Sei sulla pagina 1di 19

Copyright by: Bigol News - Testata Registr. Trib.

Napoli 20/2008 del 28/02/2008

3 Juve In Fuga; battuta la Roma nello scontro diretto; 4 Fatto di Napoli, vittoria con la Samp e calciomercato; 5 Il ritorno di Milan e Lazio, battute Atalanta e Inter; 6 Football Mundial & Chievo Cagliari; 7 Il Punto sulla Serie A, successo nellultima giornata; 8 Fatto di Calciomercato, le ultime trattative; 11 Occhio allestero, Spagna e Inghilterra;

12Fatto di Ciclismo; 13 Fatto di Basket, Serie A; 14 Olimpiadi Invernali; 15 Tennis e Volley; 16 Gossip e Serie B; 17 Fatto di Pallanuoto, Cronaca sportiva; 18 Scoviamo gli Sport, Il Giuoco del Ciclo Tappo;

La Lupa, alla vigilia del match scudetto dello Stadium, mostra i denti ringhiando alla Vecchia Signora: Siamo pi forti singolarmente. Loro sono forti grazie anche agli aiutini arbitrali. Le frasi forti (non furbe) dei due capitani giallorossi, Totti e De Rossi, rimbombano subito nelle stanze bianconere, suscitando un sano nervosismo, lasciando la risposta al campo, perch il campo come dice Conte <<fa giustizia>>. Ed il responso del rettangolo verde crudele per il prosieguo del campionato: la Juve morde 3 volte la Lupa e crea un fossato di 8 punti dai giallorossi, secondi in classifica, che ora devono guardarsi le spalle dal Napoli (a -2). La squadra di Conte risponde con intelligenza alle provocazioni della banda di Garcia, inanellando la decima vittoria consecutiva (record raggiunto proprio dalla Roma in questa stagione) condita da un solo gol subito. Numeri quasi da record per la formazione bianconera. Per trovare un simile filotto di vittorie, in casa bianconera, bisogna risalire al 193132 quando la squadra del Quinquennio dOro guidata da Carlo Carcano ottenne gli stessi numeri. Sullo Juventus Stadium ci sono gli occhi di tutto il mondo ma soprattutto di tutta Italia per capire se la Seria A ha ancora qualcosa da dire (almeno per quando riguarda il primo posto). E dai primi minuti sembra di si: al 6 Bonucci perde palla innescando il contropiede avversario, Totti serve Ljajic, ma Buffon devia in angolo il tiro dellex viola. La squadra capitolina comanda il gioco per tutto il primo quarto dora, ma al 17 Tevez non ne pu pi e prende liniziativa liberando Vidal, defilato in area di rigore, che batte De Sancits con una precisa conclusione nellangolino siglando l1-0. Totti&Co cercano di reagire, ma Buffon placa gli entusiasmi bloccando tutto quel che passa davanti alla sua area. I bianconeri non restano a guardare e sfiorano il raddoppio con Pogba, Tevez (con un tiro cross velenoso che attraversa tutta larea di rigore) e Llorente che sfiora lincrocio dei pali, a pochi secondi dalla fine del primo tempo, con una bordata da fuori area. Ad inizio ripresa i Campioni dItalia raddoppiano subito: Pirlo, su punizione dalla sinistra,pennella una palla al bacio per Bonucci che non sbaglia (complice anche la disattenzione difensiva giallorossa), siglando il Ko per gli uomini di Garcia. La Roma accusa il colpo. Il nervosismo prende il sopravvento, anche per la differenza di forza eclatante (per alcuni inaspettata) tra le due compagini e De Rossi il primo a non crederci e perde la testa: al 75 tackle assassino su Chiellini che costringe Rizzoli ad estrarre il cartellino rosso. Un minuto dopo, sugli sviluppi della punizione provocata dal capitan futuro, Castan toglie con una mano un pallone diretto in rete: rigore ed espulsione. Roma in 9 e Vucinic(subentrato ad un acciaccato Carlos Tevez) firma dal dischetto il terzo morso bianconero, lasciando la Lupa moribonda per pi di 10 minuti sul campo dello Stadium. Rudi Garcia al 90 implora larbitro di non far giocare i due minuti di recupero per poi arrendersi alla loro cinicit. Il tecnico romano continua: chi vince ha sempre ragione. Mancano 20 partite ed una sconfitta che non ci condiziona. Conte non canta vittoria, ma si vendica delle parole della vigilia fatte dai giallorossi: Il campo rende sempre giustizia. Il tecnico italiano ha preparato in modo perfetto la partita. Finch non raggiungo il traguardo non canto vittoria. Continuando cos il traguardo pu restare solo una formalit.

Il giorno della befana andata di scena la prima giornata dellanno nuovo. La giornata stata spezzata tra domenica 5 e luned 6. Il Napoli ha iniziato questo nuovo anno con lanticipo delle 12:30 al San Paolo di Napoli contro la Sampdoria. I padroni di casa si presentano senza gli infortunati Reina e Behrami oltre a Hamsik e Zuniga, mentre i blucerchiati guidati da Mister Mihajlovic si presentano con la formazione, che non ha tradito il neo tecnico nei primi 5 match della sua gestione. I padroni di casa iniziano subito forte e in pi occasioni sfiorano il vantaggio con Callejon e Higuain, ma Da Costa non si fa beffare. La reazione doriana non si fa attendere e al minuto 24 Krstitic non riesce a sbloccare il risultato. Il primo tempo termina con il risultato di Napoli 0 Sampdoria 0, con azioni pericolose da entrambe le parti. Il secondo tempo inizia e dopo 9 minuti ecco la svolta della partita, quando Higuain serve Mertens in area di rigore, che insacca per l1-0 partenopeo. La Sampdoria tenta la reazione e al minuto 58 Gabbiadini colpisce una traversa sul quale Rafael non avrebbe potuto fare niente. Passano 6 minuti e il Napoli trova il raddoppio ancora con Mertens, che trafigge Da Costa su calcio di punizione dal limite. I doriani dopo questa seconda rete subita non hanno la forza di reagire e rischiano di subire la terza rete, per al minuto 78 e Sansone, che non trova fortuna colpendo un doppio palo. La partita termina sul risultato di Napoli 2 Sampdoria 0. In questa partita i padroni di casa hanno portato a casa i 3 punti aiutati anche dalla fortuna ( vedi i legni colpiti dagli avversari), e ora pensano al prossimo match contro i Verona, mentre la Sampdoria torna a casa con la prima sconfitta di Mihajlovic.

