Sei sulla pagina 1di 44

Come funziona

lUnione
europea
L E P O L I T I C H E
D E L L ' U N I O N E
E U R O P E A
Guida
del cittadino
alle istituzioni
dell'UE
Unione europea
Le politiche dell'Unione europea
Come funziona lUnione europea
Lommissione europea
0irezione generale della Lomunicazione
lubblicazioni
l049 8ruxelles
8llul0
ultima redazione del manoscritto. giugno 20l3
Lopertina. luis ledrosa
20l3 40 pagg. 2l 29,7 cm
lS8l 9789279299957
doi.l0.2775|2050
lussemburgo. ufficio delle pubblicazioni dellunione
europea, 20l3
unione europea, 20l3
Riproduzione autorizzata. lautorizzazione allutilizzo o
alla riproduzione delle fotografie devessere richiesta
direttamente al titolare del diritto dautore.
Printed in Italy
Sttvrtto su ctrtt seitncttt senzt c|oro
Questa pubblicazione fa parte di una serie che illustra le
varie politiche europee, spiegando quali sono le competenze
dellunione europea e quali risultati ha ottenuto.
possibile vericare quali sono le pubblicazioni disponibili
online e scaricarle allindirizzo:
http://europa.eu/pol/index_it.htm
Come funziona lUnione europea

luropa 2020. la strategia europea per la crescita
l padri fondatori dellunione europea
Aari esteri e politica di sicurezza
Agenda digitale
Agricoltura
Aiuti umanitari e protezione civile
Allargamento
Ambiente
Azione per il clima
8ilancio
Lommercio
Loncorrenza
Lonsumatori
Lultura e settore audiovisivo
0ogane
lnergia
liscalit
lrontiere e sicurezza
uiustizia, cittadinanza, diritti fondamentali
lmprese
lstruzione, formazione, giovent e sport
lotta antifrode
lunione economica e monetaria e leuro
Hercato interno
Higrazione e asilo
0ccupazione e aari sociali
lesca e aari marittimi
lolitica regionale
Ricerca e innovazione
Salute
Sicurezza dei prodotti alimentari
Sviluppo e cooperazione
Jrasporti
LE POLITICHE
DELL' UNIONE EUROPEA
Come funziona
l'Unione
europea
L E P O L I T I C H E D E L L ' U -
N I O N E E U R O P E A
Guida del cittadino
alle istituzioni
dell'UE
2
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
Indice
Introduzione all'Unione europea:
come funziona e quali sono le competenze delle singole istituzioni 3
Il Parlamento europeo: la voce dei cittadini 9
Il Consiglio europeo: il luogo in cui si definiscono le strategie 12
Il Consiglio: la voce degli Stati membri 14
La Commissione europea: promotrice dellinteresse comune 19
I parlamenti nazionali: custodi del principio di sussidiariet 23
La Corte di giustizia: garante del diritto dellUE 24
La Banca centrale europea: garante della stabilit dei prezzi 26
La Corte dei conti europea:
un contributo al miglioramento della gestione finanziaria dellUE 29
Il Comitato economico e sociale europeo: portavoce della societ civile 31
Il Comitato delle regioni: la voce degli enti locali 33
Il Mediatore europeo: lesame delle denunce dei cittadini 34
Il Garante europeo della protezione dei dati: la tutela della privacy 35
La Banca europea per gli investimenti: un investimento nel futuro 36
Le agenzie e gli organismi dellUE 38
3
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
Introduzione all'Unione europea
Come funziona e quali sono le competenze delle singole
istituzioni
Tema della pubblicazione
la presente pubblicazione e una guida al funzionamento
dellunione europea (ul). ln particolare, essa si prefigge lo
scopo di spiegare in che modo sono adottate le decisioni a
livello di ul e a chi spetta farlo. Al centro di tale processo
decisionale vi sono le istituzioni dellul, come il larlamento,
il Lonsiglio e la Lommissione europea, di cui forse il lettore
avr sentito parlare, cosi come altri organismi. ler far
capire come funziona lul, la pubblicazione spiega
innanzitutto in che modo viene preparata la legislazione
dellul. Successivamente fornisce informazioni dettagliate
su ciascuna istituzione dellul, oltre che sugli organismi e
gli organi che prestano loro assistenza.
LUnione europea in breve
ll fulcro dellul e costituito dagli Stati membri, ossia i 28
paesi che appartengono allunione, e dai loro cittadini. la
caratteristica unica dellul e che questi paesi, pur
conservando la propria natura di nazioni indipendenti e
sovrane, hanno unito le loro sovranit per accrescere le
proprie dimensioni e trarre vantaggio dalla maggiore forza
cosi acquisita. lella pratica, mettere insieme le sovranit
significa che gli Stati membri delegano alcuni dei loro
poteri decisionali a istituzioni comuni da loro stessi create,
in modo che le decisioni su questioni specifiche di interesse
generale possano essere prese democraticamente a livello
europeo. lul quindi si trova a met strada tra il sistema
compiutamente federale proprio degli Stati uniti e il
sistema di cooperazione intergovernativa non vincolante
che caratterizza le lazioni unite.
0allepoca della sua creazione nel l950 lul ha fatto passi
avanti importanti. ha realizzato un mercato unico per beni e
servizi che interessa 28 paesi e 500 milioni di cittadini, che
possono circolare e soggiornare liberamente allinterno del
territorio dellunione. la coniato la moneta unica, leuro, che e
diventata una delle principali valute mondiali e ha accresciuto
lefficienza del mercato unico. l inoltre il principale fornitore di
programmi di sviluppo e di aiuti umanitari a livello
internazionale. 0ueste sono soltanto alcune delle importanti
tappe raggiunte fino a questo momento. uuardando al futuro,
lul si e attivata per risollevare lluropa dallattuale crisi
economica. lunione e in prima linea nella lotta contro i
cambiamenti climatici e le loro conseguenze. ln previsione di
una futura crescita, sta aiutando i paesi vicini a prepararsi
alladesione. lnfine, sta preparando una politica estera
comune che contribuir a diffondere i valori europei nel
mondo. ll successo di tali ambiziosi obiettivi dipende dalla
capacit di adottare decisioni efficaci e tempestive e di
metterle concretamente in atto.
I trattati dellUE
lunione europea e ununione di diritto. Lio significa che ogni
azione intrapresa dallul si fonda sui trattati, che sono stati
approvati volontariamente e democraticamente da tutti gli
Stati membri dellul. l trattati sono negoziati e concordati
da tutti gli Stati membri dellul, e successivamente ratificati
dai parlamenti nazionali o tramite referendum.
l trattati fissano gli obiettivi dellunione europea,
definiscono le norme per le istituzioni dellul,
stabiliscono le modalit per ladozione delle decisioni e
Il 9 maggio 1950 il ministro francese degli Affari esteri Robert
Schuman ha formulato per la prima volta in pubblico le idee
che hanno portato all'Unione europea. Il 9 maggio viene quindi
celebrato quale data di nascita dell'UE.


I
m
a
g
e
G
l
o
b
e
4
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
descrivono le relazioni tra lul e i suoi Stati membri.
lssi sono stati modificati ogni volta che nuovi membri
hanno aderito all'unione. lnoltre sono stati modificati,
di tanto in tanto, per riformare le istituzioni dell'unione
europea e per attribuirle nuove sfere di competenza.
lultimo trattato modificativo (il trattato di lisbona) e
stato sottoscritto a lisbona il l3 dicembre 2007 ed e
entrato in vigore il l dicembre 2009. l trattati precedenti
sono integrati nellattuale versione consolidata, che
comprende il trattato sullunione europea e il trattato sul
funzionamento dellunione europea.
ll trattato sulla stabilit, il coordinamento e la
governance nellunione economica e monetaria e un
trattato intergovernativo sottoscritto da tutti gli Stati
membri, a esclusione di Repubblica ceca e Regno unito,
nel marzo 20l2 ed e entrato in vigore il
l gennaio 20l3 in tutti gli Stati membri che hanno
completato il processo di ratifica. lon si tratta di un
trattato dell'ul, bensi di un trattato intergovernativo
anche se l'intenzione e di incorporarlo alla fine nella
legislazione ul. ll suo scopo e promuovere la disciplina
di bilancio, rafforzare il coordinamento delle politiche
economiche e migliorare la governance della zona
delleuro. Al momento sono l7 i paesi dellul che
utilizzano leuro come valuta nazionale.
Storia dei trattati dellUE
Quando, nel 1950, il ministro degli Esteri francese, Robert Schuman, propose di integrare le industrie
carbosiderurgiche dellEuropa occidentale, le sue idee vennero fissate nel trattato di Parigi dellanno
seguente: nasceva cos lantesignano dellUE, la Comunit europea del carbone e dellacciaio. Da
allora lUE ha regolarmente aggiornato e integrato i trattati, per garantire unefficace definizione delle
politiche e adozione delle decisioni:
X
il trattato di Parigi, che istituisce la Comunit europea del carbone e dellacciaio, stato firmato il
18 aprile 1951 a Parigi, entrato in vigore nel 1952 ed scaduto nel 2002.
X
I trattati di Roma, che istituiscono, rispettivamente, la Comunit economica europea (CEE) e la
Comunit europea dellenergia atomica (Euratom), sono stati firmati il 25 marzo 1957 a Roma e
sono entrati in vigore nel 1958.
X
L'Atto unico europeo (AUE), firmato nel febbraio 1986 ed entrato in vigore nel 1987, ha modificato
il trattato CEE e ha preparato la strada al completamento del mercato unico.
X
Il trattato sullUnione europea (UE), noto come trattato di Maastricht, stato firmato il 7 febbraio 1992
a Maastricht ed entrato in vigore nel 1993. Questo trattato ha istituito lUnione europea, ha potenziato
il ruolo del Parlamento europeo nel processo decisionale e ha aggiunto nuovi ambiti di cooperazione.
X
Il trattato di Amsterdam stato firmato il 2 ottobre 1997 ed entrato in vigore nel 1999, allo
scopo di modificare i precedenti trattati.
X
Il trattato di Nizza stato firmato il 26 febbraio 2001 ed entrato in vigore nel 2003. Il suo scopo
era semplificare il sistema istituzionale dellUE per permettere allUnione di continuare a operare
in maniera efficace dopo ladesione dei nuovi Stati membri nel 2004.
X
Il trattato di Lisbona, firmato il 13 dicembre 2007, entrato in vigore nel 2009 e si prefiggeva lo
scopo di semplificare i metodi di lavoro e le norme riguardanti il voto. Con esso stata introdotta
la figura del presidente del Consiglio europeo e sono state create nuove strutture con lintento di
rendere lUE un soggetto pi incisivo sulla scena globale.


I
m
a
g
e
G
l
o
b
e
L'attivit dell'UE si basa sui trattati concordati da tutti gli Stati
membri. Lultimo grande aggiornamento dei trattati stato
firmato a Lisbona nel 2007.
5
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
Chi prende le decisioni?
le decisioni a livello di unione europea vengono prese
da diverse istituzioni dellul, ossia.
X
il Parlamento europeo, che rappresenta i cittadini
dell'ul ed e eletto direttamente da essi,
X
il Consiglio europeo, che e costituito dai capi di
Stato o di governo degli Stati membri dellul,
X
il Consiglio dellunione europea, che rappresenta i
governi degli Stati membri dellul,
X
la Commissione europea, che rappresenta gli
interessi generali dell'unione.
ll Lonsiglio europeo definisce le priorit e gli
orientamenti politici generali dellul, senza tuttavia
esercitare funzioni legislative. ln generale, e la
Lommissione europea a proporre nuove leggi, che sono
quindi adottate dal larlamento europeo e dal Lonsiglio
dellul. uli Stati membri e la Lommissione provvedono
poi ad attuare tali nuove leggi.
Che tipi di leggi vengono adottate?
lsistono vari tipi di atti legislativi, ciascuno con
modalit di applicazione diverse.
X
il regolamento e un atto direttamente applicabile e
vincolante in tutti gli Stati membri. lon e necessario
che sia recepito dagli Stati membri nel diritto
nazionale, sebbene possa essere indispensabile
modificare le leggi nazionali vigenti per evitare
incompatibilit con il regolamento,
X
la direttiva e un atto che vincola gli Stati membri, o
un gruppo di Stati membri, a realizzare un
determinato obiettivo. 0i solito, per avere efficacia le
direttive devono essere recepite nel diritto nazionale.
laspetto pi importante e che la direttiva indica
chiaramente il risultato da raggiungere e lascia a
ciascuno Stato membro la facolt di decidere in
merito alla forma e ai mezzi da applicare a tal fine,
X
la decisione puo essere rivolta agli Stati membri, a
gruppi di persone o persino a singole persone fisiche
e giuridiche. lssa e obbligatoria in tutti i suoi
elementi. le decisioni sono usate, per esempio, per
regolamentare proposte di fusioni tra societ,
X
le raccomandazioni e i pareri non sono vincolanti.
Come adottata la legislazione?
0gni atto legislativo europeo e basato su un articolo
specifico del trattato, la cosiddetta base giuridica
dellatto, che determina la procedura legislativa da seguire.
ll trattato stabilisce il processo decisionale, comprese le
proposte della Lommissione, le successive letture da parte
di Lonsiglio e larlamento, e i pareri degli organi consultivi.
Specifica inoltre se e necessaria lunanimit o se, al
contrario, e sufficiente la maggioranza qualificata affinche
il Lonsiglio possa adottare la legislazione.
la stragrande maggioranza delle leggi dellul e
adottata mediante procedura legislativa
ordinaria, in base alla quale il potere legislativo e
condiviso da larlamento e Lonsiglio.
la procedura e avviata dalla Lommissione. 0uestultima,
nella fase in cui prende in considerazione il lancio di una
proposta dazione, spesso invita governi, imprese,
La libert di cui fruiscono tutti
i cittadini di spostarsi, vivere e
lavorare in tutti i 28 paesi dell'UE
uno dei principali risultati
dell'Unione europea.


