Sei sulla pagina 1di 10

Carriera! Loro ce lhanno fatta.

novembre 2006

massimorosa.com
1



Carriera!
Loro ce
lhanno fatta.
7 storie di successo





















Questo ebook gratuito e liberamente distribuibile.

Diritto d'autore - Copyright

I contenuti del presente ebook sono coperti da regolare
Copyright. Per Copyright s'intende il diritto esclusivo che
l'autore rivendica sul proprio operato.

Il contenuto dell'ebook liberamente riutilizzabili solo se
ad esclusivo uso personale, con l'unico obbligo di citare la
fonte. Tutti i contenuti possono essere liberamente riprodotti
e parzialmente o integralmente modificati purch non a scopo
di lucro. La citazione della fonte (massimorosa.com) e il
relativo indirizzo web: http://www.massimorosa.com sempre
obbligatoria.

Carriera! Loro ce lhanno fatta. novembre 2006

massimorosa.com
2






Il procedimento logico maggiormente diffuso
nella ricerca del lavoro individua un
candidato che si propone ad unazienda, la
quale, in base alle proprie esigenze di
personale ed in base alle caratteristiche
professionali oltrech psico-attitudinali della
persona, decide se inserirlo o meno nel
proprio organico.


Siamo sicuri che questo schema sia
lunico possibile?
Non esistono altre strade, altre opportunit
per proporsi attivamente?






Carriera! Loro ce lhanno fatta. novembre 2006

massimorosa.com
3


Nel momento in cui inviate il vostro curriculum, migliaia di
persone a voi concorrenti stanno compiendo , lo stesso atto, con le
stesse speranza o disillusioni.

Essere propositivi significa proporre allazienda un progetto di
lavoro, una serie di obiettivi che includono nella fase esecutiva o
progettuale il candidato stesso che la presenta. In parole povere si
offre oltre a se stessi anche delle idee da cui lazienda pu ricavare
fonti di guadagno , di sviluppo, di ricerca, di ottimizzazione delle
risorse, etc.

Unaltra via corretta quella di accettare mansioni anche non
corrispondenti alla propria preparazione, pur di inserirsi, per poi
proporsi in seguito, facendo valere le proprie qualit.

La via negativa invece quella di attendere una chiamata, che
quasi sempre non arriva, finendo cos per imprigionarsi in un
circolo negativo da cui difficile uscire.

Nel corso di queste mie esperienze, ho potuto osservare come
spesso molti giovani, passati attraverso le maglie dello screening,
siano riusciti nel corso del tempo a realizzare e a maturare le
capacit potenziali gi individuate e sottolineate dai consulenti
esaminatori.

Quello di seguire i candidati attraverso il loro percorso evolutivo
il moderno modello operativo al quale presto si dovranno
adeguare quelle societ di ricerca e selezione del personale che
intendono far fronte alla rapida evoluzione dei mercati.


Carriera! Loro ce lhanno fatta. novembre 2006

massimorosa.com
4



Quando il vino parla ceco.

