Sei sulla pagina 1di 23

Le Vite Di Sofi

1680 13 agosto Notte fonda , calda , ma con una brezza leggera...in netto contrasto con i pensieri di Sofi che scendendo le scale quella notte pensava che la morte sarebbe stata la sua unica salvezza. Scese piano le scale al buio perch se avesse acceso una candela qualcuno si sarebbe accorto di lei .. un brivido le percorse la schiena era l! davanti a quel portone un po" titubante ma decise di entrare subito, qualcuno avrebbe potuto vederla. #ppena entr$ vide la sua figura di spalle le vennero le lacrime agli occhi .. %ui si gir$ di colpo sentendola entrare le corse incontro e l"abbracci$ & Sono qui da 10 minuti ma senza di te Sofi gli attimi erano eterni'( le scivol$ una lacrima sul viso, intorno tutto era buio a Sofi in quel momento sembr$ che lui trasmettesse luce.. i suoi occhi brillavano pi) forte che mai di quel verde intenso che l"aveva incanta al primo sguardo. *ictor si accorse che Sofi aveva il viso inondato dalle lacrime ..(cos"hai +perch Sofi,(. di colpo gli fu tutto chiaro e si irrigid! ,lei sentiva il suo corpo forte di una freddezza unica ,era come fosse fatto di marmo.( -ggi hanno ritenuto conveniente informarmi che tra un mese il .uca ha deciso di prendere moglie e la prescelta / damigella Sofi( detto ci$ scoppio in un pianto ininterrotto, 0 e tu+ 1u che fai resti l! muto+.. io ti amo *ictor non posso non voglio sposare quell"uomo'' 0*ictor le prese il viso tra le mani e con tutta l"intensit2 che un uomo pu$ avere 0 Sofi io vivo di te dei tuoi sorrisi dei tuoi sguardi del profumo della tua pelle ma non posso impedire questo, lui / il duca e io+0 si allontan$ da lei apr! le braccia e le disse 03uardami Sofi sono questo ,cosa posso offrirti io+0 lei lo osservava ..*ictor aveva addosso dei pantaloni consumati e la camicia non era da meno.. ma i suoi occhi verdi i capelli neri come l"ebano il viso statuario facevano sembrare un vero principe ma lui era purtroppo solo il cocchiere di corte. .Sofi lo aveva notato subito e nelle passeggiate o nelle commissioni non poteva fare a meno di osservarlo ..lui faceva lo stesso e alla fine si erano fatti travolgere da quella passione sporca e perversa ,come la vedevano gli altri.. ma forte e pura come la sentivano loro nei loro cuori. Sofi invece era figlia del conte #lessandro dividevano il castello con il duca 4arco il quale aveva un figlio %ucas che da sempre provava da sempre dei sentimenti nei confronti di Sofi. 5ra anche un bell"uomo con Sofi avevano la stessa et2 giocavano insieme da bambini ma il cuore di Sofi apparteneva a *ictor. Sofi continuava ad osservarlo in realt2 neanche lei aveva parole la verit2 era quella.. il loro amore era assurdo e impossibile.. Sofi d"un tratto gli corse incontro lo abbraccio forte che quasi gli tolse il respiro e senza smettere di piangere gli sussurr$ &addio'( scapp$ via nel buio

6 6000 07inalmente ho finito di studiare, che palle, sempre le solite cose, poi scendi al lavoro come se studiare non ti impegnasse gi2 tanto ma perch non sono nata ricca+ 4annaggia le mie amiche si dedicano dopo lo studio allo shopping alla manicure e io+ #ltro che manicure'0 Sofi si guard$ le mani bianche un po" screpolate & beh fa niente basta andare avanti 8uesto era uno dei pensieri giornalieri si Sofi. &Sofi, dai dobbiamo scendere a lavoro sei pronta+( &si si arrivo mamma & la mamma si era gi2 avviata e Sofi scese da sola. 8uel giorno scendendo Sofi prov$ un brivido che subito ricord$ di aver provato da bambina.. (stronzate( pens$ & sto diventando un po" superstiziosa devo smetterla di guardare film strani in tv'( 8uel giorno particolarmente Sofi non aveva voglia di lavorare anche perch per una studentessa di 66 anni lavare i piatti non era proprio il massimo &/ stranamente quel giorno Sofi guardava le mura del palazzo incantata e le immaginava come erano un tempo. Sono passati tanti anni sono cambiate tante cose ma in fondo le cose cambiano solo all"apparenza, dentro rimane tutto uguale... 9n quella frase era il destino di Sofi, ma lei non poteva sapere,0 Sofi dai oggi sei fiacca proprio oggi che arrivano i nuovi proprietari dobbiamo far vedere che siamo bravi e le cose vanno al meglio su su ''0 uff chi se ne frega dei nuovi proprietari nuovi

vecchi che importanza ha il nostro ruolo rimane sempre lo stesso''0 era cos! nervosa poi si avvicinavano gli esami e questo la innervosiva sempre di pi), usci fuori a prendere un po" d"aria una donna di lontano la fissava era su una mezza et2 a Sofi sembr$ di non averla mai vista in giro eppure era familiare, la donna le si avvicin$ fino a guardarla negli occhi, / impressionante come somigli a quella maledetta donna / vero che sei sua discendente ma la somiglianza fa venire i brividi non che io la conoscessi certo non sono cos! vecchia ma dalle foto sei uguale..0ma di chi parli+0 interruppe sofi, 0 .i Sofi la bellissima e dannata Sofi( non diede a Sofi il tempo si controbattere che si allontano e spar! tra i clienti che nel frattempo iniziavano ad entrare. Sofi torn$ dentro piena di pensieri chi era quella donna+ Sofi+ 5sisteva un :altra Sofi+ 4entre pensava tutto questo alle sue spalle sent! la voce di 9van &lei / mia cugina Sofi, / un po" distratta ma / una cara ragazza ..( Sofi si gir$ di sbotto un po" offesa con l"intento di assalire 9van quando vide una mano allungarsi verso di lei due occhi verdi come il mare 09o sono *ictor il nuovo proprietario' 0riusc! a mala pena a dire &Sofi( un brivido quello stesso brivido si fece pi) forte che mai, tutto dur$ solo pochi istanti ma agli occhi di Sofi sembrava tutto rallentato lui si gir$ a conoscere altre persone ma con lo sguardo continuava a cercarla. 8uel giorno fin! in fretta visto che era piena di pensieri e quando la sera si mise a letto non riusciva a dormire niente sembrava avere un senso eppure qualcosa stava cambiando.. Nei giorni a venire Sofi si inform$ come poteva sulla storia del castello ma non ebbe chiss2 quali risultati sapeva solo che aveva abitato l! da sempre che un suo trisavolo abitava l! ma la sua storia nessuno sembrava conoscerla o perlomeno non sembrava avere niente di strano o inquietante..0Sofi che hai perch sei cos! triste tesoro mio+0Sofi alz$ lo sguardo dalla tazza di latte che si accorse di stare solo fissando 0 ;hi era Sofi+<0 la madre la guard$ un po" perplessa <=erch questa domanda + 9n realt2 non so, da generazioni va avanti questo nome ma chi / stata la prima a portarlo io, davvero non lo so .Sofi ma non / un dramma anche il mio non so da dove discende ma non divento triste per questo.. piuttosto hai visto che bello il nuovo proprietario, e giovane poi, non me lo aspettavo '<0 Sofi arrossi violentemente presa dai pensieri di quella donna, della somiglianza, non aveva pi) pensato al nuovo proprietario ma il pensiero di lui la fece arrossire perch + 8uel giorno cerc$ in tutti i modi di concentrarsi ma la fisica sembrava particolarmente difficile il pensiero di Sofi era> &Sofi( e poi il nuovo proprietario che a parte la bellezza non si sapeva niente e lei era curiosa di scoprire qualcosa in pi). Si prepar$ con maggiore cura non che non lo facesse sempre ma quel giorno particolarmente prepar$ con pi) cura voleva apparire bella chiss2 perch/+. #ppena scese fu la prima persona che incontr$ &;iao Sofi(. 5ra davanti a lei bello come un .io &?uongiorno( mormor$ arrossendo. =ens$ che doveva essere molto intelligente per ricordarsi gi2 i nomi di tutti, ma constat$ poco dopo che in realt2 ricordava solo il suo e questo la rienp! di piacere fu felice per tutta la serata e per un po" non pens$ pi) a Sofi. %a mattina dopo si sveglio gia stanca come al solito ma stranamente felice. 0Sofi Sofi , scendi dai''0Sof! sembr$ stralunata era davvero la voce di #nna+ Si affacci$ alla finestra vide #nna e corse gi)'' #ppena scese abbraccio cos! forte la cugina che le fece male, #nna era una bella ragazzina pi) piccola di Sofi di qualche anno ma la loro complicit2 era stupefacente' 0 Sei qui #nna per quanto resterai+0 0@o deciso di restare per un po" qui da voi le cose su non vanno granch/ e avevo bisogno di distrarmi un po"0 0 5 io sono felice, felice felice''0 e rideva forte alle loro spalle una voce interruppe le risate & ?uonasera signorine( Sofi si gir$ ancora sorridendo e quel sorriso quel giorno rimase a lungo nella mente di *ictor..0*9;1-A buonasera'' %e presento mia cugina #nna.'0 #nna diede la mano a *ictor molto imbarazzata mentre Sofi presa dall"entusiasmo continuava a sorridere.. poi salirono Sofi doveva prepararsi per il lavoro, 0 Sofi ma / bellissimo ma chi / quel ragazzo+0 Sofi rise di gusto >0sapevo che lo dicevi, / il nuovo proprietario ma non so pi) di questo neanche quanti anni ha sembrerebbe una ventina ma non so / molto giovane so che ancora studia ma non so cosa e che..0 0che+0 Si guardarono complici, 0Non so di pi) #nna, giuro' 4io .io / tardissimo ora devo andare #nna domani avremo piu tempo per noi0 #bbraccio la cugina e scese. %a stessa noia gli stessi piatti da lavare le stesse donne ben vestite che un po" facevano invidia a Sofi, si sentiva particolarmente nervosa quella sera ,stanca.. 0Sofi ti prego nel sottoscala ci sono altri

