Sei sulla pagina 1di 8

GLOSSARIO DEI TERMINI FONDAMENTALI

DELLA RETORICA E DELLA STILISTICA


a cura di Martino Sanna
www.martinosanna.de
N.B.Il presente glossario in fase di sviluppo, e sar progressivamente aggiornato nel corso dei prossimi mesi.
Questo aggiornamento risale al 10 dicembre 2006.
Abusione Dal latino abusio !ro!riamente "uso scorretto#$ % anc&e detta catacresi.
'rocedimento ti!ico del testo !oetico c&e consiste nell(attribuire a un
concetto !ro!riet) o *ualit) c&e non +li sono !ertinenti. , un
!rocedimento di abusione *uello !er cui ad esem!io diciamo c&e gli
alberi ascoltano il vento parla etc. Nel I canto dell(In-erno abusione
dantesca. mi ripigneva l dove l sol tace. Si !u/ considerare come la
liri00a0ione di un uso im!ro!rio. Nella lin+ua !arlata un esem!io di
abusione % nell(es!ressione i denti della forc!etta 1!ro!riamente si
do2rebbe dire "i rebbi#3.
Ad4naton Dal +reco oouvotov 1im!ossibile3. % la -i+ura retorica mediante la *uale
si a--erma l(im!ossibilit) c&e un a22enimento abbia luo+o
subordinandone la reali00a0ione a una condi0ione im!ossibile.
L(ad4naton % utili00ato sia in !oesia c&e nella lin+ua di tutti i +iorni.
casc!er il cielo prima c!e decida di fidarmi ancora di te. In *uesta
*uartina 1Rime L5553 di 'ietro 6embo si osser2a bene un esem!io di
ad4naton. "ura #uellac#ua e #uesta selce molle $ fia, prima c!io non
senta al cor girarsi $ la memoria del d%, #uando alsi ed arsi $ nel bel
soggiorno tuo, come l ciel volle.
7 www.martinosanna.de
Alle+oria Dal +reco oiiqyopto -ormato dall(a22erbio oiip 1altrimenti3 e dal
2erbo oyopruc 1dico3. 'rocedimento retorico attra2erso il *uale si
es!rime un contenuto concettuale attra2erso la ra--i+ura0ione di un
contenuto concettuale di--erente. L(esem!io !i8 classico di alle+oria % il
2ia++io dantesco attra2erso l(in-erno c&e simbole++ia la reden0ione
dell(uomo attra2erso una "discesa# nel !eccato c&e in sostan0a si+ni-ica
a--rontare il male c&e % dentro di noi com!renderne la natura sen0a
disto+liere lo s+uardo e in-ine a2erne orrore e ri-iutarlo. All(interno di
*uesta ra--i+ura0ione 9ir+ilio % il simbolo della ra+ione c&e +uida Dante
1l(uomo3 nel suo 2ia++io 2erso la conoscen0a del male 1l(attra2ersamento
dell(in-erno3 !remessa necessaria !er ele2arsi 2erso Dio 1l(ascesa al
'aradiso3 do!o la !uri-ica0ione 1l(attra2ersamento del 'ur+atorio3.
L(alle+oria % dun*ue considerabile come un testo costruito attra2erso una
rete di meta-ore o me+lio attra2erso un sistema di meta-ore.
Allittera0ione Sostanti2o introdotto dai -ilolo+i umanisti in latini in -orma allitteratio
1deri2ato di littera3. Fi+ura del suono c&e si reali00a attra2erso la
ri!eti0ione si+ni-icati2a 1dun*ue almeno tre 2olte3 della stessa
consonante in ini0io di !arola all(interno di un 2erso. Ad esem!io in
9ir+ilio 1Eneide I :3 le++iamo. &usa, mi!i causas memora, #uo numine
laeso. Si !arla di allittera0ione co!erta se in una delle occorren0e la
consonante % !receduta da un !re-isso !ers!icuo. Ad esem!io in 9ir+ilio
1Eneide III ;<=3 le++iamo. 'ata viam invenient, aderit#ue vocatus
(pollo. >ui l(allittera0ione % co!erta !erc&? in invenient il suono %
"co!erto# dal !re-isso in@.
