Sei sulla pagina 1di 36

Quindicinale Anno XXXV

12.12.2013
Numero

624
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO, VAS, SEGUSINO

La Redazione Augura Buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti i lettori e alle loro famiglie
Arrivederci a dopo la met di Gennaio
http://digilander.libero.it/tornado

Chiuso in redazione il 03.12.2013

Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

AL MOLIN
RISTORANTE - PIZZERIA
Bolli auto e moto

SPECIALIT PESCE
PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129
- CHIUSO IL MARTED -

NOVIT

ALANO DI PIAVE

Cambio pile ad auricolari orologi e telecomandi

TERMOIDRAULICA

GIERRE
di Gallina E. & Rizzotto P. snc 32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14 E-mail: termoidraulica.gierre@virgilio.it

Edoardo cell. 335.5958833

Paolo cell. 347.7091740

TODOVERTO

Per rinnovare la tua casa


di Todoverto Paolo & C.

Statale Feltrina, 25 - Quero (BL)

Jger sport

S.N.C.

NOVIT: ABBIGLIAMENTO

BIMBO/A da 0 a 14 anni
Abbigliamento: Running, caccia, trekking, completi sci e accessori MARCHI: SAUCONY - NICO - AST - GREAT ESCAPES - KARPOS MARCHI CACCIA: CBC - UNIVERS DAL MARTED AL SABATO 9.00-12.30/16.00-19.00 CHIUSO IL LUNED

imbiancature interni - esterni termocappotti - spatolati


ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

Per ulteriori informazioni Tel. 347 6631699

IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Alessandro Bagatella, Francesco Dal Canton, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Antonio Spada, Andrea Tolaini. ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00. LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano; GELATERIA DUE VALLI - Fener - BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon; BAZAR di A. Verri - Segusino.

ATTUALIT

___________________________________________________________________________________________________________

Appuntamenti sotto lalbero

Unione Sette Ville - Biblioteche Alano Quero Vas

Sabato 21 dicembre ore 16,30 Biblioteca di Alano di Piave

LULTIMO LEGGE LAVINIA

Spettacolo per bambini e famiglie liberamente tratto dal libro Lincredibile storia di Lavinia di Bianca Pitzorno di e con Livio Vianello, Oreste Sabadin e Gianluca Cerioni - Scenari offerto dalla Regione Veneto per il progetto NATALE CON UN SORRISO La vigilia di Natale, mentre tutti fanno festa, una piccola fiammiferaia sta per morire di fame e di freddo. Preparate i fazzoletti. Perch la storia non va a finire come pensate Anzi, no, preparatevi a ridere come non vi mai capitato leggendo un libro. Ingresso libero

___________________________________________________________________________________________________________

Gioved 26 dicembre ore 17,00 Chiesa Parrocchiale di Vas


in collaborazione con Parrocchia di Vas con la partecipazione di:

CONCERTO DI NATALE
Coro Polifonico Nuovo Rinascimento di Quero
___________________________________________________________________________________________________________

Direttore M Gilberto Meneghin - Ingresso libero

Domenica 29 dicembre ore 20,45 Centro Culturale di Quero


in collaborazione con Pro Loco di Quero

LEREDIT DELA PORA SUNTA

Commedia brillante in due atti in dialetto feltrino di Loredana Cont Compagnia FON TEATRO di Sovramonte - Regia Silvano Zeni
Battibecchi, sotterfugi, imprevisti e colpi di scena caratterizzano la vicenda di Berto e Dosolina, due maturi signori, costretti per disposizione testamentaria a vivere sotto lo stesso tetto e a condurre in comune accordo il negozio ereditato. Ingresso 5.00 Ridotto 3.00 minori di 14 anni

___________________________________________________________________________________________________________

Sabato 11 gennaio ore 20,45 Centro Culturale di Quero


in collaborazione con Pro Loco di Quero

RITRATTI

Spettacolo di teatro danza del Gruppo CORARTE


Coreografia e regia: Laura Zago Testi: Paolo Dego
Tra ironia, malizia e leggerezza piccole fotografie di speranze, incontri, vite della nostra epoca. Un bar terrazza dei primi del Novecento e un porto di mare diventano punti di ritrovo di personalit bizzarre e comiche. Ingresso 5.00 Ridotto 3.00 minori di 14 anni

___________________________________________________________________________________________________________ Biblioteca di ALANO luned 15.00-18.00 mercoled 9.30-12.30 e 15.00-18.00 venerd 15.00-18.30 tel. 0439778718 biblioteca.alano@feltrino.bl.it Biblioteca di QUERO marted 9.30-12.30 e 16.00-19.00 gioved 14.30-18.30 sabato 10.30-12.30 tel. 0439787097 biblioteca.quero@feltrino.bl.it Biblioteca di VAS luned 16.00-18.30 mercoled 16.00-18.00 sabato 9.00-10.30 tel. 0439780270 biblioteca.vas@feltrino.bl.it

Iniziativa realizzata nell'ambito dell'accordo di programma


tra Regione Veneto e Unione Sette Ville Festival del Paesaggio e nuovi luoghi d'incontro nelle biblioteche

LETTERE AL TORNADO

Il GRUPPO ALPINI Monte CORNELLA

AUGURA A TUTTI BUON NATALE E BUON 2014


RICORDA AGLI ISCRITTI - AMICI E SIMPATIZZANTI CHE

di QUERO

DOMENICA 5 GENNAIO FESTA DEL GRUPPO


CON IL SEGUENTE PROGRAMMA ORE 10,00 ritrovo presso la sala delle associazioni (con possibilit di rinnovare il tesseramento) ORE 10,10 alza bandiera e deposizione corona al monumento alpino. A seguire assemblea del gruppo nella sala parrocchiale don Milani ORE 11,00 Santa Messa ORE 12,30 Pranzo di Gruppo ( 15,00) (SI PREGA DI PRENOTARSI)

SI TERRA LA ANNUALE

Alpini sempre -sempre volontari


Il gruppo Alpini "Monte

A cura del gruppo Alpini querese Cornella" ha

recentemente portato a termine il lavoro di manutenzione ambientale (sostituzione di parti logorate e riverniciatura) delle staccionate e altri manufatti in legno siti in Quero, aggiungendovi anche altri non di competenza del gruppo, ma piacevolmente sistemati. Nella foto: un gruppo dei laboriosi Alpini.

LETTERE AL TORNADO

A conclusione di un anno, viene spontaneo chiedersi se le scelte organizzative fatte siano state valide o meno e, a onor del vero, lanno 2013 stato favorevole, sotto tutti i punti di vista. Le iniziative proposte dalla Pro Loco di Quero sono ormai piacevolmente radicate nel nostro paese. Lanno si aperto con Carnevalando, ormai alla 10a edizione. Un pomeriggio allinsegna del divertimento e, fra una maschera e laltra, in compagnia della musica offerta da alcuni membri del gruppo Farine Fossili, i presenti si sono deliziati con frittelle e crostoli cucinati al momento e accompagnati da un buon vin brul. Ad aprile, allinterno della Fiera di Santa Croce, la Proloco di Quero, vista la grande affluenza dellanno precedente, ha riproposto Quero in fiore, con un pranzo a base di erbette spontanee e prodotti tipici del nostro territorio. Col secondo semestre 2013 stato servito il piatto forte: la sagra dei scios. La sagra, come ogni anno, viene anticipata da una grande laboriosit; nella preparazione vengono coinvolti molti volontari, il cui impegno fondamentale per la buona riuscita dellevento. Oltre 30 persone hanno partecipato alla pulizia dei scios, alla cottura e allo stoccaggio nei freezer. Loperazione ha richiesto quasi due giornate di lavoro. Fondamentale per quanto riguarda il volontariato stata la fattiva e indispensabile collaborazione che gli stessi membri della proloco, ma anche di altre associazioni del territorio, hanno fornito durante la sagra. Sono state introdotte alcune novit e con piacere abbiamo riscontrato una favorevole partecipazione. La sagra iniziata con la famosa band trevigiana dei Los Massadores. Il tempo, come ben si sa, non ha esattamente giocato a nostro favore, anzi, abbiamo avuto i piedi inzuppati nellacqua nel vero senso della parola. Ma gli instancabili volontari, hanno provveduto ad organizzare una passerella di fortuna, per il passaggio fra un tendone e laltro. Devo dire, per, che, passata lemergenza, i presenti hanno assistito ad un favoloso concerto, e oltre allottima musica abbiamo anche riso di gusto per le battute sarcastiche sullaccaduto, non dimenticandoci del tutto dellinizio un po burrascoso. Nel primo fine settimana di sagra il tendone sempre affollato di pubblico che si goduto oltre che una buona cucina anche le tradizionali serate musicali molto apprezzate dagli amanti del ballo. Nella prima domenica si svolta la festa dellanziano e come ogni anno hanno aderito in molti; dopo il pranzo sono stati consegnati gli attestati. Anche questanno ci sono venuti a trovare i cavalli, dando lopportunit a tutti i bambini di salire, inoltre gli organizzatori ci hanno deliziato con un piccolo spettacolo di rodeo. Anche il secondo fine settimana ha esordito con una nuova idea: abbiamo proposto i balli country con il Dj Eros. Una serata divertente ed originale, durante la quale il Dj ha proposto musica americana, canzoni popolari, sviluppatasi nel sud degli Stati Uniti. Inoltre, essendo un ballo di gruppo, ha presenziato un istruttore, Mauro, che ha insegnato delle nozioni di base per potersi immergere nellallegria, nel ritmo e nella suggestione del mondo Country e Western. Lultima domenica ha visto la presentazione degli Slider Heroes di Icia, che con i suoi tricicli ha dato la possibilit a tutti, adulti e bambini, di provare gli ormai famosi mezzi da gara e derapare a go go, creando un percorso su misura, con tanto di gara e trofei. Per gli amanti della natura, ad Agosto, ci siamo ritrovati tutti in piazza Marconi, per una passeggiata in Cilladon e valle di Schievenin, in occasione della seconda edizione di voci suoni emozioni del massiccio del Grappa, che ha registrato anche la suggestiva rappresentazione di Leo Miglioranza ed Andrea Turchetto sui luoghi ed episodi della Grande Guerra. Una continuazione nel collaborare con la biblioteca dellunione dei Comuni Sette Ville nellorganizzazione di alcuni spettacoli della rassegna teatri di pace nei luoghi della grande guerra comprendente le ormai consolidate esibizioni in piazza. Prima degli eventi i volontari della proloco hanno preparato, come di consueto, la cena a musicisti e ballerini dei gruppi internazionali che poi si esibiscono in piazza richiamando sempre un foltissimo numero di persone. Allinizio di settembre, si svolta la festa di fine estate in concomitanza con la fiera di S. Girolamo. Ha avuto inizio Sabato sera con la pizza in piazza, organizzata con lausilio di Spaghetti Club Pizzeria da Rody di Cavaso del Tomba. Allinterno della manifestazione era compresa la rassegna canina coordinata dallappassionato cinofilo e consigliere della Proloco Gino De Girardi. Per loccasione sono giunti a Quero cani di razza e meticci che hanno sfilato di fronte ad una giuria e per i quali sono stati consegnati premi ed attestati. Lo scorso primo novembre, infine, nella sala delle associazioni stata organizzata la tradizionale castagnata. La Proloco sa che laiuto di tutti i volontari fondamentale per la buona riuscita di tutte le manifestazioni e per questo ogni anno cerca di dimostrare il proprio affetto organizzando unuscita conviviale. Questanno abbiamo voluto trascorrere una giornata assieme a tutti i nostri collaboratori e simpatizzanti programmando unuscita in pullman a Cison di Valmarino, al ristorante Sansovino in Castelbrando, con una piccola sosta a Follina, per visitare lAbbazia Cistercense S. Maria. La Proloco ringrazia con affetto lAmministrazione Comunale, i volontari, gli sponsor e tutti coloro che hanno partecipato alle varie manifestazioni e rivolge

La Proloco di Quero tira le somme

A TUTTI TANTI AUGURI DI BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO.

