Sei sulla pagina 1di 27

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

DISEQUAZIONI TRIGONOMETRICHE Francesco Bonaldi e Camillo Enrico Introduzione Si definiscono disequazioni trigonometriche le disequazioni nelle quali langolo incognito espresso mediante funzioni goniometriche (seno, coseno, tangente etc.). Gli angoli verranno sempre espressi in radianti. Va ricordata la corrispondenza tra angoli in radianti e in gradi :
Radianti Gradi 180 90

2 3 2
2

270 360

Le formule per il passaggio da gradi a radianti e viceversa sono : r=


180

e =

180

dove r e sono le misure dellangolo rispettivamente in radianti e in gradi. Ricordiamo che le funzioni trigonometriche sin x e cos x sono periodiche di periodo 2, mentre la funzione tan x periodica di periodo . Questa propriet pu essere espressa formalmente con le seguenti relazioni: sin (x+2k) = sin x cos (x+2k) = cos x tan (x+k) = tan x

x Z
x Z x Z

[dove Z rappresenta linsieme dei numeri interi positivi, negativi e lo zero] Pur applicandosi gli stessi principi studiati per le disequazioni algebriche, occorre in aggiunta considerare il campo di variabilit delle varie funzioni trigonometriche e pi precisamente : sin x e cos x sono funzioni definite su tutto lasse reale e assumono, al variare dellangolo, tutti e soli i valori reali compresi nellintervallo [-1 , 1] : questo significa che sono funzioni limitate;
www.matematicamente.it 1

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

tan x invece funzione definita su tutto lasse reale con leccezione dei punti :

+ k in cui non 2 definita, e assume, al variare dellangolo, tutti i valori reali compresi nellintervallo (- , + ) ; va notato che li assume gi nellintervallo ( -

).

Le disequazioni trigonometriche pi comuni

Esaminiamo ora i tipi pi comuni di disequazione trigonometrica. Ne forniamo le tecniche di soluzione per ciascun tipo, tramite esempi risolti e commentati.
Disequazioni elementari

A) sin x > a Se a 1 : impossibile (la funzione sin x limitata tra -1 e + 1) . Se a < -1 : sempre vera (qualunque valore di x soddisfa la disequazione; la funzione sin x sempre > -1) : Se a = -1 : vera

x R .
x

3 3 + 2 k [infatti : sin ( + 2 k ) = -1] 2 2

Se -1< a <1 : scelto tale che sin = a con 0 < 2 , le soluzioni sono : + 2 k < x < + 2 k, K Z.
Esempi :

1 1 . Disegnando (vedi Fig.1) la circonferenza goniometrica e la retta y = , cerchiamo tutti gli 2 2 1 angoli per cui lordinata dei punti di intersezione con la circonferenza maggiore di . Ricordando che 2 1 5 gli angoli (compresi tra 0 e 2 ) aventi per seno sono : e , otteniamo la soluzione : 6 2 6 5 < x < . 6 6 sin x > Tenendo in considerazione poi la periodicit (periodo 2) della funzione sin x, la soluzione generale sar espressa dalla relazione :

+ 2 k < x <

5 + 2 k, k Z. 6

www.matematicamente.it

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Fig. 1 (*)

sin x > y= -

2 . In modo analogo (vedi Fig.2) si tracciano la circonferenza trigonometrica e la retta 2

2 e si cercano tutti gli angoli per cui lordinata dei punti di intersezione con la circonferenza 2 2 maggiore di . 2

Ricordando che gli angoli ( compresi tra 0 e 2 ) aventi per seno ottengono le soluzioni : 2k < x <
5 7 +2 k e +2k <x< 2 + 2k , k Z. 4 4 5 +2 k ] 4

2 5 7 sono : e , si 2 4 4

[Facendo uso degli angoli negativi le soluzioni si possono anche esprimere cos : -

+ 2 k <x<

(*) In tutte le figure le soluzioni sono indicate con archi a tratto continuo.

www.matematicamente.it

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Fig. 2

B) sin x < a se a > 1 disequazione sempre vera, qualunque valore di x la soddisfa , la funzione sin x sempre <1 : x R . se a -1 impossibile, nessuna soluzione, la funzione sin x sempre -1 se a = 1 vera x

