Sei sulla pagina 1di 17

29 GIUGNO 05 LUGLIO 2013 N 25/2013

NOTIZIARIO SULLA ROMANIA

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013

CONTENUTI
Il Consiglio Legislativo: il capo dello stato fa parte del potere esecutivo, insieme al primo ministro Romania-Cina: visita ufficiale del premier Victor Ponta a Pechino I risultati del censimento: i romeni sono 20 milioni Censimento: quanti romeni sono residenti allestero Il Presidente ha promulgato lo Statuto dei Parlamentari Secondo Liviu Dagnea la realizzazione del decentramento graduale

Politica

Economia

Aumento dei prezzi a partire dal 1 luglio Romania: 48 posizione nella classifica mondiale dellinnovazione Nuovi obblighi fiscali per le imprese straniere in Romania La Cina pronta a sviluppare nuovi business con la Romania Turismo: considerevole il potenziale di crescita Nel 2012, istruzione e ricerca hanno ricevuto solo il 2,5% del PIL Leconomia cresciuta del 2,2% nel 1 trimestre 2013 rispetto allo scorso anno Appalti pubblici: aumentata la soglia sotto la quale non necessario effettuare la gara

Agricoltura

I deputati hanno approvato la coltivazione delle piante geneticamente modificate nelle aree naturali protette Frodi nel settore agricolo Piano strategico sullagricoltura Carenza di giovani nel settore agricolo Un nuovo ente per il settore agricolo Scadenza per la presentazione delle dichiarazioni IRS Variazione della stima del PIL grazie allagricoltura

Finanza

La Banca Centrale taglia il tasso principale di 25 punti base A giugno le riserve in valuta estera sono diminuite di 384 milioni di euro La volatilit del leu contro leuro normale EBRD mette a disposizione 150 milioni di euro per la Romania Settore bancario, indebolito dalle perdite del 2012 Cosmote ottiene un prestito di 225 milioni di euro Emissioni bond governativi per il mese di luglio

Industria

Rapida crescita per Dacia nel mercato dauto francese Natuzzi. Nel piano industriale oltre 1.700 esuberi in Italia Lemet investe 1.400.000 lei in un negozio a Sighet Neoset potrebbe chiudere per un debito di 58,5 milioni di euro Stage in Romania: quali vantaggi per le industrie Una ricchezza strategica: il carbone Romgaz: utile di 473 milioni nel primo trimestre Perdita di oltre un milione di euro per il colosso Romaero

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013

Fondi dello Stato per le societ che lottano contro la crisi

Energia

Il pi grande parco fotovoltaico del paese aperto a Targu-Carbunesti Dal 1 luglio il prezzo del gas cresce dell8% per la popolazione Investitori cinesi a Bucarest per i reattori 3 e 4 di Cernavoda Proposta di legge che disciplina l'importazione dei rifiuti in Romania Socar investe 50 milioni di euro in nuovi distributori di carburanti in Romania Lupo Theiss: la transazione Vestas-LUKERG Renew Romania si conclusa Basescu: Romania utilizzer il gas di scisto nel 2018 Gehrlicher Solar ha completato la costruzione di tre parchi solari a Mures Buone prospettive per il mercato degli affitti di uffici Programma di sviluppo della prima casa La NEPI avvia i lavori per un nuovo centro commerciale Sono state avviate le aste per la vendita dimmobili di Omnium Invest La societ Cocor e la BCR hanno raggiunto un accordo Nel Municipio di Oradea si discute sul progetto di recupero di Piazza Unirii Le microimprese di Bucarest potrebbero beneficiare di ulteriori fondi POR

Costruzioni

Notiziario sulla Romania

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013

Politica
Il Consiglio Legislativo: il capo dello stato fa parte del potere esecutivo, insieme al primo ministro Mediafax, 1 luglio In seguito al suo avviso per il progetto della Costituzione, il Consiglio Legislativo ha sollecitato al Parlamento di eliminare le disposizioni riguardanti la definizione dei poteri dello stato. Il Consiglio ha sottolineato il fatto che il capo dello stato fa parte del potere esecutivo insieme al primo ministro e non pu perdere questo statuto. Questo perch nel progetto costituzionale, tra le autorit che rappresentano il potere esecutivo, manca proprio il capo dello stato. Nemmeno la limitazione delle prerogative costituzionali del capo dello stato non giustifica la sua esclusione dal potere esecutivo. Un latro argomento del Consiglio basato sul fatto che il sistema costituzionale romeno abbia consacrato un esecutivo bicefale composto dal Presidente e il Primo Ministro ci che fa che il capo dello stato abbia poteri sia amministrativi che politici. Il Consiglio Legislativo ha chiesto quindi ai parlamentari di rinunciare al testo che dettaglia il principio della separazione dei poteri, precisando che il potere legislativo rappresentato dal Parlamento, il potere esecutivo dal Governo e gli altri enti dellamministrazione pubblica centrale, e il potere giudiziario dallAlta Corte di Cassazione e Giustizia e le altre istanze giudiziarie. Romania-Cina: visita ufficiale del premier Victor Ponta a Pechino RRI, 3 luglio Il premier romeno Victor Ponta ha effettuato una visita ufficiale in Cina, lultima tappa del suo tour asiatico volto ad attirare maggiori investimenti in Romania. Stando al premier, lobiettivo stato raggiunto, le reazioni politiche e quelle del mondo economico sembrano positive. A Pechino, Victor Ponta ha proposto al presidente cinese, Xi Jinping, e al premier Li Keqiang, che la relazione tra Romania e Cina sia elevata a partenariato strategico mediante il quale lanno prossimo saranno celebrati 65 anni di rapporti

diplomatici bilaterali. Il partenariato strategico potrebbe essere concluso in diversi settori, politico, economico, ma anche culturale, ha precisato Ponta. Al centro dei colloqui tra il premier romeno e gli esponenti cinesi vi stata quindi lintensificazione della cooperazione economica tra i due Paesi. La Cina, la seconda economia mondiale, ha annunciato per questanno investimenti record in Europa. Victor Ponta ha affermato che la Romania disponibile ad essere il migliore partner di collaborazione della Cina in Europa. I risultati del censimento: i romeni sono 20 milioni Evenimentul Zilei, 4 luglio I risultati finali dellultimo censimento mostrano che la popolazione stabile della Romania di 20,12 milioni individui, di cui 10,33 milioni (51,4%) donne. Rispetto alla situazione rivelata dal precedente censimento, nel 2002, la popolazione stabile diminuita di 1,55 milioni individui (di cui 779.200 donne), principalmente a causa della migrazione estera. Tudorel Andrei, il presidente dellINS, ha precisato durante la conferenza stampa organizzata per presentare i dati del censimento, che sono state usate, per la prima volta in Romania, anche fonti amministrative per completare i dati ottenuti direttamente. Cos, i database di ANAF, della Casa Nazionale di Pensioni Publiche, del Ministero della Pubblica Istruzione e del Registro di Evidenza delle Persone sono stati applicati per 1,18 milioni individui, che non sono stati intervistati. La popolazione urbana rappresenta il 54% del totale della popolazione stabile, cio 10,85 milioni individui, registrando un aumento di 1,3% rispetto al 2002. Secondo i dati del censimento, al momento 20 ottobre 2011, la popolazione stabile secondo let era la seguente: bambini (0-14 anni) 15,9%, giovani (15-24) 12,3%, adulti (25-64) 55,7%, anziani (oltre 65) 16,1%. Il municipio Bucarest il pi popolato, con 1,88 milioni abitanti. Seguono i distretti di Iasi (772.300), Prahova (762.900), Cluj (691.000), Costanza (684.000), Timis (683.000) e Dolj (660.000). Allaltra estremit sono i distretti Covasna (210.000), Tulcea (213.000), Salaj (224.400), Mehedinti (265.000), Ialomita (274.000) e Giurgiu (281.000). La distribuzione secondo lappartenenza etnica, in base alla libera dichiarazione degli intervistati,