La proloco invita soci, simpatizzanti e tutta la popolazione allo scambio degli auguri natalizi la notte di Natale dopo la messa di mezzanotte il 24 dicembre, presso la sala delle associazioni, dove verr offerto panettone e vin brul.
Per il consiglio della proloco Gasparetto Melania

rASSeGnA STAMPA

Trovati i resti di un soldato della Grande Guerra?


ALANO. I resti mortali ritrovati un mese fa in una grotta in localit Valderoa non appartengono a Giuseppe Zandonadi, il 67enne trevigiano scomparso in zona nella primavera del 2011. A suffragare lipotesi il fatto che il teschio rinvenuto tra le rocce aveva la dentatura mentre luomo, residente a Tezze di Piave, nella sua auto Fiat Panda, prima di far perdere le sue tracce, aveva lasciato la propria dentiera. Un incrocio di dati semplice quanto determinante per escludere che lo scheletro scoperto alle pendici del monte Grappa potesse appartenere allanziano. E se resta il mistero di dove sia finito Zandonadi, il Corpo forestale dello Stato ipotizza invece che le ossa appartengano a un soldato della Grande guerra che in quellarea impervers non poco. I resti, ancora nella cella mortuaria di Alano di Piave, attendono che la Procura di Belluno disponga appropriate analisi anatomopatologiche attraverso le quali poter risalire allorigine, almeno temporale se non proprio identificativa. Il tutto, poi, passer nella disponibilit dellOnor Caduti o del Comune che, a loro volta, provvederanno a degna sepoltura. Ossa e teschio erano stati ritrovati un mese fa dagli uomini del Corpo forestale della Stazione di Feltre guidati dallispettore Luigino Castellaz che, in una delle loro abituali operazioni di vigilanza del territorio, avevano individuato due recuperanti, poi sanzionati (uno dei due venne anche arrestato perch scoperto a non aver rispettato un obbligo di dimora), alla ricerca di cimeli della guerra.
da Il Gazzettino di domenica 24 novembre 2013

Gli alpini ritornano a Nikolajewka, costruiranno un "Ponte per lamicizia"


Ritorneranno, gli Alpini a Nikolajewka, e ancora una volta per unopera di solidariet. Dopo Rossosch, la costruzione e la donazione dellAsilo Sorriso avvenute ventanni fa nel ricordo dei Caduti, lAna si appresta a una nuova impresa. Non certamente cos difficile, ardua e pesante, ma ugualmente molto impegnativa. Si tratta di un ponte: un ponte a Nikolajewka (oggi Livenka). Il presidente dellAna ingegner Sebastiano Favero dice: La richiesta di provvedere a un vecchio ponte in ferro, malridotto, pericolante e fatiscente, ce lha fatta sindaco a nome del Comune. Il manufatto in ferro si trova a un chilometro a ovest del famoso terrapieno della ferrovia di quel 26 gennaio 1943 in cui avvenne la rottura dellaccerchiamento. Cesare Poncato, geometra, uno dei protagonisti dellOperazione Sorriso, aggiunge che occorrer rendersi ben conto delle condizioni del terreno, e di altre situazioni, prima di agire. Non occorreranno molti uomini. Diciamo una decina - sottolinea Favero - ma specializzati. Poi, altri volontari saranno utili per mansioni legate a una missione da realizzare in un luogo cos lontano dallItalia. Vari materiali (cemento, sabbia, ghiaia) saranno reperiti in loco, mentre il ponte vero e proprio in ferro dovrebbe essere costruito in Italia per poi essere trasportato a Livenka. Intanto, lAna ha aperto una sottoscrizione per finanziare la costruzione di quello che si chiamer Il Ponte degli Alpini per lamicizia. Ecco i riferimenti: conto corrente numero 100000010452 - Banca Intesa San Paolo - agenzia 1877 - Corso Garibaldi 86 - Milano, intestato ad Ana - Via Marsala 9 - 20121 Milano; Iban IT51 N 03069 09441 100000010452; Bic BciTitmm; causale: "Ponte degli Alpini per lamicizia".
da Il Gazzettino di luned 25 novembre 2013

Consegnato il ricavato della serata teatrale organizzata al centro culturale di Quero in settembre con la presenza di Gianfelice Facchetti, figlio di Giacinto, indimenticabile bandiera dellInter

LInter Club Fener tifa per Pediatria e lUsl fa il pieno di donazioni

FELTRE. L'offerta libera, per la serata teatrale organizzata al centro culturale di Quero in settembre con la presenza di Gianfelice Facchetti, figlio di Giacinto, indimenticabile bandiera dellInter di Herrera e della nazionale e poi presidente del club nerazzurro fino alla sua morte nel 2007, ha fruttato 500 euro. Soldi che sono stati interamente devoluti al reparto di pediatria dell'ospedale di Feltre, su iniziativa dell'Inter Club Massimo Moratti di Fener e del suo presidente Andrea Tolaini. La direzione generale, capitanata da Adriano Rasi Caldogno, ha ringraziato, in sede ufficiale, l'Inter Club e quanti, con liberalit, donano attrezzature o somme di denaro all'Usl. Sono importanti segnali di attenzione e sensibilit verso l'azienda, ha fatto presente il direttore generale, oltre che di stimolo ad offrire un servizio sempre pi di qualit. E le donazioni destinate allospedale feltrino non mancano mai. Ci sono familiari che devolvono somme ingenti dell'eredit del congiunto deceduto e pazienti che lasciano in volont testamentaria il ricavato delle polizze vita. Ci sono parenti di persone seguite con amorevolezza dal personale di reparto che destinano alle unit operative di affezione, dove avvenuto il decesso dei propri cari, attrezzature di ogni tipo, qualche volta usate pochissimo altre acquistate e quindi nuove di zecca, per favorire il comfort dei pazienti. Ci sono donazioni liberali, somme cospicui e altre pi piccoline, che comunque attestano tutte l'attaccamento dei feltrini al nosocomio inteso come patrimonio di umanit e professionalit della citt e dei dintorni. A questo proposito sono state deliberate di recente dall'Usl delle somme destinate dai familiari di congiunti deceduti, la prima all'hospice Le Vette, in memoria di Margherita Rubaldi, la seconda al reparto di nefrologia e dialisi in memoria di Giuliano Barcherini. Si ricorda poi la recente donazione liberale di ben centomila euro destinati allospedale su volont testamentaria di unanziana deceduta un anno fa. Clara Zanolla, questo il nome della donatrice, ha disposto di lasciare la somma consistente all'unit operativa di oncologia.
da Il Corriere delle Alpi di gioved 28 novembre 2013

rASSeGnA STAMPA

FELTRE. Il sollievo entra nelle case dei malati di demenza. Parte a gennaio un nuovo progetto della durata di un anno coordinato dall'Ufficio di Piano dell'Ulss 2, insieme ad alcuni Comuni, il volontariato e la Regione. Con il progressivo allungamento della vita, stanno assumendo sempre importanza le Parte problematiche correlate all'invecchiamento e, tra i disturbi FELTRE. Il sollievo entra nelle casemaggiore dei malati di demenza. a gennaio un nuovo progetto della durata diqueste, un anno coordicognitivi e del comportamento. Da sola la malattia di Alzheimer rappresenta cento Con delleildemenze. Nel Feltrino sono olnato dall'Ufficio di Piano dell'Ulss 2, insieme ad alcuni Comuni, il volontariatoile60 la per Regione. progressivo allungamento deltrevita, millestanno le persone affette da demenza prese importanza in carico nelle 2012 dai servizi territoriali e si stima che qualche centinaio persola assumendo sempre maggiore problematiche correlate all'invecchiamento e, tra queste, di i disturbi ne, ancora in una fase iniziale della malattia, non sia stato intercettato dai servizi. Il punti cardine del progetto. Sar attivato un cognitivi e del comportamento. Da sola la malattia di Alzheimer rappresenta il 60 per cento delle demenze. Nel Feltrino sono olgruppo peraffette strutturare le attivit a sostegno dei malati e dai dei servizi familiari coniugando e formazione con l'offertre milledi lelavoro persone da demenza prese in carico nel 2012 territoriali e si informazione stima che qualche centinaio di persota di momenti di sollievo. Gli obiettivi: contrastare l'isolamento dei nuclei inservizi. cui presente una persona affetta Sar da demenza ne, ancora in una fase iniziale della malattia, non sia stato intercettato dai Il punti cardine del progetto. attivato ed un offrire momenti reale sollievo familiari per lo svolgimento delle attivit quotidiane con un'assistenza adeguata. Saranno, gruppo di lavorodi per strutturare leai attivit a sostegno dei malati e dei familiari coniugando informazione e formazione con l'offerinoltre, creati sperimentalmente, nei primi sei mesi,l'isolamento cinque Centri sollievo nei Comuni di: Alano Piave, affetta Cesiomaggiore, Feltre, ta di momenti di sollievo. Gli obiettivi: contrastare dei nuclei in cui presente una di persona da demenza ed Lentiaimomenti e Trichiana. I partner del ai progetto sono: i Comuni di Alano, Feltre, Lentiai, Mel, Sedico e Trichiana, i offrire di reale sollievo familiari per lo svolgimento delle Cesiomaggiore, attivit quotidiane con un'assistenza adeguata. Saranno, Centri di servizio Sant'Antonio nei Abate, Rostirolla, Brandalise, Mione, Madonna della Salute, Centro servizi di inoltre, creati sperimentalmente, primi Don sei mesi, cinque Centri sollievo nei Comuni di: Alano di Piave, Cesiomaggiore, Feltre, Sedico, Centro servizi per il volontariato e sono: le associazioni dell'assistenza,Feltre, Cesio solidariet, Anteas MonteperiLentiai e Trichiana. I partner del progetto i Comuni Volontari di Alano, Cesiomaggiore, Lentiai, Mel, Sedico e Trichiana, i na, Caritas di Lentiai, San Vincenzo, Consulta anziani di Trichina, Gruppo Ama di Alano e Parrocchia Sant'Antonio Centri di servizio Sant'Antonio Abate, Don Rostirolla, Brandalise, Mione, Madonna della Salute, Centro servizi di Abate. Centro servizi per il volontariato e le associazioni Volontari dell'assistenza, Cesio solidariet, Anteas MonteperiSedico, na, Caritas di Lentiai, San Vincenzo, Consulta anziani di Trichina, Gruppo Amada diIl Alano e Parrocchia Gazzettino di sabato 30 Sant'Antonio novembre 2013 Abate.

