Sei sulla pagina 1di 3

LItalia fascista 1.

La crisi economica del primo dopoguerra Disoccupazione dilagante: malcontento operai e contadini Ceto medio: insoddisfatto economicamente e risentito perch non aveva un riconoscimento sociale Industria da riconvertire dalle produzioni belliche Fallimento di molte imprese Vittoria Mutilata e Impresa fiumana 2. Le elezioni del 1919 Prime elezioni a suffragio universale maschile con sistema proporzionale. Affermazione dei primi partiti di massa: il Partito Socialista ottiene la maggioranza relativa con il 32,4% dei voti; il Partito Popolare ottiene il 20,6% Ma Il nuovo governo guidato dal liberale Francesco Saverio Nitti. 3. Le rivendicazioni dei reduce Scontro tra: maggioranza socialista che rivendica la sua antica posizione neutralista contro la carneficina della Grande Guerra minoranza dei reduci che rivendicano i frutti e lesaltazione della vittoria militare, che considerano mutilata.

4. 1919-1920 - Il biennio rosso 1919 I socialisti guidano grandi scioperi operai e contadini e occupano fabbriche e terre. Questo crea: Un clima di paura Un clima di attesa di unimminente rivoluzione bolscevica in Italia. RISULTATI: Aumenti salariali e giornata lavorativa di 8 ore

Nelle campagne aumenti per i braccianti Al sud parzialeredistribuzione delle terre incolte

5. Settembre 1919 - Lavventura fiumana Gruppi armati irregolari e reparti dellesercito ammutinatisi, guidati da Gabriele DAnnunzio, occupano militarmente la citt di Fiume per mettere la Conferenza di Parigi di fronte al fatto compiuto. Alla fine del 1920, la questione risolta da Giolitti che, come capo del governo, manda lesercito a disoccupare Fiume nel rispetto del trattato di Rapallo. Lavventura fiumana rese palese a tutti lestrema debolezza del governo. 6. 1920: Occupazione delle Fabbriche Giolitti (tornato dopo le dimissioni di Nitti giugno 1920) gestisce la fase recessiva delleconomia italiana ( scarsi investimenti dovuti anche allacceso clima sindacale) Agosto: scontro decisivo: serrata degli imprenditori contro richieste salariali della FIOM e conseguente occupazione fabbriche(consigli di fabbrica sul modello soviet(leader Gramsci , fondatore rivista Ordine Nuovo) COMPROMESSO FINALE: Accordo su aumenti CONSEGUENZA: Acuita, nei ceti medi, la paura di una rivoluzione bolscevica e spinta verso soluzioni reazionarie 7. 1919-1921 Conversione fascista da interventismo di sinistra in interventismo squadrista di destra contro i socialisti. Gi nel 1919 Benito Mussolini aveva fondato a Milano il movimento dei Fasci di combattimento. Il movimento, finanziato dagli agrari prima e dagli industriali poi, si organizz in squadre paramilitari per colpire, devastare e bruciare sedi del Partito Socialista, Case del Popolo, Cooperative, picchiare e pestare brutalmente gli avversari politici. In questo modo alle elezioni del 1921, presenti in liste con i liberali di Giolitti, entrarono in Parlamento 35 deputati fascisti.