Sei sulla pagina 1di 5

SARTRE E CAMUS PIERPAOLO DALONZO I maggiori esponenti dellesistenzialismo francese sono Jean-Paul Sartre e Albert Camus.

Jean Paul Sartre (1905-19 0! nacque a Parigi il 21 giugno 1 !"# studi$ filosofia e psicologia all%cole &ormale Superieure# do'e ebbe modo di conoscere intellettuali come P.&izan# A.Camus e (.Aron. )uestultimo lo introdusse alla filosofia di *usserl e *eidegger. &el 1 2 conobbe Simone de +eau'oir c,e rimarr- la sua compagna per tutta la 'ita. .opo a'er usufruito di una borsa di studio allIstituto francese di +erlino nel // inizi$ a studiare la fenomenologia di *usserl. In questo periodo nacquero i suoi scritti pi0 importanti1 Limmaginazione 21 /34# Abbozzo di una teoria sulle emozioni 21 /54# Limmaginario 21 6!4 e inoltre il celebre romanzo esistenziale La nausea 21 /54. .ue anni dopo durante la guerra# a cui partecip$ atti'amente nella (esistenza# 'enne fatto prigioniero dai tedesc,i. .opo la liberazione torn$ a Parigi# do'e pubblic$ la sua opera filosofica fondamentale# Lessere e il nulla e il suo primo la'oro teatrale# Le mosche. 7u infatti un poligrafo# nel senso c,e si 8 tro'ato a suo agio nei pi0 di'ersi generi letterari. &el dopoguerra inizi$ la seconda fase del suo pensiero# caratterizzata dallimpegno politico e sociale. &el 1 63 compar'e il bre'e scritto Lesistenzialismo un umanismo. .opo a'er fondato un piccolo mo'imento politico# Sartre si a''icin$ al mar9ismo. &el 1 "6 scrisse una serie di articoli dal titolo I comunisti e la pace# ma le sue posizioni estreme lo portarono a rompere con Camus# c,e scelse lanticomunismo#e :arleau -Pont; c,e lo accus$ di ultrabolsce'ismo. In seguito al rapporto <rusce' e alla dura repressione dei so'ietici in =ng,eria# Sartre pubblic$ lopuscolo Il fantasma di Stalin, c,e segn$ il suo radicale distacco dalle posizioni del Partito Comunista 7rancese.)uesti e'enti lo condussero a riflettere obietti'amente sul mar9ismo# riflessioni c,e tro'arono la loro esposizione nelle Questioni di matodo21 ">4 e nella Critica della ragione dialettica 21 3!4. &el 1 36 gli assegnarono il premio &obel# da lui rifiutato. ?li ultimi anni della sua 'ita fu sempre in prima linea sui problemi politici pi0 importanti dellepoca# Sartre infatti si sc,ier$ contro la politica francese in Algeria# partecip$ al @ribunale (ussell per i crimini degli americani in Aietnam e nel35 appoggi$ il mo'imento studentesco. Brmai cieco# morC a Parigi il 1" aprile del 1 5!. I primi studi di Sartre sono ri'olti alla psicologia fenomenologia# in antitesi alla psicologia francese contemporanea di stampo positi'istico# dominata da un concetto naturalistico dei fatti psic,ici. Da fenomenologia di *usserl ,a il grande 'antaggio secondo Sartre di far cogliere una caratteristica fondamentale dei fatti psic,ici# cio8 l"nten#"$nal"t%& Sartre 8 con'into# a differenza di *usserl# c,e il rapporto tra la coscienza e il mondo non sia solo di tipo conosciti'o.Perci$ allinizio egli si concentra soprattutto a studiare limmaginazione e lemozione# c,e sono sfere non controllate dalla ragione. Demozione non 8 un disturbo della coscienza# ma 8 una modalit- essenziale con cui la coscienza si relaziona con il
1

