Sei sulla pagina 1di 7

La propaganda giapponese durante la seconda guerra mondiale

A partire dall'invasione della Cina del 1937, il governo giapponese, che fino a quel momento non aveva fatto un largo uso della poich non degna dello spirito del bushid1, confrontandosi con le potenze occidentali e con la complicit del processo di occidentalizzazione cominci a sviluppare misure in tal senso! "'uso della propaganda in #iappone avvenne tramite diversi canali di comunicazione, quali il cinema, la radio, i li$ri di testo, giornali e riviste! %ale la pensa soffermarsi su alcuni di essi per l'importanza che hanno rivestito nella macchina della propaganda giapponese! Cinema
Illustrazione 2: Locandina del film Hawai are oki kaisen !", #La guerra na$ale fra le Hawai e la alesia#

"a "egge sui film, Eigah & ' del 1939, aument l'autorit che lo stato aveva sull'industria del cinema! (l governo incoraggio alcune forme propaganda chiamati rafforzando e cos, di cinema, producendo film di promuovendo eiga, l'uso )ilm del documentari culturali* cinema
+

bunka

nella

propaganda nipponica! -opo l'invasione in Cina il governo giapponese fece rapidamente riaprire le industrie cinematografiche in loco, e le sfrutt all'inizo delle priezioni delle pellicole cinesi! ( temi principali delle pellicole dell'epoca, ripresi poi dal governo anche per le successive conquiste territoriali in Asia, erano il ruolo del #iappone come salvatore del continente asiatico contro il dominio della razza $ianca e la denigrazione del nemico europeo! .ra i vari generi di film prodotti in #iappone fu particolarmente utile alla propagande quello dei Jidaigeki dramma storico* un genere di film in costume am$ientati durante il periodo /do &1013 21303', in particolare all'interno di quelli incentrati sulle vicende della classe dei samurai venivano esaltati l'importanza delle tradizioni e la valenza positiva del sacrificio personale e la deferenza verso l'onore imperiale3!
1

per produrre in $reve tempo pellicole

nipponiche, cinegiornali e di corti di propaganda che venivano proiettati o$$ligatoriamente

2 3

RHODES A., Propaganda: The art of persuasion: World War II, Chelsea House Publishers, New York, 1976 p. !!."i #ue pu$%i so$o prese$%i #ue &ol%e $el %i%olo #el 'ibro( )CC'A*N +. '., Japan: A Modern History, Norton, ,. ,. - Co.pa$/, *$0., 111. p!!1 23SHNER, 4., The Thought War:Japanese Imperial Propaganda, 3$i&ersi%/ o5 Hawaii Press, Ho$olulu, 116.

Educazione e libri di testo 4egli anni trenta molta importanza il governo giapponese diede al sistema educativo,
Illustrazione +: ,i$isione censura del ,i'artimento di 'olizia metro'olitana di -ok.o, !"#$

trasfromandolo in una sorta di corso preparatorio alla successiva leva militare! 4ei li$ri di testo dedicati all'educazione primaria furono inserite, leggermente riadattate, vecchie favole e miti come quelle di 5omotar6 e di 7amato .a8eru, la prima per rafforzare l'idea del #iappone quale guida dei suoi alleati contro il nemico straniero e la seconda

per rafforzare l'amor di patria e il coraggio e portare un esempio di estremo sacrifico! Allo stesso tempo nella Cina occupata i li$ri di testo venivano revisionati per contenere nozioni su figure eroiche giapponesi! -opo l'invasione della 5anciuria del 1931 il percorso di studi del sistema educativo nazionale divenne man mano pi9 nazionalista e, dopo l'inizio delle ostilit con la Cina nel 1937, assunse maggiormente toni militaristici! 4el 5arzo del 19:1 infatti le scuole elementari vennero rinominate kokumin gakk, traduci$ile come scuole del popolo &traduzione del termine tedesco %ol8sschule' e il grado di istruzione successivo seinen ga886, scuole dei giovani, prevedeva elementi di formazione al lavoro e di addestramento militare di $ase :! (noltre dopo l'inizio della #uerra del ;acifico, la lettura di li$ri di testo come il %okutai no hongi , &rinci'i fondamentali della nazione, che conteneva l'opuscolo con lo stesso nome e un suo commentario, pu$$licato dal ministero dell'educazione giapponese nel 1937, divenne di fatto o$$ligatoria! Propaganda e censura nell'era Shwa 4ell'Aprile del 19+1 venne creato all interno del 5inistero degli Affari /steri & , (aimush" un -ipartimento dell'informazione & , (aimush Jhbu'! (l suo o$$iettivo era quello di presentare un immagine favorevole del #iappone al mondo e all'interno del pese stesso! Con lo scoppio della seconda #uerra sino2giapponese, venivano tenute regolarmente riunioni fra i vari ministeri dell'(nterno, del' /sercito, della
4

