Sei sulla pagina 1di 124

Pagina 1 di 124

Esiste un solo vero potere sulla Terra e ci assolutamente ostile, tuttavia non il peggior nemico: il pi temibile la nostra imbecillit. Persino, peroriamo e glorifichiamo chi ci tortura e strazia.

25 ottobre 2013
Prima edizione 28 marzo 2013

INTRODUZIONE Vi sarete pi volte domandati il perch di tanto male e tanta ingiustizia su questo pianeta, perch esistono abissali differenze sociali, le mafie e le guerre, perch la violenza non ha mai fine, e cos l'odio e le malattie. Il guaio che potrete chiedervelo ancora all'infinito e senza afferrarne i motivi, finch non capirete quanto la "logica corrente" infida e fuorviante. Per deduzione razionale vi sar probabilmente difficile credermi, ma se il nostro pianeta ci regala una copiosa negativit, per via di un lavoro perfettamente pianificato, di un "potere" che opera nell'ombra. Dietro a quanto di avverso e malevolo si crede addirittura "naturale", si cela la regia di una dominazione, mossa da grandissimo interesse ad alimentare i nostri mali, e per garantirsi tale risultato, ci fa cadere nell'ignoranza e nell'ipnosi pi profonde. E' cos che mentre crediamo di avere cognizione della vita, inseguiamo illusioni e favole, per ritrovarci infine, ammassati in ghetti concettuali, a calcare il terreno di un immenso allevamento da macello. Viviamo da pecore, mucche e galline, intenti a esprimerci, nei nostri opprimenti recinti, in un crescendo di becera irragionevolezza. Facilmente penserete che stia vaneggiando, in particolare se certe cose non vengono denunciate dai giornali, o dai politici, o dalla cultura. Ossessioni dunque, perch altrimenti la popolazione avrebbe gi capito e saprebbe come stanno le cose? Beh, cosa disse Winston Churchill? "Per puro caso l'uomo inciamper nella verit ma il pi delle volte s'alzer e continuer per la sua strada". E Bertrand Russell? Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa, non per nulla una prova che non sia completamente assurda. Anzi, considerata la stupidit della maggioranza degli uomini, pi probabile che un'opinione diffusa sia cretina anzich sensata. Purtroppo, la stupidit ci rappresenta oltre ogni immaginativa, tant' che su questa nostra particolarit si sofferm anche Albert Einstein: Conosco due cose infinite: luniverso e la stupidit umana, ma della prima non sono certo. Per l'appunto, grazie a quel difettuccio cos agilmente e vivacemente espresso, che le persone hanno accettato l'idiozia credendola "verit e ragione". Hanno deformato il modo di percepire le cose a tal punto, che a far presente la situazione, anzich prenderne coscienza, DIFENDONO FURIOSAMENTE L'ALLUCINAZIONE. Si animano per dimostrarmi che quel perimetro recintato nel quale sono rinchiuse, ingombro di viscido fango e nauseabondo sterco, il loro stupendo e amato habitat, s'infiammano per dimostrarmi che il filo spinato serve a proteggerle dai pericoli esterni, che quella stanza l in fondo al cortile, pregna dell'odore di viscere e sangue, indispensabile allo sviluppo, al progresso e al benessere dell'allevamento. Lottano persino con denti e unghie, per salvaguardare la schiavit cui sono abituate. Non vogliono rendersi conto che tutto creato per intontirci e non farci accorgere di essere indirizzati verso il delirio e lorrore; che IL DOMINIO, OLTRE A ESISTERE, HA PROPRIO QUEL FINE. Poco mi stupirebbe d'essere accolto come pazzo quando la pazzia, invece, governa le persone che vivono in tanta "normalit", accettando una visuale profondamente distorta e pure, facendosi cos ferocemente ingannare. Riferendosi a questa "ordinaria" assurdit, i matti, quelli che una volta stavano rinchiusi, dicevano che la scritta manicomio era posta allesterno, intendendo che la vera grande infermit mentale fosse tutta l fuori. Avevano ragione, la follia padrona del mondo.

Pagina 2 di 124 Basti pensare che il sistema occulto, tappezza la nostra vita di messaggi che non afferriamo. Non sappiamo leggere la realt ma siamo arciconvinti di conoscerla In conseguenza di ci, molti dei miei tentativi di spiegare il nostro mondo sono stati sconfortanti. Tanti, accolti con irrisione. Questo mi ha fatto spesso pensare che non esista rimedio e l'umanit, abbia quello che si merita. Che per i cervelli da "caprone" non si possa far nulla e l'unica, sia abbandonarli al loro destino. Che tanto, se nulla cambier, a breve giungeranno a godersi pienamente il delirio che loro stessi, conformandosi, sostengono; arriveranno ad assaporare intensamente, tutte le pi sottili sensazioni offerte da quella stanza, l in fondo al cortile; faranno pagare ai figli, il conto salatissimo della loro smisurata stoltezza. Se non ci sveglieremo, ci attenderanno dolore, atrocit e schiavit, PERCH COS STATO PROGRAMMATO! Fortunatamente, non tutti sono stupidi DOC. Esistono persone un po' stordite dalla vita ma con un quoziente percettivo e di sensibilit, pi elevato della massa. Persone anche, che a dispetto di un mondo arido e meschino, si sono mantenute umane. E' per quelli che ancora possiedono cuore e anima e non meritano di pagare il conto a un manipolo di VAMPIRI, che ho deciso di raccontare l'assurda realt. Accompagner quanti si sentiranno in dovere di SVEGLIARSI, nei retroscena del gioco di prestigio pi incredibile e sofisticato che si possa concepire, e nellallucinazione della quale la massa cos preda, da non poterla nemmeno sospettare. Quella realt, alla quale nessuno finora, ci ha posto di fronte per intero, perch, il "sistema" non vuol essere scoperto. Questo significa che si compra il silenzio di chi sa, manipola quanto potrebbe svegliarci, e zittisce quelli che sapendo, cercano cocciutamente di parlare. Pure leditoria e i canali ufficiali dellinformazione gravitano "sotto il controllo". Da qui la necessit di presentare il resoconto in formato PDF. Credo che per alcuni sar seccante informarsi ma pur sempre un sacrificio insignificante se confrontato con i rischi che si corrono. Lo scenario che v'illustrer greve ma il futuro dipende essenzialmente dalla nostra volont di capire. Addirittura, DIVENTANDO COSCIENTE, L'UMANIT POTREBBE TRASFORMARE LA TERRA IN UN PARADISO. Non avete pertanto scuse, tipo: "preferisco essere all'oscuro", o "fatico a leggere dal monitor" o, "non ho tempo". E' solo la consapevolezza che pu innescare un irrinunciabile cambiamento e strappare voi e chi amate, a un futuro nefasto. Viceversa, si diventa complici di chi produce i mali di questo mondo. Se deciderete di seguirmi, vi racconter come si svolge la fregatura e ci che la gente "NON DEVE SAPERE". Vi riveler chi, come e perch ha sferrato un vero e proprio attacco all'umanit. DI QUANTO DICO, FORNIR LE PROVE. Ne ho racimolate a sufficienza, per far aprire gli occhi a chi non si del tutto perso nelle suggestioni del sistema.

Capitolo 1 TEATRO TRUMAN Il totalitarismo, che molti pensano appartenere a realt lontane, padrone della nostra vita. Nel mondo non esiste paese "democratico" che non faccia patire al cittadino un'assoluta dittatura. E' solo ben camuffata. Quel "semi invisibile" sistema di potere, attraverso l'uso congiunto d'azioni difficilmente opinabili, perch sorrette da motivazioni infidamente "coerenti", e da un imponente flusso d'influenze, ci indirizza in percorsi decisi l in alto, senza che ci si accorga dell'inganno perfettamente congegnato. Un inganno cos profondamente infiltrato, da diventare guida di ogni pi piccolo gesto quotidiano e intimo pensiero. Farcendoci seguire la sua sottile, ma avvolgente e potente corrente "logica", ci indirizza millimetricamente, al punto di INDURCI A PENSARE, FARE E PROVARE CI CHE VUOLE! E' cos che ci mantiene rinchiusi nel pi perfetto istituto di detenzione mentale, a inneggiare alla nostra condizione di illusoria libert, quindi, nell'incondizionata incoscienza. Non solo. Il meccanismo della coerenza costruita, oltre a farci incedere nella follia, ha pure la funzione di renderci difensori della "logica" e quindi, protettori della trappola. Non approfondir subito questo meccanismo indotto di "tutela della fregatura" che tratto ai capitoli 3, "LUMINOSA PAZZIA" e 4, "LA MEGACATENA", e lo cito solo perch tale influsso, mi rende tutto pi complicato. In conseguenza della malata impalcatura logica che sorregge il ragionamento medio, ci che governa il mondo, risulta difficile anche da mettere in luce e raccontare, costringendomi a esporre per piccoli passi quella realt che, se le persone non fossero ipnotizzate, nemmeno avrebbe motivo di essere spiegata.

Pagina 3 di 124 Chi per ha iniziato a leggere, credo sia ben intenzionato a capire e pertanto, anche disposto a seguirmi per alcuni capitoli, nell'osservazione del gioco messo in atto per intorpidire il nostro senno, limitare la nostra capacit di pensare autonomamente, condurci all'accettazione dell'insensatezza. Naturalmente, non far mancare riferimenti tangibili, ma prima di arrivare a questi ed esporveli, ritengo indispensabile farvi riflettere sui modi usati per soggiogarci e privarci di un libero ragionamento. E' facile che vi troviate sconcertati di fronte a quanto sto prospettando, e il motivo da identificarsi (anche), nel fatto che il sistema ci altera la prospettiva gi da bambini, quando "tutto pu essere preso per vero" e perfettamente accettato. La distorsione del nostro campo visivo, giustappunto, frutto di un lavoro ad ampio respiro. Da bambini ci raccontano pure, che saremo noi a costruire il mondo del futuro. Adesso pensateci: qualcuno di voi ci riuscito? Chi mai pu costruire un mondo diverso se nel percorso di umani, dobbiamo sottometterci a una gerarchia? La societ non la facciamo certo noi. Da adulti, quantomeno, dobbiamo rispondere a dei capi che a loro volta hanno dei capi, che a loro volta sono sottomessi ai propri capi. Ci pieghiamo a quelli che decidono le nostre sorti, e hanno raggiunto la poltrona seguendo lo stesso iter delladattamento, del condizionamento, chinandosi alle volont di superiori e regole. Vivere in comunit, infatti, include laccettazione di barriere (norme) che delimitano il nostro campo di manovra. A volte da queste siamo strettamente obbligati, altre volte si pongono come potente suggerimento, per indicarci il modo pi idoneo di pensare e di comportarci. A vincolarci, non sono soltanto codici e leggi che crediamo necessarie per il buon funzionamento della societ: soccombiamo anche a molteplici influenze concettuali e di pensiero, che incidono sulle nostre reazioni psicologiche e quindi sulle nostre azioni. In tali influssi ci troviamo risucchiati anche solo per condizionamento, per paura, per limitatezza o anche per emulazione. Giusto a titolo desempio, sottostiamo allobbligo di pagare le cartelle esattoriali ma ci presentiamo per un colloquio di lavoro, piegati a canoni comunemente accettati di buon comportamento e bella presenza. Nessuno li impone, ma a esimerci dal presentarci bene, rischiamo di non essere assunti. La mancanza di alternative un obbligo. Da simili suggerimenti siamo oberati. Pur senza trovarle scritte in un vero e proprio codice societario, ci atteniamo anche alle regole di mercato (chi non le fa sue rimane "tagliato fuori"), imposte dagli interessi delleconomia, del profitto, della competitivit, della concorrenza, del consumismo e conseguentemente delle mode. Il martellante e asfissiante tuonare della pubblicit, non altro che una delle tante visibili azioni del sistema, sulla vita di tutti i giorni. Questa ha la funzione di accendere, modificare e dirigere i desideri della gente, ed una risultante, e allo stesso tempo motore, di quellonda vorticosa di gingilli e servizi (cellulari, computer, internet, TV, auto), di cui non siamo pi capaci di fare a meno. Solo questo fiume in piena, ha pesanti ripercussioni sulla concezione e sullo stile di vita. A indirizzarci, vi sono pure educazione ricevuta e cultura, norme di comportamento civico, regolamenti scolastici e aziendali, codici professionali, ideologie politiche, dottrine religiose e correnti intellettuali. Nemmeno si scordi che entrando in casa dobbiamo rispettare i regolamenti condominiali e quando usciamo, ci pieghiamo al codice della strada. Unulteriore azione frastornante la subiamo dal bombardamento dellinformazione, mentre il mondo del lavoro completa lopera, risucchiandoci in un vortice di obblighi che tagliano, anche, le residue forze per ragionare. Il sistema di vita basato su quest'ordine apparente, quanto pensiamo necessario per l'equilibrio dell'organizzazione collettiva, ma incredibilmente, non cos. Ha innanzitutto la funzione di farci perdere in una jungla societaria e sostenere un inganno avvolgente. Poich sostenuto da una logica che non riusciamo a mettere in discussione, anche se molte cose ci vanno strette, a questo meccanismo ci assoggettiamo senza ribellarci. Miliardi d'individui, assecondano i dettami imperanti del sistema e accettano di correre dove indicato, chinati servizievoli al "flusso logico" della vita che trasporta con s, attraverso un lungo percorso senza soluzione di continuit. S'infilano da soli nella rete, ma quel che paggio, senza accorgersene. I ribelli sono pochi, ma anche loro per non diventare scarti della societ, borbottando si adattano e si piegano, mentre la massa fa esattamente come ci racconta "Christof", il regista che compare in The Truman show. Alla fine del film rilascia unintervista: Noi accettiamo le cose come le troviamo Ci lasciamo modellare e quando avremmo la possibilit di fare qualcosa di buono, siamo ormai sotto il pieno controllo del condizionamento. Possiamo solo adoperarci per eseguire ordini superiori. Il nostro ambiente invisibilmente gestito da un "Christof" e dal suo "staff" che sfruttando la nostra capacit di adattamento, ci plasma a proprio uso e consumo, attraverso le richieste delle aziende e dei propri capi, le leggi di mercato, i bisogni delle multinazionali, gli ascendenti della politica, le imposizioni ministeriali dei comuni, il controllo (purtroppo) delle religioni ...

Pagina 4 di 124 Quel "meccanismo" molto pi forte, organizzato e furbo di ogni singolo. Senza rendersi esplicitamente visibile, ci trasforma in tanti Truman di un The Truman show globale: ci illude di essere gli artefici della nostra esistenza, mentre ci mantiene nell'inconsapevolezza di vivere in una grande recita teatrale. La vita di Truman per, per quanto finta e guidata, si svolgeva almeno in un mondo idilliaco, nella nostra realt, invece, paghiamo spesso il pesantissimo prezzo dell'attitudine, a prendere per buona anche una condizione devastante, se questa lo standard del nostro ambiente.

Capitolo 2 UOMINI RANA Ovviamente, anche se poco funzionante abbiamo un cervello che, pertanto, il sistema deve rendere inerte. Per introdurvi alle azioni con le quali il dominio ottiene questo risultato, approfitto di quanto racconta Olivier Clerque con la sua storiella de La ranocchia che non sapeva di essere cotta": Immaginate una ranocchia in una pentola posta su un debole fuoco. Lacqua poco a poco diventa tiepida e la ranocchia la trova piacevole. La temperatura adagio sale. Quando la temperatura calda pi di quanto possa apprezzare, la ranocchia si sente affaticata ma ancora non si spaventa. Anche quando lacqua diventa calda, pur trovandola sgradevole, la ranocchia non fa nulla e sopporta. La ranocchia per la debolezza finisce per bollire e morire senza riuscire a fuggire. Fosse stata buttata direttamente nellacqua a 50, sarebbe schizzata fuori. Ci dimostra che quando un cambiamento avviene in modo graduale e sufficientemente lento, sfugge alla coscienza e nella maggior parte dei casi non suscita reazione, opposizione, rivolta. La nostra societ sta subendo una lenta deriva alla quale ci stiamo abituando. Ora siamo quasi indifferenti a cose che solo 30 / 40 anni fa ci avrebbero fatto inorridire: sono state poco a poco banalizzate e quasi non ci disturbano pi. Nel nome del progresso, della scienza, del profitto, si effettuano attacchi alla libert individuale, alla dignit, allintegrit della natura, alla bellezza e gioia di vivere, lentamente ma inesorabilmente, con la costante complicit delle vittime inconsapevoli o incapaci di difendersi. Le nere previsioni per il nostro futuro, invece di suscitare reazioni e misure preventive, non fanno altro che preparare psicologicamente la gente, ad accettare le condizioni di vita decadenti, anzi drammatiche. Il martellamento da parte dei media satura i cervelli che non sono pi in grado di distinguere le cose. Dobbiamo scegliere tra coscienza o cottura! Stiamo passivamente accettando il degrado etico e morale. Clerque ci invita a scegliere, ma per la valanga suggestionante che ci investe ogni giorno, la stragrande maggioranza delle persone, nemmeno lontanamente sospetta di essere in un pentolone d'acqua, posto sopra al fuoco, quindi, di essere priva di consapevolezza. Di quest'azione, ci si deve accorgere da dettagli minuti e apparentemente insignificanti Ad esempio, crediamo che molte cose esistano per venire in nostro aiuto, ma non sono per niente conseguenza delle reali necessit umane. Piuttosto, servono a incastrarci in un meccanismo di ragionamento, comodo a loro. A condurre il gioco della nostra esistenza. Cos i Social Network: non per avvicinare e aggregare ma piuttosto, per disgregare attraverso lo spegnimento dei rapporti umani diretti. Face book, con quell'amicizia (o "mi piace") che in alternativa non lo , ci priva atrocemente delle sfumature. Omologa in codici a barre; plasticizza i rapporti con una finta variet. Con un dentro o fuori, distrugge la biodiversit. Serve a segregarci in un mondo virtuale che ha filtri e facciate d'ipocrisia, ed cos finto che il pi delle volte, quelli che ci hanno dato la loro amicizia virtuale, nemmeno ci salutano se li troviamo per strada. C' poi il bello della privacy di Face Book: si rimane in bacheca di qualcuno al quale abbiamo dato l'amicizia, anche se ci si cancella dalla registrazione. Poich siamo tutelati, cosa accade quando carichiamo nel PC un programma da internet? Appare una scritta che ci chiede di acconsentire al trattamento dei nostri dati. E se non accettiamo? Non parte il caricamento del programma. Ci guidano all'accettazione di una libert traboccante di sensi unici, obblighi, forti condizionamenti. Basta aprire un video di You Tube, per accorgersi della sostanziale falsit, di un sistema che vuole creare disagio e malessere, fingendo di garantire una vita migliore, servizi e libert. Come si fa a guardare serenamente un video, quando il martellare delle pubblicit fa vivere con sciami di tafani promozionali davanti al naso? Non ci permettono nemmeno di pensare ai fatti nostri in pace (!).

Pagina 5 di 124 Se scarichiamo un programma da internet, il pulsante di avvio del download, non mai quello che verrebbe da pigiare istintivamente, ma uno molto pi piccolino e defilato. Se pigiamo su quello "istintivo", ci ritroviamo un sacco di merda nel PC. Come diavolo pu sentirsi tutelato un cittadino, quando sottilmente e infidamente indirizzato verso la fregatura? Stipulando un contratto, vi siete chiesti chi tutelano, quelle note che appositamente vengono poste in fondo e scritte in piccolo? Perch, se sono importanti, si trovano a margine e di dimensioni da far pensare a qualcosa di insignificante? Le regole sulla privacy servono a proteggere il nostro mondo (?). E allora perch, siamo spiati da uno smisurato numero di telecamere, che alitandoci addosso, tolgono senso di libert e opprimono? Ipocritamente, i giornali coprono i volti dei bambini, quando la crescita li rende irriconoscibili nell'arco di poco tempo. Per lo stesso motivo, passeggiando in centro con il figlio, dovremmo fargli indossare il Burqa, per evitare che venga "osservato" da estranei e, da telecamere. Quelli che crediamo atti rispettosi, hanno la primaria funzione di renderci sempre pi divisi, inquadrati, isolati, freddi, sospettosi, rabbiosi, alienati. Moltissimi tuttavia, ancora credono di vivere in un mondo libero. Da persone "libere", comprano oggetti senza sapere che hanno una durata definita in fase di progetto, perch rispondono all'accordo sull'obsolescenza programmata. Quell'accordo, prese il nome di "Cartello Phoebus", il giorno 23 dicembre 1924, quando a Ginevra, un consorzio di costruttori di lampadine, si riun per pianificarne la durata. Si accordarono per una vita di 1000 ore, quando potevano superare le 5000. E' cos per i cellulari, o per le stampanti, che raggiunta una quantit definita di copie, cessano di funzionare per l'intervento di un microchip. ORAMAI, TUTTA L'INDUSTRIA ADERISCE AL PROGRAMMA, QUINDI, L'UMANIT ADERISCE AL CARTELLO! Addirittura, sono andati oltre. La vostra auto ha un difetto? State pur certi che i costruttori lo hanno studiato e introdotto appositamente Ci crediamo tanto liberi che compriamo pure i giornali o paghiamo canoni TV, per farci condizionare. "Niente pi feroce della banalissima televisione" disse Pier Paolo Pasolini, mentre Malcom X: Se non state attenti, i media vi faranno odiare le persone oppresse e amare quelle che opprimono. Dopo una riflessione, leggetevi "La manipolazione della psiche umana" di Alan Watt (link a fondo libro). Paghiamo per avere in cambio il controllo sulle nostre menti. Strepitando che l'informazione un diritto, ci troviamo doppiamente presi per il culo. LA GENTE INCAPACE DI PENSARE CON LA PROPRIA MENTE E LIBERA, INVECE, DI FARE CI PER CUI STATA PROGRAMMATA! Anni fa, quando finanziariamente si stava mediamente meglio, i giochi d'azzardo erano proibiti, adesso che i disoccupati stanno diventando pi numerosi degli occupati, c'invitano ossessivamente al gioco. Serve a tormentare psicologicamente i pi poveri e ad accentuare la loro frustrazione. Un altro modo "coerente" per infierire sui deboli, l'hanno messo in atto nel 2012, passando ai sacchetti prodotti con il grano, cos, per quelli che nel mondo patiscono la fame, il cibo aumenter di prezzo e, diventer ancora pi scarso. Spots alla TV invitano le donne a denunciare maltrattamenti. Nella mia cerchia di amicizie, nessun uomo ha mai fatto violenze su una donna, e nessuna donna ha subito atti violenti. Vuol dire che vivo tra gente per bene, vero, ma anche che certi fatti sono strumentalizzati. In questo modo demonizzato il maschio, che a livello subliminale diventa un mostro, senza distinzione. Si faccia attenzione a queste manipolazioni perch distorcono doppiamente la realt. E' il sistema stesso, attraverso le istituzioni, a maltrattare i deboli, e pi si deboli meno si tutelati. Purtroppo, la debolezza, nemmeno si distingue per sesso, altrimenti non ci sarebbero migliaia di uomini che dormono sui marciapiedi, coprendosi con dei cartoni. Simili allarmi sono distruttivi e inutili. Non risolvono per niente la questione alla radice ma servono a farci agire in funzione di angosce e paure. Attenzione! La paura la pi potente arma di controllo delle menti. Condiziona. E il condizionamento serve a evitare guizzi di personale ragionamento. E' terribile, la paura un impulso cos efficacemente distruttivo, da farci rinunciare ai sentimenti e impedirci di vivere da umani! "La paura la piccola morte che uccide la mente" recita un detto Sufi. La nostra societ, lo specchio di mille paure e condizionamenti. Lavorano per orientare a una frequenza di tensione, anche per mezzo della cinematografia. Avete in mente il cartone animato "Dragon Ball"? Ebbene, come fa una comunit che si reputa civile ad accogliere programmi che esprimono un'intollerabile violenza, sapendo in particolare che sono dedicati ai bambini? Aprite gli occhi e accorgetevi che un certo genere non casuale e nemmeno serve per fare cassetta.

Pagina 6 di 124 La reiterazione ossessiva (e in continuo incremento) di un contesto di violenza (vale anche per gli adulti, ovviamente), pur se nella finzione scenica, prima o poi porta a sviluppare un ambiente da film In modo del tutto inconsapevole, la mente va a recuperare la trama scenica, non appena si presenta nella realt qualcosa che la ricorda. Il sottile lavoro psicologico, serve a gettare benzina sul fuoco, ad aumentare l'effetto di tensione, ad accrescere lo sgomento in scia a fatti autentici, a far assumere atteggiamenti da attori protagonisti. Sempre per eccitare precisi stati mentali, lo sfarfallio del televisore, o "flickering", calibrato su un ciclo ipnotico (Link "La manipolazione della mente umana") che induce a tenere "la guardia bassa", rendendo i messaggi efficacissimi Per la frequenza vibrazionale che si sta diffondendo, per strada, non si pu scambiare due battute con un bambino, perch si presi per pedofili o rapitori d'infanti. ALLA GENTE FATTO VEDERE IL MALE DAPPERTUTTO, PER ACCRESCERE LO STATO DI FOLLIA, E IMPEDIRE (ANCHE), DI VEDERLO DOVE REALMENTE . Cos impariamo il Karate per "difenderci dalla gente", quando il vero grande pericolo nel potere che, si esprime attraverso un'organizzazione, quindi attraverso lo Stato e ci che dovrebbe migliorare la nostra vita. Ai calciatori imposto di cambiare maglietta se si sporca con qualche goccia di sangue, quando i telegiornali ci propinano morbosamente (strategicamente all'ora di pranzo e cena) le pozze di sangue lasciate dai morti sull'asfalto. Se tamponiamo una macchina, perch la nostra attenzione attratta da un cartello pubblicitario, ci dicono che in auto non bisogna distrarsi. Eppure, tutto creato per favorire confusione e distrazione. Dai cruscotti (sempre pi da aeroplano) straripanti di pulsantini, lucine e avvertimenti, ai navigatori touch screen, ai sistemi multimediali, alle radio, alla segnaletica (troppa per essere chiaramente avvertibile e riconoscibile con un colpo d'occhio), agli abbacinanti cartelli luminosi, ai limiti, al sistema del traffico. I percorsi somigliano sempre pi a videogiochi. Tutto per la nostra "sicurezza" mentre evitano, quanto potrebbe veramente garantirla, e si trova sotto le voci SEMPLICIT e CHIAREZZA. Ma chi prende atto del meccanismo complessivamente infido e impostore? I centri abitati straripano di dossi rallenta traffico che hanno effetto su auto piccole e basse, mentre ai SUV, fanno un baffo. Le sospensioni delle auto pi piccole ne risentono (anche i passeggeri delle ambulanze ringraziano per le strade "levigate") e pure i consumi, con il continuo rallentare e riaccelerare. A pagare le conseguenze sono - miratamente - i pi poveri. Dovendo acquistare un'auto e pensando a percorsi tra buche e salti, chi appena pu, compra il pachiderma dalle ruote grandi. Le amministrazioni raccomandano e sbandierano sobriet, fingendosi rispettose delle risorse in diminuzione, eppure in continuo e in modo subliminale, incentivano i consumi (nemmeno si mobilitano per impedire una limitata durata degli oggetti), gli sperperi e i lussi. E' uno dei tanti inganni di un sistema che finge rispetto e tutela, mentre sospinge in direzione opposta. Siamo sotto la sferza dell'ipocrisia, perch da questa si genera negativit. Sottilmente ipocriti, sono i cartelli che annunciano gli Autovelox: come se dicessero agli automobilisti, che dopo, possono andare forte E non lo sono da meno i tickets dei centri storici: sono i soldi dei pass a "filtrare" l'aria sporca? A dare prova del sottile inganno programmato, anche i costi salati dei treni, utili a mantenere la gente in auto o, in aereo. A tenere a casa chi ha pochi soldi, oppure a infierire su questi con ambienti lerci, indegni persino per un carico di bestiame. L'insieme di queste "libert e tutele", lhanno chiamato Democrazia. Si faccia attenzione a tutti gli impercettibili segnali che non vogliamo cogliere! Lo capiamo che le influenze sono comandi? Che toccando i nostri punti sensibili gestiscono le nostre reazioni, e di conseguenza controllano le nostre menti? Che credendo di aver usato la nostra testa, ci troviamo a percorrere le strade che l in alto hanno deciso, rispondendo come galline al momento della distribuzione del becchime? Questi segnali ci dicono che siamo nell'epicentro di un inganno. Che per loro basta pigiare ora qui ora l sui pulsanti delle influenze, distribuite attraverso gli innumerevoli strumenti della societ, su quei pulsanti che si chiamano ipocrisia, paura, sospetto, gelosia, rabbia, odio, ma anche avidit, invidia, cupidigia, arrivismo, e via dicendo, che spesso vanno a fare tuttuno con golosit, desideri di prestigio, di potere e soldi. Pungolati, facciamo quello che vogliono loro. Veniamo attivati, anche con quelli che ci appaiono i simboli della libert, del progresso e della giustizia, e pure stimolando le nostre migliori doti, perch anche ad affetti e sentimenti rispondiamo con diligenza. Non certo la popolazione ad avere in mano la grande industria e il mondo del lavoro, le banche, le catene di vendita, la politica, la religione, lo spettacolo, e non ultima linformazione e la rete Internet. E' quel sistema nascosto ad avere in mano tutto ci, quindi, i pulsanti per controllarci. Non vedete quanto siamo liberi?

Pagina 7 di 124 Che possiamo scegliere tra mille prodotti dellindustria del sistema, servizi del sistema, svaghi del sistema, lavori del sistema, dire ci che la censura ci consente, mentre per fare qualcosa di pi del semplice cibarsi, necessario ottenere permessi? Tutto dice che ci stanno togliendo ossigeno. Adagio. Non soltanto distruggendo foreste e ambiente ma anche psicologicamente, riducendo spazi vitali e serenit in mille modi, facendo leva sulle nostre menti, con finte necessit contingenti, con inganni travestiti da opportunit, piccole imposture e compromessi. O addirittura, presentandoci le infide direttive, come utili a proteggerci. Per mezzo della forza persuasiva della logica, ci indirizzano a una galera mentale e fisica, che da perfetti idioti prendiamo per democratica libert. Accettiamo lacqua sempre pi calda, anche attraverso la graduale assimilazione della cultura della non libert, perch riescono a infiocchettarla con la logica, perch anzich ribellarci, a essa fa seguito la convinzione che sia giusto porre dei limiti a tutto. Ci si guardi attorno con un po di attenzione (per la miseria!), quello che non obbligatorio, semplicemente proibito, per motivi di giustizia, regolarit e correttezza. Sapete che in Italia le normative sono pi di 200.000? Vuol dire che per le regole non respiriamo pi, che viviamo con la mano del sistema stretta alla gola, che siamo indirizzati in passaggi delimitati da filo spinato, costantemente sotto una mannaia pronta a mozzarci le mani appena ci s'inventa la vita. Eppure di regole, crediamo se ne debbano attuare ancora e ancora, e le costrizioni le consideriamo necessarie per il perfetto funzionamento dellorganizzazione societaria. Vogliamo accorgerci che non hanno quello scopo? Ogni volta che seguiamo una regola o un condizionamento o un compromesso, uccidiamo la nostra individualit, e somigliamo sempre pi a robot ma, SIAMO ESSERI UMANI Quindi, dal momento che le regole opprimono il libero arbitrio e fanno perdere il senso del s, servono ad assassinare armonia, gioia, e a farci vivere da sofferenti! Tuttavia non capiamo che lo scopo farci stare male, perch siamo talmente preda di una paralisi mentale da ignorante sapienza che per rendere migliore la societ, accettiamo qualsiasi immane stronzata, e tutto ci che dicono essere necessario per renderla giusta. Cosa dicevano gli antichi romani? "Summum ius, summa iniuria" (Somma giustizia, somma ingiustizia). Lo capiamo che il meccanismo riesce a farci sostenere l'ingiustizia, perch mascherata da cosa giusta o necessaria? E' a forza di cose giuste, che l'acqua sta fumando! Purtroppo, anzich ritagliarci il tempo per una riflessione, ogni giorno ci carichiamo per adattarci al nostro idilliaco mondo civile. Usiamo ogni energia e ci danniamo lanima, per non rimanere tagliati fuori dal mondo nel quale ci ritroviamo, per infilarci in quella matassa di fili aggrovigliati che la nostra civilt. Ci convinciamo sia giusto fare quel buon viso a cattivo gioco che ci porta alla distruzione delle qualit umane. Addirittura, pensiamo che si debba sostenere leconomia e rilanciarla, secondo quei criteri che ci stanno facendo inalare gas mortale. E pi ne penetriamo la trama, pi ci sentiamo arrivati e troviamo mille giustificazioni a tale groviglio. Una volta parte dellintrico e fatta labitudine al suo assurdo equilibrio, lottiamo per rimanerci il pi a lungo possibile e addirittura per sostenerlo, perch alla fine crediamo in esso. Se pensate di determinare liberamente la vostra vita, perch non avete aperto gli occhi e gi siete nella rete. Infatti, come ci ammon Seneca: Non esiste persona pi schiava di quella fintamente libera. Pi una persona ipnotizzata, pi facilmente scambier per libert la possibilit di fare piccole e indotte scelte. La libert non "guidata", quando davanti si ha un arcobaleno di possibilit, e in alcune ci s'identifica pienamente e senza compromessi, non quando per non fare la fame, si deve accettare un lavoro schiavizzante e sotto ricatto, o quando per iscriversi a un particolare corso di studi, si deve essere figli di pap, o quando per avere un tetto sulla testa, si deve optare tra pagare un affitto che lascia in mutande o svenarsi con un mutuo. Ogni volta come se ci dicessero: sei assolutamente libero di scegliere il tuo penitenziario. E pensa, a tua scelta anche il mezzo con il quale puoi raggiungerlo!. E noi ci sentiamo liberi, perch nemmeno ci negato di mangiare un boccone durante il tragitto? La verit che siamo in trappola e a questa ci siamo gi assuefatti. La libert non sappiamo pi com fatta e che sensazioni pu dare. E cosa talmente sconosciuta che nemmeno riusciamo a concepirla, e se per un guizzo di fantasia l'immaginiamo, subito corriamo a misurarci la febbre. Nemmeno facciamo tesoro degli insegnamenti del passato, bench proprio la storia sia li a dimostrarci che l'essere umano, passa molto del suo tempo nel pentolone, e di continuo viene estratto bollito. Se gli esempi fatti finora vi sono sembrati poco convincenti, allora ve ne propongo uno meno "leggero": ben sei milioni di deportati ebrei rinchiusi nei lager nazisti, hanno persino accettato la morte senza ribellarsi! Lo stesso, popolazioni intere, nemmeno si sono mobilitate per impedirlo. Perch?

Pagina 8 di 124 Anche al vivere nel delirio ci si abitua! Perch l'essere umano, come le rane, una volta debilitato nel fisico ma soprattutto nella mente, non riesce a scappare dal pentolone Loro vincono, perch sono abilissimi nel dosare frustate e carote. LA LORO ARMA VINCENTE LA FIAMMA BASSA! Un altro esempio? Quando una guerra inizia, si dice che "scoppia". NOOO! LE GUERRE NON SCOPPIANO MA SONO PREPARATE! Adagio, fino a farci trovare davanti all'inevitabile! Qualche tempo fa su un canale televisivo: "Si fa la guerra per avere la pace". Capite? Ci "spiegano" le realt in modo distorto per orientarci all'idiozia. Come si fa a credere che un capo di stato o un regnante non sappia come va a finire una guerra? Anche un cerebroleso capisce che sar una carneficina con zero vantaggi, anche per una nazione potente! Chi l'idiota di presidente che scambia le vite umane per un profitto, o prova cos tanto amore per la propria gente, da mandarla a morire? Lo capiamo che se un capo di Stato decide una guerra, significa che una BESTIA? Ma soprattutto, che un manovrato! Che dietro ci sta qualcosa che non cogliamo e continuamente ci sfugge! L'orrore dell'ultima guerra credete che non si ripeter? Siete cos rincretiniti da non accorgervi che la nostra preparazione gi in atto da tempo? Ci stanno istupidendo, ci stanno rendendo sospettosi, alienati e rabbiosi, incattivendoci e aizzandoci, sopprimendo libert, togliendo la possibilit di vivere serenamente e in armonia con gli altri. A cosa serve il cervello, se non per capire la realt? Per capire che nulla casuale ed tutto conseguenza di un programma? Che la "comune ragione", il frutto bacato di una cecit artificialmente e abilmente generata?

Capitolo 3 LUMINOSA PAZZIA Riassumendo parzialmente: l'alchimia con la quale l'umanit mantenuta in uno stato di sconfinata e pietosa inconsapevolezza, ed fatta esprimere nell'insensatezza come disse Bertrand Russell, vede come ingredienti principali l'ignoranza, irrorata da un condizionamento magistralmente dosato, che a sua volta attecchisce a una base di straripante imbecillit. Data la situazione, pertanto "normale" che spesso mi senta rispondere: "Non credo alle teorie del complotto" o, "Sono tutte stupidaggini". Troppe persone pensano che la realt inizi e finisca esattamente dove a loro fatto credere e, che se certe cose fossero vere, sarebbero gli stessi cospiratori a raccontare al mondo: "Siii, siamo noi che complottiamo alle vostre spalle, trallallero trallall ". Il mondo trabocca di tali "saccenti/dormienti medi", refrattari alla ragione, perch impegnati ad alimentarsi di suggestioni elargite da maestri dell'incanto. Le scambiano per verit e sapienza e nemmeno si fanno sfiorare dall'idea che il cervello in funzione, quand' impegnato nell'elaborare una visuale non subordinata alle influenze. Questi, senza essersi mai presa la briga di scoperchiare i tombini e scavare nella morchia (sanno gi tutto e poi comporta troppa fatica), rigirandomi la frittata, mi contestano d'essere io la vittima di logiche derivanti da fissazioni, nelle quali poi tutto converge. Se per caso anche voi vi trovate ad accogliere quanto sto presentando, come una storpiatura del film che vi scorre davanti agli occhi, potete tranquillamente gettare il CD. Liberissimi. In tal caso fareste esattamente il gioco del sistema, che per ingrassare, ha bisogno di schiere d'idioti convinti di sapere. EINSTEIN, QUANDO PARLAVA D'INFINITA STUPIDIT UMANA, SI RIFERIVA ESATTAMENTE ALLA NOSTRA INCAPACIT DI COGLIERE IL RAGGIRO! Su quanti vorranno seguirmi, pertanto, devo insistere affinch allertino i sensi allo scopo di accorgersi, come pure ci avvis Buddha, che viviamo in una realt ingannevole. Chi sorvoler su questa avvertenza anche per un solo istante, per appigliarsi a qualsiasi concetto ritenuto inviolabile e irremovibile, anche se religioso, render vano ogni ragionamento e sforzo per capire. Quella frase in concreto, molto pi di un piccolo spunto di riflessione: il portale per quella dimensione che la massa non conosce. A NON PRENDERNE ATTO CONTINUERESTE A DORMIRE UN PROFONDO SONNO IPNOTICO, E A NON CAPIRLO, SOLO PERCH PIZZICANDOVI SENTITE QUALCHE COSA. Se il pensiero non libero, non pu esserlo nemmeno la vita! Adesso siete incastrati nella trama di un film, senza esserne consapevoli. Proprio per lo stato d'incoscienza sconfinato e padrone, quando affronto questi argomenti, difficilmente riesco a scalfire la corazza dell'allucinazione.

Pagina 9 di 124 All'inizio, le reazioni furono molto avvilenti. Servirono per, a pormi di fronte a qualcosa che non avevo ancora colto pienamente. Capii che l'atteggiamento non era casuale, bens lesatto prodotto di una prestabilita concausa, sapientemente gestita. Le reazioni mi fecero prendere atto, di quanto il sistema di dominio sia infinitamente pi scaltro dell'umanit, e di quanto sia potente e altamente sofisticata la manipolazione che ci tiene in pugno. Addirittura, non serve solo per orientarci verso un'ipnotica scelleratezza ma anche per farci apparire folle, ci che non segue il ragionamento lineare, di quel che lasciano intendere la cultura e linformazione ufficiali, quindi, I MECCANISMI DI PRODUZIONE E SOSTEGNO DELL'IPNOSI. Per risultato, quelli che fanno i miei discorsi, raccontano di manovratori nellombra e d'inganni pianificati, saranno facilmente accolti come dementi. La Terra , per lappunto, una fabbrica di cervelli in "Gore Tex" (quella pellicola allo stesso tempo impermeabile e traspirante), predisposti per lasciar passare "l'alterazione della verit" e la follia del sistema ma non la ragione. Ora, fingere di non accorgersene, quando una serie di dettagli stonati forma un quadro ben diverso da quello presentato, significa non avere rispetto per la propria intelligenza. Proprio per averla rispettata, non poche volte sono stato considerato "matto". E' allora il caso di osservare cosa s'intende con quel disturbo mentale. Comunemente, pazzo chi risulta mentalmente alterato e lo manifesta attraverso comportamenti e ragionamenti giudicati sconcertanti, sconsiderati e assurdi. Per la nostra societ tuttavia, non lo solo chi sragiona in seguito a grossi e concreti problemi cerebrali clinicamente accertati, ma pi semplicemente chi elabora un pensiero dissociato da quello standardizzato e comunemente accettato. Il giudizio formulato sulla base del buon senso comune, ed questo uno degli aspetti pi truffaldini della faccenda, poich vincolato alle influenze prodotte sulla societ e adeguato a quanto serve al dominio. In altre parole, poich siamo i componenti di un immenso allevamento di bestie da mattatoio, dobbiamo rimanere del tutto ignari della nostra realt, e pertanto storditi e quanto pi ottusi possibile. CHI DORME SOTTO CONTROLLO, INNOCUO E SFRUTTABILE Lapertura mentale, invece, prima o poi sfocia in consapevolezza. LA CONSAPEVOLEZZA, LIBERA DAI CONDIZIONAMENTI! RENDE INEFFICACE IL CONTROLLO DELLA MANIPOLAZIONE ED PURE CONTAGIOSA PROMUOVE UN PERICOLOSO PENSIERO DESTABILIZZANTE E TRASFORMA IN POTENZIALE MINACCIA PER IL POTERE. MINA LOMOLOGAZIONE A QUELLE REGOLE CREATE PER SCHIAVIZZARCI E SFRUTTARCI. Viene da s che lindividuo libero e consapevole (risvegliato), che prospetta una diversa realt, dal sistema non tollerato e, in tutti i modi combattuto. L'efficienza assoluta del meccanismo, dimostrata dal fatto che riuscito a farci registrare come assurdo o frutto di pazzia, tutto ci che gli infila il bastone tra i raggi. Ci ha resi refrattari alla ragione e si parato le spalle con la forza dei cervelli ingabbiati. Cos, chi sta oltre il muro di sbarramento che delimita la "logica inoculata", poich non parla in modo conformato, automaticamente viene privato del diritto di parola ed emarginato. Ottengono spazio e ascolto, invece, coloro che perfettamente condizionati non pongono problemi. Ha pure instillato la paura del giudizio altrui, proprio per calmierare ogni tentativo di pensare con la propria testa. E noi viviamo nellinconscio timore di non essere conformi al pensiero dominante, e facciamo di tutto per rientrare nello stereotipo di quellaccettazione, che scambiamo per assennatezza. Il sistema ci ha storditi a tal punto, che oramai ci riesce difficile sospettare di essere vittime e molto pi facile diffidare di chi grida allarmato. Ci ha trasformati in complici e difensori del tragico gioco. Il bavaglio mentale ha messo fuori uso i nostri sistemi dallerta, con il risultato di impedire ai campanelli dallarme della nostra mente, di mettersi a suonare. Per questo metodico e certosino lavoro, gli appigli a mia disposizione sono poco pi che rugosit su una parete di roccia verticale, da scalare a mani nude. Rugosit e appigli, parlano di un incessante lavoro di scalpello per rendere meno sporgenti quelli che potevano essere afferrati con salda presa. Ma anche in queste condizioni estreme, esiste unefficace tecnica per proseguire il free climb nel quale sto tentando di coinvolgervi. Si diventa bravi scalatori applicando la FERREA VOLONT DI RIMETTERE TUTTO IN DISCUSSIONE! Recuperando unautentica apertura mentale e trovando la forza di considerare una diversa visuale; diventando sospettosi delle convenzioni e rifiutando di farsi comprimere le meningi da concetti preconfezionati, quindi, avendo volont di elaborare un libero ragionamento, perseguendo onest con se stessi, trovando il coraggio della pazzia Riepiloga magnificamente il mio messaggio, la prefazione realizzata da Sandro Veronesi, per il libro Lincredibile menzogna di Thierry Meyssan. Egli racconta che nel periodo in cui fece lausiliario di leva nei Vigili del Fuoco, dopo un pesante turno di ventiquattro ore, i ragazzi del gruppo si dovessero anche occupare della pulizia della camerata. Pi volte furono redarguiti dal caposquadra, perch a dir suo, eseguivano il lavoro con eccessiva approssimazione.

Pagina 10 di 124 S'impegnarono maggiormente, ma la donna addetta alle pulizie di fino, continu a lamentarsi per lincuria e il caposquadra diede loro un ultimatum. Sapevano di aver fatto le cose per bene, cos che uno del gruppo esclam: Per me lo sporco se lo porta da casa.. Di nascosto la curarono, scoprendo con sorpresa che la battuta del compagno, corrispondeva a realt. Quella donna, spargeva varie porcherie, per timore di perdere il posto. Veronesi ne trae che: QUANDO SI HA A CHE FARE CON UN PARANOICO, LA PARANOIA DIVENTA UNO STRUMENTO DI CONOSCENZA Quando la ragione, questo esile lumino, non riesce a diradare il buio in cui ci si ritrova, quando s'intuisce che c qualcosa che non va ma il normale modo di ragionare non d alcun frutto, e anzi accresce la sensazione di malessere e di frustrazione che ci attanaglia, la paranoia pu essere utile per vedere dove la ragione non riesce a vedere. Ancora pi brevemente, Alberto Casiraghy, un pensatore forse sconosciuto ai pi ma non per questo meno profondo, ci indica lo spirito con il quale ci si avvicina alla comprensione: QUANDO I DUBBI TI DIVORANO, PROVA A ENTRARE NEL MONDO DEL CONTRARIO. Poche parole che da sole valgono un libro intero. Fatene tesoro, perch per afferrare la realt, dovete considerare il mondo al contrario di come lo vedete e percepite. Ovviamente, non tutto a rovescio ma con questo approccio vi avvicinerete considerevolmente alla verit. Se dunque, non volete rimanere incastrati in un punto di vista che consente di vedere come talpe, dovete veramente prendere in considerazione spiegazioni giudicate di primo acchito improponibili e al limite dellassurdo. Forse, proprio quello che finora avete considerato roba per menti malate Se volete vedere la vita sotto laspetto autentico, dovete accettare linconcepibile, accettare lassurdo, accettare linimmaginabile, ma va anche colta la differenza tra la pazzia buia del condizionamento - la paranoica follia della nostra societ - e quella luminosa che apre alla chiara visione delle cose. E forti di questultima che vi propongo di osservare il nostro mondo. In questo consiste essere buoni pazzi. Friedrich Nietzsche disse: Meglio essere folle per proprio conto che saggio con le opinioni altrui! ma non si pronunci sulle difficolt di perseguire la follia. Chi domina sa bene come limitarci il campo di visuale, cos da ridurci come bestie e con lanimo a brandelli sa bene come impedirci di aggiustare il mondo. I fortunati che arriveranno ad aprire gli occhi, potranno allora accorgersi che lunica autentica follia, laccettazione dei criteri sui quali si poggia la nostra societ, ci che il sistema ci elargisce come "sensato", ci che rifiutiamo di porre in discussione, ci che riteniamo normale o assolutamente giusto, con rare eccezioni. Solo questi fortunati si renderanno conto che i veri pazzi forsennati, sono tutti coloro che si adeguano ciecamente alla nostra mirabile civilt, e in questa credono, convinti dalle logiche di quel sistema egemone che non riescono a vedere.

Capitolo 4 LA MEGACATENA Se linganno si sviluppasse su poche etnie, in modo settoriale, isolato e limitato ad alcune voci delle mille che riguardano il vivere, sarebbe avvertibile anche dai "meno svegli". Quanto ci toglie vitalit, invece, frutto di un progetto che strategicamente, grava sulla vita a molti livelli diversi, su tutto il pianeta, colpendoci senza respiro da ogni lato, con un'azione perfettamente avvolgente. Di primo acchito, una simile organizzazione sembra inconcepibile; fuori da ogni portata, anche dei pi potenti megalomani ma, abbiate pazienza, e adagio vedrete che tutto diventer chiaro, e l'astratto potere, molto meno invisibile. Al fine di facilitare la visualizzazione del complesso congegno, immaginate una catena unita ai due estremi, e formante un grande cerchio. Della catena fanno parte innumerevoli anelli, e ciascuno corrisponde a un dato settore tematico. Ogni anello una singola problematica che incontriamo quotidianamente, una faccenda che ci tocca da vicino o ci arriva di sottofondo, e influenza la nostra vita. Pi concretamente, lanello politico ci mostrer linfinito duello tra le varie correnti, ma la politica va a intersecarsi con lanello del lavoro, delle problematiche delle aziende e dei lavoratori, che a sua volta si aggancer a quello dei trasporti; che si unisce a quello dellindustria degli autoveicoli; che si fissa saldamente a quello dei carburanti; che si congiunge a quello dellindustria bellica; quindi a quello degli eserciti e delle guerre; alla difesa del territorio; allanello del congegno che produce informazione e via di questo passo, fino al completamento del giro, e fino a creare un circolo completamente chiuso. Quel cerchio ad anelli concatenati, il sistema nel quale viviamo, ed gestito e controllato dal dominio, perch A CAPO DI OGNI ANELLO, HA UN PROPRIO EMISSARIO.

Pagina 11 di 124 Il meccanismo molto efficace, poich la finzione teatrale di ogni anello (ognuno sorretto da motivazioni ingannevoli, magari, autentiche solo in pochi punti sapientemente designati) supporta e avvalora quanto sostenuto dalladiacente e da tutti gli altri, senza soluzione di continuit. In questo modo, ci troviamo di fronte a un concatenamento di fatti, in grado di racchiudere ogni ragionamento, nella logica del principio di causa ed effetto. Non s'immagina che per non cadere vittime del grande bluff, ci si deve mentalmente affrancare dall'idea che un'interdipendenza di logiche, corrisponda a verit. Per meglio capire, vi propongo alcuni esempi, ricordandovi che le prove di quanto sostengo, le potrete ricavare dalla lettura di tutto il libro e non certo da poche battute. Se bastassero poche dimostrazioni, l'inganno sarebbe gi da tempo sulla bocca di tutti. Parto dellattacco giapponese, alla base navale USA di Pearl Harbor, del 7 - 12 - 1941. Si tratt di un evento manovrato, allo scopo di far accettare ci che popolazioni ancora dotate di un briciolo di cervello, non avrebbero mai voluto: la seconda guerra mondiale. Che il bombardamento fosse stato costruito, lo ipotizzarono diversi esperti e, infatti, si verificarono alcune strane circostanze: la base poco prima dell'attacco fu sfoltita e in porto lasciate le navi pi desuete, difese da una squadriglia di caccia ben poco efficiente, poich gran parte dell'aviazione pi integra, fu trasferita qualche tempo prima. Si attivarono in ritardo pure i sistemi dallarme. L'inganno fu efficace, perch la gente si ritrov a valutare un tutto, perfettamente mischiato a dati di fatto inconfutabili. Principalmente, a condurre la ragione dell'opinione pubblica, furono i soldati morti, che toccarono corde emotive. Si faccia attenzione! Le cose, non sono vere perch ci sono dei morti di mezzo: piuttosto, i morti servono per far credere vere le motivazioni. Non solo: a far accettare la loro logica, furono anche gli effetti dell'imponente scenografia, con bombe sganciate e navi affondate. La farsa, fu pure sorretta dallenorme potere delle parole, quindi, dalle recite melodrammatiche della classe politica e dal fiume ipnotico prodotto dai mass media, che rappresentano l'altro inscindibile e importante anello, necessario per condurci nel tunnel della consequenzialit e dellinterdipendenza di fattori. A confondere, pure il lavoro di preparazione svolto a posteriori. Ogni evento subisce una fase utile a predisporre l'opinione pubblica, con un crescendo graduale di situazioni che hanno il compito di rendere "coerente" l'avvenimento di rilievo. E' l'insieme del gioco d'alta magia, sapientemente gestito in tutte le fasi, che conduce all'assimilazione di una favola. Dobbiamo accorgerci che come Pearl Harbor, migliaia di altri fatti storici e avvenimenti quotidiani, si basano su manipolazioni prodotte da abilissimi prestigiatori. Non ricordo chi, diceva: Possiedi le parole e possiedi le cose, ma la pi profonda verit non rivelata, perch per mezzo delle giuste parole si arriva a possedere i cervelli, pertanto le persone, pertanto le masse. I capi di stato, o i politici, o i preti, o i giornalisti, o gli avvocati, utilizzano la parola in modo scientifico e anzich al nostro conscio, parlano al nostro inconscio. Fanno uso mirato della parola, perch la prima e pi potente arma, con la quale possibile dirigere il pensiero umano. Toccando, influenzando, stuzzicando la parte pi profonda della nostra mente, riescono a imbrigliarci nelle illusioni. Della potenza della parola, se ne sono serviti tutti i gerarchi e pure Hitler, quel signore che con le sue farneticazioni trascin milioni di tedeschi al delirio e molti milioni di uomini alla morte, tra ebrei, soldati e civili delle nazioni in guerra. Proprio egli diceva: Una fandonia ripetuta allinfinito, diventa verit. Attenzione! E' assolutamente cos! La parola anche il mezzo con il quale trasmettiamo agli altri il nostro mondo interiore e con il quale, si suscitano sentimenti. Se la parola ha ascendente anche sulle emozioni, allora il condizionamento diventa molto efficace, ma se ad aggiungersi alle parole ci sono le immagini, leffetto diventa dirompente. Un esempio dei risultati ottenuti, attraverso l'uso combinato degli strumenti "parole/immagini/emozioni", fu il primo sbarco sulla luna. Per quellavvenimento ci riempimmo tutti d'orgoglio e rimanemmo ammirati dal genio umano. Ci sentimmo evoluti e toccammo il cielo con un dito. Per ottenere tanto trasporto e ammirazione, bast un effetto cinematografico. Fu girato negli studi di Walt Disney (Massone di 33 grado. E non a caso, come vedremo), di cui Verner Von Braun (scienziato nazista riciclato negli USA e principale progettista della missione), era molto amico (!). Nessuno inizialmente mise in dubbio limpresa, perch fummo preparati allevento da innumerevoli lanci nello spazio. Fummo convinti attraverso la logica della consequenzialit e del concatenamento, da eventi che fecero leva sui nostri sentimenti, attraverso le immagini e le parole (!). Ma in seguito ci furono degli esperti che sostennero la tesi di una messa in scena e quando la NASA, dopo molte polemiche su filmati e immagini scattate, si accorse che la farsa rischiava di non essere pi sostenibile, fece sparire tutto il materiale. Raccont al mondo che dal suo archivio (dal quale non esce nemmeno la capocchia di uno spillo senza lasciarne traccia), presero il volo tutti i documenti di

Pagina 12 di 124 quellevento Per effetto dello spirito santo, noi abbiamo smesso di polemizzare e ripreso a inorgoglirci di una messinscena. Il sistema talmente abile nel dirigere il pensiero umano (e sicuro della nostra stupidit) che non si preoccupa delle smentite e nemmeno di fare qualche autogol. Anche dopo i rilievi di una sonda mandata in orbita per eseguire una mappatura del nostro satellite, per mezzo della quale si individuano, tra l'altro, pure le bandiere delle varie spedizioni lunari ma non della prima, riescono a sostenere le loro frottole. Ci dicono che caduta" ... Si dovrebbe dedurlo dal fatto che le bandiere proiettano unombra, mentre quella della prima spedizione, non proietta un accidente. Nel novero delle poche cose vere e autentiche, c che siamo pesantemente manipolati e truffati, e adesso non lo siamo meno di un tempo, proprio grazie allinformazione globale. Attraverso la tecnologia e sfruttando il potenziale dei quotidiani, d'internet e della signora TV, il lavoro del sistema oggigiorno ancora pi facile, e le falsit trovano immediata diffusione e accoglimento. Ne un esempio, l'attentato alle torri gemelle di New York, dell11 settembre 2001. Ve lo ricordate il profondo smarrimento e odio per lislam, quando i vostri occhi si sono saturati con le immagini degli impatti e dei crolli? Che cosa ha potuto suscitare certi sentimenti? Proprio la suggestione di una mega galattica coreografia, gestita con la potenza delle immagini e del fiume ipnotico, di ci che ci hanno raccontato politici, giornalisti ed esperti. Attraverso il sistematico bombardamento mediatico rigonfio di atrocit, hanno gestito il nostro pensiero. Se vi sentite scettici nei riguardi di quanto dico, almeno, fate lo sforzo di non seguire la loro logica da corto circuito, e leggete articoli e libri di denuncia del complotto (Zero inchiesta sull11 settembre, o Lincredibile menzogna di Thierry Meyssan, per esempio), per avere una panoramica non strettamente limitata dalle notizie di parte. Non vi sveleranno comunque la verit profonda ma vi aiuteranno, almeno - e non cosa da poco - ad avvertire l'inganno. Almeno, a farvi accorgere che le versioni ufficiali fanno acqua da tutte le parti e offendono l'intelligenza. Giusto per rammentarvi alcuni dettagli assurdi, di una serie senza fine, si pensi che ogni palazzo si reggeva su 47 travi d'acciaio d'inusitate dimensioni. E' quantomeno inconcepibile che abbiano ceduto simultaneamente, e per giunta, in tutt'e due le torri. Nel caso alcune fossero state compromesse dallo schianto o dal calore (bench per la velocit degli aerei, gran parte del carburante fuoriusc dai palazzi, producendo la massima fiammata all'esterno), molte altre avrebbero mantenuto legata una porzione di palazzo. L'effetto sarebbe stato (perlomeno) quello di un crollo laterale molto accentuato, perch quelle integre, non si sarebbero certo spezzate come vetro. La conferma pervenuta proprio da quelle contorte come cavatappi, riprese durante i soccorsi. Addetti alla rimozione delle macerie rinvennero addirittura, "pozze" di acciaio fuso, quando occorrono 1480 gradi per liquefarlo. 1500 (!) ingegneri edili e architetti si sono riuniti in team per chiedere la verit (links a fondo libro), su troppe cose che non quadrano assolutamente: affermano che gli incendi civili, e pure il carburante dei Jet, non superano i 760 gradi. E' solamente la nano-thermite che brucia a 2500 e pu liquefare l'acciaio. Esperti trovarono tracce, proprio di quell'esplosivo. Secondo la versione ufficiale per, il calore fuse le putrelle ma non la carta d'identit di uno dei terroristi che fu ritrovata bruciacchiata ma leggibile (!). A rievocare i precedenti di Pearl Harbor, il fatto che l'aviazione militare, proprio quel giorno, fosse impegnata in esercitazioni lontano da New York L11 settembre un altro perfetto esempio di concatenamento di fatti. Si sorvola sulle tensioni gi nell'aria da molti anni tra occidente e Islam, sugli scontri che gi da tempo producevano morti, e sull'escalation di violenza che ha generato attentati sempre pi orrendi. Di questi abbiamo preso atto attraverso i media che hanno saturato i nostri cervelli, privandoci della libert di pensare diversamente. A quel punto, hanno abbattuto le torri gemelle, sconvolgendoci con l'atrocit di quasi tremila morti. Quando ci hanno raccontato che stata la furia islamica a organizzare l'attentato, l'abbiamo creduto, perch il terreno all'accettazione era gi stato preparato. Il flusso condizionante ha poi continuato a tempestarci, perch sono seguiti altri attentati, comunicati di Al Qaeda, commemorazioni, caccia ai terroristi, guerre, controlli serrati agli aeroporti e limitazioni della libert, aumento dei carburanti, difficolt economiche e del quotidiano. Perch il tutto stato supportato dall'influenza dei politici e dal martellare dell'apparato d'informazione. Morale? Hanno millimetricamente indirizzato il pensiero delle popolazioni attraverso influenze che la gente non stata in grado di contestare, perch si trovata canalizzata nella logica da eventi concreti, perch il risultato sono i morti, perch sconvolgendo i sentimenti, hanno tolto lucidit. E ora, dedicatevi a una riflessione: sono le influenze del meccanismo di vita e dallambiente, a fare da piattaforma alle nostre deduzioni. Quelli menzionati sono fatti storici, quindi vanno a porsi come base per la nostra cultura, il nostro modo di pensare e quindi, di essere. Ebbene, quale realt esprimiamo se ci che incameriamo e accettiamo, e va a fare da riferimento, nella maggioranza dei casi fasullo e distorto? Nient'altro che assurda

Pagina 13 di 124 Il nostro livello d'incoscienza pertanto smisurato, non solo perch accettiamo una visuale che si poggia su quanto privo di verit assoluta, ma perch una volta accettata la favola (che diventa "fondamento") si determina un continuo rafforzamento della storpiatura. E' come se non avessimo cervello e ci ritrovassimo con il sistema, padrone assoluto dei nostri ragionamenti. Eppure, quando si discute di problemi dei nostri giorni, spesso si ascoltano frasi adirate che concludono in tal modo: La gente capisce; non mica scema!. MAGARI FOSSE VERO! Purtroppo, gli esempi d'intere popolazioni capitolate sotto le menzogne e la logica che le ha sostenute, sono infiniti. Da qui, se cominciate a ragionare in modo autonomo e non secondo "schemi mentali telecomandati", dovreste capire che il sistema per magia, ottiene pi vantaggi. Che attorno ai marci concetti che ci siamo trangugiati, e a ci che abbiamo elevato a verit, costruiamo mura di difesa: non accettiamo che si rendano vacillanti le sicurezze acquisite. Salvaguardiamo le nostre splendide e granitiche convinzioni fasulle, create su una valanga di menzogne, e ideali privi di fondamento!!! In questo slancio d'idiozia, ci "sorregge" l'Ego. E' cos che infine, difendiamo la demenzialit, al punto di negare levidenza dei fatti e fare il gioco del sistema. Ogni societ, per quanto diversa, ha messo radici sulla stupidit e su una base di melma concettuale, prodotta da un bel mucchio di menzogne, abilmente frammischiate a qualche verit. Anche se Giorgio Gaber in una canzone diceva: Il falso tutto e tutto falso, in realt molti fatti si agganciano ad alcune verit, perch il frammischiarsi di falsit e cose che ci appaiono tangibili e quindi non opinabili, disorienta il nostro senno. Proprio su questo miscuglio, si amplificano condizionamento e inganno. Se il tutto sapientemente dosato (e lo ), il risultato sar di ritrovarci con i confini di giusto/sbagliato; vero/falso; bene/male, spostati e pure di molto. Naturalmente, nessuno dalla parte della ragione, perch il principio funziona allo stesso modo a tutte le latitudini. Tanto per avere unaltra visione delle nebbie prodotte con il flusso di suggestioni, e delle derivanti culture e convinzioni su queste costruite, si pensi alle fedi religiose, concettuali o politiche, spesso agli antipodi e a volte in odio tra esse. Non facessero riferimento a qualche verit, qualsiasi rincoglionito, capirebbe di essere oggetto di un raggiro. L'utilit di ci? Il pensiero della gente privo di coesione, per loro di grande vantaggio. Come diceva una massima dellantica Roma: Divide et impera. Non stuzzica le vostre riflessioni, la parabola della torre di Babele? Se non fossimo confusi, almeno il Credo religioso non abiterebbe chiese e sette diverse. Il risultato di quanto esposto il testimone di Geova infervorato nel mostrarci che solo le sue verit sono autentiche; il prete che fa gli interessi del Vaticano, dir che la sua religione l'unica vera, e per questo combattuta dallIslam (lho personalmente sentito dire da un prete!); qualcun altro convinto sia stato il suo Dio a ordinargli di indossare una cintura esplosiva; senza parlare della chiesa alternativa di Scientology detta Dianetics (nata dalle ispirazioni sataniste di Ron Hubbard), che dice di insegnarci meglio di altre come vivere. Per il mostruoso condizionamento infine, crediamo che il personale pensiero sia tutta farina del nostro sacco, e quindi, ci sentiamo gli uni tanto migliori degli altri ma cambiano solo le suggestioni, che il tempo ha trasformato in pilastri della nostra cultura. Ci accorgiamo dellintegralismo e fanatismo altrui, perch al nostro ci siamo assuefatti e adeguati, e una volta abbracciato un credo (non solo religioso), chi ci smuove? Solo una grande batosta ma finch non arriva, continuiamo a delirare. In definitiva, siamo molto devoti alle abitudini e abbiamo un tale bisogno di credere in qualcosa, che accogliamo qualsiasi immondizia concettuale, come verit o corretto codice di comportamento. Linfibulazione praticata alle neonate in alcune comunit africane, ne un esempio. Spesso le madri stesse la praticano alle figlie perch si sempre fatto cos. La cultura radicata induce a fare le cose pi dissennate e assurde Crediamo che la nostra societ sia maggiormente evoluta, meno crudele, e infligga meno dolore e ingiustizia? Eppure accettiamo le vessazioni tributarie dello Stato, le menzogne della politica, accettiamo che le aziende buttino sulla strada la gente e le banche tolgano alle famiglie di che sopravvivere. Accettiamo pure le guerre, mandiamo i soldati in Afganistan e continuiamo a produrre e acquistare armi ... Certo, tutto ha una logica. Di giustificazioni ne hanno a iosa ma finch le seguiremo, non ci accorgeremo della realt. Non ci accorgeremo, di come ogni persona reciti (cos come ogni comunit) invasata dalle proprie convinzioni e assolutismi, perfettamente ignara di essere stata suggestionata da una gragnola di potenti e fasulli messaggi ipnotici, erogati da un meccanismo di dominio che ci manovra come vuole. Per suggestione, milioni di persone si son fatte ammazzare, credendo fosse indispensabile prestare il proprio servizio negli eserciti che, ci hanno raccontato, essere necessari per difendere il proprio "amato Paese". Quanti sono morti

Pagina 14 di 124 per una patria che non una patria, ma un anello di un sistema organizzato per contorcere la realt? Senza sapere che le guerre sono sempre state un gioco di prestigio, messo in atto da un potere che agisce ben sopra le nazioni, per tenere agitato il mondo, portare allo sbando le societ e i valori umani? Anche per farci perdere riferimenti, creare divisione e debolezza psicologica attraverso la sofferenza ma pure, per far assumere alle persone le sembianze di bestie inferocite, per produrre un fiume in piena di astio, egoismo, odio e violenza, per creare un flusso di dolore e sofferenza senza fine. I nostri nonni hanno sparato, senza sapere che ogni guerra stata sostenuta da queste motivazioni, senza sapere che i valori per i quali hanno combattuto, si reggevano su imbrogli, su fatti costruiti, suggestioni e immense menzogne. Hanno sacrificato la vita per amore di un Paese, per niente migliore del cattivone che sono andati a combattere, perch - nessuno se n mai accorto i fili dai quali era mosso il nemico, erano governati dalle stesse mani che avevano la guida dellamata Patria. Quindi, TUTTO FRUTTO DI UN COLOSSALE RAGGIRO. D'esempio sono Bin Laden e Bush, che bench amici e partners commerciali di lunga data (leggere libri di denuncia del complotto o riferirsi al link a fondo libro), hanno finto di combattersi per rispettare gli ordini di un sistema, del quale erano e sono fantocci. Essendo attaccati da tutti i lati e bersaglio designato di mille fuochi, possiamo accorgerci di alcune facili evidenze, ma lo sterminato tappeto di deformit condizionanti, di menzogne e falsificazioni sul quale camminiamo, rimane celato per labitudine a calpestarlo, per le dimensioni stesse, per lo stordimento del vivere quotidiano che collabora al sopore delle nostre menti. L'inganno talmente gigantesco e furioso, che la massa nemmeno riesce a immaginarlo. Ma la massa, nemmeno sa che questo sistema non detiene il potere da ieri: spadroneggia da sempre, perch astutissimo, perch ha fatto della doppiezza, dell'ipocrisia, della simulazione e della falsit, le sue pi acuminate e primarie armi. Pertanto, il concetto DI TOTALE E FURIBONDO INGANNO sar anche difficile da accettare MA L'ALTERNATIVA LA STUPIDIT. Attaccatevi a ci che riescono a farvi credere e rimarrete tagliati fuori dalla comprensione del nostro mondo. Significa che se volete tornare in possesso delle vostre facolt intellettive, dovete forzatamente oltrepassare il punto critico della peciosa logica con la quale l'umanit condotta; scavalcarlo o abbatterlo. La vostra libert passa attraverso questo processo. Accettando le "logiche di controllo", scivolereste inesorabilmente nella perversione di ragionamenti che si alimentano vicendevolmente di falsit. Il risultato, sar l'incatenamento a una realt artificiale equivalente a un'allucinazione. La logica una patina di falsit perfettamente strutturata, che come il vetro per i mosconi. Confonde, mostrando la luce al di l, mentre lo spiraglio, dove fanno credere non esserci. Quanti hanno lanima da insetto, perch seguono ostinatamente le logiche, saranno destinati a prodursi in uno sforzo privo di risultato, contro una barriera trasparente; a ripetere allinfinito un volo senza punto d'arrivo, fino allo stordimento. Insieme con tanti altri, andranno a riempire il davanzale di mosconi a zampette all'aria

Capitolo 5 LA BUSSOLA SMAGNETIZZATA Le logiche dominanti, hanno l'esatto compito di mantenerci all'interno di un labirinto. Servono a farci trafelare in una sterile corsa, a limitare sempre e comunque lindividuale crescita ed evoluzione e a incrementare, invece, la follia. Ma perch siamo oggetto di tali manovre? SEMPLICEMENTE, PERCH IL SOMMO GOVERNO HA ESIGENZE INCONCILIABILI CON OGNI NOSTRO CRITERIO DI VITA, PER QUANTO ELASTICO O PERSINO, INCLINE AL MASOCHISMO. QUINDI, OTTIENE QUANTO GLI SERVE CIRCUENDO LE RESISTENZE CHE METTEREMMO IN ATTO, RENDENDOCI INCONSAPEVOLI DEL NOSTRO RUOLO E DI QUAL LA NOSTRA FUNZIONE. E di che cosa ha bisogno il dominio? Per quanto possa sembrare incredibile, della NOSTRA SOFFERENZA. L'umanit il grande allevamento per la produzione intensiva di certe condizioni dello spirito, dalle quali si sprigionano gli effluvi pi neri dell'animo umano. Abbiate per pazienza, non ancora tempo di svelare la vera e profonda ragione di ci: il sistema stato abilissimo anche nel proteggersi, e lo ha fatto producendo una quantit smisurata di condizionamenti. Al momento, avete pochi riferimenti e se vi anticipassi cosa cova dietro a tutto questo, temo che a credermi, sarebbero solo alcuni gi in parte risvegliati, mentre nutro la speranza di far aprire gli occhi al pi ampio numero di persone.

Pagina 15 di 124 Piuttosto, il caso vi renda edotti di un particolare dettaglio: chi domina, non ha bisogno di maggiore potere e nemmeno di ricchezze, perch gi possiede il controllo sulle menti umane e di riflesso, il mondo intero. Non quindi il soldo, il motivo vero e profondo di questa nostra malata condizione terrena. Il denaro ha altre e non considerate funzioni. Poich il dominio estremamente scaltro e non attinge dall'esperienza di un periodo storico recente, ma lungo di millenni, ha raffinato un sistema per sospingerci verso quello che se esplicitamente chiesto, ci farebbe fuggire a gambe levate. In questo disegno, dio moneta la bacchetta magica per rincretinirci, e la carota per sospingere una folla di gente verso ci che il dominio esige, senza che si capisca. Serve pure a farci guardare in una direzione, mentre i problemi nascono da motivazioni che non s'immaginano. In questo modo, il sommo potere ottiene la nostra piena partecipazione alla creazione del malessere, impedendoci di sospettare che quello sia il fine. Raggiunge risultati per esso fondamentali alla luce del sole, mantenendoci incastrati in un meccanismo che per esistere, necessita proprio della nostra schiavit, della nostra sofferenza e di ogni nostro male. Facendoci credere di essere impegnati a creare un mondo migliore per noi stessi e a sostenere sviluppo e progresso. C'infinocchia alla grande. Sorprendentemente, il denaro ha pure un altro compito nascosto: serve a gratificare e incentivare i venduti che si adoperano per sostenere questo stato di cose. Anche di quest'aspetto per, ne parler pi avanti. I principali sistemi con i quali innesca il "processo di utilizzazione", coincidono con l'opzione dei tre prevalenti concetti di vita. L'umanit si trova pressoch obbligata a scegliere tra il Dio Creatore e il dio Denaro, coadiuvato questo, dalle regole della jungla. Anche se vi ho prospettato tre "canalizzazioni", in realt Jungla e denaro, si potrebbero incorporare in una sola. Senza tuttavia perderci in sottigliezze, se fossimo gallinacei, ci controllerebbero con il becchime e un lungo bastone; con noi, sono usati dogmi, soldi e condizionamento prodotto e sostenuto dal sistema societario. Mentre il percorso dei Credo simile a un budello di vie senza sbocco, nel quale ingannevolmente ci sospingono per soffocare lo spirito anzich renderlo libero, quello del denaro si presenta molto pi seducente. Questo per, riusciamo a seguirlo se siamo disposti a calpestare gli insegnamenti religiosi. In altre parole, con un sottile e perverso lavoro, il dominio riuscito e riesce a piegarci, sempre e comunque alle sue necessit, poich nulla ha lo scopo di migliorarci ma di farci cadere in una spirale involutiva, anche quando crediamo di adoperarci per uno scopo inverso. Solo sull'argomento "confessioni e fedi" ci sarebbe da parlare a lungo e non ancora il momento (riservo ad altri capitoli l'approfondimento), tuttavia importante che accenni a cosa cova sotto la cenere. Qualcuno di molto saggio che per sostenere l'imbroglio stato smerciato per Dio, in antichit fece scrivere degli importanti libri, con la precisa intenzione di indicarci quale deve essere il corretto intendimento della vita. Non per obbligarci (come usa il sistema di dominio) ma amorevolmente, per non farci perdere la strada. Lo scopo era di evitarci di crollare tanto pesantemente con la faccia sul pavimento e ridurci cos male. Ma non era il solo a operare su questa Terra. Quel potere del quale in continuazione accenno, si diede molto da fare per stravolgerli e deturparli, al fine di turlupinarci proprio per mezzo del sistema delle religioni. Sostanzialmente, le confessioni di fede, hanno sempre avuto un fine ben diverso da quello creduto. Sono state create per innescare i nostri problemi terreni e per migliaia danni, il dominio si sostenuto (anche) per mezzo di contorsioni spacciate per verit inconfutabili, che mascherate da consapevolezza, hanno prodotto nientaltro che ignoranza, condizionamento e ulteriore schiavit. Alcuni penseranno che stia farneticando ma, cosa ci disse Osho Rajneesh? La chiesa stata una gigantesca muraglia cinese che ha impedito alla gente di entrare dentro di se Seguendo i dogmi, siamo arrivati al cortocircuito e questo perch, nei testi, le fandonie sono state sapientemente mischiate alle verit, al punto di divenire un tuttuno indistinguibile. Ci siamo fatti dirigere da ambiguit e ipocrisia, credendo avessero granitiche basi di autenticit. Poich nessuno osa sollevare il sospetto di un inganno, se davanti posta la sacra intoccabilit di figure Divine, il sistema di dominio finisce per spadroneggiare indisturbato, proprio grazie alle professioni di fede. I credenti che accoglieranno queste parole come gratuitamente offensive, non scordino l'avvertimento dato in precedenza, riguardo a un sistema che protegge se stesso con la potenza dei preconcetti, e facendo assegnamento sulla profonda stupidit umana. Per abitudine facile dissentire da quanto dico, senza per pensare che se cos non fosse, non saremmo qui a credere che la personale religione sia quella giusta, e le altre il frutto di falsit o distorsioni. Solo chi accetter di volgere lo sguardo oltre le apparenze, potr diventare persona consapevole e scoprire l'inganno. Coloro che alle suggestioni credono, devono solo attendere di collassare, dopo un estenuante tentativo di perforare una barriera trasparente, che sembra non esistere

Pagina 16 di 124 Che cosa produce ci? Che la bussola, ovunque indirizzata indica il NORD, disorientando Rende deboli e malleabili, tutelando nel contempo il governo. CI HANNO INDOTTI A PENSARE CHE I CREDO SONO UNA COSA E IL SISTEMA SOCIETARIO UN'ALTRA MA, ATTENZIONE, NON PER NIENTE COS! Ad ogni modo, che le religioni sono anelli del sistema, lo prover a tempo debito, nel frattempo vi suggerisco una salutare riflessione: domandatevi come sia possibile che proprio le chiese, si siano spesso espresse in modo losco e abbiano sostenuto delle guerre. I congegni religiosi per, rappresentano solo un aspetto del sistema di controllo sugli umani. Per ottenere il massimo risultato, lipocrisia che per millenni abbiamo respirato dalle falsit infiltrate (nel nostro caso) nel cattolicesimo, ora elargita dal sistema jungla. E' laltro stadio della fregatura, perch in tal modo, chi rifiuta di nuotare nellacquitrino della religione, e sotto il controllo dei sensi di colpa, si trover comunque impigliato nella rete del dio soldo. Quindi, nelle maglie delle regole alternative della jungla e del profitto. Il dominio ha previsto ogni mossa. Per non consentirci di sfilare collo, polsi e caviglie dai ferri, ci che si apre a scenari rispettosi della nostra essenza, mostrato fuori moda o stupido, o stato bandito, o reso irraggiungibile. Il dominio ci fa cadere in trappola. Indipendentemente dal nostro pensiero, in modo desolante, ci mette comunque al suo servizio, togliendo riferimenti veramente liberi e predisponendo un ventaglio di alternative (che soluzioni non sono), sempre l pronte ad accoglierci, ma per farci muovere in loop, senza prospettive. Gli ingenui identificano la causa dei mali in un capro espiatorio, perch non sanno che problemi e soluzioni sono creati dalla stessa matrice. Non sanno che il dominio un camaleonte. E' rosso e nel frattempo nero; la fame che attanaglia i popoli poveri e gli aiuti umanitari; il male che ruba le vite e la chimica che lo cura; le atrocit e la chiesa che le condanna; il terrorismo che mette le bombe e lesercito che lo stana. Il nucleo del potere ci gioca come e quando vuole. Infidamente e sottilmente ci orienta contro natura, per soffrire o produrre negativit e sofferenza, anche quando ci prefiggiamo onest e rettitudine. Poco importa se siamo credenti o atei, il dominio ottiene comunque successo, agendo a ogni livello di condizionamento. In una rete o nelle altre, o, in tutt'e quante, cadiamo senza scampo. Ogni atto del vivere, parte di un gioco che serve a guastare la societ per far vincere gli insensibili, gli ipocriti, i meschini, i gretti e, i disumani ... Chi ne risente di pi di questo schifo? Proprio i pi sensibili e vulnerabili, e non sono pochi quelli che cadono spossati e si ammalano di depressione. Un flusso di regole sottilmente e velenosamente disumane, come pu non influire sulla vita affettiva e intima delle persone? Intacca ogni pi piccolo lato della nostra sfera vitale, senza nulla tralasciare. La jungla sfrutta alla perfezione, anche la porzione di popolo privo di energie per difendere se stesso. La cura di psichiatra e psicologo, sono la prima cosa proposta a una persona che soffre del mal di vivere. Per qualcuno le cure funzionano, se riesce a riadattarsi alla demenzialit della jungla. Per molti invece, alimentano una lotta persa in partenza. Questo, perch i medici dovrebbero mettere mano al vero problema, che il sistema, per adattarlo allindividuo inteso come essere umano in debito di dignit e libero arbitrio, ma si sono formati in seno al programma del controllo mentale del potere, che crea ruote per il proprio congegno. Sono essi stessi malati; "aggiustano" le persone, per riadattarle all'infernale meccanismo. Naturalmente, esistono vari gradi di disagio e molto diffusa linsoddisfazione esistenziale. Non forzatamente sinonimo di depressione, e quando ne siamo toccati, cerchiamo di superarla in vari modi. Spesso crediamo di trovare soluzione alle nostre debolezze e traballanti equilibri, mettendoci nelle mani di chi ha imparato la vita. Non esistono solo gli psicologi, e il mondo pieno di maestri che sembrano poterci svelare i segreti di libert, realizzazione e felicit. Ma quando per erudire sulla vita e raccontare che deve essere permeata di amore e gioia, ci presentano un conto in moneta, in dogmi che incidono sullindividuale libert, o ci tengono nascosta la verit pi scomoda e torbida, non dicono chiaramente che il meccanismo e chi lha voluto, la causa dei problemi sulla Terra, e ci girano attorno, ci stanno inchiappettando. E alla grande In realt, le strutture che insegnano a vivere servono il sistema e hanno il compito di ammaestrarci sui mille modi diversi per sguazzare nellacqua, che ormai ci sta togliendo forze e pelando la pelle, o a correre pi velocemente sulla ruota del criceto, o a ronzare con ritmo pi allegro contro un vetro Vuol dire che elargendo sorrisi e toccanti parole, stanno pensando agli interessi dellorganizzazione e sono parte del sistema. Funzionano da motori del meccanismo, proprio come le cure sanitarie per i depressi, la politica, le religioni e ogni cosa creata per farci abbandonare il cervello alle suggestioni, e farci smarrire nel labirinto. Ne consegue che viviamo in un grande limbo d'incoscienza, o ben che vada, di misera coscienza condizionata.

