Sei sulla pagina 1di 13

PROCURA DELLA REPUBBLICA

PRESSO IL TRIBUNALE PER I MINORENNI

MILANO
DIRETTIVE PER I SERVIZI DI POLIZIA GIUDIZIARIA INDICE
Premessa COME COMPORTASI QUANDO SI OPERA NEI CONFRONTI DI UN MINORE a) Et del minore b) Lidentificazione del minore c) lelezione di domicilio d) Adempimenti in caso di accompagnamento per identificazione di minori Capitolo IL RITROVAMENTO DI UN MINORE C!E NON !A COMMESSO REATI a) Minori con referenti educativi in Italia, c.d. Accompagnati b) Minori senza referenti educativi in Italia, c.d. Non accompagnati Capitolo " COME COMPORTARSI NEI CONFRONTI DI UN MINORE C!E !A COMMESSO REATI a) Indagati in stato di libert adempimenti b) !resupposti per procedere allarresto c) !resupposti per procedere al fermo d) Adempimenti della !olizia "iudiziaria in caso di arresto o di fermo e) !resupposti per procedere allaccompagnamento a seguito di flagranza di reato f) Adempimenti della !olizia "iudiziaria in caso di accompagnamento a seguito di flagranza di reato Capitolo # LE MISURE CAUTELARI PER I MINORENNI a) !rescrizioni b) La permanenza in casa c) Il collocamento in comunit d) La #ustodia #autelare

Capitolo $ I SEQUESTRI E LE RESTITUZIONI $) %e&uestri ') (estituzioni )) *eposito di corpi di reato

+) * deposito di corpi di reato particolari

PREMESSA
La presente circolare contiene indicazioni e direttive cui la Polizia Giudiziaria deve attenersi quando svolge le sue funzioni nei confronti dei minorenni. La indicazioni che seguono riguardano, pertanto, lipotesi che il minorenne risulti indagato in relazione alla commissione di un reato ovvero la sua mera identificazione od ancora gli interventi urgenti da assumere a sua tutela quando sia privo di riferimenti educativi in Italia. Si ricorda che nel procedimento a carico di minorenni, per quanto non previsto dal D.P.R. %&%"#$!$, si osservano le disposizioni del codice di procedura penale. !"#$!! e D.L.vo

COME COMPORTASI QUANDO SI OPERA NEI CONFRONTI DI UN MINORE


a% L&ETA& DEL MINORE
Per definire let' del soggetto nel caso sussista il du((io che let' dichiarata non sia quella reale, con particolare riferimento allimputa(ilit' )# anni* o alla maggiore et' )#! anni*, + possi(ile eseguire esame au,ologico )radiologico carpale*. -uesto tipo di esame deve essere effettuato solo dopo avere accertato che il minore non vi sia mai stato sottoposto in precedenza )circostanza verifica(ile dallo sviluppo dell./IS, in quanto se il minore fotosegnalato + stato sottoposto in passate occasioni ad esame au,ologico, ci0 dovre((e risultare dalle note informative dello SDI*. Se lesame riporta indicazioni del tipo 1et' presunta di circa #! anni2, deve essere sempre ritenuta valida let' inferiore. Lesito dellesame au,ologico prevale sempre sulla fotocopia di un documento. La ragazza che dichiara di attendere un figlio, deve essere sottoposta a test di gravidanza prima di procedere ad accertamenti au,ologici. In casi du((i, NON procedere allesame radiografico.

N'B'( l&a)tori**a*io+e al P'M' ,i t)r+o per pro-e,ere a, a--ertame+ti a).olo/i-i +o+ 0 +e-essaria' L&art' #$1 -o' " -'p'p' 2i,e+ti3i-a*io+e ,ella perso+a +ei -)i -o+3ro+ti 4e+/o+o s4olte le i+,a/i+i e ,i altre perso+e% -o+se+te alla Poli*ia Gi),i*iaria5 +el -orso ,ell&i,e+ti3i-a*io+e ,ella perso+a +ei -)i -o+3ro+ti 4e+/a+o s4olte le i+,a/i+i5 ,i pro-e,ere5 ,i i+i*iati4a e se+*a l&a)tori**a*io+e ,el P'M'5 ai rilie4i ,attilos-opi-i5 3oto/ra3i-i e a+tropometri-i +o+-67 a, altri a--ertame+ti'
La Polizia Giudiziaria potr' procedere ad un esame del fermato per la determinazione dellet' avvalendosi di consulenti tecnici nominati e, art.3 $ comma c.p.p. Si ricorda che, in tale veste, i soggetti richiesti non possono rifiutare la loro opera senza sanzioni di legge. Let' del minore sintende sempre compiuta alle ore % del giorno di nascita. Se, ad esempio, una persona diventa maggiorenne il #4 dicem(re, lanno + compiuto allo scadere del giorno #4 )ore % *, quindi per tutta la giornata del #4 + ancora da considerarsi minorenne.

