Sei sulla pagina 1di 1

Materialismo

Essere Ontologia

Ragionamento per assurdo

Finito

Infinito

Metodo Empirico Speculazione astratta Fisici naturalisti Nous Ateismo Meccanismo Oggettivo Soggettivo

Per MATERIALISMO si intende una spiegazione della realt che si basa sul principio della materia, cio qualcosa che pu essere conosciuta attraverso i sensi, che occupa spazio, che si pu misurare e che si pu quindi osservare scientificamente. Il materialismo quindi si riferisce al mondo come un insieme di elementi in continua trasformazione dove nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma. Con il termine ESSERE si intende la realt in senso generale costituita dalla sua essenza pi profonda. Con DISCORSO ONTOLOGICO ci si riferisce allo studio della realt in quanto studio dellessere. Anche il linguaggio (linguistica) e la logica (procedimenti, ragionamenti mentali) sono legati alla definizione della realt stessa che necessaria, cio non pu essere vista diversa da come nella sua struttura pi profonda. Il discorso ontologico ha come scopo il raggiungimento della verit. Questo tipo di RAGIONAMENTO si usa per dimostrare la falsit delle idee sostenute dagli avversari: in un primo momento si sostengono proprio queste idee per dimostrarne alla fine lassurdit. Sono i ragionamenti che usa Zenone per negare lesistenza del movimento, della molteplicit e del mutamento che contraddistinguono lunit, limmobilit e leternit della realt che Parmenide ritiene sia solo apparenza, superficialit delle cose. La parola FINITO indica ci che per la cultura greca antica era la perfezione, la realt autentica che doveva essere chiusa, limitata, non divisibile, integra. Con il termine finito, inoltre, si indica proprio il mondo terreno che ha un inizio e una fine, nel senso che gli esseri viventi e le cose nascono e muoiono. Questa CONCEZIONE ipotizza qualcosa che non ha fine, non ha limite, che non pu essere descritta in termini concreti, che non ha forme precise, definite, chiuse, ma che aperta, senza confini senza un centro e senza una fine. Questo modo di pensare sar introdotto dalla visione cristiana e dalle grandi religioni monoteistiche che ipotizzano una divinit (infinita ed eterna). RIFLESSIONE che utilizza losservazione concreta (percezione sensoriale) e lesperienza diretta della realt che ci circonda. RIFLESSIONE, RAGIONAMENTO che utilizza simboli, formule, algoritmi (operazioni mentali) per descrivere la realt che ci circonda o attivit del pensiero. Pensatori che hanno posto alla base della NATURA la combinazione di pi elementi che unendosi insieme formano la realt. Intelletto, mente, forza originaria e ordinatrice del mondo sensibile. Senza Dio, NEGAZIONE della divinit. TEORIA che spiega la realt attraverso il movimento dei corpi nello spazio e che si usa per spiegare i fenomeni, sullipotesi causa-effetto OGGETTIVO quello che osserviamo fuori di noi ed valido per tutti. SOGGETTIVO ci che esiste in relazione a chi osserva ed valido in maniera individuale.