Pagina 17 di 124 Nonostante ci, ascoltando i discorsi nellaria sui problemi del nostro mondo, si sente spesso fare riferimento alla consapevolezza. In realt, dato il contesto, ancora pi facile prendere lucciole per lanterne e avvilisce sentir parlare di conoscenza, da persone che neppure hanno capito, quanto questa sia controllata e orientata come ogni altro pensiero umano.

Capitolo 6 IL GORGO Avete mai esplorato gli effetti di codici e soldi sul comportamento? E' assolutamente il caso di farlo. Immaginate l'umanit, all'interno di una figura piramidale, dove alla sommit o vicino a essa, troviamo chi sguazza nelloro. Tra il culmine e la parte bassa, un ampio ventaglio di valori ma a mano a mano che ci si avvicina alla base, pi si risente di effetti negativi e della fatica del vivere, si viene sempre pi allontanati da gratificazioni materiali e pure dallindispensabile, si amplificano povert e umiliazioni. Pochi stanno in alto mentre scendendo, il gruppo s'infoltisce. Sul fondo i pi miseri, a contatto con la disperazione e lo squallore, sui quali la moltitudine sovrastante, produce un incurante calpestio. Tra i due estremi, la disuguaglianza enorme. Nessuno si chiede il perch, eppure il motivo rivelatore. Appartenessimo a un solo ceto sociale medio e tutti avessimo l'indispensabile per vivere serenamente, non s'innescherebbe nessuna corsa per il raggiungimento di qualcosa che pu farci stare meglio. Il meccanismo giocato in modo cos sottilmente equivoco, da farci credere di essere al lavoro per noi stessi, e di essere noi ad avere il controllo della vita, quando invece, tutto controlla noi. Che cosa facciamo, per l'appunto? Ci mettiamo in movimento, per agguantare il meglio che possiamo, poich nessuno aspira a ricoprire un posto pi defilato nella scala sociale, a pi scarse gratificazioni, a essere considerato una nullit e indicato come esempio di pochezza; ad appartenere alla categoria dei falliti. Il sistema astutissimo per orientarci in modo incisivo, ci fa urtare violentemente contro lo spigolo acuminato dei simboli del benessere, e contrapponendoli alla povert. Il tutto quotidianamente proposto alla nostra attenzione, attraverso TV e carta patinata, o mediante l'apparato scenico del mondo circostante, nel quale possiamo osservare gente dallaspetto arrivato, che viaggia in macchine di lusso e gente misera; palazzi depoca e ville lussuose con piscina, in opposizione ad abitazioni povere; negozi di lusso, in contrapposizione ad altri che si mostrano desolanti. Tutti i santi giorni ci scontriamo con questi messaggi subliminali, con quello che il mondo ci mostra desiderabile e come simbolo di successo, per non farci scordare che, poich senza soldi si vive male, dobbiamo darci da fare per non essere poveri. Nessuno s'accorge che LA PIRAMIDE SOCIALE STATA CONGEGNATA PER MANTENERCI SCHIAVI DEI BISOGNI DI CHI DOMINA IL MONDO, QUINDI, PER NON PROSCIUGARE L'ESSENZIALE BACINO DI SOFFERENZA. La massa si fa risucchiare nel gorgo, e finisce per dannarsi lanima, schiava del perverso congegno. Rincorre i massimi risultati secondo quanto suggerito dai condizionamenti societari. Per l'ottenimento di questo risultato, il meccanismo della disuguaglianza di grande efficacia, ma pure chiaro che qualcuno debba adoperarsi per alimentarlo e mantenerlo vivo. Ecco che entrano in ballo, coloro che materialmente si adoperano a sostegno del processo: i personaggi "arrivati". Non il dominio a occuparsi di produrre lo scenario che vi sto illustrando, poich in primis ha bisogno di rimanere nell'ombra, mentre parte del massimo organico, non deve mostrarsi impegnato in scopi opposti a quelli perseguiti per incantarci. All'incarico pertanto, si dedicano i galoppini del potere: le persone ricche e di prestigio. Alti livelli sociali, potere, soldi e gloria, infatti, sono il compenso che ricevono coloro che hanno accettato di adoperarsi per la causa del supremo potere terreno. Di questo "giochino" naturalmente, la massa deve rimanere alloscuro, altrimenti salta tutto. A chi pensa che stia esagerando, suggerisco di prestare attenzione a un particolare: non ostentare ricchezza, dovrebbe essere il primo atto di rispetto verso chi non ha nulla. Il solo fatto che esistano cos forti differenze sociali e siano mantenute, un perfetto metro per giudicare i ricchi. Le boutique, i negozi sfarzosi, i concessionari di auto prestigiose, le gioiellerie, le ville miliardarie, poich hanno il peso della prepotenza, e di volgari insulti rivolti a quanti non arrivano a fine mese, ci danno la misura della loro morale. Non ne hanno. Nemmeno possono averne, perch lavorano per il sistema E noi pensiamo che sia dignitoso essere facoltosi quando, per raggiungere i soldi, le prime cose che si perdono sono anima e dignit ... Il risultato straordinario! La gragnola d'insulti, invece di farci aprire gli occhi, c'induce a rincorrere i simboli che "connotano le persone giuste.

Pagina 18 di 124 Ci diamo da fare secondo le regole della jungla, che ci istiga subdolamente alla nostra personale guerra; per la sopravvivenza, o per soddisfare l'EGO e dimostrare di essere "migliori" o degli arrivati. Se poi il cuore a metterci in movimento, la societ ci bolla come scemi, per farci capire che tutto, invece, va fatto per interesse personale. Non si certo sviluppato per volont del popolo, un mondo che ha laspetto di una vorticosa giostra medievale, nella quale si calano in lotta miriadi di cavalieri, per dominare e vincere il malato premio di ogni categoria. Alla battaglia siamo convogliati fin dalla scuola. Il voto parte del programma di condizionamento, e i gradi di rendimento servono a farci accettare da subito le malate regole del baraccone, cos che si sgambetti nella direzione indicata. Ci mette nelle condizioni di giostrare con le specifiche capacit e conoscenze, con la dialettica, lintelletto, lastuzia, con le armi, la prestanza fisica, la cultura (?), le menzogne. E in continuo il mondo ci ammonisce: Sii pi incisivo; accelera il passo; non rimanere indietro; mettici impegno; lotta senza risparmio; scavalca gli altri; piuttosto che essere calpestato, calpesta; tira fuori unghie e denti; se non vinci non sei nessuno . Chi meglio apprende la lezione meglio si integra nel demenziale mondo della competizione, e meglio serve il potere, acquisendo una forma mentis da Ninja. Ma cosa che impone di essere disposti a trasformarsi in coccodrilli, altrimenti ci si ammala. Paradossalmente, assecondare il nostro mondo pi facile che combatterlo. Basta non opporsi e seguire londa, basta adeguarsi alle leggi del profitto, del pi forte e scaltro, del pi ricco e potente, del pi abile a farla franca, delle multinazionali, delle banche, dello stato, della politica, del nepotismo, della concorrenza. In fondo, per adeguarsi, sufficiente soffocare i migliori lati umani, esprimersi nellipocrisia, nella meschinit, nell'insensibilit, nella spietatezza. E' un percorso degenerante al quale, proprio il sistema ci orienta, premiando con il denaro e il prestigio. Ci impongono con le leggi dessere onesti e rispettosi delle regole ma subiamo la possente forza durto della jungla, e di ci che ci mostra come meta da raggiungere, se non vogliamo gravitare nel settore dei falliti. Prima, e ancor pi che dai furfanti, siamo maltrattati dal sistema societario; presi a schiaffi e sputi da ci che abilmente, finge di tutelarci. Certo, anche se esageriamo con la disattenzione verso l'etica, rischiamo di pagare conseguenze perch, IL MECCANISMO DEVE MANTENERE UNA PARVENZA D'INTEGRIT MORALE. Per ingannarci, non pu certo rivelarsi per quello che . Ci troviamo tra due fuochi, ma troppe cose ci dicono che se non diventiamo facce di merda, paghiamo di pi; che meglio essere meschini con le tasche piene di soldi. In questa lotta PERFETTAMENTE ORCHESTRATA, letica, quell'atto di rispettosa attenzione verso il prossimo, pu solo uscirne malconcia. E' difficile da rispettare quando la realt delle cose ci dice che a tenerla in considerazione, si rischia di stringere la cintola, o di non conquistare le gratificazioni che il mondo ci sbatte in faccia come meta da raggiungere. Per risultato, le regole di correttezza e onest assumono il valore di favole per imbecilli, sostenute dallidealismo di qualche sprovveduto. Ovviamente, gravitare in alto non facile e non da tutti, poich la concorrenza tanta e agguerrita a ogni livello. Questo, un meccanismo creato per far s che la propria vittoria implichi la sconfitta di molti. Il che significa che ogni cosa va guadagnata alle spalle degli altri, e ci che sar dato a chi vince, sar negato ad altri o sottratto. E' ci che porter alla guerra dei poveri, perch i vinti costituiranno sempre la maggioranza! Inoltre, moltiplicate la piccola battaglia personale per il totale degli abitanti del pianeta Terra, e otterrete la battaglia globale che si sta ingoiando a pieni bocconi lumanit. La cosiddetta selezione naturale unautentica barbarie, eppure, ancora inneggiamo al connubio armonioso tra etica e competizione e crediamo a chi ci sprona (come Milena Gabanelli da Report del 15 aprile 2012) a mettere in atto il: Meccanismo virtuoso della concorrenza reale. E' semplicemente demenziale, perch pensando ai nostri piccoli interessi e alla nostra personale guerra, assecondiamo il processo di distruzione dell'uomo. Etica e meccanismi societari ( virtuosi ) sono in perfetto e fortissimo conflitto! Il rispetto per i valori umani, non pu andare a braccetto e coesistere con le regole che assecondano le esigenze del soldo, del profitto, del capitalismo, del pi forte e prepotente, delle pi astute volpi. L'etica soccomber sempre alle regole della jungla! Capite che siamo sospinti verso la catastrofe? E' stata pianificata!

Pagina 19 di 124 Dobbiamo assolutamente evitarla, ma non certo adottando i criteri suggeriti da Gabanelli e "sistema", bens diventando altruisti, cooperando anzich lottando, creando un mondo privo di privilegi che, per il principio di causa ed effetto, producono la schiavit di tanti altri. La competizione una neurotossina che innesca fatalmente una profonda e lacerante metamorfosi della nostra personalit, e poich uno di quei meccanismi sui quali si regge la nostra societ, se non ci renderemo conto di quanta negativit trasmette, saremo destinati a lessare nei suoi venefici bollori. Per un attimo chiediamoci cosa potrebbe accadere se cambiassimo visuale e direzione. Se ad esempio, cominciassimo a rifiutare almeno una delle regole pi potenti del sistema: la concorrenza e la spinta a scavalcare gli altri. Da alcuni esperimenti eseguiti in una scuola superiore svizzera, emerso che a non essere obbligati a conseguire risultati a tutti i costi, gli studenti cominciano ad aiutare chi ha difficolt. Si sviluppa laltruismo Ma che novit! E necessario condurre degli esperimenti per rendersene conto? Pensate a quale risultato incredibile si perverrebbe se la scuola ci insegnasse laiuto reciproco, anzich le leggi della jungla. Se anzich dare voti e giudicare, e fare differenza in conformit di un rendimento, ci insegnasse la solidariet, la fratellanza, l'altruismo. E anche, che la felicit deriva dal vivere e fare le cose con amore, e non dal prestigio e dall'accumulo di beni. E noi, che cosa aspettiamo a capire che non rispettando le "sane" regole e il sistema, che ci differenziamo dalle bestie? Che cosa aspettiamo a capire che il meccanismo societario, costruito per farci investire energie che si basano sulla forza dei nostri lati pi negativi, per sospingerci verso l'ambiguit, per farci muovere come topi verso le trappole, per portarci a esprimere solo ci che necessita a un invisibile dominio? Quindi, al collasso dei pi basilari principi morali, verso lannullamento dellessenza umana, alla schiavit, a calpestare o essere calpestati, a soffrire o far soffrire, a odiare o produrre odio? Lo capiamo che ci potremo considerare non pi dei cavernicoli incivili, allorquando rifiuteremo di concepire la Terra come campo di battaglia ma luogo di passaggio, sul quale costruire una felice convivenza per tutti, anzich solo per alcuni? Quando saremo capaci di agire per un AUTENTICO bene collettivo, e non lotteremo contro altre persone per affermare lEGO, una bandiera o meccanismi di mercato? In futuro la migliore societ (sempre se arriveremo a crearla) non sar la pi competitiva ma quella che aborrir la competizione. Se vorremo veramente cambiare il mondo, dovremo accettare un mutamento radicale di mentalit. Ora, siamo solo scimmie bellicose con un cellulare in tasca

Capitolo 7 ICEBERG Come ripetutamente detto, il meccanismo che agisce su noi tutti, uno solo e non tanti. Questo significa che i poteri che noi percepiamo frammentati e spesso ostili tra loro, sono il frutto di un abilissimo effetto scenografico. Il dominio, non solo in grado di produrre tanta teatralit ma anche cos abile da non farlo capire, e per meglio ingannarci, confondere e distorcere levidenza, non si avvale di regole rigide ma mette in atto ogni genere di espediente. Ha la capacit di creare separazione tra le questioni osservabili, sfaccettandole e polverizzandole. Quello che infine riconosceremo, sar solo un pullulare di contrasti; un gran daffare dei buoni per combattere i cattivi; un fiorire di problematiche dovute agli interessi dei poteri che crediamo autonomi. Ci facciamo travolgere dalle logiche della catena. Lo scenario di primo acchito molto confuso, ma se mi seguite, tra breve vi risulter pi chiaro. Figuratevi una struttura operativa con forma di iceberg. E' risaputo che questi blocchi di ghiaccio, si presentano con una parte in emersione e quindi visibile, molto piccola in rapporto a quanto rimane immerso. Sulla porzione pi esposta dell'Iceberg, ci stanno i rappresentanti del dominio a capo degli anelli, quindi, i personaggi d'elevata posizione sociale a noi pi noti. Alcuni di loro, facilmente li scambiamo per i veri capi del mondo, mentre in realt, sono nient'altro che elementi di congiunzione con il vero governo. I cagnoni al pi alto livello della scala del potere, si trovano nella grossa porzione sott'acqua, e a mano a mano che ci si addentra nel palazzo del dominio, e pi i membri acquistano forza decisionale, pi si fanno schivi, silenziosi, defilati, fino a scomparire (quasi), alla nostra vista. Il nucleo del sommo potere rimane nel cuore della montagna di ghiaccio come unape regina, pur facendo capolino ogni tanto, per soffocarci di apparenze e confondere le acque.

Pagina 20 di 124 Il meccanismo di dominio cos strutturato per non farci approdare alla fonte dei mali che ci assillano, e al massimo mostrarci i poteri minori come causa di tutto. Questi sono stratificati e polverizzati, appunto, per funzionare da setacci e maglie protettive, e impedirci di giungere per via logica ai veri governatori. I servili tirapiedi visibili sono, per es.: Obama, principe Ranieri, regina Elisabetta, Rockefeller, Napolitano, Monti, Draghi ecc., quindi i capi di governo, ministri, politicanti di spicco, alti graduati militari e dei corpi di Polizia, grandi imprenditori, amministratori delegati dei grossi gruppi industriali, banchieri e direttori di societ bancarie, faccendieri, presidenti di famose associazioni, ecc. Per sapere i loro nomi dunque, vi baster correre mentalmente ai personaggi che compaiono spesso sulle pagine di riviste e quotidiani, o sugli schermi di tutto il mondo e nei telegiornali. Tutti costoro, anche se alcuni appaiono in contrasto (a volte lo sono realmente), prendono ordini, spesso senza saperlo (echeggia una sola parola d'ordine nelle stanze del dominio: "PER REGNARE, INGANNARE!"), da un unico coordinamento di potere egemone, che sta nella pancia dell'Iceberg. Tuttavia, lo scenario che a noi apparir a un esame superficiale, sar di potenti, per niente soddisfatti di farsi superare da altri, in lite per primeggiare, o per far valere i propri interessi. E quanto per via logica (ma assolutamente ingannevole) possiamo cogliere dai media, quando ci parlano ad esempio, di guerra in Afganistan, o di crisi di governo in Italia, o del debito della Grecia, quindi, d'interessi nazionali, problemi politici, economici e via dicendo. SE AGUZZIAMO LA VISTA PER, SI SCORGE CHE LA MAGGIORANZA DEI PERSONAGGI DI RILIEVO COINVOLTI IN FATTI ALLA RIBALTA, SONO LEGATI DA UNO STRANO E APPENA VISIBILE FILO: APPARTENGONO A CLAN MASSONICI. Senza disperdermi in considerazioni al momento premature, ed entrare in dettagli che riservo per il capitolo 9 LA CHIESA OCCULTA, questi personaggi, sono in qualche modo collegati alle svariate associazioni pi o meno esoteriche, disseminate sul globo. Alcuni di essi, sono parte fissa nel gruppo dei Bilderberg, altri invece, saltuariamente invitati a partecipare alle riunioni. Il che significa, che comunque appartengono a una delle tante societ, altrimenti l dentro non si entra. Rimanendo agli individui dai nomi pi altisonanti, vi sono coloro che aderiscono al Clan dei 300, altri ancora, sono membri della commissione o consiglio trilaterale (di cui anche, fa parte Rockefeller), o Fondazione Rockefeller, o Skull and Bones (societ "teschio e ossa" che si occupa di addestrare la classe dirigente americana. Vedi link a fondo libro), dalla quale sono usciti Kerry e Bush, o Tavola Rotonda, o facenti parte di Lucis Thrust, o dei "Savi di Sion", o gruppo Bnai Brith, o degli Illuminati di Baviera, o della P2, o del Grande Oriente d'Italia. Non pochi sono affiliati a Logge non esposte alla luce dei riflettori, o apparentemente innocue ma non per questo meno attive e, NELLO SPIRITO DEL PERFETTO INGANNO, per nulla meno importanti. Tra le fila di queste, si possono addirittura trovare "Gli Illuminati", quindi, quelli all'apice della massoneria ma che, si badi bene, non fanno ancora parte del supremo potere. E', INVECE, IL SOMMO DIRETTIVO AD ANIMARE IL SISTEMA MASSONICO E AD ESPANDERE ATTRAVERSO ESSO, IL TOTALE CONTROLLO SULLE MILLE ATTIVIT UMANE. Le varie corporazioni e societ pi o meno occulte, pertanto, sono parte della messa in scena, utile a confondere la gente sulle reali attivit e a mantenerla ignara che dietro, agisce una sola regia e UN SOLO GOVERNO, CHE HA GI ASSOLUTO CONTROLLO E PIENI POTERI SUL MONDO. Dato quest'imponente gioco delle apparenze, va messo in chiaro che le attivit delle correnti pi esoteriche, SONO SOLO APPARENTEMENTE RIVOLTE AL RAGGIUNGIMENTO DEL "NUOVO ORDINE MONDIALE" (NWO). TALE PROGETTO FRUTTO DI UNA MONTATURA ED ESATTAMENTE, SERVE A RIMESCOLARE LE CARTE IN TAVOLA, COS DA FARCI GUARDARE IN DIREZIONE DI ALCUNI SOGGETTI INFLUENTI E DELLA LORO BRAMA DI POTERE. LA FINALIT PRODURRE UNA GIUSTIFICAZIONE ALLE ASSURDIT DEL NOSTRO MONDO, E CONTEMPORANEAMENTE, NASCONDERE COSA REALMENTE COVA DIETRO AI NOSTRI MALI. Entrando un po' pi a fondo nel problema, la farsa serve a occultare un aspetto basilare: A PRESCINDERE DAL NOME DI CLUB E SOCIET, I GRUPPI SONO NIENT'ALTRO CHE D'ILLUMINAZIONE SATANISTA O, QUANTO MENO, DA QUESTI SONO MANIPOLATI. CHI ADERISCE FANATICAMENTE VOTATO ALLA CAUSA DEL DOMINIO, E CHI NO (RARO), ANCHE SE DI APPARENTE RILIEVO, E' IN OGNI CASO SOTTOMESSO, PERCH LASSU', ARRIVA SOLO CHI E' FUNZIONALE PER GLI SCOPI DI UNA DIRIGENZA DI TOTALE E ASSOLUTA VOCAZIONE SATANISTA! Tradotto, significa che chi graviter nella zona alta della piramide sociale, sar molto impegnato a riversare disprezzo e ogni genere di male (ma con nobile classe ed elegante discrezione) sullintero pianeta, mentre il popolo, sar indaffarato a raccogliere le conseguenze di tale filosofia Per farvi un'idea del caloroso abbraccio che cos umanamente ci avvolge, vi suggerisco una riflessione: chiedetevi perch esistono ricchi talmente ricchi che solo con una parte minima del loro patrimonio, potrebbero spazzare definitivamente fame, guerre e malattie dai paesi poveri. Abramovic per esempio (un pezzente se paragonato a

Pagina 21 di 124 certuni), ha investito 2 miliardi di Euro nellacquisto del Chelsea, quando con 8 milioni, avrebbe dato da mangiare per un anno intero alle popolazioni affamate. Krupp, Rothschild, Rockefeller, Frescobaldi, Ferrero, Agnelli e vari sceicchi, tanto per dare riferimenti, possiedono somme semplicemente smisurate. Coalizzandosi, potrebbero mettere facilmente insieme abbastanza denaro da lastricare la Terra doro o, porre fine ai mali dell'intero pianeta ... Pensate che non si possa vivere dignitosamente, con una piccola parte di certe fortune? Perch loro che potrebbero, piuttosto che dedicarsi alla risoluzione dei problemi terreni, VERAMENTE E FATTIVAMENTE, piuttosto buttano i soldi al Casin? Semplice: SONO PARTECIPI DI UN PROGETTO CHE HA PIANIFICATO LA SOFFERENZA UMANA. Quindi, incastonati in un sistema che impone di prevaricare sui deboli e agire per il male. In cambio di guadagni faraonici, si sono piegati alle regole di quel sistema, che sto cercando di rendervi visibile. Chiaramente, la negativit si esprime in mille modi diversi e non forzatamente corrisponde ad atti di ferocia. Spesso, queste persone si dedicano alla diffusione di valori fasulli come (un esempio tra mille), Lapo Elkann In ogni caso, l'immagine determinante e loro lo sanno bene, e quando esposti a una platea, indossano la maschera della convenienza, sfoggiano sorrisi e parole buone, o si mostrano persone "per bene e amabili", come Napolitano. Forse che i malfattori, si palesano a tutti per quello che sono? Se non agissero cos, il gioco di prestigio, come farebbe a stare in piedi? Alcuni, per coprire la realt, fanno beneficienza a opere religiose, o sostengono associazioni umanitarie come Amnesty International, FAO, Green Pace, Unicef e via dicendo. Al solito, si tratta di fumo gettato negli occhi dei poveri e beoti umani perch, di fatto, spostano soldi all'interno dello stesso circuito E' facile farsi ingannare sono teatranti davvero bravi (ne parlo pi diffusamente nel capitolo 10 "PIOGGIA ACIDA"), al punto di essere accolti con ammirazione e diventare riferimento per la massa o, con particolare allusione ai politici, al punto di essere sostenuti dal popolo, quindi, da chi paga il conto salato del tradimento. Per alcuni di essi, produrre male un gioco, tuttavia a tale impegno sono OBBLIGATI DA LEGAMI DI SANGUE O GIURAMENTI, necessari per appartenere alla casta del potere, o a un certo ordine. Di fatto, laridit danimo inscindibile dal potere e dal benessere elevati e senza mezzi termini, pi ci si avvicina alla sommit, pi si fanno ripugnanti. Tuttavia, anche a livelli intermedi, pensare ci sia tra loro qualche brava personcina, come credere alla fata turchina. Il motivo? Nel percorso d'ascesa CHI VERAMENTE HA COSCIENZA, quando fiuta cosa c' nell'aria, vomita e fugge! Ho detto che costoro funzionano da filtri, tuttavia, non sono esclusivamente figure di facciata e fittizie: amministrano pur sempre quanto strategico per il controllo delle comunit. Anche se subalterni, influenzano i meccanismi dellalta finanza e dell'economia mondiale. Guidano l'orientamento del mercato internazionale e le strategie industriali, come la produzione di cibo. Influiscono su ricchezza e povert dei popoli, fisionomia della Terra attraverso le guerre. Controllano i cittadini con le leggi; condizionano anche le correnti di pensiero e le culture, la musica e le mode. La politica poi, risponde alle loro recite. Inoltre, facciamo e sappiamo ci che a essi comoda - niente di pi, niente di meno - perch pure i mezzi d'informazione sono da loro gestiti. Per quest'ultimo aspetto, viene da se che i vari tentativi di denuncia del complotto pur trattandone largomento, si presentino in forma lacunosa e fumosa, e non spieghino mai appieno le reali motivazioni di tanta assurdit. Rimangono privi dellindividuazione del movente base, per un agire tanto bieco e meschino. Non puntano mai il dito verso lunica e autentica fonte di tutto il nostro male. Chi mai potrebbe sovvertire la regola, quando un coro di media schierato per non venir meno ai voleri del tal Paperon de Paperoni, del tal presidente, del tal regnante, o dei proprietari di network, o dei potenti, affiliati di spicco, disseminati sul pianeta? Loro hanno in mano tutto La situazione pressoch priva di alternative: chi visibilmente ci dirige, comunque parte attiva del meccanismo di dominio, al quale ha prestato giuramento di fedelt, o al quale si assoggettato. I direttori dei mezzi di comunicazione e della stampa sono ingranaggi della grande macchina, altrimenti non ricoprirebbero tali ruoli, sarebbero al massimo operai delle rotative o dei semplici passa carte, perch il sistema che attribuisce loro tale ruolo. Molti sono degli stupidi ma questo per il potere, un aspetto del tutto gradito. Poich il congegno gerarchico avviato da tempo immemore, arrivato a vivere di vita propria, producendo un'automatica reazione a catena, con i piccoli poteri che si piegano ai grandi poteri. Pertanto, per sopravvivere, la piccola industria si piega alla grossa industria, i piccoli politici ai grossi politici, i piccoli malviventi alle grosse organizzazioni delinquenziali. Chi semplicemente vuole seguitare a riempire la pancia, accetta volont superiori. La maggioranza si piega in automatico, mentre gli eventuali irriducibili, in altro modo

Pagina 22 di 124 Il dominio ha mille potenti armi per combattere i propri nemici. Dispone dei media, della malavita e, pure delle polizie. TUTTI ANELLI D'UNA CATENA. A CAPO DI OGNI ANELLO, C' SEMPRE UN LORO EMISSARIO Dovessero beccarmi, i telegiornali racconterebbero, come minimo: "E' stato catturato un pericoloso terrorista, in procinto di compiere un attentato!" I coglioni applaudirebbero il grande risultato e continuerebbero a dormire Se a qualcuno sembra esagerato, perch (poverino) non ha ancora capito con chi abbiamo a che fare! Alcuni esempi delle loro opere? Ricordate Enzo Tortora, scomodo presentatore senza peli sulla lingua, e per questo accusato di essere un mafioso? O Fabrizio De Andr, che pag insieme alla compagna Dori Ghezzi, con quel rapimento del tutto inconsueto, che fu in realt una punizione del sistema per i suoi testi contro il potere? Ovviamente, le prospettive per chi insiste con le proprie azioni senza "rispettare una certa linea di condotta", o farsi comprare, finisce per passare a miglior vita, come accadde a Enrico Mattei. Esplose in volo col suo aereo, perch non volle piegarsi alle (allora) 5 sorelle. Pensava di poter gestire il mercato del greggio tra Italia e Paesi produttori, in modo pi equo per entrambe, e soprattutto senza vincoli. Mor pure Pasolini che insistette nel voler mostrare le magagne dell'Italia. Fu avvelenato anche il grande Osho Rajneesh, perch irriducibile nella sua opera di consapevolizzazione. I morti, tra coloro che hanno voluto perseguire correttezza e verit a tutti i costi, non si contano. Si rammentino anche (solo qualche nome di una lunga lista) Mauro De Mauro, il generale Dalla Chiesa, Falcone e Borsellino, Boris Giuliano, Ilaria Alpe, o Mino Pecorelli. Non si trattato di vittime di situazioni senza nesso tra esse, come pu essere spontaneo credere. Divennero una minaccia per il dominio Di certo non ebbero chiara la situazione nel complessivo (Osho, invece, sapeva), e non capirono che informazione, Stati, mafia, polizie, massoneria e chi da una finestra invoca l'amore fraterno, sono indissolubilmente legati, altrimenti avrebbero operato in modo da evitare i canali ufficiali di giustizia e informazione. Sarebbero stati molto pi accorti, poich questi, sono in mano a chi li ha voluti morti. In soldoni, chi crede nella democrazia e nel potere della verit, chi ancora crede di poter raccontare come stanno le cose passando dai canali ufficiali, non ha minimamente compreso la situazione. E un illuso al pari di Don Chisciotte. Ad averla vinta sono sempre loro: i molini a vento. Il sistema maestro nel distorcere il campo di visuale, mostrando una facciata assolutamente democratica, altrimenti anche i pi rincoglioniti mangerebbero la foglia Per questo diffonde fatti scandalosi e sbatte in prima pagina il Silvio del caso. Ma scandali e fatti inquietanti sono sfruttati (spesso creati bellapposta) per produrre sensazioni. Sono maestri nel dirigere il pensiero umano! Tirare in ballo beghe personali e non, di un personaggio di spicco, uno dei sistemi per farci perdere di vista la realt. Questo modo di operare serve a farci percepire di sapere come va il mondo, ma cos che cadiamo nella rete della programmazione mentale. Ci sbatacchiano come cenci e quando vogliono, orientando lordine dei nostri pensieri, per mezzo delle parole e delle immagini, come gi detto. Qualunque network o testata giornalistica, anche se apparentemente indipendente, perfettamente sotto controllo e il succo della faccenda non cambia, nemmeno nel paese accreditato di vera democrazia. Se al momento non vi ancora chiaro, oltre ad un certo livello nessuno pu spingersi, e pure i giornalisti sono messi nelle condizioni di scavare fino a un certo limite e non oltre, sufficiente per dare in pasto allopinione pubblica, un colpevole contro il quale la popolazione potr scagliarsi, sfogando le frustrazioni della vita. Quelle che noi crediamo informazioni senza peli sulla lingua, sono gestite in modo da indirizzare il pensiero collettivo, confondendo o creando la sensazione di un sistema in cui la libert, ancora riesce a vincere. Le verit profonde rimangono ben nascoste, bench ci siano giornalisti e politici che denunciano sbraitando e inveendo. Alcuni di questi sono parte della macchinazione, altri solo degli sciocchi. In ogni caso, nessun particolare compromettente per la vera grande regia, sar mai rivelato e tutto serve a non farci accorgere di essere gi appiccicati a una grande ragnatela. Non abbiamo a che fare con un improvvisato ladro di cioccolatini, ma con unorganizzazione potentissima e scaltra, infiltrata in ogni interstizio del globo terrestre. Pertanto, pretendere di capire come realmente funziona il mondo, cosa ci sta accadendo, o cosa ci domina, attingendo da un'infernale bolgia di falsit, distribuita attraverso i media, la cultura e il resto del complesso sistema, come assumere Crack e un'intera bottiglia di Scotch, credendo che in tal modo la mente risponda con lucidi e illuminanti ragionamenti.

Pagina 23 di 124 Capitolo 8 IL GIOCO DELLE TRE CARTE Immagino sarete curiosi di sapere chi sono i massimi esponenti di questo sistema. Ci stiamo avvicinando ma data la complessit della situazione, vi chiedo ancora un briciolo di pazienza: in questo capitolo vorrei illustrarvi qualche altro risvolto della farsa. Posso per anticiparvi che la testa del sistema di dominio, pur avendo molti modi di rappresentarsi, si mostra molto spesso con quellocchio racchiuso dal triangolo, posto alla sommit della piramide, che compare sulle banconote USA da 1 dollaro. Quell'occhio dunque, riferito al padrone di questa Terra, mentre il triangolo la rappresentazione dell'organico d'altissimo livello, dal quale gestito il controllo sull'umanit. I dettagli della banconota (li spiego al Capitolo 16, "SIMBOLI DI POTERE"), ci stanno pure dicendo che quella nazione, ora considerata la pi potente del globo, solo il prodotto di un effetto cinematografico. La patria dei Cow Boys recita il suo bel ruolo da superpotenza militare, come la Germania da super organizzata, come il Giappone da supertecnologica, come lItalia da superscalcagnata. Nessuna padrona di se stessa. Tutte sono parte di una grande rappresentazione di burattini, che si agitano sotto la perfetta regia del triangolo. Sembra incredibile e solo un pazzo potrebbe concepire che Svizzera ed Etiopia, per esempio, sono il prodotto di una sola direzione che giostra ogni atto della recita nel teatro Terra. Ci difficile concepire lenormit dell'intrigo, e facile credere che una macchinazione di simile portata sia impossibile da organizzare e sostenere, perch cadiamo in mille errori di valutazione. Seguiamo la logica quindi i litigi e limpressione che ogni nazione risponda a nessunaltra che a se stessa. Crediamo nella cupidigia di stati potenti, o nella favola delle problematiche causate da sbilanciamenti della competitivit. E' grazie al caos congegnato che ci infervoriamo per i giochi delleconomia o della politica, e non ci accorgiamo che quellocchio e il suo triangolo a decidere come e quanto essere "civili", chi deve vivere sullorlo del baratro e morire di stenti; chi sguazzare nelloro. Le cose stanno cos, perch la mancanza di ampie difformit, annullerebbe ogni giustificazione di conflittualit, producendo una situazione facilmente leggibile, mentre le altalene tra positivo e negativo, ricchezza e povert, potere e debolezza, possono meglio confondere e non farci scorgere il concatenamento. Ci sottopongono pure a un continuo e rapido mutare del mondo circostante, perch in tal modo destabilizzano i nostri equilibri. Cos inoltre, ci tengono in corsa per raggiungere una meta che si trasferisce incessantemente e pertanto, vincolati a un continuo e vano sforzo di adattamento. Oscillazioni, alternanza di situazioni negative e positive, contrazione ed espansione e continuo fluttuare e mutare della realt percepita, servono a disorientarci e frastornarci. A toglierci riferimenti fondati, e parimenti, in una gabbia di necessit e bisogni. Allo stesso modo e con lo scopo di mantenerci in equilibrio instabile, utilizzano pure il gioco del guinzaglio elastico. E' quanto hanno messo in pratica negli anni 70, consentendo ai lavoratori di conquistare molti diritti. Poich in quegli anni il popolo consegu obiettivi importanti, si creduto che avesse la forza di ingaggiare un braccio di ferro con il potere, e che ci, fosse la conseguenza di un aumento della consapevolezza popolare. Ma cos non stato. Come adesso, anche allora nessuno sapeva chi fosse il vero governatore del mondo e quali le sue armi, pertanto, non fu affatto per un aumento della coscienza comune che si produssero quei frutti, quanto, per l'allentamento programmato delle catene, in accordo con i sindacati, servitori del sistema. Adesso, infatti, il guinzaglio si nuovamente accorciato e siamo tornati allo schiavismo pi bieco, sempre con la complicit delle confederazioni sindacali. Quelle conquiste, furono parte del gioco messo in pratica per illuderci e confonderci. Il potere maledettamente abile e scaltro. E pure potente. Ha in mano tutto ci che serve per guidarci verso le gabbie. Il gioco d'illusionismo cos ben architettato, che nemmeno ci accorgiamo dessere rapinati e raggirati in modo programmato. Anche, con un altro gioco di prestigio, conosciuto con il nome di principio di causa ed effetto. Come gi delineato, quello schema messo in opera con gli atti terroristici, utili a procurare situazioni che necessariamente richiedono un intervento mirato e di compromesso: quindi, creano il caos e poi lo riparano, mostrandosi salvatori della situazione. Naturalmente, non mancano di gettarci nel panico, perch la paura, il pi potente strumento di controllo delle masse. A questa, non mancano di far seguire il bombardano di un possente flusso mediatico, e di una disinformazione scientificamente dosata, sempre al fine d'impedirci di usare la nostra testa.

Pagina 24 di 124 E' ci che infine produce ignoranza, sulla quale si stratificher una cultura fasulla. Nonostante ci, crediamo di essere in possesso delle nostre facolt cerebrali. Le tecniche per raggirarci sono tante e il sistema ha a disposizione migliaia di soluzioni diverse, tutte efficaci e invisibili, perch sfruttano quelle limitatezze alle quali, loro, ci hanno strategicamente addestrati. Un altro dei nostri limiti, di ragionare in termini di tempo e pure di spazio, di territorio e di quantit molto circoscritti. Essi invece, non si fanno convogliare da problematiche temporali legate alla nostra o loro personale vita, e la pianificazione prende in considerazione periodi assai lunghi, tant che le influenze agiscono su situazioni politiche, economiche, religiose, anche diametralmente opposte, da migliaia danni. Sempre per limitatezza, pensiamo che il progresso ci abbia portato la lavatrice intelligente, la TV al plasma e lidromassaggio per rilassarci. Nemmeno ci accorgiamo che ci hanno messo a disposizione mille giocattoli, e una gran scelta di cose alle quali restiamo appiccicati come mosche sul vischio, per renderci controllabili e schiavi. Abbocchiamo come pollastri a quelle comodit, create in realt per sottrarci dignit, serenit, slancio umano e consapevolezza, in modo diverso e pi efficace di un tempo. Create per non farci accorgere che dallantichit a oggi, sul piano morale e della coscienza, non ci siamo evoluti nemmeno di un millimetro. Certo, alcune cose ci sono utili ma bisogna fare attenzione, perch dallidea di utilit si sviluppa il sottile inganno nei confronti dei nostri cervelli che per questo non avvertono, di essere oggetto di una manipolazione. Chiedetevi: perch le tecnologie non vengono incontro a noi, ma noi ogni volta dobbiamo andare incontro a loro? Quando sul mercato si propone qualche novit, dobbiamo capirne il funzionamento, impararne l'uso, apprenderne il linguaggio e a esse adattarci, mentre dovrebbe essere l'opposto. E' uno dei tanti espedienti per mantenerci impegnati in una corsa, quando invece, dovremmo fermarci a riflettere. E non vi fa aprire gli occhi, il fatto che nellera dellelettronica e delle macchine intelligenti, realizzate a loro dire per rendere facile la vita, siamo paurosamente pi psicotici di 100 anni fa? Abbiamo sostituito il disagio del lavoro pesante e manuale (bench le malattie cardiovascolari, gli obesi e i diabetici fossero una rarit) con la schizofrenia, lalienazione e lo smembramento dei rapporti umani. Ci creano il benessere, cos che non ci si accorga che vogliono il malessere. Abbocchiamo alle loro esche. Ci viziano per poi stangarci, fornendoci servizi e facendo in seguito aumentare i prezzi, quando nessuno pi disposto a rinunciarvi, o facendo trovare lavoro a tutti per poi chiudere le aziende. Prima ci danno poi ci tolgono; prima ci mettono nelle condizioni di comprarci i desideri e poi ci incatenano con i ricatti; prima ci regalano la felicit, poi ci gettano nell'angoscia, e con quella ci mantengono servili. Ci siamo pure bevuti una cultura, che serve a mantenerci ignoranti e malleabili. E l'ignoranza strategica per far accettare una democrazia che torchia con l'inganno della politica, per mezzo del sistema jungla, per mezzo degli influssi ipocriti delle religioni. Nemmeno un caso che ci tengano sotto il giogo del lavoro e sotto la sferza dallalienazione, cos che stanchi, spremuti come limoni, con la mente appannata, non si capisca e si beva ogni stronzata. Ai nostri disagi e rabbie, i politici replicano dicendo che stiamo vivendo alcune conseguenze delle leggi di mercato, soggette a domanda e offerta, o situazioni create dalla concorrenza, o scossoni economici dovuti a speculazioni, o crisi dovute a inevitabili interventi militari, o limitazioni della libert per aumentare la nostra sicurezza. Spudorate e immense menzogne. PARLAMENTARI E POLITICI PERCEPISCONO UN FOTTIO DI SOLDI DA UN POTERE CHE LI MANOVRA, PROPRIO IN CAMBIO DEL LORO SERVIZIO DI CONTRAFFAZIONE DELLA REALT. A chi dovesse pensare che la popolazione di gran lunga pi numerosa e lunione rende forti, faccio notare che l'eventualit stata abilmente minata, mettendoci in conflitto ideologico, politico, religioso, culturale, monetario, razziale. Tutto serve a mantenere gente contro gente, categorie contro categorie; ricattati contro ricattati, popoli contro popoli. Spietatamente gli uni contro gli altri. In tal modo ci fanno cadere pi facilmente nelle loro reti. Nemmeno andiamo daccordo in una riunione condominiale o aziendale, figuriamoci a livello nazionale o addirittura globale. Per "puro caso", non sono 6 miliardi e mezzo d'individui a possedere il mondo. La stragrande maggioranza delle ricchezze del pianeta, le terre, le fabbriche, le opere darte e ogni altra cosa che conta, nelle mani del potere! Le popolazioni, tra le mani stringono le briciole. Il disavanzo in fatto di forza decisionale della povera umanit stratosferico. Noi popolo, a pararci le spalle e renderci forti cos'abbiamo? Le leggi che ci impongono loro, le libert di manovra che essi decretano Pertanto, possiamo solo conformarci sotto linflusso delle decisioni di chi vuole farci vivere in un pollaio.

Pagina 25 di 124 Possiamo solo chinarci obbedienti al sistema di potere. E ci d'obbligo, perch lass nessuno magnanimo, nessuno viene meno ai patti perch consanguineo, perch gli conviene, perch la gerarchia ferrea e chi sgarra viene ammazzato o, ad andargli bene, viene espulso dall'olimpo per poi, ritrovarsi tra le nullit. Nel trasporto di una grande rappresentazione teatrale, da pollastri, crediamo pure che il potere sia sottomesso alla giustizia. Ma, pure questa una propaggine del cancro che tutto divora (tratto pi ampiamente quest'argomento ai capitoli 10, "PIOGGIA ACIDA" e 20, "PIRATI SENZA VELIERO") e vive in funzione dei comandi del dominio, bench non di rado, sia lasciata nelle mani di persone che in essa credono. Che cosa pu cambiare? La moralit di pochi, non pu certo contrastare lo strapotere di un organismo dominante, che necessita e vuole, all'opposto, amoralit Se vogliamo svegliarci, le situazioni positive vanno interpretate come trucchi, per mostrarci percorribile la strada dell'onest. Lumanit deve essere indotta a credere che leterna lotta tra male e bene sia s, parte indissolubile dellesistenza umana, ma che un sistema onesto e democratico esista e funzioni, che il male non possa essere in grado di spuntarla. Quelli che pagano servono a regalarci illusioni, utili a manipolare le nostre menti, e alcuni buoni risultati, sono parte del gioco di prestigio, come le leggi per tutelare i diritti dei cittadini, altrimenti limbroglio diverrebbe immediatamente visibile. In realt, il mondo segue la "democrazia del potere", con qualche concessione alla "democrazia dellonest", tanto per non rendere troppo appariscente la manovra, che punta a farci cadere tutti quanti nel baratro. Avete presente il gioco delle tre carte? In questo sono consumati professionisti; ci ingannano e nemmeno ce ne accorgiamo. Rincorrendo il colore e l'ideologia, crediamo d'individuare quella vincente ma non lazzecchiamo mai. Con gli occhi seguiamo l'incrociarsi delle mani e finiamo per credere - ad esempio - alla favola che ci ha presentato un certo Bin Laden come un imprendibile fanatico che si adoperato per portare lIslam al dominio. Fossimo meno idioti, ci saremmo accorti che stato solo un volto al servizio di quellocchio e del suo triangolo, ed servito a giustificare maggiori e pi severi controlli, quindi, a stringere pi fortemente il collare alle popolazioni. Ci hanno fritto il cervello e terrorizzati, per ridurci come sardine nella rete. Se le organizzazioni del terrore continuano ad agire, e la criminalit non muore mai, perch sono anelli del potere. Ma noi beviamo tutto perch chi organizza gli atti terroristici, si occuper anche di condannarli e combatterli. Perch non temiamo di essere avviati verso recinti sempre pi stretti e invivibili, dai nostri infidi governanti, tuttavia sorridenti, dai modi affabili e prodighi di buoni propositi, ma ci spaventa il terrorismo e la malavita, e abbiamo paura di perdere il posto di lavoro, o di non riuscire a pagare le rate del mutuo. Per evitare che ci accada, ci pieghiamo a qualsiasi angheria e prevaricazione. Berremo anche le prossime motivazioni! Forse insisteranno con il terrorismo o forse cambieranno le logiche, sostenendo un' "imprevista" e terribile siccit, o un'epidemia di carbonchio, o un definitivo crollo dell'economia CI FANNO FESSI COME VOGLIONO! La falsit cos potente ed estesa, da storpiare la base di ogni pensiero umano, per quanto desideroso di perseguire integrit morale. Corrode la psiche a tal punto, da farci cadere nel paradosso, di diventare feroci nemici della vera giustizia, quando crediamo di lavorare per essa. Un esempio lo forniscono le polizie e le forze dellordine. Lavorano per quell'unico sistema di potere occulto, bench in molti allinterno dei corpi, credano di essere impegnati a combattere il male. Rende perfettamente il contesto nel quale annaspiamo, una frase di Oswald Spengler: Viviamo in una delle pi decisive epoche della storia e nessuno se ne rende conto, nessuno lo comprende ... La rivoluzione mondiale avanza inarrestabile verso i suoi ultimi risultati (nota personale: l'NWO) ... Chi predica la sua fine o crede addirittura di averla sconfitta non lha compresa La lotta si combatte anche nellinteriorit del singolo uomo, sebbene egli non lo sappia affatto. Per questo cos pochi giungono a vedere chiaramente da quale parte essi veramente si trovano. Siamo degli sprovveduti! Qualcuno ci dice come stanno le cose e nemmeno lo prendiamo in considerazione! Come si fa a provare che Spengler ci abbia raccontato la verit? Basta chiedersi se con il nostro "saper leggere tra le righe", stiamo risolvendo le questioni pi ostiche del mondo. Stiamo vincendo disoccupazione, disagio, alienazione, sofferenza, schiavit, fame e stiamo trasformando la Terra in un paradiso? La verit che siamo talmente imbozzolati in un condizionamento cos mostruosamente potente e deforme, da non poter elaborare ragionamenti liberi. Seguiamo la logica del sistema. Cos, non arriviamo a comprendere la realt. Ora, siamo talmente preda del meccanismo e storditi, che reclamiamo il diritto di sguazzare nel pentolone dacqua fumante, perch ci hanno fatto credere che in questo modo che si vincenti. Crediamo di poter guarire i nostri mali, senza conoscere l'origine del virus e senza distinguere il falso dal vero. Da quando l'inconsapevolezza risana le cose?

Pagina 26 di 124 Se nulla cambier, accetteremo di risolvere la follia con altra follia, come suggerito dal potere! E cos sar, finch non conosceremo la fonte dei nostri mali. L'abilit del sistema, consiste nel raggiungere i suoi obiettivi senza assumersi responsabilit, governando in modo anonimo e nascosto, per interposta persona. Cos, pensiamo che a muovere le multinazionali, le banche, le guerre, le scelte politiche, e a produrre questo mondo di merda, siano (primariamente) i grossi interessi in ballo. Quindi, che a condurre i giochi sul nostro pianeta, siano i potenti a noi visibili. Ancora vi sembrer incredibile ma quelli, sono solo specchietti per le allodole! Burattini di un meccanismo TRAVESTITO, che lavora da lungo tempo per renderci la vita, da umana, a disumana. E' fondamentale accorgersi di essere privi di lucidit mentale, di essere sotto ipnosi, di essere stratosfericamente coglioni! E' assolutamente indispensabile perch ogni volta, a rimetterci, non sono solo le nostre tasche (sarebbe il meno), ma anche e soprattutto la libert, anche di pensiero, i valori morali, le nostre facolt mentali, la nostra sensibilit, la nostra capacit di creare e di sognare, la nostra fantasia, le nostre energie, la nostra salute psicofisica, la nostra capacit di amare. A RIMETTERCI LA NOSTRA VITA! Senzaltro non si esce da questa ipnosi in modo rapido e indolore dopo tre schiocchi di dita, come avviene agli spettacoli dei maghi. Questa presa di coscienza, per molti pu transitare attraverso resistenze e rifiuti, ma non recalcitrando e aggrappandosi alle logiche che si risolvono i problemi quanto, invece, aprendo gli occhi. Nemmeno fingere di nulla ha esiti positivi, perch produce un effetto boomerang: il potere, ignorandolo, ha modo di agire efficacemente e indisturbato, trasformandoci in suoi complici e nemici di noi stessi, dei propri cari e del genere umano. E poi non vedete, dove ci ha portati l'inconsapevolezza, lignoranza o la finta sapienza? Esattamente, a sguazzare in questa immonda e rivoltante brodaglia avvelenata.

Capitolo 9 LA CHIESA OCCULTA Dopo aver presentato a grandi linee la sublime situazione terrena, vorrei esporvi il congegno utilizzato da quell'occhio nel triangolo, per rendere operativi i progetti, per diffondere, controllare e mettere in atto lo stordimento delle masse e ottenere quanto gli necessita. Si tratta del sistema massonico. Vediamolo pi in dettaglio. La massoneria, un ordine iniziatico di carattere esoterico a struttura gerarchica, basato sulla pratica di antichi rituali, le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Almeno a livello teorico, le associazioni massoniche, si presentano al mondo celebrando obiettivi di pace, di amore, di fraternit, e dicendo di adoperarsi per il perfezionamento morale dei Fratelli, nonch di essere impegnate a estendere tali principi allintera comunit. Secondo un principio fondamentale, le persone ammesse a far parte di una societ massonica devono essere: uomini buoni e sinceri, nati liberi e di et matura e discreta, non schiavi, non donne, non uomini immorali o scandalosi, ma di buona reputazione. Belle parole e buoni propositi, ma subito, a non lasciare ben impressionati, quel discriminante non donne. In realt, esistono societ al femminile ma rimane che sono rare e comunque, creano divisione, quando sarebbe assolutamente opportuno incoraggiare unione d'intenti, comprensione e accordo. Ancora pi forti interrogativi, sorgono leggendo il testo di un giuramento imposto agli iniziati: Prometto e giuro di non palesare giammai i segreti della libera muratoria; di non far conoscere ad alcuno ci che mi verr svelato, sotto pena di aver tagliata la gola, strappato il cuore e la lingua, le viscere lacerate, fatto il mio corpo cadavere a pezzi, indi bruciato e ridotto in polvere, questa sparsa al vento per esecrata memoria ed infamia eterna. E decisamente privo di senso e lascia interdetti che soggetti a conoscenza della verit non la possano raccontare, pur facendo parte di un'associazione impegnata a perseguire fini di perfezione morale e alti valori. Se il giuramento produce perplessit, le parole reperibili nel libro Misteri della massoneria, pronunciate da Giacomo Casanova, anzich mitigarle, le amplifica: Il mistero della massoneria, di fatto, per sua natura inviolabile. Il massone lo conosce solo per intuizione, non per averlo appreso, in quanto lo scopre a forza di frequentare la loggia, di osservare, di ragionare e dedurre. Quando lo ha appreso, si guarda bene dal far parte della sua scoperta a chicchessia, fosse pure il suo miglior amico massone, perch se costui non stato capace di penetrare da solo il segreto, non sar nemmeno capace di profittarne se lo apprender da altri. Il segreto rimarr dunque sempre tale. Ci che avviene nella

Pagina 27 di 124 loggia deve rimaner segreto, ma chi cos indiscreto e poco scrupoloso da rivelarlo non rivela l'essenziale. Del resto, come potrebbe farlo se non lo conosce? Se poi lo conoscesse, non lo rivelerebbe . Anche le parole di Casanova, non rassicurano sulle buone intenzioni delle societ massoniche. Inoltre, avete notato che la frequentazione sospinge verso l'individualismo? "Quel che capisco lo tengo per me". Ancor meno tranquillizzanti, sono quelle pronunciate dell'altro grande massone Sherman Rothschild: POCHI COMPRENDERANNO QUESTO SISTEMA, COLORO CHE LO COMPRENDERANNO SARANNO OCCUPATI NELLO SFRUTTARLO. IL PUBBLICO FORSE NON CAPIR MAI CHE IL SISTEMA CONTRARIO AI SUOI INTERESSI. Straordinario! Nemmeno ci nascondono di essere al lavoro per torchiarci. Nemmeno se ne fanno scrupolo: tanto, stiamo dormendo Per l'appunto, fossimo meno rimbambiti dalle "imprese" dei campioni sportivi, anche senza "premurose imbeccate" ci saremmo accorti di uno scenario non propriamente virtuoso e integerrimo. Sono l a raccontarcelo (persino) molti sanguinosi fatti storici, nei quali nemmeno viene nascosta l'alacre opera delle massonerie Sarebbe poi bastato approfondire (proprio come ho fatto io), la conoscenza delle organizzazioni segrete (ma nemmeno tanto), per accorgersi che associazioni in cui si giura omert, dove certe attivit rimangono celate alla massa e hanno come fine gli interessi di pochi, non possono essere frequentate da brave persone. E pure, accorgersi che le dichiarazioni di facciata, hanno principalmente la funzione di farle accettare allopinione pubblica, nascondendole dietro compiti ben diversi da quelli decantati. I segreti insomma, per chi attento, non sono del tutto impenetrabili. Anche il sistema di reclutamento non viene dichiarato, eppure, lo si conosce In genere, si entra a far parte di una societ massonica aderendo alle innocenti attivit di Lions e Rotary Club. I tesserati che mettono in mostra "idonee qualit", ricevono la proposta di partecipare a seminari e rituali per accedere a un livello pi alto di conoscenza, mentre gli altri, alloscuro, rimarranno semplici membri di un circolo ricreativo e culturale per benestanti. La base dunque costituita da livelli che in gergo prendono la denominazione di cerchi esterni o azzurri. Sono il primo gradino di un'articolatissima piramide. Cerchi sempre pi selettivi e occulti, si snodano verso la cima, e man mano che si sale, gli adepti si ricoprono di potere decisionale e ricchezza. Altro dettaglio che non predispone a una totale e incondizionata accettazione, e nemmeno rassicura sulla pulizia dintenti delle societ, il fatto che ogni membro a conoscenza degli iscritti del suo stesso gruppo, di quelli sottostanti e dei pi diretti superiori, ma non di affiliati di alto livello e vertici. Come anche lascia intendere il giuramento, dall'affiliato preteso il rispetto assoluto delle regole. Oltre ad essere omertosi, i membri devono astenersi da discussioni inerenti politica e religione. Il motivo? Se non ve ne siete accorti, i politici sono attori nelle mani della massoneria (quindi, in quelle di un ancor pi potente sistema), e il congegno della politica, ha il primario scopo di evitare soluzioni costruttive ai problemi societari. E' creato per sollevare polvere, confondere, far parlare e litigare allinfinito, senza mai venire a capo di nulla. E' quell'anello del sistema sostenuto da una propria perfetta logica, tramite la quale garantito l'insorgere di caos e ipocrisia. Serve a far sentire il popolo plasmatore del sistema societario attraverso il voto, quando questo, ha lo scopo di fargli scegliere in modo assolutamente condizionato un politico, che gli infligger le decisioni del potere. Dopo aver ottenuto di far parlare a vuoto, la politica onora la gente con una condanna, e una beffa perfettamente confezionate. A tal riguardo, le parole pi azzeccate e illuminanti, si trovano in una frase di Kafka: Un cretino un cretino, due cretini sono due cretini, 10.000 cretini sono un partito politico. Per l'appunto, la massoneria al di sopra dei meccanismi creati per il popolo bue. Discorso simile per quanto riguarda le religioni: contengono troppe falsit e discuterne attenendosi ai propri Credo, conduce ancora a inutili e sterili percorsi. Inoltre, la massoneria si propone di riprogrammare le personali fedi, per condurre alla propria: quella del potere. Non a caso, chi entra nelle societ, deve attenersi a un altro principio che gli impone di, ABBANDONARE IL PREGIUDIZIO. Si faccia molta attenzione a questo particolare fondamento Recuperando dichiarazioni di facciata, alla base del pensiero massone vi la gnosi, intesa come ricerca e conoscenza del Che cosa siamo, da dove veniamo e dove andiamo. Conoscenza al di sopra delle religioni, che sono scandite e filtrate per coglierne il meglio da tutte. Un'elaborata "religione filosofica", anzich laccoglimento incondizionato dei dogmi di una sola religione rivelata. Concettualmente, la via che ogni sano pensiero dovrebbe far intraprendere, ma, se da un lato le societ si propongono di sciogliere quanto di ambiguo le religioni incorporano, dall'altro s'impongono con un pensiero ancora

Pagina 28 di 124 pi infetto. I massoni di alto grado, infatti, credono in un essere supremo chiamato Grande Architetto dellUniverso che, altri non che una figura demoniaca. Ci sostenuto dagli stessi massoni d'alto rango, tuttavia, anche mons. Leone Meurin, un sacerdote francese del XIX secolo, afferm nella sua opera "La Frammassoneria sinagoga di Satana", che la Gnosi il culto di Lucifero, e l'illuminato, il pi grande iniziato. Se reputate quell'osservazione una sparata insulsa da pretuncolo farneticante, eccovi il testo di un edificante discorso di Albert Pike (uno dei mostri sacri della massoneria), tenuto in Francia nel 1889, davanti agli alti gradi Massonici, vale a dire, a quei personaggi che AMMINISTRAVANO LA VITA DEL POPOLO: "Ci che noi dobbiamo dire alle folle : "noi adoriamo un Dio, ma il Dio che si adora senza superstizione (...). La Religione massonica dovrebbe essere mantenuta, da tutti noi iniziati degli alti gradi, nella purezza della dottrina luciferiana. Se Lucifero non fosse Dio, Adonai (il Dio dei cristiani) le cui azioni provano la sua crudelt, perfidia, odio per l'uomo, barbarie e repulsione per la scienza, lo avrebbe calunniato con i suoi preti? S, Lucifero Dio, e sfortunatamente anche Adonai Dio. Per la legge eterna, per cui non v' luce senza ombra, bellezza senza bruttezza, bianco senza nero, l'assoluto pu esistere solo come due Divinit: essendo l'oscurit necessaria alla luce per servirle da contrasto, come il piedistallo necessario alla statua e, il freno alla locomotiva ... La dottrina del Satanismo un'eresia; e la vera e pura religione filosofica la fede in Lucifero, l'eguale di Adonai; ma Lucifero, Dio di Luce e Dio del Bene, sta lottando per l'umanit contro Adonai, il dio delle tenebre e demonio". Accade spesso che i pezzi grossi, forti del loro strapotere, non si sforzino di nascondere la loro fede. Come anche ampiamente ammesso da Albert Pike, pure E. Covert disse: Noi veneriamo il serpente, perch Dio lha posto allorigine della gnosi per lumanit: egli stesso ha insegnato alluomo e alla donna la completa coscienza degli alti misteri. Cos, tutto chiaro. Ogni elucubrazione gnostica ostentatamente sapiente in realt destinata a distogliere i cristiani dalladorazione del vero Dio e a portarli verso ladorazione del serpente, scopo supremo delle sette. Ma secondo le logge, oltre a Lucifero, sono adorati anche Satana e Baphomet. In ogni caso, tutte figure che, come avremo modo di vedere pi avanti, non vanno accorpate in una sola entit malevola, poich si tratta di tre distinte, bench della stessa "adorabile" famigliola Non pochi di voi (immagino), saranno facilmente orientati a pensare che tali figure, siano unicamente frutto di fantasie. In realt, quelli che in molti credono essere i protagonisti di favolette, esistono. ECCOME ESISTONO! E non solo perch ce lo dice la Bibbia o, mons. Leone Meurin Parecchi anni fa, ascoltai per radio il racconto di un signore che vendette lanima al Diavolo, in cambio di ricchezza e successo commerciale. Costui era proprietario della Procter e Gamble, famosa azienda produttrice di prodotti per la casa (candeggina ACE ecc.), e raccont di aver accettato il "baratto", dopo essersi trovato sullorlo del fallimento. Grazie al "passaggio di propriet" dell'anima, ricevette efficaci consigli, e nellarco di pochi anni la fabbrica divenne una delle pi importanti e floride del settore. Sul momento mi fece l'effetto di una sciocca storiella ma, incredibilmente, IN QUELLE PAROLE CERA TUTTA LA VERIT DI QUESTO MONDO. Naturalmente, lanima non commerciabile come un organo del proprio corpo, e si tratta di diventare partecipi di una filosofia, che in cambio esige la generazione di negativit. E IL PERCORSO CHE FANNO I MASSONI. E ovvio che vi sia tutto un tragitto da compiere ma gi ai gradi di base allinterno delle societ, i membri usufruiscono del sostegno del sistema, sempre pronto ad appoggiare chi disposto a qualsiasi cosa, per ottenere quanto desidera. E come se indirettamente (bench inconsciamente), fruissero del supporto di un immenso bacino conoscitivo e della "sapienza illuminante di quelle figure". Ci, mette in luce il vero ruolo delle massonerie: funzionano come filiali di un organismo, che oltre a propagare il satanismo sul pianeta, si adoperano per il reclutamento e selezionamento delle menti meglio predisposte alla malvagit, che una volta addestrate e ipnotizzate, si concentreranno sulla creazione e distribuzione della negativit sul pianeta. LO SCOPO ULTIMO FORGIARE I QUADRI DIRIGENZIALI, CHE VERRANNO PREDISPOSTI A COMMETTERE I PI ATROCI CRIMINI, LEGITTIMANDOLI COME MISSIONE PER UN VOLERE DIVINO, QUINDI, SENZA PATIRNE SCRUPOLI DI COSCIENZA. Si faccia attenzione SI TRATTA DELLA STESSA MOTIVAZIONE CHE FA AGIRE I MAFIOSI (vedere capitolo 20, "PIRATI SENZA VELIERO")! La gnosi alla quale vuole elevare il pensiero massonico, quindi volta a "disumanizzare" e inculcare fondamenta per la demolizione dellamore universale, quindi, dellanima di ogni uomo, sostituendo dogmi, con altri e pi demenziali postulati. E' QUESTA FILOSOFIA A SOSTENERE I PERSONAGGI CHE GUIDANO IL PIANETA!

Pagina 29 di 124 E' pertanto chiaro che non vi sto prospettando una realt remota e a noi lontana, e nemmeno parlando di soggetti fittizi ma, come anticipato in altro capitolo, proprio di persone che hanno nome e cognome, e delle quali i telegiornali si occupano senza risparmio (sfracellandoci i maroni), tutti i santi giorni. Si tratta di individui per i quali, schiavizzare le persone, togliere il pane di bocca a chi ha fame, propagare la disperazione o, anche solo impedirne la realizzazione, oltre ad essere parte della missione su questa Terra, si dimostra un'attivit molto ben ricompensata, poich sono ricambiati per i loro servigi, con potere, successo e molti soldi. La carriera allinterno degli organismi massonici consente ai farabutti meglio predisposti, di accedere al controllo di grandi organizzazioni e organismi mondiali, compresa la conduzione dei meccanismi economici, delle multinazionali e degli Stati. Ne sono naturalmente toccati il Rotary International e Lions Club (entrambi fondati da massoni. Vedi testo dell'immagine), ma ancora a pi alto livello lONU (in stretto legame con la chiesa luciferina Lucis Trust) che ha visto impegnato, per esempio, il massone Kofi Annan. Coinvolto in numerose attivit dell'ONU, anche il principe Carlo d'Inghilterra, che pure portavoce del Lucis Trust. Poi abbiamo NATO, CIA e altre agenzie d'intelligence, fondate da massoni; Amnesty International (anchessa sostenuta dalla fondazione Lucis Trust); WWF; FMI (che fu guidata dal massone Strauss Kahn); International Monetary Fund; BCE (con lattuale presidente massone Mario Draghi); Council on Foreign Relation; Fondazione Premio Nobel; Royal Institute of International Affairs; Green Peace (sostenuta finanziariamente dal massone Bill Gates. Quello che ora, si occupa tanto "umanamente" di eugenetica); OMS; UNESCO; CRI (fondata dal massone Jan Henri Dunant); AVIS; CARITAS (emanazione del Vaticano), ecc.

Per la stessa via si raggiungono ruoli guida delle nazioni e di controllo della politica internazionale, come il governo di Bruxelles. Tony Blair e Bill Clinton, sono Cavaliere di Malta e Massoni di Rito Scozzese; Barak Obama massone di 33 grado della Loggia Prince Hall; Re Juan Carlos Cavaliere di Malta; la Regina Elisabetta Patrona della massoneria Internazionale; lex ministro del consiglio Silvio Berlusconi massone, e cos lattuale capo del governo tecnico Mario Monti (che afferma di non conosce la massoneria ma, dopo la Bocconi, ha conseguito la specializzazione all'Universit di Yale, dove per "pura casualit", ha sede quella Skull and Bones che ha preparato i massoni Bush e Karry. Nel 2010 fu presidente della Commissione Trilaterale, fondata nel 1973 dal gran maestro massone David Rockefeller, nella quale si entra solo se si "del giro" perch, certe attivit, non possono essere di dominio pubblico ); abbiamo poi il Presidente massone, Giorgio Napolitano (nemmeno egli risulta tesserato, eppure i discorsi che troverete pi avanti, non lasciano dubbi su ci che lo anima). Una volta raggiunto il vertice della corporazione, suddivisa in 33 gradi, si introdotti ad antichi segreti di magia e alchimia e a cerimoniali molto particolari. A quel livello le pratiche esoteriche diventano sofisticate espressioni dellocculto e delle arti magiche, per evocare le entit demoniache, allo scopo di riceverne "ispirazione e consigli".

Pagina 30 di 124 E' tra essi che troviamo gli Illuminati e pertanto, quei privilegiati che si considerano al di sopra del bene e del male. Costoro, infatti (anche se la scala gerarchica non si ferma a tale stadio e sono sottomessi a maghi ancor pi potenti), hanno ormai abbandonato ogni conflitto tra la "superstizione" e la verit, e "superato le comuni limitazioni terrene". E' chiaro che l'umanit deve rimanere ignara che "certe forze esistono e agiscano energicamente". Se per il satanismo una realt velenosamente tangibile, volete credere che l'ispiratore sia frutto di fantasie? In verit, siamo nelle mani d'un illusionista d'altissimo livello, che ci ha del tutto privato della ragione e fatto bere oceani di assurdit. Tra le tante favole che ha sostenuto, qual la pi ignobile? LA RAPPRESENTAZIONE DI QUELL'OCCHIO E DEL TRIANGOLO. Per capirci, quel disegnino sull'One Dollar, in ogni caso la raffigurazione della Trinit Santa, e proprio di quella vera (!), peccato per, che i componenti del triangolo (Dio Padre, Figlio e Spirito Santo), non corrispondano a quanto ci viene raccontato. Purtroppo due angoli - in una ferrea scala gerarchica - rappresentano il padrone del mondo Satana e il figlio Lucifero, mentre la terza punta, riferita al SISTEMA RELIGIOSO DAL QUALE VIENE DIRETTA LA MASSONERIA E, MATERIALMENTE GOVERNATO IL MONDO. Assurdo? So che per molti facile pensarlo ma seguitemi e vi renderete conto che non ho l'Alzheimer. Innanzitutto, che sopra la logge ci stia qualcos'altro, lo afferma il massone Serge Raynaud De La Ferriere, riferendoci di un nucleo nominato Direzione Iniziatica Universale, posta al di sopra delle Logge, dei Templi, dei Grandi Orienti e dei Riti: una Massoneria ed un Grande Oriente Universale di carattere esoterico, il cui Consiglio Superiore, composto di veri Iniziati, riceve la linea direttiva dai propri SANTI SANTUARI ESOTERICI, per subito trasmetterla attraverso intermediari, ad organismi sempre pi esoterici. Siamo certi che la maggior parte dei Fratelli massoni si stupir di questo, non avendo mai sentito parlare di tale Direzione Superiore Questa Direzione Mondiale organizza ed istruisce le varie Associazioni Segrete Il massone medio incontrer alcune difficolt nel comprendere I veri Grandi Maestri non sono sempre coloro che appaiono rivestiti di tutta lautorit; dietro i poteri rappresentativi, dei titoli e delle funzioni ci sono i PATRIARCHI, i veri Venerabili, le Potenze che dirigono contemporaneamente tutti i riti del mondo, perch sono veramente alla testa della Massoneria Universale. Anche da questo "dettaglio" si deve prendere atto che quanto traspare attorno alle attivit di tali organizzazioni, assolutamente inesatto o confuso. D'altronde, lo stesso Albert Pike ebbe a dichiarare che: Tutti i massoni di grado inferiore al 32 sono intenzionalmente ingannati mediante false interpretazioni. Anche ci per non vero e pure i massimi livelli sono oggetto d'inganni: credono che Satana sia un Dio Ad ogni modo, se le varie porcherie dellassociazione sono conosciute solo dai membri d'alto grado, e agli altri affiliati fatto credere in una missione per migliorare il mondo, perch alle popolazioni dovrebbero raccontare come stanno le cose? Che cosa scorgiamo di questa beffa? Un bel niente o, quello che a loro comoda Di conseguenza la vita, per come ora la viviamo, un ologramma. Qualcuno la definirebbe una "Matrix": se non riusciamo a guardare oltre leffetto illusorio, perdiamo il senso del reale. Sempre per creare interpretazioni errate e confusione, per nascondere i reali manovratori e sostenere un grande bluff, nel tempo sono pure sorte logge massoniche con correnti di pensiero pressoch opposto, spesso operanti senza alcun legame apparente, o addirittura in aperto conflitto d'ideali. Alcune dichiaratamente exoteriche, indicando con tale termine le attivit senza veli, altre esoteriche, con cui sono identificate quelle occulte. Si tratta in realt delle due facce della medesima medaglia. Confondere le acque, una delle attivit nelle quali il potere eccelle e ci che sfugge alla massa, che la deviazione e ci che conforme, hanno in s un solo spirito dorigine. Ma c' di pi: gli ordini massonici devono salvaguardarsi per poter continuare a produrre danni e distruzione, pertanto sono connessi anche quando si combattono! I veri spargimenti di sangue sono demandati a burattini, il resto, sono solo parole. Il sistema bravissimo nel realizzare giochi di prestigio. Lo al punto, da aver fatto dissolvere le origini della massoneria. Si racconta che il primo massone fu Adamo ma da egli in poi, un gran buio inghiotte ogni altra traccia. In tempi antichi comunque, i massoni erano i mestieranti, depositari dei segreti per erigere CATTEDRALI e monumenti, ed erano custodi di antiche e segrete pratiche occulte. Maestria e conoscenze esoteriche erano tramandate a una ristretta cerchia di adepti. E tuttavia certo che nella civilt Babilonese, la massoneria era operante come corporazione di costruttori di templi, poich secondo la Bibbia (libro delle Cronache, 2Cr 2,12-13), fu Hiram Abif, un fonditore: "Dotato di abilit,

Pagina 31 di 124 d'intelligenza e di perizia nell'eseguire qualsiasi lavoro in bronzo", che sapeva "eseguire qualunque intaglio e creare qualunque opera d'arte", a edificare il tempio di Re Salomone. A costui fu inviato dal Re di Tiro, per aiutarlo nel progetto. Con lavvicinarci alla nostra epoca, la massoneria ha subito dei "fisiologici" mutamenti, mantenendo lanima esoterica, ma sostituendo le abilit manuali, con larte del controllo economico, politico e societario. Un documento manoscritto del 1535, noto come Carta di Colonia, testimonierebbe per la prima volta "l'accettazione" negli schieramenti massonici, di membri che non partecipavano materialmente alla costruzione di edifici e di opere architettoniche. Nel documento erano considerati "muratori accettati" i medici che si occupavano della salute degli operai, il CAPPELLANO (attenzione ai collegamenti con uomini di fede!) e tutti i notabili del luogo in cui doveva sorgere l'edificio. Tuttavia, per meglio ingarbugliare la matassa, il 24 giugno del 1717 in Inghilterra vede la luce, la Gran Loggia di Londra (prima grande loggia della libera massoneria), che successivamente prender il titolo di Gran Loggia dInghilterra. In questa sono assimilate le altre della citt, passando definitivamente da corporazione di muratori (spesso, gi allora, piuttosto finti), a societ con fini speculativi e attivit di controllo economico e politico. E molto interessante notare che nelle societ assimilate, svolgevano un ruolo preminente, il PASTORE ANGLICANO John Theophilus Desaguliers (membro della Royal Society), e pure il PASTORE PRESBITERIANO James Anderson, al quale si devono la fondazione della Loggia di Londra e la costituzione adottata dal 14 gennaio 1723. Il lavoro del grande potere fu febbrile e la riorganizzazione del sistema massonico, forn subito frutti. Intercorsi pochi anni dalla fondazione della prima loggia massonica nel Regno Unito, gi molte altre logge videro la luce in occidente. Verso la prima met del 1700, Mayer Amshel Rothschild, si riun con altri 12 (numero esoterico) Savi di Sion (quindi con altri membri d'alto rango della Libera Massoneria), per rifinire un piano dazione, volto a instaurare il NUOVO ORDINE MONDIALE". Videro la luce "I Protocolli dei Savi di Sion" che in 24 punti, definirono le strategie per la dominazione sul mondo. Linarrestabile "Cavaliere di Malta" Mayer Amshel Rothschild, finanzi Adam Weishaupt che fond a Francoforte, il gruppo segreto de Gli Illuminati di Baviera. Adam Weishaupt era un ebreo, ex PRETE GESUITA, che al tempo dellinaugurazione della loggia bavarese, faceva il docente alla cattedra di giurisprudenza delluniversit dei GESUITI a Ingolstadt. Si fece particolarmente notare per l'accanimento contro la chiesa ma, fu solo una recita. Fosse stato veramente contro chi lo accoglieva, quantomeno sarebbe stato allontanato. Non furono in apparente opposizione anche i Templari? Rothschild, serv a spostare esternamente all'ordine dei gesuiti, la paternit di una loro trama. E' quanto si pu cogliere dall''Enciclopedia Britannica (Vol. 1, pag. 693): "Gli "ALUMBRADOS" (gli "ILLUMINATI") provenivano soprattutto tra i francescani e i gesuiti riformati, e Sant'Ignazio di Loyola (fondatore dell'ordine dei gesuiti) nel 1527 fu accusato di simpatizzare con loro". Sugli stretti contatti con i religiosi, si pronunci anche Adolph Franz Friedrich Ludwig von Knigge, detto "Philo", adepto di grande rilievo della setta: lo accus pi volte, di "tirannia" e "GESUITISMO". Davvero strana accusa per un vero nemico della chiesa e, ancora pi strano, che Weishaupt vicino a se (quindi nelle fila della stessa societ), avesse voluto dei CLERICALI, tra i quali, emergeva il PRETE LANZ detto "Tamerlane". I dissidi interni tuttavia, non rallentarono di un nanosecondo la marcia del grande potere, tant che la neonata corporazione guidata da Weishaupt, nel 1770, mantenendosi sulla falsariga del documento originale di Rothschild, elabor ulteriormente il piano operativo, configurando IL NUOVO TESTAMENTO DI SATANA, riportato per esteso qui sotto. La traduzione del documento redatto in 25 punti, al quale si attennero i vertici per assicurarsi il dominio del pianeta, forse un po letterale ma assolutamente lampante: 1) 2) 3) 4) 5) 6) Usare la violenza e il terrorismo piuttosto che le discussioni accademiche. Predicare il liberalismo per usurpare il potere politico. Avviare la lotta di classe. Avviare alla politica uomini astuti e ingannevoli, poich qualsiasi codice morale espone alla vulnerabilit. Smantellare le esistenti forze dellordine e i regolamenti. Ricostruire tutte le istituzioni esistenti. Rimanere invisibili fino al momento in cui si acquisita una forza tale che nessunaltra forza ostile possa minarla. 7) Usare la psicologia di massa per controllare le folle. Senza il dispotismo assoluto non si pu governare in modo efficace.

