Sei sulla pagina 1di 11

Terrorismo e diritti umani ovvero Come uccidere il tuo nemico senza troppi problemi!

Come possibile il terrorismo? Come accade che un essere umano possa compiere una strage senza provare sensi di colpa, anzi pensando di essere un eroe? La storia ci mostra che nessun individuo o gruppo sociale si definisce terrorista e che, di solito, letichetta terrorista applicata sempre alla parte avversa. Eppure, atti terroristici si verificano da sempre. Gli individui o gruppi sociali accusati di terrorismo si attribuiscono invariabilmente altre etichette mili!iani, combattenti, difensori della pace ecc.", che rendono, ai loro occhi, meno brutale e maggiormente legittimato il comportamento violento messo in atto. La ricerca psicologica e sociologica ha dimostrato che gli esseri umani riescono a conservare unimmagine adeguata e coerente di se stessi attraverso il ricorso a meccanismi psicosociali che permettono di aggirare i vincoli imposti dalla coscienza o dalla morale. #lbert $andura ($andura %&&'( %&&&" ha recentemente proposto una teoria del disimpegno morale per spiegare come i terroristi (e, in genere, i devianti) riescono a tener testa alle condanne morali che essi stessi e gli altri rivolgono loro. $andura afferma che esistono otto tecniche attraverso cui lindividuo riesce ad attuare condotte riprovevoli sen!a soffrire sensi di colpa e, )uindi, sentendosi moralmente sollevato. *ate )ueste otto tecniche autoassolutorie, )ualsiasi essere umano pu+ trasformarsi in un mostro assetato di sangue. Il processo di disimpegno morale non avviene improvvisamente, ma gradualmente. Sono le esperienze, la frequentazione di determinati circoli di persone, lappartenenza a ideologie, la partecipazione a processi di (ri)socializzazione a consentire lacquisizione di meccanismi disinibitori nei confronti dellatto terroristico. Esaminiamo da vicino le otto tecniche di Bandura. La Giustificazione morale (moral ustification " permette di esimere da biasimo la propria condotta in virt, di motiva!ioni nobili Lho fatto per la patria , per !llah, per il partito, per la famiglia"). #ome sostiene $erman %&bbe, commentando le riflessioni di $egel sul terrore rivoluzionario francese espresse nella 'enomenologia dello spirito e nella 'ilosofia della storia, -il terrore una prassi che riceve la sua legittimit. immediatamente dai nostri fini pi( elevati . /ella!ione terroristica, la particolarit. degli interessi individuali scompare nelluniversalit. di )uesti fini0. *a ci+ deriva che -la condizione soggettiva della possibilit) del terrore * la buona coscienza . 1oltanto la pure!!a dellinten!ione pu+ far sopportare la cruda attualit. dellesecu!ione dellatto terroristico0 cit. in 2etscher, %&3&, pp. &'4&%". 5 il fine etico percepito" della!ione a giustificare i delitti pi, cruenti. 6l tipo di giustifica!ione dipende dalla causa in cui crede il terrorista. 7n terrorista religioso, ad esempio, tender. a invocare il suo *io piuttosto che il partito. +on * esagerato dire che chiunque * in grado di compiere atti terroristici se fornito di un sufficiente ,nobile motivo". #ome diceva il cospiratore 'ilippo Buonarroti- .+essun mezzo * criminale se * impiegato per conseguire un fine sacrosanto/ (La)ueur, %&83, p. 9:". #d esempio, 0igal !mir, il terrorista che, il 1 novembre 2334, uccise il primo ministro israeliano 5abin, afferm6 al momento della cattura di non provare alcun rimorso perch7 aveva agito .su ordine di 8io/ (;uergensme<er =''9, p. >%". 7n autorevole teologo musulmano rifiutava di
1

