Sei sulla pagina 1di 30

Giuseppe Pittno

i t t u t r pe
 Esercizi INVALSI  Esercizi facilitati  Mappe di ripasso attivo  Percorsi di analisi  Parole in gioco  Laboratorio di scrittura
Pearson Italia spa

Una

M. Anzi, L. Gerosa
e Edizion bile indivisi

Grammatica della lingua italiana


LA GRAMMATICA

Edizioni Scolastiche Bruno Mondadori

Giuseppe Pittno

i t t u t r pe
Pearson Italia spa

Una

M. Anzi, L. Gerosa

Grammatica della lingua italiana


LA GRAMMATICA
Esercizi INVALSI Esercizi facilitati Mappe di ripasso attivo Percorsi di analisi Parole in gioco Laboratorio di scrittura

Edizioni Scolastiche Bruno Mondadori

Progettazione editoriale Elisabetta Cavallone Progetto grafico Eidos design + com -Torino Supervisione grafica e copertina Silvia Belluschi Coordinamento editoriale Fernanda Antico Redazione Nicoletta Lattuada Impaginazione InPage, Torino Ricerca iconografica Claudia Mongardi Controllo qualit Gabriele Capelletti Illustrazioni Giovanni Giorgi, Rino Zanchetta Disegno di copertina Alessandra Ceriani 978 88 424 17170 A 978 88 424 17675 A

Tutti i diritti riservati 2011, Pearson Italia, Milano - Torino


Per i passi antologici, per le citazioni, per le riproduzioni grafiche, cartografiche e fotografiche appartenenti alla propriet di terzi, inseriti in questopera, leditore a disposizione degli aventi diritto non potuti reperire nonch per eventuali non volute omissioni e/o errori di attribuzione nei riferimenti. vietata la riproduzione, anche parziale o ad uso interno didattico, con qualsiasi mezzo, non autorizzata. Le fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume dietro pagamento alla SIAE del compenso previsto dallart. 68, commi 4 e 5, della legge 22 aprile 1941 n. 633. Le riproduzioni effettuate per finalit di carattere professionale,economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da AIDRO, corso di Porta Romana n. 108, 20122 Milano, e-mail segreteria@aidro.org e sito web www.aidro.org.

Referenze iconografiche
Archivio Pearson Italia Graziano Arici/Blackarchives Lapo Baglini Bettmann/Corbis Franco Capra Chederros/Marka Tim Davis/Getty Images Granata Images ICP online Istockphoto.com/D. Ascione/G. Barskaya/ D. Connell/N.Cooper/E.Elisseeva/S.Gligorijevic/ V. Khirman/T. Lagerwall/A. Rohde/C. Santa Maria/ Terraxplorer/A.Tokarski/ NASA Photos.com Reuters/Kyodo David Young-Wolff/Getty Images

Pearson Italia spa

Stampato per conto della casa editrice presso CPM, Centro Poligrafico Milano, Casarile (MI)

Ristampa 0 1 2 3 4 5

Anno 11 12 13 14

Un nuovo corso di grammatica della lingua italiana che unisce una teoria consolidata a una didattica ricca e completa, costruita sulle esigenze della scuola di oggi.
Il corso costituito da:

Un volume di grammatica ricco, completo e compatto una teoria in volume unico, su pagine a fronte, ricca di esempi e completata da esercizi di prima applicazione e schemi riassuntivi; esercizi su 4 livelli di difficolt, per venire incontro a tutte le esigenze della classe e una grande variet di tipologie degli esercizi per vivacizzare lo studio; una rubrica per lavorare in modo divertente sul lessico creata appositamente per il corso dallo scrittore ed enigmista Stefano Bartezzaghi.

Un volume di abilit motivante, centrato su lessico e scrittura un volume di abilit agile, con esercizi vivaci e divertenti mirati principalmente allo sviluppo del lessico e della scrittura.

3 4
Pearson Italia spa

Un quaderno di attivit per lesercitazione e il ripasso un potente rinforzo di esercizi di ortografia e grammatica con recupero e potenziamento; le alette di copertina del quaderno contengono schemi di ripasso veloce dellanalisi grammaticale, logica e del periodo, per avere tutto sempre a portata di mano.

Un fascicolo di esercitazioni per la quarta prova nazionale INVALSI

Un CD-ROM interattivo ai volumi allegato un CD ROM di esercizi interattivi

Per il docente e per la classe


una guida con proposte di programmazione, verifiche, materiali integrativi, soluzioni di tutti gli esercizi del corso; un volume per gli studenti non madrelingua; un volumetto per alunni con difficolt di apprendimento; materiali online per lespansione e per lapprofondimento, indicati nelle pagine da questo simbolo

Un LIMbook per lavorare in classe con la LIM Una per tutti viene proposta agli insegnanti che adottano anche in versione LIMbook, libro sfogliabile e interattivo, arricchito da materiali multimediali per fare lezione in classe con la lavagna interattiva multimediale.
3

TANTE ESIGENZE, UNA GRAMMATICA


Una teoria completa e ben organizzata
Le parti di teoria sono sempre brevi e su pagine a fronte, ricche di esempi e schemi, e si chiudono con la sintesi A colpo docchio.

Nella teoria sono sempre presenti esercizi di prima applicazione (Hai capito?), da utilizzare in classe per una prima verifica.

Le rubriche fisse Un errore in meno e Bravo in analisi additano le principali difficolt nelluso della lingua e forniscono consigli per facilitare lo svolgimento dellanalisi (grammaticale, logica, del periodo).

Esercizi per ogni livello


Gli esercizi di verifica sono graduati su 4 livelli a partire da un livello 0 (facile facile), per cominciare o per chi ha maggiori difficolt. Le tipologie di esercizi sono estremamente varie, in modo da offrire a tutti la possibilit di capire le regole attraverso diverse modalit di esercitazione.

Pearson Italia spa


4

Spazio al riepilogo e allanalisi grammaticale


In ogni unit una zona di spiegazioni ed esercizi specificamente dedicata allanalisi (grammaticale, logica, del periodo).

Nel riepilogo si trovano anche esercizi di livello pi alto (Un passo in pi) per lapprofondimento.

PREPARARSI ALLE PROVE INVALSI


Tante opportunit per preparare i test Invalsi
Una per tutti offre diverse opportunit per esercitarsi alle prove Invalsi del primo e del terzo anno, attraverso tre strumenti: 1. domande a test in tutte le pagine di esercizi del volume di grammatica, per una preparazione integrata nello studio; 2. un fascicolo di esercitazioni per la quarta prova nazionale Invalsi allegato al volume di grammatica; 3. prove complete per il primo e il terzo anno nel quaderno di attivit.

Pearson Italia spa

SVILUPPARE IL LESSICO E LA SCRITTURA


Lessico e scrittura
Fra gli esercizi sono sempre presenti attivit che consolidano le conoscenze grammaticali stimolando un uso attivo del lessico ed esercizi che invitano alla scrittura.

