Sei sulla pagina 1di 5

Riassunto della Riforma protestante in Germania e della sua espansione in Europa

1. La teologia di Martin Lutero Martin Lutero nacque il 10 novembre 1483 a Eisleben, in Sassonia. Nel 1505 decise di entrare in convento per potersi dedicare completamente alla preghiera al fine di avere la certezza di raggiungere la salvezza eterna. In convento, nonostante concentr ogni suo sforzo alla preghiera, si sentiva sempre debitore nei confronti di Dio al punto che si convinse che fosse destinato alla dannazione eterna. In seguito Lutero giunse a credere che nessun uomo fosse in grado di raggiungere il Paradiso (salvezza eterna). Questa concezione deriva da una visione di Dio come un giudice severo che punisce lumanit in questo mondo con le guerre, la peste o la carestia e dopo la morte gli condanna allInferno (dannazione eterna). Nel 1512 divenne professore di Sacre Scritture alluniversit di Wittengerg; qui tenne un corso sulla Lettera ai Romani di Paolo. Da questa lettera emerge una visione negativa dellessere umano, che secondo Paolo tendeva, per la sua natura, a compiere il male. Secondo Lutero questa tendenza a compiere il male uneredit del peccato originale che ha eliminato ogni possibilit nellindividuo a compiere il bene non rispettando le consegne di Dio. Sia Paolo sia Lutero credevano che fosse impossibile essere giudicati da Dio per le buone azioni dato che essi tendevano sin dalla nascita al male. Per secondo Paolo lumanit non era destinata alla dannazione eterna poich Dio ci tratta da giusti, ci giustifica e ci salva nonostante siamo peccatori. Per Lutero invece solamente attraverso la fede si pu raggiungere la salvezza.

2. La polemica contro le indulgenze e il purgatorio La concezione paolina, secondo la quale mediante la sola fede si poteva raggiungere la salvezza perch Dio la offriva anche a chi non la meritasse, era in contrapposizione con lidea che un uomo dovesse trascorrere un periodo pi o meno lungo in purgatorio per purificare la propria anima prima di entrare in Paradiso; poich Dio salvava anche i peccatori. Lutero quindi rifiut il concetto stesso di purgatorio, e questa sua idea fece si che il primo punto della sua teologia diventassero le indulgenze, ovvero quelle opere buone compiute per abbreviare il tempo che ogni credente avrebbe dovuto trascorrere in purgatorio. Lutero espose la propria posizione in un breve testo contente 95 tesi, divulgato nellottobre del 1517. Secondo Lutero le indulgenze avevano messo in ombra quello che era il vero scopo della Chiesa, ovvero la

divulgazione della morte salvifica di Cristo. Lutero non contestava il modo in cui venivano date le indulgenze, anchesso molto discutibile, ma il concetto stesso di indulgenza. Dal giubileo del 1300, inoltre, le indulgenze erano strettamente collegate con il papato perci contestare le indulgenze significava contestare lautorit del papato. Quindi il riformatore tedesco contes tando il concetto di indulgenza andava anche contro a quanto era stato deciso dal papato e dai Concili.

