Sei sulla pagina 1di 35

1

1.1.u. degll Sport Ind|v|dua||


1 ANNC - L22 - Secondo semesLre
rof. Anna k|ta CALAVALLL
Anno Accadem|co 2011]2012
UNIVERSIT DEGLI STUDI DI URBINO Cav!o Bo
FACOLTA` di SCIENZE MOTORIE
LAUREA TRIENNALE in SCIENZE MOTORIE, SPORTIVE c dc!!a SALUTE
Ca!cndavio Lczioni: dal i:]o]'i: al i]o]'i: (ciica io seii. effeiiive
di lezione)
Vacanzc c Icstivita: Pasqua (da ven. o6.o(.'i: a sab. i(.o(.'i:);
Va!utazioni pvatichc: eniio il mese di Maggio;
Esami: sessioni di Giugno]Lug., Seii]Oii. :oii, Genn]Febb :oi: (due
appelli ogni sessione).
L'aiiivazione della Scssionc cstiva avvicnc su vichicsta
dcg!i studcnti cntvo !c datc indicatc ncg!i avvisi
(iende possibile il iecupeio delle piesenze necessaiie
pei la fiima di fiequenza, si svolge in una seiiimana di
agosio, secondo la disponibiliia del docenie iesponsabile
dell'insegnamenio).
Norme genera||
2
Norme genera||
OBBLIGATORIO
PER L'ACCESSO ALL'ESAME FINALE
FREQUENZA AI LABORATORI
VALUTAZIONE PRATICA
Pcv !'acquisizionc dc!!a FIRMA DI FREQUENZA,
sono to!!cvatc asscnzc su un tota!c di Io scttimanc.
Lesame di Sport Individuali composto da due parti:
Atletica + Ginnastica,
il voto finale quindi risulta dalla media dei due voti.
Gli allievi si presentano il giorno dellesame sostenendo
le due parti, con il superamento di entrambi verr
verbalizzata la media come voto finale.
N.B. I duc csami pavzia!i (At!ctica c Ginnastica)
si svo!gono
duvantc !o stcsso appc!!o.
Sc non vicnc supcvata una dc!!c duc pavti nc!!'Anno Accadcmico
in covso, tuttc !c va!utazioni pavzia!i (pvatichc c]o tcovichc)
non sono piu considcvatc va!idc
dovvanno quindi csscvc sostcnutc tuttc nc!!a scssionc di csamc
succcssiva (vcsta va!ida !a Iivma di Ivcqucnza).
Norme genera||
3
17.20/19.00
Atletica G. Andolina (2gr)
Ginnastica G.Tateo (12gr)
15.40/17.20
Atletica F. Giacomini (8gr)
GinnasticaAR.Calavalle (11Gr)
15.40/17.20
Atletica G. Andolina (12gr)
Ginnastica G.Tateo (1gr)
15.00/17.00
TEORIA Ginnastica
A.R. Calavalle
14.00/15.40
Atletica F. Giacomini (3gr)
Ginnastica AR.Calavalle (8Gr)
14.00/15.40
Atletica G. Andolina (1gr)
Ginnastica G.Tateo (2gr)
11.45/13.45
TEORIA Atletica
M.G. Trisolino
10.10/11.50
Atletica G. Bucci (6 Gr)
Ginnastica M. Santoni (7 Gr)
10.00/12.00
Atletica G. Trisolino (11Gr)
Ginnastica C. Preti (4Gr)
9.50/11.30
Atletica G. DAmen (10Gr)
Ginn/ G. Tateo (9gr)
8.30/10.10
Atletica G. Bucci (7 Gr)
Ginnastica M.Santoni (6 Gr)
8.00/10.00
Atletica M. G. Trisolino (4Gr)
Ginnastica C. Preti (3Gr)
8.10/9.50
Atletica G. DAmen (9gr)
Ginnastica G. Tateo (10gr.)
MERCOLEDI MARTEDI LUNEDI
RECUPERO ASSENZE:
c possibi!c vccupcvavc !c asscnzc,
duvantc !c !czioni dcg!i a!tvi !abovatovi pvatici
scmpvc avvcvtcndo i! pvopvio doccntc (anchc via
mai!, mcg!io sc in anticipo-quando possibi!c),
conscgnando poi a! pvopvio doccntc
!a dichiavazionc Iivmata da! co!!cga dc! gvuppo
in cui si c vccupcvato.