Parole in gioco e Laboratorio di scrittura


Il lavoro sul lessico viene ripreso in modo particolarmente motivante tramite la rubrica Parole in gioco, a cura di Stefano Bartezzaghi, che propone divertenti riflessioni sul lessico accompagnate da giochi di parole e attivit per stimolare un uso creativo del linguaggio. I laboratori di scrittura propongono spunti divertenti per scrivere in modo autonomo.

IL QUADERNO DI ATTIVIT
Un efficace supporto allo studio
Pearson Italia spa
Il quaderno di attivit legato al volume di grammatica un potente supporto allo studio, perch propone una grande quantit di esercizi di recupero e potenziamento delle regole grammaticali e guida a un utilizzo corretto della lingua con esercizi di ortografia e di attenzione alle forme linguistiche.

FONOLOGIA E ORTOGRAFIA
Unit 1 I suoni e le lettere dellitaliano
La fonologia
1. Lalfabeto Pi suoni che lettere 2. Lordine alfabetico 3. Segni e suoni: grafemi e fonemi 4. Le vocali 5. Gli omgra 6. I dittonghi e i trittonghi 7. Lo iato 8. Le consonanti 9. I digrammi e i trigrammi 16 16 16 17 18 20 22 23 26 27 30 34

Parole in gioco
Mi si ristretto lalfabeto! Ripasso attivo I suoni e le lettere dellitaliano Esercizi di riepilogo Prova di verica formativa 66 67 68 72

esercizi esercizi interattivi

LA MORFOLOGIA
Unit 2 Dal discorso alle parole
1. Periodo e proposizione 2. Le parole variabili e invariabili

74 74 75

Lortograa
10. Le regole base dellortograa 11. Le consonanti doppie 12. Le sillabe 13. La divisione in sillabe Le principali regole della divisione in sillabe Come andare a capo con lapostrofo o con i pressi 14. Accento tonico e accento graco Le parole atone Parole uguali, accento diverso 15. Gli accenti graci 16. Lelisione 17. Il troncamento 18. La punteggiatura I segni di punteggiatura Altri segni graci 19. Maiuscole e minuscole

36 36 39 42 43 43 43 46 46 47 48 50 52 56 57 58 62

Unit 3 Il nome
1. Che cos il nome Parole sostantivate

78 78 79 82 82 83 83 86 88 89 7

Pearson Italia spa

Il signicato del nome


2. I nomi comuni e propri I nomi propri diventati comuni 3. I nomi concreti e astratti 4. I nomi individuali e collettivi

Parole in gioco
Il proprio nome proprio

Laboratorio di scrittura

Indice

La forma del nome


5. I nomi maschili e femminili 6. Dal maschile al femminile I nomi mobili I nomi indipendenti I falsi cambiamenti di genere I nomi di genere comune I nomi di genere promiscuo 7. Singolare e plurale 8. I nomi variabili 1 gruppo: nomi in -a 2 gruppo: nomi in -o 3 gruppo: nomi in -e 9. I nomi invariabili 10. I nomi difettivi Irregolarit dal singolare al plurale 11. I nomi sovrabbondanti Sovrabbondanti nel plurale Sovrabbondanti nel singolare e nel plurale

90 90 94 94 95 95 96 97 100 100 100 101 102 103 106 107 107 108 108 110 111 112 112 113 114 115 118 119 122 123 124 125 128 130

Unit 4 Larticolo
1. 2. 3. 4. Che cos larticolo Larticolo determinativo Larticolo indeterminativo Uso dellarticolo determinativo e indeterminativo Larticolo determinativo con i nomi di parentela 5. Larticolo partitivo

132 132 133 133 136 137 140 142 143 145 147

Ripasso attivo Larticolo Esercizi di riepilogo Analisi grammaticale Prova di verica formativa

esercizi esercizi interattivi

Parole in gioco
Collezioni di parole

Laboratorio di scrittura
12. I nomi primitivi e derivati I nomi primitivi I nomi derivati 13. I nomi alterati I falsi alterati 14. I nomi composti I nomi composti con capo

Unit 5 Laggettivo
1. Che cos laggettivo 2. Esistono due tipi di aggettivi Funzione attributiva e predicativa dellaggettivo

148 148 149 149 152 152 153 154 154 158 158 159 162 162

Parole in gioco
Alcune parole speciali

Laggettivo qualicativo
3. Che cosa indica laggettivo qualicativo 4. Laggettivo qualicativo: genere e numero Bello, buono, grande e santo Gli aggettivi qualicativi con plurali particolari 5. La concordanza dellaggettivo 6. La posizione degli aggettivi qualicativi Posizione e signicato 7. Gli aggettivi qualicativi sostantivati 8. Gli aggettivi qualicativi con valore avverbiale

Laboratorio di scrittura
Ripasso attivo Il nome Esercizi di riepilogo

Pearson Italia spa

Analisi grammaticale Prova di verica formativa

esercizi esercizi interattivi

Indice

9. La struttura dellaggettivo: primitivo, derivato, alterato e composto Gli aggettivi primitivi e derivati Gli aggettivi alterati e composti 10. I gradi dellaggettivo qualicativo: positivo, comparativo e superlativo Il grado positivo Il grado comparativo Il grado superlativo 11. Comparativi e superlativi speciali

164 164 165 168 168 168 169 174 176 177 178 178 180 181 181 184 185 185 188 194 194 195 196 197 200 200 202 203 204 205 209 211

Unit 6 Il pronome
1. 2. 3. 4. 5. Che cos il pronome I vari tipi di pronomi Che cosa sono i pronomi personali I pronomi personali soggetto I pronomi personali complemento: forme toniche e atone 6. I pronomi personali riessivi 7. I pronomi possessivi 8. I pronomi dimostrativi Ci, vi, lo, ne 9. I pronomi indeniti 10. I pronomi relativi Che, il quale, cui 11. I pronomi relativi misti Chi, quanto, chiunque Avverbi con funzione di pronomi relativi 12. I pronomi interrogativi 13. I pronomi esclamativi Parole in disordine

212 212 213 216 217 220 224 226 228 229 232 236 236 238 238 239 242 242 244 245 246 247 251 253

Parole in gioco
La lettera che cambia

Laboratorio di scrittura

Laggettivo determinativo
12. Che cos laggettivo determinativo 13. Gli aggettivi possessivi Altri possessivi di terza persona Possessivo e articolo davanti a nomi di parentela 14. Gli aggettivi dimostrativi Gli aggettivi identicativi Laggettivo dimostrativo tale 15. Gli aggettivi indeniti 16. Gli aggettivi numerali Gli aggettivi numerali cardinali Gli aggettivi numerali ordinali Gli aggettivi numerali moltiplicativi Altri aggettivi numerali 17. Gli aggettivi interrogativi 18. Gli aggettivi esclamativi

Parole in gioco Laboratorio di scrittura


Ripasso attivo Il pronome Esercizi di riepilogo Analisi grammaticale Prova di verica formativa

