Sei sulla pagina 1di 3

mercoled 22 gennaio 2014

OBAMA DECRETA LA MORTE DEL MEDITERRANEO CON L'AFFONDAMENTO DELLE ARMI CHIMICHE

Di Gianni Lannes

Finalmente una bella notizia. Le armi chimiche siriane saranno trattate con l'idrolisi e poi affondate tra Malta, Grecia e Italia. Prima per saranno stoccate in Calabria, l'area a maggior rischio sismico e idrogeologico d'Italia che trema uotidianamente sotto i colpi del bombardamento chimico !chemtrails" e delle iniezioni ionosferiche di onde #lf nella parte superficiale della crosta terrestre. $ran uilli% l'approdo dell'arsenale bellico sar& a Gioia $auro, area di pertinenza esclusi'a della '(drangheta, la pi) pericolosa organizzazione criminale italiana al soldo spesso dello *tato tricolore per il la'oro sporco commissionato dai nostrani ser'izi segreti, come ha ri'elato ualche anno fa un generale dei carabinieri !operati'o nel ser'izio di intelligence", durante un'audizione sottoposta o''iamente a segreto di *tato. +un ue, una miriade di ordigni tossici estremamente pericolosi per l'ambiente, minaccia la salute pubblica e l'economia delle nazioni mediterranee. L'arsenale chimico della *iria inizialmente era destinato a essere neutralizzato in ,lbania ma, dopo le forti proteste pubbliche il go'erno di $irana - stato costretto . suo malgrado rinunciando ad un cospicuo gruzzoletto in dollaroni dello zio *am . a declinare l'offerta, e cos/ uesto arsenale proibito dalle con'enzioni internazionali, delle normati'e nazionali nonch0 del buon senso biologico, sar& affondato nella zona di mare ad o'est di Creta, con la conni'enza criminale delle autorit& di Grecia, Italia e Malta. $ra l'altro in #uropa - in 'igore la Con'enzione di ,arhus !ratificata in Italia con legge 123 nel 4221" che sulla carta . se fatta 'alere in punta di diritto . do'rebbe consentire alle

popolazioni interessate di arrestare uesta pericolosa mano'ra degli *tati 5niti d',merica. Il primo allarme - stato lanciato dagli scienziati di +emocritos !Centro (azionale di 6icerca *cientifica" di ,tene e del Politecnico di Creta che parlano di 7completa distruzione dell'ecosistema e del turismo8. *econdo il collaboratore scientifico di +emocritos ed e9 presidente dell'5nione dei Chimici Greci, (i:os ;atsaros, 7se una tale neutralizzazione delle armi chimiche 'err& effettuata tramite il processo di idrolisi, si pu parlare di uno scenario da incubo. *i tratta di un metodo estremamente pericoloso con conseguenze impre'edibili per l'ambiente mediterraneo e i popoli 'icini8. <uesti effetti saranno la necrosi completa dell'ambiente interessato e l'in uinamento finale del Mediterraneo. Il pesce sar& a''elenato dalla contaminazione cos/ come la popolazione che lo consumer&. *olitamente le sostanze chimiche 'engono distrutte mediante combustione in aree specifiche, dotate di opportune infrastrutture presenti in% *tati 5niti, Germania, Francia, 6ussia e Cina. In uesto caso per, trattandosi di un problema politico, nessuno 'uole assumersi la responsabilit&. Cos/ ricorrono al metodo di idrolisi in mare aperto nonostante, per ammissione indiretta dei nordamericani stessi, uesto metodo sia particolarmente pericoloso% infatti, il mare Mediterraneo - stato scelto proprio perch0 chiuso. +i un gra'e rischio parla il professor #'angelos Gidara:os del Politecnico di Creta, che ha lanciato l'allarme alle indifferenti autorit& elleniche% 7<ueste sostanze chimiche sono miscele di sostanze pericolose e tossiche, che non sono in grado di essere inatti'ate in modo da non causare danni agli organismi 'i'enti solo con uesto metodo8. *econdo annunci ufficiali, le armi chimiche, dopo essere trasportate dalla *iria, saranno caricate in Italia nella na'e battente bandiera 5.*.,. Cape 6a= e saranno inabissate tra Malta, Libia e Creta. La procedura per l>occultamento dell'arsenale chimico della *iria do'rebbe durare circa tre mesi. (on 'engono forniti ulteriori dettagli. *econdo il professor Gidara:os 7L'armamento chimico della *iria consiste di due parti. #sistono 1.4?2 tonnellate di armamenti 'principali' come i gas sarin e i gas mostarda ed altre 1.4@2 tonnellate di sostanze precursori che sono utilizzate per la fabbricazione delle armi 'ere e proprie. <ueste sostanze, principalmente composti chimici di cloro e fluoro, sono di per s0 altamente 'elenose e tossiche. # poi esiste una gamma di altre sostanze ac uistate dalla *iria dopo l'embargo per cui sono sia di pro'enienza sia di natura ignota. ,nche prendendo per buone le 1.?22 tonnellate ufficialmente dichiarate, non credo che tutto possa essere concluso in soli tre mesi. Ci 'orr& probabilmente il triplo di uesto tempo, sempre che non succedano degli spiace'oli impre'isti $utta uesta storia ricorda molto un'operazione militare ed ha poco di scientifico8.