pacchi, ti dispiace+00Si e non solo sono stanca di fare sempre questi lavori pesanti mentre le altre fanno le signorine uffa'0 9van si gir$ e vide *ictor che osservava la scena la mamma che era anch"essa presente un po" sconvolta e imbarazzata disse 0 ;ome ti permetti Sofi lo sai che non devi rispondere per ora / questo il tuo lavoro e devi rispettarlo'0 0 Si come lo rispettano gli altri' Solo davanti a *ictor, poi ognuno fa come vuole, come vede *ictor io sono cos! che lei ci fosse o no0 la madre arross! ma *ictor non rispose, Sofi usci nel sottoscala e quando si gir$ *ictor era l! davanti a lei, la fissava certo era che trovarselo l! a pochi passi era abbastanza emozionante &posso aiutarti+( e si avvicin$ a lei 0Non era questo che intendevo prima anzi chiedo scusa oggi sono particolarmente nervosa, per$ quello che ho detto lo penso .avvero ma non era riferito a lei ma a tutti gli altri presenti0 <%ei+ Non credevo di essere cos! vecchio dammi del tu '< e intanto era ad un passo da lei fece un tentativo di toglierle il pacco ma Sofi lo rimprover$ <Non devi ,davvero'< non era pi) neanche a un passo si accorse di avere gli occhi nei suoi e le labbra quasi si toccavano il cuore le arriv$ in gola arross! violentemente aveva voglia di toccarle quelle labbra belle e dolci. Non aveva mai provato quella sensazione era come se fosse irresistibile o fosse ovvio sfiorarsi come se gli appartenesse...,si ritir$ di sbotto e scapp$ dentro, andando si gir$ il cuore le batteva ancora forte, si gir$ come attratta da qualcosa lui era l! immobile e ancora la guardava... <Non ti preoccupare Sofi capita anche a me <;Bera ambiguit2 nella frase non era riferita solo al suo comportamento, Sofi non aveva forza di rispondere gli fece un sorriso appena accennato. %a serata pass$ in uno stato quasi di trance e finalmente fu in camera sua. Si avvicinava l"estate l"aria iniziava ad essere calda ma piacevole Sofi non sopportava il caldo quello torrido ma bella stagione anche se dura poco piace a tutti' 5ra davvero una bella serata Sofi nonostante la stanchezza non aveva voglia di dormire si affacci$ alla finestra gli unici momenti in cui si sentiva davvero una principessa' %e piaceva sognare ad occhi aperti chiuse gli occhi e il primo ricordo fu *ictor i suoi occhi le sue labbra cos! vicine,fece un cenno con la testa per allontanare quel pensiero &*ictor non / per me troppo bello troppo ricco troppo tutto ma soprattutto.. troppo fidanzato'( 5h si' Si era scoperto anche questo *ictor stava da un po" con una bella ragazza del suo paese un giorno si era presentata l! bella come una dea e presuntuosa come solo le ragazze di classe e di buona famiglia sanno essere, da quel giorno Sofi decise di non pensare mai pi) a *ictor come possibile amore anche se questo era in disaccordo con il suo cuore. 9 pensieri di Sofi viaggiavano come la luce ,da *ictor fin! a pensare a Sofi' 4a chi era <Sofi< =erch continuava a pensarci e soprattutto perch sentiva quellB alone di mistero intorno a certi posti e a certe stanze del palazzo+ perch solo in quei posti+ Si addorment$ convinta di essere un po troppo superstiziosa e che quella signora quella sera doveva essere ubriaca & ma si, era solo una pazza ubriaca '( e cos! pensando si addorment$' Non era tranquilla fece un brutto sogno quella notte vedeva tutte le stanze del palazzo erano pi) belle piene di cose belle ma c"era gente strana ,qualcuno urlava un confusione sembrava tutto di corsa, si svegli$ pi) stanca di come era andata a dormire' &Stasera lavori Sofi+( le chiese #nna &si perch +( #nna sorrideva maliziosa, &ho notato qualcosa di strano mia piccola #nna,che cos"/ queste storia se non sono indiscreta+( #nna era maliziosa e allo stesso tempo divertita &sei indiscreta Sofi..troppo indiscreta( & dai non giocare con me lo sai che i giochini non mi piacciono che c"/ tra te e 9van+( #nna sorrise pi) forte &dai lo hai capito' ( &si si ho capito ma voglio i particolari 'domani ci vediamo ,ho intenzione di salire in soffitta a mettere un po" d"ordine.. domani mi racconterai di &9van'( &ordine++ 4a lass) non c"/ niente'( &niente per chi non sa vedere col cuore.. anche le pietre hanno la loro storia da raccontare. (;orse via attravers$ il palazzo nella speranza che nessuno la notasse sal! le scale dell"ala nord ovest si ricord$ d"improvviso che l! abitava una vecchia signora che era morta un anno prima le venne un senso di paura che viene sempre nei posti che sappiamo con certezza esserci morto qualcuno, ma prosegu! sal! tutte le scale e si ritrov$ vicino alla scaletta della soffitta era un po" in preda al panico in verit2 ma doveva salire lo sentiva nel cuore.. sal! le scalette scricchiolanti eee, si ritrov$ su davanti a lei il mondo dalle finestrelle intorno i paesaggi sembravano quadri ognuno diverso Sofi era incantata tutto era spettacolare, tutto era meraviglioso era il suo paese ma da lass) quel piccolo paese sembrava l"ottava meraviglia del mondo' 9l vento le accarezzava i capelli sarebbe restata l! in eterno

ma era quasi ora di andare a lavoro, ma c"era ancora tempo per un giro veloce' Sofi ebbe un brivido ,non era paura per$ somigliava pi) ad una passione.. Si gir$ sotto la finestra c"era una scatola strana piena di polvere Sofi si avvicin$ apr! la scatola dentro c"erano dai fogli vecchi ingialliti li avrebbe lasciati l!, come evidentemente avevano fatto prima di lei chiss2 quante persone, se non fosse stato per quel nome &Sofi(. da qualche parte la mamma la chiamava aveva perso il senso della realt2 non capiva da dove ma ritorn$ in se era veramente tardissimo riprese quella vecchia scatola e scapp$ via.