Il campionato ricominciato e con lui anche la fase invernale di calciomercato. Il Napoli alla ricerca di quei giocatori, che possono modificare le sorti della stagione. I ruoli, che subiranno sicuramente dei ritocchi sono ormai noti, e Gonalons dovrebbe essere il primo regalo per Benitez in questo inizio di mercato, infatti lormai ex capitano del Lione avrebbe firmato con il club partenopeo. Salta invece Antonelli, il laterale stato bocciato da Benitez, che vorrebbe Criscito per la corsia mancina, ma non finisce qui, infatti gli altri nomi come Nkoulou del Marsiglia, che per dovrebbe restare almeno fino a giugno 2014. I nomi per la difesa sono molti, oltre al francese sulla lista del mister ci sarebbero Astori, Ranocchia e Vermaelen, mentre per il centrocampo sembra ormai sfumato Nainggolan, che dovrebbe andare nella Roma. In uscita stato proposto Paolo Cannavaro al Granda, infatti lex capitano azzurro ormai ai margini della rosa vuole trovare fortuna in un altro posto, oltre a lui Inler ha molti estimatori come Borussia Dortmund e Manchester United, ma dovrebbe restare, resta ancora in dubbio il futuro di Edu Vargas, che ha attirato molta attenzione in Brasile e non solo, infatti il Valencia dopo laffare Ruiz di qualche anno fa ora vorrebbe puntare sul cileno. Il mercato solo allinizio e vedremo cosa porter in casa azzurra.

Lepifania, porta diversi doni al Milan. Lesordio, al momento solo in tribuna, accanto a Galliani del giapponese Honda, le reti numero cento e cento uno di un Kak sempre pi al importante per i colori rossoneri. Lesordio in campionato dal primo minuto condito da una rete, molto bella, del giovane Bryan Cristante. Ma soprattutto la befana, regala al Milan limportante vittoria casalinga contro una buona Atalanta per 3-0. Il segno 1 in casa rossonera mancava addirittura da quasi tre mesi. Partita sbloccata al 35 dalla rete numero cento in maglia rossonera per Ricardo Kak. Dopo un buon primo tempo il Milian cala nella ripresa, ottima Atalanta, i bergamaschi sfiorano pi volte il pareggio, ma Abbiati compie dei veri e propri miracoli salvando pi volte il risultato. Come accade spesso nel calcio, nel momento migliore si viene puniti, Kak raddoppia al 65 su assist di Robihno, due minuti dopo il giovanissimo Cristante che da fuori area con un tiro che sbatte prima sul palo, e poi in rete fissa il punteggio sul 3-0 finale. Passo in avanti in classifica per gli uomini di Allegri.

Un unico lampo bastato a illuminare una serata di brutto calcio e tanta noia nel posticipo Lazio-Inter. Miro Klose sfruttando un cross di Candreva trova la vol vincente che trafigge Handanovic. Partita soporifera allOlimpico con nessuna azione degna di nota e qualche nervosismo di troppo. Il commento tecnico si pu racchiudere in un misero: niente fino allottantesimo, quando il contropiede della Lazio regala i tre punti al decano Edy Reja. Non era dei pi semplici il nuovo esordio del goriziano sulla panchina biancoceleste, non solo un avversario ostico ma anche la defezione di Marchetti poco prima del fichio dinizio e Konko dopo solo dieci minuti di gioco. Mazzarri ha sorpresa sceglie Kuzmanovic a centrocampo per sostituire linfortunato Taider, relegando per lennesima volta il gioiellino Kovacic in Panchina. La partita e maschia e spezzetata per i tanti falli e le numerose ammonizioni. LInter cerca di fare la partita ma il risultato finale solo uno sterile possesso palla fine a se stesso. Nella prima frazione lunico brivido lo regala unindecisione tra Jonathan e Ranocchia che da via libera a Lulic, il bosniaco tenta il pallonetto ma la posizione di fuorigioco attiva di Klose rende vano il tutto. Il secondo tempo ha un copione analogo al primo, ovvero nessuno tiro in porta. Mazzarri sostituisce Kuzmanovic con Kovacic e successivamente Milito con Guarin. Si cerca di migliorare la fase offensiva ma, la carente condizione del Principe si rivela solo un controproducente. Largentino ancora lento e fuori forma non la prende praticamente mai e i nerazzurri giocano gli ultimi minuti come se fossero in dieci uomini. Una ripartenza Lazio quando nessuno, neanche il pi ottimista ci credeva, sblocca la gara. E questo lunico lampo in questa serata romana. Reja esulta, almeno per lui non contava il gioco ma soltanto vincere.

La prima gara del 2014 termina con un pari a reti inviolate. Uno 0-0 che viene visto come un bicchiere mezzo vuoto, per il Chievo, ma mezzo pieno per il Cagliari. Chievo che, difatti, era alla caccia della quarta vittoria consecutiva. Prodigiosa la cura Eugenio Corini, che ha portato la compagine veronese dallultimo posto ad allontanarsi dalla zona retrocessione. Un punto che va stretto alla squadra di Campedelli, vista le ricerca di punti preziosi per la permanenza in Serie A. Bicchiere mezzo pieno per il Cagliari, invece, che con i 21 punti, in classifica, non sembra essere coinvolto nella lotta alla retrocessione, ma visto il girone di ritorno, ancora, tutto da giocare, le sorti potrebbero cambiare, quindi mai abbassare la guardia. Sprecone, infatti, stato il Cagliari, che sciupa la possibilit di allontanare, ancora di pi, lo spauracchio retrocessione, con il rigore fallito da Pinilla. Delusione per lattaccante cileno, a secco dal 19 ottobre e, per la squadra sarda che perde loccasione di vincere il match. Buona la prestazione di Adn, il portiere del Real Madrid, tesserato a parametro zero da Cellino, che ha esordito mantenendo per 90 minuti, la sua rete inviolata.