H
e
i
d
e

B
e
n
s
e
r
/
C
o
r
b
i
s
6
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
l. lroposta della Lommissione
2. lareri dei parlamenti nazionali
5. la Lommissione puo modificare la sua proposta
6. lrima lettura da parte del Lonsiglio (')
l0. larere della Lommissione sugli emendamenti del larlamento
ll. Seconda lettura da parte del Lonsiglio (').
l4. l convocato un comitato di conciliazione.
l5. ll comitato di conciliazione trova un accordo su un testo comune.
7. ll Lonsiglio approva la posizione del larlamento.
Latto adottato.
l2. ll Lonsiglio approva tutti gli emendamenti del
larlamento alla posizione del Lonsiglio in prima lettura.
Latto adottato.
l6. larlamento e Lonsiglio approvano la proposta del
comitato di conciliazione e
latto adottato.
8. ll Lonsiglio e il larlamento non raggiungono un
accordo sugli emendamenti.
ll Lonsiglio adotta la posizione in prima lettura.
l3. ll Lonsiglio e il larlamento non trovano un
accordo sugli emendamenti alla posizione del
Lonsiglio in prima lettura.
l7. ll larlamento e|o il Lonsiglio non trovano un
accordo sulla proposta del comitato di conciliazione e
latto non adottato.
4. lrima lettura da parte del larlamento europeo. ll larlamento adotta una posizione (emendamenti)
9. Seconda lettura da parte del larlamento europeo
ll larlamento approva la posizione del Lonsiglio in prima lettura (latto e adottato in tempi
rapidi in seconda lettura) o propone emendamenti.
3. lareri del Lomitato economico e sociale europeo e|o del Lomitato delle regioni (se richiesto)
PROCEDURA LEGISLATIVA ORDINARIA
PRIMA LETTURA
SECONDA LETTURA
CONCILIAZIONE
(*) Il Consiglio adotta la sua posizione a maggioranza qualificata (i trattati prevedono lunanimit in alcuni casi eccezionali). Tuttavia, se il Consiglio intende discostarsi dalla
proposta/dal parere della Commissione, esso adotta la sua posizione allunanimit.
7
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
organizzazioni della societ civile e singoli cittadini a
trasmettere pareri sullargomento. Jali pareri sono utilizzati
per redigere una proposta della Lommissione, che viene poi
presentata al Lonsiglio e al larlamento. la proposta puo
essere stata formulata su invito del Lonsiglio, del Lonsiglio
europeo, del larlamento o di cittadini europei, oppure puo
essere presentata su iniziativa della Lommissione.
ll Lonsiglio e il larlamento esaminano ciascuno la proposta
e ne discutono. Se dopo la seconda lettura non si raggiunge
un accordo, la proposta viene sottoposta allattenzione di
un comitato di conciliazione, composto da un numero
uguale di rappresentanti del Lonsiglio e del larlamento.
Anche i rappresentanti della Lommissione assistono alle
riunioni del comitato, contribuendo alla discussione. una
volta che il comitato giunge a un accordo, il testo approvato
e trasmesso nuovamente al larlamento e al Lonsiglio per
essere sottoposto a una terza lettura, affinche possa
essere adottato come testo legislativo. lella maggior parte
dei casi, il larlamento adotta la proposta a maggioranza
semplice e il Lonsiglio a maggioranza qualificata, mentre
ciascuno Stato membro ha diritto a un determinato numero
di voti, in base alle sue dimensioni e al numero di abitanti.
ln alcuni casi e richiesta in seno al Lonsiglio lunanimit.
Procedure speciali
A seconda dellargomento della proposta, sono disponibili
procedure legislative speciali. lella procedura di
consultazione, il Lonsiglio e tenuto a consultare il
larlamento sulla base di una proposta della Lommissione,
ma non e tenuto ad accettare il punto di vista del
larlamento. la procedura si applica soltanto in un numero
ridotto di settori legislativi, come le esenzioni del mercato
interno e il diritto della concorrenza. lella procedura di
approvazione, il larlamento puo accettare o respingere
una proposta ma non puo suggerire modifiche. 0uesta
procedura puo essere usata quando la proposta riguarda la
ratifica di un trattato internazionale sottoposto a negoziato.
lnoltre, in un numero limitato di casi latto legislativo puo
essere adottato dal Lonsiglio e dalla Lommissione, o dalla
sola Lommissione.
Chi viene consultato, chi pu sollevare
obiezioni?
0ltre al triangolo istituzionale formato da Lommissione,
Lonsiglio e larlamento, esistono alcuni organi consultivi cui e
possibile rivolgersi quando la legislazione proposta interessa
un ambito di loro competenza. ll parere di tali organi, anche
quando non viene accolto, contribuisce comunque al
controllo democratico della legislazione dellul, poiche
garantisce che essa sia sottoposta al pi ampio scrutinio.
0uesti organi sono.
X
il Lomitato economico e sociale europeo, che
rappresenta gruppi della societ civile quali datori di
lavoro, sindacati e gruppi di interesse sociale,
X
il Lomitato delle regioni, che d voce alle autorit
regionali e locali.
l possibile inoltre consultare altre istituzioni e altri
organismi allorche una proposta ricade nella loro sfera
dinteresse o di competenza. ler esempio, la 8anca
centrale europea auspica di essere consultata in merito
a proposte di carattere economico o finanziario.
Partecipazione dei cittadini
Grazie alliniziativa dei cittadini europei, un
milione di cittadini dellUE provenienti da almeno
un quarto degli Stati membri dellUE possono
invitare la Commissione a formulare una
proposta legislativa su un particolare argomento.
La Commissione esaminer attentamente tutte le
iniziative che rientrano nellambito delle sue
competenze e che saranno state promosse da un
milione di cittadini. Nel Parlamento viene
organizzata unudienza delle iniziative formulate.
Tali iniziative possono quindi influenzare le
attivit delle istituzioni dellUE, oltre che il
dibattito pubblico.
I cittadini possono ora proporre nuove leggi grazie all'iniziativa
dei cittadini europei.


B
e
r
n
d

V
o
g
e
l
/
C
o
r
b
i
s
8
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
Vigilanza degli Stati membri
l progetti di atti legislativi vengono inviati
contemporaneamente sia al larlamento europeo e al
Lonsiglio, sia ai parlamenti nazionali. 0uesti ultimi possono
trasmettere un parere per assicurarsi che le decisioni siano
adottate al livello pi adeguato. le azioni dellul sono
soggette al principio di sussidiariet, in base al quale, a
eccezione dei settori in cui gode di un potere esclusivo,
lunione interviene soltanto se la sua azione sar pi efficace
a livello unionale che non a livello nazionale. l parlamenti
nazionali monitorano quindi la corretta applicazione di tale
principio nel corso del processo decisionale dellul.
Quali decisioni sono adottate
l trattati elencano i settori politici in cui lul puo adottare
decisioni. ln alcuni settori politici lul ha competenza
esclusiva, nel senso che le decisioni sono adottate a livello
di ul dagli Stati membri riuniti nel Lonsiglio e nel
larlamento europeo. l settori in cui lunione ha competenza
esclusiva sono. lunione doganale, la definizione delle
regole di concorrenza, la politica monetaria per gli Stati
membri la cui moneta e leuro, la conservazione delle
risorse biologiche del mare e la politica commerciale.
ln altri settori politici le competenze decisionali sono condivise
tra lunione e gli Stati membri. Lio significa che, se la
legislazione e trasferita a livello di ul, tali leggi hanno priorit.
ln caso contrario, se non e stata adottata alcuna legislazione
a livello unionale, i singoli Stati membri possono legiferare a
livello nazionale. la competenza concorrente interessa
numerosi settori politici quali il mercato interno, lagricoltura,
lambiente, la protezione dei consumatori e i trasporti.
ln tutti gli altri settori politici le decisioni rimangono di
competenza degli Stati membri. lercio, se un settore
politico non e menzionato in un trattato, la
Lommissione non puo proporre una legge in tale
settore. Juttavia, in alcuni ambiti come il settore dello
spazio, listruzione, la cultura e il turismo, lunione puo
sostenere lazione degli Stati membri. ln altri, quali gli
aiuti allestero e la ricerca scientifica, lul puo condurre
attivit parallele tra cui programmi di aiuto umanitario.
Coordinamento economico
Jutti gli Stati membri dellul fanno parte dellunione
economica e monetaria (ulH), nel senso che coordinano
le proprie politiche economiche e considerano le
decisioni economiche come una questione di interesse
comune. Allinterno dellulH, non esiste ununica
istituzione responsabile della politica economica
generale. 0ueste responsabilit sono condivise tra gli
Stati membri e le istituzioni dellul.
la politica monetaria (che si occupa della stabilit dei prezzi
e dei tassi di interesse) e gestita in maniera indipendente
dalla 8anca centrale europea (8Ll) nella zona euro, ossia in
quei l7 paesi che hanno come moneta leuro.
la politica fiscale, che riguarda le decisioni su tassazione,
spesa e prestito, e una responsabilit dei governi dei 28 Stati
membri. lo stesso dicasi per le politiche in materia di lavoro e
affari sociali. Juttavia, poiche le decisioni in materia fiscale
adottate da uno Stato membro della zona euro possono
avere effetti sullintera zona euro, tali decisioni devono essere
conformi alle norme fissate a livello unionale. 0uindi, affinche
lluH possa funzionare in maniera efficace garantendo
stabilit e crescita, e necessario assicurare il coordinamento
di finanze pubbliche e politiche strutturali sane. ln particolare,
la crisi economica iniziata nel 2008 ha messo a nudo il
bisogno di rafforzare la governance economica nellul e nella
zona euro, per mezzo tra laltro di maggior
coordinamento, controllo e supervisione a livello politico.
ll Lonsiglio monitora le finanze pubbliche e le politiche
economiche degli Stati membri e puo formulare
raccomandazioni ai singoli paesi dellul sulla base di
proposte della Lommissione. luo raccomandare misure di
adeguamento e applicare sanzioni nei confronti dei paesi
della zona euro che non adottano le misure correttive
necessarie per ridurre livelli eccessivi di deficit e debito.
la governance della zona euro e le principali riforme
politiche a livello economico sono oggetto di dibattito
anche in occasione dei vertici euro, in cui si incontrano i
capi di Stato o di governo della zona euro.
LUE e le relazioni estere
le relazioni con i paesi non appartenenti all'ul sono
una responsabilit dellAlto rappresentante per la
politica estera e di sicurezza comune, che e nominato
dal Lonsiglio europeo ma occupa anche la posizione di
vicepresidente della Lommissione europea. A livello di
capi di Stato o di governo, l'unione e rappresentata dal
presidente del Lonsiglio europeo.
ll Servizio europeo per lazione esterna (SlAl) funge da
ministero degli affari esteri e da servizio diplomatico per
lunione, operando sotto lautorit dellAlto rappresentante.
l costituito da esperti trasferiti dal Lonsiglio, dagli Stati
membri e dalla Lommissione europea.
ll Lonsiglio elabora e adotta decisioni nel campo della politica
estera e di sicurezza dellul, sulla base di linee guida fissate dal
Lonsiglio europeo. la Lommissione, invece, e responsabile della
politica commerciale e dei finanziamenti ai paesi terzi, come gli
aiuti umanitari o gli aiuti allo sviluppo. la Lommissione
rappresenta inoltre lunione in tutti i settori di competenza
dellul al di fuori della politica estera e di sicurezza.
9
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
Il Parlamento europeo
La voce dei cittadini
Ruolo: organo legislativo dell'UE eletto a suffragio universale diretto
Membri: 766 membri del Parlamento europeo
Sede: Strasburgo, Bruxelles e Lussemburgo
X www.europarl.eu
l membri del larlamento europeo (eurodeputati) vengono
eletti direttamente dai cittadini dellunione europea per
rappresentare i loro interessi. le elezioni si svolgono ogni
cinque anni e tutti i cittadini di et superiore ai l8 anni (l6 in
Austria), per un totale di circa 380 milioni di persone, hanno
diritto di voto. ll larlamento ha 766 membri in
rappresentanza di tutti i 28 Stati membri.
la sede ufficiale del larlamento europeo e Strasburgo
(lrancia), anche se listituzione opera in tre sedi diverse. a
Strasburgo, 8ruxelles (8elgio) e lussemburgo. le riunioni
principali dellintero larlamento, note con il nome di
sessioni plenarie, si tengono a Strasburgo l2 volte
allanno. Alcune altre sessioni plenarie si svolgono a
8ruxelles. Anche le riunioni delle commissioni si svolgono
a 8ruxelles.
Composizione del Parlamento europeo
lel larlamento europeo i seggi sono distribuiti tra gli
Stati membri in funzione della popolazione di ciascun
paese rispetto alla popolazione dellul.
ll l luglio 20l3 la Lroazia e diventata il 28 Stato membro
dellunione europea e l2 deputati croati sono entrati a far
parte della compagine del larlamento europeo fino alla
scadenza della legislatura in corso. ler le elezioni del
larlamento in previsione nel 20l4, il numero complessivo
di eurodeputati sar portato a 75l.
la maggior parte degli eurodeputati e schierata nel
proprio paese con un partito politico nazionale. lel
larlamento europeo i partiti nazionali si aggregano in
raggruppamenti politici dellul e la maggior parte degli
eurodeputati appartiene a uno di tali schieramenti.
NUMERO DI EURODEPUTATI PER STATO MEMBRO NEL 2013
Stato membro Numero di eurodeputati
Austria l9
8elgio 22
8ulgaria l8
Lroazia l2
Lipro 6
0animarca l3
lstonia 6
linlandia l3
lrancia 74
uermania 99
urecia 22
lrlanda l2
ltalia 73
lettonia 9
lituania l2
Stato membro Numero di eurodeputati
lussemburgo 6
Halta 6
laesi 8assi 26
lolonia 5l
lortogallo 22
Regno unito 73
Repubblica ceca 22
Romania 33
Slovacchia l3
Slovenia 8
Spagna 54
Svezia 20
ungheria 22
TOTALE 766
l0
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
Di cosa si occupa il Parlamento europeo
ll larlamento ha tre funzioni principali.
l) condivide con il Lonsiglio il potere legislativo, ossia la
facolt di adottare leggi. ll fatto che si tratti di un
organo eletto direttamente dai cittadini garantisce la
legittimit democratica del diritto europeo,
2) esercita un controllo democratico su tutte le
istituzioni dell'ul e, in particolare, sulla Lommissione,
ha la facolt di approvare o respingere la nomina del
presidente della Lommissione e dei commissari
nonche il diritto di censurare lazione dellintera
Lommissione,
3) condivide con il Lonsiglio il potere di bilancio dell'ul
e puo pertanto modificare le spese dell'ul. Al
termine della procedura di bilancio, adotta o respinge
il bilancio nel suo complesso.
lllustriamo pi direttamente queste tre funzioni.
1. IL POTERE LEGISLATIVO
la procedura pi comune per adottare la legislazione
dellul e la procedura legislativa ordinaria, detta
anche procedura di codecisione. lssa pone il
larlamento e il Lonsiglio su un piano di parit,
le leggi approvate mediante tale procedura sono atti
congiunti del Lonsiglio e del larlamento. Jale procedura
si applica alla maggior parte della legislazione dellul in
unampia gamma di settori come i diritti dei
consumatori, la protezione ambientale e i trasporti.
lellambito della procedura legislativa ordinaria, la
Lommissione avanza una proposta che deve essere
adottata sia dal larlamento che dal Lonsiglio. ll
consenso del larlamento e necessario per tutti gli
accordi internazionali nei settori coperti dalla procedura
legislativa ordinaria.
ll larlamento deve essere consultato su una serie di
altre proposte e la sua approvazione e necessaria per
ladozione di importanti decisioni politiche o istituzionali,
tra cui gli atti di previdenza e tutela sociale, le
disposizioni fiscali in ambito energetico e
larmonizzazione delle imposte sul fatturato e delle
imposte indirette. ll larlamento d inoltre impulso a
una nuova legislazione esaminando il programma di
lavoro annuale della Lommissione, studiando quali
nuove leggi possano essere necessarie e chiedendo alla
Lommissione di presentare proposte.
2. IL POTERE DI CONTROLLO
ll larlamento esercita un controllo democratico sulle
altre istituzioni europee in diversi modi. lnnanzitutto,
quando si insedia una nuova Lommissione, il
larlamento convoca tutti i candidati commissari e il
potenziale presidente della Lommissione (designati
dagli Stati membri) per unaudizione. l membri della
Lommissione non possono essere nominati senza
lapprovazione del larlamento.
lnoltre, la Lommissione e responsabile politicamente
dinanzi al larlamento, il quale puo votare una mozione
di censura che comporta le dimissioni collettive della
Lommissione. li in generale, il larlamento esercita il
controllo sulla Lommissione tramite il regolare esame
delle relazioni che essa gli sottopone e interrogando i
commissari.
l commissari partecipano alle sessioni plenarie del
larlamento e alle riunioni delle commissioni
NUMERO DI EURODEPUTATI PER CIASCUN GRUPPO POLITICO (LUGLIO 2013)
uruppo confederale della
Sinistra unitaria europea|
Sinistra verde nordica
uul|lul
34
uruppo dellAlleanza
lrogressista di Socialisti e
0emocratici al larlamento
europeo S & 0
l96
uruppo verde|Alleanza
libera europea verdi|
All
58
uruppo dei Lonservatori e
Riformisti europei LRl
55
uruppo luropa della
libert e della
0emocrazia ll0
35
uruppo del partito popolare
europeo (0emocratico
Lristiano) lll
275
uruppo dell'Alleanza dei
0emocratici e dei liberali per
l'luropa Al0l
85
Hembri non iscritti ll
28
TOTALE
766
ll
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
parlamentari. Analogamente, il larlamento mantiene un
dialogo regolare con il presidente della 8anca centrale
europea in materia di politica monetaria.
ll controllo parlamentare si esercita anche sul Lonsiglio.
gli eurodeputati formulano regolarmente interrogazioni
scritte e orali al Lonsiglio e la presidenza del Lonsiglio
assiste alle sessioni plenarie del larlamento e partecipa
ai dibattiti pi importanti. ln alcuni ambiti politici, che
comprendono la politica estera e di sicurezza comune, il
Lonsiglio e il solo responsabile dell'adozione delle
decisioni, ma in questi settori il larlamento opera in
stretta collaborazione con il Lonsiglio.
ll larlamento puo anche esercitare un controllo
democratico esaminando le petizioni presentate dai
cittadini e costituendo speciali commissioni di inchiesta.
Apporta infine il suo contributo a tutti i vertici dell'ul (le
riunioni del Lonsiglio europeo). All'apertura di ciascun
vertice, il presidente del larlamento e invitato a
esprimere le idee e le preoccupazioni del larlamento su
temi chiave e problemi all'ordine del giorno del
Lonsiglio europeo.
3. L'AUTORIT DI BILANCIO
ll bilancio annuale dell'ul viene deciso congiuntamente
dal larlamento e dal Lonsiglio dellunione europea.
viene discusso dal larlamento in due letture successive
ed entra in vigore soltanto dopo la firma del presidente
del larlamento.
la commissione per il controllo di bilancio del
larlamento verifica come vengono spese le risorse di
bilancio e ogni anno il larlamento decide se approvare
il modo in cui la Lommissione ha gestito il bilancio
riferito allesercizio precedente. 0uesto processo di
approvazione e noto come decisione di scarico.
Com organizzato il lavoro
del Parlamento
ll larlamento elegge il suo nuovo presidente per un
mandato di due anni e mezzo. ll presidente rappresenta
il larlamento nei confronti delle altre istituzioni dellul
e della comunit esterna ed e coadiuvato da l4
vicepresidenti. ll presidente del larlamento europeo, in
collaborazione con il presidente del Lonsiglio,
sottoscrive tutti gli atti legislativi successivamente alla
loro adozione.
ll lavoro del larlamento si articola in due parti
principali.
X
la preparazione della sessione plenaria. le sessioni
plenarie sono preparate dagli eurodeputati in seno
alle 20 commissioni parlamentari specializzate in
settori specifici dellattivit dellul, come la
commissione per i problemi economici e monetari
(lL0l) o la commissione per il commercio
internazionale (llJA). l temi da dibattere vengono
discussi anche dai gruppi politici,
X
la sessione plenaria stessa. le sessioni plenarie, cui
partecipano tutti gli eurodeputati, si svolgono
solitamente a Strasburgo (una settimana al mese),
talvolta si tengono a 8ruxelles alcune sessioni
aggiuntive. ln queste sessioni, il larlamento esamina
la legislazione proposta e vota gli emendamenti
prima di giungere a una decisione sul testo
complessivo. Jra gli altri punti allordine del giorno
possono esservi comunicazioni del Lonsiglio o della
Lommissione o interrogazioni alla Lommissione o al
Lonsiglio su quanto sta accadendo nellul o nel resto
del mondo.
Martin Schulz stato eletto presidente
del Parlamento europeo nel 2012.