Norme genera||
4
VALU1A2ICNL IINALL d| A1LL1ICA LLGGLkA
Pavtc pvatica
Valutazione dellesecuzione tecnica delle specialit affrontate a lezione sia in
itinere (al termine della trattazione di ogni argomento) che al termine del
periodo delle lezioni, prima degli appelli ufficiali, di:
Morco;
Corso;
Ionc;
Sol.
Pavtc Tcovica
Prova orale:
si considera il momento di sintesi tra parte pratica e teorica,
durante il quale sono trattati i principi generali di teoria, tecnica e
didattica dellatletica ampliati durante le lezioni teorico-pratiche.
UNIVERSIT DEGLI STUDI DI URBINO Cav!o Bo
FACOLTA` di SCIENZE MOTORIE
LAUREA TRIENNALE in SCIENZE MOTORIE, SPORTIVE c dc!!a SALUTE
T.T.D.SPORT INDIVIDUALI
ntroduzione
all'Atletica Leggera
Modulo Atletica Leggera
Prof.ssa M. Gabriella Trisolino
5
Modu|o At|et|ca Leggera
10. Cenni di metodologia dell'allenamento
21/05/2012
9. Prove Multiple
14/05/2012
8. Mezzofondo e Fondo
07/05/2012
7. Lancio del Martello - Lancio del giavellotto.
30/04/2012
6. Generalit sui lanci - Getto del peso - Lancio del disco
23/04/2012
5. Salti in elevazione: alto e asta
16/04/2012
4. Generalit sui salti in estensione: salto in lungo, salto triplo
02/04/2012
3. Corse ad ostacoli - Staffette
26/03/2012
2. La Marcia la Corsa - Corse veloci - Partenza dai blocchi
19/03/2012
1. Gare Olimpiche - Organizzazione FIDAL - Prerequisiti Atletica Leggera
12/03/2012
PROGRAMMA LEZIONI TEORICHE
Tesio:
Manuale dellistruttore
di Atletica Leggera
A.A. V.V., F.I.D.A.L.
http://ecommerce.fidalservizi.it/index.php?manufacturers_id=10
Sito fidal.it >>Atletica SHOP
6
Per approfondimenti:
Rivista ufficiale della FIDAL
atleticaStudi
Consultabile nella biblioteca
di Scienze Motorie
Sa|tare
Lanc|are
Correre
Introduz|one o||'At|et|co Leggero
7
A1LL1ICA LLGGLkA
Le spec|a||t "C||mp|che"
CCkSL SAL1I LANCI MAkCIA
kCVL
MUL1ILL
IANL CS1ACCLI
100 100 (I) A|to D|sco 20 km Decath|on(M)
200 110 (M) Asta G|ave||otto S0 km (M)
100-L--A-400
110h-D-As-G-
1S00
400 400 Lungo Marte||o
800 3000 St 1r|p|o eso
1.S00 neptath|on(I)
S.000
100h-A--200
L-G-800
10.000
Maratona
(42,19S km)
4 x 100
4 x 400
A1LL1ICA LLGGLkA
A|tre att|v|t NCN C||mp|che r|conosc|ute
Introduz|one o||'At|et|co Leggero
8
A1LL1ICA LLGGLkA
Le Categor|e Iedera|| deg|| At|et|
Introduz|one o||'At|et|co Legge
A1LL1ICA LLGGLkA
G|| Crgan| Ist|tuz|ona|| e |e I|gure r|conosc|ute
Introduz|one o||'At|et|co Legge
9
A1LL1ICA LLGGLkA
Le ua||f|che 1LCNICnL
Introduz|one o||'At|et|co Leggero
Introduz|one o||'At|et|co Leggero
A1LL1ICA LLGGLkA
La IS1A
Giavellotto
Martello / Disco
Lungo / Triplo
Asta
Peso
Alto
Partenza
110Hs
Partenza
100m.
ARRIVO
Fossa
Siepi
Partenza 200m.
Partenza 400m.
Partenza 1500m.