3 4entre si preparava Sofi quella sera era agitata fece tutto in fretta aveva in testa solo quella vecchia scatola sarebbe stata a casa se avesse potuto ma non poteva, doveva lavorare. (Sofi ma dov"eri+( 7u come se quella voce le avesse dato il colpo di grazia e trov$ conforto nell"abbraccio di #nna> & #nna sapessi, ho trovato qualcosa lass) in soffitta c"/ quel nome Sofi.. vorrei saperne di pi) ma devo andare al lavoro vorrei fosse gi2 domani'( #nna sorrise non capiva gran che ma sapeva che per Sofi quest"altra Sofi era importante. &Sofi devo parlarti di 9van'( &ah si scusami ormai sembro egoista, ma che succede tra di voi+ Non eri tu quella che diceva che non lo sopportava perch era troppo presuntuoso anzi una volta hai detto che era pure brutto'( &no non / vero non l"ho mai detto che era brutto un po" presuntuoso.. mmm forse0 sorrise imbarazzata, ora per$ non lo so cosa /

successo lui mi manca se non c"/ ho bisogno di sentirlo di parlare con lui di stargli vicino.. insomma io ho ...paura di amarlo'( &e lui che prova per te+( &non lo so, per quello ti ho chiesto pensavo che a te lo avesse detto'( &# me++ .ai, 9van non me lo direbbe maiC siamo cugini ma per lui sono come una sorella lo sai siamo cresciuti insieme ma le storie d"amore non sono nostro argomento di discussione ..per$ lo conosco posso capire da come si comporta se / innamorato o no, una volta si prese una cotta per una ragazza e da allora riesco a capire dai suoi occhi quando / innamorato, prometto che lo terr$ d"occhio'' ( #nna abbracci$ la cugina &scusami tesoro / tardissimo devo andare a dopo o a domani'( 4entre scendeva Sofi quella sera sorrideva era felice pensava a questa nuova storia d"amore tra 9van e #nna, strana storia tutti e due suoi cugini uno da parte di madre #nna e uno da parte di parte di padre ,9van strana storia ma forse era la conferma che la storia dei suoi era un grande amore.. il grande amore 'che palla gigantesca &non ci credo a queste stupidaggini ne ho incontrato di cretini ma sti uomini che fanno follie che ti amano sopra ogni cosa che andrebbero ovunque e farebbero qualsiasi cosa neanche l"ombra' no' Non esiste o se esiste io non sono destinata a viverlo'( appena gi) alla scala c"era *ictor che la guardava di lontano mentre usciva dal cancello, a Sofi fece piacere quello sguardo.. per$ tornando ai suoi pensieri aggiunse & eccone un altro che ti guarda ed / pure fidanzato magari ti chieder2 pure di andare a letto ma di amore+" no di quello neanche l"ombra'( & Sof!' 1i aspettavo, buonasera dobbiamo andare insieme a prendere le nuove stoviglie mi aiuterai a sceglierle+( e gli fece uno dei suoi sorrisi belli e luminosi a Sofi si apri il cuore ma il pensiero di andare sola con lui la metteva un po" in agitazione. Sorrise a sua volta e sal! sul furgone anche lui sal!, la guard$ un attimo erano molto vicini tanto che Sofi sentiva il suo profumo, sapeva di pulito e di qualcosa che le ricordava passione... arrossi a quel pensiero e *ictor doveva essersene accorto visto che sorrideva divertito, non parlarono molto eppure si sentiva una complicit2 rara se non unica Sofi non si era mai sentita cos! ' #d un certo punto per strada *ictor le disse>( 1ua mamma mi ha detto che studi che cosa studi+( &=sicologia ma non so se resisto & disse ironica Sofi..< #doro la psicologia e lo disse seria ma non ho molto tempo come vedi e ho paura di non riuscire a superare gli esami( *ictor la guard$ vide che era un po" triste e quegli occhi tristi gli entrarono nell"anima' %a domanda gli usc! cos! a razzo che appena uscita dalla sua bocca si era gi2 pentito di averlo detto & Sei fidanzata Sofi+( Sofi si gir$ di scatto sorpresa da quella domanda cos! diretta e sorpresa ancora di pi) di sentire quel brivido che aveva sentito gi) alle scale.. *ictor dopo la domanda a bruciapelo era tutto rosso in viso & no no.. non mi va pi) di innamorarmi si sta troppo male, con le amiche e la famiglia si sta bene'( & devi essere stata delusa tante volte Sofi' 4a l"amore non bisogna mai smettere di cercarlo parli della famiglia ma la tua famiglia / partita da due persone che si sono amate( & ;i ho pensato ma sembra che anche nei grandi amori passati c"erano dei problemi...boh.. 1u piuttosto sei cos! giovane come mai hai deciso di venire qui da 7irenze+( & Si si siamo di 7irenze ma io sono un appassionato dell"antichit2 soprattutto per quello che riguarda la mia famiglia. .e scavando ha fondo sono venuto a conoscenza che un mio avo abitava proprio qui( &qui a Napoli+( & si precisamente nel castello del ristorante, ne sai qualcosa tu+( &strano anche io cerco notizie relative ad una donna credo che sia una mia parente mi hanno detto chiamarsi Sofi ma non ne sono sicura.. ma anche la tua ragazza / di 7irenze+( & Aagazza+( &scusa non sono fatti miei ma credo che Sara sia tua ragazza no+( &Sara +ah si in effetti mi sta sempre appiccicata addosso ma non / la mia ragazza, sua madre De anche la miaE sarebbero molto felici se mi mettessi con lei ma io le voglio bene per$..( &scusami non volevo entrare nella tua privacF, mi era sembrato che stavate insieme tutto qui'( il discorso si chiuse l! ma *ictor e Sofi pensavano la stessa cosa, come mai tutti e due cercavano cos! ardentemente il passato+ Scesero dal furgone &@eF *ictor come te la passi+( un ragazzo alto di bella presenza ma un po" rozzo veniva incontro a loro e subito pos$ gli occhi su Sofi. Sofi si era sempre chiesta questa cosa, non era bella eppure attirava gli uomini anche quando non voleva, quelli sbagliati ovviamente' *ictor la present$ Sofi non aveva capito bene il nome di quell"uomo ma non la interessava molto scelsero insieme le stoviglie era tutto cos! strano non c"era imbarazzo tra di loro erano molto complici scelsero tutto come fossero una giovane coppia tanto che l"amico di *ictor pens$ fossero fidanzati, Sofi arross!

fino a i capelli'' 1ornando a casa *ictor si fermo lungo la strada presso un caff/ entrarono presero un caff/ e si sedettero ad un tavolo Sofi era tranquilla *ictor non le toglieva gli occhi di dosso ad un tratto lo sent! dire & Sei bellissima Sofi( lei lo guard$ stupita & ;osa+( lui era imbarazzato eppure continu$, dal primo momento che ti ho vista mi / sembrato di conoscerti da sempre addirittura mi si / chiarito il vero motivo per il quale sono qui, forse non / per il mio avo dovevo incontrare te'( Sofi era stupita non riusciva a rispondere era terrorizzata da quello che poteva accadere ma allo stesso tempo forse non voleva altro.. possibile + #veva sempre immaginato accanto a se l"uomo maturo e ora guardava *ictor aveva 60 anni ..bello gi2 cos! maturo cos! fiero e poi cos! .. era sempre una scoperta' *ictor aspettava una risposta da lei ma Sofi prefer! non rispondere in quel momento sembr$ giusto non dare ne speranze ne crearsi false illusioni' Gscirono da li tornati al locale lui l"aiut$ a portare le stoviglie in cucina stranamente quella sera al locale non c"era nessuno e in cucina c"era solo lei *ictor quando ebbe finito di portare le stoviglie chiuse la porta dietro di se e con lo stesso gesto attir$ a se Sofi .. la guard$ negli occhi senza parlare si avvicin$ alle sue labbra gli tremavano le mani ma le fece scivolare lungo il suo corpo. Sofi per la prima volta sentiva il cuore in gola batteva forte tanto che riusciva a sentirlo> era strano lo aveva sentito dire, ma aveva sempre pensato che fosse solo un modo dire, ora in quel bacio la conferma che davvero l"amore ha un suono e risponde a battiti di cuore,&*ictor, *ictor( la voce di 9van allarmata da fuori immediatamente *ictor si allontan$ da lei e corse a vedere. 4 8uello che trovarono di l2 era davvero sconvolgente 5ster era a terra pallida le labbra viola, morta'' 9n quegli attimi era tutto cos! confuso le urla i pianti come era potuto accadere+ %a polizia .io a Sofi sembrava di sognare non stava accadendo davvero, era uno scherzo+ No non lo eraC la morte si presentava l! davanti a lei sfacciata senza pudori come solo lei pu$ essere. Sofi non resisteva pi) scapp$ via di corsa, Sal! su in camera sua strano in quegli attimi gli sembrava tutto normale ma a pensarci ora gli occhi di quella donna.. mio .io le veniva da vomitare stava male ,si mise a letto, / strano ma c"/ un momento nella sofferenza pi) atroce e nel dolore pi) grande dove si riesce ad assaporare quasi la pace l"estasi.. finalmente riusc! ad addormentarsi.. 9l giorno dopo ci furono i funerali, non volevano far trapelare la notizia ma come sempre in questi casi di suicidio lo sanno subito tutti' Sofi non scese dalla sua camera rimase l! a pensare aveva ancora davanti agli occhi il volto stravolto di quella donna seduta sulla finestra non sapeva che fare e vide la scatola.. l"apr! ormai non aveva pi) importanza neanche quella eppure l"apr! c"era una lettera sopra era indirizzata Sofi de ?ourg come era possibile+ .ata 1681 impossibile pens$' ;"era scritto quanto segue #mata Sofi 4i / giunta notizia che sei in attesa di un bimbo del duca spero tu stia bene e sia felice te lo auguro di cuore ..anche io ho deciso di sposarmi ho conosciuto una ragazza qui molto carina gentile / una bella persona.. io non la amo Sofi ..non potr$ mai amare un :altra donna ma devo creare una famiglia mia questa condizione mi sta stretta voglio dei figli miei ,credimi non / una minaccia ne lo dico per farti del male ,/ solo che preferivo fartelo sapere io prima che te lo dicessero altri non voglio aggiungere altro, ti amo Sofi rimarrai nella mia mente sempre e ma devo dirti addio. =er sempre tuo *ictor Sofi era sbalordita la duchessa aveva un amante+ .i nome *ictor+ .io che coincidenza le venne da ridere eppure che strano' Sofi scav$ ancora nella scatola una foto era una donna bellissima ma le ricordava vagamente... lei,si ricord$ cos! le parole di quella donna( sei identica a lei( & ahhhhhhhh

