Sei sulla pagina 1di 14

1

Un piccolo e flessibile strumento per automatizzare la gestione e l'organizzazione di file e cartelle.


Quando hai bisogno di organizzare i file, DropIt in grado di eliminare gran parte della fatica di
cercare e aprire manualmente le cartelle e spostare i file.
possibile configurare DropIt per eseguire 17 azioni diverse su file e cartelle (Sposta, Copia,
Comprimi, Estrai, Rinomina, Elimina, Cifra, Decifra, Apri Con, Carica Online, Invia per Posta, Crea
Elenco, Crea Playlist, Crea Collegamento, Copia negli Appunti, Cambia Propriet e Ignora),
filtrando i file in base a nome, directory, dimensioni, date, propriet, contenuto o espressioni
regolari. anche possibile salvare i set di associazioni in profili e associare un profilo ad ogni cartella
desiderata, per eseguire la scansione delle cartelle monitorate ad un intervallo di tempo definito.
1rasclna un gruppo dl plu flle e carLelle sulllmmaglne dl uroplL e quesLl verranno ordlnaLl nelle
cartelle di destinazione indicate, compressi o estratti, aperti con i programmi associati o processati
con altre azioni definite.
Con il tempo risparmiato potresti andare a fare qualcosa di divertente.




Se questa la prima volta che utilizzi DropIt: Sperimenta. Fai alcune
cartelle con alcuni file usa e getta, crea un paio di associazioni e
trascina i file su DropIt per imparare come funziona.
Prima che te ne accorga, diventer parte della tua routine quotidiana
di gestione dei file.



Questa la Guida ufficiale di DropIt versione 5.2,
realizzata da Lupo73 e ispirata al file di Aiuto di Edith.
2

INDEX

1. Introduzione
1.1. Installazione e Aggiornamento
1.2. Conoscere lInterfaccia
1.3. Utilizzo Base

2. Associazioni
2.1. Gestione Associazioni
2.2. Modifica Associazione

3. Profili
3.1. Personalizza Profili
3.2. Modifica Profilo

4. Opzioni
4.1. Principale
4.2. Monitoraggio
4.3. Archivi e Liste
4.4. Varie

5. Funzioni Aggiuntive
5.1. Istanze Multiple
5.2. Tasti di Scelta Rapida
5.3. Abbreviazioni
5.4. Modificatori Abbreviazioni
5.5. Riga di Comando

3

1. Introduzione

1.1. Installazione e Aggiornamento
DropIt disponibile in due differenti versioni:
Installer (paccheLLo dlnsLallazlone sLandard): per essere lnsLallaLa e lnLegraLa nel slsLema (per
disinstallarla possibile utilizzare il programma di disinstallazione incluso).
Portatile (archivio zip): standalone senza installazione, pu essere utilizzata da unit rimovibili e
non lascia tracce sul computer ospitante (per disinstallarla sufficiente rimuoverne la cartella).

Per essere sicuri di utilizzare sempre la versione pi recente, cliccare Info dal menu principale di
scelta rapida e poi cliccare Cerca Aggiornamenti oppure attivare Cera aggioraeti allavvio di
DropIt dalle Opzioni. Funziona bene sia con la versione Installer che Portatile.

1.2. Conoscere lInterfaccia
Lanclare uroplL.exe" fara apparlre unlmmaglne
sullo schermo, che l'interfaccia principale su cui
si trascinano i file e le cartelle per processarli.
Cliccare il tasto destro del mouse sull'immagine
per visualizzare il menu principale di scelta rapida:
Associazioni, per organizzare le associazioni.
Profili, per selezionare e organizzare i profili.
Lingue, per scegllere la llngua delllnLerfaccla.
Opzioni, per configurare DropIt.
Nascondi, per ridurre a icona DropIt (oppure
fare dopplo cllc sulllnLerfaccla prlnclpale).
Guida, per aprire questa guida in PDF.
lnfo, per le informazioni su DropIt e per fare
lagglornamenLo allulLlma verslone sLablle.
Esci, per chiudere DropIt.

Cuando uroplL e rldoLLo a lcona, e posslblle cllccare con ll LasLo desLro sulllcona nella barra delle
applicazioni per accedere al menu principale di scelta rapida.

