Sei sulla pagina 1di 1

Non dovremmo dimenticare che l'uomo genera il proprio karma, creando per mezzo dei suoi pensieri e delle

sue aspirazioni predominanti le sue capacit o i suoi limiti. Per mezzo dei suoi pensieri, delle sue azioni, delle sue intenzioni e dei suoi orientamenti, l'uomo capace di espandere all'infinito i propri limiti o, al contrario, pu restringerli al massimo. Attraverso i pensieri e le azioni l'uomo ha creato le catene che lo legano ma, grazie ad un modo corretto di pensare e di agire, scegliendo il ene e ci che lo eleva, l'uomo in grado di spezzarle. !ome dicono i saggi, siamo i eneficiari delle nostre stesse scelte, le "uali ci definiscono. #n funzione del nostro modo di pensare, di parlare e di agire provochiamo nel nostro organismo reazioni, collegate al nostro stato di salute, che prima o dopo dovremo sopportare #l li ero ar itrio opera "ui, come in tutte le altre situazioni simili$ "uando e dove do iamo entrare nel fiume, "uanto rapidamente e "uanto forte do iamo nuotare, etc. %gni applicazione del li ero ar itrio influenza il nostro destino. Per esempio, se si nuota velocemente o con molta energia le forze si esauriscono prima e ci si pu trovare in un momento cruciale in cui non si hanno pi& risorse per poter influenzare positivamente il destino. 'uesti differenti gradi di intensit del karma si applicano in ogni contesto della nostra esistenza. Pro a ilmente l'aspetto pi& importante collegato al karma la presa di coscienza$ "uanto pi& si coscienti, tanto pi& si efficienti come esseri umani. Pi& un essere umano cosciente, pi& il grado di armonizzazione della sua vita maggiore. (a vita pu essere paragonata ad una nuotata per attraversare un fiume, che rappresenta il para dha karma di ciascuno. )e la velocit della corrente di intensit sta ile *dridha+, "uasi sicuro che la corrente sar pi& forte del nuotatore e lo porter verso valle, anche se si tratta di un nuotatore esperto. )e la forza del nuotatore pari alla forza della corrente, si determiner una situazione di tipo dridha, adridha e, pro a ilmente, riuscir ad attraversare il fiume con l'uso di tutte le sue energie. 'uando la corrente del fiume de ole, l'intensit del karma adridha, "uindi poco pro a ile che un nuotatore, anche non particolarmente esperto, possa avere delle difficolt. #l -arma *relazione tra causa ed effetto+ pu essere classificato in tre categorie. 'uesto sono chiamate sanchita, prara dha e kri.amana. )anchita */raccolto/+ karma la somma degli effetti provocati dalle nostre azioni passate, coscienti o incoscienti, e si colloca nel nostro corpo causale. Prara dha */in movimento/+ karma "uella parte *sic0+ di sanchita karma che sperimentata durante l'intera vita presente ed costituita dai frutti che sono gi stati raccolti e sono pronti ad essere consumati. )anchita e prara dha rappresentano il destino o la sorte.