Sei sulla pagina 1di 3

Se coi ricordi, con le loro menzogne, malizie, disguidi, combatto e perdo da sem pre, sanguino e perdo, sanguino e combatto?

era un modo, il mio, di lamentarmi senza suono, di alzare un dito in silenzio pe r dire che la vita mi doleva ma che non avevo la forza di prendermela con nessun o. Bufalino, Argo il cieco ================================================ Mi sono avventurato al di l delle mie capacit. La mia comprensione non pu accompagnarsi con la chiarezza che desidero. Pessoa, una cena molto originale =========================================================== la fame e i principi, la miseria e la dignit, le ristrettezze e l'orgoglio sono a ccoppiamenti che stentano a trovare l'armonia. Pensaci e sii sincero: quante cose sapevi di lei, della sua vita precedente e di quelle parallele (e sono certa che ne avesse), di cui nemmeno immaginavi l'esis tenza? L'ingenuit degli uomini, anche quando si credono molto forti, li rende cri stallini, prevedibili, ma le donne Chi conosce gli infiniti anfratti della loro a nima, quello a cui possono arrivare pur di salvarsi o di perdersi, vendicarsi o umiliarsi, nascondersi o mostrarsi a seconda della convenienza? Tra qualche giorno il compleanno di tua figlia A----. Le mando ogni augurio di f elicit, affinch possa godere sempre della tua vicinanza, un privilegio che gli alt ri tuoi figli (i fratelli di cui lei ignora l'esistenza, perch tu hai deciso cos) non hanno mai avuto e, a quanto pare, non avranno mai. Cosa si prova a essere lontani? Cosa pensa un uomo come te quando viene sorpreso dalla condizione di esiliato, costretto a vivere lontano, ormai uno come tanti? Pena per te stesso oppure odio verso chi ti ha obbligato a partire e ad allonta narti da quanto ti apparteneva? Leonardo Padura Fuentes - La nebbia del passato ============================================================ Solo pu dire intanto che un giorno se ne part con un bagaglio di rimorsi e pene. ...sanare lo squarcio della sua vita. Purgato d'ogni colpa, ritrovare, alla conc lusione del viaggio penitenziale, l'armonia perduta. Mostri generati dai rimorsi . Vincenzo Consolo - L'olivo e l'olivastro =================================================================== Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore". I Racconti del Signor Keuner - Brecht. ==================================================================== allora Juan de Dios Martnez posava la tazza di caff sul tavolo e si copriva la testa con le mani e dalle labbra gli sfuggiva un grido fievole e preciso, come se piangesse o lottasse per piangere, ma quando alla fine toglieva le mani si vedeva soltanto, illuminato dallo

schermo del televisore, il suo vecchio muso, la sua vecchia pelle sterile e secca, senza la minima traccia di una lacrima. Roberto Bolano - 2666 ================================================================================ ======= Monsignor Giovanni Della Casa che nel suo Galateo cinquecentesco sosteneva che i piacevoli modi e gentili hanno la forza di eccitare la benevolenza di coloro co i quali viviamo. ================================================================== La vostra moglie, signore, con il pretesto di lavorare in un lupanare, vende sto ffe di contrabbando (da Borges) ==================== Gli di non permisero che Santos Chocano disonorasse il patibolo, morendovi sopra. Eccolo vivo, dopo aver stancato l'infamia (da Borges) =============================== Mas a pesar del tiempo terco, mi sed de amor no tiene fin; con el cabello gris m e acerco a los rosales del jardin. (Ruben Dario) =================================================== mauro via principe umberto 79 ========================================================== 28 febbraio 2009 0:00 - Guido Baccoli Buongiorno a tutti. Trovo l'intervento della signora Emanuela Bertucci pieno di inesatezza, probabil mente dovute a una sua seppur rispettabile, ma a mio avviso assolutamente inatte ndibile interpretazione delle norme in materia di matrimonio all'estero. vero ch e alcune norme italiane debbano essere rispettate, (impedimento etc., ma pi in pa rticolare questa materia viene regolata dalla riforma del Diritto internazionale privato italiano, L 218/95. Nel particolare l'art. 28 che detta: ''Forma del matrimonio. 1. Il matrimonio valido, quanto alla forma, se considerato tale dalla legge del luogo di celebrazione o dalla legge nazionale di almeno uno dei coniugi al momen to della celebrazione o dalla legge dello Stato di comune residenza in tale mome nto.'' Il seguito delle affermazioni le trovo ancor pi inaccetabili, incongruenti e basa ti solo su sue personali interpretazioni, peraltro non avvallate dagli organi ch e lei tanto sminuisce. Come si pu affermare che la giurisprudenza, unico modo di sapere chi sta interpretando la legge come si deve (soprattutto nelle sentenze d i merito di Cassazione) e che inoltre rendono noto come la stessa norma debba es sere intesa ed applicata, che le sentenze della Corte di Cassazione non sono vin colanti per la pubblica amministrazione, e dunque affermare: ''l'ambasciata puo' benissimo (anzi deve) disattendere questo orientamento ed applicare alla letter a l'art. 130 c.c., imponendo l'avvenuta trascrizione come requisito obbligatorio per il rilascio del visto. A parte che oltre alla giurisprudenza esista la dott rina che orientata nella stessa direzione della Cassazione, la gentile signora, si contraddice totalmente nel considerare: ''In questo caso, dovrebbe ricorrere al giudice italiano contro il provvedimento di diniego, forte di una solida giur isprudenza a proprio favore.'' Ossia per lei signora Bertucci, una sola sentenza a proprio favore vale pi di tutta la giurisprudenza di pi alto grado e della dott rina? Come pu sviare i lettori in questo modo tanto offensivo quanto inesatto rig uardo la Giustizia e i loro Tribunali e le loro funzioni? Le Ambasciate in gener ale, purtroppo commettono gravi errori, manca solo lei a dire che ''anzi deve ri fiutare il visto'' per complicare una situazione gi di per se abbastanza grave pe

r la troppo diffusa inosservanza delle leggi in materia di visto. Mi spiace, ma il matrimonio all'estero non pu assolutamente essere regolato e riconosciuto rest rettamente all'art 130 c.c., ma secondo l'art 28 della 218/95 e le sentenze di c assazione di merito per le quali il matrimonio valido nel momento della presenta zione e richiesta di trascrizione all'Ambasciata Italiana e il visto deve essere rilasciato immediatamente senza attendere la trascrizione che ha puro scopo cer tificativo? Non sa che cos facendo l'autorit consolare pu essere accusata ed a ragi one, di rompere l'unione familiare appena formatasi, violando norme, nazionali, internazionali, del diritto dell'uomo e costituzionali sul diritto all'unit famil iare? A mio avviso, ma almeno sostenuto dalla dottrina e dalla giurisprudenza, l ei sta disinformando i nostri connazionali che hanno il diritto di sposarsi con chi e dove credono opportuno. Cordiali Saluti Guido Baccoli =====================================================