Una delle opportunit pi interessanti per gli studenti universitari dellultima generazione,
quella degli scambi di studio, con programmi quali Erasmus, attraverso i quali lUnione
Europea stimola la reciproca conoscenza tra giovani comunitari, oppure attraverso singoli
scambi organizzati dalle Universit.
Il caso da noi conosciuto quello di due ragazzi italiani, studenti di Lingue slave, Paolo ed
Andrea, che dopo aver vinto una borsa di studio di 6 mesi presso lUniversit Carlo di
Praga, partono insieme per questa avventura.
Praga una citt, che dopo la caduta del comunismo, offre importanti opportunit in tutti i
campi, ed anche per lapprendimento delle lingue una base di sicuro interesse per
giovani , anche a fronte di migliaia di stranieri trasferitisi nella capitale ceca.
I due italiani vivono lesperienza con grande entusiasmo,, sperimentando una nuova realt
che li induce anche a riconsiderare le proprie opinioni sullex mondo comunista; Praga in
pieno fermento economico e le iniziative si succedono a ritmo elevatissimo, e gli stessi
Paolo ed Andrea rimangono coinvolti da una citt che sembra offrire opportunit
eccezionali.
Paolo inizia anche lo studio della lingua ceca ottenendo in breve tempo dei buoni risultati; i
sei mesi trascorrono per rapidamente ed il ritorno a casa gradito, anche perch gli
esami incombono e la laurea non pu pi attendere. Paolo ed Andrea si laureano nella
stessa sessione ed iniziano la ricerca del lavoro; la realt per i neolaureati
inaspettatamente difficile e la buona votazione o lesperienza scolastica non sembrano
interessare le aziende contattate.
Andrea subisce la situazione con una forte delusione e rinuncia ad una ricerca attiva,
preferendo inviare periodicamente i curriculum ed attendere che i buoni contatti dei
genitori fruttino qualche valida possibilit.
Paolo si propone pi attivamente e decide di presentarsi presso la nostra societ, viene
invitato a lasciare il curriculum per essere inserito nella banca dati; Paolo non demorde e
chiede se in base al proprio profilo pu essere presentato a qualche azienda cliente della
societ. Il selezionatore scorre il curriculum velocemente, come avviene spesso con i
neolaureati, ed individua lesperienza dello scambio di studio, che pu trasformarsi in un
valido punto di forza.
Paolo ha la prima intuizione e richiede alla Camera di Commercio lelenco delle ditte che
hanno rapporti commerciali con la Repubblica Ceca; dopodich invia numerosi curriculum,
facendo anche leva sulla conoscenza della lingua.
Le risposte sono per poche, e tutte nel ringraziare per lautoncandidatura comunicano di
non aver attualmente esigenze di personale, il nominativo sar comunque tenuto in
considerazione per il futuro.
Paolo capisce che candidarsi in maniera tradizionale non pu avere successo, e cambia
strategia: decide di proporsi ad unazienda con in mano un progetto concretamente
realizzabile, tagliato su misura ed a vantaggio dellimpresa scelta.
Durante i sei mesi a Praga, Paolo ha compreso quanto siano apprezzati i prodotti
alimentari italiani di qualit; risiedendo in una zona rinomata per la produzione del vino, il
passo breve: dopo aver dedicato due mesi ad uno studio di fattibilit, si presenta in una
nota azienda vinicola con in mano un progetto per lesportazione del vino DOC nella
Repubblica Ceca.
Carriera! Loro ce lhanno fatta. novembre 2006

massimorosa.com
5


I responsabili dellazienda gi da tempo guardavano con interesse ai mercati dellEst
Europa, ma aldil dellintenzione il passo non si era ancora concretizzato. Lo studio
presentato da Paolo, eccezion fatta per alcuni errori dovuti allinesperienza, viene valutato
positivo ed attuabile.
Dopo due anni lazienda in questione non solo ha creato dei solidi legami commerciali con
la Repubblica Ceca, ma ha iniziato ad espandersi verso la Polonia e lUngheria; presso la
sede stata creata una divisione che si occupa esclusivamente dellEst Europa ed il
nostro paolo stato inserito in questo ufficio e adesso lavora ad un ambizioso progetto di
costituzione di una joint-venture per la distribuzione del vino sul mercato russo.
Andrea invece dopo molte difficolt riuscito ad ottenere un impiego presso gli uffici
comunali; tornato spesso a Praga, come turista, e ricorda i tempi del suo soggiorno con
grande nostalgia, ben sapendo che unoccasione come quella non torner pi.



Come ti re-invento la lattina.

Carlo un giovane architetto, dopo la laurea entrato in un piccolo studio di progettazione
del Triveneto, in attesa di incontrare loccasione giusta per realizzare le proprie
aspirazioni.
La sua grande passione il design, che oltre ad aver approfondito nel corso degli studi,
considera come il proprio miglior mezzo di espressione e creativit; Carlo per
demotivato a causa dellangustia di un lavoro che ripete ormai con una routine
consolidata.
Un giorno, visitando una mostra di arte postmoderna, osserva con attenzione una
riproduzione pubblicitaria di una famosa bibita americana, raffigurante una normale lattina;
uscendo dalla mostra, acquista una lattina simile e ne studia con occhio critico la
composizione.
Carlo nota che questa formata da tre parti distinte, assemblate in diverse fasi della
produzione; limpressione che tale struttura possa essere migliorata ed il giorno dopo ne
parla con i colleghi di lavoro, che, impegnati a realizzare un progetto di una ditta cliente,
pi di tanto non si appassionano al problema.
Carlo invece, grazie anche alla sua predisposizione per il design, continua a valutare la
struttura della lattina ed individua una procedura che potrebbe ridurre le fasi di
assemblaggio da tre ad una, riducendo tempi di produzione, costi, investimenti in
apparecchiature e personale.
Lui stesso non convintissimo della procedura creata e solamente dopo alcuni mesi
decide di inviare la documentazione alla casa madre americana della bibita. Trascorrono
cinque mesi risposta.
Dopo sei mesi invece, arriva una raccomandata con un invito a Seattle, sede della
multinazionale americana, dove gli viene illustrato il nuovo ciclo produttivo della lattina;
lassemblaggio delle componenti stato ridotto ad una fase ed anche se il progetto
dellarchitetto italiano era diverso, nella sostanza la procedura si ispira a quellidea.
Al suo ritorno, Carlo trova unofferta della consociata italiana della ditta americana:
lingresso nellufficio progettazione un momento importante perch gli permette
finalmente di esprimere la propria creativit nel design, iniziando contemporaneamente
una carriera di sicuro successo.
Carriera! Loro ce lhanno fatta. novembre 2006

massimorosa.com
6



Le analisi di Giovanni.

