Sei sulla pagina 1di 17

REGOLAMENTO UFFICIALE

LEGA FANTANCIOLLI
Serie A – Carni & Bontà

Stagione 2009/2010
Fantanciolli è un luogo: è la villa, la classe, la strada sotto casa,
il campetto dove da piccoli ci siamo incontrati, abbiamo giocato,
scherzato, parlato, ci siamo sfottuti… e insieme siamo cresciuti.

Ancor prima che un gioco, Fantanciolli, è un pezzo della nostra


storia, e della tua, personale, storia…della storia che stiamo
scrivendo e che un giorno potrai rileggere, spero sorridendo,
scavando tra i tuoi ricordi, cercando sotto la voce AMICI.

G.C.

2
Libro 1: I PARTECIPANTI

Articolo 1
Possono prendere parte al campionato giocatori che rispondano ai seguenti requisiti:
- Onorabilità;
- Spettabilità;
- Professionalità;
- Onestà;
- Melendugnesità;
- Amanti dei pezzetti di cavallo e dei Turcinieddrhi.

Articolo 2
Sono severamente esclusi le seguenti categorie:
- Fratelli;
- Vegetariani;
- Raffinati;
- Donne.

3
Libro 2: ISCRIZIONE

Articolo 1
Ogni società dovrà versare nella casse dell’erario, nominato a maggioranza in assemblea
plenaria, la somma di 50 € con la seguente modalità di pagamento:

-10 € Prima dell’inizio dell’asta di Agosto;

-10 € Entro e non oltre il 2 Novebre, i fuorisede devono pagarla prima di partire per le
rispettive città ospitanti;

-20 € Entro il 6 Gennaio;

-10 € Entro l’asta di Febbraio, i fuorisede devono pagarla prima di partire per le rispettive città
ospitanti,.

Articolo 2 (D.L. Elia – Tremonti n. 8/09)


Chi non rispetta i termini di scadenza avrà una penalizzazione immediata di 5 punti in
classifica.

4
Libro 3: LE SQUADRE

Articolo 1
Le squadre che formeranno la lega dovranno essere 8. Ogni giocatore deve obbligatoriamente
possedere una ed una sola squadra alla quale dovrà assegnare un significativo nome, che
resterà il medesimo durante tutto l’arco della stagione. In sede di pranzo di lega verrà
compilato il protocollo contenente gli estremi societari.
Inoltre ogni giocatore dovrà comunicare:
- Colori sociali;
- Stadio;
- Impianti di allenamento;
- Sede legale;
- Sponsor tecnico e main sponsor;
- Nome direttore sportivo (d.s.);
- Nome capo/i ultrà;
- Allenatore in seconda;
- Allenatore primavera;
- Addetto stampa;
- Eventuali società gemellate e rivali storiche;
- Albo d’oro in serie minori e nella lega Ufficiale

Comma 1
Sono libere ed accettabilissime ulteriori specificazioni riguardanti staff, strutture e
società in generale.

Comma 2 (D. lgs. Chiavino n.45/07)


Ogni singola squadra potrà essere gestita da più giocatori a patto che la decisione
venga presa ad inizio campionato.

Comma 3 (D.lgs. Chiavino-bis n.125/08)


Nessun giocatore può gestire più di una società.

Comma 4
Sono assolutamente vietate fusioni, cogestioni, congestioni, unioni di fatto, PACS,
matriomoni tra dirigenti di società diverse.

Articolo 2
Le squadre devono essere così composte:
3 portieri;
8 difensori;
8 centrocampisti;
6 attaccanti.
Totale: 25 giocatori

5
Libro 4: ASTA INIZIALE

Articolo 0
La moneta unica per ogni transazione all’interno della Lega è lo NCIOLLI (‘N) pari a 6.78 mezze
pizze all’Eden di Torre dell’Orso. Valore soggetto a variazione, aggiornato al 22 Giugno 2009
(Indice Mibtel della Borsa di Pisignano).