Notiziario sulla Romania

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 la seguente: romeni 16,79 milioni (88,9%), ungheresi 1,22 milioni (6,5%), roma 621.600 (3,3%), ucraini 50.000, tedeschi 36.000, turchi 27.700, russi lipoveni 23.500 e tatari 20.300. I cambiamenti rispetto al censimento del 2002 riguardano laumento del percento della popolazione di etnia roma (dal 2,5% al 3,3%) e la diminuzione del percento della popolazione tedesca (dallo 0,28% allo 0,20%). Riguardante gli studi, del totale della popolazione oltre 10 anni, il 44,2% hanno un livello basso di studi (primario, ginnasiale o senza studi terminati), il 41,4% livello medio e 14,4% livello superiore. Inoltre, 254.400 persone erano analfabete. Dai 18,86 milioni dindividui che hanno dichiarato la loro appartenenza confessionale, l86,5% sono ortodossi, 4,6% romano-cattolici, 3,2% riformati, 1,9% pentecostali, 0,8% greco-cattolici. Si sono dichiarati atei 0,2% del totale della popolazione. Censimento: quanti romeni sono residenti allestero Gandul, 4 luglio I dati finali del censimento organizzato nel 2011 rivelano che, in quel periodo, 727.540 romeni erano residenti allestero. Le destinazioni pi ricercate erano lItalia, la Spagna, la Germania, la Francia e la Gran Bretagna. 341.296 romeni si trovavano in Italia, 171.163 in Spagna, 33.089 in Germania, 23.205 in Francia e 40.378 in Gran Bretagna. Altri paesi che hanno accolto i romeni erano la Grecia, gli Stati Uniti, il Belgio, lUngheria, lAustria, la Cipro, il Portogallo, lIrlanda, il Canada, la Danimarca, lOlanda, la Svizzera, la Svezia, la Norvegia e la Repubblica Ceca. Del totale, 364.788 erano uomini e 362.752 donne. Il Presidente ha promulgato lo Statuto dei Parlamentari Gandul, 4 luglio Il Presidente Traian Basescu ha promulgato lo Statuto dei deputati e senatori, nella versione modificata secondo le richieste della Corte Costituzionale. I parlamentari hanno dovuto rinunciare alle disposizioni riguardanti la superimmunit. Cos i procuratori non devono pi inviare in Parlamento prove insieme ai rapporti per le richieste di perquisizione, arresto o prosecuzione. Inoltre, la nuova versione adottata dal Parlamento prevede riduzioni delle spese per le due Camere. Secondo Liviu Dragnea la realizzazione del decentramento graduale Bursa, 3 luglio Liviu Dragnea, Vice Primo Ministro e Ministro della Pubblica Amministrazione e dello Sviluppo Regionale, ha presentato a Bruxelles, in occasione dell'ultima riunione dell'Ufficio di Presidenza del Comitato delle Regioni (CdR), che ha avuto luogo ieri, le fasi per la realizzazione di un processo di regionalizzazione e decentralizzazione della Romania. Il Comitato delle Regioni (CdR) l'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali di tutti i 28 Stati membri dell'UE. La sua missione quella di coinvolgere le autorit regionali e locali e le comunit che essi rappresentano nellUE, nel processo decisionale e di informarli sulle politiche dell'Unione. Il Ministro ha dichiarato nel corso della riunione, che l'attuazione del sistema di decentramento deve avvenire gradualmente. Dopo aver istituito le Regioni, ci sar un periodo di transizione che sar reso operativo dalle istituzioni regionali, per migliorare i meccanismi di comunicazione e di funzionamento. Sullo sviluppo delle Regioni, nel prossimo periodo di attuazione dei programmi, il ministro Dragnea, ha annunciato che il sistema stato progettato per consentire il finanziamento per ciascun comune.

Economia
Aumento dei prezzi a partire dal 1 luglio Revista 22, 1 luglio Da luglio, cibo, gas ed elettricit saranno pi costosi. Il prezzo del gas domestico aumenter dell8%, e dal 1 ottobre del 2%. Per le imprese i prezzi aumenteranno del 3%. Gli aumenti saranno percepiti anche nel settore alimentare. Gli aumenti maggiori riguarderanno le utenze domestiche: secondo il calendario delle liberalizzazioni il prezzo del gas aumenter dell8% e quello dellacqua del 15%. Stessa situazione per lenergia elettrica. Gli aumenti si riverseranno anche sui prezzi dei generi alimentari. Neppure i guidatori sono stati risparmiati: le ammende aumenteranno di 75-80 lei. La multa pi bassa sar di 160 lei e quella pi alta di 1600 lei. La buona notizia invece la riduzione delle tariffe di roaming a partire dal primo luglio. Le comunicazioni mobili allinterno dellUE saranno pi economiche grazie alle regole imposte dal Parlamento Europeo che

Notiziario sulla Romania

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 prevedono tariffe massime inferiori. Ad esempio per una chiamata in uscita in roaming il prezzo massimo di 24 centesimi al minuto, IVA esclusa. Per le chiamate in arrivo il prezzo non potr essere superiore ai 0,07 euro al minuto. Gli sms costeranno 8 centesimi. Prevista a partire dal 1 luglio anche la riduzione dellIVA sul pane dal 24% al 9%. Tuttavia, secondo quanto annunciato da Victor Ponta, questa misura stata ritardata a dopo la revisione del bilancio. Romania: 48 posizione nella classifica mondiale dellinnovazione Economica.net, 1 luglio La Romania si posiziona al 48 posto nella classifica annuale del Global Innovation Index stilata dallOrganizzazione Mondiale della Propriet Intellettuale (WIPO), insieme alla Cornell University e la business school Insead. Gli Stati Uniti tornano tra i primi cinque Paesi innovativi nel mondo, e la Svizzera rimane in testa alla classifica davanti a Svezia, Regno Unito, e Olanda. Questa relazione annuale presentata a Ginevra, dove ha sede la WIPO, rivela che nonostante la crisi economica, l'innovazione in crescita. Il documento mette in evidenza i progressi compiuti da un gruppo di Paesi a basso e medio reddito ma comunque dinamici, in particolare Cina, Costa Rica, India e Senegal. La classifica, che comprende 142 Paesi, prende in considerazione 84 indicatori tenendo conto in particolare della qualit delle principali Universit, la possibilit di finanziamento e le societ con capitale di rischio finanziate. Malgrado la crisi economica, fa sapere lagenzia specializzata dellOnu, linnovazione viva vegeta. Le spese per la ricerca e lo sviluppo superano il livello del 2008 nella maggior parte dei Paesi e i poli dinnovazione dinamica sono in espansione. Nuovi obblighi fiscali per le imprese straniere in Romania Capital, 2 luglio Le persone giuridiche straniere che operano attraverso organizzazioni stabili in Romania hanno lobbligo di individuare un ufficio permanente per adempiere ai loro obblighi fiscali. quanto si legge da una nota pubblicata dallAgenzia nazionale dellamministrazione fiscale. Dal 1 luglio 2013, con la legge n. 168/2013, viene stabilito che le imprese che operano attraverso diverse organizzazioni, devono registrare in maniera permanente uno di questi uffici per potere assolvere a tutti gli obblighi previsti dalla legge ai sensi del Titolo II del Codice Civile. Inoltre, i contribuenti non residenti, che alla data del 30 giugno operano in maniera stabile in Romania, sono tenuti a presentare domanda di registrazione dall1 al 31 luglio. Secondo la nuova normativa, un soggetto estero che svolge la propria attivit in Romania, dovr calcolare, dichiarare e pagare le imposte sul reddito imponibile che derivano dalle attivit esercitate nel Paese. La Cina pronta a sviluppare nuovi business con la Romania Business 24, 2 luglio Il Presidente cinese Xi Jinping a seguito di un incontro con il Primo Ministro romeno Victor Ponta, ha promesso di sviluppare la cooperazione tra la Cina e i paesi dell'Europa centrale e orientale. Xi Jinping ha sostenuto che la Cina e la Romania sono in buoni rapporti ed infatti si comprendono e si sostengono a vicenda. Il Presidente cinese ha poi aggiunto che la stima reciproca un prerequisito di base per la cooperazione. Victor Ponta nella sua visita in Cina ha sostenuto che la Romania pronta a lavorare con la Cina per ampliare gli scambi in tutti i settori, migliorare il coordinamento nel commercio e promuovere i rapporti bilaterali. Il Presidente cinese ha sottolineato che il suo Paese disposto a lavorare con i 16 Stati dell'Europa centrale e orientale per aumentare le dimensioni e il livello di cooperazione, al fine di ottenere migliori risultati. Il Primo Ministro inoltre ha detto che la Romania disposta ad essere il miglior partner commerciale della Cina, in Europa, e spera che la celebrazione del 65 anniversario dellavvio delle relazioni diplomatiche bilaterali porter ad una intensificazione della cooperazione. Turismo: considerevole il potenziale di crescita Diacaf.com, 3 luglio Il turismo romeno ha un elevato potenziale di crescita e se rappresentava circa l1,5% del Pil qualche hanno fa, potr raggiungere il livello del 5% nel giro di pochi anni. Questo quanto dichiarato dal Ministro Maria Grapini durante la Conferenza Internazionale sul Turismo che si svolta in Romania dal 3 al 5 luglio. Una delle possibilit per incrementare i flussi turistici quella di aprire nuovi Uffici di Promozione Turistica allestero: Giappone e Dubai saranno i

