Sei sulla pagina 1di 7

Herder

Vita

Nato nel 1744 ha avuto come maestri Hamann e Kant, luno per linteresse linguistico e limmaginifico irrazionalismo, laltro per lantropologia, lastronomia e la cosmologia. Fondamentale lindagine sul fondamento della lingua, sul tema della lingua madre, sulla connessione fra espressioni linguistiche e forme di pensiero, clima e specifici caratteri etnici determinano la cultura di un popolo. Lungo viaggio per mare ne 69, idea del linguaggio come spontaneit naturale umana, lode alla poesia di Ossian. Considerata come manifesto dello Sturm und Drang. Ancora una filosofia della storia per leducazione dellumanit la grande opera storica diviso in tre parti che descrivono lo sviluppo delle epoche storiche mentre lultima parte una critica allilluminismo e la chiarificazione della credenza nella provvidenza. Idee per la filosofia della storia dellumanit laltra grande opera che resta incompiuta.
La vita delluomo come modello dello sviluppo storico

Odio della filosofia per la storia breve ed apocrifa dei primi sviluppi della vita delluomo; Dio ha scelto loriente come inizio, la vita pastorale il primo momento, la prima epoca era fatta di uomini la cui saggezza era semplice e salda. In Egitto lo sviluppo dellagricoltura a causa del territorio, cess la vita nomade e quindi inizi la societ e lamministrazione della giustizia. Lo sviluppo delluomo analogo a quello di un ragazzo. Passando per labilit del commercio si arriva ai Greci, bellezza verginale dellumanit, sviluppo delle arti e filosofia, la libert greca, bella legislazione; si arriva allet virile delluomo, quella dei romani, pervasi da un grandioso disegno.
Lincomparabilit delle epoche e lunit della storia

Le caratterizzazioni generali non sono il metodo adatto, esse comprendono tutto in un nulla, gli ideali di felicit come degli altri valori cambiano a seconda del paese e del tempo, l'ideale di progresso nato con l'illuminismo poich si sono privilegiati dei temi e se ne sono esclusi degli altri. Non c' disegno, ne pro reso; esempio del fiume, dell'albero e dell'uomo. La storia procede verso qualcosa di grande anche quando non vediamo il fine poich Dio a dirigerla.
La centralit delluomo allinterno della creazione

Pi le specie si avvicinano all'uomo pi diminuiscono di numero e aumenta la somiglianza con la sua struttura, l'uomo la creatura dove si raccolgono tutti i tratti degli altri animali nella misura pi raffinata.
Landatura eretta come carattere distintivo delluomo e le sue conseguenze

Landatura eretta delluomo naturale solo a lui, il carattere distintivo e marca la vocazione della specie. Il predominio della vista su quello dellolfatto, le sue mani sono libere ed ingegnose, e fondamentale il dono divino del linguaggio. La ragione e la libert sono i suoi grandi donai, luomo il primo essere lasciato libero che pu e deve scegl iere per sopravvivere. Per spiegare i suoi doveri pi nobili basta che noi disegniamo la sua figura.
La storia naturale come serie ascendente di forze e di forme organiche

Dagli oggetti naturali inanimati si risale attraverso il privilegiarsi di alcune forme prototipiche alluomo, la creatura pi alta, dagli istinti si risale alla ragione che portatrice di libert; quanto pi la struttura di una creatura organizzata tanto pi composta da quella di esseri inferiori, ed in ogni concatenazione di forze e di forme non c un regresso ma sempre e soltanto un progresso, lattuale stadio delluomo sar solo un anello che lega due altri mondi, il mutamento non cambia, non ci sono forze in quiete, come animale luomo finito ed obbedisce alla terra, come essere razionale immortale e richiede un altro gradino. Luomo esprime due mondi insieme.
La storia umana come tradizione operante per mezzo di forze organiche