Football Mundial nel ricordo di Eusebio, il Pel d'Europa. Il 23 luglio 1966, al Goodison Park di Liverpool, trentamila spettatori ammirarono la classe di Eusebio da Silva Ferreira, durante il quarto di finale del campionato del mondo tra Corea del Nord e Portogallo. Subito dopo il calcio dinizio, la difesa portoghese si lasci tagliare come un panetto di burro e dal limite dellarea un elegante sinistro di prima intenzione del centrocampista Pak Seung-Zin sinfil sotto lincrocio dei pali. Eusebio e compagni sprecarono sotto porta occasioni irripetibili, cos gli asiatici, che avevano gi fatto fuori l'Italia di Mazzola e Rivera, gonfiarono la rete del portiere Jos Pereira altre due volte. La pantera nera trascin la propria squadra all'arrembaggio, segnando ben 4 reti, guadagnandosi il biglietto per Wembley, dove avrebbe giocato e perso la semifinale contro i padroni di casa dell'Inghilterra. Velocit unita ad una tecnica da fuoriclasse: Eusebio scomparso a 71 anni, vittima di arresto cardiaco. La sua salma sar esposta allo stadio Da Luz, lo stadio delBenfica a Lisbona. I funerali saranno celebrati luned alle 16 presso la Chiesa del Seminario e poi la leggenda del calcio portoghese sar tumulata, secondo le sue volont, nel cimitero di Lumiar. Nato il 25 gennaio 1942 a LourenoMarques, oggi Maputo, capitale del Mozambico (al tempo colonia portoghese), comincia la carriera proprio nella squadra della sua citt natale, salvo poi trasferirsi giovanissimo, al Benfica con cui ha vinto 11 titoli nazionali, 5 coppe nazionali e 1 Coppa dei Campioni. Nel 1965 vince il Pallone dOro e nel 1968 e 1973 riceve anche la Scarpa dOro. Nella seconda fase della sua carriera, una volta abbandonato il club portoghese, si decise per il calcio di oltreoceano, prima nella squadra di Boston i BostonMinutemen, poi nei Toronto Metros-Croatia, Las VegasQuicksilver, infine nella formazione messicana del Monterrey, concludendo cos il suo tour nellAmerica del nord. Negli ultimi tempi, diversi problemi di salute avevano afflitto la pantera nera: una forte polmonite due anni fa, poi un ictus nellestate del 2012, fino allarresto cardiopolmonare mortale della scorsa notte. Il Portogallo e tanti suoi tifosi lo piangono, tra i primi il suo erede, Cristiano Ronaldo: Per sempre eterno, riposa in pace, il suo commento postato su Twitter .

Ritorna il campionato nel giorno della Befana e il sacco di questultima ricco di emozioni. Si dice che lanziana signora, tanto amata dai bambini per via delle ricche calze che dispensa al suo arrivo, porti con s le feste sancendone la fine. Ma, in termini calcistici, ogni anno riapre il campionato nellanno nuovo. E questanno arrivata anche in anticipo, visto che la Serie A ha riaperto i battenti gi il 5 gennaio con tre gare, ma soprattutto con il match pi atteso del momento, la sfida tra Juventus e Roma. In questo caso per, dolcetti e caramelle sono arrivati tutti alla squadra di Antonio Conte. La super corazzata bianconera, che per antonomasia chiamata Vecchia Signora (manco a farlo apposta), ha spazzato con la super scopa befaniana anche la Roma, con tre reti, molto amare e poco dolci per i giallorossi. La Juventus ha mostrato ancora una volta carattere, grinta e voglia di vincere, qualit che hanno permesso a Tevez e company di sconfiggere la Roma, che dal suo canto ha cercato anche di provare a vincere la gara, ma forse, ad oggi, pecca di quella cattiveria agonistica che nellambiente Juve viva e vegeta perennemente. Gli altri due match della domenica non regalano tante emozioni quante ne ha elargite il big match di giornata, infatti Chievo e Cagliari si spartono la posta in uno scialbo zero a zero con il sardo Pinilla che sbaglia anche un rigore, mentre il derby toscano Fiorentina-Livorno termina uno a zero senza grandi clamori. Lunica nota da evidenziare in questo match tutto toscano la si riscontra nel grave infortunio di Giuseppe Rossi, che in un contrasto ha la peggio e rischia di restare ai box a lungo. Ma passiamo al giorno della Befana, un insolito luned fatto di calcio. Sette sono i match andati in scena, e la prima calza ricca di bont arriva al San Paolo di Napoli, proprio nella citt tradizionalista per eccellenza. Gli azzurri di Benitez hanno battuto la Sampdoria di Mihajlovic, grazie a Dries Mertens che ha messo a segno la sua prima doppietta in Serie A per il due a zero finale. Cinque gare alle 15:00, tre gli scontri salvezza che vanno tutti alle squadre di casa. In terra siciliana, il Catania del ritrovato Francesco Lodi batte il Bologna, che mette a segno una rete su rigore e fornisce un pregevolissimo assist vincente per la testa di Bergessio, scrivendo, quindi, il suo nome in entrambe le marcature dei rossobl. Una vittoria importantissima per gli uomini di De Canio, che nel fondo della classifica agganciano il Livorno. A Marassi il Genoa di Gilardino batte il Sassuolo due a zero e al Tardini di Parma gli emiliani affondano il Toro di Ventura per tre reti a uno. Gli altri due match del pomeriggio si sono giocati a Udine e a Milano. Al Friuli continua la favola veronese, che non quella di Romeo e Giulietta ma quella della squadra di Mandorlini. I giallobl si impongono anche fuori casa sullUdinese, grazie a un Toni in formato mondiale che realizza due reti e al gioiellino ex Porto Iturbe con il finale che recita uno a tre a favore dei veneti.Ora il Verona quinto in solitaria e quindi in zona Europa League, piazzamento pi che mai meritato. A San Siro invece, il Milan a sorridere con una buona prova. I rossoneri si impongono per tre reti a zero sullAtalanta di Colantuono. E la giornata di Ricky Kak, anche con la fascia di capitano al braccio, che realizza una doppietta e arriva a quota 101 gol in maglia rossonera, altra grande soddisfazione per il brasiliano. Laltro gol lo mette a segno Bryan Cristante, classe 95 proveniente dal vivaio milanista, prima realizzazione per lui in Serie A. Da registrare anche lesordio di Ram che entra negli ultimi cinque minuti, e la presenza di Honda in tribuna, insomma una piacevole giornata per il Milan. A chiudere il turno ci pensano Lazio e Inter allo stadio Olimpico di Roma. La calza per Mazzarri per molto amara, infatti i biancocelesti guidati dal nuovo-vecchio tecnico Edy Reja vincono grazie a un gol allottantesimo del tedesco Miro Klose. Altra sconfitta esterna, quindi, per lInter che perde cos il quinto posto a discapito dellHellas Verona. Si chiude cos la giornata calcistica della Befana e tutte le feste se ne vanno via, con la Juventus sempre in testa al campionato e gi campione di inverno. La prossima giornata, lultima dandata, sar molto lunga, si parte sabato 11 gennaio alle 18:00 con Livorno Parma e si chiuder luned 13 gennaio con il posticipo delle 21:00 Inter-Chievo, quando abbuffate e festeggiamenti vari saranno gi un lontano ricordo.

