Sei sulla pagina 1di 44

1

Problema : Quando comincia l'et contemporanea? La periodizzazione tradizionale vuole che essa si apra con la congiuntura rivoluzionaria di fine '700 che travolse il continente europeo e tutto il mondo della politica con la riv francese e che in !" muta il mondo della produzione e del lavoro con la riv industr # seguito di $uesti eventi tutto l'%00 risente profondamente di $uesta spinta iniziale &ssi introducono ' concetti importanti: (utamento come condizione naturale della societ a seguito del Progresso che fa da base a $uesti cambiamenti Quali sono i modi e i tempi di $uesto mutamento? & come si combinano nella cultura ottocentesca i temi del progresso) della rivoluzione) della reazione e del moderatismo? L'et del pasto gratis: nella meta del *+,, sec ,n &uropa vigeva una fase di straordinaria creativit tecnologica che modifica il modo di produrre beni e servizi divenendo per molti studiosi la vera leva della ricchezza europea -ale evoluzione tecnologica in &uropa ha saputo fornire $uella che gli economisti chiamano l'opportunit del pasto gratis a significare un incremento della produzione superiore all'incremento degli sforzi e dei costi necessari per ottenerla .io/ ha avuto inizio $uel processo di grande complessit definito riv ind che ha rappresentato: la trasformazione dei metodi produttivi che contemplava una complessa serie di progressiva a0sostituzione della forza di uomini e animali con $uella delle macchine) b0sostituzione dell'energia idraulica ed eolica con $uella derivante dal carbon fossile e dal vapore) c0sostituzione del legno con il ferro) d0sost 1elle sostanze vegetali ed animali con $uelle minerali) e0sost del lavoro domestico e dei sistemi protoindustriali con l'organizzazione centralizzata del lavoro della fabbrica L'innovazione pur lenta coinvolse tutto il sistema economico: dall'agricoltura ai trasporti) dal commercio alla finanza alle istituzione 2scuole) amministrazioni) ecc 0 3cienza e tecnologia: L'unione tra scienza e tecnologia avviene sulla base della condivisione di una fede nel progresso che si nutre della medesima curiosit per la natura e il mondo materiale e si basa sulla convinzione che sia dovere degli uomini conoscere la natura) dominarla e modificarla &' $uesto spirito faustiano) come / stato definito) e non gi l'interscambio diretto delle conoscenze a nutrire la scienza e la tecnologia della , fase dell'industrializzazione Per arrivare a ci4 nel '700 la scienza / ecumenica 2valida e comune a tutti0) internazionale ed universalista: un es / rappresentato dalla fatto che francesi ed inglesi si corrispondono La ,, fase dell'industrializzazione / la tecnologia governa e indirizza la scienza: la ricerca / finalizzata dalle richieste del committente 2in gran parte lo 3tato0 soprattutto rivolta alla ricerca di nuove armi 215000 3cienziato) tecnico) ricercatore sono precise ed internazionali professioni ad alto grado di specializzazione e non pi6 una versatilit amatoriale #gli inizi del *,* sec i percorsi si differenziano molto da nazione a nazione per poi amalgamarsi nella met del secolo ,nfatti la storia delle grandi scuole politecniche) dei laboratori) delle riviste) dei periodici congressi scientifici / la storia di un gigantesco processo di imitazione e diffusione culturale ed istituzionale: le prime &coles erano fre$uentate da un pubblico internazionale che avrebbe esportato le differenti esperienze scientifiche ed organizzative nelle proprie nazioni 7anno da base al processo di industrializzazione: a0il capitale sociale rappresentato da un ampio strato di popolazione colta sensibile al fascino del pensiero scientifico) incline al miglioramento delle tecniche e predisposto al rischio imprenditoriale b0la cornice istituzionale sia giuridica che politica amministrativa volta alla propagazione e alla difesa di tali valori c0l'economia ed in particolare dell'economia politica volta ad indagare i meccanismi della produzione della ricchezza) di cosa spinge gli uomini ad arricchirsi Le presunte leggi economiche cominciano a diventare nella coscienza degli uomini dell'%00 leggi naturali connaturate all'homo oeconomicus 8n'epoca di 2troppe0 rivoluzioni? : La trasformazione in senso industriale dell'economia inglese) ha innescato un processo di emulazione che dalla seconda met dell'%00 si / diffuso rapidamente e tumultuosamente al resto d'&uropa) agli 3tati 8niti e al !iappone cambiando la faccia del mondo e costruendo le odierne societ industriali ,nfatti il valore rivoluzionario delle trasformazioni in !" non risiede nella capacit della trasformazione ma nella sua irreversibilit "orghesia e .apitalismo: Le vecchie elites e le nuove conflitto o assimilazione? &siste un'ambivalenza del termine borghesia 8n ceto sociale ed un sistema economico 2il capitalismo0 aperti e mutevoli 9ell'%00 gli strati pi6 dinamici della borghesia europea sono dun$ue capitalistici) e sono alla guida della trasformazione imprenditoriale dell'economia: risparmiano ed investono) costruiscono e producono e soprattutto chiedono ed ottengono regimi politici il pi6 delle volte liberali) basati sulla divisione dei poteri e la rappresentanza oligarchica .hiedono ed ottengono codici civili e di commercio) leggi di controllo delle classi pericolose e sull'associazionismo operaio in nome della difesa della propriet privata e della libera iniziativa -utto ci4 rappresenta la borghesia capitalistica nell'%00 e il capitalismo borghese (a il capitalismo cos'/? Qui basti ricordare che l'elemento pi6 significativo del sistema economico si afferma tra il '700 e l'%00 ed / rappresentato dal passaggio da una dimensione accumulativa ad una produttiva ,L capitale produttivo) il risparmio) l'investimento sono nuove categorie da analizzare ,L protagonista della mentalit borghese come di $uella capitalistica / l'individuo L'idea del progresso: / legata a $uella di rivoluzione &ssa rappresenta un movimento migliorativo sia nel campo dell'economia che in $uello della politica e della cultura L'ideale / $uello illuministico che prevede un processo di crescita intellettuale) sociale e politico -eorie economiche: Per # 3mith / la divisione del lavoro che avvia tutto il mondo civile verso la modernit e la distingue dal suo passato barbaro &ssa determina una fitta rete di scambi a livello interregionale e internazionale che si chiama mercato ,l valore della merce / determinato dalla $uantit di lavoro che ce voluta per produrla 3mith era un liberista e credeva nella virt6 dell'integrazione commerciale internazionale che consente ai consumatori di ac$uistare le merci laddove costano meno & cos: ;icardo nei principi dell'economia politica formula la teoria dei costi comparati: ogni paese deve specializzarsi nelle merci che esso pu4 produrre a prezzo pi6 basso '

Capitolo 1 Modernit e progresso

(ar< ed &ngels definiscono il capitalismo come un conflitto di classe 2borghesia e proletariato0 Profitto e rendita) lo storicismo 1alla storia all'antropologia di &ngels 1ar=in &voluzione e progresso

La grande rivoluzione francese nel 17%5>5? costitu: per tutta la prima met dell'%00 una presenza tanto intensa da condizionare pesantemente le strategie e scelte sia di chi ne desiderava il ritorno che di chi temeva $uesta eventualit , paradigmi della riv franc fanno riferimento a una matrice unica di discorsi politici molto diversi tra loro Quale influenza ebbe la riv franc sulla costruzione di paradigmi che ad essa si richiamavano? 8na restaurazione a misura di rivoluzione .on la sconfitta definitiva di 9apoleone) il congresso di +ienna del 1%1@>1A concluse il periodo di guerre rivoluzionarie Protagoniste di tale evento furono !ran "retagna) ;ussia) Prussia ed #ustria che si mossero con l'intento di restaurare il passato di riportare cio/ il mondo all'ordine politico) culturale e sociale precedente alla rivol con particolare attenzione alla distruzione dei principi pi6 innovativi ;iportarono al trono francese la dinastia borbonica con Luigi *,,, e risistemarono gli e$uilibri politici>dinastici: i ;omanov in ;ussia) gli #sburgo in #ustria) gli Bannover in !") i "orbone in 3pagna ed ,talia meridionale ed in 7rancia -utto ci4 fu attuato con l'ottica di stemperare e di ridurre al minimo le tensioni internazionali 2evitare guerre per evitare la rivoluzione0 1al punto di vista territoriale e tenendo sempre presente il principio di e$uilibrio: la !" era padrona dei mari e si preoccup4 di ac$uisire basi 2isole0 nel mediterraneo per contrastare l'espansione a sud e a nord della ;ussia La 7rancia mantenne le caratteristiche della grande potenza anche se era schiacciata a nord da paesi capaci di fronteggiare le eventuali velleit di espansione La ;ussia ottenne la 7inlandia e buona parte della Polonia affacciandosi minacciosamente in occidente anche se dovette accettare che ai suoi confini ad ovest si formasse una Prussia pi6 forte che nel passato con un territorio diviso in ' per far fonte alla 7rancia e alla stessa ;ussia #l centro dell'&uropa si ergeva il territorio austriaco anche se esso non egemonizzava tutta $uella parte 2estensione verso l',talia e i "alcani0 che condivideva con una .onfederazione di 3tati tedeschi 2C50 ,n ,talia nel meridione venne restaurata la dinastia dei "orbone) degli #sburgo>Lorena in -oscana e dei 3avoia nel Piemonte La Lombardia) lDe< repubblica di +enezia e i ducati di Parma) Piacenza e (odena allD#ustria 2impero asburgico0 Politicamente in ,talia come in tutta lD&uropa fu ancora pi6 arduo il compito di restituire credibilit e forme statuali legate a concezioni dellDantico regime ,n &uropa chi aveva sperimentato lDimpatto dirompente di una rivoluzione che aveva sostituito al re per il diritto divino una collettivit di cittadini responsabili della sorte della patria comune. Per cui fu da $uesta commistione tra rigidit di principio e oculatezza pragmatica che scatur: il compromesso per la restaurazione nel senso che ad es : mentre nellDambito del diritto privato resta viva lDimpronta del codice civile 9apoleonico che avevano sancito il principio dellDeguaglianza giuridica dei soggetti 2fatte eccezione le donne0E nella sfera pubblica si cerc4 di riaffermare una concezione del sovrano come unica fonte di volont ed autorit (a il ritorno al passato si realizz4 anche con il terrore bianco cio/ assassini politici di esponenti repubblicani o napoleonici che condusse) senza processi) ad epurazioni di massa oltre che ad un clericalismo persuasivo e poliziesco che in molti paesi cattolici rappresent4 il pi6 convinto portavoce di istanze feudal>aristocratiche e lDimmancabile collante di tutte le forze che aspiravano ad un deciso ritorno al passato (a proprio negli ambiente dei nobili e degli ecclesiastici dovettero ben presto constatare che i privilegi di cui cercavano di riappropriarsi erano poco pi6 dellDombra di $uelli che avevano goduto nel passato e che la loro posizione economica) ora che il denaro stava diventando la misura di tutte le cose) non avevano pi6 le consistenze di una volta 3i / soliti definire che dopo il congresso del 1%1A gli e$uilibri creati garantirono una pace secolare fino alla prima guerra mondiale 7orse tale affermazione / azzardata visto che dappertutto negli stati formati ci furono moti insurrezionali volti a rimuovere situazioni di rigida e paralizzante osse$uienza al canone restaurativo &ssi furono ispirati ai principi dellDuguaglianza civile e del liberalismo politico e sorretti da un intervento attivo di gruppi dirigenti organizzati e da un consenso passivo di settori cruciali della societE ma contrastati da unDaltrettanta repressione da parte degli stati interessati a tali insurrezioni MOTI 20/21 La prima scintilla scoppi4 a .adice dove truppe spagnole si concentrarono ed erano pronte per salpare per ricon$uistare le terre in #merica Latina LDobiettivo di tali moti era $uello di ripristinare la .ostituzione del 1%1' concessa ad uomini) che per primi) si definirono liberali e cancellata nel 1%1@ &ssa era imperniata sul principio di sovranit popolare ) su un parlamento monocamerale e) cosa pi6 importante) sulle nette limitazioni al potere regio 3ulla scia di $uesta rivoluzione nel napoletano furono i militari a prendere lDiniziativa di una sollevazione mentre nel Piemonte lDobiettivo era di portare i 3avoia in veste costituzionale e la libert della Lombardia dallD#ustria , moti furono sempre repressi grazie allDintervento attivo delle grandi potenze , caratteri comuni delle rivoluzioni %00sche erano individuati da trame organizzative costituite da sette segrete per ripristinare dappertutto la .ostituzione spagnola del 1%1' e richiami comuni a oggetti 2tricolore e berretti rossi0 e concetti 2patria e nazione0 che si identificarono con lDidea stessa di rivoluzione ,n realt ad occupare la scena della rivoluzione furono soprattutto $uei gruppi che per professione e collocazione sociale vedevano nei principi della ; 7 2libert e sovranit popolare0 unDac$uisizione irrinunciabile 9e / una conferma la centralit assunta ovun$ue dallDobiettivo della costituzione e in $uellDambito da un parlamento inteso come luogo per eccellenza di espressione della sovranit popolare e di esercizio della politica da parte dei rappresentanti di una borghesia ansiosa di poter interpretare $uegli interessi generali di cui si diceva portatrice LDultima congiura contro la ; 7 fu $uella del silenzio: non cDera nessuna narrazione dei fatti per coloro che allDindomani della caduta di 9apoleone avesse voluto informarsi di ci4 che era accaduto per riuscire ad C

Capitolo 2 Il ritorno della rivoluzione

organizzare le esperienze in un discorso sufficientemente articolato -utto ci4 poichF entrare nel merito e cercare di analizzare i vari passaggi significava darle una patente di legittimit 9el luglio del 1%C0 il tentativo reazionario di .arlo *) che cerc4 di mettere a segno il colpo di stato antiparlamentare) scaten4 la reazione degli abitanti di Parigi 2C giornate di luglio0 a cui segui la decadenza dei "orboni e fu nominato) con il benestare della !") Luigi 7ilippo dDGrleans re di 7rancia &gli giurava fedelt alla carta costituzionale figlia delle barricate 8na settimana dopo entrava in carica il governo Laffite espressione di $uei circoli liberali aperti ai canali di comunicazione con il movimento popolare e con i gruppi politici pi6 avanzati -ale avvenimento costitu: la scintilla per le diverse rivoluzioni che scoppiarono in tutta &uropa: "elgio) "erlino) "reslavia) Polonia) ,talia ,n particolare lDinsurrezione rovesci4 i ducati di Piacenza e di (odena dove gli uomini che guidarono i governi provvisori formatisi si caratterizzavano da una sterile attesa dellDintervento militare francese in loro favore dove) invece) per lDappunto lD#ustria non ebbe difficolt a farli capitolare per la loro debolezza LDimportanza dei moti del DC0 sta nel fatto che oramai era chiaro che porre fine alle istituzioni residue del medioevo non era pi6 unDopzione ma un compito inderogabile del secolo per lDemergere di un nuovo tessuto connettivo europeo fondato sullDaffermazione di un modello di cittadinanza e di 3tato e di una societ imperniata sui principi) i valori e gli uomini della moderna borghesia # seguito delle giornate di luglio francesi anche in !" la classe dirigente inglese dovette scendere a patti con lDorgogliosa conservazione del proprio passato accettando nellDaprile del 15C' di varare una riforma elettorale organica 2;eform "ill0 fondata su una razionalizzazione dei collegi e dei re$uisiti elettorali che sostituiva il principio del diritto a $uello del privilegio 2da parte dellDaristocrazia0 LDidea delle giornate di luglio era che si aprisse allora il regno delle classi medie e soprattutto della borghesia come classe politicamente egemone &ra apparsa evidente la dimensione di massa della politica con tutto ci4 che comportava in termini di rapporto tra democrazia e liberalismo) fra societ e 3tato) fra rivendicazioni economico>sociali e lotta politica 9ella stessa ,talia) sempre pi6 moderata) si ebbe una svolta: (azzini che fino ad allora aveva operato attraverso le associazioni segrete con la partecipazione di pochi poneva lDaccento sullDimportanza di costruire una formazione politica stabile) operosa con un programma definito e noto a tutti con una militanza attiva 2gli uomini del popolo0 &c<co lDimportanza della Giovine Italia. 9egli anni DC0 si viveva la contraddizione tra espansione economica e crisi politico sociale .on le politiche legate al Laisser>faire si entra in un periodo dominato da un intreccio esplosivo di dinamismo e precariet .on i primi processi di industrializzazione in !" crescevano a vista dDocchio gli s$uilibri fra alcune zone ed altre del continente) fra citt e campagna) fra gli estremi della scala sociale La conseguente crescita demografica nelle citt e il tema della miseria cominci4 a trasformarsi in ossessivo richiamo alla $uestione sociale tanto da generare le prime Poor la= 21%C@0 Per restare all !" / importante ricordare periodo cartista 2associazioni tra piccoli borghesi e popolo0 Le insurrezioni del 1%@% che da Parigi si estenderanno per tutta lD&uropa faranno riferimento alla riduzione delle condizioni di povert e di disagio sociale e per dare concretezza a unDidea di repubblica incardinata su $uella di giustizia sociale

LDindustralizzazione si pu4 scomporre in ' fasi: La , fase con inizio nellD%00 in cui il 70H%0I della popolazione europea viveva in campagna) in villaggio o in una fattoria isolata e dallDagricoltura traeva di che vivere ,l settore primario forniva il A0I del reddito 9el secolo che separa la sconfitta di 9apoleone alla , guerra mondiale lDagricoltura dei paesi coinvolti nel processo di industrializzazione subisce delle trasformazioni gigantesche anche se / bene precisare che tale processo avviene in maniera differente in tutta lD&uropa .i4 / dovuto alla straordinaria variet di situazioni e di paesaggi agrari frutto del lavoro secolare dellDuomo e di una natura che offre un altrettanto varia configurazione di terreni) ac$ue e fiumi #ccanto a zone la cui economia agraria / orientata al mercato e al commercio 2anche internazionale0) convivevano zone dove il contatto con il mercato) la citt) lo 3tato) la 9azione avviene assai pi6 tardi ,n alcune la produzione sar legata alla coltivazione di materie prime per lDindustria 2soprattutto tessile0E altre saranno segnate dalla presenza della grande propriet signorile e del latifondo Pertanto la storia del trapasso da una so iet ontadina ad una urbana! da un "ondo rurale ad uno industriale # an he la storia di una ontrastata assi"ilazione da una realt tradizionale solidaristi a o o"unitaria! ad una realt dina"i a individualisti a ed assie"e di "assa$ %na so iet urbana basata sulla o"uni azione e &or"e se"pre pi' o"plesse di organizzazione e di strati&i azione so iale e di reddito 3e nella , fase lDagricoltura aliment4 lo sviluppo in tutti i sensi: cibo) materie prime) manodopera e capitaliE la ,, fase che si situa nella seconda met del secolo e figlia della modernizzazione dellDagricoltura e la sua conseguente incrementazione di produttivit sia della terra che del lavoro vede una sempre pi6 rapida fuga dei contadini dalle campagne e alla nascita di una J$uestione agrariaK fondata sul divario crescente tra le opportunit dello svilippo industriale e la capacit complessiva dellDagricoltura di sostenerne il confronto &D importante analizzare il rapporto tra lDagricoltura e sviluppo demografico e tra agricoltura e sviluppo industriale Per $uanto riguarda la , analisi a met del *+,, sec la popolazione dopo un periodo di stagnazione riprende a crescere a ritmi sostenuti .i4 che sostenne lDaumento demografico fu a grosse linee lDincremento di produttivit del settore agricolo lungo tutto il corso del secolo ,ncremento dovuto tra lDaltro anche alla maggiore domanda dei prodotti agricoli che spinse allDintroduzione di migliorie La modernizzazione dellDagricoltura spiega bene la crescita demografica Per analizzare il rapporto tra agricoltura ed industria si deve tener conto del fatto che lDargomento / molto controverso 3econdo lo schema di .ameron gli incrementi di produttivit del settore primario sono risultati essenziali al processo di industrializzazione: a0fornendo materie prime allDindustriaE b0fornendo capitaliE c0fornendo un mercato ai prodotti manufatturieriE d0esportando prodotti agricoli per ottenere capitali per investimentoE e0fornendo mano dDopera allDindustrializzazione nel momento in cui attraverso il processo di modernizzazione agricola @

Capitolo III Let dellindustria

diminuisce lDoccupazione in campagna 3e si focalizza lDattenzione in !" tra il L700 e lDD%@A le terre comunali e i piccoli poderi furono progressivamente accorpati) venduti e recintati 2enclosures0 con sisepi e steccati) cambiando il tradizionale assetto fondiario Per i nuovi proprietari si trattava di un investimento costoso ma assai remunerativo , ricavi vennero reinvestiti sia nelle terre che nella costruzione di canali) di strade a pagamento) bonifiche e sistemi di irrigazione #llDeconomia del villaggio si andava sostituendo $uindi $uella dellDimpresa agricola moderna dotata di capitali) fondata sul lavoro salariato e guidata da propietari imprenditori o da grandi affittuari 7urono enclosures ritenute le maggiori responsabili delle sofferenze delle popolazioni povere delle campagne e della loro fuga verso la citt e i diabolici opifici 3econdo gli studiosi del modello proto>industriale 2formazione di una industria domestico>rurale alimentata dalle commesse di mercanti>imprenditori0 lo stimolo allo sviluppo industriale venne non da unDagricoltura ricca ma bens: dalle ristrettezze di un settore primario povero che spingeva a cercare altre fonti di reddito , paesi coinvolti nella , fase dellDindustrializzazione sono !") "elgio e 7rancia anche se in contesti diversi riguardo alla popolazione) al sistema giuridico e istituzionale) alle dotazione fisiche di materie prime e di energia) alla disponibilit di capitali e risparmio) alla creativit tecnologica Queste opportunit segnano le vie nazionali allDindustrializzazione ed infatti si sviluppano prima in !" seguita dal "elgio poich/ le loro risorse naturali 2ferro e carbone0 e infrastrutture 2canali0 lo permettevano .os: la 7rancia arriva dopo a causa di una crescita demografica bassa e dalla presenza di piccole propriet terriere 2eredit della rivoluzione0 ma grnde possibilit di sfruttare gli ingenti salti di ac$ua disponibili nel suo territorio , settori trainanti della , fase sono il tessile 2soprattutto cotoniero0) il minerario e il metallurgico 2lavorazione del ferro0) il meccanico 2telai a motore a vapore0 ,l periodo che va dalla fine delle guerre napoleonica a met del secolo *,* / decisivo per il trasferimento della tecnologia e dellDimprenditorialit / $uesta la fase delllo spionaggio e del contrabbando industriale LDepoca in cui il paese leader cerca di impedire la fuga dei progetti e delle macchineE ma soprattutto la fuga degli operai specializzati in grado di montarle e renderle funzionanti (a dagli anni L70 il processo dDindustr cambia radicalmente oltre al connubbio tra scienza e tecnologia cambiano i settori trainanti dellDeconomia industriale: / la volta dellDacciaio) dellDelettricit) della chimica .ambiano le dimensioni degli impianti 2gigantismo0) cambiano le strutture della propriet) nuove forme di raccolta di capitali e di organizzazioni societarie 23p#0 .ambiano le dimensioni degli scambi che diventano mondiali con lDarrivo di nuovi contraenti sul mercato come gli 83# e il !iappone ,n &uropa si afferma la !ermania seguita poi da ;ussia ed ,talia La tecnologia delle comunicazioni) dei trasporti terrestri e marittimi subisce mutamenti rivoluzionari ,l sistema bancario cresce) il telegrafo prima e il telefono poi consentono di comunicare in maniera simuntanea per la determinazione dei prezzi mondiali dei prezzi Gvun$ue si afferma negli ultimi decenni del *,* sec il sistema di fabbrica che porter nel nuovo secolo allDinnovazioni di forme taMloristiche di organizzazione scientifica del lavoro e al sistema fordista della catena di montaggio 1alla ,, met dellD%00 il trasferimento della tecnologia non sar pi6 un problema di furti) di adattamenti e di imitazioniE ma un problema di risorse economiche Per i paesi arrivati secondi inizia un processo di imitazione>innovazione del processo di industrializzazione che per molti paesi 2es !iappone0 rappresenter la loro fortuna -ra il 1%1A e il LA1 in !" la crescita commerciale e industriale fu eccezionaleE 1H@ della produzione industriale e del commercio mondiale era inglese 9el 1%'A una macchina su rotaie mossa da un perfezionato motore di Natt apr: la pi6 importante stagione tecnologica ed economica dellD%00: $uella delle ferrovie che non solo rappresentavano uno stimolo alla produzione di carbone) ferro e macchinariE ma stimolarono anche un mercato azionario di crescenti proporzioni 9el LA1 la !" era la fucina del mondo 3olo a partire dal 1%70 comincia il suo supposto declino che per la maggior parte degli storici / dipeso dalla mancata riconversione tecnologica di fronte alla seconda rivoluzione tecnica soprattutto dellDindustria siderurgica) tessile e chimica rispetto alla metodologia usata dallDindustria belga e tedesca 8nDaltra interpretazione / data dalla rigidit del sistema economico inglese e cio/ come difficolt di staccarsi da un percorso tracciato originariamente redditizio e non rimodernato G ancora da un declimo di spirito di impresa 9ella , fase il processo di industr si autofinanzia LDindustria finanzia lDindustria ,l tutto perch/ $uesto fu un processo segnato da bassi costi iniziali dDavvio e soprattutto dal reinvestimento dei profitti +iceversa nella ,, fase di industr lDattivit industriale sar impensabile senza uno strutturato ed imponente mercato finanziario 3i assistette alla necessaria trasformazione delle strutture stesse della propriet delle societ passando da $uelle tradizionali 2familiari0 alle 3p# ,l ruolo delle banche diviene strategico specie negli anni che vanno dal 1%70 al 15C0 definit come lDepoca del capitalismo finanziario ,nfatti / nel corso dellD%00 che le banche divengono uno strumento cardine per la raccolta di capitali e di governo della moneta 2$uindi dei prezzi0 & sempre nel corso del secolo che le funzioni di emissione della moneta e di controllo della circolazione e del credito furono progressivamente avocate dagli 3tati e poste sotto il controllo delle "anche centrali &sse di conseguenza diventeranno monopoliste nellDemissione di moneta e tesoriere degli 3tati 21?5@ banca di !") 1%00 b di francia) 1%7A reichsbanO tedesca) 151C federal reserve banO 83# e 1%5@ "d,0 3ul continente le esigenze dellDindustrializzazione spinsero alla costituzione di banche miste che alle ordinarie operazioni di credito affiancavano rischiosi investimenti a lunga scadenza & $ui si incastra la polemica tra i fautori della scuola monetaria e $uella bancaria !" e 7rancia sono i principali esportatori di capitali e nel caso inglese il flusso di investimenti allDestero fu una delle vie attraverso cui si afferm4 la sua egemonia economica ottocentesca !li inglesi furono in prima fila nel finanziamento internazionale delle ferrovie e delle infrastrutture 2moli marittimi) porti) tramvie0 , prestiti esteri inglesi iniziarono subito dopo il gongresso di +ienna 2nazione vittoriosa e ricca0 1opo il 1%A0 la migrazione dei capitali dai paesi europei allDestero incominci4 a fluire in maniera massiccia con una vistosa accellerazione dopo il 1%70 in concomitanza con sempre pi6 vasti movimenti migratori , capitali affluiscono l dove pi6 consistenti sono gli insediamenti provenienti dal vecchio continente 1ue A

processi contingenti che accellerano lDintegrazione dellDeconomia mondiale con lD&uropa saldamente al cemtro del mondo , finanziamenti riguardavano in genere tutti i servizi e le infrastruttureE ma il principale bersaglio deli investimenti europei fu rappresentato dalla costruzione della rete ferroviaria americana Per tutto il secolo si svolse un accanito dibattito teorico e politico che coinvolgeva sia $uestione di teoria economica 2teoria classica di 3mith libero>scambista0 che $uestioni di strategia politica e sociale 2attorno al protezionismo0 La teoria del libero scambio enfatizza lDeliminazione di ostacoli artificiali allo scambio di beni sui mercati nazionali ed internazionali ,n termini pratici essa auspica una scelta di politica economica effettuata da uno 3tato nazione verso il commercio internazionale che prevede lDeliminazioni di restrizioni allDimporatzioni di beni dallDestero e allDesportazioni di beni nazionali Gpposta / invece una politica di tipo protezionistico che discrimina i prodotti di importazione 2rendendo artificialmente pi6 alti i loro prezzi con tariffe) restrizioni $uantitative) ecc 0 a favore di $uelli nazionali di solito con lDintento di proteggere i produttori nazionali dalle medesime merci estere 9ella ,, fase del processo di industr si assiste ad una progressiva ripresa di strategie di protezione delle singole economie nazionali o dei loro singoli settori 9el trentennio che va dal 1%@0 e il 1%7C si situa il periodo libero>scambista dellDeconomia &uropea volta al progressivo abbattimento della soglia di protezione incrociate che ostacolavano il commercio internazionale 3i assiste cos: nel 1%@? alla , tappa di $uesto processo in !" furono abolite) ad opera di un pseudo conservatore Peel) le .orn La=s 2leggi che limitavano lDimportazione di grano istituite dopo le guerre napoleoniche a difesa dei grandi proprietari terrieri0 7ino al 151@ la lotta per il libero scambio divenne una lotta politica tra conservatori 2fautori del protezionismo e filo>imperialisti0 e liberali 2favorevoli al libero scambio e filo>industriali0 7u la catastrofe irlandese 2carestia determinata da unDinfestazione della pianta di patata0 che provoc4 povert e morte a determinare oltre lDabolizione delle .orn La=s anche $uel flusso migratorio dei primi europei negli 83# 9el 1%1? la Prussia abol: tutte le dogane allDinterno del suo territorio che nel 1%CC si estese alla lega degli stati tedeschi (entre la fede libero> scambista si imponeva in &uropa in !ermania nel 1%@1 7 List economista ed uomo politico) esiliato per un breve periodo negli 83#) ritornato sostenne per la sua patria lDimportanza di una tappa protezionistica per i paesi) come il suo) che si affacciassero al percorso dellDindustrializzazione &gli sostenne infatti che il libero scambio / unDarena in cui i paesi primi dominano sugli altri per i $uali il protezionismo / lDarma per la loro trasformazione da agricoli a industriali ,n !ermania) infatti) lDidustralizzazione annunciatasi verso la met del secolo and4 aumentando con foga specialmente dopo il 1%%0 &ssa fu la prima a rompere lDassetto libero>scambista introducendo nel 1%75 una tariffa protettiva sia per lDagricoltura che per lDindustria 9egli anni L%0 numerosi altri paesi tra cui lD,talia 21%%70 adottarono misure protezionistiche per lDindustria e lDagricoltura nazionali segu: poi la 7rancia nel 1%5' LDadozione di misure protezionistiche favor: la crescita di monopoli nazionali Per $uanto riguarda i trasporti a partire dal 1%C0 comincia una nuova ondata di modernit le ferrovie ne sono un esempio tipico &sse si modernizzano in fasi successive: la , fase fu $uella pioneristica caratterizzata dalla costruzione di linee brevi spesso finanziate da proprietari di miniere per raggiungere le vie dDac$ua La ,, fase vedeva la costruzione di reti nazionali e grandi linee sempre finanziate da iniziative private ,,, fase tra il 1%?A e il 1%70 caratterizzata dallDintervento dello 3tato anche per i costi sempre pi6 ingenti 9ella ,+ fase i gruppi finanziari dei paesi industrializzati cominciarono a rivolgersi verso i paesi europei ritardatari e poi verso le aree e<traeuropee dellD#frica e dellDimpero ottomano Le ricadute del nuovo sistema di trasporti 2ferrovie mosse con motore a vapore0 oltre a influire notevolmente sui settori industriali della siderurgia) lDestrazione del ferro e carbone) lDindustria meccanica) a valle della commercializzazione dei prodotti agricoli ed industriali hanno significato anche grandi raccolte di capitali) nuove strutture finanziarie e strumenti di gestione) infrastrutture 2stazioni) ponti) ecc 0) creazione di nuovi posti di lavoro) stimolo per la ricerca per strumenti di segnalazione) di sicurezza e di comunicazione a distanza 9el 1%%@ si riun: a Nashington la , (eridian .onference che propose !reen=ich come meridiano zero) determin4 lDesatta durata del giorno di '@ h al fine di fare riferimento ad una unica e condivisa cornice temporale per garantire gli interessi del commercio internazionale Per anni la riv dei trasporti consent: alla fine del *,* sec un vasto processo di riorganizzazione complessiva degli scambi fra le nazioni sulla base di unDinedita sincronizzazione della vita economica internazionale

La societ europea si trasforma profondamente nel corso dellD%00: la diffusione del mercato e lDampliarsi dellDintervento statale sono i ' fenomeni che tengono a battesimo la grande trasformazione sociale &D una societ fondata sulle diversit e sulla stratificazione e dove / possibile) rispetto al passato) una mobilit sociale 9el corso dellD%00 si ha una crescita della popolazione) un vero / proprio boom demografico) testimonianza ine$uivocabile di un incremento generale della produttivit del lavoro che ha permesso un aumento dei redditi non ristretto alle elites sociali ma che per la prima volta coinvolge masse intere di popolazione La citt diventa uno dei simboli forti del *,* sec / il luogo degli immigrati) scenario delle crescenti tensioni sociali) della lotta di classe ma amche il luogo della ridondante architettura) neoclassica) neogotica) neorinascimentale nei cui interni vengono collocati parlamenti) palazzi governi) le banche) le stazioni ferroviarie e i grandi magazzini ,l sistema di urbanizzazione inizia a dare il proprio volto allDintera societ occidentale %00sca Le trasformazioni del mondo agricolo porta verso la progressiva urbanizzazione delle campagne LDaggiornamento dei sistemi di rotazione e concimazione vengono agevolati dallDintroduzione delle prime macchine 2trebbiatrici e mietrici0 e la progressiva commercializzazione delle derrate sono fenomeni destinati a cambiare le condizioni di esistenza della tradizionale societ rurale #nche se lentamente 2in $uanto i contadini hanno poca terra a disposizione) sono sottoposti al potere ferreo dei proprietari e vivono in condizioni di servit6 chiusi nei loro villaggi0) nel corso del *,* sec la campagna ?