3. Il principio della sola Scrittura Tra il 1518 e il 1521 si form la dottrina sulla quale si baser lintero protestantesimo: il principio della sola Scrittura. Secondo questa dottrina la Bibbia era lunico mezzo per costruire una dottrina giusta rifiutando tutto ci che non era contenuto in essa. Per Lutero la Chiesa col tempo aveva perso la sua perfezione originaria a causa di aggiunte umane che non avevano fatto altro che modificare la dottrina delle origini. Lo scopo di Lutero era proprio quello di ripulire la Chiesa cristiana da tutte queste aggiunte che lavevano allontanata dalla fede dei primi seguaci di Cristo. Dato che la dottrina in cui Lutero credeva si basava sui contenuti del Nuovo Testamento, egli rifiutava il sacramento dellordine poich non contenuto nelle Sacre Scritture e accettava solamente il battesimo e leucarestia, istituiti dallo stesso Ges. Per Lutero in seguito al battesimo ognuno poteva essere il sacerdote di se stesso e instaurare un contatto diretto con Dio, senza il bisogno di un mediatore. Da questa impostazione anche i santi e la Vergine persero ogni importanza cos come la Chiesa, poich per Lutero essa non altro che listituzione che fa da mediatrice tra il credente e Dio. 4. Il successo di Lutero in Germania Nel 1520 Lutero venne ufficialmente scomunicato dal papato, egli rispose bruciando pubblicamente la bolla che gli notificava la scomunica e poco dopo afferm che lo stesso papato era un istituzione demoniaca, il mezzo con la quale Satana cercava di condurre allInferno il maggior numero di fedeli. Nel 1521 Lutero venne convocato allconcilio di Worms per negare quanto aveva precedentemente detto sul papato, il riformatore tedesco rifiut poich nel caso in cui avrebbe negato le sue affermazioni sarebbe andato contro la sua coscienza. Quindi in seguito al concilio Lutero fu anche bandito dallImpero. Comunque Lutero non venne ucciso perch, grazie alla stampa (introdotta nel 1452-53), i suoi pensieri si diffusero molto velocemente in quasi tutto il territorio europeo; inoltre la sua posizione fece si che molti principi tedeschi si schierarono dalla sua parte per poter ottenere maggior libert verso limperator e e per impadronirsi dei beni della Chiesa. Lutero in questo modo ricevette la

protezione del principe Federico I di Sassonia e proprio in uno dei suoi castelli procedette alla traduzione delle Bibbia in tedesco in modo tale che ogni fedele potesse instaurare un contatto diretto con la Parola di Dio.

5. La rivolta dei contadini tedeschi Nel 1525 i contadini tedeschi iniziarono una rivolta contro i propri signori, che attraverso le leggi da loro imposte avevano trasformato la vita dei contadini quanto pi simile a quella di uno schiavo. I contadini quindi chiesero condizioni di vita migliori in un programma articolato in 12 punti ognuno dei quali era accompagnato da delle citazioni bibliche, in questo modo si misero nella posizione di difensori delle leggi di Dio contro i soprusi dei signori. I contadini nella loro rivolta chiesero laiuto di Lutero, egli inizialmente rimase neutrale e in seguito si schier dalla parte dei principi, e nel momento in cui la rivolta si stava trasformando in una guerra civile, non esit a incitare i principi a usare le armi. La posizione inizialmente neutrale di Lutero si spiega perch nonostante credeva nella legittimit di alcune rivendicazioni contadine il supporto dei principi tedeschi nel suo progetto di Riforma della Chiesa era basilare; mentre la sua incitazione allutilizzo delle armi si spiega perch Lutero sosteneva che il potere dei principi derivava direttamente da Dio, il quale lo aveva concesso per far rispettare le proprie leggi anche con le armi, quindi ribellarsi ai principi per Lutero significava ribellarsi alla Legge di Dio, compiendo un gesto demoniaco. 6. La Riforma e il distacco dellInghilterra da Roma La Riforma si diffuse in molti territori europei a partire dalla Svizzera, dove il suo principale predicatore era un certo Huldrich Zwingli che assunse una posizione ancora pi radicale di Lutero circa i sacramenti in particolare quello delleucarestia; Zwingli non accettava la dottrina della transustanziazione secondo la quale il pane e il vino di trasformavano in corpo e sangue di Ges. Anche i sovrani di Danimarca e di Svezia divennero luterani, confiscando tutti i beni ecclesiastici nei loro territori e creando una Chiesa di Stato direttamente organizzata e controllata dallo stesso sovrano. LInghilterra pass al luteranesimo grazie al re Enrico VIII che aveva sposato la principessa spagnola, Caterina dAragona, dalla quale per non ottenne eredi maschi ma solo una femmina, Maria. A Maria, comunque, non fu affidato il regno poich si temeva che in un suo eventuale matrimonio con un sovrano straniero si sarebbe potuta perdere lindipendenza. Enrico VIII allora chiese al papa lannullamento del matrimonio con Caterina, il pontefice espresse un parere negativo; cos nel 1533 con lActs of Appeals Enrico VIII abol il diritto del pontefice di interferire in qualsiasi processo ecclesiastico inglese e nel 1533 con lAtto di

supremazia Enrico VIII si proclam unico capo supremo della Chiesa inglese. In questo modo il re inglese pot annullare il matrimonio con la principessa spagnola sposando una dama di corte, Anna Bolena, dalla quale ottenne leffettiva erede, Elisabetta. Il distacco dellInghilterra dalla chiesa di Roma pi che uneresia fu uno scisma poich la dottrina cattolica non fu cambiata in alcun punto, nonostante ci Enrico VIII diede la caccia a tutti quelli che non accettarono la sua decisione.

