Sei sulla pagina 1di 24

Sistemi di ventilazione per abitazioni

monofamiliari e condominiali

air&people

Ventilare? Perch?

Costruire una casa oggi unoperazione assai pi complessa rispetto a pochi anni fa.
Limpiego di isolanti termici di qualit e la perfetta tenuta garantita dai serramenti sono due grandi conquiste della tecnologia che ci permettono di vivere in ambienti pi confortevoli termicamente ed acusticamente, quindi pi efficienti e meno costosi nella gestione.

La vita in un ambiente sigillato pu riservare delle sorprese: come eliminare laccumulo di odori e vapore causati dalla presenza umana? Pensiamo solo per un attimo a come si concentra lanidride carbonica (CO2) in un ambiente sigillato verso lesterno! Recenti ricerche stanno poi mettendo in evidenza come tra i vari agenti inquinanti della casa, gli effetti dovuti alla presenza del RADON siano tuttaltro che trascurabili. necessario allora favorire un corretto ricambio dellaria

Pi inquinamento allinterno che allesterno?


Esposizione media di alcuni inquinanti (in percentuale)
Monossido di carbonio

Biossido di azoto

Formaldeide

Composti organici volatili (VOC) A casa vostra Negli altri edifici Allesterno Nella vostra auto

Alcuni tipi di inquinanti


Gli inquinanti percepibili
Odori di cucina e corporali.

Gli inquinanti nascosti


Allergie Insetti, animali, polline.

Vapori dacqua contenuti nellaria o per uso domestico (doccia, cucina, ecc.).

Radon Il radon (gas radioattivo) presente in natura ed contenuto nel terreno.

Composti organici volatili (VOC) presenti nei prodotti per la pulizia domestica e nei materiali di costruzione. Monossido di carbonio Il CO si crea per effetto dellerrata combustione nei sistemi di riscaldamento.

Fumi di tabacco e di cottura.

Aprire le nestre regolarmente oggi, possibile ma conviene?


apertura nestre = spreco di riscaldamento

I frenetici ritmi di vita limitano la possibilit di fare molte delle cose che ci stanno a cuore allora utilizziamo la tecnologia per tenere sotto controllo lambiente attorno a noi. I sistemi automatici, evitano molte operazioni di routine: perch allora dovremmo essere costretti ad aprire le finestre ad intervalli regolari quando spesso non siamo presenti allinterno dellabitazione? Se per la qualit della vita abbiamo bisogno di aria pulita, dobbiamo ricordarci di aprire le nestre? Gli effetti dellapertura delle finestre sono difficilmente calcolabili sul rinnovo dellaria, mentre lo sono fin troppo bene per gli effetti sul riscaldamento!

apertura nestre = corrente daria + inquinamento

Da una finestra aperta entrano nella nostra abitazione moltissimi agenti inquinanti: dalle polveri agli insetti, dai pollini in primavera alle foglie in autunno, dal vento gelido invernale al caldo afoso estivo! Per non parlare del rumore! Un sistema automatico che provvede al ricambio fisiologico dellaria ci permette di avere un perfetto controllo della situazione: Dosaggi daria calibrati (risparmio di energia) Niente pi correnti daria fastidiose Aria fresca e pulita in ogni momento Assenza dei rumori esterni ed interni La risposta la VMC ed il rinnovo dellaria diviene automatico!

sistemi di ventilazione localizzata tradizionale = mancanza di ricambio daria omogeneo

Perch elimina il problema delle muffe


Un impianto realizzato correttamente consente di mantenere condizioni termiche e igrometriche ideali senza unincidenza sensibile sui costi di riscaldamento, un ambiente pi umido ha bisogno di pi energia per essere scaldato e le pareti umide disperdono pi energia. La condensazione superficiale causa di patologie come le muffe viene sanata allinterno con la VMC anche in condizione di insalubrit estreme.

Un obiettivo per tutti: il risparmio energetico.

Le costruzioni e il risparmio energetico

Piano d'azione nazionale triennale

D.Lgsl 311/2006 Certicazione energetica degli edici

Protocollo di Kyoto

Direttiva europea EPBD

NEAP 2006-2010

Incentivi scali nanziaria 2007/2008

Regole obbligatorie relative al risparmio energetico negli edici residenziali.


D.Lgsl 311/2006
Applicazione: obbligatorio dal 02.02.2007.