Articolo 1
L’asta iniziale si svolgerà nel pomeriggio del 17 Agosto 2009 come stabilito da accordi
intercorsi tra le società. L’incontro avverrà alle 14.30 presso la tenuta estiva del presidente
Ciccarese.

Articolo 2
Ogni società avrà a disposizione 100 ‘N per allestire la rosa.

Articolo 3 (D.L. Branca n.56/98)


Abrogazione art.2 Libro 3.
Ogni società avrà a disposizione 500 ‘N per allestire la rosa.

Articolo 4 (D.L. PiPì – PizzutoPiluso n.342/02)


Abrogazione art.3 Libro 3.
Ogni società avrà a disposizione 750 ‘N per allestire la rosa.

Articolo 5 (D.L. De Giorgi n.1/08)


Abrogazione art.4 Libro 3.
Ogni società avrà a disposizione 800 ‘N per allestire la rosa.
I 50 ‘N in più “su pe li portieri”.

Articolo 6
Le regole dello svolgimento dell’asta iniziale sono tramandate oralmente da generazioni.

Articolo 7 (D.L. Deriu n. 5/09)


Ogni società deve opzionare in seguito all’asta iniziale uno ed un solo giocatore di qualsiasi
ruolo, il 26esimo. Potrà usufruire delle prestazioni del giocatore in seguito all’asta di
riparazione a Febbraio lasciando al listino un pari ruolo. L’acquisto è conteggiato come un
normale scambio da listino in sede di mercato di riparazione al prezzo di 0’N.

Comma 1 (D.leg. Ciccarese n.7/09)


Il giocatore opzionato, in caso di applicazione dell’art. 4 Libro 6 (legge Zazà) per uno
dei giocatori in rosa del medesimo ruolo, deve obbligatoriamente prendere il posto
dell’infortunato, prescindendo dal valore del listino nelle date prestabilite dalla legge
Zazà. Lo scambio avviene senza transizioni monetarie. Una volta utilizzata l’opzione,
non si possono opzionare ulteriori giocatori svincolati, si possono solo acquistare le
prestazioni di un giocatore opzionato da altre squadre. Lo scambio e la compravendita
di opzioni è permessa per l’intero periodo che va dall’asta iniziale all’asta di riparazione
di Febbraio.

Comma 2 (D.lgs. Candido n.69/09)


Nel caso in cui si verifichi la necessità di ricorrere all’art. 4 Libro 6 (legge Zazà), la
società può scambiare entro i limiti massimi predisposti dallo stesso articolo, il proprio
giocatore opzionato con un altro opzionato di un'altra società. In tale scambio sono
concesse solo transazioni in Nciolli.

Comma 3
Laddove l’opzionato ricadesse nella Zazà questo può essere sostituito nelle date di
mercato o preposte dalla legge con un pari valore (max +3 ‘N).

6
Articolo 8 (D.L. Deriu bis– Marra pro U21 n. 6/09)
Almeno uno dei 25 giocatori in rosa deve avere max 21 anni (classe ’88 in su), secondo i
parametri UE e la 626 Beghelli.

Articolo 9 (D.L. Mastella n.25/09)


Un giocatore acquistato in sede d’asta iniziale già infortunato, non rientra nel decreto Zazà.

Articolo 10
La sessione di mercato, in seguito all’asta, prosegue solo e soltanto con scambi, a titolo
definitivo o di prestiti, tra le società. Non si possono scambiare giocatori con il listino. Con
l’asta si chiude tale possibilità fino alla prima finestra di mercato.

Articolo 11 (D.L. n.29/09 – Legge Gnomo - Omnes contra Deriu)


Abrogazione dell’Articolo 8 Libro 4. Deriu-Marra pro U21.