+2 k [ infatti sin (

+2 k ) = 1]

se -1 < a < 1 scelto tale che sin = a con 0< 2, le soluzioni sono : 2 k < x < +2 k e +2k1 < x < 2 + 2k1 , k, k1 Z .
Esempio:

sin x <

3 . Si traccino (vedi Fig.3) la circonferenza goniometrica e la retta y= 2

3 . 2

Vanno cercati tutti gli angoli per cui lordinata dei punti di intersezione con la circonferenza sia minore di

2 3 3 . Ricordando che gli angoli (compresi tra 0 e 2 ) aventi per seno sono: e , si 2 2 3 3
3
+2 k e 2 +2 k < x < 2 + 2k 3

ottengono le soluzioni : 2 k < x <

www.matematicamente.it

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Fig.3

C) cos x >a se a 1 disequazione impossibile, nessuna soluzione; la funzione cos x limitata tra 1 e 1. se a< -1 sempre vera, qualunque valore di x soddisfa la disequazione; la funzione cos x sempre > -1 : x R . se a= -1 vera x +2 k ; [ infatti : cos( +2 k ) = -1 ] se -1<a<1 scelto tale che cos = a con 0<x , le soluzioni sono : - +2 k <x < + 2 k , k Z
Esempio :

cos x >

3 3 . Si traccino ( vedi Fig.4) la circonferenza goniometrica e la retta x = . Vanno cercati 2 2 3 . 2

tutti gli angoli per cui lascissa dei punti di intersezione con la circonferenza maggiore di Ricordando che langolo, compreso tra 0 e , avente per coseno

3 : , si ottiene la soluzione : 2 6

+2 k <x<

+2 k che si pu anche esprimere cos :

2 k <x<

+2 k e

11 +2 k <x<2(k+1) 6

www.matematicamente.it

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Fig. 4

D) cos x < a se a>1 disequazione sempre vera : x R, la funzione cos x sempre <1. se a< -1 impossibile, nessuna soluzione ; la funzione cos x sempre -1 . se a = -1 vera x +2 k ; [ infatti : cos( +2 k)= -1] se 1 < a < 1, scelto tale che cos = a con 0 < le soluzioni sono : +2 k < x < 2 - +2 k , k Z
Esempio

2 cos x < 1. Si traccino (vedi Fig.5) la circonferenza goniometrica e la retta x =

1 . Si devono cercare 2 1 . Ricordando che 2

tutti gli angoli per cui lascissa del punto di intersezione con la circonferenza sia < langolo compreso tra 0 e avente per coseno

1 5 : , le soluzioni sono : +2 k < x < + 2 k , 3 3 2 3

k Z , che si possono anche esprimere cos:

+2 k < x < (2k+1) e (2k-1) < x < -

+ 2 k

www.matematicamente.it

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Fig. 5

E) Passiamo ora a studiare le disequazioni : tan x > a e tan x< a, con a R. In questo caso, pi comodo fare riferimento al grafico della funzione y= tan x, qui sotto riportato (vedi Fig.6)

Fig. 6

E opportuno ricordare nuovamente che la funzione tan x ha periodo pari a e non definita nei punti di ascissa pari a :

+ k,

k Z.

Facendo riferimento alla Fig. 6, in cui tracciata anche la retta y=a, lo schema che si ottiene il seguente:

www.matematicamente.it

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

tan x > a. Scelto

in modo che tan = a , con compreso tra - e , esaminando il grafico, si


2 2

vede che le soluzioni sono :

+ k <x< + k , k Z .
2

Esempio

tan x > - 3 . Tracciata sul grafico della funzione y= tan x la retta y= - 3 , si trova che langolo, compreso tra -

e avente per tangente -

3,:-

. Si devono ora determinare gli angoli la cui

tangente > - 3 . Chiaramente (vedi Fig. 7) la soluzione : -

+ k <x <

+ k ,

k Z .