Pagina 32 di 124 8) Sostenere luso di liquori, droghe, corruzione morale e ogni forma di vizio. Questi dovranno essere utilizzati sistematicamente da agenti per corrompere la giovent. 9) Impadronirsi delle propriet con ogni mezzo, per assicurarsi sottomissione e sovranit. 10) Fomentare le guerre e controllare le conferenze di pace, in modo che nessuno dei combattenti guadagni territorio, mettendo loro in uno stato di debito ulteriore e quindi in nostro potere. 11) Scegliere i candidati delle cariche pubbliche tra chi sar servile e obbediente ai nostri comandi, in modo da poter essere facilmente utilizzabile come pedina nel nostro gioco. 12) Utilizzare la stampa per la propaganda, al fine di controllare tutti i punti di uscita di informazioni al pubblico, pur rimanendo nellombra, liberi da colpa. 13) Far si che le masse siano preda di criminali, quindi ripristinare lordine per apparire come salvatori. 14) Creare panico finanziario. La fame verr usata per controllare e soggiogare le masse. 15) Infiltrare la massoneria per sfruttare le logge del Grande Oriente come mantello alla vera natura del loro lavoro nella filantropia. Diffondere lideologia ateo-materialista tra i Goim (gentili). 16) Quando batter lora dellincoronamento, per il nostro signore sovrano del mondo intero, la loro influenza bandir tutto ci che potrebbe ostacolare la sua strada. 17) Fare uso sistematico di inganno, frasi altisonanti e slogan popolari. Il contrario di quanto promesso potr sempre essere fatto dopo , questo sar senza conseguenze. 18) Si ricordi che un regno del terrore il modo pi economico per portare rapidamente a sottomissione. 19) Mascherarsi da politici, consulenti finanziari ed economici per svolgere il nostro mandato con la diplomazia e senza il timore di esporre il potere segreto dietro gli affari nazionali e internazionali. 20) Lobiettivo il supremo governo mondiale. Sar necessario stabilire grandi monopoli, quindi anche la pi grande fortuna dei Goym dipender da noi a tal punto che essi andranno a fondo, insieme al credito dei loro governi il giorno dopo la grande bancarotta politica. 21) Usare la guerra economica. Derubare i Goym delle loro propriet terrene e delle industrie, con una combinazione di alte tasse e concorrenza sleale. 22) Far s che i Goym distruggano ognuno degli altri, cos nel mondo sar lasciato soltanto il proletariato, con pochi milionari devoti alla nostra causa e polizia e soldati sufficienti per proteggere i loro interessi 23) Venga chiamato il Nuovo Ordine. Venga nominato un dittatore. 24) Instupidire, confondere, corrompere i membri pi giovani della societ, insegnando loro teorie e principi che sappiano essere falsi. 25) Piegare le leggi nazionali e internazionali allinterno di una contraddizione che innanzitutto maschera la legge, e dopo la nasconde del tutto. Sostituire larbitrato alla legge. Nel tempo il testo stato modificato prendendo svariati nomi, ma nella filosofia guida non cambiato. Vorrei allora muovere un'osservazione: penso che solo dalle canaglie della peggior specie, potrebbero mettere in pratica simili direttive. Ora, chi applica i citati venticinque punti - o quelli che sono subentrati in sostituzione nel processo di affinamento - sono quei personaggi che governano le nostre vite (!). Se ancora volete pensare che quanto detto nasca dalle mie fissazioni, dovete almeno tener conto dell'affermazione di Sherman Rothschild sopra riportata, alle cui parole si vanno a sommare quelle del massone Felice Cavallotti che nel 1898 rivel: Non vero che tutti i massoni sono delinquenti, ma non ho mai conosciuto un delinquente che non fosse anche massone. Unaltra intonata risposta ce la fornisce lex Gran Maestro del Grande Oriente dItalia Giuliano Di Bernardo: I migliori spesso stanno in basso, in un angolo, non sono mai portati su, perch sono pericolosi. Significa che concretamente, SIAMO GOVERNATI DA RIPUGNANTI ESCREMENTI DALLA MASCHERA UMANA. Che i "potenti", sono fantocci di quell'occhio, altrimenti non ricoprirebbero quei ruoli ma farebbero i pizzicagnoli o i postini. Se non ci si ferma alla superficie dei racconti storici, anche guardando indietro, ci si rende conto che il documento qui sopra, trova perfetta corrispondenza con quanto accaduto nel mondo fino ai giorni nostri, proprio grazie alle attivit di personaggi ignobili, spacciati per eroi o rivoluzionari. Facendo poi attenzione ai retroscena della storia degli ultimi tre secoli, possiamo accorgerci che sono insanguinati da guerre e rivolte, organizzate da correnti massoniche in aperto scontro tra esse. Guerre spesso cruente, come quelle combattute per la rivoluzione francese o l'unit dItalia. Tra le ammirevoli persone che le sostennero, un ruolo importantissimo l'ebbe Giuseppe Mazzini. Egli fu tra gli illustri che presero la guida degli Illuminati di Baviera dopo la morte di Weishaupt. Mazzini, conobbe Albert Pike, generale dell'esercito sudista, anche detto il diavolo del XIX secolo che in particolare, si distinse per crudelt e ferocia. Le "doti" di Pike lasciarono ammirato Mazzini, che gli diede la guida di una setta massonica, in America

Pagina 33 di 124 settentrionale. Di quella divenne massima autorit, con il titolo di Sovrano Gran Commendatore del Supremo Consiglio del Rito Scozzese Antico e Accattato. Fu questo losco figuro a dirigere linsurrezione del Sud che sfoci nella sanguinosa Guerra di Secessione americana (1860-1865). Scrisse "Morals and Dogma", una porcata d'immani proporzioni, ritenuta "La Bibbia" della Massoneria di Rito Scozzese. Fu anche uno degli ispiratori del Ku Klux Klan che tanto si sporc di sangue per punire i neri dAmerica e sostenere la supremazia della razza bianca. Mazzini incaric Pike di apportare alcune modifiche al testamento di Satana di Weishaupt (cosa particolare per essere dichiaratamente luciferiano) e sotto la sua guida, nel 1871 vede la nascita un nuovo e pi ricco documento, che rappresenter pure le basi di programma, per la realizzazione di 3 (!!!) guerre mondiali (ATTENZIONE!!! DUE LE HANNO MILLIMETRICAMENTE ATTUATE, COME DA PROGRAMMA, QUALCOSA CI FA CREDERE CHE LA TERZA NON CI SAR?), al fine di instaurare il tanto sospirato NWO. Detto causticamente, in questottica Pike si diede cos tanto da fare, da porre le fondamenta per la Societ delle Nazioni, ora conosciuta con il nome ONU. Tale organismo n pi n meno che una colossale rappresentazione di marionette. La sede pure invasa da simboli massonici - e non potrebbe essere diversamente - e sullo stesso stemma, meridiani e paralleli suddividono il mondo in 33 settori (vedi stemma a lato). Per pura casualit, 33 sono i gradi della massoneria. Pike tuttavia, non fece altro che eseguire gli ordini, impartiti dal vecchio continente e da un Mazzini, che a sua volta prendeva ordini dai PATRIARCHI. Ora sono cambiati i nomi di coloro che si fanno guidare (e di conseguenza ai quali obbediamo) ma non il fine. Se infatti, si allerta l'attenzione sullo scenario economico/politico, come non notare il grande slancio dei personaggi che riempiono le pagine di quotidiani e telegiornali, verso una condotta adeguata a quanto suggerito dai protocolli dei Savi di Sion? Anche se in questo istante non siamo in guerra, non vi sembra che governanti, politici e industriali, siano particolarmente allineati con la filosofia del satanismo e della massoneria? Addirittura, non si coglie solo dalle loro condotte ma pure da ci che esprimono palesemente in pubblico Con un discorso del 31 dicembre 2006, il Presidente Giorgio Napolitano ci ha messo di fronte alla realt che non vogliamo vedere: C sintonia tra me e PAPA BENEDETTO XVI nel sostenere un NUOVO ORDINE MONDIALE. E ancora Napolitano il 4 Novembre 2007 al Quirinale, durante il suo intervento nella Giornata dell'Unit Nazionale e delle Forze Armate disse: Si richiede un nuovo sforzo di coesione nazionale e un concreto impegno per garantire la pace al di fuori dei confini della stessa Europa e contribuire alla costruzione di un NUOVO ORDINE MONDIALE. Edificante, non vi pare? Solo l'Italia toccata dagli effetti di un sistema dallanima sionista, o lo tutto il mondo? E, non si tratta forse di discorsi gi uditi dalle nostre orecchie? L'11 (altro numero esoterico) settembre 1991 il presidente americano George Bush (33 grado Rito Scozzese Antico e Accettato, anche abbreviato in RSAA. Quello di Pike!) dal suo studio ovale di Washington, annunci che si era giunti all'alba di un NUOVO ORDINE MONDIALE. Stesse parole le pronunci Kofi Annan ma pure David Rockefeller, il 23 settembre 1994, alla cena degli ambasciatori alle Nazioni Unite disse qualcosa al riguardo: " Siamo sul limite di una trasformazione globale. Tutto ci di cui abbiamo bisogno della crisi per eccellenza, e le nazioni accetteranno il NUOVO ORDINE MONDIALE". Il 5 Novembre 2008, in occasione dell'elezione alla presidenza USA, Barack Obama pronunci queste parole: "Oggi un giorno di grande speranza e di grande rinnovamento, di fiducia per la causa della libert, della pace, per un NUOVO ORDINE MONDIALE". Nel gennaio 2009 all'Eliseo, il Presidente francese Sarkozy, dopo gli auguri di Buon Anno al corpo diplomatico straniero disse: "Noi andremo insieme verso questo NUOVO ORDINE MONDIALE e nessuno, dico nessuno, potr opporsi, perch attraverso il mondo, le forze al servizio del cambiamento sono considerevolmente pi forti del conservatorismo e immobilismo". Il 2 Aprile 2009, nel discorso di chiusura del summit G-20 di Londra, il primo ministro inglese Gordon Brown afferm: "Io penso che stia emergendo un NUOVO ORDINE MONDIALE e con esso la fondazione di una nuova e progressiva era di cooperazione internazionale". Ma perch Napolitano parl di accordo con papa Benedetto XVI? Forse, ci sfuggito qualcosa? Retrocediamo al 16 Marzo del 1942. Con un articolo intitolato "American Malvern", la rivista Time affront il tema del Federal Council of Churches (Consiglio Federale delle Chiese), che pi tardi diverr il National Council of Churches (Consiglio Nazionale delle Chiese), una parte del World Council of Churches (Consiglio Mondiale della Chiese), sottolineando lo sforzo per instaurare un'autorit religiosa globale. Un comitato di direzione di questo organismo si

Pagina 34 di 124 dichiar favorevole a: "Un Governo Mondiale dei POTERI DELEGATI; forti e immediate limitazioni alla sovranit nazionale; controllo internazionale su tutti gli eserciti e sulla marina militare". I 375 rappresentanti di alcune delle trenta denominazioni asserirono che: "un NUOVO ORDINE della vita economica sia imminente che imperativo. Un NUOVO ORDINE che si realizzer certamente, o attraverso la cooperazione volontaria all'interno della struttura della democrazia, O ATTRAVERSO UNA RIVOLUZIONE ESPLOSIVA". Questo stralcio di discorso, non solo ci fa intravvedere la vera fronte d'ispirazione dell'NWO ma fa anche risaltare che quella fonte, non si fatta alcuno scrupolo ad usare parole minacciose e pesantissime, degne di proclami hitleriani. Per meglio capire come stanno le cose tuttavia, rievochiamo altri sintomatici discorsi che ci sono scivolati sopra come brezza primaverile. GIOVANNI PAOLO II, durante il quarantesimo anniversario della "Pacem in terris" parl de: " la consapevolezza della necessit di un NUOVO ORDINE MONDIALE da costruire". Altrettanto afferm papa BENEDETTO XVI - che non fu tirato in ballo senza motivo da Napolitano - esprimendo in un'omelia dell'Epifania: " l'esigenza di elaborare un NUOVO ORDINE MONDIALE politico ed economico". Ancora pi "toccante", la frase pronunciata il 25 dicembre 2005 a Roma, durante la 'Benedizione Urbi et Orbi': "Uomo moderno, adulto eppure talora debole nel pensiero e nella volont, lasciati prender per mano dal Bambino di Betlemme; non temere, fidati di Lui! La forza vivificante della sua luce ti incoraggia ad impegnarti nelledificazione di un NUOVO ORDINE MONDIALE ". Parole che hanno creato sospetto? Nemmeno per sogno! Ma adesso che le ho rievocate, chiaro cosa cova dietro l'NWO? Se no, il caso che prendiate atto di altri dettagli. PAOLO VI apr le porte della "cittadella dell'amore" a Licio Gelli e Umberto Ortolani, come pure a Michele Sindona. Vi pare roba da niente? Gelli e Ortolani, entrambi portabandiera della P2, avevano la nomina di "Cavaliere di Malta". Ortolani fu persino nominato "Gentiluomo di Sua Santit", onorificenza che gli permetteva di accedere alla residenza del papa in qualsiasi momento, senza preannuncio, mentre nel 1965, sempre PAOLO VI, confer a Licio Gelli, allora capo della P2, la nomina a "Commendatore Equitem Ordinis Sancti Silvestri Papae" Guarda caso, l'ordine dei Cavalieri di Malta, la formazione massonica riconosciuta dalla chiesa. Nell "Enciclopedia della Massoneria e le sue Scienze Affini" di Albert G. Mackey (massone di 33 grado), pubblicato da Masonic History Company, Chicago, New York, & London, 1925 - volume One, pp. 392-95 si legge: I Cavalieri di Malta sono le milizie del Papa, e fanno voto di totale obbedienza attraverso un giuramento di sangue che viene preso molto seriamente fino alla morte. Il Papa, come capo del Vaticano anche il capo di una potenza nazionale straniera". Mettete il tutto in relazione al fatto che proprio il "Cavaliere di Malta" Mayer Amshel Rothschild, finanzi il gruppo segreto de Gli Illuminati di Baviera, e che persino il Gruppo Bilderberg stato fondato dal GESUITA Joseph Retinger e dal Principe e "Cavaliere di Malta", Bernardo d'Olanda, e vi troverete con la quadratura del cerchio. Inoltre, si faccia attenzione a un altro particolare: fu Giuseppe Mazzini (chioccia di Pike), a fondare la P1 (loggia "PROPAGANDA 1"), e prima della morte nomin suo successore Adriano Lemmi, al quale lasci il compito di fondare la P2. Capite che Gelli e Ortolani erano successori dello stesso filone di pensiero di Mazzini? Pertanto, in linea con la filosofia del losco personaggio, che esport la mafia negli USA e sostenne il testamento di Satana? Dunque, chiaro che i potenti della Terra, come Napolitano, Bush, Sarkozy, Obama, Brown, Rockefeller, erano e sono ai remi della stessa barca, al cui timone erano e sono Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco I? Ora, sapete come mai un essere spregevole come Mazzini, abbia potuto espandere tanta negativit in piena libert, e nonostante ci, sia stato elevato a personaggio "ammirevole", e onorato con infinite targhe agli angoli di piazze e vie. Alle sue spalle, alitava l'associazione delinquenziale pi potente e camaleontica del globo: il Vaticano Certo da alcuni, le mie accuse contro la chiesa (nonostante menzioni fatti storici comprovati: basta documentarsi, per la miseria!!!) potrebbero essere accolte come "assurde e intollerabili". Sembrano dissolvere quanto affermo, pure le parole di un documento massone redatto negli USA nel 1953, nel quale si legge: Noi potremmo vincere la religione cattolica. Non col ragionamento, ma unicamente pervertendo i costumi. Potenza delle societ massoniche, che trasuda dallaffermazione di essere addirittura in grado, di influire sul potere religioso e di pervertire la societ? In un primo momento si pu immaginare un Vaticano impotente di fronte al malefico disegno. Ci lascia intendere che la religione e listituzione cattolica si debbano considerare povere e innocenti vittime, avversate dal cancro che tutto divora, ma troppi altri dettagli, sovvertono quanto "sembra ragionevole", facendo assumere a quelle che dai fedeli vengono facilmente accolte come "ignobili bestemmie", toni d'incredibile verit. E' quanto si coglie, seguendo alcuni intrecci che vedono tra i protagonisti, la pi grande chiesa di New York e dAmerica - la cattedrale presbiteriana di St. John de Divine - il palazzo dell'ONU e un'associazione luciferina.

Pagina 35 di 124 Nella grande chiesa, ha sede quello che si chiama il Tempio della Comprensione nel quale, dopo l'accordo nato in seno al CONCILIO VATICANO II, si raccolgono a pregare protestanti, ebrei e cattolici, che insieme celebrano le funzioni. Un fatto encomiabile? Lo sarebbe ma, proprio il Tempio della Comprensione (tanto auspicato dal Vaticano e delle altre religioni) pure presente con una propria cappella, allinterno del Palazzo di Vetro. Ho gi detto che l'ONU supportata dall'associazione Lucis Trust (Fede della Luce) ma, dovete sapere che l'organismo fondato nel 1922 da Alice e Foster Bailey per promuovere l'educazione della mente umana e la messa in pratica di principi spirituali, ebbe come primo nome di battesimo, quello di Lucifer Trust (!). Naturalmente, venne in seguito cambiato, perch evidenziava fin troppo palesemente il fetido fuoco ispiratore. Nel Lucis Trust e nelle United Nations, i Rockefeller hanno svolto un ruolo importante, ed la crema della massoneria - la confraternita degli Illuminati - a sostenere economicamente e idealmente la congrega Lucis Trust. Due volte la settimana, PROPRIO IN QUEL TEMPIO DELLA COMPRENSIONE, si radunano a ufficiare rituali, invocando i demoni attraverso pratiche occulte, le pi alte sfere del Lucis Trust e dell'ONU!!! E' tutto chiaro? E ancora, ricordate perch il giornalista Mino Pecorelli (altri dettagli al capitolo 17, "IL NIDO DELLE SERPI") divenne protagonista della ribalta? Mise nero su bianco cosa cova dentro la chiesa, stilando una lista di 112 massoni in abito talare. Adesso, prestate attenzione ai cenni simbolici. Nel libro "Duncan's Masonic Ritual and Monitor", a pag. 42 (foto a lato), vengono mostrati i "token", o gesti e strette di mano, per mezzo delle quali i massoni affermano la loro "fedelt a una confraternita". Confrontateli con le foto seguenti.

E ora, la ciliegina sulla torta. PAOLO VI, il 4 ottobre 1965 pronunci un discorso all'ONU dicendo: "QUESTA ISTITUZIONE UN DISEGNO DI DIO". Stava parlando di quell'istituzione coccolata dal "demonico" Albert Pike (!!!). Auspic anche, un'autorit mondiale in grado di agire con efficacia sul piano giuridico e politico (cosa disse BENEDETTO XVI?). Infine, s'inginocchi in "preghiera", proprio in quella cappella all'interno dell'ONU (Tempio della Comprensione), nella quale si raccolgono le alte sfere sataniste!!! Allora, e' chiaro come funzionano le cose su questa Terra? Che banche, mafie, stati, politici, industriali, sono sottomessi alla massoneria? Che la massoneria assoggettata al vaticano? Che il vaticano la terza punta del triangolo e risponde agli ordini di quei due MOSTRI? Naturalmente, pu essere che qualcuno abbia ancora dei dubbi da sollevare, in ogni caso, che siate recalcitranti al risveglio o gi desti, non ho certo finito. In attesa di fornirvi altri dettagli sulla feroce e letale carnevalata ai danni dell'umanit, chiudo il "gioioso quadretto" con una frase tanto cara alla massoneria, dalla quale, si pu comprendere in quale modo la succursale del potere terreno, intende organizzare la civile convivenza: ACCECATE CHI VUOL VEDERE, ELIMINATE CHI PU RISVEGLIARE!.

Capitolo 10 PIOGGIA ACIDA Al capitolo 15, "SIMBOLI DI POTERE", inizio a fornire determinanti prove a sostegno di quanto avanzato, ma prima vorrei esporvi alcuni altri effetti sulla nostra vita spicciola, prodotti dalle "acute, impercettibili e pure insidiose" azioni dal triangolo e del suo meccanismo operativo. Ancora, qualcosa va detto riguardo ai personaggi di spicco, pertanto, riprendo il discorso accennato al capitolo 6 "IL GORGO".

Pagina 36 di 124 Affari sono affari si dice, riferendosi al fatto che quando si tratta di tale argomento, il lato umano perde anche il pi minimo valore. Gi questo dovrebbe farci capire quanto si sia mostruosamente corrosi nell'animo. Se ci vale per tutti, aguzzando la vista, ci si pu accorgere che il lato peggiore espresso dalla massa, nelle fasce pi alte della scala sociale, si fa regola assoluta e diventa culto. Si assiste a una totale rivisitazione delletica e dei concetti di correttezza e onest. Pi si sale, pi ci s'introduce in un mondo influenzato dallimperativo del massimo vantaggio a tutto campo, nel quale ogni scintilla di umanit, lascia il passo alla meschinit. Ponendo lattenzione sugli interessi del sistema politico e di governo, della grande industria, del sistema economico e bancario, la faccenda si fa decisamente pesante e assume aspetti caratteristici di associazioni per delinquere. A tali livelli, ci che per la gente comune proibito e regolamentato in modo ferreo, ridefinito nel concetto e si stempera nellutile o nellopportuno, o nel proficuo e nellindispensabile. Di esempi visibili ne abbiamo avuti e continuiamo ad averne. Tutti i giorni veniamo a conoscenza di personaggi che hanno corrotto e distribuito mazzette; eliminato fisicamente i concorrenti irriducibili; sfruttato la complicit della mafia; vinto concorsi con prodotti di minore o infima qualit; cementificato selvaggiamente; creato i presupposti per danni ambientali; avvelenato laria e trasformato i mari in discariche; fatto fuggire le aziende allestero e gettato nella miseria migliaia di persone; costretto i dipendenti alla schiavit e ad accettare il ricatto; creato i presupposti per pesantissimi incidenti sul lavoro; venduto latte in polvere che uccide; falsificato controlli medici su materiale pericoloso; prodotto medicinali che hanno originato effetti secondari deleteri; commerciato in organi umani; creato improvvisati siti di stoccaggio di scorie nucleari o tossiche; creato bolle speculative e frodato migliaia di persone; deforestato selvaggiamente; gestito superficialmente gli allarmi sismici, come ad Aquila; fatto costruire opere pubbliche pericolose, come la diga del Vajont; costruito impianti aggirando le normative di sicurezza; approvato centrali nucleari come Cernobyl e Fucushima; progettato e deliberato piattaforme petrolifere che si sono inabissate, come quella al largo del golfo del Messico; costruito e fatto navigare petroliere a singolo scafo che si sono squarciate come lattine; messo l'ICMESA di Seveso nella condizione di nuocere; prodotto vaccini killer; evitato di mettere in sicurezza la fabbrica di concimi di Bopal; messo la Costa Concordia nella condizione di arenarsi; scarseggiato sulla manutenzione di mezzi aerei e ferroviari, al fine di generare apocalittici incidenti. Di questo passo potrei compilare un elenco sterminato ma spero sia gi questo sufficiente, a farvi capire quali frutti produce il mondo che conta. Le grandi poltrone di pelle sono fatte per ospitare dei vermi. Guarda caso, alla stessa conclusione pervenuto uno studio universitario: Chi ha potere si sente legittimato a trasgredire le regole per ottenere ci che vuole. Una ricerca che per fortuna non stata condotta in Italia (si potrebbe subito pensare male) ma dalluniversit olandese di Tilburg. E anche emerso che: I pesci grossi sono ipercritici nei confronti del prossimo e indulgenti verso se stessi, e chi impugna il potere non solo abusa del sistema ma si arroga il diritto di farlo. Lo studio mette pure in luce che al contrario: Una spinta maggiore verso la collettivit fa diminuire anche la corruzione. Beh? Devono dircelo ricerche universitarie che questa gente non lavora per la collettivit? Nemmeno si deve pensare che tale realt riguardi un degrado morale dellultimo minuto. Si legga, quanto ci giunge dal 70 a. C. per mano di Marco Tullio Cicerone, che si scagli contro Gaio Licino Verre, corrotto pretore della Sicilia: E opinione diffusa che il sistema giudiziario sia corruttibile e luomo ricco possa sottrarsi alla giustizia per quanto colpevole. Si tratta di un fenomeno del tutto italiano? Macch; se gli stranieri lo pensano, sono dei poveri illusi. Basta rammentare loperato di Nixon e Reagan, dei Bush e di tantaltri personaggi illustri. Ricordate la vicenda Strauss Kahn, presidente dellFMI, accusato da una cameriera di molestie sessuali e di ricettazione di denaro? I magistrati nemmeno si chiesero se sotto ci fosse del vero: Impossibile, laccusatrice non attendibile, sentenziarono. Data la figura dalto spessore dellaccusato, tali imputazioni non possono avere fondamento. Ma furono talmente prive di fondamento che Strauss Kahn, volle comprare il silenzio della cameriera. Beh, cosa andavano dicendo gli antichi greci? La giustizia fa gli interessi dei forti. E cos , perch a governare sulla giustizia, non il popolo ma quel sistema abile a farcelo credere, per renderci inconsapevoli d'essere nelle sue mani. Strauss Kahn non ha evidenziato errori d'interpretazione ma l'infetto controllo del sistema di dominio, su ogni atto della vita del pianeta. Per questo, necessario spendere due parole, anche sul sistema carcerario. Si tratta di un metodo per raddrizzare le persone fuori dalle righe che ha visto poche differenze nel corso dei millenni, in ogni angolo della Terra. Che cosa fornisce di buono? E provato in modo indiscutibile che produce ulteriore delinquenza, mantenendo senza soluzione il problema. Una detenzione disumana (in cella lo sempre), mantiene il detenuto in uno stato di rabbia, che sfocia in recidivit praticamente assicurata. E altrettanto provato che un sistema impostato su un recupero umano nel quale ci sia attenzione e rispetto per la persona che ha commesso

Pagina 37 di 124 degli errori, che anzich segregare e scartare, fornisca gli strumenti per un reintegro armonioso nella comunit, fa diminuire la percentuale di recidivit in maniera persino drastica. Sono quindi il concetto e il meccanismo di punizione che non funzionano; creati per fornire frutti marci, anzich per "aggiustare". Se finora il sistema giudiziario non ha escogitato soluzioni migliori, motivato dal fatto che non vuole la risoluzione dei problemi. Finge di risolverli, mentre li acuisce e non fa cessare i danni sul tessuto della comunit, rendendo le carceri, una scuola di delinquenza ed evitando che una volta fuori, queste persone si reintegrino nella societ. Che il sistema non sia mosso da intenzioni positive, lo dimostra il fatto che va pure a infierire sulle famiglie, espandendo la sofferenza oltre le mura dellistituto. Si dovrebbe capire anche dai dettagli. La bilancia un caratteristico simbolo massonico: stampata sul dollaro ed uno dei simboli di coloro che stesero il Testamento di Satana. Dove posta ben in vista? Nelle aule di tribunale! Credete che contenga veramente messaggio di equit? Anzich con un simbolo, non sarebbe meglio dimostrarlo con i fatti? Tutto creato per ipnotizzarci, perch le differenze, invece, ci sono. Eccome! La stessa scritta dominante sulle pareti dei tribunali: La giustizia uguale per tutti, un perfetto esempio d'ipocrisia. Sappiamo che non ha valore per chi ha entrate faraoniche e pu pagarsi l'avvocato di fama. Ho spiegato al capitolo 6, "IL GORGO", verso quali lidi il sistema ci sospinge, dunque, chi ha fatto apporre tale scritta? Un sistema che punisce i ladri di galline per ingannare la massa, per produrre vessazione, ottenere turpitudine e propiziare lingiustizia. E' quanto serve a un sistema congenitamente criminale, per ottenere un ambiente ostile alluomo. Come si fa a credere che con 160.000 normative primarie (censite da Sabino Cassese, massimo esperto di diritto amministrativo), alle quali s'aggiungono quelle regionali e comunitarie (per un totale di oltre 200.000), si possa ottenere giustizia? Chi mai sarebbe in grado di rendere efficiente una siffatta e abominevole burocrazia? Il sistema ha scavato un baratro nel quale farci precipitare, altrimenti, se veramente fosse riguardoso, agirebbe all'opposto, investendo in educazione. Se IL MECCANISMO LA EVITA, perch genera un risveglio a livello profondo che mette in crisi la stessa marcia societ dello sfruttamento. EDUCARE, SIGNIFICA FAR APRIRE GLI OCCHI E PER IL SISTEMA, NULLA E' PI NOCIVO! Quindi, non insegna a essere liberi e a gestire la propria libert ma ci sommerge di rigidi vincoli e ferree leggi. Impone, opprime, reprime, punisce. Normative e obblighi riducono il libero arbitrio a un lumicino, creano pentole a pressione con la valvola difettosa, pronte a esplodere. E come i soldi, non sono mai abbastanza. Infine, generano unesistenza fortemente malata Dimentichiamo, infatti, che LE FREDDE NORMATIVE NON HANNO SFUMATURE, MENTRE UNA DELLE CARATTERISTICHE UMANE L'INFINITA VARIET DI QUESTE. In tal modo, il sistema ottiene rigidit di carattere che non pu altro che evolversi in rigidit interpersonale, con comportamenti omologati e da macchine automatizzate. Inoltre, per sua natura, l'unica cosa che un essere umano pu garantire, l'imperfezione. Rigide regole e severe leggi non l'autorizzano, per meglio spogliarci dei nostri panni umani, per metterci nella condizione di essere sempre in errore, per originare profonda ingiustizia e ... sofferenza. Vi chiedete allora, come si possa garantire civilt, senza un adeguato e soprattutto "ampio" contributo legislativo? INNANZITUTTO, ELIMINANDO IL DOMINIO, PERCH E' ESSO A NECESSITARE DI QUEST'ASSURDO CONTESTO, E AD AVERE BISOGNO DELLA DELINQUENZA PER MANTENERLO. Come stanno le cose lo dicono pure loro. Konstantin Borovoi, fondatore della Borsa di Mosca e, uno degli uomini pi ricchi del pianeta, forse dopo alcuni bicchieri di Vodka, sciolse la lingua asserendo di non aver mai sentito di nessuno che si arricchito in modo onesto. Nonostante questa grande verit, Monti ha affermato che le ricchezze guadagnate onestamente sono un diritto. Perfetto! Lo capite che questa gente non si accontenta di maltrattarci, e si diverte a prenderci ferocemente per il culo? Mi secca dover tirare in ballo ancora Silviuccio nostro, ma egli ci ha fornito unottima prova di come funziona il meccanismo, e di quanto il potere possa permettersi ogni tipo di maialata. La disparit sfacciatamente enorme, e per molto meno di quanto ha fatto lui, i poveri cristi pagano con il carcere. Si pu osservare quindi che salendo la scala gerarchica, i personaggi si fanno sempre pi abili, perch per dirigere il gregge, i lupi devono essere irriconoscibili e pertanto, abilmente travestiti da agnellini. Il sistema li crea e li mette in bella mostra, anche per funzionare da modello di vita e pungolare lambizione di somigliare a loro. Il motivo? Come si diceva una volta: Lesempio vien dallalto. Che cosa produce il predicare bene e razzolare male delle persone che "ci fanno da riferimento"? Come l'operato dei politici che tradendo le promesse date, truffano gli elettori? Che cosa assimiliamo da quelli che mantengono intrallazzi con la mafia, o strafregandosene della morale fanno sesso con minorenni? Cosa, da quel mezzo parlamento

Pagina 38 di 124 che sniffa coca, quando non esiste un commercio legale delle droghe e venditori autorizzati? Quali principi diffonde chi s'impegna ad assumere dipendenti, solo se piegati al ricatto di un regime di schiavit, per uno stipendio da fame? Cosa ci trasmette una chiesa che protegge i preti pedofili? Pi di quanto immaginato, sottovalutiamo quella devastante pioggia corrosiva che personaggi di spicco e del mondo che conta, ci riversa addosso. Lo capite che un esempio comportamentale, oltre a quelli espliciti, trasporta con s sottilissimi messaggi nascosti (subliminali), ai quali rispondiamo perch siamo abituati fin dalla creazione a vivere in comunit, perch la gerarchia sempre esistita e ci che giunge dallalto lo cogliamo come invito ad adeguarci? E da perfetti stupidi pensare che i messaggi negativi che quotidianamente aleggiano nelletere, siano divorati da preposti batteri o si disperdano come vapore acqueo nellaria. E' come se ci urlassero: Per essere giusti, fate come noi!. Riuscite a immaginare quali danni produce sulla gente moralmente meno strutturata, il lerciume elargitoci come fatto ordinario? Corrode in profondit. Non dormissimo, capiremmo che tutto organizzato per instillare messaggi d'immoralit e incoraggiare lo squallore. Capiremmo che il vero schifo non si propaga dal basso come vogliono farci credere ma al contrario, la pioggia corrosiva del dominio. Che il mondo egoista, insensibile, corrotto, sfruttatore, violento, purulento, malvagio, criminale, il risultato del vomito che ci copiosamente rovesciato addosso. Capiremmo che labbruttimento del nostro mondo fa parte di un progetto e di una perfetta pianificazione! Quindi, che il conflitto creato, e lipocrisia necessaria al meccanismo come lolio per un motore. Devo rammentarvi chi espande questo idillio? Chi sono gli abili prestigiatori e maghi, dalla bacchetta magica pi potente di Harry Potter? I virtuosi delloratoria e della falsit, dai modi gentili e misurati e dalla lingua biforcuta, dal carisma ipnotizzante e dallanimo velenoso? La lista occuperebbe un'intera enciclopedia ma voglio almeno menzionare Andreotti, Cossiga, Marchionne, Guarguaglini, Montezemolo, Tronchetti Provera, Cuccia, monsignor De Bonis, Paolo II, Ratzinger, Bergoglio, gli Agnelli, Napolitano, Marcinkus, i regnanti come regina Elisabetta o principe Ranieri di Monaco, i Rothschild, i Rockefeller, Strauss Kahn, Don Verz, Obama, Monti, Bush, Reagan, Sarkozi, Merkel, Berlusconi, Putin e chi pi ne ha, pi ne metta. Sono proprio questi, i politici tutti e migliaia di altri ancora, i teatranti che sottraggono risorse ai deboli che non hanno forze per opporsi; quelli che in nome di Dio ordinano la castit e porgono lala da chioccia ai preti pedofili; quelli capaci di mostrarsi umani e caritatevoli mentre agiscono a favore delle multinazionali che appestano aria, cibo, anima; quelli che firmano le condanne a morte di popolazioni che dovranno subire guerre; quelli che tra una messa celebrativa e un ballo regale commerciano armi; quelli che abbandonano la gente alla mafia o al velenoso volere dalle droghe; quelli che fingono di aiutare chi distrutto dai debiti con le banche, mentre sovvenzionano le banche stesse; quelli che ci ammazzano di tasse e comprano i caccia bombardieri, i sommergibili e aumentano gli sprechi; quelli che parlano di sviluppo e fanno chiudere le fabbriche; quelli che non hanno tempo per ascoltare chi distrutto dai debiti, e agli sfrattati senza casa, dicono che in Italia non ci sono poveri; quelli che non hanno mai speso mezza parola per chi vive sui marciapiedi e l, appositamente li lasciano come fossero sacchi di pattume. Se questi ammassi di cellule privi di anima occupano o hanno occupato posti di rilievo, perch si sono assoggettati a una filosofia, alla quale aderisce chi fa voto di nutrirsi di speranza umana. Le variopinte ideologie sono una finzione e anche se vestiti di colori diversi, sono tutti della stessa parrocchia. Appartengono a quel solo colore che ha in mano la vita di tutti gli umani. Le sinistre in Italia, una volta al governo hanno forse trasformato il Paese? Adesso stiamo tutti meglio? Obama ci sembrato democratico, giusto e onesto, eppure in Afganistan ha impedito per mesi di far giungere i civili nellospedale di Emergency, lasciando morire migliaia di civili. Non ha fatto nulla per i suoi nuovi milioni di poveri, mentre ha aumenta le spese per gli armamenti, non ha ritirato le truppe dagli scenari di guerra come promesso, ed ha sostenuto una politica ambientale, disastrosa quanto quella di Reagan. Monti ha salvato l'Italia! Ma ha dato una sostanziosa batosta all'economia e tolto altro ossigeno alle famiglie povere. Capite che a prescindere dai nomi e dal valore di facciata, nei palazzi del potere e nelle stanze del controllo non si accede se non si disposti ad agire con malanimo e cattiveria, e votati a calpestare i pi deboli, con un bel sorriso stampato in volto? E solo se si disposti a servire la causa dei padroni del mondo, dellodio e della distruzione, che il potere supremo conferisce il nobile e sacro sigillo di distinzione e appartenenza alla casta. Altrimenti l non si entra! Capite che se il nucleo di dominio ha bisogno di essere supportato nel lavoro di disintegrazione della popolazione, mette proprio le persone meno dotate di coscienza (per questo meglio gestibili), nelle condizioni di diventare sue pedine? Che fa parte del meccanismo creare pupazzi, che pi di altri, siano disposti a dar fondo alle proprie bassezze, in cambio del successo, di soldi e di una frazione di potere e gloria? Capite che chi arrivato a far parte delle persone

Pagina 39 di 124 che contano, nientaltro che una canaglia, un farabutto, una persona divorata dai sentimenti pi bassi, ma abile nel vestire maschere di perbenismo, di apparenza, di falsit, di amorevole attenzione ai bisogni essenziali della gente? Che lipocrisia e il cinismo, la cupidigia, lavidit e la pi alta propensione alla perfidia sono le migliori credenziali, e solo se in possesso di tali splendide doti si pu ambire a riconoscimenti e pi alti titoli di merito? Chiedetevi per esempio, il perch delle scorte ai politici. Assalireste chi amate? No? Dunque, servono a salvaguardare l'incolumit di pezzi di merda Capite che A COSTITUIRE IL MONDO CHE CONTA LA FECCIA PI FETIDA DELLUMANIT? Il giudice Ferdinando Imposimato afferma in un libro che dietro le stragi e la strategia della tensione in Italia, vi fosse il gruppo Bilderberg (vedi http://www.nocensura.com/#_). Parla di "strage di Stato", anche a proposito dell'11 settembre. Casualmente, il magistrato Alessandrini venne ucciso: nel 1970 aveva messo le stragi di Stato in relazione con i Bilderberg. Dall'agenda rossa di Paolo Borsellino: "Mi uccideranno ma non sar una vendetta della mafia, la mafia non si vendica. Forse saranno mafiosi quelli che materialmente mi uccideranno, ma quelli che avranno voluto la mia morte saranno altri". Non fossimo intossicati e vaneggianti, non dovremmo aspettare indagini universitarie per accorgerci che a quei livelli non esistono persone per bene". Eppure, sono proprio costoro a marcare la storia, questi personaggi a corrispondere al modello vincente, loro a fare da riferimento per le popolazioni Proprio i pescecani fanno da modello per branchi di acciughe! Indubbiamente esistono anche gli idealisti, ma vengono fermati prima di poter fare qualcosa di buono Il sistema di dominio ha perfettamente in mano la situazione e nessuno assume il comando di un paese se non una brutta persona. Toro Seduto della trib dei Lacota: Quando lultima fiamma sar spenta, lultimo fiume avvelenato, lultimo pesce catturato, solo allora capirete che non si pu mangiare denaro. Ma loro non l'hanno capito, e nemmeno che: Non si diventa felici procurando linfelicit altrui, come disse Seneca. Lo stesso atto di dominare distruttivo dell'altrui unicit ma costoro si credono grandi perch possiedono potere sugli altri. E' esattamente ci che fa di un essere umano, gi infinitamente stupido, anche un vandalo. Non un affarista, nemmeno un imprenditore, un campione o un eroe ma nientaltro che uno spregevole essere, incatenato a un'abissale ristrettezza d'animo. Quanto sono disgraziati! Sono loro i veri falliti Se avessero veramente compreso i meccanismi della felicit, non sentirebbero minimamente limpulso di prevaricare sugli altri. La vera creativit rispettosa e gioiosa e non contempla latto di fare a pezzi lanima degli esseri umani. Chi felice e prova sentimenti di amore, vuole rendere partecipi gli altri del proprio bene, non certo sottomettere e sfruttare. Chi non profondamente abietto (quindi, anche un fallito), non vuole n potere n ricchezze e anzi ne ha orrore e li fugge.

Capitolo 11 SAPIENTE IGNORANZA Il dominio per trasformarci in materiale a esso utile, e ottenere i massimi risultati, ci prepara fin da quando vediamo la luce. Muoviamo i primi passi nel condizionamento, trasmesso dalle persone che prima di noi, sono transitate attraverso un percorso manipolatorio. Pertanto, tossiche influenze le assorbiamo gi dallambiente familiare, che ci riverser addosso quanto appreso dalla cultura, dai media, dalla religione e dagli altri innumerevoli meccanismi suggestionanti del nostro sistema societario. Uno dei pi attivi strumenti la televisione. I bambini crescono con linfluenza della TV prepotentemente calcificata nel cervello; mezzo attraverso il quale, ogni forma di aberrante pensiero (compresi i messaggi subliminali) pu essere diffuso in larga scala. Tuttavia, anche se l'atmosfera gi pregna di potenti influenze, a garanzia di un esito perfetto, subiamo la terapia intensiva dell'ignoranza. Questa, la base per ottenere laddomesticamento dei nostri cervelli e renderci manovrabili. E' il gas soporifero che una volta inalato, servir a farci accettare la demenzialit del nostro mondo, poich il vettore attraverso il quale assimiliamo le panzane e le favole che hanno il molteplice scopo, di renderci sempre pi inconsapevoli, duttili, innocui, servili, incoscienti della realt, e pure stronzi. Ha il potere di deteriorare il nostro olfatto, fino a renderci incapaci di avvertire lolezzo del marciume.

Pagina 40 di 124 La cosa "interessante" che il dominio ci getta nell'ignoranza, proprio attraverso un sistema scolastico e culturale, e sfruttando al massimo il periodo in cui lessere umano, ha la struttura di fertilissimo terreno. Durante la crescita i messaggi fasulli ottengono il pi elevato effetto. Qualsiasi aberrazione data in nutrimento, trova totale e incondizionato accoglimento. Nemmeno si deve parlare di lavaggio del cervello, giacch non c nulla da ripulire e solo da introdurre. Attraverso il sistema scolastico, si resi primariamente incapaci di creare e sviluppare le individuali potenzialit, fuori della zona di utilit. Messi ai ferri con una cultura a compartimenti chiusi, utile solo per questa societ dello schifo e fasulla; bombardati per mezzo di un volume nozionistico molto elevato e viziato nella sostanza, allo scopo di svilirci a livello di consapevolezza, e piegare ogni guizzo di ribellione verso il sistema. Rientrano nello schema "terapeutico" anche le discoteche, frequentate principalmente dai giovani. Sono create per accentuare lo stordimento. Sono il grande punto di contatto con il soffio marcio e velenoso della nostra societ. La prova che chi bello e ricco, gnocca e troia, oppure forte e prepotente, ha il mondo ai suoi piedi, ha successo e vince. Si paga il biglietto per sentirsi sbattere in faccia la realt, e apprendere i valori demenziali della grande jungla. In quei casini prende consistenza la visione di un mondo finto, avvolti da un rumore che copre pochi pensieri dedicati a una realt decomposta, che tuttavia crediamo la giusta vita. Tutto ci che ci attornia, serve a prepararci alla societ della jungla, come gli svaghi, come la scuola. Nel percorso di crescita, se non ci si perde e si hanno i soldi, si arriva anche a iscriversi alluniversit. Una laurea ci fa sentire arrivati e d'avere una mente aperta e di essere colti. Lo crediamo, perch pensiamo che la cultura sia libera. Ma non lo . Siccome crea risveglio, stata frantumata e dispersa in milioni di libri Poich nulla ci favorevole, assimiliamo un sapere creato per distoglierci dalla comprensione di ci che sta accadendo, affinch siano garantiti lo sfruttamento nel meccanismo e la tutela dello stesso congegno. Ad esempio, secondo uno schema di giudizio classico, un economista bocconiano considerato colto, ma si ritrover con gli strumenti per realizzare progetti malati e dagli effetti devastanti, vantaggiosi al dominio. Feuerbach diceva che Luomo ci che mangia. Non cambia per il nostro cervello; se ci alimentiamo di stronzate, immaginate come possano essere i pensieri che ne derivano? A dimostrarmi che gli studi non aprono un bel niente, pure il fatto che la gran parte delle persone (di cultura), alle quali prospetto le situazioni che vi sto descrivendo, non solo si mostrano sconcertate ma convinte mi sia dato di volta il cervello. E' la prova che i frutti di questo lavoro, sono menti condizionate e piegate alla suggestione, ricoperte da una pellicola in Gore Tex. Predisposte quindi, all'ottusit ma non alla verit, per vivere da schiave e sofferenti, con il petto gonfio di supponenza, nella presunzione di sapere Se realmente la cultura producesse apertura mentale e consapevolezza, questo libro non avrebbe motivo d'esistere: saremmo tutti molto pi evoluti. Se ci continuate a ritenerlo inesatto, leggendo il libro della neuroanatomista Jill Bolte Taylor La scoperta del giardino della vostra mente, potrete rendervi conto di quanto sia pi vasto, armonioso e propenso a un equilibrio universale, e gioioso e libero, il pensiero prodotto dallemisfero destro del cervello umano. Non un caso che il sistema lo mortifichi, spronandoci alle rigide facolt razionali, e a un intenso uso del sinistro. In tal modo, poich la razionalit fa perdere il contatto con una realt sottile, traboccante di sfumature, potranno prevalere le espressioni umane meno sensibili e intelligenti. Si fa poca attenzione al significato dei vocaboli. Per esempio la parole mente, fa pensare all'organo preposto alle elaborazioni cognitive, mentre sottilmente ci sta dicendo che il cervello non sincero. Anche Gioia Panozzo nel suo libro "Il guaritore interno", ci fa presente che a impedire il dialogo con la nostra intelligenza superiore, la mente analitica, zeppa di schematismi, dogmi, vecchi concetti, ideologie unilaterali. Il motivo quello continuamente evidenziato: come tutto, anche la scuola ci predispone alla schiavit e alla sofferenza. Nel caso non vi siate ancora persuasi che le cose stiano come sostengo, ponetevi una domanda: quanto vi hanno preparato i libri di studio, per un'esistenza felice? Sapete? Dovrebbero essere i rudimenti per conquistare la consapevolezza, nonch per gioire della vita e i segreti per vivere leggeri e sereni, ad avervi impegnato maggiormente. Invece, se queste voci non sono materia d'insegnamento, perch il potere non desidera cittadini gioiosi ma pezzi a incastro; persone cui succhiare energie e risorse, utili a far funzionare un mondo privo di anima, alienante e offensivo per lessere umano, ancora degno di questo nome. L'intelligenza pericolosa: ha il difetto di non essere addomesticabile e sfugge come un liquido, quando si pretende di contenerlo in un pugno Mette nelle condizioni di concepire cose scomode, di vivere senza il potere, poich di esso non sa che farsene. Il potere invece vuole sfruttare.

Pagina 41 di 124 E' per questo motivo che i valori stessi di cultura e intelletto, sono sottilmente malati, per condurci ad accrescere una frequenza negativa. Potrete verificare l'esattezza di quanto dico, guardandovi attorno. Vedete quanti razionali colmi di canonica cultura e intelligenza, usciti a massimi voti dalle universit, sono a guida delle nostre vite? Sono i politici, i direttori di aziende e banche, coloro che elaborano le previsioni per il futuro, gli alti prelati e coloro che ci insegnano a vivere. I nostri paesi sono trainati e governanti da persone che reputiamo allaltezza dei compiti perch conformemente preparate. Eppure stiamo andando verso la rovina. Sono stati creati per essere degli squallidi mediocri Il mondo dellistruzione, un congegno per plasmarci a misura del dominio, facendoci credere di essere impegnati per noi stessi. Abbocchiamo al valore attribuito a un foglio di carta con la firma del Magnifico Rettore, e lenfasi con la quale ci consegnato, e ancor prima le fatiche sostenute per ottenerlo, sono parte della messinscena. Ma eccoci pronti, dopo tanto studio, a dare il nostro contributo alla societ con tutte le nostre energie. Molti iniziano la via crucis per trovare un impiego. Chi ha fortuna ( ???), s'inserisce in un meccanismo alienante e ancora (toh, che novit ) privo di umanit, in cui il profitto dellazienda diventa padrone assoluto della vita, non solo lavorativa. Un mondo che possiede lanima degli uomini e la padroneggia, e se mai ne rimanessero, piegando le residue resistenze umane. Gonfi di soddisfazione, siamo finalmente ingranaggi e motori della grande macchina. Meccanismi senzanima o con unanima ingabbiata e senz'ossigeno. E terribile! Noi diventiamo la parte peggiore del lavoro! Molti si riversano sulle strade ingorgate e passano una bella fetta di esistenza seduti nellauto. Questa deve essere confortevole come un salotto per rendere sostenibile lalienazione, per appagare il proprio Ego ed esibire la propria classe sociale. Tutte cose utili ad appesantire lanimo e la reale qualit di vita, o per farci gonfiare il petto grazie ad un giocattolo che presto le regole del mercato, ci mostreranno come ferro vecchio. La golosit ci fa rincorrere gli oggetti del desiderio. Per averli dobbiamo guadagnare pi soldi, che impongono pi ore di lavoro, o pi dedizione e schiavit. Lo stesso avviene se usufruiamo di un prestito bancario. A quel punto ci serriamo da soli i ceppi alle caviglie. Ma lalienazione sembra ridursi al volante di un bolide o di un mastodontico SUV, bench costretti ai limiti di velocit. Macchine che servono a illuderci di essere degli arrivati, perch ci fanno giungere per primi alla colonna successiva, dove anche chi abbiamo sorpassato arriva comunque, pochi secondi dopo. Secondi guadagnati per consentirci di riflettere sulla nostra esistenza? Nemmeno per sogno, abbiamo altro in mente. Una volta nel turbinio della vita, nemmeno ci accorgiamo di vivere in una galera a cielo aperto. Per sopportare il disagio si fa uso di qualche corroborante, perch senza si schiatta. Si forma una famiglia, seguendo diligentemente gli impulsi della natura ma casa e figli impongono un aumento di stress e un ulteriore annullamento di se stessi, per molti anni. Il sorriso ingenuo del figlio ci allontana dalla malsana idea di essere scivolati in un tritacarne. Per fortuna ogni tanto la partita di calcio ci estrania dalla misera vita e la TV ci rimbambisce con programmi spazzatura e falsit, allo scopo di mantenerci con gli occhi ben serrati. Dopo che i figli sono stati sottoposti al nostro stesso percorso di manipolazione e annullamento della personalit, crediamo di poter ricominciamo a respirare. Ma non propriamente cos, perch il mondo creato per non dare respiro e spegnere ogni scintilla di serenit con tasse, bollette, assicurazioni, spese condominiali, debiti, ma anche con problemi in famiglia e sul lavoro, delusioni, rabbie, avvilimenti, stanchezza fisica e psicologica. Qualcuno, in un accenno d'illuminazione, sospetta che qualcosa gli stato rubato ma non riesce a comprendere in che modo. La follia nella quale si trovato immerso, gli ha tolto ogni riferimento per capire. Continuer a violentarsi e a ingoiare un'esistenza da schifo senza aprire gli occhi, perch per questo stato plasmato.

Capitolo 12 IL LAVORO RENDE LIBERI Il lavoro inteso come fatica, nella vita cosa normale, tant' che un proverbio dice: Se il lavoro fosse virt, lasino sarebbe ricoperto di medaglie. Nemmeno sul petto dei lavoratori vedo riconoscimenti. "Se fosse piacevole, non sarebbe lavoro" Quante volte ve lo siete sentiti ripetere? C' una storpiatura nel fatto che il lavoro corrisponda a fatica. E' semplicemente aberrante. Beh, come la quasi totalit della vita.

Pagina 42 di 124 Ma ci ribelliamo? No, incredibile: consegniamo la vita, proprio nelle mani di schiavisti e, per sostenere gli interessi di un potere che ci guasta e rende inumani, veniamo presi a scudisciate. Allora, ad affermare che il potere decisamente pi furbo di noi, dico una cosa scontata? Ad ogni modo che si sia capito o no, lo cos tanto, da convincerci di essere liberi quando lavoriamo, tant che a questa immane stronzata crediamo con slancio, perch possiamo avere gli oggetti dei nostri desideri e comprarci il pane. Cadiamo nel tranello della logica conseguenza, come i somari: lavoro uguale cibo e sopravvivenza. Ma nasconde ben altre funzioni. Pur con qualche differenza, a tutte le latitudini sempre e comunque un meccanismo per togliere libert alle persone. Ma per non farci leggere la realt, lo sfruttamento ci stato presentato come qualcosa di nobile: Ora et labora , infatti, una massima tanto cara ai conventi e per questo, non abbiamo colto che limperativo del sistema ... Ancora pi beffarda e spregevole: Arbeit Macht Frei (Il lavoro rende liberi). Si poteva leggere sul tabellone posto sopra il portone dentrata di molti campi di concentramento nazisti. Troppi di noi lhanno dimenticato o non ci pensano ma il demenziale slogan, non era soltanto la sadica trovata di un ufficiale di Hitler ed esprime, invece, una delle filosofie del sistema egemone che ci usa e torchia. Ma si ragioni un attimo: come si pu pensare che un essere umano si realizzi in uno stato di prigionia? Se con quei quarantacinque anni di azienda, gli sono estorti i migliori istanti dellesistenza e con essi la vita? Ci rendiamo conto che per quel ricatto camuffato da esigenze aziendali, essere funzionali a un arido profitto e idonei a un'azienda, ci si deve svuotare di se stessi fino a diventare un meccanismo? Come si pu considerare libera una persona, anche solo costretta a comprimere e deformare ogni personale inclinazione, espressione vitale e individualit? Se non fossimo ipnotizzati, avremmo almeno il buon senso di chiamare questo stato di cose con termini pi appropriati: si parlerebbe di prostituzione, tirannia, persecuzione o tortura. Ma ci presentano la vessazione, come espressione di libert e siamo cos rincretiniti da sbraitare che il lavoro un diritto! C poco da stare allegri e avere fiducia nel risveglio della gente, quando accetta frasi come: LItalia una Repubblica democratica, fondata sul lavoro ... Lavoro, capito? Non rispetto per lessere umano e le personali necessit! Il primo e pi importante articolo della costituzione, sancisce nero su bianco il nostro destino e la nostra palese condizione di servi in catene, rendendoci inconsapevoli che con quel Democratica, ci truffa per farci digerire ogni libero sopruso". La costituzione italiana ci sbatte in faccia tutta la nostra miseria e nemmeno lo capiamo! E noi da bravi idioti non afferriamo che ogni regola della societ, serve a rimbambirci e schiavizzarci ma in modo da non farci accorgere di essere gi pollame sul tappeto mobile. Ci raccontano che vive nella dignit chi lavora, ma tralasciano distrattamente di avvisarci che non per niente dignitoso ed esempio di rispetto, che le aziende spremano fino allo sfinimento i propri dipendenti, tenendoli strettamente in pugno con lo spauracchio del licenziamento, con langoscia della disoccupazione, con il ricatto morale del posto a rischio. Siamo abituati e pertanto non ci facciamo pi caso, ma tuttaltro che dignitoso che milioni di persone timbrino il cartellino, abbiano i minuti contati per andare ai servizi, mangino un boccone al volo meccanicamente per rispettare tempi alienanti, che infine si riversino sulle strade o sui mezzi di trasporto pubblico, come galline allapertura dei cancelli. Il tutto, per godersi l'umiliazione di arrivare, spesso, a fatica alla fine del mese. Nemmeno ci accorgiamo di essere diretti da menti che si sganasciano alle nostre spalle, e sul piatto, ci forniscono una doppia fregatura. La prima quando accettiamo il ricatto del mondo del lavoro, che di per se la schiavit, perch lo svolgiamo per obbligo, per sopravvivere, perch non abbiamo (e apposta non ce ne lasciano) alternative. La seconda quando perdiamo il posto e lo reclamiamo appellandoci allarticolo primo, chiedendo siano applicate le promesse costituzionali. Quanti si accorgono che tutto in un sistema azienda (come nella vita), creato per sostenere l'inganno di un potere, creato per torchiarci e imbruttirci, perch serve a svuotarci dei lati umani positivi, a farci affinare laridit, quindi le doti necessarie al meccanismo che ci controlla? Quanti si rendono conto che il mondo del lavoro ha altri scopi, e solo secondariamente serve a produrre merci o servizi, mentre come avviene per tutto il resto, serve primariamente a renderci pi brutti danimo e storditi? E incredibile, nemmeno si arriva a concepire che il sistema schiavista, e come tutto creato per trasformarci in orrende macchine. Scommetto che la maggioranza, oltre ad accettare l'abbruttimento, arriverebbe a donare un organo del proprio corpo, o a farsi impiantare un microchip nel cervello se ci garantisse di mangiare. Siamo veramente dei poveri di spirito, e spesso mi viene da pensare che il sistema faccia bene a torchiarci Forse non meritiamo altro

Pagina 43 di 124 Siamo peggiori delle galline perch almeno quelle bestiole, non creano danno a nessuno. Noi invece, quando accettiamo il sistema, creiamo il substrato per un cancro senza fine. Nellimprenditoria privata cambiano le cose? No. Solo il lavoratore autonomo conosce lansia dattesa, mentre le spese non attendono. Tuttavia non si rende conto che il lavoro (perch controllato dal sistema) suo padrone e non viceversa, e per sopravvivere, deve diventare anch'egli una macchina. Se creativo, deve piegare l'inventiva alle aride esigenze del mercato. Ma il mio pensiero, sia ben chiaro, non si schiera per niente a favore dellindolenza. Si comprenda che tra il non fare nulla per lintero arco della vita e lessere servo, svuotato dei migliori lati dellanimo umano e delle proprie aspirazioni (non mi si dica che tutti aspirano a questi "premi"!), oppresso, sfruttato, ricattato e umiliato, calpestato, martoriato e ucciso (schizofrenia e morti bianche non me le sono inventate io), forse ci sta una strada di mezzo che passa pure per il rispetto dellessere umano e per i suoi bisogni pi profondi. E, infatti, la soddisfazione di sentirsi utili, ad alimentare in automatico la voglia di impegnarsi, non c bisogno di obblighi, non c bisogno di temere un mondo lascivo e indolente per mancanza di regole ferree e costrizioni. Basta dare alla gente la possibilit di esprimere ci che ha di buono. Educarla a questo. E la gente ha assoluto bisogno (ponetevi la domanda!) di dare ed esprimersi. Leducazione, cui far seguire la realizzazione di una condizione serena e felice, insieme, rendono cento volte di pi di ogni imposizione e regime schiavista. Una simile rivoluzione porterebbe innumerevoli e incredibili vantaggi. Dato che il potere non agisce da sprovveduto, l'attivit che svolge per ottenere un impoverimento delle masse, dimostra una volta di pi che anzich il soldo, ha come fine la sofferenza umana. Ma un pensiero che nemmeno ci sfiora. Ormai, abbiamo talmente assimilato la forma mentis dello schiavo e, dal momento che il ricatto dellemarginazione ci spaventa pi delle laceranti scudisciate, se sotto queste la nostra carne non sanguina, andiamo a reclamare la dose personale. Nemmeno ci accorgiamo che ci portano allo sfinimento fisico e psichico, anche per sedare il nostro desiderio di aprire gli occhi. Infatti, non sia mai che qualcuno si svegli. Per evitare questo pericolo, l'opera d'intorpidimento mentale agisce anche fuori dal lavoro. Ai problemi quotidiani, si sommano le preoccupazioni degli atroci avvenimenti, che ci sono sbattuti in faccia senza ritegno dai media. E sufficiente sintonizzarsi su un telegiornale o leggere un qualsiasi quotidiano, per essere risucchiati in una realt che per digerirla, richiederebbe ogni volta unintera bottiglia di Fernet Branca. Ci scuotono pesantemente, calcano la mano, riproponendo morbosamente langoscia dei fatti pi toccanti, fino a raggiungere leffetto desiderato. Se ci soffermiamo sulle notizie tragiche, diveniamo alcolisti in breve tempo, o per reazione, bisognosi di appoggiarci a cose che lasciano lanimo leggero, rifugiandoci nel totale distacco dalla realt. E una questione di sopportazione, di capacit umana di reggere elevate quantit di negativit. O si fa il callo e si diventa refrattari e insensibili, o si propende verso il masochismo, o ci si rifugia in cose leggere. Ci si costruisce insomma, il personale mondo parallelo nel quale trovare sollievo. E umano, e spesso necessario. Ma poich siamo millimetricamente orientati, nemmeno il rifugio lo creiamo sulla base delle nostre reali necessit ma su quelle del controllo. Non un caso che subito dopo il bombardamento che ci ha gettati nellinquietudine, ci mostrino le meraviglie della tecnologia, e situazioni di benessere paradisiaco se facciamo la tal cosa o acquistiamo il tal prodotto. Nel momento in cui ci appaiono sulla pagina o sullo schermo, diventano il nostro antidepressivo per sopportare un mondo orrendo. Dopo la doccia gelida, trasferiamo il pensiero su cose che diventano necessarie come la medicina per non ammattire, una coperta calda o il caminetto acceso dopo essere caduti in acque gelide in pieno inverno. Riusciamo a comprendere che con la forza persuasiva della logica, siamo in continuo gettati nell'incapacit di ragionare? Ci vogliamo accorgere che nulla lasciato al caso, e dal lavoro allo svago, dall'informazione alla cultura, dalle scienze alle tecnologie, tutto segue un progetto di distorsione del nostro delicato campo vibrazionale? E che sbatacchiandoci, confondendoci, stancandoci, rincretinendoci, riescono a mantenerci nellincapacit di percepire l'inganno? Che il controllo sulla societ impedisce il rilassamento per evitare stati illuminanti? Altri anelli di quest'ampio e avvolgente lavoro, sono la giustizia e il sistema carcerario. Non torno su quanto gi detto, ma vi faccio notare che cos com' concepito, il sistema giudiziario creato per mantenere in attivit i delinquenti, perch ci, fornisce innumerevoli vantaggi per il dominio. Noi infatti, ci convinciamo sia meglio depositare nelle banche quei quattro soldi risparmiati, non solo per evitare gli effetti dellinflazione ma anche perch temiamo di ritrovarci derubati da un ladro.

Pagina 44 di 124 Quindi? Consegniamo i nostri risparmi, nelle mani del rapinatore pi organizzato e scaltro del pianeta: al sistema malavitoso ma autorizzato, delle banche. Da dove pensate transiti tutto il denaro (fino allultimo centesimo) rubato alla gente da ladri e associazioni delinquenziali? Non lavete capito? Andiamo, gli unici luoghi nei quali confluiscono i soldi, quali sono? Ma gli istituti di credito ! Quale incredibile coincidenza Loro sono abilissimi e noi infinitamente imbecilli, daccordo, ma mai possibile che lo siamo a tal punto da non capire che ci stanno mostruosamente ingannando? Se gi non vi chiaro, il caso che prestiate particolare attenzione a quanto disse Lord Josiah Stamp, presidente attorno al 1920, della Rent of England, seconda banca d'Inghilterra per ricchezza: "I sistemi bancari moderni producono moneta dal nulla. Il procedimento forse la pi stupefacente truffa che sia mai stata escogitata dall'uomo. L'attivit bancaria stata concepita nell'iniquit ed nata nel peccato. I banchieri possiedono l'intero globo; toglieteglielo, ma lasciate loro il potere di creare credito e con un colpo di penna creeranno abbastanza moneta da comprarselo di nuovo. [] SE VOLETE ESSERE SCHIAVI DEI BANCHIERI E PAGARE IL COSTO DELLA VOSTRA STESSA SCHIAVIT, ALLORA LASCIATE ALLE BANCHE IL POTERE DI CREARE LA MONETA". Alcuni per fortuna, cominciano ad aprire gli occhi e pure a chiedersi l'origine del debito pubblico. Un debito che tocca quasi tutti i popoli della Terra ma in particolare quello italiano, che si trova a versare grandissima parte delle tasse, per risanare un buco di oltre 1.900 miliardi di Euro. Ma come abbiamo fatto a precipitare in una simile voragine? Essenzialmente, per un problema che si chiama signoraggio bancario. Sinteticamente: per emettere la liquidit indispensabile a mandare avanti l'economia, quasi tutti gli Stati, chiedono moneta in prestito alle rispettive Banche nazionali, ora confluite in quelle centrali (che NON SONO PUBBLICHE bens formate da sodalizi tra banche commerciali private), che creano denaro dal nulla, al costo di carta e inchiostro, o peggio, digitando cifre che verranno memorizzate in un server. Una volta, la moneta circolante, doveva avere un pari valore di facciata, depositato come riserva aurea. Ora, ha solo un valore convenzionale, dietro al quale c' solo la nostra (malriposta) fiducia. Tuttavia, anche se si tratta di numerini leggibili su un terminale, vogliono un compenso per il loro sforzo che va dal 2 al 4 % annuo. Gi questo assurdo, perch quei soldi sono di propriet dello Stato, quindi, della cittadinanza. A loro per non basta: oltre a chiedere un interesse che non gli spetta, le Banche Centrali vogliono indietro quei soldi e al valore di facciata. Se gi questo problema pesante, il signoraggio il cardine di un'altra impostura, conosciuta come inflazione. La creazione di moneta di scambio duplice, in quanto da una parte la BCE stampa gli Euro, dallaltra lo Stato genera i Titoli a garanzia del debito. E' questa doppia emissione a creare inflazione, in quanto il PIL di una Nazione pu garantire agevolmente solo una di queste due emissioni, mentre laltra, non essendovi una pari creazione di beni e servizi, alimenter linflazione, che una vera e propria tassa nascosta. In conseguenza di ci, i cittadini perdono potere dacquisto. Precisamente, in un Paese con sovranit monetaria, sarebbe lo Stato a generare liquidit a costo zero, laddove fosse necessario finanziare attivit economiche, creazione di beni e servizi (con relativo incremento di posti di lavoro e benessere). La liquidit creata dallo Stato sarebbe priva di debito e non genererebbe inflazione in quanto la moneta verrebbe creata in corrispondenza di beni e servizi da finanziare, il che renderebbe tasse ed imposte del tutto inutili. Questo meccanismo perverso, crea un debito pubblico in continuo e inesorabile rialzo. Da qui si desume che corruzione e malgoverno sono dei paraventi, che servono a coprire la vera devastazione, prodotta dal sistema bancario e che esattamente, le banche sono parte di quel meccanismo che draga il denaro degli stati (anelli della catena), per metterli nelle condizioni di giustificare aumenti di tributi ai cittadini. Si tratta di un gigantesco raggiro perfettamente ordito ai danni delle popolazioni, ma se credete sia tutto, aspettate. Ho accennato alla truffa attuata dalla banca centrale in appoggio con gli stati, ma anche le banche commerciali sono altrettanto "mirabilmente" impegnate a sfruttarci e ingannarci. Grazie alla legge sulla riserva obbligatoria o frazionaria (per l'ennesima volta chiedetevi: chi firma le leggi?), la percentuale che oggi un istituto di credito deve tenere in contanti, solo del 2%. Significa che la banca pu ricevere 10.000 Euro e prestarne 9.800 (come fossero della banca ma, sono del correntista!). Quei 9.800 prestati, andranno prima o poi versati in un altro conto. Nel nuovo c/c baster tenere contanti per 196 Euro (9.800x2%) e si potranno prestare i restanti 9.604 (9.800196) e il ciclo continuer sul nuovo conto corrente. A conclusione del giro, partendo da 10.000 (veri) Euro iniziali, ricevuti per essere solamente custoditi (!), la banca potr creare e prestare 500.000 Euro, ossia 50 volte di pi e incamerare i relativi interessi.

Pagina 45 di 124 A ci, si aggiunga che le banche prestano soldi che non hanno chiedendo in garanzia, per, i nostri beni. Se non possiamo onorare il debito, ci razziano ci che abbiamo ipotecato. E non ancora finita: manca l'insidia prodotta della mancanza di un vero deposito. Se infatti, tutti andassimo in fila indiana alla stessa banca a ritirare i risparmi, forse i primi duo o tre recupererebbero i soldi ma gli altri, RIMARREBBERO A BOCCA ASCIUTTA! La banca chiuderebbe seduta stante! Pertanto attenzione. Pu metterli nella condizione di giustificare la bancarotta per mancanza di liquidit, bench nella realt, DIETRO MOLTE FACCIATE OPERI UNA SOLA BANCA SU TUTTA LA TERRA! Formano cartello, come nel narcotraffico. Prima di dubitarne, eruditevi su quella corporazione chiamata dei "Templari". Furono loro ad avviare il servizio bancario. Un ferreo giuramento li tenne uniti anche quando furono perseguitati. I pi potenti fuggirono (un caso?), riparandosi soprattutto in Svizzera ma anche in altri stati. Da quel momento, spuntarono banche come funghi. Sar ancora una combinazione? Forse per, anzich fare lo sforzo d'istruirci, preferiamo ascoltare la voce di una Milena Gabanelli che ci racconta come si potrebbe tagliar fuori levasione fiscale (Report, del 15 aprile 2012), e stare tutti meglio, eliminando il denaro liquido. Nel nostro immediato futuro, prevista leliminazione del contante, sostituito da sistemi elettronici, come si augura la conduttrice di Report. Per chi sar vantaggioso? Indovinate Per il sistema bancario, che godr di un aumento di profitti, a fronte di una drastica diminuzione dei propri costi, mentre, manco a dirlo, per noi aumenteranno. Aumenter pure quello stato di controllo, tanto auspicato, perch ogni passaggio di denaro, sar memorizzato su un terminale, e monitorato dal sistema computerizzato. Tutto a vantaggio della trasparenza? Credete che il sistema bancario, per il bene della societ sarebbe disposto a rinunciare a un fiume di soldi prodotti da sommerso e pure dal sistema delinquenziale? Pensate si faccia sottrarre la bistecca da sotto i denti senza fiatare? Eh, proprio no, per questi, le banche sono pronte a sbranarci Se agiscono in tal modo, significa che porter pi entrate al sistema di potere e a chi si adopera per farlo funzionare. Favorir le grosse organizzazioni delinquenziali, alle quali le banche, non solo aprono le porte, ma delle quali sono basilare parte integrante! Un abile gioco per consentire ai farabutti pi organizzati, di arricchirsi alle spalle della popolazione in modo legalizzato. E non solo! Se il sistema agisce cos, anche perch teme che si aprano gli occhi. Nell'eventualit che ci si accorga della truffa, devono averci in pugno, pertanto, si stanno parando le spalle. Non vedete che ci sono pi istituti bancari che generi alimentari? E che i negozietti di commercio delloro sono pi numerosi dei Bar? Che cosa significa? Che stiamo consegnando tutte le nostre merci di scambio al sistema, e i soldi, una volta diventati numerini su un monitor, saranno garantiti da quella piccola carta di plastica. Loro, se lo vendiamo a quegli strozzini, si trasforma anchesso in numerini luminosi, e in mano ci ritroviamo con nulla di concreto, a parte quel rettangolo di plastica da pochi centesimi. Per, una volta bloccata (per bancarotta, per ricatto, per disegno di legge, per truffa) quella carta non servir neppure come paletta per raccogliere le cacche del cane. Se sopraggiunger il programmato collasso delleconomia (non lo capite da tutto quello che succede?), non avremo pi nulla da scambiare con il cibo! Arriveremo ad assaltare i supermercati e ad azzannarci tra di noi, come cani inferociti. Il loro controllo pertanto (vedi link a fondo libro: denaro elettronico), poich geneticamente fraudolento, non motivato dalla necessit di assicurare legalit e trasparenza ma dalla volont di nascondere l'agguato del gatto che ha sotto tiro il topo! Se l'apocalittico scenario appena prospettato si concretizzer, dietro la promessa di una risoluzione, finiremo per accettare qualsiasi compromesso. Piuttosto che morire di stenti, accetteremo anche un ricatto. A quel punto, uno dei nostri pi acerrimi nemici - CIO LO STATO - ci proporr di farci impiantare un microchip, necessario per "la sicurezza nostra e del Paese". Se ancora mi credete farneticante, il 29 gennaio 2007, Aaron Russo, un produttore cinematografico americano che si destreggiava nella politica, al tempo amico di Nicholas Rockefeller (uno dell'elite visibile) durante un'intervista rilasciata al giornalista Alex Jones (fonte: http://youtu.be/MZnGkSVVOug), afferm che Rockefeller gli chiese se fosse disposto a far parte del CFR (Council on Foreign Relations,), ma Russo rifiut l'invito spiegando di non essere interessato a schiavizzare la gente. Russo poi gli chiese qual'era il senso di tutto ci' e quale il fine ultimo, possedendo gi tutto il denaro e tutto il potere desiderabili. Rockefeller rispose: "Il fine ultimo di far mettere in tutti il microchip". Bene, che quest'aggeggio in arrivo, stato prospettato il 21 giugno 2013 da RTL, e il 28 luglio 2013 da Radio 101 I mass media ci stanno preparando all'accettazione!

Pagina 46 di 124 Ora, capite che se nessuno Stato ha mai combattuto concretamente la morsa delle banche, e queste spadroneggiano su ogni angolo del pianeta, innanzitutto, perch sono imposte dal sommo nucleo di potere e, IL COMPITO DI POLITICI E GOVERNI, DI SOSTENERLE? In tanti anni, quante volte l'informazione ha denunciato l'inganno del signoraggio? Semmai, ha esaltato la lotta all'evasione! Aprite il link "La mafia del potere" in coda al libro e avrete un'ulteriore riprova che Banche, Stati, politici (che il colore partitico una recita!), Guardia di Finanza, Carabinieri (ad alto livello, NON quelli che ci fermano per chiederci i documenti e ancora credono di lavorare per la giustizia!) e mass media, sono parte di una sola banda di malviventi, perch altrimenti la baracca crollerebbe miseramente! Che questi sono congegni di un solo dominio, che li coordina alla perfezione! Ora, tornate al momento in cui la Lira cess il suo corso: a quando 1000 Lire diventarono 1 Euro Pensate che il governo sia stato colto di sorpresa da una situazione del tutto inaspettata? Spero non l'abbiate creduto ma anche se si, ripensate ai Protocolli dei Savi di Sion e pure alle parole pronunciate da David Rockefeller, il 23 settembre 1994 all'ONU (Capitolo 9, "LA CHIESA OCCULTA"). Allora? E' chiaro che quel passaggio, serv a minare un'economia gi stentata, per avviarla verso un declino, strategicamente programmato dalla malefica congrega che ci domina? Che si tratt di una vera e propria rapina ordita ai danni della cittadinanza, per mettere in ginocchio le fasce pi povere, in perfetta cooperazione con banche, grosse aziende, catene di vendita e politici, tutti tirapiedi del dominio? Tra l'altro, se non fossimo sotto la frusta di negrieri, non assisteremmo all'altro splendido esempio di civilt attuato a ogni latitudine, che consiste nel togliere in proporzione, molto pi denaro a tanti con pochi soldi, per non toccare le riserve dei pochi con tanti soldi. Se per le tasse sono un abominio, ad affermarlo si rischia la lapidazione. Da un piccolo sondaggio da me condotto tra parenti e conoscenti, ho dovuto appurare che davvero in molti, ancora, credono alla favola di un sistema costretto ad aumentare il peso fiscale, per sopperire allevasione. Persino, molti hanno accolto con un applauso lo spot del ministero delle entrate: Evasori fiscali parassiti della societ. Insomma, sono riusciti a farci bere il cervello. Sono stati cos abili a minacciare e convincere, da rigirarci la frittata sotto il naso. Bravi, al punto di farci credere che siamo noi (i vessati), a dovere dei soldi a un congegno iniquo, creato per il sistematico e bestiale sfruttamento del cittadino. Progettato per distruggerci. Siamo davvero degli enormi cretini. Ci sventolano la truffa sotto il naso e neanche la vediamo E nemmeno ci siamo chiesti a cos'era realmente destinato tutto il denaro, sottrattoci con la finanziaria di sangue del 2012. Fossimo stati svegli, ci saremmo accorti che gran parte doveva essere destinato alla caritatevole opera di sostegno delle "povere" banche, mentre il resto, non aveva fini migliori, perch destinato alla macchina bellica e al rinnovamento e integrazione del parco di morte. Si stimato che nel 2012, le spese militari in Italia, siano state (vedi links in fondo) di 26 miliardi di Euro. Incidono la gestione e il mantenimento, laddestramento e l'aggiornamento, i rifornimenti, ai quali si aggiungono i costi della "missione di pace" (con le armi? Sparando?) in Afganistan. Inoltre, anche se l'Italia non produce armamento atomico, spende per le centinaia di testate stivate nelle aree NATO e per tutto quel sistema militare. O pensate sia gratuito? Inoltre, nel 2013 faremo i conti con l'acquisto di materiale bellico di vario tipo: aeroplani (bombardieri e caccia), elicotteri, navi, sommergibili, blindati, missili. A fine 2013, il complessivo dovrebbe oltrepassare i 30 miliardi. Anche questo ci dice che STIAMO PAUROSAMENTE DORMENDO, perch non ci siamo posti un'altra semplice quanto basilare domanda: se siamo dissanguati da un debito quasi impronunciabile, perch facciamo spese folli? I politici non sanno pi fare i conti? Vi ho gi dato la risposta: i conti li sanno fare proprio bene, e lo si capisce dai loro compensi, privilegi, e abilit acquisita nel mentire. I grassi stipendi, li percepiscono per servire un potere che vuole l'annientamento dell'essere umano!!! Infatti, quanti problemi sociali si risolverebbero con i soldi investiti in quellinutile e mostruosa organizzazione bellica? E quanta speranza si potrebbe dare alle persone che ora soffrono, se negli anni a venire la macchina militare non dovesse pi esistere? E se pure al sistema bancario non si versasse pi nemmeno un centesimo? Li immaginate i vantaggi? Durer ancora tanto il nostro sonno? Si pensi che nel 2011, per sostenere la macchina bellica, nel mondo sono stati letteralmente bruciati oltre 1.300 miliardi di dollari. Sono lequivalente di quanto un'intera popolazione mondiale, potrebbe versare in gabelle e imposte. Ma se ci dicono che lesercito necessario ci crediamo, anche perch il mondo ce lo dimostra attraverso mille episodi di conflitto tra nazioni.