Notiziario sulla Romania

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 due prossimi obiettivi. Ogni anno, vengono spesi 55 milioni di euro per la promozione turistica della Romania e occorre che questi fondi siano utilizzati efficientemente. Una conferenza non risolve il problema, ma ne accelera la sua risoluzione. Per far ci necessario un dibattito tra i diversi soggetti coinvolti. Occorre creare un network tra gli operatori turistici e promuovere forme di cooperazione pubblico-privato. Inoltre stata firmata la dichiarazione di adesione al Codice Etico del Turismo dellUNWTO da parte dei rappresentanti dellindustria turistica. In tal modo si pone in risalto limportanza dei concetti di sostenibilit e responsabilit nel settore turistico. Lo scopo principale della conferenza quello di presentare ai partecipanti gli esempi di buone pratiche e le esperienze positive nel campo dellecoturismo, del turismo culturale e del benessere, che hanno contribuito ad uno sviluppo delleconomia in molti Paesi europei. La Conferenza Internazionale del Turismo organizzata in collaborazione con lAutorit Nazionale del Turismo, su iniziativa del Ministero dellAmbiente e Turismo, in quanto la Romania dal novembre del 2012 ha la presidenza del Consiglio Esecutivo dellUNWTO. Nel 2012, istruzione e ricerca hanno ricevuto solo il 2,5% del PIL Money.ro, 3 luglio I dati ufficiali del bilancio consuntivo 2012, del Ministero delle Finanze e del Ministero dello Sviluppo regionale e della Pubblica Amministrazione, rivelano un problema serio: Istruzione e Ricerca hanno ricevuto solo il 2,5% del PIL. Secondo questi dati, limporto totale stanziato per lIstruzione e la Ricerca nel 2012 stato di 14,697 miliardi di lei, di cui 3,994 miliardi di lei da parte del Ministero della Pubblica Istruzione e di 10,703 miliardi di lei dai bilanci locali. Dal momento che la media Europea della percentuale del PIL destinata allistruzione del 5,3%, in Romania le due aree vitali su cui si basa lo sviluppo economico del Paese sono sotto-finanziate in maniera radicata. Secondo la legge sulleducazione nazionale, listruzione dovrebbe ricevere almeno il 6% del PIL e meno dell'1% del PIL la ricerca, ma l'applicazione di questa disposizione stata ritardata sia nel 2012 che nel 2013. Opinione comune che il progresso del Paese non potr raggiungersi se si continuer a destinare pochi fondi a questi settori e non si provveder ad incrementare gli investimenti in educazione ed istruzione. Leconomia cresciuta del 2,2% nel 1 trimestre 2013 rispetto allo scorso anno Ziarul Financiar, 4 luglio LIstituto Nazionale di Statistica (INS) ha confermato i dati provvisori annunciati nel mese di giugno sulla crescita economica del primo trimestre, in aumento dello 0,7% rispetto al trimestre precedente. Cos, il PIL reale ha raggiunto i 120,89 miliardi di lei. LINS rileva che hanno contribuito alla variazione del PIL soprattutto gli investimenti fissi lordi (da -0,1 al 1%, a causa della riduzione degli investimenti pubblici decisi dal Governo) e le esportazioni di beni e servizi, che hanno dato un contributo positivo alla crescita del PIL del 4,4%. La stima del PIL destagionalizzato per il primo trimestre stata di 154,23 miliardi di lei a prezzi correnti, la crescita reale dello 0,6% rispetto al 4 trimestre del 2012 e dell1,9% rispetto al primo trimestre dellanno passato. Tutti i settori hanno contributo alla crescita delleconomia, ad eccezione dellagricoltura, della silvicoltura e della pesca, che hanno avuto una flessione dello 0,3%. Le autorit stimano che laumento del PIL di questanno sar di 1,6 punti percentuali. Appalti pubblici: aumentata la soglia sotto la quale non necessario effettuare la gara Gandul, 1 luglio Il valore della soglia sotto la quale le istituzioni dello stato possono contrarre direttamente senza asta pubblica stato raddoppiato da 15.000 euro a 30.000 euro per i prodotti e i servizi, e da 15.000 euro a 100.000 euro per i lavori dopera. I massimali saranno validi a partire da luglio di questanno. Lintenzione del Governo di aumentare le soglie era stata annunciata nel luglio del 2012 ed era stata confermata anche dal Presidente dellAutorit Nazionale per la Regolamentazione e il Controllo degli Appalti Pubblici, Lucian Vldescu. La decisione di aumento delle soglie era in discussione da tempo, ma sempre rinviata. Adesso stata approvata dalla Camera dei Deputati con un emendamento presentato da alcuni gruppi parlamentari e promulgata dal Presidente Traian Bsescu. stato necessario aumentare la soglia in maniera considerevole, proprio per velocizzare le procedure di appalto pubblico e per incrementare lassorbimento dei fondi europei. Il mercato degli appalti pubblici rappresenta il 15% del PIL della Romania e lo Stato attraverso le sue aziende e istituzioni il pi grande acquirente.

Notiziario sulla Romania

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 Piano strategico sullagricoltura

Agricoltura
I deputati hanno approvato la coltivazione delle piante geneticamente modificate nelle aree naturali protette Capital, 3 luglio La Camera dei Deputati, come foro decisionale, ha adottato una legge che permette la coltivazione delle piante geneticamente modificate nelle aree naturali protette dinteresse comunitario, parte della rete Natura 2000. La legge stata inviata, il 28 giugno, al Presidente per la promulgazione. La rete Natura 2000 una rete europea di zone naturali protette, che include un campione rappresentativo di fauna selvatica e habitat naturali dinteresse comunitario. La sua creazione ha mirato non solo di proteggere la natura, ma di mantenere queste ricchezze naturali per molto tempo, assicurando cos le risorse necessarie allo sviluppo socio-economico. Lattivit umana non stata completamente vietata in queste aree. I siti Natura 2000 rappresentano 17,84% della superficie della Romania e molti si sovrappongono sulle aree naturali protette dinteresse nazionale. Frodi nel settore agricolo Economica, 1 Luglio Circa 5.000 agricoltori sono stati obbligati dal giudice a restituire parte delle sovvenzioni pubbliche ottenute. La decisione stata presa per aver dichiarato pi capi di bestiame e/o terreni di quanto in realt gli agricoltori possedessero. Secondo lAgenzia dei Pagamenti ed Interventi in Agricoltura (APIA) gli agricoltori tenuti a restituire le sovvenzioni sarebbero circa 8.300. APIA ha chiesto al tribunale la restituzione delle sovvenzioni per importi superiori a 12.670,00 lei, mentre la restante parte sar recuperata mediante lapplicazione di interessi legali e sanzioni sui flussi di capitale restituito. LAgenzia fa sapere che ha gi recuperato 3,2 milioni. La frode subita da APIA non ha permesso agli agricoltori di ottenere contributi per la loro attivit.