Capitolo I( La so iet e le lassi

inizia a fornirsi di strade) ferrovie e canali che la inseriscono in una rete di mercato in genere gestita dalle citt e dalle istituzioni mercantili urbane Lo 3tato successivamente si preoccuper di nazionalizzare i ceti rurali con scuole) enti locali) leva militare) ecc 3ono soprattutto le esigenze di mercato che determineranno forti cambiamenti come lDabolizione delle servit6 contadine dellDimpero #sburgico 21%@%0) nella ;ussia zarista 21%?10) in !" 21%CC0) nelle colonie francesi 21%@%0e negli 83# 21%?A0 3i tratta di processi che trasformeranno non solo il mercato del lavoro di dimensioni territoriali del tutto nuove .omun$ue la grande onda dellD%00 della modernizzazione tecnologica e organizzativa si concentra sopratutto nelle citt e nellDindustria) nelle finanze) nei servizi .os: a fine secolo fare il contadino non sembra essere un buon affare si assiste $uindi al fenomeno dellDemigrazione che non procede al tappeto ma coinvolge solo alcune zone specifiche determinando e< novo profonde differenze di condizione -ra le variazione europee > le aree in fase sviluppo hanno bisogno di lavoratori) $uelle rimaste indietro cedono lavoratoriE nelle stesse zone interessate dallo sviluppo industriale le nuove macchine e lDorganizzazione di fabbrica creano offerta di lavoro ma determinano anche i primi fenomeni di disoccupazione tecnologica Per4 con lo sviluppo dei trasporti sopratutto marittimo si rende possibile un mercato del lavoro di dimensioni territoriali del tutto nuove LD&uropa si sparge per il mondo>> partano i primi emigrandi adulti maschi che poi chiamano le loro famiglie) nascono vere e propie catene migratorie: la 1Pandata migratoria: met %00 2primi 500 0 irlandersi) inglesi e scandinavi vanno in citt statunitensi 2#merica 3ettent e #merica centro meridionale0 sono contadini in miseria) agricoltori in cerca di fortuna) bianchi e protestanti 'P ondata migratoria: fine %00 inizio 500 ,taliani) ;ussi centro>est europeo in 3tati 8niti) "rasile e #rgentina Punta massima primi anni ** sec ,l mondo si europezza poich/ la dove metterono radici gli europei impiantarono le loro lingue) le tradizioni) le culturi materiali ) i sistemi materiali) le devozioni religiose (entre in &uropa il deflusso demogarfico porta alla $uasi scompara di $uei villaggi rurali chiusi in una precaria autosufficienza ,n !" i contadini verranno emarginati a seguito delle privatizzazioni delle terre 2enclosures0 LDemigrazione per4 finisce anche per essere un di modernizzazione dei punti di partenza e con lDavere un ruolo decisivo per la trasformazione della tradizionale cultura contadina 8na vera e propria ondata di nuova tecnologia prende vita nel secondo L700 in !") dando vita alla , riv industr 2macchina per laminazione) filatoi meccanici) caldaia a vapore di Natt) ecc 0 ,nsieme con le macchine nascono le fabbriche che in esse vengono collocate e sulle $uali lavorano operai salariatai , $uali sono in parte artigiani 2messi in crisi dalla stessa riv industr e costretti a passare alle dipendenze di imprenditori0 e in parte contadini #d essi si affaincano le donne ei bambini non tutelati e sottopagati per 10> 1A ore al giorno con salari irrisori 9asce la questione sociale : a rappresentare gli interessi dei diseredati nascono i movimenti ei partiti di ispirazione socialista ) si traformano le corporazioni di mestieri aprendo la strada al moderno sindacalismo 3i elaborano in $uesti anni teorie che per $uanto lontane tra loro hanno in comune lDanalisi delle condizioni di vita popolari e rivolti soprattutto ai nuovi strati operai 23aint 3imon) (ar<) &ngels) ecc 0 9ascono concetti e terminologie presenti ancora oggi: proletariato che secondo (ar< rappresenta la maggioranza della popolazione che non avendo la propriet dei mezzi di produzione vende la propria forza>lavoro allDimprenditore in cambio di un salario ,mport$ante / il concetto di classe operaia 2insieme degli operai di fabbrica0 che per (ar< / destinata a portare a compimento la grande rivoluzione produttiva e politica della borgnesia capitalistica e liberale ma ne / anche lDantagonista storica 2(anifesto del partito comunista0 3i assiste ad un aumento della ricchezza prodottaE ma anche ad uno s$uilibrio della distribuzione di essa ,l mondo appare pi6 dinamico ma anche pi6 diseguale e $uesto rompe e$uilibri antichi 2es : padrone con atteggiamento paternalistico nei confonti dei contadini che accettano di essere dominati0 (a imprenditori e operai hanno status sociali incomparabili ed / fin troppo chiaro che lDarricchimento dei primi si fonda sullo sfruttamento dei secondi LDavvento del sistema di fabbrica) la diffusione dllDindustria non fa si che gli operai lavorino tutti in essa) n/ che scompaiano improvvisamente gli artigiani dallo scenario europeo dellD%00E tanto che il lavoro a domicilio riceve un impulso dalla crescita economica 2infatti per tutto il *,* sec unDenorme percentuale di lavoratori salariati di citt come Londra e Parigi / rappresentata da servitori domestici per le case della borghesia e dellDaristocrazia &sistono diffrenze di status anche tra operai $ualificati e non) fra operai e cittadini) fra i diversi mestieri) fra operai del posto e immigrati: la specializzazione nellDindustria ripropone una stratificazione interna del mono del lavoro 9asce cos: unDaristocrazia operaia fiera della propria $ualificazione operaia che prova a creare dei ceti rispettabili ispirati al modo di vita del ceto sociale immediatamente superiore: piccola borghesia -ale aristocrazia operaia funge da modello per gli altri strati sociali nella capacit di identificare se stessi in $uanto classe ben prima della svolta riformista di fine secolo &spressione di ci4 sono le 3ociet di (utuo 3occorso che rappresentano lDesempio originario dei movimenti sindacali 2trade unions0 inglesi 9el 150? nasce in !" il partito laburista , fattori unificanti delle classi operaie sono: esperienza della disoccupazione e di una coscienza di classe che si fonda su ideologie socialiste QuestDultime faranno dellDassocaizionismo sindacale e poi partitico la forza per la grande spinta alla trasformazione dei sistemi politici europei Le richieste riguardo al potere dovranno tener conto della sovranit popolare che sia rappresentativa dello spaccato sociale LDaltra grande categoria sociologica che divide la scena %00sca insiema alla classe operaia / la borghesia &ssa / rappresentata da $uella parte consistente dellDaristocrazia europea che nel corso dellD%00 accetta i valori borghesi: libero scambio) libero pensiero) democrazia) spirito dDimpresa e il capitalismo &ssa / la classe sociale che detiene il controllo dei mezzi di produzione e il potere politico &ssa gestisce la grande modernizzazione %00sca prelevando i propri profitti da un sistema di sfruttamento economico nei confronti del proletariato 2plusvalore0 #nche nel suo interno $uesta classe sociale ha enormi differenze: gli imprenditori esercitano una parte di primo piano nelle traformazioni %00sche 2industrializzazione0 per la disponibilit di capitali) informazioni e capacit di gestione del mercato La borghesia urbana rappresentata dai professionistie gli impiegati 7

che emergeranno con lDirrobustirsi del mercato 2i primi0 e dellDintervento 3tatale 2i secondi0 , professionisti cittadini sono medici) avvocati) notai) ingegneri !li impiegati sono sia legati allDindustria che al pubblico impiego 2burocrati0 La societ %00sca assume i suoi connotati specifici di modernit anche in relazione alla contemporanea trasforamzione dei sistemi politici .on lDaffermarsi nellD&uropa occidentale di regimi di tipo costituzionali e la diffusione di meccanismi di rappresentanza sono fenomeni di indiscussa innovazione sociale #nche se i diritti di cittadinanza verrano riconosciuti con molta gradualit

1opo le rivoluzioni del 1%@% la !ermania era una galassia di C5 3tati di cui CA in forma dinastica e @ con lo status di citt libere ,nsieme formavano una lega presieduta dallD#ustria 21eutsher "und0 ma caratterizzata dalla crescente importanza della Prussia e dove i suoi confini non rappresentavano problemi di rivendicazioni di indipendenza poichF nessuna delle componenti della "und era soggetta a governi stranieri LD,talia viceversa agli inizi del 1%A0 era costituita da 7 3tati: a0;egno di 3ardegna 2Piemonte) Liguria) 3ardegna0 dei 3avoia b0;egno Lombardo>+eneto)1ucati di Parma) Piacenza e (odena) !randucato di -oscana tutti dellDimpero #ustriaco #sburgico c03tato Pontificio d0;egno delle ' 3icilie dei "orboni (entre i "orboni e i 3avoia governavano oramai da secoli il loro territorio tanto da considerarsi autoctoniE le altre terre erano dominati dalla casa dD#ustria che rappresentava lo straniero della restaurazione 3i poneva pertanto un problema di indipendenza per $ueste terre .D/ da dire che) dopo la prime battute della restaurazione) un po' dovun$ue 2sia in ,talia che in !ermania0 nascevano dei movimenti di matrice democratico> romantica tesi allDunificazione della nazione LDidea di 9azione a cui essi facevano riferimento si rifaceva allDimmagine di una comunit di cittadini uniti dallDuso della stessa lingua ed accomunati dalla stessa cultura) desiderosi di governarsi in modo indipendente attraverso istituzioni democratiche cio/ in ragione dellDassegnazione al popolo della piena titolarit del potere politico in aperto contrasto con i governi autoritari esistenti -ali movimenti erano molto disomogenei in ,talia ne risaltavano uno con una prospettiva liberal>moderata 2che faceva riferimento allDaristocrazia e allDalta borghesia che avevano come obiettivi lDallontanamento dellD#ustria) una costituzione liberal> moderarata che garantisse una rappresentanza politica al ceto dei ricchi e dei colti collDesclusione dal voto dei ceti popolari ritenuti incapaci di una reale volont politica0 ed una prospettiva repubblicana 2coordinata da ! (azzini che oltre allDindipendenza dallD#ustria mirava allDunificazione nazionale tale movimento incontr4 il favore degli strati pi6 politicizzati del popolo e lDostilit delle elites ,nsomma fautori della costruzione di una nazione popolare dal basso0 &ntrambi i movimenti comun$ue si infrangevano contro un nemico comune lD#ustria che si presentava come il naturale avversario dei movimenti politici pi6 radicali Per $uanto riguarda la prospettiva democratica>repubblicana vi erano ' tendenza: $uella di (azzini che prevedeva la costruzione di una repubblica unitaria con un solo parlamento ed un solo forte governo centrale e $uella di .attaneo che si orientava ad un modello repubblicano federale che pareva pi6 in sintonia con la tradizione policentrica della penisola 1opo le rivoluzioni e le successive restaurazioni furono ritirate tutte le costituzioni concesse solo il regno di 3ardegna mantenne la sua 2lo 3tatuto #lbertino del 1%@%0 di stampo liberale che permetteva una vita parlamentare basata su elezioni libere per $uanto riservate ad una certa elites ricca 2sistema liberal>censitario0 9el 1%A' la guida del governo piemontese viene affidata a .avour #ristocratico) sensibile ai temi del progresso economico e civile) nel $uadro di una visione politica liberal>moderata) guarda allDesperienza inglese per cui desiderava inserire il ;egno nel sistema dei paesi europei pi6 avanzati Per fare ci4 abbandona le politiche protezionistiche fino ad allora adottate e sposa una logica liberista puntando ad una pi6 stretta integrazione commerciale con 7rancia e !" QuestDultime videro in lui il contrappeso alla preponderanza austriaca in ,talia &d / cos: che il Piemonte) grazie alle leggi 3iccardi 2che prevedevano limitazioni ai privilegi ecclesiastici0 si impose come punto di riferimento per tutti coloro che nella penisola miravano alle liberalizzazioni delle istituzioni e allDindipendenza dallo straniero .avour al fine di garantirsi forti alleanze accett4 di partecipare alla guerra in .rimea contro la ;ussia 2in appoggio alla -urchia0 con lo scopo) inoltre) di poter protestare pi6 animosamente 2con affianco !" e 7rancia0 per lo strapotere austriaco 7u cos: che nel 1%A% a Plombieres stringe un accordo segreto con 9apoleone ,,, a tutto discapito dellD#ustria &sso prevede la cessione alla 7rancia della 3avoia e di 9izza con in cambio la Lombardia e il +eneto) Parma e (odena e le legazioni pontificie 2&milia e ;omagna0che entrambe avrebbero sottratto allD#ustria LDintento era $uello di creare una .onfederazione ,taliana: ;egno dellD#lta ,talia) ;egno dD,talia centrale 2comprendente le restanti provincie pontificie e la -oscana0 e il ;egno delle ' 3icilie posta sotto la presidenza onoraria del Papa che avrebbe conservato ;oma e il territorio circostante La scintilla scoppi4 $uando fu concesso a !aribaldi di organizzare un corpo di volontari con lDintenzione di schierarli al fianco delle truppe franco>piemontesi .i4 suscit4 le ire dellD#ustria che rispose con un ultimatum che + & ,, re di 3ardegna che lo respinse e con lDaiuto dei francesi lD#ustria venne sconfitta La Lombardia venne occupata dai franco>piemontesi e nel frattempo scoppiarono interruzione nelle altre terre austriache ansiose di unDannessione al pi6 liberale ;egno di 3ardegna 9apoleone ,,, preoccupato prefer: interrompere il conflitto e nel luglio 1%A5 con 7rancesco !iuseppe imperatore dD#ustria firma a +illafranca un armistizio che + & ,, accetta con il $uale lD#ustria cede la Lombardia alla 7rancia che la consegna al ;egno di 3ardegna ma sui troni di -oscana e (odena ritornano il granduca e il duca .avour si dimette temporaneamente per la decisione presa dal re La !" favorevole alla situazione creatasi in ,talia con il consenso di 7rancia e $uello di .avour 2tornato in carica0 nel 1%?0 chiama alle urne la popolazione che si pronuncia in maggioranza per lDannessione di -oscana e delle Legazioni pontificie al ;egno di 3ardegna 1a $uesto momento in avanti il corso degli eventi fu fortemente condizionato dallDattivismo dei democratici il cui scopo era $uello dellDunificazione nazionale cosa $uestDultima che poteva giovare anche al sovrano sabaudo per unDestensione del suo territorio ,n $uesto contesto grande rilievo assume la figura di ! !aribaldi lDunico che per capacita e carisma fosse in grado di dare ai democratici $uella iniziativa militare che portava a spezzare lDegemonia liberal>moderata &gli salp4 %

Capitolo ( %ni&i azione nazionale in Italia ed in )er"ania

da $uarto e punt4 verso la 3icilia dove era notoria una radicale ostilit verso 9apoli 2capitale del ;egno delle due 3icilie0 8na volta sbarcato grazie alla collaborazione di s$uadre contadine mette in fuga le truppe borboniche .onfidando nella copertura della !" !aribaldi passa dallDisola al continente per perseguire il suo obiettivo: con$uistare il regno meridionale arrivare a ;oma e unificare la penisola &gli giunge a 9apoli dove viene raggiunto da (azzini e .attaneoE ma a $uesto punto + & ,, e .avour preoccupati temono che il sogno democratico nazionale dei repubblicani si stia realizzando ed il re ferma !aribaldi il '?H10H1%?0 a -eano e $ualche settimana dopo fa il suo ingresso a 9apoli da trionfatore #ttraverso un plebiscito indetto nelle (arche) 8mbria ed ,talia meridionale si decise annessione al ;egno 3abaudo Per i vecchi ceti dirigenti legittimisti filoborbonici tale annessione fu vista come un male minore rispetto alla minaccia democratica repubblicana ,n $uesto periodo si sviluppo il fenomeno del brigantaggio 2alimentati da coloro che erano restati fedeli al vecchio regime0 che mise in discussione lDautorit e la stessa credibilit internazionale della nuova ,talia ,l ;egno dD,talia nasce il7 marzo 1%?1 e il titolo di re dD,talia lo assume + & ,, le terre escluse erano il Lazio presieduto dai francesi 2rappresentava ci4 che restava dello 3tato Pontificio0 ed il +eneto) la +enezia !iulia) il -rentino ancora in mano austriaca 9el 1%?? lD,talia si allea con la Prussia contro lD#ustria e con$uista il +eneto 9el 1%70 a seguito della sconfitta di 9apoleone ,,, contro i Prussiani si riusc: a con$uistare anche il Lazio facendo terminare il potere temporale dei Papi 2breccia di porta pia0 Quasi tutte le popolazioni di lingua italiana erano a $uel punto sotto la sovranit di un unico 3tato 3ulla scia dellDunificazione italiana si puntava in !ermania allDunione 2denominata piccola tedesca0 che prevedeva la centralit della Prussia 2dove la vita politica si apriva verso una fase liberale0 e lDesclusione di tutte le terre dellD#ustria 9el 1%?1 il nuovo sovrano !uglielmo , si insedi4 sul trono e il parlamento nF ostacol4 i piani di rafforzamento militare ma il sovrano facendo leva sul principio della prerogativa regia govern4 il paese contro la volont della maggioranza parlamentare e furono $uesti gli anni per lDunificazione nazionale tedesca 9el 1%?' con "ismarcO di orientamento conservatore il $uale pur non nutrendo alcuna simpatia per le posizioni politiche liberali e democratiche coniugava autoritarismo per la causa dinastica e il sogno di contribuire allDascesa della Prussia tra le grandi potenze del continente 1al 1%?' al L?? persegu: la sua politica di rafforzamento dellDesercito per meglio raggiungere i suoi obiettivi 9el L?? dichiara guerra allD#ustria 2battaglia di 3ado=a0 e realizza il primo nucleo di unificazione tedesca 9ello stesso anno) con la sconfitta elettorale dei liberali) ottenne dal parlamento via libera per le spese militari e fu lDegemonia militare lDautentico arbitro della costituzione approvata nel 1%?7 con un modello non proprio liberale voluto da "ismarcO !li 3tati del 9ord valutavano positivamente le iniziative di " verso lDunificazioneE viceversa $uelli del 3ud cercavano di contrastare lDascesa prussiana soprattutto le aree democratiche e cattoliche (a esternamente vi era un corposo ostacolo che impediva lDunificazione tedesca: la 7rancia di 9apoleone ,,, contrario alla nascita di un potente ed unitario stato rivale ai confini orientali #llora " nel 1%70 indusse 9 ,,, a dichiarare guerra alla Prussia e nella battaglia di 3edan sottrasse alla 7rancia lD#lsazia e la Lorena .ontestualmente alla guerra " condusse anche trattative interne per realizzare il suo obbiettivo politico e con i regnanti degli 3tati (eridionali defin: un progetto di unificazione nazionale a struttura federale che vide la sua nascita nel 1%71 nella reggia di +ersailles con la proclamazione di !uglielmo , re di Prussia a imperatore tedesco La nuova !ermania composta da 'A stadi si avviava cos: a diventare la maggiore potenza continentale 9asceva una nazione di principi ed eserciti con impronta monarchica autoritaria) cultura militaristica) propensione allDantiparlamentarismo e allDantidemocrazia) il peso sociale di una aristocrazia fondiaria conservatrice e di una grande industria che riconosceva nella committenza bellica statale e lievito naturale per la propria espansione #nalogie e differenze: come si / detto nonostante il fermento ideale che stava alla base dellDidea %00sca di nazione che era di derivazione soprattutto democratica) sia in ,talia che in !ermania a guadare il processo di unificazione nazionale erano state principalmente le monarchie meglio attrezzate militarmente dei due paesi Per4 vi erano state differenze: mentre il Piemonte degli anni A0 si era caratterizzato come il solo state liberale il panorama ,taliano) la Prussia nella stessa epoca invece si era contraddistinta rispetto agli altri stati tedeschi per la natura conservatrice e semi assolutistica delle sue istituzioni mentre .avour per realizzare lDunificazione si era appoggiato alle forze democratiche e anche a $uelle dDopposizione che meditavano aspirazione liberali) la Prussia di " invece aveva coronato il suo sforzo nel $uadro di un accordo con gli altri sovrani legittimi senza dare alcun riconoscimento ai gruppi liberali democratici LDipotesi democratica) comun$ue) era uscita sconfitta sia in caso che nellDaltro La !ermania si era costituita in nazione in forma federale per cui restavano in vita i parlamenti e i governi di ciascuno degli stati che la componevano !li organi federali assegnavano grande potere alla figura dellDimperatore dal cui potere risultava legittimato $uello del cancelliere) il $uale per svolgere le sue funzioni non dipendeva dal voto di fiducia del parlamento QuestDultimo era diviso in due assemblee ,l regno dD,talia fu invece contraddistinto da una maggiore inclinazione in senso parlamentare della propria costituzione: il 3enato era di nomina regia ) la .amera dei deputati veniva eletta da una percentuale molto bassa della popolazioneE il Parlamento oltre ad essere investito dalla pienezza del potere legislativo disponeva di notevoli margini di controllo in relazione allDoperato del governo che in linea di massima rappresent4 lDespressione della sua maggioranza ,l Parlamento era anche il luogo di contrattazione di interessi locali #lla forma unitaria del regno dD,talia non risult4 per4 corrispondere la realizzazione di $uel modello di partecipazione democratica che avrebbe dovuto animare la costruzione di una nazione dal basso proposta da uomini come (azzini) .attaneo e !aribaldi &d infatti da alcuni storici successivamente e processo di unificazione iniziarono a criticare ed evidenziare il deficit democratico e la modesta legittimazione popolare ,l ;isorgimento venne definito incompiuto) lo steso !ramsci ritenne il ;isorgimento una rivoluzione sociale mancata) colpevoli le forze democratiche di non aver onorato la prospettiva unitaria alla mobilitazione delle masse contadine

3e si analizzano i processi di unificazione con unDottica economicistica si ha: in !ermania sembrerebbe valida lDipotesi di una lega doganale a cui si associarono molti stati del nord tra cui la Prussia che inizi4 a svolgere di fatto il ruolo di polo aggregante &d infatti furono le modalit della sviluppo economico a condizionare lDunificazione politica poichF la Prussia per certi versi si trov4 a completare sul piano dellDintegrazione politica lDegemonia inter tedesca che gi si era con$uistata sul piano dellDintegrazione economica ,n ,talia la costruzione della nazione vena intesa come naturale obbiettivo di una borghesia economica che per colmare il proprio ritardo rispetto ai paesi pi6 avanzati andava alla ricerca di un mercato nazionale idoneo a consentire il rafforzamento dellDindustria e la piena affermazione del capitalismo #nche se lDunificazione di per se non comport4 lDarticolazione di un mercato nazionale che invece cominci4 a prendere forma $ualche decennio pi6 tardi

,l pensiero liberale %00sco immaginava che a solo ristette elites doveva essere riservato il diritto di agire da nazione politicamente attiva poich/ solo le classi intelligenti 2i colti e i ricchi contribuenti0 potevano far buon uso delle libert politiche (a nella seconda met del secolo si fa avanti la democratizzazione dei sistemi politici che prevedeva lDapertura politica anche ad altri strati sociali .i4 fu alimentato da movimenti politici alternativi fra i $uali $uello socialista Per $uanto riguarda gli assetti politici il $uadro europeo alla met dellD%00 era cos: composto: per la ;ussia vigeva un sistema autocratico monarchico con la figura dello zar che per diritto divino era capo dello 3tato e della .hiesa , membri del governo dipendevano esclusivamente da lui senza che ci fosse alcun tipo di parlamento 8no 3tato che ammetteva il servaggio dei contadini che come $ualun$ue scorta viva 2come il bestiame0 di unDazienda agricola potevano essere venduti da soli od insieme alla terra) individualmente o a gruppi familiari Lo zar #lessandro ,, apport4 delle riforme al sistema giudiziario introdusse delle rappresentanze elettive provinciali #pprov4 lDabolizione della servit6 della gleba che paradossalmente port4 al peggioramento delle condizioni di molti contadini che si trovarono sul mercato ad offrire la loro forza lavoro senza un padrone che garantisse un minimo di sussistenza 1a met secolo in poi si diffusero delle idee alimentate da intellettuali di opposizione orientate verso un socialismo agrario 2populismo0 che in parte si trasformarono in nuclei terroristici operativi che facevano della uccisione dello zar lDarma per una rivolta dei contadini delle campagne 9el 1%%1 lDuccisione dello zar #lessandro ,, non provoc4 alcuna rivolt negando la previsione di $uei gruppi armati , successori #lessandro ,,, e 9icola ,, sedarono i movimenti rivoltosi con una sistematica repressione &mergevano intanto le organizzazioni socialiste di ispirazione mar<ista ma fino agli inizi del L500 non si riscontrarono radicali cambiamenti Per la !" vigeva una costituzione non scritta rappresentato da un insieme di norme) istituti e pratiche politiche particolari che fin dal 1?%%>%5 era stata sempre la stessa ,l sistema politico era costituito da una monarchia parlamentare dove alla corona spettava il controllo del potere esercutivo) legislativo e giudiziario e addirittura della chiesa anglicana ,l governo nominato dal re era responsabile difronte alla camera dei comuni e costretto a dimettersi in caso di un voto parlamentare di sfiducia La camera dei Lords e $uella dei comuni esercitavano il potere legislativo 9el 1%?7 ci furono le prime riforme elettorali con un ampliamento del corpo elettorale 2allargato ai propreitari di case nei borghi e a chi poteva permettersi un affitto di almeno 10 sterline0 9el 1%%@>%A si ebbe una redistribuzione dei seggi tra le varie circoscrizioni con pi6 di A0 abitanti che potevano eleggere un deputato alla camera dei comuni 3i allarg4 il corpo elettorale ai maschi adulti che come propietari dovevono avere un reddito di A sterline e come in$uilini dovevono pagare un fitto di 10 sterline o percepire tale reddito pi6 tutti i membri dellDuniversit 9el 1%7' una legge trasforma le modalit del voto da palese a segreto per tutelare la libert di scelta dei votanti 9el 1%%C vi f6 un inasprimento delle pene per i reati di corruzione elettorale 9el 1511 la legislatura parlamentare fu portata da 7 a A anni La camera dei lord con il suo diritto di voto che prima poteva bloccare una legge approvata dalla camera dei comuni ora poteva solo sospenderla # fine secolo grazie ai movimenti delle suffragette e delle suffragiste fu concesso con molti limiti il diritto di voto a categoria particolari di donne 3olo nel 15'% il voto f6 concesso senza limiti alle donne 2la prima nazione a concedere il voto alle donne nel 150C fu lD#ustralia0 Per la 7rancia la seconda repubblica nata dalla rivoluzione francese 1%@% fu soffocata da un colpo di stato da parte di Luigi "onaparte1%A1 che sciolta la camera democratica fece seguire una costituzione autoritaria ) sancita da un plebiscito che con il 5'I di assenzi aveva approvato la nuova forma di governo .os: nel 1%A' la nuova forma di stato prese i caratteri di un impero ereditario con Luigi "onaparte divenuto 9apoleone ,,, imperatore dei 7rancesi per grazia di 1io e per volont della nazione 7ormalmente viggeva un sistema parlamentare) di fatto lDimperatore aveva il controllo di tutti i poteri La sua era una dittatura di stampo paternalistico) plebbiscitario e consensuale basata sul rapporto diretto di fedelt e di corrispondenza politica tra il popolo e il suo dittatore attraverso i plebbisciti per lDapprovazione dell proprie scelte politiche La dittatura bonapartista si avvalse dellDappogio clericale per garantire la fedelt delle masse rurali La trasformazione del sistema avvenne per effetto della sconfitta con la Prussia e la perdita dellD#ssalzia e della Lorena 21 settembre 1%700 3coppia a Parigi una sommossa che mette fine allDimpero) nel 1%71 nasce la CP repubblica che fu proclamata tale solo nel 1%7A e furono approvate un insieme di leggi di rilievo istituzionali $uali: Presidente eletto dal parlamento con mandato di 7 anni con responsabilit di politica estera di comando delle forze armate e della nomina impiegati publici ,l governo era responsabile politicamente davanti al parlamento ,l parlamento era bicamerale con la camera dei deputati eletta a suffragio universale maschile e dal senato con duplice sistema di reclutamento ,deologicamente si formarono vari raggruppamenti: di destra tra cui uno bonapartista) uno cattolico>tradizionalista e sul finire del secolo uno nazionalista E vi erano anche gruppi di orientamento repubblicano .i4 non imped: al parlamento di approvare leggi che trasformarono profondamente il sistema educativo 2istruzione elementare laica e gratuita0 e il sistema civile libert di stampa di associazione sindacale e operaia (a lDatmosfera politica resta carica di tenzione e di visioni 2affare 1reMfus0 Per la !ermania come in 7rancia anche il ;eich germanico nac$ue sulle ceneri del vecchio impero il 10