U
E
l2
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
Il Consiglio europeo
Il luogo in cui si deniscono le strategie
Ruolo: definisce lorientamento e le priorit politiche
Membri: capi di Stato o di governo di ciascuno Stato membro, presidente del Consiglio europeo
e presidente della Commissione europea
Sede: Bruxelles
X european-council.europa.eu
ll Lonsiglio europeo e composto dai principali esponenti
politici dellul, vale a dire dai primi ministri e dai
presidenti dei paesi membri, oltre che dal proprio
presidente e dal presidente della Lommissione. ll
Lonsiglio si riunisce almeno quattro volte allanno per
dare allul un orientamento politico e priorit politiche
generali. lartecipa ai lavori anche l'alto rappresentante
dell'unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza.
Di cosa si occupa il Consiglio europeo
lssendo un incontro di vertice dei capi di Stato o di
governo di tutti gli Stati membri dellul, il Lonsiglio
europeo rappresenta il pi alto livello della
cooperazione politica tra gli Stati membri. 0urante i
lavori, gli esponenti politici si accordano in merito agli
orientamenti e alle priorit politiche generali dellunione,
cui forniscono gli impulsi necessari al suo sviluppo.
ll Lonsiglio europeo non adotta atti legislativi. Al
termine di ciascun incontro formula le sue conclusioni,
che riflettono i principali messaggi emersi nel corso dei
dibattiti e fanno il punto sulle decisioni adottate,
tenendo conto anche del seguito dato a tali decisioni. le
conclusioni riprendono gli aspetti principali di cui dovr
occuparsi il Lonsiglio, ossia i ministri nel corso delle
rispettive riunioni. lossono anche contenere un invito
rivolto alla Lommissione europea a formulare proposte
in merito a una particolare sfida o opportunit che
lunione deve raccogliere.
Solitamente, il Lonsiglio europeo si riunisce due volte a
semestre. lossono inoltre essere convocate riunioni
aggiuntive (straordinarie o informali) per esaminare
questioni urgenti su cui e necessario adottare decisioni
al pi alto livello, per esempio nel campo degli affari
economici o della politica estera.
Il presidente del Consiglio europeo
le attivit del Lonsiglio europeo sono coordinate dal
suo presidente, cui spetta la responsabilit di convocare
e presiedere le riunioni del Lonsiglio e di promuoverne
loperato.
ll presidente del Lonsiglio europeo rappresenta lunione
anche allesterno. Assieme allalto rappresentante
dell'unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza,
e il portavoce degli interessi dellunione nel campo degli
affari esteri e della politica di sicurezza.
ll Lonsiglio europeo elegge il presidente per un mandato
di due anni e mezzo, rinnovabile una sola volta. ll
presidente del Lonsiglio europeo lavora a tempo pieno.
percio non puo contemporaneamente esercitare un
mandato nazionale.
Come vengono adottate le decisioni
del Consiglio europeo
ll Lonsiglio europeo adotta la maggior parte delle
proprie decisioni per consenso. Juttavia, in alcuni casi,
per esempio per eleggere il suo presidente e per
nominare la Lommissione e lalto rappresentante
dell'unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza,
adotta decisioni a maggioranza qualificata.
0uando il Lonsiglio europeo decide mediante votazione,
soltanto i capi di Stato o di governo possono votare.
Segreteria
ll Lonsiglio europeo e assistito dal segretariato generale
del Lonsiglio.
l3
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
LEurovertice
Al di fuori del Lonsiglio europeo, i capi di Stato o di
governo dei paesi la cui moneta e leuro si incontrano
con cadenza almeno bimestrale insieme al presidente
della Lommissione europea. Agli eurovertici e invitato
anche il presidente della 8anca centrale europea.
lnoltre, puo essere invitato anche il presidente del
larlamento europeo.
le riunioni sono unopportunit per discutere in merito
alla governance della zona euro e alle principali riforme
nel campo della politica economica. leurovertice e stato
formalmente introdotto dal trattato sulla stabilit, sul
coordinamento e sulla governance nellunione
economica e monetaria (JSLu), che e stato sottoscritto
nel 20l2 da 25 Stati membri e che e entrato in vigore il
l gennaio 20l3. ll presidente delleurovertice e
nominato dai capi di Stato o di governo dei paesi
membri dell'eurozona. la nomina e concomitante alla
nomina del presidente del Lonsiglio europeo e ha
eguale durata. le due posizioni possono essere
ricoperte dalla stessa persona.
ln alcuni casi partecipano alle discussioni
delleurovertice anche gli esponenti politici dei paesi che
hanno ratificato il trattato ma che non utilizzano leuro
come valuta nazionale. Se non sono autorizzati a
partecipare, il presidente delleurovertice tiene questi
paesi e gli altri Stati membri dellul costantemente
informati dei preparativi e degli esiti dei vertici.
Tre diversi Consigli: attenzione a non confonderli
facile fare confusione sulle funzioni di ciascuno degli organismi europei, soprattutto quando vi sono
organismi molto diversi ma con nomi molto simili, come i seguenti tre Consigli.
X
Il Consiglio europeo
costituito dai capi di Stato o di governo (ossia dai presidenti e/o primi ministri) di tutti gli Stati
membri dellunione europea, dal presidente della Commissione europea e dal proprio presidente. il
pi importante organo politico dell'Unione europea, ed per questo che le sue riunioni sono spesso
chiamate vertici.
X
Il Consiglio
Questa istituzione, nota anche come Consiglio dei ministri, composta dai ministri dei governi di tutti
i paesi dell'UE. Il Consiglio si riunisce regolarmente per prendere decisioni su argomenti specifici e per
adottare le leggi europee.
X
Il Consiglio d'Europa
Non un'istituzione dell'UE. unorganizzazione intergovernativa volta a tutelare i diritti umani, la
democrazia e lo Stato di diritto. Una delle prime realizzazioni dell'istituzione, che stata creata nel
1949, stata l'elaborazione della Convenzione europea dei diritti dell'uomo. Per consentire ai cittadini
di esercitare i loro diritti ai sensi della Convenzione, il Consiglio ha istituito la Corte europea dei diritti
dell'uomo. Fanno attualmente parte del Consiglio 47 paesi, tra cui tutti gli Stati membri dellUE. La
sua sede a Strasburgo, in Francia.
Herman Van Rompuy presiede i vertici dell'UE nella sua
qualit di presidente del Consiglio europeo.


U
E
l4
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
Il Consiglio
La voce degli Stati membri
Ruolo: decisioni in merito alle politiche e adozione della legislazione
Membri: un ministro per ciascun paese dell'UE
Sede: Bruxelles e Lussemburgo
X consilium.europa.eu
l ministri degli Stati membri si incontrano in seno al
Lonsiglio per discutere gli affari dellul, adottare le
decisioni e approvare gli atti legislativi. l ministri che
partecipano a tali riunioni sono autorizzati a impegnare
i propri governi nelle azioni concordate dal Lonsiglio.
Di cosa si occupa il Consiglio
ll Lonsiglio e un organo decisionale fondamentale
dellul. Svolge le sue attivit nellambito delle riunioni
del Lonsiglio, cui partecipa un ministro di ciascun
governo nazionale degli Stati membri. Scopo di queste
riunioni e discutere, concordare, modificare e, infine,
adottare la legislazione, coordinare le politiche degli
Stati membri, definire la politica estera dellul.
l ministri partecipano alle riunioni del Lonsiglio in
funzione dei temi allordine del giorno, questa prassi e
nota con lespressione configurazione del Lonsiglio.
Se, per esempio, il Lonsiglio deve discutere di questioni
ambientali, alla riunione partecipa il ministro
dell'Ambiente di ciascun paese dell'ul e la riunione
prende il nome di Lonsiglio Ambiente, lo stesso vale
per il Lonsiglio Affari economici e finanziari o per il
Lonsiglio Loncorrenza e cosi via.
la presidenza del Lonsiglio viene assunta a turno dagli
Stati membri per un periodo di sei mesi. lon va confusa
con la presidenza del Lonsiglio europeo. ll governo che
esercita la presidenza ha la responsabilit di
organizzare e presiedere le varie riunioni del Lonsiglio.
ln via eccezionale, il Lonsiglio Affari esteri e presieduto
in via permanente dallalto rappresentante dell'unione
per gli affari esteri e la politica di sicurezza, che si
occupa di politica estera per conto del Lonsiglio.
ler promuovere la continuit dei lavori del Lonsiglio, le
presidenze semestrali operano in stretta collaborazione
a gruppi di tre. 0uesto trio di presidenze (la cosiddetta
troika) elabora un programma comune di attivit del
Lonsiglio che copre un periodo di l8 mesi.
I paesi dell'UE hanno concordato
una strategia Europa 2020
per trovare il modo di uscire
dalla crisi economica facendo
leva su una crescita intelligente,
sostenibile e inclusiva. I ministri
riuniti nel Consiglio adottano
diverse decisioni al fine di
attuare questa strategia.


i
m
a
g
o
/
X
i
n
h
u
a
/
R
e
p
o
r
t
e
r
s
l5
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
PRESIDENZE DEL CONSIGLIO
Anno Gennaio-giugno Luglio-dicembre
20l3 lrlanda lituania
20l4 urecia ltalia
20l5 lettonia lussemburgo
20l6 laesi 8assi Slovacchia
20l7 Halta Regno unito
20l8 lstonia 8ulgaria
20l9 Austria Romania
2020 linlandia
Liascun ministro del Lonsiglio e autorizzato a impegnare il
proprio governo. lnoltre, ogni ministro del Lonsiglio risponde
alle autorit nazionali elette. Lio conferisce legittimit
democratica alle decisioni adottate dal Lonsiglio.
ll Lonsiglio ha cinque responsabilit principali.
l) approvare la legislazione dellul, legiferando con il
larlamento europeo nella maggior parte dei settori
politici,
2) coordinare le politiche degli Stati membri come
avviene, per esempio, in materia di economia,
3) elaborare la politica estera e di sicurezza comune
dell'ul, sulla base delle linee strategiche fissate dal
Lonsiglio europeo,
4) concludere accordi internazionali tra l'ul e uno o pi
Stati o organizzazioni internazionali,
5) approvare il bilancio dell'ul insieme al larlamento
europeo.
0i seguito sono descritte dettagliatamente le attivit
del Lonsiglio.
1. LEGISLAZIONE
ll Lonsiglio adotta la maggior parte delle leggi dellul
insieme al larlamento europeo. ln linea generale, il
Lonsiglio legifera soltanto sulla base di proposte
presentate dalla Lommissione, cui spetta di norma la
responsabilit di garantire che la legislazione dellul,
una volta adottata, sia applicata correttamente.
2. COORDINAMENTO DELLE POLITICHE DEGLI STATI
MEMBRI (UN ESEMPIO: LE POLITICHE ECONOMICHE)
Jutti gli Stati membri fanno parte dellunione economica e
monetaria (ulH), pur non appartenendo alla zona euro.
lellambito dellulH, le politiche economiche dellul sono
attuate grazie a uno stretto coordinamento delle politiche
economiche nazionali. Jale coordinamento viene realizzato
dai ministri dell'economia e delle finanze, che costituiscono
il Lonsiglio Affari economici e finanziari (lcofin).
3. POLITICA ESTERA E DI SICUREZZA COMUNE (PESC)
la definizione e lattuazione della politica estera e di sicurezza
comune sono una competenza esclusiva del Lonsiglio
europeo e del Lonsiglio, che agiscono allunanimit. l posta in
atto dallalto rappresentante dell'unione per gli affari esteri e
la politica di sicurezza in collaborazione con gli Stati membri,
nellambito delle riunioni del Lonsiglio Affari esteri.
4. CONCLUSIONE DI ACCORDI INTERNAZIONALI
0gni anno il Lonsiglio conclude (cioe firma ufficialmente)
una serie di accordi tra l'unione europea e i paesi terzi
nonche con le organizzazioni internazionali. Jali accordi
possono riguardare settori generali come il commercio, la
cooperazione e lo sviluppo, o settori specifici come quello
tessile, la pesca, le scienze e la tecnologia, i trasporti ecc.
lssi sono soggetti al consenso del larlamento europeo nei
settori in cui e investito dei poteri di codecisione.
5. APPROVAZIONE DEL BILANCIO DELL'UE
ll bilancio annuale dell'ul viene deciso congiuntamente
dal Lonsiglio e dal larlamento europeo. Se le due
istituzioni non concordano, si seguono le procedure di
conciliazione fino allapprovazione del bilancio.
Esistono, in tutto, dieci diverse
configurazioni del Consiglio:
Presieduto dallalto rappresentante dell'Unione
per gli affari esteri e la politica di sicurezza:
X
Affari esteri
Presieduto dallo Stato membro che esercita la
presidenza del Consiglio:
X
Affari generali
X
Affari economici e finanziari
X
Giustizia e affari interni
X
Occupazione, politica sociale, salute e tutela
dei consumatori
X
Concorrenza (mercato interno, industria,
ricerca e spazio)
X
Trasporti, telecomunicazioni ed energia
X
Agricoltura e pesca
X
Ambiente
X
Istruzione, giovent, cultura e sport
l6
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
Com organizzato il lavoro del Consiglio
le riunioni in cui il Lonsiglio discute e vota su una proposta
di atto legislativo sono pubbliche. l possibile seguire questi
lavori in diretta, attraverso il sito lnternet del Lonsiglio.
la coerenza generale delle attivit delle varie
configurazioni del Lonsiglio e garantita dal Lonsiglio
Affari generali, che monitora il seguito dato alle riunioni
del Lonsiglio europeo. lsso e coadiuvato dal Lomitato
dei rappresentanti permanenti (Loreper, dal francese
Lomite des Representants lermanents).
ll Loreper e composto dai rappresentanti permanenti dei
governi degli Stati membri presso lunione europea. A
8ruxelles ogni Stato membro dell'ul ha un proprio gruppo
(rappresentanza permanente) che lo rappresenta e
difende i suoi interessi nazionali a livello dell'ul. ll capo di
ciascuna rappresentanza e, di fatto, l'ambasciatore di
quello Stato presso l'ul. uli ambasciatori si riuniscono
settimanalmente in seno al Loreper.
ll ruolo del Loreper e preparare il lavoro del Lonsiglio,
tranne per le questioni agricole, che vengono gestite dal
Lomitato speciale Agricoltura. ll Loreper e assistito da una
serie di gruppi di lavoro, costituiti da funzionari delle
amministrazioni nazionali.
Quanti voti per paese?
le decisioni in sede di Lonsiglio vengono prese per
votazione. Attualmente il Lonsiglio decide per maggioranza
qualificata, salvo i casi in cui i trattati richiedono una
procedura diversa, per esempio il voto allunanimit in
materia di regime fiscale e politica estera. lei casi in cui e
sufficiente la maggioranza qualificata, il numero di voti a
disposizione di uno Stato e accordato in base alla sua
popolazione, benche il sistema sia stato modificato per
dare maggior peso ai paesi con meno abitanti.
A partire dal 20l4 il metodo attuale di votazione a
maggioranza qualificata sar sostituito da un nuovo
sistema, la votazione a doppia maggioranza. lerche un
atto legislativo sia adottato dal Lonsiglio, serviranno due
tipi di maggioranza. la maggioranza degli Stati membri
dellul (55 %) e la maggioranza della popolazione totale
dellul (65 %). 0uesto sistema rispecchia la legittimit
dellul come unione di popoli e nazioni e render il
processo legislativo dellul pi trasparente e, al tempo
stesso, pi efficace. Sar inoltre accompagnato da un
nuovo meccanismo per cui almeno quattro Stati membri, in
rappresentanza di almeno il 35 % della popolazione
dellul, potranno bloccare una decisione. 0uando si far
ricorso a tale meccanismo, il Lonsiglio dovr fare tutto
quanto in suo potere per raggiungere una soluzione
soddisfacente in un periodo di tempo ragionevole.
VOTI PER PAESE NEL CONSIGLIO
uermania, lrancia, ltalia, Regno unito 29
Spagna, lolonia 27
Romania l4
laesi 8assi l3
8elgio, Repubblica ceca, urecia, ungheria,
lortogallo

