Sei sulla pagina 1di 12

EQUAZIONE

DI
3 GRADO
Tre matematici e unequazione in rima
Al giorno doggi quando un matematico dimo!tra un teorema lo comunica ai colleg"i di tutto il
mondo #u$$licando un articolo% Non era co!& nel Rina!cimento%
Nel '('( )ci#ione dal *erro #ro+e!!ore di matematica allUni,er!it- di .ologna !co#re la
+ormula #er ri!ol,ere lequazione di terzo grado /
3
0 # / 1 q 2nel linguaggio alge$rico moderno3
#ro$lema c"e 4uca 5acioli nella !ua )umma #u$$licata nel '676 dice e!!ere im#o!!i$ile allo !tato
delle cono!cenze% Dal *erro ne tiene !egreta la !co#erta #er di,ulgarla #rima di morire nel '(89
!olo al !uo allie,o Antonio :aria *ior% 4a notizia comincia a circolare e !#rona Niccol; *ontana da
.re!cia il Tartaglia a cercare la !oluzione c"e tro,a nel '(3<% Tartaglia = un autodidatta co!&
c"iamato #er la $al$uzie do,uta alle +erite !u$ite da un !oldato +rance!e durante il !acco di .re!cia%
Egli dic"iara di a,er ri!olto il #ro$lema ma tiene !egreta la +ormula% >redendo c"e menta *ior lo
!+ida #u$$licamente !otto#onendogli 3< que!iti c"e !i #o!!ono ri!ol,ere !olo cono!cendo la
!oluzione dellequazione% Que!ti ?duelli@ erano a$$a!tanza comuni alle#oca con tanto di
te!timoni giudice notaio e #o!ta in denaro% E #ermette,ano a c"i ne u!ci,a ,incitore di
attrarre di!ce#oli a #agamento ed e!!ere c"iamati a tenere lezioni in !edi #re!tigio!e% 5er que!to le
!co#erte im#ortanti ,eni,ano gelo!amente cu!todite% Tartaglia accetta #ro#onendo a !ua ,olta 3<
que!iti a *ior% E que!ti ,iene !con+itto non riu!cendo a ri!ol,erne ne!!uno% Tartaglia in,ece
!#ronato dalla !+ida rie!ce a tro,are la +ormula #er il ca!o generale e ri!ol,e tutti i #ro$lemi in
a##ena due ore%
A qui c"e entra in gioco Girolamo >ardano medico alla >orte di :ilano +ilo!o+o a!trologo
matematico e altro ancora% A,endo udito della ,ittoria di Tartaglia ed e!!endo in #rocinto di
#u$$licare un trattato di alge$ra c"iede a Tartaglia di ri,elargli la +ormula ri!oluti,a e il #erme!B
!o di in!erirla nel li$ro% .eninte!o ne a,re$$e me!!o $en in c"iaro la #aternit-% Tartaglia ri+iuta
#u$$lic"er- lui !te!!o la !oluzione non a##ena a,r- +inito la traduzione e #u$$licazione degli
Elementi di Euclide% :a >ardano in!i!te e in,ita Tartaglia a :ilano% Do,e con mille lu!ing"e rieB
!ce a +ar!i ri,elare la +ormula con la #rome!!a di non #u$$licarla% Tartaglia #er; in,ece di !cri,ere
la +ormula d- a >ardano una #oe!ia qua!i un indo,inelloC
)ulle #rime >ardano non ca#i!ce e c"iede aiuto a Tartaglia c"e d- una !#iegazione #iD dettagliata%
A que!to #unto >ardano con laiuto del !uo #u#illo 4udo,ico *errari inizia a la,orare
allequazione di terzo grado !#ingendo!i oltre le !co#erte di Tartaglia e +ornendo una dimo!trazione
rigoro!a della !oluzione% *errari addirittura !co#re la !oluzione dellequazione di quarto grado c"e
lo #roiettere$$e nel +irmamento dei grandi della matematica% >= un #ro$lemaC un #a!!aggio della
!oluzione coin,olge la +ormula ri!oluti,a del terzo grado c"e >ardano "a #rome!!o di non
di,ulgare% *ru!trati dallim#o!!i$ilit- di #u$$licare le nuo,e !co#erte e a,endo !a#uto c"e dal *erro
a,e,a tro,ato la !oluzione #rima di Tartaglia >ardano e *errari ,anno a tro,are Anni$ale della
Na,e genero di dal *erro e !uo !ucce!!ore allUni,er!it- di .ologna% Della Na,e mo!tra loro un
mano!critto del !uocero con la !oluzione dellequazione la !te!!a tro,ata da Tartaglia% >ardano !i
ritiene !ciolto dalla #rome!!a e #u$$lica nel '(6( il monumentale trattato di alge$ra Ar! :agna
contenente la !oluzione !ia dellequazione di terzo grado !ia quella dellequazione di quarto grado
accreditata a *errari%
Tartaglia #er; !i ritiene de+raudato e inizia una lunga di!+ida tra lui >ardano e *errari c"e !i conB
clude con un a!!em$ramento nel cortile della c"ie!a dei +rati Zoccolanti di :ilano con centinaia di
#er!one ad a!!i!tere% :a = *errari a u!cire ,incitore dal #rimo giorno della di!+ida% >o!& Tartaglia
decide di a$$andonare :ilano morti+icato e #ieno da!tio #er il torto !u$ito% :orir- #rima di
#u$$licare un trattato !ullequazione di terzo grado tanto c"e oggi le +ormule !ono ri#ortate dai li$ri
di te!to come ?+ormule di >ardano@ tra!curando il contri$uto di Tartaglia e dal *erro% Altrettanto
ingiu!tamente >ardano = talora citato come ?ladro di +ormule@% Accu!a ingenero!a #erc"E nel !uo
trattato non attri$ui!ce a !e !te!!o la !co#erta% *or!e !are$$e $ene iniziare a c"iamarle +ormule di
dal *erroBTartagliaB>ardanoC tre autori #er unequazione di grado tre%

