Sei sulla pagina 1di 27

INDICE 1. Che cos la semantica? ovvero loggetto di studio della semantica 2. Cos il significato? 2.1.

Definizioni del significato 2.2. Tipi di significato 2.2.1. Significato denotati o e significato connotati o. 2.2.2. Significato linguistico e significato sociale 2.2.!. Significato lette"ale e significato non lette"ale 2.2.#. Significato lessicale e significato g"ammaticale !. I "appo"ti semantici !.1. I "appo"ti pa"adigmatici !.1.1. Sinonimia !.1.2. $e "elazioni di opposizione !.1.!. $a "elazione ge"a"chica di iponimia%ipe"onimia !.1.#. I campi lessicali !.2. I "appo"ti sintagmatici !.2.1. $e collocazioni !.2.2. $e "est"izioni di selezione #. &monimia e polisemia #.1. &monimia #.2. $a polisemia '. $analisi componenziale

1. Che cos la semantica? o e"o loggetto di studio della semantica

Il te"mine semantica fu coniato nel 1((! dal linguista f"ancese ). *"+al a pa"ti"e dal e",o g"eco semaino -indica"e. significa"e. de"i ato. a sua olta. da sma. -segno. Nella definizione di *"+al. la semantica si occupa con lo studio delle leggi che regolano i cambiamenti di significato delle espressioni linguistiche. Si t"atta dun/ue di una concezione diac"onica della semantica. unimpostazione che domina gli studi linguistici dell &ttocento fino agli inizi del No ecento. $a semantica ottocentesca. esp"essa olt"e che nei la o"i di *"+al in /uelli di 0e"man 1aul. 2ilhelm 2undt. 3ntoine )eillet. 3"sne Da"mestete" studia i tipi di mutamento semantico che su,iscono le pa"ole nel co"so della sto"ia di una lingua o nel passaggio da una lingua allalt"a e delle cause di tali mutamenti 4fatto"i di o"dine linguistico. sto"ico.

sociale e psicologico5. I cam,iamenti di significato sono classificati in ,ase alle conseguenze che p"oducono6 7 "est"ingimento di significato 4f"ancese viande 8ci,o9 : 8ca"ne9; lat. cubare -giace"e : it. covare5; 7 ampliamento di significato 4lat. panarium 8cesto del pane9 : it. paniere : 8cesto95; 7 t"asfo"mazione in senso miglio"ati o 4il lat. minister -attendente. se" o di entato -minist"o5 o peggio"ati o 4il lat. captivus -p"igionie"o. pe" influsso della locuzione captivus diaboli di entato lit. cattivo. f". crtin 8c"istiano9 : 8c"etino95. In seguito. non sono mancati cont"i,uti impo"tanti alla semantica diac"onica. t"a cui "ico"diamo /uelli del g"ande studioso di o"igine "omena. Eugen Co<e"iu. &ggi. si "egist"ano degli studi dedicati p"e alentemente alla semantica sinc"onica. che pot"e,,e esse"e definita come il settore della linguistica che si occupa dello studio del significato delle parole, delle frasi, dei testi. !. Che cos il significato? Se tutti i linguisti sono conco"di nel defini"e la semantica come ,"anco della linguistica a ente come oggetto di studio il significato delle pa"ole%f"asi% testi. in /uanto al significato non c una definizione condi isa da tutti gli studiosi. Il concetto di significato uno dei pi= cont"o e"si della teo"ia del linguaggio 4ci sa"e,,e"o ,en entit"+ definizioni5. $a "iflessione sul significato "isale allo stoicismo 4!>> a. C.5 e fu colti ata nel medioe o. $a difficolt? di da"e una definizione chia"a al significato dipende dal fatto che la nozione di significato si t"o a allinte"sezione della "elazione t"a linguaggio. pensie"o e "ealt?. 2.1. Definizioni del significato $e definizioni del significato diffe"iscono a seconda dei tipi di app"occio semantico. 1"oponiamo una ,"e e p"esentazione degli app"occi pi= impo"tanti s olti in /uesto campo6 A. @n p"imo g"uppo di definizioni di tipo referenziale. $app"occio "efe"enziale alla semantica nasce in seguito agli s iluppi della logica agli inizi del No ecento. Nellam,ito degli studi logici nasce. sop"attutto in a"ea anglosassone. la cosiddetta filosofia analitica intesa come indagine minuziosa e ,asata su unimpostazione il pi= possi,ile oggetti a dei p"o,lemi filosofici. @n inte"esse pa"ticola"e iene acco"dato al linguaggio. in /uanto gli studiosi sono con inti che i p"o,lemi filosofici anno aff"ontati anzitutto analizzando il linguaggio in cui sono fo"mulati. In pa"ticola"e si de e a Aottlo, B"ege. matematico e fondato"e della logica matematica. la cosiddetta 8s olta linguistica9 che segna la nascita della filosofia analitica del linguaggio; olt"e al nome di B"ege. capostipite di /uesto app"occio. "ico"diamo *e"t"and Cussel. Cudolf Ca"nap. $udDig 2itgenstein. Saul E"ipFe.

$elemento che pi= ca"atte"izza le teo"ie semantiche analitiche il lo"o "efe"enzialismo6 al cent"o dellinte"esse della semantica filosofica c la "elazione che si instau"a t"a il linguaggio e il mondo eGt"alinguistico al /uale esso si "ife"isce o che denota; da /ui il nome di semantica "efe"enziale o denotazionale. Nellapp"occio "efe"enziale il significato iene "appo"tato alla "elazione t"a il linguaggio e la "ealt?. t"a le esp"essioni linguistiche e i lo"o "efe"enti eGt"alinguistici. In /uesta p"ospetti a. ad es.. il significato di un nome p"op"io come Dante 3lighie"i loggetto pa"ticola"e del /uale esso il nome 4lindi iduo Dante 3lighie"i. /uella pe"sona in ca"ne e ossa5. ment"e il significato di unesp"essione come La montagna pi alta del mondo loggetto che essa desc"i e. cio lE e"est. B. 3lt"e definizioni fanno "ife"imento a modelli comportamentali. Secondo /uesti app"occi 4il "app"esentante pi= impo"tante $. *loomfield5. il significato iene "appo"tato alle situazioni in cui si p"oducono dei messaggi e le "eazioni che essi p"o ocano nellascoltato"e6 il significato di ho fame si deduce dal fatto che linte"locuto"e. come "isposta. po"ge una mela. /uello di ho sete, dal fatto che linte"locuto"e po"ge un ,icchie"e dac/ua. /uello di ha freddo. dal fatto che gli si po"ge un maglione. etc. C. $e definizioni contestuali o ope"azionali si fondano sulluso6 il significato di una pa"ola coincide con luso che se ne fa in una lingua. H /uanto affe"ma il filosofo aust"iaco $. 2ittgenstein. D. $e definizioni strutturalistiche "igua"dano le st"uttu"e inte"ne della lingua. I p"incipi fondamentali dello st"uttu"alismo sono contenuti nel famoso li,"o Corso di linguistica generale (Cours de linguistique gnrale). Il li,"o. appa"tenente allalt"ettanto famoso linguista. Be"dinand de Saussu"e. segna la io della linguistica teo"ica mode"na in /uanto la semantica t"o a una dimensione sinc"onica e una salda ,ase teo"ica che ne condizione"anno tutta la successi a e oluzione. $assunto cent"ale della concezione saussu"iana e delle teo"ie semantiche st"uttu"alistiche che a essa si ispi"e"anno che il significato sia unentit? pu"amente linguistica. cio /ualcosa che non nasce dal "in io a un elemento este"no al linguaggio I gli oggetti o i concetti I ma che si c"ea allinte"no del sistema linguistico. 1e"tanto il significato di una pa"ola si puJ sta,ili"e solo in "appo"to con il significato delle pa"ole di significato uguale o simile 4macchina, veicolo, automobile5. di significato opposto 4caldo-freddo, piccolo-grande5 e cosK ia. Ba pa"te di /uesto indi"izzo di studi anche la cosiddetta analisi componenziale. con la /uale si scompone il significato delle pa"ole6 pe" es.. bambino e/ui ale a LMumanoN. L7adultoN e LMmaschioN. 2.2. Tipi di significato 1e" desc"i e"e i tipi di info"mazione che un segno linguistico puJ eicola"e. i linguisti adottano a"ie distinzioni. Innanzi tutto si distingue t"a6 2.2.1. Significato denotati o e significato connotati o. $a distinzione int"odotta da B"ege t"a inn e !edeutung pe" molti e"si analoga a /uella del filosofo tedesco Aottf"ied 2ilhelm $ei,nitz t"a intensione e estensione e a

/uella int"odotta dal filosofo inglese Oohn Stua"t )ill t"a connota"ione e denota"ione. Senza ent"a"e nel me"ito delle molte e complesse /uestioni che /uesti concetti po"tano con s+. si ce"che"? di defini"e e di illust"a"e i suddetti te"mini6 1. Estensione I linsieme delle entit? cui applica,ile unesp"essione. 1e" es.. lestensione della pa"ola gatto data dalla classe delle entit? alle /uali la pa"ola applica,ile. 2. Intensione I linsieme delle p"op"iet? che indi iduano tale entit?. Cito"nando allesempio sop"aindicato. lintensione della pa"ola gatto costituita dallinsieme delle p"op"iet? essenziali pe" /ualifica"e unentit? come un gatto 4ad es. p"op"iet? di esse"e felino. di esse"e domestico ecc.5 ossia linsieme delle p"op"iet? che definiscono il concetto di gatto. In g"an pa"te della lette"atu"a filosofica. le distinzioni senso% s%significato e estensione% s%intensione engono p"esentate come e/ui alenti alla distinzione di )ill t"a denota"ione e connota"ione. 7 significato denotativo 4detto anche desc"itti o. "efe"enziale o cogniti o56 si intende il contenuto che un segno oggetti amente esp"ime o desc"i e. Si pot"e,,e anche di"e il significato 8neut"o9. /uello in i"t= del /uale /uel segno identifica unentit? o un concetto. 1e" es.. la notte lo spazio tempo"ale che a dal t"amonto allal,a successi a. $a g"ande maggio"anza dei pa"lanti si t"o a dacco"do nellindi idua"e /uesto significato desc"itti o di ,ase. Significato connotati o 6 si intendono i contenuti non oggetti i che un segno puJ t"asmette"e. linsieme dei alo"i affetti i e sim,olici che puJ suscita"e o e oca"e. 3lla stessa pa"ola. notte. possono esse"e associati alo"i. imp"essioni. suggestioni che a"iano da pe"sona a pe"sona. /uali6 pau"a. solitudine. disagio. ma anche pensie"i "omantici.

