Sei sulla pagina 1di 18

Pietro M ancuso Traduzione e qualche commento esplicativo allI ntroduzione della Sacra Scienza di Yukteswar Catanzaro 2001

I NTRODUZI ONE
Questa Kaivalya Darshanam (esposizione della Verit Ultima ) stata scritta da Priya Nath Swami, figlio di Kshetranath e Kadambini della famiglia Karar. Su richiesta,in Allahabad,del gran Precettore (M ahavatar Babaji), questa trattazione stata pubblicata, per il benessere del mondo verso, la fine del centonovantaquattresimo anno dell' attuale Dwapara Yuga . Lo scopo di questo libro di mostrare,il pi chiaramente possibile, che c' una essenziale unit in tutte le religioni; che non c' differenza nelle verit propugnate dalle varie fedi; che c' un metodo in cui il mondo, sia esteriore che interiore,si dispiegato e che c' una Meta contemplata da tutte le scritture. Queste basilari verit non sono facilmente comprese. Le discordie fra le differenti religioni e l'ignoranza degli uomini, rende quasi impossibile alzare il velo e dare un'occhiata a queste grandi verit. I vari credi alimentano uno spirito di ostilit e dissenso e l'ignoranza approfondisce l'abisso che separa un credo dall'altro. Solo poche persone particolarmente dotate possono sollevarsi aldisopra dell' influenza della loro professione di fede e riconoscere l'assoluta identit delle verit propagate da tutte le grandi religioni.

L'oggetto di questo libro di indicare l'armonia sottostante le varie religioni ed aiutare ad unirle insieme. Questo in verit una fatica d'Ercole, ma ad Allahabad io ne fui incaricato da I

un sacro comando. Allahabad, il sacro Prayaga Tirtha ,il luogo in cui confluiscono i fiumi Gange, Jamuna e Saraswati un luogo in cui al tempo del Kumbha mela uomini mondani e devoti dello spirito si raccolgono. Gli uomini del mondo non possono trascendere i limiti in cui hanno confinato s stessi; non possono i devoti dello spirito,avendo rinunciato al mondo, ritornare ad immergersi nella sua agitazione. Per gli uomini che sono completamente assorbiti nei loro affari terreni hanno bisogno di aiuto e di guida da parte di quei santi esseri che irradiano luce sull'umanit. Cos ci deve essere un posto dove l'unione fra le due posizioni (coscienziali) possibile. Tirtha offre un tal luogo di incontro. Situato come esso sulla spiaggia del mondo tumulti e lotte non lo possono toccare. I sadhus (asceti) con un messaggio per il benessere dell'umanit trovano il Kumbha Mela essere un luogo ideale per impartire l'istruzione a quelli che possono prestargli attenzione.

Un messaggio di tal natura fui incaricato di propagare in occasione di una mia visita al Kumbha Mela tenuto ad Allahabad nel gennaio del 1894. Mentre stavo passeggiando lungo l'argine del Gange fui convocato da un uomo e, dopo, fui onorato da un incontro con un santo e grande personaggio, Babaji, il Gurudeva del mio guru, Lahiri Mahasya di Banaras. Questo santo personaggio al Kunbha Mela divenne cos il mio paramguruji maharaj, bench quello fu il nostro primo incontro.

Durante la conversazione con Babaji parlammo della particolare classe di uomini che frequentano questi luoghi di pellegrinaggio. Umilmente io sugger che c'erano uomini di gran lunga pi intelligenti di quelli l presenti, uomini che vivevano in parti distanti del

II

mondo -Europa e America- professanti diversi credi,e, ignari del reale significato del Kumbha Mela. Uomini adatti a prendere contatto con devoti dello spirito, sebbene (la loro) intelligenza interessata per tali intellettuali in terre straniere aderiscono, aim, nella maggior parte dei casi, al materialismo. Alcuni di essi ,sebbene famosi per le loro indagini nel regno delle scienze e della filosofia, non riconoscono l'essenziale unit nella religione. I professati credi (e filosofie) servono come vicine e insormontabili barriere che minacciano di separare l'umanit per sempre.