2'F3
28F3
5onendo /G come le due !oluzioni dellHequazione

Ora passiamo alla dimostrazione della formula risolutiva dell'equazione di terzo grado
Qual!ia!i equazione di 3 grado #u; e!!ere e!#re!!a nella +ormaC ax
3
+bx
8
+cx+d=<


ovviamente a<quindi possiamo scrivere-x
3
+(
b
a
) x
8
+
c
a
+
d
a
=<

giungiamo alla forma - x
3
+ax
8
+bx+c=<

ponendo x=y
a
3

otteniamo( y
a
3
)
3
+a( y
a
3
)
8
+b( y
a
3
)+c=<
y
3

a
3
8I
3
ay
8
3
+
a
8
y
3
+a( y
8
+
a
8
7

8Ga
3
)+by
ab
3
+c=<
y
3

a
3
8I
a y
2
+a y
2
+
ya
8
3
+
a
3
7

8a
8
y
3
+by
ab
3
+c=<
y
3
+y(
a
8
3

8a
8
3
+b)+
a
3
7

a
3
8I

ab
3
+c=<
y
3
+y(
a
8
3
+b)+
8a
3
8I

ab
3
+c=<

#onendo
x=y
a
3
- y=x+
a
3
p=
a
8
3
+b
q=
8 a
3
8I

ab
3
+c



y
3
+py+q=0
y
3
+py+q=<
ponendo y =u+v
y
3
+py+q=< - (u+v)
3
+p(u+v)+q=<
u
3
+3u
8
v+3uv
2
+v
3
+pu+pv+q=<
( u
3
+v
3
+q)+u(3u,+p)+v(3u,+p)=<
(u
3
+v
3
+q)+(u+v)( 3uv+p)
y
3
+py+q=< u , v - u+v=y
u
3
+v
3
+q=< - u
3
+v
3
=q

3u,+p=< - uv=
p
3
y
3
+py+q= < =(u
3
+v
3
+q)+(u+v)(3u,+p)
y
3
+py+q=< u , v -
y =u+v
p
3
= uv
< = y
3
+py+q =(u
3
+v
3
+q)+(u+v)(3u,+p) - u
3
+v
3
+q=<


u
3
+v
3
= q
uv =
p
3

- eleviamoal cuboentrambi i membri
della seconda equazione

u
3
+v
3
=q
u
3
v
3
=
p
3
8I



utilizzandoquanto esposto precendentemente 28F3
x
'
+x
8
=b
x
'
x
8
=c
u
3
, v
3
=z : z
8
+qz
p
3
8I
=<

z =
q !
.
q
8
+
6 p
3
8I
8
- z =
q
8
!
.
q
8
6
+
p
3
8I
ricordandoche y = u +v

u
3
=
q
8
+
.
q
8
6
+
p
3
8I

v
3
=
q
8

.
q
8
6
+
p
3
8I

y=
3
.