Poich luomo nasce privo di istinto la tradizione della specie, lumanit, a fare in modo che esso si sviluppi e possa sopravvivere. La storia delluomo una catena della socievolezza e della tradizione formativa. Limitazione duplice, genetica e organica, genetica mediante la comunicazione, organica mediante la ricezione e lapplica zione di ci che viene comunicato. La distinzione fra popoli illuminati e non illuminati non di specie ma di grado. Luomo si forma a

seconda delle mani in cui cade, si realizza o attraverso un popolo o un individuo, la filosofia della storia non fa che ripercorrere la catena della tradizione che la vera storia umana.
La Grecia antica come modello di sviluppo

La storia greca la storia di una civilt che ha avuto tutto il tempo per crescere nascere e morire senza essere influenzata dallesterno. La Grecia la testimonianza pi bella di ci che pu accadere nelle nazioni di ogni tempo. La storia dellumanit la storia di forze, azioni e istinti umani secondo il tempo ed il luogo. La storia si realizza quando si trova la connessione pi perfetta fra i fatti avvenuti, essa la scienza di ci che e non di ci che potrebbe essere secondo disegni del destino. I popoli si influenzano fra di loro, e la civilt che si realizza in un popolo la fioritura della sua essenza, una manifestazione bella ma fuggevole. Ognuno nel proprio secolo cerca di essere ci che pu essere nella concatenazione delle cose, non si pu ritornare alla giovent o essere Omero, ma si pu essere lOmero del proprio tempo. La salute e durata di una civilt si misurano sullequilibrio delle forze viventi che vi operano.
La storia umana come progresso verso un ordine superiore

Nella successione dei tempi tutte le forze distruttive che operano nella natura devono non soltanto essere vinte dalle forze conservatrici, ma finire con lessere utili allo sviluppo del tutto, sia nel mondo fisico che in quello umano infatti le catastrofi o i caotici eventi servono per il rafforzamento, come natura che nascano in numero assai minore dei distruttori che dei conservatori. E ne nasceranno sempre meno cos come saranno sempre minori le guerre e le ingiustizie a causa del miglioramento delle legislazioni e della tendenza umana alla razionalit.
Lumanit come scopo e destino delluomo.

Lo scopo della nostra esistenza attuale la formazione dellumanit, questo per voluto disegno divino, ogni perfezionamento nostro un perfezionamento in vista di una perfetta unione, il suo status da secoli immutato e ci dimostra la coesione e la solidit di tale ideale che si ancora pi rafforzato con le armi messe a disposizione da Dio.
Storia e Provvidenza

La Provvidenza lossatura della storia, chi non vede ci ha o un superficiale concetto di storia o una cattiva comprensione della Providenza, luomo un essere fra gli altri e il Dio della storia e lo stesso che quello della natura. Luomo il coronamento della creazione, la ragione lo strumento che ha per comprendere Dio, non arbitrario. La conoscenza delluomo della natura finale al suo benessere, il principi dellumanit quello dellequit che gli permette di condurre una vita felice.

Humboldt
Vita

Nasce a Postdam nel 1767, fratello di Alexander, il pi insigne naturalista e geografo tedesco del tempo, fu politico di spicco e si interess di svariate questioni speculative. Educato illuministicamente ma poi influenzato da Jacobi si distacc dalla rivoluzione dell89, egli difese lindividualismo e si scaglio criticamente contro i filosofi oltre Reno. Fu amico di Schilelr e Goethe, fu artefice del sistema scolastico germanico, fu al congresso di Vienna, fu incaricato di stilare un abbozzo di costituzione e fu influenzato da Wincklemann. Nellultima fase si dedic allo studio comparato delle lingue e fu liniziatore della scienza linguistica. La filosofia della storia si connettono con i saggi politici per linteresse dellindividuo.
Critica delle interpretazioni teleologiche della storia

Kant e altri hanno cercato di ricondurre a pochi principi generali il senso della storia, ma si sono rivelati antistorici e hanno guardato lumanit in un senso troppo intellettuale. Il problema come poter comprendere lo stato di cose futuro da quello passato?