Fig. 7

tan x < a . Scelto in modo che tan = a con compreso tra ( vedi Fig. 7) , immediato dedurre che la soluzione :

, esaminando il grafico

+ k < x < + k

www.matematicamente.it

Bonaldi Enrico
Esempio

Disequazioni trigonometriche

tan x <

3 3 3 , si trova che langolo, compreso tra 3

Tracciata sul grafico (vedi Fig.8) la retta y = -

, avente come tangente

3 , vale : 6 3

La soluzione pertanto : -

+ k < x <

+ k

Fig. 8 Disequazioni lineari

Sono le disequazioni trigonometriche del tipo : a sin x + b cos x > ( oppure <) c . Le equazioni lineari si possono risolvere con vari metodi ( quello dellangolo aggiunto, quello grafico oppure facendo uso delle formule parametriche) : lo stesso vale per le disequazioni. Ci soffermiamo su due di essi : I ) Metodo dellangolo aggiunto II ) Metodo grafico I ) Risolviamo con il metodo dellangolo aggiunto la seguente disequazione : sin x 3 cos x > 3
a 2 + b2

Dividiamo entrambi i membri per : www.matematicamente.it

; nel nostro caso :

a 2 + b 2 = 1 + 3 =2 .

Bonaldi Enrico Si ottiene quindi: 1 3 3 sin x cos x > 2 2 2 ricordando inoltre che : cos sin x cos o anche: sin (x-

Disequazioni trigonometriche

1 3 = e che : sin , la disequazione pu essere cos riscritta: 3 2 2

- sin

cos x > sin

) > sin

, ponendo : t= x -

si ottiene:

. Per risolvere questa disequazione, usiamo il cerchio trigonometrico (vedi Fig. 9) 3 oppure il grafico della funzione seno :

sin t > sin

Fig. 9

In tal modo otteniamo :

+2 k < t <

2 +2 k . 3

Sostituendo poi a t il valore : x 2 k +

,dopo semplici calcoli si arriva alla soluzione richiesta :

2 < x < 2 k + =(2k+1) , : k Z . 3

Come altro esempio di uso del metodo dellangolo aggiunto si risolva questa disequazione : sin x cos x 2 . Dividiamo entrambi i membri per : 1 + 1 = 2 e otteniamo : 2 2 cos x 1 sin x 2 2 www.matematicamente.it 10

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

essendo sin cos

= cos

sin x sin

2 , si pu riscrivere la disequazione nel modo seguente : 2

cos x 1 e quindi :

sin ( x -

si ottiene : sin t 1. 4 4 La funzione sin t limitata tra 1 e 1; quindi il segno > non sar applicabile per nessun

) 1 ; ponendo : t = x-

valore di t , mentre il segno = porta alla soluzione : t=

2 4 3 x = +2k , k Z . 4

+ 2k e quindi : x -

+ 2 k da cui alla fine la soluzione :

II ) Applichiamo ora il metodo grafico alla soluzione della disequazione : 3 sin x + cos x > seguente : 3.

Il metodo consiste nel porre : cos x = X ; sin x = Y. In tal modo la disequazione si trasforma nel sistema

3Y + X > 3 2 2 X + Y =1
(che la ben nota identit : sin2 x +cos2 x = 1 ed rappresentata in Fig. 10 dalla circonferenza). Rappresentiamo ora la retta e la circonferenza facenti parte del sistema nel piano cartesiano XOY e determiniamo i punti della circonferenza le cui coordinate soddisfino la disequazione: 3 Y+X > 3 3 X +1 e individua un semipiano determinato dalla retta 3

Questa condizione si pu riscrivere :Y > r di equazione : Y= -

3 X +1 . Per determinare quale sia il semipiano, scegliamo un punto di 3

coordinate molto semplici , ad es. O(0,0) e vediamo se la disequazione verificata in quel punto, sostituendo al posto di X e Y i valori 0,0 : 0+0 > 3 : chiaramente non verificata. Allora il semipiano individuato dalla disequazione laltro,

non contenente lorigine e che sta al disopra della retta r ed indicato in arancione nella figura.

www.matematicamente.it

11

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Fig. 10

Facilmente si calcola che i punti di intersezione tra circonferenza e retta, cio i punti chiamati A e B nella Figura hanno coordinate : 3 1 ; ) 2 2 Come gi detto sopra, il semipiano delimitato dalla retta r quello colorato in arancione e i punti A ( 0 ; 1) B ( richiesti che soddisfano la disequazione sono pertanto quelli dellarco AB (in grassetto nella figura). Questi punti sono definiti dalle seguenti relazioni : 0<X< 3 2 e 1 <Y<1 2

Le soluzioni della disequazione iniziale sono quindi : 0 < cos x < 3 2 e 1 < sin x < 1 corrispondenti a : 2

+ 2k < x <

+2k , k Z 1 < sin x < 1 implica: 2 restringe la soluzione al primo

Infatti, mentre la condizione :