parlare di attacchi suicidi e sosteneva che? -@uesti sono esempi di sacrifici eroici ABC 7n suicida si toglie la vita ABC mentre gli atti dei )uali stiamo parlando consistono nelluccidersi per la propria religione o per il proprio popolo. 7n suicida )ualcuno stanco di sD e di #llah, mentre un mu adihin imbevuto della fede nella gra!ia e nella generosit. di #llah0 $arbagli, ='%', p. 9E'". 6 Fihadisti considerano se stessi un gruppo eletto, i soli depositari della verit. e della morale religiosa in nome delle )uali ogni atto ammesso. *a ci+ discende che ogni altra visione del mondo o comportamento , in realt., inferiore Gosini, ='%=, p. %%&". /ello 1ri LanHa, gli attacchi suicidi non erano indicati con il termine that9olai, che significa uccidersi, ma con taht9odai, che significa donare se stesso $arbagli, ='%', p. 9E'". Le $rigate Iosse giustificavano i propri crimini nel nome della rivolu!ione e gli omicidi, in particolare, con il fatto che -si era al!ato il livello dello scontro0 2ranceschini, %&88, p. %98". Ienato Curcio, allannuncio delluccisione di #ldo Joro, definK il fatto come -un altissimo atto dumanit.0 *ispot, %&38, p. %98". 7n brigatista disilluso, ristretto in carcere duro, commenta? -Che senso ha vivere cosK )uando non si crede pi, in nulla? Lrima, )uando credevamo nella lotta armata e progettavamo evasioni, non cerano isolamento o frustra!ioni da speciale che potessero farci venire dubbi, era come se non li sentissimo ABC Mra siamo soli, mi sento solo con me stesso e la galera0 2ranceschini, %&88, p. =%%". Latri!io Leci, il primo pentito delle $rigate Iosse, comunica in maniera efficace il tipo di ra!ionali!!a!ioni adoperato dai brigatisti prima di un attentato. 6l == aprile %&33, in attesa del capofficina 26#G #ntonio Junari che poi avrebbe gambi!!ato, Leci giustifica latto che sta per compiere con )uesti termini? -Junari non si comportava bene( oltre al fatto in sD di essere un capo N che ha gi. un significato ben preciso N era rigido, esigente. 6o ero lK, mi dicevo, per un atto di giusti!ia contro tutto )uesto. Colpirne uno per educarne cento. 1apevo che dopo ogni a!!oppamento di un capo la vita degli operai in fabbrica migliorava, perchD i capi si spaventavano e si ammorbidivano. E pensavo che, di conseguen!a, prima o poi gli operai ci avrebbero dato ragione, ci avrebbero seguito0 Leci, =''8, p. =9". 6l noto attivista delle Lantere nere Eldridge Cleaver, considerato un terrorista negli 1tati 7niti, disse nel suo roman!o Soul on Ice !nima in ghiaccio, in italiano" che? -La violen!a carnale era un atto dinsurre!ione. Ji deli!iava lidea di sfidare e di calpestare la legge dei bianchi, il loro sistema di valori, di profanare le loro donne, e )uestultimo punto credo che fosse per me il pi, soddisfacente, poichD avevo il dente avvelenato per come i bianchi, nel corso della storia americana, avevano trattato le nostre. 1entivo che stavo prendendomi la rivincita0 Cleaver, %&:8, p. 99". Li, indietro nel tempo, Cicerone escludeva che luccisore di un tiranno potesse definirsi un assassino. @uando /apoleone chiese al suo attentatore 2riedrich 1taps, che tent+ di pugnalarlo nel %8'&, -7n delitto non dun)ue nulla per lei?0, 1taps rispose? -7ccidere lei non un crimine, un dovere0 2ossati, =''9, pp. =%4==". #i tempi della Iivolu!ione francese, 2ouch esclamava? -1pargiamo molto sangue impuro ma per il bene dellumanit.0 *ispot, %&38, p. %93". 6l rivolu!ionario tedesco Oarl Pein!en, criticato da JarQ ed Engels, scrisse ne %assassinio %8E&" che il superiore interesse dellumanit. giustificava )ualsiasi assassinio? -1e doveste far saltare met. di un continente e spargere un mare di sangue per distruggere il partito dei barbari, non abbiate scrupoli di coscien!a. Chi non sacrifica con gioia la propria vita per la soddisfa!ione di sterminare un milione di barbari non un vero repubblicano0 2ossati, =''9, p. 9'". Gli anarchici studiati da Cesare Lombroso nel %8&E erigevano il furto a principio politico? -Costoro saccheggiavano le botteghe dei commercianti, che, secondo essi, derubavano gli avventori, adducendo la scusa di rientrare cosK nelle cose rubate e di provocare dei malcontenti che li avrebbero poi aiutati nella rivoluzione0 Lombroso, =''&, p. E%". Che Guevara, che pure era
2

generalmente contrario al terrorismo, spiega, nel suo testo sulla guerriglia, che? -6l terrorismo va considerato positivamente )uando serve a giusti!iare )ualche noto dirigente delle for!e di repressione, che si sia distinto per la sua crudelt., la sua efficien!a nelle repressioni, per una serie di fattori che rendono utile la sua elimina!ione( non mai consigliabile, invece, luccisione di persone di poco conto, che provoca un aggravarsi della repressione, col suo seguito di morti0 Che Guevara, %&&:, pp. 9%49=". 6nfine, in alcuni casi, il terrorista si pone al di fuori della morale corrente sacrificata al superiore interesse della causa rivolu!ionaria . 6l #atechismo del rivoluzionario, sorta di breviario del terrorista, attribuito a /eRaev, afferma solennemente? -6l rivolu!ionario un uomo perduto in parten!a ABC /el suo intimo, non solo a parole, ma nei fatti, egli ha spe!!ato ogni legame con lordinamento sociale e con lintero mondo civile, con tutte le leggi, gli usi, le conven!ioni sociali e le regole morali di esso ABC Egli dispre!!a lopinione pubblica. *ispre!!a e detesta la morale vigente nella societ. in ogni suo motivo e manifesta!ione. Ler lui morale tutto ci+ che contribuisce al trionfo della rivolu!ione( immorale e criminale tutto ci+ che lostacola0 Confino, %&3:, p. %=>". LEtichettamento eufemistico (euphemistic labeling" consiste nel travestire una condotta intollerabile con un linguaggio astratto e indulgente missione di pace invece di genocidio: ,operazione" invece di ,sterminio": ,espulsione", ,trasporto", ,evacuazione", ,capacit) di assorbimento", ,cambiamento di residenza", ,trattamento speciale", tutte parole adoperate per i pi( crudi ,deportazione", ,esecuzione", ,massacro"). %etichettamento eufemistico ha avuto una certa fortuna allepoca del nazismo, ma anche recentemente in occasione della guerra degli Stati ;niti contro lIraq (si pensi a termini come ,danni collaterali" per ,morti civili" o ,intervento chirurgico" per ,bombardamento mirato" o ,persuasione fisica" per ,tortura"). ;n esempio ci proviene dal terrorismo arabo. ;n giovane militante di $amas, ripreso da una videocassetta il giorno prima di farsi esplodere in un attentato suicida, dice- .8omani * il giorno dellincontro/ (;uergensme<er, =''9, p. 3>". #ltri dalla storia del terrorismo rosso in 6talia e dallanarchismo. #lberto 2ranceschini, leader delle $rigate Iosse, dice che, )uando lorgani!!a!ione aveva bisogno di denaro, le loro non erano rapine, ma espropri 2ranceschini, #., %&88, p. E3". Germinologia gi. invalsa nellMttocento allepoca degli attentati anarchici che uccisero sovrani e altri uomini di stato Confino, %&3:, p. EE". *el resto, gli atti terroristici erano etichettati dai brigatisti come attacchi al cuore dello stato ed essi stessi si definivano militanti della lotta armata. Gli anarchici parlavano invece di riappropria!ione individuale a proposito dei loro furti, come mostra la storia del rapinatore anarchico ;ules $onnot, morto nel %&%= 1chSnberger, =''9, pp. %394%3E". 1ul versante degli attacchi alla persona, i militanti di Lrima Linea definivano le gambi!!a!ioni dei loro avversari invalidamento Lansa, ='':, p. =>&". /ellambito dell#utonomia, invece, si definiva autoridu!ione latto di non pagare, ad esempio, il conto al ristorante #c)uaviva, %&3&, p. %%'". 6l Confronto vantaggioso (advantageous comparison" riduce la gravit. di una!ione mettendola a confronto con una!ione pi, grave *ue cadaveri sono meglio di una strage". !lcuni terroristi sostengono che le loro uccisioni hanno lo scopo di preservare la vita di fette consistenti dellumanit). In altre parole, si uccide (qualcuno) per salvare la vita (a molti). #i6 * evidente nella seguente dichiarazione di un giovane al sociologo Sabino !cquaviva- .<ualcuno ha voluto quellautostrada, * costata 24== miliardi che potevano servire per attrezzare il paese con centri specializzati in
3