Il mio Paramguruji maharaj sorrise e onorandomi con il titolo di Swami mi impose il compito di questo libro. Io fui scelto, non conosco la ragione del perch, per rimuovere le barriere e aiutare a stabilire le verit basilari in tutte le religioni.

Il libro diviso in quattro sezioni secondo le quattro fasi dello sviluppo della conoscenza. Il pi alto scopo della religione l'Atmajnanam, l'autoconoscenza, ma per raggiungere ci la conoscenza del mondo esterno necessaria. Perci la prima sezione del libro tratta del Veda, il Vangelo, e cerca di stabilire le verit fondamentali del creato e di descrivere l'evoluzione e l'involuzione del cosmo.

Tutte le creature, dalle pi alte (fino) a (quelle che occupano i livelli ) pi bassi (nella scala degli esseri) desiderano realizzare tre cose: Esistenza, Coscienza e Beatitudine. Questi scopi o mete sono il soggetto di discussione della seconda sezione del libro. La terza sezione tratta dei metodi per realizzare i tre scopi della vita. La quarta sezione parla delle rivelazioni date

III

da quei (saggi) che sono andati lontano nel realizzare i tre ideali della vita e che sono molto vicini alla destinazione.

Il metodo che ho adottato nel libro , prima, di enunciare una proposizione nella lingua sanscrita dei saggi dell'oriente, e, dopo, di spiegarla con riferimenti alle sacre scritture dell' occidente. In questo modo ho tentato di mostrare nel migliore dei modi che non c' reale discrepanza e, ancor meno, un reale conflitto fra l'insegnamento dell'est e dell'ovest. Scritto com' il libro, sotto gli auspici del mio Paramgurudeva e in un'et Dwapara di rapido sviluppo in tutte le branche del sapere, (nutro la) speranza che il suo significato non sar frainteso da coloro a cui destinato.

Una piccola discussione con calcoli matematici delle Yuga o et spiegher il fatto che l'attuale epoca del mondo la Dwapara Yuga e che 194 anni della Yuga sono adesso (1894 d.c.) passati portando un rapido sviluppo umana. nella conoscenza

Sappiamo

dall'astronomia

orientale che le lune girano attorno ai loro pianeti, i pianeti

IV

girando sui loro assi girano con le loro lune intorno al sole; come il sole, con i pianeti e le loro lune prendono alcune stelle per il loro centro di rotazione e girano intorno ad esso in circa 24.000 anni terrestri -fenomeno celeste che causa il movimento di retrocessione dei punti equinoziali intorno allo zodiaco. Il sole ha anche un altro moto per cui gira intorno un grande centro chiamato Vishnunabhi , che la sede del potere creativo,Brahma,il magnetismo universale.Brahma regola dharma, la virt mentale del mondo interiore. Commento Per intuire la portata di quello che lo Svami va dicendo necessario avere delle nozioni spicciole di astronomia. Se la mattina ci alziamo di buon'ora possiamo osservare un fenomeno celeste assai suggestivo e denso di valenze simboliche l'alba.

osservando il sole nella sua corsa diurna sulla volta del cielo notiamo che traccia un arco che ha il suo punto pi alto intorno a mezzogiorno e poi inizia a declinare dalla parte opposta al V