Evz, 1 Luglio Il presidente Basescu ha illustrato il piano strategico per il settore agricolo per il periodo 2014/2030. Basescu afferma che sono stati necessari 3 anni per redigere al meglio questo piano, ottenuto attraverso varie collaborazioni compresa quella del Ministro dellAgricoltura. Basescu ha chiesto alle varie forze politiche di supportarlo ed accordargli la fiducia su un provvedimento che ritiene epocale. La strategia sar discussa pubblicamente per 30 giorni al fine di interloquire con istituzioni, associazioni e soggetti interessati per giungere ad un programma che sia il migliore possibile. Il 97,7% delle aziende di piccole dimensioni e non supera la superfice di 100 ettari, ma questo potrebbe essere risolto con ladozione del piano strategico Basescu. Il progetto farebbe accrescere le esportazioni di prodotti agricoli. Questo sar possibile solo se ci sar un adeguamento tecnologico delle varie aziende agricole. Il problema dellagricoltura romena dovuta alla grande frammentazione del settore. Carenza di giovani nel settore agricolo Evz, 1 luglio Uno dei principali problemi della politica agricola romena la scarsit di risorse umane nelle aree rurali. Quasi il 60% dei proprietari dei terreni sono di et compresa tra i 60 e i 70 anni. Essi possiedono oltre il 25% di terreni arabili nellintero Paese. Nel 2010 gli agricoltori censiti erano 1,1 milioni. Di questi, solo 10.200 avevano un et inferiore ai 30 anni. Altri 74.700 agricoltori hanno un et compresa tra i 31 ei 40 anni. Lobbiettivo principale della politica agricola romena deve essere quello di accrescere le risorse umane nel settore agricolo, questo quanto emerso dalla relazione della Commissione presidenziale per le politiche pubbliche e per lo sviluppo agricolo. Per aumentare il numero di giovani occupati in questo settore bisogna utilizzare tutti gli strumenti messi a disposizione dalla Politica Agricola Comune e di tutte quelle sovvenzioni e versamenti che faciliterebbero lentrata delle nuove leve nel settore agricolo. Un nuovo ente per il settore agricolo Tribuna, 2 Luglio La Commissione del Dialogo Sociale del parlamento romeno ha approvato un progetto di

Notiziario sulla Romania

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 legge che prevede l'abolizione dell'attuale dipartimento della contea di suolo agricolo. Esso stato fuso in un nuovo ente pubblico con personalit giuridica propria. I finanziamenti e le sovvenzioni saranno a capo del Ministero dellAgricoltura. La nuova istituzione si chiamer l'Ufficio Provinciale per l'Agricoltura. Sar guidato da un sovrintendente che verr nominato con un decreto del Ministro. Sar di competenza dellUfficio la responsabilit di monitoraggio e controllo degli interessi degli agricoltori, la certificazione di qualit degli agricoltori, la certificazione di qualit di protezione e conservazione del suolo, certificazione dei servizi tecnici specializzati, verificare la formazione sia dei produttori affermati ed identificare eventuali errori che si potrebbero avvenire nella contea e intervenire a regolare tale situazione aziendale delle societ agricole. Scadenza per la presentazione delle dichiarazioni IRS Obiectivbr, 4 luglio La direzione generale della finanza pubblica di Braila ha annunciato la scadenza per la presentazione del modulo 221 (27 giugno). Sono state registrate 4.700 dichiarazioni di contribuenti. La direzione comunica inoltre che per tutti coloro che non hanno presentato dichiarazione incorreranno a multe che possono variare da 50 lei a 500 lei. Una volta raccolte tutte le dichiarazioni la direzione le confronter con i vari redditi minimi stabiliti per legge (in base allattivit svolta). Finito il periodo dei confronti si passer a tassare le varie attivit agricole. Si creer una grande banca dati dove verranno riportate tutte le informazioni dei vari agricoltori, che dovranno essere tassati; individuer inoltre, tutti quegli agricoltori che dovranno ricevere un sussidio da parte dello Stato. Variazione della stima del PIL grazie allagricoltura Mediafax, 4 Luglio Nonostante la prospettiva desolante dell'area euro, alcuni paesi dell'Europa Orientale, come Ungheria e Romania, hanno intrapreso sin dal 2009, dure misure per contrastare la crisi ed accrescere leconomia. Secondo la stima di questanno la Romania dovrebbe accrescere il suo PIL dell1,8%. In base alle previsioni dellIstituto Erste, questo dato potrebbe variare fino a raggiungere il valore del 2,2% grazie al buon raccolto di prodotti agricoli. Lo stesso Istituto ha stimato che nellanno seguente leconomia romena potrebbe crescere del 2,3%. Per quest'anno, le aspettative di crescita economica romena della Commissione Europea, del Fondo Monetario Internazionale e del Governo, risultano essere pessimiste rispetto alla previsione di Erste.

Finanza
La Banca Centrale taglia il tasso principale di 25 punti base Bloomberg, 1 luglio La Romania ha ridotto, per la prima volta da pi di un anno, il tasso di interesse di riferimento di 0,25 punti percentuali portandolo al 5%. La decisione stata presa in quanto la Banca Centrale prevede che linflazione rallenti al di sotto del target nella seconda parte dellanno. I policy makers che hanno mantenuto il tasso invariato dal marzo 2012, si sono uniformati alle altre banche centrali dellest Europa nel tentativo di sostenere la crescita economica. Il tasso principale di riferimento il secondo pi alto nellUE dopo quello della Croazia. A maggio il tasso di inflazione in Romania rimasto invariato rispetto allanno precedente al 5,3%, ma secondo le stime, rientrer nel target della banca centrale tra l1,5% e il 3,5% entro la fine dellanno. Nei primi tre mesi dellanno il PIL romeno aumentato del 2,2% rispetto al ritmo di crescita dei tre mesi precedenti che stato pari all1,1%. A giugno le riserve di valuta estera sono diminuite di 384 milioni di euro Mediafax, 1 luglio Le riserve valutarie della Banca Nazionale di Romania (BNR) sono diminuite a giugno di 384 milioni di euro portandosi ad un valore di 32,3 miliardi di euro. Alla diminuzione ha contribuito, insieme ad altri fattori, il pagamento dei prestiti al Fondo Monetario Internazionale. Nel mese di giugno ci sono state entrate per 662 milioni, dovute a cambiamenti nelle riserve di valuta estera degli istituti di credito, al conto della Commissione Europea ed alle entrate del Ministero delle Finanze. Per contro, si sono registrate uscite per 1,046 miliardi di euro che

Notiziario sulla Romania

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 includono variazioni nelle riserve valutarie degli istituti di credito, gli interessi e il rimborso del capitale sul debito pubblico denominato in valuta estera. In questultima voce rientra anche il rimborso dellottavo prestito del FMI, il quale ha ricevuto sia dalla BNR sia dal Ministero delle Finanze 123 milioni di euro. Le riserve doro ammontano a 103,7 tonnellate per un valore di 3,07 miliardi di euro. La volatilit del leu contro leuro normale Wall-street.ro, 1 luglio Il governatore della BNR Isarescu ha affermato che la volatilit del 5% del leu nei confronti delleuro nella norma. Ha detto inoltre che tale volatilit giustificata essendo la Romania un paese altamente competitivo. Isarescu non vede un pericolo nella volatilit del tasso di cambio per linflazione. Dopo linizio di maggio, il tasso di cambio era sceso a circa 4,3 lei/euro ed ha raggiunto il livello pi basso dalla fine del 2011. Successivamente il tasso di cambio iniziato a crescere fino ad oltre 4,5 lei/euro superando quindi un incremento del 5% in circa 2 mesi. Il declino del leu contro leuro riconducibile al ritiro degli investitori esteri dovuto alla fine graduale del programma di acquisto di bond attuato dalla banca centrale statunitense. Nellultima seduta di giugno il tasso di cambio leu/euro sceso del 3%, a quota 4,41, dopo che gli operatori di telecomunicazioni hanno acquistato lei e venduto euro per pagare le licenze assegnate lo scorso autunno. EBRD mette a disposizione 150 milioni di euro per la Romania Ebrd.com, 1 luglio La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (EBRD) ha messo a disposizione 150 milioni di euro per lemissione di titoli a mediolungo termine da parte di istituzioni finanziarie romene. Il primo investimento inerente a questo programma avvenuto tramite la sottoscrizione di bond emessi recentemente dalla UniCredit Tiriac Bank. Si trattava di titoli a 5 anni per un totale di 550 milioni di lei (121 milioni di euro). Il 50% della domanda stata coperta da investitori istituzionali romeni mentre la quota sottoscritta dallEBRD stata del 20%. Questo programma, rivolto alle istituzioni finanziarie romene, copre sia gli istituti bancari che non bancari ed ha come scopo quello di permettere agli intermediari finanziari di diversificare le loro fonti di finanziamento e di permettere una migliore corrispondenza tra le fonti e gli impieghi. Tali tipologie di programmi attuati dalla EBRD incoraggiano inoltre luso delle monete locali e lo sviluppo dei mercati dei capitali nei paesi in cui vengono attivati. Settore bancario, indebolito dalle perdite del 2012 Bursa.ro, 1 luglio Secondo il Rapporto Annuale 2012 della Banca Nazionale della Romania (BNR) il 2012 stato un anno difficile per le banche del paese, con perdite per 2,3 miliardi di lei. Queste hanno dovuto affrontare i rischi potenziali dagli sviluppi del mercato valutario, dallincremento del rischio di credito, economico, e di mercato, dallaumento dei crediti non-performing e dalla graduale applicazione dei requisiti di Basilea III. Per il terzo anno consecutivo due indicatori di redditivit, il ROE (rendimento del capitale proprio) e il ROA (rendimento delle attivit), hanno mostrato valori negativi pari rispettivamente a -5,92% e -0,64%. Tuttavia, i dati del primo trimestre del 2013 mostrano per questi indici valori positivi pari a 5,08% e 0,55%. Il patrimonio netto totale del sistema bancario aumentato lo scorso anno del 3,3%, tuttavia lintermediazione finanziaria scesa dal 63,3% al 62,2%. Il coefficiente di solvibilit stato nel 2012 pari al 14,9%, al di sopra del minimo regolamentare dell8% e del 10% raccomandato dalla BNR. Cosmote ottiene un prestito di 225 milioni di euro Zf.ro, 4 luglio Il terzo pi grande operatore romeno di telefonia mobile per fatturato e numero di clienti, Cosmote; firmer un contratto per laccesso ad un prestito di 225 milioni di euro. Il finanziamento sar concesso da un pool di 7 banche private insieme alla Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (EBRD). La firma del finanziamento era stata anticipata due settimane fa dal presidente della EBRD Sir Suma Chakrabarti. Lingente prestito servir a Cosmote per sostenere la crescita secondo i suoi ambiziosi progetti in competizione con le rivali Orange e Vodafone. Servir inoltre alla societ per coprire le spese di 180 milioni di euro derivanti dallaggiudicazione delle licenze di telefonia mobile per 15 anni. La quota di maggioranza di Cosmote in mano alla societ greca OTE, che a sua volta ha come azionista di