emodialisi o cardiochirurgia dove ancora non esistono, oppure con ospedali di pronto intervento per incidenti autostradali. >a lautostrada, in termini di voti, vale pi( di un ospedale, di un centro di cardiochirurgia- e quindi, qualcun muore perch7 si * fatta quellautostrada, qualcuno che si poteva salvare. #hi uccide di pi(, dunque? io che sparo a quel ministro una sola volta, e forse cos? facendo evito che il delitto si ripeta, o lui che uccide ogni giorno?/ (#c)uaviva, %&3&, p. >>". 7n altro modo di operare un confronto vantaggioso consiste nel rievocare le a!ioni del nemico per opporre ad esse le proprie /oi abbiamo ucciso? E, allora, )uello che hanno fatto loro? ). !d esempio, >ario >oretti, leader delle Brigate rosse, cos? commenta un suo colloquio con !ldo >oro in cui rimprovera alla 8# una serie di ,crimini" molto pi( efferati di quelli commessi dalle stesse Brigate rosse- .>oro non ha negato certi passaggi compromettenti, ma quelli che noi consideriamo crimini lui li stempera, li reinterpreta, li attribuisce alla necessit) storica/ (>oretti, @===, p. 24A). In un comunicato della Brigata 5ossa Birelli del 2 dicembre 23A=, la distruzione di unauto * giustificata come mezzo di vendetta per il licenziamento di un operaio- .+el primo comunicato che abbiamo diffuso, si diceva- .per ogni compagno che colpiranno durante la lotta, qualcuno di loro dovr) pagarla/. ;n compagno * stato colpito. C cos? uno di loro, precisamente, ,il primo della lista" (come hanno suggerito molti operai in fabbrica) si * trovato la macchina distrutta. >a non * finita/ ( Iuggiero, =''3%, p. 8>". In un altro documento brigatista, dal titolo ,Seconda riflessione teorica" (23AD), alla domanda .8a pi( parti vi * stata mossa laccusa di ,terrorismo". <ual * il suo fondamento?/, il documento risponde- .Il ,terrorismo" nel nostro paese e in questa fase dello scontro * una componente della politica condotta dal fronte padronale a partire dalla strage di piazza 'ontana per determinare un arretramento generale del movimento operaio e una restaurazione integrale degli antichi livelli di sfruttamento/ (Iuggiero, =''3%, p. @=E). %a risposta sottintende che quello delle Brigate rosse non * vero terrorismo se confrontato alle azioni dei ,padroni". Beraltro * importante notare come la risposta sia tutta declinata al confronto e non ci sia nessun riferimento alle azioni eseguite dalle Brigate rosse. In un documento rivendicativo delluccisione dellorefice Bier %uigi Forreggiani, scoperto il D marzo 23A3, si giustifica, fra laltro, il ricorso alla rapina da parte dei proletari in questo modo- .%a Gpiccola malavita con le rapine porta avanti il bisogno di giusta riappropriazione del reddito e di rifiuto del lavoro/ (Bansa, @==H, p. 2==), come dire che le rapine non sono niente se confrontate alle situazioni di indigenza in cui il sistema capitalistico colloca il proletariato. In un altro documento rivendicativo, datato @A aprile 23AA, le Brigate rosse giustificano lattentato a Salvatore Finu, ,agente speciale del #ommissariato di >onte >ario", definendo la loro vittima .lurido mercenario IdistintosiJ da tempo con provocazioni e intimidazioni nei confronti dei compagni della zona/ (Iuggiero, =''3=, p. 9=3". Lattentato dun)ue presentato alla luce di un confronto in cui le a!ioni delle for!e dellordine appaiono talmente meschine da giustificare controreazioni che, per quanto cruente, non raggiungerebbero, per le Brigate rosse, il livello di vilt) esibito dal comportamento di carabinieri e poliziotti. Sulla stessa falsariga, il giudizio che le Brigate rosse danno dei processi ai loro danni in un documento fatto circolare a Forino nel 23AE- .Kli imputati II brigatisti storici sotto processo a ForinoJ non hanno niente da cui difendersi, mentre, al contrario, gli accusatori hanno da difendere la pratica criminale antiLproletaria dellinfame regime che essi rappresentano/ (Iuggiero, =''3=, p. 9E%". Su un altro fronte terroristico M quello che ha avuto il suo culmine nellattentato alle Gorri Gemelle dell%% settembre =''%, abbiamo la testimonian!a di Msama $in Laden il )uale, in un messaggio mandato in onda da #l4;a!ira il 3 ottobre =''%, pochi giorni dopo la strage del Torld Grade Center, afferm+? -Ecco che l#merica stata colpita da *io in uno dei
4