Pagina 47 di 124 Riuscite a scorgere il gioco d'abilit? Lo capite che le spese per le tecnologie di morte, vanno giustificate? Che le guerre giustificano le tecnologie di morte e viceversa? Chi mai accetterebbe un esercito futile? Questa la logica da cortocircuito nella quale ci facciamo risucchiare, perch tutto gravita all'interno di un concatenamento logico e indiscutibile. Come le esose richieste di denaro e gli sprechi, l'avvelenamento dell'ambiente e dell'uomo, le crisi economiche, le bolle finanziarie. Seguiamo la loro logica. Come galline Per la guerra si spende una follia ma da alcuni ipnotizzati mi sono sentito rispondere che armi ed eserciti, forniscono anche occupazione. Grandioso! Ecco che cosa produce il nostro sistema: lo sterminio delle cellule cerebrali! Il concetto bestiale di "morte tua, vita mia" E lo sosteniamo, fin che per, a rimetterci non siamo noi Anzich capire, ci convinciamo sia giusto comportarci come lupi antagonisti, perch ci hanno fatto credere che la societ ideale, sia quella nella quale ci si sbrana lun laltro. Spero che quanto detto vi convinca che i nostri mali sono i frutti velenosi del potere. CHE ALTRESI', GLI STATI NON SONO FATTI PER RENDERE RISPETTOSA E GIOIOSA LA VITA DELLE PERSONE, MA PER SFRUTTARLA ACCANITAMENTE. SONO L'ESTENSIONE TENTACOLARE DI MENTI CRIMINALI E RAPPRESENTANO IL MECCANISMO PER RENDERE ATTIVO E PROPAGARE IL MALE, CHE DIVORA OGNI GRAMMO DELLA NOSTRA CARNE. Lo capite che se non esistessero fini nascosti (sempre la sofferenza), il nostro mondo sarebbe migliore? Come? Solo rovesciando gli obiettivi Innanzitutto, eliminando il perverso sistema del profitto, che orientata all'accettazione di ricatti e schiavit, o a mantenere attivi solo i pi spietati e le pi accanite canaglie. Capite che se anzich lavorare per se stessi - per avere cose per s, indispensabili o da esibire - il destinatario dei nostri impegni fosse il prossimo e l'intera comunit, si produrrebbe un'automatica e benefica ricaduta su ogni singolo? In questo modo, anzich essere spremuti come limoni dai giochi della competizione, lavoreremmo tutti e per conseguenza meno e in serenit, perch ogni cosa necessaria non andrebbe pi ottenuta lottando. Se non ci trovassimo nell'obbligo dell'alto rendimento, ecco che allora tutti si potrebbero rendere utili, compresi gli anziani. Non si sentirebbero messi in disparte ma perfettamente integrati nella struttura sociale. Eliminando la competizione, gli oggetti stessi non dovrebbero seguire le necessit delleconomia, quindi delle mode (altro simbolo d'incivilt) ma del rispetto (vero) dellambiente, quindi durare a lungo. Ogni cosa prima posseduta per esibizione, acquisterebbe senso solo se realmente utile, portando altissimi benefici alleco sistema e alla salute. Anche mentale! Aumenteremmo a dismisura la qualit della vita e taglieremmo fuori miseria e ricchezza! E pure delinquenza e, tasse A cosa dobbiamo arrivare per uscire dallipnosi, e capire che le imposte servono a sostenere l'apparato dello sfruttamento? Credete che le spese per la "sanit" non rientrino in questo gioco? Ci siamo accorti che certi tumori e patologie, nemmeno esistevano 100 anni fa? Ci rendiamo conto che il potere a mettere lindustria pi malsana, nelle condizioni di corrodere la salute dei cittadini (ne parlo al capitolo 13, SIAMO TUTTI KAMIKAZE), per sostenere la catena, gli alibi, le fandonie, la truffa? "PROGRESSO" NON CURARE LE MALATTIE CHE SI CONTRAGGONO MA FAR SI CHE NON CI SI AMMALI! PORCA MISERIA! In un mondo veramente civile e di formata coscienza, le amministrazioni sarebbero primariamente impegnate a eliminare ci che di malsano ci invade, e a educare le persone ad avere cura per se stesse! Invece, ci spacciano per innocuo quanto letale e ci nascondono le potenzialit autoguaritrici della nostra mente! Basta davvero poco per farci cadere in una drammatica trance Cos ora, ci sembra tutto diverso dai tempi di Robin Hood, in cui i regnanti affamavano il proprio popolo: vero? Ma accidenti, sono solo cambiati i metodi e i nomi con le quali sono attuate le angherie (ICI, IMU, IRPEF, IVA, ACCISE, BOLLI, EQUITALIA) ma la mano che ci sottrae i soldi, ci vuole a carponi e sofferenti, accora la stessa! Lanima del sistema di controllo non cambiata. E nemmeno il suo nome! Ma noi beviamo la frottola dei doveri del cittadino, bench il potere sopra i poteri, possieda ricchezze inimmaginabili. Ed cos, perch se realmente il denaro fosse il fine assoluto, chi domina, utilizzerebbe meglio le risorse umane ed eviterebbe gli sprechi. Ma loro ci fanno credere che il soldo sia l'unica vera ragione di tutto.

Pagina 48 di 124 Noi, coglioni a crederlo Non vedete che si divertono a prenderci per i fondelli? La disoccupazione aumenta, danneggiando maggiormente i giovani ma dobbiamo tenere al lavoro i sessantacinquenni. Il lavoro diminuisce ma ci riducono le feste e dobbiamo rimanere pi a lungo in azienda Manca il lavoro? Allora si faccia sciopero Non ci sono soldi? E' il momento giusto per fare un bel referendum, o di tenere aperti i supermercati anche di domenica. Siamo creativi? Ecco che allora dobbiamo uniformarci. Non vedete che anche con i diritti c'ingannano? Che il diritto allo studio di fatto, diritto alla programmazione? Diritto al lavoro diritto alle catene? Diritto alla fede diritto allipnosi"? Diritto alla sanit, diritto alla malattia? Diritto allanzianit diritto a essere vuoto a perdere? C'ingannano, con divertita crudelt. Sono abili Vi pongono di fronte al fatto che loro, forniscono servizi utili per la comunit e cos vi fanno sentire in colpa se non pagate le tasse, ma ai servizi ci obbligano, come potrete apprendere dall'intero discorso. L'abitudine alla schiavit fa il resto e vi convince che le frustate sono il vostro "diritto acquisito". Dovete accorgervi che siamo creditori e non debitori. Personalmente ritengo di aver subito danni morali, psicologici e fisici da questo sistema, che mi ha schiavizzato e vessato, mentalmente seviziato con concetti di vita degeneri. Ritengo di aver pure perso 15 anni di vita, per i torti subiti, le rabbie e i dispiaceri che questo dominio ha innescato e procurato, perch a esso non ho potuto sottrarmi. Per essere stato rinchiuso in un campo di concentramento globale che mi ha fatto spegnere dentro. Per le cicatrici dell'anima che non canceller pi. Per avermi tolto vitalit, cos come a mia mamma, che ha spento molti sogni sotto le bombe. Cos come a mio padre, deportato e sopravissuto, che dal peso di quelle esperienze non si mai liberato. Cos per i miei nonni che hanno lasciato tanto di loro in tre guerre: la prima, quella d'Abissinia e la seconda; alle profonde ferite inferte a corpi e anime. Cos per tutti quelli prima di loro. Solo per la mia famiglia che non ha conosciuto la serenit, dovrei chiedere 10 miliardi di Euro in danni, anche se i soldi non sono nemmeno lontanamente lo scopo della mia vita. Guardatevi dentro e capirete che non dovete nulla e che invece chi muove tutto questo, ha un immenso debito nei vostri confronti. Guardatevi dentro e capirete che attraverso quest'assurdo sistema, state pagando tutto ci che vi dovuto! PERCH DIRITTO SACROSANTO ESISTERE, E NON VA PAGATO IN ALCUN MODO. E' disumano strisciare e sudare sangue per "guadagnare" la semplice pagnotta, che un diritto quanto una vita dignitosa e sana, che non costringa all'alienazione, a dibattersi tra mille problemi, rincorsi dalle malattie. E possiamo rinunciare a una vita affettiva? No, se abbiamo un'anima. Quindi, pace e serenit sono un diritto, perch in assenza, si producono rapporti affettivi rugginosi e sofferenza. Nemmeno possiamo evitare di coprirci, perci, anche i vestiti sono un diritto. Se non siete daccordo, avete perfettamente acquisito la mentalit del provetto schiavo. Forse avrete la medaglia per questo ma provate, se vi riesce, ad uscire per alcuni istanti dal delirio: immedesimatevi in una qualsiasi delle persone (milioni) nel mondo, costrette a mangiare gli avanzi gettati nelle pattumiere, o a dormire sulle panchine o riparandosi alla bene meglio sotto dei cartoni, proprio perch non hanno diritto nemmeno allessenziale. Senza parlare dei circa 4 miliardi, costretti a vivere con meno di 1 Euro al giorno, e con tutto quello che ci comporta E vi chiedo: non risaputo che lessere umano per vivere ha bisogno di ripararsi in una casa e di non essere esposto alle intemperie? Ce ne rendiamo conto solo quando il problema ci tocca pesantemente? Non abbiamo ancora capito che luomo, di certe cose, non pu farne a meno? E' lattenzione per le essenziali necessit che concorrerebbe a differenziarci dalle bestie. Questi sono diritti, non sono degli extra e nemmeno dei lussi. Dell'incivile meccanismo societario, ne stanno pagando le conseguenze tutti i giovani che non si possono pi permettere di formare una famiglia. Vogliamo capire che umanizzando la vita che lesistenza diventa luminosa, e non certo lottando per un cantuccio di serenit, tra il filo spinato di un lager? Che solo una societ troglodita che fa procurare con la schiavit quanto essenziale per vivere? Che barbara e disumana se consuma i cittadini in azienda, li strangola d'impegni e debiti, li rende delle larve, li manda a scannarsi in guerra? In verit, il primo dovere di una VERA amministrazione dovrebbe essere quello di rendere felice la gente, in tal modo si espanderebbe a dismisura un'energia che renderebbe la Terra splendente come una stella! Abbiamo accettato ci che concettualmente abominevole, e unidea di civilt che quanto di pi aberrante si possa concepire. Purtroppo, solo a dirlo si suscitano accese reazioni, perch il sistema malato ci entrato talmente in profondit e deturpato lanima a un livello tale, da pensare che i fuori di testa, siano coloro che si fanno venire certe idee

Pagina 49 di 124 Capitolo 13 SIAMO TUTTI KAMIKAZE Nei testi d'ipnosi da me consultati, si afferma che lipnotizzatore non ha alcuna autorit sul soggetto ipnotizzato, quando impartisce una richiesta inaccettabile per il suo subconscio, e contempli atti contro la propria morale. La realt lo smentisce pienamente. Gli uomini bomba, sono il pi formidabile esempio di come le parole poich per mezzo di queste sono stati convinti e raggirati siano efficaci e possano agire in profondit nella mente umana, al punto di indurre uno stato di perfetta e totale sudditanza psichica, e vincere ogni istinto di conservazione e barriera morale. Per noi occidentali, certi gesti sono semplicemente aberranti e abominevoli, ma sicuramente inaccettabili anche per gran parte degli islamici. Tuttavia non sappiamo di essere stati formati, pure noi, come kamikaze. Semplicemente non lo avvertiamo. In sostanza, crediamo di essere di ben altra pasta rispetto a coloro che imbevuti di Corano, saltano in aria in nome di un Dio, perch la nostra preparazione, avviene aggirando lidea di dover far schizzare parti del nostro corpo tuttattorno per decine di metri. Goethe ci disse: Nessuno pu essere schiavizzato in modo pi desolante, di chi crede di essere falsamente libero. Bench la frase fosse ripresa da un pensiero di Seneca, se la pronunci lui, in quanto massone e parte del sistema, c da fidarsi. Vuol dire che le cose stanno esattamente cos. In concreto, le differenze tra un integralista islamico con la cintura esplosiva innescata e un normale cittadino occidentale, si limitano alla velocit con la quale distrugge: il primo in un lampo e con partecipazione, il secondo pi lentamente e senza la consapevolezza di essere in qualche modo egli stesso, ad attivare il dispositivo d'innesco, perch lordigno non lo porta indosso. Si arriva a tale risultato attraverso un lungo percorso di preparazione, nei tanti modi che vi ho gi descritto nei precedenti capitoli, e sinteticamente, convincendoci con avvolgenti manovre narcotizzanti, sorrette da una perfetta logica e da mille giustificazioni plausibili: inculcandoci i principi di un dio diverso (quello dell'economia e del mercato, della concorrenza, del successo, del potere, del progresso); facendoci credere al lavoro per migliorare la nostra condizione economica e contribuire alla crescita della societ; conducendoci passo passo, a investire tutte le nostre risorse per rimanere integrati e vincenti nel meccanismo societario; guastando i nostri valori e distruggendo le nostre qualit migliori, fino a diventare ciechi di fronte alla drammaticit della nostra situazione e privarci della volont di riflettere sulla realt. Quindi, minando le nostre facolt intellettive e ingannandoci sul fatto che siamo destinati allo stesso scopo. Quanti di voi, infatti, accetterebbero consapevolmente di trasformarsi in kamikaze? A parte chi ha rotelle fuori posto, nessuno, penserete Ma, nel momento in cui accettiamo la nostra struttura societaria e la sua deforme cultura, gi siamo sotto ipnosi e perfetti uomini bomba. Rimane qualche differenza di dettaglio: manteniamo le pulsazioni cardiache nella norma, solo perch rispetto alla missione di un martire di Allah, siamo incoscienti, mentre un kamikaze, avendo ben chiara la funzione dellesplosivo, , ALMENO, consapevole di rimetterci le penne. Qualche conferma di quanto dico? Nelle zone dItalia maggiormente colpite dalla nube di Cernobyl, 25 anni dopo l'accaduto, le leucemie sono triplicate. Non voglio immaginare la situazione nei centri pi prossimi allimpianto. Qualcuno insorto? No. Addirittura, in Francia nessuno ha battuto ciglio, perch le autorit hanno assicurato che le loro centrali sono "sicurissime". Ma uno studio condotto da un team I.N.S.E.R.M. e dal Registro Nazionale delle malattie ematologiche su bambini presso Villejuif, in Francia, per il periodo 2002-2007, mostra che la frequenza dinsorgenza di leucemia infantile (bambini da 0 a 14 anni), aumenta in modo significativo entro 5 km dalle centrali nucleari ed fino a 2,2 volte superiore tra i bambini sotto i 5 anni. Questo studio conferma laltro effettuato in Germania, e condotto dal Cancer Registry a Magonza nel 2008, che ha portato a conclusioni simili. Per anni, il gruppo la "Corrente senza nucleare" ha visto lI.R.S.N. lavorare allo smantellamento di tutti gli studi epidemiologici che mostravano un impatto degli impianti nucleari sulla salute. Perch questo? Perch pericolosit e percentuali di rischio sono minimizzate e falsate per produrre danni. Quanti politici si sono schierati contro tali centrali, o ci hanno avvisato della loro pericolosit? Quandero ragazzino, li udii persino bacchettare: Volete continuare a guardare la TV e sentire la musica con il giradischi? Allora dovete accettare le centrali nucleari. E abbiamo creduto essere indispensabili e pure evolute, innocue e sicure. Abbiamo accettato che si disseminasse il pianeta di tali velenose cattedrali. Ci hanno trasformati in piccoli mostri di irragionevolezza e potenziali kamikaze, pronti a maneggiare veleni, sostanze cancerogene e radiazioni con disinvolta incoscienza, perch ci hanno detto che Non danneggiano la salute e comunque, per il progresso non se ne pu fare a meno ".

Pagina 50 di 124 Neppure compito del kamikaze mettere in dubbio le decisioni dei superiori, perch programmato per adeguarsi a ogni comando. Data la condizione delle nostre menti, per il sistema basta ritoccare al rialzo con un colpo di penna la soglia di pericolosit, e tutto rientra nella norma. Credete sia una battuta? Eppure un'operazione standard. Lultima volta che si tent il giochino, fu per le zone limitrofe alla centrale di Fukushima ma almeno quella volta la gente si ribell, perch il ritocco fu "troppo evidente". Ma purtroppo, non sempre le persone aprono gli occhi. Per i kamikaze, piuttosto, la salute ad adeguarsi alle nuove soglie di rischio, e in ogni caso, si fida delle autorit, perch se ricoprono tale ruolo, sicuramente sanno il fatto loro. E su questultimo punto sono assolutamente concorde. Sanno esattamente come fregarci Stesso atteggiamento da struzzo per le scorie radioattive. Nessuno al mondo ha risolto il problema di stoccaggio ed eliminazione ma tranquillamente continuiamo a produrle, perch lo crediamo il male minore da pagare, in cambio della corrente elettrica in casa. Ma il male minore, finch non ci diagnosticano un tumore. Con il cervello in pappa, giustifichiamo certi attentati alla vita umana, prendendo come riferimento le stronzate di Darwin, che ci raccont levoluzione degli esseri viventi e delladattamento allambiente circostante. Forse, crediamo di evolverci fino al punto di non subire pi alcun danno da radiazioni? Attendiamo fiduciosi che le teorie di Darwin si concretino, e si sviluppi un sistema immunitario antiveleni, o ci cresca tuttattorno una corazza antiradiazioni? Se anche non lo crediamo, come giocare alla roulette russa E la spazzatura? Nemmeno quella sappiamo pi dove metterla e nel migliore dei casi, si sparge nellaria diossina attraverso gli inceneritori che dovrebbero "risolvere il problema". Viviamo a spropositati livelli di demenzialit e nemmeno ci ribelliamo, tant che accettiamo anche il traffico, di rimanere imbottigliati, asfissiati dai gas di scarico. Ma nessuno rinuncia al macchinone, appena ha la possibilit di comprarselo. E traffico, insieme a rete stradale, devono fornire un bel contributo alla follia, con migliaia di morti l'anno e soprattutto una gran mole di feriti e traumatizzati, perch al sistema fanno molto comodo. Senza di essi lindotto della medicina non potrebbe ingrassare ulteriormente e verrebbe meno una buona percentuale di sofferenza. Ed cos che a fronte di limiti di velocit sempre pi restrittivi, lindustria sforna auto sempre pi veloci. E siamo pure tanto scemi da cedere alle lusinghe dellauto potente, e se non abbiamo almeno 150 CV sotto il cofano, proviamo avvilimento e frustrazione. Eppure, al 90 % della mobilit su ruote ne avanzerebbero 40. Infatti, non tanto importante la potenza quanto invece la coppia. Basti pensare che una Grande Punto, per viaggiare a 100 Km. ora, impegna circa 19 CV. I tanti in pi a che servono? A bruciare le Panda ai semafori, a consumare di pi e a superere in scioltezza i limiti di velocit? Abbocchiamo a tutto, senz'accorgerci che normative sulla sicurezza sempre pi ferree, oltre a non farci mancare una dose di frustrazione, servono anche a giustificare controlli di stabilit e trazione, gomme di elevata misura, sospensioni sofisticate, mentre con basse potenze e riduzione delle prestazioni, si andrebbe incontro a semplificazioni che abbasserebbero i costi, facendo rientrare automaticamente nella ragionevolezza, anche la voce sicurezza. Invece, ci raccontano che le riserve di potenza sono una sicurezza per i sorpassi, quando ormai, per i limiti di velocit o il traffico soffocante, quasi non si sorpassa nemmeno in autostrada. Volete anche credete che le potenze delle auto, seguano laltra immane stronzata delle necessit di mercato? Avete forse lasse del water che memorizza la forma del vostro sedere? No? Ma quando lindustria decider di immettere questa novit sul mercato, tutti vorranno averla, anche se adesso, nemmeno vi passato per la testa di poterne avere bisogno. Ed cos perch il mercato deciso dallindustria, non dalla clientela!!! Lindustria NON asseconda i gusti della gente ma li decide, indirizzandoli con la potenza della pubblicit. E come per la scuola: scegliamo leducazione che LORO ci "lasciano scegliere" ... Noi non imponiamo niente ma seguiamo a testa bassa, da coglioni. Cos ci adeguiamo alle normative sulle riduzioni delle emissioni nocive, dopo che queste sono state volutamente aumentate con pericolosi additivi nei carburanti. A tal proposito, informatevi sulle ricerche effettuate nel 1982, del Prof. Sergio Facchetti che capeggi lIsotopic Lead Experiment e gli studi sugli inquinanti da benzina. Leggendoli, ci si convince che si poteva evitare l'uso di benzina super e si potevano evitare gli additivi al benzene, perch addirittura pi pericolosi per la salute di quelli al piombo. Fu dunque una manovra per peggiorare la situazione, per imporre le marmitte catalitiche e farcele accettare, ben sapendo che queste non trattengono affatto le particelle pi minute e pericolose. Chi fece passare le propriet delle benzine di oggi, fu il governo di Bruxelles. Unulteriore prova che I GOVERNI SONO FANTOCCI DEL VERO POTERE.

Pagina 51 di 124 Da tutto quello che ci perviene se ne trae pure, che si poteva evitare di ricorrere al rialzo delle potenze. Ma l'industria, come ha risolto il problema? Sfornando pachidermici SUV, grazie ai quali aumentano i consumi, che, per logica conseguenza delle (loro) leggi di mercato, fanno aumentare i carburanti che, ancora, penalizzano i soliti poveri cristi. Ma aumentano anche le emissioni dei gas di scarico, linquinamento, i danni ai passeggeri dellutilitaria, nel caso sia schiacciata da un mostro di 2 tonnellate e mezza. E poi, si riducono gli spazi disponibili per parcheggiare, si arroventa laria delle estive e confortevoli calure cittadine. Ci hanno pure convinti che senza petrolio per muovere le auto, saremmo dovuti tornare tutti quanti ai carretti trainati dagli asini. Abbiamo creduto alla favola che la trazione elettrica fosse troppo arretrata per il nostro tempo. Le batterie ci dicono essere di bassa autonomia e costosissime ma, una spudorata falsit. Tuttavia, labbiamo bevuta come un bicchier dacqua. Allo stesso modo ci hanno convinti che produrre un motore endotermico costi molto meno. Avete idea della semplicit costruttiva di un'auto elettrica e di quanti pezzi invece occorrano per costruire un'auto con motore endotermico? Il motore a scoppio composto da migliaia di parti in pi. E' enormemente pi complesso, costoso da progettare e produrre, e richiede luso (e l'estrazione) di materiali pregiati per le parti dattrito, e i tanti pezzi richiedono tanta energia necessaria per produrli; sono inoltre richiesti lunghi collaudi. Si metta poi in conto che si usura molto pi rapidamente. Ma per loro, tale motore ha il grande pregio di creare problemi ambientali e di salute Invece, lauto elettrica di semplicit disarmante: il motore mediamente composto da una trentina di pezzi; non ha bisogno di cambio (anchesso costosissimo da progettare e produrre) e non vibra; non richiede impianto di alimentazione e scarico e, per quanto ne dicano, le batterie sono tuttaltro che costose. Raccontano che la produzione sia fortemente inquinante, ma evitano di dire che produrre un motore a scoppio, lo cento volte di pi La trazione elettrica inoltre, nata prima di quella con motore a benzina, e proprio negli USA, attorno ai primi anni del secolo scorso, una grossa percentuale della mobilit privata su 4 ruote, era propulsa da questo motore. Gi allora, faceva ottima concorrenza al motore a scoppio. Se a quel tempo si poteva fare, ancor meglio oggi. Ma da massa di coglioni, abbiamo bevuto le ragioni dei tanti anelli che ci incatenano (quello dellindustria automobilistica, dei produttori di batterie, dei petrolieri, della stampa di settore), e ci siamo adattati a qualcosa che ha avuto ricadute sui costi della nostra vita compresa la salute - miratamente elevati. Beviamo pedissequamente tutte le loro logiche e, da bravi kamikaze, crediamo che tutto serva per una vita migliore e la sicurezza del cittadino: anche le guerre. E molti pensano indispensabili le armi e gli eserciti, soprattutto se nelle mani dei buoni, per mantenere gli equilibri del mondo. Ma da duemila anni a questa parte, quei buoni, hanno prodotto carneficine a non finire!!! Sempre quei buoni, nelle guerre combattute dopo linvenzione del nucleare, hanno sparso sulla Terra qualcosa come 400.000 tonnellate di materiale radioattivo. Una follia ! Nel solo conflitto in terra irachena del 2003, la radioattivit arrivata a toccare lequivalente di 250.000 bombe di Nagasaki! Ogni proiettile di medio e grosso calibro sparato, era prodotto con uranio impoverito, legato ad altri metalli fortemente tossici. Questi allimpatto, generano una sottilissima polvere che pu produrre forti danni se respirata, e pure se giunge a contatto di piccole ferite della pelle. Ma a vederne i risultati non saranno solo gli iracheni, poich i venti trasportano queste polveri mischiate alla fine sabbia del deserto, anche nel nostro continente. Anche a diecine di anni di distanza da quel 2003, non saranno solo gli abitanti di quella Terra a pagare con danni a fegato e reni; o con tumori di ogni genere; immunodepressioni; leucemie; malformazioni dei feti; sterilit e molte altre belle cose con cui convivere. Per mantenere alto il morale, nemmeno si scordi un'altra faccenda. Vistosi sconfitto, Saddam Hussein in Iraq incendi 84 pozzi petroliferi, da aggiungere alle centinaia lasciati in fiamme nel conflitto con il Kuwait del 1991. Il lavoro di spegnimento fu assegnato a ditte specializzate americane. Ci volle quasi un anno per imbrigliare tutti i getti di petrolio in fiamme in Kuwait, e molti mesi in Iraq, perch si osteggi la semplice e geniale invenzione di due ragazzi europei (ungheresi, se ricordo bene), che consisteva in un paio di motori a reazione montati su un cingolato. Dirigendo i getti (che notoriamente consumano ossigeno) verso il pozzo in fiamme, avrebbero potuto spegnerlo nel giro di pochi secondi. L'operazione avrebbe potuto durare complessivamente poche settimane ma in ballo non cerano soltanto gli sporchi interessi delle aziende americane coinvolte; ben celata esisteva la volont di creare un aumento di temperatura sull'intero pianeta attraverso leffetto serra, e per questo si permise a Saddam Hussein (pur sapendo delle intenzioni) di creare il disastro. Nonostante il danno ambientale fu spaventoso (si tratt di un vero e proprio attentato alla Terra), le rare volte che il discorso viene ripreso, si evita di porre l'attenzione (la dice lunga sulla buona fede dei media), sulle ricadute per la nostra atmosfera.

Pagina 52 di 124 Rallegra poi il fatto che se ci accorgiamo subito di unaria irrespirabile, passa inosservato che mari e oceani siano diventati la discarica di enormi quantit di materiale militare in disuso. La consuetudine di gettare in mare il materiale pericoloso, anche se stata particolarmente pesante subito dopo il secondo conflitto mondiale, mantenuta viva ancora ai giorni nostri. Dati ufficialmente diramati dalla NATO (sicuramente falsati per difetto, vista la fonte di parte), parlano di almeno 400.000 tonnellate di materiale bellico, contenente qualcosa come 80 mila tonnellate di agenti nervini, gettati in primis dallesercito USA. Al gesto di civismo per - giusto per dimostrare che siamo tutti sotto la stessa "egida" - hanno contribuito Australia, Gran Bretagna e Giappone. Mar Baltico, Atlantico del Nord, Golfo del Messico, mari italiani, acque al largo della Florida, del New Jersey, della California, del South Carolina, ma anche acque dellIndia, della Danimarca, della Norvegia, di Giappone e Australia, hanno raccolto i peggiori veleni. Si tratta di cianuri, di Zyklon B, di gas mostarda, di fosgene, di sarin, agenti nervini e VX. Spesso contenuti in razzi e armi non stagne, soggette a ossidazione e degrado dellinvolucro. A queste delizie, vanno aggiunti gli innumerevoli esperimenti nucleari eseguiti dalle superpotenze, e pure i tanti incidenti occorsi dalla seconda guerra mondiale in poi, che hanno coinvolto aerei con carico di ordigni atomici. Tutto concorre a "salvaguardare" la nostra salute. Le radiazioni prodotte, giustappunto, perdurano per millenni I mari, conservano anche testate e reattori nucleari di sottomarini affondati. Di certo si sa di oltre 50 testate e di 7 reattori tra sovietici e americani, non recuperabili perch in condizioni troppo a rischio, o troppo in profondit. Il pericolo che il materiale radioattivo sia rilasciato molto elevato, e aumenta di giorno in giorno a causa dellossidazione. Le acque profonde, sono anche la discarica delle mafie, e in esse depositano materiale pericoloso, per conto dellindustria di tutto il mondo. A questi delitti, si sommino gli escrementi dei caccia bombardieri di rientro dalle missioni belliche o esercitazioni. Ben pochi sanno che per atterrare alla base o su una portaerei dopo una missione, ogni caccia bombardiere si deve alleggerire dellarmamento non utilizzato e di ogni peso in eccesso, perch il carrello non reggerebbe limpatto. Questo significa che si deve liberare delle bombe e pure del carburante di troppo. Di ci se ne accorsero anche i pescatori dellAdriatico, durante la guerra in Kosovo, che insieme al pesce, agganciarono alcuni di quei gingilli. Quanto detto programmato gi a livello d'ideazione. E dunque risaputo dalle alte sfere di governo, cosa implica luso e la gestione di certe deliziose creature dellingegno umano. Che cosa significa ci? Che I GOVERNI (lo ripeto per i distratti) SONO COMPLICI DI UN SISTEMA, CHE VUOLE UNA PARTE DELLA POPOLAZIONE A ROTOLARSI NELLA SOFFERENZA. I GOVERNANTI SONO I PRIMI GRANDI NEMICI DEI PROPRI POPOLI (!). GLI STATI, SONO MECCANISMI ATTRAVERSO I QUALI IL SISTEMA DI DOMINIO ATTUA LINGANNO E LA BEFFA NEI CONFRONTI DELLE GENTI. LE REGIONI, LE PROVINCE E I COMUNI, NON SONO ALTRO CHE TENTACOLI DEL SISTEMA, CHE IN TAL MODO PU MEGLIO COLPIRE OGNI CITTADINO NEL PROPRIO INTIMO! La devastazione del territorio, da chi messa in atto? Delle amministrazioni, non dei privati cittadini, obbligati a fornire faldoni di permessi. Ci si accorga di questo dettaglio! Per sostenere gli inganni, le amministrazioni devono incantare gli imbecilli, e far credere loro che sono attente alle necessit umane, ma per il dominio le persone sono solo animali da mattatoio. O volete farmi credere che sono umani e civili i sindaci che abbandonano sui marciapiedi i propri cittadini? La conferma di quanto ho appena detto, ci arriva anche da un mostruoso apparato di antenne, chiamato HAARP. La centrale "High Frequency Active Auroral Reaserch Program" dellinsediamento di Gakoma in Alaska, spara nelletere 3 milioni e mezzo di Watt di microonde. La cosa divertente" che di giocattoli simili, pur se di minori dimensioni, sul nostro pianeta ne esistono molti altri. Significa che qualcuno, fingendo di essere al servizio della popolazione, deve aver dato lautorizzazione allinstallazione ... Tale gioiello delle recenti ricerche, alla vista un gigantesco sistema di antenne, i cui scopi deleteri si nascondono dietro innocenti studi della ionosfera. Nella realt ha varie funzioni di nefasta utilit per lintera umanit, che si possono riassumere in: creazione di terremoti; manipolazioni climatiche, al fine di creare uragani, alluvioni o siccit (casualmente uccidono di pi nei paesi dove le risorse sono allosso); aumento o diminuzione delleffetto serra, con modificazioni della temperatura dellintero globo terrestre; ma serve pure al rilevamento di boonker sotterranei. Vi faccio pure notare che il buco nellozono, si situa esattamente sopra allimpianto di Gakoma. Probabilmente non crederete possibile che si possano creare terremoti, eppure, lo studio dei grafici del sisma di Haiti, dimostra una regolarit da macchina mai registrata prima. Quello del Giappone ha avuto una durata inconsuetamente lunga. Due (2) minuti anzich qualche decina di secondi. Ancora (!), si verificato il giorno 11 3 - 2011. Vi ricorda nulla l11 come data? Dallattentato alle torri gemelle, sono passati esattamente 9 anni e 6 mesi. Non casuale!

Pagina 53 di 124 La possibilit che si siano verificati con tali precise scadenze, pari a zero e, deve far pensare anche chi non pensa. Non labbiamo capito ma attraverso date e alcuni numeri, ci hanno pure detto che tali eventi hanno una matrice comune e per nulla accidentale. Al capitolo 15, SIMBOLI DI POTERE, affronto il tema del simbolismo e troverete indicazioni utili per tradurre in parole, i nascosti messaggi cifrati. Anche le voragini delle foto, che sembrano praticate da una gigantesca punta da trapano, hanno un'origine artificiale. Naturalmente gli esperti, le hanno attribuite allerosione causata da falde acquifere sotterranee. Le prime immagini mostrano un buco formatosi a Guatemala City, il giorno 1 6 - 2010 (occhio alla data), avente un diametro di 15 metri e profondo almeno 60. La terza immagine mostra un autobus inghiottito da uno di questi buchi. Lisbona, Portogallo, 2003. Nessuna vittima. La quarta foto riprende un atollo corallino in Belize che ha lasciato il posto a una voragine. Ma di buchi del genere se ne contano ormai tanti. Vi cito a titolo d'esempio quello verificatosi ancora a Guatemala City il 23 2 - 2007 nel Barrio S. Antonio, citt 6, avente un diametro di 40 metri e profondit di 150. Provoc la morte di 3 persone e la sparizione di 4 case. O quello che ha segnato la cittadina di Schmalkalden, distante 120 Km da Francoforte, nella notte dell'1 11 2010. Misurava un diametro di 40 metri e 30 di profondit. Tuttavia altri buchi (li chiamano sinkhole, letteralmente, "buco sprofondato), della stessa matrice, perch perfettamente circolari, fanno sempre pi spesso la loro comparsa. Le ragioni ufficialmente diffuse saranno perfettamente verosimili e per chi ragiona con pensiero impelagato nella melma del controllo ipnotico, si sono realmente prodotte per chiss quale strano evento naturale. Ma questi sono solo dei test per la messa a punto di un sistema darma. In realt HAARP, oltre alle possibilit dette prima, utilizzato come radar o sensore per individuare possibili bersagli (tunnel sotterranei) e indirizzare il tiro di altre potenti armi. La postazione di fuoco costituita da un cannone a energia potenziale (che sfrutta la gravit terrestre), collocata su un satellite. A mio avviso per, bench quanto esposto sia estremamente preoccupante, laspetto pi negativo e meno visibile, riguarda la possibilit di influire sul campo elettromagnetico o energetico, al fine di modificare alcune frequenze vitali per luomo, e creare una sorta di molestia a livello mentale. Sappiamo che tra terra e ionosfera si crea una cassa di risonanza sensibile alle modulazioni naturali, e che queste sono influenzate dai campi magnetici delle perturbazioni solari, o dal campo gravitazionale dei pianeti a noi pi prossimi. Limitando l'attenzione all'effetto della Luna, risaputo che agisce sul campo magnetico, che modifica il complesso di armoniche allinterno della biosfera, al punto di incidere, oltre che sulle maree, anche sulle nascite, su raccolti e crescita delle piantagioni, sul tempo, sull'umore della gente. Lelettrosmog e le alterazioni delle frequenze vibrazionali di base della ionosfera, apportate dal sistema HAARP, possono influire sugli equilibri ai quali siamo abituati. Sono in grado di modificare anche il campo degli infrasuoni (segnali sonori di frequenza molto bassa) che interferiscono con il flusso di onde cerebrali analoghe. Poich il nostro cervello un complicatissimo e delicato meccanismo ricetrasmettitore, estremamente sensibile e influenzabile dalle frequenze di risonanza e magnetiche, e quindi del complesso appena descritto, ne risentono il nostro umore, stati danimo, la nostra salute fisica e mentale, le naturali propensioni a immaginare, inventare, sognare e stare in pace con noi stessi. Ne risente il nostro comportamento. Decidono loro come ci dobbiamo sentire Per fortuna, al momento riesco ancora a pensare e posso accorgermi di un fatto: se un vaso di fiori ci cade in testa mentre camminiamo sul marciapiedi, sappiamo almeno in parte chi incolpare, ma come facciamo con tutto quello che minaccia la nostra salute, che non vediamo e non possiamo personalmente analizzare? Tutto ci che non visibile a occhio nudo (radiazioni pericolose, nucleari, particelle radioattive trasportate dai venti), in grado di dispensare effetti letali, produrre gravi danni alla salute a grande distanza di tempo e lontano dallorigine, ha il grande vantaggio di non lasciare traccia della reale causa. Se per effetto di qualcosa che non registriamo, ci colpisce la tegola di un tumore, non possiamo incolpare nessuno e loro, continuare ad agire indisturbati, perch ogni danno fisico, potrebbe essere imputabile a qualsiasi altro problema. Pure alla sfiga

Pagina 54 di 124 Da bravi kamikaze poi, non ci facciamo domande o accettiamo le risposte del potere e di organismi che agiscono per suo conto, e ci sta bene se a dirci che i cellulari non emettono radiazioni pericolose, un istituto di ricerca - a volte le cose si vengono a sapere - che ha accettato sovvenzioni dalla Motorola. Per lappunto, un certo Repacholi, coordinatore ricerche onde elettromagnetiche dellospedale australiano in cui era direttore sanitario, fu beneficiario di un assegno in bianco. Costui in seguito, fece una donazione, girando parte dellassegno all'OMS (organizzazione mondiale della sanit). Nientaffatto per evitare strani desideri di approfondimento da parte di qualche zelante (sono perfettamente sotto controllo), quanto invece, perch questa la prassi ... Di certo, ora possiamo stare tranquilli. Altrettanto per gli OGM. A dirci che sono salubri, certificati delle stesse aziende che li producono. La commissione europea dellagricoltura, pochi anni orsono fece pressione per luso degli OGM, e tent di approvare una legge che ne consentisse un utilizzo in grande scala. Anche da questo episodio, dovrebbe essere chiaro da che parte schierato il governo di Bruxelles. Inoltre, la fetida congrega tent ripetutamente di imporre la privatizzazione dellacqua. Ma ci sono personaggi, che sui prodotti OGM, hanno sempre investito enormi risorse. Tra questi, i massoni della famiglia Rockefeller. Costoro hanno avuto e continuano ad avere influenza sulla vita degli abitanti del pianeta e rimangono intoccabili, perch sotto la protezione di quel potere del quale faccio continua menzione, posto sopra ogni altro a noi visibile. Dunque, sopra gli stessi governi. Si pensi che continuano a sovvenzionare studi di laboratorio e ricerca per la purezza della razza umana. E quanto avviene dagli anni '30, quando la genetica e in particolare la ricerca sulla razza perfetta, era chiamata eugenetica. Le ricerche ebbero inizio nel Kaiser Wilhelm Institute di Berlino e a New York, presso il Cold Harbor Springs. Con lascesa al potere di Hitler, la Rockefeller Foundation finanzi generosamente gli scienziati tedeschi, molti dei quali furono portati negli USA dopo la caduta del nazismo, per continuare studi e sperimentazioni. La stessa fondazione, elarg fondi alla Bayer, la quale prepar e produsse lo Zyclon B, quel gas con il quale molti degli ebrei deportati, vennero sterminati. Da quegli anni la fondazione cominci pure le ricerche per modificare geneticamente le sementi, in modo da renderle (a loro dire) pi produttive e redditizie. Ma che senso avrebbe investire in ricerca se non si espandono i prodotti OGM alle agricolture mondiali? Per l'appunto, il piano era pronto da tempo e fu cos che le multinazionali si adoperarono, in accordo con il governo dell'India e le amministrazioni di alcuni paesi del terzo mondo (cosa vado dicendo dei governi?), per far accettare dagli agricoltori sementi in grado di dare raccolti "incredibili". Con un lavoro di convincimento e adeguati appoggi governativi, li convinsero a modificare le loro abitudini e passare da un'agricoltura di struttura familiare a una "ben pi redditizia di tipo industriale. Con lintervento della stessa banca di Rockefeller, gli agricoltori poterono usufruire di prestiti per migliorare lirrigazione, acquistare macchinari, rifornirsi di sementi OGM brevettate e acquistare pesticidi, diserbanti e particolari concimi ad alto rendimento, necessari per ottenere i frutti promessi. Dopo i primi anni di raccolto abbondante per, cominci a delinearsi la truffa. I contadini si trovarono costretti a far uso di dosi sempre pi massicce di concimi, per assicurarsi le medesime quote di raccolto. Con introiti sempre pi risicati, cominciarono ad essere incalzati dai debiti con le banche, costretti a vendere sui mercati internazionali a prezzi stracciati sotto il controllo dintermediari che, per puro caso, erano legati a societ dei Rockefeller. Per di pi, si trovarono obbligati ad acquistare sementi specifiche, che non consentivano luso di una parte di queste, come fatto per migliaia danni, per il nuovo raccolto. In breve si trovarono obbligati a cedere le terre per far fronte a insolubilit e a lavorare a prezzi da usura per ripagare i favori concessi. Per aver ceduto alle lusinghe di una squadra di farabutti e dei loro stessi governi, finirono dalla padella alla brace, distruggendo in poco tempo secolari equilibri. Il premeditato e perfido inganno, espresse il suo culmine nel momento in cui, i contadini si accorsero che i portentosi fertilizzanti chimici, avevano reso improduttiva la loro terra, e un ritorno a vecchi sistemi, non era pi possibile. La benemerita famiglia, ottenuti questi frutti, prima degli anni 90 spinse l'Organizzazione Mondiale della Sanit (la confraternita che riceve le buste da Motorola e tantaltri) a lanciare una campagna per vaccinare contro il tetano, le donne fra i 15 e i 45 anni di Filippine, Messico e Nicaragua. Grazie alle sementi di cereali OGM di Monsanto e Du Pont (sulle quali i Rockefeller hanno la firma), contenenti un ormone naturale chiamato gonadotropina corionica umana, era possibile stimolare anticorpi, in grado di produrre aborti spontanei. Questi effetti avevano luogo in seguito allattivazione dellormone, per mezzo del batterio attenuato del tetano contenuto nel vaccino. Qualche anno dopo l'Epicyte, usufruendo dei fondi del Dipartimento dell'Agricoltura USA, quindi del ministero che condivide brevetti con Monsanto, legata da sinergie con Du Pont e Syngenta (stessa banda di canaglie, insomma), speriment un mais contenente uno spermicida (!). Negli anni '70 la Rockefeller Foundation si mise nella posizione di plasmare la politica agricola mondiale ().

Pagina 55 di 124 Henry Kissinger in quegli stessi anni, mentre nasceva la CGIAR (l'organismo per la ricerca e lo sviluppo dell'agricoltura mondiale, voluto e sostenuto da Rockefeller) disse: Chi controlla il petrolio controlla il Paese; chi controlla il cibo, controlla la popolazione. Ora i Rockefeller stanno mettendo in atto un piano per costringere gli agricoltori del globo a servirsi al loro negozio. Monsanto, Du Pont, Syngenta e altre avvedute case, sono gi pronte a venire in soccorso delle popolazioni che vedranno diminuire la fertilit delle proprie terre (grazie anche, al contributo delle scie chimiche), fornendo le miracolose sementi in grado di produrre raccolti rigogliosi anche su terreni inariditi. Se si pensa che la stessa famiglia, foraggia le pi potenti case farmaceutiche del mondo, penso ci sia da rabbrividire. E i brividi non passano se ci si accorge di cosa sta dietro all'AIDS. Una commissione di medici, naturalmente non riconosciuta a livello ufficiale (ci mancherebbe lo sia), ha pi volte diramato allarmata i retroscena dell'immunodeficienza acquisita, definendola un mostro inventato. Che assurdit, vero? Eppure, nei paesi pi civilizzati si parla meno di AIDS. La gente alla quale diagnosticata la malattia, si sta accorgendo che a non ricorrere alle cure specifiche per combattere un virus non ben identificato, addirittura guarisce, mentre a morire, sono le persone che si sottopongono alla terapia, peraltro costosissima Lo sterminio, a quanto pare, uno dei pi divertenti passatempi di questa brava gente, ma non pu essere che a loro vada sempre bene o, come si finisce per credere logico, che non essendo mai incriminati siano innocenti E poi, pensate veramente che basti qualche bustarella, per organizzare campagne per lavvelenamento di miliardi di persone, o per organizzare campagne agricole su scala intercontinentale? Se costoro sono immuni allazione della giustizia, significa che sono emissari di un sistema grandemente pi potente. E ora, le pestilenze OGM, stanno devastando lAmazzonia. Perch tanto presa di mira, prima con la deforestazione e laccaparramento dei legnami, poi per produrre pascoli per bovini comodi alla Mc Donald, adesso con piantagioni capaci di distruggere lecosistema? Perch uccidendo lAmazzonia si mette in ginocchio il pianeta. Lo stesso effetto lo raggiungono riempiendo con il cemento quegli spazi (i prati), che secondo una visuale "progressista", altrimenti non servono a nulla. Ma erba e fiori sono alla base dell'ecosistema Terra. I prati formano un tutt'uno con gli insetti, perch l'impollinazione vita! Riducendone la superficie, si distrugge quell'equilibrio che fornisce alimento anche per noi. Discorso che si lega alle api, essenziali anch'esse per la vita sul pianeta: ogni anno impollinano il 90% delle piante e dei raccolti. Nel mondo, in questi ultimi anni, i laboriosi insetti hanno subito un'inquietante riduzione della popolazione (negli USA alcune specie sono gi estinte e altre sono ormai al 4% della popolazione di un tempo), grazie all'uso di pesticidi, prodotti da Bayer e altri giganti della chimica. Perch questi veleni sono stati creati, pur sapendo dei nefasti effetti collaterali? Il motivo profondo, il medesimo che ha creato tutto quello che di negativo esiste a questo mondo. E lo stesso per il quale ogni anno 4000 bambini in Togo, Burkina Faso e nel sud del mondo, muoiono per un uso improprio del latte in polvere (senza contare quelli che soffrono). In quei paesi in atto una martellante campagna pubblicitaria e di promozione della Nestl, attraverso campioni gratuiti distribuiti negli ospedali. Qual la ragione che porta una multinazionale, a vendere latte in zone cos povere, da non assicurarsi nemmeno il rimborso dei costi di trasporto? Perch tanta pubblicit per vendere sotto prezzo, dal momento che la fabbricazione avviene in nazioni dove le spese di produzione sono pi elevate? Com possibile che una multinazionale abbia scordato ferree leggi di mercato? A un primo esame, ci non ha senso, eppure ne ha, bench non sia quello (troppo) facilmente suggerito dalla "logica": SERVE A ESPANDERE LA SOFFERENZA. L'umanit purtroppo, sta tragicamente dormendo e tanti vogliono dormire, perch, "si soffre meno ". E dormono, al punto da credere che i flagelli sono nati spontaneamente e non sono diffusi da apposite organizzazioni. Al punto di credere alla favola dellAIDS, e nel progresso, nellimpegno della ricerca e delle aziende farmaceutiche e, in quegli anelli del sistema, primariamente creati per ucciderci lentamente e ingrassare sui danni causati alla nostra salute. In quegli anelli che preparano il terreno ai loro farmaci, creando e diffondendo i virus. Attendendo, nel migliore dei casi, l'obesit perch ci hanno detto che grasso bello; il diabete perch tanto c linsulina; laviaria perch in alternativa mangiamo carne di mucca pazza; lavvelenamento ambientale e linquinamento elettromagnetico, perch altrimenti non possiamo vedere la TV, o comunicare con i cellulari; accogliendo senza batter ciglio intolleranze alimentari, allergie e asma, perch ormai tutti ne soffrono ed un fatto normale Credendo che i virus dei computer, siano prodotti da qualche pazzoide, tanto per il gusto di sfracellare le palle, e senza capire che ad avere la tecnologia, la mappatura degli antivirus, il tempo e soprattutto il vantaggio di crearli, sono le stesse aziende che producono gli antivirus o i sistemi operativi dei computer. La massa beve tutto. Si fida dei politici dal "sorriso facile, dalla battuta pronta e dalla promessa agile" e di questi maledetti, continua a ignorarne il fine e a non capire che sono controllati e da chi. Nemmeno si chiede chi veramente

Pagina 56 di 124 detiene il potere di scatenare le guerre, e persino le accetta come naturale conseguenza di questa vita, fidandosi pure di qualche demente che sostiene siano necessarie le testate nucleari. Nemmeno vuole vedere che dietro alle organizzazioni religiose si nascondono gli scopi pi infidi e infami, tanto da credere nei miracoli, in un Dio lunatico che a seconda delle situazioni e degli stati danimo, dispensa amore o atroci punizioni, o fa favoritismi, pur essendo bont e giustizia infinita. Tanto che a quelle congreghe delega fiduciosa la propria devastazione. L'umanit stata ammaestrata all'accettazione delle fandonie e privata della ragione, non pu far altro che eseguire gli ordini senza fiatare E' cos che si predisposta ad assorbire radiazioni d'ogni genere, e lo stesso, ad accettare il buco nellozono. Che tanto, mica lo si vede! Altrettanto allegramente, a respirare e ingerire veleni, come le polveri sottili, la diossina degli inceneritori, e piombo, cadmio, mercurio, cromo e altri metalli pesanti, arsenico, cianuri, amianto e tantaltro ancora, di cui ormai sono ben impregnati cieli, mari e terre del nostro pianeta. Ancora, poco ci manca che la gente guardi alle scie chimiche come a un divertente fenomeno o pensi che sia giunto il tempo di alimentarsi con gli OGM perch, studiati da grandi e sane (!) aziende. E questo, ancora poco. In fondo, ho citato solo alcune sparute voci dello sterminato e continuamente rinnovato catalogo, della principesca SPA che si sta occupando di accoglierci nel pi sontuoso relax. Sono pure assolutamente certo che tante, troppe cose, nemmeno le sappiamo, bench rimanendo su ci che traspare, ci sarebbe materiale sufficiente a discuterne per anni, senza che largomento si esaurisca. Mi auguro almeno che quanto menzionato, sia sufficiente a farvi rendere conto del grande sonno collettivo e della follia di massa; di quanto la realt, sia diversa da quella che ci appare; di quanto la nostra visuale sia limitata, al punto da impedirci ragionamenti pi acuti delle galline. Mi auguro che quanto detto fin'ora, non sia stato vano. Che sia servito a farvi comprendere, che realmente viviamo sotto un unico dominio, che apposta lavora per ridurre la qualit della vita, per costringerci nel degrado psichico, prima ancora che materiale; per distruggere la base di sogno delle persone, per renderci cattivi e alienati, per avvelenare la serenit che almeno in parte conosciamo, o farci cadere nella totale schiavit e tutto, per farci morire dentro; nellanima. Mi auguro di avervi aperto gli occhi e fatto capire che l'inganno mastodontico, che tocca ogni pi insignificante dettaglio della vita, tanto da infierire in profondit, e in ognuno. Spero di avervi fatto capire, quanto facilmente si venga turlupinati. E solo coprendo una recita in latino con declamazioni in arabo; creando un gran frastuono, o togliendo laudio a chi vi sta dicendo queste cose. Bastano i contentini, e se solo possiamo goderci il nostro programma preferito e non vediamo nellimmediato, cadere a brandelli la nostra carne, alziamo le manine per applaudire quei disgraziati che ci parlano con voce suadente e amorevole, senzaccorgerci che sono coloro in cui crediamo che hanno il compito di farci la pelle, che lavorano per far s che si continui a riempire il mondo con vaccini killer, la Terra di radiazioni letali, i cibi di tossine. Il mondo dorme il suo bel sonno da kamikaze, tant' che per il profondo stato di ottenebrazione mentale, ancora chiama vita quel lasso di tempo che trascorre in schiavit, nell'assurda speranza di non essere il destinatario di una delle tante malattie, generosamente offerte dalla Casa. E senza saperlo, in attesa del lampo che annuncer il grande fungo della morte, perch, per questo sono state costruite le atomiche. Non certo come ci hanno raccontato, per mantenere gli "equilibri del mondo" Vogliamo renderci conto d'essere pazzi suicidi? Che non ci accorgiamo di esserlo, solo perch siamo imbevuti di progressismo anzich di Corano? Solo perch non trasportiamo il C4 a contatto della pelle? Capite cos' lipnosi? Quello stato della mente nel quale il dispositivo dallarme chiamato sospetto, rimane spento, e dove quel meccanismo chiamato cervello, non sviluppa alcun ragionamento proprio ma segue un percorso definito da altri.

Capitolo 14 IL FICCANASO Se da tempo immemore che la nostra vita risente di un consistente indirizzamento, da alcuni decenni, a potenziare tale azione si aggiunta la tecnologia. Gran parte degli oggetti tecnologici di cui ci attorniamo, che accogliamo come naturale conseguenza del progresso, che troviamo comodi, o crediamo l'aiuto ideale per vivere meglio, nascondono un'anima estremamente infida. Dellelettronica che ormai invade la nostra epoca, vediamo solo laspetto positivo che corrisponde al lato B della

Pagina 57 di 124 medaglia, mentre esiste un lato A, che costituisce il vero motivo di queste creazioni. Ad esempio, si pensi a cosha portato il lato B con lautomatizzazione di molte fasi di lavoro nellindustria: alleggerimento di carichi di lavoro fisicamente faticosi e, maggiore confort. Il lato A invece? La riduzione di personale, costretto ad accettare il ricatto delle aziende e del mondo del lavoro, lotte sindacali, alienazione, spasmodica rincorsa all'adeguamento. Anche se in modo diverso, i gingilli elettronici servono a farci finire sempre e comunque nella rete del condizionamento, a soffocarci e creare una spirale di perversione, in moto sempre pi vorticoso. I tanti apparecchi tecnologici, poich per noi sono ormai abituali, non ci fanno sospettare che primariamente, servono a impedirci di essere pienamente creatori della nostra vita e, nient'affatto per venire incontro alle nostre esigenze. Al solito poi, si fa troppo poca attenzione alle parole e ci sfuggito che il termine DIGITALE - per noi sistema di segnale elettronico - prende il suo nome da una pianta molto bella ma parimenti velenosa. Quella definizione, dietro a una parvenza ben confezionata, nasconde una tossicit mortale. In concreto, grazie a tale sistema, si reso invisibile un meccanismo che serve ad avere il pieno controllo della nostra vita. Vediamo come. Ogni conversazione e dato immesso in una linea telefonica, sia fissa sia mobile, ogni dato inserito nel PC, che si riversa nell'immenso sistema vascolare della rete internet e delle comunicazioni, nel volgere di pochi istanti acquisito da un apposito congegno, che prende il nome di Echelon. L'aggeggio, anche chiamato il Grande Orecchio, in realt un insieme di "simpatiche installazioni" - di cui nessuno parla - disseminate sul globo, che si occupano non solo di intercettare e classificare quanto in transito, ma anche di rovistare nel computer, ogni volta che ci si collega a internet. Silenziosamente, il sistema si fa i fattacci nostri, sfruttando quella che a nostra insaputa, in realt unimmensa rete d'intelligence. Quando il ficcanaso entr in funzione, per farcelo digerire, ci raccontarono che sarebbe servito a intercettare comunicazioni tra terroristi, e si sarebbe attivato solo con parole chiave sospette. Non fossimo in letargo, avremmo colto che la sua esistenza, poggia su ben altre motivazioni, che fanno capo alla volont di succhiarci ogni minimo segreto. E' cos che in realt, ogni atto della nostra vita, sorvegliato, esaminato e valutato. Ci avviene ogni volta che ci serviamo della banca per depositare il denaro e compiere movimenti di valuta. Attraverso prelievi o pagamenti, il sistema pu tracciare i nostri spostamenti e conoscere le personali abitudini, quindi, oltre ad avere una perfetta visione sulla nostra situazione economica e posizione nella societ, in grado di valutare il nostro modo di intendere la vita. Siamo monitorati anche quando ci iscriviamo ai social network e ai siti d'incontri, o quando ci iscriviamo al club dell'uncinetto, al corso di cucina, alla palestra, al sindacato. Quando facciamo la patente, la carta d'identit, stipuliamo assicurazioni, paghiamo oneri, tributi. Quando consegniamo il codice fiscale per una bolla daccompagnamento, o quando acquistiamo l'auto ed eseguiamo i tagliandi. Quando transitiamo dai caselli autostradali con il Telepass. Quando ci registriamo alla reception di un albergo, o prenotiamo un biglietto ferroviario tramite il portale delle ferrovie. Quando ci abboniamo a un comunissimo giornale, o registriamo i dati del cane. Stessa cosa per le tessere del supermercato, per mezzo delle quali, secondo il tipo di carta igienica che siamo soliti acquistare, sanno se abbiamo il culetto coriaceo o delicato ... Parlano del nostro stato di salute, raccontando il pi minuzioso dettaglio "segreto", anche le tessere sanitarie, offrendo un perfetto quadro della nostra vita. Inoltre, ogni giorno passiamo sotto locchio vigile di decine e decine di telecamere di sorveglianza che scrutano, analizzano, controllano e registrano. Una volta che tali riprese sono immesse in un computer, si rendono disponibili al meccanismo di controllo, esattamente come tutto il resto. Ci abbandoniamo nelle mani di tale sistema, anche quando facciamo richiesta dellallacciamento alla rete elettrica, e quando ci installato un contatore della corrente. Pochi sanno che questo strumento, analizza in automatico ogni tipo di consumo, e dialogando con la societ elettrica (e il resto del sistema) racconta come usiamo gli elettrodomestici, quali preferiamo e di conseguenza, le nostre abitudini. Anche la TV digitale fa la spia, raccontando quali sono i nostri programmi prediletti E non finito: le chiavette di memoria sono un flagello; dei veri cavalli di Troja al servizio del dominio. Non trasportano solo i dati volontariamente memorizzati dallutente ma codici e altri dati non visibili, da un computer allaltro. E un po come se i computer dialogassero tra loro a mezzo chiavetta. Raccontano di chi siamo amici, quali i nostri collegamenti, quali i documenti ultimamente creati e cosa contengono. Similmente ma in misura minore e a senso unico, cosa che fanno i CD. E pure le stampanti si comportano da spie. Hanno il vizietto di tenere in memoria i documenti stampati in precedenza, e li rendono disponibili anche ad altri PC, se a questi sono collegate. Ancora nessuno si insospettito del fatto che anche una volta cancellati, i dati da schede di memoria e Hard Disk si possano almeno parzialmente recuperare. A chi pensate possa realmente far comodo un simile servizio? Al sistema

Pagina 58 di 124 naturalmente che attraverso l'acquisizione dellinsieme di dati, ottiene il perfetto profilo psicologico ed esistenziale di ogni singolo individuo. Fantascienza? No, quello che vi sto raccontando non frutto della mia immaginazione e definisce, invece, la coglionaggine di massa ... Come disse Arthut Schopenhauer: Ogni uomo considera i limiti della propria visione personale come i limiti del mondo. Se non ne parlano i media poi, una balla Eppure, Echelon esiste. Vediamone i motivi. Lass sono tanto impegnati a farsi i fatti nostri, per avere il perfetto polso della situazione; se hanno le idee chiare, sanno cosa meglio fare per spremerci ancora di pi e ingannarci con maggiore efficacia. L'apparato serve loro per carpire notizie sulle nostre aspirazioni, desideri, necessit, paure, inquietudini, speranze. Per capire quali sono i lati deboli e quali i forti. Serve loro, per valutare l'umano stato mentale e il grado di consapevolezza delle popolazioni. Per stimare i risultati ottenuti tramite il controllo della societ, valutare le strategie da seguire e gli spazi di manovra; per organizzarsi con influenze mirate, messe a punto sul grado di reazione verificato. Per conoscere il punto di bollitura e il limite fino al quale possono spingersi con vessazioni e ricatti, senza che si arrivi alla ribellione. Li mette nelle condizioni di attuare piani alternativi, nel caso quelli a progetto non portino i frutti sperati, per non lasciarci spazi di fuga. In sostanza, per sapere quand' il giusto momento per scuoterci con un nuovo 11 settembre o, il momento propizio per produrre lo scoppio di una bolla finanziaria; il momento pi idoneo per appesantirci con una crisi di governo; il momento pi azzeccato per scatenare una guerra, o uno tzunami, o un'epidemia. E' questo il reale motivo delle particolari curiosit nei nostri confronti. Il lavoro di scandaglio del pensiero, per, ha origini antiche e per nulla legate alla nostra era tecnologica. Per tastare il polso del condizionamento sulle popolazioni, gi nel lontano 1215, sotto papa Innocenzo III, fu istituito il sacramento della confessione. Riprendendo lidea in veste tecnologica, il cervellone si adopera per ottenere il medesimo scopo. Ora, senza pi esserne consapevoli, confessiamo i nostri peccati alla tecnologia che compie un costante e incessante sondaggio del pensiero e dellopinione, e analizza ogni giudizio, gusto personale e vizio, in tempo reale. I confessionali d'un tempo hanno subito una trasformazione, e ora hanno preso forma di cellulare e computer. Naturalmente, Echelon fa distinzione e se incautamente esprimete un pensiero riguardante la politica, il potere o la religione, reputato pericoloso, vi trover anche un posticino particolare nella sua potentissima memoria virtuale, con accanto, il vostro grado di pericolosit per il sistema. Ai fini di una migliore valutazione globale delle coscienze, anche le societ d'indagine demoscopica, sono impegnate a trarre tutti gli spunti utili al controllo. Ora chiedetevi: per chi avr mai lavorato un certo Steve Jobs, e da che parte potrebbe mai stare un certo Bill Gates, entrambi ("casualmente") massoni? Pensate che non abbiano avuto rapporti di collaborazione con i tecnici di Echelon? Pensate non abbiano messo il Grande Orecchio nelle condizioni ideali di ficcare il naso negli affari nostri? Ci fanno credere che i tabulati delle conversazioni telefoniche, siano conservati per la sicurezza, ma ci siamo persi un dettaglio: non per la nostra ma per quella dellimpero. TEMONO CHE QUALCUNO LAVORI PER FAR APRIRE GLI OCCHI ALLA GENTE E RACCONTI PROPRIO LE COSE CHE VI STO DICENDO. IL CERVELLONE PERTANTO, SERVE ANCHE A CONTROLLARE CHE NESSUNO ABBIA REALMENTE CAPITO LA SITUAZIONE, PER EVITARE CHE SI INNESCHI UN AUMENTO DEL LIVELLO DI CONSAPEVOLEZZA NELLE PERSONE. A tenerli costantemente in allerta, la fottuta paura di trovarsi di fronte ad una popolazione che prendendo coscienza della situazione, corra ai ripari, coalizzandosi. La macchina dunque, si occupa di rintracciare il pensiero ostile al potere, per organizzare leliminazione dei fattori di pericolo: come, per esempio, questo scritto Tuttavia, non dovete preoccuparvi, perch questa era la situazione fino al fatidico 21 12 2012. Dopo tale data qualcosa cambiato (trovate la spiegazione al capitolo 22 ANNUNAKI): il giocattolone da miliardi di Dollari ha, come dire, iniziato ad avere problemi di costipazione e non pi in grado di svolgere il lavoro per il quale stato progettato. Non fosse cos, avreste gi ricevuto la visita dei "Man in Black"

Pagina 59 di 124 Capitolo 15 SIMBOLI DI POTERE Con i prossimi tre capitoli, ci inoltreremo nel simbolismo occulto, determinante per comprendere a fondo la realt. Proprio attraverso la scoperta di una terminologia nascosta, potremo renderci conto di quanto il sistema satanico sia espanso, potente e padrone assoluto della situazione, nonch vistosamente sorretto da superbia, tracotanza, stratosferica paranoia. Si pensa erroneamente che un certo linguaggio dei segni sia limitato a rituali oscuri ma, come andremo a vedere non cos e i messaggi esoterici s'insinuano ovunque, ossessivamente, al punto che il nostro mondo ne risulta letteralmente impregnato. A cosa servono i segni? Esistono in funzione di pi motivi ma per l'occhio racchiuso nel triangolo, primariamente valgono come certificazione della sua esistenza e per affermare il pieno governo sull'umanit. Anche, per ottenere da quelli che sanno leggerli, ossequioso rispetto in nome di un arrogante ruolo divino. Hanno poi il compito, attraverso una terapia intensiva della visualizzazione, di servire da assillante promemoria per rammentar loro di chi il dominio. Perch non si scordino di essere a pieno servizio del padrone ma tuttavia privilegiati, poich ripagati con beni materiali e dalla soddisfazione di potersi beffare della massa: quel mucchio di poveri idioti perfettamente manipolabili che per l'egemonia costituisce il materiale di consumo. Visto in dettaglio, tale simbolismo un articolato lessico che in buona parte si avvale di richiami allegorici (spesso facenti riferimento a figure di antiche culture), lettere, numeri e colori. Facilmente espresso attraverso le parole d'uso comune, nelle quali confluiscono, si combinano e integrano lettere che anch'esse contengono cenni simbolici. In tale discorso, ogni segno e messaggio, deve essere messo in relazione con ci che lo contorna e quindi valutato in un contesto, onde evitare una decodifica classica e standardizzata, e affinch non sfuggano valori e sensi compiuti molto diversi da quanto superficialmente afferrabile. E' quindi dobbligo l'attenzione per i particolari, ma senza perdere di vista una lettura dinsieme, poich il tutto espresso in combinazione, senza soluzione di continuit. Accresce le difficolt di un facile e fluido approccio, la simbologia dei numeri, che spesso non si rifanno a un tradizionale significato e con questo, non concordano pienamente. Si pure inclini a intendere il sistema numerico, nientaltro che funzionale alla pratica utilit e legato alla semplice necessit di differenziare dei valori (come per date e banconote). Invece, pure nei numeri pi utilizzati, s'insinua lossessione simbolica che va sempre concepita in concatenazione ai dettagli di contorno. Proprio per la difficolt a rapportarsi con un linguaggio molto pi elastico e vario di quello abituale, e pure a mettere molti elementi in relazione, spesso mi si contestano le interpretazioni. A uno sguardo superficiale, infatti, per lambiguit dei segni, quanto descriver, potrebbe facilmente far pensare a una stravagante interpretazione ma ritenere che i codici siano il frutto di sole "fisime", equivale a fare Harakiri. Ci, solo perch non abbiamo imparato a leggerli. Siamo al pari dei bambini al primo anno d'asilo, che ancora non sanno a cosa servono le lettere dell'alfabeto E' chiaro che i simboli, al fine di trarre in inganno un popolo privo d'immaginazione, creato per vivere in balia di schemi razionali, ed evitare che siano oltremodo leggibili, sono appena accennati e perfettamente inglobati in ci che per noi assolutamente standard. Non ci si faccia ingannare: sono confezionati per manifestarsi agli adepti che hanno superato la fase di rigida lettura, e gi compreso o intuito il meccanismo dei significati nascosti. Per comprendere tale linguaggio, sono senz'altro necessarie una certa conoscenza e abitudine ma senza l'indispensabile apporto di una dose di elasticit e capacit di intuirne il senso, ci che viene espresso rimane nascosto. Quanto vi sto esponendo, non per niente il prodotto di 2 rincoglioniti: se non fosse ben giocato e invece visibile ai pi, che "DIAVOLO" d'inganno sarebbe? Se i messaggi occulti fossero leggibili da tutti, cosavrebbero di occulto? Al solito, a chi si fossilizza su rigide visioni, negata la comprensione di realt dai vasti orizzonti, ed lo stesso massone Israel Regardie, dal libro Magia della golden dawn a farcelo presente: ANCHE SE SI METTE A DISPOSIZIONE DI TUTTI LA CONOSCENZA PI ELEVATA, LA MENTE LIMITATA CONTINUER A PERCEPIRE SOLO UNA PARTE DEL TUTTO E NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI, LE PERSONE COMUNI, NON RIUSCIRANNO A VEDERE LE COSE CHE HANNO DAVANTI AGLI OCCHI. Chiaro? Tuttavia omette di specificare che a rendere la mente limitata, il torpore ipnotico di una colossale confusione, che si diffonde grazie alla loro "missione". Lo sapete che cosa succede quando siamo confusi? Viviamo come se avessimo il raffreddore e il naso tappato In tal caso, non sentiamo odore di bruciato, nemmeno se va a fuoco il materasso su cui si sta dormendo. La fregatura insomma, va avvertita con l'olfatto, ancor prima di vedere le fiamme.

Pagina 60 di 124 Non dovete per preoccuparvi, poich vi troverete davanti a un lavoro gi svolto e non da tradurre o decifrare. Ci non toglie, che data la stratosferica portata dell'inganno, la gran mole di messaggi diffusi, e lermeticit di alcuni segni, non poco mi sia sfuggito. Il discorso ha senz'altro bisogno di aggiustamenti e di essere integrato da infiniti dettagli ma non lo ritengo un fatto influente, poich quel che mi riuscito di far affiorare, bench sia da considerarsi solo una porzione di un qualcosa di ben pi vasto, sia pi che sufficiente a riportare chi ha vero interesse a fare chiarezza, allautentica dimensione della nostra follia. Con quanto vi mostrer, potrete rendervi conto che i simboli, ossessivamente presenti, che spesso assumono valore di slogan, componendo comunicati, editti ed epigrafi, rimangono assolutamente allarmanti e da codice rosso. Nell'insieme, dipingono un quadro che nulla ha di diverso da uno scenario Orwelliano e di unera hitleriana o stalinista, ponendoci davanti a tutta linfernale miseria della nostra esistenza. Alcuni dei simboli pi ricorrenti. Locchio - Il triangolo lacacia - Laquila - La bilancia - La stella, in particolare a 5 e 6 punte - Lo spicchio di luna - Il pentagono e l'esagono - La piramide - La sfera - Il sole splendente o il disco solare - Il mare - Le due colonne o le torri La stele - Il pavimento a scacchiera - Il trono - La lettera G - Cazzuola e martello - Compasso e squadra - La croce - il teschio e le ossa (Skull e Bones) - La sfera sopra la colonna o sopra una piramide - Tunica o mantello con cappuccio - I numeri, con particolare attenzione per quelli sotto riportati - Il labirinto, il nodo infinito o la spirale. Di seguito una breve spiegazione dei numeri pi utilizzati e maggiormente interessanti per il nostro discorso. Lo 0 rispecchia l1 in quanto fa riferimento al divino volere, al quale vi rimando. Essendo un anello, aggiunge valore di perfezione racchiusa in se stessa e perpetuo riproporsi di un supremo volere. Si riferisce anche a un controllo perfetto della realt, all'interno di un circuito senza via duscita. L1 il massimo, il top. E' l'unicit divina, il principio di tutto, leterno, ci che non ha inizio n fine. Anche linvisibile, riferito a quel che esiste e non si vede. Richiami all'uno sono la torre, il campanile, la colonna, la stele o lo scettro del potere. E questo il numero che pi di altri si riferisce a Satana come figura di potere. Il 2 come molti numeri ha valore sia negativo sia positivo. Significa conflitto tra vero e falso, contrasti e dispute, rottura dellunit. Prendendo valore "positivo", fa riferimento al lavoro congiunto di due menti ed entit, a coesione di forze, al fine di ottenere un unico obiettivo. Il 3 considerato un numero perfetto e di armonia. E il numero delle creazioni e delle grandi imprese. il numero che risolve il conflitto dualistico del 2, ed ha valore unificante, quindi, non solo di perfezione ma anche di trinit, che si riferisce al legame sostanziale di tre corpi distinti. Il 4 poco espressivo e utilizzato ma lo riporto comunque. Avrebbe valore di concretezza e di logica della ragione ma nel caso sia inserito in un codice, va inteso come la somma di 3 + 1, o 2 + 2. 5 il numero del culto religioso, della magia e della genialit. E pure riferito al potere, quindi ha valore di possesso, controllo e gestione, poich richiama lidea di afferrare e tenere in pugno, tra le 5 dita. Il 6 il numero concernente limposizione coercitiva, anche del comando spirituale e della chiesa come edificio sacro, ed spesso associato al turbamento e alla confusione. Inoltre, specifica pi ampiamente l'unione d'intenti dei dominatori. Equivale al sovrapporsi di 2 triangoli (ognuno simbolo di perfezione) a vertici opposti; uno con punta in alto, riferito a Satana (poich non di questa Terra), pi uno con il vertice verso il basso (riferito a Lucifero, nato sulla Terra), che nellinsieme formano la stella a 6 punte, sigillo di Re Salomone. Il numero ci riporta al significato di DOPPIA PERFEZIONE, di completezza e ordine perfetto delle cose. Il 666 pertanto, impropriamente ritenuto il numero di Satana, mentre lo sono il numero 1 e 0, riferiti esattamente allentit dominante. Il 6 ripetuto tre volte, ha un altro significato: ogni singolo numero cortocircuitante - esprime una sorta dautoesaltazione ossessiva e ipnotica, coerente con lo smisurato EGO dei dominatori. La cifra ci riporta ancora alla paranoica idea di totale perfezione del dominio, sia a livello materiale sia spirituale sulla vita umana. I primi due 6, si riferiscono a PADRE E FIGLIO, mentre lultimo dei tre, rappresenta quello che definito lo "SPIRITO SANTO" (!!!). Il 7 il tramite tra noto e ignoto, del ciclo compiuto e dellequilibrio perfetto (7 i gradi della perfezione). E il numero che carica di magia e superstizione l'ambiente e le circostanze; predispone verso le cause nobili ma poich in questo discorso va quasi tutto inteso allinverso, si riferisce a cause ignobili. 8 il numero della magia e dei rituali occulti, della disonest, del mistero e dellimponderabile, dellinfinito ma anche del circolo vizioso, della morte poich precede il 9, simbolo di rinascita. Il 9 significa il persistere immutabile, il compimento, la rinascita. Rappresenta la realizzazione.

Pagina 61 di 124 Il 10 dovrebbe simboleggiare pace e concordia. Magari! Purtroppo, va letto come numero composto da 1 e 0, e rappresenta il potere supremo della Terra, la totalit, il Demiurgo. E' il numero di Satana. Anche altre cifre congiunte, fanno spesso riferimento ai numeri presi singolarmente. L'11 anche detto il numero di Satana ma ancora non corrisponde totalmente, poich invece riferito alle due entit e va inteso come 1 + 1. E quindi pi esattamente il simbolo del lavoro congiunto (Satana e Lucifero), verso obiettivi di malvagit. Racchiude anche significato di potenza e potere per meriti acquisiti come pure, di affari loschi. 12 significa governo delluno e del due insieme, che formano il 3, numero perfetto. E considerato il pi sacro (???) tra i numeri (insieme al 3 e al 7), poich rappresenta il passaggio da un piano ordinario ad uno di pienezza, ed riferito alla conclusione di un ciclo compiuto. E anche da intendersi come 6 + 6. Il 13, nel significato pi nefasto, si abbina alla morte, al crollo e al dramma senza soluzione. E anche il numero dellinganno e del tradimento (contando Ges, Giuda fu indicato come il tredicesimo uomo), del perdurare di tale atto che trascende il tempo. Il 17 il numero della sterilit intellettiva e materiale. Significa anche privazione della perfezione celeste, la cui perfezione, invece, rappresentata dal 18. Al 24 sono collegati gli scandali finanziari e sentimentali, gli ammanchi di denaro, i piaceri illeciti, i divertimenti effimeri, le soddisfazioni inutili, le volgarit, la prostituzione, l'omosessualit, l'incesto, le orge e le avventure sessuali, il gioco d'azzardo, le situazioni scabrose. Il 33, essendo formato da due 3, si rif a quanto specificato per il numero singolo, e pure a quanto detto per il 6. Vale anche come 11 x 3. Il 59 rappresenta le interferenze e le manipolazioni.

