinceri per la

vostra evoluzione e per il bene di chi vi circonda, avviando e accelerando notevolmente ogni

realizzazione.


Tutto ci ci apre ad infinite possibilit di scelta su come iniziare ad operare su di un dato

problema, e quindi di basilare importanza porsi come prima cosa un obiettivo ultimo da

raggiungere e per un certo tempo lavorare intorno ad esso nel miglior modo e sempre pi mirato

possibile; i tempi di esecuzione di un qualsiasi training pu non superare la mezzora al giorno per

problema e per persona.


Come mio consiglio, occorre col tempo individuare a grandi linee, fino a che punto possiamo

interagire con i nostri obiettivi per mezzo del Reiki, qualunque essi siano, impostandoci un piano di

lavoro graduale e realizzabile, il che sar dato anche dalla nostra iniziale predisposizione naturale

e di apertura nei confronti dellenergia Reiki e dellarmonizzazione; comunque per tutti, i risultati

saranno grandiosi e non tarderanno a concretizzarsi, sempre nella misura in cui ci si dedica a

questa disciplina in termini di tempo ed impegno.








- 13 -
Ora sta alla sensibilit ed esperienza di ognuno fatta nel tempo, una volta fatto proprio ogni

dettaglio appreso nel seminario di secondo grado oltre alla presente dispensa dando importanza

alla comprensione profonda del significato di ciascun simbolo, ad agire come, quando e perch

ricorrere a questo potentissimo strumento per la propria autorealizzazione personale ed interiore,

ricordando che IL REIKI E INTELLIGENTE E SA AGIRE DOVE CE BISOGNO, inoltre:


ogni volta che si inizia un qualsiasi training, ricordarsi di eseguire la centratura del cuore per

stabilire il contatto con lenergia Universale;


i simboli vanno immaginati di luce dorata od opalescente, usando un raggio di luce per tracciarli;


quando eseguiamo un qualsiasi training mentale e/o a distanza, dobbiamo assolutamente avere il

consenso della persona che lo ricever per non violare il suo libero arbitrio e per non incorrere a

spiacevoli incidenti energetici; opportuno per i training a distanza accordarsi sul momento in cui

verr effettuato che potr essere programmato in base alle esigenze della persona che lo ricever;


tutti i training mentali e/o a distanza vanno effettuati almeno per 4 giorni consecutivi e la

frequenza successiva si stabilir a seconda della gravit del problema in questione (in genere

consiglio come base 21 giorni consecutivi);


se dovessimo addormentarci durante un training a distanza, ricordarsi di interrompere

assolutamente il contatto appena svegli strofinando le mani tra loro soffiandoci sopra;


per i trattamenti mentali importante formulare un messaggio breve e conciso e devessere

affermativo, positivo, presente;


non effettuare mai alcun training a persone che stanno subendo un intervento chirurgico;


Allinizio e alla fine di ogni training, lavarsi bene le mani con acqua fredda.

- 14 -
BIBLIOGRAFIA CONSIGLIATA DEI TEMI TRATTATI


R E I K I

- Titolo: IL LIBRO DEL REIKI autore: Diane Stein
edizioni: Armenia

- Titolo: REIKI 2 GRADO
LENERGIA VITALE CHE E DENTRO DI NOI autore: A. Luijerink
edizioni: Hermes

- Titolo: GUARIRE CON IL REIKI autore: B. Muller H.H. Gunter
edizioni: Mediterranee


LA MENTE

- Titolo: VISUALIZZAZIONE POSITIVA autore: G.Dalla Via
edizioni: Red

- Titolo: INFLUENZA A DISTANZA autore: Giuseppe Gangi
edizione: Mediterranee

- Titolo: AUTOGUARIGIONE autore: Roger Jahnke
edizioni: Armenia

- Titolo: IL POTERE DELLA MENTE autore: Milan Ryzl
edizioni: Mediterranee

- Titolo: LA MENTE E LINFINITO autore: Rudy Rucker
edizioni: Franco Muzzio


V A R I E

- Titolo: I MAESTRI DI SAGGEZZA autore: J.G. Bennett
edizioni: Mediterranee

- Titolo: SPIRITI GUIDA autore: Iris Belhayes
edizioni: Armenia

- Titolo: LE LEGGI KARMICHE autore: Douglas Baker
edizioni: Crisalide

- Titolo: AUTOBIOGRAFIA DI UNO YOGI autore: Paramahansa Yogananda
edizioni: Astrolabio


- 16 -

REIKI
Metodo USUI


***************



DISPENSA DEL SEMINARIO

DI

TERZO GRADO

(MASTER)





(A cura di RUGGERO MORETTO Reiki Master)






SOMMARIO



Il Reiki di terzo grado (master) pag. 2

Consigli pratici pag. 3

Spiegazione del quarto simbolo DAI KO MYO ..pag. 4







Bibliografia consigliata dei temi trattati pag. 5











- 1


IL REIKI DI TERZO GRADO (MASTER)


Questo il momento decisivo per dare una svolta alla propria vita, dedicandola principalmente a

questa straordinaria disciplina energetica.