Capitolo (I La nazionalizzazione delle "asse

1%H1H1%71 formato dallDunione degli stati della confederazione del nord 2tra cui la Prussia0 e degli stati della !ermania meridionali ,l titolo di imperatore lo assunse il re di Prussia ,l 1?H@H1%71 la costituzione dellDimpero disegnava i tratti della nuova compaggine statale che ac$uistava il carattere di una federazione di stati ad egemonia prussiana con poteri nelle mani dellDimperatore e del suo primo ministro 2il cancelliere0 Poi vi erano il consiglio federale 2"undestrat0 che aveva un ruolo determinante nellDesercizio del potere legislativo poich/ a lui spettava lDapprovazione delle leggiE e la camera 2;eichstag0eletta a suffraggio universale maschile Quindi ci si trovava difronte ad una monarchia costituzionale dove il cancellliere era responsabile nei confronti dellDimperatore e non nei confronti del parlamento per cui ci4 faceva del cancelliere un attore politico di primaria importanza "ismarcO fu il primo cancelliere dellDimpero 1al 1%7A al 1%7% il suo obiettivo principale fu di limitare lDinfluenza delle strutture ecclesiastiche sul ;eich 1opo la costituzione del partito social democratico " gli rivolge unDattacco contro poich/ le finalit ultime di $uesta organizzazione erano $uelle di trasformazione economico>sociale ed in particolare anti monarchici Per cui dopo i due attentati contro lDimperatore var4 delle leggi antisocialiste che colpirono le strutture del partito e nel 1%7% venne varata la prima serie di tariffe protettive a favore dei prodotti agricoli e industriali nazionali !rande importanza ebbe " nellDallestire un esercito capace di fronteggiare i grandi 3tati>nazione di allora 2vittoria sulla 7rancia ed annasssione dellD#lsazia e della Lorena0 3ebbene distanti tra loro le dinamiche politiche di $uesti 3tati avevano un elemento comune che riguardava la sfera pubblica ed in particolare lDarea della politica era pensata nei termini di uno 3tato>nazione cio/ di un assetto istituzionale allDinterno del $uale la nazione 2intesa come lDinsieme dei cittadini maschi che condividevano la stessa lingua) le stesse abitudini) la stessa cultura e non ultima appartenevano alla stessa razza0 era chiamata a partecipare alla vita pubblica ,n senso economico paradossalmente sembrava a prima vista che lD&uropa tendesse ad unirsi: le reti di comunicazione via terra e via mare erano state migliorate a tal punto da rendere meno avventuroso lo spostamento tra i paesi) tutto sembrava pi6 vicino (a era solo unDunione commerciale LDeuropa infatti era costituita di 3tati> nazione) di organismi politici che facevano del principio della territorialit il loro fondamento e cos: che la nazionalit diventa il principio vero ed ultimo di uno 3tato e l dove vi erano nazionalit che non possedevano un loro 3tato ogni mezzo era lecito perch/ $uesta anomalia fosse corretta 1a $ui nac$uero molte delle turbolenze politiche che scossero lD&uropa del *,* sec e da $ui nac$ue la lotta delle nazionalit &ra in nome di $uesto principio che si costruivano gli imperi) la missione di civilt che lDuna o lDaltra nazione attribu: a se stessa per bocca dei suoi intellettuali o politici e divent4 un formidabile strumento retorico di convinzione per conseguire corposi interessi economico>militari in #frica) in #sia o per poter chiudere gli occhi difronte a $ualche massacro di indigeni che si fossero messi in mezzo al cammino della civilt delle nazioni *ell+00 prevaleva il on etto di nazione intesa o"e una o"unit di individui he ondividevano tratti etno ulturali o"ogenei, stessa lingua -nonostante esistessero gi diversi ese"pi di nazioni unite on popolazioni di lingua diversa.! stessa religione! stessa storia alle spalle! stesso sangue! stessa razza ed una on entrazione di tutti /uesti &attori in un territorio spe i&i o$ # discapito del concetto di nazione inteso come $uello a cui un individuo decide la propria appartenenza 7attore determinante era la costruzione dellDidentit nazionale che competeva alle elites sociopolitiche le $uali dovevano sforzarsi ad insegnare la nazione ai contadini) ai braccianti) agli operai) agli abitanti delle aree rurali non alfabetizzati .onvincere masse popolari) che in alcuni casi) non vedevano al di l dei loro villaggi o dei loro $uartieri) che erano parte di una comunit pi6 ampia e che $uesta comune appartenenza nazionale implicava un atto di lealt e di consenso alle istituzioni pubbliche che disciplineranno la vita di tutti era una fatica non da poco .ostruito uno 3tato sui principi di una nazione bisognava che essa come comunit di interessi prendesse corpo ed anima # tal proposito / elo$uente una esclamazione di (assimo 1D#zeglio: Jfatta lD,talia bisogna fare gli italianiK 8no degli strumenti per tale impresa era lDistruzione elementare che divent4 obbligatoria $uasi ovun$ue &ra $ui che si educavano i bambini a pensarsi componenti di una comunit nazionale 2studio di romanzi storici e letterali che enfatizzano tale mito Lo studio geografico per la conoscenza dei confini0 8n altro strumento era lD esercito con la sua leva obbligatoria in cui si cercava di mettere in contatto le lontane realt territoriali #ltri ancora le feste nazionali 2vere innovazioni dellD%00 9el ;egno dD,talia vi fu la festa dello 3tatuto0 visti come rituali pubblici pensati appunto per celebrare la nazione #ltri strumenti gli inni nazionali) le bandiere monumenti furono tutte immagini simboliche che celebravano la nazione una ed indivisibile Le nazioni %00sche) per cui) furono invenzioni scaturite da processi artificiali 8no stretto rapporto con la costruzione delle identit nazionali lo si riscontra nel mutamento degli indirizzi di politica economica 2specie negli anni 1%70>%00 List) economista tedesco) si sostituisce a 3mith predicando una politica economica protezionistica per gli 3tati arrivati secondi per proteggersi dalla concorrenza dei prodotti che venivano dai paesi pi6 industrializzati Lo strumento utilizzato era $uello dei dazi doganali 2imposizioni fiscali sulle merci importate0 per far aumentare il prezzo sul mercato di destinazione a beneficio della produzione interna che veniva comun$ue aiutata con altri finanziamenti derivanti dalla connessione tra 3tato ed aziende Proteggere ed aiutare il mercato interno erano obiettivi presentati sotto la luce della difesa del lavoro della nazione .on il rafforzarsi delle economie nazionali si producevano $uei fenomeni di urbanizzazione e industrializzazione che si portarono dietro le loro nuove forme di socialit che si fondava non pi6 sullDautoconsumo agricolo familiare ma sullDac$uisto di servizi ora disponibili in citt 8na socialit che a volte si fondava anche sulle taverne) sulla strada) nelle osterie con condizioni igieniche sanitarie catastrofiche -utto ci4 port4 ad un profondo senso di insoddisfazione che molti e< artigiani e e< contadini si trovarono a sperimentare e che li rese sensibili a temi di propaganda egualitaria) anarchica e soprattutto socialista Per $uesto governo ed elites cominciarono a pensare ad interventi che potessero in $ualche manieraattenuare il disagio sociale e con esso il potenziale pericolo di conflittualit e devianza 3ono gli albori delle legislazioni sociali che trovano in $uesto periodo un unico vero esempio $uello della !ermania "ismarchiana dove nel 1%%C vennero avviati vari programmi statali di assicuarzione contro le malattie) contro gli infortuni sul lavoro21%%@0) di invalidit e 11

vecchiaia 21%%C0 a beneficio dei lavoratori Questo fu un altro metodo audace ed inedito per tentare) attraverso la via degli interessi materiali) la nazionalizzazione delle masse !li 3tati dellD&uropa dellD%00 ambivano a costituirsi in 3tati di diritto cio/ in 3tati in cui) allDinterno del proprio territorio) le leggi emanate fossero nei confronti di tutti e per tutti allo stesso modo applicate (a enunciati i principi ci furono molte eccezioni tra le pi6 importanti $uelle riguardanti i diritti politici ,nfatti proprio il liberismo costituzionale %00sco che con sempre pi6 forza aveva sostenuto la costruzione di parlamenti 2intese come istituzioni rappresentative0 sostenne che non tutti potessero godere di diritti politici attivi ,l parlamento doveva esprimere la volont della nazione che per4 poteva essere rappresentata solo da coloro che avessero avuto gli strumenti adeguati per poter assolvere a tale funzione 9ella tradizione liberale dominante dellD&uropa del *,* sec vigeva lDidea che se il corpo di una nazione includeva tutti coloro che vivendo sul territorio nazionale possedevano i re$uisiti etnoculturali che ne facevano in senso proprio dei cittadini) pure la volont di tale corpo nazionale poteva essere interpretata solo da una piccola ma capace sezione di essa 2i ricchi e i colti0 &rano escluse le donne) gli analfabeti) i poveri e i bambini La politica era una cosa per ricchi e colti immuni da richiami di corruzione e liberi di impegnarsi per gli altri 9el frattempo i movimenti che si fronteggiavano per i pro e i contro la democratizzazione della politica aumentavano tanto da creare timori che) intempi diversi) in molti 3tati portarono al suffraggio universale La democratizzazione dei sitemi politici %00schi che per i liberali europei poteva rappresentare un salto nel buio per i militanti del nascente movimento socialista 2manifesto del partito comunista 1%@%0 poteva essere con siderato come la prima fase di uns trasformazione epocale che avrebbe eliminato le diseguaglianze sociali # partire dalla seconda met dellD%00 la nascita dei partiti socialisti europei segn4 un mutamento nei caratteri della lotta e dellDorganizzazione politica 2visto che non esistevano partiti liberali0 destinata ad incidere notevolmente sugli anni a venire 1%7A Partito 3ocialdemocratico tedesco 1%%0 Partito operaio francese 1%5' Partito dei lavoartori ,taliano poi Partito 3ocialista ,taliano 1%5C Partito Laburista !" 1%5% 1P congresso operaio socialdemocratico russo &ssi avevano una struttura organizzata: 3tatuti) iscritti) militanti) gerarchie e periodici congressi , partiti socialisti diventavano in $ualche modo dei contra>stato adoperando) per contrastare) i materiali didattici inventati dalle elites conservatrici o liberali per insegnare la nazione Questi partiti nascevano per la loro natura internazionali proprio perche legati da una fratellanza proletaria che non aveva confini n/ territoriali n/ etnici .os: nac$uero la prima e la seconda internazionale socialista: organizzazioni internazionali socialiste Per4 paradossalmente lDazione politica dei militanti dei partiti socialisti nazionali era limitata allo 3tato>nazione di appartenenza tanto che la ,, internazionale si sciolse proprio $uando i partiti socialisti nella , guerra mondiale dettero la priorit agli interessi nazionali ,l principio di nazionalit avanza nel tempo tanto da arrivare allDestremo che coloro che erano estranei ai principi della nazione dovevano essere espulsi: nasce il nazionalismo La <enofobia diventava cos: il tratto fondamentale dellDidentit nazionale ed una sua importante variante fu lDantisemitismo

J7atta lD,talia bisogna fare gli italianiK la frase di ( 1D#zzeglio / significativa del fatto che il ;egno dD,talia unitario era stato proclamato 210 (ar 1%?10 ma lD,talia come comunit unita non esisteva #i governi del nuovo regno tocc4 dun$ue il compito di dare fondamenta solide al nuovo 3tato nazionale che conformemente ai loro orientamenti e allo spirito del tempo doveva essere uno 3tato liberale ,nfatti oltre che unitaria lD,talia doveva essere liberale e borghese cio/ inserita nel sistema internazionale di mercato allora vigente basato sulla concorrenza e sulla specializzazione produttiva ma anche ispirata ad un insieme di valori propri dellDepoca laici e moderati fiduciosi nei diritti dei singoli) nel progresso e nel conservare una gerarchia sociale stabile rispettosa dell'ordine e compiaciuta di se 9el marzo del 1%?1 fu proclamata ufficialmente la nascita del ;egno dD,talia sotto la monarchia dei 3avoia dove il re mantenne lo stesso nome che aveva come re di 3ardegna: + & ,, Per $uanto riguarda la politica) al regno fu applicato lo 3tatuto #lbertino 2la .ostituzione 3arda0 che era stato concesso dal re .arlo #lberto nel 1%@% e che in pratica rimane in vigore fino alla costituzione repubblicana del 15@% 1al ;egno di 3ardegna furono anche tratte la legge elettorale 2basata su un suffragio censitario che ammetteva al voto una parte molto ristretta della popolazione0) lDintera legislazione civile) amministrativa e penale (a il contesto sociale in cui era nata lDunificazione era fortemente difforme nelle diverse aree del regno LDunificazione infatti) anche se fortemente voluta da alcune minoranze) era stata raggiunta soprattutto grazie al compromesso tra manovre diplomatiche) spinte dinastiche ed insorgenze patriottiche tanto che gli esponenti liberali raccolti attorno a .avour assunsero il potere in condizioni di debolezza e di emergenza sia politica che sociale 7orte era il loro contrasto con lDopposizione di sinistra espressione di alcuni gruppi intellettuali e di ceto medio urbano 2derivante dalla compagine garibaldina democratica0 Questo gruppo per lDobiettivo unitario si era sottomesso alla guida moderata rinunciando alle aspirazioni repubblicane ma adesso era pronto a dar battaglia per raggiungere gli obiettivi di democrazia politica anche a volte sulla base di ideali di democrazia sociale ,noltre i movimenti governativi erano circondati dalla sostanziale inerzia delle classi dirigenti del paese che rimanevano ancora legati soprattutto al vecchio ordine economico e sociale (olto rilevante fu il mancato sostegno della chiesa cattolica) la $uale considerava il liberismo tra i principali errori del nostro tempo) e perci4 avversava il nuovo 3tato italiano che non solo si dichiarava laico e liberale ma che aveva invaso e si era annesso la gran parte dello 3tato pontificio LDostilit dei cattolici e lD apatia o la resistenza dei conservatori posero le premesse della non completa egemonia politica e sociale su un paese economicamente e culturalmente disomogeneo) lontano dalle dinamiche dello sviluppo suscitate altrove dal capitalismo e dallDindustrializzazione) attraversato da conflitti e divisioni sociali e perci4 insensibile o indifferente agli obiettivi modernizzanti dellDFlite liberaleE e allDindomani della proclamazione de ;egno il fenomeno del brigantaggio) una sorta di guerra civile) era testimonianza del profondo abbandono economico e culturale in cui era stata lasciata la societ meridionale fuori dalle maggiori citt e dellDassenza di classi dirigenti degne ,nfatti il gruppo dei cavouriani era prevalentemente centrosettentrionale e aveva scarsa o nessuna 1'

Capitolo (II LItalia Liberale$

dimestichezza con il mezzogiorno e fu $uesto gruppo che alla morte di .avuor 21%?10 costitu: la Destra storica. &ssa non era un partito 2visto che allora partiti liberali non esistevano0 ma un gruppo di notabili solidale in parlamento ma anche attraversato da rivalit e diversit di orientamenti 9elle condizioni di emergenza in cui si trov4 ad operare e data la sua limitata egemonia la 1 3 govern4 con strumenti dirigistici e a volte autoritari LDordinamento amministrativo del ;egno di 3ardegna) infatti) era di stampo accentratore ed imponeva a tutto il paese una legislazione uniforme e penetrante ed attribuiva ad alti funzionari governativi 2i prefetti0 il controllo degli enti locali) le provincie e i comuni Questa politica di accentramento fu) negli anni a venire) uno degli aspetti pi6 contrastanti ma su una $ualsiasi forma di decentramento cDera il timore che lDautonomia concessa avrebbe alimentato spinte centrifughe di tipo regionale e politico e $uindi minato lDunit del paese e lo sviluppo #llora infatti la creazione di unit territoriali di tipo nazionale costituiva in molti paesi europei il re$uisito fondamentale per lo sviluppo economico e politico e poichF in ,talia gli elementi che spingevano in $uesta direzione erano molto deboli la classe dirigente nazionale si poneva lDinevitabile obiettivo di imporre lDunificazione accentrando con carattere autoritario ed artificioso il processo unitario &d / in $uestDottica che vanno visti gli obiettivi della 1 3 e giudicati i risultati raggiunti Quindi senza troppo discutere i suoi caratteri si impose per prima lDunificazione politica: a0 unificazione amministrativa che riguardava materie comunali e provinciale) pubblica sicurezza) .onsiglio di 3tato) Gpere pubbliche) codice civile e procedura civile b0LDistruzione da $uella elementare a $uella universitaria .0LDunificazione militare con la creazione di un esercito e di una marina italiani 3i pass4 poi allDunificazione economico>finanziaria: unif monetaria) tributaria e di politiche economiche Per sanare il debito pubblico) elevato soprattutto al centro>nord) si conferm4 la politica liberoscambista cavouriana) che prevedeva lDabbattimento delle barriere interne ed internazionali per inserire lD,talia) prevalentemente agricola) nel sistema europeo .i4 lo si fece impegnando direttamente lo 3tato per conseguire prima un mercato nazionale delle merci e dei capitali e poi si pass4 alla realizzazione della rete ferroviaria che ebbe come primo scopo lDunificazione fisica del paese e solo successivamente giov4 allo sviluppo dellDindustria del paese anche perchF ad esso mancavano le premesse Per attuare tali investimenti si fece leva sulla pressione fiscale) indebitamento e la vendita di beni demaniali e dei beni ecclesiastici recuperati #nche se con $ueste politiche nellDarco di un $uindicennio il bilancio dello 3tato fu portato in pareggi) i privilegi concessi ai gruppi finanziari 2che erano intervenuti nella costruzione delle infrastrutture0 oltre a provocare i primi scandali circa le collusioni tra ambienti politici e interessi privati certamente influenzarono la direzione degli investimenti LDaumento della pressione fiscale poi grav4 soprattutto sulla terra e $uindi sui ceti proprietari e sui lavoratori agricoli) mentre la vendita dei beni ecclesiastici inaspr: i rapporti con la chiesa Quindi anche se il dirigismo della 1 3 dette notevoli risultati dette allo stesso tempo unDimpronta statalista che sar destinata a durare Per $uanto riguarda la politica militare il ;egno dD,talia pot/ annettersi il +eneto) partecipando come alleato della Prussia alla cosidetta ,,, guerra dDindipendenza contro lD#ustria nel 1%??) guerra vinta dallDesercito prussiano a 3ado=a 1opo nel 1%?' e nel 1%?7) il ;attazzi ministro del governo) cerc4 di impadronirsi del Lazio mandando allo sbaraglio i garibaldiniE ma il tentativo fall: e nel 1%?7 ad opera delle truppe di 9apoleone ,,, che sconfisse !aribaldi a (entana ,l Lazio fu poi annesso nel 1%70 $uando i francesi e 9apoleone ,,, furono battuti in guerra contro la Prussia e fu tolta al papa la protezione francese il $uale dovette arrendersi alle truppe italiane penetrate in ;oma dalla breccia di porta pia il '0H5H1%70 Pio ,* elev4 la pi6 energica protesta contro lDoccupazione del suo regno) si dichiar4 prigioniero) si rifiut4 di riconoscere lo 3tato italiano e respinse la legge delle guarentigie La legge per4 entr4 in vigore e di fatto assicur4 ai pontefici la pi6 ampia libert nellDesercizio delle loro attivit spirituali 9elle elezioni del 1%7? i gruppi di guadagnarono la maggioranza parlamentare grazie al fatto che nel marzo dello stesso anno un gruppo di deputati si staccarono dalla maggioranza e votarono insieme allDopposizione facendo cadere il governo (inghetti mettendo fine al periodo della 1 3 , gruppi di sinistra raccoglievano contro il dirigismo statale sia settori moderarti aperti ad istanze democratiche che espressioni di interessi locali 2specie meridionali0 e gruppi finanziari che chiedevano maggiore libert di azione Quelli della sinistra non erano per4 di interessi chiaramente opposti a $uelli precedenti o portatori di un progetto alternativo per cui si instaur4 un regime di alternanza Leader indiscusso della sinistra fu Agostino De Pretis che dal 1%7? fino alla morte 1%%7 fu sempre alla guida del paese fatta eccezione di ' brevi periodi .on lui fu ancora rinviato il progetto di riforme in senso anticentralistico del sistema amministrativo 9el 1%%' fu autore di una manovra politica che prevedeva lDallargamento del suffragio a nuovi settori della piccola borghesia e del proletariato urbano Questo periodo / per4 caratterizzato da una politica di trasformismo poichF la sinistra ed in $uesto caso 1e Pretis creava la maggioranza attraverso favori personali ai componenti delle opposizioni per avere i voti) per cui non si distingueva pi6 la maggioranza dallDopposizione 2nasce il clientelismo0 Lo stile trasformista di 1e Pretis provoc4 forti malumori e desideri di cambiamento e da $uesto clima trasse profitto Francesco Crispi che prendendo il posto di 1 nel 1%%7 annunci4 che il suo sarebbe stato un governo della nazione 7u il , meridionale a diventare , ministro e govern4 dal 1%%7 a 1%51 e pio dal 1%5C alo 1%5? #pport4 incisive riforme amministrative e sociali nonchF fece approvare alcune leggi importanti sulla sanit pubblica) riforme carcerarie) introdusse il nuovo codice penale 2Qanardelli0 che prevedeva lDabolizione della pena di morte) fu ancora allargato il suffragio amministrativo e fu reso elettivo il sindaco 9el campo della politica economica dette nuovo impulso alla spesa pubblica ed in particolare al programma ferroviarioE ma gli anni %0 sono ricordati soprattutto per le difficolt derivanti sia nellDagricoltura che nella cantieristica) dal crollo dei moli marittimi prodotto dallDavvento delle navi a vapore) in un settore in cui lD,talia era impreparata) e della caduta del prezzo dei cereali che provoc4 la crisi agraria che colp: soprattutto $uelle campagne non attrezzate a sostenere la concorrenza estera Le difficolt finanziarie poi alla fine del secolo colpirono gli istituti di credito che si erano esposti con investimenti azzardati specie nellDedilizia e a seguito di vari scandali e fallimenti port4 alla creazione della "anca dD,talia nel 1%5C e alla ristrutturazione del sistema che comport4 la creazione di banche di tipo nuovo come la "anca .ommerciale legata pi6 alla finanza tedesca 1C

che a $uella francese Per la politica estera benchF lDunificazione del ;egno si era completata lD,talia non aveva ancora ac$uisito una posizione di rilievo in campo internazionale ma restava ancora subordinata) anche commercialmente) agli interessi inglesi e francesi per cui $uando essa vide non tutelati i propri) specie in -unisia che fu ac$uisita dalla 7rancia) nel 1%%' firm4 la triplice alleanza con !eramania e #ustria>8ngheria ma ci4 port4 ad una crisi diplomatica con la 7rancia con la conseguente apertura italiana alla penetrazione dei capitali tedeschi che avrebbero orientato e sostenuto il suo decollo industriale .rispi inoltre dette impulso alle aspirazioni coloniali italiane e dopo lDepisodio di 1ogali del 1%%7 che provoc4 il massacro di unDintera guarnigione italiana) penetr4 verso lDinterno dellD&tiopia e costitu: la colonia &ritrea ma nel 1%5? una grave sconfitta subita ad #dua ad opera degli etiopici cost4 a .rispi le dimissioni ed impose una sosta alla penetrazione italiana in #frica #bbiamo detto che la crisi agraria provoc4 disagio e tensioni sociali specie nelle zone rurali 2le causa erano da ricercare nei fattori di modernizzazione che altrove aumentano la produttivit) pressione fiscale) perdita dei privilegi di mercato prodotta dal miglioramento dei trasporti0E mentre in alcune zone dellD,talia centrale la povert venne assorbita dal sistema mezzadrile prevalente altrove and4 ad ingrossare le fila dellDemigrazione che allDorigine episodica divenne esodo definitivo ,n 3icilia nac$uero i fasci siciliani come segno di protesta organizzata 7u $uesto disagio sociale a plasmare il socialismo italiano radicato specie nellD,talia centrosettentrionale che ebbe una forte componente rurale e ribellistica e condizionato da forti istanze rivoluzionarie ed operaiste 7orse proprio per $uesto anche il socialismo in ,talia portava il segno delle fratture settoriali e regionali in $uanto tendevano a prestare scarsa attenzione alle condizione dei gruppi da essi considerati pi6 arretrati come) rispetto agli operai del 9ord) i braccianti padani o i contadini meridionali 9el 1%5' nac$ue il Partito Socialista Italiano che si defin: partito di classe e sul modello del partito socialdemocratico tedesco il P3, fu il primo partito organizzato sulla scena politica italiana ,ntanto si andava organizzando anche un opposizione cattolica al liberismo e allo 3tato ,taliano che fu sancita nel 1%7@con il non expedit cio/ lDindicazione data dal Papa ai cattolici della non leicit di partecipazione alle competizioni elettorali nF come candidati nF come elettori 7in dagli anni 70 la presenza sociale cattolica si era espressa attraverso lDGpera dei .ongressi) unDorganizzazione di associazioni cattoliche attive nel campo sociale e religioso postesi al servizio del Papa 3viluppando la vocazione economicosociale i cattolici intransigenti trasformarono le loro basi antimoderne in una risposta ai problemi sociali del capitalismo avanzato e la critica dellDindividualismo liberale divenne un programma articolato di intervento pubblico in campo sociale di tutela della piccola e media impresa e della piccola propriet che) riconoscendo i motivi delle rivendicazioni operaie) avvio la creazione di societ di mutuo soccorso ) e di banche cooperative) sul modello medievale delle corporazioni) misto di padroni e di lavoratori 1opo .rispi gli successe de ;udin: capo del governo) che nonostante istitu: lDassicurazione obbligatoria contro gli infortuni e una cassa di previdenza e vecchiaia) reagir alla crescente protesta popolare 2a seguito di una magra annata agricola e il conseguente aumento del prezzo del pane0 con metodi repressivi che nel 1%5% sfociarono nelle stragi compiute dal gen "ava "eccaria che apr: il fuoco sulla folla uccidendo molte persone #ltri tumulti scoppiarono in molte citt e vennero repressi con la stessa violenza +ittima di $uesto clima di ribellione fu il re 8mberto , accusato di essere il vero responsabile dei tentativi antidemocratici e delle sanguinose repressioni degli anni precedenti tanto da essere assassinato a colpi di rivoltella a (onza da un anarchico giunto apposta dagli 83# il '5 lug 1500 #scese al trono il figlio + & ,,, pi6 sensibile agli orientamenti liberal democratici dei gruppi che si erano opposti alla .amera al tentativo reazionario Le elezioni vinte dai gruppi di sinistra liberale e radicale portarono al governo un illustre liberale della generazione precedente: !iuseppe Qanardelli ,l nuovo secolo si apre allDinsegna di una netta svolta politica rappresentata dalla figura di )iovanni )iolitti Piemontese e proveniente dalla Pubblica #mministrazione &gli rilanci4 a livello di governo lDalleanza tra liberal> democratici) radicali e socialisti riformisti 2che avevano vinto nella crisi di fine secolo la lotta politica con i socialisti radicali 7autaore di cio fu 0ilippo Turati e il suo programma minimo0 LDobiettivo era $uello di salvaguardare e rafforzare le libert istituzionali e civili inserendo le masse popolari nello 3tato liberale e sostenendo lo sviluppo produttivo che si era gi avviato in ,talia con caratteri pi6 marcati tanto da far parlare di decollo industriale ,nfatti a partire dagli ultimi anni del *,* sec ,l mondo entr4 in una fase di notevole espansione e lD,talia $uesta volta vi partecip4 appieno entrando in settori di punta della ,, riv industr : lDindustria metallurgica) meccanica) chimica ebbero un incremento notevole anche se per4 si tratto di unDindustrializzazione s$uilibrata perchF concentrata nella sezione nord occidentale del paese per cui le differenziazioni tra 9ord e 3ud furono accentuate 9el complesso per4 la nazione ne ebbe un beneficio e i redditi disponibili per tutti subirono un notevole incremento La riforma bancaria del 1%5C e il contemporaneo risanamento della finanza pubblica crearono le condizioni per un pi6 moderno mercato dei capitali La "anca .ommerciale ,taliana come modello di banca mista) importato dalla !ermania) e come contemporaneo istituto di credito e deposito rastrellava i mille depositi a breve scadenza e li investiva a lunga scadenza in imprese industriali e ci4 fu di grande utilit per una economia come $uella italiana che disponeva di pochi capitali #nche se priva di materie prime lD,talia di fine secolo pot/ trasformarsi in un paese limitatamente industriale e $uindi pagare le importazioni di materie prime destinate ad essere trasformate dallDindustria in $uanto agli inizi del ** sec a0lDintroduzione dellDenergia elettrica 2nella sua forma di energia idroelettrica0 mise i paesi che non producevano carbone in condizioni migliori b0lDesportazione dei materiali non lavorati 2seta grezza0 e di prodotti agro>alimentari costitu: una delle voci in attivo nello sforzo di rie$uilibrio di una bilancia dei pagamenti nazionale $uasi sempre in dissesto al $uale inoltre dette un contributo notevole le rimesse degli emigranti che a cavallo dei ' secoli si diressero in zone transoceaniche e che erano soprattutto meridionali ,nfatti essi con le loro rimesse in valuta pregiata ai familiari paradossalmente sostennero lDeconomia nazionale e dun$ue il decollo industriale dellD,talia del 9ord ,n unDottica produttivistica !iol 7u favorevole a politiche di alti salari che allargassero il mercato interno 3i fece paladino delle libert sindacali e annunci4 la neutralit dei poteri pubblici nei conflitti tra del capitale che del 1@

lavoro che nel 150? culminarono con la costituzione della .!1L .onfederazione generale del lavoro di ispirazione socialista riformista e dallDaltro lato le confederazioni padronali dellDindustria e dellDagricoltura Per $uanto riguarda le riforme sociali fece approvare una legge di tutela sul lavoro minorile e femminileE fu istituito un ufficio del lavoro e fu introdotta la municipalizzazione dei servizi pubblici Per la politica estera ! rinnova ancora una volta la triplice alleanza ma stringe accordi segreti con la 7rancia) !" e la ;ussia che lo portarono nel 1511 allDoccupazione della Libia sia per evitare che gli altri precedessero lD,talia che per venire incontro alle esigenze del movimento nazionalistico che si andava ad affermare sia politicamente che culturalmente 9ei brevi periodi di intervallo 150?) 1505>10) 1510>11) in cui ! non fu al governo coloro che vi furono ottenero alcuni limitati risultati .omun$ue nF il programma giolittiano nF $uello di coloro che lo sostituirono non furono mai capaci di costruire stabili bilanciamenti politici di governo e pertanto il sistema politico italiano del tempo era imperniato su singole personalit e sulla capacit di aggregare e di mettere di volta in volta in sede parlamentare i diversi interessi e cos: come $uella di 1e Pretis la dittatura parlamentare di !iolitti ottenne i suoi successi accanto accantonando i punti pi6 controversi dei suoi programmi iniziali Per la sua capacit di guadagnare consensi e di manovrare le elezioni anche con brogli e violenze dove i conflitti erano pi6 forti 2es nel 3ud0 fu definito dallo storico socialista 3alvemini Jil ministro della malavitaK ,nfatti anche ! non guadagn4 il consenso degli intellettuali del suo tempo (a il vero nodo strutturale del paese era la frattura tra 9ord e 3ud che perdurava oramai da C0 anni 3i parlava gi di questione meridionale spesso sposandola con una $uestione sociale per far intendere lDesistenza di grossi problemi strutturali a cui porre interventi specifici) problemi che da molti erano attribuiti alla mancata trasformazione in senso borghese della propriet terriera e per altri da attribuire alle scelte economiche e tributarie compiute dalle classi dirigenti post unitarie che nella loro ansia di unione nazionale non avevano tenuto conto dei problemi specifici del mezzogiorno #nche se ! aveva un programma piuttosto industrialista e attento allo sviluppo del settentrione var4 invece alcuni programmi di intervento speciale per il 3ud come le leggi per lDindustrializzazione di 9apoli) per la costruzione dellDac$uedotto pugliese e provvedimenti per la "asilicata che comun$ue ebbero scarsa incidenza sulla disastrosa situazione economica e sociale del mezzogiorno dove si susseguivano scioperi e sanguinosi conflitti con la forza pubblica 2eccidi proletari0 mentre milioni di persone emigravano 9el 1511 ! istitu: il monopolio delle assicurazioni sulla vita con la creazione dellD,9# che rappresentava il , ente pubblico con organizzazione privatistica 9el 151' la riforma elettorale con suffragio $uasi universale dove furono ammessi per la prima volta al voto anche gli analfabeti (a nF la concessione dellDallargamento del suffragio 2rivendicata dai movimenti democratici e socialisti0 nF la ripresa del programma espansionistico 2sostenuto dai nazionalisti0 appartenevano allDoriginario progetto di ! 1al 151' al 151@ $uando ! lasci4 il governo allDinterno del partito socialista prevalse la sinistra rivoluzionaria che nel 151' sotto la guida di (ussolini ottenne lDesplusione di "issolati e dellDala riformista (ussolini nominato poi direttore dellD#vanti gli diede un indirizzo antigiolittiano 3i ruppe nel frattempo anche lDunione sindacale e i sindacati rivoluzionari abbandonarono la .!1L e fondarono 83, unione sindacale italiana 3alandra nel giu 151@ succede a ! egli era espressione di una coalizione tra liberali) conservatori) nazionalisti e cattolici 2patto !entiloni0 ,n $uesti stessi giorni a 3araMevo ebbe inizio la , guerra mondiale

9el corso del *,* lD&uropa orientale era ancora in gran parte dominata da C imperi plurinazionali : $uello otto"ano! lasburgi o o austria o e lo zarista o russo (a via via al loro posto nac$uero anche in $uesta parted el continente nuovi stati basati su $uellDidea di nazione che in occidente si era gi affermata e che nel frattempo si impose anche in ,talia 21%?10 ed in !ermania 215710 LDimpero asburgico era un mosaico di territori e popoli tenuti insieme dalla obbedienza alla dinastia degli #sburgo> Lorena) da una corte) un esercito una burocrazia e una diplomazia imperiale 9el 1%1A comprendeva lD#ustria e la 3lovenia) la corona di "oemia) i paesi ungheresi) il lombardo>veneto e la !alizia 2e< polacca0 &rano tutte minoranze nazionali in $uanto nessuna di $ueste nazionalit raggiungeva il 'AI dellDintera popolazione su cui territorio risiedeva -ra esse dominavano la tedesca e lDungherese mentre le dominate erano le slave tra cui in posizione intermedia vi erano le italiane .irca 10 anni prima della riv franc lDimperatore !iuseppe ,, aveva cercato di fare dellDimpero uno 3tato centralizzato e unificato fondato sulla minoranza tedesca -anto da imporre il tedesco a tutti i sudditi e ci4 provoc4 la reazione dei ceti dominanti ungheresi) dei cechi) lDopposizione dei nobili e della chiesaE ma poi la riv franc accelera il risveglio dei sentimenti nazionali .omun$ue nel 1%1A lDimpero asburgico era un vero e proprio baluardo delle conservazione LDimpero russo si era guadagnato lo status di grande potenza grazie alle riforme dello zar Pietro il grande che avevano assicurato lDesistenza di un settore economico moderno -ra il 177' e il 1%1A era mutato anche lDe$uilibrio tra le nazionalit a causa degli enormi ac$uisti territoriali a occidente e nel meridione 2spartizione della Polonia0 e da zone ac$uistate a seguito di una guerra con l'impero ottomano Polonia) "ielorussia) .rimea aumentarono la popolazione minando il predominio dei russi 2che fino ad allora arrivava al 70I0 le diverse etnie minacciavano anche il monopolio delle chiese ortodosse 7u cos: che gi agli inizi del *,* sec furono adottate misure repressive nei confronti degli ebrei cui veniva riservata una zona di residenza obbligata ed il divieto di stabilirsi nella ;ussia vera e propria Per4 il contemporaneo divieto di possedere terre stimol4 le attivit commerciali e artigianali su cui sarebbe fiorit lDattivit e lo sviluppo del popolo ebraico LDimpero ottomano ad inizio secolo dominava ancora su gran parte dei "alcani) !recia) ;omania) sul (edio Griente 2#rabia) 3iria e Palestina0 e su tutto il 9ord #frica #veva a suo vertice il sultano padrone di ogni bene e persona ,l corpo sociale sotto di lui era organizzato a strati orizzontali: a0 lo strato superiore era rappresentato dai suoi servitori 1A