basta sof! questa storia / strana e complicata devo staccare un po" prendere #nna e andare un po" fuori con lei, devo dimenticare tutto, si, far$ cos! parler$ con *ictor e mi far$ dare almeno un mese di ferie anche se dovr$ ritornare ad agosto, per$ ora ho bisogno di staccare stare lontana da qui''( Si prepar$ con cura e scese appena entr$ nell"ufficio di *ictor se lo ritrov$ davanti bello come sempre ma quella volta le manc$ il respiro l"ultima volta che erano stati soli,(*ictor devo parlarti,ho bisogno di andare via per un po" ho bisogno riflettere e di cambiare un po" zona prometto per$ che ritorner$ per agosto..( avrebbe voluto aggiungere voglio stare lontano da te ma poi pens$ che non era il caso.. incontr$ lo sguardo di *ictor era severo non lo aveva mai visto cos!.. le gir$ le spalle prese foglio e lo consegn$ a Sofi, questa davvero non se lo aspettava, era una lettera c"era scritto %# %5335N.# S9 / #**5A#1# 4#%5.511# Sofi ... &Non ha senso'( &lo hanno trovato vicino a quella donna mi chiedo chi le ha detto di te, per$ ora la tua partenza conoscevi quella donna+( & No solo quella sera lei mi disse che ero identica a Sofi ..ma non voglio parlare di lei quella donna aveva qualcosa di macabro, io parto *ictor se vuoi licenziami pure ho bisogno di una pausa'( Sofi si alz$ e stava per uscire, ma sent! che lui si era alzato si volt$ e lui le prese la mano la strinse a se e le disse sottovoce vicino al suo viso &io ti aspetter$'( Sofi ebbe ancora un brivido e scapp$ via. 8uesta strana partenza dovuta a situazioni strane la mise per$ di buon umore e #nna era felicissima visto che 9van partiva con loro e lei aveva tanto da raccontare..

H 1utto era pronto per il viaggio anche Sofi non vedeva l"ora era sempre stata affascinata dal treno poi <Aoma''< %a capitale ' 9 musei il ;olosseo i campi flegrei fontana di 1revi era elettrizzata solo all"idea' &Sofi guarda l! che bel paesaggio'( Sofi sorrise guardava questi due ragazzi che sorridevano con gli occhi lucidi scoppi$ una sonora risata &che hai( le chiese #nna &nulla sono felice( Sofi pensava che era estremamente buffo come l"amore un sentimento cos! bello e profondo instupidisce e rende ridicoli uomini e donne, ma subito ritorn$ seria vide con gli occhi della mente lei e *ictor al tavolino del bar & anche io sembravo cos! ridicola+( si rivide l! & Si dovevo essere

davvero ridicola, ma ritornerei a quel momento e alla stupidit2'( 9van e #nna si allontanarono eppure erano cos! belli insieme Sofi pens$ che erano perfetti poi un pensiero brutto quanto durer2+ 5ppure quella luce negli occhi di 9van non l"aveva mai vista e anche quando Dcome diceva lui E era innamorato. Aimasta sola Sofi tir$ fuori di nuovo la scatola ormai era come droga non poteva stare lontana da quella maledetta scatola, rivide il volto di *ictor ..il cuore batt/ forte come se fosse l!.. chissa se lo faceva anche a lui &aahhhhh ma che penso lui si / divertito come fanno tutti ora / finita( ma le ritorn$ in mente & io ti aspetter$( &basta pensare a lui meglio chiarire questa storia ( e tir$ fuori a caso un :altra lettera> #mato *ictor Sono passati 6 mesi da quando sei partito, io all"apparenza sto bene %G9 non mi fa mancare niente si prende cura di me mi tratta da vera regina io sorrido sempre, forse troppo, ma dentro in fondo al cuore sto davvero male fingere di amarlo per me / un sacrificio troppo grande non pensavo che lo avresti permesso, e per questo ti odio di un odio cos! forte che oserei chiamarlo amore, ma tu l! che fai ,mi pensi mai+ 9o ti ho sempre davanti agli occhi sento i tuoi occhi nei miei e sento le tue mani nelle sue.. le tue mani.. che voglia di sfiorarle le tue dolci mani *ictor.. ma ritornerai mai+ =er sempre tua Sofi Sofi fin! di leggere quella lettera con le lacrime agli occhi la sentiva profondamente sua, ora per$ era tutto pi) chiaro *ictor e Sofi erano amanti, forse aveva sbagliato a partire la chiave di tutto stava l! nel palazzo e forse *ictor per questo era tornato.. *ictor' 9l pensiero di lui la fece arrossire cos! giovane ma allo stesso tempo cos! sensuale e vigoroso forse tutto questo era un segno o erano solo coincidenze+ &Sofi siamo quasi arrivati, tutto bene+( & si si heF ma voi due dov"eravate+( #nna arross! violentemente Sofi sorrise erano davvero una bella coppia e per #nna quella sarebbe stata una magica estate. 9ntanto *ictor era comunque inquieto gli affari non andavano un granch/ visto l"accaduto per fortuna del locale iniziava a girare la voce di una vecchia maledizione quindi venivano parecchi curiosi ma per lui non era bello visto che ne era protagonista ma come c"era finito in quell"incubo+ 5 da dove era uscita questa Sofi+ Si guard$ intorno c"erano belle ragazze provocanti sensuali e davanti a lui apparivano gli occhi dolci di sofi, si stava innamorando+ ;hiss2 se questo era amore per$ lui non poteva fare a meno di pensare a lei, guard$ il telefono avrebbe dovuto chiamarla anche solo per sapere come stava prese il cell dal tavolo guard$ il numero e richiuse.. anche questo non era normale non da *ictor'' Sofi scese dal treno, era la prima volta che si allontanava da casa era tutto cos! bello tutto eccitante perfino la gente sembrava diversa tutto era bellissimo arrivarono in albergo si sentiva quasi una regina il personale era gentilissimo la cameriera l"accompagn$ fino alla camera le chiese addirittura se le servisse una mano a svuotare le valigie &No no grid$ Sofi faccio da me( intanto dal corridoio si sentivano le risate di 9van e #nna &forza Sofi andiamo a fare un giro( &No #nna io resto andate voi sono stanca voglio riposare un po"'( &oI come vuoi noi per$ andiamo non sto pi) nella pelle( & lo so andate pure non ti preoccupare io ho bisogno di chiudere un po" gli occhi( #ppena furono usciti Sofi si butt$ sul letto voleva davvero riposare ma davanti hai suoi occhi apparve lo sguardo di quella donna.. &mio .io / proprio vero che i fantasmi ti seguono ovunque''( Sofi si alz$ and$ verso la finestra era una finestrella in legno sembrava finta che affacciava su di un vicoletto in pratica si vedeva il muro e la gente passare era molto affollato, a Sofi scese una lacrima le mancava il suo finestrone e la luna che illuminava la stanza non pensava che una cosa cos! semplice le potesse mancare cos! tanto, decise di leggere un"altra lettera oramai la storia di <Sofi e *ictor< la appassionava molto era una storia strana ma doveva essere stata davvero travolgente apr! la scatola tir$ fuori un foglio e incominci$ a leggere