1.3. Utilizzo Base
Iniziare ad usare DropIt molto semplice: avvialo e trascina uno o pi file/cartelle sulla sua
immagine per iniziare ad eseguire delle operazioni su di essi.
Se un file trascinato non corrisponde con le associazioni definite, DropIt consente di creare una
nuova associazione con le regole per filtrare i file e le azioni da utilizzare sui file corrispondenti.

DropIt permette di raggruppare le associazioni in diversi profili, per separare ad esempio una serie
di associazioni per il computer in ufficio da un set per la vostra casa. Si pu facilmente cambiare
profilo in uso con la rotellina del mouse, o manualmente da Profili nel menu contestuale principale.

DropIt permette di processare file e cartelle in altri modi: creando delle Cartelle Monitorate da
elaborare periodicamente; trascinando gli elementi direttamente sul file DropIt.exe"; attivando
llnLegrazlone al menu Ivia a dalle Opzioni; inviando i file da riga di comando.
4

2. Associazioni

2.1. Gestione Associazioni
Selezionare Associazioni nel menu
contestuale di DropIt per gestirle.

possibile fare clic sul pulsante
Nuovo per creare un'associazione o
fare doppio clic su una associazione
esistente per modificarla. anche
possibile fare clic con il tasto destro
su un'associazione per modificarla,
copiarla o rimuoverla.

poi possibile cliccare con il destro
su unassoclazlone per duplicarla,
inviarla ad un altro profilo oppure
per rimuoverla del tutto.


2.2. Modifica Associazione
La finestra per la modifica delle associazioni
cos organizzata:
Nome, per dare un nome unico ad ogni
associazione.
Regole, per definire come filtrare i file (i
bottoni sulla destra sono uno gli Esempi di
Regole e lalLro l Filtri Aggiuntivi in base alle
date, alle propriet e al contenuto dei file).
Azione, per scegliere come agire su file e
cartelle.
Destinazione, per definire la destinazione
dei file e delle cartelle (i bottoni sono per
definire la destinazione, per configurarla e
per aggiungere Abbreviazioni).

Nel campo Regole possibile definire regole per rilevare i file o le cartelle desiderati:
Usando il singolo asterisco * per rappresentare zero o pi caratteri nei nomi dei file.
Usando il doppio asterisco ** per rappresentare zero o pi caratteri nei nomi delle cartelle.
eparando plu regole dl unassoclazlone medlanLe l caraLLerl ;" o |" (es. *.[pg,*.png").
Escludendo alcuni file mediante il carattere /" (es. *.[pg/sea*").
Usando il singolo cancelletto # per processare i file che non hanno altre corrispondenze.
Usando il doppio cancelletto ## per processare le cartelle che non hanno altre corrispondenze.
Usando le Espressioni Regolari come regole per le associazioni (nota: necessario selezionare
Considera le regole come Espressioni Regolari nelle Opzioni per poterle usare).


5

Nel campo Azione e posslblle selezlonare lazlone da esegulre su flle/carLelle:
Sposta, per spostare gli elementi nella cartella di destinazione specificata.

Copia, per copiare gli elementi nella cartella di destinazione specificata.

Comprimi, per comprlmere gll elemenLl nellarchlvlo dl desLlnazlone speclflcaLo, scegliendo tra i
formati supportati (ZIP, 7Z, EXE Auto-Estraente).
Estrai, per estrarre gli archivi nella cartella di destinazione specificata (7Z, APM, ARJ, BZIP2, CAB,
CHM, CPIO, DEB, DMG, EXE, FAT, FLV, GZIP, HFS, ISO, JAR, LHA, LZH, LZMA, MBR, MSI, MSLZ,
NFTS, NSIS, ONEPKG, RAR, RPM, SMZIP, SQX, SWF, TAR, UDF, VHD, WIM, XAR, XZ, Z, ZIP).

Rinomina, per rinominare gli elementi con il nuovo nome specificato.
Elimina, per eliminare gli elementi con il metodo specificato: Rimozione Diretta (i file sono
rimossi, ma potrebbero essere ripristinati utilizzando uno strumento di recupero), Cancellazione
Sicura (i file vengono sovrascritti utilizzando il metodo uou 3-pass", per renderli irrecuperabili),
Sposta nel Cestino (i file vengono inviati nel cestino e sono ancora disponibili da l).