Notiziario sulla Romania

10

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 maggioranza Telekom. il colosso tedesco Deutsche pi grandi attori del mercato, le diminuzioni sono state del 12,9%, 10,2% e 10,1%. Natuzzi: nel piano industriale oltre 1.700 esuberi in Italia Affari Italiani, 1 luglio La Feneal Uil rende noto che la Natuzzi, azienda capofila dell'arredamento in Italia, ha presentato oggi il suo nuovo piano industriale presso la sede di Confindustria a Roma alla presenza dei rappresentanti sindacali nazionali e territoriali. L'azienda ha annunciato che chiuder 3 dei suoi 5 stabilimenti, a Taranto e a Matera, con un totale di 1726 esuberi. L'accordo di programma, siglato lo scorso 8 febbraio, doveva essere un punto di partenza per rilanciare il settore e rioccupare i lavoratori nel territorio, dopo anni di consulenze ed un finanziamento di 101 milioni di euro dal Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Puglia e Regione Basilicata. Invece l'azienda ha delocalizzato i prodotti fabbricati in Italia redistribuendo la produzione in Romania. Secondo il piano rimarrebbero impiegati nella produzione in Italia circa 750 lavoratori, mentre all'estero l'azienda ha aumentato i dipendenti di circa 1000 unit, passando da 7 a 8 mila unit. Lemet investe 1.400.000 lei in un negozio a Sighet Capital, 1 luglio Lemet, uno dei pi grandi produttori di mobili a livello nazionale, apre un negozio a marchio LEM'S a Sighet, a seguito di un investimento di 1,4 milioni lei. L'unit ha una superficie di 850 m2. Con questo spazio commerciale aperto a Sighet, la rete di Lem ha una superficie totale di vendita al dettaglio, in tutto il paese, di oltre 65.000 m2. Lemet ha una fabbrica in Campina fondata nel 1991. Attualmente possiende stabilimenti per la produzione che coprono una superficie di oltre 35.000 m2. La capacit di trasformazione di legname di circa 1,2 milioni di m2 all'anno producendo ogni anno oltre 360.000 unit di mobili. Neoset potrebbe chiudere per un debito di 58,5 milioni di euro Capital, 1 luglio Il produttore greco di mobili Neoset potrebbe uscire fuori mercato non essendo riuscito a ottenere la riscossione dei crediti dai suoi clienti. La Neoset ha debiti per 58,5 milioni di euro, di cui circa 50 milioni sono prestiti bancari. Le

Emissioni bond governativi per il mese di luglio Economica.net, 3 luglio Il Tesoro ha programmato per luglio di emettere obbligazioni a sei mesi per un valore di 300 milioni di lei in ununica operazione e differenti date per lemissione di bond con scadenza a 2 e 5 anni. Il valore complessivo dei titoli emessi sar di 1,76 miliardi di lei. La prima emissione programmata per l8 luglio e riguarda titoli con scadenza a 5 anni e per un importo di 300 milioni di lei seguita il giorno successivo da unulteriore gara per un valore di 30 milioni di lei. Il 18 luglio ci sar invece lasta per lemissione di titoli con scadenza febbraio 2016 per un totale di 300 milioni di euro. Nel mese di giugno il Ministero delle Finanze ha venduto bond per 2,148 miliardi di lei pari al 70% del target che era fissato a 3 miliardi. Ci stato dovuto agli alti rendimenti richiesti dagli investitori e dalle banche, i quali hanno portato al rigetto delle offerte nelle ultime due aste.

Industria
Rapida crescita per Dacia nel mercato dauto francese Mediafax, 1 luglio Dacia ha registrato nel primo semestre dellanno una grande crescita percentuale nel mercato dellauto francese con un incremento delle immaricolazioni del 7,3% con 46.900 unit nel mese di giugno. La quota di mercato del marchio romeno, che fa parte del gruppo Renault aumentata nei primi sei mesi di quest'anno in Francia. Questo incremento avvenuto nonostante il mercato francese dellauto sia sceso dell'11% a 1,118 milioni di unit da 1,256 milioni nel corrispondente periodo del 2012. Nel mese di giugno, il numero di nuove immatricolazioni di auto in Francia sceso del 9% a circa 225.000 unit. PSA, Peugeot, Citroen e Renault sono stati i leader di mercato nel primo semestre di quest'anno, con una quota di oltre il 55%, seguita da Volksagen, 12%, e Fiat, con il 5,25%. La maggior parte dei marchi sono diminuiti, tranne Dacia (7,3%), Toyota (4,1%), Kia (3%), Hyundai (1%) e Lexus (1,3%). Per Peugeot, Renault e Volkswagen, i