;aro *ictor 8uesta sera il sogno che durava da mesi ormai si / avverato non ci credevo ,e non ci credo tutt"ora e scriverti per me / la conferma che / successo davvero ,che non / stato solo un altro sogno, sono mesi ormai che lo desideravamo 5 volevamo ingannare il tempo fingendo di non guardarsi come se negare agli occhi avesse impedito al corpo di desiderare e implorando al cuore di non amare ma il cuore fa per conto suo ,e il tempo+ Neanche la sua potenza / riuscita a dissolvere le emozioni e cos! alla fine ci siamo ritrovati, l"uno nelle braccia dell"altro, e ora+ ;osa succeder2 sappiamo entrambe che questa storia non / possibile che nella realt2 non / accettata ma noi viviamo in un sogno e l! lo sai tutto / possibile..ora siamo intoccabili tua per sempre sofi Sofi Sofi si butt$ sul letto era come se lo avesse vissuto davvero, aveva le lacrime agli occhi era la conferma Sofi e *ictor erano amanti, amanti> 8uale senso spregevole viene dato a questa parola, persone che si nascondono dal mondo, ,perversione .falsit2, eppure a volte dietro si nasconde davvero l"amore quello puro e dolcissimo che a volte si esprime anche col sesso. 3li amanti a volte sono solo persone sfortunate che per colpa della societ2 del tempo dei soldi e di qualsiasi altra cosa, non possono rivelare il propri sentimenti al mondo, al mondo no, per$ a volte il mondo / dentro noi stessi e dentro di noi due persone bastano' 7orse Sofi in quel momento pensava davvero alla sua storia con *ictor era davvero possibile+ ;he provasse un sentimento verso di lui ora era abbastanza chiaro, ma lui per me+ J strano ma va sempre cos! il primo passo nel mare lo ha fatto lui ma a sprofondare sono io. 3uard$ l"ora era quasi mezzanotte caspita aveva fatto un viaggio cos! lungo per ritrovarsi distesa sul letto come a casa sua, ma davvero non aveva nessuna voglia di uscire mentre pensava questo suon$ il cellulare distrattamente lo prese dal tavolo ma quando guard$ il numero si tir$ su di botto *ictor a mezzanotte+ &=ronto+( & heF ciao tutto bene il viaggio+( la voce di lui era emozionata sembrava fosse l! vicino a lei le mancava il fiato ma a malapena rispose & Si si grazie( e *ictor con tono anche un po" di gelosia le chiese & 4a sei sola+( & Si sono rimasta in camera 9van e #nna sono usciti non erano nella pelle io voglio riposare, leggevo quelle lettere sai ho scoperto che *ictor e Sofi erano amanti( si rese conto dopo di aver messo insieme i loro nomi *ictor esclam$ solo &KoK( Sofi finse di non capire e continu$ & 4a i tuoi discendenti hanno vissuto nel castello+ & Si mi sembra di si doveva essere un mio antenato che ha lasciato poi il palazzo per far fortuna al nord ed infatti l"ha fatta con i ristoranti( & # Sof! quelle parole la innervosirono ,/ pi) facile ammettere di voler cercare fortuna altrove piuttosto che ammettere di scappare dall"amore' & 7orse sto iniziando a capire questa storia anche se / molto complicata.( & 4a di cosa parli Sofi+ ;erto che davvero non immaginavo cos! la nostra conversazione'( Sofi arrossi & scusami sono ancora molto tesa tu che fai+( & sono al locale ti pensavo non ho resistito pi) alla tentazione di chiamare,( si ferm$ come se avesse voluto rimangiarsi tutto ma ormai era fatta. # Sofi scoppi$ il cuore non credeva alle sue orecchie non sapeva che dire e in testa aveva solo quel ti pensavo d"un tratto bussarono alla porta era salva & Scusa *ictor devo andare mi ha fatto piacere sentirti ci sentiamo oI+( & -I ti posso richiamare domani+( &;erto oI a domani( riattacco col cuore che le scoppiava in petto apr! la porta s i ritrov$ davanti una sconosciuta. Sofi rimase impietrita quella donna le ricordava qualcuno ma

chi+ 6 Sofi la fece entrare era molto imbarazzata e la sconosciuta lo era altrettanto, &;i conosciamo+( le chiese Sofi guardandola dritto nei suoi occhioni azzurri era davvero una bella ragazza alta bionda sof! si sent! piccola in confronto a lei in effetti lei si sentiva sempre piccola nei confronti di altre donne eppure era consapevole che agli uomini piaceva era uno degli enigmi che non era ancora riuscita a chiarire' &Sono Sonia, so che tu non mi conosci, io invece ti seguo da che eri una bimba, mia mamma era convinta che tu fossi %59 ne era cos! convinta che quando ha visto arrivare *ictor ha scelto il suicidio piuttosto che vivere questa storia che a detta di tutti era orribile io invece non la penso cos!..( ora era chiaro ecco chi le ricordava quella donna la donna del suicidio Sofi l"aveva vista poche volte ma ora pi) che mai sentiva che quella donna quegli strani sogni e tutto il resto c"entravano molto nella sua vita' &;ome mai mi hai cercata+( chiese Sofi. Non nascose neanche il suo timore visto che aveva anche paura di qualche vendetta.( volevo spiegarti un po" di cose..mi hanno detto che hai portato con te le lettere le hai trovate alla fine+io ero convinta che le avresti buttate invece aveva ragione mamma diceva che le avresti lette tutte perch le avevi scritte tu'( & Sofi ebbe un brivido &9o+ ;ome / possibile sono del 16oo( &%o so / quello il punto mamma diceva che tu e *ictor eravate la reincarnazione di *ictor e Sofi appunto, ma io ho sempre pensato che foste solo troppo curiosi e fatalit2 vi siete anche innamorati'( &9o e *ictor non siamo innamorati'( Sonia la guard$ &#h no+( %a guard$ divertita. Sofi abbass$ lo sguardo non sapendo cosa rispondere

/ vero non erano fidanzati si erano solo baciati niente di pi) eppure lui era dentro di lei come nessun altro, Sonia continu$ &9o ho sempre detto a mamma che non era cos! che se eravate arrivati al punto di ritrovarvi dopo tanti anni forse non era per starci di nuovo male ma stavolta per essere insieme per sempre ma mamma era molto pessimista e credeva davvero a quella maledizione e,( Sonia scoppi$ in lacrime a Sofi si rivel$ per quello che era, alla fine crollo la maschera e le appar! per quello che era sembrava una donna cos! fredda invece era solo una donna provata dal dolore venuto da cosa poi+ Gna leggenda. .avanti a lei ora c"era una bambina piccola e fragile Sofi l"abbracci$ pianse con lei riusc! solo a dire &4i dispiace( davanti a certi mali non ci sono parole e quelle dette sono vane perch chi soffre neanche ascolta, le urla del dolore sono troppo forti.=er$ ora Sofi si sentiva sollevata andare via subito dopo la morte di quella donna le era sembrato come scappare da qualcosa senza aver svolto il proprio dovere abbracciando quella ragazza si era sentita sollevata' &4a come mai sei qui se posso chiedertelo+( 1i ho cercato proprio per dirti di non dar credito alla lettera di mia madre. ;ome ti ho detto lei aveva quella convinzione( & 4a perch ne era cos! convinta+( &Non hai letto ancora tutte le lettere+ 7orse sono arrivata troppo presto,*ictor e Sofi erano due amanti innamorati alla follia per$ Sofi era stata promessa al duca e *ictor era solo il cocchiere di corte ma Sofi lo amava alla follia e lui forse pi) di quanto lei immaginasse ma il destino e la societ2 li condannava ad essere solo amanti. Sofi si spos$ col duca ma rimase l"amante di *ictor. 7in qui / provato da quelle famose lettere fino alla gravidanza di Sofi, da l! in poi il popolo ha fatto il suo ricamo chi dice che *ictor / scappato di sua volont2 chi dice che invece il duca li ha scoperti e lo ha esiliato, quel che / certo / che continuavano ad amarsi quello / sicuro, poi *ictor si spos$ e anche l! non si sa se su richiesta del duca o per suo volere dalla lettera comunque si direbbe per suo volere e l! Sofi non ha resistito e subito dopo la nascita del figlio si suicid$ fu ritrovata in un lago di sangue, in camera tua' Si racconta che accanto al suo corpo ci fosse una * fatta col suo sangue.( # Sofi si ferm$ il respiro aveva capito fosse una storia di amanti ma non aveva immaginato tutto ci$, &LoK che storia ma voi come sapevate tutte queste cose+( &%a mia antenata era la dama di compagnia di Sofi ,nonch miglior amica e confidente cos! sono state tramandate le lettere e ovviamente la leggenda. 1i ripeto non ci ho mai creduto, o meglio forse ci credo pi) degli altri ma sono ottimista stavolta funzioner2 Sofi per quale motivo tu e *ictor non potete amarvi+ cosa lo impedisce oggi+ 7orse per questo avete aspettato tanti anni ora non sprecateli fossi in te tornerei oggi stesso per correre da lui'( & Spero che sia come dici tu ma sono appena arrivata e devo rilassarmi un po" e poi, tu hai capito dai miei occhi i miei sentimenti ma io non conosco i suoi..( & =rima di venire qui ho dovuto parlare con lui per arrivare qui e nei suoi occhi ho visto esattamente quello che ora vedo nei tuoi ,possono ingannarti le belle parole ma negli occhi leggerai sempre le emozioni del cuore'( &Non lo so io sono diffidente verso gli uomini poi lui,/ ricco io no non lo so se pu$ funzionare comunque ti ringrazio perch fai questo per me+( &1ranquilla non ho altri scopi se non quello di realizzare la leggenda che va avanti da secoli per me oggi parlare con te / un onore e il mio nome sar2 storia e un giorno legenda io non cerco altro spero di poter tramandare la tua felicit2'( e ci$ dicendo l"abbracci$ forte &?uona fortuna Sofi( Sofi aveva come l"impressione di aver sognato si sent! appagata felice e nello stesso tempo era stanchissima si butt$ sul letto prese una lettera ma subito si addorment$. M #l risveglio si sent! per la prima volta tranquilla anzi era veramente rilassata, si alz$ dal letto si guard$ allo specchio si guard$ come fosse la prima volta, chiss2 forse era l"aria forse le belle notizie, comunque si vide radiosa i capelli lunghi erano pi) luminosi del solito ma quello che notava di pi) era quella luce nei suoi occhi neri come la notte sembravano davvero 6 stelle, aveva voglia di uscire, compose il numero di #nna ma poi si rese conto che erano appena le M le venne un sorriso ,pens$ cosa avessero combinato quei due. #nche se non era difficile immaginarlo, inizi$ con cura a vestirsi poi scese a fare colazione. Nell"ingresso dell"hotel prese coscienza del fatto di essere in vacanza guard$ le ragazze dello staff