Cifra, per creare una copia cifrata degli elementi nella cartella di destinazione.
Decifra, per creare una copia decifrata degli elementi nella cartella di destinazione.

Apri Con, per aprire gli elementi con il programma di destinazione specificato.

Carica Online, per caricare gli elementi su di un server mediante i protocolli FTP o SFTP.

Invia per Posta, per allegare gli elementi ad una mail e inviarli mediante il protocollo SMTP.
Crea Elenco, per creare elenchi di elementi nel file di destinazione, scegliendo tra i formati
supportati (HTML, PDF, XLS, TXT, CSV, XML).

Crea Playlist, per creare playlist di elementi nel file di destinazione, scegliendo tra i formati
supportati (M3U, M3U8, PLS, WPL).

Crea Collegamento, per creare i collegamenti agli elementi nella cartella di destinazione.

Copia negli Appunti, per copiare le informazioni desiderate dei file negli Appunti.

Cambia Propriet, per camblare la daLa, lora e gll aLLrlbuLl agll elemenLl processaLl.

Ignora, per ignorare gli elementi e saltarli durante il processo.

Nel campo Destinazione possibile usare la seguente sintassi:
percorsi assoluti per le cartelle locali (es. C:\Cartella\Sottocartella").
percorsi relativi per le cartelle locali (es. ..\..\Altra Cartella"), relativi a ciascun file caricato.
percorsi UNC per le cartelle condivise (es. \\NomeComputer\CartellaCondivisa\Risorsa").
abbreviazioni (plu lnformazlonl sono dlsponlblll nellultimo capitolo).

6

3. Profili

3.1. Personalizza Profili
Selezionare Profili >> Personalizza nel menu
contestuale di DropIt per gestire i profili.

possibile fare clic sul pulsante Nuovo per
creare un profilo o fare doppio clic su un profilo
esistente per modificarlo. anche possibile fare
clic destro su un profilo e selezionare la voce
Modlflca", uupllca", LsporLa" o Lllmlna".

possibile fare clic sul pulsante Immagini per
aprire una pagina web dove scaricare altre
lmmaglnl per llnLerfaccla prlnclpale.

Infine, dal menu del tasto destro possibile
conflgurare le Cpzlonl" dl clascun profllo per personallzzare l'uso rlspeLLo alle lmposLazloni definite
globalmente.

e lnvece sl fa cllc desLro nella Labella, e anche posslblle creare uno degll Lsempl" dlsponlblll dl
proflll (Archlver, Lraser, LxLracLor) o selezlonare lmporLa" per carlcare l proflll da flle esporLaLl nel
formati INI, CSV, XLS, XLSX (Microsoft Office deve essere installato per importare da XLS o XLSX).


3.2. Modifica Profilo
La finestra per creare e modificare i propri profili
organizzata in 4 campi:
Nome, per dare un nome al profilo.
Immagine, per associare al profllo unlmmaglne.
Dimensioni, per poter personalizzare le dimensioni
delllmmaglne.
Opacit, per definirne il livello di opacit.

possibile selezionare l'immagine personalizzata
facendo clic sul pulsante Cerca o l'icona di anteprima.
Sono supportati i formati PNG, GIF e JPG.
Le immagini di destinazione vengono memorizzate
nella carLella lmmaglnl" nella dlrecLory dl uroplL, dove
vengono forniti diversi esempi di immagini.

7

4. Opzioni

4.1. Principale
Selezionare Opzioni nel menu contestuale di
DropIt per modificare le configurazioni.

Interfaccia:
Mostro /immoqine sempre in primo piono,
per avere DropIt sempre visibile.

8/occo /o positione de//immoqine, per
fissare la posizione di DropIt (in tal caso
premere SHIFT per muoverla ugualmente).

Mostra la finestra di progressione durante
il processo, per avere tale finestra visibile.

Avvia il processo dopo il caricamento, per
non fermare il processo caricati i file.

Mostro /e/enco dei fi/e coricoti di defou/t,
per avere sublLo lelenco del flle vlslblle.

Chiudi la finestra di progressione al
termine del processo, per non tenere aperta
tale finestra terminato il processo.

Esegui un suono al termine del processo,
per avvisare acusticamente al termine.