L'etichetta energetica
 pplicazione: abitazioni nuove ed A esistenti.

Obiettivo
 Abbassare il consumo energetico del 40% rispetto alla Legge 10/91.  Di un ulteriore 15% entro 2010. Esigenze di ventilazione:  Limitare le dispersioni legate al riscaldamento.  Ridurre il consumo energetico dei ventilatori.  Limitare le fughe d'aria. Apportare confort in estate controllando i consumi.

Obiettivo
Conoscere il consumo energetico dell'edificio.

Applicazione in caso di compravendita:  Obbligatorio dal 01.07.07 per edifici di superficie > 1000 m .  Obbligatorio dal 01.07.08 per edifici di superficie < 1000 m .  Dal 01.07.09 obbligatorio per le singole unit abitative.
2 2

Lessenziale della Direttiva


2002/91/CE e del D. Lgsl 311/2006
Le nuove leggi per il risparmio energetico impongono dei limiti ai fabbisogni di energia in edilizia. La sda quella di diminuire del 15 % i consumi energetici entro il 2010, migliorando le prestazioni termiche dei componenti opachi ed ottimizzando le tecniche di ventilazione.

Le raccomandazioni della Direttiva Europea 2002/91/CE


E' precisato che:  La ventilazione uno dei bisogni connessi ad un uso standard dell'edificio.  Devono essere evitati effetti negativi dovuti ad una ventilazione inadeguata. Pertanto la ventilazione non deve essere vista come un onere, ma come una necessit imprescindibile, senza la quale non si pu vivere in ambienti salubri e non si pu avere una buona qualit dell'aria.

Epi limite: il riferimento!


L' Ep rappresenta l'indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale. I valori limite riportati nelle tabelle del D.Lgsl 311/2006 considerano: - la zona climatica; - il rapporto di forma S/V. Ulteriori limiti riguardano: - le trasmittanze termiche delle strutture opache verticali; - le trasmittanze termiche delle strutture opache orizzontali o inclinate; - le trasmittanze termiche delle chiusure trasparenti. Inoltre definito il rendimento globale medio stagionale dell'impianto termico.
i

Obbligatoriet della certicazione


Negli edici di nuova costruzione Negli edici esistenti: - in caso di ristrutturazione integrale: S utile > 1000 m - in caso di demolizione e ricostruzione in manutenzione straordinaria: S utile > 1000 m - Per ottenere detrazioni scali, dal 01/01/2007
2 2

Entro un anno dallentrata in vigore del D. Lgsl 192: lattestato redatto al termine della costruzione medesima e a cura del costruttore secondo i criteri e le metodologie previste nei decreti attuativi. Il futuro riferimento sar la UNI TS 11300. Per tutti gli altri casi, trattandosi di compravendita. Dal 01.07.07: immobili superficie > 1000 m . Dal 01.07.08: immobili superficie < 1000 m .
2 2

Dal 01.07.09: singole unit immobiliari.

Portata di ricambio aria. Presenza di un recuperatore di calore.

Presa in considerazione del sistema di ventilazione nel calcolo dei consumi:

Il D. Lgsl 311/2006 e la necessit di ventilazione


Le regole relative alla ventilazione degli ambienti si trovano negli allegati E, I ed M. Allegato E richiede: - descrizione del sistema di ventilazione forzata; - descrizione del comportamento dell'involucro edilizio nei confronti dei ricambi d'aria; - classe di permeabilit all'aria dei serramenti esterni (da documentare in allegato); - verifica termoigrometrica (legata al ricambio d'aria); - zona per zona i numeri di ricambi d'aria (in assenza di VMC); - la portata d'aria di ricambio in m /h con VMC e rendimenti dell'eventuale recuperatore di calore. Allegato I impone: - la verifica di assenza di condensazioni superficiali e di max. 500 g/m di condensazione interstiziale (comma 8); - la VMC qualora sistemi naturali non siano efficienti; - l'utilizzo di un recuperatore di calore per determinate portate dell'impianto e ore annue di funzionamento (comma 9); - riferimento alle norme UNI, CEN per lo svolgimento dei calcoli del fabbisogno di energia (comma 16). Allegato M - norme di riferimento per svolgere correttamente la metodologia di calcolo dei fabbisogni di edificio; quelle utili ai fini del corretto approccio alla ventilazione sono: - UNI EN 13465 (individuazione delle portate d'aria negli edifici residenziali) - UNI EN 832 (calcolo del fabbisogno di energia per il riscaldamento - residenze) - UNI EN 13790 (calcolo del fabbisogno di energia per il riscaldamento - terziario). - UNI EN ISO 13788 (verifica formazione condensa)
3 2

