Sei sulla pagina 1di 4

4 nuova serie LUGLIO 2009 - euro 1.

00

t a r i c o m u n i s t i
p r o l e
supplemento a Materiali - ro.red@fastwebnet.it - www.prolcom.altervista.org/index.htm

G8 a L’Aquila: dietro lo splendore la miseria cariche e aggressioni immotivate nei giorni


precedenti e nei giorni del G8. E’ stato lo
scenario cupo e intimidatorio di uno stato di
E’ una rivolta che vi seppellirà assedio tipo Genova 2001. E’ stato la
militarizzazione dell’informazione, con tutti i
Scrive Il Sole 24 ore di venerdì 10 luglio: racchiudere in queste semplici frasi e la cosa canali televisivi o quasi occupati militarmente
“Questo intero vertice è stato organizzato in potrebbe anche finire a ridere. Ma purtroppo da mezzi busti a cui mancava solo la divisa
nome e per conto dei terremotati. per portare non è stato solo questo. per ricordare trasmissioni da regimi dittatoriali
solidarietà... e, se è possibile, qualche E’ stato l’ipocrisia ma anche la straccioneria sudamericani.
iniziativa pecuniaria per la ricostruzione. E’ neocoloniale dei regali e aiuti alla Il G8, il G14, il G ecc., ecc., intanto nel
finita però che nessuno dei leader è andato ricostruzione venuti dai rappresentanti dei concreto si è sviluppato secondo i canoni
in visita in un campo profughi, profughi che governi più ricchi del mondo - terremotati degli ultimi G8, in cui si ostenta il governo
sono rimasti nelle loro tende, e dunque di trattati come popoli di paesi del Terzo mondo. del mondo mentre divampano la crisi, le
loro si è parlato poco in questo agitatissimo E’ stato l’enorme spreco di denaro sottratto guerre, la devastazione ambientale, la fame
circolo della politica mondiale”. ad un uso per i terremotati. E’ stato i e la povertà. I Grandi danno grande sfoggio
Scrive il giornale dell’Abruzzo, Il Centro: “Se terremotati rinchiusi, sequestrati in tendopoli di parole alate, eternamente sorridenti,
sò scordati di noi. Il G8 è stato a L’Aquila divenute ancor più in questi giorni degli eternamente impegnati in uno show
ma qua non si è visto nessuno”. autentici campi di concentramento: “neanche mediatico in cui le first lady assumono un
Scrive Il Tempo: “Il ‘Media village’ della un giro dentro il campo potete fare... questo ruolo da grandi veline nel disperato tentativo
caserma di Coppito potrebbe essere G8 peserà molto alla popolazione aquilana... di trasmettere messaggi di speranza, di
paragonato benissimo ad uno di quei villaggi ci saranno gravi limiti per almeno 48 ore alla soluzioni dei problemi, che fanno a pugni con
turistici all inclusive scelti spesso come meta mobilità degli sfollati... ma mi auguro nessuno la realtà delle decisioni prese e la situazione
delle vacanze”. osi protestare”, “non si effettuano esami del dei proletari e delle masse povere del mondo.
“Il cibo è stato buonissimo” e “Berlusconi è sangue e altri accertamenti causa il G8” E’
stato bravissimo”. Il G8 si potrebbe stato la campagna di arresti preventivi, di Sulle decisioni. Gli stanziamenti per
l’Africa passati da 25 miliardi poi ridotti a
15 e poi risaliti a 20 miliardi di dollari, come
scrive Marconne su Il Manifesto, non sono
altro che merce riciclata e anche un po’
avariata, circolante nei vertici sin dal 2000;
non si sa questi soldi chi e come li raccoglierà
e come verranno spesi. Rispetto a questo il
governo Berlusconi era già largamente
inadempiente, “avremmo già dovuto versare popoli se non le truci divise dei poliziotti
un miliardo di dollari, mentre abbiamo finora antisommosse; mostrando nello stesso tempo,
conferito 30 milioni, pari al 3% di quanto mentre vogliono esercitare forza, l’estrema
dovuto. Ora Berlusconi ha promesso un debolezza di un sistema che non ha più nulla
versamento di 130 milioni....” - dall’editoriale da offrire non solo al miglioramento della vita
de La Repubblica del 12 luglio. quotidiana dei proletari e dei popoli, ma ai
L’accordo sul clima fissa a 41 anni l’obiettivo destini stessi dell’umanità e del pianeta.
della riduzione dei gas serra. La lotta ai In questo senso, se si parte da questo
paradisi fiscali e agli inusitati profitti dei assunto, si può capire che l’unico fallimento
petrolieri sembra una dichiarazione da che c’è stato in occasione di questo Vertice
‘scherzi a parte’; solo per rimanere all’Italia, non è quello del G8, ma quello
... grazie per essere venuti... mentre i letti di Obama e Berlusconi erano
ancora caldi Tremonti ha preparato un
dell’opposizione ad esso.
Le masse degli sfollati che pure sono piene
Sabato 11 luglio, mentre leggiamo i giornali, ricordare l’assassinio di Carlo Giuliani, condono fiscale per tentare di far rientrare di sofferenza e rabbia, non hanno rotto la
si avvicina Nella, una signora che vive in una contro i licenziamenti della crisi prodotta dai quei capitali appun to depositati nei paradisi gabbia in cui sono state rinchiuse, non solo
tenda davanti casa sua. E’ in compagnia di potenti e soprattutto una promessa: “una fiscali. Circa poi le nuove regole del per la militarizzazione ma per il ruolo nefasto
una ragazza che ci guarda con occhi rivolta vi seppellirà”. commercio, si rinvia al prossimo vertice svolto dalle volenterose associazioni di ben
luminosi. Non è difficile leggere nel suo Davanti ai cantieri di Bazzano del progetto mentre dilaga la guerra commerciale e il pensanti impropriamente definitesi comitati
sguardo la tenerezza della gratitudine di chi C.A.S.E., abbiamo urlato “case sì, ghetti no”. dei terremotati. Dalla genia di personaggi No
Gli operai di quei cantieri lavorano giorno e protezionismo.
si è sentito avvolto dal caloroso abbraccio global che sono stati per 3 giorni a parlarsi
solidale di tante persone venute a manifestare notte e non vedono le proprie famiglie da Sulle armi nucleare la cosa concreta è il
a L’Aquila contro il G8. Nella ci riconosce mesi. Già si contano numerosi incidenti su ricatto nucleare ai danni dell’Iran mentre addosso, al ruolo dei sindacati confederali,
dalle immagini viste in televisione. Vuole quei cantieri, dove gli operai, soprattutto viene rilanciato alla grande il nucleare stesso, dei partiti politici, degli Enti locali trasformati
esprimerci la sua commozione nel vedere immigrati, lavorano anche fino a 12 ore al anche in paesi come l’Italia in cui aveva in questi giorni in truppe di complemento
“tanti giovani, venuti addirittura dalla giorno, senza alcun controllo: la protezione avuto una battuta d’arresto. della Protezione civile militarizzata, “poliziotti
Sicilia, per manifestare al fianco degli sfollati civile è il dittatore dell’emergenza e Non si può neanche parlare di fallimento del buoni”. Al movimento di opposizione che ha
aquilani” e si scusa, anche per conto di altri qualcuno, andato a fare reclami G8, ne parlano - questo sì, riformisti come scelto con diverse motivazioni di non sfidare
aquilani che non hanno partecipato alla all’ispettorato del lavoro, si è sentito Marconne che continuano a credere che apertamente la violenza di Stato
manifestazione nazionale del 10 luglio, per rispondere: “lasciate perdere, dovete questi Vertici possano servire a qualcosa che programmata di non dare alcuna prospettiva
l’ostilità mostrata dai rappresentanti dei ringraziare le ditte legate alla moglie di alternativa di ribellione reale alle masse
Bertolaso se ora qui vi lasciano lavorare”. Si non sia quello di consolidare interessi e
comitati cittadini che non hanno aderito. rinchiuse. La manifestazione del 10, pur
Ci spiega: “avevamo paura, c’erano tutte dice che al DICOMAC l’80% dei lavoratori azione dei padroni del mondo.