8%

IDENTIFICAZIONE DEL MINORE

1* 5hiedere sempre al minore se + in possesso di un valido documento di identificazione in originale )passaporto, permesso di soggiorno o carta didentit' italiana6 la carta didentit' straniera non + valida* o se vi + un adulto che pu0 esi(ire i documenti. Se il minore + identifica(ile e dichiara di essere accompagnato da un adulto, questi deve essere contattato ed invitato a presentarsi in ufficio, portando con s7 i documenti del minore. Dei documenti deve essere fatta

copia integrale da inserire nella comunicazione all..G.


Ladulto deve essere a sua volta identifica(ile. 8ra il minore e ladulto deve necessariamente risultare dai documenti un rapporto di parentela6 in caso contrario, il minore non pu0 essere consegnato e deve essere considerato abbandonato o non accompagnato. Se la parentela + comprovata, occorre redigere il ver(ale di affidamento"consegna che verr' successivamente trasmesso alla Procura della Repu((lica presso il 8ri(unale dei 9inorenni di 9ilano. Se si hanno du((i sulla veridicit' dei documenti, ma non vi + modo di effettuare verifiche, procedere al fotosegnalamento sia delladulto che del minore )che + o((ligatorio*. 2* Il minore che non possa essere identificato sulla scorta di validi documenti di identificazione deve in tutti i casi essere sottoposto a fotosegnalamento, essendo indispensa(ile procedere ad una sua identificazione fisica in mancanza della quale diventa impossi(ile leffettiva esecuzione delleventuale sentenza di condanna del minore che ha commesso un reato. Lautorizzazione del P.M. di turno per procedere al fotosegnalamento non necessaria. Se presenta alterazioni delle impronte digitali )a(rasioni*, + opportuno effettuare fotografie accurate . Il rinnovo della fotografia + richiesto quando il soggetto + registrato su cartellino fotodattiloscopico da pi: di cinque anni,ovvero presenti evidenti cam(iamenti di fisionomia.

-% L& ELEZIONE DI DOMICILIO5 CON PARTICOLARE RIGURADO A STRANIERI E SOGGETTI SENZA FISSA DIMORA
1 !lezione di domicilio /erma la distinzione tra dichiarazione di domicilio) che riguarda la casa di a(itazione o il luogo in cui lindagato svolge la(ituale lavoro* ed elezione di domicilio) che concerne il luogo diverso dai precedenti ed indica la persona cui dovranno inviarsi le notificazioni* e richiamata la necessit' per la P.G. di osservare quanto indicato dallart.#;# c.p.p. ) 1<deve avvertire lindagato dello((ligo di comunicare ogni mutamento

del domicilio dichiarato o eletto e che in caso di mancanza, di insufficienza o di inidoneit' della dichiarazione o della elezione, le successive notificazioni saranno eseguite mediante consegna al difensore..2*, si deve
sottolineare limportanza che riveste lelezione di domicilio per lindagato che sia senza fissa dimora o cittadino straniero, con reperi(ilit', quindi, assai precaria, in quanto proprio in questi casi si verificano le pi: frequenti ipotesi di elezioni di domicilio inefficaci.

N'B'( 0 importa+te i+,i-are espressame+te +el 4er8ale se lo stra+iero -ompre+,e e parla la li+/)a italia+a'
2 "rregolarit# dellelezione di domicilio .ccade talvolta che essa sia fatta 1 presso il difensore dufficio che verr' nominato2 o presso il 5onsolato del paese di appartenenza.

In entram(i i casi latto + irregolare= nel primo per lindeterminatezza della persona designata, essendo necessario che lorgano procedente provveda ad indicare nominativamente nel ver(ale il difensore di turno indicato dal 5all 5enter6 nel secondo caso, dato il carattere di e,traterritorialit' proprio di ogni 5onsolato, la elezione di domicilio non pu0 dirsi effettuata in Italia. Pertanto quando lindagato non intenda provvedere in modo utile e corretto, si deve dare atto nel ver(ale del suo rifiuto di eleggere domicilio e dellavvertimento datogli sulle modalit' di notifica alternative sta(ilite dalla legge.