Le 5 regole d'oro:
1. EPi edicio EPi limite
Per rispettare i limiti ed allo stesso modo assicurare una idonea qualit dell'aria negli ambienti confinati, non si riesce e non si pu prescindere dalla ventilazione "controllata"

2. U strutture U limite
Gli edifici diventeranno sempre pi isolati. I fabbisogni dipenderanno quindi sempre di pi dalle dispersioni per ventilazione e non da quelle per trasmissione. E' indispensabile "controllare" le portate di rinnovo dell'aria.

3. Verica classe di permeabilit all'aria dei serramenti esterni


I serramenti attuali non permettono infiltrazioni tali da assicurare una idonea qualit dell'aria negli ambienti. Se non previsto un sistema di ventilazione, non possibile dichiarare alcun tasso di ricambio dell'aria derivante dalle permeabilit dei serramenti.

4. Assenza di condensazioni superciali


Tale verifica ha una stretta dipendenza dal tasso di ventilazione. Il D.Lgsl 311/2006 suggerisce una verifica noti i dati di temperatura ed UR interne. Per non sbagliare indispensabile fare un calcolo secondo la UNI EN ISO 13788 e considerare anche il valore del rinnovo dell'aria.

5. Buona qualit dell'aria interna


Le norme di supporto alla Direttiva Europea 2002/91/CE precisano che la ventilazione deve essere di tipo continuativo, sia quando gli edifici sono occupati, sia quando non lo sono. In questo secondo caso le portate di rinnovo possono essere ridotte. E' ovvio che non si pu pensare di ventilare mediante l'apertura delle finestre.

La certicazione energetica degli edici ACE attestato di certicazione energetica


L'attestato di certificazione energetica (ACE) per gli edifici serve ad informare l'utente sul consumo di un edificio al momento della vendita, dell'affitto o della costruzione, o ancora, per gli edifici pubblici, al momento del loro utilizzo. La ventilazione meccanica controllata gioca un ruolo fondamentale per permettere agli edifici di accedere alle classi pi alte di efficienza energetica. Senza ventilazione meccanica controllata le classi di efficienza pi alte non sono raggiungibili, indipendentemente dal rapporto di forma dell'edificio e dalla zona climatica di appartenenza.

Obiettivo della certicazione energetica


Informare il cittadino sul consumo energetico di un edificio o di un alloggio anche in caso di compravendita.  l'etichetta energetica fornisce immediatamente un valore di consumo espresso in kWh di energia primaria (EP) per metro quadro stagionale (inverno);  il certificato energetico contiene anche una serie di raccomandazioni per eventuali migliorie da apportare all'edificio al fine di un ulteriore risparmio energetico. Durante il 2007 sono state definite molteplici procedure di certificazione volontaria che hanno dato vita ad "attestati di qualificazione energetica", molto simili ai futuri certificati. "Tutti i prodotti Aldes adatti in particolare alla ristrutturazione di abitazioni esistenti per il miglioramento dell'etichetta energia sono contrassegnate nel catalogo listino 2008 dal simbolo Miglioramento
dell'abitazione esistente

La riqualicazione energetica degli edici


Secondo la Finanziaria, in caso di riqualificazione energetica di un edificio esistente, possibile ottenere degli sgravi fiscali solo e se i consumi di Energia Primaria dell'edificio ristrutturato sono inferiori al 20% rispetto ai limiti imposti dal D.Lgsl 311/2006. Con semplici calcoli possibile verificare che solo con la Ventilazione Meccanica Controllata possibile accedere a tali incentivi. Le prestazioni energetiche devono quindi essere migliorate secondo uno studio di fattibilit tecnica ed economica di scelte energetiche, senza diminuire il comfort estivo, n aumentare i rischi di condensazione o di deterioramento dell'edificio stesso.

L'Etichetta energetica
L'etichetta energetica una targa che dovr essere affissa fuori da ogni edificio certificato e dovr recare una freccia indicante il consumo di energia primaria, per il momento durante la stagione di riscaldamento. Il consumo deriva dal fabbisogno di riscaldamento e ventilazione. conteggiato a parte, invece, il fabbisogno per l'utilizzo di acqua calda sanitaria. Sotto, alcuni esempi di etichette energetiche.