10
Introduz|one o||'At|et|co Leggero
A1LL1ICA LLGGLkA
G|| A11kL22I per |e CCkSL
Introduz|one o||'At|et|co Leggero
A1LL1ICA LLGGLkA
G|| A11kL22I per | SAL1I
11
Introduz|one o||'At|et|co Leggero
A1LL1ICA LLGGLkA
G|| A11kL22I per | LANCI
Introduz|one o||'At|et|co Leggero
A1LL1ICA LLGGLkA
G|| S1kUMLN1I de| 1ecn|co
Cronometro
Decametro
Card|ofrequenz|metro
Ioto]V|deocamera
..
12
Introduz|one o||'At|et|co Leggero
Cenfro 5fud| & k|cerche
A1LL1ICA LLGGLkA
Le SCAkL
da 1ra|n|ng
Spec|a||st|che
Introduz|one o||'At|et|co Leggero
Cenfro 5fud| & k|cerche
A1LL1ICA LLGGLkA
G|| A11kL22I per g|| Lserc|z| e per | G|och|
- Cerch|
- Con|
- Iun|ce||e
- L|ast|c|
- edane
- Scato|on|
- anche
- a||e (dl dlverse dlmenslonl e pesl)
- Cver ] Cstaco||
- 8acchette
- 8aston|
- Vortex
- ..
13
Organizzazione Sportiva
Atletica Leggera
UNIVERSIT DEGLI STUDI DI URBINO Cav!o Bo
FACOLTA` di SCIENZE MOTORIE
LAUREA TRIENNALE in SCIENZE MOTORIE, SPORTIVE c dc!!a SALUTE
Prof.ssa M. Gabriella. TRISOLINO
TEORIA TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT INDIVIDUALI
MODULO: ATLETICA LEGGERA
Ind|ce argoment|
La Fedeiazione Iialiana di Aileiica Leggeia
La IAAF e gli aliii oiganismi inieinazionali ed
Olimpici
Lo Siaiuio Fedeiale
Il Regolamenio dei Tecnici
L'oiganizzazione iecnica
L'aiiiviia agonisiica
Le aiiiviia iecnicle
L'aiiiviia di foimazione
14
I. I. D. A. L
Oiganizzazione il cui scopo e piomuoveie, oiganizzaie,
disciplinaie e diffondeie la piaiica dell'aileiica leggeia
Una iealia complessa, composia da una siiuiiuia ceniiale e
siiuiiuie peiifeiicle a caiaiieie Regionale e Piovinciale deiie
Comiiaii ..
..ma ancoi piima la fedeiazione c !a somma dc!!c vca!ta
associazionistichc piesenii sul ieiiiioiio.
E' goveinaia da un sisiema eleiiivo
Il suo funzionamenio e deiiaio dallo siaiuio fedeiale e dai
iegolamenii
IIDAL - | settor|...
..iealia complessa, ma quanio?
Attivita (vcgo!amcnti c ca!cndavi)
Ovganizzazionc (maniIcstazioni)
Tcsscvamcnto (aIIi!iazioni c tcsscvamcnti)
Impianti (ccnsimcnto cd omo!ogazionc)
Mcdico (tutc!a sanitavia c antidoping)
Attivita Tccnichc (naziona!i c tcvvitovia!i)
15
lluAL - l ruoll...
tanti vuo!i, tva i pvincipa!i..
Diriqenti
GiuJici
Atleti
Tecnc
IIDAL - |e strutture...
tantc stvuttuvc..
Fidal Nazionale
Comiiaii Regionali
Comiiaii Piovinciali
Associazioni
16
IIDAL - | d|r|gent|, ch| e dove...
Presloente, Conslgllo e olrlgentl soclall Associazioni
Presloente e Conslgllo Provlnclale Comiiaii Piovinciali
Presloente, Conslgllo ol Presloenza e
Conslgllo Reglonale
Comiiaii Regionali
Presloente, Glunta e Conslgllo Feoerale
Fidal Nazionale
Drqen Sruure
IIDAL - | g|ud|c|, ch| e dove...
Associazioni
Fiduciaiio Piovinciale GGG Comiiaii Piovinciali
Fiduciaiio e Giunia Regionale GGG Comiiaii Regionali
Giunia Nazionale GGG Fidal Nazionale
GuJc Sruure
17
IIDAL - | tecn|c|, ch| e dove...