l2
Austria, 8ulgaria, Svezia l0
Lroazia, 0animarca, lrlanda, lituania, Slovacchia,
linlandia
7
Lipro, lstonia, lettonia, lussemburgo, Slovenia 4
Halta 3
Jotale 352
lumero di voti necessari per la maggioranza
qualificata
260
Segretariato generale del Consiglio
ll segretariato generale del Lonsiglio assiste sia il
Lonsiglio europeo e il suo presidente, sia il Lonsiglio e
le presidenze di turno. l diretto dal segretario generale,
che e nominato dal Lonsiglio.
Che cosa si intende per cooperazione
rafforzata?
Se alcuni Stati membri desiderano collaborare pi
da vicino in settori politici che non rientrano nel
quadro delle competenze esclusive dellunione,
ma non sono in grado di raggiungere un accordo
con tutti gli altri Stati membri, il meccanismo della
cooperazione rafforzata permette una
cooperazione tra di loro. Tale meccanismo infatti
offre a un numero minimo di nove Stati membri la
possibilit di utilizzare le istituzioni dellUE per
ottenere una pi stretta collaborazione. Devono
tuttavia essere soddisfatte due condizioni: la
cooperazione deve perseguire gli obiettivi
dellunione e deve essere aperta a qualunque
Stato membro che desideri parteciparvi.
Questa procedura usata da alcuni paesi per la legge
in materia di divorzio, al fine di trovare una soluzione
comune per le coppie costituite da cittadini di paesi
diversi dellUE che intendono divorziare allinterno
dellunione. Un altro ambito di intervento quello di
un sistema di brevetti unitario, che coinvolge la
maggior parte, ma non tutti, gli Stati membri dellUE.
l7
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
L'eurogruppo
Jutti gli Stati membri fanno parte dellunione economica e
monetaria, nel senso che coordinano le proprie politiche
economiche e considerano le decisioni economiche come una
questione di interesse comune. Juttavia, non tutti gli Stati
membri appartengono alla zona euro e hanno adottato leuro
come moneta unica. Alcuni hanno scelto di non entrare per il
momento a far parte della zona euro, mentre altri stanno
ancora preparando le proprie economie per soddisfare i criteri
per ladesione. uli Stati membri della zona euro devono operare
in stretta collaborazione e sono inoltre soggetti alla politica
monetaria comune, gestita dalla 8anca centrale europea.
lertanto, gli Stati membri della zona euro hanno bisogno di una
piattaforma per discutere e decidere le politiche delleuro.
0uesta piattaforma non puo essere il Lonsiglio Affari economici
e finanziari (lcofin), che e costituito da tutti gli Stati membri.
la soluzione individuata e quella delleurogruppo, che e
formato dai ministri delllconomia e delle linanze dei
paesi che hanno adottato leuro.
leurogruppo agisce per promuovere la crescita economica e
la stabilit finanziaria nella zona euro, attraverso il
coordinamento delle politiche economiche dei paesi membri.
loiche soltanto llcofin puo adottare decisioni formali in
materia di economia, leurogruppo si riunisce in via informale
alla vigilia delle riunioni delllcofin, pi o meno una volta al
mese. ll giorno successivo, gli accordi raggiunti nellambito
della riunione informale delleurogruppo sono formalmente
adottati nella riunione delllcofin dai membri delleurogruppo.
Solo i ministri delllcofin che rappresentano i membri
dell'eurozona possono votare in merito alle questioni di
pertinenza delleurogruppo. Alle riunioni delleurogruppo
partecipano anche il commissario per gli Affari economici e
monetari e il presidente della 8anca centrale europea.
l membri delleurogruppo eleggono un presidente per un
mandato di due anni e mezzo. ll segretariato generale
del Lonsiglio fornisce sostegno amministrativo alle
riunioni delleurogruppo.
La politica estera e di sicurezza comune
lunione europea sta progressivamente elaborando una
politica estera e di sicurezza comune (llSL), la quale,
rispetto ad altri settori politici, e soggetta a procedure
diverse. la llSL e definita e attuata dal Lonsiglio europeo
in collaborazione con il Lonsiglio. uli obiettivi di pi ampio
raggio dellul a livello internazionale sono la promozione
della democrazia, dello Stato di diritto, dei diritti umani e
della libert, nonche del rispetto per la dignit umana e dei
principi di uguaglianza e solidariet. ler conseguire tali
obiettivi lul sviluppa relazioni e partenariati con altri paesi
e organizzazioni in tutto il mondo.
la llSL ha le seguenti responsabilit.
X
il Lonsiglio europeo, presieduto dal presidente,
definisce la politica estera e di sicurezza comune
tenendo conto degli interessi strategici dellunione,
tra cui le tematiche che hanno implicazioni in
materia di difesa.
X
Successivamente il Lonsiglio, in particolare il Lonsiglio
Affari esteri, adotta le decisioni necessarie per definire e
attuare la llSL in conformit con le linee guida
strategiche fissate dal Lonsiglio europeo. lalto
rappresentante dell'unione per gli affari esteri e la politica
di sicurezza presiede la riunione del Lonsiglio Affari esteri.
X
lalto rappresentante, unitamente agli Stati membri,
mette in atto la llSL, garantendone una
realizzazione coerente ed efficace, facendo
affidamento sulle risorse nazionali e unionali.
Le nuove regole dell'UE sulla governance economica
e finanziaria contribuiscono a risanare e rafforzare
il settore bancario.


A
s
s
o
c
i
a
t
e
d

P
r
e
s
s

/

R
e
p
o
r
t
e
r
s
l8
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
ll Servizio europeo per lazione esterna (SlAl) funge da
ministero degli Affari esteri e da servizio diplomatico
per lunione. lalto rappresentante e a capo del servizio
che e costituito da esperti trasferiti dal Lonsiglio, dagli
Stati membri e dalla Lommissione europea. l'ul ha
delegazioni proprie nella maggioranza dei paesi del
mondo, tali delegazioni fanno parte del SlAl e, nelle
questioni di llSL, collaborano con le ambasciate
nazionali degli Stati membri dellul.
un qualsiasi Stato membro o lalto rappresentante, di
propria iniziativa o di concerto con la Lommissione, puo
portare allattenzione del Lonsiglio questioni rilevanti
per la llSL. Lonsiderata la natura spesso urgente di
alcune questioni in materia di llSL, sono stati messi in
atto meccanismi per garantire una rapida adozione
delle decisioni. ln linea di massima, in questo settore le
decisioni sono adottate allunanimit.
0ltre a promuovere la llSL, lalto rappresentante
rappresenta anche la politica estera e di sicurezza
dellunione a livello internazionale, intrecciando un
dialogo politico con i paesi terzi e con i partner ed
esprimendo la posizione dellul nelle organizzazioni
e nelle riunioni internazionali. A livello di capi di Stato
o di governo, l'unione e rappresentata dal presidente
del Lonsiglio europeo.
un aspetto della llSL e dato dalle questioni di
sicurezza e difesa, in cui lul sta elaborando una
politica di sicurezza e di difesa comune (lS0L). 0uesta
politica e stata concepita per permettere agli Stati
membri dellul di avviare azioni di gestione delle crisi.
ln particolare, si tratta di missioni umanitarie e di
ristabilimento e mantenimento della pace, che possono
essere di natura militare o civile. ler queste operazioni
gli Stati membri mettono volontariamente a
disposizione dellul parte delle proprie risorse. 0gni
missione e sempre coordinata assieme alla lAJ0, le cui
strutture di comando sono a volte utilizzate nelle
missioni dellul per ragioni pratiche. Jali attivit sono
coordinate dai seguenti organi permanenti dellul.
X
il Comitato politico e di sicurezza (CPS), che
vigila sulle situazioni internazionali ed esamina le
opzioni di risposta dellul durante una situazione di
crisi allestero,
X
il Comitato militare dellunione europea (EUMC),
costituito dai capi di Stato maggiore della 0ifesa di
tutti gli Stati membri dellul, e responsabile della
direzione delle missioni militari dellul e fornisce
consulenza militare,
X
lo Stato maggiore dellunione europea (EUMS)
e composto da esperti in questioni militari i quali,
operando presso una sede militare permanente
a 8ruxelles, prestano assistenza allluHL.
Le autorit di forza pubblica dei paesi
dell'UE devono lavorare a stretto
contatto per combattere la criminalit
internazionale.


M
a
t
t
e
i
s
/

L
o
o
k
a
t
S
c
i
e
n
c
e
s
/
R
e
p
o
r
t
e
r
s
l9
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
La Commissione europea
Promotrice dellinteresse comune
Ruolo: braccio esecutivo dellUE, che propone leggi e accordi sulle politiche e promuove
lUnione
Membri: un collegio di commissari, uno per ciascuno Stato membro
Sede: Bruxelles
X ec.europa.eu
la Lommissione e listituzione politicamente
indipendente che rappresenta e sostiene gli interessi
dellul nel suo complesso. ln molti ambiti essa funge
da motore del sistema istituzionale dellul. propone
infatti nuove leggi, politiche e programmi dazione ed e
responsabile dellattuazione delle decisioni del
larlamento europeo e del Lonsiglio. Rappresenta inoltre
lunione europea a livello internazionale, salvo che per
le questioni di politica estera e sicurezza comune.
Che cosa si intende per Commissione
ll termine Lommissione ha due accezioni. la prima si
riferisce ai membri della Lommissione, ossia alla
squadra di uomini e donne nominati dagli Stati membri
e dal larlamento per gestire listituzione e prenderne le
decisioni, la seconda, si riferisce allistituzione in se e al
suo personale.
l membri della Lommissione vengono chiamati
informalmente commissari. ln genere essi hanno tutti
ricoperto cariche politiche e molti sono stati ministri di
governo, ma in qualit di membri della Lommissione si
impegnano ad agire nell'interesse generale dell'unione
e non accettano istruzioni dai governi nazionali.
la Lommissione ha diversi vicepresidenti, uno dei quali
e anche lalto rappresentante dell'unione per gli affari
esteri e la politica di sicurezza, e quindi opera sia in
seno al Lonsiglio sia in seno alla Lommissione.
la Lommissione e politicamente responsabile dinanzi al
larlamento, che puo destituire l'intero collegio con una
mozione di censura. la Lommissione assiste a tutte le
sedute del larlamento, nel corso delle quali deve
spiegare e giustificare le sue politiche. lnoltre, risponde
regolarmente alle interrogazioni scritte e orali che le
sono rivolte dagli eurodeputati.
Come viene nominata la Commissione
Ogni cinque anni viene nominata una nuova
Commissione, entro sei mesi dalle elezioni del
Parlamento europeo. Questa la procedura:
X
i governi degli Stati membri propongono un
nuovo presidente della Commissione, che
deve essere eletto dal Parlamento europeo;
X
il presidente designato, in consultazione con
i governi degli Stati membri, sceglie gli altri
membri della Commissione.
Il nuovo Parlamento quindi convoca tutti i
membri designati per unaudizione ed elabora
un parere sullintero collegio; se approvata, la
nuova Commissione pu ufficialmente iniziare
a operare a partire dal mese di gennaio
successivo.
Jos Manuel Barroso presiede l'organo esecutivo dell'UE nella
sua qualit di presidente della Commissione europea.