Processo:
Processa le cartelle come i file, per forzare la creazione di associazioni anche per le cartelle,
anzich scansionarle nel caso non corrispondano ad associazioni esistenti.

Scansiona anche le sottocartelle, per non limitare la scansione alle cartelle principali.

Ignora file/cartelle non associati, per saltare gli elementi sconosciuti e permettere la creazione
di nuove associazioni solo manualmente dalla finestra Associazioni.

Seleziona di default il checkbox delle ambiguit, per avere il checkbox selezionato di default.

Conferma quando vengono caricati grossi file, per chiedere una conferma nel caso vengano
caricati pi di 2 GB di file.

Conferma per le azioni Elimina, per chiedere una conferma nel caso di azioni di rimozione file.

Aspetta la chiusura dei file aperti, per mettere in pausa il processo ad ogni azione Apri Con (utile
se si vuole aprire i file uno alla volta).

Gestione Duplicati:
Utilizza una scelta automatica per i duplicati, per processare direttamente file/cartelle ricevuti
da DropIt senza dover indicare quale operazione eseguire (Sovrascrivi, Rinomina, Salta).


8

4.2. Monitoraggio
In questa sezione possibile configurare il
monitoraggio automatico delle cartelle:
Attiva la scansione delle cartelle
monitorate, per usare questo strumento di
automatizzazione.
Intervallo di tempo in secondi, per
scansionare le cartelle selezionate ad un
definito intervallo di secondi (per ottimizzare
le performance si consiglia di impostare tra i
30 e i 60 secondi).

Dimensioni minime in KB, per scansionare
le cartelle solo quando superano una certa
dimensione.

Mostra la finestra di progressione per le
cartelle monitorate, per mostrare tale finestra
anche quando vengono processate le cartelle
monitorate.

Nella lista successiva possibile gestire le
proprie cartelle monitorate e associarvi un
profilo da applicare a ciascuna.

poi possibile fare clic su Aggiungi o doppio
clic sulla tabella per aggiungere una nuova cartella monitorata e il profilo ad essa associato, usando
la seguente interfaccia.











anche possibile selezionare una cartella aggiunta e fare clic su Modifica per cambiare cartella o
profilo oppure su Rimuovi per smettere di monitorarla. infine possibile attivare/disattivare le
cartelle mediante il checkbox sulla sinistra di ciascuna riga.








9

4.3. Archivi e Liste
Questa sezione contiene alcune impostazioni
delle azioni Comprimi e Crea Elenco.

Compressione:
Livello, per selezionare il grado desiderato
di compressione (da Velocissima a Ultra).

Metodo, per selezlonare lalgorlLmo usaLo
per comprimere file e cartelle.

Crittografia, per selezlonare lalgorlLmo da
usare per la cifratura, se utilizzata.

Password, per definire la password della
cifratura di file e cartelle compressi.

Da notare che i file EXE creati con DropIt sono
archivi autoestraenti mediante il formato 7Z,
che supporLano lesLrazlone auLomaLlca senza
bisogno di programmi di archiviazione.

l preclsa pol che se larchlvlo dl desLlnazlone
esiste gi, DropIt permette di unire i nuovi file
al suo interno anzich sovrascriverlo.

Creazione Elenchi:
Aggiungi i titoli delle colonne agli elenchi, per aggiungere i titoli e mostrare quali parametri
sono elencati.

Crea elenchi HTML ordinabili, per aggiungere un codice JavaScript che permette di ordinare le
colonne quando si fa clic sui titoli della tabella.

Aggiungi filtro agli elenchi HTML, per aggiungere un codice JavaScript che mostra un riquadro
dove poter inserire delle parole per filtrare il contenuto della tabella.

Aggiungi lightbox agli elenchi HTML, per aggiungere un codice JavaScript che apra le immagini
del Llnk AssoluLl e 8elaLlvl ln unanLeprlma sovrapposta.

Da notare che possibile configurare le propriet elencate e i temi HTML in ciascuna associazione.













10

4.4. Varie
In questa sezione sono presenti le impostazioni
di utilizzo ed altre opzioni.

Utilizzo:
4vvio o//ovvio di sistemo, per lanciare DropIt
allavvlo dl Wlndows.