7
Libro 5: I PREMI

Articolo 1
I premi in denaro riguardano soltanto il campionato Serie A Carni&Bontà:
1° classificato: 130 €
2° classificato: 110 €
3° classificato: 90 €
4° classificato: 70 €

Articolo 2
I premi simbolici sono assegnati come segue:
CAMPIONATO SERIE A CARNI&BONTA’
Capocannoniere:Premio Alvaro
Miglior portiere:Targa Marco Papara
Miglior difensore:Premio Vizzi
Miglior centrocampista:Premio Pellè
Miglior attaccante:Premio Piluso
Miglior straniero:Premio Geppetto
Miglior giocatore:Premio Gallina
Premio "Panchina della chiazza"
Premio FairPlay "Bar Aurora"
Premio "Luca Gnomo, stampa e pubbliche relazioni"
Premio "Bavosa, Eterno secondo"
Premio "Maglione alla Eugenio Fascetti, allenatore rivelazione dell'anno"
2° Memorial "Pippi 'mpilì, allenatore più contestato dalla piazza"
Premio "Oratorio Don Orione, allenatore della squadra più giovane"
Premio "Igino Sabato, giocatore più cattivo"
Premio "Antonio Rubino, giocatore meteora"
Premio "Pino Elvis, peggior capigliatura"
Premio "Paninu cu li pezzetti a Mc'Ntoni, giocatore inutile"
Premio "Enzo Occia, giocatore pazzo"
Premio "Zizzi, peggior difensore"
Premio “Enzo Marra, peggior allenatore”

‘MPASCIO’S LEAGUE
I premi sono indicati nel Libro 10: ‘MPASCIO’S LEAGUE

COPPA WUELLA
I premi sono indicati nel Libro 11: COPPA WUELLA

8
Libro 6: IL CAMPIONATO

Articolo 0
Il campionato inizia con la prima giornata del campionato italiano e lo segue pedissequamente
fino all’ultima, per un totale di 38 giornate.

Articolo 1
In ogni giornata si svolgono 4 partite tra le squadre partecipanti. Ogni squadra deve schierare
undici uomini in campo e sette riserve utilizzando :
1 portiere titolare e max 1 portiere di riserva
da 3 a 6 difensori titolari e max 2 di riserva
da 3 a 6 centrocampisti titolari e max 2 di riserva
da 1 a 3 attaccanti titolari e max 2 di riserva

Articolo 2 (D.L. Ciccarese – Pranzo Zaccaria n. 9/09)


Ogni squadra dovrà indicare il capitano ed un vicecapitano prima dell’inizio del campionato, dei
due dovranno obbligatoriamente schierarne uno in ogni partita. Nel conteggio del voto sarà
calcolato un bonus +1 al capitano che prenderà un voto (voto pagella, esclusi eventuali altri
malus e bonus) superiore a 7, un malus -1 a quello che prenderà un voto inferiore o uguale a
5. Non verrà assegnato nulla al capitano che prende un voto compreso tra 5,5 e 6,5. Qualora il
capitano non dovesse giocare subentra il vice, qualora il vice non dovesse giocare non si ha
diritto a nessun bonus o malus. E’ ammessa tale mancanza solo nel caso di infortunio e/o
squalifica di entrambi i giocatori.

Articolo 3
Vince l’incontro la squadra che totalizza un punteggio superiore di 3 pt rispetto al punteggio
avversario. Il pareggio avviene quando la differenza punti e minore o uguale a 3 punti.
Alla vittoria vengono assegnati 3 punti, al pareggio 1, alla sconfitta 0.