Parole in gioco
Tra il dire e il fare c di mezzo

Laboratorio di scrittura
Ripasso attivo Laggettivo Esercizi di riepilogo Analisi grammaticale Prova di verica formativa

esercizi esercizi interattivi

Pearson Italia spa

Unit 7 Il verbo
1. Che cos il verbo Il verbo colloca le azioni nel tempo Al verbo si ricollegano tutte le altre parole nella frase Il verbo pu essere sottinteso

254 254 255 255 255 9

esercizi esercizi interattivi

Indice

Le forme del verbo


2. La voce verbale Riconoscere la radice di un verbo 3. Le persone dei verbi 4. I modi dei verbi 5. I tempi dei verbi 6. Le tre coniugazioni 7. I verbi ausiliari Essere o avere? 8. La coniugazione dei verbi ausiliari La coniugazione del verbo ESSERE La coniugazione del verbo AVERE 9. Le coniugazioni attive dei verbi regolari La prima coniugazione: AMARE Particolarit dei verbi della prima coniugazione La seconda coniugazione: TEMERE Particolarit dei verbi della seconda coniugazione La terza coniugazione: SERVIRE Particolarit dei verbi della terza coniugazione

258 258 258 258 259 260 266 267 267 268 268 269 270 270 271 272 273 274 275 282 282 282 283 283 283 283 284 284 284 288 288 288 289 289 292 292 292 294 294 296 298 298

Il participio passato 16. Il gerundio e i suoi tempi Il gerundio presente Il gerundio passato

298 300 300 300 302 303

Parole in gioco
Lima fa rima con cima

Laboratorio di scrittura

Il genere e la forma del verbo


17. I verbi transitivi e intransitivi Uso transitivo e intransitivo dei verbi 18. La forma attiva e passiva La prima coniugazione passiva: ESSERE AMATO 19. La forma riessiva La coniugazione riessiva di LAVARSI 20. Le forme riessive improprie I verbi riessivi apparenti e reciproci I verbi intransitivi pronominali 21. I verbi impersonali 22. I verbi servili 23. I verbi fraseologici 24. I verbi difettivi 25. I verbi sovrabbondanti 26. I verbi irregolari I verbi irregolari della prima coniugazione I verbi irregolari della seconda coniugazione I verbi irregolari della terza coniugazione

304 304 305 308 310 314 315 318 318 318 320 322 323 326 328 330 330 331 338 344 345 346 347 356 360

I modi e i tempi del verbo


10. Lindicativo e i suoi tempi Lindicativo presente Lindicativo imperfetto Lindicativo passato prossimo Lindicativo passato remoto Lindicativo trapassato prossimo Lindicativo trapassato remoto Lindicativo futuro semplice Lindicativo futuro anteriore 11. Il congiuntivo e i suoi tempi Il congiuntivo presente Il congiuntivo imperfetto Il congiuntivo passato Il congiuntivo trapassato 12. Il condizionale e i suoi tempi Il condizionale presente Il condizionale passato 13. Limperativo Linnito come imperativo 14. Linnito e i suoi tempi 15. Il participio e i suoi tempi Il participio presente 10

Parole in gioco
Iniziali immutate

Pearson Italia spa

Laboratorio di scrittura
Ripasso attivo Il verbo Esercizi di riepilogo Analisi grammaticale Prova di verica formativa

esercizi esercizi interattivi

Indice

Unit 8 Lavverbio
1. Lavverbio: funzione e tipi La forma degli avverbi Il signicato degli avverbi

Ripasso attivo La preposizione 362 362 363 363 366 366 370 370 372 373 376 378 378 378 380 381 382 383 386 387 Esercizi di riepilogo Analisi grammaticale Prova di verica formativa

394 394 396 397

La forma degli avverbi


2. I gradi e le alterazioni dellavverbio

esercizi esercizi interattivi

Il signicato degli avverbi


3. 4. 5. 6. 7. Gli avverbi di modo (o qualicativi) Gli avverbi di luogo Gli avverbi di tempo Gli avverbi di quantit Gli avverbi di valutazione: affermazione, negazione e dubbio 8. Gli avverbi interrogativi ed esclamativi Altri avverbi

Unit 10 La congiunzione
1. 2. 3. 4. 5. Che cos la congiunzione La forma delle congiunzioni La funzione delle congiunzioni Le congiunzioni coordinanti La congiunzioni subordinanti

398 398 399 399 402 404 408 409 410 411

Parole in gioco
Alcune parole speciali

Laboratorio di scrittura
Ripasso attivo Lavverbio Esercizi di riepilogo Analisi grammaticale Prova di verica formativa

Ripasso attivo La congiunzione Esercizi di riepilogo Analisi grammaticale Prova di verica formativa

esercizi esercizi interattivi

Unit 11 Linteriezione
1. Linteriezione o esclamazione Ripasso attivo Linteriezione Analisi grammaticale 388 388 389 389 390 390 392 Prova di verica formativa

412 412 416 417 418

Pearson Italia spa

Unit 9 La preposizione
1. Che cos la preposizione 2. I tipi di preposizione Le preposizioni proprie Le preposizioni improprie Le locuzioni prepositive 3. Luso delle preposizioni

esercizi esercizi interattivi

RIEPILOGO DI ANALISI GRAMMATICALE

419 11

Indice

LA SINTASSI DELLA FRASE


Unit 12 La frase e i suoi elementi base
1. La frase o proposizione 2. Frase semplice e complessa Quando mancano il soggetto o il predicato 3. La struttura della frase Che cos lanalisi logica 4. Il soggetto La concordanza del soggetto e del predicato Quali parole possono svolgere la funzione di soggetto La posizione del soggetto nella frase 5. Il soggetto sottinteso 6. Il soggetto partitivo 7. Il complemento predicativo del soggetto 8. Il predicato 9. Il predicato verbale 10. Il predicato nominale Altre parti nominali 11. Il predicato sottinteso 12. Lattributo Le caratteristiche dellattributo La posizione dellattributo 13. Lapposizione Le caratteristiche dellapposizione Esercizi di riepilogo Analisi logica Prova di verica formativa 424 424 425 425 425 426 428 428 429 429 430 432 432 436 436 437 438 438 442 442 443 443 444 448 452 455

Unit 13 I principali complementi (1)


1. Che cosa sono i complementi A che cosa si collegano i complementi La forma dei complementi

456 456 457 458 460 460 461 462 462 463 468 468 469 470 474 478 482 483 484 489 493

I complementi diretti
2. Il complemento oggetto La posizione del complemento oggetto Il complemento delloggetto interno Il complemento oggetto partitivo 3. Il complemento predicativo delloggetto

I complementi indiretti
4. 5. 6. 7. 8. Il complemento di specicazione Il complemento di denominazione Il complemento partitivo Il complemento di termine I complementi dagente e di causa efciente

Parole in gioco
Leggere contromano

Laboratorio di scrittura
Esercizi di riepilogo Analisi logica Prova di verica formativa

esercizi esercizi interattivi

Pearson Italia spa

esercizi esercizi interattivi

Unit 14 I principali complementi (2)