SUPERSFIDA una rubrica che mette a confronto i big che si affronteranno nella prossima giornata di campionato.
Nellultimo turno di andata della Serie A andr in scena Torino-Fiorentina. All Olimpico di Torino si sfideranno i granata di Ventura e i viola di Montella. Il Torino vuole subito dimenticare la sconfitta di Parma e forti del loro settimo posto vogliono continuare a raccogliere punti fondamentali. La Fiorentina, invece, reduce dalla vittoria contro il Livorno e orfana di Rossi causa infortunio, cercher il colpaccio in terra piemontese, cos da avvicinare il terzo posto occupato dal Napoli. Ad animare la gara ci penseranno due fantasisti che gi hanno lasciato il segno. Due pedine fondamentali per le due compagini che si stanno mettendo sempre pi in mostra. Stiamo parlando di Juan Cuadrado e Alessio Cerci. Due calciatori che vorranno lasciare il segno anche in questa gara, aiutando la causa della propria squadra di appartenenza. Andiamo a scoprire chi avr vinto la nostra SUPERSFIDA!

SUPERSFIDA CERCI CUADRADO

9 8.5 8.5 8.5 9 8

TIRO DRIBBLING SENSO DEL GOL TECNICA VELOCITA GIOCO DI SQUADRA

9 10 8 9.5 9.5 8

TOTALE 51.5 53

La gallina dalle uova doro per la Juventus si chiama Paul Labile Pogba. Acquistato dal Manchester United, nellagosto del 2012 a parametro zero, il francese potrebbe rimpinguare le casse della Vecchia Signora. Il, quasi, ventunenne, sbocciato alla corte di Sir Alex Ferguson, ma fiorito tra le grazie di Antonio Conte, potrebbe essere pronto per il grande salto. Le sirene francesi, sponda Paris Saint Germain incantano il polpo e il suo procuratore Mino Raiola, gi protagonista di cessioni doro per i suoi assistiti. Il magnate Al-Kelaifi, pur di portare il francese nella terra dorigine, disposto ad offrire al presidente Agnelli, ben 60 milioni, 7 annui, invece, per il giocatore. Una cifra da capogiro, che potrebbe far vacillare la dirigenza bianconera che cederebbe, se accanto alla cospicua cifra, fosse offerto, anche, Marco Verratti, pallino da tempo di Conte. Non una decisione facile, questa per Marotta, che si portato subito alla ricerca di un centrocampista, che possa rimpiazzare al meglio Pogba. I nomi pi accreditati sono Verratti, che potrebbe sostituire Andrea Pirlo, in caso di non rinnovo e, quindi di trasferimento al Real Madrid. Laltro nome che impazza nella sede di via Galileo Ferraris, quello di Naingolan. Per il cagliaritano ritorno di fiamma, viste le sue caratteristiche simili al francese, potrebbe essere, infatti, il sostituto pi accreditato. La volont, per, della societ Juventus quella di rinnovare il contratto al giovane centrocampista che, in quasi un anno e mezzo, ha avuto e dato fiducia alla squadra, sia dentro che fuori dal campo, prestandosi alle esigenze tattiche dellallenatore, riuscendo, anche, ad assolvere al meglio i suoi compiti. Strategia, questa, per far lievitare le valutazioni del francese, in vista, a giugno, dei Mondiali brasiliani, che vedranno Pogba tra i 22 convocati da Deschamps. Occasione per strappare ad agosto, dallo stesso Paris St. Germain, una cifra molto pi onerosa, in modo da poter investirla sul mercato e garantire ad Antonio Conte, una rosa, ancora pi competitiva e, cercare il famigerato salto di qualit in Europa.

Il Galatasaray su Mario Balotelli. La clamorosa voce di mercato arriva direttamente dalla Turchia, e pi precisamente dal portale arcaajans.com, secondo cui un emissario della squadra turca avrebbe incontrato Mino Raiola per capire la fattibilit dell'operazione. La carta migliore in mano ai turchi Roberto Mancini, da sempre estimatore di Supermario nonostante le discussioni ai tempi del City. Secondo quanto rivelato dal portale turco, il Galatasaray vorrebbe rinforzare il proprio reparto offensivo che gi vede in rosa nomi importanti quali Didier Drogba, Wesley Sneijder e Burak Yilmaz. Sono giorni che si parla della volont del Milan, prima dalle parole, poi smentite dal club, del presidente Berlusconi, quindi da quelle dell'agente Raiola, anch'esse poi smentite di vendere Mario Balotelli. Al Milan tuttavia, al momento non sono ancora pervenute offerte ufficiali, ma non escluso che, la clamorosa indiscrezione possa a breve realizzarsi.

Juventus, Paris Saint Germain pronto alla follia per Pogba!