q
8
+
.
q
8
6
+
p
3
8I
+
3
.

q
8

.
q
8
6
+
p
3
8I
assegnando A =
q
8
6
+
p
3
8I

y =
3
.
q
8
+
.
A+
3
.

q
8

.
A

Ponendo come condizione necessaria alladiscussione su A che uv =
p
3
tuttavia dimostrabile che sufficiente che uv
Analizziamo il ca!o in cui A >< % )econdo il teorema +ondamentale dellHalge$ra le !oluzioni
de,ono e!!ere treC e in que!to ca!o una reale e due com#le!!e coniugate%
A >< radicando reale noncomplesso
se chiamiamoi tre risultati dellaradice cubica rispettivamente u
'
, u
8
, u
3
e v
'
v
8
, v
3
trai tre radicali della radice cubica , ne esiste uno soloreale u
'
=
3
.

q
8
+.A
Seu
'
, perch tutta la soluzione sia reale , anche v
'
dovr! essere , data la relazione :
uv v , u - v
'
=
3
.

q
8
.A
u
8
= u
'

3
.' , u
3
=u
'

3
.' e v
8
= v
'

3
.' , v
3
= v
'

3
.'

n
.' ha moduloj=' , e determina una rotazione di O=
8n
n
+O
'

quindi la moltiplicazione "
'
="
<

n
.' determina unarotazione ma nonuna dilatazione
co!
8n
3
+i sen
8n
3

co!
6n
3
+i sen
6n
3

u
'
=
3
.

q
8
+.A , u
8
=u
'
(
'
8
+i
.3
8
) , u
3
= u
'
(
'
8
i
.3
8
)
v
'
=
3
.

q
8
.A , v
8
=v
'
(
'
8
+i
.3
8
) , v
3
= v
'
(
'
8
i
.3
8
)

uv le soluzioni complesse sono coniugate - (a+ib)(aib) =a
8
i
2
b
8
- a
8
+b
8
uv u
'
v
'
, u
8
v
3
, u
3
u
8

y
1
=u
1
+v
1
y
2
=u
2
+v
3
y
3
=u
3
+v
2

)e A =< tre !oluzioni reali - y
'
, y
8
, y
3
di cui due coincidenti
- y
'
, y
8
=y
3
u
'
u
8
u
3
)e A < le tre !oluzioni !ono reali e di!tinte
u
'
=
3
.

q
8
+.A , v
'
=
3
.

q
8
.A
A < -
.
Ai
6
=
.
Ai
8
i
8
= i
.
Ai
8
= i
.
A - A ><
u
'
, v
'
=
3
.

q
8
!i .A - i dueradicandi (
q
8
!i .A) sono complessi coniugati

j =

q
8
!i
.
A

= .a
8
b
8
-
.
(
q
8
)
8
+(
.
A)
8
=
.
q
8
6

q
8
6

p
3
8I
=
.

p
3
8I

se A < allora po -
p
3
8I
><

tg O =
b
a
- !
.
A

q
8
- O=arctg(
!
.
A

q
8
) !O - coniugati
u
'
=(
3
.
j #
O
3
) , u
8
=(
3
.
j #
O+8n
3
) , u
3
=(
3
.
j #
O+6n
3
)
v
'
=(
3
.
j #
O
3
) , v
8
=(
3
.
j #
O+8n
3
) , v
3
=(
3
.
j #
O+6n
3
)

uv =
p
3
- uv - gli argomenti hannosomma nulla (u
'
v
'
) # (u
8
v
3
) # (u
8
v
8
)
per ogni coppia u e v sonotra loroconiugati
tre soluzioni y=u+v tutte reali - somma di numeri complessi coniugati

z+z = 8 z ( parte reale di z)
=jco!O - 8 =8jco!O

y
'
= u
'
+ v
'
= 8u
'
=8 v
'
=8
.

j
3
co!
O
3

y
8
= u
8
+ v
3
=8 u
8
=8 v
3
=8
.

j
3
co!
O+8n
3

y
3
= u
3
+ v
8
=8 u
3
= 8v
8
= 8
.

j
3
co!
O+6n
3
A =< y = x
3
3/ +8
A >< y = x
3
+3/ + 6
A < y = x
3
9/ + (