Il terzo grado (Master) quello che ci permette di insegnare ad altri tutto il sistema Reiki,

trasferendo in modo imparziale e del tutto agnostico, tutta la nostra esperienza in materia

Reiki precedentemente acquisita ed elaborata nel tempo in prima persona.


Nel seminario di terzo grado (master) si impara come trasmettere le attivazioni o armonizzazioni

dei canali energetici oltre a qualche consiglio per linsegnamento.


In questo seminario verr introdotto il 4 simbolo Reiki che la chiave per trasmettere tutte le

armonizzazioni oltre che a servire per le guarigioni dirette mediante i training appresi nel

seminario di secondo grado.
























- 2
CONSIGLI PRATICI


Assicuratevi di possedere una conoscenza elementare dellanatomia, spiegate alle persone cosa

sono i centri energetici (chakras) e il concetto di energia.


Insegnate qualche tecnica di meditazione a voi pi confacente da effettuare durante i vostri

seminari oltre che a trasmettere bene le posizioni delle mani dando il tempo alle persone di

esercitarsi e di scambiarsi i training creando un gruppo affiatato e stimolante.


Dite alle persone di bere molta acqua durante i primi giorni di pratica e dopo le armonizzazioni,

di effettuare un bagno caldo con 1 Kg. di sale grosso da cucina per pulire laura.


Suggerite che le persone passino una serata tranquilla dopo ogni seduta e armonizzazione, chiedete

loro di rimanere in contatto con lenergia continuamente ed il pi possibile.


Generalmente prima di dare le armonizzazioni dei gradi successivi, bene lasciar trascorrere

almeno 2 o 3 mesi tra il primo e il secondo grado e per il terzo 1 anno o pi; sar comunque la

vostra interiorit a suggerirvi il momento propizio per ogni individuo.


Assicuratevi, prima di insegnare i gradi successivi che gli aspiranti abbiano approfondito in

maniera totale ogni dettaglio dei gradi precedenti e che siano in modo sano seriamente motivati.


Prima di iniziare ad insegnare, fatevi accuratamente col vostro metodo di insegnamento, un piano

ben organizzato degli argomenti per ciascun grado su dispense create da voi stessi, evidenziandone

punto per punto in maniera semplice, breve e chiara ogni dettaglio, ricordando che voi state

insegnando IL REIKI e non le vostre libere interpretazioni in materia; perci diffidate ogni

confronto poco costruttivo su dette interpretazioni e sui vostri metodi di insegnamento coi colleghi

master; il vostro motto devessere: IL REIKI EREIKI E NIENTALTRO CHE REIKI.

- 3 -
SPIEGAZIONE DEL QUARTO SIMBOLO DAI KO MYO


Letteralmente DAI KO MYO significa LUCE CHE INVESTE TUTTO CIO CHE SI IRRADIA
DALLILLUMINATO


E il simbolo per eccellenza della guarigione spirituale da parte dellanima di ognuno.


Questo potentissimo simbolo, oltre che servire come chiave per la trasmissione di tutte le

armonizzazioni Reiki, lo si pu usare con successo mediante le guarigioni dirette per mezzo dei

training di secondo grado aiutando ad armonizzare il piano spirituale del ricevente.


Tracciandolo idealmente e invocandolo per tre volte su di ogni nostra visualizzazione o intento

mentale mediante le parole, messaggi o qualsiasi training energetico, possiamo attingere ad una

forza maggiore governata da altissime intelligenze spirituali e celesti, rinforzandolo poi

ulteriormente col primo simbolo (CKR) o con gli altri simboli del secondo grado.


Non esistono momenti o punti particolari definiti in modo analitico su come e quando ricorre al

DKM se non per la trasmissione delle armonizzazioni e perci, usatelo in ogni training quando la

vostra interiorit ed esperienza ve lo suggerisce comprendendo che un simbolo di notevole

potenza e che agisce sul piano spirituale in modo molto penetrante.


E possibile inoltre tracciarlo anche sul settimo Chakra (calotta cranica) che il nostro punto

psico-spirituale e dove attingiamo maggiormente allenergia Universale e quindi intuitivamente

possiamo applicare DKM soprattutto in questa zona, oltre che sul 4 chakra (cuore)








- 4


BIBLIOGRAFIA DEI TEMI TRATTATI


R E I K I

Titolo: IL LIBRO DEL REIKI autore: Diane Stein
editore: Armenia

Titolo: REIKI E ANGELI DI LUCE autore: E. Pazi F. Cidonio
editore: Xenia

Titolo: IL REIKI DELLO SPIRITO autore: Patrice Gros
editore: Armenia

Titolo: CRISTALLI, REIKI E SUPERCOSCIENZA autore: Francesca Drago
edizioni: Xenia


V A R I E

Titolo: LA MEDITAZIONE PER TUTTI autore: Subagh Singh Khalsa
edizioni: Armenia

Titolo: TUTTI I METODI DI MEDITAZIONE autore: David Fontana
edizioni: Red

Titolo: LA MENTE CHE MENTE autore: Osho
edizioni: Urra

Titolo: AUTOBIOGRAFIA DI UNO YOGI autore: Paramahansa Yogananda
edizioni: Astrolabio

















- 5 -