Articolo 4 (D.L. Zampagna – Zalayeta n.207/08)


Noto come legge Zazà o legge stampella, interviene in soccorso delle squadre che per i
seguenti motivi sono costrette a privarsi provvisoriamente o definitivamente di un giocatore:
- Infortunio o squalifica di un giocatore superiore a 2 mesi.
- Giocatore messo fuori squadra
- Giocatore che lascia la Serie A
- Indigestione di polpette di carne di maiale

Comma 1 (D.lgs. Anti Thiago Motta n.11/09)


Si può cambiare un giocatore del quale la società abbia comunicato ufficialmente il
periodo di degenza, la cessione ad altra serie o l’esclusione dalla squadra, nelle date
stabilite e riportate di seguito. In tali giornate avverranno gli scambi dal listino dei
giocatori ricadenti in tale decreto e le eventuali aste per accaparrarsi le prestazioni di un
giocatore conteso.
Le date sono:
Venerdì 23 Ottobre 2009
Venerdì 27 Novebre 2009
Lunedì 4 Gennaio 2010
Venerdì 26 Febbraio 2010
Venerdì 19 Marzo 2010

Comma 2
Il giocatore acquistato non può avere un valore superiore a 3 ‘N rispetto al valore del
giocatore lasciato per la legge Zazà.

9
Comma 4
Qualora il giocatore, ricadente in tale articolo, fosse dello stesso ruolo del giocatore
opzionato, si deve obbligatoriamente sostituire con quest ultimo nella prima data utile
prevista dalla legge Zazà. Laddove la situazione avvenisse tra la 1° e la 3° giornata e
tra il 4 gennaio e la sessione di mercato di febbraio, il giocatore opzionato deve essere
preso nella prima data utile di mercato, considerandolo come 1 dei 5 cambi previsti, al
costo di 0 N’. Guadagnando di fatto la differenza di prezzo del giocatore lasciato per la
Zazà.

Articolo 5 (D.L. Deriu “Pro domo sua” n. 69/09)

La classifica a fine campionato stabilisce la corresponsione dei premi e delle more.


Di seguito è riportata la classifica e il rispettivo bonus o malus, eccezion fatta per il premio in
denaro riportato nell’Art.1, Libro 5.

1° classificato – Scudetto (Piatto Nciolly di “Oru Mato” 3k) – Qualificazione Mpascio’s


League (Fittizia) – Accesso alla finale di Supercoppa Kiros.

2° classificato – Qualificazione Mpascio’s League (Fittizia)

3° classificato – Qualificazione Preliminari di Coppa (Fittizia)

4° classificato – Qualificazione Preliminari di Coppa (Fittizia)

5° classificato – Qualificazione Preliminari di Coppa (Fittizia)

6° classificato – Qualificazione Preliminari di Coppa (Fittizia)

7° classificato – Retrocessione ( Penalizzazione 10 €) – Qualificazione Wuella (Fittizia)

8° classificato – Retrocessione ( Penalizzazione 20 €) – Qualificazione Wuella (Fittizia)

Comma 1
Le penalizzazioni devono essere corrisposte all’erario prima del Pranzo di Lega
2010/2011 al fine di permettere alla lega l’acquisto dei premi, delle targhe e delle
pergamene commemorative. In caso di mancato pagamento della mora la società si
considera retrocessa e l’allenatore verrà allontanato dalla Lega.

Articolo 6
Sono previste nell’arco dell’intero campionato due sessioni di mercato.
La prima dopo 7 giornate (Libro 7), la seconda in seguito alla chiusura del calciomercato
italiano a Febbraio (Libro 8).

10
LIBRO 7: MERCATO DI RIPARAZIONE DI SETTEMBRE

Aricolo1
La prima occasione per effettuare cambi in rosa, mediante scambi con avversari e con il listino,
è tra la 3° e l’4° giornata di campionato, ovvero tra il 13 e il 20 settembre.

Comma 1
La sessione di mercato inizia ufficialmente il lunedì successivo alla partita della 3°
giornata e termina il venerdì prima della 4° giornata.

Articolo 2
Durante la sessione di mercato è possibile effettuare tutti gli scambi desiderati con gli
avversari. Negli scambi sono ammesse solo transizioni di Nciolli.