Esempi6 1. Il significato denotati o della pa"ola madre. definito in un diziona"io 48genito"e di sesso femminile95. ment"e il significato connotati o linsieme dei contenuti emoti i e affetti i che possiamo associa"e a /uesta pa"ola. 2. 1a"ole come deserto o oriente indicano. dal punto di ista denotati o. zone che hanno ce"te ca"atte"istiche climatiche o geog"afiche. ma dal punto di ista connotati o sono associate a suggestioni. immagini o sensazioni che anno al di l? del lo"o significato oggetti o. Il significato connotati o non fisso. ma puJ a"ia"e sia nel co"so del tempo sia da un indi iduo allalt"o o da un g"uppo di pa"lanti allalt"o. $a pa"ola gatto puJ esse"e associata pe" alcune pe"sone a contenuti connotati i 8positi i9 4animale g"azioso che suscita simpatia e tene"ezza5 e pe" alt"e a connotazioni 8negati e9 4animale infido che suscita fastidio5; e pa"ole come oriente, deserto I o come fondamentalista, talebano I a "anno un significato connotati o molto di e"so a seconda della p"o enienza geog"afica e delle c"edenze cultu"ali. "eligiose e politiche del pa"lante. Nel significato connotati o si distinguono di e"si tipi6

significato affettivo. emotivo. evocativo /uando il contenuto connotati o "igua"da le sensazioni e le emozioni che la pa"ola puJ desta"e 4pe" es. madre. deserto5; 7 significato espressivo o stilistico /uando il contenuto connotati o ma"cato stilisticamente. Nella coppia ca allo%dest"ie"o. il secondo oca,olo ha una connotazione lette"a"ia e poetica che manca nel p"imo. Puesti due tipi di connotazione spesso si so "appongono6 nella coppia gatto e micio. lultimo ha sia un alo"e affetti o 4micio connota lanimale in senso positi o e affettuoso5 sia un alo"e stilistico 4micio una pa"ola di uso familia"e ment"e gatto stilisticamente neut"a5. Ese"cizio pe" il semina"io. &sse" a. con il diziona"io. le denotazioni e le connotazioni delle pa"ole6 dicem,"e. t"edici. "osso. ,uio. oceano. fiamma. fo"esta. spazio. tempesta. e"tigine. pallido. incu,o. calamita. 2.2.2. Significato linguistico e significato sociale 7 7 significato linguistico6 la somma di significato denotati o e connotati i di un segno; significato sociale6 il significato che una pa"ola puJ assume"e in "elazione ai "appo"ti f"a i pa"lanti allinte"no di un g"uppo sociale o di uninte"a societ?. Esempi6 1. $esp"essione !uongiorno significa dal punto di ista st"ettamente linguistico 8augu"o una ,uona gio"nata9. ma /uando usata. in uninte"azione t"a pa"lanti. come fo"mula di saluto. assume un significato sociale di tipo 8"iconosco come inte"locuto"e la pe"sona cui mi sto "i olgendo e manifesto lintenzione di sta,ili"e con essa una fo"ma di inte"azione9. 2. Il significato linguistico dei p"onomi tu e Lei 8p"onome di 27a pe"sona singola"e9 e 8p"onome di !7a pe"sona singola"e femminile9. ment"e il significato sociale 8allocuti o che segnala la confidenza9 e 8allocuti o che segnala la defe"enza9.

2.2.!. Significato lette"ale e significato non lette"ale significato lette"ale6 il significato linguistico; significato non lette"ale6 significati aggiunti i che una pa"ola puJ ac/uisi"e in contesti pa"ticola"i. Cient"ano in /uesta catego"ia la metafo"a. la metonimia. le esp"essioni i"oniche. le esp"essioni idiomatiche. La metafora si e"ifica /uando una pa"ola o unesp"essione sono usate pe" esp"ime"e una so"ta di somiglianza o di analogia t"a due entit? o due concetti. Negli esempi. #da $ un fulmine e #driano $ un coniglio . le pa"ole fulmine e coniglio hanno un significato 7 7

'

metafo"ico. ,asato su unanalogia t"a ce"te ca"atte"istiche dei fulmini e dei conigli e ce"te ca"atte"istiche degli esse"i umani. $a lingua comune piena di esp"essioni metafo"iche. "iconosciute come tali dai diziona"i. 1e" es.. un diziona"io da"? pe" un e",o /uale fiutare. sia unaccezione lette"ale 8pe"cepi"e att"a e"so lolfatto9 4%l cane ha fiutato la preda5 sia unaccezione metafo"ica 8intui"e. capi"e p"ontamente9 4&o fiutato un imbroglio5. La metonimia un caso di significato non lette"ale ,asato semp"e sullassunzione di un significato aggiunti o ma. a diffe"enza della metafo"a. in i"t= di una "elazione di contiguit? con lentit? o il concetto che designa il senso lette"ale6 7 lauto"e pe" lope"a6 0o letto 1"oust; 7 contenito"e pe" contenuto6 *e"e una ,ottiglia; 7 luogo pe" istituzione6 1alazzo Chigi ha "ilasciato una dichia"azione. Nelle espressioni ironiche. il significato lette"ale della f"ase opposto a ciJ che con essa si uole intende"e. 1e" es. di"e !ella giornata oggi pe" "ife"i"si a una gio"nata pio osa. $e espressioni idiomatiche sono locuzioni fisse dotate di un significato figu"ato6 vuotare il sacco 8"i ela"e ciJ che si sa9. tirare i remi in barca, 8smette"e unatti it?9. all'acqua di rose. 8in modo supe"ficiale9. 2.2.#. Significato lessicale e significato g"ammaticale H una distinzione di natu"a di e"sa "ispetto a /uelle esaminate sop"a. pe"ch+ non "igua"da tipi di e"si di significato che una pa"ola puJ a e"e. ma tipi di significato che indi iduano classi di e"se di pa"ole. 7 hanno significato lessicale le pa"ole che esp"imono entit? o concetti. come i nomi o i e",i; 7 hanno significato g"ammaticale le pa"ole che esp"imono "elazioni g"ammaticali o indicano funzioni g"ammaticali. come le congiunzioni o gli a"ticoli. 3nche i mo"femi hanno un significato g"ammaticale6 il suffisso (ino ha un alo"e diminuti o e affetti o 4"agazzo I "agazzino5. ment"e il suffisso (iamo si "ife"isce alla p"ima pe"sona plu"ale dellindicati o p"esente. !. C311&CTI SE)3NTICI Il compito p"incipale della semantica indi idua"e i "appo"ti che inte"co""ono dal punto di ista del significato t"a le pa"ole di una lingua. o. pe" usa"e un te"mine pi= app"op"iato. t"a i lessemi che fo"mano il lessico di una lingua. I lessemi sono le unit? di ,ase del lessico 4come i fonemi lo sono pe" la fonologia e i mo"femi pe" la mo"fologia5. $a disciplina che si occupa del lessico dal punto di ista semantico chiamata semantica lessicale e ha t"a i suoi o,ietti i sia lanalisi semantica dei singoli lessemi 4ad es.. lanalisi delle lo"o accezioni. nel caso di lessemi polisemici5. sia lanalisi dei "appo"ti semantici che inte"co""ono t"a lessemi o insiemi di lessemi. H me"ito della semantica st"uttu"ale ad a e" int"ap"eso e s iluppato lanalisi dei "appo"ti semantici t"a lessemi. most"ando che il lessico non un insieme caotico ma al cont"a"io

una st"uttu"a o"ganizzata secondo di e"si tipi di "elazioni semantiche. Saussu"e indi idua due tipi di "appo"ti cui anno soggette tutte le unit? linguistiche6 7 i "appo"ti sintagmatici I "igua"dano due o pi= elementi effetti amente p"esenti in un atto linguistico conc"eto 4in p"aesentia5. Nella f"ase %l gatto miagola la pa"ola gatto ha un "appo"to sintagmatico con il e con miagola. 7 i "appo"ti associati i 4o pa"adigmatici. nella te"minologia int"odotta in seguito da 0Relmsle 5 7 4in a,sentia5. I "appo"ti pa"adigmatici comp"endono t"e g"andi tipi di "elazioni semantiche6 le "elazioni di sinonimia. che "igua"dano le somiglianze di significato 415; le "elazioni di opposizione. che si instau"ano t"a lessemi di significato cont"a"io 425; le "elazioni ge"a"chiche. che "igua"dano lessemi di significato pi= gene"ale e pi= specifico 4!5. !.1. C311&CTI 13C3DIA)3TICI !.1.1. SIN&NI)I3 $e pa"ole legate da un "appo"to di somiglianza di significato sono dette SIN&NI)I. 4cio 8pa"ole dello stesso nome9. dal g"eco s)n -insieme e /uindi -identico e on)ma. a"iante di onoma. -nome5. $a sinonimia la "elazione che si instau"a t"a lessemi di e"si ma che hanno lo stesso significato fondamentale. H il caso di lessemi che. data la somiglianza di significato ossia il significato fondamentale comune. possono esse"e sostituiti luno con lalt"o6 7 e",i6 ini"iare*cominciare, finire*terminare*cessare*smettere, uccidere*amma""are, mettere*porre+ inghiottire*ingerire 7 nomi6 gatto*micio, dono*regalo, padre*pap,, cefalea*mal di testa, pantaloni*cal"oni, calo*abbassamento+ 7 aggetti i6 infelice* triste* malinconico, ampio*vasto. 1i= esattamente. la sinonimia si definisce in te"mini di sostitui,ilit? t"a lessemi in un ce"to contesto e /uindi. due pa"ole sono sinonime se hanno esattamente lo stesso senso e dun/ue sono inte"cam,ia,ili in tutti i possi,ili contesti. Si conside"ino i seguenti esempi6 1aolo si "otto i pantaloni * i cal"oni. Il mio f"atellino ha inghiottito * ingerito t"e ,ottoni. Il malato ha a uto un calo * un abbassamento di p"essione. In "ealt?. sono pochissimi i lessemi che "ispondono al "e/uisito della sostituzione. $a maggio" pa"te degli studiosi nel campo sono conco"di nellaffe"ma"e che sinonimi e"i e p"op"i non esistono. $a cosiddetta sinonimia assoluta o completa o perfetta cosK "a"a da esse"e "itenuta p"essoch+ inesistente. Nei pochissimi casi di /uesto tipo. si t"atta piuttosto di a"ianti fo"mali come tra*fra. devo%debbo, ecc. In tutti gli alt"i casi t"a i sinonimi i sono delle diffe"enze che "endono impossi,ile il "e/uisito della sostitui,ilit? pe"fetta in /uanto la pe"fetta identit? di significato t"a due o pi= pa"ole non esiste. $a lingua non puJ pe"mette"si di a e"e inutili doppioni6 /uando p"esenta due pa"ole pe" indica"e la stessa cosa uol di"e che t"a di esse c una sfumatu"a di significato che le "ende ent"am,e necessa"ie. CosK ampio e vasto funzionano spesso come sinonimi. sostituendosi a icenda6 $o spazio a disposizione molto ampio * vasto.