Notiziario sulla Romania

11

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 immobilizzazioni sono valutate dalla Neoset per un valore di 78.000.000 di euro e impiega circa 1.000 dipendenti. Neoset Group stata fondata nel 1980 e dal 1991 ha ampliato le sue attivit in Romania. Nel 2009, Neoset Romania ha aperto una fabbrica a Bucarest per la produzione di divani, esportando in paesi come la Grecia, Cipro, Emirati Arabi Uniti, Bulgaria, Ecuador e in Etiopia, attraverso la sua rete di oltre 100 negozi. Neoset Romania ha quattro punti vendita: a Bucarest, Timisoara, Costanza e Pitesti. Stage in Romania: quali vantaggi per le industrie Business 24, 2 luglio Le grandi aziende in Romania ogni anno offrono agli studenti meritevoli l'opportunit di acquisire competenze pratiche vitali in un mercato del lavoro sempre pi competitivo in ogni campo. In questo modo per i datori di lavoro vi lopportunit di scoprire dei talenti e la possibilit tenerli in squadra. I requisiti del candidato per un programma di stage non sono banali. Gli studenti devono dimostrare di aver avuto grandi risultati durante gli anni di studio, di conoscere molto bene almeno una lingua straniera, avere ottime capacit con il PC insieme a molte altre competenze. Carpatcement Holding, uno dei principali produttori di cemento in Romania ha lanciato un programma di stage per gli studenti nei loro ultimi anni di universit o di master, con la possibilit di lavorare per un periodo di tre mesi con un contratto di lavoro, cos, gli studenti vengono premiati finanziariamente per il loro lavoro in azienda. Nel programma di tirocinio di Carpatcement, gli studenti con risultati eccellenti possono essere impiegati durante l'estate in una di queste aree: acquisti, contabilit, ingegneria meccanica, ingegneria per il processo di estrazione del cemento, ingegneria geologica e qualit e tutela ambientale. Una ricchezza strategica: il carbone Capital, 2 luglio Dal 1998 fino alla fine del 2011, le autorit romene hanno speso enormi fondi per la chiusura delle miniere licenziando decine di migliaia di dipendenti e ora si scopre che alcune di queste hanno catturato linteresse degli investitori stranieri che vogliono riaprirle. Secondo lultimo piano strategico dell'industria mineraria romena per il periodo 2013-2035, la maggior parte delle decisioni per la chiusura di societ appartenenti allo Stato riguardano miniere di carbone. La lista vede al primo posto la Ploiesti che estrae carbone nazionale con 85 miniere, CNH Petrosani e REMIN Baia Mare, ciascuna con 69 unit, e SNLO con 54. Al contrario, il numero di miniere che sono di interesse per gli investitori stranieri sarebbero quasi 30. Secondo gli specialisti, un effetto benefico della riapertura delle miniere sarebbe la creazione di posti di lavoro, infatti, in una di esse possono lavorare tra le 500 e le 1.500 persone. Cos, se si riaprissero 30 miniere, oltre 30.000 persone avrebbero un posto di lavoro. I costi necessari per la riapertura variano da caso a caso e gli esperti del settore affermano che partono da non meno di 50 milioni di euro e possono arrivare fino a quasi 2 miliardi di euro. Romgaz utile di 473 milioni nel primo trimestre Ziarul Financiar, 2 luglio Romgaz, societ romena controllata dallo Stato, la pi grande produttrice di gas in Romania e ha registrato nel primo trimestre un utile netto di 108 milioni di euro, in crescita dell84% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, nonostante il contesto generale di mercato sia caratterizzato da una domanda ridotta. Secondo i dati forniti dalla societ, nel corso del primo trimestre, la Romgaz ha raggiunto i 264.000.000 di euro, rispetto ai primi tre mesi dello scorso anno, la societ ha registrato un fatturato di 297.000.000 di euro. I rappresentanti dell'azienda hanno spiegato che l'evoluzione del risultato netto si basata sul fatto che, nei costi di Romgaz, non stata considerata lesplorazione come categoria di spesa. Romgaz la societ pi redditizia dello Stato e si colloca tra i top 20 delle pi grandi industrie in Romania. Perdita di oltre un milione di euro per il colosso Romaero Business 24, 2 luglio Le entrate dellimpresa aereospazioale Romaero Bucarest (RORX) sono diminuite del 6% nel primo trimestre da 22,2 a 20,7 milioni di euro registrando perdite per 5,5 milioni di euro, dopo un piccolo utile di circa 50.000 lei, nello stesso periodo dello scorso anno. Le spese dell'azienda sono aumentate del 18% nel periodo analizzato, passando a 26,2 dai 22,1 milioni di euro dei primi tre mesi del 2012, secondo la relazione finanziaria presentata in Borsa. Romaero ha registrato un giro di affari di 15,8 milioni di euro

Notiziario sulla Romania

12

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 nel periodo gennaio-marzo, un risultato inferiore del 27% rispetto al primo trimestre dello scorso anno, quando il giro d'affari era pari a 21.900.000 di lei. La societ controllata dal Ministero dell'Economia, che detiene il 51,9% del capitale, dalla SIF Muntenia, con il 25,85% delle azioni e il Fondo con il 21% delle azioni. Il Ministro dell'Economia, Vosganian, ha annunciato che, ai primi di giugno, inizier la procedura per la privatizzazione. Le azioni scambiate nella Borsa Rasdaq, hanno chiuso la sessione commerciale di marted in crescita del 2,9% a 16,99 lei/share. Quindi, la capitalizzazione della societ di 106.100.000 di lei (circa 24 milioni di euro). Fondi dello Stato per le societ che lottano contro la crisi Business 24, 1 luglio Dall'inizio della crisi economica, circa 90.000 aziende romene sono in sofferenza, ovvero quasi il 10% delle societ operanti in Romania. Il numero delle insolvenze aumentato in modo esponenziale di anno in anno con un leggero miglioramento nel 2011. Nonostante il contesto economico complessivamente in agonia, vi sono delle aziende che sono riuscite a prosperare in questo periodo. Una delle ricette applicate stata quella di commerciare con lo Stato. La Romania ha impiegato 19 miliardi di euro, nel 2009-2010, per l'attribuzione di appalti pubblici nel campo elettronico (ESPP). Questa quantit equivale solo al 40% del volume totale degli appalti aggiudicati dalle autorit in questo periodo. LIstituto per le Politiche Pubbliche (IPP) ha stilato la classifica delle aziende che hanno fatto affari con lo Stato durante questo periodo in base al valore totale degli appalti ottenuti. Nel 2009 e nel 2010 i 50 pi grandi vincitori di appalti pubblici hanno ottenuto quasi 20.000 contratti, per un valore pari ad oltre sei miliardi, secondo lo studio di IPP. Le prime cinque societ nel top 689 accumulano ordini per un totale di quasi 1,6 miliardi. inaugurato venerd, alla presenza delle autorit locali, provinciali e del ministro per l'acqua, foreste e pesca, Ana Lucia Varga. Limpianto stato costruito su una superficie di 52 ettari e contiene pi di 80.000 pannelli solari, investimenti per un importo di oltre 35 milioni. Il sito ha una potenza installata di 20 Mw/h, la realizzazione durata circa otto mesi e sono impiegati oltre 100 dipendenti. Linvestimento costato 35 milioni di euro, con 46.000 Mw/h all'anno. Adrian Pavelescu, direttore della societ di energia rinnovabili, ha dichiarato che rappresentano il pi grande fornitore di energia privata del paese. Dal 1 luglio il prezzo del gas cresce dell8% per la popolazione Bursa, 1 luglio Il prezzo del gas aumenter dell8% per la popolazione il primo luglio e in ottobre aumenter dell1-2% su base annua, secondo lAutorit Nazionale per l'Energia (ANRE). Laumento del 3%, previsto per il primo luglio leggermente inferiore al 5% previsto su base annua, si legge in una dichiarazione ANRE. I cambiamenti in programma dal primo luglio sono stati approvati dal comitato di regolamentazione. Laumento dei prezzi del gas per uso domestico per l'intero anno quindi del 10% (lo stesso del calendario realizzato nelle relazioni con il FMI e UE) e dell11% per i clienti aziendali (rispetto al 18% nel calendario). Il calendario, approvato dal governo per la fase successiva, fissato per il primo ottobre quando i prezzi si muoveranno del 2% per la popolazione e del 3% per i consumatori industriali. In base a quanto recita il comunicato, per il primo ottobre 2013 e per il primo gennaio 2014, ANRE valuter la conformit graduale dellaumento dei prezzi regolamentati. Investitori cinesi a Bucarest per i reattori 3 e 4 di Cernavoda Romania Insider, 1 luglio Il primo ministro Victor Ponta, in visita in Cina, ha annunciato che una rappresentanza di aziende cinesi si recher a Bucarest nel mese di luglio per discutere i dettagli specifici su un possibile coinvolgimento del Governo nella costruzione delle unit 3 e 4 della centrale nucleare di Cernavoda. Gli investitori cinesi possono detenere una partecipazione di maggioranza nel progetto di costruzione dei due reattori nucleari, in riferimento al fallimento del

Energia
Il pi grande parco fotovoltaico del paese aperto a Targu-Carbunesti Business 24, 28 giugno Il parco fotovoltaico di Targu-Carbunesti, il pi grande del suo genere nel paese, stato

