Sei sulla pagina 1di 2

ANSAS ex Irre Toscana

A cura di Claudia Perlmuter

eBooK, eBook reader e lettura di libri digitali


Testi elettronici e dispositivi
Non facile definire oggi in modo univoco cosa sia un eBook. In generale, si usa questo termine per riferirsi al libro in formato elettronico o, meglio, digitale. La parola deriva dallinglese (electronic book) e viene utilizzata comunemente per indicare la versione digitale di una qualsiasi pubblicazione. Tuttavia, leBook non coincide con il testo elettronico, anche se questo corrisponde al contenuto di un libro a stampa. Perch si possa parlare di eBook, sostengono in molti, occorre che esso possa essere fruito attraverso uninterfaccia adeguata, cio mediante un dispositivo che garantisca, oltre ai vantaggi del formato digitale, per lo meno quelli presenti nel libro di carta: portabilit, leggerezza, economicit, robustezza e fruibilit (non stancare la vista, utilizzo in condizioni differenti di luminosit, ecc.). In realt, un dispositivo che soddisfi tutte queste caratteristiche non stato ancora prodotto. Per la lettura di eBook, in linea teorica, si possono usare: computer, tablet, telefonini di ultima generazione, palmari e appositi lettori digitali; in tal senso, a seconda del dispositivo, occorrer rinunciare a qualcuna delle caratteristiche sopra indicate. Non perci possibile parlare di eBook prescindendo dal rapporto che intercorre tra il testo digitale ed il dispositivo su cui viene letto.

Gli eBook reader


Se prendiamo in considerazione dispositivi di lettura dedicati, cio i lettori di eBook, in inglese eBook reader, occorre notare che il termine comprende sia lhardware su cui il libro digitale viene letto, sia il software. Gli eBook reader sono molto pi maneggevoli, semplici ed economici di un personal computer, le funzioni sono limitate a poche e semplici operazioni funzionali alla lettura, vale a dire:

la modifica della visualizzazione, la possibilit di evidenziare passi, linserimento di note nel testo, la possibilit di compiere operazioni di ricerca allinterno del testo, in qualche caso, anche la consultazione di dizionari.

Gli eBook reader prevedono anche laccesso alla rete Internet, funzionale in primis allacquisto e scaricamento di titoli da siti appositi. Linterazione con questi dispositivi avviene, a seconda del prodotto, mediante il tocco dello schermo (touchscreen), luso di una piccola stilo o attraverso i pulsanti di scorrimento. Oltre alle diverse modalit di interazione tra utente e dispositivo, gli eBook reader in commercio variano principalmente in relazione a: le dimensioni e le caratteristiche tecniche del display, il tipo e le dimensioni della memoria e la durata delle carica delle batterie. Le tecnologie applicate ai dispositivi sono in evoluzione. Attualmente, i modelli pi avanzati offrono display a tecnologie e-paper (inchiostro elettronico), memorie solide (da 1 GB a 4 GB) e mobili, gestiscono molteplici formati, offrono uninterazione touchscreen ed il collegamento web tramite WIFI. In commercio ci sono prodotti di marche diverse (Amazon, Sony, Asus, Bookeen, IBS, Telecom, Nook, iRex, ecc.), per un confronto tra i modelli si veda http://modelli.ebookreaderitalia.com/. Una nota a parte merita il termine electronic paper, conosciuto anche come e-ink o e-paper. Si tratta di una tecnologia di display, inventata nel 1996, che imita laspetto dellinchiostro su un normale foglio. A differenza di un normale display, che usa una luce posteriore per illuminare i pixel, le-paper riflette la luce come un foglio di carta, garantendo cos la lettura in differenti condizioni di luminosit e senza che la vista si stanchi eccessivamente.

Agenzia Nazionale per lo sviluppo dellAutonomia Scolastica ex IRRE Toscana Via Lombroso 6/15 50134 Firenze Tel 0554371711

I formati elettronici pi comuni


I formati elettronici (eBook format) usati per la pubblicazione di testi digitali sono diversi. Sempre pi, per, quando si parla di libri digitali si fa riferimento ad un formato standard che si chiama ePub. Le principali caratteristiche di questo formato sono: - layout dinamico, di conseguenza limpaginazione si adatta al dispositivo ed alle impostazioni dellutente; - sfrutta appieno la tecnologia e-ink; - b/n, scala di grigio e colori; - pu essere letto dai software presenti nella maggior parte dei dispositivi dedicati e non, compresi computer Windows e Mac, tablet ed iPad; - offre la possibilit di collegamenti multimediali (immagini, audio e video), sfruttata appieno, per il momento, solo dal dispositivo iPad. Esiste, in realt, un altro formato di testo molto pi diffuso, usato in genere per la trasposizione in digitale dei libri stampati, il PDF. Questo formato simula la carta, pu essere utile in molte circostanze ma, poich ha un layout statico, non si adatta al dispositivo di lettura; limpaginazione risulta pertanto fissa anzich fluida, come dovrebbe essere in un vero e proprio libro digitale. Tenendo presente che ogni dispositivo supporta solo alcuni formati, prima di acquistare un libro digitale molto importante conoscere la compatibilit del formato delleBook che si desidera leggere con il dispositivo/software che sintende usare.

La forma libro e gli eBook a scuola


La forma libro la forma tradizionale di organizzazione dei contenuti didattici a cui siamo tutti abituati. Probabilmente sarebbe un errore abbandonarla, rischieremo una frammentazione di conoscenze e di stimoli difficile da ricomporre. In assenza di fili narrativi appare molto problematico trasmettere la complessit della conoscenza che la testualit lineare, tipica del libro, ha finora consentito di esprimere ed allo stesso tempo di costruire. Se i libri di testo hanno ragione di esistere, questi dovranno, per, necessariamente, cambiare volto. Dovranno trasformarsi in veri e propri eBook multimediali. Tuttavia la sorte dei libri scolastici digitali e delleditoria in generale , come si pu intuire, legata allo sviluppo dei formati e dispositivi di lettura ed alla diffusione delle tecnologie nelle scuole e nella societ nel suo complesso. Luso a scuola di dispositivi dedicati (eBook reader) richiede una considerazione specifica. In breve, non ci sono per il momento esperienze di impiego diffuso di questa tecnologia nelle scuole italiane, ma gli esiti della ricerca anglosassone riportati nella letteratura pi recente (Roncaglia, 2010; Rotta ed altri, 2010) indicano che gli eBook reader di ultima generazione, in considerazione delle funzioni precedentemente elencate, potrebbero dimostrarsi strumenti efficaci per accrescere la motivazione alla lettura e per sviluppare negli alunni abilit e strategie di lettura, cio la capacit di interagire efficacemente con i testi scritti.

Per approfondire
Roncaglia Gino; La quarta rivoluzione. Sei lezioni sul futuro del libro, Bari, Laterza, 2010 Rotta, Mario; Bini, Michela; Zamperlin, Paola; Insegnare e apprendere con gli ebook. Dallevoluzione della tecnologia del libro ai nuovi scenari educativi, Garamond, Roma 2010 Elena Mosa, E-book: un libro in cerca di identit in Massimo Faggioli (a cura di), Tecnologie per la didattica, Milano, Apogeo, 2010, pp. 105/132

Aprile 2012
Agenzia Nazionale per lo sviluppo dellAutonomia Scolastica ex IRRE Toscana Via Lombroso 6/15 50134 Firenze Tel 0554371711