H scoppiato un incendio di vaste * ampie p"opo"zioni. I due aggetti i. pe"J. non sono sinonimi pe"fetti6 hanno in comune una p"ecisa a"ea di significato I /uella di 8g"ande9 7. ma anche un significato di 8la"go9 che vasto non ha e /uindi non puJ esse"e sostituito ad esso in una f"ase come6 8To""ei una ,lusa ampia e comoda9. 3llo stesso modo. pa"ole come infelice, triste, mesto, malinconico, scontento, avvilito, abbattuto, depresso sono molto icine t"a lo"o pe" significato e possono esse"e conside"ate dei sinonimi. Se pe"J le analizziamo. scop"iamo che tutte hanno un nucleo di significato comune I che "uota into"no allidea di 8infelicit?97. ma ognuna p"esenta una sfumatu"a di significato che la "ende di e"sa dalle alt"e. $a sinonimia costituisce una ,uona ,ase pe" osse" a"e ce"te a"iazioni nella lingua6 1. Sinonimi appa"tenenti a "egist"i di e"si della lingua. Spesso due o pi= pa"ole sono sinonime. ma appa"tengono a "egist"i di e"si della lingua. 1e" es.. insegnante e docente sono sinonimi. ma il p"imo appa"tiene al "egist"o comune. ment"e il secondo a un li ello pi= ele ato6 &ggi ho incont"ato il tuo insegnante di fisica. Il Collegio dei docenti si "iuni"? domani in "iunione st"ao"dina"ia. Tal olta i sinonimi possono appa"tene"e anche a pi= di due li elli di e"si. come paura*spaghetto*tema6 /ueste t"e pa"ole sono sinonimi. ma spaghetto puJ esse"e usato in luogo di paura soltanto nel linguaggio familia"e o in un contesto sche"zoso. ment"e tema sa"e,,e incomp"ensi,ile al di fuo"i di un contesto lette"a"io. Cient"ano cui anche le coppie di lessemi /uali cefalea * mal di testa, eritrocita * globulo resso. in cui il p"imo lessema appa"tiene alla te"minologia medica ment"e il secondo la denominazione comune. Da osse" a"e anche6 denaro * soldi * grana, gatto * micio, sciocche""e * cavolate, ingannare * imbrogliare, mettere in difficolt, * inguaiare. 2. Sinonimi eufemistici. In taluni casi lesistenza di sinonimi di di e"so li ello linguistico do uta a moti i eufemistici. cio al ,isogno di esp"ime"e /ualcosa in modo meno di"etto e meno c"udo di /uanto non faccia una pa"ola di uso no"male6 infatti leufemia 48cosa detta ,ene9. dal g"eco eu. -,ene e phem-. -di"e. pa"la"e5 una figu"a "eto"ica che pe"mette di attenua"e lasp"ezza di unesp"essione usando appunto una pa"ola al posto di unalt"a. CosK. in ece di morire si usano sinonimi eufemistici come mancare, venir meno, spirare, passare a miglior vita e sim. Sinonimi eufemistici sono anche /uelli che si usano pe" e ita"e la ,"utalit? di pa"ole indicanti g"a i difetti fisici 4non vedente*cieco5 o pe" no,ilita"e mestie"i "itenuti umili 4netturbino*spa""ino*operatore ecologico5. !. Sinonimi appa"tenenti a momenti di e"si della sto"ia della lingua. 3lcuni sinonimi si diffe"enziano pe"ch+ appa"tengono a momenti di e"si della sto"ia della lingua. CosK. don"ella, giovinetta e raga""a sono sinonimi. ma donzella e gio inetta sono a"caici e oggi sono usati al posto di "agazza solo con intenti sche"zosi6 8Do e sono andate le don"elle del ost"o

g"uppo?9; 8&h. che ,ella giovinettaU9. Da osse" a"e anche sorella * sirocchia, uccello * augello, vedo * veggo. #. Sinonimi "egionalistici o geosinonimi. )olti sinonimi sono do uti alla diffusione a li ello nazionale di "egionalismi o di dialettismi che si sono fissati nella lingua. H il caso di sinonimi come fidan"ato * moroso, strofinaccio * canovaccio * straccio * cencio, trombaio * idraulico ecc. #lcuni casi inte"essanti sono anche i seguenti6 il settent"ionale anguria usato a Coma 4do e p"esente cocomero5 come a"iante ele ata 4melone o mellone sono le fo"me me"idionali5; cacio 4toscano e me"idionale5 si oppone a formaggio. a"iante settent"ionale ent"ata nello standa"d; babbo*pap,. di cui il p"imo tipico del toscano. In /uesta catego"ia "ient"ano anche i sinonimi che edono coesiste"e pa"ole st"anie"e e pa"ole italiane6 rela.*riposo, /ee0-end*fine settimana, ch$que*assegno, shoc0*emo"ione, computer*calcolatore. $a sostitui,ilit? t"a lessemi spesso ,loccata anche in assenza di moti i semantici6 si dice amma""are il tempo e non uccidere il tempo, testa di cuoio e non capo di cuoio. Infine. in molti casi la sinonimia dipende dal contesto; ad esempio. comprare e prendere non sono necessa"iamente sinonimi. ma lo di entano in un contesto come ono scesa a comprare*prendere il latte; in /uestultimo caso. la sinonimia puJ esse"e sta,ilita solo a poste"io"i. in ,ase ai contesti nei /uali occo""ono le due fo"me. 3lla luce di /ueste conside"azioni. sosteniamo lesistenza non di sinonimia assoluta o totale. ma di /uasi7sinonimia o sinonimia pa"ziale. definita non come identit? semantica. ma come somiglianza semantica t"a lessemi che condi idono pa"te del lo"o contenuto semantico.

!.1. 2. $E CE$3VI&NI DI &11&SIVI&NE Si ha una "elazione di opposizione /uando il significato di un lessema cont"a"io a /uello di un alt"o. Nelle seguenti coppie oppositi e. presente * assente, partire * restare, alto * basso, bello * brutto, il p"imo lessema ha un significato opposto a /uello del secondo lessema. Infatti. se in una f"ase. sostituiamo uno dei lessemi con lalt"o. otteniamo una f"ase di significato opposto6 1aolo oggi presente. % 1aolo oggi assente. 0o deciso di partire. % 0o deciso di restare. To""ei una pianta di alto fusto. % To""ei una pianta di basso fusto. 3ntonio bello. 3ntonio brutto.

3nche se t"a i significati dei lessemi accoppiati. che a,,iamo sottolineato in co"si o. c una "elazione di opposizione. ci sono delle diffe"enze che li cont"addistinguono. Il moti o che allinte"no della "elazione di opposizione "ient"ano alcuni fatto"i che dete"minano a"i tipi di opposizione semantica6 antonimia 415. complementa"it? 425 e in e"sione 4!5. $a distinzione t"a antonimia e complementarit, co""isponde a /uella t"a opposizione g"adua,ile e non g"adua,ile. 1. Due lessemi t"a cui c una "elazione di opposizione g"adua,ile sono antonimi. Tali lessemi indicano gli est"emi di una scala che p"e ede anche g"adi inte"medi6 caldo*freddo, alto*basso, buono*cattivo, giovane*vecchio, ricco*povero, veloce*lento, lungo*corto. T"a i poli opposti designati dai suddetti lessemi possono esse"ci g"adi inte"medi6 altissimo I alto ( medio I basso I ,assissimo. 1ossiamo di"e ad esempio. che 1iovanni $ pi (meno) alto*buono*giovane*veloce di 2ario o abbastan"a giovane o n ricco n povero o altissimo%,uonissimo%gio anissimo ecc. 3 olte. il g"ado inte"medio lessicalizzato. cio esp"esso da un lessema specifico6 n caldo n freddo. cio tiepido. Tali antonimi sono detti incompatibili o totali cio costituiti da pa"ole che si oppongono in modo tale che non possono esse"e e"e nello stesso tempo. ma possono esse"e ent"am,e false. 3d esempio. la coppia antonimica alto*basso6 Aio anni non puJ esse"e contempo"aneamente alto e ,asso. ma puJ ,enissimo esse"e n+ alto n+ ,asso; dalt"a pa"te. 8non alto9 non significa necessa"iamente 8 ,asso9. 3ntonimi incompati,ili sono anche amare e odiare pe"ch+ non si puJ ama"e e odia"e allo stesso tempo. ma 8non ama"e9 non significa necessa"iamente 8odia"e9 e 8non odia"e9 non significa necessa"iamente 8ama"e9. 2. Sono complementari o contrari p"op"iamente detti i lessemi che sono uno la negazione dellalt"o senza g"adazioni. come vivo*morto, maschio*femmina, vero*falso, aperto*chiuso, celibe*sposato. In /uesti casi non ci sono te"ze possi,ilit? o g"adi inte"medi6 non si puJ di"e 1iovanni $ pi vivo di 2ario o 2ario $ abbastan"a morto. I lessemi complementa"i di idono una"ea concettuale in due sfe"e che si escludono a icenda6 il significato delluno implica la negazione del significato dellalt"o e. di conseguenza. non possono sussiste"e allo stesso tempo. Il "appo"to si esp"ime in te"mini di o 3.o. pe"ciJ engono chiamati anche cont"a"i disgiunti. In te"mini logici. la diffe"enza t"a antonimia e complementa"it? puJ esse"e desc"itta in te"mini di implicazione6 7 nellantonimia. laffe"mazione di un mem,"o della coppia implica la negazione dellalt"o. ma la negazione delluno non implica laffe"mazione dellalt"o6 %l caff$ $ caldo implica %l caff$ non $ freddo. ma %l caff$ non $ caldo non implica %l caff$ $ freddo 4pot"e,,e esse"e n+ caldo n+ f"eddo5. 7 nella complementa"it?. laffe"mazione di uno dei mem,"i implica la negazione dellalt"o e ice e"sa6 4go $ vivo implica 4go non $ morto e 4go non $ vivo implica 4go $ morto. Puesta diffe"enza co""isponde alla distinzione sta,ilita dalla logica classica t"a contrari e contraddittori6 unaffe"mazione il cont"a"io di unalt"a se non possono esse"e ent"am,e e"e pu" potendo esse"e ent"am,e false6 %l caff$ $ caldo e %l caff$ $ freddo; nel caso di affe"mazioni cont"additto"ie. una delle due de e esse"e e"a6 4go $ vivo e 4go $ morto non possono esse"e ent"am,e e"e o ent"am,e false. !. L'inversione si instau"a t"a lessemi che esp"imono la stessa nozione da p"ospetti e opposte. $e "elazioni di in e"sione sono pa"ticola"mente f"e/uenti nelle a"ee

1>

del lessico "elati e ai "appo"ti di pa"entela e ai "uoli sociali 4padre*madre, marito*moglie, dottore*pa"iente5. alle "elazioni spazio7tempo"ali 4sopra*sotto, davanti*dietro, prima*dopo5 o a azioni p"esentate da punti di ista di e"si ma simmet"ici 4 dare*ricevere, compare*vendere5. &lt"e alle coppie che esp"imono di"ezioni opposte 4 su*gi, avanti*indietro5. esistono coppie oppositi e esp"imenti mo imento in di"ezioni opposte 4andare*venire, salire*scendere, arrivare*partire, entrare*uscire5. &lt"e ai "appo"ti ,ina"i 4le coppie di lessemi5 ci sono anche opposizioni non ,ina"ie. "elati e a insiemi fo"mati da pi= lessemi. come i nomi delle stagioni 4primavera, estate, autunno, inverno5 e dei gio"ni della settimana 4luned-, marted- ecc.5. T"a /uesti lessemi si sta,ilisce una "elazione di incompatibilit,. &lt"e a /ueste opposizioni cicliche. "ient"ano in /uesta catego"ia le opposizioni se"iali. cio o"dinate secondo una scala o una ge"a"chia 4come i nume"ali uno, due, tre, 3 cento, mille, milione o come la scala freddo, fresco, tiepido, caldo5; in /uestultimo caso. gli est"emi della scala fo"mano una coppia di antonimi. &sse" azioni 1. Non tutte le pa"ole hanno un antonimo. Non ammettono un cont"a"io i nomi e gli aggetti i indicanti colo"e o fo"ma6 rosso non ha un colo"e opposto 4solo in alcuni codici isi i il 8"osso9 ha come cont"a"io il 8 e"de9. ma ciJ non succede nel codice linguistico5. ma solo colo"i di e"si 4verde. giallo. arancione. blu. ecc. 5; allo stesso modo. rettangolare non ha una fo"ma opposta. anche se. come o io. esistono fo"me di e"se 4rotondo, quadrato ecc.5. Non ammettono un cont"a"io neanche le pa"ole che indicano nazionalit?. p"o enienza "egionale o c"edenza "eligiosa. come italiano, francese, siciliano, toscano, musulmano ecc. Natu"almente. tutte /ueste pa"ole possono esse"e negate con la e",io non. ma le fo"me come non rosso, non quadrato. non italiano. non cristiano e simili non sono antonimi di rosso, quadrato, italiano e cristiano. CosK con non rosso ci limitiamo a nega"e. cio a esclude"e il colo"e "osso. a antaggio di tutti gli alt"i colo"i6 8To""ei una stoffa non rossa9 significa che o""ei una stoffa e"de. gialla. a"ancione ecc. Con non bello non intendo nega"e bello pe" di"e 8,"utto96 non bello soltanto unattenuazione di bello oppu"e un modo elegante e i"onico pe" fa" capi"e che in "ealt? ogliamo di"e p"op"io brutto. 2. )olti antonimi sono costituiti. come si isto sop"a. da due pa"ole di e"se. Nella maggio" pa"te dei casi. pe"J. gli antonimi si fo"mano pe" de"i azione da una pa"ola cui iene aggiunto un p"efisso. 4in alcuni casi il p"efisso aggiunto un mo"fema. in alt"i. un allomo"fo5 come a-, an-, de-, dis-, de-, in-, ne-, s-5 tipico*atipico, alcolico*analcolico, onest,*disonest,, certo*incerto, lecito*illecito, vestire*svestire ecc. !. @na pa"ola con pi= significati ha pi= antonimi. @na pa"ola che p"esenta pi= significati ha un cont"a"io pe" ognuno di tali significati. CosK laggetti o acuto ha /uatt"o tipi di antonimi. secondo i suoi /uatt"o significati6 a. 8acuminato. appuntito9 ha come cont"a"io arrotondato; ,. 8angolo acuto9 ha come cont"a"io ottuso+ c. 8lancinante. intenso9 ha come cont"a"io lieve; d. 8pe"spicace. astuto. s eglio9 ha come cont"a"io 8ta"do9.