Partir a gennaio con i Centri sollievo in cinque Comuni, tra cui Alano di Piave Progetto dellUlss 2sperimentali contro la demenza senile Progetto dellUlss 2 contro la demenza senile

Partir a gennaio con i Centri sollievo sperimentali in cinque Comuni, tra cui Alano di Piave

Hanno fatto saltare il bancomat e si sarebbero anche introdotti negli uffici. da Il Gazzettino di sabato 30 novembre 2013 I ladri hanno agito rapidamente, fuggendo su una Panda con un bottino di 30mila euro. Hanno fatto saltare il bancomat e si sarebbero anche introdotti negli uffici. I ladri hanno agito rapidamente, fuggendo su una Panda con un bottino di 30mila euro.
ALANO. La banda dellacetilene tornata a colpire. In banca. Un colpo probabilmente studiato preventivamente nei dettagli da qualcuno che conosceva a perfezione la filiale alanese di Veneto Banca. Non si pu spiegare in altro modo la rapidit con la quale due persone a volto coperto hanno svaligiato laltra notte, via circa 30.000 euro, le casse dellanei banca. Erano ALANO. La banda dellacetilene tornata a colpire. In banca. Unportandosi colpo probabilmente studiato preventivamente dettagli da quasi le 3.30 un forte boato ha la fatto sussultare letti Banca. un buon numero di spiegare abitanti. Due uomini, incappucciati, dopo qualcuno chequando conosceva a perfezione filiale alanesesui di loro Veneto Non si pu in altro modo la rapidit con la aver preventivamente girato le telecamere della videosorveglianza esterne via allacirca banca versoeuro, il pavimento, fatto saltare quale due persone a volto coperto hanno svaligiato laltra notte, portandosi 30.000 le casse hanno della banca. Erano con l'acetilene il bancomat di via don Pietro Codemo. Non sololetti hanno ripulito la cassa del bancomat, ma sarebbero addirittura quasi le 3.30 quando un forte boato ha fatto sussultare sui loro un buon numero di abitanti. Due uomini, incappucciati, dopo riusciti ad entrare nella banca, il della buco videosorveglianza provocato dallesplosione, mettendo un bel bottino. Di certo hanno aver preventivamente girato le attraverso telecamere esterne alla banca assieme verso il pavimento, hanno fatto saltare agito con estrema rapidit, di riuscendo solo a completare il furto, maripulito anche la a fuggire a bordo di una Fiat Panda che li attencon l'acetilene il bancomat via don non Pietro Codemo. Non solo hanno cassa del bancomat, ma sarebbero addirittura deva fuori Probabile che a bordo ci fosse una terza persona. Ovviamente i residenti riusciti ad dall'edificio. entrare nella banca, attraverso il buco provocato dallesplosione, mettendo assieme hanno un belimmediatamente bottino. Di certoavvisahanno to il 112 il tempo necessario alle forze dell'ordine per raggiungere il anche luogo pi sufficiente ai malviventi per comagito conma estrema rapidit, riuscendo non solo a completare il furto, ma a stato fuggire ache bordo di una Fiat Panda che li attenpletare lopera criminale. Sul posto sono giunti carabinieri dellapersona. stazioneOvviamente di Quero e una pattuglia da Feltre che hanno constadeva fuori dall'edificio. Probabile che a bordo ci ifosse una terza i residenti hanno immediatamente avvisatato l'accaduto e raccolto le testimonianze chi ha visto. l a poco hanno raggiunto la filiale alanese della banca anche funto il 112 ma il tempo necessario alle forze di dell'ordine per Di raggiungere il luogo stato pi che sufficiente ai malviventi per i comzionari di Credito hasono pi digiunti 500 filiali e sportelli nelstazione nord e centro Italia che ha il suoda centro direzionale a constaMontepletare dell'Istituto lopera criminale. Sul che posto i carabinieri della di Quero ee una pattuglia Feltre che hanno belluna. Dopo aver cercato di ricostruire la dell'accaduto edhanno aver ripulito il piazzale alla banca banca,anche i convenuti tato l'accaduto e raccolto le testimonianze didinamica chi ha visto. Di l a poco raggiunto la filiale antistante alanese della i funhanno provveduto a chiudere provvisoriamente il varco provocato dall'esplosione con e un pannello. zionari dell'Istituto di Credito che ha pi di 500 filiali e sportelli nel nord e centro Italia che ha il suo centro direzionale a Montebelluna. Dopo aver cercato di ricostruire la dinamica dell'accaduto ed aver ripulito il piazzale alla banca, i convenuti daantistante Il Gazzettino di luned 2 dicembre 2013 hanno provveduto a chiudere provvisoriamente il varco provocato dall'esplosione con un pannello.

Alano, furto a Veneto Banca Alano, furto a Veneto Banca

COMUNICATO STAMPA

da Il Gazzettino di luned 2 dicembre 2013

LETTERE AL TORNADO

Vediamo sempre pi anziani soli nell'affrontare le demenze. Federfarma Belluno conferma l'allarme delle associazioni di volontariato del territorio feltrino che presto, hanno annunciato sulla stampa locale (vedi articolo in questa stessa pagina, ndr), avvieranno un progetto per daresoli sollievo a malati e le famiglie colpiti da Alzheimer e altre malattie della senilit. La popolazione Vediamo sempre pi anziani nell'affrontare demenze . Federfarma Belluno conferma l'allarme delle associazioni di anziana cresce, le persone affette da demenza senile sono a casa non trovando facilmente posto in strutture specializzate per volontariato del territorio feltrino che presto, hanno annunciato sulla stampa locale (vedi articolo questa stessa pagina, e ndr) , le famiglie un difficile assisterle. E' sollievo un fatto a positivo che il territorio unisca le forze e di fare qualcosa, commenta Roberto avvieranno progetto per dare malati e famiglie colpiti da Alzheimer ecerchi altre malattie della senilit. La popolazione Grubissa , presidente di Federfarma associazione sindacale dei titolari di farmacia. Nella osservatorio e privianziana cresce, le persone affette da Belluno, demenza senile sono a casa non trovando facilmente posto in farmacia, strutture specializzate per legiato sulla e i paesi, riceviamo lapositivo visita dei nostri anziani, che ogni giorno, comedi infare unaqualcosa, sorta di ritocommenta quotidiano, vengole famiglie societ difficile assisterle. E' un fatto che il territorio unisca le forze e cerchi Roberto no da noi , per le medicine s, ma anche per trovare un contatto umano. porte sono sempre aperte e conosciamo talmente Grubissa presidente di Federfarma Belluno, associazione sindacale dei Le titolari di farmacia. Nella farmacia, osservatorio privibene i nostri pazientieche non raro che la il farmacista segnali ai famigliari dell'anziano la comparsa di sintomi di demenze. L'aulegiato sulla societ i paesi, riceviamo visita dei nostri anziani, che ogni giorno, come in una sorta di rito quotidiano, vengospicio che progetti comes, quello sul sollievo possano a valorizzare anche farmacia come presidio sanitario nel no da noi per le medicine ma anche per trovare un contribuire contatto umano. Le porte sono la sempre aperte e conosciamo talmente territorio, aggiunge Federfarma Belluno conferma dunque la necessit di diffondere in tutta provinciaL'auprobene i nostri pazientiRoberto che nonGrubissa. raro che il farmacista segnali ai famigliari dell'anziano la comparsa di sintomi di la demenze. getti dedicati all'assistenza al supporto per gli anziani malati e le loro famiglie. L'iniziativa feltrina, riporta stampa, promosspicio che progetti come e quello sul sollievo possano contribuire a valorizzare anche la farmacia come la presidio sanitario nel sa da associazioni volontaristiche, Ulss Federfarma 2, Comuni e Belluno Regione Veneto. dunque la necessit di diffondere in tutta la provincia proterritorio, aggiunge Roberto Grubissa. conferma getti dedicati all'assistenza e al supporto per gli anziani malati e le loro famiglie. L'iniziativa feltrina, riporta la stampa, promossa da associazioni volontaristiche, Ulss 2, Comuni e Regione Veneto.

Demenze,confermano: Federfarma Belluno commenta la iniziativa nelpi Feltrinoanziani I farmacisti sempre I farmacisti sempre pi anziani bisognosi confermano: di supporto sanitario e sociale bisognosi di supporto sanitario e sociale

COMUNICATO STAMPA Demenze, Federfarma Belluno commenta la iniziativa nel Feltrino

ATTUALIT

Alano di Piave il calendario 2014 della raccolta rifiuti

ATTUALIT

Quero Vas il calendario 2014 della raccolta rifiuti

8
La gara di scopa del Gruppo Alpini Valderoa

CronACA

La coppia vincente 2013 Carelle-Dal Canton


di Sandro Curto
Trentadue appassionati di scopa allasso si sono ritrovati, sabato 23 novembre, nellaccogliente sede del Gruppo Alpini Valderoa di Alano per la terza edizione della gara a coppie sorteggiate organizzata dallassociazione presieduta da Valentino Rech. La vittoria finale andata al veterano querese Franco Dal Canton e al pi promettente fra i giovani Raffaele Carelle di Colmirano che conquista cos la sua prima gara. Ottimo secondo posto per il solito Alfonso Maschio di Vas con Tarcisio Rossi di Alano mentre il terzo posto, pari merito, andato alle coppie formate da Gino Povellato-Roberto Ferrario e Gabriele Putton-Luca Dal Canton. Ad allietare la serata anche questanno pizze sfornate da Renato Coppe e birra Bagatella per tutti i partecipanti. Foto di Rino Dal Canton.

Lalanese Gloria Rossl premiata per i 50 anni di attivit


Lo scorso 25 ottobre il presidente dellUnione Artigiani di Belluno Giacomo Deon ha aperto la cerimonia presso il teatro comunale del capoluogo bellunese per la consegna dei premi Arte e Lavoro alle aziende artigiane con almeno 40 e 50 anni di attivit che si sono distinte per i risultati acquisiti nei campi dellinnovazione, ricerca, formazione, ambiente e sicurezza sul lavoro. Tra i 78 riconoscimenti spicca quello assegnato allalanese Gloria Rossl con oltre 50 anni di attivit continuativa, iniziata nellanno 1946 dalla mamma Antonia Agrizzi. A consegnare il premio stato nientemeno che il presidente nazionale della Confartigianato Giorgio Merletti, circostanza che ha suscitato non poca commozione alla titolare Gloria, molto conosciuta nella nostra piccola realt di Alano per la sua attivit di parrucchiera. Gloria vuole dedicare gran parte della soddisfazione alla madre, a lei molto legata, scomparsa pochi anni fa, e a tutta la sua famiglia. Desidera sottolineare infine che, per le attivit artigiane come la sua, sono tempi difficili, messe a dura prova dalla crisi economica che sta affliggendo non poco la realt italiana e, al tempo stesso, dalla continua burocratizzazione imposta dallo stato centrale.

