Sei sulla pagina 1di 5

Meda, 18 dicembre 2013 Al Sindaco del Comune di Meda Giovanni Giuseppe Caimi AllAssessore alla pianificazione territoriale Simona

Buraschi Al Dirigente dellUfficio Urbanistica Damiano Camarda Piazza Municipio 4 20821 MEDA

Oggetto: suggerimenti e proposte per la variante al Piano di Governo del territorio (PGT) del Comune di Meda
Le sottoscritte associazioni, visto lavvio del procedimento relativo alla redazione della variante del PGT, pubblicato in data 25/11/2013, formulano le seguenti proposte, ai sensi dellart. 13, comma 2, della Legge regionale 12 del 20005, quale contributo per la elaborazione della variante al PGT.

Premesse
Le seguenti proposte sono principalmente finalizzate all'ampliamento del Parco locale di interesse sovracomunale Brianza Centrale e/o del proposto Parco Regionale della Brianza Centrale e del GrugnotortoVilloresi. In particolare:

Proposta n1
Considerato che le aree agricole, confinanti con i comuni di Seregno e Seveso, contornate in colore rosso e contrassegnate col numero 1, nella seguente immagine (ortofoto) sono: contermini con i territori del Comune di Seregno inclusi nel perimetro del Plis Brianza Centrale; fanno parte dei territori considerati Elementi di secondo livello della RER Rete Ecologica Regionale (tav. n2 del PTCP di Monza e Brianza - Caratteri Ecologici del Territorio Provinciale); totalmente incluse nella Rete Verde di ricomposizione paesaggistica (tav. 6a del PTCP di Monza e Brianza Progetto di Tutela e Valorizzazione del Paesaggio art. 31 delle Norme di Piano); rientranti nel Corridoio trasversale della rete verde di ricomposizione paesaggistica (tav. 6a del PTCP di MB Progetto di Tutela e Valorizzazione del Paesaggio art. 32 delle NdP); considerate come Ambiti di riqualificazione (tav. 6c del PTCP di Monza e Brianza Ambiti di azione paesaggistica art. 33 delle NdP); considerate come Ambiti di interesse provinciale (tav. 6d del PTCP di Monza e Brianza art. 34 delle NdP); quasi totalmente considerate come Ambiti destinati all'attivit agricola di interesse strategico (tav. 7b del PTCP di Monza e Brianza art. 6 delle NdP); 1

considerato inoltre che: tutte le aree, contornate in rosso, nel loro assieme, sono, altres, meritevoli di azioni miranti al miglioramento ed al consolidamento della continuit degli spazi aperti e, conseguentemente, della loro connettivit ecologica e della fruibilit (mobilit sostenibile) al loro interno e verso i sistemi verdi confinanti e circostanti; le azioni suggerite nel precedente capoverso sono propedeutiche anche ad un parallelo incremento della biodiversit dei territori urbani e periurbani; si propone che - come primo significativo atto al fine di una loro tutela e di una loro complessiva valorizzazione - siano considerate dal nuovo Piano di Governo del Territorio come aree di ampliamento del Parco locale di interesse sovracomunale Plis Brianza Centrale e/o del proposto Parco Regionale della Brianza Centrale e del Grugnotorto-Villoresi.

Proposta n2
Considerato che l'area contornata in colore rosso e contrassegnata col numero 2, nella precedente immagine (ortofoto) : contermine con i territori del Comune di Seregno inclusi nel perimetro del Plis Brianza Centrale; confinante con territori considerati Elementi di secondo livello della RER Rete Ecologica Regionale (tav. n2 del PTCP di Monza e Brianza - Caratteri Ecologici del Territorio Provinciale); considerata come Ambiti di riqualificazione (tav. 6c del PTCP di Monza e Brianza Ambiti di azione paesaggistica art. 33 delle NdP); considerata come Ambiti di interesse provinciale (tav. 6d del PTCP di Monza e Brianza art. 34 delle NdP). Per i motivi sopra esposti si propone che siano considerate dal nuovo Piano di Governo del Territorio come aree di ampliamento del Parco locale di interesse sovracomunale Plis Brianza Centrale e/o del proposto Parco Regionale della Brianza Centrale e del Grugnotorto-Villoresi.