mondo esterno e gli '$n(er")'e un )"*n"("'at$& Sartre riprende da *eidegger il concetto dellessere-nel-mondo tipico delluomo e da ci$ sottolinea il fatto c,e ogni fatto psic,ico ,a una forma in sE# una sua struttura# non 8 la composizione di elementi tra di loro isolati e sconnessi.Per esempio limmaginazione non 8 la copia di un qualcosa c,e non c8 pi0# ma unatti'it- libera e creatrice c,e non mira a una funzione percetti'a.%ssa cerca di tenere la realt- a distanza#di essere libera di fronte ad essa# di negarlo.Da parola scelta da Sartre 8 n+ant")a)"$n, nientificazione. Condizione fa'ore'ole per limmaginazione 8 la l"-ert%# landare al di l- delle cose del mondo. Con questo atto di libert- nei confronti della realt-# dice Sartre# 8 luomo c,e d- senso al mondo# mentre il mondo di per sE non ,a alcun senso. Il tema della libert- della coscienza e delle sue modalit- espressi'e 8 il centro attorno a cui ruota la filosofia dellEssere e il nulla il sottotitolo 8 Saggio di ontologia fenomenologia. Il punto di partenza di Sarte 8 la distinzione# per cosC dire# tra due FzoneG dellessere1 le))ere .er-)+# la coscienza caratterizzata dallintenzionalit-1 la coscienza / )e0.re '$)'"en#a 1" 2ual'$)a '3e n$n / '$)'"en#a4 le))ere "n-)+, cio8 lessere delle cose# del mondo e dei fenomeni in generale nel loro aspetto massiccio# opaco# pri'o da ogni rapporto e caratterizzato dalla sua semplice presenza. Dessere in-sE pu$ essere descritto come lessere che ci! che , da queste parole di Sartre si e'ince il suo carattere statico# per cui non 8 nE possibile nE necessario# 8 pura positi'it-# / )e0.l"'e0ente& A differenza di ci$ c,e dicono gli idealisti# lessere dei fenomeni 8 irriducibile alla coscienza e questultima in quanto capacit- di trascendere le cose# 8 irriducibile allin-sE. )uindi la coscienza# non identificandosi mai con lin-sE# 8 sempre fuori di sE# azione# atti'it- e mo'imento sempre teso in a'anti# progettante e senza poter mai coincidere con la propria e))en#a& %cco perc,E la coscienza 8 sempre mancanza e incompiutezza alla ricerca del proprio completamento1 il nulla 8 la sua condizione fondamentale. %ssa fa continuamente esperienza del nulla in ogni suo atto.C,e la realt- umana sia nullificazione# mancanza dessere# 8 dimostrato dal 1e)"1er"$5 esso sorge dalla mancanza di ci$ c,e si desidera# cio8 come esigenza di completamento. Do stesso discorso 'ale per il 6al$re e la '$n$)'en#a& Il 'alore 8 tale in quanto non 8# 8 sempre al di l- di ci$ c,e 8. &ella conoscenza in'ece# loggetto 2lin-sE4 si presenta alla coscienza come '"7 '3e n$n / '$)'"en#a& Il nulla 8 legato intrinsecamente allessere# pur non essendo generato da esso1 8 generato da quellessere in cui si fa questione del nulla del suo essere# cio8 lessere della coscienza. Siccome non 8 lin-sE# il per-sE 8 liberoH essere libero 'uol dire decidere completamente delle proprie azioni e esserne responsabili fino in fondo. Datto con cui si esprime questa libert- 8 la )'elta& Da libert- della scelta per$ genera lan*$)'"a di fronte al possibile# allindeterminato# allo sconosciuto# dal momento c,e n$n / an'$ra& Da coscienza quindi presagisce c,e il non-essere 8 propriamente in essa. Duomo 8 quindi condannato ad esistere al di l- della propria essenza# condannato alla libert- come trascendimento continuo di quello c,e di 'olta in 'olta egli 8. Come dice Sartre 1 "non siamo liberi di cessare di essere liberi#. % da qui lesigenza di fuggire da se stessi# di e'adere dalla mia libert- e responsabilit-. )uesto d- luogo alla re"("'a#"$ne, cio8 ridursi ad una cosa tra le altre5 8 questa la 0ala(e1e#con questo atteggiamento si inganna se stessi e gli
2