quelle scritte che dicevano che dovevamo impiegati durante il G8 dentro la scuola necessaria, pur sola contraddizione reale di
starvi lontani”. “Dov’erano quelle scritte, sui della guardia di finanza, lavorasse a nero. I G8 sono una dimostrazione del potere del questo G8, non salva l’anima delle forze
giornali?” le chiediamo. “Anche, ma la Davanti a quei cantieri abbiamo urlato grande capitale e dei padroni del mondo, organizzatrici, perennemente impegnate
polizia soprattutto le ha fatte girare”. “fuori, fuori gli sfruttatori” e gli operai si l’ostentazione di esso; la militarizzazione prima e durante a “non disturbare il
L’Aquila 10 luglio, circa 10.00 persone sono fermati e ci hanno salutato da lontano, entro cui avvengono sono parte integrante e manovratore”.
hanno partecipato alla manifestazione contro anche a pugno chiuso. Nessuno di loro l’altra faccia dei sorrisi di Obama e soci. Ma le cose non sono così come appaiono. Il
“il G8 dei potenti sopra 300 vittime poteva Per questo è lo scontro e l’attacco al loro lavoro di presenza e semina svolto in questo
innocenti”. raggiungerci da quei cantieri – prigioni a potere l’unica vera risposta necessaria. mese da alcune delle energie presenti tra i
Dietro lo striscione di apertura “Voi G8 siete cielo aperto dietro le reti e i cordoni della terremotati e la posizione solida e netta di
polizia, ma hanno potuto bloccare i lavori Controvertici sono fiere di chiacchiere
il terremoto, noi tutti aquilani”, c’era una Proletari comunisti che ad essa ha dato
delegazione di vigili del fuoco, accolta al per un po’ mentre il lungo corteo scorreva speculari, parti dello show e nessuna
grido di “rispettiamo solo i pompieri” e sotto i loro occhi. soluzione alternativa ad essi. rappresentanza e voce nazionale, è una
c’erano gli aquilani contro il G8, dalla rete A S’Elia, davanti a una tendopoli, abbiamo I proletari, i popoli, le forze e le energie che posizione fortemente legata alla dinamiche
di soccorso popolare ai sindacati di base. invitato gli sfollati a unirsi al corteo, al grido nel mondo combattono le politiche imperiali, reali in atto nelle masse terremotate.
“fuori gli sfruttatori”, “crisi, terremoto, di “L’aquilano non si arrende, tutti fuori la distruzione dell’ambiente, la fame,
repressione non ci fermeranno”, “Una sola dalle tende”. Gli sfollati autonomi da dietro ottengono risultati e rappresentano l’altra CI ESPROPRIANO, CI SFRATTANO, CI
grande opera: ricostruire L’Aquila dal le reti hanno applaudito e dato ristoro come faccia del “pianeta delle scimmie” quando DANNO POLIZIA, E’ QUESTA LA
basso”, “assassinati alla casa dello studente. potevano ai partecipanti al corteo... attaccano questi Vertici come è stato da LORO DEMOCRAZIA!
Diritto allo studio inesistente”, “meno f35 più ... IL G8 E’ FINITO LA LOTTA DEGLI Seattle in poi molte volte, come è stato nella OLTRE LA CASA, IL LAVORO, LA
case” recitavano i loro striscioni. Molte SFOLLATI E’ APPENA COMINCIATA LIBERTA’, LA VITA DEI NOSTRI CARI,
Grazie a tutti i compagni che hanno lottato grande battaglia di Genova, come è stato .più
donne e giovani combattivi hanno animato il NON ABBIAMO PIU’ NULLA DA
lungo corteo dalla stazione di Paganica alla insieme a noi. A tutti loro e a quelli che non recentemente a Starsburgo nel vertice Nato,
villa comunale al grido di “L’Aquila libera”, sono riusciti a raggiungerci, ostacolati o e in piccolo anche in Italia nel G8 di Torino. PERDERE!
“siamo tutti aquilani” e poi ancora: “liberi repressi da questo Stato di polizia, va tutta la E’ allora sì che prende anima e corpo lo SENZA CASA, SENZA PAURA
tutti”, “ci espropriano, ci sfrattano, ci danno nostra solidarietà spettro del rifiuto, dell’opposizione, la rivolta RIPRENDIAMOCI LA CITTA’.
polizia, è questa la loro democrazia”, “al G8 delle masse diseredate; allora sì che i padroni
soldi tanti, agli aquilani calci ai denti, ma da Rete di soccorso popolare del mondo trasformano i loro sorrisi in ghigni Lo show è finito, qui nelle tende a
non siamo mendicanti!”. Molti slogans per L’Aquila 11.7.09 e mostrano che non hanno altro da dare ai settembre sarà l’inferno.
2 proletari comunisti
Pacchetto sicurezza: il salto di qualità del moderno fascismo
L’approvazione al Senato con il ‘voto di abitudini. E’ una politica e una concezione costruito dall’alto, in funzione di una guerra problema della base sociale e della forma di
fiducia’ del pacchetto sicurezza rappresenta di stampo regressivo e barbarico. civile non dichiarata di bassa intensità. questa lotta. Questa lotta si può vincere se
il culmine di un’offensiva politica, sociale, Considerare la clandestinità come reato è la base sociale sono i proletari e si sviluppa
culturale e ideologica antimmigrati e un salto negare un processo storico legato al modo Il provvedimento del pacchetto sicurezza non l’autorganizzazione di massa degli immigrati.
di qualità nella marcia verso uno Stato di produzione capitalista, che produce tocca solo gli immigrati ma tutti. Il governo Due compiti difficili, perchè nelle fila del
moderno fascista e poliziesco. Il governo inevitabilmente l’immigrazione; ma è e il blocco sociale che lo sostiene risponde proletariato, e in particolare nella classe
Berlusconi-Bossi prende la testa e guida soprattutto nascondere che è l’esistenza alla crisi con una militarizzazione del operaia di alcune zone del paese, è
questa offensiva e punta a far leva su di essa dell’imperialismo, di paesi ricchi che creano consenso, usando gli immigrati come ampiamente penetrato il veleno razzista e
per la costruzione del blocco politico e sociale e sempre più rapinano, sfruttano i paesi obiettivo aperto e i proletari e le masse xenofobo, inoculato dall’aristocrazia operaia
di massa di sostegno alla costruzione di un poveri, che fanno le guerre in questi paesi e/ popolari e l’intera società come obiettivo e dalla piccola borghesia proprietaria,
regime. o sostengono regimi affamatori e oppressori, finale. bottegaia e benestante, attraverso i suoi
Il pacchetto sicurezza costituisce quindi uno a generare la ricerca di vita e di lavoro nei Crisi economiche, impegno militare nella partiti, in primis la Lega, e i suoi apparati
spartiacque di una fase politica. paesi imperialisti come il nostro. guerra - vedi Afghanistan - nuovi assetti politici e sindacali di consenso e di
Analizzare questa nuova fase e sviluppare Il pacchetto sicurezza nel nascondere tutto internazionali alimentano questa spirale che trasmissione; come è penetrato pure nelle
un salto di qualità della lotta a questo governo questo, afferma dentro questo processo si esprime oggi nel pacchetto sicurezza, ma fila popolari del sud del paese dove questo
è il compito che si pone davanti a noi, alle storico un carattere di classe, ostentato e che si era già presentata con le leggi ad veleno è stato veicolato dalle sacche del
avanguardie operaie, al movimento sancito per legge, quasi simile al sistema delle personam, l’attacco alla giustizia, sottoproletariato e della disgregazione
comunista e rivoluzionario, all’opposizione ‘caste’. Possono stare in Italia al massimo all’informazione, alla magistratura sociale e malavitosa, vedi Napoli. Nelle file
politica e sociale, a esponenti e movimenti gli immigrati che già hanno un lavoro sicuro anticorruzione, alle prerogative del degli immigrati, poi, il terrore e la povertà, i
democratici e progressisti. e una casa, che possono pagarseli a peso parlamento, al sistema elettorale. Il retaggi etnico/culturali sono un ostacolo
d’oro, che possono pagarsi il permesso di pacchetto sicurezza torna al nodo sostanziale rilevante al processo di autorganizzazione.