7. Carlo V e la Germania luterana Dal 1520 limpero ottomano ottenne una serie di vittorie che lo portarono nel 1529 ad assediare Vienna, la quale si trovava nei possedimenti di Carlo V, imperatore di Germania, che per sconfiggere i turchi aveva bisogno del sostegno dei principi tedeschi, i quali per erano divisi tra protestanti e cattolici, i primi avrebbero offerto il proprio sostegno solo se Carlo V avrebbe dato piena legittimit al protestantesimo. Quindi Carlo cerc in vano di convincere il papa di convocare un Concilio per trovare un accordo con i protestanti. Nel 1529 fu convocata una dieta imperiale a Spira nella quale limperatore volle imporre la propria superiorit in campo religioso, questo provoc una rivolta dei principi protestanti e non fece altro che aumentare il distacco tra cattolicesimo e protestantesimo. Nel 1530 in una dieta che si tenne ad Augusta, i principi e le citt luterane consegnarono allimperatore una confessione di fede in cui si ribadiva il loro principio secondo il quale si arrivava alla salvezza mediante la fede, il rifiuto del culto dei santi e dei sacramenti (eccetto il battesimo e leucarestia, poich contenuti nel Nuovo Testamento). Agli occhi dellimperatore questo gesto sembrava un atto di opposizione alla sottomissione, ecco perch Carlo V intim tutti i protestanti a tornare alla loro vecchia fede entro il 15 aprile del 1531. Tutti gli stati e le citt protestanti temendo eventuali attacchi da parte dellimperatore si riunirono nella Lega di Smalcalda.

8. Il fallimento dei progetti imperiali Il 19 novembre del 1544 Paolo III convoc un Concilio a Trento, nella quale ribad che la Chiesa non avrebbe trovato nessun tipo di accordo con la nuova dottrina protestante per cui a Carlo V non rimase che combattere i principi luterani tedeschi. Le ostilit dellimperatore verso la Lega di Smalcalda iniziarono nel 1545 e nel 1547 riusc a sconfiggere definitivamente i principi luterani. Dal 1551, per alcuni principi protestanti intesser delle strette relazioni con il regno di Francia instaurando unalleanza militare. In seguito a questalleanza Carlo V non

poteva sperare di sottomettere i principi luterani ormai alleati con la potenza francese; quindi con i primi giunse a stipulare la pace di Augusta dando una struttura religiosa mai vista prima in Europa. Secondo questa pace ai signori tedeschi era permesso di aderire alla Riforma, mentre ai sudditi veniva imposto di professare la stessa religione del proprio sovrano e nel caso in cui questa non venisse accettata lunico diritto che rimaneva al suddito era quello di emigrare in un altro stato. In altre parole per Carlo V la pace di Augusta era come una sconfitta poich non riusc a imporre la propria autorit sui principi protestanti che per furono sostenuti dal regno di Francia; era proprio questo ci che caratterizz il governo di Carlo, egli si trovava sempre contro tre nemici, limpero Ottomano, i principi protestanti e il regno di Francia, e nel momento in cui sconfiggesse uno di questi veniva subito attaccato da una delle altre due potenze, questo non permise allimperatore di completare una qualsiasi campagna militare per non rischiare di trovarsi in una posizione favorevole per subire un ulteriore attacco. Alla morte di Carlo il regno fu diviso tra i due figli, Filippo II e Ferdinando, al primo spett il controllo della Spagna e dei Paesi Bassi, al secondo tutti gli altri territori dellimpero. Questa spartizione si spiega perch controllare un cos vasto impero da solo anche per lo stesso Carlo risult insostenibile.