suoi punti nevralgici e sono stati abbattuti i suoi due pi, grandi edifici, *io sia lodato e ringra!iato. E ora l#merica tutta, da /ord a 1ud, da Est a Mvest, si riempita di paura( *io sia lodato e ringra!iato. @uello che l#merica ha assaggiato oggi molto meno di )uanto noi abbiamo assaggiato per decine di anni. La nostra 7mma AComunit. dei credenti, /a!ioneC da oltre ottanta anni manda gi, simili umilia!ioni e offese0 LaUrence, =''3, p. %39". #llo stesso modo, in unintervista rilasciata il =% ottobre =''%, $in Laden ribadK? -5 molto strano, per gli #mericani o altre persone colte, parlare di uccidere civili innocenti. Voglio dire, chi pu+ mai dire che i nostri bambini e i nostri civili non sono innocenti, e che sia lecito spargere il loro sangue? Mgni volta che noi uccidiamo i loro civili, tutto il mondo ci urla contro, e l#merica comincia a premere sui suoi alleati e fantocci. Chi dice che il nostro sangue non sangue, mentre il loro sK? E che dire della gente che stata uccisa per decenni sulle nostre terre? Li, di un milione di bambini in 6ra), e stanno ancora morendo0 LaUrence, =''3, pp. %884%8&". @uesta consapevole!!a si traduce in un dovere di rea!ione da parte dei Fihadisti nei confronti degli avversari, come evidente da )uestaltra dichiara!ione di $in Laden dellaprile ='':? -5 un dovere per la comunit. nel suo insieme e per tutte le sue componenti, uomini, donne e giovani, offrire se stessi, i loro soldi, le loro esperien!e e ogni genere di sostegno materiale necessari per incoraggiare il Fihad nei luoghi dove il Fihad in corso, e in particolare in 6ra), Lalestina, #fghanistan, 1udan, Oashmir e Cecenia. 6l Fihad oggi un imperativo per ogni musulmano. La comunit. commetterebbe un peccato se non offrisse un adeguato sostegno al Fihad0 cit. in Gosini, ='%=, p. %%'". E ricordando un attentatore suicida, il leader al4WaUahiri usa )ueste parole? -La motiva!ione che spinse 1heh!ad a recarsi presso le basi di al4@aeda loppressione che i britannici stanno perpetrando in 6ra), in #fghanistan e in Lalestina. Egli parlava spesso della Lalestina e del sostegno che i britannici danno agli ebrei, e dellevidente oppressione che commettono contro i musulmaniB0 cit. in Gosini, ='%=, p. %%=". La stessa rabbia compensatrice motiva le a!ioni di 1aleh ;amil Oassar, un militante saudita arrestato in 6ra)? -#bbiamo visto le foto delle violen!e commesse ad #bu Ghraib e le donne nude, violentate dai soldati americani. #bbiamo visto i nostri fratelli, i prigionieri nudi. ABC Po visto tutto )uesto su al4;a!eera, in 6nternet e nelle fotografie apparse )ualche volta in 6nternet. 5 )uesto che mi ha motivato0 cit. in Gosini, ='%=, p. %98". 6ncidentalmente, il criterio del confronto vantaggioso, assunto con il nome di criterio di propor!ionalit., fu fatto proprio da #gostino d6ppona per giustificare la guerra. #gostino pensava, infatti, che la guerra fosse giustificata )ualora il numero delle vite salvate attraverso luso della for!a fosse stato maggiore di )uelle perdute. Lo Spostamento della responsabilit (displacement of responsibilitN" attribuisce la responsabilit. di un comportamento a un ter!o Ji stato ordinato : ,Sono stato costretto a farlo"). %o spostamento della responsabilit) * il meccanismo di disimpegno morale preferito dai nazisti processati a +orimberga. Oarl !dolf Cichmann, il nazista giudicato e condannato nel corso dei processi di +orimberga, ripeteva spesso che, come un bravo burocrate, non aveva mai preso iniziative private, ma aveva sempre e solo eseguito degli ordini. #ome egli stesso ammise, ,la ImiaJ responsabilit) IfuJ di aver eseguito ordini come qualunque soldato avrebbe dovuto fare durante una guerra". La Diffusione della responsabilit (diffusion of responsibilitN" attenua il senso di colpa in virt, del fatto che lintero gruppo cui si appartiene si macchiato dello stesso comportamento riprovevole Lhanno fatto tutti". +el caso dello scandalo destato nel @==1 dalle torture inflitte dai soldati americani e britannici ai prigionieri iracheni detenuti a !bu Khraib, molti di loro si sono discolpati richiamando
5