I vari punti del pacchetto sicurezza sono già soggiorno, ecc. della trasformazione reazionaria della Per questo, chiamando alla lotta, c’è da
illustrati ampiamente dalla stampa L’intero apparato statale - prefetture, forze struttura dello Stato, terreno aperto dall’uso condurre una lotta ideologica, politica,
governativa e di opposizione; in questa nota dell’ordine, Istituzioni locali - viene modellato dell’esercito in funzione civile, dalla culturale e pratica, all’interno de movimento
tracciamo l’essenziale, ma chiaramente da questa concezione che guida il legislazione già esistente d’emergenza proletario e delle sue forme organizzate.
facciamo appello alle forze militanti e provvedimento apertamente di classe, “antiterrorismo”, da tutte le politiche
intellettuali perchè il provvedimento di legge apertamente fatto per cacciare proprio chi securitarie - che non nascono con Berlusconi Le forme di lotta. E’ evidente che la prima
sia analizzato punto per punto, spiegato, sta più male, chi ha più bisogno di trovare ma sono state una caratteristica lineare e forma di lotta è la disobbedienza civile e di
denunciato nella sua sostanza, e individuate lavoro, chi ha bisogno di scappare dalla costante di tutti i governi della borghesia massa, su cui bisogna chiamare
le forme di contrasto anche sul piano della miseria, dalla repressione e dalla morte, chi imperialista italiana negli ultimi trent’anni. effettivamente tutti coloro che contrastano
Costituzione e delle Leggi. Servono volantini sta nel lavoro nero e dovrà ora stare ancora e non appoggino queste leggi. La
molto dettagliati, opuscoli, anche manuali di più a “nero”, facendo fare superguadagni ai Esiste opposizione a tutto questo? Senz’altro, disobbedienza civile e di massa è il ‘brodo di
autodifesa nelle mani degli immigrati, dei padroni (così è il governo a generare più ma non in questo Parlamento e nei partiti coltura’ necessario della lotta militante per
comitati, delle loro strutture di sostegno. lavoro nero). che in esso vi sono. Anche se esiste il voto contrastare gli apparati di Stato ufficiali e
La definizione del reato di ‘clandestinità’ E per fare questo l’intero apparato statale contrario all’interno del gioco parlamentare, quelli ora delle ronde che vanno contrastati
trasforma gran parte degli immigrati già sul deve violare apertamente principi sanciti anche se si sentono voci più radicali e più anche sul loro stesso terreno.
nostro territorio, in gran parte lavoratori, sia dalla stessa democrazia borghese e dalla esplicite contro il governo da parte di alcune
pure spesso in nero, precari - non certo per Costituzione. componenti, quali di Di Pietro, questo Proletari comunisti da tempo non crede che
loro responsabilità; la gran parte delle donne Parlamento vive dentro il percorso del il fronte unito delle forze politiche esistenti
impegnate come badanti, in criminali, da Il provvedimento di autorizzazione delle moderno fascismo e, di conseguenza, è la che si dicono comuniste sia l’elemento
arrestare, rinchiudere, perseguitare, ronde è una legalizzazione di corpi forma parlamentare che ne accompagna la principale e determinante.
cacciare, e, in questo percorso, ricattare, paramilitari, raccolti all’interno della feccia marcia. Noi consideriamo le forze ex parlamentari
violare nei diritti e nel corpo, umiliare, sociale di ex militari, forze dell’ordine, gruppi Si uniscono, quindi, due aspetti: il carattere esistenti che si dichiarano comuniste, la
calpestare nella loro dignità. “Immigrato” di vigilantes e di squadrismo fascista già ostentato e di parte delle leggi dello Stato e “scimmia addosso” del movimento di
non significa più chi è costretto ad andare esistenti ed operanti e di gruppi di cittadini il venir meno del simulacro della democrazia opposizione, la carta conciliante e perdente
via dal suo paese per miseria, fame, “dell’ordine” della piccola e media borghesia borghese rappresentato dal parlamento. Per in questa lotta. Noi siamo per il primato dei
repressione politica, guerra, ma è uguale a e anche del sottoproletariato che già questo il segno generale dell’opposizione al fatti sulle parole, e su questa concezione e
delinquente, a persona che, per il fatto stesso facevano dell’odio razzista, cieco, xenofobo, pacchetto sicurezza non può che essere analisi delle forze in campo puntiamo a dare
che viene o vive già in Italia, fa un “atto lesivo la loro condotta abituale. Le ronde sono antistatale e antiparlamentare. Solo se si il nostro contributo d’avanguardia a questa
di beni meritevoli di tutela penale” (come l’altra faccia del considerare l’immigrazione coglie questo come segno distintivo e su importante battaglia.
hanno denunciato alcuni giuristi). clandestinità e sono del tutto conseguenti alla questo si traccia la via dell’opposizione e Il governo razzista e moderno fascista deve
In questo, è evidente il contenuto razzista e regimentazione, “privatizzazione” delle forze della lotta, è possibile dare il giusto peso alla essere rovesciato.
xenofobo che stabilisce un nesso dell’ordine e degli apparati statali. contraddizione che esiste tra la Costituzione Nessuna parte della classe operaia, dei
incancellabile col nazismo e il fascismo. Ma C’è anche un esplicito appello alla delazione e molte leggi dello Stato e il pacchetto precari, dei disoccupati, delle donne, dei
dire “leggi razziali” è giusto ma non basta, diffusa dei cittadini, fatto sia con le sicurezza. giovani può trarre alcun vantaggio e alcun
perchè tanti immigrati non sono considerati campagne ideologiche e di sottocultura, miglioramento, alcuna sicurezza, alcuna
dagli stessi autori della Legge come diversi disinformazione, sia con il controllo, il ricatto, Tocca alle forze che hanno chiarezza su libertà, dalla politica barbara e criminale di
per colore della pelle o etnia di appartenenza le minacce di repressione. questo raggrupparsi e prendere la testa del questo governo.Nessuna persona che si
o religione (come era ai tempi del fascismo), E’ una delle forme del moderno fascismo movimento di lotta politica e sociale contro consideri democratica, civile, non razzista
ma diversi socialmente per appartenenza ad costruito non con un movimento squadrista il pacchetto sicurezza. può accettare di vivere sotto leggi e governi
altri paesi e quindi ad altre culture, ad altre dal basso ma con una forma di squadrismo Queste forze devono trattare per bene il incivili.