Dopo lelenco dei numeri maggiormente significativi, vi sottopongo lanalisi di alcune date storiche. Il giorno 24 6 1717, in terra dInghilterra vede la luce, la Loggia di Londra; primo raggruppamento ufficializzato, di un nuovo corso massonico. Attraverso quanto ricavabile dalla traduzione in parole delle cifre, si ottiene una frase di questo significato: Ecco la base del nuovo inganno, con il quale si compir lordine perfetto delle cose, concepito dai due divini, anima del magico equilibrio. Faccio notare che il ripetersi del 17 in doppia cifra, traducibile con un ossessivo richiamo alla dualit, e in particolare a 2 divine entit. Altra importante data, pi vicino ai giorni nostri, quella dellattentato alle torri gemelle di New York. Ancor prima che venissero abbattute per, ci stavano inviando dei messaggi, definendo larchtipo del potere, e riportandoci ossessivamente alle due entit sataniche, anche espresse dal numero 11 (inteso come 1+1). Ci stavano pure dicendo: "Dai simboli di controllo sul mondo, vi diamo l'illusione di governarlo, ma voi umani siete nella morsa delle nostre volont". Quell'evento intriso di contraddizioni e di concatenati fatti allucinanti, trova altri spunti di riflessione, anche nel momento in cui si analizzano le cifre di quell11 9 2001. Ecco un esempio di come quei numeri, possono essere tradotti in senso compiuto: Si ottenuto quanto le due volont supreme del potere (11 o 1 + 1), nel gioco tra vero e falso (2), per potente e doppia azione, in un persistere senza via d'uscita (0 + 0), hanno deciso si compisse (9) . Non si tratta di una definizione scorrevole ma poco importa. Comunque sia espressa, fa risuonare tutta la pomposit di un editto da paranoia daltissimo livello. Non ci fanno mancare riferimenti che per, dobbiamo essere capaci di cogliere. Un aggancio tra molti, la data del discorso di Napolitano riportato al capitolo 9, "LA CHIESA OCCULTA", pronunciato il 31 - 12 - 2006. Abbiamo 3, 1, 12, 2, 00, 6. Tutti numeri esoterici! A seguire, un altro dei tanti eventi che ci parlano attraverso le date. Ho gi accennato che lo tzunami del Giappone, non si verificato per cause naturali: da cosa lo deduco? E' avvenuto esattamente 9 anni e 6 mesi dopo il crollo delle torri gemelle, e precisamente in data 11 3 2011. Personalmente non credo assolutamente alla casualit, e in ogni caso, le probabilit che accada un evento con tale chirurgica precisione, sono ridotte a zero. Inoltre, il rilevamento sismografico stato del tutto anomalo e troppo regolare, con una scossa registrata, che ha avuto una durata di 2 (!) minuti esatti. Oltre a ci, mettendo per esteso il significato delle cifre, otterremo quantomeno questa epigrafe: Dal cielo stata colpita la Terra; il turbamento si realizzato; nellordine perfetto delle cose; il conflitto si perpetua per potente volont dei divini. Le frasi si possono comporre in modo differente ma grossomodo, ottenendo ancora lo stesso senso. Quei numeri che crediamo utili solo a una datazione, affermano in modo sommesso ma tagliente, la volont del dominio. A parlarci dei ruoli ben divisi tra popolo e dominatori, anche ci che racchiuso nella grafica e nelle frasi delle banconote. Quella USA da 1 dollaro particolarmente ricca di significati occulti. Non casuale la scelta di farla

Pagina 62 di 124 protagonista, poich quel numero 1, anchesso portatore di un messaggio che ci pone innanzitutto davanti alla "divinit". Al centro del lato A, leffigie di George Washington, ovviamente massone. A destra, il circolino verde o blu (verde = rettile; blu = proveniente dal cielo), del dipartimento del tesoro, incorporante vari tipici simboli massonici, tra cui lo scudo (molto importante, perch ci riporta al simbolo dei guerrieri per eccellenza: i Templari), la bilancia (la vediamo sulle pareti dei tribunali), la squadra marcata con 13 punti, la chiave. Questultima particolarmente interessante, poich ci RICOLLEGA ALLE CHIAVI DIPINTE SULLA BANDIERA VATICANA. E anche riportata la cifra 1789, data d'inaugurazione del dipartimento del tesoro che, coincide con la data d'inizio della rivoluzione francese. Non un caso, poich in ambiente occulto, ossessione asfissiante per cifre, date, ricorrenze, e reiterazione dei simboli, rappresentano lo standard. Sul lato B, quello verde: la trama di fondo ricorda la pelle di un rettile, pure nel colore. Si faccia attenzione e non si sottovaluti quel particolare, perch richiami al rettile, li incontreremo spesso. Ma veniamo al messaggio pi forte dellONE Dollar: si pu osservare una piramide sormontata da una figura triangolare, circondata da un sole splendente (anche quel sole un dettaglio sul quale non sorvolare, perch spesso lo troveremo in chiesa insieme con altri simboli), che racchiude al suo interno un occhio. Quella figura, rappresenta la Trinit e quindi, l'organico di dominio, mentre locchio, riferito al "primo attore Satana", anche rappresentato dal vertice del triangolo. Ci sta dicendo che lumanit dominata da quellocchio e dalle altre due punte della figura geometrica (Lucifero e organismo religioso), e che questa, poich sollevata e non aderente alla piramide, influisce sul sistema societario, da un livello superiore, da intendersi non solo come separazione dalla "sporca plebe" ma da interpretarsi anche, come diverso piano di conoscenza, poteri acquisiti, volume di benefici. La forma piramidale rappresenta la stratificazione dei ceti sociali. Vuol significare che gli strati alti, subiscono meno il peso della vita (in particolare per quelli vicini al triangolo) e a mano a mano che si scende, si gravati da un fardello crescente da sopportare, equivalente a fatica, schiavit, povert e oppressione. La base, infatti (quindi la massa), poggia su un terreno di desolante visione (!). E' rappresentato ci che dobbiamo aspettarci dalla vita. Cosa questa, sottolineata pure dalla stratificazione in 13 gradini. Quel numero ricorrente (gradini, stelle e punti nella squadra), significa tradimento della fiducia o inganno. Abbiamo poi le scritte. SONO INNANZITUTTO IN LATINO PERCH, QUESTA LA LINGUA DI RIFERIMENTO. E' parlata dal terzo angolo del triangolo, e da chi si adopera per imporre sulla Terra le volont dell'occhio. Annuit Coeptis (formata da 13 lettere), tradotta con: la divinit ha acconsentito. Tuttavia, le va attribuito un altro senso. Considerato il significato del 13 che contribuisce nel conferire valore diverso alla frase, nellinsieme suona pi consono: Ecco il divino inganno. La scritta Novus Ordo Seclorum, sotto la piramide, riporta ben 3 (ancora equivalente a triangolo, trinit, perfezione) inesattezze, tutte volute. Di primo acchito si traduce con: NUOVO ORDINE MONDIALE, tuttavia tale significato, va espresso con Novus Ordo Mundi. Il secondo errore riconducibile al senso di Novus. La scritta vuol far pensare che il soldo parte del Nuovo Ordine. Serve a deviare dal sospetto, che il vero potere non sia mai mutato nel tempo. A rendere molto pi interessante la dicitura, invece seclorum, che andrebbe scritto Seculorum. Ha in realt la funzione di modificare il numero delle lettere che compongono lintera frase. Con lerrore, passano da 18 a 17, cambiando radicalmente il senso del tutto, che infine ci dice: Il Nuovo Ordine, nega la perfezione celeste! E il caso si soppesi bene e si faccia molta attenzione a tale significato, poich vi racchiusa unammissione di totale imperfezione, e soprattutto, di lavoro volto a destrutturare quello di un DIO, che costituisce la VERA PERFEZIONE CELESTE! Lo conferma: "IN GOD WE TRUST", sopra all'ONE, che sta a significare: "NOI CREDIAMO NEL DIO UNO!!!". Che "UN, ALTRO, DIO" Nellinsieme, quanto racchiuso nel Dollaro, ci sta dicendo che la grande potenza militare USA controllata attraverso il denaro, da un potere maggiore posto sopra la piramide, quindi, sopra la politica, il sistema economico e industriale, sopra alla Nazione e sopra ai popoli.

Pagina 63 di 124 Naturalmente, non solo la banconota USA a contenere significati occulti, ma prima di prenderne in esame altre, voglio farvi osservare quanto racchiudono i semplici simboli iconografici, di alcune valute a noi ben note. Quello dellEuro praticamente una E (), quinta (!) lettera dell'alfabeto. Ha per forma di C, che corrisponde alla terza lettera, ed ha valore di trinit. Ma pure dotata di un'altra particolarit: si presenta con una doppia barretta trasversale. Nel caso vi sfugga, vi mostro qui a destra, quale altro simbolo si fregia della doppia asta orizzontale. Si tratta della "CROCE PATRIARCALE o di Lorena", strettamente legata alla simbologia del cristianesimo. Quelle barrette sono riferite a un certo Satana (quella pi larga) e Lucifero (pi stretta), perch la lettura, nel caso della croce, va effettuata dal basso verso lalto. Il motivo ve lo esporr pi avanti: al momento, tenete presente che le croci hanno un significato ben diverso da quello creduto, e indicano (quanto meno) "sbarramento, impedimento, preclusione". Le osservazioni sull'Euro, forniscono pure spiegazione per quella S che stranamente sta per Dollaro, al posto di una pi logica D. Si tratta di un simbolo che ha lo scopo di ossequiare la divinit Satana, poich la S di $, nella forma ricorda meglio il serpente. Generalmente il simbolo traversato da una barretta verticale ma non difficile trovarlo con due. Poco importa, in quanto singolarmente o in coppia, il segno afferma il controllo del dominio, equivalendo al numero 1, o all1 + 1. Doppia barretta (con medesimo significato) anche per lo (Yen), che si presenta con le tre punte dell'Ypsilon, e per questo, anch'esso con valore di trinit. Altra interessante la Lira Sterlina che mostra notevoli similitudini con la Lira italiana, in vigore fino al momento della sostituzione con lEuro. I simboli sembrano non avere alcun nesso con un significato monetario ma lo trovano, quando si percepisce che allo stesso modo della valuta USA, hanno lo scopo di rendere omaggio a un certo Lucifero: una delle due divinit dominanti. Molto simili, i due simboli, con la (Lira Sterlina) caratterizzata da una sola barretta trasversale, per porre laccento sul fatto che Satana esercita sempre e comunque il suo potere, anche se in modo impercettibile. Mentre la italiana di vecchia memoria, per differenziarsi dalla valuta Inglese, si presentava con due barrette, a rammentare che il potere supremo comunque di quei due. Tornando all'analisi della cartamoneta, significati tuttaltro che rasserenanti li troviamo anche su quella europea. Si distingue per ricchezza di simboli, il 50 Euro, che racchiude un vero poema, per ricordare pure a noi del vecchio continente, di essere sotto linflusso di un sistema che ci mantiene agilmente sottomessi, attraverso la leva del soldo. In questo caso la grafica pi ricercata e ci mostra due templi, che si sviluppano da basi massicce, a ricordarci la solidit del sistema. Sulle basi di ognuno si poggiano due colonne che rappresentano le entit del potere: Satana, il padre e Lucifero, il figlio. Si presentano di luminosit leggermente diversa, per dirci che anche al massimo livello esiste una gerarchia. Queste sorreggono la triangolatura che viene a formarsi tra architrave e tetto. Si faccia molta attenzione al particolare, perch ci riporta dritti a quel triangolo che racchiude locchio, gi visto sul Dollaro. Tra le colonne del tempio in primo piano, due stelle gialle a 5 punte, ma una parzialmente nascosta. Quella che fa capolino ed in posizione pi elevata, non sottomessa ma prevale sullaltra pi bassa e meglio in evidenza. Reiterano il concetto di potere sostenuto delle due colonne ma con sfumature di significato che vedremo meglio pi avanti. Si vedono anche delle balaustre che fanno pensare a un luogo accessibile alle persone; va per notata la netta differenza tra i 2 templi. Questi spazi sono differenziati, oltre che nell'ubicazione, anche dallandamento delle linee di fondo. Su quello davanti (1 tempio), notiamo linee verticali pi leggere, che elevano, mentre sul secondo, a destra, hanno andamento orizzontale e sono pi marcate; ricordano bell'apposta una grata. Quei tratti orizzontali hanno lo stesso significato delle barre delle croci, quindi impediscono e soffocano, come avr modo di dimostrarvi andando avanti. Il disegno ci fa presente che davanti ci saranno sempre coloro che hanno aderito al meccanismo (vicini alle stelle o, in cima alla piramide), i quali, saranno ricompensati da gloria, onore e potere, mentre quello dietro, con la grata che

Pagina 64 di 124 imprigiona, non lascia dubbi su ci che si deve attendere il popolo, da leggersi come oppressione, segregazione e schiavit. Il 5 simboleggia la genialit, lintelligenza e pure, il controllo attraverso i cinque sensi. Ma ha anche un altro significato: come il pentacolo e il pentagono, si riferisce allimprigionare e allafferrare saldamente tra 5 artigli e ci ricorda che siamo in pugno a tale potere. La stella a 5 punte ripropone tale significato, al quale va sommato il colore 2giallo, simbolo di splendore divino. A evidenziare che le monete hanno una sola matrice, anche la stella sulla banconota da 50 Dollari, dell'immagine accanto. Nel caso abbiate dubbi sulla mia interpretazione, eccovi quanto uscito dalla penna del massone Alphonse Louis Constant, e riportato nel libro Rituale dellalta magia: QUELLA STELLA INDICA LA PRESENZA DI SATANA E DELLA LUCE CHE EGLI IRRADIA SULLA MASSONERIA. Al solito per, i massoni servono linganno e anche Constant, da bravo emissario del sistema, ha evitato di specificare che non solo irradia splendore sulla massoneria ma che attraverso tale organizzazione, che la stella bagna di luce il mondo intero Ha pure dimenticato di dirci che il dominio pure di unaltra stella, figlia di quella "presenza". In ogni caso eccovi serviti: come gi detto, la stella a 5 punte ha significato di dominio e indica il dominatore, mentre il giallo simboleggia la forza, e ancora il potere, la radiosit del sole. Giallo anche il colore delloro, del metallo prezioso per eccellenza. rimarcato il fatto che siamo prede degli artigli di uno splendente dominio. Va anche posta attenzione sulla cifra 50: questa innanzitutto, si mostra sfumata; scura in alto e chiara in basso. Significa che gli alti emissari sono nellombra. La cifra per esteso poi, ci racconta che "la nostra vita nel pugno del genio divino, in un perpetuo circuito vizioso di perfezione". Ora del 5, osservatene la posizione: la coda cade al centro di quel triangolo formato dallunione di architrave e tetto del primo tempio. Specifica che siamo in tutto e per tutto, governati dagli emissari del potere, che corrispondono alle menti meno influenti, mentre la pancia, passante per il punto centrale della trinit del secondo tempio, ci racconta che si nutre attraverso il sottostante popolo ingabbiato. Spostando lattenzione sul lato sinistro delle strutture architettoniche, dove sono disegnate le stelle pi chiare, si pu notare che la trama di fondo, ricavata ancora da stelle a 5 punte, losanghe (hanno valore di 6, e pure di due triangoli contrapposti e uniti), pentagoni congiunti a 2 a 2, ancora a evidenziare che queste due divinit, ci tengono ben stretti tra i loro potenti artigli. Quel pezzo di carta che tutti abbiamo maneggiato, descrive cinicamente la nostra assoluta precariet e sottomissione. Ce ne siamo mai accorti? Pur se meno ridondanti di significati, anche gli altri pezzi di cartamoneta servono a portare messaggi nascosti. Nel 5 Euro del primo corso, sulla parte a sinistra del lato A, si vede una spirale che ricorda la testa dei bastoni pastorali pontifici. Non casualmente, ha origine da una posizione orizzontale, per marcare fortemente lo stesso significato delle linee con medesimo andamento, del 2 tempio rappresentato sul 50 Euro. Quella spirale (da intendersi come un moto senza via duscita) la nostra vita. Il 10 Euro riporta il disegno di una galleria sul cui fondo, nella parte pi luminosa, c la stella del dominio. Esorta chi ha compreso i messaggi, a seguirla per uscire dal tunnel, ma come un gatto appostato. Per i poverini ai quali non sar dato comprendere, ci sar la possibilit di rimanere imprigionati nel tunnel, o di fare la fine dei topi, nel caso si facciano sopraffare dal desiderio di correre verso la luce, senza chiedere permesso ... In altro modo il 20 Euro sintetizza, con un disegno che riporta due vetrate da cattedrale, il sistema del potere terreno. Ogni facciata, mostra 3 finestre circolari, composte ciascuna da 6 finestrelle a petalo. La pi grande posta in alto e predomina su altre due finestrature pi piccole. Ci ritroviamo con un bel 666 per ogni facciata, un po camuffato se volete, da quel circolo centrale. Fa per da collante con il messaggio di perfezione. Ma non tutto: se osserviamo meglio le vetrate, possiamo desumere che sono di fattura gotica, quindi, strettamente legate alla confraternita dei Templari, precursori del sistema bancario per volere del dominio. Rimanendo alla foggia, si nota che sono formate da 5 colonne ciascuna. Vediamo pure che la vetrata di sinistra pi alta e luminosa, poich contiene le due stelle gialle. Tale dettaglio si collega a quanto rappresentato sul 50 Euro, riferito ai privilegi per coloro che saranno vicini alle stelle. Interessante anche il lato posteriore, con un disegno che si direbbe un ponte su un fiume. E formato da 5 arcate e 5 pilastri (). Avendo pocanzi descritto il significato delle stelle, mi ricollego un attimo ai corpi militari. Gli ufficiali (di qualsiasi stato!), esibiscono sulle mostrine le stelle gialle, simbolo di potere e contemporaneamente di sudditanza, proprio da quelle viste sopra. A proposito, ricordate che una bianca a 5 punte, pure dipinta sui mezzi del sistema darmi americano?

Pagina 65 di 124 Si tratta della rappresentazione della stella posta pi in basso, sul 50 Euro. Sulla banconota prende il colore giallo del potere, mentre sui mezzi da guerra bianca, quindi, riferita a Lucifero. Nella foto, pure accompagnata dallaggiunta di tre barrette per lato, per un totale di 6 ! LESERCITO USA, LA PRINCIPALE MACCHINA BELLICA DI LUCIFERO, FIGLIO DI SATANA, che abitualmente s'identifica con il colore bianco. Rimanendo agli USA, vi faccio presente che il centro direzionale del sistema militare e di Intelligence, il Pentagono. Corrispondendo al numero 5, otteniamo per tutta risposta che esso serve a tenerci in pugno. Ci parlano del nucleo di controllo, anche le stelle rosse, poich ancora del medesimo circuito di dominio. Vi dice niente quella dipinta sui mezzi cinesi, sovietici e in seguito Russi? Ve la ricordate quella che mostrava Che Guevara sul berretto? Le varianti servono a creare confusione, in coloro che si fanno deviare da un colore, mentre tutto rimane racchiuso in un solo blocco di potere. Il rosso il colore del Vaticano (come pure il nero), il blu di Satana (come pure il verde o il giallo), il bianco di Lucifero, quindi, rimane che anche cambiando i colori, per noi non si modifica nulla. Ancora in tema di forze militari, un altro simbolo che non sfugge a quanto appena detto, ci proposto dallo stemma dellAeronautica Militare italiana. Laquila , infatti, ricorrente ma in questo caso si fregia pure di una corona a 3 torri, per affermarne lappartenenza alle solite tre punte del triangolo. Guardando al passato, possiamo accorgerci che da sempre, messaggi e simbolismi del potere, ci sono regolarmente sventolati sotto i nostri ignari e distratti occhi, e molto ci stato tramandato senza comprenderne il significato. Particolarmente interessante e rigoglioso di questi, il grande stemma del Regno d'Italia (1861 - 1946). Potrebbe essere addirittura bello se a un'attenta analisi non risultasse inquietante. Quellaquila appollaiata in cima, ricorda fin troppo quella romana, quella del fascio, della Germania nazista (si vede ancora sulla moneta da 1 Euro tedesca), quella degli USA, quella posta sullo stemma dellAeronautica italiana. Appena sotto l'aquila, lo stendardo tricolore che ha un chiaro riferimento alla trinit (lossessione simbolica, poteva non coinvolgere la bandiera?), da cui si dipartono due code, perch il controllo di quelle due menti, rappresentate dalle 2 principali stelle sul 50 Euro. Al centro del tricolore uno stemma crociato, dal quale emergono, degni di attenzione, i colori. Ci riportano alle bandiere di USA, Regno Unito e Francia. Poco sotto, la corona reale. Ingranditela per osservarla meglio: formata da 3 croci e 3 corone di perle che, ossessivamente, ci riportano al triangolo e alla trinit. In particolare le 2 croci sotto le perle, hanno la stessa foggia del marchio di riconoscimento del Ku Klux Klan, del quale pi avanti riporto limmagine. Da quella corona, si dipartono verso il basso delle punte, che ricordano fortemente degli artigli. Tra queste si notano delle sfere in fiamme, gialle e rosse intervallate, da cui salgono (ancora) 3 lingue di fuoco. Di molto simili, le possiamo osservare sui berretti di Carabinieri, Finanza e altri corpi dello Stato, come pure, sulla statua della libert, opera del massone Frederic A. Bartholdi. Appena sotto le punte degli artigli, una fascia rossa, formata da quelli che sembrerebbero comunissimi fiori ma che hanno la particolarit di essere formati da 5 petali, per rammentarci d'essere in pugno al sistema. Sono pure uniti da un nodo, a ricordare un circuito senza fine, ma anche un cappio. Quei nodi o giri di cordone, li ritroviamo sulle divise inglesi del 1700 - 1800. Pure tali corpi, ovviamente, erano ispirati dal solito potere. Scendendo, troviamo due aggressivi leoni rampanti (rappresentanti le due potenti menti), nellatto di afferrare quelle grande croce bianca in campo rosso. Quella che crediamo bandiera Svizzera, invece lantica insegna vaticana, che a colori invertiti, faceva bella mostra sulle tuniche dei templari e dei crociati.

Pagina 66 di 124 Tra le teste dei leoni, uno sconvolgente volto oscuro sotto un elmo. Lo possiamo intendere di colui che non ha volto, ma ricorda la foggia di un occhio (quello dell'ONE Dollar!), sul culmine di quella croce, come a dirci che di quella possiede tutti i diritti e ne lugubre guida. Di cosa dobbiamo renderci conto? Forse di unItalia feudo di quella croce? Certamente, proprio come lo sono tutte le altre nazioni, Svizzera compresa. Per divertimento, chiedetevi perch, con tutte quelle banche, la Svizzera sia paese neutrale e in Vaticano, siano le guardie svizzere a garantire lordine. Ora osservate qui a destra, cosa stato posto sulla sommit dello stemma, nella versione completa dalla deliberazione della Consulta Araldica, del Regno dItalia del 4 maggio 1870. Ma guarda, una stella dargento rovesciata a 5 punte! Tipico e inequivocabile simbolo satanico. Spero che almeno questa griffe convinca i pi scettici a osservare la realt da una diversa angolazione. Ma non certo tutto e si pu osservare anche unaltra incredibile coincidenza: la stella circondata da una raggiera a 5 lati, che fin troppo bene ricorda il Pentagono di Washington. Osservando meglio la raggiera pentagonale, si pu notare che formata da 10 raggi principali per niente casuali. Ripropongono il significato di 1 + 0. Se adesso spostate lattenzione allaltra foto a sinistra, potete vedere il padre del satanismo moderno, Aleister Crowley (naturalmente, massone), orgoglioso di mostrare la sua opera massima. Si tratta della Bibbia del nuovo pensiero satanico, sulla cui copertina, perfettamente visibile una stella dritta a 5 punte. Sul copricapo invece, il triangolo con locchio del dio Horus e, una raggiera a 6 lati anzich 5, ma in tutto e per tutto simile a quella dello stemma della Consulta Araldica. Nel caso ancora qualcuno abbia le idee confuse, deve solo seguirmi alla scoperta di altre succose chicche. Guardate che cosa esibisce lattuale stemma della Repubblica Italiana. Un ramo dulivo e uno di quercia (i due legni pi longevi e solidi, simbolo d'immortalit), pi una ruota dentata da 20 denti (2 + 0 = eterna falsit sostenuta in perfetta alleanza), principio quindi, di ogni movimento che schiaccia e tritura. Ma, a sublimare lopera, una stella bianca a 5 punte. Quale differenza! Ed pure uguale a quelle del 50 Euro (!) e, tale e quale a quella dipinta sulle armi USA! Se solo avrete voglia di aprire gli occhi, di simili marchi di potere ne potrete apprezzare a vagonate Avete anche notato quant grande? Se dalle proporzioni si giudica il potere (ed proprio cos), il caso vi dedichiate a una riflessione: davvero lItalia, data la spropositata dimensione di tale simbolo, sottomessa alle nazioni potenti? Anche se vi sembra inverosimile, no; per niente! Se lo stivale ci appare tanto malandato, per alimentare il grande gioco di prestigio, in scena per abbindolarci. Proprio dal malconcio stivale, attraverso massoneria e politica, si tirano i fili del mondo Proprio quella grande stella (ben coadiuvata da una pi defilata e ancora pi potente), governa tutti gli stati. Infatti, non casuale che i politici italiani siano i pi schifosi e meglio pagati del pianeta E' chiaro che difettiamo paurosamente di spirito dosservazione: ci saremmo dovuti accorgere che stelle cos ma molto pi piccole (coriandoli di quella dello stemma italiano), fanno bella mostra di se, anche sulla bandiera USA, e in versione gialla o rossa, su quella europea e di tanti altri stati del mondo. Sempre allo scopo di avere il quadro della situazione, guardate a sinistra, cosa compare allentrata della metro della piazza Rossa di Mosca (inaugurata il 15 maggio del 1935). Il particolare evidenzia il classico simbolo comunista con la sottolineatura, che propone lo stesso messaggio delle linee orizzontali visibili sul secondo tempio del 50 Euro. Questo ci dice che il significato di falce e martello, ben diverso da quanto creduto: vuole dire che al popolo russo, oltre a essere garantite le martellate, sono tagliate anche le gambe. Appena sotto, ancora una stella a 5 punte. Ma questa, vorrei farvi notare che racchiusa nel circolo di perfezione e di perpetuo male, a mo di B. R. di tragica memoria. A lato la riproduzione di unantica stampa, raffigurante Baphomet, figura demoniaca di cui parler in altro capitolo, sulla cui fronte campeggia il simbolo demoniaco.

Pagina 67 di 124 Credo sia ormai chiaro che pur non essendo rovesciata, la stella a 5 punte, non abbia alcuna accezione amichevole e, come ci rammenta Alphonse Louis Constant, "indica la presenza di satana e della luce che egli irradia sulla massoneria, QUINDI, SUL MONDO INTERO! Poi, abbiamo quella T (sotto la stella cerchiata): la croce Tau, con medesimo significato di "negazione" delle croci, mentre la lettera M, sopra l'entrata, significa ingannevolmente Metro. Oltre ad essere cerchiata, la dodicesima lettera dell'alfabeto latino classico, quindi, racchiude un significato esoterico. A variazione del tema, pu anche essere intesa come iniziale di Mefisto. Per la "felicit" dei Russi, di quelle stelle a Mosca se ne osservano molte. Campeggiano pure sulla torre Spasskaja (nella foto), mentre altre, vegliano su varie torri del Cremlino e pure sull'universit statale Lomonosov. Che dire invece dello stemma della Cina Popolare qui a destra? Vi pare del tutto insignificante e scollegato dal discorso? Per accorgersene, bisogna solo non essere condizionati a tal punto, da vedere una distesa piatta, desertica e arroventata dal sole, dove ci stanno altissimi picchi innevati. O viceversa Purtroppo, la grande profusione d'indicazioni mai colte dimostra una volta di pi, lalto stato comatoso in cui versano le nostre menti.

Capitolo 16 MARCHI E CERTIFICATI D'AUTENTICIT In questo capitolo, vedremo come la voce del potere satanico, sia ben pi espansa di quanto una fervida immaginazione possa far vagheggiare, al punto che eccezioni a parte, non esiste nulla privo di messaggio nascosto. Il dominio si impossessato di ogni pi piccolo strumento per sussurrare in modo ossessivo e asfissiante all'umanit, il proprio assoluto governo. Le "firme del potere sovrano" le troviamo celate in significati ambigui e ingannatori, in marchi industriali, e persino, camuffate nellalfabeto stesso e nei pi comuni termini espressivi del nostro linguaggio. E' a quanto sono giunto, sviluppando lo stesso tipo di lettura, adottato per i messaggi celati in monete, stemmi e simbolismo massonico. Mettendo a frutto ci che ho appreso dall'analisi di tutti quei segni, venuto alla luce ci andremo a osservare. Lo scenario che si apre agli occhi di chi vuol vedere desolante, e ribadisce come baldanzosamente, da granitici imbecilli tragicamente miopi, s'ignori il nostro mondo! Si pu affermare che dato il dilagare, i simboli, oltre a funzionare da "marchi di qualit", rendano continui tributi alla gloria del potere, generando una sorta di declamazione liturgica senza fine. Danno vita in sostanza, a un incessante e inconsapevole mantra. E' chiaro che un simile contesto di follia, tanto smisuratamente padrone, quanto invisibile, espanso e asfissiante, non possa instaurarsi nell'arco di poche lune. Si pu produrre solo attraverso migliaia d'anni d'azione incessante. Per l'appunto, il nucleo di dominio, agisce sul genere umano da tempo immemore a molteplici livelli diversi, come ho gi avuto modo di farvi presente. Da evidenziare pertanto, che il sistema di controllo, che ai giorni nostri si avvale anche della tecnologia, in passato stato principalmente espresso per mezzo di religioni e divinit, poich attraverso esse il potere ha agito con la massima efficacia sulle masse. Che ha origini molto antiche, si coglie prendendo in esame le divinit egizie, greche e latine, del periodo tra il 3000 a. C. e i primi dopo Cristo. Possiamo accorgerci di somiglianze che rivelano legami strettissimi tra esse. Tali correlazioni si estendono pure al cattolicesimo e alla fede islamica; cosa che possiamo verificare dall'osservazione delle rappresentazioni iconografiche e associazioni simboliche (Occhio, piramide, stella, sole, croci, lune, steli ecc.). Se ad esempio partiamo dal dio Horus, divinit egizia con testa di falco, si pu cogliere un processo di assimilazione con Ra, dio del sole. Simbolo di Horus locchio nel triangolo ma anche associato al colore giallo (da qui il nome oro?). Ra condivise con Horus il simbolo dellocchio, del falco e pure del disco solare (anche rappresentato da un circolo con un punto in mezzo), poich del sole era il dio. Fu poi congiunto al dio tebano Amon, prendendo nome di Amon Ra. In alcune terre per, Amon Ra fu adorato come Atum, rappresentato nellEnneade da Mnevis, con il toro nero, che ritroviamo nel culto mitraico. Ma era pure associato a serpente, lucertola, mangusta, leone, scarabeo. I faraoni furono chiamati i figli di Ra (forse lo furono per davvero), ed ebbero come segno di riconoscimento, serpente e scarabeo. A testimonianza di un tutt'uno tra divinit (leone) e regnante (faraone), abbiamo pure la sfinge. Da greci e romani, Amon Ra fu accomunato con Zeus (Giove Ammone per i latini) e associato pure alla fenice.

Pagina 68 di 124 Eviter tuttavia di soffermarmi sull'analisi delle antiche religioni, innanzitutto perch non ho la cultura per farlo, e anche ammesso di possederla, perch l'argomento "religioni" richiederebbe molti tomi per essere trattato. Secondariamente, perch seguendone corsi storici e filosofici, finiremmo dritti e bell'apposta, nelle sabbie mobili. Inoltre, non ritengo necessario arrivare a una conoscenza massima dell'argomento, per un motivo semplicissimo: quanto a noi visibile, deve essere letto dai membri della massoneria che non sono certo, tutti quanti, magnificamente colti. In genere, infatti, sono solo ammaestrati. Pertanto, mano a mano che si sviluppa il discorso, vi porr pi semplicemente di fronte ai richiami raffigurativi che, se servono agli adepti d'alto rango per comprendere la realt, possono mettere nelle condizioni di leggerla altrettanto bene, chi dall'altra parte della barricata. Prima di scendere in dettagli, una precisazione: il mio scopo quello di farvi comprendere dove si nasconde il male. Se le divinit elencate sono parte di un teatro malevolo, altrettanto vero che ESISTONO ENTIT O FIGURE POSITIVE. Non sto pertanto escludendo l'opera di queste figure amiche, ma prospettando tutta l'astuzia di un sistema, che creando confusione, riesce spesso a volgere un lavoro di consapevolizzazione a proprio favore, e a propagare con l'inganno, il controllo sulle masse. Torner comunque su questo tema, al Capitolo 23, "Il PADRONE DEI PADRONI". Come evidenziato dal discorso sviluppato finora, se si osserva la simbologia affrancati da un facile condizionamento, ci si trova davanti a un fatto inconfutabile: ancora adesso, il dominio attinge dalla variegata serie di esseri divini raccontati dalla storia. Oggi come allora, i simboli, sono l a evidenziare a chi appartiene la Terra e il genere umano, e ci dicono che il dominio non ha mai visto cambi di mano ma al massimo, omaggiato di deleghe altri demoni, mantenendo il potere, sempre all'interno di un circuito satanico. Le passate divinit e fedi, sono state partorite (o manipolate), dalla mente di Enki (in arte Satana). Sono quindi il frutto del repertorio teatrale di quellessere, e messe in scena grazie alle sue abilit trasformistiche. Ma questo discorso avr modo di sostenerlo maggiormente tra qualche capitolo. Adesso, invece, mi preme porvi davanti all'asfissiante simbologia occulta e all'atmosfera che nostro malgrado, siamo costretti a respirare. Desidero iniziare da uno dei pi rappresentativi emblemi legati alla fede; lo potete osservare qui accanto, ed sul petto di Baphomet, venerato in particolare dai Templari. Come mai la croce? Semplicemente, perch non ha per niente valore diverso da quella della chiesa, ma al popolo beota, fatto intendere un significato capovolto. E' pure l a dirci, purtroppo, che il fuoco ispiratore il medesimo per tutti i simboli di questo pianeta. Ora, se legate i momenti tragici del nostro recente passato al simbolismo che esibivano, potrete accorgervi di altri legami con chi domina. Ricordate come si rappresentava il terrorismo di estrema destra? Con una croce celtica, vale a dire, una croce in un cerchio. Il circolo rappresenta la lettera O ma anche il disco solare (fu simbolo del dio Horus e un sole circonda pure il triangolo del Dollaro), mentre croci di varia foggia, le abbiamo viste sugli stemmi dei Regni dItalia e altre ne vedremo in mano a chi sbandiera bont per volont di tale simbolo. In contrapposizione alla croce celtica, vi era il marchio delle B. R. Si trattava di una stella a 5 punte cerchiata, che ci riporta dritti a un controllo satanico. Dopo quanto affermato da Alphonse Louis Constant a proposito della stella a 5 punte, possiamo meglio renderci conto di chi controlla il mercato degli alberghi, e non solo di quelli che arrivano a esporne 5. Anche le stelle esibite dagli sceriffi USA, bench spesso si presentino con 6 estremit, non sono per niente di valore diverso. Simbolicamente ci riportano, oltre che al sigillo di re Salomone, pure al numero perfetto (Aleister Crowley iscrive un triangolo nella raggiera a 6 lati), espressione del satanismo. Questo significa che il dominio presenta spesso varianti e dobbiamo essere abbastanza elastici, da coglierne il messaggio anche in segni che si differenziano da quello che crediamo uno standard. L'elasticit, serve pure per comprendere che se un tempo, le popolazioni erano controllate attraverso le divinit, adesso lo sono con mezzi non meno efficaci, quali informazione e TV. Si desume, osservando il segno grafico del simbolo Mediaset. I significati occulti sono rappresentati dall'esibizione di quel cerchio, riferito alla volont divin satanica e, pure dal drago stilizzato e diviso in due (a designare due entit), recante in bocca un fiore a 8 petali, descrittivo di "occulto, disonest e infinito". La scritta composta (MEDIA + SET.it), racconta da chi influenzata la nostra mente: M iniziale di Mefistofele ed equivalente a 12; E, corrisponde a 5; D = Demonio; I = 1; A = prima lettera dellalfabeto, quindi principio divino, quindi Satana; S = Satana; E = 5; T = croce che, come minimo, significa oppressione, poich uno strumento attraverso il quale si pure (ne parler pi ampiamente nel prossimo capitolo) negata la vita ai condannati. Anche quel punto prima di it, non casuale ed esprime il concetto che il potere appena percettibile ma potente e padrone della situazione. Il dio sole Amon Ra, infatti, era schematicamente rappresentato, oltre che con

Pagina 69 di 124 locchio nel triangolo, anche con il disco solare - si aggancia pure al significato dello zero - e con un punto allinterno di un circolino. Linsignificante it contemporaneamente monito di potere e di negazione di una vita libera. La i minuscola associabile al simbolo di 1 sormontato da un punto, mentre la t, va posta in relazione alla croce. Come si pu intuire, il discorso non circoscritto a Canale 5, poich proprio le emittenti TV, sono il mezzo attraverso il quale gestito il pensiero delle masse. La T infatti, una croce e la V indica chi nacque sulla terra, vale a dire Lucifero, poich una freccia rivolta in gi. E' pure la ventesima lettera dell'alfabeto latino classico e, la met inferiore di una losanga. A titolo d'esempio, il nome Italia 1, che secondo una superficiale valutazione potrebbe essere suggerito da motivazioni esclusivamente commerciali, anch'esso un marchio del sistema di dominio. Ma ci che forse vi sorprender di pi, che la parola ITALIA una volta scomposta, si trasforma in pesante sigillo, posto a marchio della nostra vita. Provate a scandirla: la I s'identifica con il numero 1; la T ci rammenta una croce; la A, riferita al principio del dominio; la L suggerisce il nome di Lucifero ed pure l'undicesima lettera del solito latino classico; infine, ancora I e A. Una parola che non casualmente, allestero tradotta ITALY, con quella Y finale con valore di trinit, attraverso il quale si esprime il "sistema". Quel nome che prendiamo per un pezzo del nostro organismo ci parla, invece, del "NEMICO". Ancora in tema di TV bench non sia molto utilizzato per un significato scarsamente tronfio e gratificante, il 4 trova spazio in Rete 4, per farci presente la concretezza del sistema di controllo (vale anche come 1 + 3 o 2 + 2). Non dobbiamo per dimenticare che oltre a quelli di Silvio, abbiamo i canali RAI, non meno indicativi in quanto a messaggi nascosti. Pure la sigla della prima TV italiana un marchio del potere. La R (17 lettera dell'alfabeto latino classico) si pu intendere come una P (15 lettera) con significato di Pater (vedremo al capitolo successivo) con l'aggiunta di una gambetta (coda) che fa da riferimento allappendice sotto all'occhio di Horus (accanto), poi abbiamo una A, che si allaccia al solito principio divino, e I, equivalente al numero 1. Inoltre, ci ripropongono attraverso le sigle dei canali, quell1, 2 e 3, non meno carichi di significati occulti. Richiami al potere ne abbiamo a iosa. Per vederli basta tenere gli occhi aperti Giusto a riprova di quanto il sistema abbia ben serrato tra le dita la rete televisiva, poco tempo fa a un programma di RAI 1, intitolato Amiche mie, o qualcosa del genere, ho avuto modo si notare al centro del coperchio di un PC portatile, dal quale un giornalista del programma stava leggendo alcune informazioni, una stella nera a 5 punte, davanti al marchietto originale. Tornando alle reti private, anche Sky ci parla con la stessa lingua: la solita scomposizione, ci pone davanti a una S, iniziale di Satana; una K, decima lettera dell'alfabeto latino classico e con valore di 10; Y di trinit. Quel nome che in inglese significa cielo, fa pure riferimento alla provenienza del padrone di questa Terra. Della stessa parrocchia la casa di produzione Premium Joi, che scandita ci regala la J di Jehovah, pi O di potere eterno e i come per Mediaset.it. Mentre NBC Universal, ci parla anche attraverso il logo, esponendo vicino al nome, una sorta di fiore a 6 (!) lobi, simile allo innocente fiore di MEDIA SHOPPING, dopo averci presentato la N, 13 lettera latina dal significato di tradimento (contando Ges, Giuda era il 13 uomo); la B corrispondente al numero 2 o a Baphomet; e la C corrispondente alla terza lettera latina e alla trinit. Vi segnalo anche il marchio Magnolia, dedito alla produzione televisiva, che anticipa o si accoda ad alcune trasmissioni. Si tratta di una M nella quale, nella parte alta si interseca un fiore formante 3 punte, chiaro indizio di controllo del sistema della trinit. E le emittenti radio? Il meccanismo di dominio assoluto, poteva essere estraneo al loro controllo? Osservate attentamente la R di Radio 101. Quella R abbiamo appena visto che valore ha, ma pure allusivo il circolo che si viene a creare con la gambetta, e va ad agganciarsi al significato di O e di sole. A completare lopera, un 1, 0, 1, che non lascia dubbi sul dominio di un certo OCCHIO. Che ne dite, invece, di Virgin Radio? Il significato cos "velato" che ne lascio a voi l'interpretazione. Vi faccio per notare i colori che ci riportano a una bandiera dello stemma del Regno d'Italia. Esplicita pure RTL 102,5. Si presenta con un disco rosso in campo nero con, all'interno, un triangolo nero con vertice in gi. Sole di Horus, quindi, e triangolo di chi nato sulla Terra, + R = Pater con coda; T = preclusione; L = Lucifero. E poi, 1, 0, 2, 5, quindi, principio divino; circolo senza fine del dominio; dualit nel conflitto tra vero e falso; stretta priva di scampo tra 5 possenti dita. Ma abbiamo anche i colori del sistema di dominio Vaticano e V + N + P distinte dal rosso, che evidenziano rispettivamente il significato di triangolo a vertice in gi; 13 lettera latina; P come Pater o 15 lettera latina, da leggersi a numeri separati.

Pagina 70 di 124 Ora, dividete in due la parola RADIO: ma guarda, ci dice che RA il DIO! Sempre in tema di emittenti, v'invito a un esperimento: provate a staccare lantenna della radio e farvi un giro per le varie stazioni in modulazione di frequenza. Vi accorgerete che due si ricevono, immancabilmente, anche se vi chiudete in un bunker antiatomico. Sono "Radio Mater" e "Radio Maria". Interessante? Ponetele adesso, in relazione con le due barrette trasversali che caratterizzano la CROCE PATRIARCALE e, con le sigle delle valute. Se non siete pi padroneggiati dalle suggestioni, potrete accorgervi che non si tratta del solito caso. Occhi aperti gente! Il sistema radiotelevisivo ci parla di controllo gi attraverso i nomi dei canali, pertanto, non si pu pensare che spot pubblicitari, programmi e serie TV, non trabocchino di messaggi in codice. Di seguito ve ne descrivo alcuni, pescati a caso dallimmenso paniere del loro repertorio. Senza badare al significato, chiss quante volte avrete visto il marchietto della trasmissione Cuochi e fiamme de La 7 d, nel quale compaiono tre fuochi (quello di mezzo pi focoso), dai quali si dipartono tre (ancora) fiammelle. Le abbiamo gi viste sullo stemma del Regno. Esplicito pure X Factor, con un incrocio dal significato di sbarramento (insieme alla croce, vedremo pi ampiamente nel prossimo capitolo), ma riferito pure alla 21 lettera dell'alfabeto latino classico. Addirittura lampante (talvolta non coprono i significati occulti) il titolo della serie Squadra speciale Cobra 11. Anche in questo caso si fa pressante il solito richiamo al controllo del serpente, rimarcato dal numero che sottintende al dominio delle due divinit: Satana e figlio. Naturalmente, moltissimi sono i simboli divulgati da films e cartoni animati, tanto che anche in questo caso, una classifica occuperebbe grande spazio. Come per il resto, mi limito a pochi cenni, sufficienti a risvegliare una vostra maggiore attenzione. Nelle immagini sotto, tratte dal cartone animato dei Simson, ve ne propongo alcuni. Molti i messaggi di sistema, diffusi attraverso la serie di cartoni animati Futurama, dove si osservano simboli che riporto come esempio in questo stesso capitolo.

La TV daltronde un mezzo perfetto per colpire ogni singolo. Nelle scene dei films, facilmente si notano numeri civici o lettere alle porte, chiaramente legati a significati esoterici. Abbondano i 2, i 3, i 5, i 6, e pure le E e le W. Non di rado per, i simboli sono presentati in modo sfacciato. Mi riferisco a una delle puntate della serie TV Fringe, nella quale, il regista ha inquadrato una stella nera a 5 punte di grandi dimensioni, appesa al muro al posto di un quadro. In un episodio della serie Person of interest, la macchina da presa ha volutamente indugiato su due vigilantes, i quali mettevano ben in mostra sulle maniche, i distintivi costituiti da uno scudetto recante sopra tre bande trasversali, una stella nera a 5 punte e una G per ricordarci Geova. Non meno evidenti i simboli nel film Stargate, nel quale appare locchio di Horus e le due steli (simboleggiano l'1 + 1) davanti alla piramide. Ma gli agganci sono evidenti, anche dal disegno eseguito da uno degli attori, il quale traccia tre lune a formare un triangolo sopra ad una piramide. Lo stesso dio Amon Ra, per motivi (credo) scenici con la testa di falco del dio Horus, quanto mai eloquente: indossa una mantella ed ha due corna di caprone ancorate alle spalle, le quali supportano un sole (si tratta di un altro simbolo con il quale RA era rappresentato) a formare unaureola. Se avete visto il film V come vendetta, di sicuro vi sar passata davanti agli occhi limmagine del governatore, contornato da simboli di quel sistema dittatoriale. Avete fatto caso alle croci rosse di Lorena (quelle a doppia barra trasversale) su campo nero, e in alcuni casi cerchiata? Vi ho gi detto dove si trovano, inoltre quella V cerchiata, spesso disegnata sui muri, oltre a riportarci al simbolo delle BR contiene altri significati. Pu essere intesa come freccia verso il basso, e quindi pu indicare Lucifero, oppure, ricordarci il disegno qui accanto, che rappresenta Lilith, un demone della stessa famiglia. Con quei simboli, il film ci racconta che anche se lo combattiamo, il regime ne trae vantaggi, perch non siamo coscienti della realt. In coda al film, un pezzo dei satanisti Rolling Stones.

Pagina 71 di 124 Ancora al cinematografo, in I Duke alla riscossa protagonista lauto chiamata Generale Lee. Scandite L, e, e, quindi soffermatevi su quel numero 01 dipinto sulla portiera. In Papillon i carcerati portavano cucito sulla casacca, un distintivo nero con due chiavi bianche decussate. Le stesse che adesso possiamo trovare (soltanto rovesciate), sulla bandiera vaticana. Come ogni altro film insomma, anche questo porta il timbro del sistema che espande il dominio sulla Terra E ancora, anche in Unkdown senza identit, stato presentato il marchio di paternit. Verso la fine, insieme ai protagonisti, il regista inquadra una colonna sulla quale sono poste delle croci a 6 (!) braccia (vedi immagine), del tutto simili a quelle che ora sono usate sulle ambulanze. Pu essere che i films detti non li abbiate visti, ma di certo non avrete mancato di notare il leone della Metro Goldwing Mayer. Per trovare riferimenti allanimale ruggente, tornate allo stemma del Regno dItalia. Tuttavia, una volta scomposto, lo stesso nome della casa produttrice non meno ridondante di riferimenti. Mayer (in sequenza) iniziale di Mefisto o 12; Divino; Trinit; 5; R, riferita alla 17 lettera del solito latino classico o, a Pater con la coda. Poich per lambiguit dei messaggi, molto pi facile attribuire ci che ci compare davanti alla solita casualit o, a motivazioni che portano altrove e ben lontano da quanto vi sto esponendo, penso sia passato inosservato, anche quanto appare in uno spot del sorbetto Gran Soleil del signor Ferrero; uno degli uomini pi ricchi (e potenti) del pianeta. Labitudine a visualizzare la perversione nascosta nei messaggi, mi ha subito detto che Soleil, significando sole, ha forzatamente collegamenti con il dominatore Satana. Ma la conferma lho ottenuta osservando lo spot e unimmagine che riprende una persona seduta in uno scenario di grande semplicit. Perfettamente stagliata sul cielo blu, un'antica torre in secondo piano, chiarissimo simbolo di potere (come tutte le torri) e segno d'infida presenza del dominio, come vedremo meglio in seguito. Altro marchio del sig. Ferrero Kinder: si presenta con la K nera e il resto della scritta rossa (si riallaccia ai colori descritti nel film V come vendetta e "RTL 102,5", quindi, ai colori vestiti dai rappresentanti del Vaticano e pure delle SS). Degna di attenzione appunto la K e decima (10, o 1 + 0) dellalfabeto latino classico. Discorso simile per Nutella, dove la N, ci parla di tradimento. Lo spot Powerade, apparso spesso in TV in occasione di eventi sportivi nel periodo di giugno 2012, evidenzia una bottiglia del prodotto, che sportivi di varie discipline si passano e dalla quale bevono. Per ultimo, la prende un calciatore ripreso di spalle, mentre esce degli spogliatoi. Per pura combinazione, sulla maglia reca il numero 6, ed molto pi visibile del prodotto che tiene in mano. Ancora in tema di messaggi passati dal piccolo schermo, penso che in molti avranno osservato (solo) superficialmente il marchietto EURO 2012 dei campionati europei di calcio, svoltisi nel mese di giugno del 2012. E formato da una specie di fiore a tre (simbolo di triangolo) elementi. Il primo centrale si propone come un pallone, con un'area esagonale (6!) al centro, e 5 aree gialle periferiche, contornate di nero. Le tre periferiche in alto si collegano allesagono centrale con altrettante linee di congiunzione. Le 2 parti laterali, che potrebbero somigliare a dei fiori, hanno (ancora) 3 punte. Ognuna delle tre parti principali del disegno (pallone e due fiori), recano allinterno, un omino stilizzato che altro non , che la schematizzazione di una Y (ho gi detto a proposito delle sigle delle valute), alla quale stato aggiunto un "punto" al centro. Ancora in TV, abbiamo visto il logo delle Olimpiadi a 5 anelli. Ora sapete che servono pure questi a ricordarci di essere in pugno al sistema egemone. Poich ho appena accennato all'omino stilizzato del logo di EURO 2012, vi suggerisco di metterlo a confronto con le lettere bil, del marchietto di Poste mobile. Notate similitudine? In questo caso per, "bil" evidenzia il punto sulla i, utile a rammentarci che al centro ci sta la mente del sistema, quasi invisibile eppure cos potente (!). Ma tralasciando bil e scandendo il resto di mobile, cosa ne esce? M, dodicesima lettera; O, di divino e infinito circolo di potere; E, come quinta lettera dellalfabeto. Che si tratti di casualit? Non chiaro che casualit in sequenza costituiscono delle prove? Ho qui riportato il marchio Vodafone per un interessante confronto. La vedete quella virgola rovesciata, o fiamma? Osservate quella che chiamata The Firey Cross (la croce ardente): altro non che lemblema del secondo corso del Ku Klux Klan, introdotto nel 1915. A parte il fatto che la croce ricorda fin troppo facilmente quelle riportate sulla corona imperiale dello stemma del Regno dItalia, vi sembra un caso che su ambedue i distintivi vi sia quella fiammella che in realt, sembra pi a una goccia di sangue o, ancor meglio a un 6? Vi sembra casuale si facciano il verso anche nei colori? Ma di casuale, non c' nemmeno il fatto che la croce ardente - e pure simbolo del cristianesimo

Pagina 72 di 124 Vaticano - al pari della tunica con cappuccio, fosse ripresa in parte dai simbolismi delle societ templari, o da confraternite penitenziali cattoliche. La strettissima parentela confermata, oltre che dallabbigliamento identico a quello adottato durante le riunioni massoniche, anche nella gerarchia dei "Klan", alla cui testa vi erano (e sono) massoni di rito scozzese, con il grado di , Cavaliere Templare. E come interpretare il fatto che KKK, significa 3 volte 10? Ovvero 3 volte il numero riferito al dominatore del mondo? Va inoltre puntualizzato che il compito di pulizia etnica al quale si dedicarono, volto ad affermare la supremazia della razza bianca, fosse convinzione comune di una missione assegnata loro da Dio. Poich Albert Pike fu un ispiratore del Klan, mi riesce difficile pensare si riferissero a un dio diverso dal suo Dopo la prima guerra mondiale, nelle fila si trovarono molti protestanti (ancora dei religiosi) e il Knights of the Ku Klux Klan (Cavalieri del Ku Klux Klan), fu guidato dal pastore Thom Robb, un uomo di fede cristiana. Divago un momento, facendovi notare che in quel periodo, il grosso del reclutamento avvenisse allinterno del partito nazista americano, sostenuto idealmente dalle potenti famiglie massoniche, dei Rothschild e Rockefeller. Ma continuiamo con i simboli dei giorni nostri. Quella fiammella, ha una strana somiglianza, anche con una goccia di sangue inserita nel marchietto dellAVIS (Associazione Italiana Volontari Sangue), che oltre a parlarci per mezzo del 6, ha molto da raccontare attraverso le singole lettere. Rimanendo ancora un momento in tema sanitario, voglio farvi notare che su alcune ambulanze, non solo ben evidente il caduceo con tanto di rettile (a pelle di serpente la trama del Dollaro) ma che la croce sottostante, formata da 6 raggi (!). Qui accanto, il numero del soccorso medico, con la croce appena citata e, le tre (!) barrette che sottolineano il numero. La cifra composta in realt da un 1, seguito da un 18 che, equivale alla somma di tre 6 (!!!). Si pu anche interpretare come "11 infinitamente" Naturalmente, carichi di messaggi nascosti, sono pure i numeri 112 (Carabinieri, 1+12), 113 (Polizia, 1+13), 115 (Vigili del fuoco, 11+5). Ma non ho finito con le compagnie telefoniche. A riportarci al fatto che sono strumenti del sistema di controllo, ce lo menziona la TIM con la pubblicit nella quale appaiono Garibaldi e i suoi garibaldini. Credo tutti abbiano accolto lo spot, pensando fosse stato creato per commemorare il 150 della Repubblica, tralasciando tuttavia di cogliere, il sottile messaggio nascosto. E il caso vi ricordi che Garibaldi, nel 1862, dal Grande Oriente dItalia di Torino, fu insignito del titolo di Gran Maestro e del 33 grado di rito Scozzese, mentre presso il Gran Oriente di Palermo ottenne il riconoscimento di Gran Hyerophante del rito di Memphis e Misraim, dopo aver toccato tutti i gradi, dal 4 al 33. Che fosse ben consigliato da Mazzini, Gran Maestro degli Illuminati di Baviera, non da attribuire a pura coincidenza. Nemmeno va sottovalutato il logo, formato da tre linee a onda appuntita, accanto alla dicitura TIM. Giusto per rimarcare che ancora, ci troviamo davanti a un'espressione delle solite 3 infide punte, o meglio, della trinit. Dello stesso calderone anche la 3 che data la cifra, non ha bisogno di chiarimenti aggiuntivi, e la Wind, che insieme a Libero, si presenta con un segno che richiama un W, con l'aggiunta di un punto rosso in centro. Abbiamo gi visto qualcosa di simile nella bil di Poste mobile. Ancora una W, la troviamo ben evidenziata sul marchio Fastweb, caratterizzata pure da tre bande verticali. La W particolarmente ricca di significati. Fa innanzitutto il verso alla corona, che abbiamo osservato sopra la testa dell'aquila dell'Aeronautica Militare. Ha poi la caratteristica di avere 3 punte e di somigliare al forcone del Diavolo, ma se contiamo tutte le estremit, il numero sale a 5 (!). E' pure una M rovesciata. La corona sullaquila dellAeronautica Militare e i marchi Wind, Fastweb, del tridente ecc., fanno chiaramente intendere come le rappresentazioni del potere, non rientrano in uno schema rigido. Varianti e variabili hanno proprio lo scopo di non permettere collegamenti troppo eloquenti per noi polli, tuttavia intuibili da parte di chi del partito ed avvezzo a rebus e indovinelli del sistema. Come si pu notare, linsistenza paranoica e nulla tralasciano, per rimarcare il loro strapotente controllo sulla nostra quotidianit e ogni atto del nostro vivere. Gli esempi si sprecano e anche il nome NOKIA, una volta scandito, ci rammenta come stanno le cose. In molti esemplari poi, aprendo il calendario fa capolino un'icona con il numero 12 o 20. Per non parlare di Microsoft (parola che si potrebbe tradurre in: "Influsso impercettibile e lieve") Word. Molti ne faranno quotidiano uso, senza minimamente immaginare che si tratta di uno strumento di controllo del sistema. Andate a vedere in Layout di pagina e aprite Margini: su Ultima impostazione personalizzata, allinterno della prima icona, vi compare una stella gialla a 5 punte. E ancora, aprite Inserisci sulla barra in alto, quindi simboli (vi appare a destra), poi simbolo (omega) e altri simboli: potrete verificare che i simboli digitati di recente, quali

Pagina 73 di 124 , , Yen, si aprono rispettivamente digitando Alt + control + 5; maiuscolo + 3; alt + 0165. Ancora numeri che ci parlano di sistema di controllo, di potere, divinit, circolo vizioso. La lettera greca Omega poi, ha come significato "la fine" ma anche una volta scandita non si annuncia positiva, con O corrispondente a potere senza fine; M di Mefistofele (o dodicesima lettera dell'alfabeto latino classico); E collegata a 5; G con significato di Geova; A di testa del dominio. Per caso, vi siete accorti quale sia la lettera iniziale di Word? Ancora ci imposta una rappresentante del filone simbolico delle W. Ora domandatevi: il software, da chi mai sar stato concepito e quale il suo fine ultimo? Se l'avete letto, ricordate il discorso gi sviluppato attorno a Echelon, al capitolo 15, "IL FICCANASO"? Sempre del calderone, pure Windows. Qui, oltre a lettere gi analizzate, incontriamo la d che anche se minuscola, ci ricorda un certo "Demonio". Ma Windows ha anche altro da dirci. Il sistema operativo SEVEN (la scansione della parola eloquente) ci ricorda come stanno le cose, gi nel momento in cui il logo dalla finestra appare sul monitor. Quel marchio in realt una croce. Il meglio per lo si vede sul quadrato in alto a destra, sul quale potete notare tre finti riflessi a forma di esagono. Poich sono a 6 lati e in numero di tre, Windows ci pone davanti al naso un bel 666, ogni volta che accendiamo il PC. E vi siete mai chiesti che vuol dire Google? Eccoci al cospetto di un giochino per loro divertente. La parola andrebbe letta in 2 tronconi, di cui la prima GOOG, e la terminante LE. Proviamo a scomporre la parola: G = Geova e O = cerchio della perfezione divina, che si ripete allinverso con O + G. Il padrone del mondo, in questo caso ha voluto giocare a specchiarsi, secondo lo schema paranoide che lo caratterizza. Scontato che la parola terminasse con la L di Lucifero, cui evidentemente lasciato il compito di vigilare, e la E, quinta lettera dellalfabeto, a rammentarci che a quel sistema siamo in pugno. Sempre in Google, cosa compare nella barra in alto a sinistra? Un'immancabile stella gialla a 5 punte, cliccando sulla quale si aprono i preferiti. Il motore di ricerca pi usato al mondo, lavora sulla rete internet, denominata WWW. Dovrebbe significare word, wide, web ma ne siamo certi? Il trio invece la rappresentazione delle tre corone dellimpero. Corone che avremo ancora modo di incontrare. Sempre in tema internet, quante volte al giorno digitate la et (@) o chiocciola, anche se in automatico? Probabilmente non vi siete accorti che si tratta di una a (prima parola dellalfabeto = 1, quindi, allusiva al principio divino) alla quale stata aggiunta una coda (in modo similare alla R di Radio 101) a formare una spirale. Vi rammento che Echelon (capitolo 14 "IL FICCANASO"), attraverso il Web, misura battito cardiaco e pressione arteriosa, di ogni individuo che ne fa uso. Ci misura le pulsazioni, anche attraverso luso di E bay: quella E iniziale, equivale a un caloroso 5 Questa bella cappa di oppressione e ossessivit, si palesa anche attraverso i gesti esibiti da chi ha risentito dellinflusso, di quellepoca chiamata dei figli dei fiori. La W esibita con 3 dita della mano, che ci hanno detto significare I Love You, lesempio di come le correnti di pensiero e le mode subiscono senza eccezione alcuna, linesauribile influsso del sistema di controllo, che sfrutta come canale di diffusione capillare, filosofie dal senso addirittura contrario al dominio, come creduto per le religioni. In tema di rappresentazioni simboliche espanse sotto false vesti, va pure menzionata la bandiera arcobaleno della pace. E' stata presa come proprio simbolo, dalla potente Societ Teosofica luciferiana, Lucis Thrust. Ma l' "arcobaleno" era gi incorporato nella simbologia delle logge massoniche del '700, inoltre, figura sulla bandiera del Nicaragua (tuttora patria e rifugio di spietati comunisti, massoni, rivoluzionari, guerriglieri, narcotrafficanti e terroristi di tutto il mondo) e pure nello stemma dell'Antico Rito Noachita. Ora, potete stare tranquilli sulloperato dellassociazione Telefono Arcobaleno". Prodotta dalla stessa "parrocchia", anche la rivoluzione New Age degli anni 60, il cui ideatore fu Aleister Crowley, massone e padre del satanismo moderno. Proprio quella brava persona che nella sua bibbia satanica, consigliava sacrifici di bambini (!!!). Naturalmente, i flussi di pensiero hanno sempre avuto un grande peso sul mondo della musica, molto efficace nel veicolare verso i giovani valori infidi e ambigui. Nelle sue canzoni, Marilyn Manson ha introdotto testi inneggianti al satanismo, senza tralasciare importanti messaggi visivi. Molto interessante ai fini di una chiara visione del quadro generale, la firma di Manson (o Mefisto Manson, o 10 Manson?) che esibisce la doppia M. Sulla lunga gamba della prima lettera, infatti, si notano due barrette orizzontali. Le abbiamo gi viste sul simbolo dellEuro e, sulla croce Patriarcale, e ci spiegano lorigine delle sue filosofie.

Pagina 74 di 124 Non so se qualcuno del gruppo di Manson la usi, ma di certo per fornire un perfetto supporto allispirazione di molti musicisti, la Gibson produce una chitarra chiamata Diavoletto. Tra i tanti, anche Bruce Dickinson e i suoi Iron Maiden ci hanno lasciato testi dei loro brani, esplicitamente inneggianti al satanismo ed esibito innumerevoli foto e disegni, recanti simboli inequivocabili. Un po pi sommessamente, anche Jimmy Page e i Led Zeppelin, ci lanciarono messaggi dello stesso tipo. In particolare Bruce Dickinson e Jimmy Page, si fecero molto ispirare da Aleister Crowley. A lato la copertina di un album Live degli Iron Maiden, recante locchio di Horus, anche attribuito al dio Amon Ra. Si tratta di un simbolo in uso nella magia cerimoniale satanica e riconosciuto in ambiente occultistico, come un potente amuleto. I simpatizzanti delle due barrette o dellocchio nel triangolo, sono davvero molti e ci si perderebbe nel citarli ma tra i primi che mi vengono in mente c Ozzy Osbourne, David Bowye, Mick Jagger, i Progressive Power Metal Kamelot e pure George Harrison dei Beatles. Lo stesso avvenne in passato. Mozart fu massone, iniziato alla Loggia Zur Wohltatigkeit di Vienna e nella sua opera Il flauto magico", fece un grande uso di emblemi esoterici. Uno dei suoi brani pi ricchi di simboli, ora linno nazionale austriaco. Massoni lo furono anche i compositori Oliver Messiaen e Felix Mendelssohn. Linfluenza del potente meccanismo che governa lumanit, pure esteso alle catene di vendita e ai prodotti industriali, che si mostrano ricchissimi di riferimenti. Per accorgersi del gran proliferare di simboli, sufficiente passeggiare tra gli scaffali di uno dei tanti megastore, e osservare ogni prodotto con un minimo di attenzione. Se vi recate allEsselunga per un giro dispezione, potete imbattervi nei richiami, ancor prima di entrarvi. Soffermatevi un attimo sul nome. Quella S, pu avere solo un significato, che non ha nulla a che fare con quello di supermercato ma, di "Satana a lungo". La conferma la trovo su un volantino dello stesso negozio, nel quale appaiono due cappelli con stelle a 5 punte di cui molte a vertice rovesciato. Sar difficile da accettare ma ci che per noi appare innocente, contiene invece molti messaggi del dominio satanico. Non a caso i pubblicitari guadagnano badilate di quattrini, per rendere comprensibili tali simboli e messaggi a chi sa, senza che siano colti da chi non sa. Di seguito riporto le foto di alcuni degli innumerevoli prodotti, che attraverso il marchio ci fanno gli sberleffi, parlandoci del meccanismo di potere. Naturalmente, per fotografarli tutti avrei dovuto impegnarmi per mesi, solo in questo sforzo. Quei pochi che vi presento quindi, prendeteli a titolo di esempio. Avendo appena mostrato locchio di Horus, voglio evidenziare gli agganci simbolici visibili sui marchi Rigamonti, Borotalco e Roberts. Potete notare le code delle R, uguali a quelle sotto locchio. Anche se meno visibili, non mancano forti richiami nella parola Gillette. Per comprenderli, meglio dividerla in Gill ette, ottenendo G di Geova, poi i e due elle che somigliando a due 1, che in numerologia, fanno riferimento al doppio potere supremo. Non meno pomposo il resto, con e = 5, tt = due croci, e = 5. Interessante anche la parola Fusion. Non va letta Fu sion, allitaliana, con riferimenti a un priorato ormai superato. Invece, la F la 6 lettera dellalfabeto (il 6 il numero dellordine perfetto delle cose), mentre la U, anche se non ho trovato particolari corrispondenze, credo vada riferita al numero 11, unito sotto da un trattino, all'incirca come per l'H. In tale parola inoltre, di particolare interesse la O, costituita da due (!) falci di luna (il demone Lilith rappresentato con due falci di luna), sopra alle quali si posiziona un bagliore formato da due (ancora) punte aguzze, mentre allinterno si vedono quelle che sembrerebbero scontatamente le 5 (!) lame che caratterizzano il prodotto. Ma chi si prende la briga di guardare con tanta attenzione? Nessuno degli acquirenti ignari ma solo e unicamente, coloro che certi segni li sanno decifrare. Tra le bevande, guardate come si presenta Menabrea. La casa fondata nel 1846, ci mostra scontati richiami allo stemma del regno dItalia di quel tempo, e osservando meglio quanto riportato al centro, si ottiene unulteriore conferma che pure qui c lo zampino del sistema. Vi un tino contenente tre attrezzi (3) per la lavorazione. Quello centrale per, anzich di una paletta, ha molto pi laria di una corona a tre merli, somigliante a quella sullaquila dellAeronautica Militare. Osservando pi attentamente per, sopra alla paletta, si pu notare un incrocio di due segni, uguali a quelli riportati sotto allocchio di Horus. Passando alla Heinechen, siamo accolti da una stella rosa a 5

Pagina 75 di 124 punte; stessa cosa per il San Bitter S. Pellegrino. Bavaria invece inneggia al sistema di potere con la corona a 3 punte e una S di Satana (ambiguamente somigliante a una L di Lucifero), iscritta nellovale. Ancora 3 guglie, ma con incorporate 3 piccole corone (sempre a 3 punte), le mostra la Forst. Ma una vera chicca ce la propone Becks: quella chiave, la possiamo osservare sul marchietto del Ministero del Tesoro USA e sulla bandiera vaticana. Di questo stato poi, ha il colore di fondo dello scudo, mentre lingegno, incorpora pure una croce. Lo stemma di casa Gancia invece un castello ma, sormontato da una corona con croce, da cui si dipartono due (!) fibule rosse, che troveremo sulla bandiera vaticana. La corona del tutto simile a quella sopra alla testa dellaquila (!), di casa Cesarini Sforza. Dellaquila, si noti la continuazione della coda, terminante con tre gigli (hanno tre punte ognuno). Martini invece ci regala i 2 leoni rampanti (come Menabrea), sormontati da tre stelle a 5 punte Quella centrale ha la punta in su, le altre due in gi (!!!). Ancora conferme dallo stemma Carpen Malvolti: la prima cosa che si nota, una cornice a losanga, Se riuscite a ingrandire adeguatamente il documento, potete anche vedere che un bollo dorato circolare sormontato da una corona a tre punte, ognuna contrassegnata da una X (croce di S. Andrea). Allinterno del bollo si vedono tre torri, mentre sotto appare un arco di trionfo, con tre colonne per lato, per un totale di 6 (!). Per completare l'opera, due bande rosse con significato di 11. Per limitare il tedio a quanti sono poco interessati al simbolismo, ho posto una serie di altri esempi su un fondo colorato. Sono a compendio di un discorso non certo esaurito ma comunque delineato. Li lascio per chi si sentir incuriosito dall'argomento, mentre coloro che non nutrono interesse, si troveranno facilitati a procedere oltre. In tema di vini, il marchietto CAVIT di Trento ci mostra un tridente con le punte allins, del tutto simile a quello Maserati. Per il caff Splendid si potrebbe pensare a un simbolo privo di nesso con linfluenza del controllo, eppure, proprio in quel nome che non ha nulla a che vedere con laroma di un caff, si nasconde la solita S, iniziale del padrone. Il sole raggiante, appena dietro al nome, si collega pure ai marchi di Sunsweet e detersivo Sole. Ci ricorda di essere espressione dello splendore di chi dirige la baracca anche Negroni, con il nome scritto sopra una stella a 5 punte. E pure AIA non lascia dubbi, con quella A + 1 + A. In modo simile si propone ELAH, con E significante 5; L = Lucifero: A come origine divina; H (riferito a 11) come doppio dominio. Algida ci presenta i gelati Magnum (M di Mefistofele o 12), con un cuore formato da un tratto spiraliforme. Ci riporta al significato dello stesso disegno, stampato sul 5 Euro. Esplicito anche il marchio Ringo della Pavesi: si nota la R sul biscotto circolare per riferirsi al disco solare o allo zero. Non meno interessante VALSOIA, con una grafica che ci fa intendere la V e la A, come frecce, indicanti terra e cielo, al pari dei due triangoli che compongono il sigillo di re Salomone (stella a 6 punte). Ma a seguire abbiamo L di Lucifero, S di Satana, O di eterno circolo, I da intendersi come 1 e volont del divino, A di principio. Fini invece, lega la sua immagine a un leone rampante in uno scudo rosso, che ci riporta allo stemma del Regno dItalia. Interessante anche DANONE che potrebbe essere interpretato come Dannazione Uno. Tra laltro, si pu notare una somiglianza di forma e colore, con marchio TIM. Apparentemente innocente, il marchio di Kellogs, ma inizia con una K (= 10). Si accompagna poi, al disegno di un gallo con una cresta a tre (3) punte. Fa lo stesso SACLA, con tre punte sopra al nome. Ancora K, in Kit e Kat. Corrisponde a 10 + 10. Non raro trovarsi di fronte a simboli reiterati; si tenga conto che abbiamo a che fare con menti smisuratamente perverse che esprimono un mastodontico EGO. Un altro esempio di legame a nomi storici del sistema, lo fornisce il Whiskey J & B. Le iniziali si rifanno ai nomi dati alle colonne del tempio di Re Salomone, delle quali fornir qualche dettaglio al capitolo successivo. Star, dato il chiaro riferimento del nome stesso a una stella, non ha bisogno di spiegazioni. LavAzza e BRAUN, ci mostrano una A centrale pi elevata, che al solito, riferisce al divino. Ciccarelli (Pasta dei Capitano), ha un distintivo formato da tre lobi, al cui interno si nota una beuta e tre (3) foglie verdi con punta rivolta in alto, che ricorda il fiore del marchio Magnolia. Evian sopra al nome ha posto tre picchi rocciosi. Quello centrale pi alto e massiccio. Il marchio Parmalat, sembra essere del tutto privo di riferimenti ma lo sono invece i suoi prodotti. ZYMIL con la Z, ci riconduce ai due trattini visibili sulle sigle delle valute, con l'aggiunta di un tratto di traverso, che si aggancia al

Pagina 76 di 124 significato della X; con la Y ci ricorda la trinit; con la M, Mefistofele o il numero 12; con la I, il numero 1; con la L, Lucifero. Lacqua Vera della Nestl, anzich parlare attraverso le lettere, lo fa con la grafica. Si riconoscono tre persone stilizzate (un uomo, un bambino e una donna), facilmente collegabili agli omini dei due fiori laterali, realizzati per il campionato europeo di calcio, e pure alla bil di Poste Mobile. Con le braccia e la testa formano tre W. Molto somigliante allacqua Vera, la grafica Vita Snella. Qui abbiamo due persone stilizzate, anzich tre, che ancora a braccia alzate, formano 2 W. Omaggia il solito sistema di dominio, con una torre a tre (3) merli e tanto di tratto verticale riferito al sommo divino padrone, anche la birra Tourtel. Altri messaggi, li osserviamo sulle confezioni degli intrugli, creati con la promessa di renderci sempre pi attivi e metterci le ali. Non sono certo stati ideati per farci aprire gli occhi ma semmai, per farci dannare ancora di pi. La Red Bull, si presenta con una grafica di fondo, che ricorda il marchio BMW, con una croce formata da 4 spicchi a colori alternati. Ma un po ruotata e in questo somiglia al marchio Microsoft Windows, come dire, che sono tutti ispirati dallo stesso nucleo di dominio. Con quei due tori poi, ci riporta alla religione mitraica precristiana, di origini mediorientali, dall'incredibile somiglianza con quella cristiana. Anche Monster Energy, con quella M allungata, si pone come chiaro riferimento a Mefistofele. La successiva O barrata per la verticale, che unisce il simbolo di perfezione a quello di 1, conferma il messaggio del sistema. Stesso discorso per Mc Donalds: perch una M senza D pi efficace e sommessamente sfrontata Spostando lattenzione su altri settori, la musica non cambia. LAdidas riconoscibile per le tre (3) barrette; per la Puma, discorso simile allAdidas: sulle scarpe, tre bande rastremate da una parte; la Nike si distingue per quella specie di virgola, che troviamo sotto locchio di Horus riportato pi sopra; Conte Of Florence, si riconosce per un giglio che uno dei simboli utilizzati dai Rosa Croce. Tra i petali due croci di Lorena; lAlpine Star, si fregia della solita stella a 5 punte; Tissot, esibisce la croce Svizzera, ma poich la vediamo sullo stemma del Regno dItalia, non per niente uno scontato riferimento alla nazione, sede della fabbrica ma al sistema che controlla il genere umano. Stessa cosa per la Victorinox. Ci sbattono silenziosamente in faccia la firma del potere, pure autoveicoli e motociclette. Tra i marchi che mi vengono in mente, c' Maserati con il tridente (richiama la W ma anche un attrezzo caro a Belzeb); Mercedes, stella a tre punte (trinit); GM di General Motors, ci parla di Geova e Mefisto; Lamborghini con il toro (come per la Red Bull); Renault, losanga (come sul 50 Euro = 2 triangoli uniti); Chrysler (pentagono); Honda e Hyundai si presentano con lH, in altre parole due 1 uniti da una gambetta ma, Honda Moto, si fregia pure di unala daquila; Kia, si presenta con k (= 10 o 11), 1 e lettera a, come principio; Alfa Romeo, la croce e il rettilone che divora lomino (pi di cos!); BMW, una croce (ci riporta anche ai marchi Red Bull e logo Windows) ma, le lettere ci raccontano pure di Baphomet, Mefisto, 5 o, se preferite, trinit; la FIAT, fino a una diecina di anni fa, utilizzava 5 barrette inclinate ma il nome stesso una garanzia di controllo: F = 6 lettera dellalfabeto, I = principio divino, A = significato simile ad I, T = negazione; Citroen (2 punte = 2 divinit); Toyota, cerchio di perfezione contenente la schematizzazione di un toro; VolksWagen (la V una punta in gi che indica Lucifero, mentre la W non ha pi bisogno di presentazioni); Peugeot (il leone rampante a richiamo degli stemmi del regno d'Italia); Mazda (M di Mefistofele o 12); Mitsubishi (stella a tre losanghe); Opel ( una O, tagliata per lorizzontale da una doppia linea con lo stesso significato di zeta); Lancia (uno scudo triangolare a lati spanciati); Suzuki (tre barrette in diagonale, di cui quella centrale di maggiori dimensioni); Jeep (abbiamo la J di Jehowah; le e, sono le quinte lettere dellalfabeto e pure in coppia, la p, la troviamo in chiesa con significato di Pater); Saab (S di Satana + due lettere a, simbolo di principio, + b di Baphomet); Chevrolet (una chiarissima croce); Moto Guzzi (si riconosce per laquila. Le ali le troviamo anche nelle onorificenze naziste); Mini (stesso discorso Guzzi. In pi il nome nel cerchio del perfetto divino); Nissan (somiglia a Mini ma anche alla Metropolitana Londinese); Yamaha (per i tre diapason, dove la Y simbolo di trinit come per Mercedes); Husqvarna (si fregia di una H, idem Honda, contenuta in uno scudetto stilizzato che sulla sommit riporta una corona a tre torri); Subaru (mette in mostra un'ellisse raffigurante un perpetuo e allucinogeno moto, contenente 6 stelle o croci). Una curiosit: il prototipo della storica Vespa, si chiamava MP 6, quindi 12 (o Mefistofele) + Pater + 6. I nomi dati ai veicoli, seguono lo stesso principio di esaltazione paranoica, e nascondono un ossessivo richiamo agli ispiratori. Nel 1922 per battere un record di velocit, Ernest Eldridge modific una Fiat SB4 e le diede nome di Mefistofele. Altre Fiat inneggianti al dominio furono la Tipo 1 ma anche il nome Punto ha precisi riferimenti: osservate i puntini evidenziati nelle scritte "mobile" (Poste) e "Wind". La UNO non ha bisogno di spiegazioni, e ormai, se mi avete seguito, nemmeno 500 (5 + 0 + 0), STILO, MAREA, PALIO, DUCATO, FIORINO e via di questo passo. La Multipla, sui montanti dei finestrini mette in mostra un bel 6 per, ricordare i posti a sedere (!) Secondo la Bibbia, il serpente Satana, propose la mela ad Adamo e alla compagna Eva. La casa discografica Apple, non solo fa esplicito richiamo alla mela con il nome ma la ripropone anche nel logo. Genialloyd ci allerta con un

Pagina 77 di 124 marchietto tondeggiante di colore arancio, nel quale una specie di omino stilizzato (sembra in realt una croce), ci riporta a quanto gi detto per lacqua Vera. Star Casin esibisce lennesima stella a 5 punte. Particolarmente interessante Indesit, poich si rappresenta con un logo, somigliante al simbolo di acceso/spento, presente su tutti gli apparecchi elettronici. Whirlpool, sopra alla W, espone una doppia spirale. REX elettrodomestici parla da solo con le lettere, oltre che con il significato di regnante. LG ci ricorda le iniziali di Lucifero e Geova che nel marchio, sono in realt invertiti (non sia mai che un poppante si prenda pi meriti del navigato genitore), con la G che contiene la L. Poi, abbiamo il fabbricante darmi Beretta: poteva forse fuggire alla regola? Si presenta con tre frecce (ricordano il tridente di Satana), interessate da altrettanti cerchi (stesso significato degli zeri) ma il circolino di mezzo, circonda le piume (che sono 6!), pertanto, la guida della freccia! SAI assicurazioni ripete quanto gi fatto notare per altre sequenze analoghe, con S = Satana, A = principio e origine dellinganno, I = imperatore del mondo. In perfetto stile satanico, anche il marchio Bayer. Lo affermano le lettere, il circolo nel quale sono contenute, i colori di questo e in particolare quellincrocio di parole centrato sulla Y di trinit. Anche se pochi (immagino) si sono piegati al "siero della verit", per curioso che sia chiamato PENTOTAL. E' una parola "composta" che indica (PENTA + TOTAL) "totale stretta tra cinque artigli" ... Che dire invece delle icone che troviamo sugli imballaggi degli elettrodomestici, per suggerirci come trasportarli? Osservando attentamente la targhetta a lato, potrete accorgervi che esprime una vera e propria dichiarazione di possesso, potere e controllo sullumanit. Un'insegna simile, avrebbe benissimo potuto campeggiare sullentrata del ghetto degli schiavi nell'antico Egitto. Credo che molti saranno in grado di decifrare da soli i significati ma nel caso qualcuno si senta incerto, ecco la traduzione. La prima icona ci mostra il sistema di potere, il numero 11 o doppia colonna (vedremo pure al prossimo capitolo), corrispondenti alle due entit, anche notificate dai due triangolini sovrastanti; la seconda ci dice che il cubo del disegno, poich mostra tre lati visibili, la rappresentazione della trinit, protetta e ispirata dalle mani del dominatore; la terza, serve a non farci scordare che tutto il mondo sotto lombrello del dominio; la quarta, con il numero 5 (sottolineato pure da una riga orizzontale che ne accresce il significato di dominio asfissiante, come sotto alle colonne), ci rammenta, ancora, che siamo nel pugno di chi domina. Le icone in numero di 4, significano concretezza dellinganno, ma possono intendersi come 2 + 2, o come 1 + 3, quindi, con significato di dominio di un dio fasullo che si esprime attraverso la perfezione della trinit. Le targhette che accompagnano i prodotti in commercio, sono immancabilmente colme di significati occulti. Tutte ci ricordano con una e (quinta lettera dell'alfabeto) di una "vita sotto il controllo dai loro (5) artigli" ma in questo caso, a rafforzare i significati di valore ostile, anche quel 12 M (6+6 e Mefisto). Il colpo di genio tuttavia, espresso da una particolare A di Angelini, evocante il triangolo (al quale manca solo l'occhio) e il tronco di piramide che appaiono sull'ONE Dollar. Significati opprimenti, si scorgono pure dalla successione di simboli allegati al materiale riciclabile. Osservando la prima icona formata da tre (!) frecce. Potete accorgervi che al centro forma il triangolo dal quale siamo amministrati. Subito dopo, una C (3) e una E (5) che asseriscono sommessamente e invisibilmente il governo di una trinit e la micidiale stretta tra 5 possenti dita. A seguire, la linea posta sotto al bidone della spazzatura che ha lo stesso significato di quella gi descritta appena sopra. E' altrettanto inquietante, anche quel cerchio occupato da due frecce in rotazione, significanti il loro infinito e perfetto avvicendarsi attorno a una sola origine. Poi, appena percettibile, la R cerchiata di "Marchio Registrato", con la quale viene riaffermato il potere di un "dio padre con la coda". Passando brevemente alle benzine (potevano mancare alla rassegna?), significativo che in chimica, la molecola del BENZENE (al Capitolo 13, SIAMO TUTTI KAMIKAZE, accenno ai problemi creati da questo pericolosissimo additivo), sia rappresentata con l'esagono. Ma divertitevi pure a scandire SHELL; TOTAL; ESSO; ERG, IP ecc., e saprete da chi sono controllate. S - HELL poi, non solo ci dice palesemente che l'inferno un prodotto di satana ma che disponibile a tutti, anche grazie alle benzine. L'ENI invece, ci mostra l'inganno del sistema con un cane che dovrebbe rappresentare il migliore amico dell'uomo, se per non si distinguesse per alcune particolarit: per prima cosa, sputa una fiamma. E' quindi un drago e, appartiene alla stessa famiglia del BISCIONE che tiene in bocca un uomo, simbolo di Milano e dell'Alfa Romeo. E' quindi un finto amico dell'uomo, e si capisce pure dalle sei zampe, numero simbolo di potere e, di sfruttamento delle nostra risorse. Anche i colori e quellE N I, ci dicono da chi siamo dominati.