5 3 , la ulteriore condizione : 0< cos x< 6 6 2 quadrante, cio a : < x<

<x <

La periodicit ( pari a 2 ) delle funzioni seno e coseno giustifica laggiunta : +2k .

www.matematicamente.it

12

Bonaldi Enrico
Disequazioni di 2 grado

Disequazioni trigonometriche

Si risolvono come le disequazioni algebriche (di secondo grado), seguendo le stesse regole; si scelgono quindi gli intervalli esterni o interni alle soluzioni trovate, e ci si trova cos a dover risolvere delle disequazioni trigonometriche elementari.
Esempi

2 sin2 x sin x 1 > 0 Si risolve lequazione associata : 2 sin2 x sin x 1 = 0 e se ne trovano le radici che sono : sin x=1 e sin x= 1 . 2

Le soluzioni saranno dunque date dalle soluzioni delle seguenti disequazioni elementari (dovendosi scegliere le soluzioni esterne allintervallo delle radici) : a) sin x > 1 che non ha nessuna soluzione b) sin x < 1 che ha invece la soluzioni (vedi Fig. 11) : 2 7 11 + 2k < x < +2k ; esse sono quindi le soluzioni cercate. 6 6

Fig.11

5 sin2 x +sin x + cos2 x > sin2 x + cos2 x = 1

5 2 Conviene esprimere la disequazione soltanto in funzione di sin x , utilizzando la identit : Quindi , dopo semplici passaggi, si ha : 8 sin2 x +2 sin x 3 > 0 Risolvendo lequazione associata , si ottengono le radici : sin x = 1 3 e sin x = - . 2 4 13

www.matematicamente.it

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Le soluzioni saranno quindi date dalle soluzioni delle seguenti disequazioni elementari : sin x > 1 2 e sin x < 3 3 [ che equivale a : x < arcsin (- ) ] 4 4

Le soluzioni sono ( vedi Fig. 12a e 12b ) : a)

+2k < x <

5 +2k 6

3 3 b) (2k+1) +arcsin( ) < x < 2(k+1) - arcsin( ) . 4 4

Fig. 12 -a

Fig. 12-b

E il caso di dare qualche spiegazione sulla soluzione b) la cui espressione analitica non probabilmente di immediata comprensione . Gli angoli ( o archi ) che esprimono la soluzione b) sono quelli compresi tra AOB e AOC (sono entrambi angoli concavi, maggiori di ). Poich langolo DOB ( come anche langolo AOC) hanno seno pari a 3 ne consegue che : AOB = 4 3 + DOB e quindi langolo AOB si pu esprimere come : +arcsin( ) . 4 3 Similmente, essendo langolo AOC =2 -AOC lo si pu esprimere come : 2 - arcsin( ) . 4 Per dare generalit alla soluzione va poi aggiunto: 2k . Si possono ora riprodurre su ununica figura le soluzioni ( vedi Fig.13) :

www.matematicamente.it

14

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Fig.13

3 tan 2 x - 4 3 tan x +3 > 0 Le radici dellequazione corrispondente sono : tan x = 3 3 e tan x = 3 ; perci la disequazione soddisfatta per :

tan x <

3 e per tan x > 3

3 ( vedi Fig. 14 )

Fig 14

Le equazioni corrispondenti hanno come soluzioni rispettivamente : + k 6 3 Facilmente si deduce dal grafico che le soluzioni della disequazione sono : x= e x= www.matematicamente.it 15

+k

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

+ k < x <

+k

+ k < x <

+ k .

2 cos2 x +3 cos x 2 < 0 Lequazione corrispondente ha le soluzioni : 1 cos x = -2 e cos x = 2 Pertanto le soluzioni si ottengono risolvendo la seguente disequazione : 1 2 Considerando che cos x > -2 sempre verificata per qualunque valore di x , resta da risolvere la 1 disequazione cos x < . 2 1 Lequazione corrispondente, cio cos x = , ha come soluzioni ( vedi Fig. 15 ) : 2 5 x = + 2k e x = +2k 3 3 -2 < cos x <

Fig. 15

Si ottiene pertanto, con riferimento alla figura, la soluzione : 5 +2k < x < +2k 3 3

Disequazioni varie

Prendiamo ora in considerazione disequazioni che non rientrano in nessuno dei tipi precedentemente descritti o che sono tali da richiedere una speciale attenzione. www.matematicamente.it 16

