Sei sulla pagina 1di 2

La "RETE CAMPANA PER LA CIVILTA' DEL SOLE E DELLA BIODIVERSITA' " stata costituita a Napoli nel Maggio 2013.

. Il precedente "COMITATO PROMOTORE DELLA LEGGE DI INI-

* V'N+'GG* 23))*$"*'N+(
Nessun inceneritore. Produzione di energia totalmente pulita ed a

ZIATIVA POPOLARE SU CULTURA E DIFFUSIONE DELL'ENERGIA SOLARE IN CAMPANIA" era a sua volta evoluzione delliniziale "COMITATO CAMPANO PER IL NO AL NUCLEARE". Nato nel 2010 per coordinare la campagna contro il nucleare esso si era opposto !ermamente al "nucleare civile" sensi"ilizzando i cittadini anc#e al risc#io di $uello militare. Il Comitato Promotore - cui avevano aderito rappresentanti di varie organizzazioni am"ientaliste consumeriste e culturali - #a raccolto $uasi 20.000 !irme di sottoscrizione della sua proposta di Legge di Iniziativa popolare in !avore della di!!usione dell%energia solare e pi& in generale di una pi& complessiva alternativa energetica e di sviluppo. 'opo un anno e mezzo d%impegno - con assem"lee pu""lic#e convegni scienti!ici ed altre iniziative il 10 gennaio 2013 la (egione )ampania #a approvato la proposta popolare sul *olare con voto unanime superati i tre passaggi nelle commissioni competenti. +na volta realizzata con successo tale impegnativa missio ! la costituzione dellattuale

Gioved 19 dicembre 2013 - ore 16 ,00 sala Nugnes del Consiglio Comunale via Verdi
ad! "ia##a $unici%io& N'"()*

costo zero alla fonte


Benefici sull effetto serra e sullo

*NC(N+,( "-..)*C(
%er la %resen/a#ione della %ro%os/a %roge//uale0

inquinamento atmosferico e del suolo


Tutela del sottosuolo e delle falde acquifere Creazione di tecnologia e lavoro Conservazione della materia delle ecoballe

12alle

3coballe
alle

per un futuro recupero


possibili benefici economici da energia pro-

(ete associativa vuol rendere ancora pi& attiva incisiva ed autorevole l%azione dell%originario )omitato grazie all%adesione e partecipazione di nuovi aderenti sia individuali sia collettivi. IN,- .

dotta per il comprensorio giuglianese


Il progetto frutto del lavoro di gruppo dellintera RCCSB. Per informazioni scrivere una mail a: civiltadelsole@gmail.com

///.laciviltadelsole.org

"iramidi del 4ole5


con lillus/ra#ione dellidea %roge//uale, dei da/i dellenergia %roducibile, dei cos/i e dei bene6ici ris%e//o alla gravissima i%o/esi dellinceneri/ore!

!"# RETE CAMPANA PER LA CIVILTA DEL SOLE E DELLA BIODIVERSITA $ BROCHURE R%&'I((&)& I* PR+PRI+ ,IRI))I ,I RIPR+,-(I+*% RIS%R.&)I

'ssocia#ione di volon/aria/o - C9 0 9;1<=>20639 4ede legale0 c?o 9ederconsuma/ori Cam%ania C!so -mber/o *, n! 3<1 -<0131 Na%oli

*n6o0 777!lacivil/adelsole!org $ail/o0 civil/adelsole8gmail!com 9aceboo:0 -na )egge alla )uce del 4ole

2'))3 3C(.'))3 '))3 "*,'$*2* 23) 4()3

-N')+3,N'+*V'!!!4()',3
'a legge diniziativa popolare su Cultura e Diffusione ellEner!ia Solare in Ca"#ania$/ oggi 'egge n. "0 !"# della Regione Campania/ 1a scelto il Sole come primaria fonte di energia per ogni sua attivit2/ civile e produttiva/ promuovendo$ ne la diffusione nelle sue diverse forme e tecnolo$ gie su tutto il territorio/ in armonia con la migliore fruizione e conservazione di esso/ in rapporto ai