Diieiioie Tecnico e Tccnici Socia!i Associazioni
Fiduciaiio Tecnico Piovinciale Comiiaii Piovinciali
Fiduciaiio e Siiuiiuia Tecnica Regionale Comiiaii Regionali
CT e Struttura Tecnlca Nazlonale Fidal Nazionale
Tecnc Sruure
CkGANI22A2ICNI IN1LkNA2ICNALI
18
ORGANlZZAZlONl lNTERNAZlONALl
e OLlMPlCHE
lAAF ~ lnternationaI Association of AthIetic
Federations
EAA ~ European AthIetic Association
WMA ~ WorId Master Association
WADA ~ WorId Anti Doping Agency
Organizzazioni oIinpiche:
CONl e ClO
ORGANlZZAZlONl lNTERNAZlONALl
e OLlMPlCHE
La Fida! c aIIi!iata a!!a I.A.A.F.
.. nc vcngono vcccpiti cd acccttati !o statuto cd i
vcgo!amcnti
.. !a Fida! c viconosciuta qua!c unica vappvcscntantc pcv
!'Ita!ia pcv !o svo!gimcnto di maniIcstazioni di at!ctica
!cggcva
La Fida! adcviscc incondizionatamcntc a! vcgo!amcnto
antidoping dc! C.O.N.I.
Pcvscguc i suoi obicttivi c discip!ina !a sua attivita in
avmonia con g!i indivizzi stabi!iti da!!c ovganizzazioni
intcvnaziona!i cd o!impichc I.A.A.F., C.I.O. c C.O.N.I.
19
LC S1A1U1C ILDLkALL
LC S1A1U1C ILDLkALL
Lo statuto Icdcva!c c i! documcnto chc dcscvivc
comc !a Icdcvazionc c stvuttuvata
.. comc !c associazioni nc possono Iav pavtc
.. comc vcngono c!ctti g!i ovgani vappvcscntativi
sia ccntva!i chc pcviIcvici (pvcsidcnti, consig!i)
.. qua!i sono i divitti c dovcvc dci tcsscvati]aIIi!iati
.. istituiscc c vcgo!a g!i ovgani di giustizia Icdcva!c
20
Pei l'aiiuazione delle noime conienuie lo siaiuio pievede
cle vengano emanaii specifici iegolamenii. Tia quelli piu
inieiessanii pei il iecnico possiamo individuaie:
I! Rcgo!amcnto dci Tccnici
I! Rcgo!amcnto dc!!c ManiIcstazioni
I! Rcgo!amcnto Tccnico Intcvnaziona!c (cmanato
da!!a IAAF c vcccpito da!!a FIDAL
LC S1A1U1C ILDLkALL
IL kLGCLAMLN1C DLI 1LCNICI
21
IL kLGCLAMLN1C DLI 1LCNICI
Definisce iI ruoIo deI tecnico
.. Le quaIifiche/IiveIIi
.. L'avanzanento di IiveIIo
.. lI sistena dei crediti fornativi
lL 8LCCLAMLn1C uLl 1LCnlCl
lI Tecnico
Si occupa della piepaiazione e della specializzazione
degli aileii pei il miglioiamenio del paiiimonio aileiico
nazionale nel iispeiio e nella salvaguaidia della saluie
fisica, dei valoii eiici e delle noime in pioposiio
emanaie dal Coni e dalla FIDAL.
Opcva sccondo !a qua!iIica conscguita cd i! vc!ativo
!ivc!!o covvispondcntc di compctcnzc.
I tccnici, qua!iIicati in !ivc!!i c vuo!i, opcvano in
ambito socia!c c Icdcva!c
22
IL kLGCLAMLN1C DLI 1LCNICI
I !ivc!!i
Isiiuiioie I livello
Allenaioie II livello
Allenaioie Specialisia III livello
L'istvuttovc c i! !ivc!!o inizia!c pcv i tccnici di at!ctica !cggcva.
Conducc attivita di a!!cnamcnto c di inscgnamcnto dc!!c basi
dc! gcsto at!ctico ag!i at!cti di ogni catcgovia Icdcva!c nc!!c Iasi
di avviamcnto a!!a pvatica dc!!'at!ctica !cggcva.