1. I complementi di tempo Il complemento di tempo determinato Il complemento di tempo continuato 2. I complementi di luogo Il complemento di stato in luogo Il complemento di moto a luogo

494 494 494 495 498 498 499

12

Indice

Il complemento di moto da luogo Il complemento di moto per luogo 3. Il complemento di allontanamento o separazione 4. Il complemento di origine o provenienza 5. Il complemento di mezzo o strumento 6. Il complemento di modo o maniera 7. Il complemento di causa 8. Il complemento di ne o scopo 9. I complementi di compagnia e di unione 10. Il complemento di rapporto o relazione

500 501 504 505 508 509 512 512 516 517 520 521 522 528 532

12. Il complemento concessivo 13. I complementi di abbondanza e di privazione 14. Il complemento distributivo 15. Il complemento di esclusione 16. Il complemento di sostituzione o scambio 17. Il complemento di vocazione o vocativo 18. Il complemento esclamativo

555 558 558 558 559 562 562 564 565 566 569 570 574

Parole in gioco
Altre parole speciali

Laboratorio di scrittura
Analisi logica Prova di verica formativa Ripasso attivo La sintassi della frase RIEPILOGO DI SINTASSI DELLA FRASE

Parole in gioco
Parole e macedonie

Laboratorio di scrittura
Esercizi di riepilogo Analisi logica Prova di verica formativa

esercizi esercizi interattivi

esercizi esercizi interattivi

RIEPILOGO DI ANALISI LOGICA DELLA FRASE

580

Unit 15 Altri complementi indiretti


1. 2. 3. 4. 5. 6. Il complemento di argomento Il complemento di limitazione Il complemento di paragone Il complemento di materia Il complemento di qualit I complementi di quantit Il complemento di peso I complementi di misura ed estensione Il complemento di distanza Il complemento di et 7. Il complemento di prezzo 8. Il complemento di stima 9. Il complemento di colpa 10. Il complemento di pena 11. I complementi di vantaggio e svantaggio

534 534 535 535 540 541 544 544 544 545 546 548 548 552 552 554

LA SINTASSI DEL PERIODO


Unit 16 Il periodo e i suoi elementi base
1. La struttura del periodo 2. Le proposizioni principali e secondarie 3. Il periodo semplice, composto, complesso 4. Le proposizioni principali indipendenti 5. Le proposizioni incidentali 6. Le proposizioni coordinate I diversi tipi di proposizioni coordinate 7. Le proposizioni dipendenti o subordinate 586 586 588 589 592 593 596 597 602 13

Pearson Italia spa

Indice

I vari gradi di subordinazione I vari tipi di struttura del periodo 8. Le proposizioni esplicite e implicite 9. Tipi di proposizioni subordinate

603 603 608 610 612 613 614 615 619 623

Unit 18 Le subordinate complementari indirette


1. La subordinata temporale Le relazioni di tempo tra la reggente e la subordinata 2. La subordinata causale 3. La subordinata nale 4. La subordinata consecutiva 5. La subordinata concessiva 6. La subordinata avversativa 7. La subordinata condizionale 8. Il periodo ipotetico 9. La subordinata modale 10. La subordinata strumentale 11. La subordinata comparativa 12. La subordinata limitativa 13. La subordinata esclusiva 14. La subordinata aggiuntiva 15. La subordinata eccettuativa 16. Discorso diretto e discorso indiretto 17. Dal discorso diretto al discorso indiretto

650 651 652 654 656 658 660 662 664 664 668 670 672 676 677 678 678 682 683 686 688 689 690

Parole in gioco
Il doppio senso

Laboratorio di scrittura
Ripasso attivo Il periodo e i suoi elementi base Esercizi di riepilogo Analisi logica del periodo Prova di verica formativa

esercizi esercizi interattivi

Unit 17 Le proposizioni subordinate 624 sostantive e relative


1. 2. 3. 4. 5. La subordinata soggettiva La subordinata oggettiva La subordinata dichiarativa La subordinata interrogativa indiretta Le subordinate relative Relative proprie e improprie La posizione delle subordinate relative 624 625 630 632 636 636 637 640 641

Parole in gioco
Giocare con le etimologie

Le funzioni delle principali congiunzioni La correlazione dei modi e dei tempi I modi verbali delle subordinate implicite
Ripasso attivo Le subordinate complementari indirette Esercizi di riepilogo Analisi del periodo

Parole in gioco
Rebus ambientali

Laboratorio di scrittura

691 693 697 700

Pearson Italia spa

Ripasso attivo Le proposizioni subordinate sostantive e relative Esercizi di riepilogo Analisi logica del periodo Prova di verica formativa

642 643 646 649

Prova di verica formativa

esercizi esercizi interattivi

esercizi esercizi interattivi

RIEPILOGO DI ANALISI LOGICA DEL PERIODO

701

14

Fonologia e ortografia
La fonologia la scienza che studia i suoni che compongono le parole di una lingua, il modo in cui si aggregano fra loro e la corretta rispondenza fra suoni e segni grafici. Lortografia linsieme delle regole necessarie per una trascrizione corretta dei suoni della lingua.
dittongo trittongo iato digramma trigramma

Fonologia

suoni vocali segni alfabeto consonanti

Ortograa

trascrizione corretta dei suoni

divisione in sillabe

accento

apostrofo

elisione e troncamento

uso corretto della punteggiatura e delle maiuscole

Obiettivi
Conoscenze Suoni e lettere Lordine alfabetico Vocali e consonanti Le regole base dellortograa La divisione in sillabe Laccento Elisione e troncamento La punteggiatura e le maiuscole Abilit Riconoscere la corrispondenza fra suoni e lettere Imparare a utilizzare lordine alfabetico Distinguere vocali e consonanti, vocali lunghe e brevi, omgra Riconoscere e usare dittonghi, trittonghi, iati, digrammi e trigrammi Conoscere e usare le regole base dellortograa per scrivere in modo corretto Riconoscere la struttura sillabica delle parole e operare correttamente la divisione in sillabe Riconoscere e utilizzare correttamente i diversi tipi di accento Riconoscere e utilizzare correttamente lapostrofo e lelisione Scrivere usando i segni di interpunzione per dare ordine logico e tradurre le intenzioni, la struttura e il senso di una frase Utilizzare correttamente le maiuscole Competenze Utilizzare le conoscenze di fonologia e ortograa per scrivere e comunicare in modo corretto, ordinato e coerente

Pearson Italia spa

15

I suoni e le lettere dellitaliano


Obiettivi
Riconoscere la corrispondenza fra suoni e lettere Imparare a utilizzare lordine alfabetico Distinguere vocali e consonanti, vocali lunghe e brevi, omgra Riconoscere e usare dittonghi, trittonghi, iati, digrammi e trigrammi Conoscere e usare le regole base dellortograa per scrivere in modo corretto Riconoscere la struttura sillabica delle parole e operare correttamente la divisione in sillabe Riconoscere e utilizzare correttamente i diversi tipi di accento Riconoscere e utilizzare correttamente lapostrofo e lelisione Scrivere usando i segni di interpunzione per dare ordine logico e tradurre le intenzioni, la struttura e il senso di una frase Utilizzare correttamente le maiuscole

La fonologia
1. Lalfabeto

Queste ventisei lettere sono i segni dellalfabeto che noi usiamo. La parola alfabeto deriva da alfa e beta, le prime due lettere dellalfabeto greco. Anche in italiano si dice imparare labbicc (cio a, b, c) per dire imparare lalfabeto.