Alloggio a basso consumo energetico < 30 kWh/m2 anno < 50 kWh/m2 anno < 70 kWh/m2 anno < 90 kWh/m2 anno kWh/m2 anno > 160 kWh/m2 anno Alloggio ad elevato consumo energetico

< 120

< 160 kWh/m2 anno

Classica impostazione di una etichetta energetica con la suddivisione delle classi a partire dalla A ( bassi consumi) alla G (alti consumi)

Esempio di etichetta energetica in regione Lombardia

Il calcolo del fabbisogno per ventilazione

Si realizza applicando la metodologia di UNI EN 832. E' da definire come si realizza la scelta delle portate di ventilazione. Posto che la ventilazione, cosi come definito dalla Direttiva Europea 2002/81 CE deve essere continuativa, si definiscono:  portata "convenzionale", solo ai fini dello svolgimento del calcolo del fabbisogno energetico;  portata reale sulla base della quale si dimensiona l'impianto di ventilazione per ottenere una idonea qualit dell'aria interna. I valori vanno scelti consultando la UNI EN 15251 (0,5-0,7 vol/h quando gli ambienti residenziali sono occupati).  dispersioni legate all'aerazione, quelle che si raggiungono a causa dell'apertura dei serramenti. Si tratta di un' azione "energivora", poco efficiente che non permette di risolvere problemi come la comparsa di muffe. All'aerazione vanno associati valori di ventilazione 1 vol/h circa.

NOTA: se le norme sul calcolo del fabbisogno energetico propongono un valore "convenzionale" di ventilazione, pur rimandando per la scelta dei ricambi a norme specifiche sulla qualit dell'aria interna, SOLO perch tale valore deriva da una media di: - tassi di ventilazione da assicurare quando gli ambienti sono occupati - tassi di ventilazione da assicurare quando gli ambienti non sono occupati. L'impianto, per va progettato per assicurare la portata massima, non quella media! E' importante ricordare che 0,5 vol/h un valore al di sotto del quale non opportuno scendere per non compromettere la qualit dell'aria. Ventilare di pi e consumare di meno possibile! Con sistemi a portata variabile (igro) e a recupero di calore ad elevata efficienza.

Osservando il grafico, relativo a 3 localit climatiche (3000, 2000, 1000 GG) che rappresentano tutto il panorama italiano, si osserva che, indipendentemente dal valore attributo alle classi A e B ed indipendentemente dal rapporto di forma dell'edificio: - aprire le finestre = spreco! Oltre ad una scarsa qualit dell'aria (aumento UR e CO2); - ventilazione controllata = risparmio energetico! - ventilazione a portata variabile: modulazione delle portate di ventilazione secondo le esigenze dell'utenza = risparmio + buona qualit dell'aria; - ventilazione con recupero di calore ad elevate efficienze = massimo risparmio energetico + migliore qualit dell'aria. L'energia consumata dai ventilatori TRASCURABILE in rapporto ai benefici derivanti da una corretta ventilazione.

La soluzione: un sistema di Ventilazione Meccanica Controllata


Andando oltre la concezione che limita la ventilazione ai soli bagni ciechi ed alla cucina, un sistema integratoproduce un rinnovo controllato costante, elimina la presenza di spifferi indesiderati e garantisce un leggero rinnovo dellaria in tutti i locali. I bagni e la cucina sono luoghi critici, ma la notte in camera da letto, il nostro organismo consuma ossigeno e rilascia vapore pi anidride carbonica se non assicuriamo il corretto rinnovo, leffetto aria viziata al mattino assicurato!

Come funziona
La ventilazione meccanica controllata (VMC) un sistema integrato di ventilazione che permette allaria di accedere nellabitazione da dispositivi collocati nelle camere e nel soggiorno, gli ingressi aria. Le bocchette di estrazione collocate nei locali pi inquinati (bagno e cucina) provvedono a controllare il flussi di estrazione in base alle effettive necessit. Il trasferimento dellaria dai locali camera a letto e soggiorni verso cucine e bagni avviene dal sopralzo esistente delle porte dal pavimento (0,5 cm).