punto in cui sorge. Al tramonto osserviamo dove cala oltre l'orizzonte. Abbiamo individuato cos due dei quattro punti cardinali che servono all'uomo per l'orientarsi nei viaggi per terra e per mare: l'est , dove il sole sorge, e l'ovest,dove il sole tramonta. Se allarghiamo le braccia, in modo da formare una croce col corpo, e tendiamo il braccio destro verso l'est e il braccio sinistro verso l'ovest individuiamo gli altri due punti cardinali: di fronte a noi c' il nord e dietro il sud. La notte stende il suo nero mantello sul cielo avanzando dall'est e le stelle appaiono sempre pi numerose man mano che l'ovest inghiotte la luce. Il buio adesso pi fitto che mai rotto solo dalla fredda, tremolante e puntiforme luce delle stelle. Col passare delle ore notiamo che le stelle hanno un comportamento simile al sole cio sorgono e poi tramontano descrivendo un arco nel cielo. Se osserviamo con cura ci viene naturale immaginare la volta celeste come una sfera la terra come il suo centro e l'asse di rotazione della sfera risulta essere situato in direzione nord e avere una certa inclinazione rispetto al punto di osservazione. Il polo nord celeste notiamo che v a cadere in prossimit di una stella della costellazione del piccolo carro, agli antipodi invece i manuali di astronomia ci dicono che il polo sud celeste cade presso la costellazione croce del sud. Trovare la polare senza stare ad osservare il moto stellare per delle ore alquanto semplice basta individuare nel cielo l' Orsa maggiore o Grande carro per poi prolungare una delle ruote fino ad incontrare l'Orsa minore. Il piano ortogonale (cio che interseca con un angolo di 90 gradi) all'asse del mondo, che rappresenta sia l'asse di rotazione della terra su s stessa sia individua il poli celesti analogamente all'asse nord sud terrestre, viene detto equatore celeste. Abbiamo in questo modo tracciato un sistema di riferimento nella sfera celeste. Il percorso diurno del sole riveste una certa importanza perch la cosiddetta via dei pianeti in quanto, di notte, in prossimit dell'arco da esso descritto nel cielo possibile distinguere ad occhio nudo, chi ha la vista buona, sei dei pianeti pi vicini alla terra oltre la luna che un satellite della terra.intorno all'eclittica,cos chiamata la via dei pianeti, si distende lo zodiaco. Lo zodiaco non altro che l'arco dell'eclittica diviso in settori di trenta gradi nei quali si dovrebbero individuare i gruppi stellari che la tradizione ci ha tramandato con i nomi famosi di Capricorno, Acquario, Pesci ecc... . Tutto il discorso precedente fatto dal punto di vista geocentrico, cio da un punto di vista degli effetti. Se noi ci prendiamo la briga di guardare un Albero delle Sephiroth, che anche un modello planetario, vediamo che il centro dell'albero non Malkuth, la terra, ma Tiphereth, il sole. Galileo del resto quando ipotizzo il modello eliocentrico fu ispirato da una antica autorit i pitagorici e soprattutto dal tre volte grande Hermes. L'iniziato non dovrebbe avere problemi a capire che il geocentrismo una visione peculiare all'individuazione mentre l'eliocentrismo tipico di chi si emancipa dal senso dell'io e riscopre il S, Sole spirituale, che al centro di s illumina l'anima. Tra le altre cose l' Albero sephirotico non va visto in modo statico ma dinamico come la vita , come i rapporti angolari fra i pianeti che governano, dicono gli astrologhi la persona. La terra il luogo delle precipitazioni ed da questo punto di vista che il modello geocentrico valido cosa che osservando l'Albero della Vita balza subito agli occhi . Questa meccanica celeste connessa con dei momenti particolari dell'anno che sono gli VI