Opcva pvcva!cntcmcntc con i giovani pvincipianti, vicntvanti
nc!!c catcgovic csovdicnti, vagazzi cadctti c a!!icvi.
Assistc g!i at!cti duvantc !c gavc c gavantiscc i! vispctto dc!!c
condizioni massima sicuvczza.
E' assistito da!!a supcvvisionc di un tccnico ollenoore.
Si dcdica a!!'inscgnamcnto spovtivo in ambito pvomoziona!c c
sco!astico.
Isiiuiioie I livello
23
L'Allenaioie conduce e piogeiia l'aiiiviia di allenamenio
di aileii di ogni fascia di eia, con paiiicolaie iifeiimenio
alla specializzazione giovanile.
Collaboia con ollenoor specols all'ideniificazione
e alla cuia dei ialenii.
Assisie gli aileii duianie le gaie e piende le misuie
necessaiie pei gaianiiie la sicuiezza degli aileii nel
iispeiio di quanio pievisio nei iegolamenii siaiali e
fedeiali ineienii l'aiiiviia spoiiiva.
Allenaioie II livello
L'Allenaioie Specialisia conduce, piogeiia e valuia l'allenamenio di
aileii di ogni fascia di eia e livello, con paiiicolaie iifeiimenio alla
specializzazione giovanile ed all'elevaia qualificazione.
Puo cooidinaie uno o piu isiiuiioii o allenaioii.
Paiiecipa all'ideniificazione e alla cuia dei ialenii con iifeiimenio
pievalenie ad una singola specialiia o giuppo di specialiia.
Assisie gli aileii duianie le gaie e piende le misuie necessaiie pei
gaianiiie la sicuiezza degli aileii.
Segue l'evoluzione delle conoscenze iecnicle e scieniificle.
Collaboia nell'elaboiazione delle siiaiegie della socieia o
dell'oiganizzazione.
Cosiiiuisce infine iiiolo di meiiio ncccssavio pei l'assegnazione di
incaiicli in siiuiiuie fedeiali ieiiiioiiali e nazionali.
Allenaioie Specialisia III livello
24
Corso nazlonale resloenzlale oella ourata ol clrca 2 anni
Presenza ao almeno l'80 oelle lezlonl
Svlluppo tesl speclallstlca e superamento esame tlnale
Corso nazlonale resloenzlale oella ourata ol 5-6 gg
Presenza ao almeno l'80 oelle lezlonl
Superamento esame tlnale
Corso reglonale o provlnclale con clrca 60 ore ol lezlone
Corso asplrante tecnlco 16 ore + tlroclnlo per non laureatl sc. Motorle
Presenza ao almeno l'80 oelle lezlonl
Superamento esame tlnale
T|ROC|N|O CARATTLR|ZZANTL ATLLT|CA Facolta Sc. Motorle Urblno
lL 8LCCLAMLn1C uLl 1LCnlCl
I! pcvcovso Iovmativo
|struttore |
llvello
Allenatore ||
llvello
Tecnlco
speclallsta |||
llvello
lL 8LCCLAMLn1C uLl 1LCnlCl
I! sistcma dci cvcditi Iovmativi
Sisiema pei la ceiiificazione del ieale piocesso di
foimazione coniinua.
Occoiie maiuiaie dei ciediii pei conscvvavc i! !ivc!!o
acquisiio e pcv pavtccipavc ai covsi di passaggio
!ivc!!o.
Si aiiiibuiscono ciediii sulla base di aiiiviia iecnica di
base, coisi di aggioinamenio, foimazione univeisiiaiia,
pubblicazioni ediioiiali iecnicle, aiiiviia di alio
25
lL 8LCCLAMLn1C uLl 1LCnlCl
|n 2 annl
2 creoltl
per conservare ll llvello
3 creoltl per avanzamento
Istruttore Ilivello
Allenatore IIlivello
Tecnico Specialista
IIIlivello
Allenatore IVlivello
europeo
|n 2 annl
3 creoltl per conservare llvello
5 creoltl per avanzamento
|n 3 annl
6 creoltl per conservare llvello
6 creoltl per avanzamento
(|v llv europeo)
Il sistema dei crediti formativi
L'CkGANI22A2ICNL 1LCNICA
26
L'C8CAnlZZAZlCnL 1LCnlCA
Pcv ovganizzazionc tccnica si intcndc:
Quali sono e come sono gesiiie le diveise aiiiviia cle fanno
capo al seiioie iecnico fedeiale (ceniiale e peiifeiico).