Pagina 78 di 124 Chiuso il discorso "trasporti" volgiamo un occhio verso la politica. Naturalmente, che supporto essenziale della stratosferica bidonata, si capisce (anche) osservando i simboli dei partiti. Accanto, alcuni dei tanti, tra i quali potete cogliere svariati richiami del sistema. In primis la forma circolare ma anche stelle, V, soli, tricolori, fiamme e tant'altro. Abbiamo anche un PD (= Pater Demonio), mentre il PDL (non in foto) aggiunge l'iniziale di Lucifero. Bossi addirittura ci propone il "Fiore della Vita" (a 6 petali!) che rappresenta la dea Tanit, quindi un demone, poich legato alla figura di Lilith, della quale accenner in seguito. Non si dimentichino poi, i partiti che espongono la rosa rossa (non in foto), simbolo della potente setta dei Rosa Croce. Pu invece sorprendere, che pure lassociazione degli alpinisti porti il marchio del dominio ma la targa accanto, non lascia dubbi. Linganno insomma, di proporzioni a dir poco enormi, tant' che a risentirne sono persino le parole di pi comune uso. Addirittura, il significato dei simboli si pone sopra le svariate lingue del pianeta, risultando leggibile a tutte le latitudini. Si scopre, analizzando la parola SI e lequivalente in altre lingue YES, DA, YA, OUI, ITA (in latino). Ciao, Ave, Bye, Salve, Om Sai Ram (saluto caro ai devoti di Sai Baba), OK, ad esempio, sono alcuni dei tanti inni al dominio camuffati, in questo caso, da espressioni di saluto o assenso. Per rendervene conto, dovete solo scandire lettera per lettera. Pure la parola Amore = AMO (il) RE (amo il padrone), esprime tutto l'inganno. Siete di Roma o di Milano? Che cosa cambia? Scandendo le parole capirete di chi siete preda Volete fuggire da questa realt? In che direzione? A Nord, Sud, Est, Ovest (o West)? Fate attenzione a cosa vi dicono: dovunque andrete, troverete linganno, Satana, linfinito divino potere che vi afferra nella sua stretta senza scampo ... Rimarrete nella morsa dei suoi 5 artigli, anche ascoltando le NEWS del telegiornale Vi sentite in trappola e lanciate l'S. O. S.? Ma a chi, in realt lo state inviando? A SATANA. ALL'ESSERE CHE GOVERNA OGNI PALPITO DELLA NOSTRA ESISTENZA Il linguaggio cifrato dei segni talmente espanso e infiltrato, che persino nei nomi di battesimo delle persone, s'insinua lo stesso assillante e velenoso alito del dominio. Al punto che quanto vi ho elencato soltanto una briciola di quel che ci parla del governo sullumanit, e costituisce una traccia dalla quale iniziare a tradurre in realt provata, linganno del quale siamo oggetto. Pur essendo solo un accenno, spero induca a guardarvi attorno con occhi diversi, fino ad accorgervi che di quanto non abbiamo il minimo sospetto, invece, nella trama pi fitta e profonda della vita umana, e talmente esteso e dilagato da costituire latmosfera che respiriamo ad ampi polmoni, da quando veniamo al mondo, fino a quando lo lasciamo. Spero vi dia prova di come la societ, sia stata costruita attorno alle perversioni di queste deliranti menti, e solo per la loro massima soddisfazione. Che nessun umano ha mai tenuto i piedi in casa propria ma in un serraglio creato per essere allevato come BESTIAME, e per farne quello che a LORO SERVE. Che questo non mai stato il mondo degli umani ma il LORO MONDO. Che dunque, viviamo con la ragione capovolta, facendoci guidare da ci che quotidianamente si prende gioco della nostra infinita imbecillit. Senza sospettarlo, perch ci siamo creati labitudine al delirio e questo, come cancro, si propagato nelle nostre cellule. Perch da sempre siamo preda di febbri da metastasi, al punto di credere "NORMALE" LA MALATTIA. Sono certo che alcuni di voi avranno la forza di rimettere tutto in discussione, ma altrettanto sicuro che altri, vittime dell'infernale illusione, disapproveranno. So che la realt fin qui prospettata, dal saccente-medio sar rifiutata e che persino, accoglier quanto presentato con facili battute: Questo qui, vede gli asini volare! I simboli sono talmente interpretabili, che tutto potrebbe essere tutto . Quindi, nulla. E' ci che mi aspetto, perch se il mondo non straripasse di ebeti e coglioni, non ci troveremmo in una collettivit furiosamente votata all'annientamento. Se cos non fosse, non ci scanneremmo gli uni con gli altri; lo stadio dell'incoscienza lavremmo gi superato e le parole che state leggendo, nemmeno esisterebbero. Quelli che fidando nella loro "arguzia" e nelle "traboccanti convinzioni", sono cos babbei da pensare che sia io ad avere una visione irreale, di certo, nemmeno possono capire che se il significato profondo fosse anche a loro comprensibile, vorrebbe dire che non esiste pi alcuna via di scampo.

Pagina 79 di 124 Capitolo 17 IL NIDO DELLE SERPI Passati 21 anni dallinaugurazione della prima loggia massonica ufficiale, nellanno 1738, papa Clemente XII, in una lettera apostolica, si pronuncia per l'interdizione dei cattolici che appartengono a qualunque titolo a un'associazione esoterica. Nel 1751, papa Benedetto XIV emana la bolla Providas, norma di diritto canonico che introduce la scomunica per preti e cattolici affiliati alle massonerie. Bench tali prese di posizione siano riviste e abolite da Giovanni Paolo II, la Chiesa si esprime in modo critico contro le societ massoniche, perch nello spirito, considerate incompatibili con la stessa dottrina del cristianesimo. Abbiamo per visto, come le parole vengano usate per renderci ciechi di fronte alla realt. Abbiamo anche visto attraverso la simbologia, che il potere terreno uno solo e imperversante, e dunque, ci si deve innanzitutto porre una domanda: perch, se potente, falso e infido, non dovrebbe ingannarci attraverso la sceneggiata di un'istituzione dedita alla cura delle anime? Se da un lato si pu credere che una congrega di massoni, si sia tanto evoluta da poter: "Sovvertire la religione cattolica, non col ragionamento, ma unicamente pervertendo i costumi, dall'altra, proprio una serie di riscontri, conferma che si trattato di una recita. Basta ricollegarsi alle ere passate del cristianesimo, per accorgersi che a dare retta alle loro parole, ci si trova a camminare tra ortiche e rovi e, si finisce pure per rotolarvisi dentro. A presentarci le cose in modo ben diverso, ad esempio, la storia nella quale si narra la costruzione del pi grande Tempio di Gerusalemme. Si racconta che re Salomone ordin (pertanto non lo implor in ginocchio) il tempio, al bravo fonditore e artista del bronzo Hiram Abif. Si racconta pure che Abif, da bravo massone, conoscesse rituali occulti ma che re Salomone, fosse il pi grande mago del tempo e capace di evocare i demoni (dai quali otteneva suggerimenti e forza), grazie a un anello con impressa una stella a 6 punte, che portava sempre al dito. Accanto un'antica raffigurazione (l'anello invece, era privo di segni aggiunti) della stella, usata in vari cerimoniali esoterici, nella quale si distingue quella specie di 1 caratterizzante l'occhio di Horus, ricollegabile a quanto gi mostrato in precedenza. Salomone apprese l'arte di tenere contatti con forze demoniache (l'arte dei dominatori) dal padre David, mago altrettanto potente, al quale si fa risalire l'origine dell'anello. Infatti, risaputo che i "muratori" come Abif, anche se con poteri pi limitati dei sovrani, siano sempre stati a conoscenza di "arti magiche", perch erano tramandate insieme all'arte muratoria. Guarda caso, proprio stirpi di MURATORI, hanno progettato e edificato le cattedrali dellimpero cristiano su commissione della chiesa. Se i capi del Vaticano fino all'altro ieri hanno tenuto a servizio la tanto biasimata massoneria, significa che hanno la stessa anima dei re David e Salomone, altrimenti, non avrebbero mai mischiato il sacro con il sacrilego, e voluto i "muratori dalle conoscenze occulte" per costruire le chiese. Se nel passato le cose sono sempre funzionate in tal modo, dobbiamo davvero credere che adesso i rapporti siano mutati? Vogliamo poi credere che il Vaticano fosse tenuto sotto scacco da muratori (architetti e pittori) come Michelangelo, Raffaello, Leonardo da Vinci e altri innumerevoli artisti che, "casualmente", ci sono sempre raccontati, sorvolando sul fatto che erano massoni? A confermare che nel profondo nulla cambiato, e pure che i disaccordi tra massonerie e Vaticano sono recite di comodo, gli stessi discorsi dei papi che esprimono e affermano: "L'esigenza di elaborare un NUOVO ORDINE MONDIALE politico ed economico". ALQUANTO STRIDENTE TROVARE LE DUE NEMICHE SULLA STESSA LINEA DI PENSIERO, ADESSO COME UN TEMPO. E le congreghe, bench dichiaratamente ostili, ancor ora impegnate a esibire simboli (accanto un'immagine di come si rappresenta l'influente "Ordo Templi Orientis" e quello dei "Rosa Croce") del cristianesimo. Ancora una conferma che la chiesa il fulcro di un mastodontico inganno, quei 112 MASSONI VATICANI, messi in luce dal giornalista Mino Pecorelli. Che i religiosi fossero iscritti alle logge massoniche, non ostante la posizione contrastante della chiesa, fornisce (se proprio ce n' bisogno) lennesima prova che dictat e regole, in seno allo stato pontificio sono una finzione, utile a reggere una facciata ben dipinta di un sistema assai viscido. Mai nessuna scomunica o allontanamento dei religiosi coinvolti stata ordinata dai capi supremi. Semmai, si assistito ad atti di protezione nei confronti dei massoni religiosi, come avvenne con Marchinkus, per mano di papa Paolo VI. In quella lista risuonavano i nomi (poteva mancare?) di Casimir Marcinkus (matricola 43/649); monsignor Donato De Bonis (braccio destro di Marcinkus e matricola 321/02); Segretario di Stato della Santa Sede, cardinale Jean Marie Villot (matr. 041/3); il Ministro degli Esteri della Santa Sede, monsignor Agostino Casaroli (matr. 41/076); Nunzio

Pagina 80 di 124 apostolico in Argentina, Pio Laghi (matr. 0/538); direttore di Radio Vaticana, padre Roberto Tucci (matr. 42/58); vicedirettore de Losservatorio Romano, monsignor Virgilio Levi (matr. 241/3); direttore di Civilt Cattolica, padre Giovanni Caprile (matr. 21/014), pi quei due in foto e tanti altri Ci che emerso da quei retroscena, ancora pi incredibile: allinterno del Vaticano, nel SANCTA SANCTORUM ESOTERICO, NELLA SUPREMA SEDE DELLA STREGONERIA MONDIALE si sempre svolta una spregevole e vergognosa lotta intestina tra due correnti ideologiche. Anche ai vertici le 2 colonne, alias 2 stelle, alias 2 chiavi, alias 2 colori hanno prodotto e producono, divisione e conflitto, lotte di potere e astio!!! Pi precisamente, si affrontano la fazione integralista dell "Opus Dei", e quella moderata denominata Mafia di Faenza (!!!). E' il caso di chiedersi: se quest'ultima, con un simile marchio distintivo definita moderata, cosa produce quella integralista? Alcune fonti citano lOpus Dei come setta, e pertanto, come elemento cattolico di collegamento con la massoneria. Non credo sia cos, altrimenti, gli iniziati della corrente moderata della Mafia di Faenza, quale interesse avrebbero a farsi tesserare? Ci, a mio avviso, lascia trasparire che nemmeno all'interno di queste due correnti in contrasto, si configurino i veri capi. Poich il dominio persegue un solo e unico scopo, ancora una volta, si tratta di filtri. I PATRIARCHI cui alluse De La Ferriere, con la frase riportata nel capitolo 9, LA CHIESA OCCULTA, non hanno tessera non ne hanno bisogno. Dirigono i tesserati dallo stesso palazzo Tuttavia, mettendo in luce gli affiliati, Pecorelli avvicin l'opinione pubblica al Vertice Iniziatico Universale, posto sopra alle Logge, ai Templi, ai Grandi Orienti e Riti. E fu sufficiente quest'affronto per decretarne la morte, perch: CHI PU RISVEGLIARE, DEVE ESSERE ELIMINATO!. Ad appesantire ulteriormente un quadro assolutamente greve, fu anche don Luigi Villa, che formul precise accuse contro il papa buono, com'era chiamato Giovanni XXIII (era il caso di specificarlo? Non dunque implicito che un papa sia buono?) e Paolo VI, di appartenenza alla massoneria. Accusa estesa a cardinali e vescovi che pi si adoperarono per un nuovo indirizzo del Concilio Vaticano II. Tanto per intenderci, quello che produsse il Tempio della Comprensione, con sede nella cattedrale presbiteriana di St. John de Divine e pure in quel Palazzo di Vetro "benedetto da Dio". Alcune prove sostenute da don Villa, erano rappresentate da un bassorilievo sul portone di bronzo della basilica di S. Pietro, raffigurante Paolo VI. Sul dorso della mano sinistra (quella che in oriente viene definita "impura"), era incisa una stella a 5 punte, ma poich rese troppo evidente cosa cova all'interno della chiesa, venne in seguito cancellata. Tuttavia, rimangono visibili nel sacello della madre di Giovanni XXIII, in quel di Verolavecchia (VR), alcuni simboli massonici: squadra e compasso, sovrastati da un triangolo (!). Se da una parte le parole forniscono pericolosi effetti soporiferi, dall'altra per fortuna non ci mancano riferimenti, e ulteriori dettagli confermano forti e indissolubili legami tra la chiesa che si definisce avversata dal male, e il male stesso. Ancora molte cose dimostrano che quel male, non risulta per niente in procinto di assalire rabbioso le religioni ma piuttosto, che da queste inizia il cammino, per circuirci biecamente attraverso un abile e vile spettacolo d'illusionismo. Una dimostrazione di come facilmente ci si lasci ingannare, si ottiene da ci che abbiamo sotto gli occhi. Solo losservazione di quanto edificato, avrebbe dovuto renderci sospettosi. Ges per primo, non ha mai voluto chiese e cattedrali e mai detto che a Dio servono. Una casa per Colui che tutto e dovunque, inoltre, non ha il minimo senso. Chi le ha volute, lo stesso che ha il controllo sul sistema monetario. Costui, avendo una perfetta conoscenza dei lati deboli dell'umanit, sa perfettamente che uno spettacolo teatrale e d'illusionismo, per essere efficace, richiede platealit e accattivante scenografia. E' questa la vera ragione d'esistere delle costruzioni religiose. Proprio tali strutture, rappresentano i primi e pi smaccati segni di questo ingannevole spettacolo, concepito per raggirare la buonafede della gente comune attraverso l'esteriorit. Edificate, per farci chinare al cospetto di chi

Pagina 81 di 124 domina, certamente, ma nient'affatto di chi ha creato luniverso Per nulla volute da un Dio autentico ma da un finto e delirante dio, il cui potere limitato alla Terra e appunto per tale motivo, presuntuosamente e spocchiosamente lo esibisce. Sono i luoghi di raccolta delle genti dai quali si propaga lipnosi e si espande il condizionamento che impedir alle anime di elevarsi. I campanili per primi simboleggiano lo scettro del comando e del potere al pari delle steli, come anche il numero 1, il principio di tutto e il volere sopra ogni cosa. Si riferiscono a "quella, figura divina, a quel che esiste e non si vede, ma sarebbe meglio dire, che non si mostra ma si rappresenta. Quanto detto si coglie anche dai particolari dalla foto accanto. Nel caso abitiate in Liguria, o in quelle zone non vi siate recati solo per fare il bagno, avrete notato che molte chiese hanno le pareti esterne a strisce orizzontali, chiare e scure. I colori contrastanti, sono la rappresentazione delle solite due figure appartenenti allo stesso piano. Raffigurano Satana e Lucifero. Mentre landamento orizzontale, significa oppressione o negazione, come fatto notare per le linee del secondo tempio del 50 Euro. Tali linee le troviamo pure sulle bandiere di alcuni stati. Non nemmeno inconsueto, che alcune di quelle chiese vi accolgano con due leoni. I feroci animali della foto invece, sono a guardia della basilica di Santa Maria Maggiore in Citt Alta a Bergamo. Questi sono allentrata posteriore ma anche le altre (principale e laterale) sono custodite dalle fiere. Osservate attentamente: le colonne sorgono addirittura dalla schiena delle bestie, a significare che sono esse i veri pilastri della fede. Si osservino pure le colonne posteriori ai leoni. Queste sono supportate da due umani, piegati nello sforzo, mentre i leoni non patiscono alcun peso, a significare che sono un tuttuno con colonne e edificio. Quegli umani, ci stanno facendo lo stesso discorso del secondo tempio del 50 Euro, mentre i leoni, ci parlano esattamente come quei due del solito (ormai) stemma del Regno dItalia, fieri nel tenere tra gli artigli la croce che governano. Si tratta di rappresentazioni ossessive che (i leoni delle foto a sinistra, li potete osservare nel Duomo di Milano) marchiano quasi tutte le chiese. Altro consueto quanto mal interpretato e addirittura ignorato "simbolo di dominio", la croce. E uno dei pi antichi, risalente a molti anni prima della nascita di Ges, in uso nelle fedi pagane di molte comunit, pertanto non legato alla cristianit, bench questa lo abbia ereditato come d'altronde, molti altri. La croce nuda e la croce con le fiamme di luce (radiante) compare addirittura, in molte tavolette (foto accanto) incise dai Sumeri. Di l da ogni significato attribuito per comodo e condizionamento, la croce racchiude un messaggio che sempre e comunque di ostruzione e negazione. Esaminiamolo meglio: lemblema composto da due elementi, uno pi lungo in verticale, laltro di traverso in orizzontale. Quello in verticale, simboleggia una linea di congiunzione tra terra e cielo, e non viceversa, perch siamo noi umani che ci dobbiamo elevare. E' quindi da intendersi come la via della crescita spirituale, o via dellevoluzione, e pertanto, va letta dal basso verso l'alto. In questo, ci ricorda la trama di fondo del 1 tempio del 50 Euro, formata da linee verticali. Ma ci dice che tale via, ostacolata, impedita o negata dallelemento orizzontale. Questo, infatti, si pone a sbarramento, richiamando in questo caso, le righe della trama del 2 tempio del 50 Euro e quelle sulle pareti esterne di molte chiese. 2000 anni fa, servita per togliere la vita, quindi negare quella dei condannati, ed rimasta a simbolo di una fede religiosa. Se anche non pagate con la vita (a volte anche con quella), quantomeno l a dirvi: "Io, padrone della Terra, con questo simbolo attesto di impedirvi di vivere, di essere liberi, di pensare, di evolvervi, di star bene, d'essere felici". La croce simboleggia la nostra condanna a una condizione terrena di sofferenza. Ecco perch adottata come simbolo anche da ospedali e farmacie. Quest'ultime, pure "valorizzate" dal serpente Quella scritta evidenziata sul Dollaro: Il Nuovo Ordine nega la perfezione celeste, pesa come un macigno e, lega strettamente con il simbolo della croce. Se non vi basta, poich nello studio della simbologia, come gi detto, ci s'imbatte spesso in varianti dallo stesso significato, essendo per lappunto un incrocio, il simbolo del cristianesimo pu valere quanto una X ruotata di 45. Ebbene un tempo, le guardie incrociavano le lance per sbarrare la strada a indesiderati. Similmente a quel gesto, significa: fermo; alt; quindi, simboleggia "Negazione". Insomma, non scomodate significati esotici e piuttosto, chiedetevi con quale segno depennate una breve scritta: facendovi sopra una croce Ecco, il simbolo della croce ha lo stesso valore di quel tratto sopra una scritta. Noi siamo la scritta "umanit". Se siete credenti inoltre, ponete attenzione a come vi fate il segno della croce: partite dalla fronte e scendete al petto, mentre lelemento verticale della croce, va letto dal basso. Anche questo gesto evidenzia il messaggio opposto. L'inganno.

Pagina 82 di 124 Della stessa famiglia pure la svastica gi adottata come simbolo dai poteri religiosi che hanno operato nelle ere passate. Si tratta quindi di un emblema antichissimo ereditato dalla chiesa. Ha il medesimo valore d'un tempo, allo stesso modo di altri di dominio, poich "IL POTERE" agisce principalmente attraverso essa da due millenni. Riprendendo la forma della nostra galassia e il suo moto di rotazione, simboleggia ci che si perpetua, ci non ha n inizio n fine, come rappresentato dalla lettera O. In tal caso per, si unisce a quanto gi detto per la X e la croce latina. Croci uncinate come quella della foto, le potete vedere nella chiesa di Sant'Ambrogio a Milano, e pure a Ravenna. Non si dimentichi che la svastica fu l'emblema della Germania nazista, mentre quella a estremit allargate detta "patente", l'ereditarono i Templari. Questa fu anche simbolo della macchina bellica germanica del primo conflitto mondiale e ancor ora adottata sui mezzi militari tedeschi. Con piccole varianti di foggia, la croce classica, diventata il marchio del Ku Klux Klan, ma la troviamo esibita sulla bandiera dellAustralia, dellInghilterra, Islanda, Svezia, Grecia, Svizzera e altre nazioni. Se ancora vi sembrano casuali i legami tra massoneria e chiesa, osservate la croce qui a sinistra e confrontatela con l'impugnatura sottostante, di una tipica spada massonica. Potete cogliere la parentela, dalle estremit trilobate riferite alla trinit ma anche dalla stella a 5 punte all'incrocio dell'elsa. Che sia figlia del "sistema" che esibisce la croce come suo simbolo, lo potete ricavare anche dalle immagini successive. Osservate attentamente cosa contiene il rosone. Al centro di una targa ritroviamo la doppia croce, detta patriarcale o di Lorena, dalla quale (lettura dal basso) possiamo ricavare che l'opera di prevaricazione sul genere umano, perpetrata da due entit, poste su una scala gerarchica. Sopra, ancora una stella a 5 punte, anchessa giallo oro, marchio di garanzia del controllo satanico !!! Ma non tutto. A lato, 2 gigli che avendo 3 punte simboleggiano i triangoli di perfezione. Lo scudo poi sormontato da una tiara papale, sulla quale vi sono due particolari croci, formate da losanghe (significato gi spiegato), ai cui angoli sono poste delle semi sfere. Nel complessivo le semi sfere sulla tiara (mi sono preso la briga di contarle), sono 56. A cifre unite, il numero della guerra e degli scontri sanguinosi, ma possiamo leggerlo a cifre separate e avere lo stesso un responso per noi negativo Ai lati, una croce e una spirale, la prima simbolo di condanna e la seconda di vortice vizioso, nel quale il sistema ci attira per inghiottirci. A completare lopera e a contenere il tutto, il rosone circolare che simboleggia il cerchio di perfezione (idem lettera O), del divino e infinito potere. Questo viene anche simboleggiato da un sole, similmente a quello che splende dietro al triangolo dellOne Dollar. Sole che molto spesso potete trovarlo raggiante, dipinto sulle volte o sopra allaltare principale. Il rosone appena descritto, si trova sopra al portone dentrata del duomo di Bergamo alta, mentre la targa di foggia simile, nella foto adiacente, domina sullentrata della chiesa di San Lorenzo Martire, in un paesino appena sopra a Calolziocorte, nei pressi di Lecco. Anche questa va osservata attentamente. Qui si pu meglio notare la forma a piramide (o triangolo) dellarea argento che contiene stella e croce patriarcale, e pure da cosa contornata la targa. Si tratta di fiocchi posti anchessi a formare due piramidi, e in numero di 6 per lato. Quindi, 6 + 6 (!). Se non abitate troppo distanti vi consiglio di correre a vederle di persona, prima che si affrettino a farle sparire campando qualche santa scusa". Non meno interessanti, i particolari della foto a sinistra, scattata in un tempio ebraico in Palestina. Riporta una sequenza di simboli a riferimento del sistema dominante, di particolare interesse, perch difficilmente si trovano raggruppati. A partire dall'alto, abbiamo la classica croce, dalla cui base si alzano due spirali, che ritroviamo spesso scolpite sui capitelli; poco sotto, il sigillo di re Salomone (o stella di David), racchiuso nel cerchio, simbolo d'infinito o di disco solare, che s'interseca con l'anello sottostante (due menti egemoni unite nelle intenzioni), che racchiude la svastica;

Pagina 83 di 124 sotto di questa (ne parlo tra breve), uno dei simboli di Lilith (due falci di luna contrapposte che accennano al sesso femminile), come potete vedere nell'immagine. Le chiese, se osservate con molta attenzione, sono una continua sorpresa. Vi siete accorti, di quanto spesso a ornamento, vi siano scolpite teste di animali impressionanti, proprio dove tutto dovrebbe parlarci di serenit? La risposta semplice: perch la realt un grande inganno, e sono l a raccontarci che tutto ha lo scopo di farci cadere prede di quelle fauci. La chiesa racconta di volerci accogliere amorevolmente ma ha, invece, la funzione di divorare le nostre anime. Quegli animali, servono a ricordare a chi sa, la realt negata alla massa. Nella foto accanto, due di quegli fiere, riprese su una facciata laterale del Duomo di Milano. Ma guardate cosa rappresentato in mezzo alle due: ancora una testa di leone. Appena sotto al bassorilievo, quelle code incrociate che si riferiscono allocchio di Horus. Le abbiamo gi viste riprodotte, sull'etichetta della birra Menabrea. Se questi simboli sono allusivi, non raro imbattersi in altri espliciti. Nella foto a sinistra una testa di caprone (per rammentarci che quell'edificio di dominio del "Caprone"), ripresa su una parete della basilica di Santa Maria Maggiore di Bergamo Alta. Ha lo stesso significato del Baphomet (di fianco al caprone) che fa bella mostra, su una parete della cattedrale di Notre Dame a Parigi. Come altre cattedrali gotiche, stata eretta sotto la supervisione dei Templari e, infatti, lorigine della misteriosa figura, si fa risalire allepoca dei Cavalieri del Tempio. Furono loro ad adorarla e a farne nome. Ha per dei tratti in comune con divinit cornute, molto pi antiche, adorate in Egitto, nel Nord Europa e nellIndia. Tale divinit, la vedete rappresentata anche nella raffigurazione del 1894 a destra, di Abel Clarin de la Rive, con testa da caprone e mezzo corpo umano, dietro a Eva. Di Baphomet, trovate alcuni ragguagli qualche riga pi sotto, mentre ora vorrei porre lattenzione sulle due colonne. Hanno uno strettissimo legame, con il Tempio di Re Salomone, e al lavoro di Hiram Abif, cui il Re ne affid progetto e costruzione. Egli innalz davanti al vestibolo due pilastri bronzei, ognuno con una foggia diversa: a quello di destra assegn il nome di Boaz, allaltro di sinistra, diede nome Joakin. Perch non uguali? Assegnereste un nome a qualcosa che non significa nulla? Non credo. Infatti, rappresentavano due soggetti. Ebbene, de la Rive, che desiderava denunciare alcuni retroscena della massoneria, fa riferimento a quelle due colonne, siglandole con delle iniziali. La J corrisponde a Joachin, il figlio, cio, Lucifero, mentre la destra riporta liniziale di Boaz, quindi Ba al, quindi Belzeb, quindi Satana, quindi, il genitore. Rammentate, secondo la chiesa, chi siede a destra del Dio padre? Non sorvolate su questo dettaglio !!! Ancor ora le colonne simboleggiano le 2 figure, anche rappresentate da due leoni, alle quali lumanit non pu sottrarsi. Queste in genere esibiscono anche un'altra peculiarit: si osservi il particolare dei capitelli ripresi in un paio di chiese in Brianza (una di Capriano e laltra, di Veduggio). Anche se a noi appariranno comunissimi, sono scolpiti per ricordare le corna di un caprone o 2 spirali (ossessivamente 2), alle quali fa il verso, il disegno stampato sul 5 Euro. Quel particolare, ci racconta che in quel circuito ci tramutiamo in topi, costretti a vivere su una ruota (concetto sostenuto anche dallo zero) e destinati a correre allimpazzata senza mai approdare a nulla. Per quanto ci daremo da fare, rimarremo senza via duscita e senza sbocchi. Smarriti. Anche i bastoni pastorali con sommit a spirale, nelle mani di due papi, affermano lo stesso significato di circuito involutivo, privo di via duscita. Si tratta di dettagli ma proprio la superficiale attenzione a questi, ci che rende grulla la massa. I simboli del potere terreno, di controllo e condizionamento visibili esternamente, non mancano mai e le foto di contorno documentano quanto detto in modo eloquente.

Pagina 84 di 124 Ed ecco cosa si vede sulla facciata di un paio di chiese in Brianza (una di Capriano e laltra, di Veduggio). Dietro la testa di bassorilievi raffiguranti Mos, in luogo dellaureola, fa bella mostra un triangolo! Naturalmente, ha lo stesso significato di quello del Dollaro. In un'altra foto, si pu osservare una cornice recante tre sfere e un leone al centro. E' posta sopra al portone dentrata della chiesa di Veduggio in Brianza. Di primo acchito sembrerebbero semplicemente di ornamento ma ogni sfera simboleggia la perfezione e ha quindi lo stesso valore del numero 6. E come se su quella cornice vi fossero posti un 6, pi un 6, pi un 6! Quel numero per, non sempre simboleggiato dalla sfera (al pari di quelle poste sulle colonne della Loggia massonica a destra) e talvolta rappresentato da una stella. E quanto si osserva nel bassorilievo di un Cristo in croce riportato a sinistra, visibile sulla facciata destra del Duomo di Milano. Sotto il vertice, alla base del grosso supporto da cui si allunga la croce, quell'emblema a 6 punte che si potrebbe interpretare come stella marina. Ma, a Milano il mare che cosa centra? Simboleggia piuttosto, in modo ambiguo il 6, contrassegno di perfezione, del padrone della Terra. Lo stesso vale per il rosone incorporante una stella a 6 estremit, visibile sulla facciata anteriore del duomo di Monza. Esprimono lo stesso concetto del sigillo di re Salomone. Parimenti a quanto si vede esternamente, ci che le case del Signore contengono, non per nulla da meno, ma prima di descriverne le curiosit, date ancora unocchiata allimmagine a destra, al trono, e alla disposizione di simboli e oggetti all'interno della Loggia massonica. Somiglia fin troppo allambiente di una chiesa cattolica, perch a "essa s'ispira". Sul trono nemmeno mancano due croci intagliate e le tre punte del dominio. Una volta varcate le soglie delle case del Signore, ci troviamo a calpestare un pavimento a scacchiera, molto comunemente a quadri di colori opposti ( visibile sulla stampa di Abel Clarin de la Rive e ancora nell'ambiente massonico riportato sopra). Ci rammenta come per le chiese liguri e basilica di Santa Maria Maggiore di Bergamo Alta, la perenne azione della "dualit". Limpatto austero e spesso imponente, ha un fine psicologico e serve a metterci in soggezione di fronte alla grandiosit divina, che si rispecchia nelle cose su cui si posa lo sguardo. Ogni cosa ci ricorda dessere, proprio l, pi vicini ala potenza del Divino, e anche la propagazione dei suoni ci fa sentire piccoli. Oltre che dallatmosfera, la sensazione ci trasmessa dai dipinti e dagli affreschi, dalle vetrate e dalle luci che da esse penetrano, dagli odori d'incenso e candele, dai rumori sommessi e lontani. Camminando vicino gli altari laterali delle chiese pi grandi, ci s'imbatte spesso nelle raffigurazioni della morte, che serve a metterci in soggezione, ed l per impaurirci, farci sentire bisognosi di aiuto evangelico, di maggiore comunione con Dio, misericordioso nei nostri confronti, di aiuto da parte di chi ne fa le veci in Terra, e pu avvicinarci allAltissimo Non mancano quasi mai immagini macabre e anche teschio e ossa, compaiono spesso sui bassorilievi. Ricordano il simbolo dei corsari e, uno dei tanti della massoneria. Ops: volevo dire del dominio. Altra scritta ricorrente PAX ma non vuol dire pace Ci mancherebbe! Per uno stato pontificio che va in guerra poi, suona come un potente schiaffo nel silenzio di una cattedrale. Per avere unidea del vero significato, dobbiamo collegarci alla P di quel Pater Noster, alla A di principio divino e alla X di totale negazione. Di cosa? Ma della libert, della speranza, della coscienza, della vita. In una di queste foto, compare una strana combinazione di simboli, tra cui, quella che sembra una P, una A e un. La P in realt la Runa Thurs, del possesso e dellimposizione del rispetto ma guardate con quali altri significati si accompagna. Sotto la Runa, lincrocio (o croce di S. Andrea, giusto perch priva delle appendici della svastica), con il significato gi detto pi sopra (nellinsieme, stessa conformazione della croce a 6 lobi, della Croce Rossa). Accanto, una A, a rammentarci il divino primo volere e un omega, anchesso gi spiegato nel precedente capitolo.

Pagina 85 di 124 Se avete fatto tesoro di quanto gi ampiamente detto, non dovrebbero pi essere avvolte in significati oscuri, quelle scritte INRI e IHTS che spesso si trovano intagliate sui crocefissi. Nel caso non siate freschi, vi vengo incontro con la traduzione: INRI equivale a I = principio divino; N = 13 lettera dellalfabeto latino classico, con significato di tradimento; R = P di Pater con laggiunta della coda (occhio di Horus) e, ancora I. In IHTS invece, si aggiunge una H corrispondente al numero 11 unito da una barretta, e una S di Satana. Non si scappa e, tutto ci riporta a una realt che non vogliamo vedere. Se si tengono gli occhi aperti, se ne vedono davvero delle belle. Nelle mie gite tematiche e domenicale vagabondare per chiese, in quella di Sirtori in Brianza, ho potuto gustarmi un dipinto di straordinaria demenzialit: un Ges bambino seduto in una culla, i cui sostegni ai piedi del letto, sono formati dalle 2 torri (una variante delle due colonne) del regno. Sotto di questi, un serpente nellatto di mordere una mela, sul cui collo si posa una falce di luna con le 2 punte rivolte in alto. Dico che si posa, perch non pare per nulla nellatto di decapitare il rettile. Piuttosto, sembra ispiratrice, poich posata sul capo della serpe (non si vede sangue fuoriuscire dal collo), quasi a guidarne lazione o, ancor meglio, nellatto di proteggerlo. Si ponga attenzione al fatto che con la falce di luna calante, era rappresentata la luna nera, un piccolo e invisibile satellite terrestre, conosciuto con il nome di Lilith. Ma per la mitologia ebraica, Lilith fu un Demone femminile, anche raffigurato come donna alata e dai lunghi capelli, il cui corpo termina con una coda di serpente. Per i sincretismi attuati nelle ere, a mio avviso una figura unificabile alla dea della Luna Tanit, o Yarikh, la cui idealizzazione ora rappresentata dalla Maria Vergine che schiaccia il serpente. Non si sottovaluti quella luna dedicatevi a una panoramica delle bandiere degli stati, e di rappresentazioni di tale falce, avrete modo di trovarne molte. Anche, sullo stemma della Federazione Internazionale della Croce Rossa. Di lune, nella raffigurazione qui a sinistra del Baphomet che porta in grembo le serpi del caduceo - addirittura se ne osservano due, di colore opposto. Una di queste, quella bianca, si posa sulla testa del rettile. Nellaltra rappresentazione invece, pure riportato il nome Lilith, nel marchio distintivo di Baphomet. E' curioso osservare che sia rappresentato/a con seni femminili, e anche questo dettaglio sembra dimostrare che Baphomet e Lilith siano in realt lo stesso demone. Sulla misteriosa figura di Baphomet, sono state ricamate molte teorie ma la pi diffusa - che corrisponde con quanto affermato dalla massoneria riguardo alla gnosi - l'associa al significato di Padre della Conoscenza. Naturalmente, poich sto evidenziando un inganno, se quella figura ha i seni, semmai, sar "madre". Dato l'elemento inoltre, dobbiamo aspettarci che della "conoscenza", sia impegnata a diffonder una particolare versione. Si dice anche che Lilith, fosse la prima compagna di Adamo e questo particolare, aggiunto allinsistenza con la quale la figura si presenta come potente demone, mi fa addirittura propendere verso la teoria che possa essere la madre di Lucifero. Ancora con riferimento al quadro del Ges Bambino, altri dettagli da rilevare, sono costituiti dalle 12 (o 1 + 2) stelle a 6 (!) punte, contornanti una corona in tutto e per tutto uguale a quella dello stemma del Regno dItalia. Se spostate lattenzione sulla torre di destra (accanto ho riportato un particolare ingrandito del quadro), potete vedere altri simboli di potere, in quelle che sembrano delle insignificanti aperture o finestrelle. Due di queste, ricordano il simbolo di accensione dei comuni apparecchi elettronici. Non un caso. Un altro dettaglio davvero succoso rappresentato dalle ali degli angeli, uguali a quelle di Baphomet! Infine, guardate la mela tra i denti del serpente. La troviamo a simbolo di New York, di una casa discografica ma anche della Mac Intosch. Che cosa vorranno dirci? La prima, che quel contenitore di milioni di persone, per il dominio un prelibato frutto da divorare, la seconda, trasforma gli utilizzatori in mele da masticare e la terza , in torsoli. Ma eccoci davanti a quella che ritengo "la prova del nove" del grande inganno. Nelle chiese nemmeno raro vedere il simbolo pi rappresentativo e potente del sistema satanico: locchio, spesso racchiuso dallossessiva trinit rappresentata dal triangolo (a volte solo locchio o i raggi di luce), che scruta ogni nostro momento. E' proprio identico a quello stampato sul Dollaro, e a quello orgogliosamente esibito dal creatore della bibbia satanica, Aleister Crowley.

Pagina 86 di 124 Il primo della foto a sinistra posto ben in evidenza sulla volta della chiesa di Capriano (paesino della Brianza), mentre l'altro si trova sulla volta di un altare laterale della chiesa di San Gerardo a Monza. Quei segni, insieme a quanto visto finora, dichiarano l'inganno. Tutto ci sta dicendo, che la chiesa non coinvolta occasionale e involontaria ma piuttosto, assoluta protagonista e manovratrice del male sulla Terra. Il fatto poi che siano in bella mostra senza creare allarmismi prova una volta di pi, che lumanit vive abitualmente con il cervello spento! Avrei dovuto capirlo molto prima pure io, poich da ragazzino, nel periodo in cui mi trovai a bazzicare alloratorio della parrocchia, dopo aver assistito ad alcune proiezioni nelle quali appariva quel simbolo, sentii i preti affermare che quello locchio di Dio che tutto vede, e il triangolo, la rappresentazione della divina trinit, composta da padre, figlio e spirito santo. Ora, se seguissi quanto insegnatomi, dovrei credere che quellocchio sulle banconote da un dollaro, la rappresentazione schematizzata del creatore delluniverso, nonostante si sia sempre detto che il denaro dannato Quale amore per il Supremo da parte del sistema bancario, dovrei concludere! Per fortuna, da molto tempo ho gettato il manuale del bravo cattolico e con esso pure i bollini di merito per il paradiso, e libero di ragionare con la mia testa, ho formulato una risposta non condizionata. Cos non devo nemmeno convincermi che lo stesso simbolo (per la pessima riproduzione purtroppo, si riconosce appena il triangolo con l'occhio sopra alla piramide) qui accanto - ora misteriosamente scomparso - messo in bella mostra dalla DARPA (Defense Advanced Researc Agency degli USA), sia l'omaggio di unagenzia di guerra, a un vero Dio. Anche questo simbolo, una volta di pi, ci dice che dominare sul sistema monetario, avvantaggiando i ricchi a danno dei poveri, e governare sul sistema militare, non nello spirito di un Dio buono, onnipotente e creatore delluniverso, ma di un impostore. Tornando ai simboli visibili nelle case di Dio, viatico per la nostra salvezza, soffermiamoci sul San Pietro qui accanto, nellatto di benedire. Si osservino con attenzione le due dita alzate al cielo. Sono riferite ai due padroni del mondo, quindi, ancora a quei due. Nello stesso quadro s'intravvede un altro segno, talmente entrato nella consuetudine della simbologia religiosa, da non catturare nessuna curiosit: si tratta dellaureola. Si riferisce al disco solare del dio Ra, ma ha pure valore di "circolo perpetuo di perfezione" e, pertanto, d'influenza satanica. Stesso significato, l'aveva la tonsura, quel bollino rotondo praticato rasando i capelli della nuca, che fino a qualche decennio fa avevano tutti i preti. Purtroppo, si fa troppo poco caso a simili segni. Un'aureola rossa, la trovate al centro della bandiera giapponese. Interessante al fine di dimostrare che l'espandersi del controllo satanico, sostenuto dal sistema di culto, pure la porzione del monumento qui accanto, ripreso nel Duomo di Milano. Si pu vedere unaquila Imperiale (la stessa che domina sullinsegna del Regno dItalia), cinta di corona trionfale, sopra a uno scudo recante 6 sfere. Lo scudo sembra essere beneficiario dellegida di quellaquila sopra appollaiata. E per lappunto, lo scudo recante le 6 sfere di perfezione rappresenta il pontificato, e laquila, la fonte ispiratrice di perfetti ideali che tale istituzione ha il compito di distribuire nel mondo. Un altro numero perfetto ce lo rammenta l'et di Cristo al momento della presunta morte. Quel 33 ci fornisce due 3, che sommati ci danno per risultato ancora un 6, o se preferite due triangoli, che una volta sormontati a punte opposte, formano il sigillo di re Salomone. 33 pu anche valere come 11 per 3. Ma eccoci infine, davanti allaltare.

Pagina 87 di 124 E una delle parti pi importanti della mostruosa pantomima e realizzato in materiali pregiati. Di foggia e fattura pi o meno sontuosa, sul quale fanno bella mostra statue, decori e candelabri. A parte che nelle chiesette pi piccole e dimesse (non molte), gli elementi in oro non mancano mai. Bench Dio non voglia incutere timore nei suoi confronti (QUELLO VERO!), tutto sembra dirci che lo sfarzo e la ricchezza siano molto importanti, e servano a non far sorgere dubbi: dimostrare alla gente di trovarsi di fronte allo splendore della potenza divina e allautorit del suo volere. L'autorit di chi ne trasmette il verbo, rimarcata dal trono, anchesso simbolo di potere. E l a dirci che chi siede sopra, deve essere ascoltato, perch il tramite diretto con il Supremo. Anche questi elementi, fanno emergere il contrasto con quanto insegnato da Ges. Egli non predicava forse la semplicit, la povert e lumilt? Non diceva che non esistono tramiti tra uomo e Dio? Cosabbiamo seguito invece? Il bisogno di conforto, fino a rimanere imprigionati nella rete delle fandonie come sardine. Per coloro che sono intrappolati, sar sicuramente difficile da accettare che il rosario, sia anch'esso parte della grande rete. Non lo capite? Si tratta di una catena (!), o uno zero, utile a snocciolare un susseguirsi di frasi dalleffetto ipnotico, in un circuito privo di sbocco. E formato da 5 serie di 10 grani, ognuna intervallata da 1 grano (per un totale di 4), alla quale si aggiunge unappendice di 1 pi 3 pi 1 grani, terminante con la croce. Vediamo di tradurne in parole il messaggio cifrato. Ripetendo quanto gi detto, 5 il numero del culto religioso, della magia e della genialit. E pure riferito al potere, in senso di possesso, controllo e gestione, poich richiama lidea di afferrare e tenere tra 5 dita. Il 9 significa il persistere immutabile, il compimento, la rinascita, che naturalmente non riferita a chi recita le preghiere. Gli unici a realizzarsi, sono coloro che hanno il controllo. Il 59 per anche il numero delle interferenze e pi esattamente, delle manipolazioni. 1 e 0 sono riferiti allessere che non ha principio n fine, quindi, al dominatore; 4, la concretezza di risultati della loro invenzione ma anche la somma di 2 + 2, quindi, di lavoro congiunto al fine di ottenere un unico obiettivo di conflitto e falsit. Per fortuna e per risollevare il morale, conclude il rosario, il segno della negazione o della morte! Non tutto per simboleggiato. Pur facendo parte di un concatenamento, con il quale attuata la pressione psicologica sul genere umano, nel novero di quanto non rappresentato da simboli fissi, ci sono i rituali. Questi hanno il compito di lavorare su una diversa frequenza vibrazionale. Riti, celebrazioni e messe, hanno la funzione di rafforzare il condizionamento, completando lopera iniziata da ci che ho finora descritto. Nellufficiare i riti, seguito un pomposo protocollo cerimoniale e in questo s'inserisce la liturgia, attraverso la quale, l'essere umano ottiene maggiore vicinanza con il Supremo. Ma, perch mai, se gi in ogni cosa e quindi gi in noi? A che serve il cerimoniale, se non per rendere cariche di significato le parole di una truffa e pi efficace il condizionamento? Che cosa disse Ges? Dal Vangelo, MATTEO cap. 6 Vers. 5/7/8 (Bibbia CEI): 5) Quando pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, per essere visti dagli uomini. In verit vi dico: hanno gi ricevuto la loro ricompensa. Tu invece, quando preghi, entra nella tua camera e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenser. 7) Pregando poi, non sprecate parole come i pagani, i quali credono di essere ascoltati a forza di parole. 8) Non siate dunque come loro, perch il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno, ancor prima che gliele chiediate. Interessante il contrasto? Le liturgie, sono ancora parte di un tutto architettato per condizionare le menti deboli, e i rituali della chiesa sono nientaltro che il dipanarsi di formule magiche, allo stesso modo dei cerimoniali mafiosi, massonici e satanici, perch frutto della stessa filosofia. E la comunione con lOSTIA (scandite la parola )? Dovrebbe conferire maggiore comunanza, proprio con quel Dio che essendo tutto e ovunque, non ha certo bisogno di tramiti per accomunarsi con l'uomo. Evidentemente, la particola incorpora un dio minore, che non in grado di farsi strada nei cuori se non metabolizzato dallintestino. Ma ancora qualcosa va detto a proposito dei simboli visibili. Le foto accanto, denunciano come vengono espressi gestualmente certi significati.

Pagina 88 di 124 Inoltre, vanno segnalati i messaggi contenuti nella bandiera dello Stato vaticano, che non sono da meno delle banconote in quanto a pomposit. E' a due colori, giallo e bianco, posti in verticale, pertanto, ci riporta lo stesso concetto espresso per le stelle: giallo = energia, potere, splendore regale (Horus); bianco = luce. Il giallo riferito alla colonna di destra del tempio di Re Salomone, pertanto a Boaz, padre, mentre il bianco riferito alla colonna di sinistra, quindi a Joachin, il figlio. Qui posti a rovescio delle colonne per evidenziarne la gerarchia. Osservando la grafica, notiamo che in campo bianco, a indicarci che Joachin a fornire ispirazione al sistema chiesa (forse il futuro?), ma poich il campo giallo precede quello bianco, significa che svolge lattivit sotto la guida del padre. Sul lato bianco sono raffigurate 2 chiavi, una doro (rappresenta Boaz) e laltra dargento (Joachin, come la stella a punta in gi dello stemma del Regno dItalia). Sono sormontate dal triregno, il particolare copricapo imperiale, formato da tre corone sovrapposte, quindi i tre principi sui quali poggia il potere: padre, figlio e spirito santo, anche rappresentati dalle tre punte del triangolo. Ogni corona fornita di 5 (!) punte, ma pure tempestata da 5 (!) pietre preziose. Per unistituzione che predica la povert, oro e pietre forniscono un bellesempio di messaggio mentitore e ingannevole. Si badi bene che quelle 2 chiavi, avrebbero potuto porle in cento altri modi, ma le hanno deliberatamente poste a formare una X. Mantengono lo stesso messaggio riportato dalla svastica e ancora, evidenziano un prepotente lavoro di ostacolo alla libert. Ci parlano della ferma volont di impedire lo svilupparsi di una coscienza umana, totalmente libera. Il triregno, collocato in mezzo allinflusso delle grandi chiavi, afferma che attraverso il terzo angolo del triangolo, si propaga il governo di quelle due menti. Ci pure sottolineato dalle due infule dargento frangiate d'oro, che ne avvolgono le chiavi. Va pure menzionato il vessillo di guerra ( vi pare un'attivit degna di un vero Dio?!) dello stato pontificio, che sventolava sui campi insanguinati delle battaglie crociate. Era un drappo rosso che nella forma ricorda un gagliardetto, bordato di una frangia rossa e oro, e terminante con due punte, richiamanti i soliti 2 imperatori del mondo. Al centro le consuete due chiavi decussate, sormontate dal conopeo (baldacchino pontificio anche detto sinnicchio). In origine erano raffigurate anche le teste dei santi Pietro e Paolo, poi rimosse. I messaggi del potere per, non marchiano solo dipinti, facciate e pareti delle chiese, bandiere e vessilli vaticani ma anche ampi spazi di territorio, e sono visibili da alta quota. Dalle riprese satellitari di Castel SantAngelo e delle mura di Parco Adriano, non sfugge la forma di stella a 5 punte, delle quali per, le 3 verso Nord sono molto evidenti. Formano quella che si potrebbe anche interpretare come corona imperiale, indicante la trinit. Il perimetro nel quale inserito il Castello inoltre, perfettamente pentagonale, riallacciandosi alla stessa figura dello stemma della consulta araldica. La sorpresa arriva quando ci si accorge che via Della Conciliazione unisce larea del parco con Piazza S. Pietro, formando una gigantesca chiave. Altre due curiosit? La citt della santit, si estende all'interno delle MURA "LEONINE" Chiedetevi perch la cinta prende quel nome e, perch al centro di Piazza San Pietro, stata posta una stele che, ancora, rappresenta l'opprimente e asfissiante dominio del numero 1. E ancora, vi siete accorti che la parola DIO l'acronimo di "Demonio - principio divino - infinito e perfetto inganno"? Per chi non dorme, le prove che sono quelle due mignatte della stessa stirpe, a controllare e dirigere la terza punta del triangolo e, il sistema di capillare propagazione della malvagit sulla vita degli umani, non mancano. Spero non vogliate aspettare che siano loro a dirci che il mondo, condotto da un'organizzazione di potere satanico-vaticanmassonico In chiusura del capitolo, ancora una ciliegina per decorare bellamente la torta: vi siete accorti che la parola santa l'anagramma del nome del padrone? E' dunque il caso di ridefinire la sigla del pontificato, modificandola in "SATAN-A ROMANA CHIESA".

Pagina 89 di 124 Capitolo 18 MAGIA, GUERRE E, SOLDI Prima di fornirvi la spiegazione pi profonda dei nostri mali, desidero esporvi altri argomenti che riducono ulteriormente lo spazio per tentennamenti di sorta. Bertrand Russell: In ogni tempo si manifestata una ferma opposizione da parte delle Chiese contro ogni forma di progresso in campo morale e umanitario: dalla riforma delle leggi penali ai tentativi di evitare le guerre; dal miglior trattamento delle razze di colore all'abolizione della schiavit. Il cristianesimo, cos com' organizzato, stato ed tuttora il pi grande nemico del progresso morale nel mondo. Esattamente. Senza ripercorrere tutte le nefandezze della chiesa (troppe per essere qui descritte, come dal link: storia criminale del cristianesimo), ben distribuite in un arco di tempo di quasi 2000 anni, per il caso di gettare almeno un'occhiata su una serie di porcherie emerse, che tuttavia sono facilmente sottovalutate o dimenticate. Per meglio capire certi "retroscena", il caso vi leggiate alcuni libri di Claudio Rendina. Anche se quanto riportato una minima parte della realt, favoriscono una visione "meno di facciata". Si pu ricavare attraverso queste letture che lussuria, dissolutezza, omosessualit e pedofilia, sono la norma allinterno delle spesse mura, oggi come un tempo. Agevolmente si sorvola sullintegrit morale dei primi papi, famosi per essere dei delinquenti, o su papesse molto libertine che si susseguirono nel ricoprire il ruolo di Cape della Chiesa. Gi agli albori, insomma, il santo pontificato non si dimostrato irreprensibile. In tema, quanto si racconta su Papa Leone X (1513 1521). Era molto appassionato alle bellezze mondane, e conosciuto anche dal popolo come sodomita passivo. Poco tempo dopo la morte, lo storico Francesco Guicciardini scrisse: "credettesi per molti, nel primo tempo del pontificato, che e' fusse castissimo; ma si scoperse poi dedito
eccessivamente, e ogni d pi senza vergogna, in quegli piaceri che con onest non si possono nominare".

Ancora una prova che le regole, per chi raggiunge alti livelli del potere, valgono quanto carta igienica usata. Inoltre, si faccia attenzione a non cadere nel tranello dellingenuit: quando fu eletto papa, i vescovi sapevano benissimo di certi suoi vizietti, esattamente com'erano conosciuti i modi di agire di tutti gli altri capi della chiesa. Sia per chiaro: non sono qui a condannare i gusti sessuali di chicchessia ma piuttosto, il vezzo di nascondere una smisurata falsit (unica vera norma inderogabile all'interno delle mura leonine) dietro facciate di puritanesimo. A nausearmi la viscida finzione. Doppiezza, non mancarono di metterla in luce i papi Innocenzo III e Giulio III. Il primo, poco dopo il 1200, viet la traduzione e la lettura del vangelo (!), mentre il secondo, nel 1533, incaric tre dei suoi vescovi di studiare i metodi per impedire la lettura della Bibbia. Questi libri, ancora conteneva passi illuminanti? Era questa la ragione per ostacolarne la lettura da parte dei fedeli? Per coerenza con lo spirito profondo del credo cattolico, ancora papa Leone X (nome e numero che ci riportano a simboli di potere), sanc in modo organizzato la vendita delle indulgenze. In altre parole, introdusse la possibilit di comprarsi il perdono, anche per i peggiori peccati, a patto che fosse pagata una sanzione pecuniaria adeguata alla gravit della colpa commessa. A titolo desempio, la violenza o il possesso di una donna da parte di un prelato, costava 219 libre, mentre se lo stesso violentava un bambino o un animale doveva pagare solo 131 libre. Allora tutto si aggiustava con unammenda, e ora? Nessuna sanzione e in pi, vengono protetti. Tra le varie facce negative della chiesa, anche le pratiche magiche. Occultismo, esoterismo, alchimia e satanismo, sono cos frequentemente menzionati, e talmente parte della vita e del sapere di personaggi in veste talare, da non poter essere liquidati come sciocchezze e invenzioni di qualche sovversivo farneticante. Papa Onorio II, nominato nel 1061, addirittura mostr senza veli cosa animasse (e tuttora anima) la chiesa, producendo il Grimorio, un testo di magia nera, che un vero manuale per levocazione delle forze oscure. Non di Satana ma dei demoni minori. Lintestazione perfino, d al Grimorio la forma di "Bolla papale". Per chi fosse interessato, si trova tuttora in internet. Si dice che quello in circolazione sia un falso ma visto linteresse per il dominio di generare seguaci, non mi stupirebbe che si trattasse, invece, di una copia esatta del testo originale. Il contenuto inquietante (vengono anche consigliati sacrifici di sangue), e la recita delle formule serve a ottenere, attraverso le entit richiamate, la conoscenza delle cose nascoste, la ricchezza, i favori dei potenti e il dominio sui propri simili. Che stranezza, sembrano i benefici di cui godono i politici Ma c' da stupirsi del Grimorio, se fino al XVIII secolo il Vaticano scriveva le proprie Bolle non su carta (considerata priva di vita e pertanto priva di valore) ma su pergamena fatta di pelle umana, e per l'esattezza di bambino, firmata con il sangue? Che solo cos le Bolle avevano valore? Provate a chiedere gli originali Non ve li mostreranno mai.

Pagina 90 di 124 A dedicarsi (esplicitamente) a pratiche esoteriche, nel medioevo ci furono anche papa Silvestro e Leone V, descritti come particolarmente esperti nel mescolare rituali di magia nera e di stregoneria, con elementi rituali cristiani, ma anche i Templari (ne parlo pi avanti) misero in luce legami tra chiesa e occultismo. Altri lampi damore e fraternit verso le genti, giungono dalla santa inquisizione, che stata la pi bestiale e orribile espressione di crudelt che il mondo abbia mai prodotto. Per 5 secoli e in nome di Dio, il SantUffizio ha portato terrore, supplizi e morte ovunque arrivasse. Ha cosparso questo nostro pianeta con il sangue di 68 MILIONI DI VITTIME! Naturalmente, la Chiesa Cattolica si premurata di occultare molte informazioni, tant' che da numerose biblioteche, i libri sullargomento sono scomparsi. Tuttavia sappiamo che lInquisizione era inizialmente organizzata e guidata dai MONACI DOMENICANI, e che a un certo punto, del massacro se ne occuparono i GESUITI. Troppo facilmente si liquidano certe faccende, relegandole a momenti di confusione e periodi oscuri del Credo apostolico, ma va preso atto che attorno alla chiesa non s mai vista luce, e oggi come un tempo, non manca di regalarci continui episodi dei quali inorridire. Leggetevi a tal proposito, il racconto di una suora di clausura schiava del convento per 22 anni. Trovate il link a fondo libro. E' anche doveroso ricordare gli scandali della pedofilia, e sottolineare quanto la santa sede si sia prodigata nel proteggere i propri emissari coinvolti. Il 20 luglio 2013, Papa Francesco (Jorge Bergoglio), continuando l'opera criminale del suo predecessore (Papa Benedetto XVI), ha formalmente vietato la segnalazione di abusi sui minori all'interno della chiesa e minacciato la scomunica, contro coloro che nominano tali abusi. Gi questo credo, la dice lunga sullo spirito che aleggia allinterno del Vaticano ma ovunque si guardi, si scorgono scenari inquietanti. Il giornalista argentino Horacio Verbitsky, denuncia nel suo libro "Lisola del Silenzio" la collusione di Bergoglio (l'allora arcivescovo di Buenos Aires, nella foto ripreso accanto a Jorge Rafael Videla), con la giunta criminale del generale Videla, autore del golpe argentino del 1976, ai danni di Isabelita Peron. La sua dittature produsse 30 mila vittime, tra rapiti, torturati e uccisi. Per aggiungere un'altra nota rossa su ci che anima il sistema chiesa, documentatevi sul giuramento al quale sono sottoposti i gesuiti (Links a termine libro). Lo troverete ancora pi interessante, se l'assocerete al fatto che Jorge Bergoglio un gesuita, e dal 1973 al 1979 fu capo della comunit gesuita di Buenos Aires. E' l'ennesimo aggancio tra Vaticano e mali del mondo. Ancora una conferma che nel nome del volere divino, il Vaticano ha sempre sostenuto ogni genere di atrocit Non si scordi che le legioni della croce, per centinaia danni si abbatterono come peste sulle popolazioni da soggiogare, e furono mosse dalle preghiere dei papi. A guidarle, dal 1100 furono i Templari. Il 1118 (11 + 18, ed esattamente, 11 pi 6 pi 6 pi 6) vede, infatti, la nascita dellordine. Al riguardo, utile la lettura dei libri I Templari di Jean Markale e Il Santo Graal di Michael Baigent, Richard Leigh, Henry Lincoln. Quei soldati al servizio della chiesa, invasi di esaltazione religiosa (per lo zelo marziale fanatico, il loro ordine fu anche chiamato Milizia di Cristo), guidarono le armate che massacrarono i musulmani e gli albigesi, per non parlare della persecuzione degli ebrei. Lavoravano per il papato ad altissimo livello, tanto da prendere ordini solo dal capo della chiesa. Si racconta che Hugues de Payen, fondatore dellordine, durante un concilio voluto da San Bernardo (toh, un altro prete) alla corte del conte di Champagne, fu nominato Maestro. Onorificenza data ai massoni! Proprio San Bernardo e lordine dei cistercensi, furono sostenuti finanziariamente dai Templari, e grazie al loro contributo, conobbero una forte espansione ed ebbero in Europa un potente ascendente spirituale. Ci vollero i soldi per decretarlo? Furono ancora i Templari a custodire i bottini di guerra, razziati in 300 anni di massacri, e il Vaticano stesso, assegn a questordine la tutela del proprio patrimonio. Si adoperarono anche come cambiavalute e tesorieri, non solo per il papato, organizzando il primo servizio bancario della storia. Persino, a loro attribuita linvenzione dellassegno come noi lo conosciamo. Sempre a loro fatta risalire la fioritura di cattedrali gotiche. Erano a conoscenza di un segreto riguardante lorigine del cristianesimo, e pure forti di conoscenze esoteriche e abili nellalchimia: nulla di diverso dagli attuali massoni dalto grado. Va osservato che proprio la Milizia di Cristo, tanto fanaticamente religiosa, si rese famosa per la particolarit di ripudiare Cristo, rinnegare e calpestare la croce (eppure era il loro simbolo), sulla quale vi sputavano sopra.

Pagina 91 di 124 Furono spesso accusati di blasfemia ed eresia, di avere contatti con il demonio, di praticare rituali oscuri ed essere dediti alla magia e alle arti occulte, e gi nel 1208 papa Innocenzo III, alludendo alla negromanzia, li ammon per comportamento poco cristiano. Naturalmente, per mantenere la solita parvenza di curatrice del volere divino della massima istituzione cattolica, poich nel contempo, quel papa, li mandava a massacrare popolazioni inermi. Ormai penso sia chiaro che labilit della chiesa, sia quella di manovrare, spostando al di fuori di essa ogni sospetto, al momento idoneo. Anche per questo motivo Papa Clemente V decise per la soppressione dellordine, che divenne esecutivo nel 1312 (13 = tradimento; 12 = 6 + 6). Furono perseguitati e torturati ma per il potere acquisito e lespansione raggiunta, fu un provvedimento che and a colpire i meno influenti, mentre i pi potenti vennero addirittura messi al riparo. Che fossero satanisti, lo confermerebbero anche le molte confessioni, nelle quali affermarono di adorare Baphomet. Tali confessioni furono estorte sotto tortura ma ci furono riscontri, per un numero troppo consistente di Templari e pure distanti tra loro, tanto da non poter liquidare la faccenda come balla. Dunque, al fine di mettere al riparo l'istituzione divina da facili sospetti, tutto si ribalt al momento opportuno. Risolto quell'aspetto con un gioco di prestigio, nessuno si domand come fosse possibile che tra i rappresentanti della chiesa, coesistessero espressioni di amore e odio. Eppure, linconciliabilit dei due volti a mostrarci lanima profonda della chiesa. I Templari erano ostili alla religione del popolo, a quella apparente, ma non allaltra, all'essenza del Vaticano: la chiesa di Satana. Non si capisce bene se le crociate cessarono insieme ai Templari, ad ogni modo, va sottolineato che almeno nel periodo in cui furono di moda, i soldati della chiesa vestivano tuniche con una croce patente rossa ben in vista, mostrando palesemente il potere per il quale combattevano. Ebbe pertanto fine un corso delle crociate che continuarono sotto mentite spoglie, senza pi esibire il simbolo dei mandanti, tanto che dopo di allora, i combattenti pensarono di essere in azione per governi e regni dai quali erano assoldati, ignari di far parte della nuova filosofia guerriera del papato. Un inganno perfettamente ordito, come dimostrato dagli eventi storici successivi al 1717, anno di fondazione della prima loggia massonica con intenti speculativi. La formazione di logge massoniche, spesso dichiaratamente ostili alla chiesa (come fecero intendere di esserlo i Templari), fu l'abile e astuto gioco che ottenne l'effetto di ripulire il Vaticano (il manovratore occulto) da ogni addebito su rivoluzioni e azioni di guerra, affrancandolo da un volto guerrafondaio. Naturalmente, per le popolazioni nulla cambi e grazie a organizzazioni massoniche fintamente autonome (abbiamo visto al Capitolo 9, "LA CHIESA OCCULTA" quanto siano strettamente legate) e pi agili nelle manovre, videro la luce furibonde rivolte e persecuzioni, macellazioni di massa, guerre sanguinose, come la rivoluzione francese, la guerra di secessione e le lunghe lotte per lunit dItalia. Tutti tormenti che sommati a ci che la natura distribuiva gi ad ampie mani, sotto forma di carestie ed epidemie, ci forniscono un'apocalittica visione di ci che stato ed il mondo: un vero inferno Ci di cui non vogliamo prendere atto, che persino il mostro Hitler fu generato per dare corso a una crociata vaticana: cronologicamente, lultima che coinvolse il mondo intero. Si tratt di una manovra organizzata quanto lattacco di Pearl Harbor, sulla scia dal programma di Albert Pike del 1871, per mettere in opera la seconda delle tre guerre mondiali stabilite. Che il nazismo e lantisemitismo furono a lungo preparati dalla chiesa, lo dice Il manganello e laspersorio di Ernesto Rossi, ed. Kaos. Parla d'istigazione della Chiesa al nazifascismo e allantisemitismo, fomentati a gran voce dai gesuiti. Ne da eloquente conferma il Saggio della questione giudaica in Europa (articolo apparso su un opuscolo di 90 pagine de La Civilt Cattolica nel 1889 e ripubblicato nel 1891 a Prato). Si legge: La gran famiglia israelitica, disseminata tra le genti del globo, forma una nazione straniera nelle nazioni in cui dimora e nemica giurata del loro benessere. Continua dicendo che "Il Talmud fonte di una morale esecranda e prescrive lodio a tutti gli uomini che non hanno sangue giudaico, in specie a cristiani, e faccia lecito il depredarli e malmenarli quasi bruti nocivi. Non manca di mostrarne il lato pericoloso sottolineando che la giudaica si crede razza superiore con lavvento del suo Messia altro non attende che il momento sospirato del macello dei cristiani. Continua descrivendo il codice ebraico come assoluta fonte di male, senza mezzi termini: Autorizza ogni sorta di immondezza e come i delitti pi usuali di questa confessione siano le truffe, il falso, lusura, la captazione, il fallimento doloso, il contrabbando, la falsificazione del denaro, la concussione, la frode, linganno ... La ragione principale delle giuste persecuzioni inflitte nei secoli al popolo ebraico, rintracciabile nella cupidigia smisurata di questo popolo e nella sua volont di dominio, ed anche i cosiddetti diritti delluomo, non sarebbero che invenzioni dei giudei per soggiogare e neutralizzare gli altri popoli nei loro confronti, impossessandosi di tutti i settori vitali delle nazioni non ebree.

Pagina 92 di 124 Altre pesanti parole furono pronunciate in coda allascesa di un ebreo a sindaco di Roma, dagli anticlericali dellepoca. Si disse che il Papa avesse perso Roma, imputando il fatto alla peste ebraica e che lItalia si era trasformata in un regno di ebrei anticristiani. Per ristabilire lordine e risolvere in modo efficace il problema, lopuscolo gesuita suggeriva di proporre leggi per negare ai giudei luguaglianza civile, espellendoli dopo aver tolto loro gli averi, oppure obbligandoli al confino in appropriati ghetti. Il "meraviglioso" esempio di amore fraterno non rimane isolato e con toni sempre molto pesanti, trova prosecuzione in vari scritti della stessa rivista in epoche diverse, fino allapprossimarsi del ventennio fascista. Alle imbarazzanti sparate, da parte delle autorit vaticane, fecero spesso eco ambigui giri di parole per minimizzare la gravit dei toni. Il Vaticano di fatto, aliment il focolaio politico e ispir la propaganda di destra, negli anni antecedenti il secondo conflitto mondiale e durante la persecuzione, mostrandoci come in realt, fosse il progettista da cui prese corpo la seconda guerra mondiale e la persecuzione degli ebrei. Lo si arguisce anche, dalle manovre politiche fatte di alleanze strategiche, messe in atto per spingere un Hitler in minoranza e poco amato dalla popolazione, a imporsi infine come Leader. Fu prima determinante l'accordo tra Franz Von Papen, un ufficiale che arriv alla carriera politica tedesca, dopo essere stato attivista di destra del PARTITO CATTOLICO, che guid un governo semidittatoriale, di riferimento per i ricchi di Germania. Si alle con il partito di Adolf Hitler, facendogli acquisire maggiore incisivit. E' importante notare che la carriera di Von Papen, venne APPOGGIATA DA PAPA PIO XI, cosa che suscit violente polemiche delle sinistre. Von Papen infatti, era molto di pi di quanto faceva trasparire: era Cavaliere di Malta. Che si stesse chiudendo una tresca per mettere Hitler nelle condizioni di nuocere, lo confermano anche altri intrallazzi politici. Fu il PRELATO Ludwig Kaas, amico personale e uomo di fiducia del Nunzio Apostolico a Berlino, MONS. PACELLI, nonch guida del partito politico della chiesa Zentrum, che fino a quel giorno aveva osteggiato apertamente Hitler, a votare a favore del Decreto dei pieni poteri, che a Hitler permisero di instaurare la dittatura. A soffiare da dietro, affinch venisse raggiunto il concordato tra Vaticano e Hitler, ancora quel Nunzio Apostolico Pacelli che poi divenne papa Pio XII. Trovate spunti aprendo i link: " Il Papa che aiut Hitler" e "Accordi segreti tra Nazi-fascismo e Chiesa". Esemplificativa una frase di Von Papen, ormai vice cancelliere di Hitler e ciambellano privato del Papa: "Il Terzo Reich la prima potenza che, NON SOLO RICONOSCE, MA METTE IN PRATICA GLI ALTI PRINCIPI DEL PAPATO". Per ringraziamento, nel 1959, dal Vaticano fu insignito del titolo onorifico di "cameriere segreto" o come cita una fonte, dell'onorificenza pontificia della Gran Croce dell'Ordine Piano. A finanziare in larga scala Hitler, tra l'altro, furono i fondi messi a disposizione dalla Banca di Germania e dalla Banca dInghilterra. Tra i sovvenzionatori, il nonno di Bush, insieme ai Rockefeller e Rothschild. Proprio i banchieri che rappresentano la prosecuzione in chiave moderna della Milizia di Cristo, curatrice del tesoro vaticano. Non pertanto curioso che questi, anzich chiudere i lacci del borsellino, li avessero di buon grado sciolti, ben sapendo chi fosse quel tipo con i baffetti. Inoltre, a farci ben intendere da chi Adolf Hitler fosse ispirato, una sua frase: "IMPARAI MOLTO DALL'ORDINE DEI GESUITI. Finora, non mai esistito nulla sulla terra di pi grandioso e terribile di quest'organizzazione gerarchica monolitica. IO TRASFERII NEL MIO PARTITO MOLTO DI QUESTA ORGANIZZAZIONE". Il dittatore, si sentiva veramente ispirato da Dio (lo furono anche i Templari), tant' che nei suoi discorsi vi faceva continuamente riferimento, come potrete apprendere attraverso il documento: "Il nazismo non era ateo" (vedi link). Nell'introduzione al suo libro Mein Kampf (La mia battaglia) si legge: "E cos io credo come sempre che il mio comportamento in accordo col volere dell'Onnipotente Creatore. Fin quando mi regger in piedi sar contro il Giudeo difendendo l'opera del Signore". Per capire che dietro guerre e nazismo vi fossero manovre della chiesa poi, basta osservare i simboli. Innanzitutto, interessante notare che le croci uncinate, simbolo del terzo Reich, facevano bella mostra di se, presso i portali del monastero del piccolo borgo di Lambach, dove Hitler visse da ragazzo. Sono visibili in molte case del Signore, anche la croce a estremit allargate ("croce patente", simbolo dei Templari), che fu dipinta sulla coda degli aerei tedeschi (in foto il Fokker detto Il flagello), della prima guerra mondiale.

