Sei sulla pagina 1di 4

CircolodiMontesilvano ViamartiridUngheria(65016)Montesilvano

Oggetto: Verbale riunione 16.11.2013 Odg: Convocazione gruppo consigliare e giunta per confronto sulle posizioni di ciascuno per lapprovazione del Bilancio previsionale/consuntivo Presenti: Chiulli Adriano, Cretarola Camillo, DAlonzo Enea, Di Costanzo Romina, DIgnazio Feliciano, Di Mattia Attilio, Di Nicola Stefania, Di Pasquale Francesco, Di Tillio Errico, Fidanza Enzo, Pavone Massimiliano, Scorrano Daniele, Mirko Secone, Talanca Paolo, Vaccaro Fabio. Alle ore 17:30 si riunito su convocazione del segretario il gruppo consigliare e la giunta alla luce dei malumori in seno al gruppo consigliare, dopo la presentazione di un documento a firma di alcuni consiglieri (Francesco Di Pasquale, Fabio Vaccaro e Daniele Scorrano, non arrivata mai formalmente al Sindaco) che apre ad alcune questioni e perplessit, per verificare lo stato dellarte e aprire un sereno momento di confronto in vista dellimportante data. Di Costanzo dopo aver ringraziato i presenti per aver aderito alla convocazione dichiara: Purtroppo a causa di una segreteria vacante, nonostante lottimo lavoro di Camillo, devo fare i conti con una degenerazione di metodi e modi di comunicazione nellutilizzo spropositato e a volte pubblico di considerazioni velate e talvolta esplicite inerenti il partito. Vi invito sin da ora ad un uso adeguato e raccordato in quanto facilmente strumentalizzabili. Ho deciso di convocare la riunione in forma ristretta i quanto in questa fase di ascolto non ritenevo opportuno il direttivo a m di organo tribunalizio a richiamo comportamentale dei consiglieri. Il problema cui si assiste dovuto ad un errato modus operandi. Se da una parte assisto con sdegno alla storica subalternit dellamministrazione indipendentemente dai colori politici agli interessi di una nota famiglia, altrettanto imbarazzante la situazione che si venuta a creare in vista dellapprovazione del bilancio, un modo che se reiterato legittima un metodo scorretto e ricattatorio di agire. Questioni amministrative di carattere strategico quali il bilancio di previsione, i piani urbanistici, il piano annuale e pluriennali delle opere pubbliche e altri importanti strumenti di programmazione dovrebbero essere discussi sin da subito con il consiglio in rappresentanza della comunit. Vaccaro apre la discussione ripartendo dalla lettera: La lettera indirizzata al Sindaco esplica un qualcosa di noto, che diventato un macigno, per il quale si era quasi trovata la strada di risoluzione, a fronte del quale un sabato stato fatto un accordo con Sel, non condiviso. Come si chiuso laccordo? I nostri non sono aut-aut, ma ci sono stati aut-aut nei mesi precedenti da parte della famiglia che gestisce Sel. I consiglieri firmatari vogliono sapere che cosa prevede laccordo in termini del bilancio che andiamo ad approvare. Se devo votare un bilancio con cifre che noi non abbiamo avallato chiaro che non 1