stressate nervose e di corsa, le ricordarono se stessa, prefer! fare colazione in un bar. 9n strada incroci$ una bella signora col passeggino ebbe una strana morsa allo stomaco, cos! a volte si faceva sentire la voglia di maternit2. Squillava il cell nella borsa cerc$ un po" e le si allarg$ il cuore nel vedere che era #nna rispose con un gesto che a giudicare da come la guardavamo 6 ragazzi di fronte doveva risultare molto sensuale.( #nna ma dove siete+ 9o sono appena entrata al bar se siete in zona vi aspetto oI+ & si si dai cos! ci organizziamo per stasera'( &Stasera+( si poi ti dir$ &(-I sono al bar 61 vi aspetto.( Non smetteva di sorridere era felice, Sonia le aveva allontanato il fantasma e le aveva dato una grossa speranza mentre pensava questo vide le due figure alte #nna e 9van. #nna aveva un vestitino di un azzurro chiarissimo dava l"idea della freschezza 9van in pantaloncini corti e t0shirt era raggiante,facile immaginare il perch ' # Sofi sembr$ per un attimo di sentire un male allo stomaco gli venne in mente un fatto brutto e come succede di solito in questi casi gli passarono in un attimo davanti tutte le cose brutte, guard$ #nna che si accorse subito del suo cambiamento e le chiese> (;he hai Sofi+ Non sei felice di vederci sembravi felice poco fa'( Sofi abbozz$ un sorriso, &lo sono lo sono(, si guard$ intorno, era tutto cos! rilassante la musica in sottofondo le persone ferme al banco che prendevano il caff/ prima di andare al lavoro a Sofi ritorn$ quella pace nel cuore che gli aveva lasciato addosso Sonia , quella donna era speciale le bastava anche solo il suo ricordo per trasmetterle una pace dei sensi, pens$ che non era ancora il momento di rivelare il segreto ad #nna, ma doveva farlo quella di #nna era una scelta difficile, ma come aveva potuto non pensarci prima, era stata cos! presa da questa storia di Sofi che aveva perso il senso della realt2. %iber$ la mente &#llora ragazzi che intenzioni avete+ ;he facciamo stasera+ Sono gi2 da un giorno in vacanza ma a parte la fantasia non ho visto 3ranch/'( & -I allora Sofi oggi giornata piena in giro un po" di shopping e poi stasera c"/ una festa in una disco qui vicino 9van ha preso gi2 i biglietti, ci divertiremo vedrai'( Sofi diede un"occhiata significativa a 9van che a giudicare da come rispose allo sguardo doveva aver letto bene i pensieri di Sofi. =assarono davvero una giornata meravigliosa in giro, / strano andare in un nuovo paese quello che per gli altri / routine e quotidianit2 per lo straniero / storia arte cultura, a pensarci fa quasi ridere ma / cos! e gli venne in mente la sua casa le si allargava il cuore ogni volta che ci pensava era come se quel posto per quanto lo odiasse e volesse allontanarsi era parte di lei con gli occhi della mente ne sentiva il profumo e l"animo era in pace. Si ricord$ cos! dello sguardo sbalordito delle persone che entravano per la prima volta l!, ora capiva. 4angiarono qualcosa in strada a Sofi piaceva cos!. =oi sul tardi tornarono in albergo per riposare un po" e prepararsi per la serata. Sofi era davvero felice scelse per la serata un vestitino rosso di raso, che le aderiva perfettamente al corpo e le esaltava il seno sodo, i capelli sciolti il trucco leggero come accessori solo un bracciale grosso e la borsetta. 8uando si ritrovarono #nna e 9van rimasero senza parole. 9l locale non era lontano dall"hotel quindi decisero di andare a piedi, per strada si sentiva troppi occhi addosso e inoltre guardava 9van e #nna non era invidiosa per$ si sentiva a disagio con tutte quelle moine. #rrivarono al &%e ;hic & sorrise( allora stasera far$ la star( entrarono era molto affollato faceva caldo ma l"atmosfrera era bella, era tutto nei toni del bianco le pass$ per la testa che sembrava il paradiso, poi sorrise di quell"idea, come poteva fare un paragone cos! stupido' #nna e 9van D ma soprattutto 9vanE erano subito a loro agio ma Sofi si sentiva strana era tutto bello ma a lei mancava qualcosa il locale era pieno di bei ragazzi e lei sapeva che poteva conquistarli volendo, ma era proprio la volont2 che le mancava. Si guard$ intorno, ma cos"/ in fondo la bellezza+ %a bellezza si trova in tutte le cose, basta saper cogliere il particolare, una persona ,una cosa, perfino gli insetti a volte hanno colori stupendi, il problema sorge quando quel particolare entra nell"anima e confonde i sensi, il cuore aumenta i battiti e annulla il resto del mondo.. *ictor' 5ra diventato per lei quel particolare. Si ricord$ cos! che lui non era pi) fatto sentire e gli venne una voglia pazza di sentirlo, ma allontan$ quel pensiero non poteva, non ora. =rese un :aperitivo le si avvicin$ un ragazzo, voleva attaccare ma a lei davvero non andava allora lo lasci$ l! e incominci$ a ballare si sent! improvvisamente libera felice come forse non lo era mai stata, ma quella felicit2 non era destinata a durare. #ndando al bar a prendere ancora qualcosa da bere vide di lontano 9van che trafficava con qualcosa e dal volto sconvolto di #nna aveva percepito

bene di cosa si trattava. 9van faceva uso di sostanze stupefacenti gi2 da anni ormai ma pensava che ora con #nna poteva cambiare anche quello ma si sbagliava. #nna era sconvolta corse fuori seguita da 9van che l"afferr$ per un braccio, quando si gir$ #nna era in lacrime & ;he problema hai( #nna non lo aveva mai visto cos! le teneva stretto il braccio e aveva lo sguardo cattivo non sembrava pi) lui.. & =erch non me lo hai detto+ 9o che problema ho+ 1u che problema hai, perch lo fai+( 9van sorrise con un sorriso cattivo &;he vuoi fare #nna+ *uoi cambiare il mondo+ - vuoi decidere che vita devo fare+( & 9o ti amo ivan..niente di pi)'( liber$ il braccio e scapp$ via in albergo. #nna vide ritornare solo lui cap! la situazione e ritorn$ in albergo anche lei, sal! da #nna che le apr! subito la porta in lacrime & 4i dispiace piccola, mi dispiace davvero tanto, / colpa mia ero cos! presa da quella storia maledetta che ho tralasciato di dirtelo sono davvero imperdonabile se mi odi posso capire.( #nna si scost$ di colpo da lei & 1u lo sapevi++ 4a perch non me lo hai detto sei un egoista Sofi questo da te non me lo aspettavo( &credimi volevo dirtelo ma ero cos! presa, poi ero e sono convinta che 9van per amore cambier2( &7orse,ma quell"amore non sono io mi ha appena detto che non posso cambiare il mondo e non posso decidere per la sua vita( il ricordo di quelle parole che ora bruciavano ancora pi) forte di quando erano state pronunciate la fecero scoppiare in un pianto forte singhiozzava come una bambina, Sofi era l! inerme senza sapere che fare.