Esempio di un sistema di ventilazione meccanica controllato per abitazione monofamiliare

10

I componenti che forniscono le prestazioni


Gli ingressi aria
A controllo di portata con silenziatore per labbattimento acustico di facciata delledificio secondo le vigenti normative

Montaggio ingresso aria nellinfisso

Montaggio ingresso aria sul cassonetto

Le bocchette di estrazione
A portata controllata per ottenere il ricambio daria richiesto

BAP Bocchetta Autoregolabile

BAHIA Bocchetta Igroregolabile

Ventilatori e condotti
Silenziosi a basso consumo energetico per il funzionamento continuo del sistema. Canali e pezzi speciali in acciaio per labbattimento acustico di trasmissione.

CANALI in lamiera zincati circolari ed ovali

VEC Ventilatore cassonato per impiego condominiale

11

Tre sistemi, tre livelli di prestazioni


Si pu effettuare la ventilazione negli ambienti con diverse modalit:

Autoregolabile
La VMC autoregolabile un sistema di ventilazione permanente a portata costante. La portata di rinnovo dellaria viene fissata secondo la struttura delledificio, in funzione del volume degli ambienti. Questa tecnica permette di controllare costantemente i volumi daria di rinnovo. In questo modo, il rinnovo dellaria allinterno dellabitazione costante e controllato tutto lanno, indipendentemente dalle condizioni atmosferiche. semplicit e afdabilit per un sistema che si autoregola

Semplice usso centralizzata per abitazioni monofamiliari


1 - Ingressi Aria 2 - Gruppo Estrazione 3 - Condotti ed accessori 4 - Uscita a tetto 2 3 4

Semplice usso per abitazioni condominiali


1 - Ingressi aria 2 - Bocchette di estrazione 3 - Ventilatore centralizzato 4 - Condotti 4 3 2 4

12

Ingressi aria autoregolabili

EMMA

EA con abbattimento acustico

EAI con abbattimento acustico

ELLIA con abbattimento acustico

Labbattimento acustico, la regolazione e la velocit di attraversamento dellingresso aria sono certicate Bocchetta di estrazione autoregolabile
Le bocchette di estrazione BAP sono caratterizzate da un dispositivo di regolazione automatica della portata composto da una membrana in gomma che modifica la dimensione di passaggio dellaria in funzione della pressione a cui sottoposta. Estrema semplicit nella pulizia e assenza di manutenzione Precisione di regolazione delle portate daria Silenziosit di funzionamento Possibilit di controllo da parte dellutente BAP

Ventilatori di estrazione

VEC per condominiale

VMP K per abitazione individuale

13

Tre sistemi, tre livelli di prestazioni


Si pu effettuare la ventilazione negli ambienti con diverse modalit:

Igroregolabile
La VMC igroregolabile un sistema di ventilazione dotato di prese daria e di bocchette destrazione provviste di sensori meccanici per lumidit. Questi sensori, collocati in ogni ambiente, permettono di adattare automaticamente la portata daria in entrata e in uscita al tasso di umidit interna. Questa rilevazione ha leffetto di produrre una migliore qualit dellaria evitando sprechi di energia, ventilando dove e quando occorre. Per queste caratteristiche il sistema igroregolabile maggiormente utilizzato nelle abitazioni progettate con i nuovi concetti della bioedilizia. Maggiore lumidit, maggiore il ricambio daria

Semplice usso per abitazioni monofamiliare


1 - ingressi aria sul telaio finestra 2 - flusso laminare 3 - bocchette di estrazione 4 - sistema di convogliamento canali dellaria estratta 5 - ventilatore meccanico per abitazione residenziale 4 3 3 1 2 1 5

Semplice usso per abitazioni condominiali


1 - Ingressi aria 2 - Bocchette di estrazione 3 - Ventilatore centralizzato 4 - Condotti 4 3 2 4

14

Ingressi aria igroregolabili

EHA Ingresso aria a portata controllata e variabile EHB Ingresso aria a portata controllata e variabile in automatico, in base al tasso di umidit relativa. in automatico, in base al tasso di umidit relativa. Versione con abbattimento acustico. Versione standard.

Bocchetta per estrazione igroregolabile

KIT BAHIA Ventilatore di estrazione centralizzato BAHIA BH P Bocchetta di estrazione igroregolamonoutenza igroregolabile completo del kit boc- bile per locali servizi completa di rilevatore ottico chette di estrazione igroregolabili. di presenza per bagni ciechi.