Capitolo (III I"peri e *azionalis"i dell1uropa Orientale

diretti cio/ i membri dellDamministrazione statale b0 #l di sotto vi era il reMa 2gregge0 disposto secondo una piramide sociale alla cui base vi erano i contadini #ccanto a $uesti stratificazione sociale vi era una forte segmentazione religiosa: (ussulmani 2dotati di sostanziali privilegi0 e zimmi 2fedeli delle religioni protette: ebrei e cristiani di vario tipo0 QuestDultimi erano considerati sudditi di ,, classe divisi al loro interno in millet 2organizzazioni0 La religione definiva lDidentit delle persone anche in campo ammm vo ostacolando la formazione di gruppi intellettuali laici ,l processo della formazione degli 3tati nazione sui territori dellD&uropa orientale fu pi6 contrastato e violento &sso provoc4 la distruzione degli imperi) accompagnata da feroci conflitti tra le nazionalit vecchie e nuove che sfociarono in ripetute purificazioni etniche cio/ deportazioni e stermini di popolazioni intere con lo scopo di raggiungere lDomogeneit etnica nei confini territoriali , nuovi 3tati nazionali si posero come primario il problema di recuperare il gap relativo allo sviluppo economico che essi soffrivano rispetto alle altre nazioni La spinta acceleratrice del processo di formazione degli 3tati nazione risaliva al *+,,, sec Lo strumento per raggiungere tale obbiettivo era $uello di darsi una compattezza istituzionale 2$uasi sempre rappresentata da monarchie assolute0 e dotarsi di un esercito forte e stabile capace di combattere guerre 2ci4 comportava spese enormi per bestiame) uomini e approvvigionamento delle armi0 &cco la necessit dellDintreccio politico>economico e la conseguente presenza ingombrante dello 3tato nellDeconomia almeno alla nascita di esso per meglio preservarlo , principi della rivoluzione francese e delle guerre napoleoniche diedero la spinta non tanto alla nascita del patriottismo e del nazionalismo 2fenomeni di elites0 ma piuttosto allDestensione e allDapertura alle masse di tali concettiE il fuoco delle passioni si trasfer: dalla religione alla politica La differenza cruciale tra &uropa occidentale ed orientale era data dalla non omogeneit) diversit etniche sommate a diversit religiose alimentavano conflitti anche tra citt e campagne La religione spesso giocava un ruolo cruciale nellDidentit dei popoli ,l nazionalismo si collega spesso al razzismo ed esso spesso colpiva gli ebrei LDantisemitismo fece nascere per reazione il sionismo il cui obbiettivo era la realizzazione di uno 3tato ebraico in Palestina La realizzazione di nuovi 3tati nazione / sempre riuscita legando la J$uestione nazionaleK a $uella JsocialeK # tal proposito lDinternazionalismo socialista / lDantitesi della nazionalit ma la forza del nazionalismo riusc: al prevalere sullDideologia socialista tanto da sfruttarla come uno strumento per la propria causa 2nazionalsocialismo0 9el 1%A@>AA la guerra di .rimea sanzion4 lDappoggio occidentale allDimpero ottomano contro lDinvasione russa !li ottomani poco dopo diedero il via ad un programma di riforme politico sociali che prevedevano lDabolizione dei poteri civili delle gerarchie religiose) lDapertura dei cristiani nellDesercito e il nuovo motto era Jlibert e patriaK +i fu il varo di un nuovo codice civile) una nuova legge per i diritti di cittadinanza (a nel 1%7@ ci fu un collasso economico dellDimpero con la restaurazione 2e lDabolizione della .ostituzione0 ad opera del sultano di cui si approfitt4 subito la ;ussia 9el 1%7%) le grandi potenze grazie alla mediazione di "ismarO) ridimensionarono le proporzioni della vittoria ;ussa proclamando la nascita di nuovi 3tati 2;omania e (ontenegro0 e formalizzando lDindipendenza della 3erbia La "ulgaria fu eretta a principato autonomo dalla -urchia e la "osnia>&rzegovina fu concessa in amministrazione agli austriaci 9essuno dei nuovi e vecchi 3tati era contento del territorio che era stato assegnato -utti i nuovi 3tati erano tenuti ad affrontare problemi socio>politici 2lDamministrazione politica di essi era problematica dopo la partenza dei turchi per la mancanza elites alte tradizionali0 ed economici enormi 2monocolture0 9el 150% ci fu unDinsurrezione nellDimpero e la conseguente caduta del sultano ad opera del movimento nazionale dei giovani turchi che comun$ue in pochi anni non poteva raddrizzare le enormi difficolt economiche dellDimpero &sse sfociarono nel 151' con una nuova sconfitta da parte dellD,talia e la conseguente perdita della Libia e di alcune isole greche 3coppia nel 151C la prima guerra balcanica che vide contrapporsi da una parte la 3erbia) il (ontenegro) la !recia e la "ulgaria e dallDaltra i turchi con la vittoria dei primi sui secondi (a la spartizione nel 151C dei territori con$uistati diede luogo alla seconda guerra balcanica che oppose la "ulgaria 2appoggiata dallD#ustria che contrastava le mire espansionistiche serbe : vedi .roazia0 e la 3erbia 2appoggiata da !recia) ;omania e la stessa -urchia0 La vittoria serba fu accompagnata da feroci purificazioni etniche 2comun$ue reciproche0 che sconvolsero tutta lD&uropa

La storia americana risulta per molti aspetti diversa e per altri simile a $uella europea &D affine a $uella di molti 3tati europei in merito alla costruzione dello Stato nazione che avvenne con caratteristiche proprie in $uanto il territorio dello 3tato 2considerato come un dato fisico naturale) privo di storia e di cultura0 fu con$uistato con la guerra ,nfatti non si tratt4 di inglobare realt statuali preesistenti 2come in ,talia ed in !ermania0 bens: di spazzarle via -ali realt erano le nazioni indiane che non furono riconosciute come interlocutori autoctoniE infatti i diritti di sovranit vennero contrattati a livello internazionale con le nazioni economicamente e politicamente interessate ai nuovi territori 2!") 7rancia) 3pagna) ecc 0 La popolazione considerata legittima era nuova al territorio formatasi sia al seguito dellDespansione dei coloni che dallDimmigrazione europea di gente diversa che doveva essere americanizzata ed insieme ai $uali vivevano comun$ue i gi residenti $uali messicani con$uistati) nativi sottomessi e schiavi deportati Per cui gli 83# si pensarono come una nazione euro>americana trapiantata in altro continenteE per4 fin dallDinizio $uesto nuovo 3tato si presentava come una societ post>rivoluzionaria nel senso che aveva un governo repubblicano) consenso dei governati) eguaglianza civile) diritti di cittadinanza democratica molto evoluti Per $uesti aspetti molti ritenevano che la democrazia americana fosse faro di speranza e modello per il futuro dellDumanit mentre altri pensarono che lD#merica fosse solo una meravigliosa eccezione non comparabile con altre esperienze storiche "isogna dire per4 che lD#merica di cui si parlava era $uella settentrionale ed anglofona 9ella parte meridionale) centrale e nel (essico invece il potere reale rimase nelle mani dei .reoli che formarono una ristretta Flite di proprietari fondiari che portarono alla formazione di 3tati molto dipendenti economicamente dalla !" Per cui 1?

Capitolo I2 La de"o razia in 3"eri a$

lDideologia democratica che fu detta americana non celebrava lDunicit di tutta lD#merica $uanto solo $uella degli 83# ,l popolo sovrano era molto esteso dal 1%C0 esisteva il suffragio universale maschile esteso a tutti i maschi adulti e bianchi che fossero cittadini degli 83# e anche gli immigrati che avessero avviato le pratiche di naturalizzazione La societ 83# era democratica e repubblicana la cui forma di governo era federale e dove vigeva una separazione tra poteri 2legislativo) esecutivo e giudiziario0 molto netta con meccanismi di controllo reciproco La sua autorit era delimitata con precisione dalla costituzione che lasciava competenze ampie ed esclusive agli 3tati che a seguito dellDespansione territoriale aumentavano di numero .i4 comport4 inevitabilmente un accrescimento del potere del governo federale e con esso la tensione conseguente tra centro e periferia !li 3tati che avevano ottenuto lDindipendenza dalla !" con la rivoluzione 2177?0 ne erano 1C tutti compresi tra lDoceano atlantico e i monti appalachi 9el 1%?0 erano diventati CC e si estendevano fino al (innesota e al -e<as e dallDGregon alla .alifornia sul Pacifico # fine secolo ve ne erano @A e $uasi tutto il continente era stato colonizzato La formazione degli 3tati era regolata da una legge del 17%7 che prevedeva con il raggiungimento di un certo numero di abitanti bianchi un territorio poteva darsi una costituzione e fosse automaticamente ammesso nellDunione su un piede di parit con gli 3tati originari La lotta per il dominio in 9ord #merica non fu combattuta solo fra popoli e potenze europee ma gi al tempo della rivoluzione lo scontro era tra tre pretese di sovranit territoriale 2$uella dei coloni bianchi) degli inglesi e dei nativi0 La vittoria della rivoluzione segn4 la fine dellDautorit britannica) lDaffermazione dellDindipendenza degli americani di origine europea e lDinizio della fine dellDindipendenza per le nazioni indiane Per $uesti ultimi fu una vera e propria catastrofe risolta con la forza delle armi per tutto lD%00 e furono guerre feroci perchF la posta in gioco era il controllo del territorio e lo sfruttamento della terra 9elle nuove terre al seguito dei bianchi giunsero anche gli schivi neri deportati dallD#frica La schiavit6 era sopravvissuta alla rivoluzione) essa aveva una importanza economico sociale strategica specie nel 3ud #llDinizio dellD%00 il fulcro dellDeconomia schiavistica si spost4 dalla costa atlantica al profondo 3ud sulla costa del golfo del (essico che divenne il grande regno delle piantagioni di cotone ,n tale periodo gli interessi delle due macro aree regionali 2il 3ud agricolo e schiavistico e il 9ord con lDindustria nascente e libero0 entrarono in rotta di collisione sconvolgendo gli assetti nazionali: alla $uestione dellDespansione verso lDGvest si unirono altre di ordine economiche doganali 2il 9ord protezionista per difendere la propria industria nascente ed il 3ud liberista per favorire le sue esportazioni agrarie0) politiche ed ideali che portarono a tentativi di compromesso (a $uando il nuovo partito repubblicano tutto nordista si afferm4 alla guida del governo federale ed elesse presidente #braham Lincoln 21%?10 gli 3tati schiavisti abbandonarono lDunione e decisero di formare la con ederazione degli Stati del Sud. La secessione scaten4 la guerra &ssa dur4 @ anni e si concluse con la vittoria dei nordisti 7u una guerra moderna dove si scontrarono esrciti di massa a leva obbligatoria sostenuti da apparati industriali e veloci sistemi di trasporto 2ferrovie0 e comunicazione 2telegrafo0 & infatti fu il carattere industriale del conflitto a determinare il destino del 3ud che vi entr4 debole e vi usc: sconfitto ,l 9ord aveva il monopolio dellDindustria siderurgica) tessile e meccanica) conoscenze scientifiche e tecnologiche) del lavoro specializzato) controllava il commercio e il capitale finanziario e aveva la rete pi6 estesa delle ferrovie ,l 3ud sottovalutando $uesti fattori aveva creduto che il 9ord) messo di fronte al fatto compiuto della separazione) lo avrebbe accettatoE ma cos: non fu La guerra fu moderna anche per le ingenti perdite umane dovute alla partecipazione di massa ,l 9ord ricord4 la guerra come una guerra civile fra cittadini appartenenti alla stessa nazione e il 3ud come una guerra per lDindipendenza materiale o una guerra fra 3tati diversi !li e< schiavi neri ricordano una guerra per lDemancipazione La vittoria del 9ord fu accompagnata da uno sconvolgimento della societ meridionale dove il potere dei grandi proprietari fu distrutto e ridimensionato a livello locale La schiavit6 venne abolita e gli e< schiavi ottennero diritti civili e politici 2emendamenti alla costituzione del 1%?A>700 ,l governo federale guidato dai repubblicani ac$uist4 autorit rispetto a $uelli 3tatali e assunse un ruolo propulsivo nello sviluppo economico , repubblicani del 9ord allDindomani della vittoria cercarono di ricostruire la societ meridionale con lDoccupazione militare e il controllo politico 2non mancarono prevaricazioni e corruzioni0 e attiva fu la partecipazione che i neri liberati ebbero in $uesta vicenda) partecipazione violentemente contrastata dagli attacchi di una associazione terroristica razzista) il Ru Rlus Rlan) costituitosi nellDimmediato dopoguerra # pochi anni dalla libert i neri con$uistarono il suffragio universale maschile ed una porzione reale del potere politico 2per la prima volta furono eletti nelle assemblee legislative degli 3tati e nel congresso federale0 .i furono progetti per distribuire agli e< schiavi parte della terra da loro stessi coltivata ma essi fallirono e i neri rimasero senza risorse in balia dei vecchi padroni Quando ci fu lDinizio di una riconciliazione tra 9ord e 3ud essi furono oggetto di nuove forme di oppressione che scaturirono in leggi statali che li privarono dellDesercizio effettivo dei diritti che erano stati sanciti dalla costituzione federale , neri dovevano essere tenuti segregati e la pratica del linciaggio fu applicata per ottenere ci4 La guerra civile diede al governo federale lDopportunit di prendere importanti provvedimenti di politica economica: protezionismo e infrastrutture) terra agli agricoltori) sostegno alle societ ferroviarie) salvaguardia delle corporations 2nuove grosse societ per azioni0) moneta stabile 2creazione nel 151C della 7ederal ;eserve "anO0 ,noltre gest: un efficiente sistema postale e promosse lDimmigrazione di forza lavoro dallD&uropa Questo atteggiamento del governo 83# dopo il periodo bellico cambi4 radicalmente passando ad adottare una politica del laisser faire del tutto opposta a $uella precedente LDindustrializzazione invest: tutti i settori: siderurgia) tessile) chimica) meccanica) fonti energetiche 2carbone) elettricit) petrolio0 LDindustria dei beni di consumo) con tecniche di vendita innovative 2pubblicit) grandi magazzini) vendita per corrispondenza0) si cre4 un mercato nazionale omogeneo 9uovi modi di produzione) spesso sviluppati dalla ricerca scientifica e tecnologica pi6 avanzata) portarono ad una efficiente organizzazione del lavoro) alla meccanizzazione) allDemergere del sistema di fabbrica che comport4 anche nel campo agricolo una maggiore 17

produttivit Questa politica fu favorita anche comun$ue del fatto che gli 83# godettero di unDeccezionale disponibilit di terre e risorse alimentari 2destinate anche allDesportazione0) di materie prime non agricole e risorse energetiche La grande domanda interna favor: $uindi lo sviluppo di una industria di beni di consumo di massa e a basso costo) cos: come in un paese ancora sottopopolato la mano dDopera era scarsa e con salari piuttosto elevati) per cui $uello che poteva sembrare un limite divenne un buon motivo per introdurre nuove tecniche produttive e organizzative che risparmiassero lavoro e aumentassero la produttivit 9ascevano 3P# gigantesche intorno al 1500 il "ig "usiness dominava la scena !li 83# erano diventati il principale produttore mondiale di generi alimentari) materie prime) acciaio ,nsieme alla !ermania erano i protagonisti della seconda rivoluzione industr .he tolse il primato alla !" 7ra il 1%70 e il 1510 anche la popolazione cambi4 con unDondata migratoria senza precedenti LDimmigrazione fu un fattore fondamentale nella formazione del popolo americano -ra il 1%'0>?0 giunsero circa A milioni di emigrati -ra 1%?1>1510 nF giunsero 'C milioni ,l primo flusso migratorio fu costituito da tedeschi) britannici) scandinavi e irlandesi anche dotati di cultura e a volte di capitali spinti pi6 da motivazioni politiche e religiose che economiche che si insediarono sia nelle aree urbane dellD&st che in $uelle agricole dellDGvest ,l secondo flusso fu costituito da italiani) austroungarici e russi spinti essenzialmente dalla povert La cittadinanza era consentita solo agli adulti maschi e bianchi per $uesto gli asiatici erano esclusi La seconda ondata aliment4 la forza lavoro della riv indusr nelle citt in convulsa nascita come .hicago e Los #ngeles !li immigrati popolarono $uartieri etnici compatti mantenendo tradizioni) usi e cultura originaria .i4 comport4 sia reazioni di rigetto dei residenti di antica data sia atteggiamento di assimilazione dei nuovi arrivati alla cultura americanaE problema $uestDultimo che fu oggetto di discussione per tutto lD%00 +arie politiche furono provate per favorire lDintegrazione) ma forse tale processo ebbe un forte incentivo nella partecipazione alla politica elettorale) alle attivit associative) alla vita pubblica dominata dai mass>media 2pubblicit) giornali popolari0) al mercato dei consumi che tendevano ad omogeneizzare gusti e stili di vita 9egli 83# di inizio 500 nac$ue lDidea di una #merica come melting pot cio/ come crogiolo di etnie) lingue) religioni diverse da cui sarebbe stato forgiato un tipo nazionale del tutto originale "isogna per4 tenere sempre presente che le popolazioni di discendenza africane) asiatica o indo americana non erano contemplate #nche negli 83# la crescita industriale cre4 la moderna classe operaia e come in &uropa occidentale fece esplodere la questione sociale , conflitti fra capitale e lavoro erano cominciati negli anni precedenti la guerra civile) ma fu in $uelli successivi che ebbero dimensioni nuove ,nfatti dal 1%77 in poi ci furono molte agitazioni e scioperi volti ad ottenere salari pi6 alti) giornate lavorative di % ore e riconoscimenti sindacali Per4 rispetto a $uelle dei paesi industrializzati europei la classe operaia americana ebbe caratteristiche particolari , continui flussi migratori di diverse etnie introducevano fra i lavoratori nuove culture) lingue e tradizioni dividendoli e costringendoli a difficili opere di ricomposizione # fine secolo con lDavvento della grande fabbrica meccanizzata nac$uero nuovi tipi di lavoratori non $ualificati messi alla catena di montaggio che misero in crisi le figure %00sche dei lavoratori di mestiere (a comun$ue in #merica non cD/ socialismo perchF lDindividualismo vi trionf4 fin dalle radici ma soprattutto una democrazia repubblicana precoce fece s: che il suffragio universale maschile fosse con$uistato senza rivoluzioni popolari e prima che nascesse un proletariato di fabbrica # fine %00 $uando si form4 un moderno proletariato di fabbrica i lavoratori erano cittadini ed elettori da pi6 generazioni) essi si riconoscevano in partiti di massa che non rispecchiavano i recenti conflitti industriali ma altri precedenti conflitti -utto ci4 imped: il formarsi di una coscienza di classe e pertanto i durissimi scontri sociali del periodo rimasero confinati nei luoghi di lavoro e nelle comunit locali o furono negoziati allDinterno delle organizzazioni di partito 8nDaltra eccezione tutta americana era costituita $uindi dal ruolo di partiti , grandi partiti americani si erano formati in momenti diversi della storia nazionale ,l partito repubblicano si era formato alla vigilia della guerra civile Quello democratico aveva radici nellDultimo decennio del 700 e aveva assunto una precisa fisionomia sotto la presidenza di SacOson 21%'5>C70 e fu proprio in $uel periodo che i partiti divennero organizzazioni di massa nel senso moderno del termine in concomitanza del suffragio universale maschile 9egli 83# il secolo dei partiti fu lD%00 e non il 500 come in &uropa , partiti avevano programmi e principi diversi ed in competizione tra loroE lDidentit di partito era rappresentato da uno stile di vita tramandato da padre i figlio) coltivato nelle famiglie e rafforzato da reti di associazioni radicate nelle comunit &ssi erano insomma organizzazioni permanenti e a larga base popolare per molti versi simili a $uelli che domineranno la vita politica 500sca europea 9ei primi anni del 500 la repubblica americana visse un profondo mutamento a seguito della corruzione dei partiti nei settori pubblici &ssi persero influenza e potere come rappresentanti delle forze sociali in parte sostituiti da gruppi di interesse organizzati ed autonomi come le associazioni industriali e professionali) sindacati) movimenti monotematici La diffusione del suffragio universale ebbe un ruolo decisivo nella formazione degli 3tati 8niti ,nfatti la societ americana bianca dal punto di vista economico sociale era molto stratificata Le differenze di ceto non corrispondevano solo ai redditi ma anche a cultura e stili di vita: 8pper class 2aristocrazia0) (iddle class 2classe media 0 e NorOing class avevano modi e costumi differenti e vivevano in aree residenziali nettamente diverse ,n $uesto contesto di diseguaglianze la comune cittadinanza politica era il simbolo dellDegualitarismo repubblicano

-ra il 1%70 e il 151@ i maggiori 3tati europei attuarono una pi6 intensa espansione coloniale 2paragonandola a $uella A00H?00sca0 per cercare nuovi sbocchi ad una produzione industriale in costante crescita e per crearsi un impero che fosse testimonianza di potenza politica e militare -ale colonialismo imperialistico) sostenuto da ideologie nazionalistiche e razziste) caus4 lDasservimento economico e la disgregazione sociale delle popolazioni sottomesse e) dopo una prima fase di spartizioni relativamente pacifiche) determin4 una sempre pi6 accesa conflittualit tra le maggiori potenze 1%

Capitolo 2 I"perialis"o e olonialis"o$

,l dibattito sulle cause e sulla natura dellDimperialismo fu assai vivace tra i partiti socialisti della seconda internazionale LDala revisionista 2"ernstein0 ritenne che lDespansione del commercio estero era pi6 proficuo se lDinterscambio avveniva tra i paesi pi6 ricchi e $uindi la fase estensiva territoriale era destinata a concludersi LDala rivoluzionaria 2Lu<enburg0 ritenne che il mercato era oramai saturo e $uindi insufficiente a garantire lDaccumulazione capitalistica di conseguenza per la sopravvivenza erano necessari sbocchi aggiuntivi 2contadini e paesi arretrati Questa ipotesi sottoconsumistica prevedeva il crollo del sistema capitalistico dovuto allDantagonismo delle grandi potenze Lenin sosteneva che lDimperialismo era lDultimo stadio del capitalismo #ltri aspetti dellDimperialismo economico erano da ritrovare nellDesportazione dei capitali verso i paesi europei bisognosi di infrastrutture per la costruzione di ferrovie) linee telegrafiche e telefoniche) ecc 2colonialismo informale0 !li investimenti stranieri nelle lontane colonie svilupparono pochi settori specializzati strettamente legati al mercato interno delle madre patria 2centro0 .i4 comport4 che le economie delle colonie 2periferie0 si specializzavano per eventi esterni e non producevano per il fabbisogno interno restando legate ai lontani mercati europei trascurando $uasi del tutto il commercio ei contatti coi paesi vicini ,l colonialismo serv: anche ad accrescere il prestigio e la sicurezza degli 3tatiE gli accordi diplomatici 2sempre segreti0 infatti si sviluppavano intorno sia agli e$uilibri rispetto alle altre potenze che nei confronti dellDopinione pubblica interna La politica internazionale degli 3tati scaten4 tra i partiti varie correnti di opinione intorno alle $uali si raggruppavano movimenti favorevoli o meno a tale atteggiamento 9ellDet dellDimperialismo il ruolo dello 3tato veniva esaltato non solo in termini di potenza internazionale) ma anche in termini di potere interno 3trumento per tali politiche fu) tra lDaltro) una manipolazione dei problemi politici e sociali interni) tanto abile da ottenere il consenso delle masse in relazione al fatto che il colonialismo portava ricchezza per tutti i cittadini dello 3tato .os: lDimperialismo incoraggiava le masse ad identificarsi con lo 3tato e con la nazione imperiale Questa nuova nazionalizzazione non si collocava al principio di nazionalit del periodo che diede impulso a movimenti di indipendenza) lDimperialismo invece si sispirava al mito della nazione come forza espansiva) come motore della storia 2civilt delle nazioni0

Le rivoluzioni e i conseguenti processi di democratizzazione inducono alcuni pensatori e filosofi ad interrogarsi sulla natura e le conseguenze di $ueste trasformazioni 3i faceva strada il fatto che una conoscenza scientifica non fosse fondata su leggi universalmente valide ed entr4 in crisi lDottimismo nel progresso proprio del positivismo .on 3immel 2con la scoperta delle dimensioni inessenzialiK0) 7reud 2e il suo concetto di inconscio0) LevM "ruhl 2e la suo prelogismo0 e 1iltheM 2con le scienze dello spirito contrapposte a $uelle della natura e la sua nuova concezione della storia Jcome cantiere apertoK0 si cerca di focalizzare lDattenzione su grandezze non materiali come il denaro per la sfera sociale e lDesperienza dei sogni nella sfera individuale) e ancora il riconoscimento della positivit della differenza delle culture e della loro pari dignit ed infine lDinterrogazione pressante sul senso della storia e i suoi limiti da assegnare agli 3tati e al potere economico 7u con il methodenstreit o dibattito metodologico che emerse una differenziazione tra scienze naturali e scienze dellDuomo) in $uanto la posizione dellDepoca sosteneva che le azioni umane erano legate a delle leggi e $uindi andavano studiate seguendo il metodo deduttivo delle scienze fisiche seguendo un approccio di tipo naturalistico positivistico & $ui che interviene 1iltheM a differenziare lo 3tatus e $uindi il metodo tra le scienze dello spirito e $uella della natura per poi arrivare allDermeneutica =eberiana La crisi del positivismo avviene perchF si ac$uisiscono nuove cognizioni sulla struttura della materia) sui problemi dellDenergia) nel campo delle scienze biologiche che fecero crollare lDidea secondo cui la conoscenza scientifica fosse basata su leggi universali Questa perdita di certezza per4 fa si che da pi6 parti la cultura del 9ovecento sembra rinunciare alla razionalit in nome del mito che diventa il prodotto della volont di credere &cco spiegato perchF nel 500 si / assistito a regimi totalitari con il coinvolgimento di masse intere che in precedenza avevano gridato libert) uguaglianza e fratellanza ed ora appaiono odi razziali) rivoluzioni e massacri PoichF con la perdita di significato dellDesistenza nelle democrazie si sono prodotte le passivizzazioni del pensare) dellDagire e del giudizio

Capitolo 2I *ove ento apogeo e risi del "oderno

9el ** sec lDeconomia capitalistica basata sul profitto privato e sul mercato 2economia di mercato0 si / confermata superiore agli altri modi di produzione nello sviluppare il reddito ed i consumi e nellDaccrescere la ricchezza materiale delle nazioni #nche se contraddittorio e diseguale lo sviluppo economico / stato tumultuoso e stupefacente !li elementi che lo contraddistinguono dallDindustrializzazione %00sca sono molteplici (ai una crescita del prodotto procapite 2intesa come produzione di beni e consumo0 era stata pi6 rapida a livello mondiale tra lDinizio e la fine del secolo con le conseguenze che hanno visto lDaumento sia del volume che dellDestensione del commercio internazionale e cosa pi6 importante lDaumento demografico ,l 1500 ha visto trasformazioni radicali delle fonti e degli usi delle risorse LDagricoltura ha perso rapidamente peso rispetto allDindustria prima) e poi rispetto al terziario LDautoconsumo tipico della societ contadina / divenuto consumo di massa di merci resi familiari dalla pubblicit e vendute sul mercato !li investimenti per impianti) macchinari sono diventati $uantitativamente pi6 importanti La scienza si / trasformata in tecnologia sistematicamente rivolta alla produzione

Capitolo 2II Le ono"ia del 22 se $

15

,l progresso tecnico / stato il fattore decisivo sia sulla crescita della produzione che delle sue trasformazioni) i suoi effetti sono stati pervasivi nelle economie di mercato dotate delle capacit imprenditoriali e delle istituzioni pi6 idonee a promuoverlo e a valorizzarlo &sso ha interagito) con il mutare dei consumi) nel determinare un processo continuo di creazione e distruzione di posti di lavoro) lDeffetto netto sullDoccupazione / stato non dirado negativo) e cos: il **, sec si apre con la $uestione lavoro al centro dellDattenzione Le politiche del lavoro sono state rivolte oltre ad una maggiore occupazione ma anche ad attivit lavorative migliori ,l lavoro / partecipe della vita della collettivit e chi ne viene escluso subisce inevitabilmente una perdita di status sociale) la disoccupazione crea sfiducia e abbandono nelle scuole e il mancato progresso professionale) la perdita di contatto con le nuove tecnologie depauperano il cosiddetto capitale umano) rafforza le resistenze allDintroduzione dei miglioramenti produttivi e organizzativi 9el L500 lDinnovazione tecnologica 2che nelD%00 era per lo pi6 dovuta ad inventori individuali e a piccole imprese0 si estende sia alle grosse corporations) che investono nella ricerca) che ai governi &ssa non / pi6 causale ma scaturisce da un impegno programmato 1iminuiscono nel corso del secolo le ore di lavoro procapite LDefficienza poi / stata favorita dalla pi6 alta $uantit delle risorse umane e dai cambiamenti nellDorganizzazione interna delle fabbriche) degli uffici ed in generale delle unit produttive ,n $uesto secolo gli 8sa predominano lDeconomia mondiale a discapito della !" ,l L500 / il secolo dellDinstabilit economica accanto alla crescita e alle forti trasformazioni 9el secolo precedente) negli stessi paesi industrializzati) i salari superavano appena la soglia della sopravvivenza per cui la recessione poteva dire penuria e fame mentre nel L500 il risparmio dei lavoratori) le forme assicurative e di mutualit) le politiche sociali hanno attenuato le ripercussioni delle fluttuazioni e delle crisi) pur non eliminandole Le economie di mercato del ** sec hanno attraversato ' crisi economiche gravissime: $uella degli anni C0 in cui la disoccupazione dilag4) il commercio mondiale diminu: di T ) il protezionismo soppianto le libert di commercio e si pose fine al regime aureo & $uella degli anni D70 meno evidente dal punto di vista della disoccupazione) ma particolarmente insidiosa) essa pose fine alla fase di eccezionale sviluppo 2et dellDoro0 tra gli anni A0 e 70 a cui si un: lDinflazione e lDabbandono del sistema monetario internazionale basato sul legame tra lDoro e la valuta pi6 forte cio/ il dollaro 83# 3i coni4 in $uesto periodo il termine stagflazione che / una combinazione di stagnazione 2ristagno delle attivit produttive e disoccupazione0 pi6 inflazione ,l L500 ha visto inasprirsi) e poi declinare) la sfida sovvertitrice rivolta dal socialismo mar<ista allDeconomia di mercato) lo 3tato doveva sostituirsi al mercato in un sistema economico ispirato al principio della collettivismo e contrario allDindividualismo La sfida / fallita nella forma del comunismo sovietico e del socialismo reale Le economie collettivistiche dellD&st europeo sono franate nel passaggio dalla fase dellDindustria pesante alla fase dellDuso delle risorse per il consumoE dalla fase della produzione estensiva a $uella $ualitativa a pi6 alta efficienza (entre negli anni dal '% al C5 la produzione dellD8;33 si era molto pi6 accresciuta rispetto a $uella 83# tanto da far pensare) anche in occidente che lDeconomia pianificata avesse una capacit di crescita persino superiore a $uella di mercato) nel 157CH50 lo sviluppo dellD8;33 discese al di sotto di $uello 83# #nche con il concorso di altri fattori / stata $uesta inefficienza dinamica la causa determinante della disintegrazione istituzionale e del crollo economico del blocco dellD&st &uropa dalla fine degli anni D%0 (entre lD8;33 entrava in crisi si sviluppa la .ina 9el corso del L500 gli e$uilibri del potere mondiale sono mutati per almeno C volte: %00 inizio 500 dalla prevalenza inglese si / passati al dominio pieno) anche se fortemente contrastato dagli 83#) della !ermania e del !iappone LDeconomia mondiale non solo non / pi6 imperniata su Londra ma non / neppure pi6 eurocentrica .on lo svilupparsi dellDeconomia statunitense si fa largo lDidea di unire lD&uropa per creare unDentit con peso economico pari) se non superiore) a $uello 83# e del !iappone ,l secolo in esame vede lo svilupparsi di ' tendenze: globalizzazione intesa come una interdipendenza economica e sociale tra tutti gli 3tati del mondo La scala su cui si svolgono i traffici) si dispiega la concorrenza) si attuano le strategie delle imprese / sempre pi6 una scala planetaria La rapidit dei trasporti e delle comunicazioni costituisce il presupposto di $uesta economia globale LDaltra tendenza / la &inanziarizzazione intesa come la crescita delle finanze internazionali) lo spessore e lDintegrazione del mercato mondiale dei capitali sono stati il riflesso di unDespansione straordinariamente veloce delle attivit bancarie e dei mercati mobiliari allDinterno stesso delle principali economie Lo 3tato diventa protagonista dellDeconomia) il suo impegno nel regolare il sistema economico e migliorarne gli andamenti sono divenuti parte integrante delle attivit di governo Pieno impiego dei lavoratori) stabilit monetaria) e$uilibrio della bilancia dei pagamenti) concorrenza tra le imprese) trasparenza e funzionalit dei mercati) crescit nellDefficienza sono diventati obiettivi dello 3tato #d esso si sono unite in $uesto impegno istituzioni autonome come le banche centrali nel campo monetario e le #utorit antitrust chiamate a contrastare i monopoli) gli oligopoli e gli abusi delle imprese in posizione dominante sul mercato 8no degli strumenti utilizzati nel corso del secolo / stato lDampliamento della spesa pubblica e il conseguente inasprirsi della tassazione 9onostante le politiche rivolte allo sviluppo le posizioni relative delle grandi aree economiche del globo sono rimaste sostanzialmente invariate: #merica Latina) #sia e #frica erano e restano agli ultimi posti La scienza economica non ha ancora espresso una teoria dello sviluppo) della ricchezza delle nazioni) traducibile in politiche sicuramente efficaci per ridurre le distanze LDeconomia di mercato offre grandi opportunit allDintraprendenza individuale) erode le barriere alla mobilit socialeE ma stenta a ridurre le diseguaglianze interne) non meno di $uelle internazionali e fra regione) gruppi e persone