Anacoluto Dal sostanti2o +reco ovoxoiouov letteralmente "inconse+uen0a#.
Fi+ura retorica consistente nella 2iola0ione delle re+ole sintattic&e della
subordina0ione. Si reali00a *uando un !eriodo % se!arabile in due
com!onenti le cui strutture non risultano colle+ate. Ad esem!io. noi
giovani, ci tocca fare i soldati. Le++iamo in Cecco An+iolieri. c!i di tal
donna servidore, ben si pu) dir c!e n buon pianeto nato. >ui il
so++etto c!i rimane !endente nello s2ilu!!o del !eriodo e la sua
-un0ione !assa a una !ro!osi0ione so++etti2a. 'rocedimento ti!ico della
lin+ua latina in italiano % comune nella lin+ua !arlata e -re*uente in
letteratura ma assolutamente inaccettabile in testi scienti-ici o
ar+omentati2i.
Anadi!losi Dal +reco ovootrioot 1du!lica0ione3 detta anc&e con termine latino
reduplicatio % la ri!eti0ione all(interno di un testo !oetico di una !arola
o di un sinta+ma all(ini0io del 2erso successi2o o22ero all(ini0io del
!eriodo successi2o. 9a distinta dall(e!analessi 123. In Dante 1In-erno I9
A=@AA3 le++iamo.
ma passavam la selva tuttavia,
la selva, dico, di spiriti spessi.
Ana-ora Dal +reco ovoopo c&e !rocede dal 2erbo ovorpc 1ri!eto3.
Ri!eti0ione si+ni-icati2a 1dun*ue almeno tre 2olte3 di una !arola in un
bre2e s!a0io del testo !oetico ti!icamente all(ini0io di 2erso. Ottiene un
e--etto di ra--or0amento di un concetto. Ad esem!io in Dante 1In-erno 9
B www.martinosanna.de
7CC@7CD3 le++iamo.
(mor, c!al cor gentil ratto sapprende,
prese costui de la bella persona
c!e mi fu tolta* e l modo ancor moffende.
(mor, c!a nullo amato amar perdona,
mi prese del costui piacer s% forte,
c!e, come vedi, ancor non mabbandona.
(mor condusse noi ad una morte.
+aina attende c!i a vita ci spense.
Anastro-e Fi+ura retorica c&e consiste in un(altera0ione del normale ordine
sintattico della -rase. Ad esem!io nella lirica "Alberi# Sandro 'enna
scri2e. (nc!e a me batte il cuore, e pur non sono $ Io del fanciullo
vittima innocente. >ui !er anastro-e il com!lemento di s!eci-ica0ione %
ante!osto al sostanti2o c&e s!eci-ica.
AnticlimaE Dal nome della -i+ura retorica clima, con il !re-isso anti-. Fi+ura
retorica consistente nell(accostare dei termini semanticamente a--ini
!onendoli in ordine di intensit) decrescente. , detto anc&e clima,
discendente e !u/ essere considerato una 2ariante del climaE 123. Fn
esem!io in Guido Go00ano 1L(i!otesi3 le++iamo. ...come un libro di
rima dilegua, passa, non dura. I tre termini dilegua passa non dura
sono caratteri00ati da un(intensit) !ro+ressi2amente diminuita.
Anti-rasi Fi+ura retorica consistente nell(utili00o di un termine con un si+ni-icato
o!!osto a *uello c&e +li % !ro!rio. Fre*uente anc&e nell(uso collo*uiale
la tro2iamo in es!ressioni come Bravo. usata !er si+ni-icare
disa!!ro2a0ione o /ra0ie, sei gentilissimo nel si+ni-icato di Quanto sei
sgarbato.
Antitesi Fi+ura retorica c&e si reali00a nell(accostamento di termini di si+ni-icato
o!!osto mirante a ottenerne la contra!!osi0ione e di conse+uen0a a
en-ati00arli. Le++iamo in Guido Go00ano nella lirica "L(anal-abeta#.
&a come, o 1ecc!io, un giorno fu distrutto
il sogno della tua mente fanciulla2
3 c!i ti apprese la parola nulla,
e c!i ti apprese la parola tutto2
>ui il meccanismo dell(antitesi si reali00a due 2olte in una *uartina
da!!rima contra!!onendo i termini lo+ici vecc!io e mente fanciulla
*uindi contra!!onendo i due termini nulla e tutto.