11

#. $e g"adazioni o"ganizzano aste /uantit? di pa"ole nel lessico. 1ossono esse"e sottoposte alla g"adazione6 P@3NTITX 6 475 nessuno, uno, qualcuno, parecchi, molti, infiniti 4M5; TE)1EC3T@C36 475 gelido, freddo, tiepido, caldo, bollente 4M5; DI)ENSI&NE6 475 microscopio, piccolo, medio, grande, grandissimo, enorme 4M5. Nel ge"go educati o italiano una g"adazione "egola"izzata t"a gli aggetti i che esp"imono alutazione sulla p"estazione scolastica degli alunni6 P@3$IT3 DE$$E 1CEST3VI&NI6 475 insufficiente, sufficiente, mediocre, buono, ottimo, eccellente 4M5. !.1.!. $3 CE$3VI&NE AEC3CC0IC3 DI I1&NI)I3%I1EC&NI)I3 $a "elazione di iponimia%ipe"onimia si instau"a t"a un lessema di significato pi= gene"ale. detto iperonimo o sovraordinato. e uno o pi= lessemi di significato pi= specifico. detti iponimi o subordinati; ad esempio. animale ipe"onimo di gatto. mucca e cane. ment"e tulipano 4insieme a rosa, giglio ecc.5 iponimo di fio"e. Ali iponimi dello stesso ipe"onimo. come rosa e giglio "ispetto a fiore sono detti co7iponimi. $a "elazione di iponimia spesso definita dal punto di ista logico in te"mini di inclusione in classi6 se Y la classe degli animali e Z la classe dei gatti. Y include Z ossia Z iponimo di Y. In te"mini di e"it?. la "elazione di ipe"7iponimia puJ esse"e esp"essa come segue6 se e"o che 6utti gli animali devono essere protetti e"o anche che 6utte le balene devono essere protette 4balena iponimo di animali5. Tutta ia. dal punto di ista semantico. liponimia puJ esse"e definita come implicazione unilate"ale6 Z iponimo di Y se implica Y e non ice e"sa. 1e" esempio. lesp"essione # $ un 7 implica lesp"essione # $ un 8 49uesto $ un gatto implica 9uesto $ un animale5 ma non ice e"sa6 6utte le balene essere protette non implica 6utti gli animali devono essere protetti. Sia che la definiamo in te"mini di inclusione in classi. sia che la definiamo come implicazione unilate"ale. liponimia una cosiddetta "elazione H I @N o IS I 3 4dallinglese %s a56 un gatto un animale. una "osa un fio"e ecc. H inolt"e una "elazione t"ansiti a6 se Z iponimo di Y e Y iponimo di V. allo"a Z iponimo di V 4se gatto iponimo di mammifero e mammifero iponimo di animale. gatto iponimo di animale5. Non possi,ile desc"i e"e linte"o lessico t"amite ununica st"uttu"a ge"a"chica. poich+ non esiste un lessema cosK gene"ico da esse"e ipe"onimo di tutti gli alt"i6 esistono e",i di significato molto gene"ico. come fare o essere. ma nessuno di essi supe"o"dinato a tutti i e",i; neppu"e i gene"icissimi cosa o roba possono esse"e "itenuti ipe"onimi di tutti i nomi. Tutta ia. liponimia uno dei pi= impo"tanti p"incipi di o"ganizzazione lessicale. ed esistono nel lessico molti sottoinsiemi di lessemi o"dinati ge"a"chicamente. @n tipo pa"ticola"e di "elazione semantica /uella che inte"co""e t"a i nomi delle pa"ti di un insieme. detti anche meronimi 4dal g"eco mros -pa"te e onoma -nome5. e linsieme stesso. Corridoio, anticamera, soggiorno, samera da letto, cucina, tinello, bagno sono me"onimi "ispetto ad appa"tamento. Come liponimia. anche la me"onimia una "elazione ge"a"chica. che "isponde pe"J non alla "elazione H7@N ma alla "elazione 13CTE7DI. Nelle coppie dito*mano, braccio*corpo, tastiera*pianoforte. si intende pe"

12

esempio. -dito. pa"te di una mano. -,"accio. pa"te del co"po. -tastie"a. pa"te del pianofo"te e non -il dito la mano o -un tipo di mano. !.1.#. I C3)1I $ESSIC3$I $a nozione di campo lessicale segna s olta c"uciale pe" lo studio del significato. $a teo"ia del campo lessicale ha alla ,ase lidea saussu"iana che il significato di una pa"ola non defini,ile in s+. ma dipende dallinsieme delle "elazioni che essa ha con le alt"e unit? del sistema. e in pa"ticola"e dalle "elazioni pa"adigmatiche che int"attiene con le pa"ole che esprimono delle idee vicine. $a concezione di 8campo linguistico9 stata s iluppata dal tedesco Oost T"ie". auto"e del saggio %l lessico tedesco nell'ambito dell'intelletto. Secondo lo studioso. i oca,oli che nellantico tedesco si "ife"iscono al mondo del pensie"o 4 intelligen"a, intelletto, spirito ecc.5 costituiscono un insieme unita"io. un campo. allinte"no del /uale il significato di ciascun oca,olo dipende dai significati dei oca,oli p"esenti nel campo. Ali studi successi i dedicati alla teo"ia del campo semantico pa"tono da unidea comune6 un campo lessicale un insieme di lessemi che 8cop"ono9 una data a"ea concettuale. Conside"iamo il caso pi= analizzato di campo lessicale. /uello dei nomi di colo"e6 bianco, nero, rosso, verde ecc. $insieme di /uesti lessemi "app"esenta il modo in cui la lingua italiana st"uttu"a la"ea concettuale del colo"e e ciascuno di essi co""isponde ad una suddi isione di tale a"ea. Ciascuna sezione puJ costitui"e. a sua olta. una"ea concettuale che iene st"uttu"ata in campo da un alt"o insieme di lessemi. 3d esempio. la"ea concettuale cope"ta da rosso st"uttu"ata da lessemi come cremisi, vermiglio, scarlatto. 3nche gli studiosi che non condi idono la tesi della semantica st"uttu"alista. "iconoscono alla teo"ia del campo il me"ito di a e"e dimost"ato che il lessico non una semplice lista o una massa caotica di pa"ole. ma un insieme o"ganizzato. 3llinte"no di tali st"uttu"e o"ganizzate. il significato delle pa"ole non puJ esse"e analizzato conside"andole singola"mente. ma solo "appo"tate alla st"uttu"a in cui sono inse"ite. alla "ete delle "elazioni semantiche che ciascuna int"attiene con le alt"e. @sando una metafo"a. possiamo conside"a"e il campo semantico un mosaico in cui ogni pa"ola co""isponde ad un pezzo e linsieme delle pa"ole "icop"e tutta una zona di significato. 1i= p"ecisamente. il campo puJ esse"e definito come un sottosistema lessicale. ale a di"e un insieme st"uttu"ato di pa"ole che si condizionano a icenda e "imandano a uno stesso concetto. Sono impa"entate. pe" esempio. le pa"ole che fanno "ife"imento alla timidezza6 schivo, ritroso, timido, timoroso, modesto, discreto, riservato, taciturno, solitario, introverso, chiuso, impacciato, ombroso, restio, riluttante. Il campo semantico della ,ellezza composto. t"a gli alt"i. dai seguenti aggetti i6 bello, gra"ioso, ameno, carino, piacevole, gradevole, meraviglioso, attraente, affascinante, incantevole, armonico, aggra"iato, elegante.

1!

I campi semantici sono nume"osi e a"i. 3lcuni sono pi= "ist"etti. nel senso che contengono un nume"o "elati amente ,asso di pa"ole e cop"ono una"ea di significato a,,astanza "idotta. H il caso degli insiemi di pa"ole che indicano6 le pa"ti del disco"so6 articolo, nome, aggettivo, pronome, verbo, preposi"ione, congiun"ione e interie"ione+ le pa"entele6 madre, padre, figlio, fratello, sorella, cugino, "io ecc.; let?6 giovane, vecchio, an"iano, nuovo, recente, arcaico ecc.; latti it? in cucina6 friggere, bollire, arrostire, stufare ecc. le figu"e geomet"iche piane6 triangolo, quadrato, rettangolo, trape"io, pentagono, esagono, cerchio ecc. le piet"e p"eziose6 rubino, smeraldo, acquamarina, "affiro, onice, ametista, diamante, topa"io, opale, agata, lapisla""uli, turchese ecc. gli st"umenti musicali a fiato6 flauto, oboe, clarinetto, sa.ofono, armonica, tromba ecc. i enti6 grecale, libeccio, maestrale, scirocco, tramontana ecc. i colo"i 4 edi sop"a5. 3lt"i. in ece. sono astissimi. pe"ch+ cop"ono a"ee di significato pa"ticola"mente ampio. H il caso degli insiemi di pa"ole che indicano6 gli animali; le piante; i fio"i; i mezzi di t"aspo"to. Caratteristiche dei campi semantici 1. T"a i campi semantici ci sono dei "appo"ti st"etti. $a f"atellanza t"a i a"i campi semantici puJ esse"e notata in a"i modi. &sse" iamo i seguenti casi6 1.a. &gni campo semantico confina con alt"i campi semantici che contengono pa"ole di significato diffe"ente ma "elati e ad a"ee icine. Conside"iamo il campo semantico delle pa"ole che indicano le fo"me geomet"iche piane6 triangolo, quadrato, rettangolo ecc. 3ccanto a /uesto campo si t"o ano alt"i campi che indicano alt"i elementi geomet"ici6 7 fo"me geomet"iche solide6 cubo, parallelepipedo, piramide, sfera ecc. 7 te"mini geomet"ici6 linea, punta, retta, alte""a, ipotenusa, diametro, raggio, bisettrice, perpendicolare ecc. 7 le unit? di misu"a delle figu"e geomet"iche6 metro, metro quadrato, metro cubo, centimetro, decametro ecc. 3l campo semantico che indica gli st"umenti musicali a fiato 4flauto, oboe, clarinetto, sa.ofono, armonica, tromba ecc.5 si t"o ano accanto i campi indicanti6 7 gli st"umenti musicali a pe"cussione6 tamburo, batteria, grancassa ecc. 7 gli st"umenti musicali ad a"ia6 organo, armonium, fisarmonica ecc. 1.,. @na pa"ola puJ appa"tene"e a pi= campi semantici. Conside"iamo la pa"ola di uso /uotidiano acqua e i a"i campi semantici in cui p"esente6