La natura genera un certo periodo di fertilit che si pu chiamare la sua giovinezza, poi vi il declino, non c perfezionamento nel genere umano che avvenga gradualmente in ogni individuo, ma soltanto attraverso nuovi tentativi della natura. Luomo deve rinnovare la fertilit, conservare generazioni spirituali anzich lavorare a tutto ci che morto e meccanico. Humboldt fa un decalogo degli errori fatti in filosofia della storia e cerca di ovviare con i suoi ragionamenti. La storia universale deve essere considerata 1) come parte dellazione delle forze delluniverso, 2) come gomitolo da districare, 3) come misura della felicit e perfezione del genere umano. Le Considerazioni vogliono occuparsi della fisica di questa storia, non si indagano le cause finali ma le motrici, mostrare le forze che danno origine ai mutamenti. Non deve essere presa in esame nessuna Provvidenza altrimenti il discorso non pu esser fatto.
Le forme motrici della storia

Le forze motrici del genere umano, sono quelle forze della generazione, educazione e inerzia di questo stesso. Sono riconducibili a cause geografiche, climatiche e fisiche, e a grandi rivoluzioni repentine come per la civilt greca o romana. Vi poi la forza dellinerzia che quella degli Egiziani e degli Indiani che causa di abitudine e passione. Le cause degli avvenimenti sono: la natura delle cose, la libert delluomo e la fatalit del caso. La lingua un buon metro per misurare la forza di un popolo, la sua energia nazionale. La fatalit un elemento essenziale nel mondo. La passione la forza che incide maggiormente negli avvenimento del mondo, cercare qualcosa di infinito e irraggiungibile con mezzi finiti e nel sensibile. Mentre quindi la necessit naturale appare pi nelle masse ed relativamente pi semplice da studiare, la libert individuale lelemento creativo umano appare pi nellindividuo. Il conflitto fra questi due principi non risolto ancora n nellesperienza n nellintelletto.
La dottrina delle idee

Il principio dazione pi vigoroso, che lo storico dovrebbe catturare una volta risolta la connessione fra i fatti tramite indagini che costruiscono solide ipotesi, la forza delle idee che esulano dalla cerchia del finito. Lidea si esprime dapprima come una tendenza poi sempre pi visibile ed irrefrenabile diviene una produzione di forze. Lidea pu affidare se stessa soltanto ad una forza spirituale individuale che poi deve propagarsi identica nel passaggio ad altri individui. Forme di idee che non coincidono con individualit sono invece le lingue in cui si rispecchiano gli spiriti delle nazioni. La storia nellottica umana la realizzazione di unidea, lidea che lumanit ha da rappresentare e quindi da realizzare.
Il compito dello storico
Il primo compito lesposizione dei fatti, il secondo comprenderne i nessi invisibili per ipotesi, in questo lo storico simile al poeta per la ricerca di una totalit, solo attraverso la fantasia, ma per lo storico questa subordinata alla realt, lo storico deve mirare al necessario e deve tener ferme le idee che sono le leggi della necessit. Lo storico abbraccia tutti i fili delle attivit mondane e tutte le impronte delle idee sovramondane. La storia tende a dare un quadro fedele del destino dellumanit attraverso una scrupolosa fedelt ed immedesimazione nel suo oggetto dindagine. Lo storico deve volgersi verso le forze agenti e creatrici e deve desumerli dagli avvenimenti stessi. Lo storico deve mantenere una minima disposizione per accogliere questa idea sovra-mondana e se possibile riconoscerla, deve guardarsi per dallattribuire ad idee foggiate arbitrariamente, ogni evento non sciolto dal tutto e non presenta immediatamente le proprio cause generali.

Romantici
Ast

Nato nel 1808 fu un filologo che riprese il pensiero schellinghiano, suo il manifesto della concezione romantica della storia; lessere considerato nella sua idealit dalla filosofia, nella sua realt dalla storia e da entrambi dallarte. La storia deve servirsi dellentusiasmo totalizzante che caratterizza latteggiamento estetico.
Filosofia, storia ed arte

Poich ideale e reale non sono contrapposti n per spirito n per essenza, la filosofi e la storia non sono differenti e fra di esse lelemento discrimine il tempo. La filosofia viene realizzata attraverso la storia e la storia idealizzata attraverso la filosofia. Compito dello storico fondare i singoli membri sulla cui cooperazione poggia larmonia del tutto: la fantasia il mezzo creativo, lentusiasmo latteggiamento positivo e la critica quello negativo. Lapice della storia lunit dellentusiasmo e della critica o scepsci.
Schiller