Comma 1 (D.Lgs. Ciccarese - Elia n.78/08)


E’ concesso effettuare scambi di prestiti di uno o più giocatori con un avversario. Il
periodo di prestito vale fino all’asta di riparazione di Febbraio. Le società possono in
qualsiasi momento, entro l’asta di Febbraio intavolare trattative per il diritto di riscatto
del cartellino del giocatore. Nel prestito sono ammesse solo transizioni di Nciolli.

Articolo 3
In una giornata preposta, la cui data è scelta sulla base degli impegni dei componenti, eccezion
fatta sempre Deriu, i cui impegni sono ritenuti di secondaria importanza, si svolgerà l’asta di
riparazione via internet.

Comma 1
Si devono comunicare obbligatoriamente prima dell’inizio dell’asta i giocatori da
lasciare, per un massimo di 5 di cui massimo 2 per ruolo.
La comunicazione deve essere così articolata:
- Nome squadra/Nciolli restanti dall’asta iniziale
- Nome giocatore 1/ Prezzo
- …
- Nome giocatore 5/Prezzo
- Nciolli Totali a disposizione

Comma 2
Nel caso in cui si debba procedere alla sostituzione di un giocatore Zazà con l’opzionato
questo vale come 1 cambio del valore 0 N’.

Comma 3
Non si può sostituire il giocatore opzionato con altro da listino.

Comma 4
L’asta procede secondo il metodo tramandato per e-mail da generazioni.

Articolo 4 (D.L. Mastella n.25/09)


Un giocatore acquistato in sede d’asta di ottobre già infortunato, non rientra nel decreto Zazà.

Articolo 5 (D.L. Montinaro n.67/09)


I giocatori che hanno cambiato squadra, siano essi stati acquistati dal listino o da altre società,
possono giocare dalla prima partita dopo la chiusura di tale sessione di mercato, ovvero la 4°.

11
LIBRO 8: IL MERCATO DI FEBBRAIO

Aricolo1
L’ultima occasione per effettuare dei cambi in rosa, mediante scambi con avversari e con il
listino, avviene nella settimana di chiusura del calciomercato per il campionato Italiano.

Comma 1
La sessione di mercato inizia ufficialmente il lunedì successivo alla partita della giornata
seguente la data di chiusura del calciomercato italiano e termina il venerdì.

Articolo 2
Durante la sessione di mercato è possibile effettuare tutti gli scambi desiderati con gli
avversari. Negli scambi sono ammesse solo transizioni di Nciolli.

Articolo 3
In una giornata preposta, la cui data è scelta sulla base degli impegni dei componenti, eccezion
fatta, ricordiamo, per Deriu, si svolgerà l’asta di riparazione via internet.

Comma 1
Si devono comunicare obbligatoriamente prima dell’inizio dell’asta i giocatori da
lasciare, per un massimo di 5 di cui massimo 2 per ruolo.
La comunicazione deve essere così articolata:
- Nome squadra/Nciolli restanti dall’asta iniziale
- Nome giocatore 1/ Prezzo
- …
- Nome giocatore 5/Prezzo
- Nciolli Totali a disposizione

Comma 2
I giocatori che in tale finestra di mercato, sono in condizioni da rientrare nel decreto
Zazà, possono essere scambiati da listino, costituendo di fatto una priorità.
Nel caso si tratti di un giocatore del medesimo ruolo dell’opzionato si procede alla
sostituzione con quest’ultimo, come da regolamento.

Comma 3
Qualora si volesse usufruire del giocatore opzionato questo può essere ufficializzato
scambiandolo con un pari ruolo. Lo scambio rientra tra i 5 totali a disposizione e si
assume come valore del giocatore opzionato 0’N.

Comma 4
L’asta procede secondo il metodo tramandato per e-mail da generazioni.

Comma 5
Laddove il giocatore opzionato non fosse scelto per passare alla prima squadra resta
comunque a disposizione per eventuale applicazione del decreto Zazà per il resto del
campionato.