Berlusconi, escort e è quella che noi chiamiamo sinteticamente quasi degli ossessi (vedi il ‘celestiale’ Bondi) a Berlusconi: che da un lato reprime i clienti per
“moderno medioevo”; quella per cui “Dio, difesa/esaltazione del capo. la strada, organizza, alimentando anche
ottusità della “sinistra” Patria e Famiglia” vale per gli altri, deve essere Ma... esponenti delle forze di “sinistra” l’humus ‘securitario’, la persecuzione delle
imposta anche con la legge alla gente, ma non respingono con sdegno di essere “imbrigliati” prostitute immigrate e dall’altra legittima e
Mentre le vicende di Berlusconi - da Noemi ai vale per sè. nel terreno del “marciume della politica”, e tutela la prostituzione nelle ‘Ville Certosa’,
festini-harem di Villa Certosa e Palazzo dicono di voler parlare e interessarsi solo dei dove la prostituzione si chiama, per camuffarla,
Grazioli, donne in regalo ad una sotto umanità Dalla “sinistra” ex parlamentare ed problemi “reali della gente”, degli effetti della con termini inglesi, escort)
ricca e marcia, uso del potere e soldi pubblici e extraparlamentare emerge una scarsa crisi, dei problemi di lavoro e sociali. Ma queste donne della “sinistra” non si
degli aerei di Stato per la corte del tragicamente comprensione di tutto questo. Una ottusità Poi ci sono le donne della “sinistra” indignano più di tanto, non scrivono un rigo di
ridicolo imperatore, ecc. - stanno mostrando politica (“gossip sconcio... di cui non se ne può parlamentare, il cui imbarazzante silenzio - a denuncia; con la scusa, alcune, addirittura di
sempre più una realtà emblematicamente più”) che non coglie che tutto lo schifo- parte qualche lodevole eccezioni di alcune un imbarazzo e pudore a parlare su altre donne
espressione dell’humus nero, sporco, imbarbarimento che sta emergendo sulle giornaliste - rivela l’incapacità e la non volontà a interferire nella loro “libertà”.
arrogante, di un sistema di potere che rivendica vicende “veline” non è altra cosa di lottare su un terreno che vada fuori dalla Siamo di fronte al fatto che il curriculum delle
tutto questo come “normale”: normale dall’affossamento della giustizia, dalla “normale” dialettica politico-parlamentare donne candidate e poi anche parlamentari e
rappresentazione delle donne, normale ruolo dittatura personale antiparlamento, dal (“...io l’ho vissuta con un tale senso di estraneità ministre del maggior partito in Italia debba
di un capo di governo (“Veline? No, sono donne razzismo, non è altra cosa dallo sciacallaggio da far fatica a trovare le parole...” - Livia Turco; essere il passaggio dalle ville di Berlusconi o
in sintonia con il paese... ragazze normali, verso le popolazioni terremotate, dalle Tutta la vicenda è squallida ma “non mi dalle sue TV; al fatto che leggi che
madri, signore che fanno la spesa... Il fatto di insostenibili performance all’estero, ecc., dal permetto di intervenire, sono cose molto condizioneranno, tartasseranno la vita di
frequentare Noemi e gente normale gli consente disprezzo verso la gente...; è parte del moderno private” - Anna Finocchiaro; non serve una milioni di persone, di donne, vengano alla fine
(a Berlusconi) di percepire le grida che fascismo. rivolta collettiva “basta una per tutte, io decise con veline e clown; e si dice “basta a
provengono dal paese...” - da Il Tempo 25.5.09). L’arroganza di Berlusconi e dei suoi diventa concordo con Rosi Bindi” - Debora parlare di queste cose... parliamo dei fatti
Mentre la concezione di Berlusconi e della sua anche incompatibile con le regole della stessa Serracchiani - dall’art. di Daniela Preziosi su importanti”!? La demenza del sistema è
corte (anche femminile) sulle donne, la Costituzione, e quindi foriera, brodo di coltura Il Manifesto 28/5). contagiosa. Eppure tutto questo non è influente
considerazione del loro ruolo nella società, di “rotture” istituzionali di queste regole. Chi Eppure siamo di fronte ad una prostituzione nel far perdere terreno elettorale a Berlusconi,
sono di fatto una cartina di tornasole, la punta indica lucidamente “il ridicolo tragico organizzata, ad un presidente del Consiglio che nel mostrare un “vincente” imperatore
di iceberg, dell’ideologia e del grado di imperatore”, il “ciarpame senza pudore”, le si fa primo magnaccia o “utilizzatore finale”, tragicamente puttaniere e ridicolo. Su questo
inciviltà di una casta che, non potendo più sembianze sempre più volgari, imbarazzanti, circondandosi di decine e decine di ragazze, terreno ha fatto più la denuncia di Veronica, il
nascondere e mentire, ormai rivendica “la sfrontatezza e la mancanza di ritegno” del ragazzine comprate con ricchi regali, soldi e marciume e la corruzione elevata a sistema, la
pubblicamente come “legittima” espressione di sistema berlusconiano, viene considerato “non illusioni, che esprime e pratica la peggiore sua stessa arroganza, che la denuncia fatta
un sentire di massa quel modo di vivere e di normale”, viene emarginato, infangato, concezione delle donne come solo corpi, oggetti dalla “sinistra” dei tanti provvedimenti
concezione (“chi è innocente scagli la prima represso e ora anche cancellato (com’è il caso sessuali per il piacere di potenti bavosi; che economici antipopolari del governo.
pietra”, come dire: si sa che l’uomo è cacciatore di Vernica Lario - già considerata dalla più organizza una sorta di “casini dorati” (e senza Ma la “sinistra” parlamentare ed ex
- sono queste più o meno le giustificazioni di fedele stampa berlusconiana una sorta di neanche rischiare alcuna repressione, visto che parlamentare non trova neanche la forza e
‘Libero’ di domenica 21 giugno), dichiarando ingrata demente o “puttana”). Anche pacifici una velina già Ministro ha fatto un decreto l’orgoglio costituzionale di pretendere la
apertamente che la concezione del loro sistema elogiatori del sistema berlusconiano, diventano sulla prostituzione a misura del suo protettore rimozione di Berlusconi!
proletari comunisti 3
La strage di Viareggio
Fiat
La lotta nel gruppo Fiat si estende da stabilimento a stabilimento. Ormai appare chiaro a

fermare tutti gli operai che il piano Marchionne vuol dire o licenziamenti o più sfruttamento e nel
frattempo niente aumenti salariali (premio di risultato) né assunzione dei precari.
unire le A Termini Imerese dove Marchionne è stato brutale, la risposta dei lavoratori non si è
i treni energie
fatta attendere: scioperi e blocchi Alla Fiat Sata , la lotta non si è fermata un solo
momento passando da un tema all’altro. A Mirafiori ora è partita decisamente. A
Pomigliano siamo a fabbrica vuota per tutta l’estate, ma fino a giugno gli operai più
della morte degli combattivi si sono fatti sentire.