altri#costruendo unimmagine fasulla di sE e della propria situazione.Si recita una parte 2per es.quella del cameriere4 come in una commedia teatrale# si assume un determinato ru$l$ )$'"ale& Si 8 detto c,e la malafede consiste nel mentire a se stessi# per$ non si tratta di una menzogna deliberata# dato c,e il FmeG c,e 'iene ingannato fa parte dello stesso io c,e inganna. Si crea cosC una scissione c,e produce infelicit-. Il per-sE non incontra lessere solo nella realt- massiccia# opaca e assurda dellin-sE# ma anc,e nellaltr$, nella '$)'"en#a 1ellaltr$& )uesto introduce unIaltra tipologia dellessere c,e si aggiunge ai due elencati sopra e a cui Sartre dedica la terza parte dellEssere e il nulla1 le))ere .er-altr"& Dessenza dellaltro 8 ne*a#"$ne1 esso 8 l"$ '3e n$n / 0e& Anc,e il rapporto con laltro 8 segnato da una netta negati'it-# da una continua conflittualit-# perc,E la propria libert- si scontra con quella dellaltro. De due esperienze originarie tramite la quale si istituisce il rapporto con lAltro sono lo )*uar1$ e la 6er*$*na& &ello )*uar1$ lAltro mi appare a prima 'ista come un oggetto# poi come una cosa c,e ,a una relazione con altre cose e infine come lAltro c,e mi guarda# per dirla con Sartre1 #Con lo sguardo altrui non sono pi$ padrone della situazione.#Sotto lo sguardo dellAltro sono oggetto di 'alori c,e io non ,o elaborato# sono strumento di possibilit- c,e non sono le mie possibilit-. Daltro mi conosce meglio di quanto io possa conoscere me stesso# infatti io non posso oggetti'armi# distanziarmi come un oggetto da me stesso.:i sento cosC trasformato in un $**ett$ "ner0e e nu1$ 1a6ant" allAltr$& Con lo sguardo lAltro aliena le mie possibilit-# non sono pi0 io c,e decido. Si spiegano cosC sentimenti come il timore# il pudore e lorgoglio. &ella 6er*$*na laddo'e mi 'edo osser'ato# mi ritro'o nudo alla mercE dellAltro. I rapporti tra le coscienze sono tutto sommato conflittuali# tanto c,e Sartre ebbe a dire1 #linferno sono gli altri#. De due polarit- pi0 importanti del rapporto con gli altri sono l$1"$ e la0$re& L$1"$ 8 il tentati'o di annullare lAltro nella sua alterit- e di'ersit-# lo si pratica anc,e attra'erso l"n1"((eren#a& (iduco lAltro a corpo e strumento 2oggetti'azione4 e pri'andolo di ogni libert- 2soggetti'it-4. &ell a0$re il soggetto progetta di unirsi allAltro rispettato nella sua libert-# lamante 'uole possedere lamato senza oggetti'arlo# senza ridurlo a cosa. Presto per$ lamante pretender- di farsi amare in modo assoluto ed esclusi'o e anc,e lamato 'orr- la stessa cosa. Il risultato 8 c,e lamore 8 impossibile# in quanto entrambi restano rinc,iusi nella loro soggetti'it-# antinomica e conflittuale. 7allito ogni tentati'o di raggiungere qualsiasi unione con lAltro# non resta c,e fondare il rapporto sulla '$$.era#"$ne# nellessere insieme (M"t-)e"n! del gruppo o della classe sociale. @utta'ia il conflitto rimane anc,e in questo caso.)uesto accade perc,E loggetto del desiderio umano si tro'a sempre al di l- del suo essere# 8 un non-essere# per$ nel momento in cui luomo lo desidera# lo fa essere. % questo il caso del 6al$re& I 'alori non esistono oggetti'amente di per sE# ma nascono con luomo# essi si relazionano con la coscienza come qualcosa c,e si pone sempre al di l- di essa. )uesto significa c,e luomo non raggiunge mai la piena identit- con se stesso# lideale conciliazione del per-sE con lin-sE# ma 'i'e sempre nel .$))"-"le& Cercare di comprendere le scelte e i progetti dellessere umano 8 il compito della .)"'anal")" e)")ten#"ale& Sartre concorda con 8reu1 c,e ogni azione e ogni
/