Comma 6
Non si può sostituire il giocatore opzionato con altro da listino.

Articolo 4 (D.L. Mastella n.25/09)


Un giocatore acquistato in sede d’asta di novembre già infortunato, non rientra nel decreto
Zazà.
Articolo 5 (D.L. Montinaro n.68/09)
I giocatori che hanno cambiato squadra, siano essi stati acquistati dal listino o da altre società,
possono giocare dalla prima partita dopo la chiusura di tale sessione di mercato.

12
LIBRO 9: I PRELIMINARI DI COPPA

Articolo 1
Le coppe si svolgono nella prima parte del campionato contemporaneamente allo svolgimento
del campionato FNC, la durata complessiva della competizione è 5 giornate, il giorno delle
finale coincide con l’ultima partita prima della sessione di mercato di Febbraio. Le giornate
corrispondono alla 4°, 8°, 12°, 16°, 22°.

Articolo 2
Prendono parte ai preliminari tutte le squadre del Campionato FNC.

Articolo 3
Le squadre vengono sorteggiate al fine di compilare il tabellone delle partite di preliminare.

Articolo 4
Ogni squadra prima dell’inizio della fase preliminare può convocare un massimo di 20 giocatori
a scelta che parteciperanno a questa fase.
Comma 1
In caso di ricorso all’art. 4 Libro 6 (Legge Zazà) per uno dei giocatori non convocati, il
nuovo acquisto non può essere aggregato alla rosa di coppa. Nel caso in cui si debba
ricorrere all’uso dello stesso articolo per un giocatore convocato, il nuovo prenderà il
suo posto.

Articolo 5
La fase preliminare dura 2 giornate (4° giornata – 8° giornata), una partita di andata ed una di
ritorno. Vince chi nelle due partite totalizza la somma punti maggiore. Le prime quattro
vincenti avranno accesso alla Mpascio’s League, le perdenti andranno in Coppa Wuella.

Comma 1
Nel caso in cui si verifichi somma punti uguale tra due o più società si considerano
nell’ordine: Maggior numero di gol fatti nelle 2 gg – Minor numero di gol subiti nelle 2
gg– Media voto Capitano nelle 2 gg – Media voto difesa nelle 2 gg – Sorteggio.

13
LIBRO 10: MPASCIO’S LEAGUE

Articolo 1
Prendono parte alla competizione le 4 squadre vincitrici nella fase preliminare.
Tra le 4 squadre è stabilita una gerarchia in base alla somma punti ottenuta nella fase
preliminare. In caso di somma punti uguale si procede applicando il Comma 1, Art.5, Libro 9.

Articolo 2
La competizione dura 3 giornate e si divide in due giornate di semifinali (andata e ritorno) ed
una giornata per le finali per il 1° e 3° posto. Tale coppa si svolge in concomitanza con la
Wuella.

Articolo 3
Nelle 3 giornate si svolgeranno le seguenti partite:
Semifinale Andata (giornata 12a)
P1 1° - 4°
P2 2° – 3°
Semifinale Ritorno (giornata 16a)
P1 4° - 1°
P2 3° - 2°
Finale (giornata 22a)
Vincitore P1 – Vincitore P2 (1° posto)
Sconfitto P1 – Sconfitto P2 (3° posto)

Articolo 4
La vittoria in semifinale è data dalla somma punti ottenuta nelle due giornate, la vittoria in
finale da chi ha totalizzato il punteggio migliore.

Comma 1
Nel caso in cui si verifichino punteggi uguali in semifinale tra le squadre si considerano
nell’ordine: Maggior numero di gol fatti (A+R) – Minor numero di gol subiti (A+R) –
Media voto Capitano (A+R) – Media voto difesa (A+R) – Sorteggio.