Ventilatore di estrazione igro

VEC MicroWatt Ventilatore a cassone in lamiera zincata per esterno con inverter a basso consumo Livello di rumore estremamente contenuto

15

Tre sistemi, tre livelli di prestazioni


Dee Fly - Recuperatore statico efcacia 90
VANTAGGI Recupero di calore/risparmio energetico Possibilit di installare lo scambiatore nel volume riscaldato Qualit dellaria e comfort termico Modularit Per facilitarne linstallazione, sono possibili diverse congurazioni di installazione: a pavimento, a softto, in verticale....

Motoventilatore

Recuperatore 90

Descrizione Dee Fly linnovativo sistema di ventilazione a doppio usso con recupero di calore ad alta resa destinato alle abitazioni individuali e collettive. Laria viziata estratta dallappartamento riscaldato, prima di essere espulsa allesterno, attraversa uno scambiatore dove cede il suo calore allaria immessa, dallesterno, nellabitazione. Questultima, prima di essere immessa nellabitazione, passando nello scambiatore, viene ltrata e recupera oltre il 90% del calore dellaria espulsa, periscaldandosi. Installazione in orizzontale, a pavimento o a softto. Motoventilatore e scambiatore assemblati orizzontalmente. Installazione possibile anche in esecuzione verticale. Risparmio e comfort Grazie alla sua resa, il sistema Dee Fly permette un sostanziale risparmio sul riscaldamento e fornisce un comfort termico grazie al preriscaldamento dellaria immessa. Priva di ingressi aria, la VMC doppio usso protegge dai rumori esterni e fornisce un rinnovo di aria ltrata e pulita. In estate, la temperatura dellaria immessa diminuisce per contatto con laria estratta ed evita il surriscaldamento dellalloggio. Quando la temperatura esterna pi bassa, il by pass lascia entrare laria fresca senza preriscaldarla. Ecologico Il preriscaldamento dellaria immessa avviene per cessione del calore quindi senza consumo energetico. Sistema Dee Fly

Integrazione Per una migliore installazione del sistema a controsoftto, e delle reti di immissione e di estrazione consigliabile utilizzare canalizzazioni rigide piattoovali modello Minigaine. Dimensioni:
Scambiatore
890 790 571 345

270 250

Motoventilatore 571
345

16

125

125

Doppio usso con recupero statico


Lapplicazione dei sistemi di VMC nelledilizia condominale prevede la centralizzazione dellaria di rinnovo filtrata come la centralizzazione dellestrazione. La regolazione della portata avviene con il sistema autoregolabile. Gli scambiatori di calore rimangono autonomi per una gestione in base alla reale produzione di ogni singola abitazione.

VIK Ventilatore di immissione con filtrazione 1 2

Condotti ovali per interni

5 6

1 - Ventilatore di immissione centralizzato 2 - Ventilatore di estrazione centralizzato 3 - Recuperatore di calore autonomo 4 - Terminale di immissione aria nuova

5 - Terminale di estrazione 6 - Canalizzazioni principali 7 - Condotti di distribuzione interna

17

Tre sistemi, tre livelli di prestazioni


Si pu effettuare la ventilazione negli ambienti con diverse modalit:

Doppio usso con ciclo termodinamico


il sistema di VMC autoregolabile a doppio flusso con possibilit di riscaldamento e raffrescamento dellaria immessa gi filtrata. Il recuperatore costituito da un gruppo a ciclo termodinamico con due compressori rotativi a doppia velocit, le batterie di scambio termico evaporante/condensante sono immerse nel flusso dellaria. Il gruppo provvede a recuperare lenergia contenuta nellaria estratta per trasferirla allaria immessa. In inverno laria prelevata dallesterno riceve calore, viene quindi immessa nei locali ad una temperatura superiore a quella interna. In estate il ciclo termodinamico deumidifica e toglie calore allaria esterna che viene immessa ad una temperatura molto inferiore rispetto alla temperatura esterna. Indicato per le case passive con limitato consumo energetico.

