Sei sulla pagina 1di 60

Messaggi dal Cerchio di Catania, annata 2008 09.01.2008 Vi saluto fratelli, sono con voi.

Guardate con attenzione il raggio di luce che il mio essere, assieme a quello dei miei Fratelli, ha prodotto al centro del vostro cerchio. Soffermatevi a guardarlo col vostro terzo occhio e mentre fate ci, la sua energia, la sua luce penetrano nei vostri corpi creando quella condizione particolare che permette al vostro essere di raggiungere in pochi secondi i luoghi pi lontani e inaccessibili del vostro Pianeta, il quale si prepara a ricevere il dono prezioso della Luce e dell'Energia di tutti i Mondi creati, e si scrolla di dosso tutte le anomalie e le disarmonie che nel tempo si sono accumulate. Ora venuto il momento, il momento decisivo per un cambiamento di stato, per un passaggio dimensionale tanto atteso, tanto auspicato. Per tale momento si lavorato per migliaia di anni e ancora si sta lavorando per preparare le coscienze di molti, affinch siano idonee a sostenere questo nuovo impatto. Come sapete, fratelli, ogni cambiamento, ogni trasformazione, ogni rinnovamento presuppone una quantit anche minima di dolore e di sofferenza. Tale dolore potr essere contenuto e non avr quegli aspetti catastrofici, distruttivi che molti temono. Noi lavoriamo con voi, fratelli, affinch il parto sia il pi indolore possibile. La vostra Madre Terra continuer a dare i suoi frutti, il sostentamento ai suoi figli ma nel rispetto delle nuove Leggi, delle nuove condizioni climatiche e ambientali alle quali bisogner adattarsi e ambientarsi. Come avete gi notato per le stagioni, anche i cicli della Terra, i cicli della natura avranno un'altra tendenza per essere coerenti ed allineati ai nuovi influssi cosmici. Il cambiamento epocale che questo Pianeta attende un avvenimento che tutto l'Universo ha preparato, ha sostenuto in seno a quella Legge di armonia cosmica che sovrintende all'Universo. Ancora la nota stonata rappresentata da un'umanit in disaccordo, un' umanit belligerante che non riconosce la dignit degli altri esseri umani, il diritto all'esistenza pacifica di tutti, anche se di razza e di religione diverse. Molti di questi nostri fratelli cocciuti nella persistenza delle loro idee, cos renitenti ad ogni richiamo che viene dal cuore, dal cuore di tutto l'Universo, dal Cuore stesso del nostro stesso Creatore, molti di costoro non potranno pi agire in tal senso, e sceglieranno di andarsene per poi tornare sulla Terra, in altri momenti, con una nuova coscienza. C' un'altra parte di umanit indecisa se accettare e credere totalmente a ci che viene rivelato, o restare ancorati alla realt dei sensi come unica verit possibile o inoppugnabile. Su questi fratelli possiamo ancora molto agire e chiedo a voi, fratelli, questa sera, una collaborazione pi forte e compatta. I nostri fratelli umani che si trovano al bivio della loro coscienza, della loro scelta esistenziale dovranno sentire, attraverso l'amore che inviamo loro, a quale verit appigliarsi, a quale aspetto della verit credere e da questa scelta non vorranno pi tornare indietro, non torneranno pi indietro. Da questo momento la loro vita seguir un altro percorso e cos per tutti voi, fratelli, che vi siete coalizzati, che avete aderito al nostro invito e spontaneamente vi siete associati al programma di cura e ricostruzione di questo Pianeta, per evitare l'estinzione di molti animali, per risanare e ripopolare le acque dei laghi e dei mari. Siete ingaggiati in questa lotta, una lotta non cruenta, non devastante. Ma siete impegnati come soldati nel mettere in atto tutte le vostre risorse, tutta la vostra pazienza, la costanza, la perseveranza credendo ciecamente di essere fautori e collaboratori del

Progetto divino: di quella parte di Progetto che apre la strada per una nuova fase della vita degli uomini e della vita di questo Pianeta. Se pensate, fratelli, di portare consolazione, refrigerio a chi malato, stanco, avvilito da tutte le bassezze umane, il vostro intento diventer un fattore creante, un fattore coadiuvante nella riproposizione della vita di ogni uomo, di ogni creatura. Spesso dimenticate il potenziale divino che sempre presente in voi e che attende di essere rispolverato e di essere utilizzato per tutti i vostri bisogni e i bisogni dei vostri simili. un potenziale divino che aumenta la sua efficacia proporzionalmente al riconoscimento e alla certezza della sua presenza. Accontentatevi, fratelli, anche di piccoli passi in avanti, di piccoli progetti realizzati attraverso questa valenza in pi che siete riusciti ad individuare. Le guarigioni, i miracoli potranno anche arrivare ma tutto sta nel cominciare e rimanere fedeli e costanti in questo pensiero. Gi una grande conquista aver trovato il significato della vita giorno dopo giorno; anche se ogni conquista pu essere piccola e insignificante pu e deve sostenere le vostre giornate pi pesanti, le giornate di lotta, le giornate di contrasti. Il significato che avete ritrovato nella vostra vita la panacea per ogni avvenimento, specialmente per quelli non gradevoli. La luce che portate dentro, la consapevolezza raggiunta non cosa da poco, non dimenticatelo e fate in modo che anche gli altri possano riconoscerlo e tenerne conto. come una medaglia al valore che vi siete conquistata, di cui si pu essere fieri. Vorremmo che questa sicurezza nell'andare avanti vi facesse conquistare sempre pi successi, vincere quelle battaglie nelle quali manca la luce, manca la verit. Sarete voi a portare questa fiaccola di luce e la testimonianza della verit con la vostra azione, con la vostra stessa persona. Siamo contenti, siamo soddisfatti del vostro modo d'essere, anche se ancora qualcuno si attarda a considerare con sofferenza, con malanimo, addirittura con ira certi fatti della propria vita; ma, dall'altro lato, c chi ha colto la vera essenza, il valore autentico, l'essenzialit e non si lascia pi abbattere da tante sciocchezze, da tante cose inutili. Quello che conta vivere in mezzo a tutti gli aspetti della vita ma vivere consapevolmente, non pi come cadaveri trascinati dalla forza degli eventi verso un nuovo modo di essere. Il nuovo modo di vivere, anche se costa sacrificio, anche se costa lavoro immenso il solo motivo, lunico motivo per il quale siete qui. Vi siete incarnati per fare una esperienza meravigliosa: allargare ed intensificare la percezione dell'amore, la capacit all'amore. Continuate ad amare e a rispettare il vostro corpo, tutti i vostri corpi. Ad ognuno date quell'apporto energetico, quel cibo giusto di cui ha bisogno. Sostenetevi a vicenda nei momenti pi bui che i vostri i fratelli attraversano; portate un contributo di luce, di chiarezza ma non sostituitevi mai alle loro decisioni, siano essi in linea o in contrasto col vostro modo di sentire. Utilizzate la luce che vi doniamo per tutti i vostri scopi e bisogni. Con essa date forma e colore ai vostri progetti, date consistenza ai vostri sogni e siate tranquilli di non sbagliare mai, perch siete istruiti dal vostro spirito e assistiti quotidianamente dalle nostre energie. Addio fratelli. 16.01.2008 Fratelli, vi porto la Luce e l'Amore della Comunit che io rappresento. Trovandomi sempre vicino a voi, sento che gli avvenimenti della vostra vita li vivete con una nota in

pi di gioia; e soltanto qualche rara volta, con un pizzico di tristezza. Siamo sicuri, per, che ormai il vostro procedere abbastanza fermo su posizioni stabili ed equilibrate e, di conseguenza, tutte le decisioni che la vostra mente mette in atto vengono fuori da quel grado in pi di consapevolezza raggiunto, che non cosa da poco. Credetemi fratelli. La consapevolezza come un orizzonte che pu apparire come una semplice striscia, ma poi, quando ci si rende conto che quella limitatezza uno scherzo della percezione visiva, il prodotto di uno schema mentale, assumiamo la consapevolezza che l'orizzonte infinito non si ra ggiunge mai perch abbraccia unestensione, un raggio d'azione che non si in grado di quantificare. Questo paragone pu essere adattato ad ogni momento della vita dell'uomo, sia quando la sua visione limitata a quella striscia d'orizzonte, sia quando ha superato questa fase e quindi la coscienza abbraccia un campo, uno spazio sempre pi ampio. Allorquando in tale processo, che sempre in atto e non ha mai una fine, cadono e perdono valore tutti i punti fermi che sono in quella striscia d'orizzonte, tale striscia per la quale ci si battuti, ci si disperati, assume tuttaltro significato. La coscienza un dono che va considerato come un imprimatur divino, ascritto ad ogni creatura, ad ogni cellula che forma il corpo fisico. Questa comunanza divina fra tutti gli esseri del Creato, anche fra animali e piante, procura una gioia immensa e non ci fa sentire pi soli e abbandonati dal nostro Creatore. Per gli esseri umani il discorso va oltre perch la coscienza che viene assegnata ad ogni uomo per sua scelta un potenziale da mettere in atto, da far crescere. Essa, s un dono ma, nello stesso tempo, una responsabilit enorme che non si pu certo ignorare, non si pu far passare inosservata. Ogni creatura che viene su questa Terra porta con s un programma, un programma di crescita esperenziale, un programma che pu soddisfare e portare a compimento la realizzazione delle pi alte condizioni vibratorie, anche mediante l'ausilio di altri fratelli. Pertanto, la ricerca e il riconoscimento della fratellanza non pi soltanto un optional in linea con il dettame divino, ma una necessit, una necessit imprescindibile per assumere la massima consapevolezza. Fratelli, solo con la collaborazione fra voi, con quel dare e avere energetico, voi potete far crescere e allargare la vostra consapevolezza, lo splendore del vostro spirito. La conoscenza della verit dovr passare da una essere ad un altro essere, mediante tale scambio, che anche un dono, affinch si possa assorbire qualcosa dell'altro: il risultato di quello che stato lo sforzo, il sacrificio dell'altro fratello in modo che lo si possa associare alla propria conoscenza. Mediante un filtro personale diventer proprio, diventer appannaggio di ogni essere. Ci che ancora non ha colto il nostro fratello umano che il dono consiste nello scambio energetico fatto di azioni, di gesti, di pensieri. Quando vi rapportate con gli altri, una parte di voi si muove e va incontro allaltro, anche senza che ve ne rendiate conto, ma questa parte pu essere rifiutata come pu essere recepita. Se non ci sono pi pregiudizi e diffidenza, il dono dell'altro prende posto nella vostra vita, nella vostra esistenza arricchendola e colorandola con molte note di colore, di tutte quelle note di colore che vengono dalla poliedricit di ogni essere che ognuno di voi e di noi possiede in maniera speciale, in maniera unica: cos al proprio colore si aggiunge anche la tonalit che viene dagli altri esseri. Immaginate che caleidoscopio luminoso sar il vostro spirito, e come rifulgerete di luce! L'accettazione di ci che viene dagli altri non ha certo a che fare con la presenza delle precauzioni suggerite dai benpensanti. Bisogna essere cauti, ma non in modo esagerato; l'eccessiva diffidenza distrugge ogni rapporto e vi carica di malanimo e di sofferenza costanti. Il vostro spirito gi adulto, ma voi pensate di essere dei bambini

inconsapevoli, e ci che vi suggerisce il vostro spirito pu, o pu non essere ascoltato e messo in atto. Se guardate a qualche episodio della vostra vita nel quale siete stati poco rispettati o delusi nella vostra aspettativa e pensate che queste esperienze vi hanno bloccato e scottato, essi non dovranno pi influenzare il proseguimento della vostra vita, perch non detto che dovranno verificarsi e riproporsi. Se cos fosse, fratelli, la vostra vita diventerebbe un inferno: dovreste guardarvi alle spalle continuamente e temere nemici che cercano continuamente di truffarvi, di derubarvi. Con maggiore fiducia nel vostro prossimo, seguendo l'ispirazione che viene dal vostro interno, e cercando di adattarla alle circostanze della vita, alle persone che avete intorno, il vostro iter pu procedere in modo pi sereno ed equilibrato. Ci che non va mai dimenticato, o trascurato, il riconoscimento del valore di ogni persona, di ogni essere umano. Per nessuna ragione bisogna barattarlo con altri pseudovalori. un valore assoluto e chi lo disconosce o chi lo infanga non merita il vostro amore, la vostra amicizia. vero che ognuno ha un proprio modo di pensare, di agire, di estrinsecare la propria personalit e questi modi diversi possono apparire agli altri come una serie infinita di difetti e di inadempienze. Quando questo evento si verifica e salta ai vostri occhi, vorr dire che venuta a mancare quella accettazione piena, a 360, quella che si desidera, che si vuole da parte degli altri. Tutto questo non giustifica il tentativo di prevaricare per vanificare o distruggere il lavoro di una creatura, il lavoro di ogni essere, quel lungo lavoro che lo ha portato sulla Terra. Siate generosi con chi vi sta vicino ma pretendendo il rispetto massimo per la vostra dignit umana e divina. In questo settore le battaglie non si vincono con le decisioni drastiche, con i colpi di testa bens con la tenacia, col comportamento equilibrato, sereno e fiducioso, e con la certezza che nel proprio agire c' la mano divina, c' l'ispirazione divina come in tutti gli altri fratelli. Questo paradigma potete adottarlo in ogni circostanza della vita, fratelli. In tal modo potete spegnere o attenuare quelle note stridenti presenti in alcuni rapporti. Non sempre le cose vanno secondo i vostri desideri perch la crescita individuale e diversa da persona a persona. Si verificano pertanto i contrasti e le incomprensioni, in special modo quando non si convinti che si cresce in maniera diversa, su lunghezze d'onde diverse. Il nostro consiglio sempre quello di usare quella morbidezza caratteriale che non quella del succube e non arrendevolezza ma solo rispetto dato, e nel contempo, preteso. In tal modo potete accostarvi a tutti gli avvenimenti, risolvere ogni questione, anche la pi intricata. Dovete essere ormai sicuri di avere dalla vostra parte, e raggiunto, quel grado di consapevolezza che non pu farvi pi sbagliare. Ricordate di avere fatto un percorso, non solo in altre vite ma anche in questa esistenza, un percorso lungo, laborioso, faticoso. Siete quindi in grado di raccogliere i frutti del vostro sacrificio, della vostra perseveranza: i frutti copiosi, che sotto forme di Grazia, la Provvidenza vi dispensa. La prosperit che riuscite ad attirarvi dipende dal sapervi destreggiare con sicurezza nelle innumerevoli questioni della vita con ogni referente: che sia un parente, che sia un figlio, che sia un estraneo. Siete in grado di sostenere le vostre idee e di portare a compimento i vostri progetti. Vorremmo che foste convinti, totalmente convinti delle verit che noi constatiamo e vediamo in voi, ma prima o poi, siamo sicuri, ci accadr. Non una sicumera ma una sicurezza, una sicurezza spirituale che non vi far montare in superbia, in alterigia, anzi vi attirer molte simpatie e molto amore dai vostri simili, cos come voi le desiderate.

Vedete, fratelli, non ci sono ricette prestabilite, dei pre-stampati su come affrontare tutti i passi della vita. Anche se il vostro mondo pieno di psicologi, di filosofi, di teologi, che formulano nuove teorie, ognuno suggerisce la propria come buona e necessaria, ma non scontato che non possa andare bene per tutti. Ogni teoria che viene fuori dalla mente di un uomo un segno meraviglioso di creativit ma, siccome siete diversi l'uno dall'altro, le teorie possono non essere applicabili a tutti. C' chi propone la meditazione profonda, la meditazione trascendentale. Senz'altro pu essere un momento di pausa delle attivit cerebrali, delle attivit del pensiero ma, finito quel momento, terminato quell'attimo, ogni essere umano ripiomba e ricade nei suoi problemi, ripiomba nel suo dolore e nella impossibilit di trovare le soluzioni alle questioni della propria quotidianit. I nostri insegnamenti a voi diretti sono solo delle indicazioni, e non nostro intento sostituirci alle vostre decisioni, al vostro libero arbitrio. Abbiamo provveduto a stimolare in voi le varie pre se di coscienza ponendo laccento alle vostre intuizioni personali, uniche e specifiche, non solo per arricchire la vostra coscienza ma anche per la soluzione di ogni problema. vero che molti di essi continueranno a persistere perch non saranno debellati totalmente, ma quello che conta il vostro stato d'animo nei loro confronti: non sentendovi pi avviliti e amareggiati e privi di risorse e senza speranza. Tale condizione non succede pi a nessuno di voi. Riconoscetelo, fratelli. Siete dei privilegiati! Con le vostre stesse forze avete superato molti impasse e siete in grado di superarne ancora altre, sempre e soltanto con le vostre proprie forze. Siete i nostri migliori amici, i nostri pi amati fratelli; siete al centro dinteresse della Comunit che io rappresento. come se foste figli nostri. Viviamo della gioia riflessa dalle vostre gioie, dalle vostre conquiste. Non dimenticate mai, fratelli, che siamo sempre con voi. Addio. 23.01.2008 C.G. Vi saluto, fratelli, sono con voi. Centrate la vostra attenzione sul raggio luminoso che si formato con il concorso di ciascun fratello presente stasera nel vostro cerchio. La banda energetica risultante la sommatoria di quelle energie che ognuno di voi possiede ed emette. Se mantenete costante la vostra attenzione, la potenza della luce di questo cerchio d'amore e di guarigione potr aumentare in modo vertiginoso lasciando questo luogo ristretto per protendersi e diramarsi su tutto il Pianeta, per abbracciarlo e avvilupparlo completamente. Con la luce viaggia anche il vostro pensiero che pu essere pi o meno centrato sul desiderio, sull'impegno: sul desiderio di dare soccorso e sull'impegno ad aiutare ogni fratello che si dibatte in uno stato di non sicurezza, di non serenit per motivi propri o per cause arrecate da altri fratelli. Quali che siano i motivi, questi fratelli sono i destinatari del nostro aiuto, del nostro soccorso! Sentiamo chiaramente quante richieste ci giungono da questo desolato Pianeta e noi, come zattere di salvataggio, andiamo a soddisfare, andiamo a colmare i vuoti di molte esistenze, andiamo a rincuorare gli animi afflitti dei nostri fratelli umani.

Portiamo la serenit e l'impertubabilit del nostro essere che, pur soccorrendo, pur aiutando non viene influenzato, non viene contagiato da alcuna sofferenza, da alcuna disgrazia. Offriamo l'esempio del nostro stato di serenit imperturbabile nello stimolare questi esseri, affinch risveglino in loro quelle risorse sopite, atte a far venir fuori aspetti diversi dell'esistenza, aspetti nuovi della vita. Auguriamo ad ogni fratello che soffre, che pena per la salute, per la povert o per la schiavit sotto varie forme, di poter trovare in se stesso, in tempi brevissimi, le modalit per riscattarsi, le modalit per guarire, per ritrovare la fiducia nella vita e nel prossimo. Noi ci associamo, con la nostra preghiera e con il nostro augurio, alle Forze preponderanti che provengono dall'Universo, quelle che hanno in animo i nostri stessi obiettivi mirati al cambiamento, alla trasformazione di ci che pesante, di ci che doloroso sul vostro Pianeta. Entriamo anche nelle coscienze di chi detiene il potere, di chi amministra i beni della Terra, le ricchezze del Pianeta. Introduciamoci nelle loro menti come un tarlo: questo tarlo produrr un nuovo modo di pensare, di agire anche se, poco per volta, e nel tempo. Nessun essere di questo mondo potr restare fermo, cristallizzato sullidea malsana di prevaricare sui deboli imponendo loro un modo di vivere indegno. Alla stessa maniera, ad ogni pensiero di guerra, ad ogni pensiero di supremazia sugli altri, sostituiamo un pensiero di pace, un pensiero di eguaglianza fra tutti gli uomini della Terra. Con quelli che ci ascoltano e ci recepiscono, stringiamo un patto di alleanza, un patto che diventer sacro, un patto eterno che non potr mai essere dimenticato o annullato. Sono molti gli esseri che ci ascoltano, che sentono il nostro pensiero di amore e di fratellanza e che ci hanno dato il loro consenso permettendoci cos di aiutarli e, nel contempo, promettono di darsi da fare per aiutare se stessi. Il ritorno dell amore, il ritorno del pensiero di benessere e di aiuto, un fatto inevitabile. Accoglietelo dentro di voi come una manna del cielo. Quella manna preposta e deputata ad ogni carenza dei vostri corpi, ad ogni disfunzione del vostro organismo. Fatela penetrare in voi senza porre ostacoli mentali: l'aiuto pi grande, il dono pi prezioso che possiate ricevere. Vi proviene da tutto l'Universo che ha collaborato con noi al risanamento degli uomini della Terra e al risanamento della Terra stessa. Lenergia del vostro cervello, preposta a creare nuove sinapsi, penetra anche attraverso i pori della pelle e si fa strada nei vostri corpi. Si ferma in ogni punto energetico, irrora ogni organo, ogni apparato; fa un servizio di ricostruzione, di pulizia. Combatte ogni virus che possa danneggiare il funzionamento dei vostri apparati e alterarne le funzioni. Successivamente, si trasforma in serenit, in un benessere allargato: quel tipo di benessere che vi fa vedere tutti gli aspetti della vostra vita con una nuova leggerezza e con il distacco necessario. Ora vi sentite alleggeriti e ripuliti di ogni peso, di ogni responsabilit. Almeno in questo momento i vostri esseri sono liberi, privi di ogni emozione che provenga dalla mente, liberi di gustare, assaporare questo stato di estasi, questo stato di pura gioia.