,% ADEMPIMENTI IN CASO DI ACCOMPAGNAMENTO PER IDENTIFICAZIONE DI MINORI


-uando il minore >che non ha commesso reati> viene accompagnato per identificazione negli uffici in orari diurni + necessario informare immediatamente il P.9. di turno della Procura della Repu((lica presso il 8ri(unale per i 9inorenni, reperi(ile contattando il 5entralino degli ?ffici della Procura o il numero del cellulare di turno . In orari notturni )dalle %3,34 alle 4&,44*, dellaccompagnamento si informi il Procuratore di turno immediatamente via fa$ e con conferma telefonica a partire dalle ore &,44. Lart.3 $ c.p.p. autorizza la Polizia Giudiziaria ad accompagnare il soggetto nei suoi uffici per il tempo necessario alle identificazioni, e in ogni modo non oltre le dodici ore.

IL RITROVAMENTO DI UN MINORE C!E NON !A COMMESSO REATI


a% MINORI CON REFERENTI EDUCATIVI IN ITALIA5 CD' ACCOMPAGNATI
entro il @ grado. I minori accompagnati sono quelli che si trovano sul territorio italiano in compagnia di genitori o parenti

Capitolo

A,empime+ti

Dovranno essere identificati e riaffidati alla famiglia, della quale seguiranno le sorti, a meno che siano vittime di trascuratezza, maltrattamenti ovvero di a((andono morale e materiale. In tal caso la segnalazione andr' fatta al Procuratore della Repu((lica presso 8ri(unale per i 9inori del distretto in cui il minore vive a(itualmente, al fine di consentire gli interventi di protezione opportuni. Gli estremi identificativi dei genitori"parenti vanno inseriti nel ver(ale di affidamento. Si segue la procedura per lidentificazione del minore gi' descritta.

8% MINORI SENZA REFERENTI EDUCATIVI IN ITALIA5 C' D' NON ACCOMPAGNATI


I minori non accompagnati sono quelli che si trovano sul territorio italiano senza referenti adulti reperi(ili, trattasi sostanzialmente di minori stranieri )9SA.* privi di assistenza e rappresentanza da parte dei genitori o degli altri adulti per loro legalmente responsa(ili.

1. -uando si tratta di bambini, si versa in una situazione giuridica e di fatto corrispondente a quella
della((andono e, pertanto, gli stessi vanno segnalati con urgenza al Procuratore per i 9inorenni che promuover' ed adotter' gli interventi necessari per i ricorsi per ladotta(ilit' )art. $ legge #! "#$!3 modificato dalla Legge n. # $"%44#* o per laffidamento familiare non consensuale )art. successivamente esistente in Italia un genitore la cui potest' deve essere limitata o tolta. co % L. #! "#$!3* o per interventi sulla potest' )art. 334 e 334 cc.*, certo possi(ili solo ove risulti

2. -uando si tratta di adolescenti, la competenza appartiene unicamente al Giudice 8utelare del luogo
ove il minore ha il centro di interessi e dove si prevede il suo inserimento sociale e non si provveder# allapertura di alcun procedimento avanti al %ribunale per i minorenni.Il giudice tutelare decider' sulla collocazione provvisoria del minore )art. 3&# cc*, provveder' allapertura della tutela, qualora il minore sia stato accolto presso una struttura assistenziale il il 5omune quale Bnte erogatore dellasistenza pu0 essere considerato istituto di Pu((lica .ssistenza che esercita i poteri tutelari sul minore ricoverato o assistito ) art.3 3 cod. civ.> artt.3, ,C della legge #! modifiche*. del #$!3 e successive

N'B'( l&art' $9# ,el Co,i-e Ci4ile -o+se+te alla P)88li-a A)torit: ,i -ollo-are il mi+ore i+ )+ l)o/o si-)ro ;)alora si tro4i i+ )+o stato ,i a88a+,o+o morale o materiale o 0 alle4ato i+ lo-ali i+sal)8ri o peri-olosi5 opp)re ,a perso+e -6e5 per +e/li/e+*a5 immoralit:5 i/+ora+*a o per altri moti4i5 sia+o i+-apa-i ,i pro44e,ere alla s)a e,)-a*io+e'
Pertanto in caso venga trovato un minore )qualunque et' egli a((ia*, senza nessuno che possa legittimamente provvedere alla sua custodia, occorre procedere alla sua corretta identificazione )con le modalit' su descritte* e collocarlo in una struttura protetta, da individuare unitamente ai Servizi Sociali, senza alcuna necessit# di un provvedimento dell&utorit# 'iudiziaria.

