Sei sulla pagina 1di 2

AGGETTIVI DI I CLASSE E PRONOMINALI Aggettivi in us, -a, -um Singolare Singolare Singolare maschile femminile neutro Nominativo Genitivo

Dativo Accusativo Vocativo Ablativo san-us san-i san-o san-um san-e san-o san-a san-ae san-ae san-am san-a san-a san-um san-i san-o san-um san-um san-o

Plurale maschile san-i san-rum san-is san-os san-i san-is

Plurale femminile san-ae san-arum san-is san-as san-ae san-is

Plurale neutro san-a san-rum san-is san-a san-a san-is

Aggettivi in er non apofonici Singolare Singolare maschile femminile Nominativo Genitivo Dativo Accusativo Vocativo Ablativo tener tener-i tener-o tener-um tener tener-o tener-a tener-ae tener-ae tener-am tener- a tener-a

Singolare neutro tenerum tener-i tener-o tener-um tener-um tener-o

Plurale maschile tener-i tener-rum tener-is tener-os tener-i tener-is

Plurale femminile tener-ae tener-arum tener-is tener-as tener-ae tener-is

Plurale neutro tener-a tener-rum tener-is tener-a tener-a tener-is

Aggettivi in er apofonici Singolare maschile Nominativo pulcher Genitivo pulchr-i Dativo Accusativo Vocativo Ablativo pulchr-o pulchr-um pulcher pulchr-o

Singolare femminile pulchr- a pulchr-ae pulchr-ae pulchr-am pulchr-a pulchr-a

Singolare neutro pulchr-um pulchr-i pulchr-o pulchr-um pulchr-um pulchr-o

Plurale maschile pulchr-i pulchrrum pulchr-is pulchr-os pulchr-i pulchr-is

Plurale femminile pulchr-ae pulchr-arum pulchr-is pulchr-as pulchr-ae pulchr-is

Plurale neutro pulchr-a pulchr-rum pulchr-is pulchr-a pulchr-a pulchr-is

Osservazioni 1) Tra gli aggettivi in -us, -a, -um sono compresi anche i participi perfetti. Negli aggettivi apofonici in -er soltanto il nominativo e il vocativo singolare maschile conservano la e. 2) Gli aggettivi possono essere sostantivati, ovvero assumere il valore di veri e propri nomi. Es. malum = il male; mala = le cose cattive, i mali; mali = i cattivi. 3) Laggettivo concorda in genere, numero e caso con il sostantivo a cui si riferisce. 4) Ricorda che gli aggettivi sul vocabolario compaiono in forma abbreviata con il nominativo dei tre generi (-us/-er, -a, -um), mentre non compare il genitivo. 5) Dalla forma neutra e da quella femminile degli aggettivi in -er possibile comprendere se sia apofonico o non apofonico: tenerum d vita la genitivo teneri, pulchrum alla forma pulchri. A. 2 GLI AGGETTIVI PRONOMINALI Alcuni aggettivi della I classe (in -us, -a, -um o in -er, -a, -um) presentano le uscite in -us al genitivo singolare e in -i al dativo singolare, che sono tipiche dei pronomi. Per questo motivo essi

vengono denominati aggettivi pronominali. Nel resto della flessione sono identici agli altri aggettivi della prima classe. Essi sono: - alius, alia, aliud = altro (fra pi elementi); significa anche "diverso") - alter, altera, alterum gruppi di persone o cose. = altro (fra due elementi); Si usa al plurale quando ci si riferisce a due

- unus, una unum = uno (di numero), uno solo, unico, stesso, identico (come qualit comune a molti elementi). Si contrappone a alter e alius. "Un, uno, una" in italiano sono per lo pi articoli indeterminativi, quindi non traducono l'aggettivo unus,-a,-um latino. - solus, sola, solum - totus, tota, totum = solo, solitario"; sottolinea l'assenza di qualsiasi altra persona o cosa = tutto; indica un insieme indiviso preso nel suo complesso

- ullus, ulla, ullum = alcuno nullus, nulla, nullum = nessuno Ullus e nullus (derivato da ne e ullus) si trovano solo in espressioni di senso negativo. Nullus sufficiente da solo a dare senso negativo a una frase, mentre ullus, per avere questo senso, deve essere accompagnato dalla negazione non o da altre congiunzioni o avverbi di significato negativo. Poich in latino, in linea di massima, due negazioni affermano, l'unione di non e di nullus d senso affermativo a una frase. - uter, utra, utrum? = quale dei due? neuter, neutra, neutrum = nessuno dei due Uter si usa solo in frasi interrogative. Uter e i suoi composti sono usati molto raramente al plurale con i pluralia tantum o quando si riferiscono a due gruppi di persone o cose. Es. Utros amicos vides? Quale dei due gruppi di amici vedi? Presentiamo il modello di declinazione di totus, uno degli aggettivi pronominali di uso pi frequente: Singolare Femminile tot-a tot-ius tot-i tot-am (tot-a) tot-a Plurale Femminile tot-ae tot-arum tot- is tot-as (tot-ae) tot- is

Nominativo Genitivo Dativo Accusativo (Vocativo) Ablativo

Maschile tot-us tot-ius tot-i tot-um (tot-e) tot-o

Neutro tot-um tot-ius tot-i tot-um (tot-um) tot-o

Maschile tot-i tot-orum tot-is tot-os (tot-i) tot- is

Neutro tot-a tot-orum tot-is tot-a (tot-a) tot-is

Osservazioni 1) Il genitivo e il dativo singolari sono uguali nei tre generi. 2) La i di totius lunga pur essendo seguita da un'altra vocale, contro la regola descritta nell'unit 1. 000. Ricorda quindi di accentare correttamente totus e osserva che, di conseguenza, anche il gruppo -ti- va letto cos come scritto e non -zi- anche nella pronuncia scolastica. 3) Il vocativo di questi aggettivi non attestato: ti indichiamo la forma che dovrebbe assumere secondo le regole generali della declinazione. 4) Il neutro di alius ha la desinenza in -ud invece di -um. Si tratta di una caratteristica propria di alcuni pronomi: ovviamente l'accusativo e il vocativo escono anch'essi in -ud.