A Gerlin-Strag la gara del formaggio


di Sandro Curto
Sedici coppie di categoria C e D, provenienti dal Feltrino e dallAlto Trevigiano, hanno partecipato alla gara denominata del formaggio organizzata dalla Bocciofila Ponte Tegorzo nel mese di novembre. La vittoria andata alla coppia formata dal padrone di casa Armando Gerlin e da Strag che in finale hanno superato il veterano Ruggero Sbizzera in coppia con De Din. Al terzo posto Danieli-Girotto davanti a Busana-Marcolin. Al termine un ricco buffet per tutti i giocatori e la consegna di importanti premi in natura.

Bocciofila Ponte Tegorzo

Natale con la Pro Loco di Fener


Come tradizione, la sera del 24 dicembre la Pro Loco di Fener ora guidata da Lorenza Segato d appuntamento alla popolazione per il consueto scambio di auguri in allegria. Dopo la Messa delle ore 21.00, ritrovo in sala parrocchiale per degustare il men proposto per loccasione (5 per gli adulti, gratis per i bambini): pasta e fagioli, musetto con lenticchie, patate americane, e poi panettone, vino, brul, t... Allieter la serata lesibizione della Radar Band, con possibilit di karaoke. Presenzier Babbo Natale. La sera del 5 gennaio, invece, lassociazione fenerese riproporr, sempre presso il centro parrocchiale, il fal della Befana.

LETTERE AL TORNADO

Natale co NoiAltri a San Vetor Sabato 21 dicembre 2013 Alano di Piave

ore 16.30

in Biblioteca Alano L'ULTIMO LEGGE LAVINIA Spettacolo per le famiglie a cura di SCENARI* in Contrada San Vittore PRESEPI DI SERA

dalle 17.30

in Villa Cinespa, in Chiesetta e nei cortili della contrada.

ore 18.00 dalle 19.00

MUSICHE E RACCONTI DI NATALE Tesseramento 2014 e MINESTRONE per tutti!

Per scaldarsi e fare quattro ciacole ci sar un ristoro per grandi e piccini
Ass. NoiAltri a San Vetor e le Biblioteche di Alano, Quero e Vas I PRESEPI POTRANNO ESSERE VISITATI FINO AL 1 GENNAIO 2014 DALLE 15.00 ALLE 18.00

un invito a partecipare!

*offerto

dalla Regione Veneto nell'ambito del Progetto NATALE CON UN SORRISO

10

LETTERE AL TORNADO

In ricordo dei caduti e dispersi in Russia


Signor Direttore, sono la sorella di un alpino della Tridentina morto di congelamento a Podgornoje, sul Don.

Nella prima settimana di novembre nella chiesetta della casa di riposo di Quero stata celebrata una messa a suffragio dei caduti e dispersi in Russia, che nel nostro Comune furono ben 19. Volevo da qui ringraziare il presidente (Piero Berton) e la segretaria dellassociazione (Maria Spadarotto) da sempre impegnati nel ricordo dei nostri cari. Tra i familiari, oltre a loro, eravamo presenti Giuseppina Dal Canton, io e Oliva Dal Canton, che rimase vedova giovanissima. Ricordo lo strazio di mia madre, mantenuto tutti i giorni della sua vita, per la perdita del figlio ventenne, che avvenne appena prima della Battaglia di Nikolaevka. Gli ultimi residui dei nostri soldati erano ormai allo stremo, provati, oltre che dai combattimenti, soprattutto dal tremendo gelo dellinverno russo. I paesani superstiti hanno raccontato di unincursione con mitragliatrice nel precario ospedale da campo. Ogni giorno passo davanti ad un piccolo monumento con una bella aquila e ringrazio gli alpini del nostro paese che anche questanno hanno deposto un corona commemorativa. Ho presente con commozione la cerimonia provinciale di una decina danni fa a ricordo dei caduti e dispersi in Russia, della quale allego una foto che mi ritrae con mio nipote. Ora che i testimoni diretti si stanno lentamente spegnendo, credo sia importante tenere vivo il ricordo, soprattutto per i giovani. Qualche anno fa siamo stati in gita con lassociazione Combattenti e reduci, guidata dal cav. Antonio Resegati, al Sacrario Museo di Cargnacco (Udine), dedicato ai soldati caduti e dispersi in Russia. Sui grandi volumi che contengono, in ordine alfabetico, i 100.000 nomi di coloro che, dalla Russia non sono pi tornati, abbiamo visto il nome dei nostri cari. Nei pressi cera una scritta, color del sangue, ci resta sole il nome, difatti quasi la totalit dei corpi dei dispersi nella steppa gelata in condizioni disperate non sono mai rientrati in Patria. Grazie per lattenzione. Per non dimenticare. Maria Beda Quero- fedele abbonata Nelle foto: in alto, il primo a sinistra Vittore Beda, geniere Alpino, 2 Battaglione Genio Misto Fotoelettricisti. Nella foto di gruppo Vittore il secondo accosciato, da sinistra. Pi in basso: la deposizione di una corona, nel 2001, al monumento dedicato ai caduti in occasione della ricorrenza provinciale. (Foto Studio Color Resegati)

citazioni da IL SERGENTE NELLA NEVE di Mario Rigoni Stern


C'era la guerra, proprio la guerra pi vera dove ero io, ma io non vivevo la guerra, vivevo intensamente cose che sognavo, che ricordavo e che erano pi vere della guerra. Il fiume era gelato, le stelle erano fredde, la neve era vetro che si rompeva sotto le scarpe, la morte fredda e verde aspettava sul fiume, ma io avevo dentro di me un calore che scioglieva tutte queste cose. La luna correva fra le nubi; non c'erano pi le cose, non c'erano pi gli uomini, ma solo il lamento degli uomini. Vi era un bel sole: tutto era chiaro e trasparente, solo nel cuore degli uomini era buio.

11

MOSTRE

12

ATTUALIT

Cara Biblioteca... pensieri in libert scritti dai bambini


Tu sei come una casetta accogliente, dove si pu viaggiare nel passato, si pu viaggiare con l'anima nelle ere pi lontane e remote, nei mondi pi strani.... dalle stelle ai fiori. Si pu anche riflettere riguardo alle proprie idee...Mi ricordo quando ci sono entrata per la prime volta quando ero piccola. C'era uno spettacolo di Cappuccetto Rosso ed io quando ho visto il lupo mi sono spaventata ed ho cominciato a piangere. MI ricordo quando Lucia ci ha insegnato nuovi modi per lavorare l'argilla... Dentro c' tutto quello che si pu desiderare per stare in compagnia o per stare da soli. Ricordo quando abitavi in villa Cinespa, dove lo spazio era pochissimo... poi ti sei trasferita in via S. Francesco e devo dire che la fascia oraria lascia molto desiderare, ma dentro sei una meraviglia... Cara Biblioteca, ti trovi vicino al municipio e secondo me stato fatto per far capire che sei importante per la " vita " di Alano. Biblioteca, sei fantastica perch senza di te non starei imparando a suonare la chitarra, per questo ti ringrazio perch io e il mio maestro abbiamo anche una stanza tutta per noi al piano di sopra. Immagino che per tutto quello che fai per Alano, il giorno della tua festa avrai un sacco di ammiratori. Non posso venire tante volte a trovarti perch ho molti impegni... Quelle poche volte che sono venuto andavo sempre nell'angolo dove ci sono il divano, il tappeto e i cuscini. Prendevo qualche libro, lo leggevo e poi andavo nell'area dei pi grandi dove c'erano libri di genere Fantasy o di Astronomia e mi mettevo a studiare. Un giorno mi sono incontrato da te con un amico: abbiamo giocato insieme per tutta un'ora e mi sono divertito tantissimo. Sei nascosta dietro il municipio, per dentro sei una sorpresa: hai posti per adulti dove puoi leggere un bel romanzo, posti per bambini... luoghi per le ricerche di storia, di scienze e di geografia piene di allegria. Vengo spesso a trovarti perch hai bei libri, perch alle attivit non c' mai fine e perch c' la macchinetta che fa la cioccolata quando si ha voglia di rilassarsi. Immagino che alla tua festa verranno tante persone, anche da lontano; ci sar il Sindaco, le maestre, tutti i bambini della scuola, gli anziani, le mamme e accoglierai tutte le persone, anche quelle che hanno il colore della pelle diverso. Cara Biblioteca, per il tuo quarantesimo compleanno vorrei rivivere tutte le emozioni vissute insieme. Per esempio quando sono andata a giocare con la mia amica a tombola assieme agli anziani: io ho fatto tombola e ho vinto 10 centesimi e tre dolcetti. Hai sempre un angolino per tutti i miei umori; spesso sono allegra e allora vado nel posto pi magico che c'...Un divano rosso fuoco, accompagnato da un tappeto, dove i bambini si siedono per leggere e per giocare...Accogli tutti nella tua allegra dimora; sei piccola, ma allo stesso tempo grande...Mi fai ricordare i giorni passati a fare ceramica... con quella terra molliccia potevo fare quello che volevo. Mi piace la voce di Lucia soprattutto quando ci legge le storie. Buon 40 BIBLIOANNI !!! All'esterno sei un po' brutta e vecchia e non sembri una biblioteca, ma all'interno sei bellissima. Ci sono due divani, c' un pupazzo con i calzini colorati...Mi ricordo che una volta la maestra e un'altra signora ci hanno letto una lettura dei mostri. A noi piaceva fare i versi orribili dei mostri. Spero che ci sarai sempre, cos posso stare con gli amici e prendere dei libri da te. Io mi immagino il giorno della tua festa con una bella torta alla frutta, biscotti, bibite e vino agli adulti. Grandi e piccini che leggono e risate ed urla di gioia...Io sono venuta a trovarti con le mie amiche. La prima volta che sono entrata in casa tua sono rimasta a bocca aperta... Lucia quando sono entrata, mi venuta incontro e si presentata a me sorridendo. Io quelle poche volte che vengo, ti vedo sempre pulita e senza polvere, anzi c' sempre il profumo. I momenti pi belli sono quando Lucia legge per noi. Il mio ricordo migliore quando la maestra ci ha raccontato le leggende di Alano come il Mazarol e i Can de Sboldrich. Avevamo abbassato tutte le tapparelle. Era quasi buio e la maestra leggeva con un tono di voce spettrale. Sembrava che la biblioteca fosse stata senza corrente e noi urlavamo per finta, alcuni per avevano veramente paura.

per il quarantesimo compleanno della Biblioteca di Alano.