Il mercato invernale della Juventus, si sa, non subir nessuna modifica, almeno per quanto riguarda le entrate. Il nodo cruciale del mercato bianconero quello di trattenere a tutti i costi il proprio gioiello Pogba (foto). Secondo alcune fonti provenienti dalla Francia, lo sceicco Al-Khelafi, proprietario del PSG sarebbe pronto ad offrire 55 milioni di euro per portare il centrocampista classe 93 sotto la Torre Eiffel. Accetter la Vecchia Signora?

Inter-DAmbrosio: fatta! Due milioni al Torino.


LInter ad un passo dallesterno granata Danilo DAmbrosio (foto) per il quale sono stati offerti 2 milioni di euro, ma parte della cifra sar coperta da una contropartita tecnica ancora da stabilire, proprio questo infatti lultimo nodo della trattativa. LInter ha proposto Mudingay mentre i granata preferirebbero Olsen. Solo dettagli, insomma

Gonalons vicino: la distanza di 3 milioni.


Il Napoli in attesa di risposta da parte del Lione per Maxime Gonalons (foto). Il club partenopeo avrebbe offerto 10 milioni per il cartellino del centrocampista classe 89, ma il presidente del Lione Aulas un osso duro e ne chiede almeno 13. In settimana sono attese delle grosse novit.
10

Bayern Monaco -Lewandoski: ufficiale!


finalmente finita la telenovela Lewandoski. Il giocatore polacco che andr in scadenza il prossimo giugno, vestir la maglia del Bayern Monaco la prossima stagione. Il Borussia Dortmund perder cos il suo miglior giocatore a parametro zero che cos andr a rinforzare gli acerrimi rivali! Il Bayern Monaco ringrazia e saluta!

Il brasiliano Ramires piace al Real Madrid.


Il centrocampista del Chelsea Ramires potrebbe presto cambiare aria, a svelarlo il quotidiano spagnolo AS , il quale in unintervista proprio al brasiliano racconta di quanto faccia piacere al giocatore linteresse delle merengues. Ancellotti lo accoglierebbe a braccia aperte, avendolo gi allenato quando era al Chelsea.

Il Galatasaray vuole Terry!


Roberto Mancini fa sul serio per John Terry. Stando al 'Mirror', il Galatasaray ha pronto un biennale da circa 12 milioni di euro complessivi per il 33enne difensore, in scadenza di contratto con il Chelsea.

11

LFA Cup Non Si Fa Mai Mancare Sorprese


La pi grande sorpresa del terzo turno di FA Cup sicuramente quello del Nottingham Forest (squadra di Championship) che annienta il West Ham con un sonoro 5-0 al City Ground. Gli Hammers vanno subito sotto al 12' grazie alla rete di Abdoun che d inizio alle danze. Tra il 65' e il 79' Paterson spacca la partita, implacabile realizza la sua tripletta in 14 minuti. Nel recupero (91') c' ancora tempo per il gol di Reid che senza piet realizza il 5-0 finale. Non da meno le notizie che arrivano dall'Old Trafford. La sconfitta 2-1 del Manchester United contro lo Swansea corona i tempi buio di questa stagione dei Red Devils orfani di Ferguson. Il Chelsea di Mourinho vince 2-0 in trasferta al Pride Park Stadium del Derby County. Partita complicata al di l del risultato finale. I Blues riescono a sbloccare la partita non prima del 66'. Le reti di Mikel e Oscar. Agevole invece il turno il Liverpool che batte 2-0 l'Oldham ad Anfield senza troppe preoccupazioni. I gol di Aspas e un'autorete di Tarkowski decidono l'incontro. Vince anche il Sunderland in casa con qualche grattacapo di troppo contro il Carlisle United (squadra che milita nella Football League 1, terza divisione inglese). Il gol di Adam Johnson al 34' sembra mettere la partita in discesa, ma il Carlisle non si arrende e con Robson raggiunge il pareggio. Al 50' uno sfortunato autogol di O'Hanlon a decidere la partita. Il finale 3-1 viene realizzato nel recupero da El Hadji Ba. Un vero peccato per i sogni della piccola societ di Carlisle.

LIGA BBVA: Il Barcellona Non Molla Niente


Negli anticipi spagnoli vincono Barcellona, Siviglia e Osasuna. Il Barcellona tiene il passo del Atletico Madrid travolgendo l'Elche 4-0. Grazie a una grande tripletta di Alexis Sanchez (6', 62' e 68') che sembra finalmente riuscirsi a esprimere ai massimi livelli in questa stagione. L'altro gol lo realizza Pedro (15'). Salgono a 49 punti raggiungendo i madrileni dell'atletico. Tanti gol anche per il Siviglia che batte 3-0 il Getafe. Vantaggio al 34' di Vitolo e nel secondo tempo Bacca e Rakiti. Con la vittoria la squadra allenata da Unai Emery si avvicina con 29 punti al Real Sociedad salendo al sesto posto. Mentre a sorpresa l'Osasuna in casa batte di misura l'Espanyol grazie al gol di Cerjudo tirandosi un p fuori dalla zona retrocessione.

12

E Davide Cassani il successore di Paolo Bettini alla guida della Nazionale italiana di ciclismo. Dopo tanti colloqui telefonici arrivato finalmente lincontro tra il futuro CT, Alfredo Martini, presidente onorario della Federciclismo e grande vecchio del ciclismo italiano, e Renato Di Rocco, presidente della Federciclo. Un pranzo informale che ha sancito uninvestitura ancora ufficiosa ma dal sopore di ufficiale. Cassani, ex corridore che, causa incidente, ha smesso troppo presto di correre, noto ai pi per essere la voce ufficiale delle due ruote targate Rai. Proprio con la Rai vanno sistemati gli ultimi dettagli, infatti Cassani vorrebbe continuare a collaborare con la televisione ma magari con un ruolo pi da opinionista che da commentatore vero e proprio. Orgoglio, gratificazione, entusiasmo, finora sono stati gli altri a guardare che cosa si faceva in Italia, adesso saremo noi a guardare che cosa fanno gli altri. Ci mancano le strutture, ma la qualit umana alta. I giovani ci sono, ma bisogna lasciarli crescere con calma. Non c solo Nibali queste sono state le prime parole di Cassani.

