Sei sulla pagina 1di 2

Speciale Scenari

Vedere per muovere,


muovere per vedere
Visione e robotica, due discipline visione artificiale abbiamo sempre un l’offerta del mercato, i dispositivi
hardware e un software, tipicamente hardware sono abbastanza analoghi
che pur provenendo da estrazioni composti da telecamere, ottiche, per determinati settori industriali,
scientifiche differenti hanno illuminatori, apparati meccanici a le soluzioni sono tutto sommato
supporto, sistemi di acquisizione e uguagliabili; l’unica differenza la fanno
dei punti di convergenza reali sistemi di elaborazione, insomma una piccola parte di soluzioni specifiche
tutto ciò che tipicamente serve per per settori verticali, in cui i dispositivi
catturare l’immagine e ricavarne sono per così dire ‘tagliati’ sull’esigenza
di Marco Quaglia un’informazione significativa. specifica e quindi si differenziano, ma
per il resto aleggia una certa uniformità.
Una situazione consolidata Quello che fa veramente la differenza

T
ipicamente un sistema di In questo settore, così come è il software, inteso non come un
visione artificiale si compone di in altri campi industriali legati banale insieme di librerie per utilizzare
due parti, una hardware e una all’elettronica, si può dire che ormai l’hardware specifico, ma come uno
software. L’applicazione degli apparati è stato inventato tutto e non c’è più strumento reale per personalizzare le
in ambito industriale o comunque nulla di veramente innovativo. Di funzionalità con le quali caratterizzare il
a bordo di una macchina definisce anno in anno la differenza la fanno funzionamento dell’hardware impiegato.
il tipico equipaggiamento di visione cpu o microprocessori sempre più In questo caso il software assume
artificiale come ‘Machine Vision’, quindi potenti, memorie più capienti, Ccd un ruolo speciale perché diventa lo
una macchina di visione in grado di sempre più di qualità, qualche bus strumento operativo con cui l’utente
catturare un’immagine, analizzarla ed di comunicazione che in virtù di può personalizzare l’hardware per la
estrarre un’informazione significativa, elettroniche potenziate diventa più specifica esigenza, con la possibilità,
tramite algoritmi, grazie alla quale veloce, ma tecnologicamente la in caso di variazione delle specifiche
la macchina può attuare un qualche situazione è abbastanza statica o per o della configurazione del sistema, di
automatismo successivo. Nel sistema di meglio dire ‘consolidata’. Guardando modificare le funzionalità del medesimo
hardware a dovere. Conoscendo il
software, l’utente controlla realmente le
funzionalità da assegnare all’hardware
di volta in volta a seconda delle necessità
di linea o dal campo. Ancora meglio
se il software da apprendere è di
facile impiego e comune a dispositivi
differenti, che possono spaziare da
soluzioni semplici come quelle basate
su pc fino a quelle più complesse come
i dispositivi real-time senza parti in
movimento e che si adattano meglio
ad un’ingegnerizzazione in linea.
Questo abbassa notevolmente gli sforzi
dell’utente che con la conoscenza di un

044  ■  Automazione Industriale - Giugno 2009


Scenari Speciale

solo ambiente di programmazione senza ovviamente declassare qualità, l’attuale Usb oggi è facile comunicare
può coprire varie esigenze e realtà efficienza e affidabilità del prodotto con dispositivi connessi ad un pc,
con dispositivi differenti; inoltre, i finito. semplicemente perché tutti aderiscono
costi sono contenuti, anche quelli di Un buon investimento fa risparmiare ad un medesimo linguaggio di
manutenzione. in termini di ‘time-to-market’, ciò comunicazione. Nasce proprio da
Non ultimo, le fasi di prototipizzazione comunque non significa ‘spendere questi concetti il significato di software
sono facilitate: l’utente può approcciare meno’ togliendo caratteristiche al ‘scalabile’, capace cioè di adeguarsi
lo studio della problematica con prodotto, ma vuol dire investire a soluzioni hardware differenti e
un set-up di visione artificiale di bene e recuperare in fretta. E mantenere le medesime peculiarità.
basso profilo, a costi ridotti, basse recuperare in fretta si può; i costi Questo concetto di ecletticità e
prestazioni, per capire la fattibilità vengono limitati a parità di qualità scalabilità si ritrova perfettamente
della soluzione di visione per poi e affidabilità, proponendo quindi al nel campo della robotica. Il robot
portarla ad un livello tecnologico più mercato un prodotto competitivo. alla fine è effettivamente capace di
elevato qualora la soluzione desse dei Un software comune e unico limita soddisfare adeguatamente le specifiche
risultati; in questo caso tutto il lavoro i costi di training del personale, di esigenze che possono nascere, se
sul software viene completamente manutenzione, di retrofit di macchine, riprogrammato in modo corretto. In
recuperato data la compatibilità su d’intervento sulle macchine, di questo la visione sposa perfettamente
piattaforme differenti. progettazione e prototipizzazione, la medesima filosofia.
Il concetto di software comune e nonché i costi nascosti di Concludendo si può affermare che
adattabile a soluzioni hardware di reingegnerizzazione e modifica dei visione e robotica sono due discipline
livello tecnologico differente risponde progetti già in corso. Ecco allora che che, pur provenendo da estrazioni
al concetto di riduzione del ‘time-to- la piattaforma di visione ‘eclettica’, cioè scientifiche differenti, hanno dei
market’ in base al quale gli investimenti capace di mutare proprietà in funzione punti di convergenza reali dai quali
devono essere limitati rispetto alla delle esigenze di linea, potrebbe essere scaturisce, nell’ultima generazione di
produzione, ma soprattutto devono la soluzione adeguata alla propria applicazioni industriali, e non solo, la
essere recuperati in tempi brevi per realtà. ‘guida robot’. •
evitare che la produzione di qualità Come esempi più vicini al mondo
di un qualsiasi oggetto abbia dei costi dell’elettronica e dell’automazione, Per informazioni
di produzione maggiori rispetto al basta prendere in considerazione National Instruments
reale valore di mercato; tutto questo gli standard di comunicazione. Con www.ni.com/it