Insieme alla lotta, si sviluppa la divisione dei vertici sindacali con FIM e UILM che mal

La strage di Viareggio, il treno-bomba che operai sopportano scioperi e manifestazioni e la Fiom che spinge, raccogliendo l’appoggio della
parte più combattiva dei lavoratori - ma tutte le lotte nel gruppo Fiat finora hanno

per
ha seminato 26 morti, dispersi, decine e dimostrato che alla lotta, la Fiom fa corrispondere una trattativa perdente. Se non avanza
decine di feriti, centinaia di sfollati, una città
il percorso dell’autorganizzazione di classe e di massa da Termini Imerese a Mirafiori, da
in lutto e nel dolore, che ha gettato nel
unire la
disagio nello sgomento, nella devastazione Melfi a Pomigliano anche questa volta sarà lo stesso,.
simbolica e pratica un settore vitale del Proletari Comunisti lavora per un coordinamento operaio nazionale che faccia leva sulle

lotta
paese come quello delle ferrovie, non può energie degli operai con coscienza di classe esistenti nei vari stabilimenti, in grado di
essere derubricata a “incidente”. prendere la testa e unire la lotta, contro le divisioni tra stabilimenti e tra operai, contro le
Sin dal primo momento dai ferrovieri stessi divisioni dei vertici sindacali scaricate sui lavoratori.
e dall’esame della dinamica del
deragliamento è apparso fin troppo chiaro
che nulla di quanto è avvenuto a Viareggio
è casuale, è senza responsabilità, è senza
logica.
Alla Fiat Sata lo spettro dei 21 giorni
Agli inizi di maggio, mentre è in corso la trattativa comincia ad avvenire nelle aziende dell’indotto. I sindacati in difficoltà fanno appello alla Regione,
con la Opel, a Melfi si grida vittoria. Tortorelli In particolare, è l’annuncio dell’arrivo di altri 80 alla Confindustria. La Fismic dichiara:
Ogni singolo particolare è espressione dello (Uilm) dichiara: “L’intesa coi tedeschi operai di Pomigliano d’Arco che alimenta sempre ”auspichiamo che tutti gli attori in campo trovino
stato e delle trasformazione in peggio che vantaggiosa ad alcune condizioni” - 30.4.09. Dalle di più la situazione che non viene certo spenta quel senso di responsabilità necessario a calmare
si sono avute dei trasporti ferroviari. pagine del Quotidiano della Basilicata si scrive: dal fatto che almeno alla TiGroup i tagli gli animi e a non alimentare un clima di tensione
Poche grandi stazioni ridotte a centri “La Sata una sfida esaltante per Melfi. La Sata occupazionali per ora rientrano - 20.5.09. sociale che non gioverebbe a nessuno”.
commerciali e a supermarket, mentre entra nello scacchiere mondiale”. E si attacca il La Fiat annuncia l’arrivo a Melfi anche di alcuni Il terzo turno alla Fiat viene annullato. Gli incontri
stazioni, come quella di Viareggio nel cuore vetero sindacalismo - 4.5.09. “Il sindacato - dipendenti di Imola. La Fiom chiede che almeno finiscono con un nulla di fatto. Alle 21 la Sata
dichiara Vaccaro della Uil - deve fare un salto di il 50% degli organici necessari a fronteggiare la comunica il “senza lavoro” che si estende anche
della città non tutelate neanche qualità e farla finita con l’ideologia fuori dalla produzione venga preso dai lavoratori lucani al 1° turno del 29.
elementarmente da trasporti pericolosi; storia” - 6.5.09. espulsi dall’indotto Melfi e dagli interinali - in I presidi operai proclamano uno sciopero ad
fondi sterminati nel pozzo senza fondo La Fiom che pure non è così entusiasta si lamenta totale sono 1000 - ai quali non è stato rinnovato oltranza. Si uniscono anche altre fabbriche
dell’alta velocità, mentre viaggiano vagoni solo ed esclusivamente de “l’assenza del ruolo il contratto. dell’indotto. E una parte consistente degli operai
con giunture arrugginite, vecchi di oltre 35 e di regia generale di Stato e Regione” - 7.5.09. La Uilm dice sì al piano Fiat ma chiede che si Sata rispondono con un corteo interno. I
Intanto, però, la crisi si abbatte nell’indotto. guadagni di più e in particolare si garantisca a sindacati se la prendono con i funzionari della
anni e pagati forse pure a peso d’oro; un La Fiat assiste compiaciuta a questo sostegno luglio 1100 euro dell’accordo integrativo, mentre Magneti Marelli e continuano a tirare per la giacca
sistema di appalti che porta il capo delle sindacale, ma ripaga solo con l’affermazione che in relazione agli esuberi degli interinali il presidente della Regione. Nessuno però è in
ferrovie, l’ignobile figura dell’ex capo della “la vettura più prodotta è la Grande Punto che dell’indotto se ne accetta sostanzialmente la grado di fermare i lavoratori.
Cgil delle ferrovie, Moretti, a dire che i viene fatta a Melfi e questo è la spiegazione di fuoriuscita chiedendone un recupero in La Magneti Marelli comincia a cedere e comunica
“vagoni non appartengono alle ferrovie” e quanto questo impianto sia importante per noi” prospettiva - Tortorelli, 25.5.09. la proroga del contratto per 32 interinali fino al
che quindi non vi è nessuna responsabilità - 8.5.09. La linea “gli operai di Melfi sono al La Fiat chiede che il lavoro al sabato dei primi 31 luglio. Lo stesso fa la ex Ergom per i suoi 25.
sicuro” viene rafforzata dalla richiesta di tre due turni vada fino al 18 luglio. Ma ne rimangono fuori altri 13. Siamo a 9 turni
diretta da parte loro, mentre i ferrovieri sabati consecutivi di straordinari comandati che, Ma all’annuncio del mancato rinnovo del lavorativi bloccati alla Fiat Sata. Ma la lotta
operano in condizione costantemente a come scrive La Gazzetta del Mezzogiorno, contratto per una trentina di interinali alla ex continua. Anche i 13 devono rientrare.
rischio sicurezza - basti pensare che è stata trovano “buona accoglienza da parte dei Ergom e alla Plastic Components, gli operai L’incontro con l’azienda previsto per il 29
la coscienza e la prontezza di coloro che sindacati lucani, che si lasciano coinvolgere da bloccano prima la fabbrica e poi la Sata. Lo comunque non si tiene. La Fiat a questo punto
erano addetti alla stazione di Viareggio di un ritrovato clima di fiducia” - 9.5.09. sciopero comincia lunedì sera 25 maggio. Entra entra in campo direttamente: “le agitazioni
Ma intanto la crisi all’indotto si estende. Dalla in sciopero anche la Magneti Marelli dove il non sindacali stanno bloccando per mancanza di
decidere autonomamente di fermare gli altri TiGroup, 22 dipendenti che producono tubi rinnovo riguarda 32 interinali. forniture di componenti l’attività dello
treni che ha evitato che questa strage freno per la Grande Punto, si passa alla Lear dove La Sata viene bloccata. La Direzione proclama stabilimento Fiat, provocando la perdita di 7 mila
entrasse nel Guinness di primati di morti e parte uno sciopero spontaneo con la una situazione di ‘senza lavoro’ rimandando a auto, 1500 al giorno. Tutto questo ha un impatto
distruzioni. partecipazione dell’80% dei lavoratori in segno casa gli operai, tanti dei quali restano però a particolarmente pesante e costituisce un
di protesta contro la mancata concessione di presidiare lo stabilimento insieme agli operai gravissimo danno”. La Fiat prosegue
I ferrovieri hanno denunciato in tutte le un’assemblea. Gli operai lamentano oltre che una dell’indotto. Il Presidente della Confindustria di denunciando all’opinione pubblica, alle
paga salario oraria leggermente inferiore rispetto Basilicata, Martorano, si fa portavoce della Fiat istituzioni e ai sindacati questa situazione.