lattenzione sulla frequenza dei comportamenti di tortura allinterno della prigione. %a diffusione della responsabilit) funziona anche richiamando il proprio ruolo allinterno di una struttura complessa (,Sono solo un ingranaggio del sistema"). +e sono un esempio le argomentazioni adoperate nelle dichiarazioni dei brigatisti rossi, dalle quali emerge che la responsabilit) non * mai individuale ma collettiva- .Si agisce per gli altri, non per s7: sono stati i compagni della fabbrica a decidere, gli operai, e io sono soltanto il loro braccio armato, lavanguardia / (cit. in Mrsini, #., =''&, p. 9'". La Distorsione delle conseguenze (distortion of consequences" invita a ignorare le conseguen!e delle proprie a!ioni Po solo sganciato le bombe" per non avvertirne la ricaduta morale. !doperando questo meccanismo, si evita di pensare al di l) del gesto immediato che si compie, quasi che fosse un semplice atto burocratico. 'ra laltro, se si sgancia una bomba da lontano, la vittima rimane invisibile, rafforzando lidea che, in realt), la responsabilit) * di altri. I contemporanei sistemi di ,uccisione a distanza" rendono pi( facile dare la morte in quanto il nemico non * mai presente come essere umano, ma come un puntino sul monitor del computer (la logica del videogioco). La Disumanizzazione (dehumanization" facilita lesecu!ione di condotte violente, attribuendo al nemico caratteristiche disumane 6 tedeschi sono bestie : ,Kli ebrei sono avidi e vogliono il nostro sangue") e impedendo il verificarsi di processi empatici. P uno dei meccanismi preferiti della propaganda di guerra. Si trasforma laltro in un essere privo di caratteristiche umane e, quindi, in un individuo meritevole di morte. !l contrario, percepire il nemico come un essere umano con gli stessi nostri bisogni e desideri rende molto pi( difficile agire comportamenti violenti. Ccco perch7 Bin %aden definisce gli Stati ;niti ,forze del male" (ma gli Stati ;niti rispondono parlando di ,StatiLcanaglia"). Ber %aurent 8ispot, la disumanizzazione * una delle leggi del terrorismo- .<ualsiasi terrorismo, sia di stato sia di opposizione, tenta di presentare laltro come illegale e criminale. Qssia inumano- a sentire i terroristi, il terrorismo * un umanesimo/ (8ispot, 23AE, p. D@). %anarchico Rohann >ost, che oper6 in Curopa e negli Stati ;niti, sosteneva che uccidere i rappresentanti delle forze dellordine non era reato perch7 .i poliziotti e le spie non sono esseri umani. I nemici erano, porci, cani, mostri bestiali, demoni in forma umana, rettili, parassiti, la schiuma e la feccia della societ), canaglie, cani dinferno/ ( La)ueur, %&83, p. 3%". 6l terrorismo tedesco concepiva lordinamento capitalistico come un -sistema disumano contro cui necessario lottare0 2etscher, %&3&, p. E3" e tale forma di ra!ionali!!a!ione autori!!ava ai loro occhi gli omicidi pi, efferati, proprio perchD i terroristi pensavano di avere a che fare con mostri e maschere e non con uomini. 6n ultima analisi, il capitalismo era considerato il male per antonomasia e le riforme del governo solo una forma di mistifica!ione per celare la disumanit. del sistema. #ncora 2etscher commenta? -5 necessario un criterio di valuta!ione ideologico per )ualificare le differenti specie del male, criterio che, del resto, era indispensabile anche al tempo della caccia alle streghe. Lintrodu!ione di vocaboli che assimilano lavversario politico ad un animale il me!!o pi, diretto per far nascere )uesta impressione di completa indegnit. morale ABC #ncora prima che ini!iasse il terrorismo armato Ain GermaniaC, riferendosi alle manifesta!ioni studentesche, alcuni politici di destra hanno parlato di insetti nocivi, che era necessario estirpare, ed i dimostranti hanno risposto subito, di rimando, con sbirri, porci, parassiti, ed altri vocaboli simili0 2etscher, %&3&, pp. &94&E". /ei documenti dei brigatisti rossi ci sono molti riferimenti al nemico porco e mostro che suscita ribre!!o. #d esso si fa riferimento, di volta in volta, con termini )uali
6