Comma 2
Nel caso in cui si verifichino punteggi uguali in finale tra le squadre si considerano
nell’ordine: Maggior numero di gol fatti – Minor numero di gol subiti – Media voto
Capitano – Media voto difesa – Sorteggio.

Articolo 5
I premi sono assegnati come segue:
1° classificato: 140 ‘N - Coppa Mpascio’s League - Accesso alla finale di Supercoppa Kiros
2° classificato: 110 ‘N
3° classificato: 95 ‘N
4° classificato: 80 ‘N

Articolo 6 (D.L. Montinaro – Ciccarese n.70/09)


Tutte le squadre entro il giorno che precede la prima giornata del torneo devono
obbligatoriamente consegnare la lista dei convocati, che dovrà essere la stessa consegnata per
la fase preliminare, con un massimo di 5 sostituzioni.

14
LIBRO 11: COPPA WUELLA

Articolo 1
Prendono parte alla competizione le 4 squadre sconfitte nella fase preliminare.
Tra le 4 squadre è stabilita una gerarchia in base alla somma punti ottenuta nella fase
preliminare. In caso di somma punti uguale si procede applicando il Comma 1, Art.5, Libro 9.

Articolo 2
La competizione dura 3 giornate e si divide in due giornate di semifinali (andata e ritorno) ed
una giornata per le finali per il 1° e 3° posto. Tale coppa si svolge in concomitanza con la
Mpascio’s.

Articolo 3
Nelle 3 giornate si svolgeranno le seguenti partite:
Semifinale Andata (giornata 12a)
P1 1° - 4°
P2 2° – 3°
Semifinale Ritorno (giornata 16a)
P1 4° - 1°
P2 3° - 2°
Finale (giornata 22a)
Vincitore P1 – Vincitore P2 (1° posto)
Sconfitto P1 – Sconfitto P2 (3° posto)

Articolo 4
La vittoria in semifinale è data dalla somma punti ottenuta nelle due giornate, la vittoria in
finale da chi ha totalizzato il punteggio migliore.

Comma 1
Nel caso in cui si verifichino punteggi uguali in semifinale tra le squadre si considerano
nell’ordine: Maggior numero di gol fatti (A+R) – Minor numero di gol subiti (A+R) –
Media voto Capitano (A+R) – Media voto difesa (A+R) – Sorteggio.

Comma 2
Nel caso in cui si verifichino punteggi uguali in finale tra le squadre si considerano
nell’ordine: Maggior numero di gol fatti – Minor numero di gol subiti – Media voto
Capitano – Media voto difesa – Sorteggio.

Articolo 5
I premi sono assegnati come segue:
1° classificato: 70 ‘N - Coppa Wuella – Possibile accesso alla finale di Supercoppa Kiros (Art1,
L.12)
2° classificato: 40 ‘N
3° classificato: 25 ‘N
4° classificato: 10 ‘N

Articolo 6 (D.L. Montinaro – Ciccarese n.71/09)


Tutte le squadre entro il giorno che precede la prima giornata del torneo devono
obbligatoriamente consegnare la lista dei convocati, che dovrà essere la stessa consegnata per
la fase preliminare, con un massimo di 5 sostituzioni.

15
LIBRO 12: SUPERCOPPA KIROS

Articolo 1
Prendono parte alla competizione le 2 squadre che nella stagione precedente hanno vinto
Campionato e Mpascio’s League. Nel caso in cui la squadra coincida, prende parte alla
competizione la vincitrice di Campionato e Mpascio’s e la vincitrice della Wuella.

Articolo 2
La competizione dura 1 giornata e si svolge parallelamente alla prima giornata del campionato
2009/2010.

Articolo 3
La partita di Supercoppa Kiros influenza il sorteggio della prima giornata di campionato. Le
squadre che partecipano alla Supercoppa Kiros non possono scontrarsi anche in campionato
nella prima giornata.

Articolo 4
Il vincitore della Supercoppa vince solo il trofeo da aggiungere al proprio palmares.