Una foto che sta facendo il giro del web sta alzando un polverone attorno a Mark Cavendish. La forma fisica pi che quella del velocista pi forte del Mondo molto pi simile a quella di un ex corridore di et datata. Avr esagerato durante le feste? Certamente, ma pare che sia lasciato andare anche negli altri giorni feriali data la sua rotondit cos marcata. Il britannico ora dovr quantomeno rendersi presentabile per il 20 Gennaio quando debutter nella stagione 2014 al Tour De Saint Luis in Argentina. Intanto la sua squadra, lOmega-Quick Step sembra non far drammi. Infatti a quando pare gi in questo mese di Dicembre, fonti ufficiose sostengono che il team si sia infuriato con il suo corridore, invitandolo a mettersi immediatamente a regime. Ora invece apparso un comunicato ufficiale in cui si cerca di gettare acqua sul fuoco : "La questione di quanto pesi adesso Mark non ci interessa molto. A noi interessa che vinca la prima tappa del Tour de France, in Inghilterra, il 5 luglio, e vesta la prima maglia gialla. Cos entrerebbe nella storia. Diciamo anche che non certo alto un metro e 90, e quindi se mette cinque chili si notano di pi. Ma non ci sono problemi. Magari colpa anche del fatto che la maglia di campione britannico molto bianca, un colore che ti fa apparire pi grasso.

Serie A: Siena e Brindisi agganciano Cant


La Mens Sana stende Varese grazie a Haynes, l'Enel espugna Pesaro. Capitombolo di Roma contro Venezia. Nella 14esima giornata di Serie ASiena e Brindisi agganciano in vetta a 20 punti Cant. La Mens Sana sconfigge Varese 87-79(Haynes 24; Banks 24) grazie ad un'ottima prova del nuovo acquisto MarQuez Haynes, l'Enelinvece espugna Pesaro 8691(Anosike 23; Lewis 26) al termine di una sfida al cardiopalma e dopo un tempo supplementare. Sconfitta invece Roma, che si fa battere 8792 (Taylor e Hosley 20; Smith 32) in casa dalla rediviva Venezia. A volare ancora una volta Siena, che con uno strepitoso primo tempo dell'ex Milano MarQuez Haynes (18 punti solo nei due quarti d'apertura, 24 alla fine) condanna Varese e guadagna di nuovo la vetta della classifica. Battaglia campale per Brindisi a Pesaro: alla fine la spuntano gli uomini di Bucchi dopo un overtime, al termine di una sensazionale rimonta sui padroni di casa che invece si mangiano le mani. Avellino sconfigge Montegranaro con un pirotecnico 103-92 (Richardson 20; Cinciarini 25) e aggancia Reggio Emilia e Bologna a 14 punti. A quella quota sale anche una superba Venezia, che dopo l'arrivo di Markovski ha completamente svoltato: la Reyer stende Roma, alla quinta sconfitta in campionato, e rientra anche in gioco per le Final Eight di Coppa Italia. Muove la classifica Cremona, che batte Caserta 69-64 (Rich e Jackson 14; Brooks 23) e prova a mettere fieno in cascina verso una complicata salvezza. Nel posticipo della 14esima giornata di Serie A Milano fa il colpaccio ed espugna Sassari. Finisce 75-69 per l'Olimpia al termine di una sfida estremamente equilibrata: a fare la differenza nell'ultimo quarto sono soprattutto i rimbalzi offensivi, con Melli e Cj Wallaceche scavano il solco con due tap in. Milano aggancia Sassari a quota 18 punti, sale al secondo posto e si qualifica alle Final Eight di Coppa Italia.

Abbiamo varcato la soglia del 2014, le olimpiadi sono pi vicine che mai. La fiaccola viaggia attraverso i continenti...e sta per approdare a Sochii dove infiammer platealmente la cerimonia d'apertura. Secondo il regolamento: "Gli atleti che potranno partecipare alle gare di sci alpino saranno 320. Ogni nazione potr schierarne un massimo di 22, con un limite di 14 uomini o 14 donne. Ad ogni gara potranno partecipare al massimo 4 atleti per nazione. Vi sono due standard: lo standard A e lo standard B. Lo standard A riguarda gli atleti che si trovano tra i primi 500 della classifica FIS. Lo standard B d la possibilit alle nazioni che non hanno nessun atleta fra i primi 500, di schierare un uomo ed una donna nelle discipline tecniche (gigante e/o slalom) a patto che abbiano un punteggio FIS inferiore a 140. Le classifiche considerate saranno quelle del 20 gennaio 2014. La FIS potr completare il contingente di 320 con atleti di altre nazioni". I criteri utilizzati, nello specifico dalla Federazione Italiana, sono quelli di ottenere almeno: A) 1 piazzamento nella top-10 in gare individuali di Coppa del Mondo. B) 2 piazzamenti nella top-15 in gare individuali di Coppa del Mondo. C) 4 piazzamenti nella top-20 in gare individuali di Coppa del Mondo. D) 1 podio in una staffetta. E) Essere tra i primi 30 della classifica generale di Coppa del Mondo al 20/1/2014. Sulla base di queste direttive gli atleti cercano di dare il massimo in qmassimo ueste ultime poche gare di coppa. Ad oggi atleti meritevoli di iscrizione alle Gare (al cinque per specialit) potrebbero essere: P. Thaler-Moelgg (SL), W. Heel-D. Paris-FillInnerhofer-Varettoni (DH), Innerhofer-Fill-Heel (SG), Nani-De Aliprandini-Moelgg (GS); E.Fanchini(DH), N.Fanchini-GoggiaStuffer (SG), Brignone-Fanchini N.-Marsaglia (GS), Costazza (SL). In slalom speciale l'Italia un p in difficolt... Ma speriamo che dopo questo avvicinamento di M. Azzola alle prime dieci, con un undicesimo posto nello slalom di Bormio disputatosi domenica 5 gennaio, possa riprendersi ed avere da ridire qualcosa anche in questa specialit.