Un altro caso interessante quello di Giovanni, tecnico di laboratorio, diplomato perito
chimico; dopo il diploma si trova in difficolt ad ottenere un lavoro inerente ai suoi studi, ed
anche i suoi ex compagni di scuola rimangono in attesa dellofferta buona, senza
preoccuparsi di maturare una esperienza sul campo.
Giovanni invece fa questo ragionamento: importante per me iniziare in qualsiasi modo,
perch lesperienza comunque un investimento decisivo.
Comprende che preoccuparsi dello stipendio immediato nella sua situazione sbagliato,
decide cos di presentarsi presso una struttura parastatale ed offrirsi gratuitamente come
volontario.
Entrar a far parte dello staff di laboratorio di un ospedale ed inizia a familiarizzare con il
lavoro concreto, lesperienza, giorno dopo giorno, cresce e Giovanni diventa un ottimo
tecnico di laboratorio, la famiglia lo sostiene in questo periodo transitorio ed ha cos la
serenit per completare la propria preparazione.
Dopo circa un anno, conosce un medico dellospedale, che anche titolare di una clinica
privata per le cure termali, il medico sta cercando un giovane tecnico di laboratorio per le
analisi, da inserire nellorganico della clinica. Parlando con Giovanni, scopre che si
offerto volontariamente allospedale, apprezzandone cos limpegno e la forza di volont:
decide di invitarlo a visitare lo stabilimento termale.
Gradualmente Giovanni diminuisce limpegno presso lospedale e dopo un periodo di
prova, viene inserito nella clinica privata. Tutta lesperienza maturata nel laboratorio
dellospedale, anche se non retribuita, torna ora utile e gli permette di affermarsi come un
preparatissimo tecnico, a differenza dei compagni di scuola, che con la sola esperienza
scolastica non potrebbero mai raggiungere un posto di tale livello.



Se lavvocato vende abiti.

Daniela si laureata in giurisprudenza a Milano: una laurea inflazionata che offre sempre
minori sbocchi di lavoro; anche gli head hunters sono abbastanza tiepidi nei confronti dei
laureati in legge a causa delle poche richieste da parte delle aziende, se non per gli uffici
legali delle imprese pi grandi.
Daniela consapevole della situazione ed accetta lincarico di coadiuvante alla vendita in
un negozio di abbigliamento milanese, con limpegno di aiutare la titolare nel disbrigo delle
questioni fiscali ed amministrative.
Il negozio parte di una rete in franchising, la cui casa madre ha sede proprio a Milano:
sono quindi frequenti le visite degli ispettori della direzione franchising, che oltre a
controllare il rispetto degli accordi contrattuali, raccolgono informazioni e suggerimenti da
parte degli affiliati.
Nelladempiere ad alcune incombenze amministrative del negozio, daniela sin dallinizio ha
avuto delle difficolt, a causa di una sezione del contratto di affiliazione, che di fatto
impedisce una gestione pi agile del punto vendita.
Carriera! Loro ce lhanno fatta. novembre 2006

massimorosa.com
7
Nel corso di una visita degli ispettori, Daniela ha il coraggio di fare unosservazione critica
su quel specifico problema, proponendo una correzione per risolvere il problema in
maniera funzionale.

Tale osservazione viene presentata in una riunione degli affiliati e trova il consenso di
quasi tutti; la stessa direzione franchising decide di rivedere le norme contrattuali e verifica
che effettivamente il punto pu essere migliorato.
Lo stesso fondatore del franchising rimane colpito dalla leggerezza con cui gli esperti
legali avevano inserito tale norma e decide di conoscere personalmente laffiliato che con
tanta acutezza aveva individuato il problema e aveva fornito una soluzione; avendo
scoperto che si tratta di una giovane laureata in legge, dopo circa sei mesi di tirocinio,
Daniela viene inserita nellufficio legale della direzione milanese.



Lazienda la risano, anzi me la compro!

