Sei sulla pagina 1di 1

Strani fenomeni per i miscredenti - La miseria della Terra

http://it.bertha-dudde.org/

B.D. No. 0453

7 giugno 1938

O guarda la miseria dei figli terreni! Per pochi solo è comprensibile che il Signore venga dai Suoi, ed in nessun modo gli uomini vanno incontro al Signore, perciò Egli li vuole chiamare e darSi a riconoscere, ma loro non vogliono nemmeno riconoscere. E così non è

una lotta da poco per ogni anima, se il Signore esorta i Suoi a combattere per Lui, allora questo è ben anche necessario. La grande miseria sulla Terra può essere diminuita solamente quando inizia un fervente lavoro, e questo è di nuovo solo possibile, quando lo Spirito di Dio agisce visibilmente, perché l’assenza di fede degli uomini è arrivata fino al punto che solo enormi segni riescono a rendere attenti gli uomini. Tutto l’abituale non può più distoglierli dal pensare attuale. Questo riesce solo a fenomeni strani, inspiegabili affinché diventino attenti e che comincino a riflettere sul problema più importante, sull’eterna Divinità. Quanto si sono allontanati gli uomini dalla giusta fede, lo può sapere solo l’Uno, il Quale Sta al di sopra di tutto. E dato che proprio questa lontananza impietosisce il divino Amore Paterno, interviene là e scuote gli uomini affinché si risveglino, questo bensì sovente contro la volontà dell’umanità, ma sempre per la sua salvezza, se all’amorevole Intenzione del Padre celeste venga data solamente la minima attenzione. I cenni che vengono dati agli uomini, non staranno mai in contraddizione verso ciò che il Signore pretende dai Suoi. Non verranno per esempio dati piccoli consigli ed Istruzioni, che vanno contro i Comandamenti divini, ma la Volontà del Signore si manifesterà sempre in ogni Comunicazione che nuovamente è soltanto destinata ad agire come spiegazione per i dubbiosi e di quelli senza fede. Qui il più grande Comandamento è anche l’amore. Chi cerca di condurre i prossimi nell’amore sulla retta via, rimane sempre soltanto uno strumento esecutivo di Dio. Costui fa per modo di dire tutto ciò che il Padre Stesso farebbe, se Fosse visibile sulla Terra fra gli uomini. Ma così il Signore Si serve di un servitore nella carne, per pontificare la voragine fra Lui ed il figlio terreno, per renderlo idoneo e per muoverlo ad accettare le Verità e di predisporsi affermativamente verso tutto il Divino. La vita terrena è breve e dolorosa, ma così colma di Grazia per colui, che desidera sempre soltanto queste Grazie. Ed il Signore non ha altro scopo che i figli terreni non rifiutino questa Grazia, ma che ne vogliano attingere soltanto la Forza per unirsi con il Signore nello Spirito ed attraverso tutto l’agire sulla Terra. Guai a chi non riconosce questo, perciò deve lottare così indicibilmente sulla Terra e più tardi nell’aldilà. Ma ora sulla Terra si manifesteranno visibilmente le dimostrazioni della Grazia divina, affinché anche il più miscredente cominci a vacillare nelle sue opinioni, affinché costui si occupi con tali pensieri e deve soltanto seguire il suo cuore che lo indica bene. Allora potrà ricevere abbondantemente tutte le Grazie e Dimostrazioni d’Amore del Signore, perché la Sua Volontà è di ristorare e di gratificare tutti coloro che sono di buona volontà e perciò Egli opera in continuazione con ed attraverso i Suoi combattenti sulla Terra.

Amen