Pagina 93 di 124 Nelle foto a lato, la prima croce in alto era puntata sulle divise di chi aveva ucciso degli ebrei. La seconda la Croce d'onore delle madri tedesche, voluta da Adolf Hitler per premiare le madri di famiglie numerose della Germania nazista, di certa origine tedesca ... La terza la Croce al Merito Nazista, chiaramente legata all'ordine dei Cavalieri di Malta. Ma non si dimentichi laquila, altro distintivo dellesercito Costantiniano, ripreso dal sistema hitleriano insieme al saluto. Quel Costantino che ebbe parte attiva molto importante, nell'affermazione della religione cattolica (!). Poich in quell'ambiente nessuno si impossessa di simboli senza autorizzazione, il Poker d'immagini ripreso nelle case del Signore, dimostra una volta di pi, come il sistema chiesa sia ispiratore di ogni spregevole evento terreno. Morale? Il mondo non cap che Hitler, fu il generale dellultima crociata vaticana che coinvolse il mondo intero. Non pi esibendo la croce di colore rosso su tunica bianca ma la svastica rossa su fondo nero. Dunque, i colori del Vaticano. Sorprendentemente, tutte le nazioni in guerra indossavano un simbolo dello stesso padrone. LItalia laquila; gli USA dipinsero la stella a cinque punte bianca sui mezzi militari e s'identificarono ancora con unaquila; la Russia, una stella ancora a cinque punte ma di colore rosso; il Giappone esibendo la bandiera del sol levante, i cui colori sono gli stessi dei crociati. Provate a immaginare una croce al posto del circolo solare (o simbolo di infinito divino), e avrete la risposta. Il mandante fu lo stesso per tutte! Naturalmente, a dare sostegno a questo scenario, innumerevoli altri particolari Alla fine del conflitto, gli Ustascia, ovvero, l'esercito Cattolico di Azionisti croati (Ustascia un altro nome per lAzione Cattolica), guidato da monaci, sacerdoti e suore che perseguitarono 40 mila ebrei, finanziarono la fuga propria e del nazista Klaus Barbie in America latina, con i tesori sottratti agli ebrei e laiuto del Collegio Pontificio S. Girolamo di Roma. Lo stesso Collegio nascose molti cervelloni e pezzi grossi nazisti in fuga, trasformandosi in un centro clandestino di assistenza ai criminali di guerra, e proteggendoli affinch arrivassero sani e salvi in America. La Croce Rossa Internazionale (casualmente fondata dal massone Jan Henri Dunant) forn i necessari documenti falsi, per farli emigrare clandestinamente in piena sicurezza. Nella foto accanto, il francescano Filipovic in abiti da prete e, nelluniforme Ustascia come comandante del campo di concentramento di Jasenovae. Nella foto pi grande, il leader degli Ustascia Pavelic tra i monaci francescani croati. Vedi link Gesuiti: LAttendibilit di Alberto Rivera Parte 3. Si stim che gli Ustascia avessero sottratto agli ebrei, averi per un valore (allora enorme) di 80 milioni di dollari, nascondendoli in Svizzera; in altre parole nelle banche vaticane. Di questo tesoro ne venne in seguito restituito circa la met, mentre il resto (si dice) nessuno sa che fine fece. Tuttavia si sapeva La porzione di bottino and a finanziare il Ku Klux Klan, nel quale Rockefeller e nonno Bush, avevano indirettamente parte attiva. Erano loro a sostenere il partito nazista USA, dal quale varie sezioni Ku Klux Klan pescavano proseliti. La storia letta da un'altra angolazione, insomma, ci mostra come fu chiuso quel ciclo sopportato da Weishaupt, Mazzini e Pike, per mettere a frutto i protocolli dei "Savi di Sion". Ancora in tema di ori ebrei, nel gennaio del 1997, nella Shweizerische Bankgesellshaft (UBS) di Zurigo (maggiore Istituto di credito svizzero), compiendo un giro dispezione nei sotterranei, una guardia giurata rinvenne nella sala trita documenti, due carrelli pieni di libri destinati al macero. Si accorse che si trattava di protocolli bancari della seconda guerra mondiale, comprovanti gli stretti rapporti tra governo nazista tedesco e banche svizzere. Ne sottrasse alcuni e li mostr al presidente della comunit ebraica di Zurigo che sporse denuncia presso la polizia cantonale della citt. Sui documenti, le prove che una parte dei beni requisiti agli ebrei vittime dellOlocausto, erano racchiusi nelle banche elvetiche. I documenti in particolare riguardavano la Banca Federale Svizzera, listituto di credito che contava sulla vittoria della Germania. Era il pi grande centro dEuropa di smistamento delloro prima del conflitto, e negli anni della guerra fu in

Pagina 94 di 124 maggioranza l che vennero immagazzinati i bottini nazisti. Nei cav dellistituto furono depositati 440 milioni di Dollari del tempo, ma di questi, 316 milioni scomparvero nel nulla. Nonostante le dimensioni dell'istituto e l'esorbitante quantit di ori in cassaforte, nel 45 fece bancarotta e fu assorbita dalla Shweizerische Bankgesellshaft. Si tratt di una "furbata" per inghiottire nel nulla le ricchezze custodite. Un'altra dimostrazione che il Vaticano fosse manovratore occulto di loschi giri, ce la fornirono i giornalisti statunitensi Stephen Crisman e Gaylen Roos, che si ritrovarono tra le mani un documento datato 21 ottobre 1946, con timbro del ministero del Tesoro di Washington. Riportava la dicitura Vaticano - Top secret. Al suo interno la prova che 200 milioni (del tempo) equivalenti a franchi Svizzeri, estorti a ebrei della Serbia, per mano degli ustascia, per evitare che cadessero in mano agli alleati, sarebbero stati consegnati in parte alla custodia dei forzieri dello IOR, ai cav delle banche svizzere, e alle finanziarie prestanome di Montecarlo. Ebbene, cosa ne sa la gente di tutto ci? Pressoch nulla. Si lascia abbacinare dalle favole di quelle iene verminose e continua a gremire Piazza S. Pietro La chiesa riesce ad apparire cos buona che forse a qualcuno, sar sembrato un atto compassionevole che nel secondo dopoguerra, fosse impegnata nel commerciare bambini di famiglie indigenti e trovatelli dallItalia agli USA, coprendo il traffico umano per opera di bene. Le giustificazioni? Poverini, dovevamo dar loro una sistemazione dignitosa . Ma si tratt di una vera e propria tratta di minori. Altro dato eloquente e mai preso in considerazione (lipnosi produce effetti prodigiosi), che negli orfanotrofi, fossero maltrattati e malnutriti. LIMPRESA RELIGIOSA pi ricca e potente del globo (nel medioevo possedeva come minimo 1/3 delle ricchezze d'Europa) non aveva di che dar loro da mangiare. Di alcuni casi se ne occup la trasmissione Chi lha visto?, mettendo in luce anche questo squallore dell "opera divina. Spesso - troppo spesso - accogliamo favorevolmente chi usa parole che evocano lamore fraterno come paravento per un fine infetto. Brancolanti in mezzo alle nebbie che la trance produce, non ci siamo accorti che il mondo per intero, nelle mani del Vaticano, sia a Ovest, Sia a Est, sia a Nord, sia a Sud. A metterci di fronte a questa verit, i due filosofi padri del comunismo: lebreo Moses Mordekkai Levy, alias Karl Marx, e Friederich Engels. Erano membri di un'organizzazione creata dagli Illuminati, chiamata La Lega dei Giusti. Nel 1847 gli Illuminati inglesi affidarono loro, il compito di rielaborare i principi di Weishaupt in forma nuova e scientifica. Un anno dopo vide la luce il Manifesto del Partito Comunista. Lenin fu iniziato a Parigi nel 1908 alla loggia "Union de Bellevillle" e raggiunse il 31 grado. Diversi storici sono convinti che la rivoluzione bolscevica (link "La storia segreta e il Nuovo Ordine Mondiale") fu una congiura giudaico massonica. Lo stesso Time del 10 marzo 1920: "Si pu considerare ormai come accettato che la rivoluzione bolscevica del 1917, stata finanziata e sostenuta principalmente dall'alta finanza ebraica attraverso la Svezia. Ci non che un aspetto della messa in atto del complotto del 1773". Anche dopo la seconda guerra mondiale, i governanti sovietici furono massoni. Dunque, la guerra fredda fu macchinata dal Vaticano Esattamente, come lo fu la guerra del Viet Nam. Il mondo non cap chi fossero i veri manovratori di quel conflitto, nemmeno quando divenne popolare come la guerra di Spelly, intendendo con quel nome, il cardinale Spellmann. Costui si rec pi volte in Vietnam e parlando ai militari, li caric dicendo: Voi siete i soldati di Cristo!. Neppure da queste dichiarazioni registrate e dispensate al mondo, la gente arriv a sospettare che in Viet Nam si stava svolgendo l'ennesima crociata. Spellmann volle anche la morte di J. F. Kennedy perch intendeva concludere quella guerra cos importante per il Vaticano e sciogliere la CIA. Cosa inammissibile. La CIA , infatti, il reparto d'intelligence del Vaticano e fu costituita da affiliati della loggia massonica dei Cavalieri di Malta. Uno di questi fu il fanatico religioso (cattolico romano), Bill Donovan, irlandese con un fratello prete. Kennedy, cred di essere potente e pens di poter forzare la mano ma si trov con un buco in testa. Quella guerra per il Vaticano era troppo importante, necessaria per spazzare via almeno un milione di vietnamiti, perch buddisti e di ostacolo per una migliore penetrazione del cattolicesimo. Per il medesimo motivo furono combattute le guerre di Cambogia, Tailandia, Laos: idem per le persecuzioni cinesi del Tibet. Che fosse Spelly a dettar legge in USA, era cosa risaputa ma della realt, non ne prendiamo atto nemmeno quando ci spiaccicata in faccia come una torta di panna. Tutto era deciso e inderogabile.

Pagina 95 di 124 Tra gli scopi della guerra, inondare di droga gli USA, trasportando con aerei militari i carichi di stupefacenti. Il disagio di unAmerica sottoposta allo choc di un conflitto, avrebbe contribuito a rendere il paese permeabile allassorbimento delle droghe. Naturalmente, il Vaticano non attirati dal solo mercato USA. Da Roma si controlla tutto il traffico mondiale delle droghe (oppio, eroina, cocaina e sintetiche). La Colombia addirittura ha un concordato, pertanto, un patto con il Papa (!). La gestione di traffico e distribuzione nelle mani dalle famiglie mafiose (cattoliche), mentre la CIA coordina movimenti, elabora strategie, attua depistaggi, controlla per mezzo della tecnologia. Ancora anelli della grande catena che s'intersecano luno nellaltro. Non fossimo stati ipnotizzati, altro importante anello, lo avremmo dovuto individuare in George Bush padre, membro della stessa loggia di Pike. Fu (ma che caso!) capo della CIA. Troppo spesso lessere umano mette in atto dinamiche d'infinita stupidit, e nemmeno prende atto di fatti sotto gli occhi di tutti. Bush e famiglia, avevano da lunghi anni stretti rapporti daffari e addirittura d'intima amicizia, con la famiglia dellislamico Bin Laden (porca miseria, basta documentarsi!). Come non capire che il massone Bush fosse il vero anello di congiunzione con luomo pi odiato dAmerica? Che dunque, il terrorismo governato dal Vaticano, come ogni altro flagello del pianeta? Adesso, ammesso si sia ritrovata la Trebisonda (basteranno le infinite evidenze?), possiamo comprendere perch il nostro governo, insista nel mantenere i militari in Afganistan. Non certo per contribuire alla distensione. Piuttosto, per il petrolio ma anche per le immense piantagioni di oppio, e infine, per dimostrare agli italiani che le manovre fiscali devono essere pesanti, per sostenere un'opera di "grande valore umanitario". La falsit per il coordinamento del potere, una linea guida ma il problema ancora pi grave, che noi beviamo tutto. Infatti, incantata dai giochi di parole dei maestri dellinganno, una grossa parte di mondo vizioso, mentalmente indolente e idiota, ma con grandissime ambizioni scientifiche e di conquista dello spazio, nemmeno ha obiettato che l'opera di fede, anzich impegnare tutte le proprie energie nella risoluzione dei problemi di questa Terra, si sia, invece, impegnata assiduamente nel cercare nuovi mondi. Con un atletico guizzo di sfacciataggine e disprezzo, ha tolto il pane di bocca a chi aspettava solo quello, e investito una valanga di soldi nel progetto VATT (Vatican Advanced Tecnology Telescope), e il 21 aprile 2010, ha inaugurando losservatorio astronomico del monte Graham in Arizona, in pieno territorio Apache. Che avesse unanima politica si intravisto infinite volte, ma che ne avesse una scientifica, penso sia sfuggito a moltissimi, anche grazie alla casuale riservatezza dei media. Cheta cheta, la Chiesa dei poveri ha fatto realizzare il pi grande osservatorio astronomico del pianeta, dotato pure del pi potente e sofisticato telescopio mai costruito. Costato 120 milioni di Dollari (!) per la sola progettazione e costruzione, l a dimostrare come il Vaticano interpreti la carit cristiana. La Santa Sede sensibile alla ricerca di vita su altri pianeti, anzich impegnata nel mantenimento in vita dellumanit pi debole e in miseria. E per il momento, i poveri dovranno nutrirsi di "Ave Maria" Il mastodonte stato finanziato dalla Vatican Observatory Foundation, sotto il diretto controllo dei Gesuiti, e pure progetto e gestione risentono della loro diretta supervisione, mentre la realizzazione ha beneficiato della collaborazione con lUniversit dallArizona. Va pure sottolineato che losservatorio sorto su un monte che per gli Apache sacro! Dal Vaticano per, non si sono fatti alcuno scrupolo e per mettere a frutto il progetto, si sono distinti per il "grande rispetto, zittendo con la violenza (ci sono stati dei morti di cui nessuno parla) le rivendicazioni di un popolo (considerato dal Vaticano di selvaggi), che lotta per la sua sopravvivenza culturale e religiosa. Questo fatto, tra laltro, la dice lunga sullo strapotere Vaticano in terra dAmerica e sul controllo delle polizie. Infine, ha visto la luce LUCIFER 1. E' stato battezzato cos dagli stessi Gesuiti. La denominazione corrisponde allacronimo: "Large Binocular Telescope Near-ifrared Utility with Camera and Integral Field Unit for Extragalactic Research". Che ve ne pare? Un nome, una garanzia (!!!). Costruito con lo scopo (a loro dire) di studiare i corpi celesti anomali in avvicinamento alla terra, il telescopio avr un costo annuo di gestione, di circa una decina di milioni di Dollari. Giusto la cifra necessaria per dar da mangiare a chi non ne ha e, pure per risolvere in via definitiva le sofferenze dellAfrica. LUCIFER 1 per, solo l'ultimo progetto nel campo dellosservazione astronomica, che prende corpo grazie alle sovvenzioni del Vaticano. Per pura coincidenza, la grande fraternizzazione della Chiesa dei poveri con lagenzia americana CIA, ha prodotto i telescopi Sky Hole 12 e il gemello Hubble, ora sospinti in orbita, proprio dai quattrini di "un'amorevole" chiesa e dalle devote preghiere dei fedeli.

Pagina 96 di 124 Il Vaticano non dunque nuovo alla ricerca scientifica, ma la cosa deve far riflettere profondamente, perch se un tempo teneva nascoste certe spese non propriamente a fin di bene, potrebbe significare che ci ritiene talmente sotto controllo, da potersi permettere i porci comodi in pubblico. Significa che siamo fondamentalmente bolliti, e cos rimbambiti da non poter pi nemmeno pensar male di loro. Ci veramente grave. Significa che Echelon (capitolo 14 "IL FICCANASO") ci ritiene pronti ad accettare ulteriori e pi pesanti mazzate; significa che ci ritengono ormai incapaci di schizzar fuori dal pentolone!

Capitolo 19 LA SANTA FINANZA Il cav dello IOR, banca del Vaticano e, pi esattamente, "Istituto per le Opere Religiose", dotato di pareti in calcestruzzo spesse 9 metri. Cosa vi suggerisce una tale spropositata misura? Serve per proteggere gli ori (!!!) o anche qualcosa di cui il mondo non deve sapere? Purtroppo, finch gli occhi dei fedeli saranno invasi del fumo degli incensieri, e le loro orecchie saranno piene di religioso cerume, non potranno accorgersi che mentre presenta bilanci in deficit, il Vaticano sfacciatamente opulento, intriso di sfarzi e lussi (lo almeno in proporzione delle pareti del cav!) e si pu permettere di investire valanghe di quattrini per sporchi interessi. Ne un esempio, il fatto che mentre dice di non avere i fondi per fare ci che agli altri predica, progetta e costruisce LUCIFER 1 Ma purtroppo (e per fortuna, per chi vuol vedere) non questo l'unico esempio di cosa cela "l'ombelico dellamore", e non ostante affiori sempre poco della sozzura nascosta nella cittadella, qualcosa di quel putridume ogni tanto viene a galla Dopo aver osservato attraverso la simbologia, cosa si cela nell'anima del Vaticano, con la mente arricchita da nuove visuali, penso sia interessante tornare, anche se sinteticamente, su quanto mise in luce lo scandalo del Banco Ambrosiano. Bench non ci si possa basare unicamente su quanto stato scritto (sempre comunque teso a non scoprire troppo la realt), per avere una panoramica, vi consiglio la lettura dei libri: Vaticano SPA, di Gianluigi Nuzzi; 101 misteri e segreti del Vaticano, di Claudio Rendina; Don Vito, di Massimo Ciancimino e Francesco La Licata. Nell'insieme, ci aiutano a mettere a fuoco retroscena di grande meschinit. Partiamo dallo IOR: fu fondato nellanno 1944, per (cos ci raccontano) venire incontro alla necessit di fornire appoggio finanziario, per le infinite opere di fede sparse nel mondo. Abbiamo per visto che fu inaugurato in un periodo opportuno, per far convogliare gli ori ebrei al suo interno. Ha sede nel Torrione S. Nicol V della cittadella pontificia e ufficialmente, lunica banca vaticana, ma pi esattamente, "in Vaticano". Per statuto, dovrebbero accedere soltanto esponenti del mondo ecclesiastico, istituti e ordini religiosi, parrocchie, organismi cattolici e diplomatici accreditati. Questo a livello ufficiale ma si sa (l'abbiamo visto come le regole all'interno di quelle mura siano false), accade cos che sia concessa qualche eccezione per clienti selezionati. Non dato sapere come avviene la selezione per i pochi, al di fuori del circuito clericale, ma i giusti contatti e un ammontare massiccio rendono possibile uneccezione alle regole. Anche la disponibilit a offrire un lascito del 30 % dellimporto versato - che dicono andr devoluto a opere di bene e, naturalmente obbligatorio se con listituto si vogliono fare affari - si vocifera sia di particolare aiuto. La tangente garantisce lanonimato e il disinteresse del direttore sulla provenienza del denaro. Come ben risaputo negli ambienti finanziari, lo IOR lideale per far sparire nel nulla, valige piene di Dobloni senza lasciare traccia visibile. Una volta depositato il capitale, non esistono vincoli e si liberi di eseguire ogni movimento e passaggio da e verso ogni banca, in tutte le valute. Lo IOR fornisce una tessera di credito con numero codificato senza nome e foto. I movimenti di valuta non sono seguiti da ricevute e nemmeno da documento contabile. Nessun libretto assegni direttamente rilasciato dallistituto, e chi lo desidera, pu utilizzare quello della convenzionata Banca di Roma o di altre affiliate. Il che equivale a tutte le banche del mondo. I nominativi della clientela sono segretissimi, mentre i bilanci sono conosciuti dal Papa e una ristrettissima cerchia di alti prelati. Una volta introdotti e in possesso di un conto allistituto, per accedervi si usa uno stratagemma, conosciuto ormai da tutti i romani: sufficiente esibire una ricetta medica alla guardia Svizzera di turno, dicendo di doversi recare in farmacia ( l accanto).

Pagina 97 di 124 Rimane un istituto unico nel suo genere in occidente, molto pi simile a una banca di un paradiso fiscale, poich la Citt del Vaticano, non aderisce ai patti internazionali antiriciclaggio, anche se da un anno finge di vegliare sulla provenienza dei soldi In realt e senza mezzi termini, lo IOR tuttora un passaggio obbligato per la crema dei farabutti daltissimo rango di tutto il mondo, impegnati a far sparire con un colpo di bacchetta magica, zeri a non finire in valuta di ogni colore e puzzo. Oltre a ci che trapelato, lo dice un fatto del tutto ovvio: che ragione ci sarebbe di nascondere i nomi di una clientela, se questa fosse perbene? Dobbiamo credere che dove non esiste trasparenza, ci sia spazio per lonest? Ma veniamo alle vicende maggiormente succose. Nel 1962 lo IOR acquis il 24,5% della Banca Privata Finanziaria di Michele Sindona. A Sindona fu in seguito venduta la Societ Generale Immobiliare, della quale lo IOR mantenne una quota del 3%. Il sostegno reciproco fra IOR e Sindona produsse numerosissime movimentazioni di capitali in paradisi fiscali. Nel 1971, Papa Paolo VI volle l'arcivescovo Paul Casimir Marcinkus alla guida dello IOR. Con Marcinkus protagonista, gli anni 70 vedono un turbinio di acquisti, cessioni, ma anche crac che coinvolgono banche a tutte le latitudini. Sono attuate manipolazioni delle borse per portare a buon fine speculazioni, in Italia e allestero, profittando di esenzioni e sostanziosi privilegi. Lo IOR fu spesso criticato per il suo modus operandi, e la spregiudicatezza delle speculazioni sui mercati azionari e immobiliari. Nel 1972, lo IOR acquis il 51% delle azioni della Banca Cattolica del Veneto, mentre il 37% delle azioni furono vendute al Banco Ambrosiano di Roberto Calvi, provocando la reazione dei vescovi veneti e dell'allora monsignore Albino Luciani (futuro papa Giovanni Paolo I) che, non essendone stati informati, per protesta chiusero i loro conti presso la Cattolica del Veneto. Marcinkus era un filibustiere di prima scelta, e sotto la sua guida, infatti, si rese pi sfrontata e aggressiva ogni azione dello IOR, sui mercati finanziari di tutto il mondo. Celebre la frase di Marcinkus che in una delle rare interviste disse: Ma si pu vivere in questo mondo senza preoccuparsi del denaro? No, non si pu dirigere la Chiesa con le Avemaria. Ed io polemicamente aggiungo che, nemmeno bastano a sfamare gli affamati. Marcinkus, avendo idee da conquistatore e con lintenzione di rendere il Banco Ambrosiano (gi propriet dello IOR, fin dal 1946) pi efficace, e in grado di affiancarsi allo IOR nelle infinite e spregiudicate attivit speculative, lo affid nelle mani dell'ubbidiente Calvi che, allo IOR, era gi presidente. Sotto la sua guida, il Banco Ambrosiano prese quota nella finanza internazionale, attraverso una serie d'indovinate speculazioni. Particolarmente, fu attivo nel riciclaggio e nel movimento di flussi di denaro sporco. Attivit che lo resero uno degli istituti pi dinamici nelle manovre occulte sul mercato finanziario. Il vero protagonista delle manovre per, era l'arcivescovo Casimir Marcinkus, e fu lui a far fruttare i proventi delle innumerevoli attivit economiche, per la creazione di entit bancarie nel Centro - Sud America, finanziando anche organizzazioni politiche, volte a contrastare movimenti filo marxisti (ad esempio, i Contras nicaraguensi). Sovvenzion pure i regimi anticomunisti e associazioni politiche dell'Europa dell'Est (come il sindacato polacco Solidarno), gruppi religiosi e politici di tutto il mondo. A beneficiarne fu pure la DC, per la campagna contro il divorzio. Raggiunti altissimi livelli di profitto, Marcinkus decise di affondare (era nei disegni fin dall'inizio) il Banco Ambrosiano. Il crac per una banca, qualcosa d'inverosimile; nellassurda eventualit che rimanga senza liquidit, le sarebbe sempre possibile chiedere supporto alle sorelle satelliti, poich parte di una corporazione. Tale fatto era ancora pi evidente, proprio con il Banco Ambrosiano, connesso a una vera e propria galassia bancaria, di cui lo IOR era (e tuttora ) il fulcro. La concatenazione del sistema bancario (che le tiene tutte fraternamente avviticchiate) rende il fallimento, un pretesto per far scomparire oceani di quattrini e depredare in un solo colpo migliaia di clienti. E' una vera e propria truffa per vuotare le tasche alla clientela, a fronte di risarcimenti di pochi spiccioli, alla quale capi di stato e politici partecipano con azioni di copertura. Poich un crac ben eseguito, richiede anche un capro espiatorio, qualcuno di secondo piano andava mostrato come vero grande manovratore scriteriato. Fu dato in pasto allopinione pubblica il servizievole Calvi. La frase: Il Banco Ambrosiano non mio, io sono solo un servitore di qualcuno pronunciata da Calvi durante processo per reati valutari, fa comprendere che si sentisse usato e come stessero le cose. Era per difficile nascondere la mano di Marcinkus e su di lui furono emessi 3 mandati di cattura dallo Stato Italiano (complice), in particolare, per addormentare lopinione pubblica, ma Papa Giovanni Paolo II lo protesse. Per far pensare a un Vaticano in povert (!!!), in seguito allo scandalo, le autorit pontificie dissero che Marcinkus aveva chiesto denaro in prestito alla banda della Magliana (organizzazione malavitosa), per finanziare Solidarno. Fu fantastico, perch proprio la chiesa, istituzione dedita alle anime, dichiar di aver chiesto soldi sporchi di sangue per finanziare correnti politiche. Naturalmente, pur mostrando quanto lerciume ci fosse dentro il Vaticano, la versione fu inverosimile, e paragonabile alla richiesta di prestito di una multinazionale a un proprio operaio. Ma

Pagina 98 di 124 concepibile o no, al Vaticano interessava gettare fumo negli occhi ai soliti cittadini polli che, si bevvero la balla alla perfezione. Fu un insignificante autogol, perch tanto la gente, sotto il bombardamento dei media riacquist subito sonno Per depistare i sospetti e rendere maggiormente credibile la panzana, il Vaticano simul una ritorsione della banda per tornare in possesso del denaro prestato: fu messo in atto il rapimento di Emanuela Orlandi. Per mantenere coperti i lordi maneggi vaticani, e giustificare agli occhi dellopinione pubblica la ritorsione del crimine, quella ragazza pag con la vita. Cominci a circolare il nome di Renatino (Enrico de Pedis), spietato killer della banda della Magliana. Fu egli a rapire Emanuela Orlandi. Ma Renatino, non ricattava il datore di lavoro e, anzi, svolse tantissimi altri servigi per la causa del Vaticano. Addirittura, fu cos servizievole e di particolare aiuto allOpera di Dio, che quando mor ricevette il privilegio di essere sepolto a Roma, in una cripta della Basilica di SantApollinare. Si consideri che la sepoltura di un estraneo alla Chiesa, va addirittura contro il Diritto Canonico. Poco importa: abbiamo gi visto come le ferree regole siano agilmente trascurate. Secondo papa Giovanni Paolo I (Albino Luciani), che dopo la morte di Papa Paolo VI gli subentr, non era esattamente quello il modo di condurre certe operazioni, e la pubblicazione a iniziativa del giornalista Mario Pecorelli, dei 112 affiliati vaticani della P2, tra cui Marcinkus, fu la goccia che fece traboccare il vaso. Ne segu una violentissima discussione. Giovanni Paolo I minacci di destituire molti prelati dalla pistola facile e dalla speculazione allegra, e per questo avvelenato come un topo e tolto dai piedi. La sua morte dest stupore e sospetti e anche quest'accaduto ci racconta come funzionano le cose l dentro. Poi, giacch il Vaticano fa il bello e cattivo tempo, e ha il pieno controllo anche dello Stato italiano (ma non desidera che ci possa essere sospettato), manovra le indagini, e nello stesso tempo, a esse si oppone. Per aver osato pubblicare la lista, anche Pecorelli fu tolto di mezzo. Con la proclamazione di Giovanni Paolo II (Vojtyla), tutti rimasero ai loro posti, a ringraziamento dei servigi: nella fattispecie, crac, rapimenti e omicidi. Il papa polacco, si avvalse molto volentieri dellappoggio di Marcinkus, ritenuto molto utile per sostenere finanziariamente una Polonia sotto linfluenza sovietica. Su Marcinkus, sempre allo scopo di non rendere visibile cosa muove il baraccone, fu emesso un mandato di cattura internazionale (meglio addossare i sospetti su uno solo, anzich sull'organizzazione intera), ma come immaginabile, non successe nulla. Anche Vojtyla, il papa per il quale i fedeli hanno chiesto la beatificazione, si adoper per tenerlo al riparo da conseguenze giudiziarie. "Al Vaticano non comanda nessuno" Si disse che Calvi fu ucciso perch sottrasse 1 milione di Dollari di Cosa Nostra dal Banco Ambrosiano, e con tali soldi occulti condusse speculazioni finanziarie non redditizie. La verit che leliminazione di Calvi, fu voluta perch era intenzionato a rivelare i meccanismi di speculazione del sant'Uffizio, su ogni risvolto sdrucito della societ, nonch evidenziare i reali collegamenti tra Vaticano e organizzazioni delinquenziali. Il 21 giugno 1982 si apr il caso del crac del Banco Ambrosiano, e i pentiti confermarono quanto ampiamente messo in luce. Disse Massimo, il figlio di Don Vito Ciancimino, in uno dei vari processi che lo videro testimone: Le transazioni a favore di mio padre passavano tutte tramite i conti e le cassette dello IOR. Ancora a riportarci alla stessa conclusione, le dichiarazioni del pentito di mafia Vincenzo Calcara: Lo IOR era coinvolto nel riciclaggio di denaro di Cosa Nostra. E pure un altro pentito, Francesco Marino Mannoia (secondo Giovanni Falcone il pi prezioso collaboratore di giustizia) rivel nel 1998, durante il processo per mafia a Marcello Dell'Utri, che Licio Gelli investiva i denari dei corleonesi di Tot Riina nella banca del Vaticano. Ai corleonesi, lo IOR garantiva investimenti e discrezione. Giovanni Paolo II, giusto per far rientrare Marcinkus nella legalit, abol la norma di diritto canonico introdotta nel 1738 da Papa Clemente XII, che aveva voluto la scomunica per i preti affiliati alla massoneria. Nel 1987 per superare gli scombussolamenti derivati dal crac del B.A., lo IOR pass nelle mani di monsignor De Bonis e il primo conto del nuovo corso, vide il nome della Fondazione Cardinale Francis Spellmann. Proprio lo Spellmann che gest la guerra in Vietnam e finanzi la DC con (udite bene), parte dei soldi ladrati agli ebrei dai nazisti. Spellmann non era un elemento qualunque, ma il potente porporato, figura di collegamento tra USA, CIA, mafia, politica italiana e naturalmente, Vaticano. In questa turpe storia, Renatino non fu il solo malvivente che si accompagn a braccetto con il direttivo Vaticano. Un altro personaggio troppo poco considerato fu Michele Sindona, sul quale davvero il caso di gettare uno sguardo. Da ragazzo studi dai Gesuiti (ma guarda), frequent la facolt di Giurisprudenza e dopo la laurea lavor per 2 anni allufficio Imposte di Messina. Nel primo dopoguerra si trasfer a Milano, dove apr uno studio di consulenza finanziaria e si specializz nell'esportazione di capitali in paradisi fiscali. Societ Generale Immobiliare e SNIA Viscosa,

Pagina 99 di 124 furono sue fedeli clienti. Nel 1957 fu accolto a braccia aperte dalla famiglia mafiosa dei Gambino, che gli affid la gestione dei profitti del traffico di eroina. Gli affari a gonfie vele gli permisero di fare sua la Banca Privata Finanziaria, proseguendo poi attraverso la (anchessa sua) holding lussemburghese Fasco, ad altre acquisizioni. Negli anni '60, import a Piazza Affari gli strumenti di Wall Street: OPA, conglomerate, private equity. Nel 1962 lo IOR acquis (!), il 24,5% della Banca Privata Finanziaria di Michele Sindona. L'abile finanziere fu notato dal cardinale Montini (arcivescovo di Milano e futuro papa Paolo VI) che lo accolse nelle sue grazie. Le attivit criminali di Sindona erano ben conosciute e molto apprezzate in Vaticano, e se ne serv per far rientrare i soldi fintamente persi dalla porta principale, facendoli transitare ancora pi cospicui da quella di servizio. Nel 1969 Montini, gli affid una consulenza per la modernizzazione dello IOR, in collaborazione con Luigi Mennini, Pellegrino de Strobel e Massimo Spada. Ma chiediamocelo: certi compiti sono assegnati al primo che s'incontra? O bisogna appartenere a una certa cerchia? A questa considerazione, si aggiunga che Michele Sindona, era iscritto nelle liste della loggia massonica P2 di Licio Gelli, insieme a Roberto Calvi. A Sindona fu venduta la Societ Generale Immobiliare, della quale lo IOR mantenne una quota del 3%. Mossa tipica del sistema chiesa: finge di mollare losso ma, di fatto, mantiene legame e redini. Sindona fu particolarmente abile a speculare su larga scala tra le maggiori valute di quel tempo, e la collaborazione vide enormi somme di denaro in movimento dalle banche di Sindona, verso lo IOR, e da e verso banche svizzere, nonch la movimentazione di capitali in paradisi fiscali. Nonostante nel 1971 la fortuna cominciasse a indebolirsi, in particolare a seguito del fallimento dell'OPA sulla finanziaria Bastogi, nel 1972 entr in possesso del pacchetto di controllo della Franklin National Bank di Long Island, nell'elenco delle prime venti banche statunitensi. Possedeva inoltre, partecipazioni in altre aziende, tra cui una banca d'investimenti in Italia in diretta concorrenza con Mediobanca di Enrico Cuccia (altro delinquente). Le sue banche si associarono ad altri istituti di credito, come la Finabank di Ginevra e la Continental Illinois di Chicago. Interessante notare che proprio da Giulio Andreotti (altro grande anello di congiungimento tra mafie, Vaticano, massoneria e politica internazionale), Sindona fu salutato come "salvatore della Lira", mentre dall'ambasciatore americano in Italia, John Volpe, fu nominato "uomo dell'anno 1974". Si tenga presente che negli ambienti erano pi che risaputi i suoi intrallazzi con la mafia, e che si occupasse del riciclaggio dei proventi del traffico di eroina per il gruppo Bontade-Spatola-Inzerillo-Gambino. Nell'aprile dello stesso anno, per un crollo del mercato azionario, i profitti della Franklin Bank precipitarono del 98%, e Sindona inizi a perdere la maggior parte delle banche acquisite, con un'escalation negativa che si concluse con un crac. Era comunque molto ambito per le sue conoscenze in campo di finanza internazionale, e il lavoro non gli mancava. Fu anche consigliere personale del boss mafioso italo americano Joe Adonis, della famiglia di don Vito Genovese. Sindona si trov rincorso dalle inchieste di Giorgio Ambrosoli, che sembr non voler cedere ai tentativi di corruzione e nemmeno alle minacce. Per liberarsene, il finanziere lo fece uccidere da un killer di cosa nostra ma si ritrov in carcere negli USA. Sindona aveva il difetto di essere ciarliero, e per le scortesie ricevute, avrebbe potuto raccontare quanto fosse buona e caritatevole la chiesa e come manovra in certi ambienti. Fu cos che appena estradato in Italia, il 20 marzo 1986 fu a sua volta messo a tacere da un caff corretto al cianuro. Sergio Turone, un docente universitario, ipotizz che fosse stato Andreotti a far pervenire la bustina di zucchero contenente il cianuro fatale a Sindona. De Bonis, si trov a succedere a Marcinkus, nella guida dello IOR. Non meno abile del predecessore, fu egli a darsi da fare per rendere maggiormente discreta lattivit dell'Istituto per le Opere Religiose. Cre la contabilit multipla o, IOR parallelo. A piena tutela della riservatezza di clientela particolare, da quel momento lo IOR opera a vari livelli di segretezza ed in grado di mettere al riparo anche i traffici pi loschi, con un sistema di filtri invalicabile da qualunque apparato di controllo. Non cambiato niente, quindi, e dietro intestatari di opere caritatevoli (la povert arricchisce), si nascondono loschi giri di denaro, riciclaggio e sovvenzioni per il terrorismo. Ora, sembra tutto rientrato nella norma e ci siamo pure dimenticati delle nefandezze venute a galla, che tuttavia, furono solo la punta di un impressionante iceberg. E' come se nulla fosse accaduto! La gente turlupinabile con disarmante facilit. Al Vaticano basta agire come gli allevatori dell'Amazzonia che, quando devono guadare un fiume infestato da piranha, danno loro in pasto la vacca pi vecchia e malandata, per poi, far passare indenne la mandria. Alla folla, dopo aver fornito un capro espiatorio, somministrato lo zuccherino della partita di calcio, che ha il potere di tenerla occupata pi delle loro porcate. Ci che ancora gran parte del mondo non ha realizzato, che quell'organizzazione per delinquere, oltre ad avere in mano le nostre vite, ha pure il pieno controllo sul sistema bancario globale!

Pagina 100 di 124 Documenti hanno provato che direttamente o indirettamente, lo IOR esercitasse il controllo su una serie di societ fantasma, che fecero da "paravento" alla destinazione dell'ingarbugliato circolo di denaro, che dren duemila miliardi di lire dalle casse dell'Ambrosiano. Ma quello che stato mostrato un pugnetto di briciole e non dobbiamo scordare che da quando fu istituito lordine dei Templari, che funziona una sorta di sistema bancario. Non fu certo creato per l'ordine quanto, invece, dalla "Milizia di Cristo", per la chiesa. Ora, il controllo del sistema finanziario mondiale (vedi link: Templari di Aragona) in mano all'ordine dei Cavalieri di Malta, che rispondono (giusto qualche nominativo) ai signori Rothschild, Montefiore e Dreyfus. Significa che l'FMI, la Federal Reserve, la BCE, la Banca d'Italia e gli altri organismi creditizi, poich in tutti vi sono massoni alla direzione, sono strettamente nelle mani del Vaticano. Senza contare che sono i simboli delle banconote degli stati pi forti, a raccontarci di una catena. E ancora, perch non ci si chiede cosa ci fanno i gendarmi in giallo-rosso di guardia al Vaticano? Hanno ruolo di custodi di Satana Romana Chiesa, perch rispecchiano loperato della Nazione Svizzera, che ha il compito di fedele custode di molte ricchezze dell'opera "santa". Ricordate la bandiera a croce bianca su fondo rosso tra gli artigli dei due leoni? Anche da quei simboli, si percepisce il motivo della neutralit nel cuore dellEuropa, di una piccola nazione che non avrebbe nessun'altra ragione di non essere nellEuro. Per "pura casualit", lUnione delle Banche Svizzere, in gergo si chiama fusione. Denominazione che in realt, dovrebbe definire il sistema bancario mondiale Questo il panorama ma, da luglio 2011 anche lo IOR si adeguato alle "normative internazionali sulla trasparenza", e nello stato vaticano entrato in funzione lAIF (Autorit di Informazione Finanziaria), organismo per la prevenzione e il contrasto in campo finanziario e monetario, dei finanziamenti terroristici e preposto a vegliare anche sul riciclaggio dei proventi delle attivit criminose. Ebbene, chi emana tali normative, se non una commissione giostrata dalla massoneria? Padre Lombardi tuttavia, direttore della sala stampa della Santa Sede ci rasserena: La chiesa sar pi credibile e questo d'importanza vitale per la sua missione evangelica. Davvero rassicuranti le dichiarazioni di una compagine di orsi, che si dichiara contraria al saccheggio dell'alveare e si schiera a tutela delle scorte di miele ...

Capitolo 20 PIRATI SENZA VELIERO Le dimensioni del fenomeno "mafia" sono impressionanti. Secondo un sondaggio CENSIS, sarebbero 13 milioni gli italiani che hanno legami con la criminalit organizzata. E una cifra che corrisponde a quasi un quarto della popolazione ma, di fatto, per quanto le persone che non vogliono avere a che fare con la delinquenza siano la maggioranza, il danno prodotto da queste sul tessuto della societ, si ripercuote sulla vita di tutti i cittadini dello stivale. Anzi, poich le mafie hanno dimensione globale, la loro azione influisce sulla vita dellintero pianeta. Alcuni rapidi esempi? Le droghe si consumano ovunque, la prostituzione un fenomeno planetario; la falsificazione dei prodotti di marca lo stesso; altrettanto dicasi per gli alimenti e prodotti di consumo; il commercio delle armi non ha frontiere e il traffico dorgani nemmeno. Questo significa che le mafie sono entrate nel circolo venoso del pianeta. Anche limitandoci a considerare la sola realt italiana, gli introiti sono da paura. Nel 2004 si stimato che lammontare degli incassi dalla sola ndrangheta, che la pi potente tra le mafie, considerando tutti i settori degli affari, si sia avvicinato a 55 miliardi di Euro, corrispondenti al 5% del PIL italiano dell'epoca. Incassi sempre in incremento e vicini a 75 miliardi nel 2008. Non ostante si parli di cifre imponenti, certo che quanto calcolato non corrisponda al reale potenziale, che si attesterebbe a un totale ben pi consistente. La ndrangheta anche considerata la mafia pi potente al mondo, e gli affari realizzati allestero, fanno salire il conto a cifre inesprimibili. Ma non vanno dimenticati gli incassi di cosa nostra, camorra e "sacra corona, che aggiunti a quelli della regina del malaffare, vanno a formare un paniere di dimensioni galattiche. Per la spietatezza, per i guadagni colossali, per l'espansione e la capacit di adeguarsi alla societ, le mafie costituiscono uno dei peggiori flagelli del pianeta. Per gli stessi motivi, su tale fenomeno sono stati stesi fiumi di parole, senza per questo farne piena luce. Ora per, poich gi molto del marcio di questo mondo ve l'ho posto sotto gli occhi, credo sia possibile chiudere il discorso sul fenomeno, se non altro, tracciandone i tratti pi essenziali. Abbiamo visto come le massonerie, funzionino da canale di trasferimento della negativit sul mondo, e siano assoggettate alla chiesa, nonch ai due grandi manovratori della Terra. Tenendo presente tale intreccio, tutto diventa pi comprensibile. Partiamo dall'espansione della mafia negli USA.

Pagina 101 di 124 Si tratt di una complessa macchinazione massonica, che vide coinvolti un certo Benjamin Disraeli, supportato finanziariamente dai principali banchieri ebrei Rothschild e Montefiore. Per inciso, Benjiamin Disraeli era lo statista e alto esponente sionista dInghilterra che pronunci la frase: "Il mondo governato da personaggi ben diversi da quelli creduti da coloro i quali non sanno guardare dietro le quinte". Si racconta che fossero questi tre, appoggiati dal sistema sionista d'Inghilterra a manovrare le operazioni ma si sorvola sul fatto che la denominazione MAFIA, sia l'acronimo di "Mazzini Autorizza Furti Incendi Attentati". Mazzini, infatti, non era una figura di secondo piano ma il direttore delle operazioni. Gi padrino della Mafia in Italia, si organizz per esportarla nel Nord America e lo fece avvalendosi, oltre che degli elementi gi detti, proprio dell'amico "diavolo del XIX secolo", Albert Pike. Nel Nord America, la cricca sionista nomin a capo della mafia, un certo Joseph Macheca con ispirazioni antirazziali alla Pike (tanto per pescare in famiglia). Appena terminata la guerra di secessione, fu questi a sostenere la candidatura a presidente degli USA di Horatio Seymour. Vinse invece Ulysses S. Grant, per far credere all'opinione pubblica che il sistema non propriamente trasparente, fosse efficacemente contrastato. Ma Grant, era anchegli assoggettato alla massoneria, come tutti i presidenti che lo seguirono Questo il clima di libert che gli Stati Uniti, spacciati come pi democratici del nostro, da quel tempo respirano Si pu immaginare la situazione nel vecchio continente, nel quale il potere Vaticano non doveva tessere alcuna trama, perch gi perfettamente ordita dell'impero romano. Che le mafie NON fossero l'invenzione di piccole organizzazioni delinquenziali, poi cresciute nel tempo (come invece, ci fatto intendere), ma lo strumento di un alto potere, lo si pu e si poteva afferrare semplicemente da dati storici liberamente divulgati. Lo confermano anche le parole di un antico documento, pronunciate da un altrettanto antico personaggio. Don Pietro Ulloa, che nel 1838 era procuratore generale della provincia di Trapani, scrisse: Non vi impiegato in Sicilia che non si sia prostrato al cenno di un prepotente e che non abbia pensato di trarre profitto dal suo ufficio. Questa generale corruzione ha fatto ricorrere il popolo a rimedi oltremodo strani e pericolosi. Vi ha in molti paesi delle Fratellanze, specie di sette che diconsi partiti, senza riunione, senzaltro legame che quello della dipendenza da un capo, che qui un possidente, l un arciprete. Una cassa comune sovviene ai bisogni, ora di far esonerare un funzionario, ora di incolpare un innocente al centro di tale stato di dissoluzione evvi una capitale citt nella quale vivono 40 mila proletari, la cui sussistenza dipende dal lusso e dal capriccio dei grandi. In questo umbelico di Sicilia si vendono gli uffici pubblici, si corrompe la giustizia, si fomenta lignoranza. Ebbene? Gi allora si sapeva che a giostrare le mafie erano i preti e i ricchi. Anche Ulloa ci configura uno scenario ribaltato rispetto a quello canonicamente accettato: il potere a tenere al guinzaglio i mafiosi e non viceversa. Bastava indagare in quel senso Ma naturalmente, nessuno ha potuto o voluto, e tutte le indagini hanno preso a rincorrere filoni di scarso rilievo. Anche questo dettaglio, dovrebbe aprirci gli occhi nei confronti di chi ora preposto alle indagini, e farci capire che gli inquirenti (molto spesso) sono burattini mossi dagli stessi fili che governano tutto il resto. Ci portano a pisciare dove vogliono, dice una frase che originariamente dialettale. Anche se una volta tradotta risulta un po meno tagliente, mantiene lefficacia ruspante dei detti popolari. Ci guidano come cagnolini. A tenerci al guinzaglio, servito anche Roberto Saviano, sul quale vorrei spendere due parole. Quando i suoi libri sono comparsi sulle bancarelle, anch'io come tanti (immagino), ho seguito i racconti di quella che ho creduto essere, finalmente, la persona giusta per introdurci nei misteri di quelloscuro universo. Mi sono fatto coinvolgere dalle sue descrizioni, senza sospettare. Ed facile soffocare certe sensazioni, quando l'uomo che denuncia i retroscena delle mafie, da queste minacciato di morte. Che stranezza Lui che in fondo, ancor ora esprime un pensiero e racconta delle storie ma non un poliziotto, affidato nelle mani di una scorta, mentre la tolgono a chi indaga (a volte, pi seriamente) e le combatte, perch lo stato deve risparmiare. Quello Stato che invece, trova i miliardi per mandare i soldati in Afganistan, comprare armi tecnologiche, fare i referendum, partecipare alle ricerche del CERN, ossequiare il signoraggio L'abile giochino, ha fatto s che il personaggio toccasse il cuore dellopinione pubblica, per il sacrificio di vivere una vita sotto scorta e per il coraggio di mostrare tanto amore di verit. Ha convinto la gente che viva tanto sacrificato, perch arrivato a infastidire il mostro dalle sette teste. Nel frattempo per, il mostro ha continuato a ingoiare tutto e tutti, rinascendo pi forte di prima, anche dopo che una testa gli stata mozzata. Con Saviano o senza, in realt nulla cambiato, e a meno di esser scemi, se gli introiti mafiosi sono in continuo e vertiginoso incremento, si capisce che il lavoro svolto per combattere le mafie stato insufficiente o persino vano. Vuol anche dire che i discorsi fatti, sono serviti a gettare fumo negli occhi. Inutile girarci attorno. Saviano ha fatto il gioco della grande bufala. Questo signore, per giunta dichiaratamente sionista, stato creato per il grande spettacolo d'illusionismo: non solo per NON farci scoprire il trucco ma soprattutto per renderci ignari che

Pagina 102 di 124 implicito. Con l'enfasi dei suoi racconti, servito a rincretinirci in qualcosa di "troppo intricato e sfuggente", che anzich fornirci spiegazione, ci ha fatto perdere il bandolo della matassa. Grazie al prezioso apporto di affabulatori ed esperti, abbiamo contrassegnato di pip gli angoli stabiliti dal dominio. I Roberto Saviano (ma anche i Giulietto Chiesa, Marco Travaglio, i Grillo, i magistrati antimafia e C.), sono abili nel dire tanto, e nel dire nulla di compromettente per il sistema, evitando la verit Se ora ho le risposte, perch ho iniziato a ragionare con la mia testa, ma per troppi anni anch'io ho creduto loro, e seguito un'astuta quanto letale logica. Sono anche riusciti a farci credere, che le mafie possono penetrare nel flusso arterioso del sistema che ci governa e le combatte, con disarmante facilit, oppure che lo Stato, impotente nei confronti della corruzione, oppure che i potenti boss, vivono nell'agiatezza e nel lusso pi smodato. Quest'ultimo aspetto, quanto ci mostrano i films, ma ancora, non corrisponde alla realt. All'opposto questi tapini, quando non passano anni in carcere, vivono una vita di tormenti, in libert che spesso corrisponde a una vita di prigionia, in celle scavate sotto terra senzaria e luce del sole, in casolari abbandonati, o protetti (quasi in carcere) nei quartieri malfamati delle loro citt, e non certo nelle comodit che il denaro potrebbe garantire loro. Senza contare che sono spasmodicamente impegnati nella ricerca di sempre nuove vie di guadagno, e trafelati nellincrementare ricchezze senza avere modo di godersele. Sono scelte che sfuggono a qualsiasi logica. A cosa diavolo servono i soldi, se non per alimentare ogni vizio e godersi tutti piaceri della vita? A un boss, a cosa serve il potere e con quale soddisfazione lo detiene se lo deve esercitare dal fondo di un bunker? E limmagine di un personaggio vincente, quella di un uomo ridotto a vivere come un topo col fuoco alla coda? Non si direbbe ma sono riusciti a farcelo credere. Questa visuale, rapportata con quanto ogni umano si aspetta dalla vita, emette lo stridore di una forchetta grattata sul fondo di una pentola dacciaio. I capi mafia, infatti, non sono padroni di imperi malavitosi ma, servitori di potere, esattamente come lo erano i pirati che flagellarono i mari per centinaia danni, fino ai primi del 1900. Questi, erano tenuti a servizio da governariati e regni dun tempo. Per pura coincidenza, i regnanti del periodo che armavano i vascelli pirata, erano sottomessi al papato. Sempre "casualmente", tali paesi rientravano nei territori anticamente occupati dalle truppe romane. A proposito, vi ricordate quale vessillo esibissero i flagelli dei mari? Il teschio con lincrocio di due tibie, su fondo nero. Uno dei simboli dalla massoneria ed esibito, per esempio, dalla congrega massonica alla quale appartengono i presidenti USA. Quella Skull and Bones con sede nell'universit di Yale, che frequent Mario Monti La missione dei boss pertanto, non quella di fare la bella vita, e mette in risalto ben altre priorit: fornire servigi al potere. Come gli antichi pirati dei mari, i mafiosi possono godersi le ricchezze - se tutto va bene - una volta liberati dai vincoli con il proprio padrone. Infatti, se le cosche fossero indipendenti e formate nient'altro che de spietati, al momento di eleggere un proprio elemento al comando, non gli chiederebbero di giurare e suggellare con il sangue, il rispetto di un ferreo codice donore. Ha per senso, se il neo capo deve rispondere a dei superiori. Giuramenti e patti d'onore, servono a qualcuno che li comanda, per tenerli con la bocca cucita fino allultimo respiro e per garantirsi pieno rispetto dei compiti. E' legato allo stesso motivo l'obbligo d'avere famiglia, tant' che per un capomafia, venire meno ai giuramenti, significa mettere a repentaglio la vita dei parenti stretti, prima ancora che la propria. Ci vale in generale ma in particolare, nel caso si dovessero malauguratamente trovare tra le mani della giustizia. Per questo, si confidano molto parzialmente anche i pochi che hanno accettato di collaborare, e come riferito dalle magistrature, per i boss non esiste ravvedimento. Proprio il pentito Sebastiano Altomonte (tuttavia senza scucirsi troppo), evidenzi i legami tra mafia e massoneria (Vedi link: Tutti i capi mafia sono massoni), mostrando l'altro motivo di tanta riservatezza. I rituali, infatti (altro link), sono celebrati nella tradizione massonica (ricordate il giuramento al capitolo 9 "LA CHIESA OCCULTA"?), da potenti maestri della magia e delle arti arcane. Famiglia, ferrei impegni e fanatismo religioso (in questo ricordano la MILIZIA DI CRISTO), li porta a eseguire i loro compiti con irriducibile e ostinata convinzione. La cieca esaltazione uno standard proprio in ambiente occulto. Un altro aggancio con il sistema massonico, e una distorta interpretazione delle volont divine, ce la forniscono i personaggi ai quali i boss s'ispirano. Da "CRIMINALIT - LA CONFESSIONE DI UN CAPO", fonte Lespresso: "Io stesso, riferisce unex boss, rimasto anonimo per motivi di sicurezza, ho raggiunto la dote di VANGELO (altissimo livello), e quindi posso testimoniare che le figure religiose di riferimento sono tutti gli apostoli e i santissimi Pietro e Paolo (i patroni della chiesa), mentre le figure storiche sono Giuseppe Mazzini come fondatore e promotore delle societ segrete in genere, e Camillo Benso conte di Cavour, somma mente di statista. Ha per dimenticato Alfonso La Marmora.

Pagina 103 di 124 Quindi, tra i protettori della Santa, dei Santisti, dei Vangeli, dei Mammasantissima (sostantivi ispirati, riferiti alla societ e ai livelli gerarchici), anche dei feroci massoni. A riprova, nei rifugi dei boss, non mancano mai i simboli cari al loro credo. Onnipresenti i rosari, le statuette della Madonna di Polsi, le immaginette di Padre Pio, i santini per le affiliazioni, le Bibbie. Parlando di ndrangheta inoltre, fin dai tempi remoti, le riunioni degli affiliati sono avvenute presso il santuario di Polsi. Nemmeno un caso che un ramo delle cosche sia nominato Sacra Corona Unita. I boss, sono persuasi di essere in missione per volere di Dio Un dio naturalmente, che ha similitudini con quello che fece compiere delitti agli adepti dei Ku Klux Klans, con quello che ispir lo spietato Albert Pike, con quello che fece marciare i soldati delle legioni di Costantino, o in seguito i crociati, o pi vicino ai giorni nostri Hitler, o i soldati inviati in Vietnam, nonch quello che ispira i kamikaze di Allah. Va poi fatto notare un altro aspetto: poich il dominio, per continuare a esistere in modo per noi inavvertibile, deve assicurarsi l'equilibrio tra marciume e giustizia, governa sia guardie sia ladri. I generali d'arma, non a caso sono massoni Si viene quindi a creare una particolare situazione: le forze dellordine sono messe nelle condizioni di fare poco, perch il sistema deve garantirsi anche loperato della malavita. Ci, fu particolarmente percepibile subito dopo la cattura del boss Tot Riina: il rifugio fu ripulito da documenti compromettenti, prima dellarrivo della scientifica. In quel frangente divenne chiaro come il meccanismo mafia, fosse gestito al pari del meccanismo investigativo da un sistema di pi alto livello. Ci mostr come da una parte fosse attento a fingere il successo delle polizie, ma dallaltro, scrupoloso a far sparire tracce di collegamenti con i veri manovratori. Investigatori e magistrati per questo, se onesti (pochi), sono resi deboli e tenuti a freno da carenza di mezzi, leggi interpretabili e lungaggini burocratiche, quindi, dal sistema di tutela dellingiustizia. Infine, poich lo scopo di ottenere danni e degrado fingendo legalit, alla giustizia (come gi espresso in altro capitolo) sono dati in pasto i criminali meno abili o divenuti obsoleti. Questo modo di operare, crea situazioni fortemente conflittuali, perfettamente funzionali al meccanismo di dominio. La grande furbata di chi giostra la faccenda, di mettere i capimafia nella condizione di dover fornire il massimo rendimento, altrimenti altri prenderanno il posto e avranno il sopravvento sulle piazze pi ambite. La spietata selezione per la supremazia, impone battaglie allultimo sangue, e non pu essere altrimenti, trattandosi di pirati. Pertanto, accade che gli uomini poco redditizi o "superati", ci rimettano la vita o rimangano emarginati dallorganizzazione, diventando pi facilmente acciuffabili dalle mani della giustizia. Il metodo di abbandonare i rami secchi, cosa normale e le vittime sacrificali servono a sostenere la farsa, a infondere nellopinione pubblica la sensazione che Stato e giustizia, abbiano fatto il loro trionfale dovere e siano al servizio del cittadino. E' pure uno di quegli stratagemmi, utili per mettere in risalto i "migliori", pi determinati e spietati elementi. Data la concorrenza, la carriera di certi individui pu anche essere breve e molti nemmeno arrivano a godersi la pensione, come accadde a Renatino De Pedis. Quello che per i servigi forniti, ebbe l'onore di una sepoltura in un tempio satanista. Vale a dire, nella Basilica di SantApollinare in Roma. Tirando le somme, le mafie sono mostrate come unespressione malavitosa creatasi in modo autonomo, mentre la realt dei fatti propone uno scenario rovesciato. La malavita altamente organizzata, non ha il dominio ma il ruolo di semplice operaia. E' l'addetta al rastrellamento di denaro, con ogni mezzo possibile, e pure la delegata al mantenimento di uno stato di paura e corruzione. Questa prospettiva, rende comprensibile la facilit di penetrazione delle mafie nel tessuto sociale e nello stato che, anzich essere corrotto dal basso, lo si deve intendere attivo nell'aprire e chiude le porte al sistema malavitoso, secondo le necessit, e i limiti posti dalla discrezione.

Capitolo 21 IL SAPERE HA SEMPRE LE RISPOSTE Vorrei ora aprire una breve riflessione sul mondo scientifico. Servir a meglio inquadrare un altro aspetto della grande truffa, e a introdurre il tema del capitolo successivo. Che cosa ci dicono da decenni, eminenti luminari della scienza, riguardo alla vita extraterrestre e al fenomeno UFO? Sentenziano che Si tratta di dicerie prive di ogni fondamento, o pronunciano parole illuminanti come Non ci sono prove scientifiche, non esiste certezza alcuna e, ancora A causa delle abissali distanze celesti, impossibile che siano giunti fino a noi, Non abbiamo riscontro nei fenomeni a noi noti e quindi pi facile che si tratti di allucinazioni.

Pagina 104 di 124 Frasi che potrebbero essere uscite direttamente dai tribunali dellinquisizione di 500 anni fa, eppure, pronunciate pi volte da Margherita Hak e anche da altri scienziati dal CICAP, che vede tra i suoi fondatori Piero Angela. Contraddicono ragionevolezza e intelligenza, ma servono a sostenere le manovre delle autorit e del sistema, sempre tese a nascondere la realt. E' il caso ci si ricordi che solo 250 anni fa, erano ridicolizzate persone che prevedevano il volo delluomo con lausilio di macchine. Impossibile sentenziarono i sapienti del tempo, che si possa volare su oggetti pi pesanti dellaria. E adesso? Ci lasciano intendere che certi vezzi tipicamente medievali ce li siamo lasciati alle spalle, e affermano pomposamente che ormai conosciamo un sacco di cose sulluniverso e sulle leggi che lo governano Dobbiamo crederlo? Ma cosa ne sappiamo, ad esempio, di energie sottili: le possiamo misurare? Di universi paralleli: ci possiamo addentrare? Di possibilit di piegare il tempo: a parte concepirlo a livello d'idea, possiamo farlo? Dei microorganismi sparsi nello spazio: li abbiamo isolati? Dei campi elettromagnetici: li padroneggiamo? Poco conosciamo della nostra materia grigia, delle nostre onde cerebrali e delle reali potenzialit della mente umana. Non abbiamo debellato i tumori, lERPES, lartrite, a malapena siamo capaci di evitare la caduta dei capelli o un comune raffreddore, e nemmeno sappiamo produrre energia pulita in quantit sufficiente per eliminare quella non rinnovabile. Nemmeno conosciamo gli abissi oceanici, e nessuno si mai addentrato in alcune profondit terrestri. E poi, cosa ne sappiamo dei pianeti a noi vicino, a parte qualche dato superficiale? Conosciamo forse a palmo a palmo la Luna, Marte e, il pianeta Nibiru, per esempio? Abbiamo forse bussato a tutte le porte della nostra Via Lattea e verificato che disabitata? Del restante universo meglio non parlare Vogliamo accorgerci che stiamo dando ascolto proprio a quelli che dovrebbe tacere? Precisamente, la scienza quella branca dell'intelletto umano che fa riferimento alle esperienze accumulate, poich richiede di provare una data cosa prima di poterla elevare a realt. Per essere accettata da un organismo riconosciuto, una qualsiasi scoperta in campo scientifico, deve essere comprovata da calcoli o prove pratiche che ne attestino la veridicit e ne assicurino la ripetibilit. Solo cos si ottiene attendibilit presso la commissione internazionale e venirne meno, significa assumere un ruolo da ciarlatani. Il rigore applicato per, il primo limite alla realt, dato che non pu sostenere come vero ci che non ha provato. Dato che non ci pu raccontare quel che non rientra in dati "approvati", dove mettiamo quanto nemmeno riusciamo a concepire? Se troveremo la necessaria saggezza per evitare lautodistruzione, ci sono misteri che si schiuderanno ai nostri occhi fra mille, diecimila o centomila anni. Qualcuno in grado di negarlo? Non credo proprio. E allora? Come possiamo accettare sentenze su quanto ancora ci oscuro? Che cosa fa, invece, la scienza? Parlando di argomenti sconosciuti, anzich ammettere la propria ignoranza, li esclude come se non esistessero, o nel migliore dei casi, riducendoli a qualcosa di remoto e improbabile. Sentenzia, bench tutto quello che pu presentare come ragionevole si basa sulla consistenza delle nostre miserrime conoscenze. Ma non sapendo, una spiegazione vale ogni altra spiegazione. Gi questa posizione del mondo scientifico, sottolinea il fatto che anch'esso a sostegno del concatenamento truffaldino, ma si pu capire ancora meglio (al solito) evitando di farsi risucchiare nella loro logica. Se ipotizziamo la data d'inizio dello sviluppo dellattuale civilt scientifica a 500 anni fa, con Galileo, Bacone e Keplero, considerando la vastit e let delluniverso, ci potremmo facilmente trovare di fronte a popoli incredibilmente pi progrediti di noi. Nessuno pu affermare che la vita non si sia espressa in ogni angolo del cosmo, e noi non si faccia parte di unespressione di vita nellinfinito, insieme a molti altri. Altrettanto sciocco credere che popolazioni tanto virtuose, da sopravvivere ai propri lati negativi senza auto eliminarsi (come allegramente tentiamo di fare noi umani), e con qualche milione di anni di anzianit evolutiva sulle spalle, non siano parte del cosmo quanto lo siamo noi. Potrebbero essercene di cos avanzati (e ce ne sono!) da provare immensa piet per la nostra arretratezza, e da avere di gran lunga superato i problemi tecnologici connessi alla copertura in breve tempo d'immense distanze. Se alla ragionevolezza di quanto detto, aggiungiamo che il fenomeno chiaro ed evidente, e molto spesso sopportato da documenti e testimonianze affidabili, anzich discutere sullesistenza degli alieni, ci saremmo dovuti concentrare unicamente sui problemi che conducono a negare la realt. Ma non abbiamo riscontri scientifici Ammesso sia vero, chiediamoci: su quali apparecchiature facciamo affidamento per cogliere la presenza di entit certamente pi evolute di noi? Se altre popolazioni sono potute giungere fino alla Terra, vuol dire che hanno sviluppato un altissimo livello tecnologico: cosa ci fa pensare che altrettanto facilmente, non riescano a rendersi invisibili ai nostri miserandi e primitivi occhi tecnologici? La verit che con quello di cui si dispone, come cercare le lucciole in pieno giorno, con spessi occhiali da sole inforcati.

Pagina 105 di 124 Che anche la scienza serva al solito gioco di prestigio, lo dimostra pure il programma SETI. Bench in molti ancora stiano a bearsi nella convinzione di "unicit" delluomo, nel 1960 l'astronomo Frank Drake ha avviato un progetto di ricerca della vita intelligente nel cosmo, nominato Search for Extra-Terrestrial Intelligence. Sono stati spesi milioni di Dollari per tentare un dialogo con eventuale vita intelligente dello spazio, attraverso lemissione di segnali di vario tipo. I risultati finora sono stati di ben scarso rilievo, ma bisogna proprio rilevare che quando c da gettare fumo negli occhi e contorcere la realt, il sistema persiste su strade demenziali, fingendo che gli scienziati che vi lavorano, siano fortemente impegnati per aprire il mondo, ad ancora pi rivoluzionarie scoperte. Ma raccontiamola giusta e diciamo una volta per tutte che il SETI ha ben altre finalit. Oltre a dirottare soldi che potrebbero risolvere le sofferenze di molte persone, serve a ridicolizzare gli avvistamenti che ogni anno avvengono a migliaia sulla superficie terrestre, quindi, a far credere che il fenomeno sia frutto di farneticazioni. Serve a far pensare che gli alieni, se esistono, sono lontani da noi. E la popolazione finisce per crederlo, perch certi Stati spendono valanghe di quattrini per andarli a cercare il pi lontano possibile. La situazione grottesca, perch in verit, qui da noi, sono pressoch di casa. E ce ne sono di varie razze Non so se alcuni di loro ci hanno gi pensato; di certo se fossi io un extraterrestre, giusto per aggiungere una nota di colore, credo che non resisterei alla tentazione di posarmi con il disco volante su una parabola del SETI, per sfregarla con un cacciavite ed elargire un po' fruscii e scricchiolii. Credo che mi sbudellerei dalle risate Il Panorama tragicomico. Da un lato gli scienziati negano, e dall'altra, si impegnano a cercare entit lontane, quando basterebbe togliere le bende dagli occhi. Secondo lequazione dello stesso Drake, combinando diversi termini (stelle dotate di sistema di pianeti con caratteristiche vicine a quella terrestre e altri dati), possibile stimare il numero di mondi contenenti vita allinterno della nostra (piccola!) galassia. Egli ipotizza che potrebbero realmente esistere 100.000 pianeti nei quali vita, anche intelligente, abbia preso forma. Che cosa significa? Che appunto, in alcuni di questi 100.000, possono essersi sviluppate intelligenze molto pi evolute delle nostre Questi dati per, sono stati resi inascoltabili dei depistatori della sapienza, tipo CICAP (il non plus ultra della malafede) che fingendo di erogare cultura, aiutano il sistema a mantenere l'apertura mentale della gente a livelli infimi. Ma a volte si ipotizzato che le autorit, pur sapendo, abbiano preferito mantenere il segreto per motivi di ordine pubblico, al fine di evitare terrore immotivato. Se cos, pure il caso di sondare questa delicatezza danimo nei nostri confronti. Non credo che essere in mezzo a uno scenario di guerra, sconvolga meno dellidea di trovarsi a breve in compagnia di alcuni extraterrestri. Eppure una bella fetta di popolazione mondiale, grazie ad una strana mancanza di riguardi nei suoi confronti, vive nello sgomento che solo un conflitto bellico pu regalare. Non vi sembra che lannuncio dellesistenza di alieni, possa traumatizzare molto meno di una gragnola di bombe in caduta libera sopra la testa? Riescono a ingannarci e a farci sragionare come vogliono E' pure opinione comune che sia necessario tenere attive branche di ricerca, come quella spaziale, nucleare e tantaltre, e non si debbano arrestare le ricerche del CERN di Ginevra, nemmeno di fronte ai problemi della Terra. Ne siamo certi? Gli scienziati non appartengono al genere umano? Non devono avere cuore, anima e responsabilit verso gli altri esseri umani? Tra l'altro, per seguire fantascientifiche realizzazioni, possono permettersi di giocare con la salute di noi tutti? Finanziare costosissime ricerche, prima di aver debellato miseria e ridotto a zero sofferenze EVITABILI, equivale a immolare vite umane sullaltare della scienza. Spostare risorse importanti dalle vere necessit del pianeta senza tener conto delle priorit, un atto irresponsabile e di smisurata perfidia. Ancora scambiamo per CIVILTA' e PROGRESSO le massime espressioni di BARBARA INCIVILT e BESTIALE ARRETRATEZZA. Antony de Mello al proposito si esprime cos: Quale sar mai il vantaggio materiale di mandare un uomo sulla luna, quando noi non riusciamo a vivere sulla Terra? Riuscite a immaginare qualcosa di pi pratico del vivere nellamore e in pace?. E' disgustosa unumanit che vive sul trasporto delle importanti scoperte, e si riempia dorgoglio e ammirazione per quella che , oltre a una manifestazione della malvagit, anche di limitatezza. Cos , ma facilmente il nostro pensiero corre agli sforzi dei ricercatori per combattere le malattie, quando in verit e come gi espresso al capitolo 13 "SIAMO TUTTI KAMIKAZE", a livello morale il mondo della scienza ha nulla da consegnare allumanit, poich gravita all'interno di un circuito nel quale il bene sostiene il male.

Pagina 106 di 124 Non a caso nell'antica Roma si diceva che: Scentia est potentia. Dunque, non un semplice anello ma un potente anello Se basiamo la nostra evoluzione su quanto produce il potente anello, rimarremo retrogradi, perch il vero progresso fiorisce dallanima. In definitiva, c molto pi bisogno di coscienza che di ricerca scientifica. Solo con una condotta coscienziosa, si risolverebbero il 90 % dei mali della nostra malata Terra Quello che evitiamo di vedere, come sempre, il problema nella sua interezza, nonch nei risvolti pi infidi e nascosti. Ma bisogna ammettere che il mondo scientifico, qualcosa di buono lo ha lasciato. Se non altro, alcune frasi di Einstein: La mente come un paracadute: se non si apre, non serve a nulla. Ecco appunto, se non vogliono spiaccicarci a terra come fichi maturi, il caso la si apra

Capitolo 22 ANNUNAKI Il passato ci racconta di civilt del tutto particolari che lasciano intendere influenzate extraterrestri. E' quanto si coglie da antiche leggende e miti che tendiamo troppo facilmente ad assimilare alle favole, ed pure testimoniato da reperti archeologici. Lo stesso popolo sumero, cos ricco di conoscenze inspiegabili per il periodo storico e il sapere canonico, nei suoi scritti parla dell'arrivo dal pianeta Nibiru, di esseri molto alti e dai grandi poteri che furono accolti come dei. Ad accennare a queste entit la stessa Bibbia che narra: Un tempo, la terra era abitata da giganti . Su quel pianeta il caso di soffermare l'attenzione. Nel 1972, lastronomo J. Brady si accorge che le orbite della cometa di Halley, e dei pianeti Nettuno e Urano, presentano delle anomalie. Successive verifiche e calcoli, gli permettono di stabilire che fuori dal nostro sistema solare e in posizione poco visibile dai telescopi, deve esserci un pianeta di dimensioni almeno doppie a quelle del nostro. A rafforzare lipotesi di Brady si aggiungono le conferme di altri astronomi, e anche la NASA, che nel frattempo ha puntato gli occhi in quella zona di firmamento, sostiene di aver individuato il pianeta, dicendo che ha dimensioni 5 volte maggiori a quelle della Terra. Responso analogo lo fornisce SILOE, il telescopio di un programma di esplorazione spaziale avviato nei primi anni 90. Dati e fotografie ricevuti in Alaska nel mese di ottobre del 1995, parlano di un corpo celeste con dimensioni paragonabili a quelle di Giove, in avvicinamento al nostro sistema solare. A un tratto per, la NASA fa marcia indietro e si rimangia tutto, sostenendo che il pianeta linvenzione di un astronomo dilettante che ha preso un grosso granchio. Scimmiotta la NASA anche il programma SILOE: prima conferme e dopo smentite. Da allora in atto una massiccia campagna di disinformazione, ma proprio traduzioni della scrittura cuneiforme degli antichi Sumeri per opera di Zacharia Sitchin, storico e linguista di origini Russe, parlano di un pianeta (guarda caso, corrispondente alle descrizioni di Brady) di nome Nibiru (significa pianeta del transito) con unorbita molto ellittica, estraneo al nostro sistema, che ogni 3600 anni percorre un tratto di cielo fra le traiettorie di Marte e Giove. Per i Sumeri era portatore di scompiglio e sconvolgimenti nel delicato equilibrio terrestre. Dagli antichi il pianeta del transito era associato a qualcosa di oscuro e pericoloso, e Sitchin lo collega al diluvio universale (la catastrofe pi ricorrente nelle mitologie di tutto il mondo) e a uno dei suoi passaggi. Che la realt delle epoche lontane non ci sia stata riportata con desiderio di verit, lo dicono ancora le scritture Babilonesi, nelle quali si narra di un pianeta chiamato Marduk, guarda caso, dalle caratteristiche identiche a Nibiru e definito pianeta invasore, che arriva dalle regioni sconosciute e profonde delluniverso. Ma Nibiru non avrebbe portato solo scompigli sul piano geologico: sarebbe il mondo da cui provengono i Nibiruani, meglio conosciuti come Annunaki. Secondo le traduzioni di Sitchin, quel popolo avrebbe iniziato a visitare la Terra mezzo milione di anni orsono, e s'insedi nella valle del Nilo, dellIndo e in Mesopotamia, con lo scopo di estrarre metalli preziosi dal nostro sottosuolo. Sembra che nella lingua del tempo, Annunaki significhi: I 50 che dal cielo vennero sulla Terra, ma devo ammettere che mi riesce difficile credere a tanta roba, concentrare in una parola piuttosto breve. Al solito, facile scivolare nel condizionamento e pensare che si tratti di fantasie, eppure ci spiegherebbe anche le stupefacenti conoscenze astronomiche dei sumeri. Definivano Nettuno, il pianeta gemello di Plutone (com' in realt) e Nettuno era chiamato Hum. ba ovvero pianeta della vegetazione di palude, o En. ti. masc. sig, che vuol dire pianeta della luminosa vita verde. Si noti che gi allora sapevano dellesistenza di questi pianeti, scoperti in epoche recenti (Urano fu avvistato nel 1781, Nettuno nel 1846 e Plutone nel 1930) e solo la sonda spaziale Voyager 2 evidenzi che Plutone e Nettuno sono effettivamente caratterizzati da una colorazione verde azzurro.

Pagina 107 di 124 Ancora i sumeri, raccontano che quegli esseri erano di altissima statura e definiti giganti o titani, e a loro fossero attribuiti grandi poteri e conoscenze. Le trascrizioni raccontano anche, che capo della spedizione fosse un certo Enlil. Questo un nome che ricorre spesso nella mitologia sumera, almeno nella fase per noi di maggiore interesse, e legata alle vicende che hanno particolarmente segnato la Terra, poich non credo che dato il lunghissimo periodo di permanenza, la spedizione fosse sempre stata capeggiata dallo stesso soggetto. Un altro membro della spedizione, di nome Enki (da noi pi famoso come Satana), sostenuto da idee contrastanti con quelle di Enki, gett il seme della discordia e condizion gli animi di una parte di compagni, fino a convincere alcuni a rivoltarsi a Enlil. Si formarono due fazioni: da una parte Enlil, con il folto del gruppo, e dallaltra il rivoltoso Enki con (si dice che fossero 1/3 di quella spedizione) i suoi Angeli ribelli, come sono chiamati in alcuni passi della Bibbia. Vi faccio notare che il numero pi prossimo al terzo di 50, 17. Numero che segna pure in doppia cifra, (1717) lanno di nascita della prima loggia massonica ufficiale. Data la loro ossessione per il simbolismo, ci rappresenta un caso? Avendo poco personale per svolgere il lavoro d'estrazione, Enlil si trov di fronte a due scelte: tornare a casa o architettare una soluzione. Risolvette la questione, mettendo a frutto le sue conoscenze nel campo dell'ingegneria genetica, e creando degli esseri intelligenti (vi dice niente la frase: Dio cre luomo a sua immagine e somiglianza?), in grado di ricoprire i ruoli lasciati scoperti dai rivoltosi. Questo fatto risalirebbe a circa 350.000 anni fa. Si trattava evidentemente di un popolo dalle notevoli possibilit tecnologiche; anche in grado di vivere decisamente pi a lungo di noi e, per il quale, i riferimenti temporali erano ben diversi dai nostri abituali. Non sono quindi da attribuire a una favola, le et quasi millenarie di Matusalemme e Mos, che evidentemente, avevano legami genetici con i nibiruani, o rispetto alla popolazione terrestre, usufruivano di alcuni vantaggi tecnologici. La narrazione pu facilmente indurre a pensare che un destino da minatori, non essendo un ruolo al quale si pu ambire, avesse come scopo il bieco sfruttamento del "prodotto uomo, ma se si prendono in considerazione alcuni fattori non proprio secondari, ci non corrisponderebbe. Innanzitutto, escluderei che ai nostri antenati, avessero imposto l'uso di un piccone e preteso risultati importanti con quellarnese, ed invece molto pi probabile che avessero messo a disposizione attrezzature (Annunaki bravi a costruire macchine volanti eccezionali ma non scavatori?), pure quelle altrettanto evolute. Inoltre, proprio nella Bibbia si racconta che Luomo fu fatto per vivere in un paradiso. Quindi, si fa riferimento a una vita priva di sofferenza, il che fa intendere che vi fosse una particolare attenzione per la condizione dei minatori. Si tratt di una necessit. Forse non conosceremo certi dettagli, rimane per il fatto, che il Dio creatore dell'uomo non ha proprio nulla di divino. Cos per fu trasformato, da coloro che si trovarono a spadroneggiare sulla Terra, per meglio manipolare lessere umano. La perfidia del capo dei rivoltosi difatti, produsse zizzania anche tra i nuovi umani, a tal punto da rendere difficoltoso, pure il piano di emergenza di Enlil, il quale si trov gi con il primo uomo, di nome "A Da Mu", corrotto e contro di lui. Enlil prima di ripartire, volle privare Enki dei mezzi per andarsene e qui confinarlo, e per questo si produsse un terribile scontro, narrato nei primi capitoli della Genesi come la battaglia tra "angeli e demoni". A colonizzare il pianeta fu la comunit ribelle, quindi Enki e quelli che sono descritti nella Bibbia come angeli caduti - qui abbandonati perch reietti da "Dio" (Enlil) - poich gli altri, terminato il lavoro di estrazione se ne tornarono a casa, insieme con gli umani che non si fecero plagiare. Annunaki ribelli e umani assoggettati, furono i colonizzatori del pianeta Terra, e le razze andarono mescolandosi. L'accoppiamento tra quelli che all'inizio erano Annunaki, e le donne umane, gener i Nefilim, o Elohim in babilonese (il plurale ebraico Nefilim ricorre tre volte nella Bibbia; una volta in Genesi 6:4, e per due volte in 13:33), o semplicemente giganti, che erano raccontati con poteri divini. Si legge appunto che dallaccoppiamento nascesse un individuo biondo e con gli occhi azzurri, descritto come semidio. Ma altri, sostengono che queste creature fossero frutto dellaccoppiamento di due semidei. Un'altra incertezza, riguarda il colore dei capelli e degli occhi (in alcuni casi descritti scuri), e credo per il motivo, che i ribelli appartenessero a diverse razze. Naturalmente i superpoteri non avevano nulla di divino e semmai, erano da attribuirsi a conoscenze che lumanit non possedeva. E chiaro che la deificazione di tali esseri serv ad affermare le manipolazioni di comodo e linganno nei confronti dellumanit, poich in non pochi casi i Nephilim furono descritti bellicosi, depravati e di pochi scrupoli. Come gi abbozzato, di questo fatto ne accenna anche la Genesi (6: 1 / 8, versione CEI Gerusalemme), nella quale si legge: << Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero loro delle figlie, i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero. Allora il Signore disse: Il mio spirito non rester sempre nell'uomo, perch egli carne e la sua vita sar di centoventi anni.