U
E
20
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
ll lavoro quotidiano della Lommissione e svolto dal
complesso del suo personale, fatto di funzionari
amministrativi, esperti, traduttori, interpreti e segretari. l
funzionari della Lommissione, come il personale di altri
organi dellul, sono assunti mediante l'ufficio europeo di
selezione del personale (llS0). europa.eu|epso. Si tratta
di cittadini provenienti da tutti i paesi dellunione,
selezionati sulla base di concorsi esterni. Sono circa
33 000 le persone che lavorano per la Lommissione. luo
sembrare un numero esagerato, ma in realt e inferiore al
personale impiegato dalla maggior parte dei consigli
comunali di una citt di medie dimensioni in luropa.
Di cosa si occupa la Commissione
la Lommissione europea assolve quattro funzioni
fondamentali.
l) propone atti legislativi al larlamento e al Lonsiglio,
2) dirige ed esegue le strategie politiche e il bilancio
dell'unione,
3) vigila sull'applicazione del diritto dellul (insieme alla
Lorte di giustizia),
4) rappresenta lunione europea in tutto il mondo.
1. PROPOSTA DI NUOVE LEGGI
Ai sensi del trattato dellul, la Lommissione ha il diritto
diniziativa. ln altre parole, ha la competenza esclusiva di
redigere proposte di nuove leggi dell'ul, che presenta poi al
larlamento e al Lonsiglio. l'obiettivo di queste proposte
dev'essere la difesa degli interessi dell'unione e dei suoi
cittadini, non certo quelli dei singoli paesi o settori industriali.
ler decidere di presentare una qualunque proposta, la
Lommissione deve essere a conoscenza di situazioni o
problemi emergenti in luropa e valutare se il mezzo pi
adeguato per porvi rimedio sia, per l'appunto, un intervento
legislativo dell'ul. ler questo motivo la Lommissione e
costantemente in contatto con un'ampia gamma di gruppi
d'interesse e con due organi consultivi, il Lomitato
economico e sociale europeo (formato da rappresentanti
dei datori di lavoro e dei sindacati) e il Lomitato delle
regioni (costituito da rappresentanti delle autorit locali e
regionali). lnoltre, ricerca il parere dei parlamenti e dei
governi nazionali, oltre che dellopinione pubblica.
la Lommissione propone un'azione a livello dell'unione
solo se reputa che un problema non possa essere
risolto pi efficacemente con un intervento nazionale,
regionale o locale. ll principio che consiste nell'agire al
livello pi basilare possibile va sotto il nome di
principio di sussidiariet.
Se tuttavia la Lommissione giunge alla conclusione che
l'intervento del legislatore comunitario e necessario, allora redige
una proposta diretta a porre rimedio alla situazione e a soddisfare
la pi ampia gamma di interessi. ler acquisire le informazioni
tecniche appropriate, la Lommissione consulta gli esperti che
fanno parte dei suoi svariati comitati e gruppi di esperti.
2. ESECUZIONE DELLE POLITICHE DELL'UE
E DEL BILANCIO
ln quanto organo esecutivo dell'unione europea, la Lommissione
e responsabile dell'amministrazione e dell'esecuzione del bilancio
dell'ul e delle politiche e dei programmi adottati dal larlamento
e dal Lonsiglio. la maggior parte delle attivit e delle spese e
effettuata dalle autorit locali e nazionali, ma la Lommissione e
tenuta a sovrintendere landamento delle operazioni.
la Lommissione gestisce il bilancio sotto locchio vigile della
Lorte dei conti. 0biettivo di entrambe le istituzioni e garantire
una corretta gestione finanziaria. ll larlamento europeo d
alla Lommissione lo scarico per l'esecuzione del bilancio solo
se e soddisfatto della relazione annuale della Lorte dei conti.
Costruzione dello spazio europeo
della ricerca
La Commissione, per il tramite della direzione
generale della Ricerca e dellinnovazione, elabora le
politiche dellUE nel campo della ricerca e dello
sviluppo tecnologico e contribuisce alla competitivit
dellindustria europea sullo scenario internazionale.
Attraverso il suo programma quadro di ricerca e
sviluppo tecnologico la Commissione mette a
disposizione della ricerca scientifica cooperativa
multidisciplinare dellUE decine di miliardi di euro e
contribuisce in maniera determinante alla creazione di
uno spazio europeo della ricerca senza confini interni.
L'innovazione e la ricerca sono uno degli strumenti per creare
occupazione e crescita in Europa.


L
a
n
g
r
o
c
k
/
Z
e
n
i
t
/
L
a
i
f
/
R
e
p
o
r
t
e
r
s
2l
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
3. APPLICAZIONE DEL DIRITTO DELLUE
la Lommissione e custode dei trattati. ln altri
termini, spetta ad essa e alla Lorte di giustizia garantire
che il diritto dell'ul sia correttamente applicato in tutti
gli Stati membri. Se scopre che uno Stato membro non
applica il diritto dellunione, e quindi non ottempera ai
suoi obblighi di legge, la Lommissione interviene per
porre rimedio alla situazione.
ll primo passo consiste nellavviare una procedura
denominata procedura dinfrazione. lssa consiste
nell'inviare al governo interessato una lettera ufficiale
in cui fa presente di avere motivi per credere che il suo
paese stia violando la normativa dell'ul e fissa un
termine entro il quale il governo interessato dovr
spedirle una risposta dettagliata. Se questa procedura
non e sufficiente per correggere linfrazione, la
Lommissione deferisce il caso alla Lorte di giustizia,
che ha lautorit per imporre sanzioni. le sentenze della
Lorte sono vincolanti per gli Stati membri e le istituzioni
dellul.
4. RAPPRESENTA L'UNIONE EUROPEA A LIVELLO
INTERNAZIONALE
lalto rappresentante dell'unione per gli affari esteri e
la politica di sicurezza e uno dei vicepresidenti della
Lommissione ed e responsabile degli affari esteri. ln
materia di affari esteri e sicurezza, lalto rappresentante
collabora con il Lonsiglio. Juttavia, in altri settori
dellazione esterna la Lommissione riveste un ruolo di
primo piano, in particolare negli ambiti della politica
commerciale e degli aiuti umanitari. ln questi ambiti, la
Lommissione europea e un importante portavoce
dell'unione europea sulla scena internazionale e offre ai
28 Stati membri lopportunit di parlare con una sola
voce nei consessi internazionali come l0rganizzazione
mondiale del commercio.
Interventi diretti ai bisognosi
La direzione generale per gli Aiuti umanitari e
la protezione civile (ECHO) della Commissione
europea stata creata nel 1992. Oggi lazione
umanitaria occupa una posizione chiave nelle
attivit esterne dellunione europea; a livello
mondiale lUE , di fatto, loperatore pi
importante in questo settore.
Ogni anno i finanziamenti per gli aiuti
umanitari dellUE garantiscono un aiuto a circa
150 milioni di persone. Gli aiuti umanitari sono
erogati attraverso una rete di 200 partner, tra
cui organizzazioni di beneficienza e agenzie
dellONU. Lassistenza prestata si ispira ai
principi umanitari della non discriminazione e
dellimparzialit.
Catherine Ashton a capo della
politica estera dell'UE e coordina le
azioni dell'UE nei confronti del resto
del mondo.


U
E
22
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
Com organizzato il lavoro della
Commissione
Spetta al presidente della Lommissione decidere quale
commissario sar responsabile di una determinata
politica e procedere eventualmente a un rimpasto
delle competenze durante il mandato. ll presidente e
altresi autorizzato a chiedere le dimissioni di un
commissario. la squadra di 28 commissari (nota anche
con lespressione il collegio) si riunisce una volta alla
settimana, di solito il mercoledi e di solito a 8ruxelles.
0gni commissario espone i punti all'ordine del giorno
per le politiche di sua competenza e la Lommissione
prende una decisione collegiale in proposito.
ll personale della Lommissione e strutturato in
dipartimenti chiamati direzioni generali (0u) e in
servizi (come il Servizio giuridico). Liascuna 0u si
occupa di uno specifico settore politico (per esempio, la
0u Lommercio e la 0u Loncorrenza) ed e sottoposta a
un direttore generale, che a sua volta rende conto
direttamente a uno dei commissari.
Eurostat: il servizio statistico dellEuropa
Eurostat lUfficio statistico dellunione
europea ed un servizio della Commissione.
Il suo compito consiste nel fornire allUE
statistiche che permettono di fare confronti tra
paesi e regioni europei. Si tratta di un compito
di importanza critica, perch le societ
democratiche non funzionano in maniera
adeguata senza una solida base di statistiche
affidabili e oggettive.
Le statistiche di Eurostat consentono di
rispondere a numerose domande: loccupazione
in aumento o in calo? Le emissioni di CO
2

sono pi elevate rispetto a 10 anni fa? Quante
sono le donne occupate? Come funziona
leconomia di un paese rispetto a quella di altri
Stati membri dellUE?
X epp.eurostat.ec.europa.eu
Sono le 0u che di fatto concepiscono e redigono le
proposte legislative della Lommissione, le quali tuttavia
diventano ufficiali solo quando sono adottate dalla
Lommissione nelle riunioni settimanali. la procedura e
pi o meno quella descritta di seguito.
Supponiamo che la Lommissione reputi necessario
l'intervento normativo dell'ul per prevenire
l'inquinamento dei fiumi europei. Spetter allora al
direttore generale della 0u Ambiente elaborare una
proposta, sulla base di ampie consultazioni con le
organizzazioni industriali e agricole, con i ministri
dell'ambiente degli Stati membri e con le organizzazioni
ambientalistiche. Holte proposte sono anche aperte alla
consultazione pubblica, il che consente ai singoli
cittadini di fornire pareri a titolo personale o per conto
di unorganizzazione.
la legislazione proposta sar quindi discussa con tutte
le direzioni competenti della Lommissione e, se del
caso, modificata. lnfine, sar verificata dal Servizio
giuridico.
0uando la proposta e completata, il segretario generale
la iscriver all'ordine del giorno di una prossima
riunione della Lommissione. lel corso di questa
riunione il commissario per lAmbiente spiegher ai
colleghi le ragioni per cui la legislazione e stata
proposta e quindi dar il via alla discussione. Se viene
raggiunto un accordo, la Lommissione adotter la
proposta e il documento sar inviato al Lonsiglio e al
larlamento europeo, che lo sottoporranno a un esame.
Al contrario, in caso di disaccordo tra i commissari, il
presidente potr mettere la proposta al voto. Se la
maggioranza e favorevole, la proposta sar adottata.
Successivamente avr il sostegno di tutti i membri della
Lommissione.
23
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
I parlamenti nazionali
Custodi del principio di sussidiariet
Ruolo: partecipare alle attivit dellunione insieme alle istituzioni europee
Membri: membri dei parlamenti nazionali
Sede: tutti gli Stati membri dellUE
Jutte le istituzioni dellul incoraggiano i parlamenti
nazionali a partecipare maggiormente alle attivit
dellunione europea. 0al 2006 la Lommissione
trasmette ai parlamenti nazionali tutte le nuove
proposte legislative e risponde ai loro pareri. A partire
dal 2009, con il trattato di lisbona, sono stati
chiaramente definiti i diritti e i doveri dei parlamenti
nazionali dellul. l parlamenti nazionali hanno maggiori
opportunit di esprimere i propri pareri in merito a
progetti di atti legislativi oltre che su altre questioni che
potrebbero essere di particolare interesse per loro.
linnovazione principale e data dalla nuova facolt
assegnata ai parlamenti nazionali di applicare la
sussidiariet. le azioni dellul sono soggette al principio
di sussidiariet. Lio significa che lunione agisce
soltanto allorche il suo intervento risulta pi efficace a
livello unionale che non a livello nazionale. Lio vale per i
casi in cui i trattati hanno conferito poteri esclusivi
allul, altrimenti, per ogni nuova legge e necessario
compiere una valutazione. la corretta applicazione di
tale principio nel processo decisionale dellul e
monitorata dai parlamenti nazionali.
ler permettere ai parlamenti nazionali di svolgere i
controlli sulla sussidiariet, la Lommissione invia un
progetto di legislazione ai parlamenti nazionali e,
contemporaneamente, al legislatore dell'unione (vale a
dire il larlamento europeo e il Lonsiglio).
un qualsiasi parlamento nazionale, se ritiene che la
proposta in questione non e conforme al principio di
sussidiariet, puo quindi fornire un parere motivato. A
seconda del numero di pareri motivati elaborati dai
parlamenti nazionali, la Lommissione puo dover
riesaminare le sue proposte e decidere se tenere,
modificare o ritirare la proposta. 0uesta procedura e
nota con il nome di procedura del cartellino giallo o del
cartellino arancione. lel caso della procedura legislativa
ordinaria, se una maggioranza dei parlamenti nazionali
invia un parere motivato, e ammesso che la
Lommissione decida di non ritirare la propria proposta,
essa dovr spiegarne le ragioni e spetter quindi al
larlamento europeo e al Lonsiglio decidere se
proseguire o meno liter legislativo.
l parlamenti nazionali sono anche direttamente coinvolti
nellattuazione della legislazione dellul. le direttive
dellul sono esaminate dalle autorit nazionali, che
devono attivarsi per recepirle nellordinamento
nazionale. le direttive dettano un obbligo riguardo ai
risultati finali che devono essere raggiunti in ogni Stato
membro entro una data specifica. le autorit nazionali
devono adattare le proprie leggi per conseguire tali
risultati, ma sono libere di decidere come farlo. le
direttive sono utilizzate per uniformare tra loro
normative nazionali diverse e sono particolarmente
frequenti nelle questioni che incidono sul
funzionamento del mercato unico (per esempio, norme
in materia di sicurezza dei prodotti).
24
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
La Corte di giustizia
Garante del diritto dellUE
Ruolo: pronunciare sentenze sui casi ad essa sottoposti
Corte di giustizia: un giudice per Stato membro; otto avvocati generali
Tribunale: un giudice per Stato membro
Tribunale della funzione pubblica: sette giudici
Sede: Lussemburgo
X curia.europa.eu
la Lorte di giustizia dellunione europea (o pi
semplicemente la Lorte) ha il compito di garantire che
la legislazione dellul sia interpretata e applicata allo
stesso modo in tutti i paesi dellul, sia cioe uguale per
tutti e in ogni circostanza. A tal fine, la Lorte verifica la
legittimit delle azioni delle istituzioni dellul, garantisce
che gli Stati membri adempiano ai propri obblighi e
interpreta il diritto dellul su richiesta dei giudici
nazionali.
la Lorte dirime le controversie fra Stati membri,
istituzioni dell'ul, imprese e cittadini. ler far fronte alle
numerose migliaia di cause sottoposte al suo esame, si
divide in due organi principali. la Lorte di giustizia, che
si occupa dei rinvii pregiudiziali trasmessi dai tribunali
nazionali, di taluni ricorsi di annullamento e di
impugnazioni, e il Jribunale, che si pronuncia su tutti i
ricorsi di annullamento presentati da privati cittadini e
da imprese nonche su alcuni casi proposti da Stati
membri.
un tribunale speciale, il Jribunale della funzione
pubblica, si pronuncia in merito alle controversie tra
lunione europea e i suoi funzionari.
Di cosa si occupa la Corte
la Lorte si pronuncia sui casi ad essa sottoposti, fra i
quali quattro sono le categorie pi comuni.
1. IL PROCEDIMENTO PREGIUDIZIALE
l tribunali nazionali sono responsabili di garantire, nei
rispettivi Stati membri, la corretta applicazione del diritto
comunitario. ln caso di dubbi sull'interpretazione o sulla
validit di una norma comunitaria, il giudice nazionale
puo, e talvolta deve, rivolgersi alla Lorte di giustizia per
un parere. l'interpretazione della Lorte assume la forma
di pronuncia pregiudiziale vincolante. Si tratta di un
importante canale per i cittadini, i quali attraverso i
tribunali nazionali possono comprendere fino a che punto
il diritto dellunione regolamenta la loro quotidianit.
Le hostess hanno beneficiato a pi riprese
di sentenze della Corte di giustizia dell'UE
in tema di parit di retribuzione e di diritti.