Pearson Italia spa

Dei ventisei segni che compongono lalfabeto, ventuno sono propri della lingua italiana, cinque servono per trascrivere parole di origine greca, latina o straniera. J, j (i lunga) si pronuncia i (Jugoslavia, junior, Jonio). Quando si riporta una parola straniera non italianizzata, questa si deve leggere nella lingua dorigine: jet (inglese: si pronuncia gt); abat-jour (francese: si pronuncia abasr, con la s quasi dolce).
16

UNIT 1 - I suoni e le lettere dellitaliano

K, k (cappa) si pronuncia come la nostra c dura (klacson, gimkana, karate; sono comuni anche le forme clacson, gimcana). Si usa anche nelle abbreviazioni metriche km (= chilometro), kg (= chilogrammo). W, w (vu doppia) nelle parole di origine tedesca si pronuncia v (Wanda, Wagner); nelle parole inglesi invece si pronuncia generalmente u (western = ustern, whisky = uschi). X, x (ics) ha una pronuncia che sta tra cs e gs (Texas, extra). Y, y (psilon) si pronuncia i (New York, yogurt, hobby, Tony); nelle parole inglesi a volte si pronuncia ai (dry = dri).

Che cosa so gi
1. Leggi ad alta voce le seguenti
frasi che contengono parole straniere, ricordando le regole di pronuncia. 1. Mio nonno non beve n whisky n vodka, astemio. 2. Il disk-jockey con i jeans strappati mette sempre brani di jazz. 3. Lo xilofono uno strumento a percussione. 4. Lucia e Mario passeranno un week-end sullo yacht dello zio. 5. Lo yeti, secondo la leggenda, vivrebbe fra le nevi dellHimalaya.

2. Leggi ad alta voce le seguenti parole, indicando se il suono delle lettere evidenziate duro o dolce, chiuso o aperto, sordo o sonoro. cavallo, crema, agente, mangiare, baco, gentile, stella, amore, poco, bene, tenero, casa, sonno, zucchero, azione

Pi suoni che lettere

Si usa dire che a ogni segno dellalfabeto corrisponde un suono. In realt non sempre cos: per alcuni segni esiste una doppia pronuncia, come si pu verificare pronunciando le parole cane e cena: nel primo termine la c ha un suono duro, nel secondo un suono dolce. Lo stesso vale per la g, che ha un suono dolce in parole come ginocchio e gente, duro in altre come gatto e gomito. Diverso il suono della z e della s nelle parole zebra e cosa (pronuncia sonora) e in calza e orso (pronuncia sorda). Anche le vocali e e o possono avere un suono chiuso, come nelle parole vrde e mlto, o aperto come in rba e intppo. Torneremo comunque pi avanti su questo argomento parlando di consonanti e di vocali. La corretta pronuncia delle lettere viene indicata sul dizionario della lingua italiana, che deve essere consultato in caso di dubbio. Per ogni parola i dizionari delle lingue straniere riportano lesatta pronuncia fra due barrette oblique (//), utilizzando i simboli grafici dellalfabeto fonetico dellAFI (Associazione fonetica internazionale), come evidenziano gli esempi nella tabella a fianco.
lettera c (dolce) c (duro) u z simbolo /t/ /k/ /w/ /ts/ esempio cena /tena/ catena /katena/ uomo/womo/ zappa /tsappa/

Pearson Italia spa

Qualcosa in

Dai simboli ai suoni

Linvenzione dellalfabeto stata la pi grande rivoluzione della storia della comunicazione: si passati infatti da un segno per ogni parola a un segno per ogni suono. Dalla scrittura ideograca, cio fatta di segni stilizzati rappresentanti il simbolo o lidea delloggetto, si passati alla scrittura fonetica, in cui i segni rappresentano i suoni. Da allora scrivere e leggere stato molto pi facile di prima: un numero limitato di segni, combinati fra di loro, formano un numero innito di parole.

17

FONOLOGIA E ORTOGRAFIA

2.

Lordine alfabetico

Aa Ll Ww

Bb Mm Xx

Cc Nn Yy

Dd Oo Zz

Ee Pp

Ff Qq

Gg Rr

Hh Ss

Ii Tt

Jj Uu

Kk Vv

La successione delle lettere dellalfabeto determina lordine alfabetico. Perch importante conoscere lalfabeto? A che cosa serve? Quando si raccolgono delle parole o dei nomi in una sequenza, come per esempio in un dizionario o negli elenchi del telefono, le parole vengono messe in successione alfabetica, cos pi facile trovarle. Prima ci sono le parole che cominciano con A, poi quelle che iniziano con B, in seguito quelle con C e via di questo passo: asino, bue, cavallo, dromedario, elefante, farfalla... A loro volta tutte le parole che iniziano con A saranno messe in ordine alfabetico considerando la seconda lettera: abaco, accetta, adesivo, aerostato, affare, agire e poi la terza, e cos via: abbazia, abete, abito, ablativo, abnorme, abrasivo, acanto, accetta, aceto, acne, acre, acuto Se in un elenco devo mettere in ordine alfabetico persone con lo stesso cognome, devo considerare anche i nomi propri che seguono il cognome. Nellelenco telefonico, per esempio, troveremo in ordine alfabetico i signori Bianchi Adriana, Bianchi Angelo, Bianchi Dario, Bianchi Luigi, Bianchi Maria, Bianchi Michele ecc.

Pearson Italia spa

Hai capito
Metti in ordine alfabetico le seguenti parole. treno aereo carro viso automobile motocicletta astronave locomotore bicicletta barca gioco locanda livrea neologismo nonno nano novit non asterisco boccia borsa

18

UNIT 1 - I suoni e le lettere dellitaliano

Esercizi di verifica
1
facile facile
Scrivi in ordine le ventuno lettere dellalfabeto italiano.

2
6 3

Scrivi nuovamente lalfabeto inserendo per anche le lettere j, k, w, x, y.

INVALSI Qual il corretto ordine alfabetico dei seguenti nomi?


