Sei sulla pagina 1di 3

I SETTE DONI DELLO SPIRITO SANTO NEL SACRAMENTO DELLA CRESIMA

di Benedetto XVI
Discorso di Benedetto XVI nellincontro con i ragazzi e le ragazze della cresima allo Stadio "Meazza" a San Siro del 2 Giugno 2012 Avete imparato a riconoscere le cose stupende che lo Spirito Santo ha fatto e fa nella vostra vita e in tutti coloro che dicono s al Vangelo di Ges Cristo. Avete scoperto il grande valore del Battesimo, il primo dei Sacramenti, la porta d ingresso alla vita cristiana. Voi lo avete ricevuto grazie ai vostri genitori, che insieme ai padrini, a nome vostro, hanno professato il Credo e si sono impegnati a educarvi nella fede. uesta ! stata per voi " come anche per me, tanto tempo fa# " una grazia immensa. $a %uel momento, rinati dall&ac%ua e dallo Spirito Santo, siete entrati a far parte della famiglia dei figli di $io, siete diventati cristiani, mem'ri della Chiesa. (ra siete cresciuti, e potete voi stessi dire il vostro personale s a $io, un s li'ero e consapevole. )l sacramento della Cresima conferma il *attesimo ed effonde su di voi con a''ondanza lo Spirito Santo. Voi stessi ora, pieni di gratitudine, avete la possi'ilit+ di accogliere i suoi grandi doni che vi aiutano, nel cammino della vita, a diventare testimoni fedeli e coraggiosi di Ges. I doni dello Spirito sono realt! st"pende, c#e vi permettono di $ormarvi come cristiani, di vivere il Vangelo e di essere mem'ri attivi della comunit+. ,icordo 'revemente %uesti doni, dei %uali gi+ ci parla il profeta )saia e poi Ges" il primo dono ! la sapienza, c#e vi $a scoprire %"anto & '"ono e grande il Signore e, come dice la parola, rende la vostra vita piena di sapore, perch. siate, come diceva Ges, sale della terra/ " poi il dono dell&intelletto, cos che possiate comprendere in profondit+ la Parola di Dio e la verit! della $ede/ " %uindi il dono del consiglio, che vi guider+ alla scoperta del progetto di Dio s"lla vostra vita, vita di ognuno di voi/ " il dono della fortezza, per vincere le tenta(ioni del male e $are sempre il 'ene, anche %uando costa sacrificio/

" viene poi il dono della scienza, non scienza nel senso tecnico, come ! insegnata all&0niversit+, ma scien(a nel senso pi) pro$ondo c#e insegna a trovare nel creato i segni, le impronte di Dio, a capire come Dio parla in ogni tempo e parla a me , e ad animare con il Vangelo il lavoro di ogni giorno/ capire che c&! una profondit+ e capire %uesta profondit+ e cos dare sapore al lavoro, anche %uello difficile/ " un altro dono ! %uello della piet , che tiene viva nel cuore la $iamma dell amore per il nostro Padre c#e & nei cieli, in modo da pregar1o ogni giorno con fiducia e tenerezza di figli amati/ di non dimenticare la realt+ fondamentale del mondo e della mia vita- che c&! $io e che $io mi conosce e aspetta la mia risposta al suo progetto/ " e finalmente il settimo e ultimo dono ! il timore di Dio " a''iamo parlato prima della paura "/ timore di Dio non indica pa"ra, ma sentire per L"i "n pro$ondo rispetto, il rispetto della volont! di Dio c#e & il vero disegno della mia vita ed & la strada attraverso la %"ale la vita personale e com"nitaria p"* essere '"ona/ e oggi, con tutte le crisi che vi sono nel mondo, vediamo come sia importante che ognuno rispetti %uesta volont+ di $io impressa nei nostri cuori e secondo la %uale do''iamo vivere/ e cos %uesto timore di $io ! desiderio di fare il 'ene, di fare la verit+, di fare la volont+ di $io. Cari ragazzi e ragazze, tutta la vita cristiana ! un cammino, ! come percorrere "n sentiero c#e sale s" "n monte + %"indi non & sempre $acile, ma salire s" "n monte & "na cosa 'ellissima + in compagnia di ,es)/ con %uesti doni preziosi la vostra amicizia con 1ui diventer+ ancora pi vera e pi stretta. 2ssa si alimenta continuamente con il sacramento dell&2ucaristia, nel %uale riceviamo il suo Corpo e il suo Sangue. 3er %uesto vi invito a partecipare sempre con gioia e fedelt+ alla 4essa domenicale, %uando tutta la comunit+ si riunisce insieme a pregare, ad ascoltare la 3arola di $io e prendere parte al Sacrificio eucaristico. E accostatevi anc#e al Sacramento della Peniten(a, alla Con$essione- & "n incontro con ,es) c#e perdona i nostri peccati e ci ai"ta a compiere il 'ene/ ricevere il dono, ricominciare di nuovo ! un grande dono nella vita, sapere che sono li'ero, che posso ricominciare, che tutto ! perdonato. Non manc#i poi la vostra preg#iera personale di ogni giorno. )mparate a dialogare con il Signore, confidatevi con 1ui, ditegli le gioie e le preoccupazioni, e chiedete luce e sostegno per il vostro cammino. Cari amici, voi siete fortunati perch. nelle vostre parrocchie ci sono gli oratori, un grande dono della $iocesi di 4ilano. L oratorio, come dice la parola, & "n l"ogo dove si prega, ma anc#e dove si sta insieme nella gioia della $ede, si fa catechesi, si gioca, si organizzano attivit+ di servizio e di altro genere, si impara a vivere, direi. Siate fre%uentatori assidui del vostro oratorio, per maturare sempre pi nella conoscenza e nella se%uela del Signore#