1#

Il campo delle pa"ole che indicano elementi natu"ali pe" eccellenza6 te""a. a"ia. acqua, fuoco; Il campo delle pa"ole che indicano li/uidi6 ,enzina. sangue. latte. acqua. ,"odo; Il campo delle pa"ole che indicano ,e ande6 acqua. ino. ,i""a. a"anciata; Il campo delle pa"ole che indicano composti chimici natu"ali6 anid"ide ca",onica. ammoniaca. acqua. sale. ca",one. 2. Si puJ nota"e nei p"ecedenti esempi che t"a i significati dei lessemi allinte"no di un campo lessicale si possono sta,ili"e a"i tipi di "appo"ti pa"adigmatici. 3d esempio. nel campo degli aggetti i di et?. vecchio e an"iano sono sinonimi e vecchio e giovane sono antonimi. Nel campo dei colo"i. rosso e giallo sono iponimi dellipe"onimo colore. @n campo semantico puJ esse"e definito come un insieme di co7iponimi di uno stesso ipe"onimo; a /uesto ipe"onimo. Co<e"iu d? il nome di arcilessema, te"mine con cui intende lunit? che co""isponde al contenuto di un inte"o campo e che puJ o meno esse"e esp"essa da un lessema specifico. !. Non si possono sta,ili"e elenchi definiti i di tutti i campi lessicali di una lingua ed difficile t"accia"e confini p"ecisi t"a un campo lessicale e lalt"o pe"ch+ una stessa pa"ola puJ appa"tene"e a pi= di un campo. il che c"ea delle inte"sezioni t"a campi di e"si; ad esempio. coltello puJ fa" pa"te sia del campo degli utensili di cucina sia di /uello delle a"mi. ment"e freddo "ient"a nellaccezione lette"ale nel campo della tempe"atu"a e nellaccezione metafo"ica in uno o pi= campi "elati i ai sentimenti o ai compo"tamenti6 44na persona fredda, 4n saluto freddo5. Secondo gli studiosi 4 . Eitta[. 5 la metafo"a puJ esse"e desc"itta come un t"asfe"imento di lessemi da un campo semantico allalt"o. Con tale t"asfe"imento. engono t"asfe"ite anche le st"uttu"e pa"adigmatiche esistenti nel campo semantico o"igina"io; ad esempio. cosK come caldo e freddo sono antonimi nel campo della tempe"atu"a. lo sono anche nel campo dei sentimenti 44na persona calda*fredda, 4n'accoglien"a calorosa*tiepida*fredda5. Campi lessicali e frames 3,,iamo notato sop"a che il significato delle pa"ole non de e esse"e analizzato in modo atomistico ma in "appo"to alla st"uttu"a di cui le pa"ole fanno pa"te. Puesta teo"ia e"editata dalla semantica st"uttu"ale condi isa da molti studiosi nel campo della semantica comp"esa /uella cogniti a 4anche se i suoi assunti sono molto di e"si da /uelli st"uttu"alisti5. 3nche la semantica cogniti a conside"a che il significato di una pa"ola "appo"tato alla st"uttu"a in cui essa si inse"isce; la diffe"enza che pe" la semantica st"uttu"ale /uesta st"uttu"a 4il campo lessicale5 ha una natu"a linguistica. ment"e pe" la semantica cogniti a ha una natu"a concettuale. 1e" indica"e /uesto tipo di st"uttu"e concettuali gli app"occi cogniti isti hanno p"oposto a"ie nozioni6 frames 48co"nice. intelaiatu"a95. script 48sceneggiatu"a95. 1'

schema. scena. scena"io. sfondo. modello cogniti o idealizzato. spazio mentale ecc. In gene"ale. tutte /ueste nozioni indicano 8pacchetti9 di conoscenze che costituiscono. secondo lipotesi cogniti ista. lo sfondo indispensa,ile pe" inte"p"eta"e una pa"ola o un insieme di pa"ole. Conside"iamo. ad esempio. la pa"ola luned-. Nella p"ospetti a st"uttu"alista. il suo significato si definisce in ,ase alla "elazione pu"amente int"alinguistica che essa ha con alt"i lessemi appa"tenenti al campo lessicale dei gio"ni della settimana 4marted-, mercoled-, gioved- ecc.5 che ha come a"cilessema la pa"ola settimana. Tali lessemi fo"mano un insieme ciclico go e"nato dalla "elazione di incompati,ilit?. Nella p"ospetti a cogniti ista. in ece. pe" comp"ende"e il significato di luned- occo""e fa"e "ife"imento a una co"nice inte"p"etati a I un frame I che include una se"ie di conoscenze eGt"alinguistiche "elati e ad esempio alla st"uttu"a del nost"o calenda"io. alla distinzione che c nella nost"a societ? t"a gio"ni fe"iali e festi i. al fatto che lunedK olt"e a segna"e linizio della settimana indica il "ip"ende"e del la o"o ecc. 3nalogamente. il significato di lessemi come comprare, vendere, pagare, costare, spendere e le "elazioni semantiche di sinonimia. opposizione ecc. che inte"co""ono t"a essi possono esse"e comp"esi solo p"oiettando /uesti lessemi sullo sfondo dello schema concettuale al /uale si "ife"iscono. cio il frame -e ento comme"ciale che comp"ende come elementi ,asici un endito"e. un ac/ui"ente. una me"ce e del dena"o. Scena"i pi= complessi possono esse"e necessa"i pe" inte"p"eta"e pa"ole o testi che chiamano in causa e enti pi= a"ticolati. ad esempio le ento -elezioni6 possiamo inte"p"eta"e la f"ase :omenica si vota per le politiche, le scuole riaprono gioved- 4appa"entemente fo"mata da due info"mazioni scollegate5 solo sullo sfondo di una se"ie di conoscenze "elati e a come si s olgono le elezioni e in pa"ticola"e al fatto che i seggi eletto"ali sono collocati nelle scuole. le /uali /uindi "estano chiuse fino al te"mine dello spoglio. In tutti /uesti casi. la comp"ensione del significato p"esuppone il "ife"imento a uno schema concettuale che inco"po"a una se"ie di conoscenze con enzionalizzate. fondate sugli ste"eotipi di una pa"ticola"e cultu"a e sul modo in cui i mem,"i di una comunit? o"ganizzano la lo"o espe"ienza del mondo. $e esp"essioni linguistiche sono inte"p"etate in ,ase a /ueste conoscenze che sono condi ise da tutti i pa"lanti appa"tenenti ad una stessa cultu"a. Esse fo"mano appunto la cornice "ispetto alla /uale le esp"essioni linguistiche ac/uistano significato. Cispetto al modello st"uttu"alista dei campi lessicali. lapp"occio cogniti ista si ,asa sullidea che il significato non puJ esse"e desc"itto solo in ,ase alle "elazioni int"alinguistiche t"a le pa"ole. ma "ichiede il "ife"imento alle nost"e "app"esentazioni mentali e alle conoscenze enciclopediche che esse inco"po"ano. !.2. C311&CTI SINT3A)3TICI $e st"uttu"e del lessico sono alte"ate p"ofondamente dallo"dine alfa,etico in un diziona"io che. anzich+ indica"e lo st"etto "appo"to esistente t"a i lessemi. li "egist"a distanziati. $a co""elazione t"a i lessemi dipende dai legami semantici che uniscono t"a lo"o i componenti di un enunciato 4"appo"ti sintagmatici5 e dai legami semantici che collegano ciascun componente ai suoi possi,ili sostituti 4"appo"ti pa"adigmatici5.

1Q

Conside"iamo le due dimensioni secondo le /uali possono esse"e analizzati i a"i tipi di "appo"ti che inte"co""ono t"a i significati dei lessemi6 la dimensione linea"e o sintagmatica 4dal g"eco sintagma -composizione5 pe" la /uale ogni elemento di una f"ase in "appo"to con gli elementi che lo p"ecedono e lo seguono. T"a i /uatt"o elementi della f"ase. 2angio una mela matura. inte"co""ono dei "appo"ti pe" i /uali appa"e oppo"tuno di ide"e la f"ase in mangio ( una mela matura. piuttosto che in mangio una ( mela matura oppu"e mangio una mela ( matura. Puesti "appo"ti ci impediscono di fo"ma"e f"asi come ;mangio un melo maturo o ;una mangio matura mela. In pa"ole po e"e. la dimensione sintagmatica si occupa di come si com,inano i a"i elementi di una f"ase. @n alt"o esempio pe" indica"e la dimensione sintagmatica pot"e,,e esse"e un enunciato come %l <<< emise un forte nitrito. @n ,uon conoscito"e dellitaliano sap"? integ"a"e la pa"ola mancante nellenunciato incompleto 4cio cavallo5. $a dimensione associati a o pa"adigmatica 4dal g". paradeigma -esempio. modello5. che "igua"da i "appo"ti che inte"co""ono t"a i significati dei lessemi. Nellesempio gi? citato pot"emmo immagina"e le seguenti sostituzioni6 2angio una* la* questa mela matura. 2angio una mela matura* acerba* rossa* gialla ecc. 2angio* divoro* assaporo* mordo* inghiotto una mela matura. 2angio una mela* ciliegia* pera* arancia matura. Pueste sostituzioni fanno capi"e meglio il "appo"to t"a i significati dei singoli lessemi6 divoro uol di"e -mangio in un modo pa"ticola"e; matura cont"a"ia di acerba; mela, ciliegia, pera, arancia sono co7iponimi dello stesso ipe"onimo frutto. In conclusione. se la dimensione pa"adigmatica "i ela i "appo"ti di somiglianza o di opposizione t"a i lessemi. la dimensione sintagmatica assicu"a che la com,inazione t"a gli elementi sia "ealizzata in ,ase alle "egole e alle "est"izioni di ciascuna lingua. 1e" esse"e disposti sullasse sintagmatico. gli elementi linguistici de ono accetta"e modificazioni ed assume"e una fo"ma dete"minata. 3d esempio. la"ticolo dete"minati o che p"ecede postino assume la fo"ma fonica %il%. ment"e "io p"eceduto da %lo%. 3llo stesso modo. il e",o essere assume la fo"ma di te"za pe"sona singola"e. pe"ch+ il nome col /uale esso si acco"da ha /uella stessa pe"sona. Puesti fatti linguistici most"ano che lasse sintagmatico non si limita a "ice e"e elementi linguistici in fo"ma fissa e data una olta pe" tutte. ma atti o sugli elementi che ent"ano in com,inazione. I "appo"ti sintagmatici si c"eano t"a lessemi comp"esenti sullasse linea"e del disco"so. In unaccezione pi= ampia. lesp"essione 8"appo"ti sintagmatici9 inte"p"etata come la capacit? di una pa"ola di com,ina"si con alt"e pa"ole. Tali "appo"ti includono tutto ciJ che "ient"a nellam,ito della sintassi. che appunto il setto"e della linguistica che studia le "egole t"amite le /uali le unit? lessicali si com,inano pe" fo"ma"e unit? supe"io"i. H pe"J impo"tante tene"e distinti il li ello sintattico e /uello semantico poich+ le "egole che pe"mettono i due tipi di com,inazioni sono di natu"a di e"sa. 1e" illust"a"ne la diffe"enza. conside"iamo il notissimo esempio di ChomsF[6