I
m
a
g
e
G
l
o
b
e
25
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
2. IL RICORSO PER INADEMPIMENTO
la Lommissione o (in alcuni rari casi) uno Stato
membro puo avviare questo tipo di procedimento se ha
motivo di credere che un determinato Stato membro
non ottemperi agli obblighi cui e tenuto in forza del
diritto dell'ul. la Lorte fa i debiti accertamenti, quindi
si pronuncia. Se la Lorte accerta linadempienza, lo
Stato membro e tenuto a porvi fine immediatamente,
per evitare che la Lorte gli imponga una sanzione
economica.
3. IL RICORSO DI ANNULLAMENTO
Se uno degli Stati membri, il Lonsiglio, la Lommissione
o, a certe condizioni, il larlamento reputa illegittima
una data norma del diritto dellul, puo chiederne
l'annullamento alla Lorte. Anche i privati possono
proporre ricorsi di annullamento, per annullare un atto
giuridico che li riguardi direttamente e individualmente
e arrechi loro pregiudizio.
4. IL RICORSO PER CARENZA
ll trattato stabilisce che, in determinate circostanze,
il larlamento europeo, il Lonsiglio e la Lommissione
debbano prendere decisioni. Se essi si astengono da
tale obbligo, gli Stati membri e le altre istituzioni
dell'unione nonche, a talune condizioni, anche i privati
cittadini o le imprese possono adire la Lorte per far
constatare ufficialmente detta carenza.
Com organizzato il lavoro della Corte
la Corte di giustizia si compone di 28 giudici, uno per
Stato membro, in modo da rappresentare tutti i 28
ordinamenti giuridici nazionali dell'ul. la Lorte e
assistita da otto avvocati generali, che hanno il
compito di presentare pareri motivati sulle questioni
sottoposte al giudizio della Lorte. lssi devono svolgere
tale compito pubblicamente e con assoluta imparzialit.
l giudici e gli avvocati generali sono personalit di
indubbia imparzialit, dotati delle qualifiche e
competenze necessarie per rivestire le pi alte cariche
giudiziarie nei propri paesi dorigine o svolgere la
professione di avvocato ai pi alti livelli. Sono designati
di comune accordo dai governi degli Stati membri, per
un mandato di sei anni rinnovabile. l giudici della Lorte
nominano un presidente, che resta in carica per tre anni.
la Lorte di giustizia puo riunirsi in seduta plenaria, in
grande sezione composta da l3 giudici o in sezioni
composte da cinque o tre giudici, a seconda della
complessit e dellimportanza del caso in esame. 0uasi
il 60 % delle cause e sottoposto all'esame delle sezioni
di cinque giudici, un altro 25 % a quello di sezioni di tre
giudici.
ll Tribunale e composto da 28 giudici, designati dagli
Stati membri per un periodo di sei anni. Anche i giudici
del Jribunale eleggono tra loro un presidente, per un
periodo di tre anni. 0uestorgano si riunisce in sezioni
composte di tre o cinque giudici o, in determinati casi, si
compone di un giudice unico. Lirca l80 % delle cause
sottoposte al Jribunale sono giudicate da una sezione
a tre giudici. lsso puo anche riunirsi in grande sezione
(l3 giudici) o in seduta plenaria (28 giudici), qualora
cio sia giustificato dalla complessit giuridica
o dallimportanza della causa.
ler ogni caso depositato presso la cancelleria del
Jribunale vengono designati un giudice e un avvocato
generale. ll procedimento si suddivide poi in due fasi. la
fase scritta e la fase orale. lella prima fase, le parti
presentano documenti scritti e il giudice incaricato della
causa redige una relazione in cui riassume tali
documenti ed espone il contesto giuridico della
controversia. la relazione e discussa in occasione della
riunione generale della Lorte, che decide la
composizione del collegio giudicante al quale rinviare la
causa e stabilisce se si deve tenere unudienza
dibattimentale. la seconda fase e costituita dalla
pubblica udienza, durante la quale gli avvocati delle
parti sono sentiti dal collegio giudicante e dall'avvocato
generale, che possono rivolgere alle parti i quesiti che
ritengono opportuni. 0opo ludienza, lavvocato generale
designato espone le sue conclusioni. Alla luce delle
conclusioni dellavvocato generale, il giudice relatore
redige un progetto di sentenza, che e sottoposto
allesame degli altri giudici. l membri del collegio
giudicante procedono quindi a deliberare e a emettere
una sentenza. le decisioni della Lorte sono adottate a
maggioranza e pronunciate in pubblica udienza. lella
maggior parte dei casi il testo e disponibile in tutte le
lingue ufficiali dellul il giorno stesso della pronuncia.
lon si fa menzione di eventuali opinioni dissenzienti.
lon tutte le cause seguono questa procedura standard.
ler i casi particolarmente urgenti, esistono procedure
semplificate e accelerate, che consentono alla Lorte di
pronunciarsi nel giro di circa tre mesi.
26
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
La Banca centrale europea
Garante della stabilit dei prezzi
Ruolo: gestire leuro e la politica monetaria nella zona euro
Membri: banche centrali nazionali della zona euro
Sede: Francoforte sul Meno, Germania
X www.ecb.europa.eu
lo scopo della 8anca centrale europea (8Ll) e preservare
la stabilit monetaria nella zona euro, garantendo il
mantenimento dei prezzi al consumo a livelli bassi e
costanti. la stabilit dei prezzi e il controllo dellinflazione
dei prezzi sono considerati fattori indispensabili per una
crescita economica sostenuta, poiche incoraggiano le
imprese a investire e a creare pi posti di lavoro, con un
conseguente aumento del tenore di vita dei cittadini
europei. la 8Ll e unistituzione indipendente, che adotta
le proprie decisioni senza consultarsi ne prendere direttive
dai governi nazionali o da altre istituzioni dellul.
Di cosa si occupa la Banca
la 8Ll e stata istituita nel l998, data dellintroduzione
delleuro, per gestire la politica monetaria nella zona
euro. lobiettivo principale della 8Ll e preservare la
stabilit dei prezzi, ossia vigilare affinche il tasso di
inflazione dei prezzi al consumo si mantenga su livelli
inferiori ma prossimi al 2 % all'anno. la 8Ll opera
anche per promuovere loccupazione e la crescita
economica sostenibile nellunione.
In che modo la BCE gestisce la stabilit
dei prezzi?
La BCE fissa tassi di interesse per i prestiti alle
banche commerciali, influenzando in tal modo i
prezzi e il flusso di denaro in circolazione
nelleconomia, e quindi il tasso di inflazione. Per
esempio, un flusso di denaro abbondante pu
causare un aumento dellinflazione, quindi un
incremento dei prezzi di beni e servizi. Di
conseguenza, la BCE pu aumentare il costo del
denaro incrementando il tasso di interesse sui
suoi prestiti alle banche commerciali, riducendo
in tal modo i movimenti di denaro e stimolando
quindi un abbassamento dei prezzi.
Analogamente, quando c la necessit di
stimolare lattivit economica, la BCE pu ridurre
il tasso di interesse applicato sui prestiti per
incoraggiare prestiti e investimenti.
Mario Draghi presiede
la Banca centrale europea
dal 2011.


I
m
a
g
e
G
l
o
b
e
27
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
IE
UK
FR
SE
FI
EE
LV
LT
PL
CZ
AT
HU
SK
RO
BG
EL
CY
MT
DE
IT
LU
BE
NL
PT
ES
DK
SI
HR
Stati membri dell'UE che non usano l'euro
Stati membri dell'UE che usano l'euro (situazione al 2013)
BG: Bulgaria
CZ: Repubblica ceca
DK: Danimarca
HR: Croazia
HU: Ungheria
LT: Lituania
LV: Lettonia (
1
)
PL: Polonia
RO: Romania
SE: Svezia
UK: Regno
Unito
AT: Austria
BE: Belgio
CY: Cipro
DE: Germania
EE: Estonia
EL: Grecia
ES: Spagna
FI: Finlandia
FR: Francia
IE: Irlanda
IT: Italia
LU: Lussemburgo
MT: Malta
NL: Paesi Bassi
PT: Portogallo
SI: Slovenia
SK: Slovacchia
Guyane
(FR)
Guadeloupe (FR)
Martinique (FR)
Runion (FR)
Canarias (ES)
Madeira (PT)
Aores (PT)
ler poter svolgere le operazioni di prestito, la 8Ll
detiene e gestisce le riserve di valuta estera ufficiali dei
paesi della zona euro. Altri compiti comprendono lo
svolgimento delle operazioni in valuta estera, la
promozione del regolare funzionamento dei sistemi di
pagamento a sostegno del mercato unico,
lapprovazione della produzione di banconote in euro da
parte dei paesi della zona euro, lacquisizione di
informazioni statistiche pertinenti dalle banche centrali
nazionali. ll presidente della 8Ll rappresenta la 8anca
negli incontri di alto livello a livello di ul e
internazionale.
Com organizzato il lavoro della Banca
la 8anca centrale europea e unistituzione dellunione
economica e monetaria (ulH) cui appartengono tutti gli
Stati membri dellul. ladesione alla zona euro e
ladozione della moneta unica, leuro, rappresentano la
fase finale dellulH. lon tutti gli Stati membri dellul
appartengono alla zona euro. alcuni stanno ancora
intervenendo sulle proprie economie in vista
delladesione, altri si avvalgono di clausole di non
partecipazione. la 8Ll e il fulcro del sistema europeo di
banche centrali, che riunisce la 8anca e le banche
centrali nazionali di tutti gli Stati membri dellul.
lorganizzazione della 8Ll riflette questa situazione nei
suoi tre principali raggruppamenti.
X
il Lonsiglio generale del Sistema europeo di banche
centrali comprende i governatori delle banche
centrali nazionali dei 28 Stati membri, oltre che il
presidente e il vicepresidente della 8Ll,
X
il Lomitato esecutivo della 8Ll e formato dal
presidente, dal vicepresidente e da altri quattro
membri, tutti nominati per un mandato di otto anni
dal Lonsiglio europeo, che delibera a maggioranza
qualificata. ll Lomitato esecutivo e responsabile
dellattuazione della politica monetaria, della
gestione degli affari correnti della 8anca, della
preparazione delle riunioni del Lonsiglio direttivo
oltre che dellesercizio di alcuni poteri delegati al
Lomitato dal Lonsiglio direttivo,
X
il Lonsiglio direttivo della 8Ll comprende i sei
membri del Lomitato esecutivo della 8Ll e i
governatori delle banche centrali nazionali dei l7
paesi della zona euro, che assieme formano
leurosistema. ll Lonsiglio direttivo e il principale
organo decisionale della 8Ll. viene convocato due
volte al mese. ln genere, la prima riunione del mese
e dedicata alla valutazione degli andamenti
economici e monetari e alladozione delle decisioni
mensili di politica monetaria. la seconda si incentra
su aspetti inerenti agli altri compiti e responsabilit
della 8Ll.
(
1
) previsto che la Lettonia adotti leuro a partire dal 1 gennaio 2014.
28
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
Governance economica: ruoli e responsabilit
Lunione economica e monetaria (UEM) un elemento fondamentale dellintegrazione europea e ne
fanno parte tutti gli Stati membri dellUE. La politica fiscale (imposte e spesa) rimane di competenza
dei singoli governi nazionali, cos come le politiche in materia di lavoro e previdenza sociale. Tuttavia,
affinch lEUM possa funzionare in maniera efficace, fondamentale garantire il coordinamento di
finanze pubbliche e politiche strutturali sane. Queste responsabilit sono cos condivise tra gli Stati
membri e le istituzioni dellUE:
X
il Consiglio europeo definisce i principali orientamenti politici;
X
il Consiglio coordina la definizione delle politiche economiche dellUE e adotta decisioni che
possono essere vincolanti per gli Stati membri dellUE;
X
i paesi dellUE fissano i bilanci nazionali entro limiti concordati per deficit e debito e determinano
le proprie politiche strutturali incentrate su lavoro, pensioni, previdenza sociale e mercati;
X
i paesi della zona euro coordinano le politiche di interesse comune per la zona euro a livello di
capi di Stato o di governo nelleurovertice e a livello di ministri delle Finanze nelleurogruppo;
X
la Banca centrale europea definisce la politica monetaria per la zona euro, ponendosi quale
obiettivo principale il mantenimento della stabilit dei prezzi;
X
la Commissione europea controlla loperato degli Stati membri dellUE e formula raccomandazioni
politiche;
X
il Parlamento europeo condivide con il Consiglio il compito di formulare la legislazione ed esercita
un controllo democratico del processo di governance economica.
29
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
La Corte dei conti europea
Un contributo al miglioramento della gestione nanziaria
dellUE
Ruolo: controllare che i fondi dellUE siano raccolti e utilizzati correttamente e contribuire a
migliorare la gestione finanziaria dellUE
Membri: un membro per ciascuno Stato membro dell'UE
Sede: Lussemburgo
X eca.europa.eu
la Lorte dei conti europea e il revisore esterno
indipendente dellunione europea, cui spetta il compito
di controllare se le entrate dellunione affluiscano
debitamente, se le spese siano state sostenute
legalmente e regolarmente, e se e stata posta in atto
una sana gestione finanziaria. la Lorte esegue i suoi
compiti in maniera indipendente dalle altre istituzioni
dellul e dai governi degli Stati membri. Losi facendo,
contribuisce a migliorare la gestione dei fondi
dellunione europea, nellinteresse dei suoi cittadini.
Di che cosa si occupa la Corte
ll ruolo principale della Lorte dei conti europea e accertare
se il bilancio dell'unione sia stato eseguito correttamente, in
altre parole, che le entrate e le spese dell'unione siano legali
e regolari e se la gestione finanziaria sia sana. ln tal modo
garantisce che il sistema dellul operi in maniera efficace ed
efficiente. ler svolgere i suoi compiti la Lorte effettua
controlli dettagliati delle entrate e delle spese dellul a tutti i
livelli dellamministrazione dei fondi unionali. lffettua
verifiche sul posto presso le organizzazioni che gestiscono i
fondi o presso i beneficiari cui sono stati elargiti, sia negli
Stati membri dellul che in altri paesi. l risultati sono
pubblicati in relazioni annuali e specifiche, che richiamano
lattenzione della Lommissione e dei governi degli Stati
membri sugli errori e sui punti critici individuati, e in cui sono
formulate raccomandazioni per migliorare la situazione.
unaltra importante funzione svolta dalla Lorte dei conti
europea e assistere lautorit di bilancio (il larlamento
europeo e il Lonsiglio), presentando loro ogni anno una
relazione sullattuazione del bilancio dellul per
lesercizio finanziario precedente. l rilievi e le conclusioni
presentati dalla Lorte dei conti in questa relazione sono
tenuti in debita considerazione dal larlamento al
momento dellapprovazione della gestione del bilancio
fatta dalla Lommissione.
lnoltre, su richiesta delle altre istituzioni dellul, la
Lorte dei conti europea trasmette un suo parere sui
nuovi regolamenti dellul o sulla revisione di precedenti
regolamenti che hanno un impatto finanziario. lnfine, su
iniziativa propria, la Lorte puo redigere documenti
programmatici relativi ad altre questioni.
I marchi sulle orecchie delle mucche
consentono ai revisori dei conti dell'UE di
controllare in che modo sono stati spesi i
contributi dell'UE.