C' ancora tempo per scrivere un pensiero, una richiesta, un desiderio alla tua biblioteca, portalo o invialo alle Biblioteche di Alano, Quero, Vas Unione Setteville:

Grazie dei pensieri e degli auguri ricevuti in occasione del mio quarantesimo compleanno. Tanta la partecipazione e l'apprezzamento per ci che la biblioteca offre a grandi e piccini. C' ancora tanto da fare, tanto da realizzare, ma grazie alle vostre idee e la vostra partecipazione la biblioteca potr diventare sempre di pi LA CASA DI TUTTI! E per continuare a stare insieme in biblioteca

SABATO 21 DICEMBRE
vi invitiamo a
alle 16.30

Lultimo legge Lavinia


Vianello che leggono (e un po suonano!) offerto

spettacolo per bambini e famiglie liberamente tratto da L'incredibile storia di Lavinia di Bianca Pitzorno con Gianluca Cerioni, Oreste Sabadin, Livio
dalla Regione Veneto nell'ambito del Progetto NATALE CON UN SORRISOLa vigilia di Natale, mentre tutti fanno

festa, una piccola fiammiferaia sta per morire di fame e di freddo. Preparate i fazzoletti. Anzi, no, preparatevi a ridere come non vi mai capitato leggendo un libro. Perch la storia non va a finire come pensate. La povera bambina un tipetto molto intraprendente e avr la sua rivincita contro il mondo degli adulti egoisti grazie al dono di una fata molto originale, un anello magico che scatener una serie di avventure cosi buffe da farvi ridere fino alle lacrime. Preparate i fazzoletti!

E poi potremo andare a vedere insieme i presepi a San Vittore. Vi aspettiamo!

13

ATTUALIT

Largomento attuale e in molti hanno accolto con favore lannullamento della seconda rata della tassa sugli immobili. Qualcuno, per, dovr ancora rispettare la scadenza del 16 dicembre e versare la seconda rata, non rientrando il suo immobile fra i casi di esenzione (segnatamente prima casa). Segnaliamo il sito dei servizi associati della Comunit Montana Feltrina, al cui interno possibile reperire numerose informazioni tributarie. Con adeguata registrazione possibile anche avere una visura della propria posizione fiscale in ordine ai tributi comunali trattati dal servizio. http://www.serviziassociationline.it/

Imu: per qualcuno resta la scadenza del 16 dicembre

Per i cittadini dei Comuni che non hanno mantenuto laliquota base 40% della del 4 per mille, ci sar una quota Rendita Tassa ali- Tassa alidifferenza Valore Rendita Catastale quota 5% e quota 4% e da versare Imu da versare in gennaio. Fra base di questi anche Quero e Vas, che Catastale rivalutata detrazione detrazione entro il 16 calcolo hanno, a differenza di Alano di del 5% di 200 di 200 gennaio Piave, portato il livello di tassazio2014 ne a quota 5. Siccome lo Stato 1000 1050 168000 640 472 168 67,2 rimborser ai Comuni solo il 60 per cento della maggiorazione, ecco che i proprietari della prima casa saranno chiamati a versare il 40 per cento della differenza fra aliquota base e aliquota maggiorata. Nella tabella riportato un esempio di calcolo. Questa la situazione mentre stiamo andando in stampa. Ma non fidatevi! Potrebbe darsi che si trovino le coperture finanziarie e che la questione venga risolta in altro modo. Il consiglio che vi diamo quindi di seguire da vicino levolversi della situazione. Le novit si susseguono giorno per giorno ed difficile dare una informazione compiuta. Una incertezza che proprio segno dei tempi! Facciamoci laugurio che il 2014 porti un po di ordine in questa travagliata vita della Repubblica Italiana. Ne guadagneremo tutti! Differenza

E per qualcun altro una nuova: del 16 gennaio 2014

Quando la generosit si misura coi fatti


di Campo.

LETTERE AL TORNADO

Ringraziamo la falegnameria della famiglia Pultrone per il materiale offertoci gratuitamente per il restauro dello scivolo Lintervento era sicuramente necessario per mantenere lopera fruibile e in sicurezza per i bambini. L'amministrazione Comunale di Alano di Piave

ATTUALIT

Venerd 20 dicembre 2013 Musica: Il Natale nella montagna veneta


Liniziativa si inserisce nel programma dei Venerd Universitari della Conca del Piave

Giorgio Fornasier

Universit degli Adulti/Anziani della provincia di Belluno.


Sede: QUERO Centro Culturale Via Nazionale, 17 ore 15,00 17,00 partecipazione libera

14

LETTERE AL TORNADO

Palestra Comunale di Alano di Piave


Corsi 2013 / 2014

Pattinaggio

Ginnastica Mantenimento

Pallavolo

Judo

Scuola Calcio

Gioco-Sport

Minivolley

Karat
Pattinaggio artistico
Ginnastica di mantenimento

Presciistica

Calcio a 5

LUNED dalle 16:30 alle 18:00. Per bambini e bambine dai 5 ai 14 anni. LUNED e MERCOLED dalle 18:15 alle 19:15. GIOVED dalle 17:30 alle 18.30 LUNED e MERCOLED dalle 20:30 alle 21:30. SABATO dalle 14:30 alle 15:30 e dalle 18:00 alle 19:00. SABATO dalle 16:30 alle 17:30. MAR 19:15-20:30. GIO 18:30-20:30. VEN 19:30-21:00. SAB 9:00-12:00. MARTED 18:00-19:00. VENERD 18:00-19:30. VENERD dalle 15:00 alle 16:30. Per bambini e bambine dai 5 ai 14 anni. MARTED e VENERD dalle 16:30 alle 18:00. Per bambini e bambine dai 5 ai 10 anni. GIOVED dalle 16:30 alle 17:30. Per ragazzi e ragazze delle medie. MARTED e GIOVED dalle 19:30 alle 21:00.

Scuola Calcio ZUMBA tness ZUMBA KIDS jr. Judo Karat Gioco-Sport Minivolley Pallavolo Presciistica

Palestra Comunale di Alano di Piave | Via Don Pietro Codemo | 345.2920974 | matteo.prosdocimo@gmail.com

15

JUdo

Campionato italiano judo esordienti B

Si svolta a Montebelluna la tappa regionale per la selezione degli atleti che potranno accedere alledizione 2013 dei Campionati italiani classe Esordienti B. Tre ragazzi del Judo Alano il 10 novembre decidono di tentare la sfida: Gabriele Vidorin, Valentina Bertoldo e Sofia Carraro. Impresa molto difficile, in quanto i pass per laccesso alla finale nazionale nelle categorie dei nostri ragazzi sono solamente due: il primo e secondo classificato. Gabriele, categoria kg 40, un po indebolito da recenti stati febbrili e sempre con i suoi 8 kg di differenza rispetto gli avversari, arriva comunque allultimo incontro per il 3 e 5 posto: purtroppo la potenza fisica e le capacit tecniche dellavversario non permettono a Gabriele di vincere e rimane cos ai piedi del podio. Per Valentina il suo giorno di gloria: combatte nella categoria 44 kg e vincendo scala il tabellone di gara. Perde la finale con la forte atleta del Judo club Peschiera, ma con la sua medaglia dargento guadagna laccesso allambito Campionato Italiano. Sofia, categoria kg 52, reduce da due settimi posti al trofeo internazionale di Bergamo e Ravenna, determinata e combattiva come sempre, affronta con decisione le sue avversarie, ma linterpretazione nei giudizi arbitrali non volge a suo favore interrompendole la scalata alle prime due posizioni del podio. Questo preclude a Sofia la qualificazione e si deve accontentare comunque di un ottima medaglia di bronzo conquistata con grinta e onore.

Fase di qualificazione - Montebelluna (TV)

FRANCESCA VIDORIN FABIO LICINI VALENTINA BERTOLDO

Ed eccoci alla grande gara dellanno per gli esordienti dove Valentina, che sperava nella doppietta con Sofia, arriva alla capitale romana accompagnata dal suo maestro Mauro (oramai pratico di strada). Qui, limportanza della competizione e la consapevoleza dellalto livello agonistico, giocano un brutto scherzo alla nostra giovane atleta: la sua prima avversaria non una judoka, ma bens lansia di gara che purtroppo si celata fino al momento di entrare in tatami. Un vero peccato, perch le ha compromesso lintero campionato non potendo esprimere appieno la sua voglia di fare Judo. Lascia comunque un bel ricordo di unesperienza della quale non tutti possono raccontarla e dove potr sempre dire: nellanno 2013 io cero ai campionati italiani Esordienti B e sono arrivata 18^ assoluta nella categoria 44 kg. E con Valentina sono ben tre i finalisti a campionati nazionali che il Judo Alano di Piave colleziona in questo 2013 a poco pi di un anno dalla sua fondazione: classe CADETTI Kg 52 18^ classificata classe JUNIOR Kg 73 10^ classificato classe ESORDIENTI B Kg 44 18^ classificata

La finale a Ostia (ROMA) con VALENTINA BERTOLDO 01 dicembre 2013

A.S.D. JUDO ALANO DI PIAVE | Palestra Comunale in Via Don P. Codemo | Tel. 0439 779457 | Cell. 348 0447706

16

CronACA

DOPO IL SUCCESSO DELLA GITA A PADOVA

DOMENICA

1. JESOLO Visita ai presepi di sabbia 2. NOVENTA DI PIAVE Outlet Mc Arthurglen


Programma: partenza da Quero, in piazza, ore 9:00 e rientro previsto per le 20:30 - costo 15 euro per la corriera presepi di sabbia: ingresso ad offerta libera per scopi benefici. Pranzo autonomo alloutlet; possibilit di ulteriori sconti per i gruppi da aggiungere alle svendite di fine stagione nei negozi convenzionati.

A grande richiesta

Info & prenotazioni: Anna Binotto 0439.787239 ore pasti o cell. 338.1986519

(M.M.) Questo sarebbe un bel modo per richiamare lattenzione sul problema dei parcheggi per disabili: occupare tutti gli spazi con delle carrozzine. Forse qualcuno si ricorderebbe di verificare di non aver messo lauto nei (pochi) spazi riservati a chi ha vere difficolt fisiche.

Una bella protesta

Foto segnalataci da una nostra abbonata

In ricordo di Angelo Mazzocco


di Alessandro Bagatella
Lamore che hai seminato nelle nostre anime sboccia ogni giorno nei nostri cuori. La tua dipartita, il ventidue ottobre scorso, stesso giorno e stesso mese del fratello Marino, ventidue anni dopo, ci ha lasciato tutti sconvolti. Ti vogliamo ricordare, Angelo, con la foto assieme alle caprette, scattata dallo Studio Fotocolor Resegati, e da te scelta qualche anno fa perch fosse proprio quella da pubblicare su Il Tornado. Riposa in pace, Angelo, e dona a tutti i tuoi cari una serena rassegnazione.