Cercate di prolungarlo per pi tempo possibile; uno stato di coscienza che potrete riproporre in altri momenti, perch ne siete capaci. uno stato di coscienza che vi pu anche stupire; vi permette di potere ascoltare tutti i rumori del mondo, tutte le note stonate del pensiero che vi circonda, e saperli armonizzare in uno stato permanente di benessere di cui dovete pretendere la presenza, come un vostro diritto. Nessuno pu portarvi via questo benessere, o distruggerlo, perch ve lo siete conquistato. Solo voi e soltanto voi, potete realizzarlo per voi stessi e per i fratelli che a voi si rivolgono. Sentite la Grazia su di voi, sentite l'Amore del nostro Creatore che si rende palpabile, che si rende concreto? Sentite il Suo Amore, la Sua Benedizione, il Suo Interesse per le vostre vite, per tutte le nostre vite? Nessuno solo e abbandonato, nessuno infelice! Questa la verit, fratelli, ma quando le cose non vanno come desiderate, non prendetevela con nessuno, ma solo con voi stessi. L'Amore di Dio per tutti noi, nessuno escluso. Addio fratelli. 30.01.2008 Vi saluto fratelli, sono qui con voi. Sento la gioia dei vostri cuori che si associa alla gioia della nostra interiorit. La Comunit che io rappresento vi indirizza sentimenti di solidariet e di compiacimento per il vostro modo di affrontare la vita. Ci sono state molte occasioni nelle vostre esistenze nelle quali abbiamo notato che ognuno di voi ha mostrato un coraggio eccezionale, un ardimento cos grande che quasi sconoscevate di possedere e tali momenti, che sono diventati sempre pi numerosi, non sono stati recepiti come dei semplici fatti occasionali. Quella parte di voi che ha affrontato un dato problema risolvendolo, vi apparsa come una parte sconosciuta di voi stessi, della vostra personalit. Un aspetto della vostra personalit non riconosciuta, e forse avete pensato che qualcun altro avesse operato per voi; come se qualcun altro si fosse inserito nel vostro abituale modo di procedere per dare una svolta nuova alla vostra vita. Ma io vi dico, fratelli, che tutto merito vostro, e soltanto vostro. Questi aspetti quasi miracolistici di un andamento nuovo dell'esistenza si verificheranno sempre con maggiore frequenza, con una continuit costante; sar sempre il vostro essere, saranno altre sfaccettature della poliedricit del vostro essere che verranno fuori per aiutarvi a conoscere, o meglio a riconoscere, la vostra vera identit. Questi sono i frutti di un lavoro su se stessi, di un lavoro di ripulitura di tutto il superfluo, di tutto ci che non serve, in modo da rendere pi felice la vostra vita. Quanto pi eliminate il superfluo e il contraddittorio dall'essenza stessa della vita, che un dono di Dio, tanto pi raccoglierete i frutti copiosi del vostro pensiero e del vostro agire. Come pi volte abbiamo accennato, vi siete immessi su un sentiero che non dovrebbe comportare pi perplessit nel procedere, e il desiderio di tornare indietro sui propri passi non far pi capolino nella vostra mente: il procedere sar sempre pi fermo, deciso, senza tentennamenti di sorta, senza paure inconsc e nellaffrontare i vari incontri che si faranno,

e le incognite che si presenteranno lungo il cammino. Una fiducia cos intima, cos personale ma anche cos radicata, che non potr pi prospettarvi sorprese e delusioni. Avete ormai le idee chiare sul valore dell'esistenza e sul prezzo che si paga, che si deve pagare per poterla vivere in piena consapevolezza; ma quanta altra gioia, quanta gioia avete riscoperto nel vostro quotidiano, eppure era l, davanti a voi quando non eravate ancora in grado di percepirla. Oggi vivete la vostra vita con un gusto diverso assaporandola nei suoi molteplici aspetti e sentendovi vivi e contenti di poterne comprendere il significato. Vedete, fratelli, quando ci si lascia vivere, quando ci si trascina nell'esistenza dal momento della nascita fino alla morte senza porsi degli interrogativi, senza ricercare il bandolo della matassa che ci ricongiunge a tutte le varie esistenze, tale esperienza incarnativa diventa inutile. Se non ci si sforza di capire i propri comportamenti, le motivazioni che sono alla base delle proprie azioni e, alla stessa maniera, non ci si impegna a capire le motivazioni degli altri fratelli, una tale esistenza come la vita di un moscerino. Anche se dura per tanto tempo, il valore quello di un attimo. Se siete qui in questa dimensione con tutti i problemi correlati al Pianeta che vi ospita, perch voi possiate mettere in atto la vostra resistenza, la tenacia, la perseveranza e soprattutto la incorruttibilit del vostro spirito. Lo spirito non si piega dinanzi alle avversit, non si spezza dinanzi alle disgrazie, ai comportamenti ingiusti di altri uomini, di altri fratelli. Lo spirito vi stato dato, fratelli, ci stato dato dal nostro Creatore per affrontare qualsiasi emergenza, anche la condizione pi emarginata, la condizione pi infima di vita umana. Lo spirito resta sempre forte a proteggere l'individuo, a dargli forza e a far s che riemerga anche dalla fanghiglia. Ci sono mille casi, mille dimostrazioni nella vita di tutti i giorni che sostengono quanto ho detto, quanto vi abbiamo riferito. Vi sono dimostrazioni di grande valore, di grande forza d'animo, di grande volont tra gli esseri umani ma senza per questo essere santi o eroi. Tutto questo dovrebbe farvi desistere dal pensare con scoramento, fratelli, di essere fragili, di essere vulnerabili o incapaci di affrontare la vita. uno schema mentale, un pregiudizio di cui bisogna presto liberarsi altrimenti intralcer la vostra vita, la intralcer seriamente; e per quanti sforzi facciate per andare avanti, per migliorare voi stessi, il tenore della vostra vita sar sempre l come un tarlo a frenare le vostre iniziative, le velleit del vostro animo, della vostra mente. Sar un deterrente in ogni circostanza. La forza a cui alludiamo non una forza bruta, o solamente una forza muscolare anche se, nella forza muscolare c sempre alleato lo spirito. Infatti, un atleta che eccelle nello specifico di uno sport, di una disciplina segue una voce interiore che lo guida nell'allenamento, che disciplina la sua vita e gli fa raggiungere traguardi di valore. Mi rivolgo ai giovani che sono presenti qui, questa sera, in questo gruppo damore e di preghiera e indirizzo loro il mio pensiero affinch non si sentano mai atterrati, sfiancati dal comportamento di altri esseri umani o anche dai loro stessi pensieri, centrati sullavvilimento e sullincapacit a reagire. A voi giovani affidata anche una grossa responsabilit: con l'azione e col pensiero nuovo guiderete altre coscienze verso una svolta nuova, verso un nuovo volto di questo Pianeta, di questa umanit. una grossa responsabilit perch dal vostro agire verr fuori quell'ambiente migliore o peggiore in cui dovrete vivere, se porterete avanti, o non, un pensiero nuovo di rinascita, di miglioramento generale. Sarete voi stessi a formarlo, con la creativit del vostro pensiero e con i progetti che verranno fuori dalla mente collettiva. Il programma non riguarda solo voi ma anche i figli che verranno da voi educati con questi nuovi principi.

Il programma segue una nuova etica, ha una nuova concettualit non pi improntata all'individualismo esasperato, all'egoismo imperante, al consumismo sfrenato: piuttosto seguir un'etica basata sul vero rispetto umano. Ci vorr del tempo; ma per crescere una pianta, ha bisogno che il suo seme affondi nella terra e marcisca per diventare poi una pianticella sempre pi forte, sempre pi grande. Voi giovani, vi rendete conto di quanta confusione agita il pianeta, quanti contrasti e quante contraddizioni nel modo di vivere e di gestire la vita. Noi siamo sicuri che voi sarete portatori di una chiarezza che oggi ancora non esiste nella sua pienezza, che oggi fa fatica a farsi strada nella mente degli uomini; la chiarezza importante per risolvere i problemi dell'esistenza, per trovare soluzioni a tutti i mali della Terra, a tutte le disparit fra gli esseri di questo Pianeta. Una luce nuova si insinua nelle vostre menti e si fa spazio nei vostri cuori perch vi alberghi l'amore fraterno, la fratellanza, quella vera, quella autentica. Addio, fratelli. 06.02.2008 Vi saluto, fratelli, sono con voi. Preparatevi adeguatamente e degnamente al sacro servizio che stiamo per compiere allontanando dolcemente ogni pensiero assillante dalla vostra mente, allentando ogni tensione del corpo fisico e riempiendo i polmoni con un grande respiro. La Luce che vi portiamo dalle dimensioni pi sottili dello Spirito prende posto nella vostra mente, quel posto reso libero nel vostro cervello dai pensieri eliminati e si colloca pure nel vostro cuore, nella vostra interiorit. L'amore si sostituisce ad ogni emozione bassa e pesante. Lamore a cui alludo l'Amore pi grande, l'Amore pi elevato che voi possiate provare, l'Amore incondizionato, quello preposto e proposto dal nostro spirito. Con questi due elementi preziosi - l'Amore e la Luce - strettamente uniti e coniugati, ci prepariamo a trattare il pianeta Terra e tutti i fratelli che lo abitano. Ci accingiamo a dare aiuto e sollievo alle grida di dolore, a tutte le richieste che dal Pianeta si sollevano e giungono al Cuore del nostro Creatore. Su Suo incarico, su Sua delega noi ci muoviamo nella speranza, anzi, nella certezza, di risollevare le sorti di tanti esseri umani sparsi nel globo. Con la velocit della luce ci collochiamo vicino a loro e diamo il nostro appoggio, la nostra solidariet fraterna. Sentiamo che sono infinite e variegate le necessit di ogni creatura, di ogni popolo. Non possiamo risolvere o modificare totalmente, in ossequio al libero arbitrio, le sorti di tutta la popolazione della Terra ma sappiamo di certo che l'amore che portiamo e la luce che infondiamo nei loro cuori e nelle loro menti, cambieranno le condizioni di vita di molti, perch produrranno cambiamenti vistosi: potranno fare cessare le sofferenze prodotte dalle malattie, potranno far diminuire gli effetti di un karma pesante, sia personale che collettivo. Il nostro pensiero giunge alle coscienze di ogni creatura perch si attivino quelle risorse atte al cambiamento, perch si producano nuove strutture nel loro modo di pensare e, successivamente, nell'agire. Il nostro pensiero d'amore cos incisivo e cos daiuto particolare, che pu capovolgere, soprattutto in meglio, situazioni stagnanti, condizioni aberranti della vita dei nostri fratelli, sempre che lo vogliano e si diano da fare per programmarli e crearli.

Comunque, i nostri fratelli umani sappiano sempre, siano convinti di non essere soli nell'affrontare la vita, nell'affrontare la malattia, la povert. Siano sempre ce rti che noi saremo al loro fianco, anche nel momento del trapasso. Siano convinti che ci rincontreremo su altre dimensioni e con altri stati di coscienza. importante, cari fratelli, assistere gli ammalati con una energia di pensiero quale quella che vi siete formata. Non saranno le parole ad assisterli, a confortarli ma l'energia che si esprime, che trapela dalla vostra mente e dal vostro cuore. Questa nuova energia si andata formando man mano che la consapevolezza si allargata, man mano che avete messo in atto tutte le procedure per debellare il vecchio, il risaputo che un tempo aleggiava nelle vostre menti. Siete in grado ormai di riformularvi, di rinnovarvi e siete anche in grado di trasmettere tale procedimento ad altri: a quelle creature, a quegli esseri che a voi si avvicinano senza pregiudizi, senza preclusioni, con abbandono totale, con fiducia piena. Non sempre questo si verifica ma quando non ci sono queste condizioni il vostro intervento comunque valido ed efficace. Mediante il vostro intento, avete dato amore, avete dato luce, avete fatto il dono di voi stessi anche a qualcuno che lo ha rifiutato, non lo ha fatto proprio: un'occasione, unopportunit perduta ma non per voi; voi avrete acquistato meriti e vi sarete ricaricati del r itorno dellAmore e della Luce la cui carica denergia vi dar pi forza e potere. Pertanto non amareggiatevi quando accade di essere fraintesi, quando la vostra propensione a dare comunque, a creare sodalizio, a creare comunanza o comunione viene bloccata, perch riceverete molto di pi di quanto, per voi stessi, abbiate potuto chiedere. Lo riceverete dall'Alto, dalla Fonte inesauribile, dall'Energia indifferenziata che prendendo posto dentro di voi assumer quella forma, quella qualit, in quella fattispecie di cui siete carenti. Non occorrer chiedere questo o quello, un aiuto per questo bisogno o per quella carenza. L'energia dell'Universo sa dove dirigersi, sa dove prendere posto, sa dove collocarsi, sa ascoltare il vostro cuore e la vostra mente, sa soddisfare i veri bisogni, sa risolvere i veri problemi e non quelli presunti. Ora, fratelli, siete in questa condizione. Abbiamo dato il nostro contributo alla Terra tutta, ai suoi abitanti, e le ripercussioni di questo dono si diffondono per risonanza in tutto l'Universo che laccoglie nel suo seno, lo potenzia e lo rimanda a tutti gli Esseri, soprattutto a voi fratelli della Terra. Fatene buon uso secondo le necessit, secondo le vostre vere necessit, quelle dettate dal cuore e non dalla sola mente. Aggiungiamo a tutto questo la carica del Nostro amore personale, l'amore della Fratellanza Cosmica che io rappresento. Tenete caro questo dono e consideratevi fortunati: fortunati per i vostri meriti, perch siete nella grazia di Dio. Addio fratelli. 13.02.2008 Fratelli, giungo a voi con l'infinita carica del mio amore. Dalle innumerevoli dimensioni dello spirito si attendono quelle meravigliose trasformazioni che possono modificare quasi totalmente la situazione del Pianeta Terra. In

questo processo voi, fratelli del gruppo di preghiera e di guarigione, avete una grande parte, una grande responsabilit che certamente non vi coglie di sorpresa, ma assieme al grande lavoro che vi stato affidato, al quale avete aderito con una totale disponibilit, c' anche l'immenso merito che vi contraddistingue innanzi a noi tutti Esseri di Luce. Dovete convincervi, una volta per tutte, quanto posto occupate nei nostri cuori e nel cuore immenso del Nostro Creatore! Se parliamo in tale maniera perch guardiamo non solo ai vostri successi di oggi ma soprattutto all'immenso lavoro che ancora dovrete abbracciare. un onere pesante, dispendioso, che tiene conto della vostra personalit fisica-spirituale, forte e preparata ad ogni evento ed edotta a risolvere ogni problema che s incontra nel procedere. Quanto pi le vostre menti e i vostri cuori attivano procedure nuove, modalit nuove per affrontare e risolvere quelle situazioni personali che causano dolore, sofferenza e avvilimento, tanto pi la societ che vi intorno, la societ in cui vivete, apprende dal vostro nuovo modo di procedere. Ci che nelle vostre menti, nei vostri cuori, entra in risonanza con tutto il globo, entra in risonanza con l'Universo; inoltre, dalle dimensioni pi elevate assorbe, registra e porta con s quell'ottava superiore che fa scattare il meccanismo del cambiamento per la creazione del nuovo mondo. I nostri fratelli della Terra hanno delle perplessit, anzi molti rifiutano di prendere coscienza di quell'immenso potere creativo che hanno in s; affidano la propria vita a questo o a quell'altro maestro, alla sorte o al karma o, addirittura alla Volont divina. Ora tempo che si faccia strada quella parte di verit che fino a poco tempo fa si confutava anche se stata sem pre presente nella vita di ogni uomo, di ogni essere. La responsabilit solo individuale ma le conseguenze di un filone di pensiero positivo, che poi porta a degli atti concreti, pu diventare collettivo. Nessuno degli uomini potr mai sentirsi estraneo o non interagente con tutto quanto si verifica su questo Pianeta, nel cosiddetto bene o male, e se la responsabilit parte dal comportamento dell'individuo, conseguenza logica del suo pensiero arretrato, del suo pensiero stereotipato, ognuno, individualmente, deve darsi da fare per cambiare il sistema cambiando se stesso. vero che ci sono gradi diversi di responsabilit: quella di chi a capo dello Stato, di chi detiene il potere, di chi amministra la giustizia: in breve, tutti coloro che occupano un ruolo preponderante nell'andamento della vita sociale. Tuttavia, anche l'individuo, singolarmente, non pu sentirsi estraneo e dimostrare indifferenza per la sorte ingiusta di tanti esseri, per le condizioni di vita aberrante di molti popoli. dalla coscienza di ogni creatura che parte questo merito a collaborare, a darsi da fare per dare aiuto a chi soffre, ma l'aiuto pi efficace, l'aiuto che dura nel tempo, quello che investe la coscienza di ogni essere umano. Cos' la coscienza? Anche per l'ateo, che non crede nella parte spirituale del proprio essere, la coscienza presente come anelito, come imperativo al quale non si pu sfuggire. Infatti l'eredit divina che ci stata affidata, che ci stata data in dono, si fa riconoscere come un desiderio impellente di portare aiuto, di portare soccorso a chi sta peggio di voi. Se l'aiuto si ferma a una carit spicciola e non si propone come stimolo per riscattare l'individuo dalla sua condizione, quasi un niente e si ferma a quel punto. Solo la coscienza allargata, la coscienza espansa di chi ha lavorato con se stesso proporr un aiuto diverso, il vero aiuto di un essere divino ad un altro essere divino. Quando si ha la presa di coscienza di questo stato, di questa verit si potr trasmetterla facilmente senza paura di scandalizzare, di corrompere qualcuno; l'umilt con cui la si propone, far s che venga recepita nel giusto significato e nella giusta luce. Chi la far propria apporter dei cambiamenti nel proprio modo di vivere e di pensare, rispetter maggiormente se stesso e di conseguenza avr rispetto per gli altri

esseri: che siano umani, che siano animali o vegetali. Il riconoscimento di un codice unitario divino, un codice universale verr fuori spontaneamente, e di conseguenza, verr fuori quel sentimento chiamato amore, che stato per molto tempo frainteso, imposto da altri e accettato per consuetudine, per dovere. Non si dovr pi amare per dovere o per conquistarsi un posto riservato, un posto meraviglioso nell'aldil. La vera fucina della vita che vi stata assegnata riguarda l'amore e il premio che potete meritare non deve essere rinviato ad altro tempo, ad altra dimensione. Anche in mezzo a tanti dolori, a tanti disagi e contrasti si pu rinvenire l'amore. Ci si deve sforzare di vederlo e di riceverlo perch, solo una visione alterata, offuscata dagli stereotipi e dai pregiudizi non vi fa cogliere quello che di bello c' nella vostra esistenza, di bello e di buono. Quante volte, fratelli, avete pensato male di voi stessi e non vi siete sentiti degni di amore? Voi stessi vi siete negata tanta luce, tanta prosperit; con le vostre stesse mani avete allontanato o rinnegato un progetto pi grande, un progetto meraviglioso che vi competeva, che vi spettava. Ma non mai troppo tardi: il nostro Signore Creatore ci d possibilit infinite per poter sperimentare e riappropriarci di occasioni perse, di occasioni rifiutate in altre esistenze. Ma anche in questa vita vi potete accorgere, fratelli, che se volete potete ricevere tutte quelle necessit che vi mancano, che sono l pronte per voi ma che ancora non sapete afferrarle e farle tutte vostre. Sapete che l'azione parte dal pensiero, anche l'azione degli altri, e col vostro pensiero potete modificare anche i il pensiero altrui. Non tutto si ottiene nei primi tentativi e gli insuccessi non devono scoraggiarvi! Quel che conta essere consapevoli del fatto che, molti aspetti, quasi tutti gli aspetti nel settore della vostra vita, sono frutto delle vostre scelte e le scelte si operano mediante il pensiero. Il pensiero pu essere influenzato, anzi sempre influenzato dall'entroterra, da quell'entroterra mentale fatto di schemi, di tradizioni: stereotipi inculcativi sin dall'infanzia che vi traggono in inganno perch rispecchiano il pensiero collettivo. Questo meccanismo mentale fa s che voi vi conformiate, senza volerlo e senza saperlo, al pensiero degli altri. Se si vuole sfuggire a questo circolo vizioso, a questa trappola senza via d'uscita, bisogner attivare delle risorse, degli escamotages. Chi ha poca consapevolezza trascina la sua vita nel risaputo, nell'acquisito, nel consolidato: non va oltre, ma non voi, fratelli che mi ascoltate. Tutti quegli altri esseri che sono pronti per questo salto quantico sanno come attivare i processi del cervello, quella meravigliosa macchina che l'Amore Primo ha programmato per voi, ha preparato per voi, che ancora non sapete usare e di cui conoscete pochissimo. Questi nostri colloqui, questi nostri incontri lasciano delle tracce, lasciano dei solchi ma non vi condizionano, come qualcuno potrebbe pensare. Vi trasmettiamo degli input di cui potete fare buon uso o dimenticarli, ignorarli; sta sempre alle vostre scelte. da queste scelte, dall'esito di queste scelte, che dipender la nuova vita che vivrete, gli aspetti nuovi dell'esistenza verso cui andate incontro. Secondo il nostro pensiero, non bisogna dormire sugli allori ma darsi da fare, fare ogni giorno qualche passo in avanti e, come pi volte abbiamo ripetuto, attivarsi prima nel proprio ambito familiare per poi allargare questo ambito, se possibile in altri settori, in quelli degli amici, dei gruppi che si frequentano. Se si resta nel proprio isolamento, chiusi nella propria cittadella per paura di essere contaminati, coinvolti e feriti, si segner il passo, non si faranno passi avanti. A ognuno di voi affidato un tipo di scelta secondo le proprie propensioni e attitudini che non vanno mai ignorate, non vanno mai fraintese. Ognuno di voi importante, determinante in seno al Grande Progetto della ricostruzione del Piano di Dio.

Cosa dirvi d'altro, fratelli, se non rinnovarvi la mia dedizione, il mio amore, la mia gratitudine per quanto fate, per quanto farete per i vostri fratelli, per i nostri fratelli e soprattutto per voi stessi? Io vi amo, amatevi come vi amo io. Addio fratelli.

02.04.2008 - C.G. Fratelli, sono con voi. Mi accompagna l'amore di tutti i miei fratelli, non solo della Comunit che rappresento ma anche di tutti gli esseri dello sconfinato Universo. Poniamo insieme l'attenzione massima su questo momento particolare che ci vede uniti e compartecipi in questo impegno cos importante e gravoso: il lavoro della luce trasfusa a tutte le coscienze, a tutti gli esseri del Creato. Circoscriviamo ora la nostra totale attenzione sul globo terrestre, la Terra dei nostri fratelli umani che si predispone a ricevere questo beneficio, una carica di amore e di luce di cui tanto bisognosa, di cui tanto carente. Col pensiero che pi veloce della luce noi la visitiamo in lungo e largo, in ogni sua parte, continente per continente, nazione per nazione non trascurando tutti gli oceani, i laghi e i fiumi. Man mano che il pensiero luminoso, coadiuvato dall'amore incondizionato, tocca ogni punto del Pianeta, ristruttura quelle parti malate, quei luoghi privi di risorse, soprattutto di risorse materiali. Cos, allo stesso modo che per i luoghi, si propone ai suoi abitanti. Singolarmente, ogni individuo, ogni nostro fratello riceve quel beneficio, quel dono importante che il suo cuore attende. Se desidera un miglioramento dello stato di salute, l'avr attraverso il nostro pensiero damore. Se attende il pane per s e per la sua famiglia avr il pane e quant'altro serve per la sua sussistenza. Chi desidera la pace, la convivenza pacifica con i suoi conterranei basta che lo voglia, il nostro pensiero lo aiuter. Lo aiuter a raggiungere ogni obiettivo che la mente e il cuore hanno concordato, nella direzione soprattutto di un bene ancora pi grande che investa la collettivit, le nazioni, il mondo intero. Le nostre mani luminose, miracolose abbracciano ogni creatura che si sente sfiancata e derelitta, priva di amore e soprattutto priva di risorse, caricandola di quelle risorse individuali, personali che riescono a farle affrontare ogni momento della vita con forza e tenacia. Stiamo stimolando il coraggio, la forza interiore in ogni fratello che ci d il permesso di farlo. Stiamo stimolando i divini processi di auto guarigione affidandoci sempre alla volont delle loro coscienze, al libero arbitrio di ogni essere. Stiamo stimolando l'apertura di coscienza in quegli uomini pi votati all'odio, alla vendetta affinch subentri il perdono e la pace interiore. Stiamo stimolando una maggiore apertura di coscienza facendo pe rno sullamore fraterno che ci accomuna, nei riguardi di tutti gli uomini politici che hanno in carica la sorte degli Stati, affinch, con il pensiero e le opere, siano portatori di maggiore benessere e fautori di concordia tra popolo e popolo, tra essere ed essere.

Stiamo trasferendo la nostra luce e il nostro amore a chi malato e pena per le proprie malattie, per le proprie sofferenze e non trova in se stesso quegli aiuti necessari, quegli stimoli per guarire. Affianchiamo la nostra forza interiore a questa debole forza dei nostri fratelli e rivediamoli risanati e guariti, riconciliati con se stessi e con il mondo intero. Facciamo convergere la nostra luce, la luce dei nostri esseri con la Luce sfolgorante che ci inonda, che ci ingloba e proviene dalle sfere pi elevate. La Luce sui vostri corpi, fratelli, produce effetti meravigliosi, ripropone un ricambio cellulare molto accelerato affinch il vostro corpo fisico rifiorisca in salute e in giovent e su tutti gli altri co rpi pi sottili potenzi l'ardore dei vostri sentimenti e delle emozioni pi elevate. Mette in connessione armoniosa cellula con cellula e tutto il sistema nervoso centrale con ogni parte del vostro essere fisico e spirituale. Ogni parte, ogni elemento della vostra personalit si armonizza e si plasma con quel grado di evoluzione, di espansione di coscienza raggiunta perch non avvenga mai la cristallizzazione di un vostro modo d'essere; inoltre la crescita individuale possa bene inserirsi nella crescita collettiva. importante che possiate rendervi conto, fratelli, che il lavoro che fate per voi stessi necessariamente si svolge e si espande a tutta la Terra e a tutto l'Universo di cui siete e siamo facenti parte. Se questo pensiero diventa patrimonio, parte integrante di tutti i vostri comportamenti non sar difficile amarvi tra voi e riconoscervi fratelli. Non sar difficile condividere con i vostri simili la gioia e anche la sofferenza; non sar impossibile rispecchiarsi negli altri. Ricordate: ci che fate per voi stessi e ci che fate per gli altri diventa reciprocit, diventa interazione, diventa indissolubilit energetica: l'indissolubilit formata da tanti anelli della catena che mai si interrotta, che mai si spezzer e ci permette di risalire, maglia dopo maglia, alla nostra origine, senza fine e senza principio, e alla Fonte inesauribile che d vita, che d prosperit e amore. Ci crediamo tutti lontani e separati dall'Amore Primo, dal nostro Creatore ma mai siamo stati tanto vicini, mai siamo stati tanto partecipativi della Sua Luce, come in questo momento, come in tutti quei momenti nei quali ci sentiamo liberi da ogni peso, da ogni senso di frustrazione, quando ci sentiamo fusi nella Luce eterna. Se fughiamo e annulliamo l'idea di un tempo lontano, l'idea di un tempo che ancora deve venire ecco che ci troviamo nel qui e ora, in simbiosi perfetta con le energie pi grandi, con l'energia dell'Assoluto. Nel qui e ora c' tutto quello che desideriamo, c' tutto quello a cui ambiamo. Nel qui e ora riconosciamo la potenza del nostro essere, la potenza, la bellezza, la poliedricit. Nel qui e ora c' tutto il nostro vissuto: presente, passato e futuro che prende forma, che prende consistenza dal nostro pensiero intelligente. Nel qui e ora non esiste dolore e sofferenza ma solo gioia e pienezza, una pienezza infinita. Nel qui e ora siete in grado di ricostruire ogni aspetto della vita non gradevole, non confacente coi vostri desideri, forgiando ogni cosa con le vostre mani: stati d'animo, forze ed emozioni. Ricreate il vostro habitat, ognuno come lo desidera, diverso da persona a persona. Riconoscetevi in quel potere creante che Dio vi ha dato, ci ha dato.