maniere la gravità e i pericoli che corrono alla Sata, una netta differenza dell’indennità nel dichiarare lo sciopero “inconcepibile!... Non Intanto proseguono i “senza lavoro” con
permanentemente i viaggiatori, dal più percepita nel periodo di cassintegrazione, 886,31 è questo il momento. Rischiamo di vanificare il l’evidente intenzione della Fiat di mettere gli
elementare: i treni sporchi, i carri-bestiame euro rispetto a 1065,00 euro, con una perdita futuro dell’intero settore auto in Basilicata”. operai Sata contro gli operai dell’indotto in lotta.
dei pendolari, i ritardi, a quelli gravissimi, secca superiore a 100 euro. Il presidio di massa della Sata trascina tutti i La Confindustria lucana si attiva moltissimo per
di cui la strage di Viareggio viene ad essere “Nell’area di Melfi lavorano attualmente 9 mila sindacati nel sostegno dello sciopero. cercare di contenere l’”incendio” in corso.
operai, 5 mila impiegati alla Sata e altri 4 mila Dopo l’oltranzismo iniziale, Sata e indotto I lavoratori Sata chiedono al termine di
una sorta di punta di iceberg. nell’indotto che fanno parte del consorzio ACM; rispondono accedendo alla richiesta di realizzare un’assemblea che i “senza lavoro” siano coperti
Governo, e manager delle Ferrovie sono la più grande delle aziende dell’indotto è appunto degli incontri nella giornata del 28. Le OO.SS. dalla cassintegrazione ordinaria e che comunque
capaci solo di licenziare il delegato dei la Lear. A fronte del buon andamento del mercato esprimono subito soddisfazione e ritengono vada riaperto lo scontro con la Fiat
ferrovieri De Angelis, come monito generale delle vetture a gas - delle 1600 auto prodotte positivo, e sostanzialmente sospendono lo sull’integrativo aziendale. Cresce la rabbia tra gli
a tutti i delegati - molto spesso anch’essi ogni giorno, 660 sono alimentate a Gpl, mentre sciopero e accedono alla richiesta di togliere i operai dato che dopo aver ricevuto un sms da
assorbiti nel sistema del sindacalismo 200 sono a metano - sono stati richieste 5 giornate presidi. Lo stesso Cillis, segr. della Fiom parte dei responsabili per andare a lavorare, tanti
di comandata a straordinario e 340 operai in Basilicata, dichiara che sono disposti a dopo un’ora vengono mandati a casa, con grande
confederale colluso, e di essere campioni cassintegrazione a Pomigliano D’Arco” - 9.5.09. interrompere lo sciopero purchè l’incontro si disagio tra coloro che erano arrivati in autobus
dell’affarismo nero che c’è dietro la gran svolga in Basilicata. Ma la compattezza degli da centri lontano - bisogna tener conto che ci
parte degli appalti delle ferrovie. La richiesta di altri tre turni di comandata a operai ex Ergom e il blocco della Sata non si ferma. sono operai che si muovono addirittura alle 2,30
straordinario per tre sabato consecutivi, il 9 e 16 Cillis insiste che le garanzie ci sono “la Fiat ha di notte per arrivare alle 6 del mattino e poi si
Anche Viareggio è lì a dire a tutti noi maggio su due turni e il 23 maggio sul primo, accolto le nostre richieste”. Ma agli operai ex trovano a dover aspettare diverse ore per poter
così come l’annuncio dell’arrivo degli operai di Ergom si sono aggiunti ormai quelli della Magneti tornare in caso di “senza lavoro”.
che bisogna gridare BASTA! Pomigliano, fa crescere la protesta tra i lavoratori. Marelli. “Abbiamo deciso di scioperare ad Arriva Sacconi per un’iniziativa elettorale a
La Fiom chiede l’assunzione di 500 operai a oltranza come i colleghi della ex Ergom per Potenza. Una delegazione di operai Fiat, Plastic
Questo sistema, questo governo, chi tempo determinato lucani. L’azienda ribadisce solidarietà nei confronti degli interinali. L’azienda Components e Sistemi di sospensione lo aspetta
l’amministra e chi ne sta al gioco nel che preferisce garantire lavoro ai cassintegrati ne vuole mandare via 35 per farne rientrare dalla davanti al teatro, con grande preoccupazione
parlamento, nelle istituzioni nazionali e di Pomigliano e che non può permettersi cig 45 provenienti da Cassino e da Pomigliano della Digos. Sacconi li incontra e in maniera
locali, nei sindacati, devono essere assunzioni nemmeno a Tempo Determinato. A d’Arco. Ma i precari attuali sono qui da 4 anni”. demagogica attacca la Fiat. Confindustria prega
dare man forte alla Fiat su questa posizione Anche gli interinali della Plastic Components per una mediazione prima che la situazione
realmente contrastati con la lotta, scendono in campo i sindacati di Pomigliano e sono determinati “vogliono indurci a una guerra degeneri.
fermati e rovesciati. in particolare Fim e Uilm a cui non fa specie che tra poveri. Non riteniamo giusto essere sostituiti Il 2 giugno la protesta dilaga. I lavoratori arrivano
gli operai siano costretti a farsi 300 Km. al giorno, da lavoratori che vengono da Cassino e da ma non sanno se si lavora o meno. All’ennesima
Deve essere fermata l’”Alta velocità”, andata e ritorno, pur di ritoccare in avanti la busta Pomigliano. Siamo qui da tre o quattro anni, comunicazione del “senza lavoro”, la rabbia
devono essere fermati il sistema degli paga falcidiata dalla cig - 15.5.09. lavoriamo a rotazione un paio di settimane al operaia si trasforma in corteo interno. Il clima dei
La situazione che poteva prendere la deriva di mese, percepiamo un salario di 500 euro al ’21 giorni’ continua a farsi sentire. Ormai la
appalti al massimo ribasso, i tagli sui uno scontro tra operai di Pomigliano e operai massimo e adesso ci vogliono mandare via”. posizione è chiara: fin quando la ex Ergom e la
controlli, sulla sicurezza sul lavoro, della Sata, alimentata dai sindacati lucani e E’ il 28 maggio. Alle 13 parte un corteo di circa Magneti Marelli saranno ferme, sarà ferma anche
anello di prima linea nella sicurezza campani, cambia natura il 19 di maggio con la 400 lavoratori che raggiunge il cancello B della la Sata, le richieste operaie devono essere
generale dei trasporti. notizia che ai dipendenti interinali della Sata non Sata. Riappare chiaro e nitido lo spettro dei ’21 accolte, il contratto deve essere rinnovato a tutti
viene rinnovato il contratto e che lo stesso giorni’, si torna a respirare quel clima. e 70 i lavoratori. (continua a pag. 4)
4 proletari comunisti
Iran Via le truppe imperialiste da l’Afghanistan
-appoggio alle proteste contro il regime Abbiamo giudicato sin dal primo momento
l’elezione di Obama come il tentativo
Obama gode e a far cadere quelle illusioni
superficiali che caratterizzano parti rilevanti
fascista islamico di Ahmadinejad dell’imperialismo USA, a fronte della crisi,
di trovare un’altra faccia per perseguire i
di quello che era il movimento di opposizione
a Bush.