PUTTON GABRIELE

Alimentari

17

Via D. Alighieri, 26 - FENER (BL) Tel. 0439 789388

OFFERTE VALIDE 23-24 DICEMBRE

1,00 PANNA CUCINA CHEF E 0,80 COCA COLA 1,5 lt. E 1,25 PROSCIUTTO COTTO VISMARA COSCIA hg E 1,00 GRANA PADANO kg E 9,90 OLIO E. V. BERTOLLI GUSTO GENTILE/DELICATO E 3,99 SVELTO E 1,00 PRIL LAVASTOVIGLIE PASTIGLIE 10 PZ. E 1,99
TORTELLINI ASSORTITI FINI 250 gr. E

OFFERTISSIMA
PANETTONI E PANDORI FARCITI E

2,99

IL GIORNO 24 DICEMBRE UN SIMPATICO OMAGGIO

18

CronACA

A Venezia per un saluto a Suor Amabile


segnalazione di Settimo Rizzotto
Domenica 17 novembre 2013, di buonora, tutta la corale di Quero andata a Venezia per rendere visita a Suor Ama-

bile nella grande ed accogliente casa per suore anziane. L'appuntamento era per le ore 9 a cantar messa per lei, ex corista per molti anni a Quero! Suor Amabile stata contentissima di vederci e molto emozionata. Dopo la funzione un piccolo buffet e poi in giro a visitare i grandi giardini che si specchiano nella laguna! Con un caloroso abbraccio di tutti ci siamo salutati e via per ponti e calli a piazza San Marco per il pranzo, provando anche lemozione di un po di acqua alta. Per alcuni stata una camminata faticosa, per altri la possibilit di godere di tante sorprese per le calli strette e piene di turisti. Nelle foto: alcuni momenti della giornata e una bella foto ricordo del gruppo con Suor Amabile.

Edificio del XVI secolo, fu voluto dalla famiglia Contarini Dal Zaffo, l'omonimo del palazzo Contarini dal Zaffo costruito dalla famiglia sul Canal Grande nel secolo precedente. Oggi sede veneziana della Piccola casa della Divina Provvidenza, anche nota come Cottolengo dal nome del fondatore san Giuseppe Benedetto Cottolengo e della casa cardinalizia Opera fides intrepida. All'interno sono conservati affreschi di Giandomenico Tiepolo.

19

LETTERE AL TORNADO

A.C. PIAVE TEGORZO


c/o PALESTRA COMUNALE

ALANO DI PIAVE

3
TORNEO
SABATO

BIANCO

VERDE
** EDIZIONE INVERNALE **

TORNEO DI CALCIO A 5
RISERVATO A 12 SQUADRE
INIZIO TORNEO Sabato 28 Dicembre dalle ore 10:00
SU CAMPO REGOLARE INTERNO

28 Dicembre 29 Dicembre

DOMENICA

Domenica 29 Dicembre dalle ore 10:00


ISCRIZIONE ENTRO IL 15 DICEMBRE 2013 contattando: Matteo 345 - 2920974 Flavio 335 - 7548025

20

CronACA

Quero: celebrata la ricorrenza del 4 novembre


Foto segnalazione di Fotocolor Resegati

Si sono svolte con solennit le celebrazioni del 4 novembre, con un corteo che, domenica 10 (trattandosi di una festa mobile) ha raggiunto la sede municipale per la deposizione di corone di alloro ai piedi delle lapidi che ricordano le vittime di guerra. Lassessore Germano Mazzocco ha pronunciato il discorso di rito, sottolineando il sacrificio di quanti hanno attraversato quei bui periodi di storia, lottando per lunit nazionale, e le bandiere delle associazioni combattentistiche hanno salutato la memoria dei caduti. In foto: due momenti della celebrazione II 4 novembre 1918 aveva termine il 1 conflitto mondiale - la Grande Guerra - un evento che ha segnato in modo profondo e indelebile l'inizio del '900 e che ha determinato radicali mutamenti politici e sociali. La data, che celebra la fine vittoriosa della guerra, commemora la firma dell'armistizio siglato a Villa Giusti (Padova) con l'Impero austro-ungarico ed divenuta la giornata dedicata alle Forze Armate (e allUnit Nazionale N.d.R.). In questa giornata si intende ricordare, in special modo, tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere: valori immutati nel tempo, per i militari di allora e quelli di oggi.
Tratto da: http://www.esercito.difesa.it

Ringraziamo lo studio Fotocolor Resegati che ci fornisce spesso immagini di avvenimenti locali. Sue erano anche le istantanee a corredo dellarticolo dedicato alla giornata del ringraziamento intercomunale, organizzata dagli agricoltori locali, svoltasi ad Alano di Piave, pubblicato nello scorso numero della nostra rivista.

LETTERE AL TORNADO

Corriera, quanto mi costi ! Terza puntata


di Vanessa Burtet
Dopo le due lettere appare su Il Tornado in merito al costo esagerato dei mezzi di trasporto pubblici, vi scrivo per aggiungere la mia testimonianza. Abito a Marziai e per arrivare a scuola a Feltre ho un abbonamento annuale di 495 uro, per: pago per una tratta di 30 Km invece dei 16 reali del tragitto Marziai Feltre; ho solo una corsa di andata e una di ritorno al giorno; pago per 12 mesi, anche se il servizio da giugno a settembre, con la chiusura delle scuole, viene sospeso. Questanno avr gli esami di maturit, con ogni probabilit verso la fine di giugno, e dovr recarmi a scuola con i miei mezzi, seppure con labbonamento pagato anche per quel periodo. Che ne dite? Vi soddisfa come terzo episodio della serie: Corriera quanto mi costi ?

Mi chiamano Alice
Son rivada il 16 luglio, de not, parche avee presa, de veder mama Pamela, al pap Daniele e par farme rincurar dalla nonna Loris e dal nonno Piero B. ma anca la nonna Bis Clara e nonno Bis Meto i me men a sparso. Ciao a tutti!

21

CronACA

Un 2013 entusiasmante!
di Sandro Curto
Nonostante le prestazioni deludenti della squadra nerazzura, lInter Club Massimo Moratti di Fener ha vissuto un anno a dir poco entusiasmante, ricco di iniziative e di soddisfazioni. Grazie allinfaticabile presidente Andrea Tolaini e ai suoi pi fidati collaboratori numerosi sono stati infatti gli appuntamenti messi in programma, iniziati in marzo con lorganizzazione della gita a Cortellazzo per il pranzo di pesce al Gambero, che sempre grande successo riscuote, e proseguiti in giugno con larrivo in sede della giovane speranza Samuele Longo, reduce da un anno in Spagna e finito poi in prestito al Verona.

INTER CLUB FENER

Indimenticabile poi la serata con Gianfelice Facchetti che, prima in sala consiliare ad Alano e poi al Centro Culturale di Quero, ha emozionato raccontando aneddoti ed episodi della vita familiare e calcistica del padre Giacinto. A ottobre c stata la cena sociale al ristorante Tegorzo con la partecipazione di 87 fra soci e simpatizzanti e dei coordinatori veneti Andrea Rizzi e Stefano Stefani, e, per chiudere, la gradita visita dellex giocatore dellInter Giancarlo Pasinato con relativa castagnata nella sezione collegata del bar Piave di Carpen. Da ricordare, inoltre, il numero dei tesserati che per la stagione 2013/2014 si attestato attorno alle 200 unit grazie anche alla collaborazione delle varie sezioni collegate di Arten (4 Ruote), Sovramonte (bar Alpino), Carpen (bar Piave) e Lentiai (osteria Alla Fama).

22

CoMe erAvAMo

Prima Comunione a Santa Maria


segnalazione di Sergio Bagatella

Il nostro abbonato ha stimato che lanno fosse il 1955 ed ha voluto condividere con tutti i lettori questo ricordo della sua infanzia: il giorno della Prima Comunione. Lo ha fatto con la bella foto che proponiamo in pagina, accompagnata dai nomi di tutti bambini, ritratti con i rispettivi genitori. Nella foto da sinistra: si pu riconoscere Mariangela Andreazza, Mariucci Bagatella (deceduta), Francesca Bagatella, Alessandro Bagatella, Sergio Bagatella, don Giuseppe, Enzo Garbin, Maria Antonia Bagatella, Ennye Andreazza, Vanda Schievenin.

Per la miseria, che erba!

ASTERISCO

(M.M.) Non un gioco di parole, ma proprio cos si chiama, volgarmente, questa pianta: erba miseria, che la nostra abbonata querese Ada Bagatella ha coltivato con passione fino a farla diventare lo splendido esemplare che vediamo in foto, appeso alla scala della sua abitazione. La Tradescantia, questo il vero nome, una pianta della famiglia delle Commelinaceae, originaria della Regione neotropicale. Alcune specie di questo genere sono amate in Europa come piante ornamentali. Il nome erba miseria legato al portamento scadente delle piante di questo genere, che sono prettamente erbacee e che vengono tra l'altro coltivate come piante pendenti. Il fiore dotato di soli tre petali, altrettanti sepali e sei stami gialli. Qualsiasi frammento di stelo accidentalmente staccato dalla pianta pu mettere radici con grande facilit. Di Ada ricordiamo anche lo splendido nespolo, sempre generoso nelloffrire un ricco raccolto di frutti, come ben si vede anche nella foto qui sotto riprodotta, scattata qualche settimana fa da Fotostudio Resegati di Quero.

23

ATTUALIT

24

TeATro

PoeSIA
LE ME MONTAGNE No s rte, no s alte, de i curte e nvi eterne, no toch co i dt le stle, i pi, el trono de l Signr, ma par mi ists s bele. Pr e bosc colr de crode e la lus che lre spande bn te i oci ore fisrme, che la reste e me fe conpagna par qul d che sar scur... Nino Cela
Poesia tratta dal libro olst bn edito da Il Tornado in collaborazione con il Circolo Culturale 4 Comuni nel giugno 1997. Copie si possono richiedere in redazione. 10,00

25

ATTUALIT

Rape e cavolfiori giganti


di Alessandro Bagatella
Ginetta Canal, di Sanzan, non solo una brava cuoca ed ottima pasticcera, ma anche una brava ortolana, come testimoniano le foto che qui proponiamo ai lettori. Nel suo orto, nonostante una annata balorda a causa del tempo, Ginetta ha potuto raccogliere questo bellesemplare di cavolfiore di Kg. 3,7 e una rapa di Kg. 1,6. Complimenti Ginetta per il tuo raccolto e.. hai visto mai con questi tempi di crisi che non prenotiamo verdura anche noi!

A Sanzan

ASTERISCO

di Simioni Giovanni & C.