Si serv della storia come sfondo per i suoi drammi, aveva inoltre ravvisato nellarte una forma di processo e cio di storia. La cultura stessa che negazione della natura diventa mezzo per un nuovo riavvicinamento allideale di umanit perfetta. Schiller vedere la poesia il solo mezzo per indirizzare luomo verso il suo fine. Ecco la distinzione fra ingenua e sentimentale (poesia) e la superiorit della prima sulla seconda. La sintesi ci a cui si aspira.
Storia e filosofia Storia e poesia

Novalis

Gli ideali di Schiller della restaurazione finale di ununit e della centralit della poesia nella ricerca storica sono ripresi in Novalis, letterato-filosofo che non ader a posizioni nette, il suo pensiero una continua negazione dellalterit in una rielaborata filosofia fichtiana. Il colorito individuale delluniversale il suo elemento romanticizzante. Lideale politico la monarchia che vero repubblicanesimo, ovvero partecipazione universale allintera via dello stato, allarmonia fra tutti i membri di esso. La distinzione fra governanti e governati cade, la conflittualit fra le classi viene negata, lo stato un individuo mistico. La cristianit medievale il corrispettivo storico della categoria dellunit. Lunit dellEuropa perduta a causa della disgregazione avvenuta per la Riforma fino al marasma generale della Rivoluzione francese. IL suo un messaggio messianico-esoterico.
La cristianit come ideale storico

Il medioevo cristiano esprimeva lunit della fede europea, poi gli interessi individuali, legoismo, hanno spaccato questunit, colpa la Riforma. La France divenne il nuovo luogo di una rinnovata unit, cos come la Germania, che procede a passo lento ma sicuro. Il cristianesimo ha una triplice forma: lamore per tutte le religioni, la mediazione in genere e la fede in Cristo, nella Madre e nei santi. Il Protestantesimo dovrebbe cessare per dar spazio ad una fede duratura, la Cristianit dovrebbe riattivarsi produrre una nuova chiesa unita.
Storia, storiografia e poesia

Il presente del tutto incomprensibile senza il passato e luomo tale solo quando si conosce la storia della sua vita. Gli uomini vivono in tutto il passato e in tutto il futuro e in nessun tempo meno che nel presente poich noi portiamo le conseguenze dei vizi dei nostri padri e ci che vera di buono in loro. La storia retta solo dai principi dellanimazione e dellorganizzazione e senza questi sarebbe accidentale. I poeti sanno cogliere il senso della totalit e questa caratteristica deve essere fatta propria dagli storici.

Schlegel

I due fratelli hanno contribuito alla definizione romantica della storia e furono grandi animatori e fondatori del circolo di Jena. August sancisce il principio che lo storico non debba in una narrazione dei fatti ma rintracciare un senso e uno sviluppo dei fatti. Queste regole saranno comuni al romanticismo e al fratello Friederich. Questo nella sua si discostato dalle posizioni novalisiane e schilelriane vedendo lunit originaria perduta nella storia come quella fra Dio e luomo; le tre et che dovr passare luomo sono let della Parola, della Forza e della Luce. Fu promotore della Restaurazione e si dichiar contento della sconfitta di Napoleone, involuzione storica. Il processo storico per conosce anche periodi di stasi o di involuzioni. Nel mondo regnano il principio del male, che blocca e ostacola il progresso, il libero arbitrio e quello della Provvidenza.
August: la considerazione storica

Se la storia rimanesse al livello di aggregato di avvenimenti accidentali sarebbe solo un faticoso ed infruttuoso esercizio di memoria, lo spirito umano per ricerca sempre le cause e quindi gli effetti, questi sono infintamente numerosi e vari, lesigenza su cui si fonda la conoscenza storica il progresso infinito del genere umano poich con la storia luomo si avvicina allIndividuo eterno, ecco quindi la storia come educazione dellumanit. Lo storico deve cercare di seguire queste tracce.
Friederich: le due regole della filosofia storica