Capitolo 2III La I guerra "ondiale


'0

7u una guerra moderna con eserciti di massa e mondiale la prima della storia dellDumanit in cui vi prese parte anche una potenza e<staeuropea: gli 83# 1ur4 @ anni e vide la fine di C imperi $uello ;usso) $uello #ustro 8ngarico e $uello -edesco Le cause sono da ricercare in: a0 rivalit anglo tedesca alimentata dallDeconomia in espansione della !ermania che minacciava il predominio della !"E b0 vecchi rancori) mai sopiti) tra 7rancia e !ermania e lDannessione dellD#lsazia e della Lorena da parte di $uestDultimaE c0 contrasti nel settore dei "alcani tra #ustria e ;ussia che voleva estromettere la presenza asburgica dalla penisola balcanica e affermarsi 3tato guida di tutti i popoli slaviE d0 la scintilla fu lDuccisione dellDarciduca 7rancesco 7erdinando dD#sburgo 2'%H?H151@0 erede al trono #ustroungarico ad opera di uno studente nazionalista serbo) !avrilo Princip personaggio simbolo di classi sociali) idee e popoli emergenti 1el fatto lD#ustria accus4 la 3erbia che non si sottopose ai suoi ultimatum 2condizioni troppo gravose per accettarle0 per cui il '% luglio 151@ lD#ustria 8ngheria dichiar4 guerra alla 3erbia .ronologia: 9el 151' la , guerra balcanica vide contrapporsi la "ulgaria) la 3erbia) la !recia e il (ontenegro contro la -urchia che venne sconfitta 9el 151C scoppia) per contrasti sulla spartizione dei territori) la ,, guerra balcanica che vide contrapporsi la 3erbia 2appoggiata dalla ;ussia0) ,l (ontenegro) la stessa -urchia e la !recia contro la "ulgaria 2appoggiata dallD#ustria0 che ne usc: disfatta #lleanze: la ;ussia si alle4 con la 3erbia) la !ermania 2legata alla triplice alleanza) di cui faceva parte anche il ;egno dD,talia0 alleata dellD#ustria dichiar4 guerra alla ;ussia e la 7rancia 2legata alla triplice ,ntesa di cui faceva parte anche la !"0 alleata con la ;ussia si schier4 contro la !ermania , tedeschi invadono il "elgio 2neutrale0 e interviene a suo favore la !" 9el frattempo lD,talia / neutrale poichF ritiene che sia stato un abuso $uello dellD#ustria 2sua formale alleata con la !ermania0 di dichiarare guerra alla 3erbia 9ella nazione per4 gli umori sono contrastanti dove allDopportunismo egoista di 3alandra 2primo ministro0 che ritiene in un primo momento di essere neutrale per aspettare la giusta ora dellDintervento si oppongono i nazionalisti e i sindacalisti radicali e rivoluzionari interventisti 9ellDautunno del 151@ i francesi fermano lDavanzata dei tedeschi sul fiume (arne: la guerra invece di folgoranti anvanzate divenne guerra di posizione 2 e di trincee0 ,l conflitto si allarga e assume proporzioni mondiali dove la -urchia e la "ulgaria sono a favore degli imperi centrali 2!ermanico e #ustro 8ngarico0 e la ;omania) !recia il Portogallo) e poi il !iappone a favore delle potenze dellD,ntesa a cui si aggiunge nel 1517 anche gli 83# ,l '@ mag 151A lD,talia entra in guerra schierandosi contro il suo nemico storico 2ma alleato formale0 forte di un accordo segreto con i paesi della triplice ,ntesa LDesercito italiano guidato da .adorna ebbe i suoi primi successi con$uistando importanti postazioni strategiche in -rentino verso -rieste con una logorante guerra di trincea 9el 151? dopo i successi degli imperi centrali nella parte orientale contro la ;ussia e la 3erbia si spostano) per meglio fortificarli) sugli altri fronti & cos: sul "renta e sul fiume #dige lD#ustria attacc4 inaspettatamente lD,talia che ferm4 lDavanzata e contrattacc4 sullD,sonzo e sul .arso con$uistando !orizia e altre importanti postazioni) mentre i francesi resistevano a +erdun La rivoluzione socialista in ;ussia nellDottobre del 1517 e la conseguente disgregazione dellDesercito zarista costringe la ;ussia alla pace con gli imperi centrali a condizioni pesantissime Liberatesi dellDincombente presenza russa le truppe tedesche e #ustro 8ngariche furono trasferite sullD,sonzo e sferrando un micidiale attacco sfondarono le trincee e la linea italiana a .aporetto tanto da avanzare verso la pianura padana ma ancora una volta lDesercito italiano arrest4 lDinvasione nemica sul !rappa e sul Piave La sconfitta di .aporetto fece destituire il gen .adorna sostituito da #rmando 1iaz 9el 1517 giungevano in &uropa gli americani 9ellDestate del 151% a +ittorio +eneto gli #ustriaci tentarono un ulteriore attacco al fronte italiano ma vennero travolti ,l CH11H151% le nostre truppe entrarono a -rento e -rieste e il @ nov lD#ustria firm4 la pace ,l 11H11H151% si arrende la !ermania Le potenze vincitrici cos: a Parigi si riunirono e a +ersailles la !ermania firm4 la pace rinunciando alla Polonia e allD#lsazia e alla Lorena riprese dalla 7rancia La !" e la 7rancia si divisero le colonie tedesche) LDimpero #ustro 8ngarico fu smembrato e nac$uero lD#ustria) la .ecoslovacchia) lD8ngheria e la Sugoslavia LD,talia ebbe il trentino #lto #dige) la +enezia !iulia e invece della 1almazia come promesso ebbero solo Qara e le isole di Lussino e .herso (entre solo pi6 tardi tramite un accordo con la Sugoslavia 7iume fu annessa allD,talia ,n $uesta guerra si contrappongono prima lDinnocenza originaria della 9azione che si pone come tale e si afferma libera e indipendente dagli altri e contro gli altri 3tati sovranazionaliE e poi la corruzione di $uello stesso principio che da stimolo allDautoliberazione diviene pretesto di espansione e sopraffazione sugli altri -ra i belligeranti per4 nessuno accetta di passare per lDaggressoreE neppure la !ermania che gli avversari rappresentano come lDepicentro del militarismo prussiano e dellDimperialismo -utti e anche i tedeschi dichiarano di agire solo per uno stato di necessit per difendersi dallDaccerchiamento e di essere trascinati alle armi per evitare di farsi sopraffare dagli altri & cos:: lD#ustria deve dare una lezione ai terroristi serbiE la ;ussia deve intervenire come protettrice dei fratelli slaviE la 7rancia / legata alla ;ussia attraverso la triplice intesa per il contenimento dellD#ustriaE la !" pratica una volta di pi6 la sua politica tesa ad arginare il crescere di $ualun$ue potenza capace di contrastare sul continente il suo dominio sui mariE la !ermania assicura di voler solo rompere lDassedio che le stringono tutto attorno gli altri impedendole di crescere in potenza secondo natura LDidentit dellDaggressore che nessuno vuole indossare rimane materia di propaganda altrui e serve a deformare le fattezze del nemico 1ovun$ue lDopinione pubblica infervorata dai diritti > doveri della propria 9azione in armi sospetta intrusioni nazionalistiche altrui in banche) imprese e ditte dal nome straniero Le espulsioni e gli internamenti di individui e gruppi di stranieri fattisi allDimprovviso sospetti sono uno dei tanti tratti distintivi della chiusura a riccio in se stessi delle maggioranze nazionali e dei duri processi di irrigidimento degli 3tati 3i assiste al paradosso per cui gli italiani dD#ustria 2nellDimpero #ustroungarico0) in $uando sudditi soggetti ad obblighi di leva) vengono mandati in guerra al fronte mentre molti dei loro familiari sono allontanati in $uando sudditi potenzialmente infedeli dal -rentino) dal 7riuli e dalla +enezia !iulia ed internati in zone meno vicine allD,talia #ddirittura poi da interi territori vengono fatti sgomberare gli abitanti e cos: i civili sono costretti ad imparare presto che in tempo di guerra pericoli e danni non provengono solo dalle linee nemiche '1

Lo scoppio della guerra in &uropa colse lD,talia smarrita sul da farsi ,l governo 3alandra comun$ue) non ravvisando gli estremi dDapplicazione del trattato della triplice alleanza 2in $uando lD#ustria aveva compiuto azione aggressiva senza consultare lD,talia0 dichiar4 il nostro paese neutrale (a ben presto si svilupp4 unDaspra polemica fra neutralisti) che ritenevano pi6 utile e vantaggioso per il paese restare fuori dal conflitto) e gli interventisti che auspicavano lDingresso dellD,talia in guerra secondo motivazioni non sempre omogenee -ra i neutralisti si schierarono i socialisti) i cattolici e i liberali giolittiani mentre tra gli interventisti vi furono i nazionalisti e i sindacalisti rivoluzionari e radicali 2estrema sinistra0 , socialisti italiani si dichiararono subito per la neutralit anche perchF in ,talia operai e contadini erano istintivamente e profondamente contrari alla guerra , socialisti per4 perdono progressivamente presa sulla piazza e nel maggio 151A si scoprono vacillanti nei sentimenti) espulsi dalle piazze) censurati dalla loro stampa 2(ussolini dirigeva lD#vanti0 e soli in parlamento , cattolici anchDessi adottarono un atteggiamento di disciplinata obbedienza ai fatti compiuti) manifestando con tale atteggiamento alle scelte di governo la loro natura di uomini dDordine , liberali giolittiani con a capo appunto !iolitti erano contro la guerra poichF convinti che lD,talia avrebbe potuto realizzare lDobbiet00tivo di riunire alla madre patria le terre irredenti soggette allD#ustria mediante trattative diplomatiche -ra gli interventisti il gruppo pi6 attivo fu $uello nazionalista e i sindacalisti rivoluzionari che vedevano la guerra come uno strumento che avrebbe condotto alla rivoluzione # $uesti ben presto si un: "enito (ussolini esponente di spicco dellDala sinistra del P3, e direttore dellD#vanti &spulso dal partito trov4 finanziamenti da gruppi economici favorevoli allDintervento e fond4 un $uotidiano) il Popolo d!Italia" che divenne dei pi6 decisi e violenti fogli interventisti 1opo lunghe e segrete trattative il '? aprile 151A lD,talia firmava con le potenze dellD,ntesa il cosiddetto Patto di Londra .on esso lD,talia si impegnava ad entrare in guerra entro un mese e si assicurava in caso di vittoria il -rentino) lD#lto #dige) -rieste) lD,stria e +alona in #lbania 8n ostacolo allDattuazione del piano di 3alandra era rappresentato dal parlamento in maggioranza neutralista che difficilmente avrebbe approvato lDintervento italiano 3olo sollevando la piazza con le chiassose forze nazionaliste ed interventiste il governo e la (onarchia avrebbe potuto spingere il parlamento ad approvare lDentrata in guerra contro lD#ustria .ontro i neutralisti e !iolitti fu creato un movimento interventista appoggiato da ! 1D#nnunzio che non fatic4 certo a rimarcare lDinedita tiepidezza rispetto ai climi accalorati di allora e a tirargli addosso lo sdegno della piazza interventista ,l parlamento intimidito dalla piazza appoggi4 il governo 3alandra al $uale concesse pieni poteri .os: il '@ maggio 151A lD,talia entr4 nel conflitto dichiarando guerra solo allD#ustria e non alla !ermania proprio perchF si pensava che lDintervento avrebbe dovuto limitarsi alla liberazione delle terre irredente soggette al governo austriaco LDanno successivo le potenze alleate convinsero il governo italiano a dichiarare guerra anche alla !ermania LDentrata in guerra dellD,talia moltiplica tutti i poteri delle autorit politiche e militari) costringe al silenzio o sulla difensiva le forze che possono essere sospettate di non piena adesione allo sforzo patriottico e ci4 ricrea di continuo nuove preoccupazioni e motivi di conflitto interno #nzitutto permane la lacerazione iniziale tra interventisti e neutralisti 3ospetti e rancori circondano !iolitti e i giolittiani) dei leader e le forze di una scelta antitetica rispetto alla collocazione del paese La guerra volontaria degli interventisti non corrisponde alla guerra coatta di cui si sente vittima il grosso dei richiamati) i $uali sono tuttDal pi6 disposti 2e non sempre0 alla guerra di disciplina che hanno nei loro schemi mentali e nella loro formazione i militari di carriera e gli alti comandanti -antD/ che lDesercito di .adorna e dei generali usciti dalla stessa scuola %00sca non pu4 amare $uelli irredentisti o volontari che pure contraddistingueranno la nostra guerra e le danno significato LDidea di $uesti ultimi / che di unDadesione politicamente motivata cD/ da diffidare: oggi si pu4 giocare a favore domani contro !li stessi 3alvemini) "attisti e (ussolini cio/ gli uomini di bandiera dellDintervento sono guardati a vista) da molti dei commilitoni sono visti come dei matti o criminali che hanno voluto un inconsulto massacro "enedetto .roce) buon conoscitore del meridione) ripete che il popolo considera $uesta) come ogni altra) guerra come un cataclisma naturale: si pu4 solo cercare di sopravvivere e aspettare che passi Questa espressione del filosofo esprime solo un concetto del popoloE ma non si rivolge ad esso 1el popolo e al popolo) tanto pi6 se contadino e analfabeta) continua a parlare la chiesa cattolica , cappellani militari sono dei personaggi che svolgono un ruolo importantissimo di cerniera in $uando lDinedita guerra di massa che si tratta di far combattere a $uasi ? milioni di mobilitati suggerisce alle autorit militari e politiche di ricorrere subito ai ripari attraverso appunto a possibili direttori di coscienza dei soldati semplici al fine di incrementare lDobbedienza agli ordini e la rassegnazione alla volont superiore -ra i cappellani il francescano # !emelli) addottrinato nelle moderne tecniche dellDanalisi psicologica) ottenne il consenso del comando di studiare sul campo la reazione dellDuomo in guerra Pose al centro dellDanalisi la trincea) inedita protagonista di una guerra antieroica) e le forme di resistenza e di difesa elaborate dallDorganismo umano per far fronte allo stato di pericolo nei vari momenti di cui si compone la $uotidianit militare &gli giunse alla conclusione raccolta in un volume) il nostro soldato) che il combattente migliore alla fine / il sodato massa capace di adattarsi meglio alla routine della trincea mentre gli ardori del volontario trovano spesso fine nel disincanto che si sviluppa allorchF egli si trova a contatto con la grigia crudezza e macchinalit della vita reale 1on !iovanni (inozzi invece da il via ad unDimportante opera di supplenza alla latitanza dello 3tato che consiste nellDapertura delle cosiddette case del soldato con lDintento di offrire asilo e $ualche modesto conforto materiale e morale ai militari nelle fasi in cui non sono in trincea e neppure a casa in licenza La rassegnazione / garantita per4 dalle ferree leggi del codice militare che) gi duro in partenza) viene reso ancora pi6 coattivo dalle circolari del comando supremo Logicamente obbedienza) passivit e rassegnazione sviluppano sentimenti di ostilit alla guerra a cui risponde il durissimo atteggiamento del gen .adorna e fra i politici il ministro degli esteri 3onnino) nei confronti dei prigionieri di guerra italiani che erano sempre tanti anche perchF la guerra imposta ai pi6 porta a sospettare che ''

ogni militare covi unDansia di estraneazione e di salvezza che non potendo esprimersi in forme collettive esplode in vie di fughe individuali) le azioni autolesionistiche) le diserzioni allDinterno e le fughe verso il nemico 1opo la disfatta di .aporetto nella $uale centinaia di migliaia di uomini si sbandarono e si dettero prigionieri) anche senza combattere) il gen # 1iaz sostituisce .adorna .on lui non cessa al fronte la repressione ma essa si accompagnava ad interventi positivi a favore del soldato e della sua famiglia che comprendevano sia aiuti concreti che promesse per il dopoguerra tra cui il grande ed inesausto sogno della terra ai contadini che poi molti ricorderanno inutilmente alle classi dirigenti dopo il 151% #ttraverso il servizio di propaganda giornali illustrati e riviste) affidato solo ora a tecnici) arrivano ai soldati informazioni ad hoc deformate e migliora il morale delle truppe che in $uesto periodo 215170 sono in fase forzatamente difensiva e $uindi meno un momento meno rischioso ,n un contesto in cui diventa pi6 agevole sentire la guerra logica e giusta 2resistenza sul Piave0 anche per tutti $uelli che non lDavevano sentita prima arrivano le prime vittorie

La societ europea usc: profondamente sconvolta dalla tragica esperienza della , guerra mondiale ,l costo delle vite umane fu elevatissimo 3ul fronte interno lDinflazione e lDattivit speculativa determinarono una sempre minore disponibilit di generi di prima necessit e un conseguente peggioramento delle condizioni di vita 3ul piano economico la guerra forn: il consolidamento dellDindustria nei settori siderurgico e meccanico e rafforz4 il ruolo dello 3tato La ripresa economica fu ostacolata da una preoccupante crisi finanziaria) gli 83# che fino al 151@ erano debitori con lD&uropa divennero creditori di somme gigantesche LDentit del debito contratto dai paesi europei era in stretta relazione con le spese di guerra) tutti i contendenti rimasero indebitati anche i vincitori #l conseguente arricchimento del nuovo continente corrispose un impoverimento del vecchio: alla fine degli anni '0 lDeconomia americana aveva capitalizzato tutti i vantaggi che le derivavano dalla posizione peculiare che aveva mantenuto durante il conflitto e della straordinaria produzione industriale conseguenza diretta del progresso tecnologico e delle sue innovazioni -ra il '0 e il '5 il P,L aument4 del @0I circaE il boom pi6 forte si registr4 nei settori dellDautomobile) degli apparecchi radio e nel campo tessile con lDinvenzione delle fibre sintetiche come il raion 9essun prodotto per4 riassumeva meglio il senso e le dimensioni della crescita produttiva dellD#merica e del suo modello di consumi come la diffusione dellDautomobile .i4 grazie a B 7ord colui che aveva rivoluzionato) mediante la metodologia della produzione di massa e rivolta alle masse) lDindustria automobilistica e il suo prodotto finale frutto del nuovo industrialismo ,nfatti fu il primo a intuire che la soluzione del problema sociale ed umanitario stava nellDaccrescere la capacit di consumo e il benessere delle masse operaie mediante progressivi aumenti dei salari ,mportante fu lo scientific management dellDing -Mlor) precedente allDintuizione fordista) che aveva suddiviso e parcellizzato le singole operazioni di lavoro in una serie predeterminata di gesti elementari atti a semplificare ed accelerare lDintero processo 7ord andando oltre e realizzando la catena di montaggi" che altro non era lDaccelerazione tecnologica realizzata con la drastica semplificazione e la standardizzazione del lavoro) fu in grado di alimentare il mercato americano al ritmo di una modello - 2lDauto per tutti0 molto sostenuto # partire dal 15'A fu il primo a vedere i propri dipendenti come potenziali consumatori per cui la sua produzione di massa doveva abbattere i costi di lavorazione e aumentare i salari (a $uesta enorme produzione non scongiura la crisi imminente ,n realt la crisi del '5 aveva trovato la sua genesi in una situazione che era appesantita da una struttura societaria inadeguata delle imprese e dallDeccessiva frammentazione del sistema bancario La profondit e la drammaticit di essa vennero acutizzandosi e amplificandosi dal rapporto tra lDeconomia reale e finanziaria 9egli 83# poi dovevano essere le reazioni a catena a determinare dei fallimenti delle banche di provincia a propagare dovun$ue le conseguenze della crisi generalizzandole alla societ intera 9el 15C1 in &uropa i danni economici procurati dalla guerra avevano stravolto i criteri oramai consolidati tra economia e 3tato: cio/ $uello di concepire il processo economico con il semplice e$uilibrio del bilancio statale e il mantenimento della convertibilit aurea in moneta 9ac$ue cos: lDesigenza di una pianificazione dellDeconomia 2non nel senso socialistaE ma pi6 moderata0 con la partecipazione di tutte le componenti che ad essa facevano parte: gli industriali) lo 3tato) gli operai ,l corporativismo creato era $ualcosa di molto diverso da $uello in cui credevano i fascisti 2cio/ delega di tutta lDautorit allo 3tato0 ma poggiato su fondamenta elettive e pluralistiche) fin: lDera del laisser>faire La crisi finanziaria europea esasperava la crisi sociale 2disoccupazione galoppante0 e i primi segni di risanamento si ebbero $uando sia la 7rancia che la !ermania) e dopo lD,talia) adottarono delle politiche deflative cio/ una drastica riduzione del flusso della spesa pubblica (a tale pratica deflazionistica non poteva essere applicata a lungo ed ecco che con ReMnes si fa strada una nuova cura per il risanamento dellDeconomie nazionali 2sfociato nel programma del ne= deal di ;oosvelt negli 83#0 &ssa si fondava su una politica monetaria espansiva) e $uindi unDinflazione pi6 sostenuta 2anche se controllata0 e una ridistribuzione dei redditi pi6 e$ua 2poichF la propensione marginale al consumo era pi6 bassa per i redditi medio alti0 Per fare ci4 lo 3tato doveva essere pi6 presente nellDeconomia: R era convinto che bisognava alimentare sia le aspettative degli imprenditori 2aumentando la spesa pubblica e $uindi le commesse per le infrastrutture pubbliche0 che incentivare gli investimenti 2abbassando il costo del denaro e di conseguenza aumentando lDinflazione0 (entre gli 83# applicavano il 9e= 1eal 2nuovo corso0) lD,talia in alternativa propose lo 3tato imprenditore con la costituzione dellD,;, ,n !ermania) come in ,talia) la presenza dello 3tato nellDeconomia era pesante ed ingombrante ,n $uesto $uadro politico ed economico in cui lo 3tato si impone come forza emergente restano fuori le compagini di sinistra e i movimenti socialisti 3olo la 3vezia) la 9orvegia e la 1animarca i partiti socialdemocratici ebbero il sopravvento impostando un programma strutturato di politiche sociali che diverranno poi il principio dei moderni Nelfare 3tate 'C

Capitolo 2I( Tra le due guerre, let della risi

,l 9e= 1eal 9elle elezioni del 15C' il candidato democratico ;oosvelt diventa presidente degli 83# ,l 9e= 1eal che ; proponeva agli americani si ispirava ad una precisa dottrina economica politica: $uella di ReMnes ,nfatti i punti fermi del programma riformatore erano la decisione di affrontare la crisi mediante un intervento della mano pubblica e lDimpegno a pianificare le attivit economiche del paese La nuova politica economica riteneva profondamente errrata lDortodossia deflazionistica attuata da $uasi tutti i paesi europei 2!") ,talia) !ermania e 7rancia0 .on lDaiuto di un trust di cervelli) ossia un gruppo di collaboratori competenti) nei primi mesi della sua presidenza ; decise una forte svalutazione del dollaro in modo da rialzare i prezzi e stimolare la ripresa Per ridurre la disoccupazione) il governo) promosse un vasto programma di lavori pubblici 2specie edili0 7ond4 un corpo civile per la conservazione della natura) la #enesse $alle% Autorit% 2che port4 a termine la sistemazione di $uella valle costruendo dighe e centrali elettriche0 e fece costruire molte centrali idroelettriche per fornire energia a costi pi6 bassi Sussidi furono concessi agli agricoltori perchF diminuissero la produzione o distruggessero una parte dei loro raccolti per evitare la caduta dei prezzi #llD&nte 'azionale per la (ipresa Industriale fu dato il compito di stimolare il rilancio delle industrie e di spingerle alla formazione di un codice ) che consentisse di mantenere i prezzi ad un livello remunerativo Per $uanto riguarda le finanze) per reperire i fondi necessari alla realizzazione della nuova politica) si ricorse allDaumento del debito pubblico che risult4 raddoppiato 3i stamparono pi6 dollari) si abbandon4 la base aurea e si provoc4 unDinflazione controllata per facilitare le esportazioni specie di derrate alimentari 1al 15CA fu varato un programma di riforme: una legge sulla sicurezza sociale fiss4 consistenti indennit per la disoccupazione) lDinvalidit e la vecchiaia 8na riforma fiscale provvide a turare i pertugi che facilitavano le evasioni fiscali Leggi che regolavano i rapporti di lavoro concedette il riconoscimento giuridico ai sindacati e obblig4 le aziende ad accettare la contrattazione collettiva) cos: alla vecchia American Fondation o )abor" si aggiunse nel CA il Congress o Industrial and *rganization +CI*,. 3e in principio il 9e= 1eal era stato accettato da tutti le riforme successive al DCA incontrarono unDopposizione che) per la salvaguardia dei propri interessi) accusavano il presidente di autoritarismo Queste campagne non impedirono a ; di essere rieletto 9el 15C7 mentre il governo restringeva la spesa pubblica per non aumentare il deficit del bilancio lDostilit dei capitalisti si manifest4 in uno s iopero in bian o del apitale che consistette in un forte decremento degli investimenti ; fu poi rieletto una CP volta nel @0 ed una @P nel 15@@ cosicchF egli tenne la presidenza degli 83# $uasi fino al termine della ,, guerra mondiale) infatti mor: il 1' aprile 15@A Per fare un bilancio sommario del 9e= 1eal si pu4 affermare che esso introdusse la pratica dello 3tato assistenziale ,l proposito di cancellare la soverchia concentrazione dei capitali in poche mani non fu realizzato) tanto che gli imprenditori usarono i provvedimenti promossi come strumento di speculazione capitalistica ,l 9e= 1eal allarg4 e tutel4 le libert sindacali e consolid4 le libert politiche) tanto che gli 83# divennero il rifugio degli intellettuali scacciati dalle loro patrie come &instein) (ann e 7ermi

La strada verso la democratizzazione cui sembrava avviarsi tutta lD&uropa dopo la , guerra mondiale si interruppe in ,talia col fascismo e in !ermania con il 9azismo La grave crisi economica italiana del dopoguerra) scaturita dalla difficile riconversione dellDindustria bellica e dal conseguente fallimento della banca di sconto forte debitrice verso gli alleati 3ul fronte politico il 1515 vide lDintroduzione del sistema proporzionale che favor: i partiti di massa cio/ dotati di unDorganizzazione centralizzata e basati su un corpo militante: il P3, aveva la maggioranza relativa mentre il PP, 2fondato da don 3turzo per dar voce ai cattolici0 e i liberali non ebbero grandi consensi ,nfatti la vecchia classe dirigente era incapace di dare risposta al nuovo che incombeva ancora alle prese con i vecchi rancori tra shieramenti neutralisti ed interventisti della prima guerra -ra i neutralisti il P3, continu4 a predicare contro la guerra 9el frattempo matur4 una nuova ideologia tra gli italiani del dopoguerra figlia dellDinterventismo e del grande sforzo collettivo compiuto nelle trincee tra il 1A e il 1% il combattentismo che era un movimento di reduci il cui nucleo pi6 rappresentativo era lD#9. 2associazione nazionale combattenti0 su linee di centro sinistra e da esso in 3ardegna nascer il Partito 3ardo dD#zione #nche se cD/ da dire che $uesto movimento era nato da un impasto di temi di destra e di sinistra tra di loro collegati dal radicalismo del cambiamento 9el mezzogiorno i combattenti si misero alla testa dellDoccupazione dei latifondi 2era ancora ben presente la promessa fatta dal governo in guerra0 ,l combattentismo non fu mai un partito) figlio dellDinterventismo che aveva considerato il conflitto come una rivoluzione per travolgere la politica dei piccoli compromessi 2di cui !iolitti era abile rappresentante0 (entre vincevano le elezioni i neutralisti si fece strada lDidea di combattere chi con il conflitto si era arricchito nelle fabbriche con le commesse belliche: gli operai .on lo slogan del potere politico ai produttori e ai combattenti non ai neutralisti e ai notabili liberali che il parlamentarismo aveva espresso fino ad allora si lottava per il cambiamento .onfrontata con le aspettative la vittoria si presentava mutilata cio/ incapace di compensare i sacrifici compiuti per ottenerla & ci4 gli interventisti non potevano accettarlo #i problemi economici) sociali e finanziari si aggiunsero anche i mancati obbiettivi della guerra 3ulla scorta dellDesperienza bellica di alcuni reparti scelti formatisi nel corso del conflitto 2gli arditi0 capace di occupare 7iume e mettere di fronte al fatto compiuto le autorit della nuova situazione geopolitica nac$uero il asci di combattimento costituiti da (ussolini 2e< leader socialista0 a (ilano nel D15 il cui programma 2detto di 3an 3epolcro0 prevedeva la vittoria contro tutti) lotta ai neutralisti) il controllo operaio nelle aziende) riforma agraria e la ;epubblica ,l termine Fascio era tratto dalla tradizione radical>socialista post>risorgimentale e da sinistra vennero altri futuri leader del fascismo , fascisti parteciparono con esito negativo alle elezioni del D15E ma con successo nel D'0 e nel D'1 impegnandosi in un crescendo di violenze ad opera di s$uadre 2s$uadrismo fascista0 ad hoc create Le violenze sostanzialmente si rivolgevano contro i socialisti ed erano sostenute dai finanziamenti dei proprietari e grandi '@