E cos sia e cos . Addio fratelli. 16.04.2008 Fratelli sono con voi. Con la luce del mio spirito porto chiarezza, serenit e pace nella vostra vita. Mi sono compagni tutti gli Esseri della Comunit che vi ha presi in carico ed io sono il portavoce del loro pensiero. un compito che mi riempie di gioia e mi rende fiero. giusto farvi sapere che l'impegno assunto mi riempie di meriti dinanzi al nostro Signore e il contatto con voi, fratelli, e con i vostri spiriti, inonda il mio cuore spirituale di ulteriore amore, di ulteriore luce. Il servizio a cui siamo adibiti noi Esseri di luce non porta stanchezza, non porta assuefazione, noia o monotonia. un arricchimento energetico che non si ferma soltanto al momento della comunicazione verbale ma prosegue e rimane in fieri da quel primo momento del nostro re-incontro e della vostra adesione, l'adesione della volont spirituale nella prosecuzione degli incontri. Se oggi i nostri contatti sono sempre pi forti, sempre pi immediati, ci dovuto a quella partecipazione attiva, piena e solidale da parte vostra a tutto quel costrutto di pensieri che vi contraddistingue, che alimenta e d vita al vostro spirito. C sempre un filone di pensiero che cambia col cambiare della storia delluomo e della sua evoluzione sulla Terra; ma i capisaldi che la sostengono sono sempre validi dal principio del mondo alla fine di esso. Con la caratteristica del pensiero superiore del pensiero metafisico, con la capacit di adattamento e di modellamento alle varie epoche della storia di questo pianeta, il nostro insegnamento antico e, nel contempo, modernissimo e contemporaneo ai valori odierni. Se si riesce a cogliere la qualit unica e intrinseca del pensiero superiore, del pensiero metafisico, si anche in grado di selezionare ci che serve e farlo proprio e scartare quel grande flusso di conoscenza nella quale siete immersi, dalla quale siete bombardati. Voi, fratelli miei, siete gi adusi e pronti a riscoprire questa prerogativa, una prerogativa molto efficace per accelerare i tempi e le modalit per l'apprendimento della verit che, pur essendo appannaggio del vostro spirito, ha bisogno di essere riscoperta dalla vostra coscienza nel riscontro con la conoscenza, nel riscontro con la cultura del vostro tempo ma senza l'omissione dell'esperienza, di quell'esperienza sul campo della dimensione che vi ospita. Anche se il cammino diventa sempre pi difficile e richiede una attenzione maggiore da parte vostra nel procedere lungo la vostra meta, tuttavia, nonostante ci, spicca sempre pi nella vostra condotta una capacit nuova, un discernimento sempre pi ampio nell'affrontare tutte le situazioni in modo da trasmettere poi la conoscenza con pi ampia disponibilit alla comprensione e all'amore. come un albero che ha le sue radici dentro di voi senza che ve ne accorgiate ma cresce, prolifica e d frutti copiosi. Voi state raccogliendo questi frutti e forse non ricordate pi quanto tempo e quanta fatica ci sono voluti perch si arrivasse a questo momento; c ancora tanto altro che deve venire, tanta altra abbondanza che vi stata rise rvata. Vi

diciamo che ci che avete reso stabile nel vostro intimo vi predispone, vi rende ricettivi a queste immense possibilit, ma ricordate che sono sempre in gioco altre alternative fra i futuri probabili fra cui scegliere come desiderate. Non c' niente di incerto, o stabilito, che voi non vogliate con tutto voi stessi. Anche le sorti di questa Terra cos precarie, cos in bilico tra bene e male, sono sempre determinate dal volere degli uomini, dall'insieme dei comportamenti e del pensiero. Per quanto molti si sforzino di vedere i nuovi aspetti della vita sociale e culturale come ritorni del passato, come corsi e ricorsi storici, devo dirvi che non cos. Ci che apparentemente ritorna, ritorna solo in superficie per chi guarda in superficie ed convinto di vedere e di ritrovare degli aspetti del passato. In realt tutto evolve, tutto cambia: quel ricambio cellulare cos attivo, cos in fermento nel vostro organismo, investe la Terra, in tutte le dinamiche del vivere perch anche una prerogativa di tutto l'Universo; niente rimane fermo e statico che nell'apparente mutare del tempo sembra riapparire. La cristallizzazione del pensiero crea infinite difficolt nei rapporti tra uomo e uomo, tra le varie societ, tra le varie culture ed bene che con molta saggezza e con molta umilt venga riconosciuta e trascesa universalmente. D'altro canto, anche le scoperte scientifiche e tecnologiche convogliano una visione del presente e del futuro dell'uomo completamente distaccata dalla storia del passato, anche se da esso emergono. Comunque, se la storia dell'uomo ha lasciato dei valori a cui restare fedeli nel riconoscerli come appartenenti a questa o a quella etnia, non un male fino a quando non diventano fonte e motivo di incomprensioni e di lotte fratricide. Noi sappiamo per certo che i nostri fratelli umani si sono incamminati e stanno procedendo a grandi passi sul sentiero della saggezza, quella saggezza che proviene dall'intelligenza illuminata dai valori e dalla luce dello spirito. I nostri fratell i umani non faranno dei passi falsi che possano compromettere la continuit dell'esistenza di questo Pianeta e dei suoi abitanti; queste certezze ci confortano e noi ve le comunichiamo perch possiate rasserenarvi, perch possiate scongiurare e allontanare dai vostri animi quella corrente di terrorismo, di paura, di male dilagante che ancora qualcuno vuole propinarvi. C' ancora molta gente che si pasce, si ciba di emozioni negative, che non sa vedere altro attorno a s se non il proliferare della cattiveria, della crudelt, della disonest. Non questo il vero panorama che c' fra la vostra gente? Quello che salta agli occhi solo ci che fa cronaca negativa. Quel grado di consapevolezza che i nostri fratelli umani hanno raggiunto, che si manifesta senza clamore, senza schiamazzi, passa inosservata agli occhi dei cosiddetti benpensanti e tutti i mass media propongono quelle cronache che questi benpensanti si aspettano. Tenete alta la vostra fiducia, il convincimento interiore che mille forze della natura, dell'Universo vengono a sostegno delle vostre stesse forze per il bene personale e per il bene collettivo a cui fa capo tutto l'Universo. Addio, fratelli. 23.04.2008 - C.G.

Vi saluto fratelli, sono con voi. Concentratevi sul Fuoco eterno che cogliete come luce sfolgorante, che d vita e forza ai nostri spiriti. Facciamo in modo che cresca di potenza e di intensit per poterlo dirigere fuori da questo luogo circoscritto e raggiungere immediatamente tutti i luoghi della Terra, tutte le creature che attendono conforto, che attendono aiuto. Il richiamo delle loro coscienze e dei loro spiriti, un grido di dolore che non pu essere disatteso da tutti noi e da tutti voi, fratelli della Terra. Solo chi vuol restare sordo e cieco alle sofferenze degli altri pu continuare a vivere chiuso nel suo mondo, nel suo egoismo! Ma chi ha aperto i propri canali, i sensi interiori, realizza la trascendenza e crede fermamente nella Fratellanza cosmica, si sente in dovere di accorrere e prestare soccorso l dove richiesto. Sicuramente, avvertite nel vostro cuore il richiamo di chi pi infelice di voi, di chi non in grado di aiutarsi con le proprie forze per problemi di malattie, per problemi sociali, per problemi di sussistenza, e gli riconoscete il diritto al nostro/vostro aiuto. Un aiuto che viene dal cuore spirituale di ogni essere, che si estrinseca con un rapporto di amore profondo, di comprensione totale. Questo flusso di amore cos potente, cos taumaturgico risana ogni ferita del corpo e dell'anima, ripristina armonia, serenit, pace in chi sconsolato e afflitto, protegge ogni essere debole dalle cattiverie altrui. Stiamo comunicando, siamo in contatto con le coscienze di ogni essere: uomini, animali e piante, con l'obiettivo di un benessere comune, di una rinascita globale, totale. Tutti gli elementi della natura sono pronti ad accogliere e fare proprio il regalo d'amore che tributiamo loro. un momento importantissimo, questo, un rendez-vous universale di eccezionale portata di cui voi, fratelli, vi fate carico, acquisite merito: e come succede, come intrinseco alla legge d'amore, c' un ritorno copioso di quanto si dato, un ritorno alle vostre persone con dei benefici notevoli su tutti i vostri corpi: da quello pi pesante a quello pi sottile come gratitudine da parte degli esseri che avete aiutato! La partecipazione a questo compito cos sacro, cos impegnativo per noi Esseri di Luce qualcosa per noi scontato, ma per voi, fratelli della Terra, il segno di grande distinzione, in sensibilit e in amore fraterno. In tali momenti di estremo altruismo nei quali scordate voi stessi e vi prodigate per gli altri, voi siete degli Angeli, degli Esseri di Luce come noi. importante che lo ricordiate sempre! Ora, riappropriatevi di tutta la Luce che vi mandiamo e di tutta quella che avete speso per gli altri; fatela circolare nei vostri corpi, liberamente, senza ostacoli, n mentali n fisici. Con la forza della Luce che vi inviamo passate in rassegna ogni organo, ogni apparato, cellula dopo cellula. Fate in modo che la luce diventi il nutrimento pi idoneo, pi necessario per tutti gli organi, per tutti i vostri apparati. Allontanate con la forza del pensiero qualsiasi anomalia, qualsiasi squilibrio fisico e mentale.

Allontanate ogni paura, ogni senso di sconforto e di debolezza, che volesse ritornare in voi e permanervi. Sostituite a tutto ci la luce col convincimento della forza spirituale, del potere assoluto che possedete. Il Divino che in voi, che in noi, pu tutto! Si pu sovvertire anche il karma, si possono sovvertire anche i programmi pi infausti. Sta a voi, fratelli, coltivare questa fiducia e farla crescere in maniera totale. Addio.

Sorella Graziella, fai liberamente la tua domanda, siamo qui anche per te. G. fa la domanda circa un intervento da subire. R: Sappi, cara sorella che nei tuoi malanni fisici c' sempre una componente preponderante, di un pensiero che hai fatto crescere in te, di pessimismo, di demoralizzazione; questa componente deve essere maggiormente attenzionata e sottoposta al vaglio della tua coscienza perch questo tuo sentirti pi sfortunata degli altri e caricata di responsabilit e di oneri superiori alle tue forze crea in te un soggetto in essere, facilmente attaccabile dalle malattie, dalle disfunzioni. Ma, ora, quello che accusi, ci che ti toglie la gioia di vivere non cos drammatico, non cos pernicioso come a volte ti viene di pensare. Ci sono i rimedi nella vostra medicina e se ti armi di pazienza e di fiducia, in stessa e nelle forze del cielo, troverai, siine certa, quel professionista, quel medico che sa rimetterti in

sesto. L'intervento, si auspica. sia diretto ad eliminare questi tuoi disturbi ma anche per farti rasserenare, paventando un male peggiore. Non possiamo certo dirti a chi rivolgerti, farti il nome e cognome. Nei prossimi giorni si creeranno quelle condizioni, quelle situazioni perch tu possa individuare con fiducia, con sicurezza a chi affidare la tua persona. Ci sono malanni nel vostro corpo che avete trascurato nel tempo e che poi richiedono interventi drastici. Siate sempre fiduciosi nelle vostre forze interiori e in quelle del cielo, sempre al vostro fianco, sempre in vostro aiuto. Addio. 30.04.2008 Saluti a tutti voi, fratelli. Voi siete sempre sotto la benedizione del Cielo e, avendone consapevolezza piena, potete impostare la vostra vita su nuove basi, su nuovi paradigmi. Voi, fratelli, rispetto alla massa inconsapevole e cieca, rispetto a quella parte di umanit che ancora brancola nel buio e non riconosce il Sole pieno, che non percepisce la Luce risplendente della Verit divina, proprio voi, fratelli, dovete sentirvi dotati di una marcia in pi, di un requisito che vi permetta di vivere nella Babele della vita senza sentirvi coinvolti e nemmeno disadattati. Da questa visione superiore vi affacciate al balcone dell'esistenza senza superbia, senza alterigia ma con animo pronto e sensibile alla sofferenza dei vostri fratelli e anche alla comprensione di chi vi appare diverso. L'amore senza condizione rappresenta un passo molto ampio e difficile da raggiungere. Voi, che siete sul cammino di questa ipotetica strada che vi fa accedere alla consapevolezza pi piena e pi completa, siete certi che questa meta si pu raggiungere, questa condizione dell'essere si pu realizzare. Ma l'elemento pi bello, l'elemento meraviglioso che non occorrono sforzi sovrumani, o sacrifici totali, o rinunce estreme. Tutto ci che si fa per amore e con amore non pu diventare un peso, non pu dare sofferenza! In questa prospettiva tutta la vostra vita pu diventare agevole e meno pesante, pi di quanto possiate immaginare. Aprendosi totalmente a tale prospettiva si possono cambiare tanti schemi mentali, tante idee preconcette, tanti luoghi comuni. Il vivere su questo Pianeta non pu essere soltanto la valle di lacrime, come vi hanno insegnato. Anche il corso stesso della vita, dalla nascita alla morte, assume un significato, un valore molto pi efficace nello scorrere degli anni, nello scorrere del tempo. Si pensa erroneamente che si pu essere felici, gioiosi del proprio esistere, soltanto nel periodo della giovinezza nella quale si ripongono tante aspettative, in quella giovinezza che prospetta tante promesse. Ma a volte non cos! Non la freschezza del corpo ad assicurare la gioia della fisicit dei nostri fratelli terreni in quanto noi sentiamo che molti giovani sentono prepotentemente e largamente la difficolt del vivere. Se voi pensate, fratelli, che la maturit, la vecchiaia siano dispensatrici di malattie, di acciacchi dovete ricredervi e rivedere le vostre idee. Io vi dico che ogni et, ogni periodo della vita pu prospettare il bello e il meno bello, la gioia e l'infelicit e,

guardando alle vostre vite, una per una, individualmente, so di certo che tanto ancora dovrete raccogliere in benessere, in prosperit, in gioia di vivere. Io so che questa mia certezza diventer fra breve la vostra stessa certezza! Proprio nella maturit, nella vecchiaia saprete gustare pienamente il vero sapore della vita che da giovanissimi vi siete perduto! Questa mia affermazione non gratuita e so di certo che ognuno di voi rivedr e passer in rassegna le vicende del proprio passato, senza alcun rimpianto per ci che si apparentemente perduto, e si sentir oggi molto pi forte, pi pieno di valori e pi consapevole. Vi rendete conto quanto danno si fa, si arreca alla coscienza riproponendo sempre i luoghi comuni, costruendo su di essi tutta un'impalcatura sociale di immagini e di pensiero? In questo momento, tutta la vostra societ ha puntato la sua attenzione unicamente sul corpo fisico e sulla sua giovinezza, ma non considera quanto sar drammatico per coloro che ne sono un simbolo, vedere il corpo appassire gradatamente con la perdita della sua giovane et e della bellezza. Bisognerebbe educare i figli sin da piccoli, sin dalla prima infanzia, al culto di tutti i valori dello spirito, al culto di tutti i valori dell'intelligenza e dell'intuizione e fare in modo che si sviluppi in loro la sensibilit per poterli cogliere e farli propri! L'umanit ha ancora tanto da imparare, soprattutto sulla propria pelle! Tutti coloro che oggi avvertono un disagio profondo, un senso di infelicit e di inadeguatezza perch si stanno aprendo, pi o meno repentinamente, ad un profondo impatto con un'altra verit, con la nuova Energia. Riescono a coglierne i segni nella propria interiorit ma non trovano un riscontro nella societ che li circonda, e ci crea in loro un senso di non appartenenza ai valori imperanti e la non condivisione. un male e un bene nello stesso tempo: quando non si preparati lungo il corso degli anni, si pu anche impazzire, si pu anche rifiutare la vita se non si riesce ad unificare i due mondi in cui si crede di vivere! Nei fenomeni cos diffusi di consumo di droga c' sempre alla base la ricerca di un Eden perduto, e chi vi soggiace crede di poter creare un paradiso artificiale che conforta e protegge. C' poi quella tendenza a copiare gli altri. Sentirsi uguali agli altri diventa una moda, una consuetudine che successivamente sfocia nella ricerca di un segno di distinzione, per chi se lo pu permettere, di superare gli altri. Quanti passi ancora in avanti dovr fare la societ umana prima di poter dire di vivere una vita degna di essere vissuta! Quanto dolore si dovr ancora consumare su questa Terra, prima che i nostri fratelli umani prendano coscienza della loro dignit divina! Ma sappiamo anche che non si possono accelerare i tempi o bruciare le tappe di un curriculum esperienziale che immerso nel tempo lento della dimensione che ha bisogno di un lungo tempo. Dalla nostra prospettiva tutto perfetto, tutto realizzato, anche se con forme diverse e con tempi diversi per ognuno di voi. Non scoraggiatevi mai, fratelli; tenendo alta la fiducia e il convincimento interiore di ben operare, il tempo non vi peser pi. Pur vivendo alla stessa stregua di tanti altri fratelli le stesse situazioni, questo peso non lo vivr il vostro animo, neanche la vostra mente ed

questa una grande conquista, frutto del vostro passato incarnativo e della comprensione che si realizzata durante questa esistenza. Continuate cos, aggiungendo sempre qualche nota in pi di spensieratezza alla vostra giornata. Disponetevi al sorriso, disponetevi a provare gioia anche per le cose pi semplici che la vita vi offre. Disponetevi ad una maggiore morbidezza nei contatti col vostro prossimo e alle loro provocazioni. Credete fermamente che non siete al tramonto della vostra esistenza ma piuttosto all'alba, ad un'alba piena di promesse, di gioia, di fraternit, di prosperit, di salute. Addio fratelli. 14.05.2008 Un saluto a tutti voi, fratelli. Forse non ve ne rendete conto ma io vi dico che la Luce e l'Amore di Dio in permanenza su di voi e in voi. Nell'espletamento delle incombenze della vostra esistenza, quando non avete perso la fiducia interiore, avete trovato a portata di mano le soluzioni a i problemi pi difficoltosi, pi irrisolvibili della vostra quotidianit. La luce che illumina la vostra intelligenza e la capacit di intuizione rimuove tutti quegli ostacoli che alla vostra mente sembrano insuperabili, e se ancora ne permangono nel vostro vivere ci si verifica per una inadeguatezza da parte vostra nell'approccio al problema. Linadeguatezza la si deve a quel coacervo di resistenze emotive e mentali con le quali, a volte, affrontate la vita. vero anche che queste resistenze vanno a di minuire, per poi scomparire gradatamente, ma tuttavia, qualche volta, o pi volte, esse si ripresentano. La caratteristica che impronta l'esistenza dei nostri fratelli umani risiede in queste ricadute, in una alternanza di ottimismo e pessimismo, di fiducia e di sfiducia. Se la gioia, la felicit vi sfuggono di mano, non date la colpa, la responsabilit agli eventi o all'azione di altri vostri fratelli perch il problema risiede unicamente nell'approccio che si ha sulla realt contingente, mediante la mente dissociata dal cuore. Quando il convincimento interiore stabile e poggia su dei valori che riguardano una realt pi grande di quella che si vive sulla propria pelle, allora ogni disagio, ogni stortura che appare sotto i vostri occhi, ogni dolore fisico o morale che potrebbe colpirvi e distruggervi, va visto e vissuto sotto un'altra angolazione dalla quale potete rifiutarlo e allontanarlo repentinamente dalla vostra persona. Latmosfera, il tipo di atmosfera in cui siete immersi, quella che oggi vi circonda, tra le pi perniciose: tendente a distruggere, o comunque a fiaccare le resistenze dell'animo, la fiducia interiore, la fiducia che ha un suo spettro, la fiducia nei confronti della vita e delle gioie che pu procacciarvi e offrirvi; la fiducia nei confronti dei vostri fratelli che sono incapaci di nuocervi, di arrecarvi alcun male, se voi non lo volete, se voi non lo consentite. Ma se l'atmosfera vi appare impregnata di malessere e vi propone fatti e immagini sconvolgenti per la crudelt e per il dolore che possono arrecare, occorrono delle grandi tempre per poter resistere e non soccombere allistinto di reagire e creare cos un circolo vizioso.

E voi, fratelli miei, sperimentate tutto questo giorno dopo giorno; con uno sforzo immane riuscite a tenervi in piedi, a resistere al tentativo di essere fagocitati dalla massa inconsapevole! Cos' che ispira la vostra condotta, il vostro agire, se non la voce del vostro spirito, la voce interiore che pi forte, pi potente di tante altre voci, di tutte quelle infinite voci della societ in cui vivete? Tutto questo un merito, un grande merito; rappresenta il vostro vero valore e non quello che vi ha dato, vi ha assegnato la societ. molto pi facile seguire il gregge inconsapevole e tutti quei falsi valori che esso propone. Negli ambiti della vostra vita, individualmente, ognuno di voi ha affrontato delle scalate su delle ripide montagne rischiando di precipitare nel vuoto. Ognuno di voi, nel proprio entourage, anche nel proprio piccolo, ha raggiunto una cima, la propria cima. Non un male se tutto questo vi fa sentire orgogliosi del proprio curriculum esperienziale, ma sapete anche che finch c' vita c' ancora tanto da sperimentare; se il vostro essere vi tiene in vita perch ancora dovete continuare a operare su questa scia, sui solchi che avete tracciato. Nonostante i giorni si presentino con alternanza di grigio e di rosa, devo dirvi che il grosso gi fatto, il peggio si superato; ma non aspettatevi che la vita diventi tutta piana e scorrevole e neanche fatta di impedimenti e disagi di grossa portata verso la meta che vi siete fissata. Pi che una speranza, la mia una certezza ed questa certezza che deve diventare compagna della vostra vita! Avete aperto i vostri occhi su un paesaggio, su un panorama a trecentosessanta gradi, da quella visione che era limitata a un piccolo spiraglio, e cos ora, come cogliete il bello, il gioioso, l'essenza stessa della vita, cogliete nel contempo tutti gli altri aspetti meno piacevoli e graditi. proprio questa apertura mentale interiore che fa di voi degli esseri pi sensibili, pi intuitivi, pi perspicaci e che vi consente di cogliere emozioni, sensazioni, piaceri sottili che molti altri non colgono, e un gusto della vita che sfugge alla massa inebetita, tutta protesa ai piaceri del corpo cos fugaci, cos deludenti. Anche la fisicit pu essere deludente se non si comprende questo connubio, se non si realizza la fusione tra corpo e spirito: proprio il corpo vi stato dato come strumento, come mezzo perch voi possiate provare queste gioie intime, queste gioie sottili. Sono gioie che perdurano, che potrete riproporre in qualsiasi momento e in qualsiasi tempo della vostra vita, dalla giovinezza alla maturit e alla vecchiaia. Quanti tesori ancora dovranno scoprire i nostri fratelli umani di cui sono in possesso ma ne sconoscono la presenza! Questo nuovo modo di vivere e di assaporare il gusto della vita sar il programma delle nuove generazioni, quelle che sopravvivranno alle nuove energie che giungono sulla Terra. una selezione non di tipo biologico ma di tipo spirituale che sta avvenendo e questo fenomeno non deve allarmarvi pi di tanto se conoscete i motivi, se siete al corrente delle forze intime, delle forze spirituali che lo propongono, che lo mettono in atto. Non createvi neanche lo scrupolo di essere diventati indifferenti di fronte ai fatti tragici e dolorosi della vostra cronaca; la vostra non indifferenza ma consapevolezza del giusto distacco che sopravviene, che sopraggiunge quando si imbocca questa strada. Bisogna essere caritatevoli, essere animati da spinte amorose ad essere utili quando si soccorre qualcuno, quando richiesto l'aiuto e si pu fare qualcosa per gli altri, ma quando questo non possibile la sofferenza inutile e il relativo coinvolgimento emotivo

dannoso. Ricordate questo principio per non sentirvi colpevoli per il distacco verso tutto ci che accade nel mondo! Proteggete sempre la vostra incolumit interiore, fate in modo che non si fiacchi la vostra forza che serve ed necessaria nei momenti di bisogno, quando dovete dare forza a voi stessi e sostenere gli altri. Tenete in mente tutto questo perch importantissimo anche per mantenervi sani, sani ed efficienti. Addio fratelli.