1S

415 Idee e"di senza colo"e do"mono con fu"ia. 425 Bu"ia con e"di do"mono senza idee colo"e Notiamo che ment"e la f"ase 425 totalmente sg"ammaticata. cio una successione di pa"ole che non possono com,ina"si in /uesto modo. la f"ase 415 ,izza""a dal punto di ista semantico. ma g"ammaticalmente co""etta. Tice e"sa. esistono f"asi sensate pu" essendo sintatticamente mal fo"mate. come 4!5 )i hanno "imasto solo 4non co""etta secondo le no"me dellitaliano standa"d5 anzich+ 4#5 )i hanno lasciato solo. Puesti esempi most"ano che la ,uona fo"mazione dal punto di ista sintattico non "app"esenta una ga"anzia pe" una coe"enza semantica e ice e"sa. Dal punto di ista semantico. due sono i fenomeni che "igua"dano le possi,ilit? com,inato"ie6 7 i fenomeni di collocazione; 7 i fenomeni di selezione. !.2.1. $e collocazioni $e collocazioni sono com,inazioni di pa"ole che si t"o ano "egola"mente icine sullasse sintagmatico. cio "ichiamano lun lalt"o secondo modi p"e edi,ili dal pa"lante6 leccare* lingua, miagolare* gatto, abbaiare* cane, nitrire* cavallo, biondo* capelli, rancido* burro, camuso* naso, isoscele* triangolo. Si t"atta cio di coocco""enze a,ituali di lessemi che "ient"ano nellam,ito dei "appo"ti semantici sintagmatici 4$[ons5. 3 diffe"enza di pa"ole come rosso e andare. che possono coocco""e"e con moltissime alt"e. pa"ole come miagolare o camuso p"esentano. dato il lo"o significato. fo"ti limitazioni alla lo"o li,e"t? di com,ina"si con alt"i lessemi6 miagolare puJ "ife"i"si solo a gatti e camuso solo a nasi. Casi come /uesti costituiscono gli esempi pi= tipici di collocazione e sono chiamati anche solidariet semantiche o lessicali. Il te"mine colloca"ione usato pe" indica"e molti alt"i tipi di com,inazioni di pa"ole e di esp"essioni linguistiche con un ce"to g"ado di fissit? lessicale o con limiti in /uanto alla dist"i,uzione degli elementi costituenti. I fenomeni che possono "ient"a"e. in ,ase a /uesta definizione alla"gata sono a"i. Ne esamine"emo alcuni casi pa"ticola"mente salienti pe" la semantica lessicale6 1. @n p"imo caso costituito da lessemi che tendono a coocco""e"e con pochi alt"i pu" a endo un significato che non esclude"e,,e alt"e com,inazioni; ad esempio. laggetti o madornale. nel senso 8eno"me9 "ient"a in com,inazione con alcuni lessemi che significano 8e""o"e96 si dice 4n errore madornale * 4na svista madornale ma non 4na cultura madornale. ment"e si dice 4na cultura enorme. In /uesto caso. il limite alla dist"i,uzione della pa"ola non dipende dal suo significato. come pe" camuso. ma da fatto"i pu"amente lessicali. $esistenza di limiti alla dist"i,uzione di un lessema puJ a""i a"e al punto che esso compa"e solo in una ce"ta locuzione e non esiste come lessema autonomo al di fuo"i di essa; ad esempio. lasso esiste solo nellesp"essione lasso di tempo. e "on"o e ruba occo""ono solo nelle locuzioni andare a "on"o e andare a ruba. 2. @n secondo caso costituito da com,inazioni i cui componenti possono compa"i"e li,e"amente anche in alt"e esp"essioni che sono. pe"J. lessicalmente fisse o comun/ue molto tipiche o "ico""enti. Seguiamo i seguenti casi6 possiamo di"e essere alla dispera"ione ma non \essere all'angoscia

1(

fare paura ;fare terrore avere male a un piede ;avere sofferen"a a un piede 3nalogamente. avan"are un'ipotesi e prendere provvedimenti sem,"ano pi= 8no"mali9 di ? proporre un'ipotesi e ?? decidere provvedimenti. )olti studiosi "ise" ano il te"mine 8collocazione9 a /ueste situazioni. cio ai casi in cui. olendo esp"ime"e un dato concetto e a endo scelto di usa"e il lessema Y. la scelta del lessema Z da com,ina"e con Y non totalmente li,e"a. ma lessicalmente dete"minata. cio fissata da con enzioni esistenti nelluso della lingua. Come nel caso di madornale. anche in /uesti casi non ci sono moti i st"ettamente semantici che impongono o che ietano una ce"ta com,inazione di pa"ole. cio non ci sono e"e e p"op"ie "est"izioni semantiche alla com,inazione dei lessemi; tutta ia una com,inazione di e"sa p"odu""e,,e unesp"essione inapp"op"iata. Si dice in tal caso che i lessemi p"esentano delle "est"izioni di collocazione cio dei limiti com,inato"i I do uti non a moti i semantici o sintattici ma alle con enzioni lessicali tipiche di una lingua. $a iolazione di tali "est"izioni conduce a delle esp"essioni inapp"op"iate. !. I fenomeni sop"a esaminati si int"ecciano con alt"i tipi di esp"essioni linguistiche ca"atte"izzate dalla e"e un ce"to g"ado di fissit? lessicale e%o un ce"to g"ado di con enzionalit?. H un insieme molto a"iegato di esp"essioni. che include t"a lalt"o i lessemi complessi come macchina da scrivere o ferro da stiro. i ,inomi o i t"inomi fissi 4esp"essioni come sali e tabacchi e aglio, olio e peperoncino in cui lo"dine delle pa"ole non puJ esse"e in e"tito5. le esp"essioni ste"eotipiche e le f"asi fatte 4del tipo tragica scomparsa, efferato delitto5. le fo"mule con enzionali di saluto. augu"io. scusa. "ing"aziamento ecc. 4:istinti saluti, 1ra"ie mille5. i detti e p"o e",i 4Chi dorme non piglia pesci, %l tempo $ denaro5. le esp"essioni idiomatiche 4tirare le cuoia5. $insieme di /uesti fenomeni fo"ma una"ea pa"ticola"mente complessa da analizza"e. #. Ti sono anche collocazioni fo"mali. non semantiche in cui laccostamento dei componenti non ha alcuna ,ase "efe"enziale. Esempi come libro bianco -"accolta di documenti e testimonianze. verde et, -gio inezza. fondi neri -illeciti. terno secco, pulcesecca -pizzico molto se""ato dimost"ano che la collocazione alt"a cosa "ispetto allassociazione di idee. !.2.2. $e "est"izioni di selezione $a nozione di restrizione di selezione o restrizioni selettive usata sop"attutto nella linguistica gene"ati a pe" indica"e /uali p"op"iet? semantiche de e p"esenta"e un lessema pe" pote"si com,ina"e in modo sensato con un alt"o. Conside"iamo anco"a la f"ase citata sop"a %dee verdi sen"a colore dormono con furia. Puesta f"ase. pu" essendo co""etta dal punto di ista sintattico e pu" essendo fo"mata da pa"ole che p"ese singola"mente hanno un significato. "isulta anomala dal punto di ista semantico. Sono anomale dal punto di ista semantico esp"essioni come 9uesto pomodoro $ intelligente, La felicit, usc- dal mercato, %l tavolo apparecchiato tossiva, La verit, metallica, %l quadrato rotondo. In tutti /uesti casi lanomalia semantica nasce dallatt"i,ui"e ce"te p"op"iet? o compo"tamenti a entit? che non li possono a e"e. ottenendo come "isultato esp"essioni che non sono tanto false /uanto p"i e di senso6

1W

laggetti o intelligente si puJ applica"e sensatamente solo a nomi animati. il e",o tossire "ichiede. a sua olta. un nome animato. dun/ue p"i o di senso pa"la"e di -pomodo"i intelligenti e di ta oli che tossiscono. Il concetto di "est"izione di selezione esp"ime appunto il fatto che ogni pa"ola impone delle "est"izioni al tipo di pa"ole che possono com,ina"si con essa 4ad esempio. /uella di indica"e unentit? animata5. Puando /ueste "est"izioni com,inato"ie engono iolate si ha unesp"essione semanticamente anomala. Come le "est"izioni di collocazione. anche le "est"izioni di selezione impongono dei limiti alle possi,ilit? com,inato"ie delle pa"ole. $a diffe"enza che le "est"izioni di collocazione sono legate a fatto"i lessicali pi= che semantici. come dimost"a il fatto che possono ale"e pe" un lessema ma non pe" i suoi sinonimi 4non possiamo di"e \4na cultura madornale ma possiamo di"e 4na cultura enorme5. ment"e le "est"izioni di selezione sono moti ate da fatto"i semantici 4sostituendo un lessema con un suo sinonimo. lanomalia della f"ase non 8diminuisce96 4n'idea verde alt"ettanto anomala di 4n pensiero verde5. Ta detto pe"J che anche le "est"izioni di selezione non "app"esentano una "egola assoluta6 la maggio" pa"te delle metafo"e e delle metonimie sono casi di iolazione delle "est"izioni di selezione6 % libri temono l'umidit,, %l sergente abbaiava gli ordini alla truppa, La vita mi sorride 4metafo"e5 %l 9uirinale ha detto che..., &o letto tutto il :ante 4metonimie5. Nonostante la iolazione delle "egole di selezione. gli esempi sop"a citati sono pienamente sensati. #. &monimia e polisemia 4.1. Omonimia I fenomeno semantico "elati o alle pa"ole che p"esentano la stessa fo"ma. ma che hanno significati di e"si 4dal g"eco homon)mos -stesso nome5. In "ealt?. negli omonimi. lidentit? di fo"ma soltanto appa"ente. &"igina"iamente. gli omonimi a e ano fo"me di e"se. ma con landa" del tempo. i mutamenti fonetici e g"afici li hanno po"tato ad assume"e la stessa fo"ma. Conside"iamo i seguenti omonimi6 la lira il tasso unit? moneta"ia st"umento musicale mammife"o mustelide a",usto delle conife"e pe"centuale di inte"esse

$a pa"ola 8li"a9 che significa 8unit? moneta"ia9 de"i a dal latino libra(m). -li,,"a. cosa del peso di una li,,"a; in ece la li"a. 8st"umento musicale9. de"i a dal g"eco l)ra. -li"a. 3llo stesso modo la pa"ola 8tasso9. /uando indica il mammife"o mustelide de"i a dal ta"do latino ta.one(m). di o"igine ge"manica; /uando indica la",usto delle conife"e de"i a dal latino ta.u(m). infine. /uando indica la misu"a pe"centuale di inte"esse de"i a dal f"ancese ta(u).. da tau(.)er. -tassa"e. Ali omonimi possono esse"e di due tipi6 &monimi costituiti da pa"ole che appa"tengono alla medesima catego"ia g"ammaticale6 il miglio5 unit? di misu"a 4nome5