A,empime+ti
validi documenti didentificazione6

#* Richiesta fotosegnalamento al Ga(inetto Polizia Scientifica della -uestura se il minore risulta privo di %* Precedenti dattiloscopici )./IS*6 3* Risultanze SDI6 * Redigere ver(ale di affidamento6 C* Aota informativa al Procuratore della Repu((lica presso il 8ri(unale per i 9inorenni o al Giudice 8utelare.

(e straniero, la segnalazione concernente la presenza del minore non accompagnato in Italia va inviata alle seguenti autorit'= a* 'iudice tutelare per eventuale apertura di tutela e per la determinazione del luogo di provvisoria sistemazione )allo stesso va trasmesso anche il ver(ale di affidamento*6 (* (ervizio (ociale del luogo in cui + u(icata la struttura di accoglienza del minore6

(olo se cittadino e$tracomunitario la segnalazione va inviata anche alla= c* Prefettura del luogo in cui il minore + stato trovato unitamente alla sua scheda di identificazione. 8ale ufficio funge da organo di coordinamento e di raccolta dei dati inerenti i minori stranieri e ha, a sua volta, il compito di trasmetterli al 5omitato per i 9inori stranieri

Co+te+)to ,ella se/+ala*io+e

a* nota informativa indicante le circostanze in cui il minore straniero + stato individuato6 (* luogo in cui + stato collocato6 c* tutte le risultanze relative allidentit'.

N'B'( La se/+ala*io+e ,e4e essere i+4iata es-l)si4ame+te alla PROCURA5 e NON al Tri8)+ale per i mi+ore++i5 esse+,o )+i-ame+te l&)33i-io ,i Pro-)ra5 o4e +e ra44isi i pres)pposti5 le/ittimato a prom)o4ere e4e+t)ale /i),i*io5 posto -6e l&art' ,ella Costit)*io+e riser4a al Gi),i-e la posi*io+e ,i or/a+o ter*o e, impar*iale e, e/li ,e4e ,)+;)e -o+os-ere i 3atti +ell&am8ito ,el pro-esso e +el -o+tra,,itorio tra le parti i+ -o+,i*io+i ,i parit:'

Capitolo " COME COMPORTARSI NEI CONFRONTI DI UN MINORE C!E !A COMMESSO REATI
a% INDAGATI IN STATO DI LIBERTA&( a,empime+ti
1) Procedere allidentificazione con le modalit' su descritte6 2) allegare ver(ale di identificazione, nomina del difensore di fiducia o dufficio ed elezione di domicilio= per quanto riguarda la redazione del ver(ale, (isogna ricordare che leventuale difensore dufficio deve essere richiesto al call center del 5onsiglio dellDrdine degli .vvocati

specificando che trattasi di indagato minorenne poich7 esistono appositi elenchi per la difesa di indagati minori. Bevidente che se il minore ha un suo difensore di fiducia lo pu0 validamente nominare anche se il legale non + inserito nei predetti elenchi. Lelezione del domicilio + a cura del minore, eventualmente alla presenza del genitore. N'B'( +o+ -6iamare il P'M' solo per 3arsi -om)+i-are il ,i3e+sore ,&)33i-io' 3) I minori colti nellatto di commettere reati e non arrestati, devono essere consegnati ai genitori, ai parenti fino al @ grado, al tutore o allaffidatario legale )non a chi si presenta come avvocato incaricato dai familiari*. -ueste persone de((ono essere identificate. In mancanza di persona legittimata a ricevere in consegna il minore, questo deve essere accompagnato in una comunit' di emergenza. In tali casi contattare il Servizio Sociale perch7 provveda alla collocazione di tali minori unitamente alle forze dellDrdine. Poich7 in caso di minori stranieri vi + il sospetto che questi possano essere utilizzati dagli adulti per commettere reati, nel caso vengano affidati ad una struttura di accoglienza, si inviter' il responsa(ile ad esercitare la massima vigilanza sul minore e a non riconsegnarlo ai presunti familiari se non dopo la loro corretta identificazione che pu0 avvenire anche con fotosegnalamento da parte degli addetti a tale servizio. 4) Bffettuare accertamenti SDI il cui esito andr' allegato alla notizia di reato. 5) Richiedere precedenti dattiloscopici )./IS* che andranno allegati alla notizia di reato6-ualora gli atti di cui ai punti * ed C* non fossero immediatamente reperi(ili, questi andranno trasmessi alla Procura per i 9inori appena possi(ile, dandone atto nella notizia di reato. 6) /ornire notizie sulle condizioni di vita familiare e sociale, sulla personalit', sul grado di istruzione e sulla condotta dellindagato ai sensi dell.art.$ Dpr. n. operante allatto della redazione della 5AR. 7) .llegare alla notizia di reato eventuali ver(ali di sequestro, perquisizioni ed altri atti necessitanti provvedimento di convalida. 8) .llegare ver(ale di eventuale rinuncia ad avvalersi dell.utorit' 5onsolare in caso di indagati stranieri. !"#$!!, qualora gi' in possesso della P.G.