I
m
a
g
e
G
l
o
b
e
30
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
Com organizzato il lavoro della Corte
la Lorte dei conti europea e un organo collegiale,
composto da 28 membri, uno per ogni Stato membro,
nominati dal Lonsiglio, previa consultazione con il
larlamento europeo, per un periodo di sei anni,
rinnovabile. lssi sono scelti per la loro competenza e
indipendenza, e prestano servizio presso la Lorte a
tempo pieno. l membri eleggono al loro interno un
presidente per un periodo di tre anni, rinnovabile.
ler essere efficace, la Lorte dei conti, come qualsiasi
altro organo supremo di revisione, deve rimanere
indipendente dalle istituzioni e dagli organi che e tenuta
a controllare. la Lorte e libera di scegliere gli elementi
da sottoporre a revisione, il campo d'azione specifico e
lapproccio da seguire, decidere in che modo e quando
presentare i risultati delle revisioni selezionate, definire
la pubblicit da dare a relazioni e pareri. Si tratta di
elementi di indipendenza importanti.
la Lorte dei conti europea e suddivisa in sezioni, che
hanno lincarico di preparare le relazioni e i pareri che
dovranno essere approvati dalla Lorte. le sezioni si
avvalgono del lavoro di personale altamente qualificato
proveniente da tutti gli Stati membri. l revisori svolgono
frequenti attivit di controllo nelle altre istituzioni
dellul, negli Stati membri e in altri paesi beneficiari. la
Lorte opera inoltre in stretta collaborazione con
importanti organi di revisione presenti negli Stati
membri. 0i fatto, sebbene le attivit della Lorte
riguardino prevalentemente il bilancio dellul, di cui e
complessivamente responsabile la Lommissione, nella
pratica la gestione di oltre l80 % delle spese e
condivisa con le autorit nazionali.
la Lorte dei conti europea non ha poteri giuridici propri,
ma con la sua attivit porta una serie di irregolarit,
punti critici e casi di sospetta frode allattenzione degli
organi dellul responsabili di intervenire, tra cui lufficio
europeo per la lotta antifrode (0lAl). 0allepoca della
sua creazione nel l977 la Lorte ha contribuito in
maniera significativa alla gestione finanziaria del
bilancio dellul, grazie alle sue relazioni e ai suoi pareri
obiettivi. Losi facendo, ha svolto il proprio ruolo di
custode indipendente degli interessi finanziari dei
cittadini dellunione.
3l
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
Il Comitato economico e sociale europeo
Il portavoce della societ civile
Ruolo: rappresentare la societ civile organizzata
Membri: 353 da tutti gli Stati membri dellUE
Sede: Bruxelles
X eesc.europa.eu
ll Lomitato economico e sociale europeo (LlSl) e un
organo consultivo dellunione europea. l composto da
rappresentanti delle organizzazioni di datori di lavoro, di
lavoratori dipendenti e di altri attori della societ civile,
in particolare nei settori socioeconomico, civico,
professionale e culturale. ll Lomitato, che e portavoce di
interessi generali, trasmette pareri alla Lommissione, al
Lonsiglio e al larlamento europeo. l membri del LlSl
non rispondono a obblighi specifici ma operano
nellinteresse generale dellul. ll LlSl quindi funge da
ponte fra le summenzionate istituzioni dellul e i
cittadini dellunione, promuovendo in luropa un modello
di societ pi partecipativo e inclusivo, e quindi pi
democratico.
Di cosa si occupa il Comitato
ll Lomitato ha tre compiti fondamentali.
X
contribuire a garantire che le politiche e la
legislazione dellul siano pi omogeneamente legate
alle circostanze economiche, sociali e civiche reali,
assistendo il larlamento europeo, il Lonsiglio e la
Lommissione europea, attingendo allesperienza e
alla rappresentativit dei membri del LlSl, al
dialogo e agli interventi compiuti per assicurare un
consenso, nel rispetto dellinteresse generale,
X
incoraggiare lo sviluppo di ununione europea pi
partecipativa, che sia pi vicina al pensiero dei
cittadini, agendo in qualit di forum istituzionale che
rappresenta, informa, esprime i pareri e promuove il
dialogo con la societ civile organizzata,
X
diffondere i valori su cui e fondata lintegrazione
europea e difendendo, in luropa e nel modo, la causa
della democrazia e della partecipazione democratica,
oltre che il ruolo delle organizzazioni della societ
civile.
ll larlamento europeo, il Lonsiglio o la Lommissione
consultano il Lomitato nei diversi settori previsti dai
trattati. Jali settori sono stati progressivamente
ampliati, per poter ulteriormente estendere il raggio
dazione del LlSl. 0ltre alle svariate consultazioni
obbligatorie, il Lomitato puo redigere pareri su iniziativa
propria qualora ritenga che tale intervento sia
importante per difendere gli interessi della societ
civile. ll LlSl pubblica ogni anno circa l70 pareri, di cui
il l5 % circa su iniziativa propria.
una caratteristica fondamentale delloperato del LlSl e
il suo impegno a costruire un consenso tra i suoi
membri, che rappresentano un ampio ventaglio di gruppi
di interesse. per esempio, tra i membri delle associazioni
di datori di lavoro e quelli che rappresentano le
organizzazioni dei lavoratori. ll Lomitato si trova nella
posizione ideale per fornire consulenza sullimpatto che i
nuovi atti legislativi proposti possono avere sulla vita dei
cittadini e su come e possibile modificare la legislazione
per accrescere il consenso dellopinione pubblica. Altri
fattori cardine delloperato del Lomitato sono la
promozione della trasparenza nel processo decisionale
dellul e la costruzione di legami stretti con le
organizzazioni della societ civile.
Com organizzato il lavoro del Comitato
l 353 membri del LlSl sono designati dai governi
nazionali per un mandato rinnovabile di cinque anni e
sono nominati dal Lonsiglio dellunione europea. l
membri provengono dai gruppi di interesse economico e
sociale di tutta luropa e, una volta nominati, agiscono
in maniera indipendente dai governi nazionali. l membri
del Lomitato sono organizzati internamente in tre
gruppi. i datori di lavoro, i lavoratori e altri interessi. ll
Lomitato elegge un presidente e due vicepresidenti per
un periodo di due anni e mezzo. l membri del LlSl si
incontrano nove volte allanno in sessioni plenarie a
8ruxelles, dove i pareri sono approvati a maggioranza
semplice.
32
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
le sessioni plenarie sono preparate da sei sezioni
tematiche guidate da membri del Lomitato e supportate
dalla segreteria generale del Lomitato a 8ruxelles. le
sezioni e commissioni tematiche sono.
X
la sezione per lunione economica e monetaria e la
coesione sociale (lL0),
X
la sezione per il mercato unico, la produzione e il
consumo (llJ),
X
la sezione per i trasporti, lenergia, le infrastrutture e
la societ dellinformazione (Jll),
X
la sezione per loccupazione, gli affari sociali e la
cittadinanza (S0L),
X
la sezione per lagricoltura, lo sviluppo rurale e
lambiente (lAJ),
X
la sezione per le relazioni esterne (RlX),
X
il Lomitato consultivo sui cambiamenti industriali
(LLHl).
ll LlSl monitora landamento delle strategie di lungo
termine dellul mediante i cosiddetti osservatori e
tramite un comitato direttivo, che ne controlla
lattuazione e gli effetti sulla societ. le strutture sono
le seguenti.
X
l0sservatorio sullo sviluppo sostenibile,
X
l0sservatorio sul mercato del lavoro,
X
l0sservatorio sul mercato unico,
X
il comitato direttivo luropa 2020.
Relazioni con i consigli economici
e sociali
ll LlSl mantiene contatti periodici con i consigli
economici e sociali regionali e nazionali di tutta lunione
europea. 0uesti contatti comportano, in genere, uno
scambio di informazioni e discussioni comuni su base
annua su questioni specifiche.
La pianificazione
dell'approvvigionamento
energetico interessa tutti i
cittadini europei, come anche le
organizzazioni della societ
civile riunite nel Comitato
economico e sociale.


A
s
s
o
c
i
a
t
e
d

P
r
e
s
s

/

R
e
p
o
r
t
e
r
s
33
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
Il Comitato delle regioni
La voce degli enti locali
Ruolo: rappresentare le autorit regionali e locali europee
Membri: 353 da tutti gli Stati membri dellUE
Sede: Bruxelles
X cor.europa.eu
ll Lomitato delle regioni (LdR) e un organo consultivo
composto da rappresentanti delle autorit locali e
regionali dluropa. lsso favorisce un maggiore
coinvolgimento delle regioni dluropa nel processo di
definizione delle politiche dellul e vigila sul rispetto delle
identit, delle competenze e delle esigenze regionali e
locali. ll Lonsiglio e la Lommissione devono consultare il
LdR nelle questioni di competenza delle amministrazioni
locali e regionali tra cui le politiche regionali, lambiente,
listruzione e i trasporti.
Di che cosa si occupa il Comitato
loiche i tre quarti circa della legislazione dellul si
applicano a livello locale o regionale, e giusto
coinvolgere i rappresentanti delle autorit locali e
regionali nellelaborazione delle nuove leggi dellunione.
ll LdR, chiamando in causa i rappresentanti eletti delle
autorit locali, che hanno forse un contatto pi stretto
con i cittadini europei e i loro problemi, si pone come un
elemento di forza per la costruzione di ununione pi
democratica e affidabile.
la Lommissione e il larlamento europeo hanno
lobbligo di consultare il LdR ogni volta che vengono
presentate proposte in settori che interessano le
amministrazioni locali e regionali, ad esempio la
protezione civile, i cambiamenti climatici e lenergia.
una volta trasmessa al LdR, la proposta legislativa
viene discussa dai suoi membri riuniti in sessione
plenaria, che lapprovano a maggioranza e redigono un
parere. la Lommissione e il larlamento, pur non
essendo obbligati a seguire le raccomandazioni del LdR,
sono tuttavia tenuti a consultarsi con il Lomitato. ln
caso contrario, nel caso in cui unadeguata
consultazione obbligatoria nel corso delliter legislativo
sia stata tralasciata, il LdR ha il diritto di adire la Lorte
di giustizia. ll LdR puo offrire pareri su questioni
specifiche, su iniziativa propria.
Com organizzato il lavoro del Comitato
delle regioni
l membri del Lomitato sono rappresentanti eletti delle
autorit municipali o regionali, e rappresentano lintera
gamma di attivit delle amministrazioni locali e regionali
dellul. lossono essere presidenti delle regioni, consiglieri
regionali, assessori o sindaci di grandi citt. lssi devono
ricoprire un incarico politico nel proprio paese. l governi dell'ul
designano i membri del Lomitato, che tuttavia operano in
maniera del tutto indipendente sotto il profilo politico. l
membri del Lomitato sono nominati dal Lonsiglio per un
periodo di cinque anni, rinnovabile. ll LdR elegge un presidente
tra i suoi membri per un periodo di due anni e mezzo.
l membri del LdR vivono e lavorano nel loro paese dorigine.
Si incontrano a 8ruxelles cinque volte allanno in sessioni
plenarie, durante le quali definiscono le politiche e adottano
i pareri. vi sono sei commissioni speciali, costituite da
membri del LdR, che si occupano di diversi settori politici e
preparano le sessioni plenarie.
X
commissione lolitica di coesione territoriale (L0JlR),
X
commissione lolitica economica e sociale (lL0S),
X
commissione lstruzione, giovent e ricerca (l0uL),
X
commissione Ambiente, cambiamenti climatici ed
energia (llvl),
X
commissione Littadinanza, governance, affari
istituzionali ed esterni (LlvlX),
X
commissione Risorse naturali (lAJ).
l membri del LdR sono raggruppati in delegazioni
nazionali, una per ciascuno Stato membro. lsistono
inoltre gruppi interregionali istituiti per promuovere la
cooperazione transfrontaliera. lnfine, vi sono quattro
gruppi politici.
34
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
Il Mediatore europeo
Lesame delle denunce dei cittadini
Ruolo: individuare i casi di cattiva amministrazione
Sede: Strasburgo
X ombudsman.europa.eu
ll Hediatore europeo conduce indagini su casi di cattiva
amministrazione nellazione delle istituzioni dellul. ll
Hediatore tratta le denunce da parte di cittadini,
residenti, imprese e organizzazioni dellul.
Di cosa si occupa il Mediatore
ll Hediatore e eletto dal larlamento europeo per un
mandato rinnovabile di cinque anni. ll Hediatore riceve
ed esamina le denunce e contribuisce a scoprire casi di
cattiva amministrazione nellazione delle istituzioni e di
altri organi dellul, ovvero casi in cui le istituzioni
dellul abbiano omesso di compiere un atto dovuto o
non abbiano rispettato i principi della corretta
amministrazione o abbiano infranto la legge. Alcuni
esempi di cattiva amministrazione.
X
scorrettezza,
X
discriminazione,
X
abuso di potere,
X
omissione o rifiuto nel fornire informazioni,
X
ritardi ingiustificati,
X
irregolarit amministrative, omissione o rifiuto nel
fornire informazioni,
Jutti i cittadini o i residenti di uno Stato membro dellul
possono presentare una denuncia al Hediatore, cosi
come qualsiasi associazione o impresa. ll Hediatore puo
trattare esclusivamente denunce riguardanti le
istituzioni e gli organismi dellul e non quelle
concernenti le amministrazioni o le istituzioni nazionali,
regionali o locali. ll Hediatore esercita le sue funzioni in
piena indipendenza e imparzialit, senza sollecitare o
accettare istruzioni da alcun governo o organizzazione.
ler risolvere il problema, spesso e sufficiente che il
Hediatore metta listituzione interessata al corrente del
fatto che e stata presentata una denuncia.
Se il caso non e risolto in maniera soddisfacente nel
corso dellindagine, il Hediatore tenter, ove possibile,
una soluzione amichevole che dirima la questione e
soddisfi il denunciante. ln caso di esito negativo, il
Hediatore puo fare raccomandazioni per risolvere il
problema. Se listituzione interessata non accetta le
raccomandazioni del Hediatore, questultimo puo
presentare una relazione speciale al larlamento
europeo.
Sul sito web del Hediatore e disponibile una guida
pratica alla presentazione di una denuncia.
Nel suo ruolo di mediatore, Emily O'Reilly esamina e denuncia
i casi di cattiva amministrazione nel sistema dell'UE.