Equinozi e i Solstizi. La durata del giorno e della notte non uguale ,alle nostre latitudini, in tutti i periodi dell'anno ma varia. Il giorno sopravanza la notte nel periodo estivo e nel periodo invernale la note dura pi del giorno, il trapasso dall'una all'altra fase graduale e ci sono due punti di equilibrio in cui le ore di luce e quelle di tenebre sono uguali. I momenti dell'anno in cui questa eguaglianza viene raggiunta sono due e si chiamano Equinozi. I due momenti dell'anno in cui il divario luce oscurit raggiunge il suo massimo vengono detti Solstizi. Pi esattamente il ventuno Marzo , equinozio di primavera, vede la luce eguagliare le tenebre. Man mano che ci si avvicina al 21 giugno, solstizio di estate, sopravanzarla: il giorno dura pi della notte. Nel solstizio d'estate si ha il giorno pi lungo dell'anno e la notte pi corta . Nel solstizio di estate dunque la luce raggiunge il suo massimo sopravanzo rispetto alla notte. Dopo il 21 giugno l'equilibrio va a restaurarsi le giornate si accorciano. Il 23 settembre,equinozio d'autunno, le tenebre eguagliano la luce la notte dura quanto il giorno. Da questo momento in poi la tenebra erode spazio alla luce, sempre di pi fino al 22 dicembre data in cui la tenebra ha il massimo sopravvento sulla luce il famosissimo e carico di ancestrale significato solstizio di inverno la notte pi lunga dell'anno . La luce riguadagna terreno rispetto alla tenebra fino al prossimo equinozio e il celeste dramma si ripeter fino a quando i cardini del mondo ormai logori non cederanno e ... L'Amor che move le celesti sfere non riassorbir il cosmo giunto al suo declino. Passando dal sistema geocentrico a quello eliocentrico. Nel moto di rivoluzione della terra intorno al sole l'asse terrestre si dovrebbe spostare parallelamente a s stesso ma questo non vero si sposta leggermente e l'effetto un moto millenario che vede spostarsi in tondo i poli celesti adesso il polo nord cade vicino a una stella della costellazione del piccolo carro ma si sta allontanando. Approssimativamente dodicimila anni f la polare era la stella Vega fra altri dodicimila lo sar di nuovo (il movimento secondo i moderni astronomi di circa ventiseimila anni). Questo moto millenario dei poli celesti provoca la cosiddetta precessione degli equinozi.

VII

Il 23 settembre, l'equinozio di autunno, quando la tenebra eguaglia la luce, quando il sole sorge da terra visto cadere in una porzione di cielo che corrisponde ad uno dei segni zodiacali che nel corso del ciclo, di 24000 anni secondo il Manudharmashastra e secondo Svami, varia. La coincidenza dell'equinozio di autunno con il sole che cade nel primo grado della costellazione dell'ariete, il Vishnunabhi, visto dallo Svami come l'inizio della Satya Yuga, . La sfasatura del punto dello zodiaco in cui cade il sole nell' equinozio di autunno rispetto al primo grado dell'ariete un indice di quale epoca cosmica viviamo. Mi si consenta a questo punto una digressione Sri Yukteswar non solo conscio dello sfasamento fra segno zodiacale e costellazione ma se ne serve per i suoi calcoli, nella moderna astrologia occidentale invece il fenomeno viene ignorato sistematicamente ,viene ricordato solo dai detrattori dell'astrologia che rinfacciano agli astrologhi il fatto che continuano a vedere il 21 marzo, solstizio di primavera, il sole entrare nel segno dell'ariete quando invece ,attualmente, nella costellazione dei pesci.

Quando il sole nella sua rivoluzione intorno al suo centro di rotazione arriva al luogo pi

VIII

vicino a questo grande centro ,la sede di Brahma (un evento che si verifica quando l'equinozio di autunno cade nel primo punto dell'ariete), dharma, la virt mentale,diventa cos sviluppata che l'uomo pu comprendere tutto ,persino i misteri dello Spirito.

L'equinozio di autunno cadr, all'inizio del ventesimo secolo, fra le stelle fisse della costellazione della vergine e nella prima parte dell'ascendente Dwapara yuga. Dopo 12.000 anni, quando il sole occupa il posto nella sua orbita pi lontano da Brahma ,il grande centro (evento che si realizza quando l'equinozio di autunno sul primo punto della bilancia), Dharma, la virt mentale, viene ridotta a tal punto che l'uomo non pu concepire niente oltre la creazione materiale grossolana.Ancora ,nello stesso modo, quando il sole nel corso della sua rivoluzione inizia ad avanzare verso il posto pi vicino al suo sviluppo; questa crescita gradualmente completata in altri 12.000 anni.