Avvia minimizzato nella barra di sistema, per
lanciare DropIt ridotto a icona.

uso /icono de/ profi/o ne//o borro di sistemo,
per poter individuare il profilo in uso quando
DropIt minimizzato.

Integra ne/ men "lnvio o", per avere un
collegamenLo nel menu dl slsLema lnvla a" per
ciascun profilo di DropIt (la Modalit Portatile
pu essere attivata sulla destra, per rimuovere
llnLegrazlone alla chlusura del programma).

Attiva le istanze multiple, per usare pi
profili contemporaneamente.

cerco oqqiornomenti o//ovvio di uroplt, per
verificare in automatico la presenza di nuove
versioni di DropIt.

Considera le regole come Espressioni Regolari, per supportare le RegExp nel campo Regole (fare
attenzione perch le regole create con la normale sintassi smetteranno di funzionare).

Processare i file in gruppi ordinati per, per decldere lordlne con cul elaborare l gruppl dl flle.
Lelenco del flle carlcaLl per prlma cosa vlene oLLlmlzzaLo ln modo da processare i file in gruppi:
questi vengono ordinati per azione, successivamente per destinazione e infine per un terzo
parameLro deflnlLo dalluLenLe. Questo utile ad esempio per creare una playlist di molti file in
ununlca operazlone e decidere lordlne ln cul l flle verranno lnserlLl.

Sicurezza:
Cifra i profili alla chiusura di DropIt, per conservare i profili in un formato sicuro (la cartella
roflli" viene cifrata quando viene chiuso DropIt e al suo avvio sar richiesta la password).

Log Attivit:
Scrivi file di log, per creare il file Logllle.log" nella directory delle impostazioni e salvare lo
storico degli elementi processati ( possibile fare clic su Visualizza per aprire questo file e verificare
le operazioni fatte, o fare click sulllcona a cesLlno per rlmuovere ll flle dl log).

Backup Impostazioni:
Backup, per generare un file di backup di impostazioni e profili.

Ripristina, per ripristinare impostazioni e profili da un file di backup.

Rimuovi, per eliminare un file di backup selezionato dalla cartella dei backup.

11

5. Funzioni Aggiuntive

5.1. Istanze Multiple
Utilizzo di pi Profili simultaneamente:
Questo utile quando si ha bisogno di impostazioni diverse per differenti gruppi di file. possibile
mantenere pi profili attivi, piuttosto che fermarsi per attivare il profilo richiesto di volta in volta.

1. elezlonare llmposLazlone Attiva le istanze multiple nelle Opzioni.

2. Quando si avvia unaltra istanza di DropIt facendo clic sul file eseguibile stesso o su un suo
collegamento, si carica il profilo attualmente in uso. Scegliere quindi un altro profilo dal menu di
scelta rapida.

L'ultimo profilo chiuso sar automaticamente caricato al successivo avvio di DropIt.

Utilizzo di pi configurazioni di Opzioni simultaneamente:
Come osservato in precedenza, le configurazioni di Opzioni sono valide per tutti i profili lanciati da
quellesegulblle. CuesLa soluzlone consenLe un rapldo accesso alle dlverse lmposLazioni globali
senza ri-configurazione e consente di usare pi profili attivi con diverse impostazioni globali.
Ad esempio, possibile eseguire un profilo che rinomi i file duplicati, un altro che li salti. Oppure
una istanza per utilizzare un profilo, una seconda istanza per usarne uno diverso.
1. Creare installazioni *portatili* addizionali di DropIt in altre cartelle (questo bypassa il limite
delle configurazioni uniche create con la versione installabile normalmente).

2. Configurare le Opzioni come si desidera in ciascuna installazione (se si desidera, possibile
copiare i file INI dei profili tra le diverse installazioni).

3. Avviare i file EXE con le configurazioni globali che si desiderano usare.



5.2. Tasti di Scelta Rapida
Nelle finestre Gestione Associazioni, Personalizza Profili e Monitoraggio Cartelle possibile usare:
Ctrl + N per creare un nuovo elemento.
Ctrl + R per rlmuovere lelemenLo selezlonaLo (per le cartelle monitorate).
Canc per rlmuovere lelemenLo selezlonaLo (per le associazioni e i profili).
Doppio Clic per modlflcare lelemenLo selezlonaLo o crearne uno nuovo.
Invio per modlflcare lelemenLo selezionato.