Notiziario sulla Romania

13

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 progetto Nabucco. La joint venture creata per condurre gli investimenti controllata da Energonuclear attraverso Nuclearelectrica. Gli altri azionisti sono una societ italiana del gruppo Enel, che detiene il 9,15% delle azioni, e ArcelorMittal Romania, con una quota del 6,2%. La centrale nucleare di Cernavoda in Romania produce circa il 20% di energia del Paese. Il sito di Cernavoda stato progettato per cinque reattori. La costruzione fu iniziata nel 1982, con l'intenzione di portare a termine tutte le cinque unit. Lunit 1 in funzione dal dicembre 1996, mentre l'unit 2 da ottobre 2007. Proposta di legge che disciplina l'importazione dei rifiuti in Romania Capital, 2 luglio Il ministro dell'ambiente Rovana Plumb ha detto che il suo Ministero sta lavorando su un regolamento legislativo sulle importazioni e le spedizioni di rifiuti in Romania. Alla conferenza 'Il futuro dell'ambiente, il ministro ha sostenuto che in Romania ci sono 5 milioni di tonnellate di rifiuti domestici ogni anno e che questa quantit deve essere ridotta. La priorit per il 2020 di dimezzare tale importo attraverso un progetto avviato in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole. La conferenza ha discusso le priorit ambientali del 2013 secondo i progetti speciali Delta Vcreti, Il futuro oggi, Eat, Pensare, Salva. Essi hanno inoltre discusso l'impatto ambientale dei progetti e dei programmi in corso, gli sforzi delle imprese per proteggere l'ambiente, gli imballaggi riciclabili e dei rifiuti di imballaggio, l'allineamento con gli Stati membri dell'UE, il ruolo delle imprese, comuni e cittadini nella raccolta differenziata. Socar investe 50 milioni di euro in nuovi distributori di carburanti in Romania Business Review, 3 luglio Socar, societ dell'Azerbaijan, investir circa 50 milioni di euro per ampliare la rete di distributori di carburante in tutta la Romania. L'azienda ha aperto all'inizio di questa settimana una nuova stazione di carburante a Piatra Neamt facendo arrivare a 15 i distributori in totale, ognuno dei quali si trovano nella regione della Moldova. Hamza Karimov, CEO Socar Romania, ha dichiarato che gli investimenti SOCAR della rete commerciale nazionale sono in crescita e che hanno acquisito terreni per stazioni di rifornimento in tutto il paese. I piani dinvestimento, il numero di stazioni di rifornimento e il ritmo di sviluppo nazionale nel 2013 dipendono dalla dinamica dei mercati dei combustibili e dal processo di autorizzazione in Romania. Fino ad oggi, la societ ha fatto investimenti locali del valore di 30 milioni di euro e ha creato 235 posti di lavoro. Lupo Theiss: la transazione Vestas-LUKERG Renew Romania si conclusa Bursa, 3 luglio Lo studio legale Lupo Theiss ha annunciato la conclusione di una delle pi importanti operazioni del 2013 nel settore delle energie rinnovabili, con un investimento di 137.500.000 euro. Le aziende assistite sono state Vestas, gigante energetico di turbine eoliche, che ha venduto due turbine eoliche a LUKERG Renew (joint venture su base paritetica tra ERG e LUKOIL Italia del Renew Econergo). Il parco eolico di Gebeleisis, in Romania, da 70 MW pienamente operativo dall'inizio di quest'anno e ha una produzione media annua di oltre 165 Gwh. La transazione stata completata alla fine di giugno 2013. Ileana Glodeanu, avvocato di M&A che ha guidato il team di Lupo Theiss, ha dichiarato che per il settore delle energie rinnovabili in Romania, incoraggiante concludere una transazione in cui circa 109 milioni di euro sono stati trasferiti sui conti di Vestas in ununica soluzione il 28 giugno 2013, dopo che erano gi stati effettuati altri versamenti, per un totale di circa 137.500.000 euro. Basescu: la Romania utilizzer il gas di scisto nel 2018 Energyonline.ro, 5 luglio Basescu ha detto che la Romania estrarr ed esporter gas di scisto dal Mar Nero nel 20182019, favorendo il consumo interno di gas. Questo il piano B dopo il fallimento del progetto Nabucco. Gli americani di ExxonMobil, la pi grande compagnia petrolifera del mondo, e laustriaca OMV Petrom, esploreranno alcuni punti del Mar Nero per reperire il gas. I primi risultati mostrano l'esistenza di giacimenti di gas, che coprirebbero il paese per 6 anni. Gehrlicher Solar ha completato la costruzione di tre parchi solari a Mures Bursa Constructiilor, 4 luglio Gehrlicher Solar ha completato 3 nuovi parchi solari in Romania, con una capacit totale di 9

Notiziario sulla Romania

14

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 MWp. I progetti, situati su un terreno di circa 19 ettari presso Mures, sono stati realizzati per conto terzi in soli sei mesi. Ogni parco produrr circa 4 milioni di Kw/h di energia verde. Klaus Gehrlicher, CEO di Gehrlicher Solar, ha dichiarato che il completamento del progetto, avvenuto lo scorso anno, ha convinto gli investitori sulla capacit di sviluppare velocemente il progetto e sullaffidabilit dellinvestimento. oscillano tra 775-875 euro al m2 nelle zone periferiche, mentre per i nuovi appartamenti situati nelle aree secondarie variano tra 9001050 euro al m2. La NEPI avvia i lavori per un nuovo centro commerciale Agenda Constructiilor, 1 luglio New Europe Property Investments (NEPI) ha ricevuto le autorizzazioni necessarie per lo sviluppo di un nuovo centro commerciale in Romania. La possibilit di procedere con i lavori, stata confermata di recente dalle autorit locali di Olt. Il cantiere verr avviato a breve e potrebbe essere aperto a partire dal 2014. Sono state avviate le aste per la vendita dimmobili di Omnium Invest Bursa Constructiilor, 2 luglio La Omnium Invest, avendo avviato le procedure fallimentari, stata costretta a mettere allasta tre degli stabili in suo possesso. Il prezzo di partenza del primo stabile sar 3,57 milioni di euro e sar utilizzato come spazio commerciale con una superficie complessiva di 4.561 m2 e un terreno di 29.072 m2. Il prezzo di partenza del secondo stabile sar di 2 milioni di euro. Saranno messi all'asta anche il centro commerciale in costruzione con una superficie totale di 12.879,2 m2 e un terreno di 21.847 m2. Il prezzo di partenza per lasta di questultimo edificio sar di 1,3 milioni di euro. Va sottolineato come il prezzo delle propriet messe all'asta notevolmente inferiore al loro valore di mercato. La societ Cocor e la BCR hanno raggiunto un accordo Bursa Constructiilor, 2 luglio La societ Cocor ha rinegoziato un nuovo accordo con la BCR, il suo principale creditore, il quale prevede la possibilit che il pagamento del debito sar esteso fino al 2015. In base al nuovo accordo, il contratto originario di credito stipulato con la banca sar esteso fino al 31 luglio del 2015. Per ottenere questopportunit, Cocor ha dovuto ipotecare altri nuovi spazi commerciali di sua propriet. Entro la fine dellanno Cocor dovr pagare alla BCR sette rate del valore di 350.000 euro. Il prossimo anno, aumenter il valore della rata fino ad arrivare ad un totale di 960.000 euro, mentre nel 2015 limporto stabilito da pagare 1,9 milioni di euro.

Costruzioni
Buone prospettive per il mercato degli affitti di uffici Bursa Constructilor, 1 luglio Questanno, le prospettive del mercato degli affitti per uso ufficio a Bucarest, sono migliorate come dimostrano le recenti ricerche di mercato. Infatti, uno studio condotto dalla NAI Romania, rivela un incremento del numero dinvestitori stranieri attivi su questo segmento. I rappresentanti della NAI Romania hanno detto che la domanda per spazi ad uso ufficio, continuer a rimanere in crescita anche nel 2013-2014. In generale, l'affitto base per uffici di classe A a Bucarest oscilla tra i 16 e i 18 euro al m2 al mese, mentre per gli edifici di classe B nella zona centrale, i prezzi sono di circa 12-14 euro per m2 al mese. Secondo la NAI Romania, gli affitti rimarranno stabili nei prossimi 12 mesi, fatta eccezione per gli uffici poich i loro canoni di locazione saranno soggetti a pressioni al ribasso. Programma di sviluppo della prima casa Bursa Constructilor, 1 luglio Lattivit di sviluppo di Bucarest, all'inizio del 2013, si concentrata quasi esclusivamente sul segmento immobiliare, in particolare sugli appartamenti situati nei piccoli complessi residenziali. Secondo uno studio condotto dalla NAI Romania, societ che offre servi immobiliari su tutto il territorio, i prezzi di vendita non superano il limite di 67.000 euro che risulta quello previsto per la prima casa. La maggior parte dei progetti offerti, inseriti nel Programma Prima Casa, sono stati avviati nella parte a sud e ad ovest della citt. Durante la prima met del 2013, i prezzi dei nuovi appartamenti acquistati come prima casa sono rimasti invariati, ed