Capitolo 2( 0as is"o e *azis"o

imprenditori agricoli 2con lDobiettivo di controllare la manodopera bracciantile0 a cui si aggiunse il sostegno dellDesercito 2e del governo di !iolitti) tornato al comando) al fine di unificare i gruppi dirigenti e lDopinione conservatrice0 La distruzione delle case del popolo sedi delle leghe contadine ad opera dello s$uadrismo fece risaltare la debolezza organizzativa e di reazione del socialismo italiano 7urono seminate morte e terrore $uasi ovun$ue con lDaiuto della forza pubblica a sostegno delle s$uadre ,l connubio tra liberali giolittiani e fascisti sfoci4 nel D'1 con lDassegnazione di CA deputati a $uesti ultimi &ssi comun$ue) sia nelle proprie correnti di sinistra che di destra) conservarono il loro radicalismo ed una piena autonomia dagli alleati grazie alla forza militare delle s$uadre e allDorganizzazione politico sindacale messa su nelle aree liberate dai rossi !li unici veramente contrapposti ai fascisti erano i socialisti che per4 divisi al loro interno tra moderati ed estremisti 2da cui nac$ue il P., di # !ramsci0 potevano fare poco per contrastare lDescalation dei fascisti che culminer con la marcia su (oma in armi alla $uale il re non volle rispondere con lo 3tato dDassedio affidando a (ussolini di formare un nuovo governo ( si presenta) tra minacce e blandizie) schierandosi per un governo di coalizione appoggiato da $uasi tutti i gruppi liberali e dai popolari 9el 15'1 nasce il Partito 'azionale Fascista e il suo leader ( sembrava il solo mediatore tra i bellicosi gruppi locali e i spauriti conservatori che vedevano in lui colui il $uale era capace di ristabilire lDordine La sua politica era una sorta di commistione tra partito e 3tato: 15'C LD#ssociazione 9azionalista confluisce nel P97 e il filosofo !entile inizia la riforma per lDistruzione pubblica per la formazione del futuro uomo del regime 2totalitarismo0 9el D'@ la politica estera di prestigio porta allDannessione di 7iume 3i arriv4 al monopolio di diritto dei sindacati fascisti nelle trattative con la .G97,9183-;,# scalzando i sindacati socialisti Gttenne la legalizzazione della forza armata del suo partito: milizia volontaria per la sicurezza nazionale e la costituzione del !ran .onsiglio 7ascista &sse segnarono la commistione tra istituzioni e organi del partito e i primi stravolgimenti costituzionali .os: muovendosi il fascismo assunse una dimensione nazionale e fu nel meridione che nelle elezioni politiche del D'@ la lista governativa ebbe pi6 ampio consenso .resceva parallelamente lDantisocialismo: (atteotti se$uestrato da parte di un gruppo alle strette dipendenze di ( che proib: la stampa dei giornali e lDassociazionismo partitico delle opposizioni cancellando ogni libert con leggi dette fascistissime #nche !ramsci sub: le conseguenze imprigionato 2in $uesto periodo scrisse le lettere dal carcere0 delle violenze s$uadriste contro gli antifascisti ,l parlamento rimase ma privo di reali poteri e periodicamente il popolo veniva chiamato a votare su schede che vedevano nomi solo degli appartenenti al partito unico 2P970 .icliche epurazioni affidate a funzionari inviati dal governo centrale per selezionare e svelenire le entit locali del partito ( govern4 appoggiandosi ai funzionari) in periferia si affid4 ai prefetti 2provenienti da ;oma &rano burocrati e tecnici che non provenivano dal partito0 che venivano inviati per sminuire il potere delle autorit di partito locali !randissimo ruolo fu concesso alla chiesa nella vita pubblica italiana con la stipula del concordato del 10'5 che cancell4 il retaggio laicista dei governi liberali ,l rapporto tra fascismo e consenso / stato in molti casi caratterizzato da un consenso passivo drogato da una mancanza di alternativa politica e comun$ue rivolto) non tanto al partito) ma verso ( e il complesso e$uilibrio di regime pi6 rassicurantemente moderato) di cui egli era garante !erarchia / la parola chiave del fascismo e gerarchi vengono chiamati i leader del P97 e il loro punto di incontro e solo nella figura del capo La sua forza / stata nella capacita di mediazione tra la rivoluzione e lDestablishment) nellDessere insieme duce del fascismo e capo del governo #ssurto) nonostante la propaganda contraria) a figura paterna e infallibilmente superiore ai gerarca in camicia nera e ai prefetti -utte le decisioni ricadono su di lui e cos: lD,talia affronta la crisi economico>sociale del D'5 ,l 9azismo al potereU La repubblica di Neimar prese il nome dalla cittadina dove fu elaborata la costituzione della nuova !ermania che nasceva dalla sconfitta e secondo i radicali di sinistra e di destra dal tradimento 3econdo i primi il tradimento era da attribuire alla 3pd per aver sposato una politica relativa ad una repubblica borghese e non il comunismo secondo il modello bolscevico e la relativa eliminazione fisica della Lu<enburg) leader dellDarea rivoluzionaria del 3pd 2il tutto suggellato) secondo i socialisti estremi) con la complicit della socialdemocrazia con le milizie di destra0 (a in realt la prospettiva russa venne rifiutata dalla maggioranza del movimento operaio e dalla stragrande maggioranza dei tedeschi che gi nelle elezione del L15 diedero una netta preferenza allD3pd e al suo programma moderato (a i veri nemici pi6 irriducibili la neo repubblica li trov4 a destra tra coloro che ritenevano che il tradimento pi6 grosso era $uello perpetuato nei confronti della patria e dalle insurrezioni del D1% che la costrinsero alla resa e allDingiusta ed umiliante pace di +ersailles 9ei fatti per4 i tedeschi si erano arresi gi prima dei moti) ma comun$ue $uesta polemica fece si che fu completamente delegittimata la repubblica e la sua costituzione democratica 7iniva cos: lo strapotere del governo e della burocrazia del centrosinistra che gi nelD'0 perse la buona parte dei consensi elettorali mentre la destra mostrava la sua forza elettorale e anche il suo rifiuto alla convivenza coi traditori del D1% La $uestione delle riparazione postbelliche restava una ferita ancora aperta in $uanto gli sconfitti non sarebbero stati in grado di pagare le indennit pretese dai vincitori 9egli anni che vanno dal 'C al '% a seguito di un compromesso sulle riparazioni e agli ingenti investimenti 83# si ebbe una notevole ripresa economica .osa $uestDultima che diede fiato ai governi moderati succedetesi in $uegli anni e alle conseguenti emarginazione dei movimenti estremi 2sia di sinistra che di destra0 -anto che il partito nazionalsocialista di Bitler nel 15'C promuoveva a (onaco unDinsurrezione subito repressa e la conseguente conversione del leader politico ad un percorso pi6 legale non ottenendo) comun$ue) nessun successo elettorale .os: nel 15'5 i socialdemocratici entrarono nella maggioranza governativa La crisi economico> sociale del LC0 oltre a ad aggravare la fiducia nella repubblica ed a segnare la crisi del 3pd spian4 lDascesa ad Bitler , disoccupati) i borghesi e i moderati votarono per i nazisti che vedevano accrescere il proprio prestigio e $uello del suo indiscusso leader 2anche grazie allDazione violenta delle s$uadre naziste: le 33 Jguardie hitlerianeK e le 3# espressione del nazismo di sinistra0 e von Papen 2cancelliere0 ricerc4 lDalleanza con i nazionalsocialisti per formare il nuovo governo B nel gen LCC ebbe il compito formare il nuovo governo in alleanza con il centrodestra #lla fine di febbraio la sede del parlamento viene distrutta da un incendio di cui si fece subito ricadere la colpa alle opposizioni ed 'A

in particolar modo sui comunisti 2messi cos: fuori gioco0 1opo lDinvestitura con nuove elezioni) B vennero sciolti gli altri partiti ed il nuovo governo attu4 una politica centralizzazione riducendo notevolmente lDarticolazione federale dei poteri ,l nazismo come il fascismo segu: una strada a doppio binario per raggiungere il potere consenso delle istituzioni e dei moderati) violenza contro i rossi La notte dei lunghi coltelli il C0giu15C@ la situazione precipita dopo lDassassinio dei leader del nazismo di sinistra e alla morte di Bindenderburg 2e< presidente0 B assunse entrambe le cariche $uella di cancelliere e $uella di presidente concentrando tutto il potere nelle sue mani LDeconomia risaliva anche grazie allDenorme politica di riarmo dal DC@ al DC% LDidentificazione di una nazione con un regime capace di mettere nemici interni ed esterni ad essa in condizione di non nuocere rappresenta lDidea comune di fascisti e nazisti , contrasti del dopoguerra svela ai loro occhi la fragilit di $uel rapporto tra popolo e nazione inducendoli a pensare che solo la soluzione autoritaria possa evitare la disgregazione della patria rispetto alla lotta di classe teorizzata dai socialisti e alla politica dei compromessi cara ai liber democratici Per il fascista tutto / nello 3tato e nulla di nuovo o di spirituale / fuori da esso # tale concezione si riferisce il termine totalitario creato dagli antifascisti additare il crescente regime in senso negativo poi ripreso in positivo dai fascisti stessi , nazisti come i fascisti esaltano la forza militare) lDonore) lDobbedienza e la virt6 di un mondo tradizionale da opporre allDidea di progresso razionale introdotta dallDera nevrastenico del ** sec &mblematico / il ruralismo) cio/ lDidea della superiorit morale del contadino che obbedisce e fa i figli per gli eserciti della patria 9otevole / lo sforzo per circondare la morte e la distruzione di un manto eroico come si vede anche dai simboli mortuari esibiti con fierezza dalle 33 e dalle camice nere Per la teoria dei gruppi 2psicologia sociale0 tanto maggiore sar la compattezza del popolo attorno al regime 2coesione interna0 $uanto pi6 il regime sapr additare al popolo un nemico 2lotta esterna al gruppo0 ,l meccanismo / $uello del capro espiatorio per cui ci si sente pi6 uniti contro $ualcuno che per $ualcosa in comune #llora per lD,talia il nemico / il complotto delle potenze demoplutocratiche 2democratiche perchF ricche0 che nellDimmaginario dei fascisti cercano di privare lD,talia del suo spazio vitale di un presunto diritto allDespansione imperiale Per la !ermania nazista lDidea del complotto tende ad impedire il suo accesso allDespansione economica e politica oltre i confini orientali) soprattutto presente / lDossessione del complotto ebraico La figura dellDebreo / $uella che si presta meglio al meccanismo del capro espiatorio infatti le comunit ebraiche hanno conservato le loro diversit attraverso: secoli e nel ** sec ottengono la concessione dei diritti politici ,n $uesta nuova situazione essi oscillano tra la prospettiva dellDassimilazione e la difesa della propria identit culturale Per4 / proprio nella prospettiva dei nazionalismi pi6 estremi che tendono a giudicare la diversit alla stregua del tradimento che lDebreo) che conserva con i suoi correligiosi sparsi per il mondo) una rete di solidariet e personifica ' internazionalismi: $uella dei banchieri che sfruttano i produttori e $uella del bolscevismo che trova tra lDintellettualit ebraica i suoi sostenitori La figura reale dellDebreo serve inoltre per la costruzione 2mitica0 ariano germanico razza che potr vincere solo se avr saputo liberare se stessa da ogni impurit politica 2socialismo e democrazia0 e biologica 2ebrei0 .os: il razzismo nazista si concretizza nelle leggi di 9orimberga 215CA0 con cui i nazisti privano gli ebrei di ogni diritto) nelle manifestazioni antisemite del DC%) nella creazione dei campi di concentramento oltre che contro gli ebrei anche per gli zingari) omosessuali) per gli oppositori nella deportazione di massa e infine durante la guerra nello sterminio pure e semplice 8na tale coerenza tra ideologia e fatti rappresenta in effetti la tremenda peculiarit del nazismo a differenza del comunismo e dei gulag russi LDidea che lDintera razza $uella ebraica fosse in essenza il nemico da eliminare tutto) dai vecchi ai bambini) / ci4 che differisce il nazismo dal fascismo ideologicamente pi6 composito .ome B ) che fino al DC@) aveva eretto ( a suo modello nella seconda met degli anni C0 e poi @0 sar il fascismo ad ispirarsi al nazismo La reciproca imitazione dei ' regimi si basa sulla comunanza delle ideologie) delle aspirazioni al rovesciamento degli e$uilibri internazionali della logica concorrenziale e la sua democrazia e $uella bolscevica ,l ricorso da parte del fascismo ad una legislazione antisemita si spiega dun$ue col tentativo di rimanere allDaltezza con lDalleato -anta adesione a $uesti regimi si spiega come: i fascisti polemizzarono con la vecchia ,talia borghese notabilare) pacifista e neutralista &ssi credevano al partito unico e nei suoi rituali come grande struttura pedagogica di massa per fare gli italiani come non avevano saputo fare i liberali .os: per il nazismo lo 3tato / lo strumento della condizione nazionalsocialista della vita LDordine totalitario a differenza dellDautoritarismo tradizionale) che tendeva a mantenere lDordine scongiurando la partecipazione politica) chiede invece partecipazione e pretende unDattiva condivisione delle sue finalit ,n $uesto senso il totalitarismo / frutto della modernit , consumatori delle ideologie sono le masse urbane e la figura sociale che meglio sembra corrispondere allDuomo massa / il piccolo borghese considerato il vero protagonista del fascismo: individui atomizzati incapaci di vivere una dimensione collettiva non inseriti in una rete notabilare o familiare come avveniva nella societ tradizionale ne in unDorganizzazione basata sulla comunanza di interessi come il sindacato Perci4 $uesti regimi si basano sul partito unico perchF non possa esprimere un elites ,l carisma del capo sulle masse / nella mitologia fascista garanzia di volont compatta di mistica obbedienza Le parate) le divise) le canzoni) la stampa e la radio attentamente controllate da appositi organismi accentuano $uesto rapporto ,l partito non pu4 che obbedire al governo al $uale invece spetta tutta unDattivit di carattere psicologico e formativo) $uindi / il periodo in cui si sancisce la presenza obbligatoria alle manifestazioni di regime) si prescrivono i comportamenti e persino le parole: il voi al posto del francesismo lei) costruzioni di strutture ricreative popolari in$uadrandole appositamente 2dopolavoro0 3i organizzano le prime vacanze al mare per i figli dei proletari e ai sindacati oramai privati del loro ruolo originario viene demandata lDassistenza ai bisognosi 7ascismo e nazismo in un epoca dominata dalla crisi del L'5 si presentano come ,,, via tra capitalismo e comunismo capace di prendere il meglio dellDuno e dellDaltro attraverso il corporativismo &sso rappresentava un sistema di organizzazione delle forze del lavoro e di $uelle padronali non in strutture classiste come i sindacati ma in corporazioni interclassiste di base settoriali 2metallurgia) viticoltura) ecc 0 &D del 15'7 la carta del lavoro e la carta della mezzadria. 9el 15C5 la '?

.amera dei 1eputati / sostituita da $uella dei asci e delle corporazioni 9el caso tedesco i sindacati vennero del tutto aboliti e sostituiti dal ronte del lavoro Per affrontare la grande crisi in ,talia fu presentata una politica autarchica cio/ il tentativo di incrementare la produzione industriale interna di merci per rie$uilibrare la bilancia dei pagamenti 9el 15CC si istitu: lD,;, 2istituto per la ricostruzione industriale5 per rilevare le azioni delle industrie possedute dalle banche miste sullDorlo del fallimento nella prospettiva di conservare $uelle azioni in mano pubblica per poi reimmetterle sul mercato in momento pi6 favorevoleE ma alla fine lo 3tato fine per ac$uistare la gestione di una parte considerevole delle grande industria configurando di fatto un sistema misto tra pubblico e privato 9ei rapporti con chiesa $uesta conferm4 il suo appoggio al fascismo non al nazismo e poi dichiaratamente si schier4 a favore di ( nella $uestione &tiopica (a espresse chiaramente con Papa Pio *, la sua avversione alle leggi razziali 1iverso il caso del nazismo perchF dopo la morte di Bindenburg) B non ebbe concorrenti ai vertici delle istituzioni e la chiesa cattolica e le altre chiese furono subordinate al regime nonostante la loro volont collaborazionista

LDidea di unDautorit politica che tuteli i bisognosi / antica La sintesi pi6 coerente del problema fu lDadozione 21%%C> %50) nella !ermania "ismarOiana) di un sistema di tutela dei lavoratori in termini di assicurazioni per la vecchiaia) malattie) infortuni sul lavoro 1alla matrice socialista emerge uno 3tato che governi lDeconomia e ridistribuisca il profitto tra la popolazione) in misura egualitaria e con un forte potere centrale: la nozione mar<ista>leninista dello 3tato 3ociale 1a $uella fascista nasce uno 3tato liberoscambista a livello nazionale) e con forme dDassistenza verso la popolazione 2alle madri) ai giovaniU0 tese a creare aggregazione e sentimento nazionale Privilegiata la produzione nazionale e una politica di grandi opere pubbliche 2infrastrutture0 1opo il 15@A) le distruzioni della guerra imposero il problema dei costi politici e finanziari necessari alla ricostruzione ,n 8nione 3ovietica) con un ritorno alla pianificazione centralizzata dellDeconomia) si privilegiarono le spese di carattere militare a $uelle di pi6 urgente fabbisogno di una popolazione stremata dal conflitto ,n ! " il laburista #ttlee 2luglio15@A0 avvi4 la costruzione di uno 3tato capace di controllare lDeconomia cos: da assicurare ai cittadini condizioni di benessere 2=elfare state0 (a la corsa agli armamenti) il mutamento dei consumi) la rivoluzione tecnologica costituivano forti uscite nel bilancio pubblico LDesplosione sociale 215?%E bassi salari0 fu affrontata in ! " secondo il modello assistenzialista laburista) in 7rancia mediante unDaccelerazione della modernizzazione voluta da 1e !rulle 215A%0E in 83# dalla politica rifornista dei presidenti democratici 2-ruman) Sohnson0 ,n ,talia unDardita politica di riforme sociali 2una pi6 e$ua redistribuzione dei profitti0 fin: con lo scontrarsi con uno scarso incremento della produzione) della produttivit e dei profitti ,noltre invece della privatizzazione) si attu4 una politica di pubblicizzazione delle imprese) e il loro peso nellDeconomia dello 3tato divenne particolarmente gravoso 2tra il 15?C e il 1575 pass4 dal 1' al '0I0 La situazione peggior4 ulteriormente) e su scala globale) con la .;,3, P&-;GL,7&;# 1&L 157C>1575 LDimpennarsi del costo del greggio provoc4 una spinta inflazionistica e recessiva drammatica) risoltasi per i paesi pi6 dinamici solo negli anni D%0 ,l malumore sociale poteva essere sedato solo con politiche di incremento del debito pubblico) cosa che non era sostenibile se non da economie sane e per brevi periodi di tempo La risposta a $uesto cambiamento esigeva una drastica riduzione delle aspettative sociali) attuata in 83#) !") 7ranciaE difficile in !iappone) ,talia) 3pagnaE impossibile in 8nione 3ovietica Questa situazione necessitava di un approccio di tipo liberoscambista) e decret4 la fine della teoria ReMnesiana 2che presupponeva la spesa pubblica come incentivo ai consumi e $uindi alla ripresa economica0 , primi a muoversi in $uesta direzione furono (argaret -hatcher 2!"0 e ;onald ;eagan 283#0 La )ad% di erro privatizz4 le principali attivit economiche in mano allo 3tato) riform4 il sistema sanitario voluto dai laburisti) riassest4 il sistema fiscale e $uello della sicurezza sociale restituendo al sistema economico inglese $uella capacit dDiniziativa che lo aveva reso primo al mondo: il P,L cresce al tasso del CI medio annuo) lDinflazione si attesta al di sotto dello stesso valore) la disoccupazione 2piaga dellD&uropa tecnologica0 / inferiore l al ?I del mercato del lavoro ;eagan ereditava invece dal democratico .arter una situazione di recessione economica nella $uale il tasso di produttivit cresceva a ritmi dello 0)?I a fronte di un @I annuo degli anni D?0 &gli ridusse la pressione fiscale e apport4 tagli alla spesa socialeE la ripresa ebbe effetti immediati) ma lDincremento delle spese militari 2guerra fredda0) e la scarsa entrata fiscale provocarono un forte incremento del debito pubblico) trascinando il paese negli anni 50 verso la pi6 lunga crisi economica dal dopoguerra LD &uropa) intanto) visse situazioni diverse: in 7rancia) (itterand 2presidente 15%10 diede vita ad un anno di grande riformismo) ma nel 15%' la mancata ripresa produttiva) il peso degli ammortizzatori sociali e la crisi occupazionale lo costrinsero a una politica di austerit) comun$ue meno decisa rispetto al caso inglese .os: manovrando) (itterand riusc: a riportare la 7rancia verso livelli di normalit) al pari della !ermania) dove Belmut Rohl 2cancelliere 15%' dopo 3chmidt0) in linea con il trend europeo) tagliava oneri e prestazioni sociali dello stato per risollevare il bilancio federale ,n ,talia) il centro>sinistra risollev4 le sorti del sistema scolastico) sociale 2pensioni sociali0) sanitario) sindacale 2diritti dei lavoratori0 ma scontratosi con la crisi del 157C>75 non ebbe la forza politica per reagire con tagli a carico dello 3tato 3ociale e lDeconomia del paese ne risent: pesantemente !li effetti della recessione di $uegli anni sfociarono nella profonda crisi monetaria del 155') data dalla $uale inizi4 un certo riassestamento delle finanze statali ,n ogni '7

Capitolo 22I Trion&o dellO idente4

caso) lDesperienza occidentale 2&uropa) 83#0) riscontr4 una notevole capacit di adattamento dei cittadini verso le politiche di JtagliK dei governi) che richiedevano sacrifici in nome di un risanamento che non tard4 a venire 8na linea analoga era impossibile da tenere nei paesi del sistema sovietico: lDazione accentratrice dello stato) e il forte immobilismo economico del Jsocialismo realeK si ponevano in antitesi con tali politiche (a lDincapacit degli organizzatori del programma a definire la destinazione delle risorse divenne un vincolo fatale $uando le esigenze belliche erano gerarchicamente anteposte a $uelle di benessere primario della popolazione ,n epoca di piena guerra fredda) lo scontro militare veicolava il confronto aspro tra lDeconomia di libero mercato tipica degli 83# e $uella a regime socialista dellD8nione 3ovietica Privilegiando investimenti non produttivi 2corsa al riarmo) creazione scudo spaziale antimissilistico0 e facendo pieno affidamento sulla produzione di materie prime 2Petrolio) gas naturali0) i sovietici non si preoccuparono del fatto che tali manovre avrebbero fortemente inciso sullDeconomia del paese) peraltro gi in crisi) e fu solo con (ichail !orbacev 215%A0 che si allegger: la spesa militare .on lui riprese il dialogo con gli 3tati 8niti interrotto dallDoccupazione dellD#fghanistan e dalla $uestione degli JeuromissiliK 2nucleari piazzati nellD&uropa occidentaleE 15750) ma il suo programma economico 2perestroVOa: politica di riforme0 peccava di incoerenza tra mezzi e obiettivi: non cambiava il ruolo centrale dello 3tato nellDeconomia (a la rivolta delle nazionalit) e il malcontento della ;epubblica federale russa 21551: &< 8rss0 portarono al golpe del 1551) successivamente sventato 3egu: un mutamento delle istituzioni) il Pcus venne sciolto e inizio una lunga fase di transizione politica) verso privatizzazioni volute dal presidente &ltsin che portarono nel 1557 verso un itinerario simile a $uello seguito dai paesi occidentali un decennio prima La guerra fredda vide $uindi la rigidit strutturale e organizzativa dellD8nione 3ovietica soccombere al dinamismo economico>politico degli 3tati 8niti) che si ritrovarono ad essere lDunica superpotenza mondiale) in una situazione di totale dominio anche sui territori europei) alcuni dei $uali 2Polonia) ;ep ceca) 8ngheria0 chiesero di entrare nella 9ato per paura di una eventuale rinascita della superpotenza tedesca) ora senza il colosso sovietico come vicino 9el frattempo i paesi in via di sviluppo subivano trasformazioni pi6 o meno evidenti: i paesi del mondo arabo o islamico) maggiori produttori di petrolio) rinunciarono alle risorse esterne 2soprattutto occidentali0 per diventare) tra il 15AA e il 15?1) esportatori di capitale !li altri conobbero destini diversi: o rimanevano relegati ai margini della societ internazionale 2rimanendo legati agli aiuti occidentali0 o ac$uistarono la forza economica necessaria per raggiungere lDautonomia ,l caso pi6 visibile fu $uello della .ina: dal 157% sub: il lungo periodo di trasformazioni che dovevano creare le basi per affrontare una riforma economica che guardasse al modello liberoscambista occidentale 2contro la strategia ruralistica di (ao0 La combinazione paradossale fra stabilit politica 2egemonia del P . cinese0 ed economia di mercato ha tuttavia indirizzato il paese verso la via dello sviluppo .os: come la .ina neanche le J-igri del 3ud>estK possono definirsi ormai paesi in via di sviluppo 23ingapore) (alaMsia) ,ndonesia) 7ilippine) -hailandia) "irmania0) mentre il discorso riguarda ancora LDamerica centrale) meridionale e lD#frica # .uba 7idel .astro ha portato il paese verso un arretramento rispetto allo aviluppo produttivo) limitando le risorse economiche dellDisola alla produzione di zucchero da canna e al turismo Quanto al resto dellD#merica Latina) la svolta / iniziata in .ile con il golpe militare del 157C ad opera di Pinochet) che con una profonda riforma economica) diede al paese un governo pluralistico e una forma di economia di mercato Processi analoghi hanno avuto luogo in #rgentina e in "rasile 7ra tutti i luoghi del sottosviluppo) lD#frica / il continente pi6 lontano dal cambiamento -ra il 15AA e il 15%A fu -eatro di una Jconvivenza competitivaK fra le superpotenze) che impregno di sF le realt locali) a al risveglio dellD#frica sub>sahariana non fa riscontro la situazione ancora incerta della zona atlantica settentrionale) di e< colonialismo inglese e francese .onnesso ai problemi dello sviluppo / il tema del JfondamentalismoK) la cui forma pi6 appariscente / $uella del mondo islamico: tra il 15?5 e il 155' si / manifestata in Libia) ,ran) &gitto) Palestina) #lgeria) 3udan ,n ,ran nel gennaio 1575 nac$ue il primo regime JfondamentalistaK islamico) nutrito da manifestazioni formali della religiosit mirate a sradicare la laicizzazione dello 3tato il fondamentalismo si presentava cos: come antimodernista i cui mezzi per combattere dissensi politici sono lDintolleranza) la violenza) il rifiuto del pluralismo

9ella nostra epoca) dominata dalla scienza) il sentimento religioso non / scomparso e le grandi confessioni conservano una vasta influenza anche nellDeconomia) nella politica e nel sociale anche nei paesi che hanno conosciuto i totalitarismi 2che spesso impongono religioni di 3tato0 come lDe< 8nione 3ovietica) dove nonostante gli anni dellDateismo di 3tato sussiste la presenza della chiesa cattolica 1iscorso analogo vale per lDebraismo) lDislam e le grandi religioni orientali) che stanno con$uistando consensi sempre pi6 diffusi nel mondo occidentale .os: come il pluralismo delle societ moderne si fonda sulla competizione) le organizzazioni religiose sono chiamate a confrontarsi su alcune grandi $uestioni: lo sviluppo demografico e il controllo delle nasciteE la contraccezione e la sessualitE la bioetica e la $uestione ambientaleE il nesso tra sviluppo e sottosviluppo e il problema della fame nel mondoE i flussi emigratori e $uelli immigratoriE il razzismo e la discriminazioneE lDemancipazione e la liberazione delle donneE la tutela dellDinfanziaE i diritti di libert e cittadinanzaE la pace e la guerra ,potizzando un censimento delle religioni nel mondo troviamo i cristiani 2in prevalenza cattolici0 in vetta alla classifica con ' miliardi di punti tallonati dagli all> star 2non credenti e atei0 a un miliardo) mentre in zona retrocessione arrancano gli ebrei) con solo 1% milioni di punti) dovuti anche alla crisi societaria della gestione Bitler) meglio nota come 3hoah ,n zona .hampions) minacciosissimi '%

Capitolo 22II 5eligioni e religiosit nel "ondo doggi

per il girone di ritorno) si attestano i musulmani con 500 milioni di punti .omplessivamente nel mondo) dun$ue) una persona su due si riconosce nelle tre religioni monoteistiche e crede nello stesso 1io di #bramo 2(oggi0 >>>>>LDislam>>>>> 9onostante un radicato luogo comune) lDislam non si identifica con il mondo arabo !li arabi costituiscono il '0I della grande comunit islamica 2umma0 # partire dal +,, secolo la diffusione dellDislam fu rapidissima) lungo la direttrice della con$uista araba a spese dellD,mpero bizantino) del 9ord #frica e del (edio Griente sino alla Persia 9el 9ovecento la presenza islamica si trova in tutti i continenti: / la conseguenza dei nuovi flussi migratori dal 3ud al 9ord del mondo 9onostante $uesta diffusione) rimangono forti pregiudizi a carico dellDislam: soprattutto la convinzione che si tratti di un fenomeno omogeneo sul piano religioso) politico e culturale) ma lDassenza di un clero separato) di una gerarchia strutturata) di una istituzione ecclesiastica ne denota una strutturazione diversificata e non omogenea >>>>>Proselitismo e missioni>>>>> 9el corso del ** secolo il cristianesimo ha registrato un aumento significativo di consensi soprattutto nel 3ud del mondo) in #frica 2dal C al @?I della popolazione totale0 e in #merica Latina) il continente in assoluto con la presenza pi6 massiccia di cristiani La connotazione itinerante del pontificato di Rarol NoVtila) la sua attenzione alle culture oltre che alle realt economiche) sociali e politiche del 3ud del mondo) diventa $uasi obbligata ,l fenomeno delle missioni costituisce un aspetto caratterizzante del cristianesimo) tuttavia lo stretto rapporto tra missioni e colonialismo / uno degli aspetti pi6 rilevanti della vicenda delle .hieseE rimane un fortissimo pregiudizio ideologico e antropologico: in nome della superiorit del cristianesimo sulle altre religioni e superiorit della civilt e della cultura europea occidentale su tutte le altre) in molti casi neppure riconosciute come tali # tal proposito va ricordato che) proprio per lDesigenza di non minare la credibilit del messaggio cristiano) allDinizio del 9ovecento ebbe origine il movimento ecumenico che) senza ledere lDautonomia delle chiese ne promuove la comunione) attraverso periodiche conferenze #ttualmente il .onsiglio mondiale delle chiese ne federa pi6 di mille) comprese $uelle ortodosse e $uella cattolica >>>>>le religioni cristiane>>>>> Lo stesso cristianesimo / al suo interno altamente differenziatoE il solo protestantesimo / frammentato in un labirinto di confessioni che comprende: la chiesa anglicana 2! " ) 83#) .anada) 3udafrica0E il luteranesimo 2!ermania) 3candinavia) 83#) #frica0E il presbiterianesimo 23vizzera) ;ep ceca) Glanda) 3cozia) 83#) -erzo (ondo0E il battismo 283#0E il pentecostalismo 283#E &uropa) #merica Latina) .orea 2ladri00E gli #vventisti del settimo giorno) i mennoniti) i metodisti) i $uaccheri) i mormoni) i testimoni di !eo=att 2lavorano allD&nel0) i laziali ,l cattolicesimo costituisce la confessione pi6 diffusa e strutturata .onnotazione sua particolare / il ruolo monarchico del papa a livello universaleE la .hiesa cattolica costituisce la sola istituzione ad aver attraversato due millenni di storia conservando intatti i suoi principi fondatori # differenza di tutte le altre religioni) essa dispone di una struttura gerarchica) un efficiente apparato centrale di governo che opera a livello mondialeE mantiene rapporti diplomatici con gran parte degli 3tati e con le grandi organizzazioni internazionali 1opo il .oncilio &cumenico +aticano ,, 2gennaio 15A5>dicembre 15?A0 aperto da !iovanni **,,, e concluso da Paolo +, la .hiesa ,taliana continua a operare in un ambito giuridico istituzionale particolarmente favorevole) segnato dal privilegio concordatario che nei decenni precedenti si / intrecciato con la 1emocrazia cristiana 1eve) tuttavia) fare i conti e misurarsi con un processo di secolarizzazione molto avanzato: il lungo ed estenuante confronto>scontro con il comunismo non ha permesso di percepire la pericolosit di un nuovo e pi6 radicale avversario) alternativo pi6 che concorrente) il consumismo) destinato a corrodere in pro ondit la ede del popolo italiano 2Pietro 3coppola0 La chiesa si trova oggi di fronte ad una popolazione cattolica praticante prossima al 'AI di $uella totale

LDGttocento non / stato certo il secolo delle donne Le leggi dellDepoca tendevano a proporre un modello unico di famiglia in cui le donne e i bambini erano gerarchicamente subordinati allDuomo) capofamiglia e unico detentore dei diritti politici e civili La ;ivoluzione francese) proclamando i diritti civili e politici di tutti gli individui) aveva rigorosamente considerato come individui solo i maschi) dichiarando lDincapacit politica delle donne Le prime a con$uistare i diritti politici furono le australiane 2150C0 e le finlandesi 2150?0E seguirono le norvegesi nel 151C) le danesi e le islandesi nel 151A) le svedesi nel 15'1 7uori dalla zona punti le inglesi 2che ottennero il diritto di voto tra il 151% e il 15'?0 e le americane 215'00 # un giro 7rancia) ,talia e "elgio 2dopo la seconda guerra mondiale0) a due la !recia 215A'0) a tre 3vizzera 215710 e Portogallo 2157?0 "uono lo sprint iniziale della 3pagna 215C10 motorizzata ;enault) ma evidenti problemi al cambio e soprattutto la dittatura franchista la costrinsero ad abbandonare la gara pochi anni pi6 tardi 2abolizione dei diritti e della telemetria bidirezionale sulla vettura di #lonso0 LD8nione 3ovietica ha una storia particolare Le donne uscirono dalla condizione di totale asservimento al capofamiglia con la ;ivoluzione del 1517) ottenendo la liberalizzazione totale del divorzio e lDabolizione del matrimonio religioso) lDabolizione della patria potestas 2151%0) la legalizzazione dellDaborto 215'00) il riconoscimento delle unioni di fatto 215'?0 $uelle) cio/) non matrimoniali ,l periodo stalinista) di contro) rese pi6 difficile il divorzio) fu soppresso lDaborto) restaurata lDautorit paterna #lla morte di 3talin venne rivalutato e modificato il codice civile post>rivoluzionario '5

Capitolo 222III Le donne nel *ove ento, e"an ipazione e di&&erenza

9on sempre alla con$uista di diritti legali / seguita una vera capacit da parte delle donne di con$uistare ruoli politici e dirigenziali) i $uali restano largamente in mano agli uomini 9ei paesi occidentali) anche $uando entrano a far parte dei governi) le donne svolgono incarichi eminentemente JfemminiliK 2politiche familiari) sanit) scuola) pari opportunit0 9ellDGttocento) le donne delle classi popolari erano generalmente lavoratrici 2contadine) operaie) sarte0) e spesso lDideale sociale era $uello JaltoK) della donna madre di famiglia e custode del focolare La permanenza della donna in casa 2segregazione spaziale0 era simbolo di status elevato La socialit ottocentesca dei circoli e dei club / interamente maschileE alle donne viene concessa una socialit tutta familiare ,l femminismo militante soprattutto nord>europeo dei primi del 9ovecento chiede diritti politici e autonomia giuridica) ma anche accesso a tutte le scuole e occupazioni per le donne) in particolare alle libere professioni) e $ueste negli anni venti nella maggior parte dei paesi europei ottengono lDaccesso allDuniversit) alle professioni e al pubblico impiego -ra le due guerre) molte donne operaie che avevano sostituito gli uomini combattenti nelle fabbriche vengono licenziate ,noltre i regimi fascisti attuano politiche fortemente antifemministe proponendo una figura di donna tradizionale) sposa e madre di figli destinati al macello 2combattere per la patriaE che schifo 0 9el secondo dopoguerra le costituzioni democratiche fanno della piena eguaglianza dei sessi un principio basilareE negli anni sessanta i movimenti studenteschi e giovanili) a cui le donne partecipano in massa) mettono in discussione lDautoritarismo nei rapporti sociali e nella famiglia -utto $uesto sembra segnare un cammino senza ombre verso lDeguaglianza fra i sessi (a a fronte della massiccia scolarizzazione delle ragazze non corrisponde una riuscita in termini professionali 2retribuzioneE tipo di impiegoE posizioni gerarchiche limitate0E la classe dirigente europea / maschile (a le donne si differenziano anche tra di loro Le condizioni sociali di partenza determinano fortemente la possibilit di realizzazione professionale La storia dellDemancipazione femminile si lega a $uella delle trasformazioni della famiglia 3econdo la teoria di Parsons unDunica linea evolutiva conduce dalla famiglia patriarcale>estesa del passato 2realt contadinaE famiglia numerosa estesa a zii e parenti e gerarchicamente rigida intorno alla figura del capofamiglia0 a $uella nucleare di oggi 2genitori e pochi figliE gerarchia debole0 La realt storica / stata pi6 complessa di $uesti modelli: la famiglia in &uropa ha assunto forme diversificate da luogo a luogo 2che non sto $ui ad elencare0 1al punto di vista dei vari membri della famiglia) il modello piccolo>borghese mette al centro dellDuniverso i figli) educati) curati) istruitiE / loro il compito di innalzare lo status sociale della famiglia Questi godono di condizioni agiate 2studio anzichF lavoro0 ma possono sentirsi oppressi dal compito loro affidato o dalla soffocante cura maternaE al culmine di $uesto processo infatti cD/ la ribellione giovanile del D?%E proprio da $ueste famiglie vengono le giovani donne che criticano radicalmente la famiglia e i ruoli allDinterno della coppia Questa / dun$ue la famiglia attuale ,n tutti i paesi occidentali riscontriamo convergenze nella trasformazione del modello giuridico di famiglia: lDeliminazione della patria potestas) la tutela dei diritti della donna e dei figli e lDintroduzione del divorzio ,n tutta lDarea occidentale si eleva lDet del matrimonio) calano le nascite) crescono le unioni di fatto) i divorzi e le separazioni LD,talia) da paese cattolico e arretrato) si trasforma in pochi anni nel paese a pi6 bassa natalit) pur conservando il minor numero di divorzi e $uello pi6 elevato di figli adulti a carico della famiglia) anche se occupati e indipendenti Le politiche sociali italiane sono dirette al nucleo familiare tramite la distribuzione al capofamiglia: non si emettono assegni di disoccupazione per i giovani) ma di tutela verso il lavoro del capofamiglia) che a sua volta provveder ai figli Questo tipo di politiche penalizza le donne: devono accudire i deboli) i bambini 2madri e nonne0) gli anziani 2figlie e nuore0 ,l calo della natalit / lDunica arma che permette loro di limitare gli anni della cura dei figli per dedicarsi ad una eventuale carriera LDimpostazione meno gerarchica della famiglia moderna ha portato inoltre ad una pi6 lunga permanenza dei figli nel suo interno: a differenza del pre>?%) infatti) lo scontro genitori>figli non ha ragione di esistere) a tutto vantaggio di $uesti ultimi) ora finalmente emancipati e indipendenti 2lavoratori in famiglia0 (a lo stesso concetto di famiglia) come lo conosciamo noi occidentali) in altre culture / totalmente assente ,n !iappone) ad esempio) una parola che indicasse la famiglia consanguinea venne introdotto a fine Gttocento Prima di allora il termine JcasaK designava un gruppo esteso patrilineare che viveva sotto lo stesso tetto) e lDimportanza sociale ricadeva proprio sul luogo fisico della casa 9ei paesi asiatici e africani la struttura di base della societ era il lignaggio) una struttura di parentela allargata a carattere patrilineare 2trasmessa per via paterna0 e gerarchicamente rigida Le donne lasciavano la propria casa e il proprio clan per entrare in $uello del marito) portando con sF una dote 2prezzo di uscita: donna W merce0 e non beneficiando di alcun diritto) $uando non erano ridotte allo status di schiave) subendo pratiche di sottomissione 2velo donne arabeE bendatura piedi donne cinesi) segregazione) spose bambine e uccisione delle vedove in ,ndia0 La clausura femminile / tuttora nella societ araba un segno di civilt ed / ancora in uso la poligamia 9el corso del 9ovecento cD/ il confronto con le norme occidentali adattate un poD ovun$ue 21%50 codice civile !iapponeE .ina del sud 15C@0E le rivoluzioni cinesi) ad esempio si distinguono per essere ribellioni dei giovani: 15??H?5E 15%5 Pechino 2piazza -ien>#n>(en0 ,n ,ndia) nei paesi musulmani e in #frica la segregazione femminile impedisce lDistruzione alla maggioranza delle femmine