14.05.2008 Domande e risposte A: Volevo chiedere sul problema del metabolismo.......come posso risolverlo? R: Sorella, con una minore tensione emotiva che preponderante in te; il tuo intestino , il tuo apparato gastrointestinale sono l'organo bersaglio dei tuoi pensieri, dei tuoi cali di energia. Cerca di adottare delle buone abitudini di rilassamento mentale e fisico con degli esercizi yoga e di meditazione e soprattutto di nutrire pi amore per te stessa. Amati di pi; non cercare l'amore fuori di te perch a volte non proviene da coloro da cui te lo aspetti. L'amore vero ti proviene dal tuo Signore interiore. Questo riconoscimento cos miracoloso, cos portentoso che pu fare scoprire sorgenti d'amore laddove nemmeno te l'aspetti; quindi vogliati pi bene, sorella, e il resto verr. L: Fratelli, salve. arrivato per me il momento di spurgarmi del mio karma, di avere imparato la lezione e di ritornare indietro di 12 anni, imparare la lezione che dovevo tanto tempo fa, oppure non tempo per me? R: Diciamo che un momento di transizione; per, in te, scattata la molla del cambiamento, un cambiamento totale, radicale che anche se incute qualche perplessit, qualche paura, tu sei convinta che dovrai affrontare questo cambiamento perch ti stato suggerito, non da ora, ma da molto tempo. Poi, per pigrizia o anche per quel tran tra a cui voi uomini siete abituati, non lo hai messo in atto. Ma questi 12 anni a cui tu alludi, poi non sono stati cos neri come li prospetti; hai raccolto tanti fiori, tanti frutti da questo tuo peregrinare, da questo tuo seminare e coltivare. Ora pensi che sia tutto secco e che non c' niente da raccogliere ma ci sono tesori nel tuo animo che devi riscoprire, sorella. Comunque devo dirti che puoi immetterti in un cammino molto pi ampio, pi diritto, pi lineare, da quello dal quale tu vuoi e devi uscire. Per devi diventare pi morbida nei confronti del tuo prossimo senza per questo essere cedevole, senza per questo scendere a compromessi, ma la morbidezza cui alludo potr meglio farti sentire e provare quelle gioie della vita a cui alludevo poc'anzi. Lo sperimenterai nel tempo, sorella, quando cadranno i retaggi, quegli schemi che ti porti appresso e che per hai riconosciuto come non buoni compagni della tua vita e che perci vanno abbandonati man mano. Io vedo per te una maggiore floridezza di vita, di esistenza su vari settori, su vari campi ma quanto pi

allargherai questa tua morbidezza, questa tua dolcezza dopo averla riconosciuta, tanto pi ti piacer la vita. Sii felice sorella, io te lo auguro. Addio fratelli.

21.05.2008 C.G. Fratelli, con gli occhi della mente, seguite la scia di luce che da ognuno di voi si diparte formando un cerchio di energia elevata che cresce in potenza e in a mpiezza, si solleva da questo luogo per espandersi nell'Universo; circondando il pianeta Terra, ogni zolla di questo pianeta, ogni zolla della Terra, ogni goccia di mare vengono influenzate dalla potenza di questo raggio che vivifica e rende fecondo ogni terreno sterile. Nell'impatto con i fratelli, con gli esseri animali e vegetali che lo abitano, avviene qualcosa di meraviglioso: un abbraccio energetico di luce e di amore che rappresenta il riconoscimento di una origine divina condivisa e riconosciuta da ogni essere. La fiamma che anima ogni essere diventa l'aiuto pi grande, l'aiuto pi idoneo e va diretto a quelle creature in stato di necessit che per la loro inadeguatezza fisica e psichica non sono all'altezza di sperimentare e ritrovare le risorse interiori. Vedete chiaramente, assieme a noi, quanto bisogno, quante richieste di aiuto pervengono da questo pianeta desolato e noi, fratelli di Luce, assieme a voi, fratelli della Terra accorriamo prontamente perch nel nostro habitus dare sollievo, dare conforto a chi lo chiede. Questo principio applicabile anche a voi, fratelli della Terra! Tutte le volte che ci chiamate noi potenziamo le vostre risorse interiori ma la capacit di trovare rimedio per ogni male non di nostra stretta arbitraria pertinenza, n vogliamo sostituirci al vostro potere decisionale, alla vostra libera volont; ma, se ci volete vicini a voi, sentirete sempre che non siete soli nell'affrontare le noie del mondo, le noie della vita. Quello che fate oggi per il vostro pianeta mediante il vostro amore disinteressato, lamore senza contropartita, quello che facciamo noi dalla nostra dimensione per ognuno di voi. La fiamma dell'amore una fiamma perpetua, un amore superlativo che non conosce alti e bassi, che non conos ce affievolimenti, e su questa grande energia dAmore che il cuore energetico produce si possono costruire nuovi mondi, nuove stelle, nuovi pianeti. Ricostruiamo insieme la vostra bella Terra secondo il Progetto Primario del Nostro Signore, del Nostro Creatore. Aumentiamone la bellezza, la floridezza perch possa darvi tutto il necessario per la vostra vita, perch non possa pi nuocervi con i suoi cataclismi, con le sue onde anomale. Chiediamo, insieme, al pianeta Terra di essere sempre benevolo e benefico con i suoi abitanti, generoso al massimo come una madre con i suoi figli. Scendiamo negli animi dei nostri fratelli umani, percepiamo le loro emozioni, quelle pi distruttive, negative.

Trasformiamo il negativo in positivo con la carica del nostro amore, e con la luce che ci accompagna illuminiamo le loro menti ossessionate dai falsi valori, da ideali perniciosi e distruttivi per la specie umana. Allontaniamo dalle loro menti ogni pensiero che possa nuocere ad altri esseri cos come l'avete fatto per voi stessi, fratelli, coltivando pensieri d'amore, pensieri di letizia e di gratitudine verso la vita. Facciamo in modo che per analogia e per osmosi il vostro e il nostro pensiero, cos programmato e di elevata potenza, penetri nelle loro menti che si sono rese morbide e ricettive. Anche voi fratelli avete sperimentato questa trasformazione e ne avete constatato anche gli effetti, pi e pi volte, tanto da esservi resi conto di come avete influenzato anche altri vostri fratelli, parenti e amici vicini e lontani. Pertanto, questo processo pu essere indirizzato verso tutti gli uomini di buona volont, anche lontani geograficamente e pure se non sono predisposti all'assorbimento, alla percezione dellenergia che voi gli indirizzate, il vostro messaggio giunge ugualmente cos come giunge quel volere fermo e convinto di agire sulla infermit del corpo di chi soffre in un letto di ospedale, o di chi pena nell'animo per iniquit subite da altri uomini, da altri esseri. Cos come avete fatto per i mali del mondo, per alleggerirne gli effetti o addirittura per annullarli, fate qualcosa anche per voi stessi, guardate al vostro fisico e anche ai corpi sottili, irrorateli di luce, di energia potente e guardatevi come riflessi su uno specchio con la nuova immagine di voi stessi sani, felici e contenti del vostro stato. Guardate alla vostra mente dove non risiedono tarli, assilli; anche il vostro cuore non pi soggetto agli enormi pesi che lo schiacciavano, che lo affliggevano. Siete in uno stato di beatitudine e siete in grado di produrla, di sentirla in qualunque momento, e nella quantit desiderata ! Vi saluto, fratelli.

21.05.2008 Una sorella ci chiede aiuto per un problema fisico che, pur non essendo grave, di grave portata, tuttavia le crea dei grossi fastidi. L'aiuto che ti possiamo dare, sorella, riguarda la tua mente e il tuo cuore; per questo devi attivare maggiore fiducia in te stessa. Per le cure mediche ci sono tanti rimedi che, anche se non risolvono completamente il tuo problema ne alleggeriscono gli effetti. Rivolgiti a un buon specialista che sappia integrare i problemi fisici con quelli psichici. Tu stessa ti puoi difendere dagli attacchi del tuo male, ma se abbassi il tuo potere immunitario con la sfiducia, con la delusione, con la scontentezza del tuo vivere, diventi

preda di qualsiasi virus o bacterio che dir si voglia. Ma non disperare, le cure sono lunghe ma risolutive. Vi saluto fratelli. Addio

28.05.2008 Fratelli miei, vengo fra voi con la potente carica del mio amore e con la concordanza dei Fratelli della Comunit che io presiedo. La nostra famiglia spirituale contiene nel suo seno infiniti Esseri di Luce sempre vigili, attenti alle condizioni dei nostri fratelli umani. Portiamo avanti questo compito nella letizia pi piena in quanto un compito affidatoci dal nostro Creatore, che vede e provvede ai suoi figli mediante i suoi collaboratori, gli innumerevoli collaboratori del Suo Piano infinito. Per edificare il Piano infinito di Dio concorrono infiniti Esseri e ad ognuno assegnata una parte che forma un cesello armonioso e perfetto sempre in comunione e in armonia con tutti gli altri ceselli. Se sono infinite le dimensioni dello spirito, come gi sapete, e ognuna rappresenta un grado pi espanso di sentire, non troverete mai dissonanza o interferenza tra un livello e un'altro ma piuttosto la partecipazione e la comprensione unitaria tra gli infiniti livelli e gli infiniti esseri che lo compongono. Questo il nostro modo di vivere: nelle modalit di una famiglia allargata, anche se diversa dai vostri parametri, ed un presupposto che manca sulla vostra Terra, dove invece vige l'individualismo ad oltranza e la spinta a sentirsi superiori e migliori degli altri esseri umani. Questo tipo di impostazione della vita del singolo e poi della societ influenza anche l'impostazione degli Stati e d origine a tutti i conflitti di varia natura, di varia entit tra esseri ed esseri, tra Stato e Stato. Per tale motivo, nella constatazione di un abbrutimento sempre maggiore della razza umana e di quel declino verso cui si avvia, noi Fratelli di Luce, incaricati dal nostro Creatore, dirigiamo il nostro compito, il nostro intervento verso le vostre coscienze, stimolando la vostra attenzione sul modo di vivere aberrante in contrasto con la dignit umana e poi la risoluzione di ci che vecchio e stantio perch ripropone sempre gli stessi schemi, gli stessi stereotipi senza via d'uscita, senza possibilit di salvezza per il genere umano su questo piano dimensionale. Nella vostra storia si perpetuano guerre fratricide, contrasti insanabili per diversit di razza, di religione; da questo scenario che cosa si evince, che cosa spicca in particolare? L'eterna infelicit dei nostri fratelli umani, lo sciupio della bellezza della vita. Si sprecano esistenze su esistenze lasciandosi vivere nel tran tran della materialit. Sono veramente pochi quegli uomini che si pongono la domanda sul perch della loro vita, e rifuggono da ogni tentativo di cambiare, come unica possibilit, gli schemi gi esistenti per uscire dall'inghippo. Molti di voi fratelli umani avete gi preso in considerazione l'idea di un karma, individuale e collettivo, e su questa idea vi siete convinti della inalterabilit dei fatti della vostra vita quando invece il karma qualcosa che, s, avete progettato voi stessi, ma cos come l'avete progettato, siete in grado, avete gli strumenti per modificarlo, per annullarlo.

Le meravigliose risorse che Dio vi/ci ha dato, sono effettivamente presenti dentro ognuno di voi, dentro ognuno di noi ma bisogna crederci per metterli in atto, per sperimentarli, anche nel quotidiano; ma se sopravviene la sfiducia, la paura dell'ignoto, la paura dell'inconosciuto, ogni forza si fiacca, ogni potenza si annulla. Noi non vogliamo che il pianeta Terra con tutti i suoi abitanti, con tutti gli esseri che vivono su di esso, si avviino verso un declino, verso una disfatta totale, perch l'amore che ci lega a voi un collante che ci unisce, e noi l abbiamo rinvenuto nella Fratellanza divina. Se anche voi vi riconoscete in questa fattispecie potete, poco a poco, far crollare tutte le barriere che la vostra mente ha costruito per farvi sentire divisi, superiori o inferiori, migliori o peggiori degli altri fratelli. La stima, l'opinione che ognuno ha di se stesso, naturalmente vi proviene dal vostro entourage, dall'ambiente in cui vivete. Pu essere stima o anche disistima. Comunque non corrisponde alla vostra vera essenza, alla vostra vera natura. Per anni avete fatto un lavoro di cesello perch possiate vedere quelle qualit che sono ascrivibili al vostro essere, al vostro spirito e costituiscono la caratteristica specifica, unica, inconfondibile di ogni essere e di valore inestimabile. Nella ricezione di questa verit, nel prenderne atto ed esserne convinti, consiste tutto il processo di crescita, di espansione della coscienza che facciamo insieme a voi ma senza per questo sentirci maestri o maggiormente illuminati. Per giusto che sappiate che il processo che si svolge tra i nostri esseri e i vostri esseri: un processo di osmosi, di interazione energetica, di amore scambievole ma anche di crescita di ambedue le parti. la crescita che ci fa meritevoli come vi fa meritevoli di un rapporto sempre pi intenso dell'Amore di Dio e nella costante della Sua vicinanza e nella ricezione della Sua Luce. Comprendete perch, dunque, il nostro rapporto con voi, fratelli della Terra, non conosce limiti di tempo e di spazio? Non pu affievolirsi, attenuarsi o interrompersi per nessun motivo! Addio fratelli.

03.06.2008 Sono con voi fratelli e con la Luce potente dell'Universo che avete chiamato presso di voi. Ad essa si accompagna l'amore dei Fratelli di Luce, dei Fratelli in spirito. Con gli occhi della mente, potete constatare la presenza impalpabile di molti di noi, realmente presenti in questo cerchio di amore e di preghiera. Presenze impalpabili, ma di grande effetto per suggellare la comunione fraterna tra i nostri e i vostri esseri. Ormai siete in grado di disciplinare i pensieri della mente e di padroneggiare tutte le emozioni, selezionando quelle pi utili ed efficaci al vostro benessere e alla vostra crescita. In questa serata di impegno collettivo, di impegno universale diretto al bene della Terra, al benessere di questo Pianeta e dei suoi abitanti, d'obbligo un impegno maggiore da parte di questo gruppo per potenziare ed accrescere il raggio luminoso, il raggio d'amore che ci

accingiamo a far convergere sul vostro pianeta, su tutti gli esseri di questo mondo. Occorre uno sforzo maggiore da parte vostra perch si richiede la messa a tacere di tutti i vostri problemi quotidiani, il porre da parte le vostre istanze personali perch possiate dedicarvi totalmente al ripristino del benessere della Terra, desolata e afflitta. Questa sera non chiedete per voi stessi perch, quel tanto che vi manca arriver comunque. Impegnatevi maggiormente nello slancio d'amore e nella ricostruzione di quelle parti mancanti o deficitarie, di quegli elementi insufficienti che rinveniamo sul vostro Pianeta. Dobbiamo fare in modo che ci sia il pane, il benessere per ogni uomo, la salute e la pace collettiva. Facciamo appello a quegli uomini di buona volont perch mettano da parte discorsi inutili e progetti senza senso, che non abbiano una utilit immediata. Chiediamo ai loro cuori che diventino portatori e diffusori di un nuovo pensiero di solidariet, di collaborazione tra popolo e popolo, tra nazione e nazione. Rivolgiamo un appello, un appello sentito alla Madre Terra perch possa diventare luogo ubertoso, fertile in tutte le sue parti, in tutti i suoi territori, e dare cibo a sufficienza ad ogni creatura animale e vegetale. Allineate, insieme, i vostri pensieri sulla stessa lunghezza d'onda perch arrivino immediatamente in ogni parte del mondo. Suggelliamo questo pensiero con una carica infinita di amore incondizionato. Sentitevi uniti, fratelli, con ogni essere di questo mondo. Sentite quante risposte tornano a voi, alla vostra persona? Quanti ringraziamenti, quanta gratitudine, tanti da riempirvi il cuore di gioia!! Una gioia che ha qualcosa di speciale, una gioia che non avete mai sperimentata prima d'ora e i cui effetti non si perderanno al chiudersi di questo giorno. Avrete modo di constatarne gli effetti nei giorni a venire allorquando si aprir per voi, per voi tutti e per ognuno in maniera diversa, uno spiraglio nuovo nella vita; diventer significativo e importante il vivere giorno dopo giorno. Quanta ricchezza, nei suoi multiformi aspetti, indirizzata verso di voi, fratelli miei, perch la vostra generosit sia ripagata con laltrettanta generosit che l'Universo vi indirizza! Sar salute, sar pace, serenit e benessere, amore: tutte le infinite cose, le infinite necessit per il vostro vivere. Continuate a portare la vostra attenzione e ad indirizzare il vostro amore verso chi soffre, a tutti gli ammalati, agli uomini in guerra e in esilio, a coloro che sono soli e disperati. Rifocillateli col vostro amore e guariamoli con la nostra luce. Lasciate da parte ogni preoccupazione per le cose da risolvere, per i problemi da affrontare perch, dovete sapere, anzi dovete esserne certi, che siete nelle mani di Dio, sotto la Sua protezione e siate pure certi che ogni inghippo che si frappone ai vostri progetti si scioglier come neve al sole. Troverete aiuti, troverete soluzioni; conservate sempre ferma la fede e la fiducia nelle vostre stesse forze e nella collaborazione che viene dal Cielo. Ogni mattina, al risveglio ripetete quello che avete sentito: le mie parole. Ripetetele a voi stessi, e le parti grigie della vostra vita ritorneranno ad essere rosee. Fatelo sempre, con costanza e con convinzione! Siete esseri speciali e godete di una speciale protezione. Siatene convinti ad oltranza.

Se sopravvengono delle noie, dei contrattempi a turbare il ritmo sereno della vostra vita, sappiate che siete in grado di annullarli in pochissimo tempo. Voi siete preziosi all'Universo intero perch nobile e meritevole il servizio che compite con amore per tutti noi. Io vi amo fratelli, vi amiamo tutti. Addio.

18.06.2008 Vi saluto, fratelli, sono con voi, con tutta la potenza del mio spirito. Constatiamo con infinito piacere e ammirazione che ormai siete in grado di mantenere, nell'ampio orizzonte della vostra vita, un grado di saggezza e di equilibrio interiore, come risultato dell'espansione della vostra coscienza. Questi elementi cos preziosi e anche cos rari fra la vostra gente costituiscono il substrato per impostare in maniera nuova la vostra vita. La saggezza, come gi sapete, viene fuori da un lungo apprendistato nelle varie esperienze incarnative e, perch no?, anche in questa esistenza cos frastagliata di gioie e dolori, cos densa di esperienze significative. Senza queste basi non si pu andare lontano, non si pu fare un percorso di crescita effettivo di conoscenza ma anche di consapevolezza: binomio di conoscenza e saggezza! L'altro elemento che ho richiamato e, cio a dire l'equilibrio, non un fattore di facile realizzazione; l'ambiente in cui vivete, la stessa dimensione porta, senza volerlo, a farvi uscire dal centro e il piatto di questa bilancia oscilla da destra a sinistra. Il centro, dove sta l'equilibrio, un fatto assai raro ma la tendenza a cercarlo, a poterlo far proprio, gi una grande conquista, gi un gran risultato. I vostri antenati dicevano: "in medio stat virtus". Ma dove sta questo centro cos ideale, cos astratto? Ognuno di voi pensa di aver raggiunto quel proprio equilibrio che lo rende capace di fronteggiare ogni evenienza non prevista, ma poi di fronte alle sollecitazioni ambientali, familiari, questo famoso centro diventa lontanissimo, diventa irraggiungibile. Ma non pensate che sia un prototipo di perfezione, un prototipo di santit. L'essere umano, i nostri fratelli umani, vivono immersi nelle passioni, nelle sollecitazioni e negli stimoli continui della dimensionalit. Ci sono solo sparuti esempi di uomini eroici, di esseri distaccati totalmente dal mondo circostante. La fuga da questa realt, astenendosi da ogni contatto con altri esseri, non il modo n la medicina per diventare illuminati. proprio nelle pastoie del mondo, nelle sollecitazioni, nelle provocazioni quotidiane con cui i vostri esseri si misurano, che si rivela la vostra vera forza. Nel conservare questa tenacia anche tra alti e bassi, tra fortuna e sfortuna, l c' tutto il valore del vostro essere, il valore della vita che avete scelto incarnandovi. Avete lasciato una dimensione appagante, confortevole ma priva di quel quid che l'esperienza incarnativa vi avrebbe riservato. Un quid che oggi manifesto, che oggi chiaro alla vostra mente, al vostro cuore, il risultato di un programma che in parte avete messo in atto, sperimentato e di cui oggi siete fieri e orgogliosi e si manifesta nella crescita che vi contraddistingue.

Non avete perso la vostra umilt, n la vostra freschezza, quella freschezza del fanciullo che sempre ottimista, sempre gioioso. Anche questa una caratteristica molto rara tra uomini adulti; eppure molti di voi ancora la sentono dentro di s nonostante gli anni passati, gli anni che incalzano. Avete in mano una potente chiave, una chiave segreta che apre tutte le porte; i nuovi aspetti della vita, sono aspetti che alla massa sfuggono perch protesa all'arricchimento, al materialismo, all'individualismo. In tal modo, il panorama immenso della vita viene ridotto ad uno spiraglio, ad uno scenario esiguo! Perch vi dico tutto questo? Perch col vostro sacrificio, col vostro programma impegnativo vi siete meritati il dono della vita, il dono di questa esistenza; nel poterla vivere giorno dopo giorno fino alla sua fine c' la felicit e la gioia che a voi destinata e a molti altri manca. Ma la vita senza consapevolezza, la vita senza conoscenza di se stessi, la vita senza amore per s e per gli altri, non vita, un trascinarsi, un lasciarsi vivere! Sono il portavoce di una Comunit che vi ha tanto a cuore, che segue passo dopo passo i vostri progressi, le vittorie realizzate con voi stessi, in seno alla vostra interiorit: Non sono vittorie quelle orientate al predominio sugli altri, annullando gli altri, convincendo gli altri; le vittorie vere sono quelle sui vostri difetti caratteriali, le vitt orie sulla ripetitivit degli schemi mentali suggeriti da altri. La vittoria sul risaputo, sul tramandato una vittoria che vi fa liberi, anche se non nei rapporti sociali, liberi interiormente. segno di libert poter comunicare il proprio pensiero, anche se difforme da quello degli altri, come frutto delle proprie riflessioni e della propria ricerca, trasmetterlo con amore ma nel contempo con autorevolezza; una autorevolezza che non autoritarismo perch proviene dalla profonda conoscenza, dalla profonda saggezza del vostro spirito. Ormai non temete pi il giudizio difforme dei vostri simili, il giudizio negativo, le critiche e neanche l'isolamento dalla frequentazione degli altri. Pur essendo in comunione con tutti gli esseri di questo mondo potete starvene anche da soli e sentirvi pieni e realizzati. Il senso di solitudine che a volte percepite proviene soltanto dalla vostra mente e non dal vostro cuore. Sapete benissimo che siete tanto amati e tutto l'Universo vi riversa amore; ne siete ormai consapevoli. Quindi la solitudine solo un fatto fisico e non spirituale! Non sprecate ancora energie per cose inutili, che non hanno un peso determinante nei veri valori della vita. Lasciate che siano gli altri, i ritardatari, a preoccuparsi per questo o per quello, a disperarsi per banalit. Voi siete i primi nella corsa e procedete bene, allenati meglio degli altri, con energie sufficienti, ma non fatevi condizionare da chi ancora impantanato nelle miserie del mondo e, chiuso in questa visione, non vede il bello di questa esistenza. Sapete che la contaminazione facile, soprattutto nell'ambito familiare. Fate in modo di costruirvi una corazza, che non sia di indifferenza ma di non ricettivit. Sapete benissimo che dove c' la luce c' anche la tenebra, dove c' il bene c' anche il male, dove c' la gioia c' anche il dolore e, cos, tutto ci che positivo ha una sua corrispondenza negativa. Voi provate sempre a stare in mezzo per trascendere entrambi i poli per trovare quell'equilibrio che sempre in fieri. E proprio perch in equilibrio, di difficile realizzazione, di difficile mantenimento.