Ciascuno di questi periodi di 12000 anni portano un completo cambio sia nel mondo materiale esterno,sia interiormente nel mondo intellettuale o elettrico ed chiamato uno dei Daiva Yuga o Coppia Elettrica. Cos in un periodo di 24.000 anni il sole completa la rivoluzione intorno al suo centro di rotazione e conclude un ciclo elettrico di 12.000 anni in un arco discendente.

Lo sviluppo di dharma, la virt mentale, per graduale ed divisa in quattro differenti fasi in un periodo di 12.000 anni. Il periodo di 1200 anni durante il quale il sole passa

IX

attraverso la porzione di un ventesimo della sua orbita chiamato Kali Yuga. Dharma, la virt mentale, allora nella sua prima fase e solo un quarto sviluppata; l'intelletto umano non pu comprendere nientaltro oltre (l'aspetto) grossolano materiale di questa sempre cangiante creazione, il mondo esterno.

Il periodo di 2400 anni durante i quali il sole passa attraverso la porzione dei due ventesimi della sua orbita chiamata Dwapara yuga.Dharma, la virt mentale, allora nella seconda fase di sviluppo ed completa per la met ;l'intelletto umano pu comprendere le materie sottili o le elettricit e i suoi attributi che sono i principi creatori del mondo esteriore.

Il periodo di 3600 anni durante il quale il sole passa attraverso i tre ventesimi della sua orbita chiamato Treta Yuga. Dharma, la virt mentale, allora nella sua terza fase; l'intelletto umano diventa capace di comprendere il divino magnetismo,la sorgente di tutte le forze elettriche da cui la creazione dipende per la sua esistenza.

Il periodo di 4800 anni durante il quale il sole passa attraverso i rimanenti quattro ventesimi della sua orbita chiamato satya Yuga. Dharma, la virt mentale, allora nella sua quarta fase e completa il suo sviluppo, l'intelletto umano pu comprendere tutto, persino Dio lo spirito trascendente questo mondo visibile.

Manu, un grande Rishi (saggio illuminato) del Satya Yuga descrive (questi cicli) pi chiaramente nel seguente passo della sua Samhita :

Quattromila anni,essi dissero, la Krita Yuga (Satya Yuga o l' "Et d'oro" del mondo). I l suo crepuscolo ha la stessa durata per di centinaia, il suo periodo di tramonto della stessa ampiezza (cio,400+4000+400=4800). Nelle altre tre epoche, coi loro crepuscoli e tramonti, le migliaia e le centinaia decrescono di uno ( cio 300 + 3000 +300=3600; ecc...). Quel quadruplice ciclo comprendente 12000 anni chiamato Et degli Dei. La somma di un migliaio di et divine costituisce un giorno di Brahma; e della stessa ampiezza la sua notte. La durata della Satya Yuga di 4000 anni ;i 400 anni prima e dopo la Satya Yuga vera e propria sono le sue sandhis o periodi di trapasso dalla precedente alla successiva Yuga: perci 4800 anni in tutto l'appropriata eta della Satya Yuga. Nel calcolare il periodo delle altre Yuga e Yugasandhis bisogna sottrarre il numerale uno sia dalle migliaia sia dalle centinaia che indicano il periodo del precedente Yuga e sandhis. Da questa regola appare che 3000 anni l'ampiezza della Tetra Yuga e i 300 anni che la precedono e (i 300) che la seguono le sue sandhis, il periodo di mutazione, (il tutto) f un totale di 3600 anni.

Cos 2000 anni l'et della Dwapara Yuga,con 200 anni prima o dopo come suoi sandhis;un totale di 2400 anni.Infine 1000 anni l'ampiezza della Kali Yuga,con 100 anno prima e dopo come suoi sandhis un totale di 1200 anni.Cos 12000 anni ,la totale somma di tutti i periodi di queste tre Yuga l'ampiezza di uno dei Daiva Yugas o Coppia Elettrica,due delle quali,cio 24000 anni fa il ciclo elettrico completo.