Ricondurre ad una totalit tutto ci che accaduto nel genere umano, quindi la prima regola tenersi fermi su questo principio e su ci che le essenziale, la prima regola quindi riguarda il metodo del sapere storico. La seconda riguarda la ricerca in quanto non si deve voler spiegare tutto. La storia non pu produrre una certezza perfetta simile alla matematica. Quando si tende a spiegare tutto si ottengono ipotesi arbitrarie e si corrompe la conoscenza storica.
I due tipi di considerazione storica

Si pu considerare luomo come animale nobilitato e per questo con Condorcet posto su un progresso infinito o come immagine di Dio e per questo intendere la storia come un percorso di restaurazione di tale immagine. Questa seconda la legittima considerazione storica. Luomo una triplicit: spirito, senso interno e anima. Si attuano nel mondo, quindi, tre stadi, quello della parola rivelata, quello della forza delle volont umane, e quello della Luce, ovvero del progresso della scienza e della verit pure.
Libero arbitrio, presenza del male e provvidenza nella storia

Bisogna riconoscere il cammino di Dio attraverso i secoli, le occulte vie della provvidenza e tenersi, con il proprio libero arbitrio, sulla strada del bene che ci che Dio vuole affinch si realizzi il fine della storia, lidentificazione fra immagine umana e quella divina. Ma tali tracce devono essere comprovate realmente allinterno della storia cosicch filosofia della storia e storia vado congiunte e possano mostrarsi vere discipline.
Savigny

Inquadr in una prospettiva storicistica il problema della genesi degli ordinamenti giuridici, egli vedeva creazioni spontanee del costume popolare, rispecchianti il grado di sviluppo del popolo, di qui la sua opposizione alla codificazione del diritto, ostacolo alla tradizione e al progresso. La storia un processo sia diacronico, come sviluppo di ununica realt, sia sincronico come insieme di individui e di nazioni, e riacquista la sua unit.
La storia come sviluppo di una totalit universale

Due scuole di giuristi tedeschi, una storica, basata sulla tradizione, laltra non storica, anche filosofia del diritto. Visto che ogni uomo pensato in relazioni a tutti gli altri come persecuzione e sviluppo dei precedenti lo stesso vale per il generale concetto di et. Ognuna di queste deve riconoscere qualcosa di dato, libero e necessario, la storia la sola via per conoscere il nostro vero stato. C chi vuole sbarazzarsi del passato affermando lassoluta libert del presente.

Hegel
Vita La considerazione razionale della storia

Bisogna portare nella storia la fede che il mondo non messo nelle mani nel caos, bisogna cercare un scopo universale, e quindi si deve eliminare laccidentale. La storia filosofica pu sembrare una trovata, ma solo chi crede nella ragione pu giudicare tale trovata, il suo principio spirituale la totalit dei punti di vista ed il suo individuo lo spirito del mondo. La prima categoria della considerazione storica il mutamento, a questo si ricollega per il fatto che dalla morte nasce nuova vita, per cui la seconda categoria il ringiovanire dello spirito che la rielaborazione di se stesso. Stancati della considerazione dei singoli eventi ci domandiamo sullintero senso della storia ed questa la categoria della ragione stessa, la ragione domina il mondo. Questo per non significa che una provvidenza governi il mondo anzi non che si debba intendere con la provvidenza qualcosa che ha a che fare con lindividualit.
Lo spirito del popolo e il processo dello spirito del mondo

La determinazione astratta dello spirito qualcosa di assolutamente vivo ed individuale, lesistenza di questo consiste nellavere se stesso come suo oggetto, la coscienza. Lo spirito sapere ed libero, esso si contrappone alla materia che ha il suo principio esterno da se. Libero sono soltanto quando sono presso me stesso. Concezione dello spirito per Hegel ed identificazione di questo con lo spirito del popolo, essi si distinguono secondo lidea che si fanno di se stessi come vale per un individuo. Lo spirito del popolo lo spirito universale in una forma particolare, la storia universale quindi la rappresentazione del modo incui lo spirito si sforza di giungere alla cognizione di ci che esso in se. Solo le nazioni germaniche hanno capito che luomo libero in quanto tale. Quando si realizza lo spirito di un popolo vi la comparsa di un nuovo popolo. Metafora dello sviluppo di un individuo come cammino dello spirito.
I mezzi della realizzazione dello spirito: individui conservatori e individui storico-universali