8na delle caratteristiche salienti dellDet contemporanea / senza dubbio il processo tecnologico &ppure insieme allDaumento della ricchezza e del benessere le societ industriali hanno conosciuto lDin$uinamento ambientale) la disoccupazione tecnologica) lDemarginazione sociale dei respinti dal mercato del lavoro C0

Capitolo 22I(

9el secondo dopoguerra gli 83# erano il motore mondiale dellDinnovazione tecnologica) soprattutto nel settore delle macchine agricole: con lDuso di trattori sempre pi6 perfezionati) efficienti aratri in acciaio e mototrebbiatrici pochi operai potevano mettere in opera il lavoro di centinaia di braccianti LDintroduzione della raccoglitrice del cotone sconvolse i rapporti sociali e di lavoro negli stati e< schiavisti del 3ud degli 83# 3e nel 15@5 solo il ?I del cotone veniva raccolto meccanicamente) nel 15?@ la percentuale era salita al 7%I e nel 1570 il raccolto manuale era sparito LDinnovazione provoc4 una forte disoccupazione degli e< raccoglitori neri del sud) costretti ad emigrare nel nord industriale 2portando con sF il "lues0 e a reinventarsi operai peraltro malpagati e socialmente scarsamente inseriti #nche in &uropa le macchine trasformarono radicalmente le campagne e la produzione agricola sempre a discapito dei braccianti 283# 1A milioni in meno in A0 anniE &uropa '1 milioni tra 15A0 e 15%A0 La profonda trasformazione sociale delle campagne non / rimasta isolata: la tecnologia applicata alla produzione ha trovato nel mondo dellDindustria un terreno fertilissimo 3oprattutto nelle fabbriche automobilistiche si affermarono i modelli di produzione taMloristico>fordistici basati sulla catena di montaggio & proprio essi) richiedendo un lavoro ripetitivo e scarsamente $ualificato) consentirono unDopportunit di impiego per i contadini soppiantati dalle macchine LDeconomia degli 3tati industriali conobbe tra il 15@A e il 157C la pi6 lunga stagione di fertilit La connessione sempre pi6 promiscua tra tecnologia e produzione industriale invest: inevitabilmente molti aspetti della vita sociale: i trasporti in aereo divennero un fatto di massa nel dopoguerraE lDautomobile inizi4 a diventare un bene comune presso tutte le famiglie medieE il telefono) sempre nello stesso periodo) riscopr: una Jseconda giovinezzaK e divent4 un vero mezzo domestico di comunicazione di massaE nasceva in $uegli anni la televisione Ggnuna di $ueste innovazioni modific4 profondamente usi e costumi di unD&uropa in piena rinascita economica e sociale 2conformismo sociale) omologazione linguaggio) dei valori) dei comportamenti0 #nche il lavoro domestico viene profondamente modificato dalle macchine: gli elettrodomestici 2aspirapolvere) forno elettrico) lavastoviglie) lavatrice0 entrarono nelle case liberando in parte le donne dal loro antico lavoro domestico e contribuendo a cambiare profondamente precedenti assetti e costumi della societ #nche grazie agli elettrodomestici le donne poterono entrare nel mondo del lavoro) rendendo pi6 solida la strada della loro emancipazione ,ntorno ai primi anni settanta lDorganizzazione del lavoro fordista 2che favoriva la $uantit di produzione e la standardizzazione $ualitativa0 cominci4 a entrare in crisi La domanda era mutataE il pubblico si abituava a consumare rapidamente e esigeva originalit e $ualit dal prodotto # $uesta e ad altre esigenze rispose efficacemente la -oMota) soppiantando la rigidit gerarchica del sistema fordista 2che negli operai provocava disaffezione verso un lavoro ripetitivo e alienante0 con unDorganizzazione orizzontale delle gerarchie di fabbrica: gruppi misti di tecnici) ingegneri) operai seguono interamente ogni fase della realizzazione del prodotto) creando tra di loro spirito di s$uadra e riscontrando un forte incremento del rendimento umano) dovuto anche alla creazione di impieghi pi6 $ualificati e stimolanti 8na tale trasformazione viene resa possibile dalle straordinarie innovazioni tecniche fondate sul computer 2robot) sistemi automatizzati di fabbrica0 che si / rivelato in grado di sostituire lDuomo allDinterno della fabbrica dando vita alla Jterza rivoluzione industrialeK: se nelle prime due si era sostituita la forza dellDuomo con $uella delle macchine) ora si sostituisce il cervello dei lavoratori con lDintelligenza artificiale del computer La riorganizzazione del lavoro 2;e>&ngineering0 su base informatica espelle dalle imprese non solo gli operai ma anche tecnici ed impiegati) mentre avviene solo marginalmente lD Jeffetto a cascataK per cui le innovazioni tecnologiche dovrebbero favorire lDespansione economica cos: da riassorbire in altri settori la manodopera altrimenti esclusa dalla produzione La logica e lDideologia della competizione fa oggi in modo che i lavoratori stiano diventando gli strumenti flessibili delle macchine che contendono ad essi il posto di lavoro (a il concetto di flessibilit / da applicarsi anche alla dislocazione geografica delle imprese: i grandi complessi dellDindustria pesante si spostano dallD occidente verso i paesi asiatici 2.orea) 3ingapore) -ai=an0 per lasciare il posto alle nuove realt industriali) come la silicon valleM in .alifornia 2es : stabilimenti di "agnoli portati in .orea0 >>>>>La minaccia alla vita>>>>> 3ul finire della seconda guerra mondiale) entr4 sulla scena del mondo contemporaneo la bomba atomica) che apriva lDepoca dellDenergia dellDatomo e della contaminazione nucleare La guerra fredda e la conseguente corsa agli armamenti portarono alla costituzione di un arsenale di bombe nucleari in grado) in caso di conflitto) di annientare la vita sulla terra -uttavia lDimpiego dellDatomo a fini pacifici / stato anchDesso causa di incidenti alle centrali nucleari e di fughe radioattive 21575 -hree (iles ,sland) 83#E 15%? .hernobMl0 La fuga di veleni chimici 2diossina a 3evero) Lombardia 157?0) lDesplosione di depositi di gas 2"hopal) ,ndia 15%@0 caus4 migliaia di morti) i numerosi naufragi di petroliere rappresentano una fenomenologia sempre pi6 fre$uente negli ultimi trentDanni , fautori della crescita economica e dellDinnovazione a tutti i costi ritengono che simili accadimenti costituiscono prezzi inevitabili da pagare al progresso -utte le con$uiste tecniche mostrano) infatti) un in$uietante risvolto dal punto di vista ecologico 8no dei pi6 gravi problemi del pianeta / $uello della perdita costante di terra fertile dovuta allDuso crescente di concimi chimici e fitofarmaci antiparassitari (a i veleni chimici usati in agricoltura industriale producono danni a tutto lDecosistema e danneggiano in maniera imprevista la vita umana X $uesto il caso del 11- 3coperto in 3vizzera nel 1%7C) negli anni trenta venne usato come insetticida per debellare la malaria veicolata da una specie di zanzara (a il riconosciuto potere cancerogeno del preparato 2;achel .arson 15?'0 ha messo per la prima volta in luce una nuova minaccia invisibile di cui sino ad allora non si era tenuto conto 9on cD/ dubbio tuttavia che il luogo in cui il potere in$uinante della tecnica / $uello della citt (egalopoli come .itt del (essico o il .airo hanno assunto livelli di in$uinamento inimmaginabili 9el sangue dei bambini del .airo la presenza di piombo / da tre a cin$ue volte superiore a $uella dei bambini che vivono nelle zone rurali ,noltre la diffusione aerea dei gas in$uinanti ha dato luogo ad alterazioni e danni sconosciuti in passato X il caso delle piogge C1

acide) ovvero ac$ue piovane cariche di sostanze chimiche che) sospinte dal vento) danneggiano corsi dDac$ua e foreste anche lontani dai grandi centri in$uinati #lcuni gas 2.7.0 hanno lacerato lo strato di ozono che protegge la terra dai raggi ultravioletti del sole provocando lD Jeffetto serraK) cio/ lDinnalzamento della temperatura media del pianeta e del livello dei mari QuestD ultimo effetto) tuttavia) / sicuramente il benvenuto: tra trentDanni o forse meno gigli scomparir per sempre dalle carte geografiche Quindi) cittadini ed elettori) ,9Q8,9#;&) ,9Q8,9#;&) ,9Q8,9#;&Y 2-&;#(G @Z giulianova 10 >>>>>8so e abuso delle risorse>>>>> Ggni anno diminuisce sensibilmente la superficie coperta da foreste) con il conseguente impoverimento della dotazione di ossigeno sulla terra ,nsieme ad essi spariscono migliaia di specie biologiche 9el frattempo il petrolio sta scomparendo) essendo materia fossile) cio/ non rinnovabile LDindustria) dun$ue) e i modi di vita e di consumo delle societ industriali negli ultimi decenni sono apparsi $uali sperperatori delle ricchezze naturali !li 83#) ad esempio) che comprendono appena il AI della popolazione mondiale) consumano circa il C0I dellDenergia che si produce in tutto il mondo 8na nuova forma di ingiustizia sociale a livello mondiale / apparsa dun$ue alla ribalta di recente 9on esiste solo una difforme distribuzione della ricchezza fra 9ord e 3ud del mondo) ma anche unDingiusta diseguaglianza nel consumo di risorse naturali .D/ ancora un altro aspetto da considerare , rifiuti solidi) industriali o urbani sottraggono sempre pi6 territorio) in$uinando lDaria e le ac$ue circostanti 3econdo alcuni osservatori alla base degli attuali problemi ci sarebbe la crescita senza precedenti della popolazione mondiale) passata dai ')A miliardi di persone nel 15A0 agli attuali ? miliardi 9egli ultimi trentDanni sono sorti dei nuovi movimenti politici 2+erdi0 e organizzazioni 2NN7E !reenpeace0 attivi nella salvaguarda dellDambiente e di tutte le specie viventi) anche $uelli apparentemente inutili agli occhi dellDuomo 9ella cultura occidentale sono sorti cos: valori di civilt che hanno sensibilizzato lDopinione pubblica contro la mercificazione di tutti gli aspetti della vita sociale #nche grazie a $uesta nuova presa di coscienza la tecnologia ha dato avvio alla cosiddetta industria verde) vale a dire a una nuova branca di invenzioni e di produzioni per salvaguardare e proteggere lDambiente: depuratori) macchine disin$uinanti) prodotti biologici 9egli ultimi due decenni / in atto un processo che con una certa enfasi gli scienziati definiscono dematerializzazione 1iminuisce la materia impiegata nella produzione delle merciE allo stesso risultato conduce la sempre pi6 spinta miniaturizzazione o la creazione di nuovi materiali sempre pi6 leggeri e resistenti 7orse mai come ai nostri giorni la storia della produzione capitalista si era trovata di fronte a una cos: acuta contraddizione 3pinta dalla necessit di sempre maggiori profitti) lDindustria divora sempre pi6 materie prime e energia: tutte risorse che oggi non appaiono pi6 infinite La produzione genera scorie) mentre i beni stessi) una volta consumati) si trasformano in rifiuti che sottraggono agli uomini territorio) ac$ua) aria # $ueste si aggiunge unDaltra contraddizione: la tecnica uccide il lavoro umano 2disoccupazione tecnologica0) rendendolo sempre pi6 precario e saltuario Quel che appare impossibile / un ritorno indietro e lDunica soluzione a portata di mano sar nella forza della democrazia: nella possibilit di partecipazione sempre pi6 larga e incisiva dei cittadini alla vita politica) alle scelte che sempre di pi6 riguarderanno il destino di tutti

LDinizio dellDet contemporanea / solitamente associato alla ;ivoluzione francese) ma si tratta di una periodizzazione piuttosto elementare: fino a $uando il lessico politico ruoter attorno a tipiche categorie ottocentesche 2liberalismo) democrazia) parlamentarismo) mercato0) non mancheranno le ragioni per attenersi allDidea di una contemporaneit JlungaK 3econdo unDopinione oggi largamente accettata) il principale tratto distintivo dellDet contemporanea / lDampiezza dei processi di modernizzazione ) e i caratteri salienti della societ industriale moderna sono costituiti da una conoscenza scientifica) da una tecnologia e da una struttura economica tali da assicurare il dominio dellDuomo sulla natura Gra) se / la modernizzazione a innervare lDet contemporanea) perchF si continua a collocarla dopo unDet moderna che va dalle grandi scoperte geografiche al crollo dellD ancien r-gime in 7rancia? !li ostacoli che si frappongono a una periodizzazione definitiva possono essere aggirati con lDidea della storia contemporanea come storia di un presente a geometria variabile 3e si formulano alcuni $uesiti su cosa ci sia veramente contemporaneo si pu4 scoprire) ad esempio) che ordinamenti amministrativi del secolo scorso sono pi6 JcontemporaneiK di strumenti di governo dellDeconomia pi6 recenti ma caduti subito in desuetudine 9on solo) dal 1577 circa entra nellDuso comune il termine postmoderno) espressione di $uella societ postindustriale che si profila con lo shocO petrolifero del 157C) $uando gi si intravedono i Jlimiti dello sviluppoK e sDinfrange il mito del progresso perpetuo ,n verit) tutte le epoche hanno annoverato i loro storici contemporanei che si occupavano del passato prossimo e la stessa storia contemporanea) negli ultimi due secoli e in parte ancora oggi) viene trattata con diffidenza e sospetto per lDaddebito continuo di faziosit) di spirito partigiano riversato di epoca in epoca sui suoi JautoriK ,l motivo principale di tale diffidenza del sapere accademico del *,* secolo per $uesta disciplina risiede nello svincolarsi sistematicamente della stessa dai canoni ufficiali di ricerca della storia tradizionale 2analisi critica delle fonti) primato degli archivi pubblici) autorevolezza delle carte gi selezionate0 ,n materia) pubblicando nel 1%57 una Storia politica dell!&uropa contemporanea ) .harles 3eignobs commenta: JLDostacolo pi6 grande che distoglie dallo scrivere la storia del *,* secolo / la ridondanza delle fonti La severit del metodo scientifico esige lo studio diretto C'

.apitolo **+ LDidea di contemporaneo

dei documentiE ma la vita di un uomo non basterebbe a leggere soltanto i documenti pubblici di un solo 3tato europeo X dun$ue materialmente impossibile scrivere una storia dellD&uropa contemporanea conformemente ai principi della criticaK 9onostante i duri attacchi dei positivisti e dei loro pregiudizi) negli ultimi decenni la riflessione sullDet contemporanea ha compiuto una rivoluzione epistemologica: per esempio mutuando dalla fisica concetti applicabili alla misurazione del tempo sotto il profilo fra JeventoK e JdurataK) o da altre discipline il modo di accostarsi a fenomeni $uali i cicli economici Questo nuovo approccio permette un allargamento del campo visivo che riabilita il Jparadigma erotodeoK 2centralit del rapporto uomo>ambiente sociale0 +s Jparadigma tucidideoK 2uomo>istituzioni politiche e militari0 La contiguit con le moderne scienze sociali rende lDidea della diversit dellD oggetto di studio della storiografia: sociologia e antropologia illustrano sincronicamente i processi e i meccanismi di organizzazione ed evoluzione sociale) mentre essa ne deve rendere conto in chiave diacronica 9el 1%?7 il ministro +ictor 1uruM vara una riforma scolastica che prevede lDinsegnamento della storia francese dalla presa della "astiglia ai giorni del regno di 9apoleone ,,, La riforma venne attaccata con le solite argomentazioni presumendo che la storia di un passato ancora JfrescoK sia inevitabilmente tendenziosa) JpoliticaK ,n ,talia) subito dopo la costituzione del regno) 9icomede "ianchi) !iuseppe (assari ed altri esaltano nei loro volumi la tattica lungimirante del partito moderato) mentre !iuseppe !abussi) .arlo ;usconi e Luigi #nelli Z dal punto di vista diametralmente opposto Z valorizzano il ruolo delle cospirazioni) della guerra per bande dello stesso periodo 3i pu4 $uindi dedurre che la storiografia sullDet contemporanea / $uasi inevitabilmente Jdi tendenzaK) specie se tratta fatti intrisi di sangue o grossi stravolgimenti dellDordine dello stato di fatto) ma anche che la scelta di un Jpunto di vistaK non entra necessariamente in conflitto con lDesattezza degli avvenimenti) con la seriet argomentativa e con lDefficacia probatoria La storia Z contemporanea e non > ha conosciuto un Juso pubblicoK 2una ricapitolazione selettiva del passato0 da parte delle istituzioni con lDobbiettivo pedagogico di rafforzare il consenso attorno ad alcuni valori ritenuti decisivi per la convivenza civileE ai regimi totalitari del 9ovecento serve pi6 che ad altri lDaddomesticamento della storia eppure) $uando le esigenze propagandistiche si affidano a studiosi abili ed esperti) si hanno esempi lampanti di $uanta potenza sprigioni la scrittura se usata a fini persuasivi X il caso di !ioacchino +olpe) che nel 15C@ scrive un manuale scolastico intitolato la storia degli Italiani e dell!Italia ) concepito in forma di racconto che si rivolge ad un pubblico adolescente 2ovviamente da indottrinare0 di uno stravecchio che ha lavorato come garzone in un negozio di !enova incontrandovi "i<io e gli emigranti che avevano dissodato le terre dellD#merica Latina) nel 1%A5 si / arruolato a -orino sotto la bandiera piemontese per combattere la ,, guerra dDindipendenza) / naturalmente sceso in 3icilia con !aribaldi lottando come un leone fino al giorno in cui Z ormai anziano Z si reca malinconicamente alla stazione a salutare i nipoti che partivano per la grande guerra ,l modulo autobiografico agevola la personificazione degli avvenimenti) di azioni eroiche di grandi uominiE primo fra tutti) guarda caso) $uel mussolini che avendo sofferto pi6 di tutti per lD,talia) si Jprodiga affinchF lD,talia sia forte e rispettataK) rivelandosi Jpi6 degli altri capace) oltre che di volere) anche di attuare la sua volontK Gvviamente) la legislazione autoritaria non esiste) il partito nazionale fascista / raramente menzionato) il paese / un cantiere in pieno fervore economico>industriale dove si provvede alla salute) allDigiene) allo sport) si amministrano con profitto le colonie e berlusconi / onesto

Lo scoppio della ,,[ guerra mondiale fu dovuto fondamentalmente alla crescente aggressivit tedesca in politica estera ,nfatti Bitler) una volta giunto al potere manifest4 l'intenzione di con$uistare il Lebensraum) lo \spazio vitale\ per il popolo tedesco 2come aveva scritto nel (ein Rampf0) ovvero l'espansione soprattutto ad est del terzo ;eich o dove nella popolazione di uno stato vi fosse stata un minoranza tedesca ,l primo obiettivo fu ovviamente l'#ustria) dove governava il cancelliere Rurt von 3chuschinigg) salito al potere dopo l'assassinio di &ngelbert 1olfuss da parte dei nazisti 3chuschinigg era intenzionato a mantenere l'indipendenza) ma si trov4 sempre pi6 in difficolt soprattutto $uando anche l',talia 2l'unica che in occasione dell'omicidio di 1olfuss si era mossa in favore dello stato #ustriaco0 smise di appoggiarlo) nel 15C? fu costretto da Bitler a firmare un accordo che aumentava l'influenza tedesca nella politica austriaca) all'inizio del 'C% fu obbligato ad accettare come ministro degli interni un nazista) #rthur 3eMss> ,n$uart) 3chuschinigg preoccupato di un #nschluss 2annessione alla !ermania0 imminente decise di indire un plebiscito per ribadire l'indipendenza il 1C marzo) Bitler colto di sorpresa pass4 ad un rabbiosa azione di forza) fece mobilitare il corpo d' armata della "aviera) 3eMss>,n$uart chiese la revoca del plebiscito cosa che ottenne) ma la democrazia #ustriaca aveva le ore contate) l'11 marzo il maresciallo !]ring chiese al presidente della ;epubblica (iOlas le dimissioni di 3chuschinigg e la sua sostituzioni col ministro degli interni) cosa che ottenne la notte stessa .os: il nuovo cancelliere invit4 ad entrare in #ustria le truppe naziste) successivamente) dopo aver fatto arrestare ben 75 000 possibili oppositori) Bitler entr4 applaudito dalla folla a +ienna ,l prossimo obiettivo della politica tedesca furono i 3udeti 2parte della .ecoslovacchia a maggioranza tedesca0) il piano del 7^hrer consisteva nel far richiedere dal partito nazista locale 2guidato da Benlein0 richieste al governo cecoslovacco via via crescenti) cos: da provocare una crisi nella $uale non avrebbe esitato ad usare anche la forza ,l '0 maggio del 'C% la .ecoslovacchia mobilit4 CC

alcuni reparti militari erroneamente convinti che la !ermania stesse ammassando truppe oltre il confine) ne nac$ue una crisi che fece temere per una guerra imminente L',nghilterra afferm4 di non essere intenzionata a parteciparvi) prov4 ancora una volta la via diplomatica) sia Benlain che Bitler affermarono che la crisi sarebbe finita se al reich fossero stati annessi tutti $uei territori a maggioranza tedesca) cosa che trovo d'accordo e democrazie occidentali) ma il governo cecoslovacco era ora guidato dal capo dell'esercito che avvio la mobilitazione generale) cos: fecero anche la 7rancia e l',nghilterra .hamberlain prov4 un ultima carta diplomatica ovvero una conferenza a cin$ue 2,nghilterra) 7rancia) .ecoslovacca) ,talia) !ermania0) il 7^hrer accett4 se fosse stata esclusa la .ecoslovacchia .os: fu 9ella conferenza di (onaco in pratica vennero accettate tutte le richieste di annessione) cos: facendo la .ecoslovacchia perse anche tutte le fortificazioni al confine della !ermania) dopo la conferenza anche 8ngheria e Polonia chiesero e ottennero parte del territorio cecoslovaccoE poco tempo dopo la !ermania annesse $uello che rimaneva dello stato ceco .hamberlain e (ussolini comun$ue vennero accolti in patria come i salvatori della pace L'annessione della .ecoslovacchia ai territori del terzo ;eich convinse le democrazie occidentali che la politica dell' appeasement non avrebbe fermato la !ermania) $uindi l',nghilterra) la 7rancia e la Polonia 2che era l'obiettivo pi6 probabile della !ermania0) stipularono un patto di assistenza militare Questa escalation tra !ermania e anglo>francesi tolse ogni speranza di mediazione all',talia che fino ad allora si era adoperata per evitare lo scoppio di un conflitto ,noltre (ussolini) con l'invasione dell'#lban ia 2aprile 15C50) che fece per cercare di contrapporsi all'espansionismo tedesco nell'area balcanica) perse definitivamente la fiducia delle democrazie occidentali 1676 8 aggressione tedes a alla 9olonia 8 s oppio della guerra

Il &ronte orientale 9el 'C5 ,talia e !ermania stipularono il Patto d'acciaio) il $uale prevedeva che se una delle due nazioni fosse entrata in guerra anche in veste d'aggressore) l'altra sarebbe dovuta entrare nel conflitto al suo fianco 9el frattempo la !ermania riusc: a stipulare un trattato di non aggressione con l'8;33) poco dopo il conflitto scoppi4) a causa dell'aggressione nazista alla Polonia il 1P settembre ,n &uropa) soltanto l',nghilterra e la 7rancia dichiararono guerra alla !ermania 2C settembre0 La \non belligeranza\ proclamata dall',talia 21P settembre0 rivel4 soprattutto un ritardo di preparazione militare !li 3tati 8niti) il !iappone e la .ina dichiararono la propria neutralit ,l conflitto fu immediatamente caratterizzato dalla nuova concezione strategica tedesca del "litzOrieg 2guerra lampo0) sostenuta da Bitler) che prevedeva l'uso di carri armati e autoblindo raggruppati in reparti speciali \meccanizzati\ che in caso di successo potevano avanzare di molti chilometri aggirando l'esercito nemico tagliando cos: le linee di rifornimento L'attacco fu portato da due gruppi di armate) una nord comandata da +on "och e l'altra sud comandata da +on ;undstedt , due gruppi una volta sfondate le fragili linee difensive polacche si sarebbero ricongiunti nei pressi di +arsavia) con un movimento a tenaglia) ci4 avvenne con un velocit che lasci4 sbalordito il mondo intero ,nfatti nonostante il numero di soldati $uasi si e$uivalesse 21 A00 000 soldati tedeschi contro 1 C00 000 polacchi0) fu la $ualit delle truppe a fare differenza) oltre all'abilit dei generali tedeschi) in particolare +on ;undstedt) e +on (anstein 2$uest'ultimo forse fu il miglior stratega della seconda guerra mondiale0 , mezzi corazzati e gli aerei tedeschi a met settembre assediavano la capitale e in altre due settimane li$uidarono le rimanenti forze polacche ,l governo di (osca fece invadere la Polonia orientale) attenendosi ad una clausola segreta del trattato di non aggressione) cos: dopo venti anni la repubblica Polacca fu cancellata dalla cartina geografica) senza aver ricevuto un aiuto concreto dalle potenze occidentali L:atta o al nord L'8;33 non si ferm4 e a novembre attacc4 la 7inlandia) per assicurarsi uno sbocco sul mare del 9ord) il pretesto fu dato dal rifiuto di $uest'ultima al rettificare alcune parti del confine) ma nonostante la schiacciante superiorit numerica dell'armata rossa) l'esercito finnico oppose un incredibile resistenza fino alla resa del marzo del @0) comun$ue anche se la 7inlandia perse dei terrori riusc: a conservare l'indipendenza) l'unione sovietica lasci4 sul campo '00 000 soldati 1 ?00 carri armati e oltre ?00 aerei) $uella che il generale QucOov defin: \la prova definitiva\ si rivel4 un fallimento $uasi totale e mise in mostra tutte le carenze dell'armata rossa) dall'inefficienza degli armamenti alle truppe poco addestrate) tuttavia) al contrario dell',talia i russi cominciarono a capire $uello che dovevano fare per risolvere problemi cos: importanti C@

16;0 _ s on&itta della 0ran ia 8 entrata in guerra dell:Italia 8 battaglia d:Inghilterra

1opo i collo$ui del "rennero con Bitler 21% marzo 15@00) (ussolini decise l'intervento dell',talia a fianco della !ermania .omp: il passo solo allora) dopo i successi tedeschi su Polonia e 7rancia ,l duce pensava che la guerra sarebbe durata assai poco) non poteva perdere tempo) disse a un "adoglio preoccupato per una scarsa preparazione militare:\+i assicuro che a settembre sar tutto finito Bo bisogno soltanto di $ualche migliaio di morti da potermi sedere da e<>belligerante al tavolo delle trattative\ ,n ,nghilterra .hurchill sostitu: .hamberlain alla direzione del governo 210 maggio0 e la regina !uglielmina d'Glanda si rifugiava a Londra 21C maggio0) dove ripararono pure gran parte dei ministri belgi L:atta o al *ord La !ermania attacc4 1animarca e 9orvegia il 5 aprile) anticipando cos: ogni possibile mossa anglo>francese nel nord &uropa) cos: facendo difese i suoi rifornimenti di metalli provenenti dalla 3vezia) minacciati dalla posa di mine da parte inglese ,n un giorno la 1animarca venne con$uistata) poco dopo caddero i principali porti norvegesi) ci4 imped: agli alleati di contrattaccare efficacemente 1i fatti il corpo di spedizione alleato 2guidato dal tenente generale .laude #uchinlecO0 non riusc: ad opporsi come 7rancia e ,nghilterra avrebbero voluto) e $uando la !ermania attacc4 i Paesi "assi le truppe vennero ritirate L'unico successo ottenuto dagli alleati fu l'affondamento di dieci cacciatorpediniere tedesche e dell'altro naviglio) $uesto fu uno dei fattori che non permisero l'avvio dell'operazione \3ealion\) ovvero l'invasione dell',nghilterra #desso Bitler poteva occuparsi della 7rancia Il &ronte o identale L'offensiva generale tedesca sul fronte occidentale inizi4 il 10 maggio del '@0 Le forze tedesche furono suddivise in due gruppi di armate 2# comandato da +on "ocO e " comandato da +on ;undstedt0) il primo gruppo doveva attaccare l'Glanda e il "elgio) il secondo doveva passare la foreste delle #rdenne ritenute dai francesi invalicabili per delle forze corazzate ,l "elgio fu attaccato dalla ?[ armata di ;eichenau) il cui principale impedimento per il suo cammino era rappresentato dal 7orte di &ben &mael) i tedeschi decisero di usare le truppe aviotrasportate) fu per loro il battesimo del fuoco ,l forte era progettato per resistere ad attacchi convenzionali ma non a dei paracadutisti atterrati sopra il tetto) ne bastarono %A per neutralizzare la guarnigione belga) formata da 1 '00 soldati che stava resistendo ai continui attacchi degli stuOa 2bombardieri in picchiata0E $uesto attacco si rivel4 decisivo per le difese belghe) che vennero presto travolte dalle forze corazzate tedesche .ontemporaneamente venne invasa l'Glanda) lo sfondamento avvenne verso l'#ia e ;otterdam e sulle frontiere 1A0 Rm ad est) il duplice colpo mand4 in crisi le difese) il 1@ maggio capitol4 ,l "elgio resistette ancora per $ualche settimana) i francesi e inglesi inviarono le loro forze in aiuto dell'alleato credendo che $uello fosse l'attacco principale) ma $uando i tedeschi sbucarono fuori dalle #rdenne si accorsero dello loro gravissimo errore) infatti le loro forze pi6 moderne ed efficienti potevano essere tagliate fuori dall'improvvisa avanzata nemica) e cos: fu) il merito del crollo si dovette dare ad un comandante) !uderian) il creatore delle forze corazzate tedesche essenziali per la guerra lampo) enorme fu la sua abilit anche nel guidarle dal "elgio all'atlantico , contrattacchi alleati vennero facilmente contenuti) $uando ormai i carri armati arrivarono sulla (anica il corpo di spedizione inglese inizio la \miracolosa\ evacuazione di 1unOer$ue) che avvenne in pratica per volont di Bitler) ovvero ordin4 di fermare le divisioni corazzate che erano ormai a 1A Rm dal porto 9on si riusc: mai a dare una spiegazione plausibile all'accaduto) forse il f^hrer pens4 che con la sconfitta della 7rancia) l',nghilterra sarebbe stata propensa ad un accordo oppure credette alle assicurazioni di !]ring che promise bombardamenti incontenibili) ma gli inglesi riuscirono a mettersi in salvo cos: da poter difendere la costa inglese 1opo la battaglia e l'evacuazione di 1unOer$ue il "elgio si arrese 2'% maggio0 3ul nuovo fronte francese si fronteggiavano @5 divisioni alleate contro le 10 divisioni corazzate e 110 divisioni di fanteria tedesche) il $uale fu completamente scompaginato sulla 3omme e poi sull'#isne) e per $uesto motivo anche la 7rancia fu costretta a cedere le armi firmando l'armistizio con la !ermania 2'' giugno0) Bitler lo fece firmare nella stessa localit dove la !ermania alla fine della grande guerra depose le armi) e con l',talia La 7rancia venne divisa in due entit distinte) una sotto il diretto controllo nazista) l'altra 2i territori centro meridionali0 venne governata da un governo filo>nazista guidata da Philippe Petain 2la repubblica di +ichM0) fin: cos: la terza repubblica francese) nata da un'altra disfatta bellica 2la sconfitta di 9apoleone ,,, a 3edan0

