Sei sulla pagina 1di 1

LA SICILIA

LUNED 8 APRILE 2013

38.

CATANIA
Il punto sullaccessibilit dei servizi pubblici tramite le nuove tecnologie. Tanti progetti, pochi risultati

la rivoluzione digitale

in breve
VERSO LE AMMINISTRATIVE Bianco: La coalizione decider le candidature
Mi pare molto positivo il dibattito di questi giorni delle forze politiche. Insieme a loro stiamo lavorando per un progetto che superi il malgoverno degli ultimi 13 anni e per un grande schieramento che comprenda le forze del centrosinistra, le forze riformiste, moderate e soprattutto la societ civile, il mondo dellassociazionismo, della cultura, del lavoro e delle imprese. E quanto ha affermato Enzo Bianco durante unaffollata iniziativa alla Ciminiere. Negli ultimi giorni - ha proseguito Bianco - il comitato provinciale del Pd ha avviato incontri con tutte le forze politiche dello schieramento riformatore, dallUdc al Megafono, da Sel ai rappresentanti di Ingroia, dal Psi ai Verdi, registrando la necessit e la volont comune di individuare un candidato unico, e sono certo saranno definiti a breve le scelte non solo su Catania ma anche sugli altri comuni interessati al voto. Saranno le forze politiche a proporre e a suggerire le modalit con cui si concluder il percorso gi avviato sulla scelta del candidato unico. Io non ho mai escluso e non escludo alcuna modalit. E pertanto decideremo allinterno della coalizione. Al di l dei dibattiti interni che io rispetto - ha concluso il candidato sindaco - abbiamo gi avviato, con numerosi rappresentanti di tutte queste realt, un lavoro approfondito sui programmi e sulle idee per il progettoCatania. La citt ha bisogno di uno scatto e di un rilancio vero, autentico.

Catania citt on line ma senza servizi interattivi


Bennato: Il Comune dovrebbe fornire delle app per rendere fruibile il territorio
GIORGIO ROMEO

GLOSSARIO GEOLOCALIZZAZIONE
Identificazione della posizione geografica nel mondo reale di un dispositivo elettronico, ad esempio un telefono cellulare o un computer.

La citt in tasca, dalle informazioni in tempo reale sulla rete di trasporti (bus, metro e aeroporto) alle guide turistiche (del centro o, ad esempio, dellorto botanico), dallapp che segnala gli sconti in centro citt allinterazione via Twitter e Facebook con la Pubblica Amministrazione: il 2.0 cambia il modo di fruire i servizi. Il territorio catanese sempre stato orientato alle nuove tecnologie, sia a livello imprenditoriale (si pensi alla cosiddetta Etna Valley), sia dal punto di vista della Cultura Digitale, non a caso il FreakNet - uno degli Hacker Lab pi importanti dItalia - nasce negli anni 90 proprio nella nostra citt. Tuttavia, se fino a qualche tempo fa stare su internet sembrava una cosa da smanettoni, spesso guardata con occhio dubbioso, oggi le cose sembrano essere cambiate. Molti hanno in tasca uno smartphone, social network e app sono diventati a tutti gli effetti parte integrante delle nostre vite e si percepisce nellaria lintenzione di utilizzare le nuove tecnologie in maniera diversa: come attori e non pi semplici fruitori di contenuti. Viviamo oggi una vera e propria rivoluzione digitale; ma come si relaziona a tutto questo Catania, una realt ricca di contrasti dove anche la semplice disponibilit di una rete wi-fi sembra essere di difficile concretizzazione? Ne parliamo con Davide Bennato, docente di Sociologia dei Media Digitali presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche dellUniversit degli Studi di Catania, che ci spiega come nonostante dal punto di vista delle condizioni infrastrutturali la situazione sia un po problematica, si sta riscontrando una sensibilit notevole nei confronti dei media digitali, in ambito accademico e non solo. Dal punto di vista delle iniziative, infatti, Catania non ha nulla da invidiare a realt pi blasonate come Roma, Milano o Torino. In effetti, specie nellultimo periodo, la citt stata oggetto dattenzione da parte di numerosi progetti: da Working

REALT AUMENTATA (AR)

Sovrapposizione di livelli informativi (elementi virtuali e multimediali, dati geolocalizzati, ecc.) allesperienza reale di tutti i giorni. Ad esempio la possibilit di inquadrare con uno smartphone un monumento e avere delle informazioni relative ad esso su display.