Dal punio di visia agonisiico.
Dal punio di visia squisiiamenie iecnico (piepaiazione
aileiica).
Dal punio di visia della foimazione.
L'CkGANI22A2ICNL 1LCNICA
A !ivc!!o naziona!c !c attivita vcngono distintc c gcstitc da
divcvsi soggctti
Attivit Agonistica
Attivit Tecnica
Formazione
Settore Organizzazione e
Regolamenti
Commissario Tecnico e
Struttura Tecnica Nazionale
Centro Studi e Ricerche
27
L'CkGANI22A2ICNL 1LCNICA
A !ivc!!o pcviIcvico
Regionale
Provinciale
Comitato, Fiduciario Tecnico e
Struttura Tecnica Regionale
Comitato e Fiduciario Tecnico
Provinciale
L'A11IVI1A' AGCNIS1ICA
28
L'A11IVI1A' AGCNIS1ICA
Anchc !c maniIcstazioni sono distintc pcv !ivc!!o:
Internazionale
IAAF, EAA, CIO .. altri organismi
Nazionale
Indette ed organizzate da Fidal Nazionale ed altri organismi
(societ, comitati)
Regionale
Indette ed organizzate da Fidal Regionale ed altri organismi
Provinciale
Indette ed organizzate da Fidal Provinciale ed altri organismi
L'A11IVI1A' AGCNIS1ICA
Diveisi iipi di manifesiazioni, le piincipali:
Compono nJvJuol
Compono o squoJre, J soce
Compono o squoJre per roppresenove
Meenq eJ Inconr
Troje o Coppe n crcu J uno o pu monjesozon
29
L'A11IVI1A' AGCNIS1ICA
L'aiiiviia agonisiica a ciascun livello pievede un
calendaiio.
Il calendaiio e ieso pubblico dalla compeienie
oiganizzazione piima dell'inizio del peiiodo agonisiico.
Nei calendaii sono indicaie iipologia, daia, luogo e
nominaiivo dell'oiganizzaioie.
La paiiecipazione alle manifesiazioni puo esseie
condizionaia a paiiicolaii pieiequisiii
Qualcle esempio:
succede per i campionati individuali dal
livello nazionale in su.
Parteclpazlone conolzlonata
oa mlnlmo
Parteclpazlone conolzlonata
a qualltlcazlone preventlva
Parteclpazlone
per convocazlone
Manltestazlonl ol altre
reglonl/provlnce
ad esempio nelle fasi finali
dei campionati di societ.
ad alcune manifestazioni possono partecipare
solo atleti convocati dalle competenti strutture
tecniche (provinciali/regionali/nazionali).
alle manifestazioni regionali e provinciali
possono partecipare solo atleti della stessa
regione/provincia.
LATTIVITA AGONISTICA
30
L'A11IVI1A' AGCNIS1ICA
InIovmazioni spcciIichc su!!c maniIcstazioni, i! vcgo!amcnto
Ognl manltestazlone preveoe la
pubbllcazlone ol un apposlto
regolamento
Il regolamento redatto da chi indice la manifestazione
o da chi la organizza e deve essere approvato
dalla Federazione (in base al livello).
|l regolamento oetlnlsce le norme
ol parteclpazlone
Quali categorie vi possono partecipare, quali societ,
quanti atleti, modalit e prerequisiti.
Detlnlsce le mooallta ol lscrlzlone
alla manltestazlone
Detlnlsce le mooallta ol classltlca
Detlnlsce l crlterl ol premlazlone
Detlnlsce ll programma orarlo
Generalmente le iscrizioni sono preventive ma in
alcuni casi potrebbero essere eseguite direttamente
sul campo di gara.
Criteri di attribuzione punteggi, classifica, composizione
delle graduatorie.
Premiazioni individuali, di squadra.