Il valore degli individui sta dunque nel fatto che essi si conformino allo spirito del popolo, che ne siano i rappresentanti, la moralit dellindividuo consiste nelladempimento dei doveri del ceto cui fa parte. Il campo dazione del dovere costituito dalla vita civile. Gli eroi sono gli individui storico-universali che si fanno promotori delluniversale spirito del loro popolo e la loro giustificazione non nello stato attuale delle cose ma sta nella futura realizzazione di quelluniversale. Esempio di Cesare.
Il materiale della realizzazione dello spirito: lo stato

I mutamenti della storia avvengono in base a qualcosa, questo qualcosa lessere individualo solo in quanto esso partecipe della totalit etica che lo stato. Qui lindividuo ha la sua libert e realt. Larbitrio del singolo non affat to libert, tutto ci che luomo lo deve allo stato. Per comprendere il principio di uno stato e quindi il suo spirito bisogna osservare la sua costituzione; lo sviluppo di uno stato sta nella sottomissione delle particolarit a un potere che deve esprimere esattamente lo spirito del popolo.
Il concetto di sviluppo

Luomo soltanto a questo impulso di perfettibilit, il mutamento verso il meglio gi compreso con un concetto generale. Questo miglioramento, educazione, per di tipo qualitativo e non quantitativo, ed la natura stessa della ttivit dello spirito a esigere che le sue produzioni siano conosciute come mutamenti qualitativi. Lo spirito ha la storia del mondo come teatro ed il suo sviluppo insito nel suo principio. Il contenuto di questo sviluppo la coscienza della libert che progredisce in tre gradi, da uno libero a luomo in quanto tale libero. Il progresso passa attraverso la coscienza e la volont ed per questo che un gravoso processo verso se stessi in vista del meglio.

Il fondamento geografico della storia universale

Ogni particolarit in quanto esistente naturale poich si manifesta nella natura, ci il motivo per cui ogni popolo costituisce una nazione e la sua configurazione naturale corrisponde a ci che il principio spirituale nella serie delle formazioni spirituali. Anche se non si deve presuppore alcun carattere di dipendenza tale che il carattere dei popolo venga formato soltanto in virt alla determinazione naturale del terreno. Teoria delle zone calde fredde e temperate ed il rapporto fra mare e terra.
Il mondo orientale, quello greco e romano ed infine quello germanico I diversi tipi di considerazione storica

1) Originaria: Erodoto e Tucidide, descrivono principalmente azioni, la materia essenziale ci che presente e vivo nellambiente in cui vivono, egli non ha a che fare con riflessioni poich vive ancora nello spirito della cosa, come Cesare. 2) Riflettente: 2.1) Generale: una storia che va aldil del tempo presento, in relazione allo spirito, il principale problema infatti la rielaborazione del materiale storico, lo storico deve servirsi di astrazioni, Livio non si concentra pi tanto sui singoli avvenimenti. 2.2) Pragmatica: quando abbiamo a che fare con il passato lontano che ha collegamenti con il presente, si raccomanda di fare esperienza di questa storia da parte degli uomini di potere anche se mai la storia ha veramente giovato poich ogni tempo particolare e possono essere prese decisioni solo in base a questo e non al passato. 2.3) Critica: nuova forma elaborata in Germania, una storia della storia dove lo scrittore mercanteggia sul valore delle azioni. 2.4) Quella settoriale che si occupa dello spirito nelle sue diversificazioni. 3) Filosofica: parte dal presupposto che la ragione a dominare il mondo, questo viene dimostrato dal fatto che essa la sostanza e la potenza infinita, la materia di ogni vita naturale e spirituale e insieme la forma infinita, lattivit di questo suo contenuto.