Sei sulla pagina 1di 15

ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente

diagnosi differenziale: carcinoma della mammella


sono elementi di sospetto: monolateralit, rapido sviluppo
Primitiva: puberale, in genere regredisce spontaneamente; senile, pu anchessa regredire senza terapia; Secondaria: per forme patologiche o terapie che determinano un aumento di livello degli Estrogeni (per es. cirrosi epatica; farmaci antiipertensivi; ecc.)
www.slidetube.it

tumori benigni della mammella


Tondeggiante, liscio e duro Dolente (ciclo) Scorre sui piani superf. e prof.

fibroadenoma

Sanguinamento da un poro Piccola massa sotto il capezzolo Unico o multiplo

papilloma intraduttale

www.slidetube.it

SCREENING
lesame di una popolazione asintomatica per selezionare i casi con alta probabilit di avere la malattia in oggetto
Morrison 1985

mammografia nelle donne in et a rischio se positiva per lesione, approfondimento con biopsia
www.slidetube.it

tumori maligni della mammella


LESIONI NON PALPABILI Neoplasie molto iniziali Identificate dallo screening Visita clinica negativa NODULI PALPABILI Lesioni non sempre iniziali Identificate con autoesame o visita Biopsia di conferma
www.slidetube.it

mammografia
Radiografia della mammella senza mezzo di contrasto che somministra bassissime dosi di radiazioni
un esame con la massima sensibilit e specificit Mette in evidenza opacit nodulari, distorsioni parenchimali, microcalcificazioni

La mammografia lesame pi affidabile per lesioni inferiori ai 2 cm

(per questo pu essere utilizzata come esame di screening)

La sua capacit diagnostica si riduce se la componente adiposa poco rappresentata; in questi casi indispensabile lintegrazione con lesame clinico e con lecografia.
www.slidetube.it

www.slidetube.it

AGOASPIRATO (FNAB) TRU-CUT

Ambulatoriale Diagnosi di 2 livello

(rari falsi positivi, pi frequenti falsi negativi o prelievi inadeguati o non diagnostici)

Ambulatoriale Diagnosi di 2 livello, istologica

(qualche falso positivo e spesso preparati non diagnostici)

ABBI

Ambulatoriale apparecchiatura costosa e specifica Diagnosi istologica di 2 livello; invasivo Ambulatoriale, poco costoso Diagnosi istologica di 2 livello

MAMMOTOME

attualmente il miglior metodo per prelevare una quantit di materiale idonea per la diagnosi morfologica e biologica da un insignificante accesso cutaneo

T 0 Non evidenza di tumore T is Tumore in situ T1 a Tumore < 5 mm T1 b Tumore di 5 10 mm T1 c Tumore di 10 15 mm T 2 Tumore di 2 5 cm T 3 Tumore di oltre 5 cm T 4 Tumore esteso tra cute e parete toracica
N N N N N x 0 1 2 3 Metastasi linfonodali non valutabili Nessun linfonodo patologico Linfonodi metastatici, mobili sui piani circostanti, omolaterali Linfonodi metastatici, non mobili, fusi tra di loro, omolaterali Linfonodi sovraclaveari metastatici

M 0 Non si rilevano metastasi in altri organi M 1 Sono presenti metastasi in organi a distanza

www.slidetube.it

stazioni linfonodali ascellari Livelli I-II-III

vena ascellare m. piccolo pettorale m. dorsale


www.slidetube.it

linfonodo sentinella

www.slidetube.it

Stadio 0 : T is N 0 M 0 Stadio I : T 1 N 0 M 0 Stadio II A:T 0 T 1 T 2 N 1 N 1 N 0 M 0 M 0 M 0 n1 N 0 N 2 N 1

sopravvivenza a 10 anni

circa 75% circa 50%


M 0 M 0 M 0 M 0

Stadio II B : T 2 T 3 Stadio III A:T 0/1/2/3 T 3

circa 25%

Stadio III B:T4 N 0/1/2/3 M 0 circa 1% T0/1/2/3/4 N 3 M 0 Stadio IV : T 0/1/2/3/4 N 0/1/2/3 M1

mastectomia
dalla stessa incisione si esegue la linfoadenectomia

mastectomia semplice

pu essere posizionato un drenaggio in aspirazione


www.slidetube.it

mastectomia
carcinoma infiltrante (T>3 cm o plurifocale, N0-2, M0) con nodulo palpabile

quadrantectomia
carcinoma mammario(T<3 cm, compreso le plurifocalit nel quadrante, N 0-1, M0)

mastectomia semplice
terapia palliativa in casi con neoplasie avanzate, ulcerate; pazienti con metastasi a distanza e/o che non sono candidate a trattamento radio o chemioterapico
www.slidetube.it

NURSING PERIOPERATORIO

Si tratta di interventi demolitivi a volte con fase ricostruttiva Non sono interessati apparato respiratorio, digerente, urinario
Lanestesia generale non indispensabile Molti interventi eseguiti in anestesia locale/locoregionale SUPPORTO EMPATICO PREVENZIONE RISCHI/COMPLICANZE SORVEGLIANZA POSTOPERATORIA GENERICA DIMISSIONE PRECOCE

www.slidetube.it

chirurgia plastica ricostruttiva dopo demolizione mammaria

protesi in sede (sotto il grande pettorale)

www.slidetube.it

Deficit neurologico da stiramento del plesso brachiale

rischio di lesione correlato a compromissione sensitiva dellarto superiore interessato

www.slidetube.it

Linfedema dellarto superiore omolaterale


rischio di lesione correlato a compromissione linfatica dellarto superiore operato.

Deficit motorio della spalla per lesione nervosa intraoperatoria


rischio di compromissione della mobilit correlato a lesione nervosa intraoperatoria e/o dolore.
www.slidetube.it

Potrebbero piacerti anche