. generalmente poco attendibile.
LL A11IVI1A' 1LCNICnL
31
LL A11IVI1A' 1LCNICnL
Attivit
squadre
nazionali
Attivit di settore
degli atleti di interesse
nazionale/internazionale
Attivit con gruppi inseriti in progetti speciali
(es Progetto Talento)
Attivit interregionali organizzate dal centro
(Attivit Tecniche Territoriali)
Attivit Interregionali e Regionali organizzate dai Comitati Regionali
Attivit Tecniche Provinciali
Anche per le attivit tecniche
vi distinzione in base al livello
ed alla territorialit
LL A11IVI1A' 1LCNICnL
In cosa consistono !c attivita tccnichc:
Raduni mono e muliidisciplinaii
Paiiecipazione di aileii e]o iecnici su convocazione
Allenamenii collegiali con la guida]supeivisione dei
iecnici fedeiali
Esecuzione di iesi di valuiazione funzionale e veiifica
Inconiii di pianificazione]veiifica della
piogiammazione dell'allenamenio
Inconiii di peifezionamenio iecnico in visia di
manifesiazioni di paiiicolaie iilevanza
32
L'A11IVI1A' DI ICkMA2ICNL
L'A11IVI1A' DI ICkMA2ICNL
Ccntvo Studi c Riccvchc Fida!
Unico punio di iifeiimenio nazionale pei le aiiiviia di
iipo foimaiivo ed infoimaiivo.
Cuia diieiiamenie la pubblicazione ediioiiale di
conienuii a caiaiieie iecnico scieniifico iiseivaie ai
iesseiaii.
Rivisia Aileiica Siudi.
Tesii pei la didaiiica delle vaiie discipline (Manuale
dell'Isiiuiioie, Manuale dell'Allenaioie eic..).
33
L'A11IVI1A' DI ICkMA2ICNL
Cooidinamenio delle aiiiviia di foimazione dei iecnici
su iuiio il ieiiiioiio nazionale
Oiganizzazione dei coisi di Allenaioie di II livello ed
Allenaioie Specialisia di III livello
Riconoscimenio dei ciediii ai seminaii]convegni di
caiaiieie nazionale, iegionale e piovinciale
CA1LGCkIL A11IVI1A' kCMC2ICNALL 2012
Gli Esoidienii sono suddivisi in iie fasce d'eia secondo il seguenie sclema:
Esovdicnti C 6-y anni (naii negli anni :oo6-:oo)
Esovdicnti B S-q anni (naii negli anni :oo(-:oo)
Esovdicnti A io-ii anni (naii negli anni :oo:-:ooi)
CADETTI M/F
(14-15 anni)
RAGAZZl M/F
(12-13 anni)
E5ORDlENTl M/F
(6-11 anni)
Ragazzi naii negli anni :ooo- iqqq
Cadctti naii negli anni iqqS - iqqy
34
CA1LGCkIL A11IVI1A' ASSCLU1A 2012
A!!icvi 6-y anni (naii negli anni iqq6-iqq)
PROMESSE M/F
(20-22 anni)
jUNlORE5 M/F
(18-19 anni)
ALLlEVl M/F
(16-17 anni)
Juniovcs naii negli anni iqq(- iqq
Pvomcssc naii negli anni iqq: - iqqi -iqqo
SENIORES M/F
(23 anni e oltre)
Scniovcs naii dall'iqSq
CA1LGCkIL A11IVI1A' MAS1Lk 2012
MASTER 45M/F
(45-49 anni)
MA5TER 40 M/F
(40-44 anni)
MA5TER 35 M/F
(35-39 anni)
MASTER 50 M/F
(50-54 anni)
MASTER 55 M/F
(55-59 anni)
MASTER 60 M/F
(60-64 anni)
MASTER 70 M/F
(70-74 anni)
MASTER 65 M/F
(65-69 anni)
MASTER 75 M/F
(75-79 anni)
MASTER 85 M/F
(85-89 anni)
MASTER 80 M/F
(80-84 anni)
MASTER 90 M/F
(90-94 anni)
MASTER 95M/F
(95-99 anni)
35
_:/ / _:/ / _:/ / _:/ / //o:/.o //o:/.o //o:/.o //o:/.o