Antonimia 9edi antitesi.
Antonomasia Fi+ura retorica consistente nel sostituire a un nome !ro!rio un nome
comune !er ra+ioni es!ressi2e. Ad esem!io *uando diciamo Il vate !er
intendere /abriele "(nnun0io. 9ice2ersa si &a antonomasia anc&e
*uando un nome !ro!rio % utili00ato come nome comune ad esem!io
4igmalione nel si+ni-icato di sco!ritore e 2alori00atore di talenti 1dal
nome del mitico re di Ci!ro c&e innamoratosi di una statua da lui stesso
costruita ottenne dalla dea A-rodite c&e -osse tras-ormata in donna3.
; www.martinosanna.de
A!osio!esi Dal 2erbo +reco orootcroc 1taccio3. Fi+ura retorica c&e si reali00a
attra2erso l(arti-icio di lasciare incom!iuto un !eriodo di cui % comun*ue
c&iaramente com!rensibile il si+ni-icato. Comune anc&e nella lin+ua
collo*uiale. 5e ti prendo....
A!rosdoGeton Dal +reco orpooooxqtov a++etti2o sostanti2ato c&e si+ni-ica
"inatteso# deri2ante dal 2erbo rpooooxoc 1attendo3. , il !rocedimento
non esclusi2o del testo !oetico ma utili00ato anc&e in com!onimenti
lirici !er cui si suscita nel -ruitore del testo un(as!ettati2a c&e 2iene !oi
delusa o so22ertita.
Asindeto Dal +reco oouvortov si+ni-ica letteralmente "scolle+amento#. , il
!rocedimento c&e si ottiene +iusta!!onendo de+li elementi con
l(omissione della con+iun0ione coordinante c&e di norma li
colle+&erebbe. In Guido Go00ano 1Alle so+lie3 le++iamo. tu senti un
benessere come un incubo sen0a dolori* ti svegli mutato di fuori, nel
volto nel pelo nel nome.
Catacresi Dal +reco xotopqot letteralmente "uso scorretto#. Lo stesso c&e
abusione 123.
C&iasmo Letteralmente "incrocio# !rende nome dalla lettera +reca c&e nella sua
-orma ricorda una croce. Si reali00a accostando due sinta+mi nei *uali
l(ordine di due termini % relati2amente in2ertito. Esem!i. una co!!ia
sostanti2o@attributo se+uita da una co!!ia attributo@sostanti2o come in
Francesco 'etrarca 1Can0oniere CIL9II3 Quando l voler c!e con duo
sproni ardenti, et con un duro fren, mi mena et regge. il c&iasmo %
reali00ato con le co!!ie s!roni@ardenti e duro@-reno3 o una co!!ia
so++etto@!redicato se+uita da una co!!ia !redicato@so++etto ad esem!io
in Gio2anni 'ascoli 1La2andare3. il vento soffia e nevica la frasca.
ClimaE Fi+ura retorica c&e consiste nell(accostamento di termini semanticamente
a--ini dis!osti secondo intensit) crescente. Il termine xito in +reco
si+ni-ica "scala# e l(e--etto c&e *uesta -i+ura retorica !erse+ue % *uello
di un(ascesa di intensit) es!ressi2a. Fn esem!io dantesco % sospiri,
pianti ed alti guai risonavan per laere sen0a stelle 1In-erno III BB@B;3. I
tre termini sospiri pianti e guai 1lamenti3 sono +raduati !er intensit)
crescente. , anc&e detta clima, discendente la -i+ura retorica
dell(anticlimaE 123.
Dia-ora Dal +reco otoopo c&e !rocede dal 2erbo otorpc 1di--erisco3.
'rocedimento retorico tramite il *uale un termine % usato due 2olte in un
bre2e s!a0io di testo con due acce0ioni di2erse. Ad esem!io. cambiar
passo a ogni passo.