Accogliete con gratitudine tutto quello che la vita vi propone in quanto fonte di insegnamento e di saggezza, di conquistata saggezza. Amministrate bene tutte le vostre energie, quelle fisiche, psichiche, creative. Non depauperatele, non sprecatele inutilmente n ignoratele, perch non giusto ignorarne l'esistenza. Sono prerogative che il nostro Signore ci ha dato, vanno usate con discernimento. Ogni uso o ogni disuso sono entrambi sbagliati, se non riconducono allAmore. Ecco quanto dovevo dirvi, fratelli; ma non si ferma qui il mio pensiero, non si ferma a questa sfera. Il colloquio con voi sempre aperto perch la mia disponibilit infinit a come il vostro amore e la vostra ricettivit, e di questo vi sono grato. Addio fratelli

Fate un cerchio. Prendetevi per mano. Inspirando e espirando mandiamo luce in tutto il corpo perch la luce risana ogni disfunzione, ogni malattia. La luce fa risplendere tutte le cellule del vostro cervello, attiva tutte le sinapsi e ne accende altre. Dal vostro cervello, che una centralina, si dipartono messaggi di benessere, di salute, di prosperit. Riprogrammiamo tutti i nostri corpi affinch la vita diventi pi accettabile, diventi pi rosea e pi generosa verso tutti voi. E cos sia e cos .
25.06.2008 C.G. Fratelli, sono qui con voi. Sono felice di comunicarvi che la Provvidenza del nostro Creatore, la Sua Luce, il Suo Amore, sono sempre su di voi per appagare tutto ci che il vostro cuore desidera Ricordatelo! In questi momenti speciali nei quali si attivano tutti gli aiuti dell'Universo, l'Energia che giunge nei vostri corpi ha effetto miracoloso, ha effetto rigenerante. Ogni vostro organo si predispone a ricevere questo apporto in modo che la luce che giunge fa diventare risplendente ogni cellula dei vostri apparati. Siete in grado di recepire questo processo meraviglioso e di riproporlo in qualsiasi momento, anche senza il nostro contributo, quel contributo di tutti i Fratelli della Comunit che rappresento, convenuti numerosi per questo meraviglioso rendez-vous. L'Amore-Luce che vi inviamo va considerato, va ritenuto come un premio alle vostre fatiche, una remunerazione al vostro impegno quotidiano perch sentiamo che in molti momenti della vostra giornata vi interessate, prendete a cuore i problemi dei vostri fratelli. Voi fate tutto ci con slancio totale come se fossero i vostri stessi problemi. L'amore per gli altri, la sinergia con gli altri non pu che produrre un inesauribile stato di benessere per ognuno di voi, un benessere che si manifesta con una ritrovata gioia di vivere, con la salute piena del corpo e con una leggerezza di pensiero. Nell'immenso cerchio di Luce che l'Universo tiene sempre in atto, tiene sempre in essere, ci sono tutti i vostri nomi spirituali che non verranno mai cancellati o disattivati,

per nessun motivo. Comunque vada la vostra vita, anche con delle momentanee cadute, voi sarete sempre con noi tutti. Ora che siete centrati sul raggio luminoso che si completa con l'irraggiamento della vostra luce possiamo risanare e riprogrammare questo vostro mondo secondo il desiderio di ogni cuore: nei riguardi della natura tutta, anche degli esseri umani che si allontanano dalla terra per cambiare dimensione, ma che ritorneranno ad essere dei veri fratelli in amore, dei veri fratelli in Dio, in Dio Padre. Immaginate questa Terra che vi ospita, immaginate di vederla rifiorita, ripopolata in quegli aspetti mancanti e deficitari. Rivedetela in questo nuovo profilo come il vostro pensiero vi suggerisce. Riprogrammate ogni elemento della natura cos come lo vorreste: l'aria, la terra, il mare, le piante, gli animali e anche i vostri fratelli, soprattutto quelli che soffrono, per malattie, per fame o per inadeguatezza del loro essere verso la vita. Desiderate, vogliate per loro la realizzazione dei loro bisogni e delle aspettative. Se sono ammalati, chiedete una guarigione completa oppure una fine senza sofferenze; se privi di cibo, chiedete unabbondanza di alimento e soprattutto la pace, la serenit per i loro animi. Vedete questo grande cuore che pulsa? il cuore dell'Universo che diventa ricettivo e sensibile ad ogni appello, ad ogni richiesta di aiuto e se chiedete con fiducia piena nulla vi sar negato. Il cuore di Dio una riserva immensa di prosperit e benessere per tutti noi. Non stancatevi mai di chiedere ci che un vostro diritto, il diritto di un figlio di Dio! Chiedete sempre senza incertezze, senza paura, senza timore di non essere esauditi, chiedete per voi stessi e per i vostri fratelli. L'Universo vi ascolta e registra ogni vostro pensiero, ogni anelito del vostro cuore. Chiedete salute per voi stessi, chiedete amore, gioia, prosperit e tutto ci che utile e necessario per la vostra crescita. Mettete da parte ogni pensiero che non sia in linea, che non sia in accordo con il messaggio del vostro cuore. Se siete convinti che questo momento sacro un momento assai raro della vostra esistenza potete operare trasformazioni, tutte le trasformazioni di quegli aspetti della vita che non sono graditi. Non vi manca la potenza, la forza per attivare questo processo. Credete maggiormente in voi stessi, nel potere che in voi, senza delegarlo ad altri. L'Amore con voi, la Forza divina con voi. Addio fratelli 09.07.2008 Un saluto a tutti voi fratelli. Ogni qualvolta entro in contatto e in comunione con i vostri esseri si rinnova sempre la gioia per il mio spirito. Questa sera sono presenti alcune sorelle che mancavano da tempo da questo gruppo ed io sono felice di dedicare loro qualche pensiero, qualche parola. Tutti quanti

noi, fratelli della Comunit, diamo loro il benvenuto per questo ritorno, che stato voluto dai loro cuori piuttosto che dalle loro menti. Apparentemente le strade tra di voi si dividono in seguito a nuovi progetti, a nuovi programmi che la vita propone, ma siate sicuri, anche voi come lo siamo noi stessi, che l'allontanamento solo apparente e la comunione energetica dei vostri spiriti continua ad essere presente, continua ad agire. Comunque, il ritorno costituisce sempre un motivo di gioia maggiore, per noi e per tutti voi. Come pi volte abbiamo accennato, i risultati di un percorso si portano con s, perch sono iscritti nella propria coscienza; dovunque ci si rechi, qualsiasi altra attivit si intraprenda, essa non avr mai il predominio, n offuscher ci che si conseguito con fatica enorme, con costanza e con fede convinta. Questo mio pensiero, che anche una certezza, dovrebbe fare in modo di farvi sentire sicuri di voi stessi e convinti di ci che realmente siete: potreste trovarvi in mezzo ad altri esseri, ad altre persone che non vibrano come voi, che non si sintonizzano con voi, e che vorrebbero fare di tutto per distogliervi da quello che avete scelto come vostro cammino, ma ciononostante niente e nessuno potr annullare ci che siete, ci che siete diventati anche in questa esistenza. Le trasformazioni che si sono operate nei vostri vari corpi e che voi stessi avete permesso, gli strumenti che avete costruito e messo in atto, sono il frutto della convinzione che queste trasformazioni avessero una ragion d'essere. Ora, guardando alla vostra vita passata, quasi non vi riconoscete perch sono cambiati quasi tutti i vostri pensieri. Anche la morbidezza di questi pensieri un fatto nuovo, un fatto acquisito. Avete un altro approccio con i fatti del passato, avendo operato una ristrutturazione di ci che era vecchio, stantio, inutile e dannoso alla vostra esistenza. Con tutti quei pesi del passato, dei cos detti errori del passato, come potevate procedere speditamente verso una maggiore consapevolezza? Vi siete alleggeriti di pesi inutili che oltretutto non lasciavano spazio a ci che di meraviglioso la vita vi prospettava come gioia, felicit, benessere, amore: elementi che erano tagliati fuori da questo diaframma invisibile che la mente sovrapponeva, la mente non guidata, non programmata. Fratelli miei, sappiate che ancora molto di bello vi spetta e vi necessita. Tutte le sfortune, tutte le calamit che la superficialit di questa dimensione vi propina continuamente, sono destinate a chi ci crede totalmente e realmente. Voi fate parte di quella schiera di uomini portatori di luce, quella luce che fa diradare le tenebre. La luce rischiara e toglie l'incertezza che procura il buio, l'oscurit, e proprio questa incertezza, questa paura che alimenta il cuore di molti nostri fratelli umani fa prevedere loro le sciagure pi grandi, la distruzione totale di questo Pianeta con tutti gli esseri che lo abitano. Voi, fratelli miei, vivrete invece l'aspetto gioioso, meraviglioso della trasformazione che attiene a questo Pianeta e che contemplata nel Piano di evoluzione della Galassia. Vivrete quegli aspetti meravigliosi della vera fraternit tra essere ed essere. Essere a conoscenza di questa verit un dono che vi siete meritati e che non va riferito, non va detto a chiunque, a chi non sia pronto, preparato per la ricezione del nuovo pensiero. Avete avuto una preparazione nelle vite precedenti, e in questa, molto dettagliata, precisa e accurata per affrontare con animo sereno le modificazioni energetiche che interesseranno il Pianeta Terra. Sapete che un fatto inevitabile, che

presenta qualche aspetto non gradevole, ma un fattore di elevazione dimensionale della vostra Terra e dei suoi abitanti. Saranno molti ad andarsene, a scomparire perch le vibrazioni che gi giungono su di voi, su questa Terra, sono molto forti, destabilizzanti e se non si preparati ci si pu ammalare, si pu perfino impazzire. Ma, come gi sapete, essi ritorneranno con tutti i corpi pi sottili ripuliti, ripuliti dalle scorie della dimensionalit precedente e, per potersi adeguare alla dimensione nuova, elevata, dovranno rivedere e correggere il loro modo di pensare, il loro modo di vivere, uniformandosi al nuovo clima generale. Un clima generale che sar di maggiore benessere di quello di oggi, di maggiore equit tra popolo e popolo, soprattutto di maggiore rispetto della dignit umana. In questo contesto ne beneficeranno anche gli animali e le piante. Infatti saranno trattati e rispettati di conseguenza. Una tale trasformazione coster qualche sacrificio, qualche rinuncia ma ne varr la pena! questa la lieta novella che comunico ai vostri cuori, alle vostre menti perch vi possiate sentire dei privilegiati nell'apprenderla; ma siete anche dei privilegiati perch come operatori di luce, operatori di trasformazione sarete chiamati in prima linea per dimostrare il vostro valore, la vostra efficienza, la vostra totale disponibilit. Quando si ha un compito cos grande, cos sacro, qualsiasi preoccupazione che la vita di ogni giorno comporta diventa un'inezia, diventa superabile! E cos pure le pseudomalattie, i contrasti con la famiglia, i problemi di lavoro, tutto viene ridimensionato nel giusto valore. Non vi suggerisco di mettere da parte tutto, annullare tutto per qualcosa di pi grande, non questo il mio consiglio n lintento delle mie parole, ma di dare ad ogni cosa, ad ogni elemento della vostra vita il valore giusto: valore che non vi provenga da altri, propinato ed imposto dalla collettivit, ma solo il valore riconosciuto da voi stessi. Guardate, fratelli, che se riuscite a fare ci vi sentirete ancora pi liberi, sentirete un grande senso di libert e un grande senso di soddisfazione. Questo nuovo modo di pensare e di procedere non toglier niente, non toglier valore alla vostra professionalit che sar tenuta sempre in alta considerazione, e va riconosciuta soprattutto da voi stessi. Questo un programma di lavoro che mette in atto la vostra creativit e il lume meraviglioso della vostra intelligenza, intelligenza divina. Portare avanti un progetto, vederlo realizzato, concretizzato pu essere fonte di gioia e di soddisfazione ma va comunque portato avanti senza ledere gli altri, senza sotterfugi e menzogne. Diceva il Cristo Siate puri come colombe ma siate anche diffidenti e astuti come serpenti Difendetevi dagli altri ma non attaccateli e non danneggiateli mai. Questo deve essere il motivo dominante, il motivo informatore in tutti i settori della vostra vita. Cosa altro dirvi, fratelli miei? Forse non ci sentiremo per un po' di tempo in questa maniera ma, come sempre, comunicheremo con i vostri spiriti perch ogni circostanza nuova della vostra vita ci vedr sempre insieme, ci vedr uniti, in colloquio mai interrotto.

Ora vi lascio alle vostre vacanze, al riposo necessario dopo tanto lavoro ma ricordatevi sempre che sono con voi, non mi staccher mai da voi. Addio fratelli 17.09.2008 Vi saluto, fratelli, vi ritrovo con molta gioia insieme agli esseri della Comunit che io rappresento. Constatiamo con molta soddisfazione come nel grande giardino della Terra ci sono, oltre che ortiche ed erbacce infestanti, fiori profumati, delicati e di qualit assai rara. Voi, fratelli, appartenete a questa categoria di esseri che si distinguono, che spiccano per il grado di evoluzione. La consapevolezza, che va sempre allargandosi nella vostra sfera di vita, vi consente di capire chiaramente con quali compagni, con quali fratelli potete trovare una armonia, un feeling intellettivo, un feeling affettivo. Siete in grado di capire chi sono i veri amici: tutti coloro che non nutrono sentimenti di invidia, di gelosia, che non vi giudicano, che non sparlano di voi. nell'individualizzazione di questi elementi, elementi che a volte affiorano alla superficie e restano in profondit, che voi potete affidare la vostra scelta di compagni di viaggio, di compagni di percorso. Non pi tempo di essere amici di tutti e, se ancora la selezione non avvenuta spontaneamente, naturalmente da parte di altri fratelli che si sono distaccati da voi, ancora qualcosa, in questo ambito, vi dato da fare. Voi sapete comprendere il significato pieno delle mie parole perch il vostro cuore dovr contenere sempre amore per tutti, comprensione per tutti, ma ci che vi nuoce, ci che vi infastidisce nel rapporto con gli altri non nasce come prodotto della vostra mente, non pi quel tempo. La provenienza viene dal vostro spirito, dalla qualit del vostro spirito che cerca la risonanza energetica con gli altri. Ormai, il vostro modo di comprendere gli altri si riferisce a un fatto intimo, non dovete sentirvi obbligati, per spirito caritatevole o filantropico, a subire la vicinanza o l'interferenza di chi non nel vostro cammino. Noi, per cammino, intendiamo quella apertura di coscienza che prende in considerazione molte diramazioni del cammino spirituale, pi o meno lunghe o corte, pi o meno diritte, pi o meno lineari. Tutte quante per si snodano attraverso un iter armonico, un percorso di contenuti, di valori fondamentali di base; e per ognuno previsto un arricchimento continuo, un allargamento, unespansione di questo valori, senza alcuna cristallizzazione di pensiero, senza alcun dogma. Sapete tutti che un percorso che ognuno di voi si assegnato scendendo nei vari livelli dimensionali perch convinto, momentaneamente, temporaneamente di essersi allontanato dall'Amore Primo, da Dio, Centro di tutto l'Universo. In seno a questi percorsi immaginati, Dio sempre presente in tutta l'infinita gamma della Sua Essenza, Intelligenza, Sapienza, Provvidenza, Gioia, Benessere, Felicit, Eternit. vero anche che nell'immediatezza, nell'incarnazione o per meglio dire nell'ambito di quei gradi infiniti di consapevolezza raggiunta, ogni essere percepisce, intuisce Dio in una forma millesimale, in una forma parcellare, anche se gi in quel millesimo si intuisce il massimo e man mano, procedendo in questa immaginaria scala evolutiva non si perde mai

il punto di partenza n quello sprone, quell'ardore ad andare sempre avanti per conoscerlo in pieno. Siete consapevoli, fratelli, del percorso cos importante che abbiamo compiuto insieme, io dandovi il mio amore incondizionato, la mia disponibilit massima e voi offrendo la vostra cedevolezza, la vostra mansuetudine e, soprattutto, la fiducia: questi elementi sono caratteristiche molto rare tra la vostra gente, perch la vita di ogni giorno, purtroppo, porta a difendervi come pecore dai lupi: difendersi non significa diventare, di contro, dei lupi. Non significa diventare duri, coriacei e insensibili alle sofferenze del mondo, dei vostri simili, ma di essere coscienti di avere gli strumenti per evitare di farsi coinvolgere dalle loro miserie, dalle loro bassezze e anche dai loro dolori. Se oggi siete fieri di voi, di quello che siete diventati, dovete ringraziare soltanto voi stessi. Avete avuto la tenacia, la forza d'animo di non soccombere fra tanti ostacoli, fra tante avversit della vita, come l'albero maestro di una grande nave che riesce a fronteggiare i marosi e le bufere del mare in tempesta. Siete anche consapevoli che la vita, ogni giorno, vi offre infinite possibilit di apprendimento, di conoscenza, di esperienza nell'intento sempre di migliorarvi, di arricchirvi. In tal modo le vostre menti, i vostri cuori potranno evitare la pietrificazione, quella pietrificazione che appartiene a molti della vostra gente. Nel sentirvi fieri di voi stessi, di tutto ci che vi siete conquistato in tutti i campi, in tutti i settori della vostra vita compresa la gioia, la gioia di vivere, la gioia dell'esistenza che non pu e non deve mai mancare. Considerate la gioia dell'esistenza come la benzina che alimenta i motori. Fate di tutto per mantenerla viva, per incrementarla nei modi leciti, nelle modalit individuali. Quando viene a mancare la gioia della vita il vostro essere decide a poco a poco di allontanarsi dal corpo e questo connubio fra lo spirito e il copro diventa difficile da portare avanti, da mantenere. Anche in mezzo a tante storture, anche quando vi mancano tante cose, tanti elementi, tanti desideri non appagati, dovete fare in modo di trovare sempre un sistema per essere contenti di vivere. Qualcuno si chiede: anche durante una malattia? Si, siete in grado di trovare l'elemento gioia nell'affetto, nell'attenzione che vi proviene dagli altri, dai vostri cari, e nel pensiero di guarire e di ritornare ad e ssere efficienti al massimo. Tenete in grande considerazione queste mie parole. Vi eviteranno di esasperarvi, di perdere la fiducia, di perdere la speranza. Per tornare sull'argomento malattia: quando nel vostro organismo perdura una malattia cronica, che si protrae negli anni, a volte difficile, molto difficile poterla eliminare totalmente perch ha fatto radici profonde, non solo nel corpo fisico ma anche negli altri corpi sottili. A volte necessario accettarne gli effetti riducendoli attraverso i farmaci, le cosiddette cure farmacologiche. Il pensiero, che ha determinato quel malanno, ha covato per tanto tempo nella vostra vita a causa del pensiero negativo, del pensiero doloroso, del pensiero non diretto al bene di se stessi, cosicch nel tempo si manifesta sotto una forma morbosa. Anche un virus pu diventare aggressivo e invasivo nel vostro corpo se non avete le difese immunitarie sufficienti a controllarlo o a debellarlo.

Pertanto nell'ambito della malattie c' una specifica quantit di responsabilit da parte vostra che pu risalire anche alla vostra infanzia, al passato pi lontano. Comunque, per l'oggi e per il futuro, sappiate tenere controllato il vostro pensiero, ora siete in grado di farlo. Fate in modo di dirigerlo come volete voi e non dove vi porta lui. Se continuate a pensare di essere sani, di essere felici, di essere vivi e giovani, tutti i vostri corpi risponderanno a questi moniti, a questo comando. A volte voi vi distaccate dal vostro corpo, lo considerate come uno strumento che vi consente di lavorare, di faticare. Anzi, a volte anche come un ingombro. Non l'amate, lo vedete pieno di difetti ed ecco che si crea una lacerazione: un diaframma si pone tra il vostro essere e il vostro corpo, tra la vostra mente e le vostre fattezze fisiche. Perch tutto questo? Perch cos vi hanno insegnato, perch cos pensa tutta la gente. Ma voi non siete tutta la gente. Siete in grado di chiarirvi tante cose che ad altri sfuggono, che ad altri non interessano e allora non vi pi consentito un ritorno all'indietro, un ritorno al vostro vecchio modo d'essere, vecchio e desueto. Amatevi di pi, amate di pi anche gli altri cos come amate voi stessi. Vi saluto con tutto il mio essere e vi auguro di essere felici giorno dopo giorno. Addio fratelli.

17.09.2008 Pina D: Pina V. chiede per la salute del fratello. R: A cosa ti porterebbe questo esame, sorella, a far guarire tuo fratello? Perch sottoporre a questo stress il tuo congiunto? Ormai la patologia che si instaurata nel suo organismo diventata cronica ma gli consente di vivere discretamente, in discreto stato di salute. Questa tua preoccupazione noi la riteniamo eccessiva, ma comunque se tu ti senti in obbligo, per non avere scrupoli, mettila in atto. Da questo esame, comunque, non verr fuori nessun elemento nuovo, per una cura pi efficace e risolutiva nei confronti del tuo congiunto. Finora non ha dato molte preoccupazioni, preoccupazioni gravi e continuer cos per altro tempo a venire. L'eccessivo zelo nei confronti delle indagini diagnostiche che la scienza nuova mette a disposizione, a volte eccessivo, fuori luogo, crea soltanto preoccupazioni ed ansie e tu cerca di eliminare questa ansia dalla tua vita, che molto preponderante. Se vuoi sapere altro, chiedi sorella. P: Non vorrei che accadesse come in passato...... R: Potrebbe accadere, quindi c' questa alea. meglio non correre il rischio. Se non c' altro io vado. Addio 24.09.2008 Vi salutiamo, fratelli, siamo convenuti tutti noi, spiriti della Comunit che vi ha in carico, per compiere insieme questo atto d'amore verso la vostra Terra e l'Universo tutto.

