Sei sulla pagina 1di 3

PER UN CURRICOLO DI EDUCAZIONE LINGUISTICA

GISCEL (Gruppo dintervento e studio nel campo delleducazione linguistica) nazionale

di Anna Rosa Guerriero

1. PER !" #E$I!I%I&!E #EGLI S'"!#"R# C RRIC&L"RI


La riflessione sulla definizione di standard curricolari per l educazione lin!uistica "a !i# dei punti di ) riferi$ento nell a$%ito della ricerca applicata& il glottokit di Gensini e 'edo(elli * ad ese$pio* il Certificato + di italiano co$e L+ di ,anda D Addio Colosi$o e le inda!ini IEA -International Association for t"e E(aluation of t"e Educational Ac"ie(e$ent* Associazione internazionale per la (alutazione del profitto / scolastico. sono utili contri%uti alla deter$inazione di indicatori di standard per un curricolo di italiano0 Il di%attito all interno delle associazioni* d altro canto* "a tessuto una fitta tra$a di riflessioni* analisi* idee* c"e stanno or$ai per tradursi in proposte concrete0 In 1uesta prospetti(a 2 forse utile riflettere su alcuni nodi critici& a. un pri$o punto delicato 2 il rapporto tra segmentazione delle abilit linguistiche in specifiche prestazioni oggettivamente osservabili e tipologia degli strumenti di osservazione e accertamento 3 2 un rapporto delicato perc"4 i secondi finiscono per condizionare profonda$ente le pratic"e didattic"e0 In 1uesta direzione si appuntano* ad ese$pio* alcuni ti$ori relati(i ad una pratica diffusa dei test o!!etti(i0 La risposta do(re%%e stare nell e1uili%rio tra l asse!nazione di rile(anza a una certa prestazione e il suo ade!ua$ento alle esi!enze e $odalit# -accurata$ente cali%rate. di rile(azione e accerta$ento0 Anc"e per 1uesto ordine di considerazioni 2 i$portante pro!ettare accurata$ente la strutturazione concettuale e testuale del curriculum* inteso co$e definizione di standard for$ati(i da ac1uisire all uscita de!li snodi essenziali del percorso for$ati(o -ese$pio& pri$o ciclo e secondo ciclo dell o%%li!o* diplo$a finale.* pre(edendo c"e cosa esso de%%a esplicitare& se$plice descrizione di sin!ole prestazioni (erifica%ili attra(erso le specific"e pro(e finali oppure esplicitazione anc"e di co$petenze e a%ilit# c"e stanno a $onte di 1uelle prestazioni0 Se il curriculum 2 1ualcosa di di(erso da un syllabus* allora do(re%%e forse co$prendere anc"e la descrizione di $etodolo!ie e dei siste$i di (alutazione3 b. un secondo punto cruciale* connesso con il precedente* 2 la necessit# di un approccio di tipo processuale nella scansione interna delle abilit& sono proprio !li aspetti procedurali* infatti* c"e consentono una $a!!iore esplicitazione dell inti$a interconnessione tra le 1uattro a%ilit# e c"e i$plicano una efficace accentuazione dell operati(it# delle di(erse prestazioni3 c. un terzo punto cruciale* infine* 2 la necessit# di indi(iduare criteri di !raduazione* lun!o il curricolo* dei li(elli* (ia (ia pi5 co$plessi e raffinati* di co$petenze e a%ilit# lin!uistic"e e* analo!a$ente* di articolare* all interno di uno stesso se!$ento curricolare* for$e di(erse di padronanza di a%ilit# e co$petenze0 6uesta terza prospetti(a di la(oro ri!uarda i criteri di $odulazione dell indice di difficolt# di una deter$inata prestazione e la possi%ilit# di cur(are le tipolo!ie di (erifica a 1ueste di(erse esi!enze0 Co$pito non facile 1uest ulti$o per due ordini di $oti(i& 7 perc"4 le a%ilit# lin!uistic"e* in condizioni d uso naturali e non artificiali* intera!iscono e $ettono si$ultanea$ente in !ioco $olteplici aspetti e piani delle capacit# se$iotic"e e co!niti(e di un indi(iduo3

7 perc"4 la natura co$posita della struttura disciplinare dell italiano -a%ilit#* riflessione !ra$$aticale e letteratura. potre%%e indurre se$plicistic"e ricostruzioni di profili di co$petenze a partire dalla presenza o $eno di uno dei tre nodi disciplinari0 Nella scansione di un curricolo* in particolare* %iso!nere%%e tener anc"e presente c"e la co$plessi(a crescita lin!uistico8co!niti(a di un allie(o non "a un anda$ento lineare* se!ue piuttosto rit$i discontinui e procede per picc"i di densit# di apprendi$ento e per te$poranei declini0

(. ) "LC*E #&+"!#" E ) "LC*E PR&P&S'"