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

E bene premettere una osservazione di carattere generale : se, per arrivare alla soluzione di una disequazione, si devono moltiplicare (o dividere) entrambi i membri per una funzione che pu assumere valori positivi o negativi, necessario operare con molta cautela. E noto che se una relazione di disuguaglianza, senzaltro vera, ad esempio 5 > 3 , viene moltiplicata per un numero negativo (ad esempio -1), perch sia ancora vera, si deve cambiare verso alla relazione. La quale diventa cos -5 < -3 ( ed vera) . E evidente che non sarebbe invece vera -5 > -3 . Nelleventualit in cui si moltiplichino o si dividano entrambi i membri di una disequazione, non per un
numero, che o positivo o negativo, ma per una funzione, diciamo f(x). che pu assumere valori positivi e

negativi, bisogna considerare due casi : a) f(x) > 0 : la moltiplicazione o divisione non producono alcun cambiamento nel verso della disequazione. Si dovr solo avere lavvertenza , una volta giunti alle soluzioni, di considerare solo quelle che cadono negli intervalli in cui f(x) > 0; le altre soluzioni andranno scartate. b) f(x) < 0 : in questo caso la moltiplicazione o divisione produrr un cambiamento nel verso della
disequazione.

Una volta giunti alle soluzioni, si dovranno considerare solo quelle che cadono negli intervalli in cui f(x) < 0 ; le altre soluzioni andranno scartate. Un esempio servir a chiarire : tan x > 1 , che per il nostro scopo riscriviamo cos (anche se la disequazione potrebbe essere risolta direttamente) : sin x 3 > 1 [ ovviamente x , etc.] 2 2 cos x Adesso, si devono moltiplicare entrambi i membri per : cos x . Questa funzione positiva per 0 < x < Si procede cos : a) cos x > 0 [0 < x <

e per

3 3 <x < 2 , mentre negativa per < x < . 2 2 2

3 <x < 2 ] 2

si ottiene quindi : sin x > cos x . La Fig.16 rappresenta il grafico di sin x e di cos x .

www.matematicamente.it

17

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Fig.16
Vediamo che sin x > cos x per soluzione soltanto : negativo. b) cos x < 0 [

<x <

5 e, per quanto detto prima, si dovr considerare come 4

<x<

. Infatti il restante intervallo (

5 ) andr escluso perch in esso sin x 4

<x<

3 ] 2

si ottiene dunque : sin x < cos x sempre dal grafico precedente (Fig.16) si vede che la disequazione verificata per : 0 < x < < 2 . Di questi due intervalli si deve considerare solo lintervallo (0<x< 5 3 <x< 4 2 ; infatti i restanti intervalli

5 <x 4

3 < x < 2 ) vanno esclusi perch in essi cos x positivo. 2 5 3 <x< 4 2

Concludendo la soluzione cercata :

<x<

Esempio
2 sin x 1 < 2 cos x tan x Anche questa disequazione richiede la stessa attenzione della precedente. Esplicitando tan x come otteniamo : 2 sin x 1 < 2 cos x sin x cos x [ x (2k+1) sin x cos x

www.matematicamente.it

18

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Si dovranno considerare due casi : a) cos x > 0 [ nella soluzione potranno essere considerati solo gli angoli: 2k <x< e 3 2 + 2k

+ 2k

< x < (2k+1) per i quali cos x positivo: gli altri vanno scartati ]

Si ottiene : 2 sin x cos x cos x 2 cos2 x + sin x < 0 da cui, raccogliendo opportunamente a fattor comune ( 2 cos x +1 ), si ottiene: ( 2 cos x +1) ( sin x cos x ) < 0 Per trovare le soluzioni di questa disequazione, conviene ricorrere a due cerchi trigonometrici concentrici (vedi Fig. 17) : in quello pi interno si riporter landamento del segno di : 2 cos x +1 nellaltro si riporter invece landamento del segno di : sin x cos x Ricordiamo dalle disequazioni elementari che : 2 cos x +1 > 0 ( cos x > 2 cos x +1 < 0 ed inoltre : sin x cos x > 0 sin x cos x < 0 per 1 2 4 e < x < 2 mentre : ) per 0 < x < 2 3 3 per 2 4 <x< 3 3