voto il bilancio, ma ne possiamo parlare. Il problema non di chi fa notare queste cose ma di chi le fa. Le persone si devono trattare tutti allo stesso modo. Ci sono quindici associazioni contattate dalla Pettine che ci metteranno in difficolt. La politica un anno e mezzo che subisce queste incursioni. Di Mattia: Ho gi risposto alla domanda ma sullalbo pretorio ho fatto protocollare al n.59407 una lettera indirizzata a Di Lodovico e Comardi di risposta politica in cui si riconosce la condivisione dei temi, ma che relativamente alla richiesta di cifra da parte di Sel, esplicita la non ratifica di alcuna somma e impossibilit di avallare alcun tipo di impegno economico. Scorrano Ricordo che stato fatto un lavoro da diversi componenti del Consiglio ed era opportuno che prima di ratificare laccordo fossero consultati. La risposta seppur legittima necessitava di un passaggio politico importante non fatto: la mancanza di concertazione che ha fatto s che qualcuno ha digerito male laccordo. Ci sono stati colloqui completamente diversi in questa sede con Sergio Sergi e Piero Savini, e altri incontri di una prepotenza inaudita. Di Mattia: Io ricordo di aver detto se riuscite a mettervi daccordo tutti a somma totale, garantisco lavvallamento della scelta. Alla luce della prepotenza che condivido e per la quale chiedo aiuto e sostegno di una massa critica generale, mi sono trovato da una parte un dictat e dallaltra la contingenza temporale, di fronte ad una vs. posizione che non riportava i dissensi a somma zero ma facendo fuori la Comardi. Mentre credo che Tereo e Silli se ne sarebbero andati in ogni caso. Vedo la cosa iperbolica Sel per la seconda volta ha fatto un sacrificio avendo bisogno di una quota rosa, a dispetto della salvaguardia dei 4 assessori Pd. E ovvia che quando si negozia non in mala fede non ho potuto consultare tutti i consiglieri ma ho cercato di fare il meno danno possibile. Di Nicola: Ho un ricordo diverso da Daniele, a fronte dellindispensabilit della quota rosa, ci siamo battuti sullinadeguatezza di inserire cifre dei capitoli. Il sunto stato rispettato. Altra precisazione di carattere temporale in merito alle deleghe, prima abbiamo risolto laccordo per la quota rosa, poi si fa bilancio e poi si pensa alle deleghe. Io mi sono fidata e sono convinta che la procedura si sta rispettando. Di Pasquale: Ho firmato quella lettera che ho condiviso ma alla luce delle rassicurazione della revisione delle deleghe e della non ratifica delle cifre sullaccordo Sel, abbiamo pensato di mettere sul piatto le nostre deleghe (lunico che ha espresso dissenso stato Di Felice). Ho fiducia e voto serenamente il bilancio. Tuttavia inammissibile il comportamento della famiglia Colangelo dentro il Palazzo, che deve essere fermato. Talanca: Ho un ricordo di rassicurazioni verbali almeno di Scorrano per la votazione del bilancio. Sono daccordo con la ricostruzione di Stefania, in quanto una delega senza cifre rimette la palla al centro. Ora sar questione di una ricollocazione delle deleghe Pavone: Ho ricontrollato le date, in effetti se il documento del 21 ottobre, lincontro con Sel del 26, non ho contezza di quanto si detto prima, ma dei vari incontri ho sempre detto che c una insofferenza per Colangelo cui giusto prendere atto, di porre questa forza in opposizione, organizzandoci. Scelta che non condivido, specie se analizzata in funzione della scadenza ulteriore a livello regionale che avalla le alleanza con Sel. Sono daccordo selle modalit di approccio sbagliato di Colangelo, anche se talvolta giusto, ma opportuno impedire le invasioni che state evidenziano. E giusto la revisione delle deleghe, in rispondenza ad unesigenza di ridistribuzione, credo che Adriano debba restituire la delega allurbanistica, inutile, e personale a Fidanza, in quanto troppo. Dico questo perch possiamo lucrare su questa azione, in quanto mettendole sul piatto sono deleghe importantissime. Siamo 14 contro 11 e nessuno si pu permettere di non votare il bilancio, la revisione del rapporto con Sel e deleghe e successiva allapprovazione del bilancio. 2