%"abbraccio e la strinse a lei promettendole di parlare l"indomani con lui

;apitolo 8 8uella notte Sofi non riusc! quasi a chiudere occhio, cosa avrebbe detto l"indomani ad 9van+ 3li voleva un gran bene sapeva da un po" delle sue maledette abitudini ma non poteva fare niente sapeva gi2 anche la sua risposta anzi, la sua alzata di spalle come faceva sempre, ma stavolta lo aveva promesso a #nna , doveva parlare con lui' %a mattina si alz$ si vest! e intanto pensava che quella doveva essere la sua vacanza invece anche l! doveva fare la mammina a qualcuno, era un destino strano il suo. Scese e trov$ 9van nella hall aveva l"aria sconvolta non era come le altre volte, &come stai+( gli disse Sofi & 4ale veramente male Sofi N aveva le lacrime agli occhi non lo aveva mai visto in quello stato sembrava davvero pentito NSofi io amo #nna profondamente non ho mai amato una donna come amo lei, ma anche lei deve aiutarmi / come se qualcosa mi trascinasse in quel mondo, pur consapevole che mi faccio del male, non riesco ad allontanarlo e tocco il male con le mani, ne godo, mentre l"anima grida il suo dolore.( #veva lo sguardo perso sembrava quasi impaurito adesso che sembrava stesse per perdere il suo amore. 3uard$ Sofi come se guardasse la sua ancora di salvezza>( =arlaci tu Sofi lei / l"antitodo a quel male, con lei riuscir$ ad uscirne( abbasso lo sguardo come per vergogna e pianse come un bimbo. 9n quel mentre entr$ #nna che senza aver sentito lo vide in quello stato e cap! tutto lo abbracci$ forte lo strinse a se e gli sussur$ N insieme ne usciremo, non dirmi mai pi) quelle orribili parole 9van insieme ce la faremo0 ma in cuor suo era consapevole che sarebbe stato difficile ma sentiva che quell"amore era pi) forte. Sofi li lasci$ soli pens$ di andare a fare 6 passi visitare un po" visto che tra pochi giorni sarebbe dovuta ritornare gi2 a casa, camminava tranquilla ora che un po" si era chiarita la storia di Sofi, 9van e #nna stavano di nuovo bene, nel parco l"aria era fresca il sole riscaldava le piante che emanavano un odore forteC la inebriava quell"odore, d"un tratto una donna chiam$ il suo piccolo N *ictor vieni qui'0 quel nome gli risuon$ in testa 3 volte e sembrava che aumentasse il volume ogni volta e il cuore teneva il tempo del nome al punto che d"istinto si mise una mano sul petto, non lo aveva sentito pi) da quella sera, aveva promesso di richiamarlo e non lo aveva pi) fatto e ora d"un tratto se ne ricordava e gli apparve il ricordo di quella sera della morte della madre di Sonia si sentiva anche un po" in colpa per quel pensiero ma sentiva le sue labbra calde e le sue mani addosso, prese d"istinto il telefono aveva voglia di dirgli *ictor ti amo da impazzire, ma quando lui rispose disse solo piano,0 *ictor scusa se non ti ho pi) richiamato come stai+0 ci fu un silenzio poi lui rispose0 aspetto con ansia che tu torni ho bisogno di vederti Sofi'0 fece finta di non capire non mostrava pi) i suoi sentimenti era stata delusa troppe volte, ma sent! il cuore in gola Nti ricordi quella sera ti dissi che arrivava qualcuno+ 5ra la figlia della suicida mi ha chiarito un po" di cose che ti racconter$ da vicino / una storia quasi assurda ma sembra che tutti ci credano'0 0oI mi hai incuriosito, maO tu stai beneP+Q quando ritorniPQ+ ;redo che restiamo ancora 6 giorni poi sono gi)0 0 oI ti aspetto con ansia dobbiamo finire anche un altro discorso io e te0 0ciao0 le ultime parole suonarono forte nella testa di sof! era lo stesso pensiero che le era venuto poco prima, rabbrivid! possibile che fossero davvero cos! simili da avere gli stessi pensieri+ Gna macchina che pass$ ad alta velocit2 accanto a lei la riport$ alla realt2.

Neanche quella sera riusciva a prendere sonno c"era un imminente cambiamento la turbava molto perch questo cambiamento aveva allo stesso tempo un sapore dolce e amaro, si alz$ dal letto infil$

solo una maglietta guard$ tutta la stanza piccola buia, pens$ che forse era anche quella stanza, chiuse gli occhi e rivide camera sua bella grande la luce della luna che entrava nella stanza, per un attimo trov$ sollievo poi ebbe un brivido si ricord$ che quella era stata un tempo la stanza di Sofi, si gir$ guard$ il baule e lo tir$ a se lo apr! ,ma ora che conosceva tutta la storia quelle lettere d"amore le davano la nausea, la colp! una bella figura una cartolina la prese, la osserv$ non era Sofi..gir$ la cartolina c"era scritto( %araKen dea della passione ti affido questo maledetto amore( Sofi rigir$ la cartolina anche sopra vi era scritto %araKen doveva essere il nome della dea era incantevole bruna di una bellezza particolare ma capace di incantare. Aabbrivid! da bambina aveva un medaglione con la stessa immagine..Sofi sorrise era ridicolo come potevano ancora credere a queste cose+ 5ppure quella figura le piaceva la fece scivolare nella sua borsetta decise di tenerla, cos! per portafortuna' Si rimise a letto incominci$ a pensare alla sua vita era tutto cos! strano ora, aveva davanti agli occhi l"immagine di lui i suoi occhi verdi , possibile che lui l"amava+ *oleva solo un"avventura forse, ma chi era lei per meritare questo grande amore sopravvissuto alla morte, non era possibile' 4a chi sono io+ Sono il fantasma di un passato che stranamente diventa sempre presente, con persone che appaiono come flash per poi risparire nel buio, inizio a pensare addirittura di non essere mai esistita.. sono solo un personaggio inventato partorito dalla mia stessa fantasia rimasta orfana troppo in fretta, sono fuoco che arde e brucia solo un :anima la mia, perch la tua non riuscir$ mai a toccarla.. eppure in quel fuoco mi sembra di sentirti in una ricerca disperata di noi che continuiamo ad avvicinarci per poi di nuovo allontanarci, e dentro cresce un desiderio folle.. in quei pensieri si addorment$, forse tornare a casa le avrebbe fatto bene e forse ora doveva succedere, doveva stare con lui,

9l mattino seguente si svegli$ raggiante si guard$ allo specchio e si sent! bella le piaceva il suo corpo i tratti del viso anche i capelli facevano bene da cornice e aveva una gran voglia di truccarsi di farsi bella, si butt$ sotto la doccia, e l! la mente cominci$ il suo viaggio aveva davanti agli occhi le labbra di *ictor il suo impeto lo sent! cos! forte da sembrarle di rivivere quell"abbraccio quell"istinto di carne e fuoco, poi il ricordo della morte, ne sentiva quasi l"odore, fu risvegliata dal rumore dell"acqua della doccia ne fu addirittura spaventata usc!, si guard$ allo specchio &no( pens$( basta devo vivere al meglio comunque vadano le cose.(. Gsc! di casa era davvero raggiante, il vestitino azzurro le stava d"incanto e l"incarnato ricordava quello delle bambole' #rriv$ alla stazione in perfetto orario giusto in tempo per prendere posto sul treno pos$ i suoi bagagli si sedette e apr! il suo libro & per il momento devo liberare la mente, all"arrivo si vedr2'( #ppena arrivata alla stazione gi2 il cuore cominciava a battere forte non poteva fermarlo.. e poi+ 8uando lui sar2 di fronte a me come reagir$+ Aiuscir$ almeno a parlare+ 9l telefono suonava ma era troppo presa dai suoi pensieri per sentirlo, quando si accorse che squillava butto gi) le valige e prese il telefono era *ictor.. (@5R finalmente ci sei+( %ei si gir$ d"istinto *ictor era l! di fronte a lei aveva chiesto ad 9van l"ora dell"arrivo stranamente Sofi si sentiva tranquilla non provava imbarazzo anzi sembrava quasi che tra i due fosse le la piu forte. 3li raccont$ un po"del viaggio che era stanchissima .. in un attimo fu travolta da un abbraccio le valige le caddero a terra *ictor la stringeva cos! forte da farle mancare il respiro..(Sof! ora sei qui sei mia non ci credo ancora