Ci9 pre$esso* do(re$$o dun1ue cercare criteri c"e ci !uidino* da un lato* nella discretizzazione della co$plessit# nel continuum delle a%ilit# lin!uistic"e* e c"e ci orientino* dall altro* nella definizione di un ade!uata tipolo!ia di (erific"e0 A titolo di ese$pio e in (ia pro((isoria* propon!o due criteri& il criterio della operativit procedurale e il criterio della mobilit linguistica. Il pri$o potre%%e essere utile co$e orienta$ento !enerale nella definizione della tipolo!ia e della !radualit# delle pro(e* soprattutto nelle fasi iniziali del curricolo3 il secondo 7 articolato in (ari li(elli 7 rappresenta di fatto una specifica applicazione del pri$o* soprattutto nell interazione delle 1uattro a%ilit# e* pi5 in particolare* nell uso atti(o della lin!ua0 Con il pri$o criterio* ad ese$pio* ac1uistere%%ero rile(anza* nel !raduare un curricolo lin!uistico* le di(erse strate!ie e i processi di tratta$ento delle infor$azioni0 L indice di co$plessit#* infatti* non 2 le!ato soltanto all o!!etto cui si applica una certa a%ilit# -testo narrati(o o ar!o$entati(o* ad ese$pio.* $a anc"e al tipo di operazioni ric"ieste0 E 1uesta prospetti(a $ette forte$ente in !ioco !li aspetti tras(ersali del curricolo lin!uistico nelle sue $olteplici interazioni con lo s(iluppo co!niti(o0 6uesta prospetti(a pu9 ri(elarsi utile* ad ese$pio* per l a%ilit# di scrittura* soprattutto se pro(ia$o a : ; < considerarla secondo il criterio della mobilit linguistica (sintattica , pragmatico-testuale , = interlinguistica e semiotica . e nella sua interazione con la riflessione sull uso lin!uistico0 Ritornia$o per un $o$ento ad un 1uesito !enerale& c"e cosa de(e contenere esatta$ente un curriculum di italiano> E* in 1uesto caso* c"e cosa esso de(e dire in $erito all a%ilit# di scrittura> Pi5 in particolare& ? in una fase iniziale di @roda!!ioA* do(re%%ero essere esplicitati !li o%ietti(i strate!ici !enerali ai 1uali ancorare poi le specific"e descrizioni de!li standard secondo i di(ersi !radi di scolarit#> ? l enunciazione de!li standard do(re%%e prendere in considerazione i due (ersanti co$ple$entari delle procedure di scrittura e dei prodotti testuali> Le prestazioni di tipo procedurale* ad ese$pio* sono adatte alla (erifica di co$petenze di riflessione lin!uistica non solo in ter$ini rico!niti(i -ad es0 sa riconoscere e analizzare frasi co$poste e co$plesse. $a anc"e in ter$ini operati(i* attra(erso la specifica sollecitazione* ponia$o* di trasfor$azioni sintattic"e -ad es0 dalla sintassi coordinati(a a 1uella su%ordinati(a* con l opportuna re(isione della punte!!iatura. o trasfor$azioni dell ordine delle infor$azioni o altro ancora* secondo le di(erse di$ensioni della $o%ilit# lin!uistica0 Dun1ue %iso!na esplicitare anc"e la tipolo!ia e le $odalit# di accerta$ento e (erifica dei li(elli di padronanza lin!uistica> Si$ili 1uesiti non nascono dall ansia per una @retoricaA del curriculum* 1uanto piuttosto dalla preoccupazione di ela%orare uno stru$ento di effetti(o e efficace orienta$ento per i docenti* nella consape(olezza c"e* nei futuri scenari dell autono$ia* la deter$inazione di standard e di tipolo!ie di (erifica influenzer# profonda$ente la didattica disciplinare0

,I,LI&GR"$I"
,0 D ADDIO COLOSIBO* Un certificato per la conoscenza dellitaliano come L , in @Italiano C oltreA* La Nuo(a Italia* Direnze* )EF<

,0 D ADDIO COLOSIBO* !erso un certificato di italiano in @Italiano C oltreA* La Nuo(a Italia* Direnze* )EFF "lfabetizzazione culturale e comunicativa* a cura di T0 De Bauro* E0 Padalino* B0 'edo(elli* Giunti e Barzocco* Direnze* )EE+ #eoria e pratica del glottokit* a cura di S0 Gensini* B0 'edo(elli* Dranco An!eli* Ro$a* )EF= "lfabetizzazione e lettura in $talia e nel mondo* a cura di P0 Lucisano* Tecnodid* Napoli* )EE:

!ote 1. #eoria e pratica del glottokit a cura di S0 Gensini* B0 'edo(elli* Dranco An!eli* Ro$a* )EF=0 (. ,0 D ADDIO COLOSIBO* Un certificato per la conoscenza dellitaliano come L -@Italiano C oltreA* )EF<.* !erso un certificato di italiano -@Italiano C oltreA* )EFF.0 -. "lfabetizzazione e lettura in $talia e nel mondo* a cura di P0 Lucisano* Tecnodid* Napoli* )EE:0 .. Il criterio 2 forte$ente de%itore del concetto di @spazio lin!uisticoA di Tullio De Bauro0 /. Ad es0& trasfor$azioni di frasi se$plici o enunciati co$plessi attra(erso espansioni o condensazioni* attra(erso l a!!iunta o ri$ozione di sinta!$i o frasi con relati(e operazioni sulla punte!!iatura3 trasfor$azioni della sintassi coordinati(a in sintassi su%ordinati(a con relati(e operazioni sulla punte!!iatura3 trasfor$azioni del focus d attenzione e del flusso dell infor$azione attra(erso il ca$%ia$ento dell ordine dei costituenti* con relati(e operazioni di punte!!iatura* oppure attra(erso la trasfor$azione passi(a0 0. Ad es0 dalle trasfor$azioni o riela%orazioni di for$e testuali alla loro produzione0 1. Ad es0 trasfor$azioni tra (ariet# dia$esic"e* diastratic"e* da re!istro a re!istro* da codice a codice* e cosG (ia0