Proposta n3
Pur avendo constatato che parte delle aree, contornate in colore rosso nella seguente immagine (ortofoto), delimitate a nord dalle vie Cialdini e Croce, ad est da via Enrico Fermi e a sud dalle vie Callas, Palladio e consortile dei Casarilli, definita nel PGT vigente come area oggetto di "Piano esecutivo in via d'istruttoria", qualora liter non fosse completato, se ne richiede un ripensamento e una differente pianificazione, considerato che le citate aree: risultano libere, agricole e parzialmente boscate, costituendo un ampio compendio a verde all'interno di una zona fortemente urbanizzata; sono prossime all'esistente Parco 2 Giugno (Porada) incluso nel Plis della Brianza Centrale; sono, altres, meritevoli di azioni miranti al miglioramento ed al consolidamento della continuit degli spazi aperti e, conseguentemente, della loro connettivit ecologica e della fruibilit (mobilit sostenibile) al loro interno e verso i sistemi verdi confinanti e circostanti; il loro margine settentrionale potrebbe prevedere una pista ciclabile, su sede propria, di collegamento cittadino col Parco 2 Giugno, a est, e col Polo scolastico, a ovest; le azioni suggerite sono propedeutiche anche ad un parallelo incremento della biodiversit dei territori urbani e periurbani. Per tutti i motivi sopra esposti si propone che le aree in questione siano considerate dal nuovo Piano di Governo del Territorio come aree di ampliamento del Parco locale di interesse sovracomunale Plis Brianza Centrale e/o del proposto Parco Regionale della Brianza Centrale e del Grugnotorto-Villoresie e, conseguentemente, inedificabili.

Proposta n4
Si propone la possibile costituzione di un nuovo asse ciclopedonale di collegamento tra il Liceo Scientifico di via Emilia e la rete di percorsi ciclabili interna al Parco 2 Giugno di Seregno (Parco Brianza Centrale), al fine di garantire la pi ampia sicurezza di ciclisti e pedoni, degli studenti e dei fruitori del Plis, sia verso il polo scolastico, sia in direzione del parco urbano seregnese. La proposta prevede il collegamento est-ovest dei percorsi ciclabili attualmente esistenti, lungo le vie Emilia e Cialdini (a ovest) e in uscita su via Einaudi (a est) con nuovi tratti ciclopedonali, su sede propria, da prevedere all'interno delle aree verdi a sud di via Cialdini e di via Croce, nonch inglobando l'esistente corridoio tra i cappannoni, sul lato ovest di via Einaudi, attualmente gi utilizzato, in primo luogo dagli 3

studenti diretti al, e provenienti dal, polo scolastico. Il medesimo percorso concepito anche per una sua possibile connessione, lungo l'asse stradale di via Einaudi, verso via Trieste ed il Parco della Brughiera Briantea, come, in seguito, si evince, parzialmente, nella terza immagine allegata. Nelle tre immagini seguenti, vengono rappresentate, in colore rosso chiaro, le piste ciclopedonali in progetto e, in colore rosso scuro, quelle esistenti. Lo scopo di questi collegamenti rientra negli indirizzi previsti dall'art. 35 delle norme del PTCP della Provincia di Monza e Brianza, tra i quali evidenziamo: la separazione tra la mobilit dolce e la rete stradale motorizzata; la valorizzazione della rete stradale secondaria e di quella rurale, come infrastruttura dedicata alla fruizione pubblica del paesaggio; il favorire l'intermodalit bici-ferro e bici-gomma e la interconnessione tra trasporto pubblico locale e rete della mobilit dolce; l'integrazione della rete stessa con la ricostruzione del sistema ambientale.

Certi che le nostre proposte verranno attentamente valutate e quindi recepite nella redazione del nuovo PGT, si porgono distinti saluti.

Comitato per l'ampliamento del Parco Brianza Centrale Zeno Celotto

Osservatorio PTCP di Monza e Brianza Giorgio Majoli

Recapito: Zeno Celotto e-mail: brianza.centrale@libero.it 5

Potrebbero piacerti anche