Pagina 108 di 124 C'erano sulla terra i Giganti (Nephilim) a quei tempi - e anche dopo - quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell'antichit, uomini famosi. Il Signore vide che la malvagit degli uomini era grande sulla terra e che ogni disegno concepito dal loro cuore non era altro che male. E il Signore si pent di aver fatto l'uomo sulla terra e se ne addolor in cuor suo. Il Signore disse: Sterminer dalla terra l'uomo che ho creato: con l'uomo anche il bestiame e i rettili e gli uccelli del cielo, perch sono pentito d'averli fatti. Ma No trov grazia agli occhi del Signore. >> Da queste parole si possono trarre alcune considerazioni: innanzitutto, che il Signore al quale si rivolse No, fosse Enlil (No stesso lo chiam Signore e non Dio). E' pure logico immaginare una situazione caotica e difficile da gestire ma anche che parte del racconto abbia risentito di una consistente mistificazione, poich risulta poco credibile che Enlil avesse espresso il desiderio di sterminare anche gli animali: non li aveva creati lui e nemmeno erano loro a peggiorare la qualit della vita. Enlil inoltre era di animo tutt'altro che perfido. La frase: " sono questi gli eroi dell'antichit ", poi, conferma che i valori di valutazione e giudizio, sono stati ampiamente deformati. Si pu anche trarre che Enlil, decidendo di tornare sui suoi passi e non eliminare i corrotti, si adoper per porre almeno un freno alla situazione. Come? Cercando di infondere una coscienza nelle persone cadute nella rete dell'inganno, attraverso alcuni insegnamenti, raccolti in quella che noi conosciamo con il nome di Bibbia. Finch non furono deturpati, servirono da traccia etica, oltre che da riferimento storico. Fu tuttavia la confusione a regnare sovrana sulla Terra. E' cosa questa, che rende difficoltosa una ricostruzione precisa di quanto avvenne in seguito, ma un dato certo: la nostra evoluzione fu molto rapida e la storia dellumanit, ben diversa da quanto ora ci raccontato. Dopo labbandono della Terra da parte degli Annunaki, lessere umano conobbe momenti di sviluppo tecnologico, in alcune circostanze, persino superiore al nostro attuale. Gli splendori raccontati di Lemuria e Atlantide pertanto, non appartengono alle favole, e pure la loro scomparsa ci stata raccontata in modo errato. Ho fondata ragione di credere che furono distrutte dalla stoltezza, padrona assoluta del mondo. Atlantide in particolare, non s'inabiss con i suoi segreti, a causa di un asteroide, che data la tecnologia potevano intercettare e neutralizzare, ma a spazzarla dalla faccia della Terra fu piuttosto, un'esplosione nucleare. Sono state situazioni del genere a produrre le ere primitive. Ogni volta, i superstiti delle distruzioni artificiali spacciate per catastrofici eventi naturali - dovettero tornare a quelle et della pietra e delle clave, che furono successive all'annientamento delle civilt tecnologiche. Ovviamente, si ottengono certi risultati, con un progresso scientifico capace di soffocare ogni forma di latente saggezza. E' verso quanto - adesso - siamo orientati. Atomiche e continue tensioni del nostro mondo lo testimoniano. Da quanto si pu osservare per, gli Annunaki non lasciarono solo la Bibbia e a pi riprese cercarono di porre rimedio al caos venutosi a creare sulla Terra, o almeno, di adoperarsi per contenere l'espandersi incondizionato della malvagit. A sostenerlo sarebbe quel fenomeno chiamato Ges. A lasciare traccia di un'attivit svolta da esseri venuti dallo spazio, tuttavia, ci furono anche le vicende legate al profeta Ezechiele. A modo suo, con narrazioni prive di riferimenti tecnici ma ricche di particolari che non lasciano dubbi, ci racconta d'incontri con entit intelligenti venute dallo spazio. Tratteggia strane navi celesti (da leggere il libro e il cielo si apr di Josef Blumrich), e riferisce di contatti prolungati con gli esseri venuti dal cielo. Racconta di nubi che si squarciano con gran rumore e dalle quali ne escono oggetti lucenti. Una volta pi vicini, egli pu notarne la fattura e li descrive con dovizia di particolari. Racconta di carri alati che con grande fragore sbattono le ali, arrivano e poi ripartono verso il cielo Ci racconta di ali (pale delle eliche) che si ripiegano (cercatevi in internet le immagini di un "V 22 Osprey" a decollo verticale, con le pale ripiegate), poste su quattro piloni con disegnate teste di leone, aquila, bue e cane (i piloti daereo si sono sempre divertiti a disegnare bocche di squalo o di tigre sul muso degli aerei). Ma parla anche di un grande corpo centrale dotato di una cupola, dalla quale si vedono chiaramente delle figure muoversi. Queste figure non hanno nulla di divino ma sembianze umane. Scendono, hanno delle tute dorate, addirittura si avvicinano a lui, gli parlano nella sua lingua, gli chiedono di fare qualcosa e lui la fa. Racconta dei contatti, ripetuti, e a distanza di anni gli uni dagli altri, con i personaggi che conducono quegli oggetti volanti. Parla dei viaggi compiuti su tali mezzi e dellaccelerazione che lo incolla al sedile: Sentii la mano del Signore premere forte su di me. Descrive la Terra vista dallalto. Che esperienza incredibile, per un uomo completamente privo di ogni riferimento tecnologico, e ignaro di ci che si prova in volo Immaginate di trovarvi nelle vicinanze di un grosso elicottero che atterrando su una superficie sabbiosa, solleva nuvole di polvere: immaginate di salirvi e rivivrete tutte le esperienze di Ezechiele. Forse fino a 100 anni fa non avremmo potuto mettere in dubbio lorigine divina della descrizione del profeta ma ora, per seguitare a immaginare uno spirito divino che crea nuvoloni di polvere e produce un gran frastuono, bisogna imporsi dessere imbecilli.

Pagina 109 di 124 Se proprio non ci familiare, almeno sappiamo che la spiegazione si riferisce ai motori e al rumore delle pale delle eliche, che facilmente ci riportano allimmagine di un mezzo meccanico fatto per volare. Piuttosto, lunica perplessit non dovrebbe riguardare lorigine tecnologica dell angelo, quanto la tipologia della macchina. Un siffatto mezzo, infatti, potrebbe essere alla nostra portata gi ora, o al massimo tra pochi anni. Perch mai adottarono un mezzo (per loro) antidiluviano? Perch, doveva essere perfettamente identificabile in questo lasso temporale Ancora in tema di oggetti tecnologici, ci s'informi tra laltro, su quanto riportato dai Veda a proposito dei Vimana (oggetti volanti) posseduti dai popoli dellantica India. Si tratta di macchine suddivise in varie categorie: velivoli da trasporto, apparecchi da combattimento, navi spaziali per viaggi interplanetari. I piloti di tali macchine sono spesso descritti come divinit. Se dunque, la dilagante falsificazione della realt e la frammentazione della storia rendano difficile una precisa e integra ricostruzione degli avvenimenti terrestri, troppi particolari riducono lo spazio per ideologie cavernicole, che rifiutano l'idea di un'attivit di popoli extraterrestri, qui sul nostro pianeta. Bench le trascrizioni di Sitchin, da molti siano ritenute assurde e prive di ogni fondamento, una volta messe in relazione con le scritture Bibliche, ritrovamenti archeologici, dettagli altrimenti inspiegabili, recenti scoperte, racconti mitologici, diventano molto pi che fantasiose interpretazioni. Lo stesso Sitchin trov gli scheletri di quegli esseri che secondo gli assennati non esistono, e si batt pure a lungo (ma invano), per ottenere la prova del DNA da parte delle autorit. Nelle foto alcuni di questi scheletri (purtroppo non so dove sono state scattate) di cui i media evitano la divulgazione. Testimonianze dell'esistenza di scheletri giganti, ci arrivano anche dal passato: fu per esempio nel 1577 a Willisau, nel cantone di Lucerna, che vennero alla luce ossa di uno scheletro umano alto 5 metri e 80. Venne in seguito esposto in una sala del municipio. Pure Hernan Cortes, durante la sua conquista del Messico, entr in possesso di ossa gigantesche, che secondo gli indigeni appartenevano a una oramai estinta razza di giganti. Cortes stesso s'incaric di spedire al Re di Spagna un femore altro quando un essere umano. Una copia di un femore di tale dimensione, trovato nella regione mesopotamica, conservata nel Mt. Blanco Fossil Museum negli USA. Magellano rifer di aver veduto ossa gigantesche, mentre Fernando de Alba Ixtilxochitl, uno storico del periodo della conquista spagnola del Nuovo Mondo, narr che: i resti dei giganti abitanti della Nuova Spagna (Messico), si potevano trovare ovunque. Degna di nota, anche la scoperta del contadino Emile Frendin, nel 1925 a Glozel (vicino a Vichy - Allier, Francia). Nel suo appezzamento si form un affossamento. Scavando, vennero alla luce 3000 oggetti incisi, vasellame, utensili, gioielli, manufatti in osso e legno, risalenti a 18.000 anni fa. A sconcertare, furono le dimensioni delle ossa umane rinvenute (crani grandi il doppio del normale), delle impronte enormi e dei monili (bracciali), su misura per arti giganteschi. In California, nel 1810, fu scoperto lo scheletro di un gigante con sei dita ma anche ricercatori moderni trovarono scheletri inconsueti. Nel 1943, alcuni genieri militari di stanza a Shemya, unisola del gruppo delle Aleutine, ritrovarono delle ossa di proporzioni notevoli e crani enormi (le dimensioni di questi oscillavano fra i 50 e i 60 cm!). Questi giganti misuravano circa 7 metri! Le autorit militari intimarono per il silenzio su questa faccenda. Nel 2004, la Divisione Indiana del Team National Geographic, durante una normale attivit esplorativa nel deserto Indiano, in un luogo chiamato "The Empty Quarter", port alla luce i resti di uno scheletro umano di taglia eccezionale. Parti scheletriche umane di dimensioni giganti, sono state recentemente rinvenute, da antropologi sovietici, nel Caucaso e nellAnatolia, e molti altri risalenti a migliaia di anni fa, caratterizzati da dimensioni ben superiori a quelle umane, pure in alcune zone della Sardegna. Un caso? O delle bufale, come dicono i soliti scettici suggestionati dai depistatori? Troppe cose ci parlano di realt ben diverse da quelle da noi sapute, e ogni volta, quelle che ci spacciano per realt, si sgretolano, fino a dimostrarci che la vera grande bufala sono le verit del sistema.

Pagina 110 di 124 A quanto detto, il caso si aggiunga una storia, che definire particolare quantomeno riduttivo. E' riportata (in parte "epurata", naturalmente) nel libro Contattismi di massa di Stefano Breccia, e racconta la vicenda di alcuni signori di Chieti, che nel 1956, entrarono in contatto con strani tizi, che sostenevano di provenire da pianeti a noi lontani. Lo stupore per, arriv prima di sentire le loro parole: uno era alto un metro e 20, e laltro, oltre 3 metri. A parte le corporature inconsuete, apparivano di aspetto identico al nostro. Esprimendosi in un perfetto italiano, affermarono di far parte di una spedizione con un fine particolare: di essere qui per vigilare sulla situazione dellumanit e del pianeta Terra, allo scopo di scongiurare il ripetersi di unaltra catastrofe che culminerebbe con il ritorno allet della pietra, e non nascosero di essere molto preoccupati per la nostra situazione. Si dichiararono i rappresentanti di una confederazione intergalattica, che prende il nome di Akrij (in sanscrito significa I Saggi), alla quale appartengono molte razze sparse per luniverso, e di essere i discendenti dei nostri creatori. Dissero di avere rifugio in una base sotterranea, alla quale accedevano aprendo varchi nella materia in posti sempre diversi, che erano richiusi subito dopo il passaggio. Lavanzatissima tecnologia consentiva loro di spostare e compattare in un attimo le pareti di terra di un gigantesco bunker. La base italiana era a loro dire la pi importante ma non lunica della Terra, ed era situata a una profondit di circa 200 m., nella zona dell'Italia centrale. Conteneva apparecchiature per la produzione di energia, per svariati altri scopi, alloggi e pure dischi volanti. Con il tempo, ai due terrestri si unirono altri e il gruppo si allarg e divenne piuttosto numeroso. Si strinsero amicizie molto forti tra umani e vari membri della spedizione, e i contatti durarono per ben 22 anni. In quel periodo, i personaggi dellinconsueta fratellanza, ebbero modo di conoscere la vera storia della nascita delluomo, e scoprire che quanto ci fatto credere del tutto errato. Poterono anche accedere alla base sotterranea, scattare fotografie e volare con i dischi volanti, assistere alla smaterializzazione e materializzazione di tonnellate di frutta, destinata ai membri della spedizione, e pure, apprendere una filosofia di vita che per alcuni cre grossi problemi, fino al punto da non accettare la nostra societ, e scoprirsi dei disadattati per la vita sul nostro pianeta. Dai terrestri, la spedizione fu nominata gruppo Amicizia W56. Doppia V in segno di duplice vittoria e amicizia, e 56, con riferimento alla data dellincontro. Nel 1978 un'esplosione distrusse la base e alcuni membri perirono. I W56 raccontarono che a causarla furono i Grigi. Per chi non lo sa, sono cos chiamati (sono pure denominati Alfa), quei piccoletti dai grandi occhi a mandorla, spesso menzionati per la loro attivit di abduction. Questa razza ha stretti legami di "collaborazione" con i padroni del pianeta, ai quali naturalmente, non garba lopera di consapevolizzazione. Ai grigi anche attribuita molta della moderna e pi sofisticata tecnologia. Chiedetevi come mai l'uomo, che per millenni andato a cavallo, nel volgere di un secolo, sia passato dal quadrupede al Columbia Volete davvero credere che sia tutto frutto dell'intelletto umano? In realt, molta della pi avanzata tecnologia, legata all'attivit dei Grigi. Se poi tornate a quanto detto a proposito di HAARP (Capitolo 13, "SIAMO TUTTI KAMIKAZE"), vi ritroverete con una delle motivazioni che ne spiegano l'esistenza. Il marchingegno, guarda caso, anche adibito al rilevamento dei bunker e pertanto, volto a contrastare la presenza dei W56.... Dopo quellepisodio, del gruppo di Akrij se ne persero le tracce. Si potrebbe (al solito) pensare a una favola moderna ma le testimonianze di un centinaio di persone che fecero seguito al prolungato contatto, ferme nel descrivere le stesse esperienze, confermarono che non si tratt di un'allucinazione collettiva. E pure assurdo che un consistente numero di persone, sostenga una balla per pi di 2 decenni. Lo stesso, rimanere sotto linflusso di un'allucinazione per un tempo tanto lungo, in un regime che non tollera certe assurdit, cosa assai complicata e comunque, molto meno plausibile delle testimonianze che ci riportarono. Ci sono poi i quotidiani abruzzesi dellepoca, nei quali si trovano innumerevoli articoli che parlano di UFO, di strani eventi, di bagliori, esplosioni, e di un maremoto nel mare Adriatico proprio nel 1978, quando i Grigi distrussero la base dei W56. E tuttavia da rilevare, che in quella zona e nellAdriatico, si concentri tuttora il maggior numero degli avvistamenti di UFO. Accadde anche un altro fatto di cui tener conto. Nellaprile del 1961 il giornalista Bruno Ghibaudi, che ebbe pure lui contatti con gli Akrij, conosciuto a quel tempo anche per una rubrica alla TV nazionale, rese pubbliche foto di extraterrestri e dischi volanti che lui stesso scatt. Fu cacciato in malo modo dalla RAI e lo stesso trattamento, lo sub dai giornali con i quali collaborava. Fu la fine della sua carriera. Di tali fatti, la gente doveva rimanere alloscuro, allora, come adesso. Quanto dico, sar anche difficile da credere ma, se gi non ci troviamo con il micro chip nel cervello, se al tempo di Kennedy non scoppiata la guerra atomica tra USA e Cuba, se i veleni dei mari ancora non hanno prodotto pieni

Pagina 111 di 124 danni, se ora Echelon vi lascia leggere questo documento senza mettervi alle costole i Man in Black, se esiste il fenomeno dei bambini indaco, lo dobbiamo al loro intervento. Credo che alcuni di voi arricceranno il naso, sentendosi "tanto giustamente scettici" di fronte ad una prospettiva pseudo-fantascientifica. Il bello, che ad accogliere questi argomenti con sorrisini ironici, sono proprio quelli che finora hanno pietosamente creduto a una smisurata valanga di cazzate, credendole verit. Pertanto, le persone imprigionate nellinfinito di cui Einstein era assolutamente certo.

Capitolo 23 Il PADRONE DEI PADRONI Viviamo strascicando i piedi in un acquitrino disseminato di sabbie mobili e infestato di ogni genere di esseri ostili, predatori, pericoli e male, senza capire chi ha prodotto tutto questo, perch non si mai mostrato al Telegiornale? Qualcuno diceva: "Errare humanum est, perseverare autem diabolicum!". Nellinganno, teniamo duro da 350.000 anni: dall'inizio dell'era umana. Volete credere che le cose stanno a tal punto perch nessuno ci ha mai messo in guardia? Eppure, molte narrazioni ben poco favoleggianti ci parlano di demoni e pure Ges Cristo, dal passo Giovanni 12: 31: Satana il governatore di questo mondo, il principe di questo mondo e il passo Giovanni 5: 19 recita: tutto il mondo giace sotto il potere del maligno. Cos come nel Documento di Damasco 4:15: Gli Esseni mostrano che coloro i quali avevano occhi per vedere, sapevano come il mondo e l'umanit fossero manipolati dagli Arconti, e che gli Arconti avessero accalappiato l'umanit con una triplice rete, un elemento puramente cospirazionistico, ma inteso a un livello decisamente pi sottile: lussuria, ricchezza e contaminazione del Tempio. Essi lanciarono un monito, affermando che chi riusciva a evitare una rete, incappava inevitabilmente in un'altra, tale l'astuzia dei Dominatori". (Mike Plato, "La Cospirazione Celeste"). E' chiaro che gli Esseni erano molto pi consapevoli di noi e sapevano pure che Enki, il padrone della Terra, non ha bisogno che si creda in lui per servirlo. Lefficacia della sua dominazione - anche in virt della collaborazione di Lucifero e di una schiera di abilissimi scagnozzi - tale da ricavarne benefici, pure da chi lo ignora, o addirittura da chi il male convinto di combatterlo. Il suo enorme potere racchiuso nella grande abilit di influenzare le menti umane, al punto di piegarle sempre e comunque ai suoi bisogni. Da un passo della Bibbia, chi domina il mondo descritto come: il pi temibile degli ingannatori. Cos abile, da rendere incredibile proprio la realt, fingendosi una favola, raccontandosi come fauno o "rettilone" strisciante, nascondendosi dietro a una semplice descrizione fantasiosa, o una rappresentazione pittorica. Ha agito in modo talmente subdolo da farci credere di essere un'invenzione, e una delle tante leggende popolari su draghi, fantasmi e folletti. Convincendoci che il dominio delle banche e dei politici, illudendo con una finta libert che incatena e riduce a macchine, senza pi sentimenti. Uno dei suoi grandi poteri, la maestria di rendersi impalpabile, di rendere inavvertibile il proprio influsso sugli umani, pur rimanendo il sommo dirigente del nostro pianeta e manovratore del pi bieco e brutale inganno. Lo stesso, dissimulando l'opera di chi serve le sue volont, e facendo credere il sistema Chiesa, la massima espressione divina in Terra. Pure San Paolo ci avvert: Anche satana si traveste da angelo di luce. Non dunque cosa eccezionale che anche i suoi servitori si travestano da servitori di giustizia; la loro fine sar secondo le loro opere. A chi si riferiva, lo capite ora? Non solo ci mise in guardia da Satana e dal figliol Lucifero ma pure dal terzo componente della FAMIGLIA: dallo SPIRITO SANTO CHIESA! Pertanto, dal 666, quel numero da celebrazione a circuito chiuso, partorito da uno schema mentale da autoesaltazione paranoide. Ha creato una tale confusione attorno a se stesso e al sistema di governo, che anche chi lo teme come una realt, non ha la minima idea di come si manifesti, attraverso quali meccanismi si produca la SUA VOLONT negativa e perch. Ancor ora, attorno a questa figura, unaura di grande mistero accompagnata da tante sciocchezze. Quando ho compreso l'arcano, e scoperto che il termine ppa in sanscrito, sta a indicare il male, che latto di becera difesa del cristianesimo da parte dei fedeli, (certi di combattere la negativit che essi stessi mantengono viva), li "eleva" a un branco di babbei e nel pi perfetto esempio d'idiozia umana, devo ammetterlo, subito dopo lo sconforto, sono scoppiato in una risata Bisogna ammettere che quell'essere riesce a condire la spietatezza con un sarcasmo talmente acuto, da far scivolare la faccenda nel tragicomico A tratti, la beffa assume risvolti talmente grotteschi, che risulta difficile vedere una simile realt, unicamente sotto un profilo angoscioso.

Pagina 112 di 124 Immagino che ancora con il medesimo ghigno divertito stampato sul muso, si sia accinto a tramutare gli antichi testi, negli strumenti per incatenarci e proteggersi da ogni forma di coscienza. Si pensi al proposito, che nel periodo che va dal 1976 al 2004, la Bibbia CEI, stata oggetto di 100.000 (!) modifiche letterali. Incredibile Possibile che nessuno si sia mai chiesto a cosa diavolo servono le modifiche, a testi che devono mantenersi come in origine? Anche il motivo di tanto daffare non era difficile da capire. A svelarcelo il capo della banda alla ricerca della Bibbia, nel film Codice Genesi. Definisce il libro: Unarma rivolta ai cuori e alle menti dei deboli. Nemmeno sappiamo cogliere la verit dalle parole del sistema! Per la padronanza sul genere umano, analogamente, anche Ges Cristo (voluto dai nostri creatori e per niente da Dio, per diffondere una filosofia di umanit, e per ristabilire livelli morali fortemente degradati), sub lo stesso processo di manipolazione. Ci hanno raccontato che mor a 33 anni ma 3 + 3 fa 6 Quale caso E dunque, dobbiamo crederlo? Molto di quello che ci pervenuto falso, tant' che il professor Fida M. Hassnain, sostiene di aver scoperto fonti storiche comprovanti il passaggio di Ges in Persia, Afghanistan, Asia Centrale e India, dopo la data della presunta morte. Il professore inoltre, afferma che il numero degli apostoli (12 vale come 6 + 6), fosse ben maggiore di quanto a noi fatto credere. Dato il possente lavoro di mistificazione, nemmeno dur a lungo la vera opera di Cristo. 300 anni dopo la presunta morte tutto rientr nel disegno deforme, con l'affermazione della "Chiesa della bont". Limperatore Costantino, anchegli manovrato e manovratore, riprese in mano il suo esercito ormai costituito in maggioranza da cristiani, applicando la forza persuasiva della religione. Riusc a motivarlo fino a renderlo nuovamente potente e allaltezza dellimpero romano. Quel frangente storico, un magnifico esempio di quanto un condizionamento, possa far saltare ogni livello di coerenza e ragione, fino a spingere a uccidere, in nome di chi predic di porgere laltra guancia. Ancora una perfetta burla alle spalle della stupida umanit ed esempio ideale, per chi fatica a credere nellipnosi ... Con Costantino si rese pi evidente un processo per soggiogare i fedeli attraverso la chiesa, che gi si era attivato con i primi papi. Il contributo al potere ormai globale e paragonabile a quello di un sistema circolatorio di un corpo umano, forte del contributo di oltre 1 miliardo di fedeli nel mondo, ai quali si congiungono altri miliardi di collaboratori, da cercarsi tra gli iscritti alle varie societ massoniche e nell'immancabile concorso, d'un esercito di leccaculi dei pi disparati poteri economici, bancari, industriali e politici. Attinge collaborazione, anche dalle religioni satelliti o agli antipodi, da finte religioni e sette sataniche. Presa singolarmente, la religione cattolica comunque il pi efficace sistema di controllo mentale delle popolazioni occidentali. E' lazienda pi prospera del pianeta, ricca di 2000 anni d'affari senza sosta, di espansione senza pari, di controllo e dominio incontrastato. Ancor ora il Vaticano la principale fabbrica dellillusione, con il catalogo immutato dal primo giorno a oggi, e con un prodotto che non risente d'inflazioni. Perch il Vaticano potente? Perch afferma di essere lespressione in Terra, della volont di Dio, creatore delluniverso e di Egli, la voce. E' teocratico, e si imposto al mondo per mezzo del principio che quanto va insegnando, non pu essere messo in discussione Osare tanto bestemmiare, quindi, essere in peccato. Ha inculcato la credenza che a non accettarne gli insegnamenti, essere dalla parte del demonio. Adulterazione della realt, certo, ma che ha portato a fidarsi delle peggiori carogne di questa Terra, intere masse. Canaglie astute, abili e tecnologicamente avanzate, al punto di creare fenomeni come la "Madonna di Medjiugorye". Quella Madonna che si levata in difesa della povera e bistrattata chiesa di Roma, e preannunciato: Subir feroci attacchi da parte del demonio. Dunque io, come ogni persona che sta denunciando l'inganno, dovremmo essere quantomeno emissari del signore del male Quel signore del male, che se veramente fosse cercato dove realmente , sarebbe gi stato identificato e sbugiardato Per capire, sarebbe bastato leggere la Bibbia con il cervello in funzione. Nel secondo comandamento: "Non raffigurare Dio in alcun modo, non fare immagini e sculture alle quali legare un culto". Per chi non ipnotizzato, risulta chiaro che tale Madonna non ha nulla a che fare con la madre di Ges Cristo. E la foto accanto, che la mostra circondata da una stella a sei punte, ne attesta la regia. E', infatti, servita a prendere all'amo il pesce con la giusta esca e, a rinforzare una chiesa putrida, perch comunque legata all'idea di fede

Pagina 113 di 124 Ci non significa che non esistano entit positive e a noi amiche. Ma rimane, che nonostante ci mandino continui messaggi, il dominio sia alacremente attivo nella sua opera per confondere le menti. Non si tiene certo in disparte, timoroso, ad attendere passivamente di capitolare e si trafela per ritorcere ogni forma di saggezza a proprio favore. Se quei mostri sono padroni assoluti da 350 mila anni, significa che sono astutissimi e capaci di volgere a loro beneficio, anche ci che crediamo elevato! Anche attraverso la "spiritualit organizzata" ci manipolano e piegano alle loro necessit. SE APPUNTO, LE RELIGIONI O I CAMMINI "ILLUMINANTI", I PERCORSI FILOSOFICI O DI "CRESCITA", FORNISSERO GLI STRUMENTI PER RISOLLEVARSI DA UNA CONDIZIONE DI LIMITATA COSCIENZA, METTESSERO LE PERSONE NELLA CONDIZIONE DI EVOLVERSI E CAPIRE, QUINDI DI COMBATTERE IL MALE, TALE DITTATURA SAREBBE GI STATA VINTA. Le genti, hanno sempre pasteggiato con quanto necessario a produrre stupidi in catena di montaggio! Come si capisce allora, se i messaggi che ci giungono sono positivi? Semplice: innanzitutto gli esseri amici NON SI PRESENTANO A NOI DICENDO DI ESSERE DIO O INVIATI DA EGLI! Certo, ci chiedono di usare il cuore, di essere amorevoli e altruisti, di abbandonare invidia, cupidigia, paura, sensi di colpa, odio, violenza, ma non per legarci a una chiesa e per salvaguardarla. Ci invitano a non cadere nella spirale di bigottismo e pregiudizio, e ci guidano alla nostra indipendenza e libert. Invece, per inganno ma anche per debolezza, lumanit nei millenni ha creduto e si fatta governare da forme filosofiche e religiose di ogni colore, dei e divinit di ogni tipo, genere e forma. Queste, tutte espressioni e interpretazioni teatrali del padrone del mondo e dai suoi collaboratori. Pertanto, non si tratta di capire quale religione ha ragione ma cosa ci sta dietro a tutte O ancora vi sembra questione di culto, pregare un Cristo, una Madonna e dei santi, un Buddha o un Maometto che furono umani quanto noi? Non sto dicendo che fossero negativi ma che erano umani e per quanto le loro menti fossero emancipate, avevano le nostre identiche facolt divine! Che santi e grandi personaggi di fede, sono stati divinizzati dal padrone del mondo! Perch, ai signori del male, non giova lessere umano illuminato ma bigotto, innocuo, frustrato e in uno stato di perenne malessere, al quale sar sempre offerta consolazione senza via duscita. Dio inoltre, QUELLO VERO, Creatore delluniverso, non include nel Suo progetto il ruolo di crocerossino e non si mai trasformato per accontentare i testimoni di Geova, gli ebrei, i Musulmani, i buddisti, gli ortodossi, i protestanti, i proseliti della chiesa di Dianetics e a loro, e solo a loro raccontare la verit. A qualunque Credo vi stiate aggrappando, siete comunque vittime di un raggiro e di unincredibile beffa. Anche le allegorie delle immagini allegate ci forniscono una prova di ci. La foto a destra riprende i simboli di un tempio ebraico in Palestina. Per un confronto, ho riportato anche la bandiera israeliana, patria dell'ebraismo, che al centro espone due triangoli (e il 6) celati in una stella, appartenuta a re satanisti. Riuscite a notare i richiami a un dominio unico, osservabili anche sui marchi Islamici a sinistra? In primis le due torri con sfere di perfezione sul culmine, o le due semisfere divise dalla scritta ISLAMIC (la stessa scansione della parola rivela un poema), composte ognuna da 5 (!) meridiani. Pi sotto, nella rappresentazione della "QIBLA", vale a dire la direzione della preghiera, che orienta verso la Mecca, oltre a innumerevoli richiami al solito dominio, si scorgono delle losanghe, dei 6 e, in particolare, quella V che ho evidenziato nella foto adiacente, riferita a un marchietto che non lascia dubbi. Lo stesso simbolo, lo potete osservate alla base della croce, nei particolari ricavati dal tempio ebraico. Invece, pensate che in oriente, i Credo siano liberi da influenze? Guardate cosa porta impressa sul petto un'antica statua di Buddha E in occidente? Il simbolo della chiesa di Scientology, cosa vi suggerisce con quella S e i due triangoli? Ora osservate le altre immagini: sono tratte da un opuscolo di un'associazione che si definisce "IL DISCEPOLO", che ha per fine quello di aprirvi alla "verit". Sotto il titolo, infatti, si legge: "Un porto sicuro per tutti coloro che cercano la via, la verit e la vita". E' zeppo di belle parole che evocano amore ed evoluzione spirituale ma, guardate quali simboli esibiscono le attivit "Energheia" e "Agnihotri", dello stesso gruppo

Pagina 114 di 124 A sinistra della scritta Agnihotri, anche il segno induista della OM che, con quella specie di 3, di accenno a un occhio (il tratto curvo con un rombo) e con un giro che simula una O, oppure una spirale, ci riporta dritti a un solo governo I testimoni di Geova appartengono alla chiesa: "La Torre di Guardia di Sion". Oltre al nome Geova, vi dicono niente le parole "Torre" e "Sion"? Per non parlare delle chiese Evangeliche, anch'esse impregnate di massoneria, come potrete apprendere dalla lettura del libro "Massoneria smascherata" di Giacinto Butindaro, scaricabile dal suo sito (link a fondo libro). Vi rendete conto che il velenoso alito del signore del male sempre transitato attraverso ci che sembra elevarci, semplicemente perch anche tramite i Credo che ha condotto le genti a fornirgli quanto gli necessita? Lambiguit, lipocrisia, la viscida finzione, la capacit di ottenebrare le menti con la retorica, sono le doti di cui devono disporre i suoi emissari. E' quanto non manca mai a preti e religiosi. Leggete al proposito alcune parole di Buddha che sembrano ancora contenere una scintilla di verit: Non credere a quanto ti annunciato come verit dottrinale solo per la forza carismatica di chi lo fa; n devi credere per un fatto di religione, di cultura, di casta o di razza; n per unimposizione qualunque, sia pure manifestata in buona fede. Credi solo se quanto ti indicato trova corrispondenza nella tua anima e nel sano giudizio che alberga in te. Solo cos sarai un uomo libero e capace di promulgare, a tua volta, la verit agli altri. Ci imbambolano con parole, appunto, per rinchiuderci in rigidi schemi. Sono abilissimi incantatori. Ci fanno bere quello che vogliono. Ci fanno il lavaggio del cervello. Alla fine non siamo pi padroni dei nostri pensieri. Bertrand Russell: Io sono fermamente convinto che le religioni, come sono dannose, cos sono false. L'educazione dovrebbe mirare alla libert della mente dei giovani, e non al suo imprigionamento in una rigida armatura di dogmi destinati a proteggerla, nella vita, contro i pericoli dell'evidenza imparziale. Il mondo necessita di menti e di cuori aperti, non di rigidi sistemi, vecchi o nuovi che siano. Sigmund Freud: La religione un narcotico con cui l'uomo controlla la sua angoscia, ma ottunde la sua mente. O, come altrettanto giustamente espresse Ludwig Feuerbach: Il dogma nientaltro che un esplicito divieto di pensare!. E' quindi confortante che a "infondere saggezza" siano coloro che hanno speso l'esistenza a farsi cuocere il cervello, da quelle scritture che sono state trasformate in grande ragnatela nella quale imprigionarci. Riuscite a cogliere il percorso degli indottrinati, siano questi preti cattolici, come pure testimoni di Geova, islamici, Ind o buddisti? Labile gioco risiede inizialmente, nel far credere loro di lavorare per una giusta causa. Gli istruttori sono abili nel convincere che ognuno ha trovato personalmente la via, mentre sono le guide spirituali a trovarla per loro. E' cos che infine, i religiosi si trovano a vivere una suggestione, privi di un proprio elaborato mentale. Ancora Bertrand Russell: Se il filosofo un uomo cieco in una stanza buia, che cerca un gatto nero che non c', il teologo l'uomo che riesce a trovare quel gatto. L' incredibile, che tutti i giorni orde di fedeli lisciano il pelo ad altrettanti gatti neri Lasciare il pesce rosso alla merc del gatto, non diverso dal non difendere la propria mente dal potere. Il sistema se ne fa un sol boccone. Tuttavia, se da un lato vero che i religiosi si sono trovati instradati, dopo essere stati adescati con linganno e, pertanto, rapinati della propria libert intellettiva (com' naturale avvenga quando si accettano i dogmi) altrettanto vero che in quest'ottica, credendo di combattere il male in nome di un Dio amorevole, anche i sacerdoti in buona fede sono incolpevoli quanto lultimo delle SS, che uccide lebreo perch gliel'hanno ordinato. Significa che di uomini di culto ne esistono solo di due tipi: il satanista ignaro e quello conscio. Queste persone, sono quelle che si frappongono tra noi e la verit. Tra noi e Dio, infatti, s'inframmezzano le chiese come intermediarie. Ci corrisponde allesatto opposto di quanto ci disse Ges. Ecco con chi abbiamo a che fare: con i pi diretti emissari del sistema satanico, con i venditori di commercio di un prodotto fasullo, con i piazzisti del 666, addestrati a manipolare e distribuire inconsapevolezza.

Pagina 115 di 124 Pensate a quant' rassicurante che queste persone, siano quelle che si adoperano per crescere con sani valori i nostri figli. Inoltre, che siamo vittime della pi lurida truffa, dovremmo capirlo da un altro fatto semplicissimo: se Dio tutto e in ogni dove, nel pi piccolo granello di sabbia e nell'universo intero, perch deve possedere delle case? Come fa a essere sacro un edificio? E pietre e mattoni, statue e dipinti di una chiesa, essere ancora pi sacri di una creatura umana? Ma certo, l'uomo lo meno, cos da poter essere insultato e preso a sputi e calci Chiedetevi quante volte avete trovato Dio in una chiesa o nel luogo di culto, in quella che i religiosi ci raccontano essere la Sua casa. Mai! Perch dovrebbe manifestarsi proprio l? Semplicemente perch non si manifesta. Semplicemente perch vi hanno insegnato il modo sbagliato di cercarlo. Semplicemente perch non volevano si trovasse. Semplicemente perch la chiesa non sacra, n tantomeno la casa di Dio. E solo il tempio dellipnosi. Se siete credenti praticanti, finora vi siete inginocchiati di fronte a Enki: il signore del male UN DIO BUONO E AMOREVOLE NON VUOLE LE SUE CREATURE CHINATE E SERVE MA GIOIOSE E LIBERE! Giordano Bruno disse: Verr un giorno che luomo si sveglier dalloblio e finalmente comprender chi veramente, e a chi ha ceduto le redini della sua esistenza: a una mente fallace, menzognera, che lo rende e lo tiene schiavo luomo non ha limiti e quando un giorno se ne render conto, sar libero anche qui in questo mondo. Perch, noi siamo particelle di quellEssere che ha creato tutto, e nel nostro piccolo abbiamo racchiuse le sue potenzialit. Se volete trovare Dio, guardate dentro a voi stessi! Ma questo non ve lo dicono, per rendervi incapaci di reggervi sulle vostre gambe e rendervi bisognosi del supporto di associazioni per delinquere, che vi trasforma in vittime e complici di un sordido gioco.

Capitolo 24 IL BANCHETTO Fin dall'inizio, mi sono posto il traguardo di capire cosa non funziona nel nostro mondo, scoprendo che il "problema" di una vastit ben superiore all'immaginabile. E' ovvio che un argomento di tale ampiezza, imponga ancor pi approfondite ricerche e per giungere a esaurire il discorso, a patto che un giorno si arrivi a questo risultato, un grandissimo lavoro ancora da svolgere. Io mi sono limitato a mettere in luce una realt che in continuo sfugge alla comprensione dell'umanit, cosa che da sola ha comportato un impegno davvero grande. Alla fatica di capirne i risvolti, si aggiunto l'assillo di mediare tra le necessit di spiegare in modo esauriente, e il non annoiare con relazioni troppo lunghe. E' anche per questa ragione che quanto avrebbe inciso sulla brevit, senza aggiungere nulla al succo della faccenda, l'ho trascurato. Ho pure dovuto fare i conti con il fattore "tempo", che mi ha obbligato a indirizzare l'attenzione verso alcuni aspetti e non altri. Poco mi sono dedicato, ad esempio, alla scoperta delle sembianze fisiche delle due principali figure di dominio. Ma proprio su questo tema, vorrei aggiungere alcune brevi note, prima di passare al nucleo rovente di tutta la questione, e al motivo che spinge i padroni della Terra, a produrre un incessante flusso di sofferenza umana. Proprio quell'argomento, da solo, mi ha tenuto impegnato pi di tutti e distolto da altri che ho ritenuto sacrificabili. Di Lucifero (alias Joakin), figlio di Satana, si sa che ha portato il suo nome alla ribalta della mitologia latina, gi all'insediamento delle prime comunit di quel popolo, e prima ancora che il cristianesimo fosse solo nominato. Significa Portatore di Luce ma in origine era identificato, anche con una divinit pagana chiamata stella del mattino. Non ho elementi sulle sue fattezze ma, se come suppongo, stato partorito da Lilith, ex compagna di Adamo, potrebbe benissimo essere simile a noi. Qualche impronta pi marcata, l'ha lasciata il paparino Enki, altres conosciuto con il nome di Boaz, Baal, Belzebub, Yahweh, Jehovah, Geova, Horus, Demonio, Mefistofele e via dicendo. Sulla sua figura ci sono degli agganci: sempre stato principalmente descritto con sembianze di rettile. Ha le fattezze del serpente, proprio lessere che convince Adamo e la compagna Eva (primi umani della storia), a rivoltarsi a un Dio che in realt, non altri che il responsabile della spedizione. Varie altre conferme arrivano da antiche testimonianze, da descrizioni ricavate dalle arcaiche scritture, da dipinti, da sculture lasciateci da civilt del passato, nelle quali si adorava il dio serpente, il serpente alato, il drago. Il rettile come figura divina , infatti, una delle pi ricorrenti nella storia umana. Dovendo forzatamente tralasciare racconti storici pi o meno veritieri, elaborati a salvaguardia degli interessi di chi domina, necessario cercare altri indizi altrove, osservando fatti pi recenti, e particolari sotto gli occhi di tutti. Ricordate ad esempio la trama di fondo

Pagina 116 di 124 del lato B della banconota da un dollaro? E il colore? Avete osservato attentamente locchio? Non sono dettagli che ricordano un rettile? Se avete capito come funzionano le cose su questa Terra, vi sarete convinti che non si tratta di particolari casuali. A questi, si aggiungano le parole del massone E. Covert: "Noi veneriamo il serpante " (capitolo 9, "LA CHIESA OCCULTA"). La somma di quanto ci pervenuto da varie fonti e l'osservazione dei simboli, ci propone un quadro dalle striminzite alternative: tutto fa intendere che Mr. Satana sia un rettiliano e che dunque, non sia per niente della stessa razza dei nostri creatori, perch, noi "siamo a loro immagine e somiglianza". D'altronde, non pu essere smentito da chicchessia, che nellimmensit dello spazio, intelligenze di razza diversa dalla nostra si siano potute sviluppare e pure, siano giunte fino a noi. Per rendervi conto che razze rettiliane non sono solo frutto di racconti fantascientifici, vi suggerisco di informarvi sulla vicenda del metronotte Pier Fortunato Zanfretta, che ebbe molti incontri con i lucertoloni La storia la trovate in internet ed pure stata raccontata nel libro Luci nella notte, dal giornalista Rino Di Stefano. Ma un altro racconto sconcertante lo fornisce Giovanna Podda: si trov ad abortire un feto di rettiliano, dopo essere stata ripetutamente rapita da alieni. Il video del feto fu mostrato in una puntata televisiva di Mistero e credo sia ancora in visione su You Tube. Dubito che queste vicende abbiano tratti in stretto legame con i nostri dominatori, ma ci dicono che questi esseri fanno parte della vita nel cosmo come noi. Anche, che come noi cercano di procreare e di continuare la specie. E' ci che ha fatto Enki. Se il pi famoso consanguineo certamente Lucifero, non va trascurato che sul nostro pianeta si sono formate stirpi di sangue rettiliano. A governare sull'umanit, vi sono proprio quelle linee di "sangue blu", alle quali appartengono molti di coloro che hanno il governo del pianeta. Cos adesso e cos stato in passato. Spesso si fa anche riferimento alle attitudini mimetiche di Satana, tanto che in molti casi si racconta capace di trasformarsi in umano. Che si tratti di verit o fantasia, al momento non ho risposte precise, bench abbia sicuramente la facolt di esistere a diversi piani dimensionali. Ci dovuto a un determinato tipo di evoluzione che per essere acquisita, richiede vite molto lunghe e dell'ordine di molte migliaia d'anni. Cosa a noi negata. Non sono certo "spiriti o esseri superiori", ammesso che per "superiori" s'intenda pi bravi a ingannare. Pi di questi dettagli per, e come detto a inizio capitolo, ben pi importante conoscere il motivo che li spinge a mantenerci in schiavit. Per capire a fondo la condizione umana, fondamentale sapere cosa vogliono da noi. Questo, lo si percepisce dalle parole di alcuni sciamani. Don Miguel Ruia racconta che secondo i toltechi, la mente degli esseri umani invasa da qualcosa che la controlla, e che dunque controlla il sogno personale. I toltechi cercano la libert. Quella libert di tornare a usare la mente e il corpo in accordo con ci che sono veramente, di vivere la propria vita, anzich quella che questo qualcosa impone per i suoi fini personali. Anche Carlos Castaneda ci raccont di qualcosa che impedisce la libera evoluzione delluomo. Parl della presenza di esseri oscuri, posti direttamente sullo sfondo del campo energetico umano, e per questo difficilmente individuabili. Descrisse le "entit oscure", come particolari esseri inorganici, coscienti e molto evoluti, che si cibano della lucentezza della consapevolezza di ogni individuo, riducendone sempre di pi la patina luminosa. La faccenda cos presentata per, non porta a una piena comprensione della realt, e per trarne il vero senso, il tutto va osservato da una differente prospettiva. La descrizione da decrittare e distillare, quindi, non comprensibile da tutti ma solo da chi ha orecchie per intendere. Ci ancora conseguenza dei tanti limiti di libert espressiva, e di quel malefico influsso che non ci vuole liberi di capire e sapere Tanto per cominciare, lo "sfondo del campo energetico", non concorda per niente con la "lucentezza della consapevolezza". Si tratta di campi di energia, addirittura opposti l'uno all'altro. Il primo di bassa frequenza vibrazionale, il secondo di alta. Quindi, questi esseri agiscono in modo diverso, poich la "lucentezza della consapevolezza", tutt'altro che intaccabile. A dimostrarcelo le persone illuminate (quelle autentiche) e i mistici (quelli veri). Nessuno di essi, raggiunto uno stadio di conoscenza, ne ha mai patito una regressione e nemmeno ha subito il degrado dellenergia che questa conferisce. Queste persone non possono essere schiavizzate. Gi quando s'imbocca la giusta visione delle cose (riguarda chiunque), si entra in una fase di continua evoluzione, e tanto pi la consapevolezza si evolve, tanto pi si rafforzano le difese da ogni manipolazione e furto di energie. Il loro campo d'influenza e spazio vitale si riduce, ed per questo motivo che ci nutrono di ottusit. E' proprio la coscienza della realt a proteggerci da questi parassiti. Anche Einstein fece uninteressante osservazione che lega con quanto appena detto: La mente che si apre a una nuova idea, mai torner alla sua dimensione originale. Questo un solido dato di fatto.

Pagina 117 di 124 Tutto dunque porta a una motivazione opposta: questi esseri, non si nutrono di energie ad alta frequenza ma del mix di energie, prodotte dalla parte pi oscura dellanimo umano. Detto semplicemente, quelle frequenze che interessano il fondo del campo energetico, sono emesse della sofferenza e in particolare, da ci che essa produce o attiva. Il grande lavoro di chi dirige la nostra vita dunque, mira al massimo traguardo in questo senso, perch fa da innesco a quel buco nero, pi ampiamente identificabile con il disagio, la paura, la rabbia, il dolore, la disperazione, l'invidia, il rancore, la cattiveria e, al massimo livello, l'odio. Sono questi i frutti del loro profondo lavoro, poich sono i sentimenti che emanano le vibrazioni delle quali si cibano, quindi gli alimenti per il soddisfacimento della loro fame, il pasto con il quale banchettano, e le vitamine che consentono la loro rigenerazione. Quindi, "lelisir" per mezzo del quale ottengono pure quellincredibile longevit, che sembra non avere limiti di tempo. Questo probabilmente fu il vero motivo del dissidio con Enlil. Enki voleva procurare sofferenza sulle forme di vita (probabilmente ominidi gi presenti sulla Terra) per ricavarne energia. Fu anche per questo che Enlil diede all'uomo la felicit? Per evitargli di diventare cibo per i parassiti? Non ne ho certezza ma credo proprio di si. Enki in ogni caso riusc a corromperci e a trasformarci nella sua fonte di cibo. Immagino che ad alcuni, tutto questo possa sembrare non credibile e assurdo, ma al solito, cosa ne pu sapere la nostra civile ed evoluta ricerca del razionale, sostenuta proprio per non farci capire? Credete che i parassiti si tirerebbero una zappata sulle zampe, mettendoci a conoscenza della realt? Se uscendo da quelli che crediamo concetti sensati e dal percorso del raziocinio si trovano le risposte, capite da che parte stanno stoltezza e idiozia? Dal momento che pure il nostro organismo reagisce allesposizione della luce solare, con un aumento di produzione della serotonina e sintetizzando la vitamina D; dal momento che esistono i vegetali in grado di nutrirsi di luce, trasformandola in energia vitale attraverso il processo della fotosintesi clorofilliana, come possiamo escludere che vi siano esseri intelligenti e sufficientemente evoluti, in grado di trarre nutrimento da vibrazioni negative? La luce vibrazione, quindi energia, e come ci insegna il principio dello Yn e dello Yang, ci che ha un valore positivo, ha pure il suo opposto negativo. E' proprio grazie al lavoro degli sciamani (non degli scienziati) che ci troviamo di fronte al reale motivo della nostra schiavit. Grazie alle loro osservazione, possiamo capire perch la parola libert, solo una sequenza di 7 lettere del tutto astratta o, capire la ragione degli antichi sacrifici umani agli dei. In particolare la libert (quella vera), non solo andare al mare dopo un anno di fatiche e poter scegliere tra cento alberghi, ma avere modo di riflettere sul motivo della nostra vita terrena, avere modo di diventare persone consapevoli, quindi, non essere prede del condizionamento e dei loro influssi. Disgraziato, non chi non pu comprarsi le Nike o la Mercedes, ma chi muore senza conoscere il motivo del suo passaggio su questo pianeta. Le mignatte cercano di impedirci in tutti i modi di capire ed evolvere perch, VOGLIONO MANGIARE E lo possono fare fintanto che saremo succubi della loro logica. Quanto vi ho presentato pu spaventare e comunque, anche se non ci masticano fisicamente, non credo piaccia lidea di essere nutrimento per le loro pance, tuttavia, bench rispetto a noi siano "forti" di una certa evoluzione, non sono per niente divini. Fossero tanto sicuri del loro strapotere che senso avrebbero le confessioni estorte con l'uso degli apparati di controllo, degli emissari del sistema e attraverso lasfissiante uso dei mezzi tecnologici? Proprio questo modo di agire lascia trasparire i loro lati deboli. Non leggono nelle menti delle persone e hanno paure anche loro: TEMONO LA CONSAPEVOLEZZA DELLA MASSA!!!!!!! E per questo importante svegliarsi, aprire gli occhi, riuscire a non cadere nelle loro reti. "Non sarete puniti per la vostra rabbia ma dalla vostra rabbia ... ". La frase di Buddha e ci dice che indispensabile orientare la vita verso l'amore, il rispetto, la compassione e la fratellanza. Non solo il modo per tenerli lontani, ma quanto sprigiona le energie che li debilita; quanto serve a migliorarci come esseri umani Se vero che siamo molto fragili, dobbiamo tener conto che in noi racchiudiamo risorse enormi. Anche per questo siamo artificialmente sfibrati. Rispetto a loro abbiamo addirittura un vantaggio: se non altro, la possibilit di diventare consapevoli e scegliere di nutrirci di vibrazioni elevate. Se lo vogliamo, noi, abbiamo la possibilit di risollevarci. Loro invece, dietro a un apparente strapotere, per le Leggi Divine sono nient'altro che dei condannati.

Pagina 118 di 124 Capitolo 25 E ADESSO COSA FACCIAMO? Ho iniziato a scrivere, per far comprendere che non la nostra volont a condurci nella vita ma il satanismo. Che questo non circoscritto a piccole e malsane realt, e che invece, quel male che avvolge il mondo in un'immensa ragnatela di malvagit, tanto da possedere la vita di tutti, e come ragnatela, rimane quasi invisibile. Purtroppo, per la trama condizionante tanto fitta e impenetrabile, mi aspetto che alcuni, dall'anima pi schiava, si siano arroccati nell'idea che: "Non ci sia nulla da fare", o, "Sia meglio non sapere: si vive meglio", o che comunque, "Se non si sta alle regole del sistema non si mangia". A chi eventualmente dovesse pensare ci, voglio rendere chiari alcuni basilari concetti: 1) Se ora stiamo male, perch chi venuto prima di noi ha pensato in tal modo! 2) Il dominio non mai sazio e nulla migliorer. Vorr tutta la nostra sofferenza perch quello il fine! 3) L'inconsapevolezza ci rende vittime. Se non cambieremo le cose, oltre a noi pagheranno i nostri figli. La nostra ignoranza mina l'esistenza delle generazioni a venire. 4) Le cose possono solo peggiorare, perch quegli esseri, come drogati, hanno bisogno di dosi sempre pi massicce. 5) Essere dalla parte del meccanismo e della distruzione, fornisce benefici apparenti e momentanei che infine, si rivolgono contro come un boomerang. Pensare che siano affari degli altri se stanno male, mentre noi stiamo bene, come pensare che non ci riguardi una cancrena a un piede, perch da l in su siamo sani. Se una porzione di societ malata, prima o poi infetter l'intera societ, perch, come un organismo. 6) Chi ci opprime, teme la nostra consapevolezza, perch l'indebolisce. 7) Sviluppare amore e compassione nei confronti del prossimo, un dovere imprescindibile. Migliora noi stessi, migliora il mondo, rende debole l'azione delle mignatte. 8) Il processo distruttivo che hanno innescato vicinissimo all'irreversibilit. La loro rete si sta rapidamente stringendo. Le loro attivit sono incessanti e non conoscono pause. Cedere ai loro ricatti significa, innanzitutto, accettare una nuova guerra mondiale. Due delle tre programmate da Albert Pike e "Illuminati", si sono finora concretate e pensare che non ci stiano portando verso la terza da poveri scemi. Siamo nel periodo d'incubazione che ci sta imbottigliando, attraverso una qualit della vita sempre pi ridotta, in quel terribile buio che si chiama guerra. La Russia ha approvato un piano d'investimenti di 625 miliardi di Dollari da qui al 2020, per il rinnovo dell'intera flotta aerea militare. L'Italia, invece di risolvere i problemi economici, ha acquistato e acquister, caccia bombardieri, sommergibili e navi da guerra e altre nazioni europee fanno lo stesso. Gli USA non hanno affatto ridotto gli investimenti nel settore bellico, come promesso da Obama ... Devo spiegarvi che certi gingilli NON si tengono per giocare a Risico e servono ad ammazzare le persone? O pensate che la nuova corsa agli armamenti, serva a risollevare le economie e a farci stare meglio? Quelli che hanno voluto la pazzia di Hitler e del Viet Nam, e ci stanno programmando la vita, non sono mai satolli. NON HANNO NESSUNA INTENZIONE DI METTERSI A DIETA! Limpero di Roma non mai morto ma si solo travestito: adesso si chiama Pentagono, CIA, NATO, potenza militare USA, esercito di Russia, Cina o Israele. Eserciti che hanno lo stesso compito di quello di Costantino, delle crociate, di Napoleone e Hitler: uccidere e gettare nella disperazione la gente. Che cosa facciamo? Aspettiamo l'annuncio della terza guerra mondiale? Attendiamo una nuova catastrofe con milioni o miliardi di morti? Vi sentite pronti a essere tra questi? A combattere anche una guerra fratricida, che vedr ogni singolo cittadino contro ogni altro, perch quelli che sopravvivranno, per una mancanza di generi di prima necessit e beni di scambio, finiranno per azzannarsi tra loro come cani rabbiosi? A quale finale porterebbe ci? Osho: "Voi potreste essere l'ultima generazione a cui ancora possibile ribellarsi. Se non vi ribellate, potrebbero non esserci pi opportunit: l'umanit potrebbe essere ridotta allo stato di robot. Quindi ribellatevi finch c' ancora tempo". Perch, per tornare a sopravvivere, accetteremo ogni ricatto e, di diventare persone telecomandate, per mezzo di un microchip. Insomma, cercheranno in tutti i modi di continuare a mangiare, sempre e comunque sulla nostra pelle, e lo faranno con l'inganno. Spero sia chiaro che non abbiamo a che fare con il giochino sporco di imbroglioncelli da quattro soldi, ma con i pi scaltri cervelli del pianeta, capaci di imbottigliare le menti umane in ogni genere di recipiente. Lo sono al punto che

Pagina 119 di 124 proveranno a rigirare la frittata, per farvi credere che tutti coloro che stanno aprendo gli occhi e denunciando la realt sono paranoici e malvagi mentre loro, poverini, tanto buoni e vilmente attaccati. PER QUESTO, DOVRETE AVERE LE IDEE CHIARE. Se non mi avete pienamente creduto, prima di bollarmi come paranoico, ALMENO, indagate per vostro conto! Fate lo sforzo di compiere personali verifiche. Leggete libri che aprono a scenari diversi da quelli che immaginavate e mettete a soqquadro la rete internet con le vostre indagini. Troverete spunti anche se fin'ora hanno cercato di proteggersi con disinformazione e censura. Non infatti raro imbattersi in siti che non si aprono o nei quali non possibile la lettura di alcune pagine pericolosamente esplicite. Proprio le parole illeggibili dellimmagine allegata, sono un piccolo esempio di come linformazione risenta di manipolazioni. In questo momento probabile che trovandovi davanti a una simile realt, dolorosa e pesante, vi sentiate sgomenti e persi ma il mio scopo non era ed quello di farvi cadere in depressione quanto invece, di scuotervi dalla sonnolenza. Se vi ho scosso, vuol dire che sono riuscito nel mio compito. Che vi ho svegliato! Un risveglio che immagino essere stato brusco per molti e che per questo, va affrontato nel giusto modo. Considerate innanzitutto che quanto vi ho raccontato la realt storica, e che perci, NON detto che equivalga al futuro, SE VERAMENTE VOGLIAMO TRASFORMARE IL NOSTRO MONDO. E TRASFORMARLO POSSIBILE! Anche se al momento non le vedete, tra le tante note negative, esistono sfumature molto positive che ci pongono davanti a CAMBIAMENTI STRAORDINARI. Diventare consapevoli della schiavit un passo, e SOLO IL PRIMO di un cammino che potr essere meraviglioso! Da qui pu iniziare la rinascita, alla quale si uniranno nuove e grandi conoscenze. Non fatevi dunque sopraffare dallo sconforto e, invece, tramutate ci che provate (rabbia, paura, orrore) in determinazione per cambiare. MOVIMENTOSOVRANO, MANABI', ICONICON, MEDNAT, NUOVO PARADIGMA (link in fondo), tanto per dare alcuni riferimenti, oltre a essere attivi per informare sulla realt, forniscono rudimenti sul cambiamento in atto e attraverso blog e convegni vi fanno sentire partecipi della creazione di una nuova era! Aderendo alle iniziative, non vi sentirete abbandonati a voi stessi. Questi impulsi potranno sembrarvi poca cosa ma sono il frutto di un fatto incredibilmente importante. Poich il mondo sempre stato soggiogato, sono l a dirci che il dinamismo che si respira, se non stato soffocato e comincia invece a espandersi, per l'azione di entit e figure POSITIVE e a noi AMICHE! E' grazie al loro aiuto che l'informazione, nonostante i sabotaggi, comincia a essere ampia e fruibile, che sempre pi persone si stanno attivando con strumenti non violenti, affinch la gente s'accorga di questo malefico sistema, e di quel che ha prodotto. Contrariamente ai nostri negrieri, non agiscono per incanalare il nostro libero arbitrio ma solo per farci capire il nostro mondo. Nutrono grande rispetto nei nostri confronti e desiderano che si sia noi a decidere da che parte stare. Nemmeno ragionano in termini di profitto come abituale per noi. Per loro un concetto assurdo. Tra gli Akrij, vi sono popoli con pi d'un milione d'anni di evoluzione sociale sulle spalle. Hanno di gran lunga superato i problemi che abbiamo noi e sperimentano da tempo immemore la solidariet tra i popoli, la pace, stadi evolutivi di altissimo livello, e si auspicano che pure noi si faccia finalmente parte di una comunit universale, nella quale l'ignoranza, le guerre e le sofferenze, debbano rimanere soli ricordi a monito degli errori. Se accetteremo il loro aiuto, potremo realmente aprire un capitolo sconosciuto su questa Terra, con la sconfitta definitiva di ogni genere di malattia contro cui lottiamo, con luso di energie pulite, con l'inversione del senso di rotazione d'una spirale negativa, vicina all'irreversibilit, con una condizione di vita veramente dignitosa per tutti e non solo per alcuni eletti. Non una vita da ricchi, perch soldi e potere non avrebbero pi alcun senso, ma armoniosa e serena. Potremo finalmente assaporare la vera libert e vedere il futuro di quel colore rosa, che in troppi vedono di un colore ottenebrato. Sarebbe una vera pazzia gettare lincredibile opportunit Loro ci stanno tendendo la mano e ci fa si che l'impero della malvagit non sia pi invincibile e cominci a vacillare.

Pagina 120 di 124 Gli aguzzini cominciano ad avere paura. Tuttavia, ancora molto lavoro da svolgere e poche sono le persone che sanno cosa cova dietro ai nostri mali. Il DOMINIO , e rimane potente e scaltro. E rimarr potente, fintanto che pochi saranno a conoscenza della realt. Se volete sconfiggerlo, espandete consapevolezza. Sta a noi tutti aiutare le persone che non sanno, a uscire dalla loro gabbia mentale. Ogni cosa va fatta senza ricorrere alla violenza. Questo un processo che va portato avanti pacificamente, perch i nostri schiavisti non si sconfiggono con la forza o l'odio ma con l'amore, con la compassione, con l'altruismo. Se credete di non poter amare degli aguzzini non scordate, almeno, che l'odio li alimenta e rafforza. Anche Buddha disse che: Lodio non cessa con lodio, in nessun tempo; lodio cessa con lamore: questa la legge eterna. Se tutti s'impegneranno in breve tempo a leggere, distribuire o segnalare questo documento, nel volgere di alcuni mesi si potrebbe creare un fronte di coscienza cos forte e ampio, da ridurre i parassiti all'impotenza. Come v'impegnate a divulgare e mail per combattere il rincaro della benzina, a maggior ragione dovreste attivarvi per la vostra libert, salute fisica e mentale, e per quella dei vostri cari A suggerirvi di agire in tal modo, anche un vecchio proverbio: Aiutati che il ciel taiuta. Se l'avete scordato, il momento di rispolverarlo. LA CONSAPEVOLEZZA LI INDEBOLISCE E QUESTO SCRITTO UN VIRUS NEL LORO SISTEMA DIFFONDETELO! "Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e conoscenze." Dante Alighieri.

In pace e amore, essenza eterna incarnata e libero sovrano di me stesso, Tuma Fabio

Di seguito un elenco di argomenti, dai quali cogliere ulteriori spunti per la vostra personale ricerca: I primi papi Il Grimorio di papa Onorio Bibbia, giganti, dei, semidei Ges non mor in croce: dalle ricerche del Professor Fida M. Hassnain. Civilt sumera e babilonese, trascrizioni di Zacharia Sitchin Vaticano e potere della Chiesa Opus Dei e Mafia di Faenza Antichi culti Testi apocrifi Correnti New Age e nuove religioni (testimoni di Geova, Dianetics, Are Krishna) Satana e Lucifero Trattato di Lisbona Morte di papa Luciani, omicidi in Vaticano Cattedrali, chiese pi belle e i personaggi che le hanno volute IOR e sistema bancario internazionale Banca centrale europea, Banca dItalia, Banca federale dAmerica, sistema bancario svizzero Oro degli ebrei Antisemitismo e gesuiti 1800 Olocausto Finanziamenti e sovvenzioni a Hitler da banche USA, Rothschild, banca dInghilterra Origine ordine gesuiti Abduction, Grigi e altri extraterrestri Incidente di Roswell W56, Akrij

Pagina 121 di 124 Rapimenti alieni Ingegneria inversa HAARP, cambiamento climatico, terremoti, voragini, cannone a energia potenziale Nuove armi Scie chimiche Impoverimento programmato delle risorse agricole Industria automobilistica e trazione elettrica 5 sorelle Omicidio Mattei Controllo economia internazionale Crisi economiche, bolle speculative Industria bellica e difesa NASA e imprese spaziali Omicidio Kennedy e papa Luciani Verit su bomba atomica e ricerche I miti (Gandi, Mao, Mazzini, Garibaldi, Cavour, Albert Pike, Giovanni Paolo II, Marx, Lenin, Stalin, Madre Teresa di Calcutta) Mazzini, Garibaldi e Unit d'Italia Mafia in Italia e America: collegamenti con Mazzini e sionismo Storia delle mafie (Osso, Mastrosso e Carcagnosso) Droga e narcotraffico Traffico dorgani e di umani Il mercato della contraffazione Traffico di sostanze nocive e pericolose Traffico darmi, mercato di Monaco Pedofilia e porno Rockefeller, Rothschild, Bill Gate e C. Kerry e Bush, confraternita massonica Skull e Bones Linee di sangue del dominio Bilderberg, club dei 300, consiglio trilaterale, Lucis Thrust, Illuminati, NWO Societ occulte Sionismo Satanismo, occultismo, riti di magia nera Sciamanesimo, entit sul fondo del campo energetico umano Simbolismo occulto Massoneria, templari, sette segrete, Ku Klux Klan I Savi di Sion Legami politica e massoneria Mostro di Firenze, collegamenti satanici di molti omicidi Schiavi delle sette: fenomeno che coinvolge pi di un milione e mezzo di italiani Teorie del complotto Societ per il controllo mentale CIA e altri servizi segreti Majestic 12 11 settembre e altri attentati Bush, Bin Laden, Alqaeda Attacco Pearl Harbor Guerre religiose di Jugoslavija Guerre di Corea, Laos, Cambogia, Vietnam Repressione cinese del Tibet e del buddismo Guerra fredda Guerre in Iraq, in centrAfrica Disordini di Algeria, Egitto, Libia

Pagina 122 di 124 Lobby dellenergia nucleare, dell'uranio, del petrolio "Cartello Phoebus" Fabbriche chimiche e legami con potere centrale UNICEF, Amnesty International, ONU, FMI, FAO, NATO, premio Nobel, Oms Terzo mondo, povert, aiuti umanitari Alimentazione e multinazionali del cibo e dellacqua OGM e politica agricola nei paesi poveri Banca sementi Svalbard Industria farmaceutica, esperimenti su senzatetto, vivisezione Salute pubblica, sistema sanitario AIDS e le malattie inventate Aviaria, virus, malattie e sterilit prodotte dai vaccini Vaccini killer obbligatori Legami e connessioni di Monti e Draghi con massoneria, Rothschild e Rockefeller Fenomeno dei bambini indaco

Libri per le vostre ricerche: Contattismi di massa di Stefano Breccia, ed. Nexus. E il cielo si apr di Josef F. Blumrich, ed. MEB. Luci nella notte, del giornalista Rino Di Stefano. Terra senza tempo di Peter Kolosimo, ed. SugarCo. "Gli extraterrestri torneranno" di Erich Von Daniken, Armenia. "Ufo, visitatori dal cosmo", di Ivan T. Sanderson, ed. Mediterranee. Il Santo Graal di Michael Baigent, Richard Leigh, Hanry Lincoln, ed. Mondadori. I segreti del codice a cura di Dan Burstein, ed. Sperling e Kupfer. I Templari di Jean Markale, ed. Sperling Paperback. "Il manganello e laspersorio di Ernesto Rossi, ed. Kaos. Vaticano S.p.a. di Gianluigi Nuzzi, Ed. Chiarelettere. 101 misteri e segreti del Vaticano, di Claudio Rendina, ed. Newton Compton. "Lisola del Silenzio", di Horacio Verbitsky. Don Vito di Massimo Ciancimino e Francesco La Licata, ed. Feltrinelli. La carit che uccide di Bambisa Moyo, ed. BUR. 50 cose che forse non sai di Russ Kick, ed. Nuovi Mondi Media. Le menzogne dellimpero di Gore Vidal, ed. Fazi. Guerra e informazione a cura di Maurizio Torrealta, ed. Sperling Paperback. "Le carceri segrete della CIA", di Giulietto Chiesa, ed. Piemme. "Bavaglio", di Peter Gomez, Marco Lillo, Marco Travaglio, ed. Chiarelettere. "Mani sporche", di Barbacetto, Gomez, Travaglio, ed. Chiarelettere. Ingannati e traditi di Gore Vidal, ed. Oscar Mondadori. Lincredibile menzogna di Thierry Meyssan, ed. Fandango Libri. Zero di Giulietto Chiesa e altri autori, ed. Piemme. Come chiedere e ottenere dal cosmo tutto quello che vuoi di Barbel Mohr, ed. Essere Felici. "La facolt creativa dell'immaginazione" di Neville Godard, ed. Macro Edizioni. Il Tao della fisica, di Fritjof Capra, ed. Gli Adelphi. La scoperta del giardino della mente di Jill Bolte Taylor, ed. Mondadori. "Guida all'ipnosi" di D. M. Hengel, ed. Armenia. Vita liquida di Zygmunt Bauman, ed. Laterza. "Prepariamoci", di Luca Mercalli, ed. Chiarelettere. "Messaggio per un'aquila che si crede un pollo" di Antony de Mello, ed. Piemme. "Un minuto di saggezza", di Antony de Mello, ed. Paoline. "L'intuizione della realt", di Osho Rajneesh, ed. URRA.

Pagina 123 di 124 "L'avvelenamento della coscienza", di Osho Rajneesh, ed. Stampa Alternativa. "Il gioco delle emozioni", di Osho Rajneesh, ed. Oscar Mondadori. Indaco - bambini indaco - realt del terzo millennio. Di Paola Giovetti "Dissimulazioni massoniche" di Antonella Randazzo "Il guaritore interno" di Gioia Panozzo, ed. Vida. "Il mondo della luna", "Il bambino d'oro", "K. O. pernico" di Franco Remondina. Scaricabili dal sito.

Siti da consultare: http://paolofranceschetti.blogspot.it/2009/01/complottismo-e-anticomplottismo-icke.html massoneria, complotto, signoraggio. http://paolobarnard.info/interventi_indice.php gli inganni di un sistema. http://fuoridimatrix.blogspot.it ingenti prove del complotto. http://www.youtube.com/watch?v=SS3nBXUav1k NWO, legge dell'ammiragliato e cosmologia corporativa. http://www.youtube.com/watch?v=DtfrJKYjdrM nessi tra Diritto, Vaticano, NWO. http://www.youtube.com/watch?v=pqp8Ch3Ye3U riconoscere le manipolazioni nell'ambito del Diritto, della Religione e della Scienza. http://www.disinformazione.it/ massoneria, potere bancario, signoraggio, malattie inventate. http://www.youtube.com/watch?v=5aCs0zzZ7Sc signoraggio. https://www.youtube.com/watch?v=niT6K3WRk8Y signoraggio. http://www.youtube.com/watch?v=uysWWZJC5hw dove finiscono le tasse http://www.e-democracyitalia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=3:cose-il-signoraggiobancario&catid=7&Itemid=108 http://www.movimentolibertario.com/2012/12/le-chiavi-della-liberta/ denaro elettronico. http://mikeplato.myblog.it/archive/2010/04/18/il-bilderberg-e-i-padroni-del-mondo.html i Bilderberg. http://www.stampalibera.com/?p=19606 NWO. http://giacintobutindaro.org/2012/12/26/il-nuovo-ordine-mondiale/ http://www.scribd.com/doc/14976845/Il-Papa-Nero-Luomo-piu-potente-del-mondohttp://video.google.com/videoplay?docid=5245902258081871191# I segreti del controllo globale di David Icke. http://secondsight.forumfree.it/?f=2312136 Framassoneria e complotto. http://cosco-giuseppe.tripod.com La storia segreta e il Nuovo Ordine Mondiale http://www.scribd.com/doc/117083347/La-Massoneria-Smascherata http://www.neovitruvian.it/ gesuiti, illuminati, simbolismo http://www.ianpaisley.org/article.asp?ArtKey=jesuit giuramento gesuiti. http://labuonastrada.wordpress.com/2012/02/11/la-sconvolgente-confessione-di-una-ex-suora-di-clausura/ http://cronologia.leonardo.it/storia/a1943o.htm I gesuiti fomentarono l'antisemitismo. http://ricercanwo.wordpress.com/ Gesuiti: LAttendibilit di Alberto Rivera Parte 3. http://web.falco.mi.it/forum/F0000EE0B/F00010523/00054CD5-70E903AC-000B01CF Il Papa che aiut Hitler http://fintatolleranza.blogspot.it/2012/08/nazi-fascismo-e-chiesa-accordi-segreti.html Nazi-fascismo e Chiesa, accordi segreti con i carnefici http://www.fisicamente.net/SCI_FED/index-771.htm storia criminale del cristianesimo http://www.inventati.org/razionalisti/nazismo.php il nazismo non era ateo http://www.marcovuyet.com/ALARMA%20HOME.htm simbolismo e connessioni massoneria /chiesa. http://www.secretum-omega.com/?page_id=3 www.rinascita.eu - Giuseppe Sassi, Gianantonio Valli Mario Monti. http://www.grandeorientedemocratico.com/Grande_Oriente_Democratico_Padre_Amorth_Giorgio_Napolitano_Mario_Monti_e_la_M assoneria.html http://www.stampalibera.com/?p=67027 la mafia del potere http://www.anticatechismo.it/cms/piccolo-manuale-di-umanesimo-ateo/un-dio-cosi-rende-schiavi/ http://www.chiesaviva.com/conoscere%20massoneria.htm mafia, Mazzini, Pike.

Pagina 124 di 124 http://isolacaporizzuto.wordpress.com/2011/12/15/onorata-societa-ndrangheta-la-gerarchia-laffiliazione-isimboli-i-segreti/ http://hovistocosechevoiumani.wordpress.com/2008/08/24/tutti-i-capi-mafia-sono-massoni/ http://www.satorws.com/simbolismo.htm simboli esoterici. http://www.disinformazione.it/pedofilia.htm Dietro alla pedofilia si nasconde il satanismo. http://www.spazioevita.com/ W 56. http://www.unknown.it/ ufo, area 51. I sumeri e le origini dell'uomo. http://www.anticorpi.info/ come sopra. http://hearthaware.wordpress.com/ Bolle Papali, extraterrestri, OPPT, disturbi neuropsichici ecc. www.veteransforpeace.org radioattivit diffusa da atti di guerra. http://www.arcibalbo-santarcangelo.it/nibiru.htm Tavolette sumere. http://www.youtube.com/watch?v=rySAWt7ps&eurl=http%3A%2F%2Fwww%2Efacebook%2Ecom%2Fhome%2Ephp%3F&feature=player_ scheletri giganti. http://www.giornalettismo.com/archives/827333/papa-francesco-bergoglio-e-la-storia-della-foto-con-ildittatore/ http://connessionecosciente.wordpress.com/2013/01/01/alan-watt-scioccare-e-sorprendere-lamanipolazione-della-psiche-umana/ http://www.mentereale.com/articoli/dissimulazioni-massoniche http://connessionecosciente.wordpress.com/2012/10/29/templari-di-aragona-i-dominatori-delleconomiamondiale/ http://newapocalypse.altervista.org/blog/2013/06/27/skull-and-bones-una-delle-societa-segrere-piu-potential-mondo-e-fonte-del-potere-negli-usa/ http://hovistocosechevoiumani.wordpress.com/2009/09/18/sfida-ai-massoni-coperti/ http://www.today.it/rassegna/aumento-spese-militari-italia-2013-.html http://www.lavoce.info/quanto-e-la-spesa-militare-italiana/ http://www.youtube.com/watch?v=6LxqcicreHs 1500 ingegneri e architetti di tutto il mondo denunciano l'inganno dell'11 settembre. http://xoomer.virgilio.it/911_subito/domanda_ae911.htm architetti e ingegneri chiedono la verit sul 9 - 11. http://www.youtube.com/watch?v=CJfUkU1Ey84 l'assurdo crollo della torre 7. http://www.youtube.com/watch?v=7e9T7JMQ8Fw 11 settembre 2001 - Inganno Globale. http://www.rifondazionecampagnano.org/htm/BushBinLaden.htm legami tra i Bush e Bin Laden. http://www.nocensura.com/#_ mano dei Bilderberg dietro le stragi http://www.youtube.com/watch?v=HEXecxTH4Qw Scie chimiche. http://www.nocensura.com/ moltissimi articoli di denuncia http://www.mednat.org/ molti argomenti sulle tematiche affrontate nel libro https://sites.google.com/site/wwwdodicesima/home Franco Remondina. La salute organizzata dal pensiero http://nuovoparadigma.org/ gruppo di studio per un mondo migliore. http://transitionitalia.wordpress.com/ progetti di transizione verso nuovi modelli di vita sostenibile. http://www.opptitalia.org/ organizzazione per la liberazione dalle corporazioni. http://movimentosovrano.blogspot.it/ Movimento per il conseguimento della sovranit individuale. www.manabi.it spazio per lo sviluppo personale. http://www.iconicon.it/blog/ disclosure, controllo mentale, elite, corporazioni, UFO.