Nadal e Hewitt trionfano rispettivamente nel Qatar Open e nel Brisbane International, 2 tornei sul cemento e non di grandissimo livello, utili per lo pi a preparare per l'Australian Open in programma il 13 Gennaio. Il Qatar Open andato di scena a Doha, capitale qatariota, dal 30/12 al 04/01 e oltre allo spagnolo numero uno al mondo cerano altri grandi atleti presenti nella top ten del ranking ATP come Ferrer e Murray, rispettivamente 3 e 4, ma anche Berdych(7) e Gasquet(9). Questi grandi tennisti per non sono andati oltre il secondo turno, mentre il maiorchino, non senza difficolt , arrivato in finale dove per 2 set ad 1 ha trionfato sul francese Monfils. Nel torneo australiano di Brisbane tutti si aspettavano una vittoria a mani basse per Roger Federer in quanto il tabellone era costituito da avversari non di grande caratura, invece arrivata la sorpresa Hewitt (60 nel ranking). Proprio il tennista australiano, contro tutti i pronostici, dopo aver sconfitto il nipponico Nishikori(17) in semifinale, arrivato in finale contro Roger e ha trionfato per 2 set ad 1. Ironia della sorte lultimo trofeo di Hewitt risale a circa 4 anni fa proprio contro Roger.

Inizia bene il 2014 per il volley femminile di Frosinone che vince la Coppa Citt di Roma Trofeo Mimmo Fusco. La societ ha partecipato al quadrangolare, andato di scena il 3-4 Gennaio al Palabianchi di Latina, insieme allItalia U19, lUSC Munster (societ tedesca) e alla Rappresentativa Nazionale degli USA. Le frusinate hanno sconfitto in finale con un perentorio 3-0 la Rappresentativa statunitense. Terzo posto invece per la societ tedesca che ha superato con un netto 3-0 lItalia U19. A fine gara Simona Gioli ha vinto il premio Mimmo Fusco per la sua brillante carriera, Veronica Angeloni quello di Mpv del torneo ed Elisa Zanette quello di migliore giocatrice Under 23. . Il torneo annuale, giunto alla sua XXI edizione, nato nel 94 da unidea del presidente della Roma Pallavolo, giornalista e conduttore Rai Italo Mattioli per offrire agli appassionati di volley il primo evento sportivo dellanno nuovo. Da 8 anni la kermesse assegna anche il Trofeo Mimmo Fusco al personaggio pallavolistico che nel corso dellanno ha contribuito maggiormente allaffermazione della disciplina. Il trofeo vuole ricordare Mimmo Fusco, indimenticato telecronista Rai che mor prematuramente nel 2005 e che per anni seppe raccontare con passione 16 le vicende del volley italiano.

Nel Sud-America sono da sempre un cult e un appuntamento fisso per miglioni di telespettatori. Stiamo parlando delle soap opera, delle loro storie, dei loro intrighi, intrecci, tradimenti e tanto clamore. Da buoni argentini, Wanda Nara e Maurito Icardi hanno deciso che la loro love story non doveva essere da meno, costruendosi unamore che fa di loro la coppia pi chiacchierata del momento. Le leggende metropolitane intorno a i due si moltiplicano giorno dopo giorno, ognuna con un risvolto nuovo e con tanto pepe in pi. E di pochi giorni fa lultima: Wanda e Mauro sono sul volo che li sta riportando in Europa e, insieme a loro ci sono tanti colleghi e compagni del calciatori. Secondo fonti argentine, i tre figli della modella si sono sbizzarriti sullaereo osservati solo da una baby sitter disperata. La mamma a quando pare aveva gli occhi solo per il suo ragazzo e, non curandosi del casino dei suoi bambini, gli stata incollata per tutto il tempo. Sullo stesso volo viaggiavano anche quasi tutti i sudamericani dellInter che sembrerebbe non avrebbero nemmeno rivolto la parola a Icardi, non scambiandosi nemmeno gli auguri di Natale, segno di unevidente intolleranza verso i comportamenti del giovane bomber. Questa storia ogni giorno ci regala qualche nuova chicca, qualche nuovo tatuaggio e qualche nuovo cinguettio. E intanto a quando pare il povero Maxi Lopez in tutta probabilit lascer lItalia nonostante tutti avevano cerchiato in rosso la data del 30 Gennaio. In quel giorno infatti il calendario ci regala un Inter-Catania del quale non si aspettava altro che il faccia a faccia tra i due ex amici, che sembra non avverr. Ununica cosa certa, almeno per questa stagione, Maurito bomber per il momento lo solo fuori dal campo

Inizia il calciomercato ed Avellino ed Atalanta, che posseggono in compropriet il cartellino del talentuoso terzino Zappacosta, si vedono minacciate dall' interesse verso quest' ultimo di Juve e Fiorentina che potrebbero portarlo via. Si chiama Mirko Eramo l' obiettivo dell' Empoli. Il centrocampista in forza alla Samp non ha trovato molto spazio fin qui a Genova, quindi possibile una sua partenza con direzione Empoli. Al Crotone, che cerca rinforzi in attacco, piacciono Gerardi della Reggina, colpo non facile, e Comi del Novara. Lo Spezia ha nel mirino ben tre giocatori del Bari, ovvero i centrocampisti Sciaudone e Fossati, e l' attaccante Fedato. Trattative fattibili visti i buoni rapporti che intercorrono tra le due societ. Anche la capolista Palermo si muove, infatti ad un passo dall' acquisto del terzino destro Vitiello, svincolato dal Siena. Si tratta anche per l' esterno sinistro atalantino Del Grosso ma il club bergamasco non sarebbe propenso a cederlo a stagione in corso. Sono stati offerti Maresca e Donadel, poco utilizzati nei rispettivi club. Possibili novit su Hernandez. La Joya, la stella uruguagia, potrebbe essere ceduto al miglior offerente in caso di offerta ad hoc. Per il suo acquisto Zamparini chiede almeno 12/15 milioni e sulle tracce del giocatore ci sarebbero gi diverse squadre sia di A che straniere.