-libertà per tutti i prigionieri politici propri interessi. Abbiamo detto sin dal primo
momento che quella di Obama non era una
Anche nel movimento antimperialista e
progressista mondiale bisogna far chiarezza.
linea e una politica alternativa a quella di Dall’America latina all’Asia, al Medio
Bush sul problema della guerra, ma era volta Oriente, troppe forze, troppe componenti del
solo a perseguire gli stessi obiettivi con altri movimento antimperialista e di liberazione
“donne e giovani che lottate, Moussavi mezzi e soprattutto con un’immagine nazionale seminano e condividono l’illusione
differente. Il ritiro dall’Iraq è una vera e “Obama” e prendono “lucciole per
non è tuo fratello e non sta dalla vostra propria farsa, un’operazione di marketing;
130mila soldati americani restano in Iraq
lanterne”.
L’offensiva in Afghanistan giunge
parte... lottiamo con gli occhi aperti e pronti e sono del tutto attive le procedure
per interventi più massicci, per nuovi
“tempestiva” per togliere questa maschera.

con mete elevate” massicci bombardamenti ove il regime


iracheno fantoccio fosse minimamente a
Il governo di Berlusconi ha risposto
all’appello dell’imperialismo Usa di
appello del Partito Comunista d’Iran marxista-leninista-maoista rischio e ove la corsa per la rapina del aumentare truppe e impegno nella guerra
petrolio da parte delle multinazionali fosse in Afghanistan. Il naturale servilismo
messa in pericolo. fascista e straccione dei governanti
Le strade di Teheran si sono riempite per giorni di giovani, di ragazze e ragazzi, di masse, L’operazione avviata in Afghanistan con dell’imperialismo italiano trova oggi nella
in un moto di protesta contro il regime fascista islamico di Ahmadi Nejad. Il regime ha quasi il raddoppio delle truppe è la più coppia Berlusconi/La Russa degli interpreti
chiamato a raccolta tutto il suo apparato repressivo, articolato in forze di polizia e dell’esercito imponente dai tempi del Vietnam ed è tragici e farseschi che per accreditarsi verso
e in un ampio sistema di gruppi squadristici legalizzati appartenenti al tessuto complessivo un’operazione genocida e massacratrice nei il ‘nuovo imperatore’ si mettono
religioso, politico ed economico della dittatura teocratica, per schiacciare la rivolta. confronti delle masse afghane e delle loro ulteriormente al servizio di questa guerra di
Ma il movimento non è morto, lecca le sue ferite e mantiene alta la volontà di riproporsi ed rappresentanze. Vuol essere aggressione.
avanzare. Proletari comunisti sostiene criticamente questo movimento e fa appello ai un’occupazione a tenaglia di metà del Nuove truppe, nuove armi, nuove consegne
comunisti e alle forze antimperialiste del nostro paese a sostenerlo. territorio afghano che sfugge al controllo da ai soldati portano gli sciagurati soldati italiani
Il regime islamico di Ahmadi Nejad fa parte di quei governi che sono attualmente di entrambi i lati con la collaborazione a farsi truppa di complemento della nuova
ostacolo, non allineati, non ‘fantocci’ dell’imperialismo americano nell’area. dell’esercito pachistano il cui governo è fase della guerra.
Essere contro la guerra ancora non guerreggiata di aggressione che viene condotta divenuto ancora più filo imperialista ed Questo avviene con il silenzio-assenso
dall’imperialismo americano e dal suo fedele alleato, il regime sionista israeliano, contro efficiente nel servire gli interessi Usa, del dell’opposizione parlamentare, nel totale
l’Iran e il suo governo per il controllo del petrolio e geostrategico dell’area - l’Iran è anche regime corrotto di Musharaf. silenzio su quello che è un salto di qualità
l’indocile nesso tra Iraq e Afghanistan, teatro principale della guerra dell’imperialismo Le truppe imperialiste USA e delle altre della missione italiana - illegale e illegittima
Usa; essere contro il ricatto nucleare che viene fatto contro il governo iraniano; essere potenze occidentali sotto l’ombrello Nato si rispetto all’Art. 11 della Costituzione sin dal
contro le manovre di destabilizzazione che l’imperialismo senz’altro sviluppa per rovesciare erano già rese responsabili di massacri suo nascere - che ora diventa
questo governo; non può assolutamente far cambiare l’analisi della natura del regime durante questa sporca guerra di aggressione, partecipazione legalizzata mai decisa in
islamico iraniano e la necessità per il proletariato e le masse iraniane di rovesciarlo. ma quello a cui ora puntano è la “madre di queste forme neanche da quel simulacro di
La ribellione in Iran è nata in questa occasione dalla contesa elettorale truccata che ha tutti i massacri”. democrazia che è il parlamento.
portato alla sconfitta del candidato moderato del regime, Moussavi, spia dell’esigenza La presidenza Obama ha attivato subito Ma l’imperialismo italiano, i suoi generali e
interna alla stessa borghesia iraniana di modificare parte delle strutture statali e questa nuova fase ancora più cruenta della anche i suoi soldati, ormai in netta
dell’economia e delle dinamiche politiche parlamentari nel paese. Ma in questa protesta è guerra in Afghanistan per sfruttare la luna prevalenza mercenari, hanno una lunga
esplosa la ribellione dei giovani, dei settori intellettuali, dell’università in Iran. Ha ottenuto di miele post elettorale all’interno e l’apertura tradizione di specialisti in sconfitte a fronte
l’appoggio di settori delle masse ancora non mobilitate e si intreccia con gli scioperi degli di credito nell’intera area del Medio Oriente dei popoli oppressi in armi. “Chi semina
operai e dei lavoratori sia di carattere economico che di carattere politico. e nello scacchiere caldo dell’Afghanistan. vento raccoglie tempesta”, Nassyria
Il movimento composito di opposizione ha nelle sue fila forze differenti sociali e politiche, La strada del Vietnam è una strada lastricata insegna.
con obiettivi sociali e politici differenti. I comunisti sostengono coloro che vogliono andare d’inferno. Le direzioni attuali della resistenza Serve riattivare anche in questo campo un
oltre la riforma democratica della Repubblica islamica, che vogliono uscire dal recinto del popolo afghano non sono certo i reale movimento di opposizione. La sua parte
carcerario della Repubblica islamica, che vogliono un’autentica Repubblica democratica. comunisti vietnamiti, e questo è un fattore più estesa, compreso il grande movimento
E, nell’ambito di questo movimento, vanno conosciute e sostenute le forze comuniste, di debolezza del popolo afghano; ed è solo ‘No Dal Molin’, appare confusa e appiattita
operaie, che in dura clandestinità, hanno pagato un alto costo di vite umane nei 30 anni di questo fattore di debolezza che può in movimento antimilitarista o anti Basi, e
Repubblica islamica e che nel nuovo movimento nascente possono trovare spazio e forza, permettere attualmente un esito diverso dal parte di esso non esita a pensare e ad operare
organizzazione e riconoscimento. Vietnam dell’offensiva americana. affinchè Obama cambi qualcosa nella
In paesi imperialisti come il nostro chiaramente abbiamo un problema in più, l’imperialismo Ma il problema principale attuale non è politica delle Basi e nella Base Dal Molin.