8% PRESUPPOSTI PER PROCEDERE ALL&ARRESTO( Normati4a ,i ri3erime+to( art' < D'P'R' $$=>== L&arresto i+ 3la/ra+*a ,i -)i al -omma ,ell&art' < D'P'R' $$=> 11= 0 sempre 3a-oltati4o 2te+)to -o+to ,ella /ra4it: ,el 3atto5 +o+-67 ,ell&et: e ,ella perso+alit: ,el mi+ore%'
#. flagranza del reato

2. imputabilit#= ai sensi dell.art. $! c.p. + imputa(ile chi, nel momento in cui ha commesso il fatto,
ha compiuto gli anni # )art. $& c.p.* se ha la capacit' di intendere e di volere6 3. . gravit' del fatto personalit' del soggetto

Reati per i ;)ali si p)? pro-e,ere all&arresto 2-6e per i mi+ore++i 0 sempre 3a-oltati4o%( Normati4a ,i ri3erime+to( art'"# Dpr' +' $$=> 1==
#* delitti non colposi per i quali + prevista la pena dellergastolo o della reclusione non inferiore nel massimo a nove anni ) ad es. furto se pluriaggravato*.Ael determinare tale pena vanno tenuti presenti i criteri di cui agli artt.%&! c.p.p. e #$ co C@ DPR della minore et'. .nche fuori dai casi predetti + possi(ile procedere allarresto di minorenne quando trattasi di= #* delitto di violenza sessuale6 %* delitti consumati o tentati previsti dall.art.3!4, comma % c.p.p. lettere e, f, g, h. e segnatamente= furto su armi )o esplosivi* in luoghi adi(iti alla loro custodia6 furto in a(itazione con violenza sulle cose o furto con strappo )salvo il caso di danno patrimoniale di speciale tenuit'*6 rapina )art. ;%! c.p.*6 estorsione )art. ;%$ c.p.*6 illegale fa((ricazione, introduzione nello stato, messa in vendita, cessione, detenzione e porto in luogo pu((lico )o aperto al pu((lico* di armi )o parti di esse* da guerra, di esplosivi, di armi clandestine nonch7 di pi: armi comuni da sparo escluse quelle previste dall.art. % co. 3 legge ##4"&C)quelle da (ersaglio, da sala, a gas, ad aria compressa.*6 produzione, traffico o detenzione di sostanze stupefacenti )art. &3 D.P.R. 34$"$4*. !"#$!!, perci0 sulla pena edittale massima prevista per il reato consumato o tentato dovr' operare la diminuzione minima) # giorno* prevista per la diminuente

Non si pu) procedere allarresto nei casi previsti dallipotesi di cui al comma * dellart. +, -P. ,/010/. N'B' E& -om)+;)e 4ietato pro-e,ere all&arresto ,el mi+ore +ei -asi ,i -)i all'art'#=@ -'p'p'

-% PRESUPPOSTI PER PROCEDERE AL FERMO(


Normati4a ,i ri3erime+to( art' A ,el D'P'R' $$=>=='B

1. imputabilit#= ai sensi dell.art. $! c.p. + imputa(ile chi, nel momento in cui ha commesso il fatto, ha
compiuto gli anni # )art. $& c.p.* se ha la capacit' di intendere e di volere6

2. pericolo di fuga )art. 3! c. p. p. *

Reati per i ;)ali si p)? pro-e,ere al 3ermo( B consentito il fermo del minorenne indiziato di delitto per gli stessi reati per i quali si pu0 procedere allarresto in flagranza, sempre che, quando la legge sta(ilisce la pena della reclusione, questa non sia inferiore nel minimo a due anni.