Illustrazione ): *o'ertina del %okutai no Hongi

http<==en!>i8ipedia!org=>i8i=/ducation?in?the?/mpire?of?@apan

5arina e degli /steri con gli editori per fornire consigli su come seguire le normative sempre pi9 severe! 4el 1930, il suo ruolo venne ricoperto dal la Comitato per le informazioni del ga$inetto& % & ' ( ) ,/aikaku Jhiinkai' che oltre ai me$ri del 5inistero degli (nterni, comprendeva anche militari, politici, ed esperti di vario genere! Colla$or con il -ipartimento di monitoraggio delle pu$$licazioni, occupandosi fino all'occupazione americana oltre che della censura di tutti i media dell'epoca del rilascio dei comunicati stampa ufficiali! 4ell'am$ito dei rapporti con i media, oltre ad emanare delle linee guida ufficiali agli editori dava suggerimenti, che nella realt dei fatti erano effettivi ordini! -opo essere stato promosso prima a sezione & Jhbu' nel 1937, nel 19:1 venne trasformato in Afficio dell'informazione & %&* ,/aikaku Jhk.oku' ponendo sotto il ministero dell'interno le sezioni informazioni della marina, dell'esercito e degli affari esteri! -iretto da un presidente rispondeva direttamente al primo ministro! "a sua giurisdizione per era limitata alle comunicazioni con i civiliB era infatti compito del dipartimento della stampa del quartier generale imperiale a occuparsi di $ollettini di guerra, spesso con l'uso di corrispondenti dal fronte propri C! Temi Principali 5olti dei temi trattati dalla propaganda giapponese come la denigrazione degli avversari, l'incoraggiamento allo sforzo produttivo o la necessit di compiere sacrifici riguardo ai propri standard di vita e sul razionamento alimentare, non si discostarono molto da quelli trattati, dalla propaganda delle altre nazioni coinvolte nel conflitto! .uttavia alcune tematiche furono particolarmente legate all'identit nazionale del paese stesso e al suo retaggio culturale e richiedono quindi un particolare attenzione! Kokutai (l termine %okutai & + , ', letteralmente corpo=spirito=essenza nazionale, che pu essere tradotto come identit nazionale o essenza nazionale, esprimeva l'idea dell'unicit in quanto capo spirituale e sovrano dello stato dell'imperatore , fu diffuso ufficialmente dal governo anche attraverso il %okutai no hongi & + , " - . ' ,ovvero ;unti fondamentali dell'essenza nazionale, allo scopo di far identificare ognuno, sin dai $am$ini come sudditi dell'impero giapponese, cercando inoltre di rimarcare la struttura Dfamiliare* della nazione con l'imperatore come suo apice!0 (" testo (ntroduceva inoltre il concetto di hakk ichiu & / 0 1 2 ,'ortare gli otto angoli del mondo sotto un unico tetto ' che verr poi usato per
5 6

http<==en!>i8ipedia!org=>i8i=Censorship?in?the?/mpire?of?@apan E/AF"/7 G!#!, -he 0ise of odern Ja'an, 1eidenfeld 2 /icolson, 3445, p! 137!