Dis-emismo Sostanti2o -ormato con il !re-isso alterati2o ou e la !rima !ersona del
2erbo +reco qt 1dico3. 'rocedimento retorico a onor del 2ero ti!ico
!i8 della lin+ua !arlata c&e del testo !oetico in 2irt8 del *uale un termine
c&e &a una c&iara acce0ione ne+ati2a 2iene usato in senso !ositi2o e
H www.martinosanna.de
addirittura a--ettuoso. Ad esem!io. 5ei un farabutto % un(es!ressione c&e
!er dis-emismo !u/ essere utili00ata a--ettuosamente a si+ni-icare
ammira0ione !er la !ersona cui ci si ri2ol+e. Nelle sue -orme !i8
estreme il dis-emismo % usato nel lin+ua++io amicale *uando ci si
ri2ol+e a un amico con termini -ortemente o--ensi2i e al*uanto 2ol+ari
ancora una 2olta !er testimoniare a--etto e ammira0ione. , interessante
notare c&e l(utili00o di *uesto !rocedimento % molto !i8 -re*uente -ra
interlocutori dello stesso sesso c&e -ra interlocutori di sesso di2erso.
Ellissi Dal +reco riirtt c&e !rocede dal 2erbo riirtrc 1tralascio3.
Omissione di un termine o di un sinta+ma c&e % comun*ue -acilmente
sottinteso. Le++iamo in 'ascoli. Rivedo i luoghi dove un giorno ho
pianto: / un sorriso mi sembra ora quel pianto. / Rivedo i luoghi, dove ho
gi sorriso... / Oh! come lacrimoso quel sorriso! evidente lellissi del
verbo nellultimo verso, ma la forma sottintesa facilmente intuibile.
Enalla+e Dal +reco rvoiioyq 1cambiamento3 % una -i+ura retorica c&e si reali00a
attra2erso lo scambio -un0ionale tra !arti del discorso. Ad esem!io
atttribuendo a un a++etti2o la -un0ione c&e sarebbe di !ertinen0a di un
a22erbio. In Dante 1In-erno 559I BB@B;3 le++iamo. perc!io sia giunto
forse al#uanto tardo non tincresca restare a parlar meco. >ui
l(a++etti2o tardo assume la -un0ione lo+ica dell(a22erbio tardi.
E!analessi Dal +reco rrovoiqt 1ri!eti0ione3. Consiste nella redu!lica0ione
si+ni-icati2a in *ualun*ue !osi0ione del 2erso o della -rase dello stesso
sinta+ma. In Giacomo Leo!ardi 1Canto notturno di un !astore errante
dell(Asia3 tro2iamo. +!e fai tu, luna in ciel, dimmi, c!e fai, silen0iosa
luna2
E!i-ora Dal +reco rrtopo c&e !rocede dal 2erbo rrtrpc 1!orto in a++iunta3.
Fi+ura retorica consistente nella ri!eti0ione si+ni-icati2a dun*ue almeno
tre 2olte della stessa !arola a conclusione di 2erso di !eriodo o di
!ro!osi0ione. Ad esem!io in Dante 1'aradiso 5I9 7CH@7C:3 le++iamo.
Qui vince la memoria mia lo ngegno*
c!6 #uella croce lampeggiava +risto,
s% c!io non so trovare essempro degno*
ma c!i prende sua croce e segue +risto,
ancor mi scuser di #uel c!io lasso,
vedendo in #uellalbor balenar +risto.
E!istro-e 9edi e!i-ora.
Fi+ura et4molo+ica Fi+ura retorica consistente nell(utili00are due lessemi deri2anti dalla
stessa radice in stretta correla0ione sintattica. Ad esem!io. cantare
can0oni vivere la vita etc. In Dante. amor c!e a nullo amato amar
perdona 1In-erno 9 7C;3.
Interro+a0ione retorica A--erma0ione -atta in -orma domanda. La ris!osta risulta e2idente o
risa!uta !er cui l(interro+a0ione retorica non corris!onde in termini
lo+ici a una 2era domanda e non % ric&iesta una ris!osta. 'er esem!io.