Usa e il governo italiano si dichiarano contro la violenza del regime iraniano e a favore del ancora questo, è quello di smascherare il Pensiamo si tratti di speranze vane, e
movimento democratico. Ma è ben chiaro che lo fanno per i loro fini che sono quelli di, nuovo presidente che guida la politica riteniamo che oggi il movimento contro la
oltre che garantire i loro interessi geostrategici, fare affari con il regime della Repubblica imperiale americana. Negli Usa, come guerra, debba guardare più in là di Vicenza.
islamica con il Moussavi di turno, non certo di dare uno sbocco all’esigenza di democrazia sempre, saranno le perdite americane e i
e di trasformazione della gioventù e delle masse. colpi inflitti alle truppe di occupazione - i Via le truppe imperialiste italiane, serve e
Questo deve essere molto chiaro nel sostegno. Non si può scendere in piazza con chi non combinati con gli effetti della devastante alleate Usa, dall’Afghanistan!
unisce al sostegno alla ribellione in corso, la denuncia dell’azione dell’imperialismo e del crisi economica - a minare in tempi non Via il governo della guerra, neocoloniale e
nostro governo anti Iran. lunghi il consenso di cui la nuova presidenza moderno fascista!

Fiat Sata lo spettro dei 21 giorni consorzio ACM con esclusione delle aziende primo pretesto la Fiat non lo applica, nè lo
rispetta, il piano Fiat resta fondato sui
un altro modo di rispondere alla crisi. Un altro
modo di fare gli interessi operai a fronte del
Fiat è disponibile a farsi carico dell’assorbimento
La Ugl fa appello ai Prefetti di Potenza e Matera dei 13 interinali, a patto che vengano licenziamenti degli interinali e il solo utilizzo degli collaborazionismo, delle divisioni e dei “piedi in
perchè intervengano. Il Presidente della Regione tempestivamente tolti i blocchi e si proceda al operai degli altri stabilimenti, combinando due staffe” dei confederali, Fiom compresa.
Basilicata dichiara che la permanenza di una recupero produttivo”. I sindacati accettano. massima flessibilità con massima precarietà. E’ Gli operai da soli hanno costretto i sindacati a
situazione di tensione e difficoltà allo Il 4 giugno mattina si riprende a lavorare alla un accordo che non chiude affatto la lotta anzi seguirli, nonostante i loro ripetuti tentativi di
stabilimento nuoce clamorosamente al territorio Sata. La Confindustria grida vittoria e mette in la lascia aperta e la rilancia all’interno della Fiat sospendere la lotta, giorno dopo giorno, turno
e all’azienda. Tornano in aiuto dell’azienda i .
rilievo che l’accordo sta a dimostrare che la Sata, per scongiurare il licenziamento degli dopo turno gli operai hanno vinto e i sindacalisti
sindacati collaborazionisti di Pomigliano che solidarietà non esiste solo tra i lavoratori ma interinali che comunque si vuole fare al 31 luglio. che volevano bloccare la lotta hanno dovuto
dicono: “il punto è che essendo interinali la legge anche tra impresa e impresa. La Fiom dichiara: La lotta infatti non si ferma e continua e per accettare la sua continuità. Pur mettendo in
consente di farvi ricorso quando vuole e quindi “siamo di fronte ad un risultato positivo per i 70 contrastare quella parte dell’accordo che campo una piccola forza, hanno mostrato
si sa, a prescindere, che il contratto finirà. La precari del sito Fiat di Melfi. A seguito della lotta richiede il recupero della produzione perduta. l’eplosiva potenzialità di essa, dando un segnale
soluzione potrebbe essere (mentre si accettano dei lavoratori della ex Ergom e della Magneti La Fiat ha il via libera a un periodo in cui, sulla alternativo a tutto il gruppo Fiat e a tutta la classe
i lavoratori di Pomigliano) che appena si superi Marelli, durata dieci giorni e dieci notti, che ha base di quest’accordo, vuole imporre il massimo operaia.
la crisi questi abbiano la priorità ad essere determinato lo stop produttivo della Fiat Sata, i sfruttamento. Questi operai non hanno un sindacato di classe
assunti”. La linea di ‘guerra tra poveri’ e contro 70 lavoratori precari licenziati il 25 maggio ’09 Cionostante questa lotta non può essere che trasformi in linea, organizzazione stabile la
la lotta non potrebbe essere più chiara. sono stati riassunti dalle aziende dell’indotto di misurata solo con la bilancia di risultati tuttora loro lotta e i loro interessi di classe. Questo
Lo sciopero di Melfi arriva anche alla Fiat di Melfi attraverso anche la mobilità orizzontale”. non ottenuti. E’ comunque una grande lotta di problema non fu risolto nei ’21 giorni’ nè è stato
Termoli, anche qui gli operai scioperano contro Fuori tempo massimo arriva l’ultima controtendenza rispetto all’andamento generale risolto dopo i ’21 giorni’. Chi, come lo Slai cobas
l’arrivo di cassintegrati da altre città. provocazione da Mirafiori, la Fismic piemontese del Gruppo Fiat che vede prevalere per la linea per il sindacato di classe, ha provato a porlo in
I lavoratori interinali della Plastic Components e con un comunicato chiede che la produzione di portata avanti anche dalle segreterie sindacali - maniera progettuale e di organizzazione dal
della Sistemi Sospensioni si incatenano ai Melfi sia portata a Mirafiori, visto che lì è Fiom compresa - non la resistenza strenua ad basso, ha trovato la risposta congiunta di Stato,
cancelli della fabbrica. La Sata è nuovamente bloccata. Il presidente della Regione e un ogni passaggio dello scaricamento della crisi e padron Fiat, sindacalisti uniti, opportunisti,
bloccata. La direzione aziendale comunica il assessore si appropriano del merito della dei piani di Marchionne sui lavoratori, ma la demagoghi, per impedire che questo avvenisse.
“senza lavoro”. Gli operai comprendono la mediazione, ringraziano la Confindustria e, dato contrapposizione degli interessi di ciascun Ma ogni qual volta alla Fiat Sata si lotta, lo
‘partita in gioco’ e non cadono nella trappola che siamo in clima elettorale, il boss del PdL, stabilimento e la sollecitazione al governo. Qui, spettro riappare e l’esigenza torna a presentarsi.
Fiat. In mattinata una delegazione di operai della Viceconte, dichiara che la positiva conclusione invece, abbiamo avuto, anche con piccoli
Sata dice chiaro all’azienda “se la situazione della vertenza è avvenuta grazie all’intervento numeri, la lotta decisa dei lavoratori precari, la
degli interinali non si sbloccherà, bloccheremo del Min. Sacconi. solidarietà tra i lavoratori fissi e i lavoratori MATERIALI - reg. Trib. di Taranto n. 285/84,
le auto che vengono mandate dalla Fiat per la precari, l’unità e la solidarietà tra gli operai della variaz. 31.8.89 Dir. Resp. E. Palatrasio
realizzazione degli impianti a gas”. L’accordo. L’accordo prevede l’utilizzo fino al Sata e gli operai dell’indotto; la paralisi dello Abbonamenti: annuale •20, sostenitore • 50;
Intanto i 25 interinali della Plastic Components, 31 luglio ’09 di 32 operai interinali alla Magneti stabilimento, il blocco dei cancelli, i cortei interni, versamenti su c/c 10883742 intestato a
per cui era stata già decisa la proroga, non la Marelli, 25 interinali presso la ex Ergom e 13 la riapparizione forte e chiara del clima e della Materiali. Corrispondenza: Materiali, C.P.
firmano per solidarietà nei confronti dei 13. presso le altre aziende dell’indotto. Si tratta di prospettiva dei ’21 giorni’. 2290 TA/5 74100 Taranto
Alle 22,15 la Confindustria annuncia: “il una vittoria tutta apparente dei lavoratori, al Nella lotta vive embrionalmente un’altra linea e Videocomposto e stampato in proprio