giustificare l'imperialismo! (l termine %okutai divenne popolare nel 13+C quando Aiza>a Feishisai lo utilizz nel suo 6hinron 34 , &/uo$a tesi'! Aiza>a deriv il termine dall'idea che i miti nazionali presenti nel ko7iki e nel nihonshoki fossero eventi storici e che quindi l'imperatore discendesse effettivamente dalla dea del sole Amaterasu no Hmi8ami! Al seguito della restaurazione 5eiIi del 1303 assunse il significato di Dgoverno del .enn6*7! 4el 19:1 il 5inistero dell'educazione pu$lic il 6hinmin no michi 5 " 6 , &8ia dei 6udditi', un manifesto idologico che esponeva cosa ci si aspettasse dai cittadini Jas a people, nation and race* &come persone, nazione e razza' 3! Hakk ichiu Cos, come l'(talia fascista rivendicava il li$ero accesso nel 5editerraneo e la #ermania nazista parlava di spazio vitale, la propaganda giapponese lamentava la prigionia del #iappone nelle proprie acque e trovava la soluzione nell'espansionismo! (l termine Hakk ichiu, traduci$ile come*portare gli otto angoli del mondo sotto un unico tetto* fu coniato ai primi del novecento da .ana8a Chiga8u un attivista della setta $uddista 4ichiren ricalcando far un espressione usata dal primo imperatore leggendario @immu nel /ihonshoki< Dcoprir le otto direzioni e ne la mia dimora* 9, per quanto am$iguo nel contesto originale .ana8a l'interpret l'affermazione attri$uita al primo imperatore come un indicazone divina a riunificare il mondo intero sotto la $andiera nipponica! Autodifesa A partire dall'attentato alla )errovia mancese del sud & 7 8 9 : 6 ; < ) = , inami ansh9 -etsud %abushiki:gaisha' del settem$re 1931,"a propaganda giapponese tenuto ad interpretare l'inizio delle operazioni $elliche come atto di autodifesa al riguardo del quale i mass media diffusero, senza alcuna opinione critica, avessero causato l'esplosione, aggredendo il la notizia che i cinesi #iappone, e che quindi i giapponesi
Illustrazione ;: <rancobollo 'er l=anni$ersario del 2>55? anno del calendario im'eriale con riferimento all=Hakk ichiu

dovessero difendere i loro interessi! 11 "a stessa argomentazione fu portata anche al cospetto della "ega delle nazioni! ;erfino l'attacco a ;earl har$or fu trattato dalla
7 8 9 10

http<==en!>i8ipedia!org=>i8i=Ko8utai -LG/M @! G!, 1ar 1ithout erc.: 0ace and &ower in the &acific 1ar, Pa$%heo$, 1967, p! +:! RHODES A., op. cit. p! +:0 )CC'A*N +. '., op. cit. p. !11.

propaganda come un atto di autodifesa forzato da DMoosvelt e la sua cricca* 11 Bushid (l codice samuraico del @ushid fu sfruttato dalle autorita giapponese nella propaganda per l'indottrinamento dei militari! ;resentare la morte come il massimo risultato a cui si potesse aspirare serviva ascongiurare la resa dei soldati al nemico, che sapevano che sare$$ero caduti in disgrazia nel caso fossero stati fatti prigionieri! Nuest'idea scoraggio la resa a tal punto tra i soldati che dopo l'incidente di Fhanghai del 193+ uno dei soldati giapponesi catturati una volta in li$ert torno sul luogo della sua cattura per commetere se''uku! Ancor pi9 iconico dal punto di vista della propaganda O il caso dei Dtre proiettili umani*, tre soldati cele$rati come %amikaze ante litteram per essere esplosi insieme ad un tratto di filo spinato, la cui storia venne raccontata in pi9 di un film, i quali, pi9 pro$a$ilmente morirono per un errore nella lunghezza delle miccie! Ana conseguenza negativa imprevista fu che i soldati giapponesi non venivano addestrati per le situazioni di prigionia e interrogatorio, cosa che paradossalmente rese l'ottenere informazioni dai prigionieri giapponesi pi9 semplice che nel caso inverso! 1+"'idea stessa delle operazioni d'attacco suicide, di per se non confacenti alle idee del Eushido che predicava solo la necessit dell'accettazione della possi$ilit della morte in $attaglia, e non la ricerca di quest'ultima, deriv in parte dal forte uso che la propaganda fece della morte dei nove sommergi$ilisti nell'attacco a ;earl Par$or, dichiarandone le azioni come Dil vero spirito del Eushido*!13 "'uso degli ideali del Eushido per esaltare i valori tradizionali e il rifiuto della modernit, caus per un avventata indifferenza dei giapponesi nei confronti dell'avanzamento tecnologico in campo $ellico, $asti pensare che ai soldati nel codice militare di com$attimento veniva detto che la loro arma principale fosse la $aionetta che molti di loro lasciavano innestata tutto il tempo!1: Contro le accuse di atrocit 5entre una stretta censura da parte del governo rese possi$ile impedire che la popolazione giapponese venisse a conoscenza delle atrocit comesse in Cina, le notizie di quest'ultime raggiunsero le nazioni alleate! (l #iappone lanci
11 12

