Sei sulla pagina 1di 1

Foglio1

MUSCOLI DELLA CATENA DEGLI OSSICINI

origine

inserzione

azione

innervazione

muscolo tensore del timpano (del martello)

è accolto in un canale osseo situato al di sopra della tuba uditiva nella parte anteriore della parete mediale del cavo del timpano

il canale termina in dietro aprendosi nel cavo del timpano al davanti e sopra la finestra ovale (processo cocleariforme) dall'apertura esce il tendine che raggiunge la radice del martello

provoca lo spostamento in senso mediale del manico del martello con aumento della tensione della membrana del timpano e spostamento in senso mediale del processo lungo dell'incudine e della staffa, la cui base pentra così più a fondo nella finestra ovale

ramo del

n.mandibolare

muscolo stapedio (della staffa)

eminenza piramidale (piccolo rilievo osseo situato nella parte posteriore della parete mediale del cavo del timpano)

il tendine si inserisce nella parte posteriore della testa della staffa.

tira indietro la testa della staffa determinando un leggero spostamento della base di questo ossicino verso il cavo del timpano e di conseguenza una diminuzione della tensione della membrana del timpano

ramo del n.facciale

i muscoli si contraggono simultaneamente e fortemente in risposta a stimolazioni sonore molto intense → irrigidiscono la catena degli ossicini e smorzano la trasmissione delle vibrazioni all'orecchio interno. I due muscoli agiscono in maniera modulata, agonista e antagonista per migliorare la percezione delle varie

tonalità dei suoni gravi.

la prevalenza del tensore del timpano: facilita la trasmissione dei suoi acuti ; la prevalenza dello stapedio: favorisce la trasmissione dei suoni

Pagina 1