I
m
a
g
e
G
l
o
b
e
35
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
Il Garante europeo della protezione dei dati
La tutela della privacy
Ruolo: proteggere i dati personali dei cittadini elaborati dalle istituzioni e dagli organismi dell'UE
Sede: Bruxelles
X edps.europa.eu
lel corso delle proprie attivit, le istituzioni dellul
possono conservare e trattare informazioni personali sui
cittadini e sui residenti dellul in formato elettronico,
scritto o visivo. ll uarante europeo della protezione dei
dati (ull0) e responsabile della tutela dei dati personali
e della vita privata delle persone, nonche della
promozione delle buone pratiche al riguardo tra le
istituzioni e gli organismi dellul.
Di che cosa si occupa il Garante europeo
della protezione dei dati
luso da parte delle istituzioni dellul dei dati personali
dei cittadini (tra cui nome e cognome, indirizzo,
informazioni sulla salute o sulla carriera lavorativa) e
disciplinato da norme dellul alquanto severe. 0gni
istituzione dellul dispone di un delegato alla
protezione dei dati, che garantisce il rispetto di taluni
obblighi quali il trattamento dei dati per ragioni
specifiche e legittime. lnoltre, la persona di cui le
istituzioni detengono i dati ai fini del trattamento puo
esercitare determinati diritti, tra cui il diritto a
correggere i dati. ll ull0 ha il compito di supervisionare
le attivit e i sistemi di protezione dei dati delle
istituzioni dellul e di garantire che soddisfino le
migliori pratiche. ll ull0 si occupa inoltre delle denunce
e svolge indagini. l inoltre incaricato di.
X
vigilare sul trattamento dei dati personali da parte
dellamministrazione dellul,
X
fornire consulenza in merito alle politiche e alle
norme suscettibili di incidere sulla vita privata,
X
collaborare con autorit analoghe negli Stati membri
per garantire una tutela dei dati coerente.
Come opera il GEPD
ler le attivit di lavoro quotidiane, il ull0 opera
mediante due diverse sezioni. la sezione Supervisione
e applicazione verifica il rispetto della protezione dei
dati da parte delle istituzioni e degli organismi dellul.
la sezione lolitica e consulenza fornisce consulenza
al legislatore dellul sulle questioni riguardanti la
protezione dei dati in un ampio ventaglio di settori
politici nonche nelle proposte di nuovi atti legislativi. ll
ull0 inoltre monitora le nuove tecnologie che
potrebbero avere un impatto sulla protezione dei dati.
Se una persona ha motivo di credere che unistituzione
o un organismo dellul che ha trattato i suoi dati abbia
violato i suoi diritti puo presentare denuncia al uarante
europeo della protezione dei dati. la denuncia deve
essere presentata mediante il modulo per la
presentazione di una denuncia disponibile sul sito web
del ull0.
36
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
La Banca europea per gli investimenti
Un investimento nel futuro
Ruolo: mettere a disposizione finanziamenti di lungo termine per
investire in progetti di interesse europeo
Azionisti: gli Stati membri dell'UE
Consiglio di amministrazione: uno per ogni Stato membro pi la Commissione europea
Sede: Lussemburgo
X www.eib.org
la 8anca europea per gli investimenti (8ll) e la banca
dellunione europea. la missione della 8anca, che e di
propriet degli Stati membri dellul, consiste
nellassumere prestiti per investimenti volti a sostenere
gli obiettivi dellunione, per esempio nei settori delle reti
energetiche e dei trasporti, della sostenibilit
ambientale e dellinnovazione. ll suo obiettivo principale
consiste nel promuovere loccupazione e accrescere il
potenziale di crescita in luropa, nel sostenere lazione
per il clima e nel supportare le politiche dellul al di l
dei confini dellunione.
Di cosa si occupa la Banca
la 8ll e il principale soggetto impegnato a erogare e a
ricevere prestiti a livello multilaterale, fornendo risorse
finanziarie ed esperienza per progetti di investimento
sani e sostenibili, perlopi nellul. Jra le migliaia di
progetti finanziati dalla 8ll nel corso degli anni si
annoverano il viadotto autostradale di Hillau e le linee
Juv (Jrain urande vitesse, treno a grande velocit), la
protezione dai picchi di marea (acqua alta) a venezia,
gli impianti eolici nel Regno unito, il ponte di 0resund in
Scandinavia, la metropolitana di Atene, le opere di
bonifica nel Har 8altico.
la 8ll non utilizza i fondi del bilancio dellul, ma
finanzia le proprie attivit concedendo prestiti sui
mercati finanziari. lel 20ll la 8ll ha erogato prestiti per
un ammontare di 6l miliardi di euro a 450 grandi
progetti in 78 paesi, di cui 54 miliardi di euro negli Stati
membri dellul e 7 miliardi di euro al di fuori dellul, in
particolare nei paesi candidati alladesione, nei paesi
limitrofi dellluropa meridionale e orientale, in Africa, nei
Laraibi e nel lacifico nonche in America latina e in Asia.
la 8ll vanta sul mercato dei capitali il migliore rating di
credito (AAA). ln genere, la 8ll finanzia fino al 50 % dei
costi progettuali. lssa funge da catalizzatore, attirando
cofinanziamenti da altre fonti. ler importi superiori a
25 milioni di euro, la 8ll concede direttamente prestiti
agli organismi del settore pubblico e privato tra cui
governi e imprese. lel caso di prestiti di importi inferiori,
la 8ll offre linee di credito alle banche commerciali e ad
altre istituzioni finanziarie, che erogano i fondi della 8ll
alle piccole e medie imprese o a progetti di minore entit
intrapresi da beneficiari del settore pubblico.
Allinterno dell'ul la 8ll persegue sei obiettivi prioritari.
X
migliorare la coesione e la convergenza tra paesi e
regioni dellul,
X
sostenere le piccole e medie imprese (lHl),
X
proteggere e migliorare lambiente e le comunit
sostenibili,
X
realizzare uneconomia della conoscenza,
X
agevolare lo sviluppo delle reti transeuropee per il
trasporto e lenergia (Jll),
X
promuovere unenergia sostenibile, competitiva e
sicura.
Com organizzato il lavoro della Banca
la 8ll e un'istituzione indipendente, la quale decide in
merito alla concessione e all'acquisizione di prestiti in
funzione soltanto dei meriti dei progetti e delle
opportunit offerte sui mercati finanziari. la 8anca
37
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
collabora con altre istituzioni dellul, soprattutto la
Lommissione europea, il larlamento europeo e il
Lonsiglio dei ministri.
le sue decisioni sono assunte dai seguenti organi.
X
il consiglio dei governatori, che e composto da
ministri (generalmente i ministri delle linanze) di
tutti gli Stati membri. lsso definisce la politica
generale in materia di crediti della 8anca,
X
il consiglio di amministrazione, che si compone di
29 membri, di cui 28 nominati dagli Stati membri e
uno dalla Lommissione europea ed e presieduto dal
presidente della 8anca. lsso approva le operazioni di
acquisizione e concessione dei prestiti,
X
il comitato direttivo, che e lorgano esecutivo a tempo
pieno della 8anca, di cui gestisce gli affari correnti.
Il Fondo europeo per gli investimenti
La BEI il principale azionista del Fondo europeo per gli investimenti (FEI), il quale finanza gli
investimenti nelle piccole e medie imprese (PMI), che rappresentano il 99 % delle societ dellUE e danno
lavoro a pi di 100 milioni di cittadini europei. Le PMI spesso hanno difficolt a ottenere i prestiti di cui
hanno bisogno per investire e crescere. Ci vale in particolare per le imprese in fase di avviamento e per
le piccole imprese che offrono prodotti o servizi innovativi, vale a dire il tipo di imprenditoria a livello di
PMI che lUE desidera promuovere. Il Fondo europeo per gli investimenti soddisfa tali esigenze mediante
capitali di rischio e altri meccanismi di finanziamento di rischio, per un totale di svariati miliardi di euro
allanno, in parte messi a disposizione in collaborazione con la Commissione europea, le banche
commerciali e altri finanziatori.
X www.eif.org
La costruzione di nuove linee ferroviarie rientra nella tipologia di progetti che possono beneficiare di prestiti della Banca europea
per gli investimenti.


I
m
a
g
e
G
l
o
b
e
38
L 0 H l l u l I l 0 l A l u l l 0 l l l u R 0 l l A
Le agenzie e gli organismi dellUE
lsistono alcune agenzie specializzate dellunione europea
che forniscono informazioni o consulenza alle istituzioni
dellul, agli Stati membri e ai loro cittadini. Liascuna di
queste agenzie ha uno specifico compito tecnico,
scientifico o amministrativo. le agenzie e gli organismi
dellul possono essere raggruppati in varie categorie.
X
Agenzie e organismi decentrati
le agenzie sono organi disciplinati dal diritto pubblico
europeo, che sono distinti dalle istituzioni dellul
(Lonsiglio, larlamento, Lommissione ecc.) e che sono
dotati di personalit giuridica. loiche sono insediati in
varie citt europee, spesso sono detti decentrati. Si
occupano per lo pi di questioni di natura giuridica e
scientifica. le sono un esempio lufficio comunitario
delle variet vegetali, che ha sede ad Angers, in lrancia,
che ha istituito un sistema di privative per nuovi ritrovati
vegetali, o l0sservatorio europeo delle droghe e delle
tossicodipendenze, che analizza e diffonde informazioni
sulle droghe e le tossicodipendenze.
Jre autorit di vigilanza contribuiscono a vigilare
lapplicazione delle norme per le istituzioni finanziarie
e quindi a mantenere la stabilit del sistema
finanziario europeo. Si tratta dellAutorit bancaria
europea, lAutorit europea delle assicurazioni e delle
pensioni aziendali e professionali e lAutorit europea
degli strumenti finanziari e dei mercati.
Altre agenzie collaborano con gli Stati membri
dellul nella lotta contro la criminalit organizzata.
le e un esempio luropol, che ha sede a lAia, nei
laesi 8assi, e funge da piattaforma per favorire la
collaborazione tra le autorit di forza pubblica degli
Stati membri dellul. 0ueste agenzie si offrono
assistenza reciproca per identificare e rintracciare le
pi pericolose reti criminali e terroristiche in luropa.
Jre agenzie operano nellambito della politica estera e di
sicurezza comune dellul, svolgendo attivit
estremamente specifiche. Jra queste ce il Lentro
satellitare dellunione europea, con sede a Jorre|on de
Ardoz, in Spagna, che si dedica allo sfruttamento delle
informazioni ricavate dallanalisi di immagini satellitari
della Jerra a sostegno del processo decisionale dellunione
nel contesto della politica estera e di sicurezza comune.
X
Agenzie e organismi di luratom
Si tratta di organismi costituiti per realizzare gli obiettivi del
trattato che istituisce la Lomunit europea dellenergia
atomica (luratom) al fine di coordinare i programmi di
ricerca degli Stati membri dellul per luso pacifico
dellenergia nucleare e di assicurare un approvvigionamento
sufficiente e sicuro dellenergia atomica.
X
Agenzie esecutive
Alle agenzie esecutive e affidata la gestione pratica dei
programmi dellul, per esempio il trattamento delle
domande di sovvenzione a titolo del bilancio dellul.
0ueste agenzie hanno una durata determinata e
devono essere ubicate nello stesso luogo in cui ha sede
la Lommissione europea, vale a dire 8ruxelles o
lussemburgo. le e un esempio il Lonsiglio europeo
della ricerca, che finanzia la ricerca di base svolta da
gruppi di scienziati dellunione europea.
La sicurezza degli alimenti che
consumiamo deve essere
controllata in tutt'Europa: il
coordinamento di questa
attivit rientra tra i compiti
tipici di un'agenzia dell'UE.


I
m
a
g
e
G
l
o
b
e
39
u u l 0 A 0 l l L l J J A 0 l l 0 A l l l l S J l J u I l 0 l l 0 l l l ' u l
Accademia europea di polizia (Lll0l)
Agenzia del ulSS europeo (uSA)
Agenzia dell'unione europea per i diritti fondamentali
(lRA)
Agenzia di approvvigionamento di luratom (lSA)
Agenzia esecutiva del Lonsiglio europeo della ricerca
(lRLlA)
Agenzia esecutiva per la competitivit e l'innovazione
(lALl)
Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la
cultura (lALlA)
Agenzia esecutiva per la rete transeuropea di
trasporto (JllJ lA)
Agenzia europea dell'ambiente (llA)
Agenzia europea per le sostanze chimiche (lLlA)
Agenzia europea di controllo della pesca (llLA)
Agenzia europea per i medicinali (lHA)
Autorit europea per i valori mobiliari (lSHA)
Agenzia europea per la difesa (l0A)
Agenzia europea per la gestione della cooperazione
operativa alle frontiere esterne degli Stati membri
dell'unione europea (lrontex)
Agenzia europea per la gestione operativa dei sistemi
lJ su larga scala nello spazio di libert, sicurezza e
giustizia (Agenzia lJ)
Agenzia esecutiva per la ricerca (RlA)
Agenzia esecutiva per la salute e i consumatori
(lAlL)
Agenzia europea per la sicurezza aerea (lASA)
Agenzia europea per la sicurezza delle reti e
dell'informazione (lllSA)
Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul
lavoro (lu0SlA)
Agenzia europea per la sicurezza marittima (lHSA)
Agenzia ferroviaria europea (lRA)
Agenzia per la cooperazione fra i regolatori nazionali
dell'energia (ALlR)
Autorit bancaria europea (l8A)
Autorit europea delle assicurazioni e delle pensioni
aziendali o professionali (ll0lA)
Autorit europea per la sicurezza alimentare (llSA)
Lentro di traduzione degli organismi dell'unione
europea (LdJ)
Lentro europeo per la prevenzione e il controllo delle
malattie (lL0L)
Lentro europeo per lo sviluppo della formazione
professionale (Ledefop)
Lentro satellitare dell'unione europea (luSL)
londazione europea per la formazione professionale
(lJl)
londazione europea per il miglioramento delle
condizioni di vita e di lavoro (lurofound)
lmpresa comune europea per il progetto lJlR e lo
sviluppo dell'energia da fusione (lusion for lnergy)
lstituto dell'unione europea per gli studi sulla
sicurezza (lulSS)
lstituto europeo di innovazione e tecnologia (llJ)
lstituto europeo per l'uguaglianza di genere (llul)
0rganismo dei regolatori europei delle comunicazioni
elettroniche (8lRlL)
0sservatorio europeo delle droghe e delle
tossicodipendenze (lHL00A)
ufficio comunitario delle variet vegetali (Llv0)
ufficio europeo di polizia (luropol)
ufficio europeo di sostegno in materia di asilo (lAS0)
ufficio per l'armonizzazione nel mercato interno
(marchi, disegni e modelli) (uAHl)
unit di cooperazione giudiziaria dell'unione europea
(luro|ust)
lnformazioni sulle agenzie e gli organismi dellul sono
reperibili sul sito
X europa.eu/agencies/index_it.htm
ONLINE
lnformazioni in tutte le lingue ufficiali dellunione europea sono disponibili allindirizzo.
europa.eu
DI PERSONA
ln tutta luropa esistono centinaia di centri locali di informazione ul.
lotete trovare lindirizzo del centro pi vicino a voi sul sito europedirect.europa.eu
PER TELEFONO O PER E-MAIL
Europe Direct e un servizio che risponde alle vostre domande sullunione europea. lotete
contattare questo servizio telefonando al numero verde 00 800 6 7 8 9 10 11 (alcuni operatori
di telefonia mobile non consentono l'accesso ai numeri 00800 o potrebbero fatturare queste
chiamate) oppure, dallesterno dellul, al numero di telefono a pagamento +32 22999696 o
ancora per posta elettronica attraverso il formulario accessibile dal sito europedirect.europa.eu

LEGGENDO LE NOSTRE PUBBLICAZIONI
Lonsultate pubblicazioni sullul con un semplice clic sul sito web lu 8ookshop.
bookshop.europa.eu
Come ottenere informazioni sull'UE

ler ottenere informazioni e pubblicazioni sullunione europea in lingua italiana, rivolgersi a.


RAPPRESENTANZE
DELLA COMMISSIONE EUROPEA
Rappresentanza in Italia
via lv lovembre, l49
00l87 Roma
lJAllA
Jel. +39 0669999l
lnternet. ec.europa.eu|italia
lmail. commrepitinfoCec.europa.eu
Rappresentanza a Milano
Lorso Hagenta, 59
20l23 Hilano
lJAllA
Jel. +39 024675l4l
lnternet. http.||ec.europa.eu.|italia
lmail. commrepmilCec.europa.eu
UFFICI DINFORMAZIONE
DEL PARLAMENTO EUROPEO
Ufficio per lItalia
via lv lovembre, l49
00l87 Roma
lJAllA
Jel.+39 0669950l
lnternet. www.europarl.it
lmail. epromaCeuroparl.europa.eu
Ufficio di Milano
Lorso Hagenta, 59
20l23 Hilano
lJAllA
Jel. +39 024344l7l
lnternet. www.europarl.it
lmail. epmilanoCeuroparl.europa.eu
0elegazioni dellunione europea si trovano anche in
altri paesi del mondo.
Unione europea
Stati membri dellunione europea (20l3)
laesi candidati e candidati potenziali
N
A
-
0
1
-
1
3
-
0
9
0
-
I
T
-
C
lS8l 9789279299957
doi.l0.2775|2050
lunione europea (ul) e unica. lon e una federazione come gli Stati uniti, perche
i suoi Stati membri rimangono nazioni sovrane indipendenti. lon e nemmeno
unorganizzazione puramente intergovernativa come le lazioni unite, perche i
suoi membri uniscono parte della propria sovranit per guadagnare una forza e
uninfluenza che nessuno di essi potrebbe acquisire da solo.
uli Stati membri dellul raggruppano la loro sovranit adottando decisioni
comuni mediante istituzioni condivise come il larlamento europeo, che e eletto
dai cittadini dellul, nonche il Lonsiglio europeo e il Lonsiglio, che rappresentano
entrambi i governi nazionali. lssi decidono sulla base di proposte della
Lommissione europea, che rappresenta gli interessi generali dell'unione. Ha di
che cosa si occupa ciascuna di queste istituzioni? ln che modo collaborano? 0uali
sono le rispettive responsabilit?
0uesto opuscolo d una risposta a tutte queste domande. 0ffre inoltre una
breve panoramica delle agenzie e degli altri organismi impegnati nelle attivit
dellunione europea, in modo da fornire una guida utile al processo decisionale
dellul.