Notiziario sulla Romania

15

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013 Nel Municipio di Oradea si discute sul progetto di recupero di Piazza Unirii Bursa Constructiilor, 4 luglio Martedi 2 luglio, nel Municipio di Oradea, si tenuta una riunione con i tecnici addetti al recupero e alla manutenzione dellarea di Piazza Unirii. Allincontro hanno partecipato anche i rappresentanti dei cittadini e poi si proceduto alla valutazione dei progetti e allindividuazione delle soluzioni per il risanamento del centro storico di Piazza Unirii. Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti dell'Ordine degli Architetti della Romania (OAR) e i rappresentanti delle maggiori istituzioni culturali della citt. Il deputato Mircea Malan, ha sottolineato l'importanza delle consultazioni al fine di realizzare questo progetto, poich finanziato da fondi europei. Il deputato ritiene che questopera di risanamento una ottima occasione per sfruttare i fondi europei, e punta ad aumentare le probabilit di riceverne altri nei prossimi anni. Il lavoro dovrebbe essere completato entro la fine del 2014. Le microimprese di Bucarest potrebbero beneficiare di ulteriori fondi POR Bursa Constructiilor, 4 luglio Entro la fine di questanno, saranno inseriti nel Programma Operativo Regionale (POR), tutti i finanziamenti dell'UE per la regione di Bucarest. Claudia Ionescu, Responsabile Promozione Regionale e degli investimenti nellADRBI, ha dichiarato che lAgenzia di Sviluppo Regionale Bucarest far ogni sforzo per ottenerli tutti. Il POR ha stanziato fondi regionali per 1,5 miliardi di euro per il periodo 2007-2013. I programmi che potrebbero essere finanziati con i nuovi fondi comprenderanno proposte di progetti prioritari che saranno sottoposte ai decisori. Applicazione di Confindustria Romania su iphone, disponibile su Application Store. Da pi di un anno tutte le versioni dei bollettini informativi di Confindustria Romania (notiziario economico, newsletter sul diritto del lavoro, informative sui nostri eventi, press review, etc) sono consultabili anche su iPhone, tramite l'applicazione esclusiva di CR disponibile su application store. Maggiori informazioni sul servizio, destinato ai soci in regola con la posizione contributiva 2013, sono reperibili al seguente link: http://itunes.apple.com/us/app/confindustriaromania/id527610350. Desk Costruzioni & Infrastrutture Per essere sempre vicini alle aspettative dei soci, il Gruppo di lavoro Costruzioni & Infrastrutture fornisce i seguenti servizi di base a mezzo del nuovo Desk: Assistenza ai soci nelle relazioni con la PA, locale e centrale. Monitoraggio degli appalti pubblici (avvisi di pre-informazione, bandi di gara, gare assegnate). Monitoraggio dell'attivit svolta dai Ministeri legati al settore delledilizia, delle infrastrutture e delle grandi opere, al fine di informare in tempo sulle ultime decisioni, normative, strategie e progetti. Redazione di una rassegna stampa mirata alle attivit del settore (articoli specialistici, report, informative su eventi e fiere). Desk Cina: servizio Confindustria Romania A seguito della forte espansione dei Paesi in via di sviluppo e della globalizzazione dei mercati, Confindustria Romania ha stipulato una convenzione con ABG (Asia Business Group), gruppo con sedi in Italia, Cina e Romania, per agevolare e supportare le azioni che si intendessero intraprendere sul mercato cinese. Ulteriori informazioni su: confindustria.ro/info/88/Desk_Cina.html. Opportunit immobiliare - Vendita edificio Benetton a Miercurea Sibiului in vendita un edificio di recente costruzione, in ottimo stato, ubicato presso la zona industriale di Sibiu (Miercurea Sibiului). Nella vendita sono inclusi uffici ed appartamenti (cucina pi 3 ampie camere). Il terreno di pertinenza e di 3500 m2. Attualmente utilizzato dal gruppo Benetton, proprietario attraverso la consociata Benrom srl, lo spazio sar disponibile in tempi brevi. Maggiori informazioni sono reperibili su: http://www.confindustria.ro/index.php?module =vetrina&id_vetrina=80.

Notiziario sulla Romania

16

29 giugno-05 luglio 2013 N 25/2013

Desk Finanza Agevolata e Fondi Strutturali: servizio Confindustria Romania Confindustria Romania informa e assiste i propri soci sugli strumenti di finanza agevolata previsti a livello comunitario, nazionale e regionale. Grazie ai suoi esperti e collaboratori, Confindustria Romania in grado di accompagnare i soci durante tutto il ciclo di progetto svolgendo attivit di preaudit, progettazione, deposizione, management e rendicontazione. Ulteriori informazioni sono reperibili su: confindustria.ro/index.php?module=info&id=1 7&titlu=Fondi_Strutturali. Programma di sviluppo e ammodernamento delle attivit di commercializzazione e di prodotti e servizi di mercato Il Bando finanzia progetti per: - acquisto attrezzature IT - investimenti per brevetti, marchi e altri diritti - acquisto spazi commerciali - acquisto mezzi di trasporto merce - certificazione sistema di gestione aziendale Il bando sempre aperto. Ulteriori informazioni sono reperibili su: confindustria.ro/index.php?module=fonduri&id =12&titlu=Newsletter_FS_nr_12.html. Bando Green Industry Innovation Programme Romania Il bando mette a disposizione 21.623.200 EUR per il finanziamento di progetti di: - investimento in tecnologie environmentally friendly - sviluppo di prodotti e servizi ecologici - efficienza dei materiali e gestione dei rifiuti - sviluppo e messa in pratica del green management. Scadenza: 15 luglio. Ulteriori informazioni sono reperibili su: confindustria.ro/index.php?module=fonduri&id =12&titlu=Newsletter_FS_nr_12.html Aiuti de minimis per gli investimenti delle PMI Il Bando assegna fino a 200.000 EUR per: a) acquisto/costruzione immobili aziendali; b) acquisto impianti,macchinari e attrezzature IT. Il bando sempre aperto. Le domande possono essere inviate dal 1 luglio 2013. Per maggiori informazioni, si rimanda a: confindustria.ro/index.php?module=fonduri&id =12&titlu=Newsletter_FS_nr_12.html.

Confindustria Romania per lEconomia Sociale Cena a Bucarest in programma martedi 9 maggio (ore 19.30). Confindustria Romania, in collaborazione con Fundaia Dezvoltarea Popoarelor, organizza la cena Confindustria Romania per lEconomia Sociale il quinto evento dedicato alla promozione dei partenariati nellambito del progetto Partenariati attivi per lo sviluppo delleconomia sociale, dopo i grandi successi degli altri quattro eventi che si sono tenuti a Bucarest, Cluj e Timisoara negli ultimi due anni. Il progetto finanziato dal Fondo Sociale Europeo, tramite il Programma Operativo Settoriale per lo Sviluppo delle Risorse Umane 2007-2013, asse prioritario 6 Promozione dellinclusione sociale, settore principale dintervento 6.1, Sviluppo delleconomia sociale e ha come obiettivo generale lo sviluppo di nuovi modelli deconomia sociale in 4 regioni della Romania (Bucarest-Ilfov, Ovest, Nord-Ovest e Sud Muntenia), allo scopo di favorire linserimento di 240 persone escluse o a rischio desclusione sociale nel mercato del lavoro e di promuovere una societ inclusiva. Si promuove inoltre ladeguamento della Romania ad un modello transnazionale deconomia sociale, come strumento flessibile e durevole per lo sviluppo economico e la creazione di nuovi posti di lavoro, grazie alla nascita di un legame tra il mondo imprenditoriale e il settore non profit. Confindustria Romania e lieta quindi di invitare i propri associati a tale serata dedicata al tema dellinclusione sociale e dellEconomia Sociale, in ragione del progetto europeo in essere e visto limpegno dimostrato negli anni dallassociazione sul sociale. La cena si terr a partire dalle ore 19.30 presso lhotel Mrshal Garden 5*, in Calea Dorobantilor 50B, Settore 1, Bucarest. La partecipazione limitata alle 100 unit e la cena sar gratuita per i presenti (titolari, rappresentanti di aziende, manager o struttura) siano esse a capitale italiano, romeno o straniero. Per ulteriori informazioni relative alla modulistica di partecipazione: r.istratoiu@confindustria.ro.

Notiziario sulla Romania

17