Nei vostri esseri si sono attivati tutti gli interruttori di potenza energetica creando cos un raggio di luce e un raggio di amore che la Terra e i suoi abitanti attendono con ansia, con trepidazione perch ripari i molti danni causati dall'incuria umana, risani le ferite del corpo e dell'anima di tutti quei fratelli che si sentono angariati e martoriati dal predominio degli altri. Noi, assieme a voi, possiamo fare tanto offrendo il nostro amore, lamore incondizionato, la nostra energia risanatrice e compensatrice di tante loro carenze. Accostiamoci idealmente ai fratelli che vivono nel terzo mondo tra gli stenti, la fame, la povert, la miseria e le malattie. Il pensiero dei nostri esseri giunge al loro cuore e alle loro menti, li scuote dalla loro passivit perch possano reagire in maniera adeguata, anche con le loro stesse forze e ricreare cos l'habitat e il modo di vivere pi congruo, pi consono alla dignit umana. Se non possiamo portare concretamente un aiuto specifico, un aiuto individuale facendo giungere il nostro amore incondizionato e la luce che l'accompagna, possiamo dare altrettanto un contributo notevole alla rinascita civile e morale di molte popolazioni. Facciamo in modo che sentano, ciascun popolo, ogni uomo, ogni donna, ogni bambino, che condividiamo la fratellanza e la discendenza divina, mediante il nostro amore e con la potenza che porta seco il nostro essere. Risvegliamo le loro coscienze assopite perch si sentano anche loro uniti in questa fratellanza, a prescindere da ogni stato sociale, da ogni cultura e religione. Con la potenza del nostro essere, di tutti i nostri esseri, siamo in grado di fronteggiare la virulenza di molte malattie epidemiche ed endemiche perch anche i virus, i batteri possano e sentano il potere del nostro spirito. Rivolgiamoci agli agenti atmosferici e alle forze della natura, e chiediamo che siano benevoli sostenitori della nostra esistenza affinch tutte le calamit e i disastri naturali siano sempre pi rari, siano sempre meno devastanti. Ora, fratelli, createvi il vostro stato ideale, ognuno singolarmente, secondo le proprie possibilit e idealit. Createlo, perch siete in grado di farlo! Passate in rassegna ogni aspetto della vostra vita, ogni settore che vi sta pi a cuore, ogni settore che pu essere fonte di preoccupazione e di ansiet. Rimodellatelo in quella forma, in quella prospettiva che cuore e mente desiderano. Improntate questo pensiero alla massima fiducia e non mettete alcun ostacolo, alcuna riserva in questa creazione o rimodulazione della vostra vita. Scacciate dalla mente ogni pensiero di tristezza, di incapacit. Noi vi stiamo assistendo e vi abbiamo preparato nel rispetto dei valori fondamentali perch tutto nella vostra vita si modifichi per il vostro bene e secondo i vostri desideri. Convincetevi, fratelli, che tutta la vostra vita nelle vostre mani: siete in grado di annientarla o immiserirla; ma siete anche in grado di farla rifiorire, di farla rinascere, sia che si parli di salute sia che si tratti di benessere, nel senso pi ampio. Ma se continuate ad attardarvi a pensare che non siete nelle Grazie del Creatore, privi della Sua Provvidenza, continuerete a segnare il passo e a far perpetuare ci che non vi piace, ci che non vi aggrada.

Per poter fare una ricostruzione, un rimodellamento della vostra vita, dovrete essere in grado di centrare gli elementi costitutivi del vostro essere, senza pensare pi al corpo come elemento a s stante, senza vedervi pi divisi l'uno dall'altro ma fusi in una luce unica, in una luce immensa. la Luce della Creazione, la Luce dell'Amore Primo! Ripetete quello che abbiamo fatto questa sera, anche da soli, per conto vostro, ma con quegli accorgimenti e quelle condizioni che vi abbiamo suggerito. Noi desideriamo per voi e per tutti gli uomini della Terra il massimo benessere, quella gioia e quello stato d'essere che intrinseco ad ogni essere umano. Addio, fratelli. 02.10.2008 Fratelli, sono con voi, vi ritrovo volentieri cos numerosi e cos attenti all'incontro dei nostri spiriti. questo un periodo della storia della Terra molto turbolento che a prima vista incute paura, sbigottimento a causa degli avvenimenti che la cronaca quotidiana incamera e registra per la massa: per quella parte di fratelli che non sono in grado di elaborare mediante la capacit del proprio pensiero, tutto il mare di informazioni che hanno solo lo scopo di incutere un senso diffuso di paura, di incapacit e di provvisoriet. Se riuscite a capire, a individuare chi manovra i fili di questo congegno e con quali obiettivi, non certo diretti al benessere e alla crescita individuale e collettiva, allora sarete capaci di percepire questi disegni nascosti e sentirvi veramente liberi da ogni condizionamento, da ogni moda. proprio questo tipo di passivit a ricevere e a introiettare, che noi non auspichiamo, anzi avversiamo nella giusta forma e nei modi leciti. proprio questo il tipo di passivit che blocca i processi creativi in quell'ambito immenso di tutti i settori della vostra vita. Dovete convincervi, fratelli, che ogni creatura, soprattutto umana, porta con s i segni indelebili del suo Fattore ma nella stessa maniera come si crea, si pu anche distruggere tutto il meglio che si creato. Un esempio emblematico la propensione alla guerra, alla belligeranza che quasi tutti gli uomini, portando a suffragio di essa ideali e amore di patria, covano e nutrono dentro di s come pensiero, come attitudine. Dunque creazione e distruzione come nell'ordine naturale! Nell'Universo ogni stella che muore, che si spegne produce altra energia e da questa energia indifferenziata nascer altra materia, nasceranno altre stelle, altre galassie. Ma nel caso specifico della guerra tra uomini e uomini, tra popoli e popoli, dalla distruzione restano solo macerie, povert e fame. Lassurdo che ogni uomo comprende in pieno questo significato! I danni prodotti da una guerra sono a volte irreversibili ma tuttavia continua a restare questa tendenza, questo istinto alla guerra come supremazia sull'altro, come ricerca di una maggiore potenza. Ma tornando all'inizio del mio enunciato: voi siete a conoscenza che ci che cova sotto le braci, sotto la cenere di queste braci un cambiamento epocale, una

trasformazione vibratoria che produrr benefici sia per gli uomini che per la Terra stessa con ripercussioni consequenziali su tutta la Galassia. come un parto, una nascita che porta con s un po di dolore, un po di preoccupazione, di ansia: elementi ai quali siete stati preparati opportunamente, in maniera assai profonda. Quindi, fratelli miei, non fatevi angustiare da ci che sentite, da ci che vedete mediante i canali dei mass media! I vostri fratelli non stanno diventando pi selvaggi, pi crudeli: sono solo degli esseri che non sono ancora pronti e preparati alle perturbazioni che giungono su questo Pianeta e che possono sconvolgere il sistema nervoso, la lucidit di alcune menti. Non vi state avviando verso un disfacimento dei valori morali, dei valori etici ai quali siete stati preparati, educati non solo in questa vita ma anche nelle altre precedenti! Se il pensiero collettivo vi suggerisce il contrario, alla luce di molti fatti, sapete che non cos. Nel profondo di questa superficie c' tanto bene, c' tanto amore, c' tanta umanit! Lo cogliamo nei cuori di molti giovani che liberamente e spontaneamente si dedicano al volontariato, alla cura di chi non autosufficiente e in questo anelito non c' ostentazione, non c' strombazzamento nellesprimere solidariet . L'amore per il prossimo, per i propri fratelli pi infelici, si svolge nel silenzio, senza schiamazzi di cronaca, e noi, tutto questo lo cogliamo pi di voi perch siamo pi vicini ai loro spiriti, ai loro cuori, alle loro menti. vero che i cambiamenti nell'ambito della economia, della politica portano anche a dei cambiamenti individuali che sono adattamenti alle nuove forme di vita: voi, sapete bene a quanti cambiamenti si sono dovuti adattare i vostri antenati e progenitori Dunque non scoraggiatevi se cambia il panorama economico, se scompaiono i falsi bisogni e ci si attiene alla soddisfazione dei bisogni reali, dei bisogni essenziali! vero anche che c' tanto spreco e tanta incomprensione fra tutti coloro che hanno il massimo benessere e la ricchezza; tale disuguaglianza, tale disparit tra nazioni ricche e nazioni povere, tra uomo ricco e uomo povero continuer ancora a persistere fino a quando entreremo tutti a far parte della nuova era, nell'ambito della quale ogni azione dell'uomo sar diretta al bene collettivo e nel bene collettivo sar compreso il proprio bene. A qualcuno queste mie parole appaiano come unu topia, come un non senso alla luce di come va ora il mondo. Ma ricordate sempre quello che vi sto dicendo! Le mie parole sono profetiche ma non tendono soltanto a darvi una speranza, piuttosto una certezza. Voi vedrete la realizzazione concreta di una organizzazione a livello mondiale, basata su questi ideali, su questi principi. Ideali e principi che saranno trasferiti anche in ambiti pi ristretti, anche in seno alle famiglie. Voi, fratelli che mi seguite, che avete avuto il dono di interagire con le dimensioni pi elevate dello spirito, dono certamente meritato, voi vivrete nella nuova atmosfera, voi coglierete i frutti del vostro lavoro. Ognuno di voi, singolarmente, non si trova in questa sede, in questo momento per puro caso, per un caso fortuito. Siete stati indirizzati, guidati dal vostro spirito a fare questa esperienza. Ogni incontro che fate non casuale; vi stato dato l'input, ma alla fine siete sempre voi a trarre le conclusioni, il succo di ogni esperienza in virt del libero arbitrio che vi stato dato, in virt della capacit di discernere tra questo e quello, di discernere e scegliere.

Vi dico tutto questo perch nessuno vi obbliga, nessuno vi costringe a seguire questo percorso che vi siete scelto anche se in altri ambiti, a seguirlo sino alla fine dei vostri giorni. Potete seguirlo se vi sentite a vostro agio, se vi suggerisce sicurezza e gioia di vivere, se vi fa sentire pi pieni, pi ricchi dentro. Seguite sempre questo senso massimo di libert nel portare avanti le vostre iniziative. Siate sempre fedeli e autentici con voi stessi. una conquista molto grande, una conquista meravigliosa se riuscirete a portarla a termine a dispetto di tutti i ma e di tutti i se che la mente vi propone, e perch no? anche dell'ambiente in cui vivete. Se ci sono domande, io sono qui a chiarire il vostro pensiero, fatele liberamente. I fratelli che sono venuti questa sera per la prima volta hanno qualche perplessit su quanto hanno incamerato nei vari momenti della loro vita ma non saremo certo noi a sconvolgere le loro menti, i loro cuori se ancora non sono pronti a ricevere una verit cos grande, cos ampia, cos piena. Ed giusto che ci siano delle perplessit, sono segni di crescita, sono anche segni di libert. Ma queste perplessit cadranno man mano che si fa chiarezza e si fa luce sui veri valori della vita, non quelli fasulli, ma i veri valori dell'esistenza. Addio fratelli. 09.10.2008 Vi salutiamo, fratelli. Allontanate dolcemente ogni pensiero dalla vostra mente e lasciate che questo spazio vuoto si riempia di luce intensa. Nel vostro cervello si accendono tutte le diramazioni fra cellula e cellula e dalle sinapsi esistenti nascono altre sinapsi. In questo momento il vostro cervello pu dare il meglio, il massimo come elaboratore elettronico perch introduciamo degli input, dei files che noi vi suggeriamo e che voi, mediante il vostro cervello, mettete in esecuzione. Ora visualizzate come attraverso uno schermo la vostra amata Terra, ripulita e risanata delle sue ferite. La vedete rigogliosa nell'ambito della natura. La stiamo ricostruendo, rimodellando in modo tale che tutta l'umanit abbia a goderne, abbia a usufruirne. Raccolti rigogliosi, corsi d'acqua limpidi e trasparenti, mari pescosi, anche le distese immense nei deserti si animano di vita ricevendo il beneficio del nostro pensiero creativo. La vostra Terra riprende quell'aspetto, quella sostanza che possa essere favorevole alla vita dell'uomo e degli animali. Ognuno di voi, fratelli, personalmente, ricostruisca il proprio habitat ideale nel quale pu sentirsi a suo agio. Potete collocarvi la vostra casa, tutte le vostre cose alle quali siete affezionati: animali, piante. Il nuovo habitat a cui avete dato forza e potenza con la creativit del vostro pensiero potr sempre esistere, dovr esistere e coesistere con voi. Avete creato il vostro posto di paradiso con tutti quegli elementi e quegli accessori che possono allietarvi la vita. In seno al nuovo habitat, luogo ideale e personale, c' la vostra persona, c' il vostro spirito integrato armoniosamente e completamente con tutti gli elementi delle personalit spirituale e fisica. Tutte le componenti del vostro essere sono in armonia in un habitat ideale, in un habitat perfetto e cos come siete in accordo con voi stessi riuscite a

creare accordo, armonia e sincronia vibrazionale con chi vi sta vicino: i vostri familiari, i vostri amici, tutti gli uomini di questa Terra. (1) Dalla sincronia e dall'armonia che abbiamo creato e riconosciuto viene fuori l'amore, l'amore autentico e incondizionato. Questo sentimento spontaneo e naturale che noi assieme a voi offriamo ai fratelli della Terra e a tutti gli esseri dell'Universo, non un dono che richiede fatica; anche se impegna le nostre risorse, non le depaupera, per diventa il dono pi grande che si possa ricevere, che si possa dare. Il cuore dell'Universo accoglie questo dono che noi gli abbiamo indirizzato e con elevata potenza lo ritrasmette a largo raggio sulla Terra, sui suoi abitanti, su noi tutt i perch possiamo sentirci pi forti, pi coraggiosi, pi degni figli di Dio e fautori di grandi progetti, di grandi trasformazioni personali e collettive. Mettete ogni fratello, che soffre per infermit o per altre cause, sotto la protezione del cuore palpitante dell'Universo, del cuore palpitante di Dio. Chiedete tutto al Suo Cuore, tutto quello che vi serve, la salute, il benessere, la felicit, l'armonia. Chiedete fiduciosi, chiedete sempre in funzione di un bene pi grande, di un bene maggiore che sul momento vi sfugge, e lasciate che la Provvidenza lavori per voi, allorquando la vostra azione si ferma e non pu andare oltre. Chiedete, senza stancarvi mai, quello che vi serve realmente, effettivamente. Il Padre non pu mai negare il Suo Dono, ma importante che riconosciate che siete sempre voi gli artefici e i canali del Potere divino, del Volere divino. Guardate alla vita, ogni giorno, con rinnovata speranza e siate sempre grati del dono che essa vi d. Come gioite voi, gioisce il vostro spirito e sar contento di questa coabitazione. Perch dunque farlo sentire un esule, desideroso di tornare nella propria sede? Come un ospite importante mettetelo a suo agio, riconoscete la sua potenza, il suo valore. Parlate pi spesso con il vostro spirito, vi risponder con delle cose meravigliose che vi sorprenderanno. Non pensate di essere degli esaltati. Instaurate questo colloquio con pi assiduit, con pi frequenza. Anzich sprecare il tempo con cose futili e inutili che non vi danno gioia e soddisfazione ritagliate un po' di tempo della giornata per colloquiare con voi stessi, per andare incontro a tante gradite sorprese sulla effettiva conoscenza di voi stessi e della vostra vera natura. Per rispondere ad un quesito di cui avete discusso noi diciamo che non tutto vero o tutto falso quello che ricevete, anche attraverso altri canali. A volte l'immaginazione, la mente creativa della medium riceve informazioni e date, che sono aspettative del suo animo, creazioni della sua mente. vero anche che la vita in altre Galassie, in altri pianeti un fatto scontato, un fatto incontrovertibile e gli incontri tra gli umani e gli extra terrestri sono avvenuti, avvengono e avverranno; ma voglio farvi capire, che pi importante di qualsiasi incontro ravvicinato il colloquio spirituale, l'interazione vibratoria che si verifica fra gli esseri di questo mondo e gli esseri di altri Universi. I vostri sensi sono limitati e questo un fatto scontato ma i sensi interiori non hanno gli stessi limiti. Ci che non vedono gli occhi, ci che non sentono le vostre orecchie pu essere percepito chiaramente dalla vostra interiorit.

fidato.

Seguite sempre come strumento conduttore il discernimento, che il consigliere pi Addio, fratelli.

(1) Pi volte siamo rimasti delusi allorch non abbiamo percepito realizzate situazioni preannunciate dalle Guide. Noi siamo percettori e, in quanto tali, fautori della nostra propria realt di volta in volta scelta fra i molteplici futuri probabili a nostra disposizione. Il Paradiso, o qualsiasi altro stato di coscienza, uno dei tanti ologrammi esistenti in simultanea nellArchivio cosmico. Se ci focalizziamo sugli ologrammi della paura, della diffidenza, o su quelli il cui aspetto doloroso, non possiamo attribuire ad altri la responsabilit, tanto meno pensare che i nostri Fratelli ci abbiano mentito. 23.10.2008 Sono qui con voi, fratelli, compenetrato armoniosamente e affettuosamente con tutti i vostri spiriti. In questo abbraccio spirituale ricevo la pi alta ricompensa, la pi gradita dimostrazione del vostro affetto. E' la ricompensa del mio impegno, un impegno che non considera soltanto voi, la cerchia di questo vostro gruppo, perch devo ammettere, riconoscere che sono molti i fratelli incarnati, i fratelli umani che il mio Signore mi ha affidato per istruirli, proteggerli, tutelarli. Come quei fiori particolarmente pregiati che hanno bisogno di particolari cure per potere sfoggiare la loro bellezza, il loro profumo. Cos noi vi consideriamo, fratelli, a tal guisa! Il sodalizio che si instaurato con i vostri spiriti stato deciso dall'Alto ma col vostro consenso, mediante la manifestazione della vostra volont. Ma fino a quando voi, miei cari, vi confronterete con la vostra personalit fisica e non solo, ma anche con il giudizio e con l'etichetta che gli altri vi hanno appioppato, non sarete in grado di riconoscere la verit assoluta delle mie parole. Ed un fatto scontato che non ci meraviglia affatto. L'ambivalenza della dimensione in cui vivete, questa oscillazione dei piatti della bilancia fra i due poli opposti danno come risultato una forma non costante di vita e di pensiero. Si parla sempre di consapevolezza e molti la intendono in vari modi, interpretandola secondo dei canoni religiosi o secondo dei criteri puramente fisici. Spesso si identifica la consapevolezza con la coscienza ma tutto il succo, il perno su cui poggia l'iter spirituale di ogni essere di prendere possesso, interiorizzare il grado sempre pi espanso, sempre pi ampio della consapevolezza che prende origine dal riconoscimento profondo e sentito di quella capacit dello spirito che travalica i limiti umani, i limiti fisici. Consapevolezza dunque significa riconoscere la propria dimensione spirituale nei suoi vari gradi. Ecco perch si allarga infinitamente il significato di consapevolezza e, nel contempo, abbraccia tanti settori dell'essere, ma si compendia tutto nell'essere!

La consapevolezza ha a che fare con la presa di coscienza, col riconoscimento di non essere divisi dagli altri, perch fatti della stessa pasta a dispetto delle apparenze, della forma, del colore della pelle. Dunque l'unica differenziazione nel mondo della natura e tra uomo e uomo il grado di consapevolezza che ognuno ha raggiunto, che sempre suscettibile di allargamento, di estensione. Cos nel mondo fenomenico, ma anche nel mondo dello spirito, della metafisica, gradi infiniti di consapevolezza ci distinguono e nello stesso tempo, ci inglobano e ci tengono insieme.. Mi rendo conto che un concetto di difficile accettazione per le vostre menti ma non posso esprimermi diversamente. Posso solo dirvi che, qui, siamo differenziati, siamo unici come entit spirituali ma ci sentiamo facenti parte della stessa famiglia con una origine condivisa e con un obiettivo condiviso e, se nella famiglia umana, da quella pi piccola a quella pi grande, vengono a mancare questi due elementi ecco che avviene il disfacimento, avviene la torre di Babele. Ne vedete gli effetti continuamente attrave rso i mass media. Ognuno pensa individualmente e pretende di avere riconosciuto questo pensiero come il meglio per il benessere della collettivit, quando il benessere della collettivit non lo scopo, l'obiettivo di quel pensiero. Come si pu trovare armonia fra essere ed essere, tra popolo e popolo quando ci che dice la bocca non corrisponde a quello che c' nel cuore? Interessi personali, la smania di arricchimento, il desiderio di fama e di potenza uccidono i buoni aneliti, i buoni propositi che poi sono sempre presenti nel cuore di ogni uomo, di ogni essere. Allora bisogna toccare il fondo, bisogna che si creino i le condizioni, le condizioni pi precarie, le condizioni di povert, le condizioni di guerra, di miseria, affinch ogni essere riconosca il vero valore dell'esistenza, il gusto autentico della vita. Ma una, due, dieci lezioni non bastano perch possa luomo riappropriarsi di quello stato meraviglioso che conferisce la consapevolezza. Occorrono millenni, occorrono nascite e rinascite e, ad un certo punto, i tempi sono maturi per un ribaltamento dei valori riconosciuti universalmente perch non sono pi valori ma falsi valori interiorizzati, armonizzati, messi in pratica; quando questi valori cos largamente diffusi danno malessere, creano infelicit, provocano malattie, morti, inimicizia fra gli uomini, non possono essere pi classificati nella scala dei valori: si potr parlare di abitudine, di modo di vivere, di aspetti del vivere ma non di valori. Vi esorto, fratelli, a fare la giusta riflessione perch riconosciate da voi stessi a quale aspetto della vita dare questo nome: Il valore qualcosa che vale, che vale per tutti, che ha una valenza, che ha una potenza. Guardatevi attorno e andate a scovare dove si trova questa valenza! Non sta a me indicarvi cosa fare vostro e cosa rifiutare, perch voi siete gi in grado di scegliere col discernimento e con l'intelligenza che sono il lume di Dio, il santo lume di Dio. Dunque datevi da fare nei confronti di questo compito, di questo lavoro perch questo un momento storico, un momento particolare per il benessere dell'umanit. Non la sopravvivenza fisica quella pi importante che cercate di proteggere, ma la sopravvivenza dei veri valori che vanno scomparendo luno dopo l'altro. I soldi, le case, gli immobili, i terreni, gli ori che lascerete ai vostri figli, ai vostri nipoti si depaupereranno col tempo, si esauriranno; ma il messaggio, l'esempio del vostro vivere, sar sempre scolpito nei cuori di chi vi sopravvivr.

Il vostro testamento spirituale pi importante del testamento notarile! Io non vi esorto, n voglio distogliervi dal costruirvi una vita agiata, per voi e per la vostra famiglia, una vita serena anche dal punto di vista economico, ma ogni eccessiva preoccupazione entro questo ambito, entro questo ambito economico, vi distoglie dal dare spazio, forza e vigore alla parte spirituale, che riguarda la vita di ogni creatura anche nei rapporti relazionali perch il vostro spirito che chiama. il vostro spirito che vi mette in bocca dolci parole, il vostro spirito che vi d il piacere di un abbraccio o di una stretta di mano. Il vostro spirito sempre presente, interagente nella vostra vita. Ricordatelo, tutto spirituale nella vostra vita! Ora rispondo al quesito sull'inquinamento di cui avete discusso prima del mio intervento: L'inquinamento elettromagnetico molto diffuso su questa terra, sul vostro pianeta. In parte opera dell'uomo, del lavoro dell'uomo ma, in parte, preesistente alla terra stessa. difficile potere distinguere, scegliere un luogo meno inquinato dell'altro dove abitare, dove vivere. Per ci sono molti sistemi per attenuarne gli effetti. Le vostre abitazioni sono molto esposte perch gli elementi della costruzione hanno in s dell'elettromagnetismo. Bisognerebbe scegliere sempre il rivestimento delle pareti con materiali della bioedilizia ma sono molto costosi e di difficile realizzazione. Nelle case gi preesistenti, e non da costruire, proprio impossibile. L'unico mio consiglio di tenere il meno possibile apparecchi telefonici, computer, antenne paraboliche non vicini soprattutto alla stanza da letto e alla stanza da pranzo perch nel momento del sonno e nel momento del cibo c' una maggiore assimilazione di questi elementi. Vi ricordo, fratelli, che avete una grande possibilit di schermarvi con la luce, la luce del vostro pensiero. Create, come difesa, come blocco questa schermatura perch essa resiste ad ogni attacco, sia elettromagnetico che di altro genere. Quindi non vi create eccessive preoccupazioni, ne avete gi abbastanza! Vi saluto, fratelli.

30.10.2008

Sono con voi, fratelli. Vi trasmetto il gaudio del mio cuore spirituale. Nell'incontro con i vostri esseri, se state in ascolto con voi stessi, in attento ascolto, mettendo da parte ogni pensiero martellante della mente, vi accorgerete che la gioia presente nella vostra vita e, come da un piccolo zampillo, pu diventare una fontana maestosa.