16
LIBRO 13: GLI ORGANI ISTITUZIONALI DEL FANTANCIOLLI

Articolo 1
Presidente della Lega. Nominato annualmente dall’Assemblea Plenaria degli Allenatori in
sede di pranzo di lega. La presidenza ha il compito di promuovere e salvaguardare gli interessi
della Lega Fantanciolli, di esserne il portavoce in Italia e nel Mondo e di fare da garante del
rispetto delle leggi. Possono ricoprire questa carica persone vicine all’ambiente Fantanciolli che
si sono distinte per attaccamento ai valori della lega. Il presidente deve essere esperto
conoscitore delle problematiche inerenti il Fantanciolli. La carica è attualmente ricoperta dal
Dott. Marco Antonio Santo.

Articolo 2
Vicepresidente della Lega. Nominato annualmente dall’Assemblea Plenaria degli Allenatori in
sede di pranzo di lega. La vicepresidenza sostituisce il Presidente e collabora con egli allo
svolgimento degli oneri. La carica è attualmente ricoperta dal Dott. Alberto Santoro.

Articolo 3
Camerlengo della Lega. E’ una figura che ha guadagnato sul campo la stima e la fiducia
dell’Assemblea Plenaria degli Allenatori, del Presidente e del Vicepresidente. Non ha alcun
onere ma semplicemente rappresenta lo spirito del Fantanciolli; inoltre ricopre il ruolo di
fornitore ufficiale di pezzetti di cavallo. La carica, honoris causa, è ricoperta da Andrea
Durante, detto Cucinuma Lu Ndreu.

Articolo 4
Segretario della Lega. E’ una figura che ha guadagnato sul campo la stima e la fiducia
dell’Assemblea Plenaria degli Allenatori, del Presidente e del Vicepresidente dando
dimostrazione di sincero e disinteressato attaccamento alla lega e ai suoi principi ispiratori, di
spiccato senso dell’umorismo, fervida partecipazione e encomiabile interessamento al
Fantanciolli. La carica, honoris causa, è ricoperta da Giovanni De Carlo, detto Chiavino.

Articolo 5
Assemblea Plenaria degli Allenatori. Organo composto dai soli allenatori partecipanti al
campionato. Ha il diritto-dovere di promuovere, accogliere, valutare, respingere e votare le
proposte fatte dai suoi colleghi circa decisioni su nuovi punti del regolamento o modificazione
dei vecchi. Tali proposte sono messe a maggioranza e nel caso di parità saranno la diplomazia
e i principi ispiratori a trovare la giusta mediazione tra le parti.

Articolo 6
Corte di Giustizia del Fantanciolli. Organo di controllo che ha l’obbligo di decidere di
comportamenti non regolari dei partecipanti. Qualora si verifichi che uno dei partecipanti violi il
regolamento o tenti di divincolarsene per scopi personali, rischiando di creare precedenti e
instabilità nella Lega, uno o più partecipanti possono richiedere l’intervento della Corte di
Giustizia. La Corte di Giustizia ha il potere di decidere la linea da intraprendere, eventuali
modifiche al regolamento ed eventuali pene. E’ composta da tutti i presidenti, meno l’imputato,
che decidono a maggioranza. Le pene riguardano multe di Nciolli e penalizzazioni in termini di
punti.

L’Assemblea Plenaria Il Presidente della Lega FNC


Gabriele Candido ……………………………………………… Dott. Marco Antonio Santo
Giulio Ciccarese ……………………………………………… …………………………………………
Francesco De Giorgi ……………………………………………… Il Vicepresidente
Alex Deriu ……………………………………………… Dott. Alberto Santoro
Ferdinando Elia ……………………………………………… …………………………………………
Andrea Montinaro ……………………………………………… Il Camerlengo
Daniele Piconese ……………………………………………… Andrea Durante
Sebastian Stabile ……………………………………………… …………………………………………

17