quindi una propaganda

13

14

RHODES A., op. cit. p! +C7 PAMM(/F 5! = PAMM(/F F!, 6oldiers of the 6un: -he 0ise and <all of the Im'erial Ja'anese Arm., Mandom Pouse ;u$lishing #roup, 199:! p! 33+ PL7. ;! /!, Ja'an=s 1ar: -he (reat &acific *onflict, 3B;) to 34;2, -a Capo ;ress, (ncorporated, 1930, p! 301 PAMM(/F 5! = PAMM(/F F!, o'CcitC p 3C1

negandole e intervistano prigionieri cinesi per smentirle! "e interviste vennero presentate non come uno strumento di propaganda ma come un atto di $enevolenza verso il nemico, $enevolenza prevista tra le virt9 del Eushido! Sfera di co prosperit della !rande Asia orientale
Illustrazione >: &oster del achukuo inneggiante all=armonia fra gia''onesi, cinesi e mancesiC

"a Ffera di co2prosperit della #rande Asia orientale & > ? @ A B C -ait6a KQ6ei8en' fu un concetto creato e promosso dal governo e dai militarinei paesi occupati dal #iappone durante la sua espansione imperialistica! ;roclamava il progetto di creare un insieme autosufficente di nazioni asiatiche con il #iappone come sua guida, promuovendo l'unit culturale, politica ed economica dell'Asia orientale! Nuesto progetto agli inizi, fu $en visto nelle nazioni Dli$erate dal dominio europeo*, e molti giapponesi elogiavano l'idea costruttiva e pacifica della sfera! "a promozione di quest'ideale fu portata avanti sfruttando molti dei mezzi accessi$ili alla
Illustrazione D: <rancobollo con la ma''a della sfera di co:'ros'eritE della (rande Asia orientale

propaganda, quali la radio e il lancio di volantini da areoplani, la fondazione di societ per l'unione culturale nei paesi occupati e la pu$$licazione di opuscoli in pi9 lingue illustranti cittadini dei vari paesi cooperanti sotto le $andiere di tutti i paesi interessati e mappe che mostrassero l'estensione geografica! 4onstante le azioni dei giapponesi nei territori occupati minassero in parte l'efficacia di questo messaggio i risultati della campagna propagandistica furono considerevoli, e culminarono nello svolgersi nel 19:3 della Conferenza per la grande Asia orientale"

#onti$ RHODES A., Propaganda: The art of persuasion: World War II , Chelsea House Publishers, New York, 1976 )CC'A*N +. '., Japan: A Modern History, Norton, ,. ,. - Co.pa$/, *$0., 111 23SHNER, 4., The Thought War:Japanese Imperial Propaganda, 3$i&ersi%/ o5 Hawaii Press, Ho$olulu, 116.

E/AF"/7 G!#!, -he 0ise of -LG/M @! G!, 1ar 1ithout

odern Ja'an, 1eidenfeld 2 /icolson, 1991! erc.: 0ace and &ower in the &acific 1ar , Pa$%heo$,

1967!

PAMM(/F 5! = PAMM(/F F!, 6oldiers of the 6un: -he 0ise and <all of the Im'erial Ja'anese Arm., Mandom Pouse ;u$lishing #roup, 199:! PL7. ;! /!, Ja'an=s 1ar: -he (reat &acific *onflict, 3B;) to 34;2 , -a Capo ;ress, (ncorporated, 1930!