<x<

5 mentre : 4

per 0 < x <

5 < x < 2 . 4

Per quanto detto sopra bisogna limitarsi alle soluzioni contenute nel I e IV quadrante (dove cos x > 0) . Facendo il prodotto dei segni, intervallo per intervallo, si ottiene che la disequazione soddisfatta per : 2k < x < 2k +

3 +2k < x < ( 2k +1 ) 2

www.matematicamente.it

19

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Fig. 17
b) va ora considerato : cos x < 0 [ ci limiteremo quindi nella soluzione agli angoli : 2k +

< x < 2k +

3 per i quali cos x negativo , gli altri vanno scartati ] 2

Essendo cos x < 0 , il moltiplicare entrambi i membri della disequazione per cos x , implica dover cambiare verso alla disequazione stessa, che diventa : ( 2 cos x +1) ( sin x cos x ) > 0 Ricorriamo ancora a due cerchi trigonometrici concentrici ( vedi Fig. 18) : - in quello pi interno riportiamo landamento del segno di : 2 cos x +1 - in quello pi esterno landamento del segno di : sin x cos x

www.matematicamente.it

20

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Fig. 18
Dallesame della figura si deduce che la disequazione soddisfatta per : 2k +

< x < 2k +

2 e 2k + 5 < x < 2k + 4 3 4 3

Riassumendo, le soluzioni sono : 2k < x < 2k + 2k + 2k +

4 2 3

< x < 2k +

5 4 < x < 2k + 4 3 3 < x < ( 2k +1 ) 2

2k +

Lesempio che segue tratta di una disequazione facilmente risolubile con le formule di prostaferesi : cos 7 x cos 3x 0 sin x cos x

Usando le formule sopra citate si ottiene :

2sin 5 x sin 2 x 0 da cui ( essendo sin 2x = 2 sin x cos x e semplificando ) si ottiene : sin x cos x
- 4 sin 5x 0 e quindi : sin 5x 0 Ponendo : 5x = t si ottiene : sin t 0 le cui soluzioni sono : 2k + < t < 2k +2 , cio a dire : (2k+1) < 5x < 2 (k+1) e finalmente : (2k+1)

<x<

2 . 5 21

www.matematicamente.it

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Esempio di disequazione di 2 grado riconducibile a omogenea


cos2 x +4 cos x sin x < 2 + sin2 x Ricordando che si pu porre 2= 2 (sin2 x + cos2 x ) si ottiene : cos2 x +4 cos x sin x < 2 sin2 x + 2 cos2 x + sin2 x da cui, dividendo per cos2 x e riducendo i termini simili, si ottiene: 3 tan2 x 4 tan x +1 > 0 . Lequazione associata ha come soluzioni : tan x = 1 ; tan x = 1 3 1 3

Pertanto la disequazione soddisfatta per tan x > 1 e per tan x < Osservando il grafico della funzione tan x (Fig. 19)

Fig.19
Si ricavano le soluzioni : -

+k < x < arctan

1 + k 3

+ k < x <

+ k

www.matematicamente.it

22

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Esempio
tan 2 x 1 1 < 0 . Questa disequazione mostra chiaramente lutilit del metodo delle cos x 3

circonferenze goniometriche concentriche. Indipendentemente da quale sia il verso della disequazione ( > oppure < ), si esaminano per il numeratore e il denominatore gli intervalli in cui essi sono, ad es., maggiori ( o minori) di zero. Usando poi la regola dei segni, si determina in ogni sottointervallo quale sia il segno risultante e quali siano quindi le soluzioni. Chiaramente questo metodo pu essere usato anche nel caso di prodotto (o quoziente) di pi di due fattori. Ritorniamo ora allo studio della disequazione e osserviamo che lequazione equivalente del numeratore : tan2 x 1 = 0 risolta da : tan x = 1 e di conseguenza : x= Il numeratore (tan2 x 1 ) quindi > 0 per tan x > 1 e per tan x < -1, cio per mentre < 0 per -1 < tan x <1 che significa per : k < x < k . Il denominatore ( cos x ) > 0 per mentre < 0 per 3 + 2k < x < 2(k+1) e per 2k < x < + 2k , 2 2 3 + 2k . 2

+ k . + k <x <

+ k ,

+ k e per :

3 5 + k < x < + 4 4

+ 2k < x <

Rappresentiamo ora la situazione nel grafico ( vedi Fig. 20), in cui il cerchio interno rappresenta il segno di tan2 x 1, e quello esterno il segno di cos x .