Dal 11.501 prima di Cristo,quando l'equinozio di autunno era sul primo punto dell'Ariete,il sole inizi ad allontanarsi dal punto della sua orbita pi vicino al grande centro verso il punto pi lontano da esso,e conseguentemente il potere intellettuale dell'uomo inizi a diminuire.Durante i 4800 anni cui il sole pass attraverso una delle coppie satya o un 4/20 esimo della sua orbita,l'intelletto umano perse insieme il potere di raggiungere la conoscenza XI

spirituale.Durante i 3600 anni seguenti,in cui il sole pass attraverso la Discendente Tetra Yuga,l'intelletto gradualmente perse tutto il potere di raggiungere la conoscenza del magnetismo divino. Durante i 2400 anni che seguirono ,mentre il sole passava attraverso la discendente Dwapara Yuga, l'intelletto umano perse il potere di raggiungere la conoscenza della elettricit e dei suoi attributi. In 1200 anni ancora il sole passando attraverso la discendente Kali Yuga e raggiunto il punto della sua orbita che il pi lontano dal grande centro ;l'equinozio di autunno fu sul primo punto della bilancia.Il potere intellettuale dell'uomo diminu a tal punto che non poteva comprendere molto (it could no longer) oltre la materia grossolana della creazione.Il periodo attorno il 500 dopo Cristo fu cos la parte pi oscura della Kali Yuga e dell'intero periodo di 24000 anni .La storia in verit mostra l'accuratezza di questi antichi calcoli dei rishi indiani e ricorda l'ampiezza della ignoranza e delle sofferenze in ogni nazione in quel periodo.

Dal 499 d.C. in poi il sole inizi ad avanzare verso il grande centro,e l'intelletto dell'uomo inizi gradualmente a svilupparsi.Durante i 1100 anni dell'ascendente Kali Yuga che ci porta al 1599,l'intelletto umano fu cos denso che non pot comprendere l'elettricit, Sukshmabhuta,la materia sottile della creazione.Anche nel mondo politico,generalmente parlando,non ci fu pace in nessun regno.

Susseguente a questo periodo,quando i 100 anni di transizione del sandhi del Kali Yuga iniziarono a unirsi con la seguente Dwapara Yuga ,l'uomo inizi a notare l'esistenza della materia

XII

sottile,panchatanmatra o gli attributi dell'elettricit;e la pace politica inizi ad essere ristabilita.

Intorno al 1600 William Gilbert scopr le forze magnetiche e osserv la presenza dell'elettricit in tutte le sostanze materiali.Nel 1609 Keplero scopr importanti leggi nell'astronomia e galileo fabric il telescopio .Nel 1621 L'olandese Drebbel invent il microscopio.Intorno al 1670 Newton scopr le leggi della gravitazione.Nel 1700 Thomas Savery usa un motore a vapore per sollevare dell'acqua.Venti anni dopo Sthephen Gray scopre l'azione dell'elettricit sul corpo umano.

Nel mondo politico la gente inizi ad avere rispetto per S stessi e la civilt avanzo in molti modi.L'Inghilterra si un con la Scozia e divenne un potente regno.Napoleone Bonaparte introdusse il suo nuovo codice legale nel sud europa.L'America conquist la sua indipendenza e molte parti dell'europa furono in pace.

Con l'avanzare della scienza il mondo inizi ad essere coperto con rotaie e fili telegrafici.Con l'aiuto dei motori a vapore,macchine elettriche e molti altri strumenti ,la materia sottile fu impiegata in usi pratici,sebbene la sua natura non fu chiaramente intesa..Nel 1899 sul completamento del periodo di 200 anni del Dwapara Sandhi, il tempo di mutazione,il vero periodo del Dwapara Yuga di 2000 anni comincer e dar alla specie umana la perfetta comprensione dell'elettricit e dei loro attributi.