Centrale a doppio usso con recupero di energia temperazione H


PANNELLO DI COMANDO E CONTROLLO

TEMPERAZIONE H centrale - controllo temperatura per abitazioni individuali - riscaldamento - raffrescamento

- ventilazione forzata - controllo zone - verifica filtro sporco

Schema generale del sistema per abitazioni inviduali

18

Doppio usso termodinamico condominiale temperazione C

1 - Scambiatore termodinamico 2 - Plenum di distribuzione 3 - Bocchetta di immissione 4 - Bocchetta di estrazione 5 - Modulo di regolazione a portata variabile 6 - Ventilatore centralizzato di estrazione 7 - Ventilatore centralizzato di immissione con filtrazione dellaria esterna

Gruppo scambiatore termodinamico con pompa di calore


Il sistema di ventilazione con recupero termodinamico temperazione C ha le medesime caratteristiche della versione per abitazioni individuali; differisce nella grandezza della centrale che diviene autonoma e negli assorbimenti energetici dimensionati per uso appartamento.

19

Sistemi per ristrutturazioni

Conservazione dellimmobile

ventilazione permanente e regolata dellalloggio bonifica da muffe e condense evacuazione degli inquinanti e dellumidit facilit dinstallazione senza interventi murari onerosi

20

Quale prodotto scegliere?


3 4 2 4 1

VMC Autoregolabile Semplice flusso ripartita MULTI: per pi locali adiacenti MONO: per un solo locale Effettuare la scelta a seconda della configurazione dellalloggio.

1 - Ingressi aria 2 - Mono 3 - Multi 4 - Condotti ed accessori

MULTI Sistema MULTI per pi locali adiacenti


funzionamento silenzioso basso consumo possibilit di aspirazione con canalizzazione da pi locali una sola espulsione per pi locali estetica, allinterno dei locali visibile soltanto una griglia

MONO Per singoli vani tecnici


basso livello di pressione acustica basso consumo (circa 6 watt/h) aspirazione a mezzo di canalizzazione esistente ingombro limitato portata di punta possibile a mezzo di interruttore un unico prodotto per 3 livelli di taratura (regolazione in fase di installazione)

Caratteristiche comuni
- Motore a commutazione elettronica con movimento rotatorio su cuscinetto a sfera - Regolazione elettronica della portata (sistema brevettato) - Protezione termica integrata Installazione a muro o soffitto

21

Scegli un impianto di ventilazione Aldes


Scegli un impianto D valore allabitazione di ventilazione Aldes
perch solo con un sistema di ventilazione fai rientrare D allabitazione la valore tua casa nelle classi perch solo con un sistema di energetiche pi elevate, ovvero ventilazione fai rientrare la tua casa nelle classi energetiche pi al top dellefcienza energetica. perch elimina pollini, polveri

elevate, ovvero al top dellefcienza energetica. Migliora la qualit dellaria

Migliora qualit dellaria ed acari.la Inoltre evita lingresso

perch elimina pollini, polveri ed acari. di rumori ed inquinamento, Inoltre evita lingresso di rumori ed mantenendo il tasso di CO2 inquinamento, mantenendo il tasso di CO costante e controllato. 2 costante e controllato.

Risparmia energia Risparmia energia

perch elimina gli sprechi di perch elimina gli sprechi riscaldamento causati dallapertura di riscaldamento causati delle nestre.

dallapertura delle nestre.

Elimina le muffe Elimina le muffe


e umidit interna.

perch mantiene sempre sotto perchtemperatura mantiene sempre controllo e umidit sotto controllo temperatura interna.

Fai salire il valore della tua casa


Non dimenticare, ci sono almeno quattro buone ragioni per scegliere un impianto di ventilazione Aldes: qualit, risparmio, igiene, efficienza. Con Aldes la tua casa acquista valore e la qualit della vita migliora!

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Lemanazione della Direttiva EPBD LA CERTIFICAZIONE e del successivo Dlgs 311/2006 ENERGETICA DEGLI EDIFICI ha lo scopo di ridurre i consumi Lemanazione della Direttiva EPBD di energia e di conseguire gli obiettivi e del successivo Dlgs 311/2006 posti dal protocollo di Kyoto. Comunit Europea ha classicato ha La lo scopo di ridurre i consumi i consumi in una scala di energia e energetici di conseguire gli obiettivi dalla Aprotocollo (efcienza maggiore) posti dal di Kyoto. G (efcienza minore). La alla Comunit Europea ha classicato i consumi energetici in una scala dalla A (efcienza maggiore) alla G (efcienza minore).

Fai salire il valore della tua casa


Ventilazione Aldes: una soluzione unica per una casa di prima classe.