parola ,anno un significato se si riferiscono alluomo preso nella sua totalit-# tutta'ia egli critica limpostazione deterministica e materialistica del fondatore della psicanalisi. Altro concetto fondamentale 8 quello di )"tua#"$ne& Duomo s'olge una incessante atti'it- nel mondo# eppure non 8 capace di costruire rapporti stabili con esso. Dinsieme delle strutture c,e influenzano luomo come soggetto c,e agisce 8 la situazione. Do scontro tra lin-sE e i miei progetti costituisce la situazione# c,e si configura unicamente in rapporto ai progetti elaborati dallessere umano. Datti'it- del per-sE 'iene fermata solo dalla 0$rte, definita da Sartre come linumano per eccellenza. %ssa 8 la sconfitta assoluta# la ricaduta definiti'a del persE nella datit-. 7atto c,e toglie ogni significato alla %ita# la morte 8 lannullamento sempre possibile dei miei possibili# c,e 8 al di fuori delle mie possibilit-. Da totalit- a cui luomo tende 8 la conciliazione del per-se con lin-sE# in definiti'a egli tende a D"$& Duomo 8 lessere c,e progetta di essere .io# ma .io non 8 luomo. )uindi 8 irraggiungibile.In conclusione luomo 8 un .io mancato e in quanto tale 8 una passione inutile. @utte le sue azioni e tutte le sue scelte sono assurde ed equi'alenti. Al-ert Ca0u) (1919-19:0!, nacque a :ondo'i 2Algeria4 il > no'embre 1 1/# partecip$ alla resistenza anti-nazista# entr$ presto in contatto con Sartre. In seguito tra i due ci fu una clamorosa rottura do'uta a di'ersi orientamenti politici. Camus pi0 c,e filosofo# 8 stato un grande scrittore. De sue opere per$ contengono tematic,e filosoficamente rile'anti1 tra i suoi romanzi 'ale la pena di ricordare Lo straniero 21 624# La peste 21 6>4# La caduta 21 "34# tra le opere teatrali Il malinteso 21 664 e Caligola 21 664. Lo straniero 8 da tutti considerato come uno dei capola'ori della letteratura del J !!# in esso si tro'ano alcuni dei temi tipici dellesistenzialismo nella sua 'ersione pi0 tragica e negati'a. In questo romanzo Camus sottolinea la grande distanza# anzi lGestraneit-G c,e di'ide luomo dal mondo. Da realt- non ,a alcun sensoH tutto accade e si s'olge senza c,e luomo possa coglierne i moti'i e i possibili significati. %cco come luomo con i suoi pensieri si ritro'a ad essere straniero nel mondo. Il mito di Sisifo in'ece 8 un saggio# sottolineato Saggio sullassurdo. )ui Camus ,a modo di esprimere in modo pi0 diretto le sue posizioni filosofic,e. Il problema fondamentale di tutta la filosofia 8 il suicidio. +isogna c,iedersi se la 'ita reale 'ale o non 'ale la pena di essere 'issuta. )uesta 8 una situazione limite c,e spinge luomo a porsi domande radicali sul senso della 'ita e sul nostro comportamento da'anti ad essa. Da tesi di Camus 8 c,e gli argomenti religiosi e morali addotti contro il suicidio non ,anno alcun 'alore1 la %ita non ha %alore intrinseco e la realt& senza ragione. Dimpegno delluomo nel mondo con le 'arie opere e iniziati'e pratic,e ricorda la 'icenda delleroe della mitologia antica# Sisifo# condannato dal fato a spingere un masso in cima a un monte e c,e poi ogni 'olta ricade gi0# costringendo Sisifo a ripetere inutilmente il suo sforzo. Da dimensione costituti'a dellesistenza umana 8 la))ur1"t%1 questa 8 intesa in due sensi# c,e gli e'enti non ,anno significato e c,e tutte le azioni umane sono sempre inadeguate rispetto ai desideri e ai contesti in cui si s'olgono. &onostante Camus
6

parli di suicidio# la sua prospetti'a lo porta a condannare questo gesto. Do ritiene infatti una fuga di fronte allassurdit- della 'ita# proprio come la speranza religiosa. Da giusta risposta di fronte allassurdo 8 la non-rassegnazione# cio8 la r"6$lta& .i contro allinsensatezza della realt-# luomo de'e a'er il coraggio di reagire# la'ando il suo grido di protesta# facendo 'alere la sua prospetti'a donatrice di senso# un senso non assoluto si capisce. Solo comportandosi cosC luomo fa aumentare il 'alore e la dignit- della sua ri'olta1 solo ribellandosi# lesistenza pu$ acquistare un significato.

"