Siete ormai in grado di trattenere l'elemento "gioia" dentro la vostra vita coltivandolo adeguatamente, giorno dopo giorno, ritagliando anche piccoli spazi della giornata per potere essere presenti a voi stessi in quell'incantevole dialogo, nel meraviglioso colloquio con il vostro spirito. E tutto questo una realt di cui vi siete resi conto, che nessuno vi ha propinato o vi ha indotto a credere. Neanche da parte nostra ,

dalla Comunit che io rappresento, stata forzata la vostra volont inducendovi a cambiare il vostro pensiero, a modificarlo secondo le nostre direttive. Fratelli miei, siete stati amati, tutelati, seguiti ma la vostra crescita, la realt di quello che siete oggi non pu che essere attribuito alla vostra responsabilit, alla vostra azione. Perch vi dico tutto questo? Perch, forse, chi al di fuori e non a conoscenza del nostro antico sodalizio potrebbe pensare che siete stati istruiti, rimaneggiati, cos come avviene, cos come funziona il meccanismo del vostro vivere. C' un altro elemento importantissimo da considerare: la maestosit che anima il nostro pensiero ci proviene dall'Alto come specifica Missione del nostro Signore e Creatore: la Grande Luce, l'Amore Eterno, quella stessa Luce e quello stesso Amore che ritroviamo nei vostri esseri, in ogni creatura del vostro mondo e dell'Universo intero. Niente dunque ci pu impedire di comunicare il nostro grado di consapevolezza attualmente raggiunto ed l'amore che ci sprona a condividere con i fratelli della Terra la saggezza da noi raggiunta: saggezza e conoscenza. dunque encomiabile e degna di lode l'iniziativa di molti di voi di partecipare, di far conoscere le proprie acquisizioni, le proprie verit, ma senza imposizioni perch tutto ci che viene dato con amore, con semplicit, senza arroganza, senza prepotenza, senza superbia costituisce il dono pi grande che si possa dare a un fratello. La vita di ogni essere di questa Terra non composta solo di cose concrete, di cibo, di vestiario. Non deve mai mancare la parte spirituale che un cibo importantissimo che nutre tutti i vostri corpi. Preoccuparsi di questi aspetti della vita, che a molti sfuggono, degno di lode, ed proprio degli spiriti elevati, degli spiriti adulti, della conoscenza, della sapienza. Rinveniamo in ogni essere questo bisogno cos primordiale, cos congenito come anelito alla conoscenza. Cio a dire, scoprire l'inconosciuto nel senso pi ampio del termine. degli spiriti pi grandi questo amore per la ricerca, il non fermarsi mai al risaputo, allo scontato. Quando un uomo si ferma e si trincera nell'acquisito come se si tarpasse le ali per restare ancorato al vecchio. Voi siete degli angeli cos come li raffigurate nei vostri quadri, avete tutti delle ali, sono ali metaforiche che vi consentono, vi danno la possibilit di spaziare in lungo e in largo nel mondo dell'invisibile ma ancora manca la fiducia nelle proprie capacit; una fiducia che va e viene, una fiducia che a volte vacilla quando si hanno aspettative che vengono deluse, una fiducia che non resta ferma e ancorata nella vostra vita. Voi non immaginate, fratelli, quante possibilit avete a vostra disposizione, quante prerogative il vostro spirito vi consente ma, poi, guardate alla vostra vita di ogni giorno carente di tante cose e l'insoddisfazione si impadronisce di voi, la fiducia vacilla e ci che potevate costruire con le vostre mani per arricchire la vostra vita si allontana come una chimera. La fiducia una fiamma che deve essere alimentata continuamente, l'olio che la alimenta, un pensiero costantemente centrato sulla positivit. Anche se a destra e a manca avvengono le cose pi spiacevoli, tenete sempre centrato il vostro pensiero sull'obiettivo della vostra vita, obiettivo personale ma anche obiettivo collettivo. Il vostro bene influenza gli altri come il bene degli altri influenza voi, ognuno di voi. Date spazio nella vostra interiorit a questo pensiero affinch possa diventare l'elemento guida nella conduzione della vostra vita. Non ve ne pentirete, sar come un boomerang, porter a voi tanta prosperit, tanto benessere, tanta gioia.

Anche nei settori lavorativi questo pensiero pu essere trasmesso ai vostri collaboratori, ai vostri capi. Il mio bene il bene degli altri, e il bene degli altri torna a me centuplicato!. Cos, con questo motto, si fuori da quelle meschinit egoistiche che la societ vi ha inculcato e in cui siete ancora prigionieri, in parte prigionieri, solo in parte. Un'altra raccomandazione: non sprecate energie cos tanto preziose, le energie del vostro corpo, della vostra mente nella direzione di un futuro, di un futuro incerto e improbabile. Vivete centrati sul presente con quell'elemento "fiducia" perch diventi una propaggine nel futuro, futuro che sempre presente nella vostra vita ma lo costruite da voi stessi e lo costruite nel presente. Se vi sentite ricchi, se vi sentite giovani, se vi sentite privi di malattia in questo momento, lo sarete anche nel futuro e cos tutto il contrario: quello che temete, quello che paventate sar quello il futuro, il vostro futuro. Che altro dirvi, fratelli? La solita raccomandazione di avere pi cura di voi stessi in tutta la vostra interezza, nell'interezza della vostra persona; amandovi e rispettandovi di pi avete anche l'amore e il rispetto dei vostri fratelli. Mi accomiato da voi a malincuore nonostante il mio spirito sia sempre con voi in ogni minuto della vostra vita. Addio fratelli. Teniamoci per mano: - sentiamo la luce che entra attraverso la nostra testa, dall'apice della testa e illumina il cervello, tutte le componenti del cervello, tutte le sue ghiandole; influenza positivamente tutto il sistema nervoso e dal cervello partono le comunicazioni, gli ordini dei vari apparati ad ogni organo del nostro corpo perch tutto funzioni armoniosamente secondo un programma di salute perfetta, di benessere pieno cos come era nel disegno divino che noi ora riproponiamo perch la nostra vita diventi sempre pi leggera e accettabile, fonte continua di gioia e di benessere e di amore pieno; - che l'amore diventi il cibo pi importante, pi abbondante della nostra vita; che tutti i nostri bisogni, quelli veri, quelli essenziali siano sempre soddisfatti. Cos sia, cos . 06.11.2008 C.G. Fratelli, sono con voi, vi porto la mia luce e il mio amore. Concentrate l'intera vostra attenzione sull'obiettivo di questo nostro incontro, obiettivo sacro e universale. Lasciate da parte tutti i vostri problemi che riguardano il quotidiano perch questo non il momento per attenzionarli e risolverli. Questo il momento del grande rendezvous di tutti gli esseri dell'Universo nel quale gli spiriti delle infinite dimensioni si mettono in contatto con tutti noi. Il contatto un sodalizio energetico che produce effetti di eccezionale portata in tutti gli ambiti di questo vostro Pianeta e, per risonanza, nell'intero Universo.

proprio su questa risonanza, su questo termine, che mi voglio soffermare affinch anche voi, fratelli di questo gruppo d'amore e di guarigione, possiate attivarla insieme nel vostro gruppo, tra fratello e fratello. L'amore vero produce questa risonanza, questa eco e, se il vostro animo in grado, anzi nella possibilit di crearlo, di provare amore, amore incondizionato, la risonanza un dato di fatto. E cos come date amore riceverete Amore e, se date luce, riceverete Luce dall'Universo intero! Ora portiamo l'attenzione particolareggiata al vostro Pianeta Terra al quale dedichiamo un pensiero di rinascita in ogni suo aspetto attraverso il risanamento delle acque e delle terre. un risanamento che non solo auspichiamo ma che desideriamo con tutte le nostre forze, e l'intento che mettiamo produrr i suoi frutti. Il nostro intento che la Terra ridiventi quell'Eden meraviglioso, fonte dl benessere e di ricchezza per ogni essere, animale, pianta, uomo. Voi lo volete, fratelli? Giunge, assieme al vostro, anche il consenso dei molti Esseri dell'Universo, ma perch ci avvenga occorre anche il contributo coscienzioso di ogni creatura che vive sul vostro pianeta per evitare un peggioramento dell'inquinamento in tutte quelle modalit di cui siete a conoscenza, e ogni creatura, ogni uomo, nel suo piccolo ambito, si senta responsabilizzato in questa azione di portata universale. Anche le vicende della Terra, quelle pi attuali, vertono verso questo obiettivo: la lotta agli sprechi, la lotta all'inquinamento, la lotta al consumismo, al consumismo sfrenato. La vostra Terra un miracolo di risorse, ha delle riserve energetiche incommensurabili da utilizzare se usate con discernimento. La vostra Terra un essere che vive col suo metabolismo come ogni organismo e necessita di cure, di cure amorose e non di distruzioni selvagge delle sue risorse. Siamo in grado di alimentare anche le riserve energetiche della Terra con il nostro pensiero che potente, vigoroso in virt del comando divino che in noi. Siamo in grado di aiutare i nostri fratelli pi bisognosi; il nostro amore, la nostra luce far riapparire il sorriso nei loro volti; il nostro amore sconfigger la fame di tanti popoli, dissiper ogni residuo di guerra, di belligeranza e ogni tentativo di distruzione tra popolo e popolo, tra stato e stato. Il nostro pensiero positivo raggiunge le menti dei capi di stato, delle grandi potenze di questa Terra affinch sappiano amministrare con giustizia, equit e senso di responsabilit il loro potere. Noi desideriamo, vogliamo che ogni parola che esce dalle loro bocche sia dettata dal cuore e ogni azione sia rivolta al bene della collettivit. Noi possiamo sollevare le forze di questo mondo col pensiero positivo e accendere la speranza negli animi dei delusi e degli sconfitti. Rinnoviamo il processo di guarigione dei nostri fratelli ammalati, e anche sui nostri corpi fisici per tutte le forme di malattie latenti o manifestate. La luce lavora riproponendo l'armonia fra cellula e cellula, tra apparato e apparato perch possiate essere in salute piena, in prosperit e nella piena gratitudine verso la vita,

gratitudine al vostro essere che vi tiene in vita e vi permette questa bella esperienza preziosa di cui voi dovete essere fieri. Riconducete di nuovo la luce sulla vostra persona, sulla vostra famiglia, sull'abitazione, sul posto di lavoro e alla luce si accompagni sempre larmonia e la pace. Siate sempre in pace, fratelli, con voi stessi e con gli altri. Addio. 13.11.2008 Vi saluto, fratelli. Devo comunicarvi il mio compiacimento per le modalit con cui ora affrontate la vostra vita e l'attenzione che mettete in ogni parola, in ogni concetto che la vostra mente formula, prima che la vostra bocca possa esprimere una verit, una concettualit. Vi stato dato tutto un meccanismo di mediazione tra il pensiero e il vostro spirito cosicch ci che esprimete a parole il succo, il concentrato della conoscenza mediata dalla riflessione; ma c' di pi: il vostro spirito contiene in s gli elementi base, i principi basilari, gli archetipi dello scibile ma, senza l'amore, la conoscenza si frammenterebbe in piccolissime parti infinitesimali e la visione del tutto non potrebbe essere recepita. Ogni uomo intelligente, lungimirante che si dedica alla ricerca pu accedere ad una conoscenza parcellare, frammentaria della verit. proprio dei grandi ricercatori, dei matematici, degli scienziati che riescono a far luce - ma in tempi diversi, e per strade diverse - a far luce su delle conoscenze, su delle scoperte, su delle leggi della natura; ma io vi dico che il miglior referente pu e deve essere il vostro spirito perch onnisciente e onnipotente; e tanto pi prendete dimestichezza con questo elemento importantissimo e presente nella vostra vita, tanta pi chiarezza farete dentro e attorno voi. Il chiarore a cui alludo, la luce che si fa strada non far diventare qualcuno di voi un inventore se non addentro a questo mestiere; le scoperte riguardano alcuni settori della vostra vita, fino a questo momento oscuri e senza vie di uscita, onde poter trovare risoluzioni, quelle pi idonee, quelle pi fattibili ai vari problemi. Ecco perch importante il dialogo continuo con il vostro spirito, che l'amico pi fidato a cui ricorrere. Mi rendo conto che difficile l'approccio, lungo e complicato, richiede pazienza e fiducia, ma anzich chiedere consiglio a questo e a quello cercate di impiegare pi risorse, nel contatto col vostro spirito. L'azione tutto nella vostra vita, ma l'azione parte da un pensiero e se il pensiero non guidato e sostenuto da alti principi quale sar la vostra azione? Affinch ogni azione sia di portata notevole, perch dia dei frutti - non solo nel presente ma frutti che si propagheranno nel futuro - deve essere una azione ben ponderata e istruita sempre dal vostro spirito. Qualcuno si chiede: ma come faccio io sentire il mio spirito quando lo voglio, quando lo desidero, quando mi necessita? Il contatto pu venire in qualsiasi momento e quando non ve lo aspettate. Ve ne accorgerete da un'idea improvvisa che vi dar un senso di gioia e di liberazione nei riguardi di un problema. Pu avvenire al mattino, al risveglio, perch durante il sonno siete stati istruiti, siete stati ammaestrati dal vostro Consigliere spirituale.

Una sorella, infatti - con una domanda non verbale - chiede il nostro aiuto, il nostro consiglio su un problema di famiglia. Se io devo rispondere a te, sorella, so che prenderai i miei consigli con estrema fiducia, ma dato che riguarda un'altra persona il problema che si pone non altrettanto semplice. Questo non il momento per delle azioni risolutive riguardo al lavoro, bisogna essere molto cauti nel distruggere perch poi difficile riedificare e comporre. Bisogna amministrare meglio le proprie risorse riducendo gli sprechi ed questo che puoi dire al tuo compagno di vita: non il momento per cambiare il proprio lavoro, sarebbe un salto nel buio. Comunque il settore in espansione, in crescita rispetto a d altri settori commerciali; questo il settore che tiene ancora e, quindi, devo consigliarti una amministrazione pi oculata rivedendo ogni voce del bilancio, soprattutto le uscite. Questo il momento per farti sentire, cara sorella, per dare i giusti consigli, con dolcezza ma anche con quella determinazione che una tua caratteristica. Aggiungi, pure, il tuo contributo lavorativo perch questa disponibilit a collaborare si ripercuoter favorevolmente nei vostri rapporti personali. Un fratello si sta chiedendo quale sia il significato del profumo che in questi giorni si avvertito da un punto qualsiasi della sua casa. R: Io posso dirti che quando capitano questo tipo di esperienze sono sempre riconducibili alla presenza di una entit spirituale che in qualche modo viene evocata, chiamata anche se inconsciamente perch si sta passando un periodo pesante, un periodo di preoccupazioni. Questo segno vuol dire che non siete soli a sostenere quella fase della vostra vita perch c' qualcuno con voi che vi appoggia, che non vi lascia soli e che soprattutto desidera che conserviate la serenit, e non paventiate il peggio. Insomma questo tipo di esperienze non sono comuni ma quelle volte che capitano sono segni di protezione, che vengono dal cielo. Fa che questi segni siano di monito per tutti i membri della famiglia, di monito per tenere sempre alta la fiducia, per potere credere, per non avere pi dubbi. Ecco quanto ti dovevo, fratello. Sento unaltra muta domanda che una sorella formula per ricev ere un consiglio. R: Vedi, questo un momento tanto delicato per la crescita ma anche determinante per la formazione della sua futura personalit. Cerca di esserle pi vicina, con una presenza attenta ma che non lopprima, che ella non intraveda in te la sua guardiana - questo la indisporrebbe moltissimo nei tuoi confronti; puoi esserle amica, ma nel contempo devi anche far valere la tua autorit, il tuo ruolo di madre nel pretendere di conoscere tutti i suoi movimenti. Coccolala di pi, dalle pi tenerezza, diventa complice della sua femminilit ma non perdere di vista il tuo ruolo e non farti vedere mai succube della situazione familiare. Cara sorella, ella deve vedere in te una grande forza, una madre forte e coraggiosa che sia di esempio e di stimolo per la vita di tutti i tuoi figlioli. Falle sentire il dolce e l'amaro, il pugno di ferro e il guanto di velluto ma ascolta anche i suoi pensieri, la sua interiorit. Anche se fanciulla ha diritto al rispetto, ha diritto al riconoscimento del suo valore. Dai risalto ai suoi meriti, a tutti i suoi progressi, anche per vincere i difetti caratteriali. Dal bruco sta uscendo la farfalla ed un momento doloroso e difficile. Aiutala, sorella, hai tutti gli elementi per potere fare ci e tu sola sei in grado di farlo.

Non drammatizzare per ogni cosa! Ci sono cose che hanno poco valore ma ce ne sono altre su cui non derogare e sta a te decidere in questo ambito. Vi saluto fratelli. Addio. 20.11.2008 - C.G. Giungo a voi, fratelli, sulla scia del richiamo del vostro cuore. Cominciate a prepararvi nelle modalit conosciute per il sacro servizio dedicato alla vostra Terra e a tutti gli esseri che la abitano. Riponete in un cassetto della mente pensieri e preoccupazioni del quotidiano, fate in modo che essi non possano pi interferire con quel pensiero potente, unitario che stiamo formando: la voce potente dei nostri spiriti accomunati e resi unitari dalla Matrice comune. una voce potente e imperiosa udibile in tutto il Pianeta come un tuono. Scuote le coscienze e rinnova tutte quelle situazioni di disagio, di infelicit, di paura. La voce potente dei nostri spiriti viene accompagnata dalla Luce, una Luce cos accecante da rischiarare ogni zona d'ombra, ogni zona oscura di questa Terra dove cova la miseria, la malattia, la menzogna. la Luce che ripropone la salute e larmonia fra essere ed essere, tra popolo e popolo, fra nazione e nazione. una Luce sfolgorante, irresistibile, alla quale nessuno pu opporsi e che nessuno pu contrastare; si insinua nel buio dell'anima dei nostri molti fratelli amareggiati e delusi dalla vita, incapaci di sostenere con responsabilit quelle parti auto-assegnatesi. E quella Luce che, quando ci tocca, ci fa sentire nel pieno benessere, nella soddisfazione pi piena. Come siamo in grado di formularla, di farla crescere, siamo anche in grado di espanderla sulla Terra e in tutto il Cosmo! Alla Luce, si accompagna sempre l'Amore. Anche l'Amore non conosce ostacoli, non limitato dalle barriere del tempo e dello spazio. In questo momento siamo in grado di amare ogni essere che vive su questo Pianeta, dal minerale alla pianta, all'uomo. una simbiosi energetica caratterizzata dal dare-avere. Cos come diamo riceviamo altrettanto amore, cos come ci adoperiamo per il bene dei nostri fratelli ci sar sempre qualcuno che provveder alle nostre necessit personali. Non pi una speranza che si fondi su una Legge universale di causa-effetto, per la quale non c' deroga, ma una certezza, e se qualche volta, fratelli, pensate che essa non sia valida vi esorto a guardare meglio alla vostra vita, perch vi sar sfuggito qualcosa. La Legge universale alla quale siamo tutti soggetti non pu mai essere un castigo divino, piuttosto il risultato, il prodotto della nostra creazione. In tal senso possiamo utilizzarla anzich a nostro sfavore - a nostro favore, a nostro vantaggio. Ci che viene dal Cielo sempre quello che abbiamo attivato, che abbiamo voluto. Ritorniamo di nuovo sul programma di ristrutturazione di questo bel Pianeta Terra, nelle sue parti malate, nelle sue parti carenti. Lo ripopoliamo di terre salubri, di piante

rigogliose, di corsi d'acqua pura e cristallina. Anche i raccolti sono abbondanti, atti a soddisfare, a saziare tutta la fame che c' nel mondo perch noi vogliamo, con tutte le nostre forze, che non ci sia pi un essere che possa morire di fame. Noi vogliamo con tutte le nostre forze che nessuna idea di guerra, di belligeranza possa diventare concreta; che non si sparga pi sangue fraterno per motivi futili, per falsi valori, per falsi ideali. Noi vogliamo che la vita di ogni uomo sia allietata dalla gioia dell'esistenza e guidata sempre dai principi universali di pace, rispetto e fratellanza. Noi vogliamo con tutte le nostre forze che tutte le risorse del Pianeta siano equamente distribuite, che non ci siano pi i grandi ricchi e i grandi poveri. Noi vogliamo che ogni essere umano goda dei frutti del suo lavoro in maniera serena fino alla sua vecchiaia. Noi vogliamo che tutti i furbi non abbiano pi a danneggiare gli esseri onesti e laboriosi. Ci affidiamo al Cuore immenso di Dio affinch questo nostro volere diventi realt mentre lo trasferiamo in tutto l'universo perch abbia a collaborarci in questa opera di riproposizione di tutti i valori della vita. Noi chiediamo e vogliamo di veder realizzata quella piccola parte di giustizia che ci stata assegnata. La chiediamo al Cuore di Dio Adesso accompagniamo nel suo cammino verso la Luce la nostra sorella Angela affinch vada spedita nello staccarsi dai richiami delle voci del mondo che ha lasciato e perch nella Luce possa trovare la soddisfazione pi piena, il completamento di tutti i suoi desideri. E quando diventer una stella luminosissima potr illuminare la nostra strada e soprattutto la strada di chi la ha amata e seguita amorevolmente. E in questa scia di Luce nella quale l'abbiamo avviata, con il suo pieno consenso, ci collochiamo pure ognuno di noi fratelli nella totalit, nella completezza di tutti i corpi per creare il risanamento e l'armonia l dove manca, l dove carente. un bagno di luce che rimargina ogni ferita nell'anima, ogni disfunzione del corpo. un bagno di luce che ci riempie di energia, di vitalit, di benessere pieno. un bagno di luce che ci fa riconoscere la dimensione del nostro essere, la vera dimensione, la sua potenza ma anche la sua morbidezza e duttilit. Andate felici, fratelli, io vi lascio. Addio. 27.11.2008 Sono con voi, fratelli. A nome della Comunit che io rappresento rivolgiamo un saluto speciale a un fratello che da molto non faceva parte integrante di questo gruppo. Vogliamo che egli sappia che il sodalizio con il suo spirito non si mai interrotto e deve sentirsi gratificato per tutte quelle attenzioni, quegli aiuti che comunque riceve dal Cielo, anche se le difficolt della vita rimangono sempre contemplate e presenti nel suo programma incarnativo e sulle quali noi non possiamo interferire. Lo snodarsi degli avvenimenti della sua esistenza hanno un principio di logicit e di continuit e sta a te,