Se stato selezionato Bloa la posizioe delliagie nelle Opzioni, possibile premere il tasto
SHIFT per Lrasclnare llmmaglne Lenendo cllccaLo sopra ll LasLo desLro del mouse (questo sbloccher
temporaneamente llmmaglne dl uroplL).


12

5.3. Abbreviazioni
unabbrevlazlone e noLa ln genere come variaile daiete, una stringa di testo che rappresenta
e sostituisce un dato. DropIt supporta luso delle varlablll damblenLe nel campo Destinazione e nei
parametri della riga di comando.
LuLlllzzo e sempllce: sufficiente scrivere le abbreviazioni desiderate tra i caratteri % come parte
della destinazione/parametro e queste saranno sostituite con i relativi valori durante il processo.
Alcune note a riguardo:
possibile utilizzare diverse variabili d'ambiente insieme senza problemi di compatibilit.
le varlablll dambiente non necessitano di rispettare le maiuscole/minuscole, usare %file%
equivalente ad usare %FILE%.
potrebbe essere necessario aggiungere una barra rovesciata "\" prima o dopo una variabile
d'ambiente per un corretto utilizzo (ad esempio bisogna scrivere "%PortableDrive%\" per
definire la radice dell'unit in uso come destinazione).

Variabili dAmbiente Interne:
DropIt fornisce una serle dl varlablll dambiente per uso interno. L'elenco completo delle variabili
disponibile dalla finestra Modifica Associazione, facendo clic sul pulsante Abbreviazioni accanto al
campo Destinazione. Queste sono organizzate in categorie, separate in alcuni gruppi:
Abbreviazioni dei File (Percorsi, Informazioni, Immagini, Media, Hash)
Abbreviazioni delle Date (Attuale, Creazione, Modifica, Apertura, Acquisizione)
Ulteriori Abbreviazioni (Cartelle, Altre)

LulLlma caLegorla dlsponlblle e Personali, da cui possibile aggiungere e rimuovere le proprie
variabili damblenLe per DropIt. Alcuni esempi di variabili e relative stringhe abbreviate:
AvsB C:\Users\MeMe\Documents\AviSynth\Projects\Bridges
FYI Memos\Mary
FPB Family Photo Backups
Variabili dAmbiente del Sistema:
Windows fornisce alcune variabili d'ambiente di sistema di default che possono essere utilizzate
anche in DropIt, per esempio %HOMEDRIVE%, %SYSTEMDRIVE%, %PROGRAMFILES%, %APPDATA%,
%USERPROFILE%, %USERNAME% e altre. possibile cercare sul Web lelenco completo.

Alcuni esempi:
C:\Docs\%DateModified%\%TimeModified% (per lazlone Copia)
C:\Backups%SubDir% (per lazlone Copia)
C:\Music\%SongArtist%\%SongAlbum% (per lazlone Sposta)
C:\Photo\%CameraModel%\%ISO%\%FNumber% (per lazlone Sposta)
C:\%UserInput%\Archive.zip (per lazlone Comprimi)
%Desktop%\My Extractions (per lazlone Estrai)
%FileName% %Counter%.%FileExt% (per lazlone Rinomina)





13

5.4. Modificatori Abbreviazioni
DropIt fornisce funzioni avanzate per modificare le stringhe delle abbreviazione. possibile
aggiungere un numero illimitato di modificatori ad ogni abbreviazione, usando la seguente sintassi:
%Abbreviazione#Modificatore1#Modificatore2%

Modificatori di Maiuscole/Minuscole:
+ Rende maiuscolo il primo carattere della stringa.
++ Rende maiuscolo il primo carattere di ogni parola della stringa.
+++ Rende maiuscoli tutti i caratteri della stringa.
- Rende minuscolo il primo carattere della stringa.
-- Rende maiuscoli tutti i caratteri eccetto il primo della stringa.
--- Rende maiuscoli tutti i caratteri della stringa.