= www.martinosanna.de
5ei sordo2 o!!ure. 7 #uesto c!e ti !o detto di fare2
I!alla+e Dal +reco uroiioyq 1sostitu0ione3. Si tratta di una -i+ura retorica c&e si
reali00a nello scambio di un a++etti2o -ra due sostanti2i. In 9ir+ilio
1Eneide I D3. altae moenia 8omae. >ui l(attributo % !assato dal
sostanti2o moenia al sostanti2o 8oma 9le alte mura di 8oma : le mura
dellalta 8oma;. Fn bell(esem!io di i!alla+e % in F+o Foscolo 1In morte
del -ratello Gio2anni3. ma io deluse a voi le palme tendo. >ui l(a++etti2o
deluse % sintatticamente com!lemento !redicati2o dell(o++etto palme ma
lo+icamente andrebbe ri-erito al so++etto io.
I!erbato Dal +reco urrpotov 1tras!osi0ione3 sosanti2o c&e !rocede dal 2erbo
urrpotvc 1!asso oltre3. Fi+ura retorica c&e si reali00a se!arando
elementi c&e nella normale sintassi della -rase do2rebbero essere
conti+ui inter!onendo altri termini. Ad esem!io in La!o Gianni 1Nel
2ostro 2iso an+elico amoroso3 le++iamo. <r !anno le mie membra
canosciuta con se!ara0ione dei termini !anno e canosciuta c&e
normalmente do2rebbero tro2arsi uniti.
I!erbole Dal +reco urrpoiq c&e a sua 2olta !rocede dal 2erbo urrpoiic
1sca+lio oltre3. Fi+ura retorica c&e consiste nell(esa+era0ione
!alesemente in2erosimile di un concetto sia da un !unto di 2ista
*uantitati2o c&e da un !unto di 2ista *ualitati2o !er eccesso o !er
di-etto. Questo maglione non costa nulla. o!!ure. 5to morendo di noia. o
ancora. 5ei al telefono da una vita. et cetera.
Litote Dal +reco ittotq 1sem!licit)3. Fi+ura retorica c&e consiste
nell(a--ermare *ualcosa attra2erso la ne+a0ione del suo contrario. 'er
esem!io *uando diciamo c&e *ualcosa non male !er indicare il nostro
a!!re00amento o al contrario diciamo di una !ersona c&e non bella !er
non a--ermare c&e % brutta. , dun*ue utili00ata !er attenuare o 2ice2ersa
en-ati00are il concetto.
Meta-ora Dal +reco rtoopo 1mutamento3 sostanti2o deri2ato dal 2erbo
rtorpc 1tras-erisco3. Fi+ura retorica consistente nello stabilire un
colle+amento tra due concetti tramite uno o !i8 concetti c&e 2en+ono
so!!ressi. Se diciamo c&e 4aolo un leone intendiamo c&e 4aolo
I cora++ioso come J un leone. Nell(esem!io 8ossella un treno
intendiamo c&e 8ossella I nel la2oro nelle sue occu!a0ioni etc. J
I diretta 2eloce comeJ un treno.
MetonKmia Dal +reco rtcvuto 1scambio di nome3. Fi+ura retorica consistente in
un tras-erimento di si+ni-icato !er conti+uit) semantica ad esem!io
indicando il contenente !er il contenuto o il materiale !er il !rodotto
-inito. 'er esem!io legno nel si+ni-icato di nave bere un bicc!ierino etc.
Risulta a--ine alla sineddoc&e 123.
Omeoteleuto Dal +reco oototriruto 1c&e termina allo stesso modo3. L(omeoteleuto
% la -i+ura del suono consistente nell(identit) della !arte terminale del
2erso. In una !oesia basata sulla rima coincide con essa e non !u/ essere
A www.martinosanna.de
considerato arti-icio retorico$ tutta2ia 2a considerato tale *uando occorre
all(interno di una lirica non basata sulla rima. Ad esem!io in un !asso
lirico in endecasillabi sciolti 12ersi endecasillabi non rimanti3
l(occorren0a di rima tra due 2ersi consecuti2i 1il cosiddetto distico
eroico3 sar) considerata omeoteleuto *uindi scelta stilisticamente
rile2ante.
Ossimoro Dal +reco oucpo sostanti2o com!osto di ou 1acuto3 e cpo
1sciocco3 *uindi letteralmente "sciocco@acuto#. Fi+ura retorica
consistente nell(unione di concetti contraddittori o antitetici. Ad esem!io.
gelide fiamme.