2>

g"aminacea 4nome5 Il diziona"io "egist"a /ueste pa"ole luna diet"o lalt"a come oci autonome e le distingue con un nume"o esponente6 lira1 f 1 unit? moneta"ia di Italia. Tu"chia. Egitto e alt"i paesi. 2 est dena"o L=6%2>L dal latino libra(m)6 li,,"a. cosa del peso di una li,,"aN lira2 f 24 st"umento musicale a co"de dellantica A"ecia L=6%2>L att"a e"so il latino. dal g"eco l)raN &monimi costituiti da pa"ole che appa"tengono a catego"ie g"ammaticali di e"se6 fine amo ora sottile. 4l5 o"a delicato lamo 4nome5 4aggetti o5 4nome5 o"a il fine. lo 4io5 amo 4a e",io5 scopo 4 e",o5 4nome5 Il diziona"io li "egist"a luno diet"o lalt"o. distinguendoli sia con un nume"o a esponente sia con lindicazione della di e"sa classe g"ammaticale cui appa"tengono6 ora1 f 1 unit? di misu"a del tempo pa"i alla enti/uatt"esima pa"te del gio"no6 ti aspetto da un'?; 4]5 ora2 avv 1 in /uesto momento; adesso6 ho deciso solo ? 4]5 Ali omonimi di /ueste due catego"ie sono omonimi totali6 essi. olt"e a esse"e omog"afi 48dalla sc"ittu"a identica95 in /uanto p"esentano la stessa fo"ma g"afica. sono anche omofoni 48dal medesimo suono95. in /uanto p"onunciati allo stesso modo. Il "ischio di confusione p"o ocato da /ueste somiglianze minimo e puJ appa"i"e solo in f"asi ,"e i e isolate; in gene"e. il contesto in cui la pa"ola inse"ita consente di capi"e in /uale dei suoi significati iene usata. 1e" esempio. lenunciato inte""ogati o 8Come a il tasso?9 puJ esse"e inteso solo se "appo"tato ad un contesto6 7 se la domanda iene fo"mulata a un ope"ato"e ,anca"io. molto p"o,a,ile che il tasso sia 8il tasso di inte"esse f"uttato da un capitale9; 7 se le domanda fo"mulata a un gia"dinie"e. il tasso sa"? con tutta la p"o,a,ilit? 8lal,e"o delle Conife"e dalle foglie appuntite di colo"e e"de scu"o. $ampliamento del contesto della f"ase pot"e,,e "isol e"e ogni am,iguit? come nei casi seguenti6 8Come a il tasso dei *uoni del Teso"o che mi hai consigliato?9. 8Come a il tasso che hai piantato la p"ima e"a sco"sa?9. 8Come a il tasso che a ete t"o ato fe"ito nel ,osco?9 Sono conside"ati omonimi anche le pa"ole che p"esentano la stessa fo"ma g"afica. ma sono p"onunciate in modo di e"so6 7 pe"ch+ hanno un di e"so accento tonico6 ancora * ancora+ formica * formica+ tendine * tendine+ subito * subito Il diziona"io li "egist"a luno diet"o lalt"o di e"sificandoli nel lemma. olt"e che con un nume"o a esponente. con lindicazione del di e"so accento6

21

ancora1 f @#46 pesante a"nese di fe""o o di acciaio atto a fa" p"esa sul fondo. in gene"e con due ,"acci "icu" i 4ma""e5 che. legato a una catena o a una gomena. iene gettato in ac/ua da unim,a"cazione pe" o"meggia"la6 getta"e. da"e. affonda"e la.. anco"a"si; esse"e. sta"e sulla.. alla.. sulle anco"e. "imane"e fe"mo. anco"ato; le a"e. salpa"e la.. pa"ti"e. anda"sene ^ estens.. /ualsiasi a"nese con analoghe funzioni6 a. di un di"igi,ile ancora2 avv 1 comunica continuit? di uno st"ato o di unazione nel tempo6 $ ? al cinema+ c'$ ? molto da fare. 2 fino ad o"a. fino adesso. fino"a. fin /ui6 non ha ? cenato+ 4]5 pe"ch+ hanno un di e"so accento fonico. cio un accento che distingue le ocali e ed o in ape"te e chiuse6 l'accetta * egli accetta+ la pesca * la pesca+ venti (AB) * i venti+ la legge * egli legge+ la botte * le botte+ il volto * volto. Il diziona"io li "egist"a in lemmi distinti segnando su ciascuno di essi il di e"so accento fonico. cio laccento acuto pe" il suono chiuso e laccento g"a e pe" il suono ape"to6 volto1 part pass di C>L1=D= ** agg 1 "i olto6 casa ?a a @ord. 2 intenso6 il discorso $ ? a chiarire la situa"ione volto2 m 1 iso. faccia6 un bel ?+ ha cambiato ?. 2 fig ca"atte"e. natu"a6 questo $ il suo vero ? In "ealt?. /ueste pa"ole. che sono omog"afe ma non omofone. non sono p"op"iamente degli omonimi. Esse. inolt"e non danno luogo a f"aintendimenti "igua"do al significato pe"ch+ il contesto in cui sono inse"ite pe"mette di capi"e cosa ogliono di"e anche se non sono indicati gli accenti che le diffe"enziano6 $a na e ha gi? le ato lanco"a. % $ingegne"e non anco"a a""i ato. Come andata la pesca oggi? % Tuoi una pesca o unal,icocca? 4.2. La polisemia 3 diffe"enza dellomonimia. la polisemia un fenomeno pa"ticola"e "isultante sia da fatto"i diac"onici sia dal contenuto linguistico. Benomeno cent"ale e onnip"esente nella semantica delle lingue. la polisemia p"esuppone la coesistenza di pi= significati nella stessa pa"ola. @na sola pa"ola I un solo significante I puJ a e"e pi= di un significato pe"ciJ la polisemia attua una note ole economia di oca,oli. $e pa"ole che hanno pi= significati sono dette polisemiche 4dal g" pol)s -molto e semion -significato5. 1enna A"u Esp"esso 7 fo"mazione co"nea della 7 g"ande uccello mig"ato"e 7 caff 4esp"esso5 pelle. ca"atte"istica degli 7 macchina pe" solle a"e e 7 t"eno 4esp"esso5 animali; t"aspo"ta"e ca"ichi; 7 f"anco,ollo 4esp"esso5 7 st"umento pe" sc"i e"e; 7 ca""ello mo,ile pe" "ip"ese 7 lette"a 4esp"esso5 7 tipo di pasta alimenta"e in cinematog"afiche fo"ma "om,oidale $a polisemia un fenomeno che "igua"da /uasi tutte le pa"ole6 fanno eccezione solo alcune pa"ole di significato molto p"eciso e i te"mini del linguaggio scientifico o tecnologico che. pe" lo"o natu"a. de ono a e"e un significato uni oco. 7

22

definito e costante. In gene"e. la polisemia a di pa"i passo con la f"e/uenza6 le pa"ole pi= f"e/uenti sono /uelle polisemiche. $a comp"esenza di pi= significati nello stesso significante sono tutti spiega,ili in te"mini logico7linguistici6 1. Nella maggio" pa"te dei casi. i nuo i significati che si aggiungono ad una pa"ola sono in st"etto "appo"to di identit? con il significato o"igina"io della pa"ola6 anche se indicano cose completamente di e"se. i nuo i significati e /uello o"igina"io sono collegati t"a lo"o in modo tale che il pa"lante. al di l? dei di e"si usi. coglie lesistenza di un nucleo semantico comune. CosK. nel caso della pa"ola espresso. il pa"lante puJ capi"e che la pa"ola indica /ualcosa di 8cele"e9. 8"apido9 e puJ /uindi decodifica"ne facilmente il significato in "appo"to al contesto6 8 treno esp"esso9. 8caff$ esp"esso9. 8francobollo esp"esso9. 8lettera esp"esso9. 2. In alt"i casi. il nuo o significato o i nuo i significati sono la conseguenza di pa"ticola"i associazioni mentali di tipo analogico6 il pa"lante tende ad associa"e significati nuo i. pe" lo pi= di tipo figu"ato. al significato di ,ase della pa"ola. H il caso di e",i come fiorire, che. olt"e a indica"e lo s,occia"e dei fio"i. puJ esse"e usato in senso metafo"ico. nel significato di 8ottene"e g"andi "isultati96 Nel "inascimento fiorirono le a"ti9. Ed anche il caso di nomi p"op"i che. pe" antonomasia. possono esse"e usati in luogo di un nome comune con un significato nuo o anche se connesso con /uello o"iginale. CosK. nella f"ase 8Puel signo"e un g"ande mecenate9. il nome mecenate indica una pe"sona che p"otegge e aiuta gli a"tisti. p"op"io come )ecenate. lamico dellimpe"ato"e 3ugusto che p"otesse i poeti Ti"gilio e &"azio. !. Spesso. infine. i di e"si significati di una stessa pa"ola sono do uti al di e"so am,ito duso. cio al pa"ticola"e campo scientifico. tecnologico. a"tistico e p"ofessionale. in cui sono utilizzati. 3d esempio. la pa"ola divisione. pu" nellidentit? della fo"ma e dello"igine sto"ica puJ esse"e incont"ata nei seguenti campi6 7 campo matematico6 81e" domani "isol ete le seguenti divisioni9; 7 campo milita"e6 8Due nost"e divisioni sono p"onte a pa"ti"e pe" il f"onte9; 7 campo amminist"ati o6 8Suo pad"e capo di una "ete delle t"e di isioni del )iniste"o9; 7 campo spo"ti o6 8$a s/uad"a della nost"a citt? milita in seconda di isione9. Il fatto che una pa"ola possa a e"e pi= significati compo"ta lam,iguit? della pa"ola stessa e. /uindi. non poche difficolt? di indi iduazione e decif"azione del significato esatto. 3d esempio. una f"ase come6 $opera"ione "iuscita pe"fettamente puJ "isulta"e incomp"ensi,ile e am,igua. data la polisemia della pa"ola opera"ione. Come significato ,ase ha /uello di 8azione che si compie pe" ottene"e uno scopo9 . ma poi. secondo gli am,iti duso. puJ indica"e6 7 un inte" ento chi"u"gico 4nel linguaggio medico5; 7 una se"ie di azioni milita"i o poliziesche 4nel linguaggio milita"e5; 7 un p"ocedimento di calcolo 4nel linguaggio matematico5; 7 linsieme delle p"ocedu"e necessa"ie pe" ac/uista"e o ende"e un ,ene 4nel linguaggio economico5.

2!

Tutta ia. nella "ealt? della comunicazione. il contesto. cio la situazione in cui la pa"ola iene usata. o le stesse pa"ole che la ci"condano. ci pe"mettono di capi"e con /uale significato essa usata6 $opera"ione "iuscita pe"fettamente6 il paziente pot"? lascia"e lospedale ent"o pochi gio"ni. $opera"ione "iuscita pe"fettamente6 i ,anditi sono stati a""estati. $opera"ione "iuscita pe"fettamente6 il "isultato del p"o,lema #2!. $opera"ione "iuscita pe"fettamente6 ha. pe"J. compo"tato un note ole in estimento di capitali. In caso di du,,io. ,isogna cont"olla"e il diziona"io che.sotto ogni 8 oce9 "egist"a le a"ie accezioni di una pa"ola. cio i a"i significati che una pa"ola puJ a e"e. da /uello comune a /uelli meno comuni. da /uello gene"ale a /uelli pi= specialistici. Inolt"e. indica lam,ito duso di ogni significato. p"ecisa cio il pa"ticola"e campo o la pa"ticola"e disciplina in cui sono stati usati e li illust"a uno pe" uno con oppo"tuni esempi. olti a fa" capi"e cosa ogliono di"e p"ecisamente. $a distinzione t"a polisemia e omonimia pone /ualche p"o,lema. In gene"e. engono conside"ati omonimi i lessemi6 1. che hanno di e"sa etimologia 4 lama del coltello % lama animale5. 2. che hanno di e"sa catego"ia g"ammaticale 4 . sop"a6 la legge % egli legge. ecc5; !. che. pu" a endo la stessa o"igine. hanno significati molto di e"si 4 vita -il i e"e % vita -pa"te del co"po sop"a i fianchi5. Nella polisemia "ient"ano i significati t"a lo"o lontani. come "isulta da alcuni esempi della te"minologia automo,ilistica6 candela 4di ce"a % candela 4dellauto5; cf freccia.$a diffe"enziazione ottenuta spesso mediante laggiunta di un dete"minante6 albero di trasmissione, albero a camme o mediante la suffissazione 4carro""a * carro""eria5.