A B C D Paperino, Minnie, Paperoga, Gambadilegno, Topolino, Pluto Gambadilegno, Minnie, Paperino, Paperoga, Pluto, Topolino Paperino, Pluto, Paperoga, Minnie, Gambadilegno, Topolino Gambadilegno, Minnie, Pluto, Paperino, Paperoga, Topolino

LESSICO Scrivi almeno tre parole straniere per ciascuna delle lettere j, k, w, x e y.
j
k w x y

jeans

5 6 7

Trascrivi le seguenti lettere, mettendole in ordine alfabetico.


s, h, e, u, d, y, n, m, p, o, i, z, w, g, x, c, v, j, q, l

Scrivi sul quaderno in ordine alfabetico i cognomi degli alunni che formano la tua classe. Trascrivi i seguenti gruppi di parole, mettendoli in ordine alfabetico.
1. sedia, armadio, divano, tavolo, poltrona, libreria, scrivania, com

2. cipolla, carota, cavolo, ciliegia, cedro, citronella, crescione, cumino, cardo

Pearson Italia spa

Nei seguenti elenchi alfabetici, inserisci nella posizione corretta la parola scritta a fianco.
1. banco, camera, ditale, musica, opera 2. abbraccio, abito, ancora, ascolto, azione 3. farfalla, festa, fiore, folletto, furbizia 4. nascita, nascondiglio, Natale, natura, nave istrice aspirapolvere fune nascosto

19

FONOLOGIA E ORTOGRAFIA

3.

Segni e suoni: grafemi e fonemi

Gli elementi base della lingua sono i suoni prodotti dallaria emessa dai polmoni quando entra in contatto con gli organi fonatori (corde vocali, faringe, palato, lingua, denti, labbra) che, muovendosi, determinano i vari tipi di suono. Questi suoni, sono detti fonemi (dal greco phon = suono) e articolati adeguatamente formano le parole. I grafemi (dal greco graphein) sono i segni linguistici, le lettere scritte con cui rappresentiamo i suoni della lingua, i fonemi. Il grafema e il fonema sono le pi piccole unit della lingua e sono prive di significato. Gli studiosi sono riusciti a classificare una quarantina di fonemi. Noi ci limitiamo qui a elencare i pi comuni, relativi allalfabeto italiano.
lettere e gruppi di lettere dellalfabeto a b c d e f g h i j k l m n o fonemi /a/ /b/ /t/ c dolce di cena /k/ c dura di casa /d/ // e aperta di bne /e/ e chiusa di vrde /f/ /d / g dolce di gita /g/ g dura di gara in italiano muta /i/ /j/ i di jugoslavo /d / g di jolly /k/ /l/ /m/ /n/ // o aperta di pco /o/ o chiusa di mlto lettere e gruppi di lettere dellalfabeto p q r s t u v w x y z i nel dittongo u nel dittongo gl e gli gn e gni sc e sci /p/ /k/ /r/ /z/ s sonora come in rosa /s/ s sorda come in sala /t/ /u/ /v/ /v/ v come in Walter, wafer /w/ u di week-end /ks/ /j/ i di joga /dz/ z sonora di zanzara /ts/ z sorda di azione /j/ come in ieri /w/ come in buono // come in figli, moglie / / come in bagno, bagniamo // come in scena, sciocco fonemi

Pearson Italia spa

Ai precedenti fonemi vanno aggiunte le coppie di lettere gl, sc, gn quando rappresentano un unico suono: il suono gl // di egli; il suono gn / / di legno; il suono sc // di scelta, nascita.
20

UNIT 1 - I suoni e le lettere dellitaliano

Esercizi di verifica
1
facile facile
Alcuni grafemi presenti nelle vignette non rappresentano parole con un significato preciso, ma dei suoni. Individuali e indica che rumori rappresentano.
Disney

LESSICO Scrivi delle parole di senso compiuto utilizzando i grafemi di ogni gruppo.
l o a p palo asno baer rilob tipana alsema

3 4

INVALSI Qual lespressione composta con le medesime lettere di scuola media?


A lumaca sola bussole bus sole sciocchi maiali B casa dei muli C educo salami D lasciamo casa

LESSICO Le parole elencate, divise in due o pi parti, formano altre parole. Individuale.
raggiungere circostanza collaboratori

LESSICO Inserisci al posto dei puntini prima due suoni consonantici diversi, poi suoni consonantici doppi per formare quante pi parole puoi.
e.o esco, erto, ecco, etto, esso ca.a pa.a se..a baa .a

LESSICO possibile passare da una parola a unaltra attraverso cambi di lettera successivi. Prova a farlo con le seguenti parole. casa sole casa cala sala sale sole
due barca basta lago tre tenda pesce vedo

Pearson Italia spa

LESSICO Sostituisci la prima lettera di ciascuna delle parole elencate in modo da formare almeno quattro parole nuove.
forte resto fosso sasso cotto

porte torte

21

FONOLOGIA E ORTOGRAFIA

4.

Le vocali

I suoni utilizzati dalla lingua italiana i fonemi del nostro alfabeto vengono tradizionalmente divisi in vocali e consonanti. La distinzione si basa sul modo in cui il suono viene emesso. La vocale il suono prodotto dallaria che esce dalla cavit orale senza incontrare ostacoli; mentre la consonante il suono modulato da uno o pi movimenti degli organi fonatori. Appendilo tu!

Proviamo a leggere queste parole staccando i singoli suoni o fonemi: appendilotu Di questi suoni solo cinque vengono pronunciati con il canale orale aperto e precisamente: a, e, i, o, u. Sono le cinque vocali. Sono tutte sonore e hanno carattere musicale: si possono riprodurre a intervalli regolari o prolungare a piacimento, come le note nel solfeggio. Pensate alla lunghezza della a che fa pronunciare il medico quando vi visita la gola o alla lunghezza della u o della e nei suoni che imitano il muggito dei buoi o il belare delle pecore: muuu..., beee... Sono suoni che potete prolungare a vostro piacimento. Se vi guardate allo specchio e pronunciate le cinque vocali vedrete che le labbra hanno una grande importanza nella loro pronuncia: la a la pi aperta, la u la pi chiusa delle vocali.
casa psca = il pescare (suono chiuso) psca = il frutto (suono aperto) incivili btte = recipiente per il vino (suono chiuso) btte = percosse (suono aperto) ululo

La e di pesca ha due suoni: uno aperto e uno chiuso; cos la o di botte. Se ne deduce che, mentre i segni delle vocali sono cinque, i suoni vocalici o fonemi vocalici sono sette e precisamente: a lana, tana, ama i cibi, vini, pini

Pearson Italia spa

chiusa aperta

mnto, arnse, vedre bllo, caff, misria

chiusa aperta u

balcne, festso, autre avrio, buno, tto buio, luna, cumulo

Hai capito
Metti laccento fonico grave o acuto sulle e e sulle o delle seguenti parole. ombra, baleno, popolo, mento, bello, mente, pelle, perdita, modo

22

UNIT 1 - I suoni e le lettere dellitaliano

Si chiamano dure o forti le vocali a, e, o che hanno una sonorit ben distinta (casa, lotta, testa). Si chiamano dolci o deboli le vocali i, u che perdono sonorit davanti ad altre vocali (schiena, guado).

5.