Chiulli: Credo sia la terza occasione che nasce da una chiacchierata ad un consiglio comunale per Decreto Sviluppo in cui Pavone mi diede questo consiglio personale che sembrava che in quei giorni deleghe/quota rosa fossero associato. Raccolgo il suo suggerimento, ma non sono arrivato ad alcuna conclusione non avendo avuto un raccordo con Attilio, anche in vista di altre priorit. In maggioranza si era discusso di rivedere le deleghe e una discussione preparatoria su quali deleghe mettere sul piatto deve trarre spunto dalla sensibilit degli assessori che le detengono. Fidanza: Abbiamo di fronte una settimana in cui rivivremo lassenza sindaco per arrivare a tre-quattro giorni di commissioni per lapprovazione del bilancio. Dobbiamo capire che le questioni poste non si possono che affrontare e risolvere sia dal punto di vista politico che temporale, dopo il bilancio, dopo di che si fa un accordo su alcuni argomenti sono sollevati e dopo aver affrontato questo, si esplicita come si risolveranno. Per le questioni di deleghe, mi sembra come se parlassimo in maggioranza. Ma ci stato richiesto qualcosa? Dopo la rimessione delle deleghe il sindaco ha quelle a cui affidarle? Stiamo attenti ad affrontare il ragionamento. Sulla questione bilancio non c che qualcuno spiega e conosce, ho convocato forse 24 riunioni, non c mai stata sensibilit su una materia ostica e complicata. Se non ci si perde tempo non si arriva a capire. Vado in giro dal mese di gennaio con schema per favorire lapprendimento degli strumenti e la prima riunione fatta con il nuovo dirigente Ventrella datata a settembre. Si apre un diverbio con Vaccaro al termine del quale polemicamente Fidanza dichiara di voler smettere di fare allegati e prospetti e spiegazioni. DIgnazio: Mi ricollego a quanto detto da Romina sulla necessit della centralit del Partito, preannuncio alcune questioni che vorrei sottoporre al partito come lavori pubblici. Sulle deleghe penso che ci siano le condizioni per una rivisitazione delle stesse per calmare il malumore anche allinterno del PD e giusto valorizzare chi vuole impegnarsi in determinati settori. E necessario parlare chiaro perch si arrivi serenamente allapprovazione del bilancio. DAlonzo: Non ho problemi con Colangelo ma dentro il Pd sono sempre emarginato, il partito e gli altri assessori non mi sono vicini, cerco di fare tutti i passaggi politici e amministrativi ma ogni volta che porto una delibera, con la media di una ogni 2 mesi e mezzo, incontro difficolt. Fidanza: Il 90% delle delibere sono atti dovute, le delibere che sono atti di indirizzi della giunta sono pochissime, faccio un esempio lesternalizzazione del trasporto scolastico, il pala congressi che faticano ad andare in giunta. La delibera a cui fa riferimento DAlonzo la delibera su Trisi che ho relazionato personalmente per assenza momentanea del dirigente Merchiorre. Alla successiva riunione con il dirigente abbiamo dato alcuni input, tra cui la verifica della fondazione Trisi con linserimento dellatto. Di Mattia: Riepilogo la questione. Stiamo lavorando da un anno in attesa del parere della corte dei conti e ad essa si aggiunta la difficolt di risolvere la situazione del personale con i sindacati per il riassorbimento dei lavoratori. Nellidea di riecheggiare la fondazione con il decreto di Monti abbiamo dovuto chiedere il parere della corte dei conti che ha esplicitato l inutilizzabilit della fondazione. Per quel progetto avevo dettato quale linea politica il project financing quale indirizzo programmatiche, anzich accontentarci di una mera gestione. Abbiamo convenuto su restyling con investimenti. In mia assenza la delibera tecnicamente giusta su Trisi, necessitava di ulteriori raccordi in quanto non in linea con lindirizzo iniziale, che prevedeva una politica con investimenti, ma se il partito si fa portavoce dellaltro indirizzo, la gestione ad associazioni minimalista, mi metta a disposizione. 3

Fidanza: Non mi sono certo fatto relatore per affossargli la delibera. Da oggi avverto che dunque non distriubuir n schemi delucidativi e n mi far relatore. Cretarola: Prima di prendere qualsiasi decisione ricordo che la regola del gioco la discussione interna al partito, sono daccordo che le questione tipo Trisi devono essere discusse con interesse del partito, consiglio e giunta,con il quale la citt potrebbe essere rilanciata. Equalificante in un gruppo dirigente rinnovato che il partito assuma responsabilit su alcuni temi in maniera da farsi collegamento con la collettivit. Dopo 2 ore di discussione, Scorrano prende la parola dichiarando Dopo un colloquio preliminare con Romina, con richieste, appunti suggerimenti delusioni per un raccordo con il Sindaco, ho constatato che mancata la disponibilit se non dopo il bilancio. Una parte del PD lamenta la mancanza di considerazione e ho chiesto che prima del bilancio servirebbe un segnale forte, sulle stesse modalit immediate adottate da Sel. Cita e dopo diversi inviti legge, un documento politico in cui si sottolinea il rispetto, limpegno e disponibilit a ruoli e responsabilit con una serie di punti: nomina con delega allattuazione del comunale emergenza protezione civile, nuovo piano toponomastica urbanistica con previsione spese 100 mila euro da inserire nel bilancio di previsione 2014, nomina con delega ai mercati di commercio ambulante, nomina con delega al piano economico energetico comunale e energie rinnovabili, nomina con delega per la riorganizzazione e affidamento diretto per gli impianti/centri sportivi con bandi di gara ad associazioni sportive e socio-culturali culturali, nomina con delega al demanio marittimo, nomina con delega alla viabilit e mobilit sostenibile, delega allaccessibilit, delega alle opere di urbanizzazione. Poi cita capitolo bilancio piano traffico, piano studio sottosuolo, inserimento per opere pubbliche con mutuo cassa depositi e prestiti per una serie di vie, progetto triennale compostaggio scolastico e parchi pubblici, progetto triennale enogastronomico sapori gusto, si richiede revisione delle seguenti nomine prima dallapprovazione del bilancio previsionale 2013. Di Mattia: E assurdo che il documento venga fuori dopo tutto questo tempo. Mi chiedo se questo propedeutico al bilancio? Se non vi fidate di me avete un opportunit doro per non approvarmi il bilancio. Secone: Chiedo formalmente come dirigente del partito e candidato sindaco con 180 voti una riunione formale del direttivo. Cretarola: La riunione di stasera stata funzionale a raccogliere una serie problemi anche legittimi di cui il partito si far da raccordo e mediatore.

Il verbalizzante Segretario Romina Di Costanzo