*oi pensiamo c1e recuperare alla produzione di ener$ gia solare aree irreversi3ilmente compromesse ed irrecu$ pera3ili per l>agricoltura e la vita civile e produttiva sia di grande importanza / al fine anc1e di salvare aree agri$ cole o di possi3ile impiego civile e produttivo o di pregio am3ientale e di valori di 3iodiversit2. Ci4 vale per le vastis$ sima aree delle e'o(alle/ per le :uali ipotizziamo la coper$ tura con pannelli solari su strutture leggere/ cos? da pro$

durre energia solare con le seguenti importanti con$ seguenze:


"$ produzione di energia totalmente pulita/ sempre disponi3ile/ indipendentemente da conflitti/ guerre di mercati/ per un tempo illimitato fino a :uando lo decide la Comunit2 locale/ a consumo suolo e costo alla fonte zero. I soli costi sono :uelli dell>ammortamento del costo dell>impianto e dell>esercizio e manutenzione della rete@ $ contri3uto contro l>effetto serra e >in:uinamento atmosferico e del suolo dalle ricadute delle emissioni di

3isogni della popolazione e della piena tutela della Biodiversit2 naturalistica/ storica e cultura$
le e della piena compati3ilit2 con lagricoltura ed il verde. )ale principio $ espresso nel primo articolo della legge ed avvalorato dal grandissimo consen$ so avuto nella raccolta delle firme/ nelle adesioni e nella partecipazione $ costituisce perci4 il riferi$ mento fondamentale/ cui anc1e le scelte delle istituzioni/ locali e regionali de33ono rapportarsi. 'e iniziative e le 3attaglie in atto per la promo$ zione e realizzazione dei Piani %nergetici Solari Comunali 5P.%.S.C.6 1anno tale primario o33ietti$ vo ed 1anno nel territorio la fonte della loro realiz$ zazione. Pi7 cresce la consapevolezza della assolu$ ta insosteni3ilit2 e allo stesso tempo dellesaurirsi delle fonti fossili/ pi7 cresce la domanda del 8Solare9 e del 3isogno di 8nuovo territorio9. % :uindi alto il risc1io di sottrarre territorio ad altre fondamentali necessit2 dellattivit2 umana/ alla *atura e alla Biodiversit2. ,i :ui la necessit2 di Linee %ui a per lattivazione dei Piani Solari capa$ ci di coniugare armonicamente la cultura e la

'lcuni da/i /ecnici sul %roge//o0


:ualsiasi camino di centrale termoelettrica o inceneritore/ con fondamentali ricadute positive sulla tutela della sa$

lute delle persone e della Aintera vitaA dell>area @


# $ maggior protezione del sottosuolo e delle falde ac:ui$ fere/ giacc1B l>ac:ua piovana $ intercettata dalla struttura per i pannelli fotovoltaici $ sar2 raccolta ed utilizzata per altri usi anc1e a distanza@ C $ creazione di tecnologia e di nuovo lavoro@ D $ conservazione della materia delle e'o(alle/ per un loro eventuale recupero futuro@ E $ sperimentazione dun modello di partecipazione della popolazione alle decisioni sul futuro del territorio@ ; $ '>energia prodotta / inoltre/ potre33e essere forni$ ta a costo agevolato alle comunit2 locali/ :uale sia pur minimo risarcimento per i danni su3iti@

1.000.000 m$ disponi"ili. 120.000 01p installa"ili dimp. !otovoltaico 200.000.000 01# produci"ili annui. 32.000 tonnellate annue di petrolio e$uivalenti risparmiate 100.000 tonnellate annue di )-2 non immesse nellatmos!era 220 milioni di euro totali di investimento 3200 milioni in meno rispetto allinceneritore4 5empi di ritorno dellinvestimento in!eriore a 10 anni

diffusione del solare alle altre esigenze del$ l-omo e della *atura. In tale contesto/ fonda$
mentale :uella c1e a33iamo indicato come ;< 'inea =uida dei Piani Solari Comunali: individua$ zione delle aree gi2 fortemente degradate e di

difficile recupero per la produzione di energia solare a servizio delle Comunit2 locale. %d
proprio in :uesta prospettiva c1e la R.C.C.S.B. pre$ senta pu33licamente la sua proposta progettuale alternativa: 8,&''% ECOBALLE &''% PIRA&

MIDI DEL SOLE$

F $ il costo delloperazione di gran lunga inferiore alla realizzazione dell>inceneritore c1e si vorre33e co$ struire nellarea/ principalmente per smaltire le e'o(alle)