."esti sette doni dello Spirito Santo crescono proprio in %"esta com"nit! dove si esercita la vita nella verit!, con Dio. )n famiglia, siate o''edienti ai genitori, ascoltate le indicazioni che vi danno, per crescere come Ges in sapienza, et+ e grazia davanti a $io e agli uomini 5!c 6,78976:. In$ine, non siate pigri, ma raga((i e giovani impegnati, in particolare nello st"dio, in vista della vita $"t"ra- & il vostro dovere %"otidiano e "na grande opport"nit! c#e avete per crescere e per preparare il $"t"ro. Siate disponi'ili e generosi verso gli altri, vincendo la tentazione di mettere al centro voi stessi, perch. l&egoismo ! nemico della vera gioia. Se gustate adesso la 'ellezza di far parte della comunit+ di Ges, potrete anche voi dare il vostro contri'uto per farla crescere e saprete invitare gli altri a farne parte. 3ermettetemi anche di dirvi che il Signore ogni giorno, anche oggi, %ui, vi chiama a cose grandi. Siate aperti a %uello che vi suggerisce e se vi chiama a seguirlo sulla via del sacerdozio o della vita consacrata, non ditegli di no# Sare''e una pigrizia s'agliata# Ges vi riempir+ il cuore per tutta la vita# Cari ragazzi, care ragazze, vi dico con forza- tendete ad alti ideali- tutti possono arrivare ad una alta misura, non solo alcuni# Siate santi# 4a ! possi'ile essere santi alla vostra et+; Vi rispondo- certamente# Lo dice anc#e sant Am'rogio, grande Santo della vostra Citt!, in "na s"a opera, dove scrive- /Ogni et! & mat"ra per Cristo0 1De virginitate, 234. 2 soprattutto lo dimostra la testimonianza di tanti Santi vostri coetanei, come $omenico Savio, o 4aria Goretti. 1a santit+ ! la via normale del cristiano- non ! riservata a pochi eletti, ma ! aperta a tutti. <aturalmente, con la luce e la forza dello Spirito Santo, che non ci mancher+ se estendiamo le nostre mani e apriamo il nostro cuore# 2 con la guida di nostra 4adre. Chi ! nostra 4adre; 2& la 4adre di Ges, 4aria. A lei Ges ci ha affidati tutti, prima di morire sulla croce. 1a Vergine 4aria custodisca allora sempre la 'ellezza del vostro s a Ges, suo =iglio, il grande e fedele Amico della vostra vita. Cos sia#