,% ADEMPIMENTI DELLA POLIZIA GIUDIZIARIA IN CASO DI ARRESTO O DI FERMO(


Normati4a ,i ri3erime+to( art' = ,el D'P'R' $$=>== 2art'#=< -omma I e II -'p'p'%

#* identificazione del minore= attenersi alle disposizioni sullidentificazione su descritte6 %* avviso al Procuratore della Repu((lica presso il 8ri(unale per i 9inorenni di 9ilano= da contattare in orari dufficio al n. 4%" ;&C!# e al n. 3%$"%;43;3! orari notturni o serali6 3* avviso ai genitori, agli esercenti la potest' o eventuali affidatari6 * avviso al difensore di fiducia o dufficio che deve essere nominato= attenersi alle disposizioni indicate negli adempimenti per gli indagati a piede li(ero6 C* comunicazione allufficio dei Servizi Sociali del 5entro per la Giustizia 9inorile ?.S.9.9. La comunicazione pu0 essere fatta via fa,6 ;* redazione del ver(ale di arresto"fermo= dovr' essere trasmesso entro le % ore6 &* redazione del ver(ale di identificazione, di elezione di domicilio e nomina del difensore ai sensi dell.art.3 $ III comma c.p.p.6 !* risultanze SDI e ./IS= oltre agli atti su citati dovranno essere allegati alla notizia di reato le risultanze SDI ed ./IS6 $* (iglietto di accompagnamento del minore in struttura.

N'B'( l&art' "9 ,el D'L'4o "= l)/lio 1=1 +' "A" ,Norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del *.!.(. ++-.--, recante disposizioni sul processo penale a carico di imputati minorenni) dispone c/e, nellesecuzione dellarresto e del fermo e nella traduzione, siano adottate opportune cautele per proteggere i minorenni dalla curiosit del pubblico e da ogni specie di pubblicit anc/e per ridurre, nei limiti del possibile, i disagi e le sofferenze materiali e psicologic/e. E vietato luso di strumenti di coercizione fisica, salvo c/e ricorrano gravi esigenze di sicurezza. Negli uffici di !olizia "iudiziaria il minore deve essere trattenuto in locali separati da &uelli dove si trovano maggiorenni arrestati o fermati' e% PRESUPPOSTI PER PROCEDERE ALL&ACCOMPAGNAMENTO A SEGUITO DI FLAGRANZA DI REATO( Normati4a ,i ri3erime+to( art' = 8is ,el D'P'R' $$=>=='B
#* flagranza del reato

2) imputabilit: ai sensi dellart. 98 c.p. imputabile chi, nel momento in cui ha commesso il fatto, ha compiuto gli anni 14 (art. 97 c.p.) se ha la capacit di intendere e di volere;
3* gravit' del fatto

* personalit' del soggetto

Reati per i ;)ali si p)? pro-e,ere all&a--ompa/+ame+to a se/)ito ,i 3la/ra+*a ,i reato( Si pu0 procedere allaccompagnamento a seguito di flagranza quando il minore viene colto in flagranza di un delitto non colposo per il quale la legge sta(ilisce la pena dellergastolo o della reclusione non inferiore nel massimo a cinque anni.

0rattasi di atto diverso dallaccompagnamento per lidentificazione poic/1 influisce sulla libert dellindividuo 2 un atto c/e necessita di convalida nei termini di legge. *eve ricorrersi a tale misura solo previo contatto con il !.M. di turno e solo &uando risulti positivamente conosciuto il nucleo familiare, tenendo conto di &uanto indicato al punto 3 degli adempimenti di seguito indicati trattandosi di misura cautelare. 3% ADEMPIMENTI DELLA POLIZIA GIUDIZIARIA IN CASO DI ACCOMPAGNAMENTO A SEGUITO DI FLAGRANZA DI REATO(
#* identificazione del minore= attenersi alle disposizioni sull.identificazione su descritte. %* avviso al Procuratore della Repu((lica presso il 8ri(unale per i 9inorenni di 9ilano=da contattare al n. al n. 4%" ;&C!# in orari dufficio e al n. 3%$"%;43;3! orari notturni o serali6 3* avviso al difensore di fiducia o dufficio= attenersi alle disposizioni indicate negli adempimenti per gli indagati a piede li(ero6 * comunicazione allufficio dei Servizi Sociali del 5entro per la Giustizia 9inorile ?.S.9.9. =la comunicazione pu0 essere fatta via fa,.