17

Anche lo sport vittima della malasanit che ci circonda. Protagonista di questa triste vicenda l'attaccante ventiduenne della biancoazzurra partenopea della pallanuoto, Carpisa Yamamay Acquachiara. Tutto ha avuto inizio negli spogliatoi della piscina Scandone nel pre partita del derby con i cugini giallorossi; Luongo lamentava acuti dolori all'addome ma nonostante tutto non ha rinunciato a prendere parte al match. Bastano per pochi minuti e il giocatore si ritrova a contorcersi dal forte dolore, a tal punto da far ritenere necessario al direttore sportivo Pezzuti il trasporto al pronto soccorso dell'ospedale San Paolo. Come spesso accade a cittadini qualunque, anche Stefano viene trattenuto per molte ore in barella per poi essere ingiustamente dimesso.
Fatto sta che il giorno dopo il giocatore chiese al portiere dell'albergo in cui alloggiava, nei pressi dell'ospedale, di chiamare un'ambulanza e, dopo essere stato trasportato in ospedale, stato sottoposto ad un'appendicectomia d'urgenza. Le perplessit di De Crescenzo?: "com' possibile che una persona dimessa poche ore prima venga poi operata d'urgenza? Ma il dramma non finisce qui. Luongo dopo una settimana di convalescenza e visite di controllo sempre all'ospedale San Paolo, torna a casa a Chiavari il 21 dicembre, continuava a persistere il dolore e dopo aver effettuato una tac finalmente viene individuata la causa del suo male: una vasta emorragia interna. Ed ecco che Stefano ritorna ai bisturi poche settimane dopo per drenare ben due litri di sangue reinseritigli grazie ad una trasfusione. Il giocatore finalmente fuori pericolo ma giusto subire tanto tempo di degenza rischiando la vita, quando sarebbe bastata una sola settimana di convalescenza senza alcun pericolo? 18

Il gioco dei tappi un gioco praticato dai bambini in et scolare che consiste nell'utilizzo di tappi a corona per compiere sfide di precisione e potenza. Gualtiero Schiaffino, per, rese questa sorta di gioco un vero e proprio campionato; creando cos anche la "Federazione Italiana Giuoco Ciclo-Tappo". L'et minima per partecipare di 12 anni. Le gare si svolgono con un tappo a corona (peso tollerato 3,5 gr. diametro del tappo 3,0 cm) all'interno del quale obbligatorio avere l'immagine di un campione del ciclismo, su un percorso di linoleum, con ostacoli di varia natura. Le cui caratteristiche (tracciato, lunghezza, larghezza) rimarranno segrete fino alla mattina stessa della manifestazione. Ogni batteria sar seguita da un arbitro il cui giudizio sar insindacabile. I giocatori possono avvicinarsi al percorso solo al loro turno di tiro, che deve essere effettuato con la bicellata, senza accompagnare il tappo e senza spostarlo dalla sua posizione. La bicellata la spinta che si esercita dal rilascio di un dito dopo aver esercitato una pressione contro un altro dito, essa valida solo se effettuata con l'indice o il medio in opposizione al pollice o con il pollice in opposizione all'indice o al medio. L' ordine di partenza di ogni batteria verr stabilito mediante estrazione dei tappi da un sacchetto direttamente al momento della partenza. Il giocatore estratto, solo ed esclusivamente sul primo tiro, pu posizionare il proprio tappo nel punto a lui pi favorevole dietro la linea di partenza, da questo momento il tappo non pu pi essere sostituito. Dopo la partenza dell'ultimo giocatore, l'ordine di tiro per ogni turno sar dato dalla posizione dei tappi sul percorso, indipendentemente quindi dal fatto che ci si trovi in rettilineo o in curva. Uscita di pista, in caso di foratura, ossia se il tappo tocca o sorvola una parte di campo di gioco al di fuori del percorso, l'arbitro posizioner il tappo all'esterno alla stessa altezza del punto di tiro in modo che non sia di ostacolo per i giocatori successivi. Al tiro seguente il giocatore che ha forato effettuer il proprio turno, dopo che l'arbitro avr collocato il tappo al centro del percorso esattamente all'altezza del tiro precedente. Taglio di pista: valgono le stesse regole Uscita di pista. In caso di capovolgimento del tappo: non comporta nessuna penalit; sar l'arbitro a rimettere nel giusto assetto il tappo stesso. Mentre se avviene un incidente sul percorso, quindi, se un tappo scontra un altro tappo, ma entrambi rimangono entro il percorso di gara, non viene attribuita nessuna penalit ed entrambi rimangono nella nuova posizione; se invece un tappo, urtando un altro tappo o pi tappi, ne provoca l'uscita di percorso, sar compito dell'arbitro, oltre a dare un'ammonizione, applicare le regole dell'uscita al tappo urtante e a posizionare i tappi usciti al centro della pista all'altezza del punto da cui sono usciti. L' ordine d'arrivo dato dalla successione dei passaggi dei tappi sulla linea di arrivo; perch sia considerato valido l'arrivo deve essere regolare il tiro, ossia il il tappo deve fermarsi sul percorso, completamente oltre la linea d'arrivo; oltrepassando il traguardo, il tappo viene posto dall'arbitro nella classifica di gara. Ai fini della classifica finale, nel caso in cui un tappo prima di oltrepassare la linea d'arrivo, urti un altro tappo ancora in gara, facendo oltrepassare anche a quest'ultimo il traguardo, verr comunque classificato davanti il tappo urtato. L'arbitro pu ammonire i giocatori durante la gara per comportamento scorretto (toccare il tappo non in fase di tiro, effettuare una bicellata non regolare, provocare con un tiro la foratura di un altro tappo). L'arbitro pu inoltre squalificare i giocatori per somma di ammonizioni (tre) e per grave scorrettezza (comportamento disonesto mentre mentre non si in fase di tiro). Direttore: Cristiana Barone Editore: Antonella Castaldo Capo Redattore: Luigi Liguori Editing Grafica: Francesco Perfetto Redazione: Corso di Giornalismo Sportivo 2013 - Universit Parthenope di Napoli - Facolt di Scienze Motorie Bigol News - Testata Registr. Trib. Napoli 20/2008 del 28/02/2008 Seguici anche su Facebook sulla nostra pagina FATTO DI SPORT per rimanere sempre aggiornato.