merde, luridi vermi, cani rognosi, culi di pietra, luride carogne, carogne neofasciste Mrsini, #., =''&, pp. &94&E", sgherri al servi!io della controrivolu!ione a proposito degli agenti della scorta di 2rancesco Coco uccisi l8 giugno %&3:. 1i veda Iuggiero, =''3=, p. EE" . 7cciderlo viene e)uiparato a un atto di giusti!ia Mrsini, #., =''&, pp. %'4%=", mentre, nelle parole del brigatista Valerio Jorucci, vi la consapevole!!a che se lo vedi come essere umano, non puoi pi, ucciderlo cit. in Mrsini, #., =''&, p. &>". 6n genere, tutti coloro che non appartengono al gruppo terroristico o ne condividono le idee sono )uasi sempre animali, for!e diaboliche o semplicemente nemici verso i )uali nessuna piet. consentita La)ueur, %&83, p. %'&". Jeccanismi disumani!!anti sono adoperati anche dai torturatori? -La vittima viene sempre pensata dal torturatore come un elemento non umano, ein St&c9, un pe!!o, per riprendere la terminologia na!ista0 1ironi, =''%, p. ==". 6ncidentalmente, lo stesso meccanismo attivato dai medici nel corso del loro lavoro e prende il nome di oggettiva!ione. Ler chi deve operare o ha a che fare con cadaveri tutto il giorno, pi, facile agire se si pensa al corpo umano come un oggetto e non come una entit. vivente Ioach, =''>, pp. E4>". 7na forma peculiare di disumani!!a!ione presente nella seguente dichiara!ione di Msama $in Laden, allindomani dellattentato dell%% settembre =''% alle Gorri Gemelle, in cui il leader del fondamentalismo islamico, nel corso di unintervista del =% ottobre =''%, afferma? -@uanto al Torld Grade Center, )uelli che furono attaccati e che morirono lK facevano parte del potere finan!iario. /on era una scuola di bambiniX /D un centro residen!ialeX C consenso generale sul fatto che gran parte della gente che stava nelle torri erano uomini che spalleggiano la pi, grande poten!a finan!iaria del mondo, che diffondono guai e danni in tutto il mondo0 LaUrence, =''3, p. %&%". Come dire che i morti delle Gorri Gemelle non erano persone ordinarie e vittime inermi, ma rappresentanti del demoniaco potere finan!iario e, in )uanto tali, degni di morte. 6 Fihadisti considerano falsa deit. taghut" le istitu!ioni politiche occidentali. #ltri termini adottati per screditare lavversario sono? 9uffar miscredente" e murtaddin apostati" Gosini, ='%=, pp. %%&4%='". *altra parte la disumani!!a!ione del nemico servita anche alle poten!e occidentali per -costruire il consenso alla guerra al terrore, a tollerare le viola!ioni dei diritti umani, a trascurare linciden!a dei danni collaterali tra le popola!ioni civili0 Volpato, ='%%, p. >%". Etichette come terrorista sono state adoperate per escludere i nemici degli americani dal novero degli umani e imporre trattamenti vietati dalla Conven!ione di Ginevra. *iversi studi dimostrano come la retorica antiterroristica elaborata dai mass media americani, canadesi e inglesi dopo l%% settembre =''% si sia avvalsa di potenti e ossessive metafore che hanno assimilato i terroristi arabi N e spesso gli arabi in genere N a vermi, microbi, virus, malattie ecc. Gutto )uesto allo scopo di giustificare le guerre condotte in 6ra) e #fghanistan con il risultato di diffondere unideologia antiaraba che divenuta senso comune nel mondo occidentale JersHin, =''E( 1teuter, Tills, =''&( 1teuter, Tills, ='%'( Volpato, ='%%, pp. >%4>=". 6nfine, lAttribuzione di colpa (attribution of blame" permette di ridefinire il proprio comportamento come rea!ione a una colpa della vittima, che cosK diviene il vero colpevole Gli americani ci sfruttano: ,Sono gli arabi che vogliono la nostra fine": ,+oi ci stiamo solo difendendo"). <uesta acrobazia verbale e intellettuale, che trasforma la vittima nel ,vero" colpevole, * una forte tentazione della mente ed * particolarmente efficace nello spostare il focus della colpa da s7 agli altri. Spesso, genera i cosiddetti ,capri espiatori", persone o popoli innocenti cui viene addossata la colpa di quanto sta accadendo. +ella storia il ruolo di capri espiatori * stato assunto, di volta in volta, da eretici, streghe, ebrei, stranieri ecc. >ahmud !bouhalima, uno
7

degli ideatori dellattentato al Sorld Frade #enter del 233D, in risposta alla domanda di un sociologo sulletichetta di terrorista che gli era stata affibbiata, esclam6- .C il governo degli Stati ;niti? #ome giustificano le loro bombe, luccisione di persone innocenti, direttamente o indirettamente, apertamente o segretamente? ;ccidono gente ovunque nel mondo- ieri, oggi e domani. %ei questo come lo definisce?/ (;uergensme<er, =''9, pp. :34:8". 7no dei fondatori di Pamas, #bdul #!i! Iantisi, intervistato sullattivit. terroristica della sua organi!!a!ione, replic+? -5 importante che voi capiate che noi non siamo la causa di )uesta lotta, ma le vittime0 ;uergensme<er, =''9, p. 3&". $in Laden, nella fatUa del %&&8, afferm+ di non essere stato lui a ini!iare la guerra, ma gli americani con il loro comportamento in Jedio Mriente ;uergensme<er, =''9, p. %>&" e, in unintervista concessa nel %&&3 al giornalista americano Leter #rnett della C//, sostenne che i motivi dietro alcuni attentati ai danni delle truppe americane di stan!a in #rabia 1audita -sono una risposta alle provoca!ioni degli 1tati 7niti verso i Jusulmani, con le )uali gli 1tati 7niti hanno oltrepassato il limite dellaggressione0 LaUrence, =''3, p. %'%". #ncora, in unintervista del %= novembre =''%, ribadK che -Gli 1tati 7niti e i loro alleati ci uccidono in Lalestina, Cecenia, Oashmir, 6ra). 5 per )uesto che i Jusulmani hanno il diritto di portare attacchi di vendetta contro gli 71# ABC /oi stessi siamo vittime di omicidi e massacri. /oi stiamo solo difendendo noi stessi contro gli 1tati 7niti. @uesto un Fihad difensivo per proteggere la nostra terra e la nostra gente0 LaUrence, =''3, pp. ===4==9". #nche #hsen, arrestato in 2rancia per associa!ione di stampo terroristico, us+ gli stessi argomenti? -6n 6ra), 3''.''' bambini hanno sofferto di denutri!ione a causa dellembargo americano contro 1addam. 6 crimini contro le popola!ioni musulmane sono premeditati. Ci si chiede? perchD l%% settembre e tutti )uei morti innocenti? Ja nessuno si interroga sui crimini commessi dagli americani in 6ra). 2orse perchD un morto musulmano non vale )uanto un morto cristiano o ebreo? 6l diritto islamico prevede la cosiddetta qisas? se )ualcuno vi taglia una mano, il giudice pu+ ordinare che allaggressore venga tagliata una mano. La legge si applica anche ai massacri di popola!ioni? i musulmani hanno il diritto di vendicarsi per i crimini subiti0 cit. in $ronner, ='%=, p. 3=". 7n raga!!o convertito all6slam cosK asserK nel corso di unintervista? - 1e una raga!!a si copre la testa con un foulard, il cittadino francese medio si sente offeso, mentre una donna che mostra il culo a tutti perfettamente libera di farlo ABC. Ecco unottima ragione per lottare fino alla morte contro la societ. occidentale ABC. 6l livello di perversione ormai talmente profondo che si finisce per condannare la gente sana. La ihad, la lotta armata, deve essere condotta contro societ. intere, ormai in preda alla deprava!ione. Lenso sia perfettamente accettabile colpire a caso tra la folla. /on credo affatto che )uesti massacri siano peggiori dei crimini perpetrati )uotidianamente contro i fedeli, torturati a fuoco lento dalle scene di nudit. e di deprava!ione. Chi la fa laspetti0 cit. in $ronner, ='%=, p. %%>". $ill< Tright, terrorista del gruppo paramilitare protestante dell7lster Volunteer 2orce diceva che in ogni terrorista c la convin!ione di essere una vittima. @uesto gli consente di giustificare -moralmente la sua a!ione dentro di s0 ;uergensme<er, =''9, p. %89". Eldrige Cleaver delle Lantere nere osservava che ? -6nvece di considerarsi in debito verso la societ., i detenuti negri sentono di subire un torto, e che la loro prigionia non altro che un ulteriore aspetto delloppressione che hanno dovuto subire per tutta la vita. 1i sentono defraudati della loro libert., e pensano che sia piuttosto la societ. ad essere in debito verso di loro, un debito che dovrebbe venire pagato0 Cleaver, %&:&, p. 3:". /el comunicato di rivendica!ione del delitto Coco diffuso dalle $rigate Iosse l8 giugno %&3:, si legge? -Gutti i militanti detenuti della nostra organi!!a!ione sono prigionieri politici( ad essi va riservato il trattamento dei prigionieri di guerra stabilito
8