5) invitare gli esercenti la potest' genitoriale e leventuale affidatario per prendere in consegna il
minore. Lesercente la potest' dei genitori, leventuale affidatario e la persona da questi incaricata alla quale il minorenne + consegnato sono avvertiti di tenerlo a disposizione del P.M. e di vigilare sul suo comportamento. -uando gli esercenti la potest' o leventuale affidatario non sono disponi(ili o appaiono manifestamente inidonei al compito di vigilare sul comportamento del minore e a tenerlo a disposizione della ..G., avvisare tempestivamente il P.9. 6

6) redazione del ver(ale di accompagnamento a seguito di flagranza con espressa indicazione che
trattasi di accompagnamento e, art.#! (is dpr !!"#$$! ) e non di consegna" affidamento al genitore o parente* e trasmissione del ver(ale entro le % ore per la prescritta convalida6 &* redazione del ver(ale di identificazione, di elezione di domicilio e nomina del difensore ai sensi dell.art.3 $ III comma c.p.p.6 !* risultanze SDI e ./IS= oltre agli atti su citati dovranno essere allegati alla notizia di reato le risultanze SDI ed ./IS6 $* ver(ale di affidamento del minore o (iglietto di accompagnamento in struttura.

N'B' Per l&a--ompa/+ame+to a se/)ito ,i 3la/ra+*a 8iso/+a ri-or,are -6e il mi+ore +o+ p)? essere tratte+)to oltre " ore e -6e p)? essere a--ompa/+ato i+ )+ l)o/o ,i4erso ,alla s)a a8ita*io+e e a33i,ato a ter*i solo -o+ l&a)tori**a*io+e ,el P'M'

10

DA RICORDARE
Informazioni necessarie da inserire allo %*I insieme alla notizia di reato !er evitare di ripetere accertamenti sullet, verificare dallo sviluppo dellA4I% se il minore 2 stato sottoposto a fotosegnalamento e se risulta identificato tramite Interpol. Eopportuno inserire allo %*I ,nel campo note), insieme agli estremi della notizia di reato, come il minore sia stato identificato, se con documento o altro e gli estremi dello stesso, nonc/1 se 2 stato sottoposto a fotosegnalamento e se sono stati effettuati accertamenti au5ologici con relativo esito La notizia di reato a carico di minore c/e non /a compiuto gli anni $+ deve comun&ue essere sempre trasmessa alla !rocura della (epubblica presso il 0ribunale per i Minorenni anc/e se porter ad una sentenza di non luogo a procedere perc/1 minore non imputabile. Non 2 mai possibile lespulsione del minorenne straniero in base allart. $6 co. ' lettera a del *.L. n.'-7.6- e successive modific/e ,ved. anc/e Legge 7 marzo $66- n. +8 art. $9) non 2 possibile procedere allespulsione del minore straniero c/e andr sempre identificato con le modalit gi descritte.

Capitolo # LE MISURE CAUTELARI PER I MINORENNI


a* Prescrizioni (* Permanenza a casa )lallontanamento non + evasione* c* 5ollocamento in comunit' )lallontanamento non + evasione* d* 5ustodia 5autelare Le misure cautelari della permanenza in casa e del collocamento in comunit' sono equiparate al periodo eventualmente trascorso in Istituto Penale ai soli fini del computo del periodo di custodia cautelare. )art. %#co. e art. %% del D.P.R. !"!!*. Per 2uesta ragione lallontanamento dal luogo ove il minore collocato o linosservanza delle prescrizioni non configura il reato di evasione. 3uesta eventualit# va comun2ue segnalata per gli aggravamenti della misura cautelare eventualmente disposti dal 'iudice.

Capitolo $ SEQUESTRI E REPERTI 5 CUSTODIA DELLE COSE SEQUESTRATE

11

(e2uestri

Ael caso che la Polizia Giudiziaria a((ia proceduto al sequestro di cui allart.3CC c.p.p., il Pu((lico 9inistero competente per la convalida) cio+ quello 1 del luogo dove il sequestro + stato eseguito2* + il Procuratore della Repu((lica presso il 8ri(unale per i minorenni territorialmente competente rispetto al luogo delleseguito sequestro. . tale ufficio va pertanto trasmesso il ver(ale di sequestro) del quale copia va consegnata alla persona alla quale le cose sono state sequestrate e, trattandosi di minorenni, alla persona che su di essi esercita la potest' genitoriale* nei termini prescritti dallart. 3CC comma I c.p.p.