XIII

Tale la grande influenza del Tempo che governa l'universo.L'uomo non pu vincere questa influenza eccetto colui che,benedetto con puro amore,da doni di natura celeste,diventa divino;essendo battezzato nel sacro flusso del Pranava (la santa vibrazione dell'aum )egli comprende il regno di Dio.

La posizione del mondo nella era Dwapara Sandhi al presente (D.C. 1894) non mostrata correttamente negli almanacchi ind.Gli atronomi e gli astrologi che hanno calcolato gli almanacchi sono stati guidati da una erronea annotazione di certi studiosi di sanscrito (come Kulluka Batta) dell'oscura era del Kali Yuga,e adesso mantengono che l'ampiezza della Kali Yuga di 432.000 anni di cui 4994 sono (nel 1984 D.C.) sono passati,lasciando ancora rimanere 427.006.Una triste prospettiva e fortunatamente non vera.

L'errore si intrufol (crept) negli almanacchi per la prima volta intorno al 700 A.C. durante il regno di Raja Parikshit, giusto dopo il completamento dell'ultimo discendente Dwapara Yuga. A quel tempo Maharaja Yudhisthira,rilev l'apparizione dell'oscura Kali Yuga ,posto sul suo trono il nipote ,il suddetto Raja Parikshit.Maharaja Yudhisthira insieme con tutti gli uomini saggi della sua corte si ritir sulle montagne dell'Himalaya,il paradiso del mondo.Cos non ci fu nessuno nella corte di Raja Parikshit che poteva capire il principio del corretto calcolo delle diverse Yuga.

Perci,dopo il completamento dei 2400 anni dell'allora corrente Dwapara Yuga nessuno os fare l'introduzione della tenebrosa Kali Yuga pi manifesta per iniziare a calcolare dal suo

XIV

primo anno e fissare una fine al numero degli anni Dwapara.

Secondo questo sbagliato metodo di calcolo,perci ,il primo anno del Kali Yuga fu numerato 2401 insieme con l'et Dwapara.Nel 499 D.C.,quando 1200 anni,dell'ampiezza della vera Kali Yuga,fu completato e il sole raggiunse il punto della sua orbita pi lontano dal grande centro (quando l'equinozio di autunno era sul primo punto della Bilancia nei cieli),l'et di Kali nel suo periodo pi tenebroso fu numerato con 3600 anni invece di 1200.

Con l'inizio dell'ascendente Kali Yuga,dopo il 499 D.C. ,il sole inizi ad avanzare nella sua orbita vicino al grande centro ,e conseguentemente il, potere intellettuale dell'uomo inizi a svilupparsi.Perci gli errori negli almanacchi iniziarono ad essere notati dagli uomini saggi del tempo che trovarono che i calcoli degli antichi rishis avevano fissati il periodo di una Kali Yuga a 1200 anni soltanto.Ma come l'intelletto di questi uomini saggi non era ancora convenientemente sviluppato essi trovarono solo l'errore in s e non la sua ragione.Per riconciliare essi fantasticarono che i 1200 anni,la reale ampiezza della Kali Yuga,non erano realmente anni ordinari terrestri,ma erano cos molti anni daiva ("anni degli dei"),consistenti di 12 mesi daiva di 30 giorni daiva,con ciascun giorno daiva uguale a un'anno solare ordinario della nostra terra.Perci secondo quegli uomini 1200 anni della Kali Yuga dovrebbero essere eguali a 432000 anni della nostra terra.

Per venire alla giusta conclusione,comunque ,noi abbiamo preso in considerazione la

XV

posizione dell'equinozio di primavera nella primavera dell'anno 1894.