Di vicende positive capita di vederne non soltanto tra giovani laureati o diplomati, anzi
sempre pi spesso sono persone avanti nella carriera a doversi riproporre, a reinventarsi
un lavoro e per certi versi ricostruire la propria vita.
Giorgio un ingegnere meccanico di 45 anni che abbiamo conosciuto nel corso di una
ricerca; allepoca era dirigente in una filiale italiana di unimpresa francese del settore
alimentare, con uno stipendio che si aggirava attorno ai 110 milioni annui.
Le difficolt della casa madre avevano costretto la filiale ad attuare un piano di
ristrutturazione, che quasi sempre consiste in tagli di posti di lavoro.
I consulenti inviati dalla Francia avevano svolto unopera molto precisa e Giorgio si era
trovato improvvisamente di fronte ad ununica soluzione: outplacement, ovvero ricollocarsi
in altra azienda.
La societ di consulenza incaricata delloutplacement vede in Giorgio un ottimo candidato,
con una solida esperienza gestionale, tuttavia la ricerca non delle pi facili, a causa
anche della crisi nel settore in cui opera il nostro ingegnere.
Lunica offerta proviene da una piccola impresa alimentare di provincia: il consulente
sconsiglia Giorgio dallaccettare, dato che la ditta in questione non naviga in buone acque,
il posto offerto inoltre un sesto livello impiegatizio da quaranta milioni lanno.
Per un dirigente retrocedere al sesto livello equivale ad accettare una bocciatura
inequivocabile, tuttavia Giorgio decide di presentarsi al colloquio con il titolare dellazienda,
lo stesso imprenditore non nasconde la debolezza dellazienda ed il fatto che da un paio di
anni la ditta sopravvive grazie ai riflessi positivi della favorevole situazione del passato.
Giorgio visita la ditta, che opera nel settore dolciario, ed immediatamente individua i punti
deboli, legati soprattutto alla gestione commerciale troppo remissiva; nello stesso tempo
intravede in quella piccola fabbrica di provincia delle potenzialit importanti: decide di
accettare limpiego.
Nel giro di sei mesi, dopo aver studiato a fondo la struttura aziendale, convince il titolare a
cambiare registro; forte della sua esperienza di grande azienda, riesce ad adattare alla
piccola impresa le pi innovative strategie commerciali.
Dopo un anno di interventi mirati, il fatturato inizia a crescere rapidamente e lazienda
entra in un circolo virtuoso che la risolleva completamente; il morale dei dipendenti
nuovamente positivo e tutto ci che sembrava faticoso ed irrealizzabile solamente un anno
prima, adesso a portata di mano.
Carriera! Loro ce lhanno fatta. novembre 2006

massimorosa.com
8
A Giorgio viene offerta una compartecipazione societaria, che in pratica lo porta a gestire
in prima persona lazienda, trasformando un ottimo dirigente in un ottimo imprenditore;
anche dal lato economico la scelta ha pagato, invece di cento milioni ne guadagna
duecento e soprattutto non deve pi temere ristrutturazioni di sorta.


La pazienza la virt dell ingegnere.

Una situazione che abbiamo conosciuto direttamente, si svolge nel laboratorio analisi non
distruttive di un grande stabilimento metalmeccanico del Nord Italia.
Uno dei problemi pi urgenti da risolvere era quello della microporosit: da qui la necessit
di assunzione di tre ingegneri chimici; incredibile, ma vero, limpresa non riesce a trovare
ingegneri disponibili ad accettare lincarico.
Liter di inserimento prevede infatti sei mesi iniziali di laboratorio attraverso turni
lavorativi: i giovani ingegneri del Politecnico rimangono diffidenti verso i turni, ritenendolo
un percorso poco consono con i propri studi e qualifiche.
Finalmente, lufficio del personale, per nostro intervento, riesce a reperire i tre ingegneri
disponibili ad entrare secondo le condizioni previste.
Il lavoro allinterno del laboratorio impegnativo, e per chi non abituato i turni sono
faticosi e privi di soddisfazioni; dopo un paio di mesi, due di essi decidono di gettare la
spugna e preferiscono accettare lofferta di unaltra azienda.
La societ di consulenza riprende la ricerca, mentre lunico degli ingegneri rimasto supera
i fatidici sei mesi ed inizia il normale lavoro di laboratorio.
Alla fine dellanno , il responsabile del laboratorio, dopo molti anni, lascia lincarico per
andare in pensione; lunico ad avere le qualifiche necessarie per sostituirlo proprio
lingegnere chimico che aveva superato la barriera dei turni.
Ottiene cos la nomina, compiendo cos in un anno un passo di carriera che normalmente
si raggiunge dopo molto tempo, e soprattutto a differenza dei suoi compagni di esperienza
che sono rimasti tagliati fuori da una grande opportunit, a causa di mancanza di
flessibilit e spirito di adattamento.