OPEN DATA

Tipologie di dati liberamente accessibili a tutti, privi di brevetti e copyright. Lopen data si richiama alla pi ampia disciplina dellopen government, una dottrina in base alla quale la pubblica amministrazione dovrebbe coinvolgere i cittadini mediante partecipazione attiva mediante lutilizzo di media digitali.

Capital di Telecom Italia, che ha tenuto la prima tappa proprio nel capoluogo etneo, a iniziative nate da associazioni di categoria come Imprendi Catania (Confindustria Giovani) e StartupCity, fino a investimenti di privati che intervengono anche sul piano delle infrastrutture. E il caso del progetto Free Luna, che offre connessione Wi Fi in diverse zone della citt (da Villa Bellini a San Giovanni Li Cuti) in cambio di informazioni di marketing. Un sistema continua Bennato - che in alcuni posti, specie in quelli ad alta densit di turismo, funziona particolarmente bene. Io, ad esempio, uso questo tipo di connettivit quando sono in Trentino perch l alcune citt sono cablate in questo modo. In realt questo il tipo dinfrastruttura che servirebbe: legata alla connettivit internet, ma anche alla continuit territoriale. Ed proprio la continuit territoriale a essere uno dei fulcri di alcune iniziative nate negli ultimi anni; la tecnologia Wimax sviluppata dallazienda siciliana Mandarin, ad esempio, si prefigge di coprire zone, urbane e rurali colpite dal cosiddetto Digi-

tal Divide (ovvero non raggiunte da connessione a banda larga). Il limite, in questo caso, sta pi che altro nella natura dellofferta commerciale, pi orientata alle aziende che ai singoli cittadini. In ogni caso, uno dei problemi pi gravi dato dallefficienza discontinua dei servizi pubblici in citt: se, ad esempio, in ambito di trasporti, unapp con i dati dei bus urbani di Torino si rivela mediamente precisa ed efficiente, lo stesso non sempre pu dirsi di Catania, dove la non puntualit dei mezzi tende a vanificare lutilit stessa di un applicativo di questo genere. La Pubblica Amministrazione, da parte sua, pur avendo mostrato una certa sensibilit verso i media digitali (ad esempio il Comune ha oggi un suo sito aggregatore oltre ad account Twitter e Facebook) non ha ancora trovato un canale per rendere davvero interattivi i propri servizi. A tal riguardo ci spiega ancora Davide Bennato: Bisognerebbe che, ad esempio, il Comune fornisse dei contenuti, magari sotto forma di applicazioni, che altre persone possano rendere strumenti per rendere fruibile il

ISTITUTO TECNICO ARCHIMEDE


Il campionato di Robocop junior allIstituto Archimede Happening sul futuro della robotica ed esibizione
LIstituto tecnico indiustriale Archimede di Catania il vincitore nazionale del campionato Robocup Junior svoltosi a Roma dal 20 al 22 marzo 2013 per la categoria Cospace Dance Theatre, nella manifestazione Romecup che ha visto in competizione e migliori scuole dItalia. In tale occasione si sono consolidati o prefigurati accordi di collaborazione e ricerca fra diversi partner: Fondazioni, Universit, Enti di ricerca, Aziende. Mercoled 10, alle 10,30, allIstituto tecnico Archimede si svolger un happening in cui saranno tracciate le linee di sviluppo per il futuro della robotica, cui parteciperanno: Fondazione Mondo Digitale di Roma, ST MicroElettronics, Universit, Laboratori del sud, Campstore ed altri. Nel pomeriggio, alle 16,30, al Liceo Cutelli si svolger un incontro dal titolo: Uomini e robot: saremo amici? che proporr il tema sotto il profilo etico e filosofico, con la partecipazione di esperti e docenti delluniversit. In entrambe le sessioni prevista lesibizione dei robot, frutto dello studio e dei laboratori dellArchimede.

WEB 2.0.

Si basa sullinterazione degli utenti, che non sono pi semplici fruitori ma parte integrante del sito (esempio www. wikipedia. it).

INSTAGRAM

Applicazione gratuita che permette agli utenti di scattare foto, applicare filtri, e condividerle su numerosi servizi di social network.