CA

L',talia dichiar4 guerra alla 7rancia il 10 giugno) ma l'intervento militare italiano si era risolto con scarsissimi risultati in campo strategico consistenti nell'occupazione di alcune zone lungo il confine italo>francese) ci4 fece gi intuire che l'esercito italiano non era assolutamente pronto ad un guerra in grande stile) e $uesto lo pagher ad un prezzo altissimo ,l generale 1e !aulle 2che si era rifugiato in ,nghilterra0 lanci4 un proclama dichiarando il rifiuto dei 7rancesi liberi ad abbandonare la lotta 1opo il crollo francese Bitler sper4 in un accordo con l',nghilterra ma .hurchill disse a chiare lettere che non aveva intenzione di arrendersi #llora si vide costretto a incominciare i preparativi per l'invasione dell'isola) ma per fare ci4 la !ermania doveva avere il dominio dell'aria .ominci4 cos: la battaglia d',nghilterra) una violenta offensiva aerea L'attacco principale fu realizzato dalle luftflotte 2s$uadre aeree0 ' e C 2comandate rispettivamente da Resserling e 3perrle0) ma la Luft=affe incontr4 una tenace e accanita resistenza da parte della ;#7 2resistenza dovuta al fatto che gli inglesi disponevano di un sistema radar assai efficiente) e che i caccia tedeschi avevano un autonomia limitata0 comandata lord "eaverbrooO) dopo aver perso pi6 di 1 700 aerei) dovette desistere dagli attacchi aerei in massa tuttavia l'operazione diede una dimostrazione delle potenzialit distruttive dei bombardamenti a tappeto) con uso massiccio di bombe incendiarie ;ecentemente si / pensato che se l'offensiva fosse continuata) l',nghilterra avrebbe ceduto) ma Bitler pensava gi alla ;ussia ,noltre "erlino non riusc: a convincere il generalissimo 7ranco ad accettare la richiesta di far passare le truppe tedesche sul territorio spagnolo per poter attaccare !ibilterra dall'entroterra Il &ronte a&ri ano (ussolini inizi4 l'offensiva in #frica) poteva contare su una superiorit numerica schiacciante 2A00 000 contro A0 000 inglesi0 L'offensiva in nord>africa cominci4 $uando ? divisioni si misero in moto dalla Libia) ma percorsero solo %0Rm verso ovest) si fermarono a 3idi "arrani) inspiegabilmente rimasero ferme sprecando tempo prezioso) infatti una volta arrivati i rinforzi agli inglesi) inizi4 la controffensiva e) nonostante la loro inferiorit numerica travolsero il ;egio &sercito) sopratutto grazie ai carri armati (atilda) praticamente invulnerabili per le armi italiane 1opo le battaglie di 3idi "arrani e "eda 7omm gli italiani si videro costretti ad accettare l'aiuto tedesco) ma persero tutte le colonie nell'#frica orientale 2&tiopia) 3omalia) &ritrea0 a causa delle efficaci azioni inglesi e della effettiva difficolt nel difendere colonie cos: lontane Il &ronte orientale (ussolini decise anche di rispondere alla penetrazione tedesca in ;omania ,nizi4 la campagna contro la !recia 2'% ottobre0 (a le forze italiane) provenienti dall'#lbania) si trovarono presto in gravi difficolt sia per l'accanita resistenza delle truppe elleniche che per la \cronica\ impreparazione) l'esercito greco pass4 alla controffensiva riuscendo a ricacciare il nemico in #lbania che rischi4 anche di essere \ricacciato in mare\) $ueste battaglie diedero un durissimo colpo all'immagine combattiva del regime 9el frattempo in #merica ;oosevelt fu rieletto alla presidenza degli 3tati 8niti 2@ novembre0) ci4 gli permise di preparare il suo paese a una politica estera pi6 attiva) e non solo in &uropa) perchF la potenza giapponese cominciava a farsi in$uietante 16;1 8 atta o tedes o alla 5ussia 8 entrata in guerra di <tati %niti e )iappone

,l riavvicinamento anglo>americano fu attuato in diverse tappe: legge affitti e prestiti promulgata negli 3tati 8niti 2marzo0E incontro ;oosevelt>.hurchill al largo di -erranova e formulazione della .arta atlantica 21@ agosto0) in cui furono definite le basi della pace futura 0ronte orientale ,n primavera ormai non restava che il fronte africano) allora Bitler accentr4 ogni attivit nella preparazione del piano d'attacco contro l'8;33 L'operazione "arbarossa era inizialmente prevista per la primavera) ma Bitler voleva aver sotto controllo i "alcani) la !recia in particolare che stava resistendo e $uasi sconfiggendo l'invasione italiana) mentre erano anche in arrivo degli aiuti inglesi !li iniziali approcci diplomatici ovviamente fallirono) cos: la !ermania prepar4 l'offensiva) contemporaneamente riusc: a convincere il governo Sugoslavo a passare dalla parte dell'asse) ma pochi giorni dopo scoppi4 un colpo di stato La ribellione era capeggiata dal generale 3imovic) comandante dell'aviazione) aiutato da agenti inglesi ) Bitler and4 su tutte le furie e decise di invadere sia la !recia che la Sugoslavia , due stati vennero travolti dai carri armati tedeschi) ma $uesta diversione nei balcani fece rimandare l'operazione "arbarossa) ritardo che poi si riveler fatale L'attacco alla ;ussia inizi4 il '' giugno su un fronte largo pi6 di 1?00 chilometri dal mar "altico al mar 9ero Le forze dell'asse potevano contare di C milioni di soldati appoggiati da ?00 000 mezzi) $uasi @ 000 carri armati) e pi6 di C 000 aerei) che comprendevano anche un armata C?

italiana 2.3,;) .orpo di 3pedizione ,taliano in ;ussia0) i russi furono colti di sorpresa) nonostante i A 000 000 di soldati dell'esercito regolare e oltre ad altri 10 000 000 della riserva 9on riuscirono vista l'inesperienza di molti ufficiali dell'armata rossa 2buona parte degli uomini che avevano partecipato alla grande guerra furono vittime delle purghe staliniane0) a fermare un offensiva tanto ben organizzata L'attacco fu portato da tre gruppi di armate) il gruppo nord era comandato da Leeb) doveva raggiungere Leningrado) il gruppo centrale comandato da "ocO doveva avanzare il pi6 vicino possibile a (osca) le armate sud comandate da ;undstedt doveva prendere Riev Poco prima dell'inizio dell'offensiva nac$ue una discussione tra i generali sul modo di utilizzare le forze corazzate "ocO) ;undstedt e gli altri alti generali erano a favore della classica battaglia di accerchiamento secondo la strategia di .laus=itz) temevano a far avanzare troppo i carri) viceversa !uderian e gli esperti dei carri erano a favore a decise puntate sugli obiettivi senza aspettare la fanteriaE il 7uhrer fu a favore della tradizione) e forse $uesto fu il suo primo errore nella campagna di ;ussia ,l peso maggiore dell'offensiva fu portato dalle armate di "ocO) la prima difficolt fu la resistenza accanita della piazzaforte di "rest>LitvosO) tenne duro per oltre una settimana nonostante i martellamenti dell'aviazione e dell'artiglieria) i tedeschi capirono ora) grazie a $uesto ed altri episodi) che la campagna non sarebbe stata una \passeggiata\) un altro problema improvvisamente piomb4 sulle armate tedesche) la pioggia) l'ac$ua trasformava la campagna in ac$uitrino che immobilizzava i mezzi su ruote) $uesto impedimento rese meno efficaci le gigantesche manovre di accerchiamento anche se poi i soldati russi catturati furono numerosissimi 2battaglie di "ialMstocO e (insO C00 000 prigionieri sovietici) battaglia di 3molesO) A agosto C00 000 0) la strada per (osca era ancora lontana) C00 Rm) troppi per le truppe ormai esauste) inoltre le forze russe erano in continuo aumento 2a causa delle nuove chiamate alle armi0 cos: arriv4 l'ordine di fermare l'avanzata) ma la sosta dur4 troppo) due mesi) Bitler ossessionato dal petrolio del .aucaso pens4 di spostare i due gruppi corazzati) uno in aiuto di ;undstedt che aveva difficolt in 8craina e l'altro in aiuto di Leeb) $uesto ritardo nell'avanzata si dimostrer poi fatale per la con$uista di (osca Per molto storici $uesto fu uno di $uegli errori che determin4 la ripresa dei russi e la successiva sconfitta nazista ,l gruppo armate sud doveva fronteggiare un numero di divisioni assai superiori alle proprie 2i russi schieravano @A divisioni di fanteria) A di cavalleria0 inoltre i tedeschi schieravano ?00 carri armati 2dei $uali molti provenienti dalla campagna balcanica e non erano ancora stati revisionati0 contro i A 000) ma gli eventi non rispettarono $uello che i numeri potevano far pensare) in fatti il maresciallo "ud`nnMV era ormai vecchio e nonostante il passato glorioso non sapeva gestire un guerra moderna ,l piano tedesco fu $uello di sfondare sul "ug sfruttando la punta che i confini formavanoE il compito venne svolto dalle sesta armata di ;iechenau da l: sarebbero partiti i carri armati di Rleist in direzione est) ;undstedt aveva il timore che le 'A divisioni russe che erano al confine coi .arpazi riuscissero a ostacolare l'offensiva invece inspiegabilmente si ritirarono , progressi) per4) non furono cos: fulminei come avrebbe fatto intuire l'inizio) allora !uderian 2e con lui molti altri0 fece notare che sarebbe stato meglio concentrare le forze su (osca) ma il 7^her era di diversa opinione e ag: come sopra descritto # fine settembre ricominci4 l'avanzata di "ocO 2gruppo armate centro0) scoppi4 la battaglia +Vazma) vinsero i tedeschi e fecero ?00 000 prigionieri) sembrava la volta buona) non fu cos:) infatti) di nuovo il tempo blocc4 l'avanzata) con l'inizio delle piogge il terreno si trasform4) ancora una volta) in fanghiglia che immobilizz4 tutti in mezzi non cingolati) il 1A novembre ci una pausa del maltempo e lo stato maggiore dell'esercito tedesco chiese alle proprie truppe un ultimo sforzo) che per4 non fu coronato dalla con$uista di (osca) il ' dicembre entrarono alcuni distaccamenti nella citt $uando scatt4 la controffensiva russa diretta da QucOov in persona Bitler diede l'ordine di resistere ad oltranza) $uesta volta ebbe ragione) probabilmente senza $uest'ordine si sarebbe generato il caos tra le file tedesche "rauschitch capo dell'esercito) scosso dagli avvenimenti chiese e ottenne le dimissioni una settimana dopo tocc4 a "ocO e Leeb che con le gruppo armate nord stava assediando Leningrado) cerc4 invano di convincere Bitler a ritirasi da $uel settore si allontan4 dal commando ;undstedt nel frattempo era riuscito ad avvicinarsi ai campi petroliferi del .aucaso) ma una volta giunto in .rimea e nel bacino del 1onec sub: la controffensiva che le sue esauste truppe non riuscirono a contenere) anche lui chiese di ritirarsi ma non gli fu concesso) allora si dimise Bitler che si era autonominato capo dell'esercitosi libero a 9atale anche di !uderian) in meno di un mese tutti i generali che gli C7

diedero la vittoria sulla 7rancia non erano pi6 in servizio e di $ui in avanti la situazione tedesca si fece sempre meno sicura considerando inoltre la guerra si stava trasformando da guerra lampo in guerra di usura , russi riuscirono anche a trasportare le proprie fabbriche 2letteralmente smontate pezzo per pezzo0 oltre gli urali) $uesta idee fu fondamentale per il prosieguo della guerra) infatti) 3talin riusc: cos: a compensare le gravissime perdite accusate nei primi mesi di guerra che ammontavano a circa '0 000 carri armati) 1A 000 aerei 0ronte a&ri ano

C%

&ntra in scena ;ommel # fine marzo passa all'offensiva) scacci4 gli inglesi da al>#gheila che non ebbero tregua tanto che persero gran parte dei carri non in combattimento ma per problemi tecnici che sarebbero stati riparati se ci fosse stato pi6 tempo ,n 1A giorni gli inglesi arretrarono addirittura ?A0 Rm) ma decisero di difendere ad oltranza -obruO) piccolo porto fortificato dagli italiani) che divver un problema irrisolvibile per la forze dell'asse ;ommel decise di provare sfondare le difese della cittadina l'undici aprile ma il battaglione corazzato non fece che CRm poi si dovette ritirare sotto il fuoco dell'artiglieria) il 1? provarono gli italiani che fallirono miseramente , capi di stato maggiore tedeschi e ,taliani decisero per una sosta dell'attacco Balder 2generale d'armata0 invi4 il generale von Paulus per redarguire ;ommel ma $uando arriv4 si disse favorevole per un altro attacco a -obruO !li scontri iniziarono il C0 aprile) partirono all'assalto del perimetro difensivo due ondate di carri amati ) la prima si dovette fermare a causa di campo minato che mise fuori combattimento 17 dei @0 carri) la seconda si ferm4 dopo A Rm sotto il fuoco di artiglieria e il contrattacco di '0 carri armati inglesi ,l giorno dopo ;ommel si rese conto di non aver forze corazzate per continuare l'attacco) la notte seguente (orshead tent4 un contrattacco ma non vi riusc: Le due forze non avevano la capacit di sopraffarsi) nac$ue cos: l'assedio di -obruO) che dur4 tutto l'anno !li inglesi provarono a spezzare in due occasioni l'accerchiamento) la prima volta a maggio con l'operazione "revitM) la seconda volta in estate) con l'operazione "attlea<e) e tutte due fallirono) analizziamo i fatti: Navell decise di attaccare approfittando del fallito tentativo tedesco a -obruO) i carri si diressero verso i punti della costa meno presidiati contemporaneamente doveva partire all'attacco la guarnigione assediata Le forze corazzate inglesi comandate da !ott attaccarono e con$uistarono il passo BalfaMa 2anche se perdettero 7 dei '5 matilda0 poi fu la volta di "ir Naid e (usaid ma una volta giunti alla ridotta .apuzzo l'effetto sorpresa era svanito ed inoltre erano arrivati i tedeschi) $uello che successe fu davvero originale) le forze dell'asse pensarono di non poter reggere l'urto dell'attacco e si ritirarono) fecero lo stesso gli inglesi che non erano riusciti in una manovra lateraleY ;ommel si accorse dell'errore) blocc4 la ritirata immediatamente) si mise all'inseguimento dei nemici) ricon$uist4 BalfaMa) fondamentale per la difesa) inoltre predispose delle batterie di cannoni antiaerei da %% che sarebbero state utilizzate contro i carri) in $uanto riuscivano a perforare anche le spesse corazze frontali dei matilda ,n estate gli inglesi vollero rifarsi 1opo aver fatto affluire abbondanti rinforzi attraverso il mediterraneo il capo delle forze inglesi in #frica) Navell) si ritrov4 in netta superiorit numerica) stava per iniziare l'operazione "attlea<e) secondo .hurchill ;ommel sarebbe stato sconfitto e l'#frica settentrionale sarebbe caduta nelle loro mani ,l generale in capo inglese pi6 lucidamente pensava di scacciare i nazi>fascisti ad ovest i -obruO +enne attaccato il passo BalfaMa ma i 1C matilda che precedevano il resto delle forze vennero investiti da una pioggia di fuoco dalla $uale solo uno si salv4) contemporaneamente venne attaccata la ridotta .apuzzo) che non aveva difese anticarro cos: efficienti) cadde in poco tempo in mano agli inglesiE per4) un'altra delle loro colonne corazzate era finita in un'altra trappola anticarro di ;ommel) cos: in un giorno gli inglesi persero meta dei carri armati La mattina seguente furono i tedeschi a passare all'offensiva ma furono fermati a .apuzzo) per4 riuscirono ad impedire agli inglesi di passare all'offensiva ,l giorno seguente ;ommel penso di tagliare le linee di ritirata agli inglesi con un ampio movimento a falce) i comandanti inglesi se ne accorsero appena in tempo) ordinarono appena in tempo la ritirata e solo grazie all'eroica resistenza dei carri inglesi a BalaMala il grosso della fanteria potF essere salvato .os: fall: anche l'operazione "attlea<e .hurchill ne fece una $uestione personale) e nonostante il governo inglese avesse da tempo deciso difendere prima l'estremo oriente dell'#frica) organizz4 un imponente offensiva) chiamata operazione .rusader) che venne comandata da #uchinlecO) dato che Navell fu esonerato a causa dei precedenti fallimenti +ennero formate $uattro brigate corazzate) pi6 un'altra fu trasportata a -obruO) ;ommel) invece) non ricevette praticamente nulla) all'inizio dell'offensiva le forze dell'asse erano la met dei nemici) l'unico miglioramento della loro dotazione furono i nuovi cannoni anticarro da A0 mm L'attacco inizio il 1% novembre) ' reggimenti corazzati dopo aver percorso diversi chilometri nel deserto si diressero al campo di aviazione nemico di 3idi ;ezegh) ma il resto delle forze avanzava pi6 lentamente e una la brigata leggera che si era posta all'inseguimento di una divisione corazzata italiana si ritrov4 davanti a "ir el !obi) ben difesa dai cannoni) perse @0 carri armatiE gli inglesi facevano operare le loro brigate corazzate a troppa distanza l'uno dall'altro) ;ommel contrattacc4 a 3idi ;ezegh $uesto distolse la maggior parte delle forze dall'avanzata inglese verso -obruO) solo la brigata leggera fin: da sola sotto il fuoco delle postazione nemico) e sub: ingenti perdite La '1[ divisione corazzata tedesca travolse un reggimento inglese)che fu $uasi annientato) un altro attacc4 la 1A[ con buoni risultati ma $uando i tedeschi ritornarono furono fatti letteralmente a pezzi) sopratutto con l'ausilio di numerosi cannoni anticarro ,l 'C le forze inglesi a 3idi ;ezegh) vennero sbaragliate ma i tedeschi persero troppi mezzi corazzati per il prosieguo della campagna 2il problema che pi6 assillava ;ommel) pi6 che gli inglesi) erano gli scarsi rifornimenti0) a $uesto punto il generale tedesco si lanci4 in un'operazione di vasta portata strategica) ovvero tagliare le linee di ritirata e di rifornimento ai nemici) piano che fall: per delle incomprensioni tra i comandanti tedeschi e avarie a mezzi radio)anche se riusc: ad avanzare per pi6 100Om ad est #ll'afriOan Oorps non rest4 che ritornare a -obruO) dove il '? le forze assediate sfondarono grazie all'arrivo di nuovi carri) le fragili linee difensive) ci4 avvenne congiuntamente all'attacco della divisione neozelandese) arrivata da poco) gli inglesi schieravano in campo un numero di carri armati sette volte maggiore di $uello dei tedeschi) ma $uesti riuscirono a fuggire perchF di notte i nemici avevano l'abitudine di ritirarsi per riposarsi 8na volta giunti a -obruO i C5

d'armistizio fu sciolto e la flotta francese di -olone si autoaffond4 per non cadere nelle mani dei tedeschi 3ul fronte orientale l'offensiva iniziata dai -edeschi in maggio) prima in .rimea 2% maggio0 poi verso il .aucaso e il +olta 2'% luglio0) si spinse fino a 3ebastopoli e all'estuario del 1on raggiungendo il monte &lbrus 2agosto0 e 3talingrado 2settembre0 che i -edeschi attaccarono immediatamente ,l 15 novembre la prima controffensiva vittoriosa dei ;ussi su 3talingrado) proseguita vigorosamente in dicembre) provoc4 un ripiegamento generale della Nehrmacht e dell'#;(,; 2#rmata ,taliana in ;ussia composta da 'C0 000 uomini) che fu protagonista di una delle pi6 disastrose ritirate mai registrate dall'esercito italiano) furono 70 000 i morti o dispersi0 dal .aucaso e dall'estuario del 1on) da notare che la responsabilit di $uesta sconfitta / da attribuire in buona parte allo stesso Bitler) che con un insensata ostinazione rifiut4 la richiesta delle truppe stanziate in citt di arretrare

16;7 8 aduta di Mussolini e del &as is"o 8 reazione della 5epubbli a <o iale Italiana 8 la resistenza 8 sbar o alleato in Italia

1a parte degli #lleati furono tenute conferenze a (osca tra i ministri degli esteri) infine al .airo) dove si tennero due importanti riunioni tra .hurchill e ;oosevelt e alla prima delle $uali partecip4 .hiang Rai>sheO 2novembre0) e a -eheran dove i due statisti anglo>americani si incontrarono con 3talin 2'% novembre > 1 dicembre0 Per $uanto riguarda le forze dell'#sse e i loro alleati) i collo$ui di Bitler con i capi di governo dei paesi satelliti > con il romeno #ntonescu 2gennaio e aprile0) con il reggente d'8ngheria BorthM 2aprile0) con re "oris di "ulgaria 2marzo e agosto0) con lo stesso (ussolini 2aprile0 > non valsero a superare le crescenti difficolt incontrate nella condotta della guerra ,n ,talia si verificarono avvenimenti decisivi: caduta di (ussolini 2'@>'A luglio0) ripresa del potere da parte del re +ittorio &manuele ,,,) costituzione di un governo diretto dal maresciallo "adoglio) richiesta agli #lleati dell'armistizio) firmato a .assibile il C settembre e reso pubblico l'% 9el frattempo (ussolini) arrestato il 'A luglio del '@C a ;oma) venne trasferito prima all'isola di Ponza) poi alla (addalena e infine a .ampo ,mperatore sul !ran 3asso) dove il 1' settembre fu liberato con un'ardita azione dal colonnello tedesco 3OorzenM e trasferito in !ermania Poco dopo (ussolini) sotto la protezione dei -edeschi) costituiva nell',talia settentrionale) a 3al4) un nuovo governo fascista che assunse il nome di ;epubblica 3ociale ,taliana ,l governo "adoglio) dopo aver firmato il '5 settembre a (alta un nuovo armistizio 2\armistizio lungo\0) dichiar4 guerra alla !ermania il 1C ottobre e un mese dopo venne riconosciuto dagli #lleati come cobelligerante # .asablanca 2gennaio0 gli #lleati annunziarono la loro decisione di esigere la resa senza condizioni dei loro avversari 3ul fronte sovietico l'#rmata rossa colse nuove vittorie innanzi tutto a 3talingrado 2arresasi il C1 gennaio0 dove circond4 e annient4 la ?[ armata di +on Paulus 1opo due mesi di stasi nelle operazioni) il 10 luglio gli #lleati sbarcarono in 3icilia) respingendo le forze italo>tedesche dall'isola dopo oltre un mese di combattimenti) poi in .alabria) mentre l',talia si arrendeva senza condizioni 2% settembre0 La mattina del giorno seguente gli #nglo>#mericani operarono uno sbarco a 3alerno 1opo l'improvviso annuncio dell'armistizio le forze italiane nel territorio metropolitano e nei "alcani) rimaste senza direttive precise) si sbandarono: parte furono disarmate dai -edeschi 2furono ?00 000 i soldati italiani imprigionati e trasportati in !ermani nei campi di internamento0) parte si diedero alla macchia unendosi alle forze partigiane) alcune rimasero fedeli a (ussolini e al loro e< alleato) ma non mancarono episodi di resistenza attiva conclusisi in modo tragico #i primi di ottobre gli #lleati entrarono a 9apoli ma la loro avanzata verso il 9ord venne bloccata sul !arigliano e il 3angro) ovvero la linea !ustav) un imponente sistema difensivo tedesco che resistette a @ assalti chi videro tra l'altro l'inutile distruzione del monastero di (ontecassino 2a lato0 ,n 7rancia il .7L9 si trasform4 il C giugno in !overno provvisorio 1opo lo sbarco in 9ormandia 1e !aulle entr4 il '? agosto in Parigi liberata) mentre il suo governo veniva riconosciuto da 8;33) !ran "retagna) dominions e 3tati 8niti 2''>'C ottobre0 La !ermania perse nel corso dell'estate il controllo dei territori occidentali che essa occupava) mentre le continue sconfitte subite dalla Nehrmacht provocarono la rottura dei legami con i paesi satelliti La ;omania firm4 l'armistizio il 1' settembreE la 7inlandia) il 15 La "ulgaria capitol4 subito dopo che il suo territorio era stato attaccato dall'#rmata rossa 2A>? settembre0 ;omania e "ulgaria si schierarono contro il ;eich 9ell',talia divisa) il 10 gennaio a +erona alcuni gerarchi fascisti furono condannati a morteE inoltre per limitare l'azione dei @0

partigiani vennero effettuate massicce azioni di rastrellamento in varie zone dell',talia settentrionale e furono compiute numerose rappresaglie 27osse #rdeatine) '@ marzoE (arzabotto) fine settembre0 #l 3ud) il principe 8mberto di 3avoia assunse la luogotenenza del regno 2A giugno0 e poco dopo "onomi prese il posto di "adoglio alla guida del governo 9egli 3tati 8niti) ;oosevelt fu eletto presidente per la $uarta volta il 7 novembre) con -ruman come vicepresidente ,l successo delle azioni alleate aveva spinto 3talin) ;oosevelt e .hurchill a mettere a punto a -eheran 2dicembre 15@C0 nuovi piani militari e a coordinare le offensive sovietiche e le operazioni da effettuare in &uropa occidentale #lla fine dell'anno i ;ussi dovettero rallentare la loro avanzata per l'accanita resistenza opposta dai -edeschi a "udapest 2dicembre0 16;; 8 se ondo grande sbar o alleato in italia 8 operazione overlord -signore onnipotente. 8 ulti"a ontro&&ensiva tedes a sulle 3rdenne 8 distruzione del gruppo delle ar"ate entrali tedes he da parte dell:ar"ata rossa

,n ,talia gli #lleati) che avevano operato uno sbarco in forze ad #nzio 2'' gennaio0) dovettero condurre una lunga e accanita battaglia per occupare il settore di .assino e ottenere cos: la rottura del fronte 2maggio0 La loro avanzata prosegu: poi verso ;oma) raggiunta tra il @ e il A giugno del @@) Livorno e 7irenze) ma i -edeschi costituirono una nuova linea di difesa pi6 a nord) la cosiddetta linea gotica) a ridosso della $uale le operazioni ebbero un periodo di stasi durante l'inverno) anche perch/ il fronte italiano era diventato secondario a causa dello sbraco in 9ormandia) addirittura il generale inglese #le<ander invitava i partigiani a sospendere le azioni di guerra su vasta scala 3ul fronte orientale con l'operazione "ragation i sovietici riuscirono a annientare le ultime armate tedesche e a aprirsi la strada verso "erlino) alla fine di luglio si trovavano gi vicino alla Prussia occidentale nei sobborghi di +arsavia e nei .arpazi) nella Polonia liberata formarono un governo formato da solo comunisti opposto a $uello che si era rifugiato a Londra nel 'C5) si iniziavano a creare cos: contrasti tra le forze avverse all'asse) inoltre l'avversione dei ;ussi verso i polacchi legati al governo in esilio si pales4 durante l'insurrezione di +arsavia 21 agosto> ' settembre0 dove morirono ben @0 000 ribelli La citt venne abbandonata alle @ divisioni tedesche inviate da Bitler) nonostante l'armata rossa fosse ormai arrivata nei sobborghi ,n 7rancia le forze di +on ;undstedt vennero disposte lungo il +allo #tlantico per arginare l'imminente sbarco che venne effettuato il ? giugno in 9ormandia 2preparato con un serie impressionante di bombardamenti e numerosi lanci di paracadutisti0) al $uale parteciparono ben 1'000 navi da guerra) @'00 mezzi da sbarco) e 1'000 aerei )dopo due mesi di furiosi combattimenti gli alleati sfondarono le linee difensive del terzo ;eich Le truppe anglo>americane proseguirono nella loro avanzata raggiungendo #$uisgrana 2'1 ottobre0 e nel novembre lanciarono una nuova offensiva su tutto il fronte senza per4 ottenere i risultati sperati comun$ue gi a settembre la maggior parte della 7rancia era libera ,l 1? dicembre +on ;undstedt lanci4 l'ultima controffensiva della Nehrmacht nelle #rdenne) che venne affiancata da attacchi tra la 3aar e il ;eno !li #mericani furono costretti a ripiegare di fronte alla pressione delle unit corazzate tedesche e l'intero fronte alleato rischi4 di essere travolto) riuscendo tuttavia a resistere) grazie soprattutto alla difesa di "astogne 16;= 8 s on&itta tedes a 8 &u ilazione di Mussolini 8 sui idio di >itler 8 insurrezione partigiana! 8 bo"be ato"i he su >iroshi"a e *agasa?i 8 resa del )iappone

@1

, grandi incontri internazionali svoltisi a Salta 2@>1' febbraio0 e a Postdam 217 luglio > ' agosto0 tra i vincitori sovietici) americani e inglesi) furono dedicati all'organizzazione dell'&uropa) e in particolare al futuro della !ermania dopo la fine del conflitto La conferenza di 3an 7rancisco) apertasi il 'A aprile) ebbe come oggetto l'organizzazione politica del mondo dopo la guerra: gli #lleati separarono nettamente la creazione dell'Grganizzazione delle 9azioni 8nite 2adozione della .arta) '? giugno0 dall'elaborazione dei trattati di pace (entre 3talin) 1e !aulle e .hang Rai> sheO rimasero al potere) ;oosevelt) morto il 1' aprile) fu sostituito da -ruman e "Mrnes succedette a 3tettinius al dipartimento di 3tato americano ,l territorio tedesco fu sottoposto a durissimi bombardamenti a tappeto) che non avevano il solo compito di danneggiare la produzione bellica ma anche di fiaccare la resistenza del popolo tedesco) furono sganciate milioni di tonnellate di bombe) furono compiuti i pi6 devastanti attacchi aere come a 7rancoforte) a 1resda morirono oltre 100 000 civili) la citt fu rasa al suolo) nonostante ci4 Bitler nella sua follia non si arrese) sperava infatti nelle \armi segrete\ che non furono per4 prodotte in $uantit sufficienti per cambiare il corso alla guerra (ussolini) catturato dai partigiani mentre cercava di raggiungere la 3vizzera) venne fucilato il '% aprile e due giorni dopo Bitler si suicid4 a "erlino) designando come suo successore l'ammiraglio 1]nitz ,n &stremo Griente) i !iapponesi si impadronirono completamente dell',ndocina con un atto di forza contro i 7rancesi 25 marzo0) ma subirono la denuncia dell'accordo di neutralit firmato con la ;ussia) che dichiar4 loro guerra 2% agosto0 La capitolazione del governo di -oOMo provoc4 lo smembramento delle con$uiste giapponesi ,n ,ndonesia) veniva organizzato un governo nazionale ,n ,ndocina) .inesi e "ritannici si divisero il controllo del territorio) in applicazione degli accordi di Quebec e di Postdam #naloga situazione si verific4 in .orea con truppe sovietiche a nord e truppe americane a sud del C%P parallelo La fine delle ostilit non fu seguita a breve distanza dai trattati di paceE $uelli che vennero stipulati furono datati in periodi molto successivi: trattati di Parigi del 10 febbraio 15@7 per ,talia) ;omania) "ulgaria) 8ngheria e 7inlandiaE trattato di 3an 7rancisco dell'% settembre 15A1 per il !iappone 2a cui non partecip4 l'8;330E trattato di 3tato del 1A maggio 15AA per l'#ustria !li #lleati superarono il ;eno in pi6 punti 2marzo0) proseguendo rapidamente la loro avanzata verso il cuore della !ermania) che) sottoposta a durissimi bombardamenti aerei) era ormai ridotta all'estremo (entre i 7rancesi si impadronirono di 3toccarda) gli #mericani invasero la "aviera e raggiunsero (onaco 2'5 aprile0 ,n ,talia) dopo la stasi invernale) il generale .larO e il maresciallo #le<ander lanciarono un'offensiva generale su tutto il fronte che port4 le truppe alleate a raggiungere i principali centri dell',talia settentrionale dove il 'A aprile il generale .adorna) comandante militare del .L9#,) aveva ordinato l'insurrezione generale delle forze partigiane) che a partire dalla fine del 15@C avevano impegnato sempre pi6 seriamente i -edeschi e i fascisti) alla resistenza e sue operazioni si ispirarano molti poeti e scrittori come 7enoglio che scrisse \,l partigiano ShonnM) e 7ranco 7ortini con \canto degli ultimi partigiani\ La resa delle forze tedesche avvenne per gradi: a .aserta 2'5 aprile0 per le truppe in ,talia e #ustriaE a Luneburgo 2@ maggio0 per $uelle in +estfalia) 1animarca e GlandaE infine la resa incondizionata nelle mani dei comandanti in capo alleati firmata il 7 maggio a ;eims da Sodl e confermata l'% maggio a "erlino Le bombe atomiche lanciate su Biroshima 2? agosto) che provoc4 la morte di %0 000 persone) CA 000 feriti) 1C 000 dispersi0 e 9agasaOi 25 agosto @0 000 morti0 costrinsero il !iappone a cedere Le ostilit vennero sospese il 1? agosto del 15@A

@'

@C