I libri delle referenze astronomiche mostrano che l'equinozio di primavera adesso a 20 54' 36" distante dal primo punto dell'ariete (la stella fissa Revati),e calcolando risulter che 1394 anni sono passati dal momento che l'equinozio di primavera inizi a retrocedere dal primo punto dell'ariete. Deducendo 1200 anni (la durata dell'ultimo ascendente Kali Yuga) da 1394 anni noi otteniamo 194 che indica l'entrata nel mondo nell'ascendente Dwapara Yuga.Gli errori degli antichi almanacchi saranno cos spiegati chiaramente quando noi aggiungiamo 3600 anni a questo periodo di 1394 anni ottenendo 4994 anni - che si accorda alla prevalente erronea teoria rappresentante il presente anno (1894 D.C.) negli almanacchi ind.

(Riferendosi al diagramma dato in questo libro,i lettori vedranno che l'equinozio di autunno adesso (1894 D.C.) cadente fra le stelle della costellazione della vergine,e nell'ascendente Dwapara Yuga.)

In questo libro alcune verit come quelle sulle propriet del magnetismo della sua aurea,delle differenti specie di elettricit ecc... sono state menzionate sebbene la moderna scienza non li ha ancora pienamente scoperte.Le cinque specie di elettricit possono essere facilmente capite se uno vuole dirigere la sua attenzione alle propriet dei nervi.che sono di natura puramente elettrica.Ciascuno dei cinque nervi sensori ha sue caratteristiche e unica funzione da eseguire.Il nervo ottico porta luce e non esegue la funzione dell'auditorio o degli

XVI

altri nervi; l'auditori a sua volta porta solo il suono,senza eseguire le funzioni degli altri nervi e cos via.Cos chiaro che ci sono cinque specie di elettricit corrispondenti alle cinque propriet dell' energia cosmica.

Per quanto le propriet magnetiche sono correlate il potere di afferrarle dell'intelletto umano al presente cos limitato che il tentativo di far capire l'argomento al pubblico generale sarebbe del tutto inutile.L'intelletto dell'uomo nella Tetra Yuga comprender gli attributi del magnetismo divino ( la prossima Tetra Yuga inizier nel 4099 D.C.) Ci sono in verit personaggi adesso viventi e eccezionali che superando le influenze del

Tempo,possono afferrare oggi quel che la persona ordinaria non pu raggiungere;ma questo libro non per quei ammirevoli (exalted) personaggi che non hanno bisogno di esso.

Nel

concludere

questa

introduzione,noi

possiamo

osservare

che i

differenti

pianeti,esercitando la loro influenza sopra i vari giorni della settimana ,hanno dato i loro nomi ai loro rispettivi giorni ;similarmente le differenti costellazioni di stelle hanno

influenza sopra vari mesi,e hanno dato il loro nome ai mesi Hindu .Ciascuna delle grandi Yuga ha molta influenza sopra il periodo di tempo coperta da essa,perci nel designare gli anni desiderabile che tali periodi siano indicato a quale Yuga appartengono.

Come i Yuga sono calcolati dalla posizione dell'equinozio,il metodo di numerare gli anni in riferimento al loro rispettivo Yuga basato su un principio scientifico; il suo uso eviter molti inconvenienti che sono sorti nel passato dovuto alla associazione delle varie ere con

XVII

eminenti persone piuttosto che con fenomeni celesti delle stesse fisse.Noi perci proponiamo di chiamare e numerare l'anno in cui questa introduzione stata scritta come 194 Dwapara ,invece di 1989 D.C. per mostrare l'esatto periodo del Yuga che passato.Questo metodo di calcolo fu prevalente in india fino al regno di Raja Vikramaditya,quando l' era Samvat fu introdotta.Siccome il metodo del calcolo dei Yuga a ragione si raccomanda da solo noi lo seguiamo e raccomandiamo il pubblico in generale di seguirlo.

Adesso,in questo 194 anno della Yuga Dwapara,l'et oscura di Kali da lungo tempo passata,il mondo raggiunge conoscenza spirituale e l'uomo domanda amore l'uno per l'altro.La pubblicazione di questo libro chiestami dal mio santo paramguru maharaja Babaji vuole essere,io spero,un servizio spirituale.

XVIII

Interessi correlati