1, 10, 100 negozi: il franchising servito.

Luca si laurea in Economia e commercio ed inizia a valutare le opportunit di lavoro; sin
dal tempo degli studi ha maturato la convinzione che il mercato del lavoro in continua
evoluzione e lascia sempre meno spazi al posto fisso, viceversa ci sono ottime possibilit
per chi vuole intraprendere in proprio unattivit.
Si convince che la strada imprenditoriale quella che fa per lui e per iniziare unattivit a
basso rischio e con buone garanzie di riuscita, pensa ad unattivit commerciale in
franchising, cio unaffiliazione con un grande gruppo che cede allaffiliato il diritto
dellutilizzazione della formula commerciale e del know-how posseduto.
Luca pensa che il settore abbigliamento sia il pi promettente nella propria citt e si rivolge
ad un notissimo marchio del settore; dopo essersi accordato, apre un punto vendita
insieme ad un cugino ed inizia lavventura commerciale.
Il primo anno ricco di soddisfazioni: gli articoli della casa madre sono pubblicizzati a
livello nazionale ed il punto vendita di Luca non ha difficolt ad avere una clientela sicura.

Carriera! Loro ce lhanno fatta. novembre 2006

massimorosa.com
9


La giovane et e linesperienza si fanno per sentire; nel firmare il contratto di affiliazione
non ha considerato che lesclusiva del marchio non valeva per tutta la citt, ma soltanto
per una specifica zona.
Dopo qualche mese infatti, apre un secondo punto vendita concorrente, il titolare un
commerciante che sfrutta la propria precedente posizione centrale e riconverte la sua
attivit allabbigliamento.
Il nuovo punto vendita si trova in una situazione privilegiata, infatti la comodit del negozio
centrale finisce per ridurre poco per volta i margini di guadagno di Luca, che dopo due
anni si vede costretto a cedere lattivit.
Lesperienza negativa per uno stimolo a riconsiderare i propri obiettivi: Luca riflette su
quanto ha imparato e ci che pu sfruttare di quanto accaduto. In due anni ha conosciuto
molto bene i meccanismi del franchising, ed ha compreso lenorme potenzialit di una
formula del genere in Italia, dove ancora poco utilizzata.
In particolar modo pensa ad una media azienda che possa organizzare una propria rete in
franchising, riuscendo cos ad imporre il proprio marchio in maniera decisiva; dopo aver
individuato limpresa ideale, ovviamente del settore abbigliamento, data la sua precedente
esperienza, si presenta presso la direzione con in mano un piano di sviluppo, che porter
alla realizzazione di un network di punti vendita per tutto il paese.
Luca si propone per seguire lintera fase realizzativa del progetto e dimostra
inequivocabilmente tutti gli aspetti positivi che si possono trarre da uniniziativa di questo
tipo.
Dopo alcuni mesi di preparazione viene lanciato il progetto franchising e con lo stupore
degli stessi dirigenti dellimpresa, i punti vendita crescono ancora pi rapidamente delle
previsioni. Nasce cos una direzione franchising, dove Luca occupa una posizione di tutto
rilievo e cos, paradossalmente, raggiunge quel posto fisso che sembrava poco importargli
al termine degli studi.














Carriera! Loro ce lhanno fatta. novembre 2006

massimorosa.com
10

Questi sette casi non vogliono essere delle storie edificanti, ma
lesempio di situazioni come ne accadono a centinaia ; le societ
di ricerca hanno il privilegio di conoscere questi casi da vicino ed
hanno modo di rendersi conto di quanto fruttuoso pu essere un
atteggiamento propositivo.
A fronte di tanti casi positivi per ve ne sono altrettanti negativi,
dove la passivit ha finito per penalizzare persone molto preparate
e valide.
Non ci si deve spaventare quando si parla della ricerca di lavoro
come unazione di marketing di se stessi; dove la concorrenza
forte, viene premiata linnovativit, il saper esperire strade
originali, il saper anche investire tempo ed energie in lavori che
apparentemente sono avidi di soddisfazioni, mentre in realt sono
gli unici trampolini di lancio per la realizzazione delle proprie
aspirazioni.







Lautore:

Massimo Rosa un noto Head Hunter che da oltre 15 anni contribuisce ad
innovare il settore con soluzioni applicate al recruitment.
Suoi sono i primi Negozi del Lavoro aperti in Italia, la prima societ di
Ricerca e Selezione in Franchising e numerosi noti siti di e-recruitment che
hanno cambiato il modo di ricercare lavoro on-line.


This ebook is sponsored by:


www.profiliecarriere.it