'oli!toto Dal +reco roiurtcto 1!luricasuale3. Fi+ura retorica consistente
nell(utili00are lo stesso elemento semantico in di2erse -un0ioni
sintattic&e in un bre2e s!a0io del testo. Ad esem!io. intrecciare parole a
parole o!!ure. versare lacrime su lacrime.
'olisindeto Dal +reco roiuouvortov letteralmente "abbondan0a di colle+amento#.
Successione marcatamente si+ni-icati2a di con+iun0ioni all(interno di un
!eriodo. Si 2eda in Guido Go00ano 1La si+norina Felicita o22ero la
-elicit) 22. H@A3. 3 ti rivedo ancora $ e Ivrea rivedo e la cerulea "ora $ e
#uel dolce paese c!e non dico.
'raeteritio 'arola latina c&e si+ni-ica "atto dell(andar oltre#. Detta anc&e
all(italiana preteri0ione e alla +reca paralessi 1ropoirtt3. La
!raeteritio % un comune !rocedimento retorico c&e &a una certa
-re*uen0a anc&e nella lin+ua di tutti i +iorni con cui si -in+e di 2oler
tacere *ualcosa c&e in2ece si a--erma. Nel /iulio +esare di S&aGes!eare
l(arti-icio % a!!licato da Antonio c&e comincia il suo discorso dicendo.
vengo a seppellire +esare, non a lodarlo$ e in realt) intesse lun+amente
le lodi del condottiero. Si osser2a la !raeteritio anc&e in -ormula0ioni del
ti!o non star) a ricordarti tutto il bene c!e = !a fatto.
'roso!o!ea Diamo *ui la de-ini0ione dantesca 1Con2i2io III.I5.B3 di *uesta -i+ura
retorica. una figura #uesta, #uando a le cose inanimate si parla, c!e si
c!iama da li rettorici prosopopeia* e usanla molto spesso li poeti. La
!roso!o!ea % in sostan0a l(attribu0ione a concetti astratti o ad esseri
inanimati di com!ortamenti umani. , considerabile !roso!o!ea anc&e
l(arti-icio di -ar a+ire e !arlare i de-unti come -ossero 2i2i.
Sineddoc&e Dal +reco ouvrxooq sostanti2o deri2ato dal 2erbo ouvrxoroot
1accol+o insieme3. Fi+ura retorica consistente in uno scambio di
si+ni-icato !er am!liamento o restri0ione 1la !arte !er indicare il tutto o il
tutto !er indicare la !arte3. Esem!io. 5en0a tetto nel si+ni-icato di privo
di casa. A--ine alla metonimia 123.
Sinestesia Deri2ato dal sostanti2o +reco ouvotoqot 1!erce0ione simultanea3.
Fi+ura retorica c&e consiste nell(attribuire a un termine colle+ato al
cam!o semantico di un(area sensoriale un attributo !ro!riamente relati2o
a un(altra area sensoriale. L(e--etto altamente es!ressi2o c&e si ottiene %
D www.martinosanna.de
*uello di una com!enetra0ione dei si+ni-icati sensiti2i. Esem!i !ossono
essere. lamaro suono di *uelle !arole$ e in Dante 1In-erno 9 B:3 loco
dogne luce muto.
Tmesi Dal +reco tqot 1ta+lio3 c&e !rocede dal 2erbo trvc 1ta+lio3. Fi+ura
retorica consistente nello s!e00are una !arola com!osta nelle sue
costituenti se!arandole sintatticamente tramite l(inter!osi0ione di altre
!arole. Fre*uente nelle lin+ue classic&e si 2eda in Cicerone. satis iam
fecisse officio in cui l(in-inito !er-etto satisfecisse % stato se!arato
tramite l(inter!osi0ione dell(a22erbio iam.
Leu+ma Dal +reco ruyo 1+iun0ione3. Fi+ura retorica c&e consiste nel colle+are
allo stesso 2erbo due elementi sintattici di--erenti solo uno dei *uali
di!ende !ro!riamente da esso. In Dante 1In-erno 555III <3 parlare e
lagrimar vedrai insieme. Solo il 2erbo lagrimar di!ende !ro!riamente da
vedrai.
: www.martinosanna.de