fratello, interpretarne il significato, andando in fondo e riscoprire il bandolo di quella matassa i cui i fili si sono tanto intricati. Ma puoi sempre risalire all'origine. Questo vale per tutti voi, fratelli che mi seguite, che siete consapevoli comunque dell'autogestione della vostra vita, una gestione che prima affidata ad altri, ai vostri genitori, ai vostri parenti, nell'et dell'infanzia, dell'adolescenza, ma l'et adulta comporta dei privilegi e nel contempo delle forme di responsabilit nel gestire, amministrare la propria vita. Nella gestione e amministrazione della vita questo veramente pi importante, il perno su cui fa leva poi tutta l'esistenza, le scelte di vita, quelle scelte esistenziali fatte in piena coscienza, operate nel massimo della libert interiore, prive cio di tutti quei condizionamenti, delle pressioni sociali di cui l'uomo, nostro fratello, circondato. Quando ci accade - e cio a dire in mancanza di libert di scelta - le disfunzioni che si palesano nel tempo, nel settore degli affetti, del lavoro, delle amicizie sono inevitabili, sono scontate. Qualcuno si chiede: ma quand' che la scelta diventa veramente libera? Su di voi pesa, ha un ruolo significativo l'influenza sociale. Ricordate, fratelli, che tutto ha un prezzo, si paga un prezzo per ogni scelta veramente libera che spesso i familiari e la societ non approvano; ma si paga anche un prezzo quando non si vuole uscire dai ranghi per paura di essere isolati ed emarginati. La scelta libera, io vi dico che possibile. A volte siete sul punto di operarla, poi intervengono tutti i pregiudizi, tutti i condizionamenti e tra questi l'elemento determinante, l'elemento significativo nell'essere additati come egoisti. Riflettete su questo termine adeguatamente per eliminare quella sensazione negativa che vi stata attribuita in quanto io vi dico che l'Ego non quell'elemento vituperato e disprezzato, bens l'ego quella parte divina che dentro di voi; l'Ego la chiara voce del vostro spirito; di conseguenza ogni scelta significativa, importante che pu cambiare, far prendere una nuova strada alla vostra vita, proviene dal vostro Ego. Cominciate, fratelli, a riformulare il vostro vocabolario eliminando le frasi fatte, eliminando i significati di demerito e di negativit di alcuni termini. Nella storia degli uomini si annoverano pochissimi esempi di uomini veramente liberi che hanno operato una scelta, che hanno seguito una direttiva senza ascoltare chi li dissuadeva o chi li approvava. Con queste scelte - io vi garantisco - non hanno danneggiato altri esseri, non hanno causato dolore e disperazione. Ma badate bene, fratelli, che alla libert cui alludo si accompagna sempre la responsabilit. Perch responsabilit? Perch i ruoli che ogni essere umano si auto-assegnato comportano delle responsabilit che riguardano non soltanto la propria vita ma anche le persone che ha vicine, con cui ha creato legami di parentela o di affinit. La responsabilit non va mai scambiata per sacrificio, per abnegazione totale! Purtroppo i nostri fratelli umani riescono con difficolt a trovare una via di mezzo, un punto di equilibrio tra i due opposti; e la vita oscilla fra questi alti e bassi, a destra e a sinistra. Anche il sacrificio, le abnegazioni totali sono il frutto di un condizionamento che le varie generazioni si sono trasmesse; pertanto quando si dice io mi sacrifico per i miei figli, miei cari, quanta libert e determinazione c' in questa espressione? Chiedetevelo! Anche il vittimismo qualcosa che vi stato inculcato perch d la possibilit di piangervi addosso e sentirvi vittime delle circostanze, succubi degli altri. Ogni essere umano che viene al mondo ha questa prerogativa della libert, una libert spirituale, una libert decisionale che deve venir fuori, manifestarsi - nell'et adulta - nella sua interezza perch il processo avviene gradualmente; ma nel frattempo il danno si fatto e,

nonostante le molte costituzioni affermino questo principio, altri esseri umani deforma no il concetto o lo contraddicono con il loro comportamento. La libert un termine di ampio respiro, di largo raggio. Mentre investe i settori esterni della vita di ogni creatura ha il suo perno, il suo centro di rispondenza, nell'interiorit di ogni uomo. Il diritto alla libert, alla autodeterminazione non pu essere riconosciuto e reso operante per mezzo di guerre, insurrezioni, spargimento di sangue. vero anche che i nostri fratelli umani adoperano la violenza, usano il mezzo della guerra per affermare dei principi di grande valore, di grande respiro. Ma non questo l'unico modo! Oggi, fratelli, credetemi, siamo a un punto cruciale della storia dell'uomo nel quale questi sistemi non sono pi validi, non sono pi efficaci, non servono. I motivi non sono solo prettamente etici, bens delle coscienze che sono gi state preparate, addestrate nelle varie esistenze incarnative a questo salto di qualit. La scelta impegnativa di una guerra, la scelta di assalire una nazione per affermare un proprio principio non condiviso, non sar pi, negli anni a venire, il sistema pi largamente adottato. Continueranno dei focolai di guerra con un graduale esaurimento e diradamento di questi episodi e alle menti dei nostri fratelli governanti si affacceranno nuove idee, nuove formule, nuovi sistemi per guidare un paese, una nazione con la condivisione di altri uomini-condivisione come scelta e non come imposizione. questa la fraternit particolare, fraternit fra i popoli che caratterizzer la nuova era! Fraternit dunque non solo come riconoscimento di uguaglianza ma anche come condivisione di principi e di ideali a largo raggio e non pi astratti, ma concreti. Cio a dire realizzabili nella concretezza di quel popolo, di quella nazione, di quella piccola comunit . Ci che sar possibile per una grande nazione potr essere realizzato anche da un piccolo paese, da una piccola comunit. E questo meraviglioso, fratelli: il miracolo che scaturisce dalla crescita, dall'espansione della consapevolezza che ci fa sentire non pi separati dalle religioni, dalle culture, dalla distanza geografica. Dalla nostra visione allargata, lo spettacolo meraviglioso l'armonia di questo Pianeta, qualcosa che conforta. A poco a poco il piano di Dio - nella Sua piccola parte che riguarda questa Terra - realizzato, completo. In ogni uomo l'elemento intelligenza, l'elemento lungimiranza, intuizione, perspicacia saranno potenziati al massimo. Tutto questo finalizzato a un bene comune che non esclude il bene personale. Tornando alle vite di ognuno di voi, fratelli, in quelle parti dolenti, in quelle parti deficitarie sulle quali o per le quali chiedete aiuto, protezione, sostegno, io vi dico che niente vi viene negato, niente vi viene precluso dalla Provvidenza divina. I suoi doni sono per tutti. Ma quando vi sentite esclusi, tagliati fuori da questa ricchezza, da questa abbondanza di vario genere non prendetevela, non arrabbiatevi con qualcuno o con il nostro Creatore ma dite solo a voi stessi: Io posso cambiare tutto quello che non mi garba, tutto quello che non mi aggrada, non rimanendo a marciare sugli stessi passi o a restare fermo a pensare le stesse cose per rifare le stesse azioni. Smuovetevi, smuovetevi da questo immobilismo. Cominciate a cambiare a poco a poco modi di pensare, modi di agire, modi di vedere, modi di vivere, se questo non vi aggrada. Se non vi aggrada il vostro habitat non per colpa di qualcuno; non vi fermate neanche a pensare al frutto del karma, del karma personale, in quanto il karma passibile di alleggerimenti, di accorciamenti, di riduzioni. Infine il mio consiglio di guardare ogni giorno alla vita con occhi pi grati. Una gratitudine all'esistenza vi apre le porte, fa in modo che entri tutta quell'abbondanza, quella gioia, quel benessere di cui necessitate.

Se non ci sono domande io vado, fratelli. Addio. 04.12.2008 - C.G. Vi saluto fratelli, sono con voi. Fate tacere tutte le voci della vostra interiorit; mettete a riposo il lavorio del cervello affinch non vi proponga inquietudine, ansia, ricordi del quotidiano; andate a verificare le possibilit del vostro cuore energetico, possibilit di amore incondizionato, amore non personalizzato; attingete a piene mani in questa riserva energetica perch voi, assieme a noi collaboratori di questo sacro rito, dobbiamo prepararci ad inviarla sul pianeta Terra, sui suoi abitanti e in tutto l'Universo. Immaginate anche il vostro cervello che si mette in connessione con i chakra del cuore e accende tutte le sue sinapsi. La vostra testa diventata come un albero di Natale, la luce cos forte e sfavillante che non possibile seguirla con i vostri occhi umani. anche cos potente e rapida da raggiungere e infiltrarsi in ogni lembo di questa Terra. Si infiltra negli oceani e ridona purezza alle acque; si infiltra nei mari e li ripopola di specie acquatiche; e sulla Terra rimuove ogni zolla per renderla fertile e ubertosa. Quando giunge e si insinua nei corpi dei nostri fratelli umani porta con s il nostro amore grande e senza riserve, un amore che vuole il bene degli altri, il benessere, la felicit. questo il messaggio che noi rechiamo ai cuori dei nostri fratelli umani perch si risollevino da quelle condizioni di annichilimento, di povert, di inferiorit; ritrovino in se stessi i segni delle belle e grandi capacit che il Creatore ha donato a tutti noi. Portiamo un messaggio ai nostri fratelli ammalati perch si prendano cura, veramente cura della loro persona attivando i processi di autoguarigione. Noi vogliamo che ritornino sani e felici di vivere. Mandiamo un messaggio di gratitudine e di amore incondizionato a tutte le forze della Natura, a tutte le forze dell'Universo affinch siano prodighi di prosperit e di benessere nei nostri confronti e ci dispensino da ogni calamit, da qualsiasi distruzione. Sentiamoli nostri alleati, collaboratori anch'essi del Programma divino che stiamo esplicando, che stiamo portando a termine. Rivolgiamo un sentimento di gratitudine verso la Provvidenza, che ci consenta una vita dignitosa, una vita senza eccessivi patimenti e senza malattie gravi. Mandiamo lo stesso sentimento di gratitudine verso tutto l'Universo, verso tutti gli esseri delle infinite dimensioni, perch ci collaborino nell'espansione della nostra consapevolezza. Grazie per questo sodalizio che si instaurato fra i Nostri Esseri e tutti i vostri esseri. Grazie per la luce con cui illuminate il nostro cammino quotidiano. Grazie per l'amore ricevuto e per la fiducia che si consolidata nei nostri animi. La stessa gratitudine ritorna a noi Fratelli di tutto l'Universo e, in questo interscambio, sentitevi tutti uniti nell'Essenza Divina, nell'Energia Primaria. L'eccezionalit

e la grandezza di questi momenti qualcosa che non perderete facilmente, rimarr in voi in maniera indelebile. Sappiate farne buon uso. Questo il momento eccezionale nel quale potete riprogrammare la vostra vita, dare corpo a tutti i vostri desideri, spegnere ogni focolaio di malattie, risanare anche le parti malate o poco efficienti del vostro corpo, annullare ogni retaggio di dolore del vostro passato, rimarginare in maniera definitiva ogni ferita della vostra interiorit. Addio, fratelli.

11.12.2008 Vi saluto fratelli, sono con voi. Nel computer della vostra mente sono presenti tanti ricordi come files che, una volta aperti, cio a dire rivissuti nel ricordo, potrebbero riportare in voi stessi, nel vostro animo, sentimenti dolorosi, sentimenti di rimpianto, forme di colpevolezza. Ma io che vi seguo, noi che vi seguiamo da moltissimo tempo, ci rendiamo conto del grande cambiamento che si andato operando nelle vostre esistenze, cio a dire quella diversit che vi distingue, che vi fa essere unici e diversi dalla massa inconsapevole, dalla massa addormentata. L'unicit a cui alludo dovrebbe essere sempre l'elemento portante di ogni spirito incarnato perch questo il programma del gene spirituale: il G N A. Pur avendo in comune una discendenza divina, tra essere e essere si instaura una diversit. Questa diversit nellunicit non implica una separazione tra gli spiriti, non si interpone fra loro un diaframma che impedisca la comunicazione; la stessa linfa energetica che nutre ogni essere ma la dote che ognuno riceve dal nostro Creatore viene utilizzata in maniera personale, in maniera singolare da ogni essere nelle esperienze incarnative nelle quali se ne pu fare un uso, un utilizzo pi o meno completo, o solo in minima parte. Il potenziale divino resta uguale per tutti ma l'utilizzo appannaggio, di competenza esclusiva di ogni essere. Le esperienze incarnative hanno anche questa funzione assieme a tutti gli altri elementi di cui siete a conoscenza - cio a dire l'attivazione e l'approfondimento della capacit di amare e di comprendere se stessi e gli altri. Ma, tornando all'utilizzo di ci che ci viene assegnato dall'Amore Primo, vi rammento che si possono sprecare esistenze su esistenze ignorando il potenziale prezioso che abbiamo a disposizione. Il tempo non pu, non un ostacolo verso quella crescita che poi, alla fine, porta ogni creatura ad avere una visione sempre pi ampia della realt, della vera Realt. Il tempo, collegato alla vostra dimensione, pu essere un dramma, pu diventare un handicap nella realizzazione di programmi e progetti che stanno a cuore al vostro essere; eppure, nell'infinito presente, una vita o tante vite diventano una bazzecola, un battito d'ali. Quindi, fratelli, non scoraggiatevi se avete sempre bisogno di tempo per realizzare i vostri progetti e, comunque, nel breve tempo di un'esistenza incarnativa, voi avete fatto tanto, siete stati in grado di modificare la musica di fondo alle vostre esperienze, alle emozioni che le hanno accompagnate, modificandole nell'obiettivo di un benessere maggiore della vostra esistenza, del benessere che avete preso a cuore con tutte le vostre forze prendendovi cura della vostra salute fisica e psichica, dando pi attenzione attenzione massima - ai vostri pensieri, al lavorio della mente che spesso vi porta fuori strada dall'obiettivo principe - soprattutto per sentirvi grati verso la vita, verso l'esistenza, accettando anche i risvolti della quotidianit non sempre piacevoli.

Questa accettazione serena e consapevole fa di voi degli esseri maturi spiritualmente! Avete aperto tante porte che erano bloccate, serrate, cosicch la luce della Verit, la luce dello Spirito divino non riusciva a penetrare dentro di voi. In tal modo si spiega quell'oscurit, quella pesantezza del cuore che accompagna tanti vostri fratelli ancora chiusi nel loro dolore, preda del rancore verso la vita che li ha privati dei loro desideri, perfino dei loro bisogni. Se loro sapessero quanta responsabilit c' nel loro destino, nella gestione della propria esistenza, e quante possibilit sono ancora a disposizione, sono l pronte per cambiare questo tran tran inaccettabile, tutto il grigiore e l'oscurit sparirebbero di incanto perch la Luce del Divino e il Sole che rischiara l'esistenza a tutti i livelli, in tutte le dimensioni, sempre l, disponibile per tutti noi. triste vedere dalla nostra dimensione come molti dei nostri fratelli umani si ostinino a perseguire sempre gli stessi errori, gli stessi stereotipi; e quanto pi rimangono ancorati alle loro propaggini di dolore e di infelicit, tanto pi il dolore e l'infelicit si allargano a macchia d'olio, si potenziano per quella "Legge di Risonanza" che esiste in tutto l'Universo. E, quindi, urge porre dei provvedimenti per uscire da questo circolo vizioso. come il cane che si morde la coda. Bisogna interrompere questo circuito di disgrazie, di infelicit, di dolore, di malattie, di guerre fratricide. Occorre un grande coraggio, occorre una grande forza per sollevarsi da questa dimensione che vi tiene ancorati, legati alla Terra, agli elementi che la costituiscono, che dovrebbero essere il sale della vostra giornata. Occorre una forza d'animo veramente eccezionale per sollevarsi da queste miserie che toccano ogni nostro fratello, lo rendono quasi simile a una pianta, a un animale. Lo spirito divino, che in ogni creatura, scalpita per venir fuori nella sua grandezza, nella sua magnificenza. Il declino dell'uomo, dell'uomo di oggi, dell'essere umano di oggi, un declino voluto e non inflitto da un dio minore, da un dio malvagio e vendicativo, da un dio senza amore. giusto che ogni essere, ogni creatura di questo mondo, ogni nostro fratello, sappia che il male che intorno a s, e che vive nel quotidiano, lo ha creato con le sue mani e con le sue stesse mani pu disintegrarlo con quegli strumenti che ha disposizione, con quegli strumenti divini che sono la dote che ognuno ha avuto assegnata dal suo Creatore. Non occorre che torni un Ges Cristo su questa Terra per svegliare le coscienze intorpidite, non occorre vedere con i propri occhi la discesa di un Essere ultraterreno. La terra impregnata dell'Energia Cristica e di tutti gli altri Esseri evoluti discesi su questa Terra che hanno lasciato un'impronta indelebile anche nell'atmosfera, nell'aria che respirate. Ma chi non vuole vedere non vede e chi non vuole sentire non sente! E tutto questo ci dispiace immensamente. Ma il libero arbitrio e la legge di causa-effetto sono Leggi divine e valgono anche per lo stesso Dio. Sembra strano, ma anche Dio si sottomette a questa Legge, da Lui stesso voluta e dalle creature recepita e accettata. Senza di Essa l'Universo non si reggerebbe nel Suo Ordine meraviglioso. La geometria sacra - che alla base, che il principio di ogni forma di vita e il fondamento di ogni creazione - non pu essere calpestata, osteggiata o annullata da nessun uomo. N si pu fare finta di ignorare queste verit perch esse sono state rivelate in tutti i tempi nella storia dell'uomo, nelle varie culture, attraverso e mediante le varie religioni. Chi ignora vuole essere ignorante, vuole ignorare, ma ora non pi tempo di vivere come vive la massa inconsapevole - cieca e sorda ad ogni richiamo dello spirito, ad ogni forma di libert e di autodeterminazione - perch in ogni coscienza di uomo risvegliato c'

questa propensione ad avvicinarsi sempre pi al mondo dell'inconoscibile, al mondo metafisico. Come sapete, la metafisica non qualcosa che sta al di l, qualcosa che in mezzo a voi e va ricercata in seno al proprio vivere, nel contatto con gli altri e nel contatto con se stessi, nella conoscenza degli altri e nella conoscenza di se stessi. Non c' un mondo spirituale a cui si accede dopo la morte. Il mondo spirituale la vita di ogni giorno, di ogni momento, di ogni attimo del vostro respiro e questa verit va detta ad ogni uomo perch si assuma poi la responsabilit delle sue azioni, dei suoi pensieri per migliorare la propria vita e quella degli altri, per renderla vivibile, per renderla accettabile. Questo il volere del nostro Creatore, questo il programma inserito nel nostro codice genetico spirituale. Tutti gli altri fattori destabilizzanti o in contrasto con la dignit degli uomini, con il valore, la bellezza e la gradevolezza della sua esistenza non sono nel codice genetico spirituale, sono stati voluti da altri uomini, sono stati apportati o ascritti come deformazioni di quello che il Pensiero primo, il Pensiero divino. Egli ci vuole felici, ci vuole liberi e ci vuole grati di ogni esistenza. E voi, fratelli, avete scelto di vivere in questa dimensione per capire tutto questo, farlo vostro e dimostrare ai tanti altri fratelli questa nuova immagine della vostra vita, con il vostro comportamento. Siete di esempio per gli altri, continuate ad esserlo! Vi lascio nella riflessione di queste mie ultime parole per l'eco che susciteranno nella vostra interiorit, una eco a cui darete voi delle risposte, dei significati. Addio.

18.12.2008 Vi saluto fratelli. Come di consueto, nel mio cuore spirituale si rinnova la gioia nel contatto con i vostri esseri. Voglio anche dirvi - e penso che ne sarete contenti - che il vostro procedere nel cammino spirituale, quel grado di apertura di coscienza che avete programmato in questa incarnazione, prosegue in maniera rapidissima e non presenta alcun contrasto, alcuna interazione con il passare del tempo - cio a dire col fattore tempo della vostra dimensione; anche se qualche volta, nell'arco del nostro sodalizio, breve in verit, se raffrontato all'eternit dello spirito, all'eternit dell'essere; in questo breve tratto di cammino, che abbiamo fatto insieme, avete avuto bisogno di un tempo rallentato, di un tempo lungo. Ora non pi quel momento. La contrazione del tempo che registrate, a livello interiore come stato d'animo, come emozioni, come visione pi allargata nei confronti della conoscenza della realt, ormai un fatto incontrovertibile, un processo che si andato instaurando e installando senza che voi ve ne siate mai resi conto realmente. Perch tutto questo, ve lo siete chiesto? Siamo agli albori di una nuova era di un cambiamento epocale. Tutti voi che avete aperto gli occhi alla verit, che l'avete fatta vostra per convincimento interiore e non per ubbidienza cieca, tutti voi vivrete nel quotidiano i risvolti, i segni inconfondibili della nuova era. Pertanto si imponeva unaccelerazione in quel cambiamento lento al quale eravate abituati, al quale eravate soggetti come legge dimensionale. Quando si parla di entrare a far parte di una dimensione pi elevata, pi ampia non potete immaginare o pensare di cambiare tutto il vostro modo di vivere. Sarebbe un modo

come rendervi folli, come sentirvi fuori di testa ma il cambiamento avvenuto, e sta continuando a procedere in maniera atipica rispetto al vostro tempo. Consideratela come una grazia, una grazia meritata, un dono meritato per quanta attenzione, per quanta seriet avete dedicato agli insegnamenti, ai consigli che dalle nostre dimensioni noi vi suggeriamo. Noi che siamo i mediatori fra il Cielo e la Terra, fra il Divino e le Sue creature, su Suo diretto incarico, abbiamo portato avanti negli anni questo sodalizio con i nostri fratelli umani. Qualcuno si chiede cosa comporti il mutamento, la trasformazione energetica di tutti i vostri corpi a livello cellulare, a livello atomico e sub atomico? Le particelle del vostro essere sono diventate pi consapevoli, sono state addestrate da voi stessi, dal vostro spirito ad esservi amiche, a collaborarvi nell'adempimento dei vostri progetti, anche nel quotidiano; ma, soprattutto, considerate quelle particelle che sono messe l a difesa della vostra salute fisica e psichica perch possiate conservare sempre quella fiducia interiore conquistata a caro prezzo e con grossi sacrifici, al fine che possiate conservare la gioia di vivere che vi fa svegliare la mattina con un sorriso, con una serenit d'animo, che non di tutti e non per tutti. Una serenit danimo che vi permette di affrontare qualsiasi evenienza, senza scoramento, senza maledire questo o quello, o la sorte avversa. Vi rendete conto di quanto sia importante, di quanto sia prezioso il raggiungimento di questo stato purch diventi una presenza stabile presso di voi? Essa vi permette, vi permetter di assaporare la vita in tutti i molteplici aspetti di gratificazione e di benessere. Questi aspetti gi esistevano, ma non venivano valorizzati, non venivano presi in considerazione nella loro massima importanza; i frutti del vostro lavoro, il benessere raggiunto anche attraverso il vostro lavoro, quello che avete realizzato con la vostra operosit: le gioie della famiglia, l'amore che vi proviene dai vostri cari, dai vostri amici; non soffrire la fame, il freddo e tante altre miserie: considerateli beni preziosi, sacri. Da questa nuova visione, tutto ci che arricchisce la vostra vita, anche i beni materiali non sono visti pi come possesso, piuttosto, come possibilit di beneficio, che si produce nellambito della vostra vita. Non dunque l'attaccamento a questo o a quello che porta gioia ma la consapevolezza di avere molto pi di altri uomini e saper godere di quello che si ha. Fermarsi a godere di quello che si ha anzich di quello che si potrebbe avere. Quanti fratelli umani, nostri e vostri fratelli, sono sempre scontenti del loro stato! Raggiungono qualcosa che stava loro tanto a cuore ma non si fermano ad assaporare questa gioia, vogliono sempre altro, sempre pi, sempre pi anche in termini affettivi. Occorre che si faccia costantemente un bilancio della propria vita, di quello che piace, di quello che gratifica, di quello che non piace e trovare una via di mezzo, un punto mediano, un equilibrio. L'amore che ci guida verso di voi un amore puro, incondizionato. Desidererebbe, vorrebbe vedere una rinascita globale, una rinascita collettiva dei nostri fratelli che ancora si dibattono tra falsi e piccoli valori, tra tante miserie, come dei bambini. Sono ancora tanto bambini. Si litiga ancora, ci si ammazza per motivi banali. Si sopprime una vita, senza un reale motivo di autodifesa, di legittima difesa e dunque la nostra preoccupazione viene fuori perch molti uomini si fanno plagiare da altri uomini e non pensano pi con la loro testa, non sentono pi i loro cuori, i moti dellanima, i sentimenti dei loro cuori. Ma noi non possiamo intervenire se non quando il risveglio attuato!

Ora si avvicinano le ricorrenze natalizie cos lontane dalla tradizione, cos trasformate dall'imperante consumismo e l'amore, la carit, la fraternit, che dovrebbero essere il perno di questa festa, rimangono fattori alieni, fattori dimenticati. Si corre vertiginosamente all'acquisto di beni consumistici che danno solo un attimo di gioia a chi li riceve e a chi li d, ma non possono colmare il profondo dolore e la solitudine di tanti cuori. Non pensate che valga di pi un abbraccio, una parola buona, un sorriso, un gesto fraterno di solidariet nel momento di bisogno, nel momento del dolore? So di certo che le mie parole hanno uneco profonda nei vostri cuori, so che trasmetterete agli altri quello che voi sentite senza per mai turbare o scombinare la loro vita. Le grandi verit vengono recepite quando si pronti, quando il contenitore le pu contenere. Ma quando il contenitore piccolo questo non avviene; si pu dare solo una minima parte di quello che si ha. Per sta a voi e non a noi giudicare su questo fatto, su questa realt. Io mi accomiato da voi, fratelli, simbolicamente perch sto sempre vicino ai vostri spiriti, e nella gioia del Natale che si rinnova ogni anno consideratemi con un posto alla vostra tavola, alla tavola delle feste. Addio, fratelli.