'. $analisi componenziale


Con lanalisi componenziale o lanalisi in t"atti semantici il significato iene analizzato pe" scomposizione in unit? pi= piccole chiamate componenti o t"atti semantici o. secondo il te"mine int"odotto da Co<e"iu. semi. Tale analisi iene chiamata pe"ciJ anche analisi semica. 3nche se il metodo componenziale "isale indiet"o nella sto"ia della filosofia. nella linguistica mode"na lanalisi componenziale stata s iluppata dallo st"uttu"alismo eu"opeo; olt"e al nome di $. 0Relmsle 41(WW71WQ'5. il pi= impo"tante sostenito"e di /uesto metodo. citiamo /uelli di 3.O. A"eimas 41W1S71WW25. Eugen Co<e"iu 41W2172>>25. *e"na"d 1ottie". Negli Stati @niti. lanalisi componenziale fu utilizzata inizialmente dagli ant"opologi pe" desc"i e"e il lessico della pa"entela in lingue di e"se. e solo in seguito stata "ip"esa in am,ito linguistico come metodo gene"ale di analisi semantica sia da studiosi che si "iface ano allo st"uttu"alismo 4@"iel 2ein"eich5. sia da gene"ati isti 4O.O. Eatz e O. Bodo"5. A"an pa"te dei la o"i degli studiosi citati sop"a si colloca t"a gli anni sessanta e settanta. che hanno costituito il pe"iodo di maggio" fo"tuna di /uesto metodo. &ggi. lanalisi componenziale. ,ench+ p"esenti molti limiti e sia stata sottoposta a a"ie c"itiche. un impo"tante punto di "ife"imento pe" lanalisi semantica. Segui"emo in

2#

seguito alcuni esempi di applicazione dellanalisi componenziale 415 e ce"te o,iezioni che sono state mosse a /uesto metodo 425. 415 #pplica"ioni allanalisi componenziale $analisi componenziale si ,asa sugli stessi meccanismi che stanno alla ,ase dellanalisi dei fonemi6 cosK come ciascun suono puJ esse"e scomposto in t"atti fonetici 4pe" esempio. il suono %,% analizzato come una com,inazione di t"atti Locclusi oN. L,ila,ialeN. Lsono"oN5 che lo cont"addistinguono da ogni alt"o. analogamente il significato di ciascuna pa"ola puJ esse"e desc"itto come una com,inazione di t"atti semantici. $a p"esenza o lassenza di tali t"atti consente di desc"i e"e il contenuto di una pa"ola e le diffe"enze semantiche t"a la stessa pa"ola e le alt"e. Conside"iamo. ad esempio. i lessemi uomo, donna, bambino, bambina. $analisi semica o fatta in ,ase ai t"atti semantici pe"mette di capi"e cosa hanno in comune e cosa diffe"enzia /uesti lessemi6 uomo donna bambino bambina L@)3N&N M M M M L3D@$T&N M M 7 7 L)3SC0I&N M 7 M 7

$a disposizione semica sop"asc"itta puJ esse"e inte"p"etata come segue6 i lessemi uomo e donna si diffe"enziano pe" la p"esenza%assenza del t"atto )3SC0I&. cosK come bambino e bambina. i /uali. a lo"o olta si distinguono dai p"ecedenti pe" lassenza del t"atto 3D@$T&; tutti e /uatt"o i lessemi p"esentano inolt"e il t"atto @)3N&. che eme"ge se li conf"ontiamo ad esempio con lessemi come gatto o cavallo. &gnuna delle p"op"iet? sc"itte in maiuscoletto 4pe" con enzione i t"atti semantici si sc"i ono cosK5 costituisce. secondo lapp"occio componenziale. un 8pezzo9 di significato che. com,inato con alt"i. consente di desc"i e"e il significato dei lessemi conside"ati. Ciascuno puJ esse"e "app"esentato come un fascio di t"atti necessa"i e sufficienti a desc"i e"ne il significato6 il significato di uomo sa"? desc"itto da LM@)3N&. M3D@$T&. M)3SC0I&N. /uello di bambina da LM@)3N&. 73D@$T&. 7)3SC0I&N ecc. $analisi componenziale assume /uindi che il significato di ciascun lessema sia analizza,ile in 8pezzi9 pi= elementa"i. alcuni dei /uali inte" engono nel significato di pi= lessemi. & iamente. lanalisi sa"? tanto pi= efficace ed economica se si "iusci"? a desc"i e"e con un nume"o "ist"etto di t"atti il significato di un ampio nume"o di lessemi. In un noto esempio di 0Relsmle . i dodici lessemi uomo, donna, pecora, maiale, scrofa, toro, vacca, stallone, giumenta, fuco, pecchia possono esse"e desc"itti con un in enta"io di t"atti che include da un lato i t"atti )3SC0I& e BE))IN3 e dallalt"o i t"atti @)3N&. &TIN&. *&TIN&. EP@IN&. 31E. Estendendo lanalisi a insiemi semp"e pi= ampi di lessemi si possono desc"i e"e inte"i campi lessicali o addi"ittu"a linte"o lessico. @n esempio classico di una siffatta applicazione fo"nito da 1ottie" pe" il campo dei sedili; il significato di sedia, poltrona,

2'

divano, sgabello, pouf puJ esse"e desc"itto in te"mini componenziali secondo lo schema seguente6
LSC0IEN3$EN L*C3CCI&$IN L@N 1&ST&N LS&BBICEN L# A3)*EN

sedia poltrona divano sgabello pouf

M E M 7 7

7 E M 7 7

M E 7 M M

7 E M 7 M

M E M 7 7

@n alt"o noto esempio di applicazione del metodo componenziale lanalisi fo"nita da Eatz e Bodo" pe" il significato della pa"ola bachelor. che ha /uatt"o accezioni6 8gio ane ca alie"e9. 8scapolo9. 8,accellie"e9. 8gio ane foca maschio9. Nellanalisi di Eatz e Bodo" t"atti come @)3N&. 3NI)3$E. AI&T3NE. 3D@$T& sono chiamati ma"cato"i e "app"esentano la pa"te di significato che un lessema ha in comune con molti alt"i. T"atti come /uesti consentono. secondo Eatz e Bodo". di most"a"e le "elazioni semantiche sistematiche che esistono t"a unit? lessicali. In ece i t"atti che nello schema compaiono t"a pa"entesi /uad"e. come L1CEST3 SECTIVI& S&TT& $INSEAN3 DI @N 3$TC&N. sono chiamati diffe"enziato"i ed esp"imono una pa"te di significato che specifica di /uel lessema e non si "it"o a in alt"i. Puesta distinzione t"a ma"cato"i e diffe"enziato"i simile a /uella int"odotta da Co<e"iu t"a classemi e semi6 i classemi sono t"atti semantici gene"ali. come 3NI)3T&%IN3NI)3T&. )3SC0I&%BE))IN3. che si "it"o ano in lessemi appa"tenenti a a"i campi lessicali. ment"e i semi sono t"atti distinti i che ope"ano allinte"no di un singolo campo. come *C3CCI&$I pe" il campo dei sedili. Il metodo componenziale puJ esse"e applicato ad alt"e classi di pa"ole. 3d esempio. pe" il e",o uccidere stata p"oposta unanalisi linea"e del tipo uccidere _ 4LC3@S3CEN 4LDITENT3CEN 4LN&N TIT&N555 do e le pa"entesi tonde indicano che i t"atti seguono una st"uttu"a ge"a"chica. Infatti. a diffe"enza dei casi isti in p"ecedenza. in cui i significati possono esse"e desc"itti in a"i modi 4pe" esempio. il sto di uomo puJ esse"e desc"itto sia LM@)3N&. M)3SC0I&. M3D@$T&5 sia LM3D@$T&. M@)3N&. M)3SC0I&N. pe" i e",i i t"atti sono com,inati secondo un o"dine che non puJ esse"e a"iato6 nel caso di uccidere _ 4LC3@S3CEN 4LDITENT3CEN 4LN&N TIT&N555 che co""isponde alla lettu"a 8causa"e di di enta"e non i o9 non possiamo cam,ia"e lo"dine \LN&N TIT&. C3@S3CE. DITENT3CEN. In /uesti casi. lanalisi del lessema compo"ta indi idua"e sia i t"atti che lo compongono sia lo"dine in cui si com,inano. 425 I limiti dellanalisi componenziale $a concezione st"umentale dei t"atti I lessemi ha alla ,ase lidea che. pe" il lo"o significato gene"ico. possono funziona"e da desc"itto"i di tutti i lessemi di cui sono ipe"onimi. Il lo"o "uolo sa"e,,e simile a /uello che hanno nei diziona"i pa"ole come atto, qualit,, persona, oggetto, strumento, sostan"a ecc.. che fo"mano il sotto oca,ola"io usato

2Q

pe" defini"e i lessemi "egist"ati 4ad esempio. flagellamento 8atto del flagella"e9. immoralit, 8/ualit? di ciJ che immo"ale9. narratore 8pe"sona che na""a9. coltello 8st"umento pe" taglia"e95 e che poi sono. a lo"o olta. oggetto di definizione. Il limite di /uesta p"ospetti a sta nel fatto che lanalisi ha una natu"a ci"cola"e 4pe"ch+ i t"atti definito"i sono anchessi oggetto di definizione5 e non ha nessun pote"e esplicati o dei significati. @n alt"o limite della concezione componenziale legato al fatto che le semantiche componenziali tengono conto solo delle info"mazioni di tipo linguistico diziona"iale. ment"e /uelle di tipo eGt"alinguistico7enciclopedico ne "estano escluse. Cio. solo delle conoscenze diziona"iali pensa,ile fo"ni"e un elenco finito. ment"e le conoscenze enciclopediche 7 che includono i"tualmente ogni info"mazione attinente al significato di una pa"ola I sono infinite e dun/ue non "app"esenta,ili 4una definizione enciclopedica di uomo. ad esempio. do "e,,e include"e tutto ciJ che sappiamo sulla "azza umana dalla p"eisto"ia ad oggi. tutte le conoscenze anatomiche. psicologiche. sociologiche sugli esse"i umani ecc.5. @n alt"o limite dellanalisi componenziale legato alla difficolt? di desc"i e"e in te"mini di t"atti i significati connotati i 4cf. la diffe"enza t"a nubile e "itella5 e sop"attutto di desc"i e"e in te"mini componenziali gli usi estensi i delle pa"ole. nei /uali uno o pi= t"atti possono "isulta"e annullati. 3d esempio. il significato di raga""a include il t"atto L73D@$T&N 4che lo distingue da /uello di donna5. ma in f"asi come &o parlato con le raga""e della segreteria la pa"ola raga""a puJ significa"e 8donna9 senza p"esuppo""e che le donne in /uestione non siano adulte. Puesto p"o,lema "igua"da sop"attutto le estensioni metafo"iche. la cui desc"izione "isulta molto difficile nellam,ito di unanalisi componenziale6 in una metafo"a come 9uel raga""o $ un leone. il t"atto LM@)3N&N di "agazzo incong"uente con il t"atto L7@)3N&N di leone. c"eando unanomalia semantica.

2S