VENDITA LEGNA DA ARDERE IN BANCALI, SFUSA, IN SCATOLA, PELLET - PULIZIA CANNE FUMARIE
Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL) - Tel. 347 2644491

S. M. s.n.c.

26

LETTERE AL TORNADO

Basta con la cipolla e l'aglio


Un cibo cucinato con sapienza ed amore si esalta nel momento che si sposa con un'erba aromatica, un ortaggio ed una spezia. Ovviamente questa verit non significa dimenticare o nascondere nelle pieghe della quotidianit e frettolosit la vera essenza che ci spinge a cucinare, che la passione di creare nuove sensazioni ed aprire un tempo infinito riempito di profumi e sapori ed in molti casi di ricordi ed immagini di persone amate o che amiamo ancora. In questo cercare divertito e gioioso, il maggiore pericolo la banalit che rende tutti i cibi uguali o troppo simili gli uni con gli altri nei profumi, nei sapori e nelle tonalit. Come una musica bella se "dura poco", cos un errore di prospettiva usare in tutti i piatti gli stessi aromi, ortaggi e spezie solo perch li definiamo buoni e ci piacciono. Ma ci che buono effimero, e ci che ci piace cambia immediatamente quando le nostre labbra si posano su altri cibi cucinati e preparati con maestria da mani sapienti, quindi proviamo a differenziare il nostro cucinare iniziando, in alcuni piatti, a sottrarre per esempio la cipolla e l'aglio per poter appieno riassaporare i veri sapori dei cibi. Se in tutti i risotti ci mettiamo la cipolla o l'aglio, il vino bianco ed il parmigiano, rischiamo di renderli di base tutti uguali e di abituarci a tali aromi perdendo realmente il sapore dominante che dovrebbe sorgere e manifestarsi dalla somma degli ingredienti i quali non devono mai realmente perdersi gli uni negli altri ma rimanere presenti e manifestarsi al palato ed olfatto attento e curioso.

Risotto al radicchio di Treviso


Se decidiamo di cucinare un risotto al radicchio di Treviso, eviteremo di usare la cipolla che addolcisce tutto, come il vino bianco che distrae e devia le tonalit, mentre cercheremo con sapiente attenzione tutte le tonalit amare e croccanti del radicchio stesso, che non sar aggiunto al risotto tutto in una sola volta, ma sar sapientemente e con cautele presentato al riso in tre momenti diversi, piano piano senza fretta come conviene ad un generoso cuoco. Ovviamente se una preparazione la chiamiamo risotto, colui che deve essere il grande protagonista, il "tenore" di quest'opera sua maest il Riso, che dovr essere di ottima qualit (Arborio) rigorosamente biologico (io personalmente uso quello biodinamico "bianco" delle Cascine Orsine).

Il Radicchio
Prenderemo il nostro radicchio e, dopo averlo lavato intero, lo triteremo grossolanamente per poi dividerlo un tre parti, le quali saranno aggiunte in momenti diversi al nostro riso che dovr sempre essere lui il parn de casa e quindi avere la parte di dominanza nelle proporzioni. La prima parte di radicchio sar aggiunta dopo alcuni minuti, una leggera tostatura del riso in poco olio extravergine d'oliva spremuto a freddo, per poi attendere con passione quando il riso stesso comincer a trasformarsi (a met cottura), e solo allora aggiungeremo la seconda parte del radicchio tritato, per poi attendere quell'attimo prima... quello spazio che nessuno pu definire in cui il riso quasi pronto ma... attende il nostro tocco, per aggiungere la terza parte del radicchio il quale doner tutta la sua "croccantezza" al risotto, il quale a fuoco ormai spento sar mescolato velocemente ma delicatamente (con cucchiaio di legno) evitando di trasformare il nostro riso un un "pastone" sempre uguale. Pertanto il nostro risotto non presenter un radicchio cotto tutto nello stesso modo, ma ci doner tre tonalit diverse di consistenza e croccantezza regalandoci anche nel profumo che si espander dal piatto le sue tonalit amare. Ovviamente sar asciutto, se vi aggrada e se abitate in "terra ferma", ma se le vostre radici affondano nell'acqua salata della laguna di Venezia dovr essere sicuramente all'onda. Quindi niente cipolla, niente vino bianco che lo arricchirebbe di tonalit che vi possono fuorviare e tantomeno il crudele, traditore, banale, sciocco, appiccicoso formaggio grana che, per colpa della caseina, legherebbe come una colla i chicchi di riso soffocando con le sue tonalit il profondo amaro del radicchio. Riscattiamo le nostre papille gustative dalla banalit indotte da ristoranti e trattorie incapaci di sognare e che trovano nellaggiungere vino, panna, formaggio ed altre diavolerie, loccasione per nascondere la loro mancanza damare. Perch il vero amore puro e non deve essere caricato di cose inutili o di bugie, ma deve essere spogliato per essere esaltato. Pertanto via tutti i profumi ed aromi inutili per sottrarre e per far emergere il vero sapore del riso e del radicchio. Imparate a riconoscere gli aromi e non cercate di modificare la natura, e ci che amaro deve essere amaro e ci che piccante deve infiammare i vostri cuori. La Cucina Cortese di Vittorio Alberti e Silvia Nogarol : http://lacucinaitalianacortese.blogspot.it/

27

Locanda Chiocciola via Piave n. 32 Quero (BL)

Sabato 21 dicembre Cena di Pesce: Tra Mare e Laguna


Sottile la linea che divide il mare dalla laguna di Venezia e proprio l io son nato, tra campi e campielli, tra i profumi degli orti e lodore di salsedine dun mare che, quando si ritirava, ci donava bibbarasse e cape longhe
Cena perfetta alle ore 20,15 Dinizio: Sardee ripiene alla Malamocchina Cape longhe al forno Peoci in cassimperio De primo: Bigoi torchiati con folpi in cassopippa Riso Venere con bibbarasse a mare De meso: dorto al cucchiaio con gelida curcuma De secondo: Cagnoin in tecia con bianco perla De finir: Bocca de Menta Spiritosa Vini selezionati: Viognier de Patriarche 2010 Pinot Grigio Villa Brunesca 2012 Cabernet Franc Villa Brunesca 2011

Prenotazioni: Locanda Chiocciola Piave n. 32 Quero (BL) Tel. 0439 788 527 In Collaborazione con la Cucina Cortese
Visitate La nostra Scuola di Cucina: http://lacucinaitalianacortese.blogspot.it/
Associazione Insieme con Te via Nazionale n. 74 b 32030 Quero Belluno

RINNOVO ABBONAMENTI

Controlla il numero di scadenza del tuo abbonamento. Lo trovi sulletichetta. Eviterai di perdere qualche numero della rivista.

28

CON LA PARTECIPAZIONE DELLA CORALE S. CECILIA DI S. VITO DI VALDOBBIADENE

NELLA CHIESA PARROCCHIALE DI S. ULDERICO DI CAMPO DI ALANO DI PIAVE

SIETE TUTTI INVITATI!!!


CronACA

Vas, Silvia Anna Boldrin laureata in Ingegneria Civile e Ambientale


di Antonio Deon Il 9 ottobre scorso Silvia Anna Boldrin si laureata con il massimo dei voti, 110 e lode, presso lUniversit degli Studi di Ferrara. Silvia, nella foto con mamma Graziella e pap Moreno, ha frequentato il corso di Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale ed ha presentato una tesi dal titolo: Validazione test audiologico a matrice per lintelligibilit della parola. Complimenti!

ASTERISCO

Gli appuntamenti natalizi alla Trattoria Al Pescatore


MARTEDI 24 DICEMBRE CENA NAVIDEA Dominicano/a, Italiano/a, vamos a celebrar nuestra tradicional Cena Navidena con nuestra musica tipica! A la Trattoria Al Pescatore a Pederobba (TV) in la Feltrina, martes 24 diciembre 2013, hora 20.30 de la noche. MENU - Puerco Asado / Pavo Horneado / Moro-Habichuela Negra / Moro-Guandule / Lasana / Berenjas (a la Parmisana) / Ensalada Rusa / Dulce y Caf. Prezzo: 25 (comprende: trago de entrada, agua, vino y musica). Gradita la prenotazione (Raquel 333.5967589 - Olga 340.9094873 - Il Pescatore 329.9373791 oppure 349.2690001). Caparra di 10. MERCOLEDI 25 DICEMBRE PRANZO DI NATALE Questo il men proposto invece dallo staff della Trattoria Al Pescatore di Pederobba, sulla Feltrina, in occasione del pranzo di Natale: MENU - Antipasto: Tortino di Grana padano con Bresaola e Radicchio sottolio / Primi Piatti: Risotto alla Zucca e Gamberoni Crespella al Radicchio con Vellutata di Formaggi / Secondi Piatti: Bocconcini di Manzo al Malbeck con Polenta e Peperoni agrodolci - Bollito di Cappone e Cotechino con Pur di Patate e Timballo di Spinaci / Dessert: Tronchetto di Natale. Prezzo: 35 (compreso vini, acqua e caff). Per le prenotazioni chiamare la Trattoria Al Pescatore ai numeri 329.9373791 oppure 349.2690001.

29

ASTERISCO

Monsampiano
di Lucio Dorz
Risalgo il vallone per secoli via verso i piani alti da parte dei valligiani di Aune, ora pressoch dimenticato, diventato terreno per temerari. Oggi una strada, deriva cementizia, entra ripida salendo in profondit tra le mattinate ombrose d'Orza e le albe solatie di Le Val. Fino a quando compaiono vecchi muretti a secco, anch'essi addentratisi nella caducit dell'esistenza, rimandano alla memoria chiusure di campivoli contro le intemperanti invasioni d'armenti. In avanti il sentiero sale stanchissimo, cos ripido in pendenze proibitive da dissanguarti, camminando in una rilassante faggeta, da farne da contrappeso. Poi si libera mostrandoti imponenti troni di pietra grigia su sfondo blu cielo. Si scivola su ghiaione che canta. Alzi lo sguardo e pareti rocciose sbarrano la via in alto come diga insuperabile. Il verde, non pi toccato da tempo da mano d'uomo, s'impossessa dei luoghi; cala un telo monocromo sui declivi, tanto da aggredire le balze prendendole per sfinimento come negli assedi medioevali. Il sole fa le bizze, entra ed esce fra le nuvole e le rocce. Intanto il sentiero, sempre pi esile si contorce, s'insinua in meandri, si fa scala, raminga senza meta apparente. Mostra una veduta su Aune... penso a quel terribile agosto del '44 quando da quass partigiani e gente fuggente del luogo, videro alzarsi lingue di fuoco, rosse alte in cielo, fiutare l'acre odore del fumo. Le case bruciate dal rancore del nazifascista; belva ferita. Oggi c' profumo di fiori che crescono in quantit industriale. C' una baraonda di piante, di alte erbe di spuntoni litei, di ripidissimi canaloni, dove il botanico Zannicchelli nel '700 descrisse di orridi, nebbie fitte e temporali perturbanti dalle valli tedesche, di riposanti aie prative. Poi tutto si apre alla vista al Passo di Sant'Antonio. Da qui si risale lo Scalon per ripido intaglio munito di corde sul filo dello strapiombo...in terribil loco direbbe il nostro!. Poi di colpo ampi prati d'alpeggio e le tensioni di poco prima sono subito sopite, battuti da fresca brezza. E tracce, misere, fino a incontrare un sentiero, misero anch'esso, quasi mai calpestato dai GPS odierni. Su un mare di fiori gialli in Monsampiano. Un pastore all'uscio della casera. Saluto, imbocco la pendana, escono d'improvviso una moltitudine di cani neri, come l'inferno, strattonano le catene, s'aizzano, sembrano sbranarmi. Salto indietro e mi dileguo al loro latrare e via di corsa lungo la mulattiera quasi piana. E poi Busa di Cavaren, di Caneva; fiori di ogni tipo da fotografare, da annusare. Cammino e corro...cammino e corro. Ho anche un piccolo tifoso, appoggiato alla vasca d'acqua sotto il ghiaione del Pavione, mi incita op...op..!!! Corro ancora mentre il vento fa il suo giro, porta ormai correnti fresche dimentico delle caldane del deserto di qualche giorno appresso. In alto vedo sulle creste piccole figure che si incontrano, che vanno e vengono verso l'alte cime. Si scambiano parole che l'aria mi porta gi. Passano e vanno, si perdono. Tra i calcari un gregge. Sono ritornate le pecore nel parco a dispetto di quegli ambientalisti che le volevano bandite, ma fa struggente paesaggio virgiliano. Un'ultima corsa e sono al Dal Piaz. Tanta gente. Poi una volata in valle e in casera dagli amici con una fame "esagerata". Soddisfatta!!!
Tratto da: http://bonviazboatl.blogspot.it/