Il professor Gidara:os sostiene che l'idrolisi di tutto uesto uantitati'o pericoloso produrr& una terza componente tossica che sar& formata

direttamente nelle ac ue marine. Perch0 l'idrolisi non - un processo sicuro in uanto produce anche degli scarti in forma li uida. Per la cronaca, i sedicenti A,lleatiA al termine della seconda guerra mondiale, in palese 'iolazione della Con'enzione di Gine'ra, hanno affondato nel Mare ,driatico, nelle ac ue territoriali della Puglia, su bassi fondali, e nel golfo di (apoli, nonch0 nei pressi dell'isola di Ischia, migliaia di bombe caricate con aggressi'i chimici !iprite e fosforo". http%BBsulatestagiannilannes.blogspot.itBsearchC DEFME#GIP6I$# 5n decennio fa uno studio dell'Icram !oggi Ispra" ha documentato l'in uinamento dell'ecosistema marino e la penetrazione dei 'eleni nel ciclo biologico. Inoltre, durante la guerra per disintegrare la Hugosla'ia, la (ato . compresa l'Italia che ha partecipato ai bombardamenti con propri 'eli'oli dell',eronautica militare . ha scaricato centinaia di ordigni caricati con uranio impo'erito nell',driatico in 4I aree, dal Golfo di $rieste al Canale di Ftranto. Il Mar ,driatico nonostante le promesse della (ato e del go'erno italiano !parola di Massimo +',lema, all'epoca primo ministro" a guida di centro sinistra, non mai stato bonificato. I popoli del Mediterraneo, in primis uello italiano !se ancora si pu definire tale" hanno il diritto e il do'ere di impedire al go'erno terroristico degli *tati 5niti d',merica di portare a compimento uesto crimine contro l'umanit&, altrimenti sar& la morte certa per il Mare (ostrum. 6iferimenti% Lannes, Gianni, IL GRANDE FRATELLO. STRATEGIE DEL DOMINIO, +raco #dizioni, Modena, 4214 http%BBsulatestagiannilannes.blogspot.itB421@B2IBdiscariche.di.ordigni.usa.nei. mari.html http%BBsulatestagiannilannes.blogspot.itBsearchC D(,JIGJ#L#(I http%BBsulatestagiannilannes.blogspot.itBsearchC DIL,6I,G,LPI

l'intervista in esclusiva concessa da Gianni Lannes al canale televisivo internazionale RussiaToday !tt" ##rt.co$#ne%s#&eatures#italy'nato'to(ic'%aste#

Fonte% sulatestagiannilannes.blogspot.it