Sei sulla pagina 1di 2

Il 600.

Il filosofo-matematico francese Marin Mersenne, nel suo trattato Harmonie Universelle del 1635, descrive un metodo costruttivo che ha molto in comune con la scuola italiana. Secondo Mersenne tutti i tipi di legno possono essere utilizzati con profitto nella costruzione di un clavicembalo, a patto che gli spessori della struttura siano in stretto rapporto alla densit delle essenze. La leggerezza di uno strumento assicura la sua qualit sonora.

clavessin, M.Mersenne (1635)

Il pi antico clavicembalo francese giunto ai nostri giorni (opera di Jean Denis II, 1648) presenta unimportante caratteristica: si tratta del pi antico cembalo con tre registri (884) a due manuali allineati. Nella scuola francese la seconda tastiera assume una funzione espressiva. Gli strumenti francesi della seconda met del 600 si distinguono per una grande perizia costruttiva, oltre che per le raffinate soluzioni acustiche. Nel Vaudry del 1681 e nel Tibaut del 1691 troviamo una disposizione a spina di pesce delle catene sotto la tavola armonica. Nel Tibaut in particolare, presente un canale ricavato sotto la lastronatura di abete, che permette la risonanza dei ponticelli nella zona dei bassi.

Vaudry 1681, disposizione delle catene

La cassa ha un fondo di abete, con fianchi di noce dello spessore di 8-10 mm. e il fianco lungo di abete. La tavola armonica di abete rosso, i ponticelli sono di noce, pero o rovere. I saltarelli di pero scorrono attraverso guide inferiori e superiori. Le palette dei tasti diatonici hanno coperte di palissandro e sono

alleggerite da intagli frontali a mezzo-quadrilobo. I tasti cromatici sono di osso o di avorio. Lambito della tastiera non supera il sol0/si0-do5 con i due cromatici dei bassi spezzati.

anonimo francese del 1667, tastiera. La tavola armonica sempre decorata con motivi floreali, mentre fianchi e coperchio sono spesso in legno di noce naturale. Alcuni strumenti (ad esempio il Tibaut del 1679) sono impreziositi da intarsi, altri sono interamente decorati a tempera con girali dacanto o cineserie. Il 700. I cembalisti francesi del 700 subiscono una singolare fascinazione per gli strumenti della dinastia RuckersCouchet, al punto tale da convincere i cembalari ad abbandonare la loro raffinata tradizione costruttiva in favore di unattivit di recupero e ampliamento dei cembali fiamminghi del 5-600. Nei primi anni del 700 gli interventi di ampliamento si limitano a piccole modifiche nella disposizione dei registri (sostituzione del 4 con un secondo 8), lallargamento dellambito della tastiera e allineamento dei due manuali, senza sostanziali modifiche nella struttura della cassa (Petit Ravalement). Dal 1730 i cembalari cominciano a costruire strumenti originali francesi a due manuali e tre registri con ambito Fa0-fa5, intendendo i loro nuovi strumenti come estensioni di cembali originali Ruckers (Grand Ravalement). Lo strumento oggetto del Grand Ravalement appare completamente modificato rispetto al modello fiammingo. Delloriginale Ruckers Couchet, conserva soltanto la rosetta, alcune assicelle della tavola armonica e una parte del somiere. Il valore attribuito agli strumenti Ruckers-Couchet era tale da indurre i cembalari francesi alla costruzione di falsi Grand Ravalement (es. il Goujon del 1749), oppure a falsificare le rosette fiamminghe sostituendo le iniziali di costruttori meno celebri con quelle della famiglia Ruckers (es. il Taskin del 1783). Lattivit di modifica e adattamento degli strumenti fiamminghi conduce inevitabilmente alla nascita di una scuola costruttiva settecentesca basata sul modello fiammingo, aggiornata secondo le esigenze musicali del tempo. La cassa dei clavicembali francesi di pioppo o di tiglio, con fianchi spessi. Per il fondo, di abete o di pioppo, talvolta utilizzato antico legno di recupero. La tavola armonica di abete rosso, i ponticelli sono di faggio, noce, ciliegio. Le leve dei tasti sono di tiglio, le coperte dei diatonici sono di ebano, i cromatici di pero con una lamina di osso o avorio. Le tastiere francesi del 700 raggiungono nellopera di F.E. Blanchet il pi alto grado di perfezionamento: le leve sono alleggerite fino al limite della resistenza strutturale in modo da ottenere la massima rapidit di risposta.