30

LETTERE AL TORNADO

Fener, disagi in rotatoria e lungo la provinciale in Via Nazionale

Pubblichiamo di seguito la lettera inviata lo scorso 20 novembre da Angelo Ceccotto a Veneto Strade (e, per conoscenza, al Comune di Alano e alla Provincia di Belluno) in cui il nostro lettore evidenzia i problemi legati alla circolazione che si ripetono ormai frequentemente a Fener. Spett.le Veneto Strade, non trovando risposta alla mia telefonata del giorno 18.11.2013 nella quale segnalavo le difficolt in cui costantemente si trovano i grossi TIR, in modo particolare stranieri, sulla rotatoria di Fener e lungo la provinciale di via Nazionale, causando ingorghi e seri danni. Premetto che gi lo scorso anno ho segnalato questo disagio presso Codesto Ufficio trovando insufficiente la segnaletica indicativa per Trento e Feltre, poich posizionata in un luogo inadeguato e di dimensioni illeggibili se non allultimo istante. Per tale insufficienza vediamo TIR fare pericolosa manovra in senso contrario allinterno della rotonda causando ingorghi e inaspettati tamponamenti. Non solo, altri inconvenienti avvengono in Via Nazionale dove questi mezzi cercano il modo di girarsi nel piazzale cimiteriale abbattendo le cordonate (muretti) di delimitazione oltre ad impantanarsi nel terreno locale ricorrendo poi ai trattori per poter uscire dal disagio. Come altri cercano inoltre di girarsi presso le fornaci Tessaro trovando lo spazio insufficiente e dovendo anche qui ricorrere a muletti per spostare la coda del rimorchio, manovre pericolose che sfiorano la centralina del gas. Aggiungo gli infiniti ingorghi presso lAlbergo Tegorzo dove questi bisonti trovano grandi difficolt a girarsi, ancor pi quelli che attraversano il ponte Tegorzo dove, alla sua fine, nelle manovre distruggono sistematicamente la centralina telefonica. Abbiamo pure visto la vigilanza impegnarsi nella segnalazione di questi mezzi affinch non causino danni e disagi alla viabilit. Spesso mi si chiede il modo per ritornare indietro, la mia indicazione non facile per questi bisonti di indirizzarli alla zona industriale di Colmirano. Da quanto esposto credo sia doveroso prendere quanto prima un idoneo provvedimento sul caso. Con distinte cordialit. Comm. Angelo Ceccotto

Gli Auguri dei Fanti

ALTO ONORE DEL GRAPPA

***
I Presidenti

Sez. FANTI ALANO-QUERO-VAS

Nella ricorrenza delle festivit il Comitato A. O. G. e il Direttivo A.N.F. augurano ai Fanti e ai lettori del Tornado Buon Natale e un proficuo Anno Nuovo.

Comm. Angelo Ceccotto

Cav. Claudio Carelle

31

ATTUALIT

Il sito internet, segnalato in fondo alla pagina, mette a disposizione del cittadino le norme che regolano le detrazioni per i lavori in casa. Qui sotto una scelta di alcune delle risposte che vi si possono trovare per fugare i dubbi in materia.

Rimetti la casa al centro

Cosa puoi fare Cosa puoi detrarre Quanto risparmiare Spot Normativa F.a.q.
Posso detrarre le spese per la sostituzione del pavimento del salone? No, la sostituzione di pavimenti rientra fra i lavori di manutenzione ordinaria, che possono fruire della detrazione solo quando sono eseguiti su parti comuni del condominio. Tuttavia, se il lavoro fa parte di un intervento pi vasto, agevolabile - come la demolizione di tramezzature, la realizzazione di nuove mura divisorie e lo spostamento dei servizi anche la spesa per la sostituzione del pavimento pu essere detratta. Cosa vuol dire manutenzione ordinaria? Rientrano, per esempio, nella manutenzione ordinaria i lavori di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie a integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti, la sostituzione di pavimenti, infissi e serramenti, la tinteggiatura di pareti, soffitti, infissi interni ed esterni, il rifacimento di intonaci interni, limpermeabilizzazione di tetti e terrazze, la verniciatura delle porte dei garage. Sto eseguendo in proprio i lavori di ristrutturazione. Ho diritto alla detrazione? Si, limitatamente alle spese di acquisto dei materiali. Quali sono i lavori che danno diritto alla detrazione -finalizzati alla prevenzione di atti illeciti da parte di terzi? Esempi di questi interventi sono il rafforzamento, la sostituzione o linstallazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici; lapposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione; porte blindate o rinforzate; lapposizione o la sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini; linstallazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti; lapposizione di saracinesche; tapparelle metalliche con bloccaggi, vetri antisfondamento, casseforti a muro, fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati; apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline.

Bonus ristrutturazioni

La sostituzione dell'intonaco del bagno. Ho un problema di umidit nel bagno; per risolverlo, va rifatto l'intonaco. L'intervento rientra tra quelli agevolabili con il bonus ristrutturazioni? I lavori di rifacimento degli intonaci del bagno di unabitazione sono interventi di manutenzione ordinaria (articolo 3, comma 1, lettera a, del Dpr 380/2001) e non rientrano tra quelli agevolabili con il bonus ristrutturazioni. Se, invece, fanno parte di un intervento pi ampio di ristrutturazione o di manutenzione straordinaria su una singola unit abitativa (comprendente per esempio labbattimento di vecchie mura divisorie e la realizzazione di nuove o lo spostamento dei servizi), questi lavori vengono assorbiti dallintervento facente parte di una categoria complessivamente agevolabile. Errata compilazione del bonifico Nel 2012 ho ristrutturato il mio appartamento. A causa di un errore materiale nella compilazione del bonifico, non stata operata la ritenuta fiscale del 4%. Mi preclusa lagevolazione? Per usufruire dellagevolazione fiscale per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, necessario che le spese siano pagate tramite bonifico bancario o postale, da cui risulti la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento. Dal 1 luglio 2010 le banche sono tenute a operare una ritenuta dacconto del 4% dellimposta sul reddito dovuta dai beneficiari, con obbligo di rivalsa, allatto dellaccredito dei pagamenti. Lincompleta compilazione del bonifico bancario/postale pregiudica il rispetto di tale obbligo da parte delle banche. In tale ipotesi, dovr essere disconosciuta la detrazione, a meno che non si proceda alla ripetizione del pagamento alla ditta beneficiaria mediante un nuovo bonifico nel quale siano riportati, in maniera corretta, i dati richiesti, in modo da consentire alle banche di operare la ritenuta.

Risparmio energetico

Smaltimento della vecchia caldaia. Ho sostituito una caldaia a gasolio con una a condensazione. Le spese per la bonifica e inertizzazione della cisterna utilizzata come deposito del combustibile, possono essere conteggiate tra gli interventi agevolabili (risparmio energetico)? Le spese per le quali possibile fruire della detrazione per gli interventi di efficienza energetica (prevista nella misura del 65% per le spese sostenute nel periodo che va dal 6 giugno al 31 dicembre 2013) comprendono anche i costi per la dismissione e la sostituzione a regola darte di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di caldaie a condensazione (decreto interministeriale del 19 febbraio 2007). La detrazione compete in ogni caso solo limitatamente alle spese relative a interventi collegati alla realizzazione dell'intervento che assicura il risparmio energetico. Dovr comunque essere un tecnico abilitato a stabilire quali costi sono strettamente connessi alla sostituzione dell'impianto e quali invece rientrano eventualmente tra le spese generali di ristrutturazione edilizia detraibili in diversa percentuale (risoluzione 283/2008).

http://www.casa.governo.it/faq.html Le faq sono a cura dell'Agenzia Entrate.

32

LETTERE AL TORNADO

BL64

SCI CLUB MONTE AVENA


ASSOCIAZIONE DILETTANTISTICA P.za I Novembre, 10 32034 Pedavena (BL) Tel.-Fax 0439-302092 CONI FISI Cod. Fisc. 82005120256

38 NATALE

SUGLI

Dal 2 al 6 GENNAIO 2014

SCI

(OBBLIGATORIO LUSO DEL CASCO) I ragazzi gi muniti di scarponi ai piedi e con la dovuta attrezzatura potranno trovarsi alla seguente fermata: Piazza a QUERO alle ore 8.00 Lattivit sciistica si terr tutte le mattine sulle piste da Sci del Monte Avena in localit LE BUSE Nelliscrizione sono compresi: Tesseramento alla societ - Tesseramento AICS - Assicurazione del ragazzo - Trasporto Maestro di sci - Impianti di risalita - Pranzo Il rientro dai campi di sci previsto per le ore 14.00 a Quero Per ulteriori informazioni rivolgersi presso la segreteria dello Sci Club Monte Avena piazza I Novembre, 32034 Pedavena BL Tel. / Fax 0439-302092 - Cell. 368 7042888 mail - sciclubmonteavena@libero.it Aperta nei giorni di marted e venerd dalle ore 18.30 alle 20.00 Tutti i giorni dal 27 Dicembre 2013 al 1 Gennaio 2014 dalle ore 18.30 alle 20.00. N.B.: Chi interessato ad affinare le tecniche sciistiche il sabato pomeriggio seguir un Corso di perfezionamento

Corso sci per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni con Maestri sci qualificati

Chiusura iscrizioni sabato 28 dicembre 2013

Zona industriale - 31040 Segusino (TV) Tel. 0423.979282

DUE ESSE s.n.c. di Stramare Nicola e Oscar Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV) Telefono e Telefax 0423.979344 Via della Vittoria - 32030 FENER (BL) Telefono 0439.789470

via Monte Grappa, 28 Feltre tel. 0439 842 603 www.bancapopolare.it

ONORANZE FUNEBRI

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

VIVAIO - PIANT E

di Mondin Duilio

ALANO DI PIAVE FENER - QUERO

Alberi di Natale
Via Feltrina - 32030 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292 E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com

www.unicredit.it