Fig.20

www.matematicamente.it

23

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Allesterno del cerchio di raggio maggiore indicato il segno complessivo della frazione, ottenuto applicando la regola dei segni al numeratore e al denominatore. Quindi le soluzioni sono : k < x <

+ k ;

+ k < x <

3 5 3 + k ; + k < x < + k ; 4 4 2

7 + k < x < (2k+1) 4

Esempio di disequazione con luso delle formule di bisezione :


2 cos 2

x > 1 cos x che si trasforma in : 2

1+cos x > 1- cos x e quindi : cos x > 0 le cui evidenti soluzioni sono, come si vede in Fig. 21 2k < x <

+ 2k

3 + 2k < x < 2(k+1) . 2

Fig.21

Le soluzioni possono anche esprimersi cos : -

+ 2k < x <

+ 2k .

Come ultimo esempio si propone una disequazione biquadratica : 8 sin4 x 10sin2 x + 3 < 0 [ limitare le soluzioni nellintervallo 0 < x < 2 ] Ponendo : t = sin2 x la disequazione diventa : 8 t2 10 t +3 < 0 www.matematicamente.it 24

Bonaldi Enrico

Disequazioni trigonometriche

Le radici dellequazione associata sono : t= 3 1 e t= . 4 2

La disequazione pertanto verificata per : 1 3 < t < che significa : 2 4 1 3 < sin2 x < . Questa relazione si spezza nelle due disequazioni sotto indicate : 2 4 a) sin2 x > 1 2 2 le cui soluzioni sono : sin x > e sin x < 2 2 2 3 3 3 b) sin2 x < le cui soluzioni sono : < sin x < 4 2 2

Poich le soluzioni cercate devono soddisfare le condizioni a) e b), tracciamo il grafico (vedi Fig.22) :

Fig.22
si vede quindi che gli intervalli comuni sono : 3 2 < sin x < 2 2 e 2 3 < sin x < 2 2

Ricordando che le soluzioni delle equazioni corrispondenti sono : sin x = 3 2 ; x= 4 5 e x= 3 3

sin x = -

2 5 7 ; x= e x= 2 4 4

www.matematicamente.it

25

Bonaldi Enrico 2 2 3 2

Disequazioni trigonometriche

sin x =

;x=

e x=

3 4 2 . 3

sin x =

;x=

e x=

Utilizzando il cerchio trigonometrico (vedi Fig. 23) Si ottengono le soluzioni cercate :

<x<

2 3 5 4 <x< ; <x< 3 4 4 3

5 7 <x< . 3 4

Fig. 23
Test di autovalutazione

a) 2 cos2 x cos x < 0 b) sin x +cos 2x < 1 c) 2 cos x 3 0 sin x sin 2 x 2 <0 cos x

d)

e) 2 cos2 x + 3 cos x +1 > 0 f) 5 sin2 x + sin x + cos2 x > 5 2

www.matematicamente.it

26

Bonaldi Enrico g) 3 sin x + cos x > 1 3 ( 1- cos x )

Disequazioni trigonometriche

h) sin x < i)

3 tan x + 3 ( 2 sin x 1) < 0 cot x + 3 | 2sin x + 1 | >0 1 sin x

j)

k) cos2 x - | sin x | > 1+sin x Soluzioni a) [

+ 2k ] 2 2 2 5 b) [ + 2 k < x < + 2 k ; + 2 k < x < 2 +2 k ] 6 6 c) [ + 2 k < x < 2 +2 k ]


3 + 2 k < x < + 2 k ; 3

+ 2k < x < 5

d) [2 k -

< x < 2 k +

e) [2 k < x < 2 k + f) [2 k +

2 ; (2 k+1) 3

< x < 2(k+1)

5 3 3 < x < 2 k + ; 2 k + + arcsin < x < 2 k +2 - arcsin ] 6 6 4 4 2 ] 3

g) [2 k < x < 2 k +

h) [

+ 2 k < x < 2 (k+1) ]

i) [2 k < x <

+ 2 k

+ 2 k < x <

5 3 + 2 k ; + 2 k < x < +2 k ] 6 2

j) [ x

+ 2 k ]

k) [ nessun valore di x ]

www.matematicamente.it

27