Sei sulla pagina 1di 3

Citt di Porto SantElpidio

(Provincia di Fermo)
Via Umberto I n. 485 c.a.p. 63018 Tel. (centr.) 0734/908200 Fax. 0734-908286

UFFICIO SEGRETERIA CONSIGLIO


Tel. 0734 908288 e- mail pseconsiglio@elpinet.it

COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE II IN PROGRAMMAZIONE BILANCIO E SVILUPPO ECONOMICO Verbale n. 1

MATERIA

DI

Porto SantElpidio 30 luglio 2013

Vista la nota di convocazione della Commissione prot. 19697 del 20.07.2013 con ordine del giorno : 1. Bilancio di previsione quadro normativo aspetti generali ; 2. Varie ed eventuali. Risultano presenti per la discussione ore 18:30 Nome e Cognome Simone Malavolta Barbara Mecozzi Sergio Ciarrocca Enzo Farina Andrea Putzu Monica Leoni Claudia Petrelli Ruolo Presidente Consigliere componente commissione Consigliere componente commissione Consigliere componente commissione Consigliere componente commissione Assessore Direttore area 2 Presente X X X X X X Assente X

Sono altres presenti: il Capogruppo Consiliare Roberto Cerquozzi; il Sig. Fausto Mangiaterra in qualit di esperto invitato dal Consigliere componente Enzo Farina; il Consigliere Massimo Spina, senza diritto di partecipazione al dibattito.

Si riportano sinteticamente le argomentazioni svolte in corso di seduta. Il Presidente Malavolta apre la seduta. Precisa che, si prende la responsabilit di far partecipare, seppure senza possibilit di intervento, il Cons. Spina che presente su invito del Capogruppo Cerquozzi. Infatti il regolamento prevede che solo i Consiglieri componenti possono portare un esperto in riunione, non prevista la stessa cosa per i Capigruppo, che essendo invitati non possono a loro volta invitare altri tecnici. Capisce che una formalit per non vuole creare un precedente e mettere in imbarazzo i Presidenti delle altre Commissioni, pertanto ribadisce che una Sua scelta e responsabilit far partecipare il Consigliere di cui sopra e sar un eccezione che non si dovr ripetere nelle prossime convocazioni, altrimenti il presidente sar costretto a non far partecipare il soggetto che non ha diritto alla seduta della commissione .