dalla Conven!ione di Ginevra. 6l non rispetto di )ueste norme, sia per )uanto riguarda la deten!ione, sia per )uanto riguarda landamento processuale, verr. giudicato per )uello che ? crimini di guerra. #d essi risponderemo con la giusti!ia proletaria e la rappresaglia0 Iuggiero, =''3=, p. E%". 6n )uesto modo, la colpa dellatto terroristico ribaltata sullo 1tato che diventa il vero carnefice. Jario Joretti giustific+ la lotta armata delle $rigate rosse, richiamando un aneddoto partigiano. -@uando un partigiano metteva me!!o chilo di piombo nella pancia di un tedesco, potevi dirgli? Ja non hai pensato che probabilmente 2rit! aveva moglie e cin)ue figli in $aviera, allevava mucche e non voleva altro?. #vrebbe risposto? 1K, ma io sto difendendo il mio paese0 Joretti, J., =''', p. E8". 6n considera!ione di ci+, i veri nemici sono il sistema imperialista delle multina!ionali, la societ., lo 1tato dei padroni? sono loro che costringono a usare la violen!a, a uccidere, a -rispondere alla barbarie fascista con la giusti!ia armata0 Mrsini, #., =''&, p. E3". 5 il sistema che impone la violen!a armata, non esiste alternativa al delitto di sangue. #nche )uando spara, il terrorista si percepisce come una vittima Mrsini, #., =''&, p. 9'". #l tempo stesso, -la continua e sistematica rapina che i padroni hanno organi!!ato ai danni della classe operaia0 cit. in Mrsini, #., =''&, p. 9E" a giustificare le rapine dei terroristi. 6 brigatisti giustificavano le loro a!ioni come autodifesa dagli attacchi dei fascisti e da minacce di colpi di stato, proprio come i terroristi di destra giustificavano le proprie come rea!ione di fronte alloppressione delle sinistre. CosK un giovane neofascista legittimava luso delle armi? -LerchD )uando volevano, partivanoB)uelli del Jovimento studentesco, e arrivavano, ma arrivavano in centocin)uanta, duecento con le chiavi AinglesiC, eh? non cera mica, non cera micaBmolto da discutereB da lK che cominciarono a nascere le prime situa!ioni per cui alcuni Adi noi neofascistiC cominciarono a usare la pistola0 cit. in 2ossati, =''9, p. E8". Laurent *ispot afferma con decisione che? -Latto terroristico la pi, pura espressione di una frenesia di giusti!ia e di legge. 1ia al potere sia allopposi!ione un terrorista non sta mai assassinando, ma solo giusti!iando0 *ispot, %&38, p. 9=". E lanarchico Emile Penr<, processato dopo aver gettato la bomba al Caff Germinus, alla Gare 1t. La!are, causando un morto e venti feriti, esclama? -/on esistono borghesi innocenti0 La)ueur, %&83, p. 88" e condanna i clienti del locale, definendoli complici dellordine costituito $ronner, ='%=, p. 3=". La preserva!ione dei diritti umani si basa sulla salvaguardia della persona in tutte le sue forme, a prescindere da meccanismi attenuativi e assolutori. %a responsabilit) diretta per le proprie azioni * la conditio sine qua non della difesa dei diritti umani. /on esistono diritti umani condi!ionati. !ffinch7 la societ) continui a vivere, * necessario che si doti di strumenti per tutelare i diritti umani delle persone anche nei confronti dei meccanismi di disimpegno morale adoperati dai terroristi per giustificare e motivare i propri comportamenti. 1e il )uinto articolo della dichiarazione universale dei diritti delluomo, adottata dall!ssemblea Kenerale delle +azioni ;nite il 2= dicembre 231E, sancisce che .+essun individuo potr) essere sottoposto a tortura o a trattamento o a punizione crudeli, inumani o degradanti/, * anche vero che nessun individuo pu6 essere sottoposto a meccanismi di degradazione psicoLsociale che autorizzino uccisioni o atti di violenza. Si * umani solo in senso assoluto. @uesto vale anche per le civili na!ioni dMccidente. Come ricorda 6mmanuel Tallerstein, i paesi occidentali hanno sempre utilizzato strategie retoriche per imporsi sugli altri- .il diritto naturale e il cristianesimo nel TUI secolo, la missione civilizzatrice nel TIT secolo, i diritti umani e la democrazia alla fine del TT e nel TTI
9