O4e )+ )+i-o 8e+e ,a se;)estrare ri/)ar,i reato attri8)ito a ma//iore++e e mi+ore++e s)ll&)+i-o 8e+e -o+-orro+o ,)e o piC ,isti+ti se;)estri5 -6e metto+o il 8e+e a ,isposi*io+e ,i o/+)+o ,ei ma/istrati -ompete+ti5 -)i ,e4e essere trasmesso il pro44e,ime+to ,i se;)estro per la -o+4ali,a' Ne -o+se/)e -6e se )+ ma/istrato pro-e,er: al ,isse;)estro5 la restit)*io+e ,el 8e+e ,o4r: essere s)8or,i+ata all&a--ertame+to -6e a+-6e l&altro ma/istrato a88ia pro44e,)to al ,isse;)estro' O4e a -orre,o ,i )+&)+i-a +oti*ia ,i reato 4i sia+o piC se;)estri ,i piC 8e+i o somme ,i ,e+aro o sosta+*e 2a, es' st)pe3a-e+ti% tro4ati i+ possesso ,i piC so//etti5 si ,e4e pro44e,ere a se;)estri separati5 reperta+,o i+ i+4ol)-ro a)to+omo -i? -6e 0 stato se;)estrato a, o/+)+o5 spe-i3i-a+,o ,etta/liatame+te( a% il so//etto +ei -)i -o+3ro+ti si pro-e,e al se;)estro5 8% la +at)ra5 -% la ;)a+tit:5 ,% le -aratteristi-6e esteriori ,elle -ose se;)estrate'
2 .estituzioni In caso di recupero in flagranza di cose ru(ate queste potranno essere immediatamente restituite alla persona offesa. Dve non sia reperi(ile il proprietario occorre evitare lacquisizione di cose pertinenti al reato senza la formalizzazione del sequestro ai sensi dellart.3C c.p.p.6 ogniqualvolta sia stato disposto il sequestro leventuale restituzione pu0 essere disposta unicamente dal Pu((lico 9inistero procedente. , -eposito di corpi di reato I corpi di reato non soggetti a particolari disposizioni o non collocati in giudiziale custodia devono essere depositati presso l?fficio 5orpi di Reato del 8ri(unale per i minorenni di 9ilano) 9ilano via Leopardi #!* il pi: presto possi(ile e comunque non oltre il termine di 34 giorni. 4 -eposito di corpi di reato particolari a) Somme di danaro ed oggetti di valore. Le somme di denaro vanno depositate in li(retti accesi presso l?fficio Postale di 9ilano e non presso gli uffici postali del luogo di sequestro. Gli oggetti di valore devono essere repertati separatamente, osservando le disposizioni vigenti in materia. b) Materiali esplosivi e infiammabili, armi da guerra

12

Dovranno essere depositati presso le strutture dellBsercito Italiano previa autorizzazione da richiedere al 5omando Regione 9ilitare Aord> S.9. ?ff. 8rasporti e 9ateriali c) Sostanze stupefacenti. Le sostanze stupefacenti in sequestro penale dovranno essere portate, per il prelievo di campioni, presso istituti idonei ad analizzare le sostanze, campionando il reperto prima della consegna all?fficio 5orpi di Reato allo scopo di eseguire gli accertamenti tossicologici necessari per sta(ilirne la natura cosE come previsto dagli artt.3 ! co. @ e 3C$ co.#@ c.p.p. . tale fine, qualora si tratti di accertamento ripeti(ile, l?fficio di Polizia Giudiziaria provveder' di propria iniziativa= a rivolgersi ad un La(oratorio di analisi istituito dalle .mministrazioni delle /orze di Polizia6 qualora venga individuato un la(oratorio di analisi diverso contestualmente alla trasmissione del ver(ale di sequestro ) anche via fa,* chieder' delega al magistrato di turno, la cui segreteria curer' limmediata trasmissione via fa,6 il la(oratorio individuato proceder' alla pesature e alla campionatura necessaria per gli accertamenti tossicologici ripeti(ili6 il reperto (en sigillato potr' essere cosE depositato presso l?fficio 5orpi di Reato del 8ri(unale per i 9inorenni di 9ilano. Si a44erte -6e i+ -aso ,i ma+-ata -ampio+at)ra5 la Pro-)ra +o+ a--etter: il reperto'

IL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA Dott'ssa Mo+i-a FREDIANI

INDIRIZZI UTILI
Procura della .epubblica presso il %ribunale per i Minorenni di Milano Fia Leopardi #! > tel. 4%" ;&C!# fa, n.4%" 3$$!4$4 5entro di Prima &ccoglienza per i minorenni di Milano Fia Spagliardi # > tel. 4% !3&4## fa, !34#!&$ "stituto Penale per i minorenni di Milano Fia 5alchi e 8aeggi %4 > tel. 4% # &$# fa, 4% !34%#%$ 6fficio del (ervizio (ociale del centro per la giustizia minorile di Milano Fia Spagliardi # > tel. 4% # $4# fa, 4% !34%C#4

13