FOURSQUARE

Social network basato sulla geolocalizzazione disponibile tramite web e applicazioni per dispositivi mobili.

territorio. Un esempio potrebbero essere i dati del catasto e magari, in futuro, si potrebbero implementare delle politiche di Open Data, che al momento non ancora chiaro come sfruttare a pieno. Aldil della Pubblica Amministrazione, tuttavia, i servizi della citt nascono anche da commercianti e imprenditori locali, sicch capita sempre pi spesso che un progetto nato con uno scopo commerciale diventi, a lungo andare, un servizio per i cittadini. Realt come lapp sugli sconti Street On Sale o il canale twitter del Centro Commerciale Naturale di Via Etnea sono in questo senso degli ottimi esempi di come i media digitali offrano un nuovo modo di vivere la citt. Del resto, le barriere allaccesso nella realizzazione di questi prodotti sono relativamente basse: dal punto di vista tecnico sufficiente un minimo di conoscenze di programmazione. Cos, timidamente, accanto ai grandi progetti integrati iniziano a comparire applicazioni di piccole attivit e professionisti (ad esempio quelle di uno studio di fotografia o di alcuni B&B). Magari non sar il caso di servizi particolarmente innovativi - spesso si tratta di semplici vetrine che non sfruttano appieno tecnologie come la geolocalizzazione e la realt aumentata ma sono un segnale inequivocabile di sensibilit allutilizzo dei nuovi canali comunicativi. In fondo importante ricordare che le rivoluzioni, se vere, hanno focolai un po dappertutto, e parlare di Catania 2.0 significa oggi non solo riferirsi a persone che vogliono usare internet in maniera attiva, bens pensare alla citt come un vero sistema integrato. Probabilmente, per arrivare a questo conclude il prof. Bennato - ci vorr del tempo, tuttavia mi rendo conto, anche con il semplice utilizzo di applicazioni come Foursquare e Instagram, che c una specificit Catanese, territorialmente localizzata, in forte crescita. In fondo questo vuol dire che non ho bisogno di un mediatore per intercettare Catania Online, ma Catania Online: a noi resta solo da capire in che parte della rete si trovi.

SCATTA LA MENSA SOCIALE 120 pasti al giorno ai senza dimora


Oggi alle 10,45, nella sala Giunta del Comune, il sindaco Raffaele Stancanelli e lassessore ai Servizi sociali, Carlo Pennisi, illustrerano il nuovo servizio di mensa sociale, che prevede la somministrazione gratuita di 120 pasti giornalieri a persone senza fissa dimora e alle famiglie che versano in situazioni di temporanea povert. Liniziativa stata possibile grazie alle risorse del Piano di zona 2010-2012 di cui il Comune di Catania capofila del distretto socio sanitario n. 16. La mensa sociale un servizio che fa parte di un piano diretto a costruire nuove forme di intervento nel contrasto dellesclusione sociale, piano diretto a costruire nuove forme di intervento a contrasto dellesclusione sociale delle vecchie e nuove povert con lampliamento dellofferta in tema di risposta ai bisogni di sussistenza immediata che ha consentito di svuotare le aree di corso dei Martiri.

LE VISITE DELLE SCUOLE ALLO STABILIMENTO ETIS 2000


ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN GIOVANNI BOSCO Classe V A
Alunni: Valentina Cardaci, Gaetano Dattero, Salvatore Di Bartolo, Francesco Grillo, Francesco La Spina, Silvio Leonardi, Martina Luvar, Filippo March, Agata Mirabella, Giordana Nicotra, Federica Papa, Rossella Pellegrino, Adriana Russo, Alessia Russotti, Giuseppe Saglimbene, Domenica Torrisi, Anna Zagame. Insegnanti: Consoli G., Leo R. N.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN GIOVANNI BOSCO Classe V C


Alunni: Sebastiano Aliotta, Salvatore Boncaldo, Manuela Burgio, Claudia Giuffrida, Jennifer Giunta, Mirella Lazzaro, Gracy Musumeci, Noemi Recupero, Annamaria Rizzotto, Simone Salici, Alessia Santonocito, Salvatore Spampinato, Rachele Tracin. Insegnante: Anna Maria Torrisi.