Modificatori di Stringhe:
>d1,d2 Prende una stringa dalla posizione d1 (inclusa) contando d2 caratteri (da sinistra).
<d1,d2 Prende una stringa dalla posizione d1 (inclusa) contando d2 caratteri (da destra).
-d1,d2 Prende una stringa tra le posizioni d1 e d2.
s>(s1) Prende una stringa dalla sottostringa s1 (inclusa) alla fine.
s>-(s1) Prende una stringa dalla sottostringa s1 (esclusa) alla fine.
s<(s1) Prende una stringa dalla sottostringa s1 (inclusa) alllnlzlo.
s<-(s1) Prende una stringa dalla sottostringa s1 (esclusa) alllnlzlo.
s-(s1,s2) Prende una stringa tra le stringhe s1 e s2 (incluse).
s--(s1,s2) Prende una stringa tra le stringhe s1 e s2 (escluse).
c>d Rimuove d caratteri dalla sinistra della stringa.
c<d Rimuove d caratteri dalla destra della stringa.
r(s1,s2) Rinomina tutte le occorrenze della stringa s1 con la stringa s2.
d(s1) Rimuove tutte le occorrenze della stringa s1.

Modificatori di Crittografia: *
En(pass) Cifra con la password.
De(pass) Decifra con la password.
EnNPt(pass) Cifra con la password, saltando i punti.
DeNPt(pass) Decifra con la password, saltando i punti.
EnNSp(pass) Cifra con la password, saltando gli spazi.
DeNSp(pass) Decifra con la password, saltando gli spazi.
EnNSpPt(pass) Cifra con la password, saltando punti e spazi.
DeNSpPt(pass) Decifra con la password, saltando punti e spazi.
En(pass,exclude) Cifra con la password, salLando LuLLl l caraLLerl nella sLrlnga exclude".
De(pass,exclude) Decifra con la password, salLando LuLLl l caraLLerl nella sLrlnga exclude".

* I caratteri non permessi nei nomi dei file non vengono usati. Tutti i caratteri sono invece validi per le password.

Alcuni esempi: Originale Risultato
%FileName#>3,4%.%FileExt% Readme.txt adme.txt
%FileName#s>(me)%.%FileExt% Readme Example.doc me Example.doc
%FileName#---#+%.%FileExt#---% TEST NAME.JPG Test name.jpg
%FileName#r(me,PH)%.%FileExt% Memory me.zip PHmory PH.zip

14

5.5. Riga di Comando
DropIt supporta i parametri per specificare i profili e file da caricare. possibile pre-selezionare i
profili, in modo da avviare DropIt con tutto pronto per operare. Questo convenienza!
Meglio ancora, possibile processare i file provenienti da diverse directory, il tutto in una sola
operazione, senza nemmeno dover toccare quei file. Questa efficienza!

possibile utilizzare i parametri:
Nei collegamenti: fare clic destro del mouse sull'icona di un collegamento, selezionare Propriet
e aggiungere i parametri desiderati. possibile creare collegamenti per avviare i diversi profili.
Nella riga di comando, in script o file batch: immettere l'intera stringa di comando, come
illustrato negli esempi che seguono.
Nelle righe di comando di input per altri programmi: inserire i parametri come consentito
dall'interfaccia del programma, per inviare comandi ad esempio da un file manager a DropIt.

Note sulla sintassi dei parametri:
-NomeProfilo usato per avviare DropIt con un profilo definito o processare dei file con esso.
Il Nome_del_file un parametro in cui si pu utilizzare il carattere speciale asterisco *.
Le doppie virgolette " sono necessarie per parametri che includono degli spazi.
Come parametri sono supportati sia percorsi assoluti che relativi.
/Close un comando per chiudere tutte le istanze di DropIt.
/Refresh un comando per aggiornare le impostazioni di DropIt forzandone il ricaricamento.
/Restart un comando per riavviare DropIt.

Alcuni esempi:
usare DropIt con un profilo indicato:
C:\My Folder\DropIt\DropIt.exe -Lupo

processare i file specificati uLlllzzando lulLlmo profllo ln uso:
C:\My Folder\DropIt\DropIt.exe C:\Folder 1\*.jpg E:\Folder 2\*.pg

processare i file specificati utilizzando il profilo indicato:
C:\My Folder\DropIt\DropIt.exe -Lupo C:\My Docs\text*.* E:\Folder\*.pdf
chiudere DropIt mediante riga di comando:
C:\My Folder\DropIt\DropIt.exe /Close