l"incubo / finito noi solo noi creeremo il nostro destino''( normalmente non avrebbe creduto ad una parola, ma chiss2, forse quella assurda storia o forse lo sguardo di *ictor, #mava gli occhi delle persone non le importava il colore ma la luce che creano, in alcuni quella luce / la passione in altri la gioia di vivere in altri ancora l"intelligenza e perch no un pizzico di cattiveria , negli occhi di *ictor quel giorno c"era tutto questo insieme. Non fece altro che rispondere all"abbraccio e restare l! tra quelle braccia tante volte sognate e finalmente materializzate' Si guardarono ed erano cos! complici da fare invidia entrarono nel bagno e diedero sfogo alla loro passione, *ictor ad un tratto la guard$..(Sofi ma tu non meriti questo ..andiamo prendiamo una stanza & %ei gli chiuse la bocca poi lo guard$.. &;he cambia++ 9n una stanza saremmo sempre io e te e ame bastano i tuoi occhi dolci e le tue mani addosso per stare bene,una stanza non mi serve( sorrise e *ictor cap! che quella donna e solo lei poteva essere la sua donna , semplice e allo stesso tempo maliziosa umile e altezzosa allo stesso modo irraggiungibile eppure cos! calda ora sotto le sue mani' Gscirono da l! col viso un po" arrossato imbarazzati forse di pi) dallo sguardo dei passanti ma erano raggianti lui si ferm$ di botto &-ra resterai per sempre con me Sofi+( %ei gli sorrise e gli accarezz$ il viso quel viso bellissimo e statuario , per la prima volta in tutta la sua vita Sofi credeva ad a ogni singola parola che lui le diceva,

Si svegli$ di botto, il cellulare continuava a squillare era solo un sogno, un magnifico sogno eppure lui era cos! presente e vero e stringeva nelle mani quella foto &%araKen( e chiss2 come era finita l!' 9l telefono squill$ ancora. %"attravers$ un brivido rispose > &Sof!( era sua madre il tono no era dei migliori &*ictor ha avuto un incidente ieri, / stato portato subito in ospedale ma,( &ma++ 4amma,( e gi2 singhiozzava &purtroppo / successo pochi minuti fa..( Sofi si sent! mancare in quel sogno allora, era proprio lui+ ;he sia venuto a salutarla per l"ultima volta+ Sent! un dolore al cuore cos! forte che mai avrebbe immaginato un dolore simile le sembrava di vedere tutto blu e di essere risucchiata in un vortice,

8uando si risvegli$ era in camera sua ma ora quella stanza sapeva di morte odorava di metallo e sfiorando la pelle in un brivido ne sentiva il rumore. *ictor non c" era pi)'

;apitolo S -ra sono passati 10 anni da quel maledetto giorno , Sofi si guarda allo specchio ora c"/ un ruga sotto gli occhi e una piccolina sulle labbra ora non / pi) bellissima.. o forse lo / anche di pi)+ =unti di vista' 9l bimbo le da un bacio & Sei bellissima mammina(

5 una lacrima parte dagli occhi passa dal viso e muore sul cuore, quel piccolo tesoro ora / tutto ci$ che le rimane tutto l"amore del mondo, *ictor' Nessuno sa il perch di quel nome solo #nna.. # proposito ma non doveva arrivare++

#nna arriv$ nel pomeriggio il sole era caldo e #nna era stupenda ormai una vera donna molto semplice e signorile, con uno stile tutto suo.. #nna per la prima volta vide *ictor e gli occhi lucidi le confermarono i suoi pensieri. %a cena in famiglia passa felice le chiacchiere D e quanto chiacchiera #nna'E 4a le sue chiacchiere sono andate lontano ora / un"affermata psicologa addirittura famosa al suo paese anche se col nome di suo marito #nna sorrise maliziosa &;he nascondi+( &lo sai 9van / venuto da me'( Sofi spalanc$ gli occhi dopo anni di dipendenza aveva preso una decisione seria ed ironia della sorte era capitato proprio da #nna' %ui ovviamente non poteva saperlo visto che #nna usava il cognome del marito. #nna continua il suo racconto &9o lo vidi per caso che parlava con unBaltra persona nella saletta, e feci avvisare la segreteria di dire a quella persona che avesse voluto parlare con me avrei potuto seguirlo solo telefonicamente o sul sito giustificando che per il momento ero fuori ma ci tenevo al caso.. richiam$ quasi subito e sentire la sua voce mi riport$ a 10 anni fa. 9 miei ricordi pi) belli sono stati i giorni vissuti con lui.( Sofi sorrideva incuriosita &%ui era imbarazzato intimidito, si giustificava .. io cercavo di tranquillizzarlo e allo stesso tempo facevo forza a me stessa.. gli chiesi di espormi il caso, mi disse che da anni viveva un incubo ma non si rendeva conto era sempre stato convinto di poterne uscire da solo ma ora che davvero voleva uscirne si era accorto che da soli non si arriva da nessuna parte' 9 dipendenti sono convinti che / una cosa che riguarda solo loro ma ognuno ha bisogno di altri. *uoi solo per prendere esempio per imparare tutti abbiamo bisogno degli altri da soli saremmo peggio delle bestie' ;ontinuammo a parlare un po" mi raccont$ la sua storia mi spieg$ come trascorreva le sue giornate che ormai erano per lo pi) solitarie, per farla breve alla fine gli chiesi se avesse una donna alla quale appoggiarsi.. non mi cap! bene, mi raccont$ un po" di volgarit2 qualche pervesione ma di storie niente allora fui pi) chiara #mori+ # quel punto #nna interruppe il discorso gli occhi gli si riempirono di lacrime

& 4i disse #nna' %ei era il mio amore.. la lasciai andare, sai, #nna era bellissima e dolcissima studiava lei meritava molto di pi).. che un povero tossico' .ovetti staccare non potevo pi) sentire rimisi gi) con la scusa che era scaduto il tempo poi.. non ho voluto pi) sentirlo ho passato il caso al mio collega( Si appoggi$ a Sofi e pianse.. & Sofi che senso ha++ J un dolore ancora pi) grave sapere che anche tu per lui sei stata il grande amore ma alla fine chi ne gode+ ;hi si diverte alle nostre spalle + Se me lo avesse detto allora forse le cose sarebbero andate diversamente non credi+ &#nna , io ci credo ancora' Non rimpiangere nulla il grande amore non / eterno, ma tu devi essere contenta di averlo almeno sfiorato< Sofi abbass$ lo sguardo e pianse. #nna la guard$, Sofi era molto dimagrita e ora in quella luce della sera le appara anche molto pallida. <Sofi, devi dirmi qualcosa+< Sofi inspir$ forte e si butt$ indietro nel divano> <#nna...sto per andare..< #nna era terrorizzata e sbalordita dal modo in cui Sofi lo diceva. <@o realizzato tanto nella mia vita, sono arrivata dove neanche immaginavo di arrivare. 4a l"unica cosa che conta, adesso, sono le cose che ho amate e quelle che mi hanno amata< Si gira verso di #nna gli occhi sono lucidi e pieni dBamore, continua > <*ictor ,lo vedo ogni volta che chiudo gli occhi, lui cB/, rivedo i suoi occhi...4a il grande amore non / quello lBho capito col tempo e soprattutto lo capisco ora che tutto volge alla fine, guarda #nna Dindica la gatta che allatta i cuccioliE il grande amore, / un enorme sacrificio, farti succhiare la carne per far vivere un altra persona,il grande amore sono queste pietre maestose che rilasciano gli odori delle stagioni che vanno e vengono e le vite che li accompagnano. 4i fa rabbia, tanta rabbia vederlo l! maestoso sazio delle stagioni e delle vite che ormai non sono pi), compresa la mia, eppure lo amo...perch/ almeno della mia stagione porter2 per sempre lBodore, rester$ per sempre nei ricordi di chi mi ha amato e nelle pietre di questo palazzo.< Non piange ma ha lo sguardo lontano come se gi2

non ci fosse pi)...