Punto 1) allO.d.G.: Presidente: informa che a tuttoggi non c un Bilancio definitivo per effetto delle problematiche legate ad alcuni aspetti normativi nazionali che non danno chiarezza alle situazioni come TARSU, IMU, ecc., e quindi invita la Dott.ssa Petrelli a illustrare largomento. Petrelli: spiega che nonostante sia la fine luglio, ancora non c un Bilancio di previsione compiuto e si lavora su un Bilancio che, per effetto dello scorrere del tempo, gi compromesso nella gestione; stiamo in un esercizio provvisorio e impegniamo in dodicesimi (come previsto per legge) riferendoci ad un assestato 2012 che rappresenta una situazione diversa di quella che sar nel 2013. C lipotesi che il termine di presentazione dei Bilanci venga ulteriormente spostato in avanti in quanto legato ad alcune incertezze che riguardano voci fondamentali relative ai B. degli Enti Locali. Illustra i vari argomenti e le 3 fondamentali novit sul bilancio di previsione: Tagli dei trasferimenti dallo Stato: risorse inferiori dallo Stato per oltre 700mila euro. Il gettito IMU sar tutto introitato dal Comune, anche se questa situazione neutra per lEnte perch la normativa ha fatto si che per effetto del taglio (e altri calcoli) si neutralizzi lintroito IMU; incassiamo di pi con lIMU, ma lo perdiamo come trasferimenti erariali e se a conti fatti il Comune risultasse a credito, dovremmo versare la differenza (x arrivare alla neutralit) nel fondo di solidariet Comunale. Noi facciamo parte di quei Comuni che finanziano detto fondo dal quale attingono i Comuni meno virtuosi. Quindi di fatto a questo meccanismo di neutralit si aggiungono altri elementi che, considerato il taglio come sopra riportato e le voci che nellarco dellanno comportano un aumento di spesa come lIVA (per i Comuni un costo) aggiunti ad altri costi che non sono discrezionali (spese del personale, servizi gi contrattualizzati, ecc.), il taglio di 700mila euro incide per circa 1milione di euro. Spiega che sono pochi i Comuni che hanno approvato il Bilancio perch la maggior parte ha la difficolt a far pareggiare i conti per effetto di questa nuova normativa. Passa quindi ad illustrare gli altri due elementi che creano incertezza per cui i Comuni fanno fatica ad approvare i Bilanci: Il D.L. n. 54 con il quale il Governo ha sospeso il pagamento della prima rata IMU sulla prima casa, oltre ad altri probabili cambiamenti sul calcolo delle tasse comunali come la Tares. Si discute in merito alla tassa sullo smaltimento rifiuti. Cerquozzi chiede se la Tares fissa o se c una parte variabile stabilita dal Comune. Putzu chiede se la Tares sar calcolata in base ai mq. dell abitazione o al numero dei componenti che la abitano. Petrelli: risponde che la normativa prevede che i Comuni possono adottare delle agevolazioni come da un elenco riportato nella norma stessa e in base anche alle categorie. La Tares si basa sulla capacit effettiva di produrre i rifiuti pi che sui metri quadrati pertanto per alcune categorie la situazione cambier in maniera significativa e spiega nel dettaglio. Afferma che poi sar la politica che prender una decisione nel merito. Per ora le forze di maggioranza hanno chiesto delle simulazioni per capire come cambia rispetto alla Tarsu ed meglio affrontare e decidere nel merito. Cerquozzi: chiede se si sta pensando, per i prossimi anni, ad una rivisitazione ridistribuzione delle voci in Bilancio in considerazione del fatto che lo Stato ogni anno fa nuovi tagli. Leoni: risponde che ora si pu iniziare a lavorare in tal senso per il Bilancio dellanno prossimo, quindi si rivedranno i servizi, i costi che saranno ottimizzati al massimo ( es. illuminazione pubblica, ecc.); quindi si lavorer sulle tasse; si fa presente che limposta pubblicitaria stata gi rivalutata circa 4 anni fa applicando una normativa pi favorevole per le casse comunali; le tariffe della mensa sono state aggiornate secondo ladeguamento ISTAT ed infine altre voci che per sono di meno rilevanti nellambito dei conti di Bilancio. Cerquozzi: esternalizzazioni trovare soluzioni diverse per non esternalizzare i servizi (es. illuminazione pubblica) senza accendere nuovi mutui. Petrelli risponde e spiega che infatti non opportuno pensare di poter far fronte ai costi con altri mutui.

Putzu chiede di rifare unaltra Commissione prima di portare il Bilancio in Consiglio, in modo da poterlo condividere. Il Presidente daccordo. I presenti chiedono inoltre di far conoscere anche ai cittadini le decisioni dellAmministrazione in merito alle nuove tasse comunali. Malavolta daccordo ad informare preventivamente i cittadini, fermo restando che ci potr avvenire solamente una volta definite le scelte dellAmministrazione al fine di evitare confusione nei cittadini, nelle categorie di lavoratori e strumentalizzazioni; in considerazione della complessit e della difficolt generale la politica deve fare attenzione a non mettere contro le diverse categorie. Petrelli: su richiesta di Cerquozzi illustra come si crea limpalcatura del Bilancio, liter che si segue prima dellapprovazione, la documentazione che verr consegnata ai Consiglieri prima dellapprovazione in Consiglio. Cerquozzi apre una discussione in merito alla frequenza delle riunioni delle Commissioni ed alla loro calendarizzazione, inoltre chiede di far diventare una prassi la partecipazione dei Capigruppo a tutte le Commissioni. Malavolta risponde che lui disponibile a valutare tutte le possibilit; apre alla possibilit che siano gli stessi componenti della commissione a sollecitare la convocazione al presidente qualora vogliano nuovi approfondimenti delle tematiche affrontate o qualora vogliano presentare delle proposte. In ogni caso vista la molteplicit delle richieste di partecipazione alle commissioni necessario predisporre un regolamento delle Commissioni Consiliari al fine di garantire una equit di gestione delle stesse da parte dei Presidenti. Proprio per sottolineare questa necessit, il presidente Malavolta comunica di un primo incontro informale avvenuto tra i Presidenti delle quattro Commissioni che hanno manifestato lintenzione di precedere, nei metodi e nelle forme dovute, alla redazione di una bozza del regolamento da sottoporre poi ai Capigruppo.

La seduta si scioglie alle ore 20:00.

Il Presidente della Commissione II F.to Consigliere Simone Malavolta