Sei sulla pagina 1di 1

http://it.bertha-dudde.

org/

La totale assenza di fede Il precipizio pi profondo

B.D. No. 0462


12 giugno 1938

e vuoi rendere facile le vie dei tuoi, basta sovente soltanto unindicazione allAmore ed alla Provvidenza del Signore e riconosceranno che ogni avvenimento non senza un saggio scopo, perch la Mansuetudine del Padre celeste d sempre di nuovo delle ore liete, in cui il cuore si deve riprendere dalle fatiche e rivolgersi a Lui. Ma sovente tali avvenimenti rimangono inosservati. Luomo pensa ad un Essere Superiore finch nella miseria, ma non in giorni spensierati, e perci deve sempre di nuovo essere ammessa la sofferenza sugli uomini, perch la Provvidenza del Signore non vale per il tempo terreno, ma per tutta lEternit. Perci non lasciatevi mai pi schiacciare. Se conosceste il valore di tali sofferenze per le vostre anime, le prendereste volentieri su di voi, perch sono soltanto minime in confronto alla Magnificenza che vi attende. Benedetta lora, che vi porta la conoscenza, e benedetto il giorno che trovate la via verso il Padre totalmente nel cuore. La via infinitamente lunga che dovevate percorrere fino a raggiungere questo tempo, ma volete vacillare cos vicini alla meta, volete aver lottato invano per arrivare fin qui, volete ripercorrere ancora una volta questa via infinitamente lunga? Non riconoscete il corpo che portate per quello che , come una Grazia, che voi stessi avete richiesta e che vi veniva concessa. Cos non potrete nemmeno mai afferrare sulla Terra, quale ineguagliabile tempo di Grazia vi concesso, in cui potete raccogliere tesori su tesori per laldil, per la Vita eterna, se soltanto volete e vi rivolgete completamente al Signore. A voi uomini arrivano cos incredibilmente tanti Ammonimenti ed Avvertimenti, il Signore Si sforza inarrestabilmente a rivolgere il senso delluomo allEternit, ma se costui rifiuta tutto, se rincorre ostinatamente solo il mondo e trova in esso lesaudimento dei suoi desideri, come devessere piegato il senso delluomo ed orientato bene? Questo non possibile diversamente che attraverso la sofferenza, e questo pi gravemente, pi lanima rimane caparbiamente nel rifiuto. Anzi, deve persino arrivare al punto, che gli uomini sono inclini a perdere totalmente la fede in Dio. Perch luomo pu decidersi per una ferma volont solamente, quando ha fatto il pi profondo precipizio. Quando non pu arrivare pi in basso, allora il desiderio per salire in Alto arriva doppiamente forte, allora luomo si aggrappa di nuovo a qualcosa al di fuori della sua comprensione. Cerca di avere il contatto con questa Forza che presuppone e sospetta. Non verr lasciato senza Aiuto, ma dapprima ha dovuto percorrere questa via, dato che con la propria forza e senza fede e senza Grazia non ha potuto svilupparsi verso lAlto, solo nella profonda miseria doveva lottare interiormente e richiedere questa Forza. Cos un tale uomo sperimenta una totale trasformazione di tutto il suo pensare, e questo gli procura la pi grande Benedizione; mentre invece se luomo si occupa solo superficialmente con pensieri allaldil, l questi stessi non potranno mai prendere radici nel profondo del cuore, ed un uomo il cui pensare tiepido ed indifferente, in una situazione molto peggiore, a lui le Grazie del Signore passano oltre senza lasciar traccia, anche allora la sofferenza di nuovo necessaria, per rivolgere un tale figlio duomo ad un orientamento di pensieri seri. E cos la sofferenza rimarr sempre la donatrice di Benedizione per innumerevoli figli terreni, perch nulla pi insopportabile per lanima che uno stato inattivo, che si estende su molti anni e cos il tempo di Grazia dellincorporazione notevolmente abbreviato, perch il tempo del vivere ozioso alla giornata senza lavoro sullanima, per questo uomo totalmente perduto. E se volete sfuggire alla sofferenza, anche il vostro tempo sulla Terra vissuto invano, se non vi unite con il Padre celeste per la spinta pi interiore ed attraverso la preghiera e lintimo collegamento con Lui non vi ristorate alla Fonte di Grazia e raggiungete cos lAltura, a cui dovete tendere. Chi ha afferrato questo con tutto il cuore, non sar pi oppresso dalla sofferenza, perch la porta poi volenteroso per il Signore e Salvatore, il divino Redentore dellumanit. Amen

Bertha Dudde - B.D. br. 0462 - 1/1