Gli omgrafi

Di solito, scrivendo, non mettiamo laccento su vocaboli come pesca e botte, perch il contesto della frase ci spiega il valore della parola. Questi nomi che hanno significato diverso, ma che sono scritti allo stesso modo, si chiamano omgrafi (scritti nello stesso modo). Ecco alcuni dei pi comuni omgrafi contenenti le vocali e ed o.
con chiusa btte = recipiente clto = istruito fsse = da essere pse = da porre psta = messa srta = da sorgere trta = tipo di dolce con aperta btte = percosse clto = da cogliere fsse = buche, scavi pse = atteggiamenti psta = luogo fisso srta = specie trta = da torcere con chiusa acctta = scure afftto = da affettare e = congiunzione sca = cibo lgge = norma, regola pste = tracce vnti = aggettivo numerale con aperta acctta = da accettare afftto = sentimento = da essere sca = da uscire lgge = da leggere pste = pestilenza vnti = soffi daria

mnto = parte del viso mnto = da mentire t = pronome personale t = bevanda

Qualcosa in

Tutta colpa del latino!

Lorigine dei due suoni, chiuso e aperto, della e e della o risale al latino, la lingua da cui deriva litaliano. Nella lingua dellantica Roma, infatti, queste vocali avevano due durate: una lunga (segno ) e una breve (segno ). La e lunga latina ha dato per lo pi origine alla nostra chiusa. contentum contnto mentem mnte credere crdere sedecim sdici d ebilem dbole timere temre La e breve latina ha dato origine alla aperta o al dittongo i. be ne bne le vem live de cimum dcimo me dicum mdico he ri iri pe llem plle La o lunga latina ha dato per lo pi origine alla nostra chiusa. cal orem calre oct obrem ottbre cor onam corna p ontem pnte d onum dno vel ocem velce La o breve latina ha dato origine alla aperta o al dittongo uo. do lum dlo fo rum fro glo bum glbo mo dum mdo no vum nuovo bo num buono

Pearson Italia spa

Hai capito
Leggi ad alta voce le seguenti frasi facendo attenzione alla pronuncia delle e e delle o. Metti gli accenti opportuni e controllali sul dizionario. 1. Il boscaiolo aveva scordato la sua accetta. 2. La botte fu messa in un posto fresco. 3. Vorrei un po pi di attenzione e di affetto da te. 4. Seguendo le tracce dellorso si persero nel bosco.

23

FONOLOGIA E ORTOGRAFIA

Esercizi di verifica
1
facile facile
Cerchia nei fumetti della vignetta tutte le vocali. Indica poi quale non presente.

Non usata la vocale:

Inserisci nello schema le seguenti parole le cui vocali formano la parola aiuole che contiene tutte e cinque le vocali.
albero libero nuvole scuola tavole tesoro

l I

b e U O

L E

LESSICO Le parole che contengono una sola vocale ripetuta si chiamano omovocaliche. Scrivi almeno due parole omovocaliche per ogni vocale.
a e i o u

massa

4 5

LESSICO Scrivi sul quaderno sei parole che contengano almeno tre vocali diverse. Inserisci nei seguenti gruppi di consonanti le vocali necessarie per formare parole di senso compiuto.
gtt gatto tvl mrtll mscrn frtll fnstr rmd tmbl cvll mnstr cmpnll tvgll

Pearson Italia spa

LESSICO Dalle parole elencate ricavane altre di significato diverso, sostituendo la vocale in colore.
seggio saggio latte colle pere neve stadio cavallo trama pesto tutto busta cesto

7
24

INVALSI A seconda dellaccento (acuto o grave) la parola venti cambia significato. In quale frase usata in modo appropriato vnti con laccento acuto?
A Alla mia festa ho invitato vnti amici. B La barca era trasportata da vnti contrari.

Disney

UNIT 1 - I suoni e le lettere dellitaliano

LESSICO Completa ciascuna frase con la parola pi adatta.


1. acctta / acctta rimproveri da Non nessuno. ? Questa unascia o un 2. sca / sca Spero che nessuno prima della ne. cos appetito Con un sa quanti pesci abboccheranno! 3. collga / collga la Tur Quale ponte chia asiatica a quella europea? di lavoro, Pi che una per me unamica. 4. psca / psca ? Gradiresti un succo di In questo ume la vietata. 5. fsse / fsse serviranno per Quelle seppellire riuti. Non mi pareva che la sua una scelta intelligente. 6. btte / btte Che signica dare un colpo al cerchio e ? uno alla per I due si presero a una sciocchezza.

Metti laccento sugli omgrafi in corsivo, ricavando il significato dal contesto.


1. Il tema di Matteo lunghissimo, ma pieno di errori di ortografia; io ho preferito scrivere poco per tema di sbagliare. 2. Ti sei precipitato a bere la Coca-cola e adesso ti cola sul mento. 3. Mia nonna ha detto che ha coltivato dodici tipi di menta diversi, ma io credo che menta. 4. Avevo delle bellissime rose sul terrazzo, ma le foglie sono state rose dai pidocchi. 5. Le tue cuginette sono molto simpatiche: non importa se esse non sanno ancora pronunciare la esse. 6. Il lago verso le venti si increspa a causa dei venti provenienti dalla valle. 7. Al tramonto abbiamo fatto una corsa sulla spiaggia insieme a quella simpatica ragazza corsa. 8. Il professor Verdi davvero un uomo colto: nessuna domanda del pubblico lha colto impreparato.

10 11

SCRITTURA Scrivi sul quaderno una frase per ciascuno dei seguenti omgrafi.
btte / btte fsse / fsse sca / sca psca / psca acctta / acctta collga / collga

Leggi questo brano e metti laccento grave o acuto sulle e e sulle o delle parole in corsivo a seconda della tua pronuncia. Confronta poi il risultato con i compagni e controlla sul dizionario.

Pearson Italia spa

Storia del pesce daprile Fino al 1564 in Francia lanno cominciava il primo di aprile. Ma, in quellanno, il re Carlo IX decise di modificare il calendario e, dopo di allora, lanno inizi il primo gennaio. Il 1 gennaio del 1565 tutti si fecero per la prima volta gli auguri di buon anno e si scambiarono i regali. Quando arriv il 1 aprile, alcuni burloni presero la decisione, per scherzo, di festeggiarlo ancora, ma, siccome era ormai un falso capodanno, decisero anche di fare dei... falsi regali, senza valore, tanto per ridere! Da allora, ogni anno, il primo aprile il periodo degli scherzi... Direte voi: Ma che cosa centrano i pesci con questa storia? Si dice che uno degli scherzi del primo aprile fosse stato quello di ingannare i pescatori gettando nei fiumi delle aringhe affumicate ( quindi, evidentemente, morte!) gridando: Ecco i pesci di aprile! Questo perch, nel mese di aprile, la pesca era ancora vietata, essendo i pesci in fase di riproduzione. Da l sarebbe nata lusanza di burlarsi di qualcuno, appendendogli sulla schiena un pesce disegnato su carta e poi ritagliato
(Dal sito La girandola.it)

25

FONOLOGIA E ORTOGRAFIA

6.

I dittonghi e i trittonghi
Sono lieto che la scuola abbia premiato i tuoi lavori.