Non dimenticare, ci sono almeno quattro buone ragioni per scegliere un impianto di ventilazione Aldes: qualit, risparmio, 22 igiene, efcienza. Con Aldes la tua casa acquista valore e la

Quanto si risparmia con la ventilazione Aldes


Apertura nestre Ventilazione autoregolabile Aldes
La VMC autoregolabile un sistema di ventilazione continuativa a portata costante. La portata di rinnovo dellaria calcolata secondo le caratteristiche dellalloggio ed in funzione del volume degli ambienti.

Ventilazione igroregolabile Aldes


La VMC igroregolabile un sistema di ventilazione che regola il ricambio dellaria a seconda della presenza di umidit relativa in ambiente. dotata di ingressi daria e di bocchette di estrazione provvisti di rilevatori del tasso di umidit relativa.

Ventilazione con recupero di calore efcacia 90% Dee Fly Aldes


Dee Fly linnovativo sistema di ventilazione a doppio usso con recupero di calore ad alta resa destinato alle abitazioni individuali e collettive.

Aprendo le nestre si disperde allesterno il calore e si abbassa drasticamente la temperatura interna allabitazione, con uno spreco di riscaldamento sicuramente elevato! (Circa per un appartamento medio le dispersioni equivalgono ad una ventilazione di 1vel/h). Inoltre attraverso le nestre aperte entrano nella nostra abitazione molti agenti inquinanti: smog, rumore, polvere, pollini.... Per non parlare del pericolo di intrusione, soprattutto durante le mezze stagioni!

Questa tecnologia permette di controllare i volumi dellaria che vengono completamente ricambiati una volta ogni due ore. In questo modo il ricambio dellaria allinterno dellabitazione controllato tutto lanno, indipendentemente dalle condizioni atmosferiche, in quanto non pi necessario aprire le nestre.

Questi rilevatori, collocati in ogni ambiente, permettono di adattare automaticamente la portata daria immessa ed estratta al tasso di umidit relativa interna. Questa tecnologia ha il vantaggio di ottenere una migliore qualit dellaria ventilando dove e quando occorre, limitando ancor di pi cio, sprechi di energia. Per le sue caratteristiche il sistema igroregolabile il pi utilizzato nelle abitazioni progettate con i nuovi concetti della bioedilizia.

Laria viziata estratta dallappartamento riscaldato, prima di essere espulsa allesterno attraversa uno scambiatore dove cede il suo calore allaria proveniente dallesterno.

Questultima prima di essere immessa nellabitazione, passando nello scambiatore viene ltrata e recupera oltre il 90% del calore dellaria espulsa, preriscaldandosi.

Semplicit e afdabilit in un sistema che si autoregola. Maggiore lumidit, maggiore il ricambio daria

Bocchetta di estrazione autoregolabile Le bocchette di estrazione BAP sono caratterizzate da un dispositivo di regolazione automatica della portata; esse richiedono una manutenzione minima.

Bocchetta di estrazione igroregolabile completa di rilevatore ottico di presenza per locali servizi e bagni ciechi.

Bocchette di immissione orientabili Installazione sia a muro che a softto. Design particolarmente curato e discreto. Elevato comfort termico grazie al getto daria orientabile. Perdite di carico costanti indipendentemente dalla posizione scelta.

Risparmio annuo
(per un appartamento di 100 m2 a Milano)
con utilizzo impianto di ventilazione

250,00
circa

400,00
circa

550,00
circa

23

Assistenza Aldes:
Servizio Tecnico
ALDES mette a disposizione degli studi di progettazione che ne fanno richiesta, la consulenza ed il supporto tecnico per la prima fase progettuale e di preventivazione.

Servizio Assistenza sul cantiere


ALDES in grado di fornire il supporto tecnico-commerciale necessario per verifiche in cantiere degli impianti in fase di realizzazione o ristrutturazione.

Collaudo
ALDES, su richiesta, fornisce il supporto per verificare limpianto fornito: la richiesta di un collaudo prevede il rilascio di un certificato di buon funzionamento: il Documento di Controllo e Collaudo viene rilasciato dai nostri centri di assistenza autorizzati.

Documento di Controllo e Collaudo Pagina delle misure di pressione

www.aldesitalia.it
Aldes S.p.a. - Via Gran Bretagna, 35 - 41100 Modena (MO) Tel. +39 059 315707 - Fax +39 059 313374 - info@aldesitalia.it

VC 562 - Marzo 2008