secolo/ (Sallerstein, @==A, p. DE). <ueste strategie sono spesso state adoperate come meccanismo di disimpegno morale.

Biblio ra!ia minima di ri!erimento

%. #c)uaviva, 1.1., %&3&, Kuerriglia e guerra rivoluzionaria in Italia, Ii!oli, Jilano. =. $andura, #. %&&'. YYJechanisms of Joral *isengagement, in Ieich, T. ed." Qrigins of Ferrorism- BsNchologies, Ideologies, Fheologies, States of >ind, Cambridge? Cambridge 7niversit< Lress. 3" $andura, #. %&&&. Joral disengagement in the perpetration of inhumanities. BersonalitN and Social BsNchologN 5evieV. A1pecial 6ssue on Evil and ViolenceC, D, %&94='&. E. $arbagli, J., ='%', #ongedarsi dal mondo, 6l Julino, $ologna. >. $occhiaro, L., =''&, Bsicologia del male, Later!a, Ioma4$ari :. $ronner, G., ='%=, Il pensiero estremo, 6l Julino, $ologna. 3. Che Guevara, E., %&&:, >anuale del guerrigliero, $onanno, #cireale. 8. Cleaver, E., %&:&, !nima in ghiaccio, Ii!!oli, Jilano. &. Confino, J., %&3:, Il catechismo del rivoluzionario. Ba9unin e laffare +eWaev, #delphi, Jilano %'. *ispot, L., %&38, %a macchina del terrore. Kenealogia del terrorismo, Jarsilio, Vene!ia. %%. 2etscher, 6., %&3&, Ferrorismo e reazione, 6l 1aggiatore, Jilano. %=. 2ossati, J., =''9, Ferrorismo e terroristi, $runo Jondadori, Jilano. %9. 2ranceschini, #. con Lier Vittorio $uffa e 2ranco Giustolisi", %&88, >ara, 5enato e io. Storia dei fondatori delle B5 , Jondadori, Jilano. %E. ;uergensme<er, J., =''9, Ferroristi in nome di 8io, Later!a, Ioma4$ari. %>. La)ueur, T., %&83, %et) del terrorismo, Ii!!oli, Jilano. %:. LaUrence, $. a cura di", =''3, >essaggi al mondo, 2andango, Ioma. %3. Lombroso, C., =''&, Kli anarchici, La Vita 2elice, Jilano. %8. JersHin, *., =''E, Ghe Construction of #rabs as Enemies? Lost4 1eptember %% *iscourse of George T. $ush, in >ass #ommunication X SocietN, 3, =, pp. %>34%3>. %&. Joretti, J., =''', Brigate rosse. ;na storia italiana, $aldini Z Castoldi, Jilano. ='. Mrsini, #., =''&, !natomia delle brigate rosse. %e radici ideologiche del terrorismo rivoluzionario, Iubbettino, 1overia Jannelli. =%. Lansa, G., ='':, %utopia armata, 1perling Z Oupfer, Jilano. ==. Leci, L., =''8, Io, linfame, 1perling Z Oupfer, Jilano.
1#

=9. Ioach, J., =''>, Stecchiti. %e vite curiose dei cadaveri, Einaudi, Gorino. =E. Iuggiero, L. a cura di", =''3%, 8ossier Brigate rosse 23H3L23A4, Oaos Edi!ioni, Jilano =>. Iuggiero, L. a cura di", =''3=, 8ossier Brigate rosse 23AHL23AE, Oaos Edi!ioni, Jilano. =:. 1chSnberger, O. a cura di", =''9, %a rapina in banca. Storia. Feoria. Bratica., *erive#pprodi, Ioma. =3. 1ironi, 2., =''%, Bersecutori e vittime. Strategie di violenza, 2eltrinelli, Jilano. 28" 1teuter, E., Tills, *., =''&, *iscourses on *ehumani!ation? Enem< Construction and Canadian Enem< Complicit< in the 2raming of the Tar on Gerror, Klobal >edia Rournal L #anadian Cdition, =, =, pp. 34=E, rela!ione presentata al Canadian Communication #ssociation #nnual Jeeting, MttaUa, Canada. =&. 1teuter, E., Tills, *., ='%', YGhe Vermin have 1trucH again? *ehumani!ing the enem< in post &[%% media representations, >edia, Sar X #onflict, 9, =, pp. %>=4%:3. 9'. Gosini, *., ='%=, >artiri che uccidono, 6l Julino, $ologna. 9%. Volpato, C., ='%%, 8eumanizzazione. #ome si legittima la violenza, Later!a, Ioma4$ari. 32" Tallerstein, I., @==A, %a retorica del potere, 2a!i, Ioma.

11