Nelle parole lieto, scuola, abbia, premiato, tuoi i gruppi vocalici ie, uo, ia, uoi si pronunciano con una sola emissione di fiato. Un gruppo di due vocali che si pronuncia con una sola emissione di voce si chiama dittongo; un gruppo di tre vocali che si pronuncia con una sola emissione di voce si chiama trittongo. Le vocali di un dittongo o di un trittongo appartengono tutte alla stessa sillaba, sono cio inseparabili: lie-to, scuo-la, ab-bia, pre-mia-to, tuoi. I dittonghi derivano dallincontro di due vocali deboli (i, u) tra loro dallincontro di i e u con una vocale forte (a, e, o), in genere accentata. I dittonghi possibili sono:
i, i, i, i u, u, u, u i, u i, u i pitto, fino, fire, fime gusto, gurra, guda, furi diri, cusa ni, nutro vi

I trittonghi derivano dallunione di u e i o due i non accentate con una vocale forte accentata. I trittonghi pi comuni sono:
ii, ii, iu ui, ui premii, mii, paiulo tui, sui, gui

Nei gruppi qua (que, qui, quo), cia (cie, cio, ciu), gia (gie, gio, giu), scia (scie, scio, sciu), glia (glie, glio, gliu) la u e la i non danno luogo a dittongo, perch in questo caso esse sono dei puri segni grafici che servono a dare a q, g, c, sc, gl suoni particolari che altrimenti non avrebbero: la i di mancia, per esempio, serve a dare a c un suono palatale diverso dalla c di manca; se non ci fosse la u, la parola questo si pronuncerebbe kesto ecc. Il trittongo iuo: nella lingua duso il trittongo iuo viene accorciato nel dittongo io. Al posto di paiuolo si usa paiolo, al posto di barcaiuolo si preferisce barcaiolo.

Pearson Italia spa

Qualcosa in
piede pedestre, pedata cielo celeste, celestiale

Da cielo a celeste
suono sonante, sonoro scuola scolaro, scolastico

I dittonghi i e u, quando perdono laccento tonico o sono seguiti da pi consonanti, si mutano nelle semplici vocali e e o. Per questo si chiamano dittonghi mobili. Non sempre, per, tale regola osservata, per cui il dittongo si conserva spesso anche nelle forme in cui non accentato: suonatre (o sonatre), suonva (o sonva), cuocimo (o cocimo) ecc. In certi casi invece il dittongo mobile non possibile: mietvo, enle (e non metvo, fenle) ecc.

26

UNIT 1 - I suoni e le lettere dellitaliano

7.

Lo iato
Tu-a zi-a ma-e-stra e scri-ve po-e-si-e.

I gruppi vocalici delle parole tua, zia, maestra, poesie si pronunciano con due emissioni di voce, cio separatamente: tu-a, zi-a, ma-e-stra, po-e-si-e. Quando due vocali vicine si pronunciano separatamente, con due emissioni di voce, formano uno iato. I casi pi comuni in cui si verifica uno iato sono i seguenti. Quando si incontrano due vocali forti (a, o, e): po-e-ta, a-e-re-o, bo-a-to, e-ro-e, pa-e-se. Quando le vocali deboli (i, u) accentate si incontrano con altre vocali: pa--ra, z-o, t-o, v-a, po-e-s-a. Hai capito In alcune limitate eccezioni, come li-u-to, pi-o-lo (da pi-uo1. Individua nelle seguenti palo) ecc. role dittonghi (D), trittonghi (T) e Nelle parole derivate da altre contenenti iato: vi-z-za iati (I). (derivato da v-a); nei composti con i prefissi ri- e re-: ri-apollaio (....), giustizia (....), triangolo ve-re, re-a-gi-re; quando la i preceduta da r: a-ri-o-so; nei (....), piano (....), eno (....), riutilizzare (), miei () composti con prefissoidi bi- e tri-: tri-an-go-lo. Attenzione! Le vocali dello iato appartengono sempre a due sillabe diverse, quindi nella divisione di una parola in sillabe devono essere separate. Come in: pa-e-se, pa-u-ra, bu-gi-e, cor-te-o

2. Scrivi sul quaderno cinque parole che contengano un dittongo e cinque che contengano un trittongo.

A colpo docchio

Lincontro delle vocali dittonghi i, i, i, i u, u, u, u i, u i, u i ii, ii, iu, ui, ui ao, ae oa, oe ea, eo ia, ie, io ua, ue, uo ai, ei, oi au, eu, ou 27

Pearson Italia spa

Gruppi di vocali

trittonghi

iati

FONOLOGIA E ORTOGRAFIA

Esercizi di verifica
1
facile facile
Individua ed evidenzia i dittonghi presenti nelle parole della seguente vignetta.

Completa le seguenti parole usando dei dittonghi.


fuori r matismi g nti p ch t ni ch ve n vo f to copp p no ch do s lo

3 4 5 6
28

Completa le seguenti parole usando dei dittonghi o dei trittonghi.


camb p a la seg mo viagg ropei contin t rlo mo

Pearson Italia spa

Scrivi sul quaderno almeno due parole per ciascuno dei seguenti dittonghi.
ai ei ia io

INVALSI Quale delle seguenti parole contiene uno iato?


A paura B lingua C causa D chiodo

Evidenzia nel seguente elenco le quattro parole che contengono uno iato.
poeta piatto pieno piede buono egoista sai zaino maestro vuoto tuo Laura viola

Disney

UNIT 1 - I suoni e le lettere dellitaliano

Completa le seguenti parole usando degli iati.


leopardo v zza ar a m a s ve r vere p m p ta stro se nnale reo caff na b

Nelle seguenti frasi evidenzia le parole che contengono uno iato.


1. Giorgio mi ha provocato, ma io ho reagito con calma. 2. Il tuono produsse un boato impressionante. 3. Linsegnante ci ha assegnato per domani una poesia da studiare a memoria. 4. Gianni ha preso per la prima volta laereo a tre anni.

Inserisci correttamente le seguenti parole nella tabella.


acciaio aiuola autonomo boato brusio corteo eroina Europa ume uido gioia guaina guaito Italia laureato paura piano rasoio settentrione parole con dittongo parole con trittongo parole con iato

10

Scrivi le parole da cui derivano questi vocaboli e otterrai delle parole con dittongo. Sottolinea poi i dittonghi ottenuti.
decina focolare feroce focale novit scosso

dieci

petraia pedestre bonario ovale rotazione celeste

11

LESSICO Scrivi il maggior numero di vocaboli derivanti dalle seguenti parole con dittongo mobile.
piede cielo suono scuola cuoco luogo suolo ruota

12
Pearson Italia spa

Trascrivi nella tabella le parole delle seguenti frasi che contengono dittonghi, trittonghi e iati, dividendole in sillabe.
1. Al mio paese c un viale alberato che conduce a una chiesa antica. 2. Il giardino della nonna pieno di aiuole fiorite. 3. La mia sorellina ha paura dei leoni e non vuole vederli. 4. Non preoccuparti: quellinsetto assolutamente innocuo! 5. Lanno scorso ti premiai per il tuo impegno proficuo. 6. Il sapone neutro ideale per le pelli secche. parole con dittongo parole con trittongo parole con iato

29